N DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO V

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. 40124 DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO V"

Transcript

1 N DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO V VISTO il decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, recante Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento dei tributi degli enti locali ; VISTE le disposizioni concernenti misure in materia di pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione maturati al 31 dicembre 2012, contenute nel Capo I del suddetto decreto-legge n. 35 del 2013; VISTO, in particolare, l articolo 5, comma 1, del citato decreto-legge n. 35 del 2013 il quale stabilisce che, ai fini dell'estinzione dei debiti dei Ministeri per obbligazioni giuridicamente perfezionate relative a somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali, maturati alla data del 31 dicembre 2012, a fronte dei quali non sussistono residui passivi anche perenti, ciascun Ministero predispone un apposito elenco dei debiti scaduti in ordine cronologico con l'indicazione dei relativi importi e che gli elenchi sono trasmessi entro il 30 aprile 2013 al Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento Ragioneria generale dello Stato per il tramite del coesistente Ufficio centrale del bilancio, aggregati, in apposito allegato, per il pertinente capitolo/articolo di spesa con separata evidenza di quelli relativi a fitti di locali; VISTO il successivo comma 2 il quale stabilisce che per garantire il concorso al pagamento dei debiti di cui al comma 1, con priorità per il pagamento delle spese diverse dai fitti passivi, il fondo di cui all'articolo 1, comma 50, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, è incrementato di 500 milioni di euro per l'anno 2013 che in caso di insufficienza delle risorse stanziate rispetto ai debiti accertati dai Ministeri interessati, il predetto fondo è ripartito entro il 15 maggio 2013 con decreto del Ministero dell economia e delle finanze proporzionalmente sulla base delle richieste pervenute entro il termine perentorio previsto dal comma 1, complete degli elenchi di cui al medesimo comma e che le predette somme sono destinate esclusivamente al pagamento dei debiti inclusi nei suddetti elenchi; CONSIDERATO che con proprio decreto n del 10 aprile 2013 registrato alla Corte dei conti il 16 aprile 2013, registro 3, foglio 207, sul capitolo n. 3084, corrispondente al fondo di cui all articolo 1, comma 50, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, è stata iscritta la somma di euro 500 milioni, in attuazione del richiamato articolo 5, comma 2; RITENUTO di ripartire il suddetto fondo sulla base degli appositi elenchi dei debiti scaduti predisposti da ciascun Ministero, ai sensi del richiamato articolo 5, comma 1, attribuendo gli importi indicati negli elenchi stessi in corrispondenza dei capitoli e piani gestionali su cui imputare i pagamenti da effettuare; VISTA la legge 31 dicembre 2009, n. 196, concernente la Legge di contabilità e finanza pubblica e successive modificazioni ed integrazioni;

2 VISTA la legge 24 dicembre 2012, n. 229, concernente Bilancio di previsione dello Stato per l anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio ; VISTO il proprio decreto 31 dicembre 2012, recante la ripartizione in capitoli delle unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l anno finanziario 2013 e per il triennio ; RITENUTA la necessità di apportare le occorrenti variazioni di bilancio; DECRETA Nei sottoindicati stati di previsione, per l anno finanziario 2013, sono disposte le seguenti variazioni in termini di competenza e cassa: in diminuzione MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE ,00 25 Fondi da ripartire (33) , Fondi da assegnare (33.1) ,00 DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE ,00 DELLO STATO ONERI COMUNI DI PARTE CORRENTE ,00 CAP N FONDO DA RIPARTIRE PER ,00 in aumento L'ESTINZIONE DEI DEBITI PREGRESSI, ECC. (12.2.3) MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE ,00 1 Politiche economico-finanziarie e di bilancio (29) , Regolazione giurisdizione e coordinamento ,00 del sistema della fiscalita' (29.1) DIPARTIMENTO DELLE FINANZE ,00 FUNZIONAMENTO ,00

3 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 14 SPESE POSTALI E TELEGRAFICHE. 774,00 (2.2.4) 16 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00 GAS E TELEFONI, CONVERSAZIONI TELEFONICHE, ECC. INTERVENTI ,00 CAP N SOMMA OCCORRENTE PER FAR ,00 FRONTE AGLI ONERI DI GESTIONE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE (4.1.1) 1.3 Prevenzione e repressione delle frodi e delle ,00 violazioni agli obblighi fiscali (29.3) GUARDIA DI FINANZA ,00 FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 14 SPESE RELATIVE ALLA ,00 MANUTENZIONE DI IMPIANTI E ATTREZZATURE, ECC. 15 SPESE PER IL O SANITARIO 978,00 (2.2.6) 18 CANONI D'ACQUA E SPESE PER ,00 PROVVISTA DI ACQUA POTABILE. SPESE PER TRASPORTO VIVERI ED

4 OGGETTI, ECC. 19 COMBUSTIBILI ED ENERGIA ,00 ELETTRICA PER RISCALDAMENTO, PER FUNZIONAMENTO CUCINE E REFETTORI, ECC. 24 SPESE TELEFONICHE ,00 26 ACQUISTO E MANUTENZIONE DI ,00 MATERIALI DI CASERMAGGIO 27 SPESE GENERALI DEGLI ENTI E CORPI 469,00 DELLA GUARDIA DI FINANZA, COMPRESE QUELLE PER BANDA E FANFARE (2.2.14) CAP N SPESE PER LE ELEZIONI DEI 7.752,00 RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE MILITARE IN SENO AGLI ORGANISMI DI RAPPRESENTANZA, ECC. (2.2.8) CAP N TASSE E CONTRIBUTI PER LA ,00 RACCOLTA E LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI. SPESE PER LA RACCOLTA, IL TRATTAMENTO, ECC. (2.2.14) CAP N SPESE PER I TECNICO ,00 SPECIALISTICI 01 SPESE PER IL O 8.327,00 AUTO-MOTOCICLISTICO 03 SPESE PER IL O NAVALE ,00

5 INVESTIMENTI ,00 CAP N SPESE PER LO SVILUPPO DEI ,00 AUTOMATIZZATI DEL SISTEMA INFORMATIVO (21.1.6) 1.4 Regolamentazione e vigilanza sul settore ,00 finanziario (29.4) DIPARTIMENTO DEL TESORO ,00 FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 17 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00 GAS E TELEFONI, ECC. CAP N SPESE PER LA REALIZZAZIONE, LA ,00 GESTIONE E IL POTENZIAMENTO DI SISTEMI INFORMATIZZATI IN MATERIA DI TUTELA, ECC. 1.6 Analisi e programmazione ,00 economico-finanziaria (29.6) DIPARTIMENTO DEL TESORO ,00 FUNZIONAMENTO 7.818,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E 7.818,00

6 21 SPESE POSTALI E TELEGRAFICHE PER 7.818,00 L'AMMINISTRAZIONE CENTRALE E PROVINCIALE (2.2.4) ONERI COMUNI DI PARTE CORRENTE ,00 CAP N RIMBORSO ALL'ISTITUTO POLIGRAFICO ,00 E ZECCA DELLO STATO ED ALLA BANCA D'ITALIA PER LE SPESE SOSTENUTE, ECC. (2.2.14) 1.7 Analisi, monitoraggio e controllo della finanza ,00 pubblica e politiche di bilancio (29.7) DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE ,00 DELLO STATO FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 09 SPESE RELATIVE ALLA ,00 MANUTENZIONE DI IMPIANTI E ATTREZZATURE, ECC. -SEDI CENTRALI DISTACCATE 18 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00 - SEDE CENTRALE 19 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00 GAS E TELEFONI, ECC. DELLE SEDI CENTRALI DISTACCATE 22 SPESE POSTALI E TELEGRAFICHE PER ,00 L'AMMINISTRAZIONE CENTRALE E

7 PROVINCIALE (2.2.4) 1.8 Supporto all'azione di controllo, vigilanza e ,00 amministrazione generale della Ragioneria generale dello Stato sul territorio (29.8) DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE ,00 DELLO STATO FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 06 SPESE RELATIVE ALLA ,00 MANUTENZIONE DI IMPIANTI E ATTREZZATURE, ALL' ADEGUAMENTO DELLA SICUREZZA, ECC. 08 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00 GAS E TELEFONI, ECC. 09 TASSE COMUNALI PER LA RACCOLTA E ,00 LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI (2.2.14) 12 NOLEGGIO DEI MEZZI DI TRASPORTO 423,00 13 ACQUISTO DI CANCELLERIA, DI 7.099,00 STAMPATI SPECIALI E QUANTO ALTRO POSSA OCCORRERE PER IL FUNZIONAMENTO, ECC. INVESTIMENTI 272,00 CAP N SPESE PER L'ACQUISTO DI 272,00 ATTREZZATURE E APPARECCHIATURE NON INFORMATICHE

8 (21.1.2) 5 Ordine pubblico e sicurezza (7) , Concorso della Guardia di Finanza alla ,00 sicurezza pubblica (7.5) GUARDIA DI FINANZA ,00 FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 18 CANONI D'ACQUA E SPESE PER ,00 PROVVISTA DI ACQUA POTABILE. SPESE PER TRASPORTO VIVERI ED OGGETTI, ECC. 27 SPESE GENERALI DEGLI ENTI E CORPI ,00 DELLA GUARDIA DI FINANZA, COMPRESE QUELLE PER BANDA E FANFARE (2.2.14) 24 Servizi istituzionali e generali delle amministrazioni ,00 pubbliche (32) 24.2 Indirizzo politico (32.2) ,00 GABINETTO E UFFICI DI DIRETTA ,00 COLLABORAZIONE ALL'OPERA DEL MINISTRO FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 21 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI ,00

9 GAS E TELEFONI, CONVERSAZIONI TELEFONICHE, ECC Servizi e affari generali per le amministrazioni ,00 di competenza (32.3) DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE ,00 GENERALE DEL PERSONALE E DEI FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 06 SPESE RELATIVE ALLA ,00 MANUTENZIONE DI IMPIANTI E ATTREZZATURE, ECC. 18 SPESE POSTALI E TELEGRAFICHE PER 23,00 L'AMMINISTRAZIONE CENTRALE E TERRITORIALE (2.2.4) 33 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI ,00 CANONI, ECC Rappresentanza, difesa in giudizio e ,00 consulenza legale in favore delle Amministrazioni dello Stato e degli enti autorizzati (32.5) AVVOCATURA DELLO STATO ,00 FUNZIONAMENTO ,00 CAP N SPESE PER ACQUISTO DI BENI E ,00 01 SPESE PER ACQUISTO DI ,00

10 CANCELLERIA, DI STAMPATI SPECIALI E QUANTO ALTRO POSSA OCCORRERE PER IL FUNZIONAMENTO, ECC. 06 SPESE PER IL PAGAMENTO DEI CANONI 2.290,00 GAS E TELEFONI, CONVERSAZIONI TELEFONICHE, ECC. 07 SPESE RELATIVE ALLA 3.851,00 MANUTENZIONE,ECC. 08 ESERCIZIO DEI MEZZI DI TRASPORTO 1.089,00 10 MANUTENZIONE DELLA BIBLIOTECA 30,00 CAP N SPESE PER STUDI, PROGETTAZIONE, 2.095,00 IMPIANTO E GESTIONE DI SISTEMI DI ELABORAZIONE ELETTRONICA DI DATI E, ECC. (2.2.10)

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3 Roma, - Q AGO. 2013 A tutte le Amministrazioni dello Stato CIRCOLARE n. 4 I201 3 Oggetto: Adempimenti a carico delle Amministrazioni centrali previsti dal decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, recante "disposizioni

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 28 ottobre 2014. Ripartizione, in capitoli ed articoli, delle unità di voto parlamentare disposte dalla legge

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 28 ottobre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 28 ottobre 2014 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 28 ottobre 2014 Individuazioni di mutui e prestiti obbligazionari ad attivazione differita ovvero attivati con ritardo rispetto alla decorrenza dell'autorizzazione

Dettagli

REGOLE DI FLESSIBILITA DEL BILANCIO DELLO STATO E DISPOSIZIONI INNOVATIVE IN MATERIA CONTABILE INTRODOTTE DAL DL 66/2014 - SPENDING REVIEW

REGOLE DI FLESSIBILITA DEL BILANCIO DELLO STATO E DISPOSIZIONI INNOVATIVE IN MATERIA CONTABILE INTRODOTTE DAL DL 66/2014 - SPENDING REVIEW REGOLE DI FLESSIBILITA DEL BILANCIO DELLO STATO E DISPOSIZIONI INNOVATIVE IN MATERIA CONTABILE INTRODOTTE DAL DL 66/2014 - SPENDING REVIEW Roma 13 maggio 2014 Gli strumenti di flessibilità Indice Le procedure

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I PROVINCIA DI TERNI RAGIONERIA Oggetto: Decreto Legge 8 Aprile 2013, n.55. Individuazione misure urgenti per il pagamento dei debiti maturati al 31 Dicembre 2912

Dettagli

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 (pubblicato sulla G.U. n. 82 dell 8 aprile 2013) DISPOSIZIONI URGENTI PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI SCADUTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, PER IL RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca 201407171150 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca D.D:G. n. 314 28 luglio 2014 VISTA la Legge 31 dicembre 2009, n. 196 "Legge di contabilità e finanza pubblica" VISTO il decreto legislativo

Dettagli

TABELLA N. 4 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

TABELLA N. 4 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI TABELLA N. 4 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI 353 foglio 1 di 2 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI (Tabella 04) 040/678 Indice analitico capitoli Capitolo UdV Foglio Capitolo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 23 settembre 1999 ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo: Disposizioni per l assestamento del bilancio dello

Dettagli

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA DI SPESA Allegato n. 2 DELEGATI CAPITOLI Direttore Direttore Dipartimento

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA DI SPESA Allegato n. 2 DELEGATI CAPITOLI Direttore Direttore Dipartimento CAPITOLI Dipartimento della Affari Generali Ufficio Speciale PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato n. 2 CAPITOLI Dipartimento della Affari Generali Ufficio Speciale Cap. 110 - Compensi al Presidente

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Proposta di Legge

REGIONE TOSCANA. Proposta di Legge REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l anno finanziario 2015 e pluriennale 2015 2017 e Bilancio di previsione conoscitivo 2015-2017 - Assestamento SOMMARIO Preambolo Capo I Assestamento

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015. Assestamento.

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015. Assestamento. REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015 Assestamento SOMMARIO Preambolo Capo I Assestamento del bilancio Art. 1 - Variazioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E Ufficio parlamentare di bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 COD. CAP. E N T R A T E DESCRIZIONE RESIDUI PRESUNTI ALLA FINE DELL'ANNO PREC PREVISIONI DI COMPETENZA PER L'ANNO IN CORSO

Dettagli

Amministrazione Missione Categoria CE2 Codice Gestionale Erario Tesoreria Esterno Pagato Totale 001 - COMPETENZE FISSE 143 - ASSEMBLEE LEGISLATIVE

Amministrazione Missione Categoria CE2 Codice Gestionale Erario Tesoreria Esterno Pagato Totale 001 - COMPETENZE FISSE 143 - ASSEMBLEE LEGISLATIVE 02 - MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE 01 - Organi costituzionali, a rilevanza costituzionale e Presidenza del Consiglio dei ministri 04 - TRASFERIMENTI CORRENTI AD AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE 01-

Dettagli

Deliberazione legislativa n. 62/2013 2. Art. 1 Finalità

Deliberazione legislativa n. 62/2013 2. Art. 1 Finalità Deliberazione legislativa n. 62/2013 2 Art. 1 Finalità 1. Al fine di favorire l accelerazione dei pagamenti dei debiti degli enti del Servizio sanitario regionale e assicurare la liquidità necessaria per

Dettagli

3. Gli atti di trasformazione e di 3. Identico.

3. Gli atti di trasformazione e di 3. Identico. Pag. 142-143 Decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, pubblicato nel supplemento ordinario n. 152/L alla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 25 giugno 2008. Testo del decreto-legge Testo del decreto-legge comprendente

Dettagli

Decreto ministeriale 25 giugno 2012

Decreto ministeriale 25 giugno 2012 Decreto ministeriale 25 giugno 2012 (1) Modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Sanitario

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014. Assestamento.

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014. Assestamento. REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014 Assestamento SOMMARIO Preambolo Capo I Assestamento del bilancio Art. 1 - Variazioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Allegato PR PROVINCIA DI SAVONA BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Dott.ssa Patrizia Gozzi A cura del Servizio Bilancio e Programmazione Finanziaria Il Dirigente

Dettagli

MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA CIRCOLARE 23 giugno 2000 n. 1 Convenzioni di cui all'art. 26, legge 23 dicembre 1999, n. 488, ed attività affidate alla Consip S.p.a.

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS DETERMINAZIONE N. 4 DEL 27/8/2012

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS DETERMINAZIONE N. 4 DEL 27/8/2012 Direzione Amministrativa DETERMINAZIONE N. 4 DEL 27/8/2012 Oggetto: ASL 3 Nuoro: impegno e liquidazione per rimborso spese anticipate dalla ASL Nuoro nel periodo 1/2/2008-31/12/2009. Convenzione ASL del

Dettagli

Patto di stabilità interno degli enti locali

Patto di stabilità interno degli enti locali Patto di stabilità interno degli enti locali (da www.ilsole24ore.com) PER CAPIRE Il patto di stabilità si riferisce a province e comuni con più di 5mila abitanti ed è vincolato alla crescita del saldo

Dettagli

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART.

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART. Macro Oggetto Residui Passivi al..21 Di Competenza Previsioni Definitive Di Cassa DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1 2 3 1 SPESE CORRENTI DI ISTITUZIONALE FUNZIONAME NTO ATTIVITA' ASSEMBLEA LEGISLATIVA FUNZIONAMENT

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 151 del 03.12.2015 Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA PER ASSICURARE IL PAGAMENTO DEI DEBITI DEGLI ENTI LOCALI

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE SERVIZIO DEMANIO, PATRIMONIO, CASA, PROVVEDITORATO E CONTRATTI. Determinazione n. 1580 del 20/10/2015

DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE SERVIZIO DEMANIO, PATRIMONIO, CASA, PROVVEDITORATO E CONTRATTI. Determinazione n. 1580 del 20/10/2015 Prop. n. 1810 del 08.10.2015 DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE SERVIZIO DEMANIO, PATRIMONIO, CASA, PROVVEDITORATO E CONTRATTI Determinazione n. 1580 del 20/10/2015 Oggetto: DETERMINA A CONTRARRE

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1 PARTE I - ENTRATA ANNO FINANZIARIO 2016 ANNO FINANZIARIO N - 1 fine dell'anno in corso (iniziali anno N) cassa cassa Avanzo di amministrazione presunto 10.000,00 Fondo iniziale di cassa presunto 1 CENTRO

Dettagli

MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009

MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009 MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA DEI PAGAMENTI Art. 9 DL n. 78 del 1 luglio 2009 1 I. QUADRO NORMATIVO e REGOLAMENTARE I.1. Art. 9 comma 1 D.L. 1 luglio 2009 n. 78, convertito

Dettagli

Bilancio di previsione dello Stato per l anno finanziario 2015 e bilancio pluriennale per il triennio 2015-2017.

Bilancio di previsione dello Stato per l anno finanziario 2015 e bilancio pluriennale per il triennio 2015-2017. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO ORIGINALE COMUNE DI SANTA MARIA A VICO PROVINCIA DI CASERTA Data Delibera: 25/06/2014 N Delibera: 70 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA' PER ASSICURARE

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 15 ottobre 2015 Parziale modifica ed integrazione del decreto 10 luglio 2015 relativo alla determinazione annuale delle risorse destinate all'attribuzione di borse di

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ABITATIVE Divisione V Direzione Programmazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni e MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato Ispettorato generale

Dettagli

COMUNE DI CURINGA PROVINCIA DI CATANZARO *******

COMUNE DI CURINGA PROVINCIA DI CATANZARO ******* COMUNE DI CURINGA PROVINCIA DI CATANZARO ******* Reg.Gen. N. 484 Del 30 OTT. 2014 DETERMINAZIONE DELL AREA FINANZIARIA n. 26 del 24/10/2014 OGGETTO: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell art.32 del

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti VISTA la legge 21 dicembre 2001, n. 443 recante Delega al Governo in materia di infrastrutture ed insediamenti produttivi strategici ed altri interventi per il rilancio delle attività produttive e s.m.i.;

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento dell Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato Alle Amministrazioni centrali e periferiche

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo 2016.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo 2016. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 23 di data 4 marzo. Oggetto: Approvazione variazione di cassa al bilancio gestionale per l esercizio finanziario, ai sensi dell articolo 51, comma 2, lettera d)

Dettagli

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 La Facoltà di Medicina adotta un bilancio annuale di previsione per l anno finanziario 2010 redatto in conformità a quanto previsto dal Regolamento di Ateneo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 PARTE SPESE Codice Denominazione Previsioni definitive anno 2011 Dipartimento Medicina VARIAZIONI IN AUMENTO VARIAZIONI IN DIMINUZIONE previsione anno 2012 01 RISORSE UMANE 145.005,26 15.175,01 129.830,25

Dettagli

CITTA' DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE

CITTA' DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE Deliberazione della Giunta Comunale N. 118 del 26/11/2015 CITTA' DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE Atto n. 118 /GC del 26/11/2015 OGGETTO: SOTTOSCRIZIONE CONTRATTO DI ANTICIPAZIONE DI LIQUIDITA

Dettagli

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO COMUNE DI TOIRANO Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure di acquisto,

Dettagli

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1)

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Disposizioni urgenti in materia sanitaria e socio-assistenziale. (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 19 gennaio 1993, n. 14 e convertito in legge, con modificazioni,

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI Versione 1.0 del 11/10/2012 Paragrafo 1 - Definizioni Ai fini delle presenti istruzioni tecniche si intende per: a) DL 185/08: il decreto

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO (Documento di sintesi del bilancio di previsione del Consiglio regionale per l'esercizio 2014 e bilancio pluriennale per il triennio 2014 2016 approvato con delibera Consiliare

Dettagli

Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL. Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione 2015 Provvedimento n.

Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL. Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione 2015 Provvedimento n. Commissione Bilancio e Patrimonio del CIV INAIL Parere in merito alla Variazione al Bilancio di previsione Provvedimento n. 2-0 Premessa Al fine di fornire al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza i necessari

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 646 23/11/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 18299 DEL 23/11/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: BILANCIO PROGRAM. ECONOMICA, BILANCIO, DEMANIO E PATRIMONIO

Dettagli

C O M U N E D I C U R I N G A

C O M U N E D I C U R I N G A C O M U N E D I C U R I N G A (Provincia di Catanzaro) R.G. n. 277 del 01/07/2014 AREA FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 19 del 30.06.2014 OGGETTO : Anticipazioni di liquidità, ai sensi dell art. 13, comma

Dettagli

IL CIPE. VISTO il decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190, attuativo dell art. 1 della menzionata legge n. 443/2001;

IL CIPE. VISTO il decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190, attuativo dell art. 1 della menzionata legge n. 443/2001; LEGGE N. 443/2001 1 PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE SCHEMI IDRICI REGIONE CALABRIA SCHEMA IDRICO SULLA DIGA DEL TORRENTE MENTA 1 LOTTO OPERE DI PRESA, GALLERIA DI DERIVAZIONE E POZZO PIEZOMETRICO, LAVORI

Dettagli

Il Ministro delle Attività Produttive

Il Ministro delle Attività Produttive Il Ministro delle Attività Produttive VISTA VISTA la legge 23 dicembre 1998, n. 448 recante Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo ed in particolare l articolo 52 che ha previsto

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE

NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE Coordinata e diretta dal dr. Michele Tassara Consulente e Revisore di Enti locali Newsletter n 38 Varese, 22 maggio 2014 In questo numero: PATTO DI STABILITÀ INTERNO

Dettagli

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale;

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale; IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI SULLA PROPOSTA DEL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE E CON IL MINISTRO DEI BENI E DELLE ATTIVITA

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 ENTRATE

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 ENTRATE BILANCIO DI PREISIONE ENTRATE BILANCIO A.N.AC. - PIANO DEI - PREISIONE PREISIONE DEFINITIA LIELLI OCE PIANO DEI PREISIONE DI PREISIONE DI CASSA Entrate correnti I Entrate correnti di natura tributaria,

Dettagli

copia n 146 del 16.05.2013

copia n 146 del 16.05.2013 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 146 del 16.05.2013 OGGETTO : ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA PER ASSICURARE IL PAGAMENTO DEI DEBITI DEGLI ENTI LOCALI

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA' "A"

CENTRO DI RESPONSABILITA' A ALL. n. 2 al D.D.G. n.1526 del 22.10.08 aumento competenza per cassa per 0000 1 Disavanzo di amministrazione presunto 1 CENTRO DI RESPONSABILITA' "A" 1.1 TITOLO I - SPESE CORRENTI 1.1.1 AGGREGATO ECONOMICO

Dettagli

Il Ministro della Difesa

Il Ministro della Difesa Il Ministro della Difesa M_D/GOIV/2013/CONT/A9-3/0000106 il r.d. 18 novembre 1923 n.2440, sull amministrazione del patrimonio e sulla contabilità generale dello Stato; il r.d. 23 maggio 1924 n.827, che

Dettagli

DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA N. 2. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 20 gennaio 2016 - Serie generale

DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA N. 2. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 20 gennaio 2016 - Serie generale Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 20 gennaio 2016 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE II DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE II DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO DECRETO 25 maggio 2012. Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei buoni del Tesoro poliennali 2,10%, indicizzati all inflazione europea, con godimento 15 settembre 2010 e scadenza 15 settembre

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A D I S E G N O D I L E G G E N. 2418 presentato dal Ministro del tesoro e del bilancio e della programmazione economica (CIAMPI) di concerto

Dettagli

SISTEMA DI CONTABILITA' ECONOMICA PIANO DEI CONTI

SISTEMA DI CONTABILITA' ECONOMICA PIANO DEI CONTI Personale Retribuzioni per Comparto / Qualifica Competenze fisse Componenti accessorie connesse al risultato Componenti accessorie connesse alla funzione Lavoro straordinario Contributi ed oneri lavoro

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382; VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTA la legge 24 dicembre 1993, n. 537 recante «Interventi correttivi di finanza pubblica»

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MODENA BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2016 1. Preventivo finanziario gestionale; 2. Quadro generale riassuntivo della gestione finanziaria;

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA N. 471/21 ANNESSO 6 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro del Tesoro (AMATO) di concerto col Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica (COLOMBO) Bilancio

Dettagli

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE CITTA' DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna SERVIZI FINANZIARI RAGIONERIA DETERMINAZIONE FIN / 99 Del 19/11/2015 OGGETTO: NUOVA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER ILLUMINAZIONE PUBBLICA VIA DI VITTORIO

Dettagli

Comune di LOREGGIA. VISTO si attesta ex art. 151 comma 4 T.U.EE.LL. D.Lgs. 267/2000 la copertura finanziaria della spesa

Comune di LOREGGIA. VISTO si attesta ex art. 151 comma 4 T.U.EE.LL. D.Lgs. 267/2000 la copertura finanziaria della spesa Comune di LOREGGIA ORIGINALE Rif. determina Reg. generale OGGETTO n.46 del 29/12/2010 309 ASSUNZIONE MUTUO CON LA BANCA PADOVANA PER L'OPERAZIONE DI RINEGOZIAZIONE DELLA POSIZIONE DEBITORIA PER L'ACQUISTO

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2007 e Bilancio pluriennale per il triennio 2007 2009. Assestamento.

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2007 e Bilancio pluriennale per il triennio 2007 2009. Assestamento. REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l anno finanziario 2007 e Bilancio pluriennale per il triennio 2007 2009 Assestamento SOMMARIO Art. 1 - Variazioni delle previsioni di entrata

Dettagli

Consuntivo 2005. Consuntivo 2006

Consuntivo 2005. Consuntivo 2006 SPESA TITOLO I SPESE CORRENTI CATEGORIA I. DEPUTATI. Cap. 1 - Indennità dei deputati 95.523.899,95 90.650.158,39 94.580.000,00 Indennità parlamentare 91.889.624,80 87.670.941,66 90.850.000,00 Indennità

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione . Prot. N. ORIGINALE ESTRATTO DI Deliberazione del Consiglio REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ISTITUTO SUPERIORE REGIONALE ETNOGRAFICO NUORO Deliberazione del Consiglio di

Dettagli

QUADRO DI RAFFRONTO. tra bilancio di previsione 2007 e previsioni assestate 2006

QUADRO DI RAFFRONTO. tra bilancio di previsione 2007 e previsioni assestate 2006 QUADRO DI RAFFRONTO tra bilancio di previsione 2007 e previsioni assestate 2006 SPESE 55 Articolo Descrizione Previsioni assestate 2006 Previsioni 2007 Var. % SPESE TITOLO I - SPESE CORRENTI Cap. 1.1 -

Dettagli

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo Ente Codice 000061130000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2014 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI Importi

Dettagli

Oggetto: Proposta di legge regionale concernente: Bilancio di previsione della Regione Lazio per l esercizio finanziario 2007. LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Proposta di legge regionale concernente: Bilancio di previsione della Regione Lazio per l esercizio finanziario 2007. LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Proposta di legge regionale concernente: Bilancio di previsione della Regione Lazio per l esercizio finanziario 2007. LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA dell Assessore al Bilancio, Programmazione

Dettagli

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Decreto Ministeriale del 1 dicembre 2010 Disciplina dello specifico sistema di erogazione unificata di competenze fisse e accessorie al personale centrale e periferico

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro del Tesoro (AMATO) N. 1443/21 ANNESSO 13 di concerto col Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica (FANFANI)

Dettagli

CODICE SIOPE VECCHIO CODICE CODICE ECONOMICO E PATRIMONIALE CODIC E CODICE INFN DESCRIZIONE

CODICE SIOPE VECCHIO CODICE CODICE ECONOMICO E PATRIMONIALE CODIC E CODICE INFN DESCRIZIONE SIOP VCCHIO 102060 Missioni Italia 1214 10 B14d 102070 Missioni estero 1214 20 B14d Come precedente Spese soggiorno 102061 1214 30 B14d Come precedente ospiti ricercatori 102110 102140 Buoni pasto e mensa

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto il decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014,

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2012 (1).

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2012 (1). Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2012 (1). Definizione delle linee guida generali per l'individuazione delle Missioni delle Amministrazioni pubbliche, ai sensi dell' articolo

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO DELLA RICERCA RENDICONTO FINANZIARIO ESERCIZIO 2012

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO DELLA RICERCA RENDICONTO FINANZIARIO ESERCIZIO 2012 ENTRATA Riscosse S o m m e A c c e r t a t e Riscuotere Accertamenti Titolo I - Entrate Correnti Categoria I - Entrate contributive 101010 Finanziamento statale - funzionamento 101011 Finanziamento Statale

Dettagli

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI Cap. 110 - Compensi al Presidente ed ai Nei limiti previsti dalla legge. Membri dell'autorità Cap. 111 - Oneri previdenziali ed assistenziali a carico dell'autorità Cap. 112 - Rimborso spese di missione

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 6 novembre 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Giovedì, 6 novembre 2014

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 6 novembre 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Giovedì, 6 novembre 2014 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 6 novembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

TITOLO Finanziamento delle spese da effettuarsi all'estero Capo I - Procedure per il finanziamento

TITOLO Finanziamento delle spese da effettuarsi all'estero Capo I - Procedure per il finanziamento Leggi d'italia L. 6-2-1985 n. 15 Disciplina delle spese da effettuarsi all'estero dal Ministero degli affari esteri. Pubblicata nella Gazz. Uff. 14 febbraio 1985, n. 39. Epigrafe TITOLO I Finanziamento

Dettagli

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO P.O. PROGRAMMAZIONE E BILANCIO E responsabile della formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale e della predisposizione relativi

Dettagli

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Via Solaroli, 17 28100 Novara

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Via Solaroli, 17 28100 Novara RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 Il Dipartimento di Medicina Clinica adotta un bilancio annuale di previsione per l anno finanziario 2010 redatto in conformità a quanto previsto dal Regolamento

Dettagli

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 3 agosto 2012. Fondo per lo sviluppo e la coesione regione Puglia. Programmazione delle residue risorse 2000-2006 e 2007-2013 e modifica

Dettagli

COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO ART. 1 E' istituito in questo Comune il servizio di economato in conformità al deposito di cui all'art.3 del D.L. 25.02.1995

Dettagli

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 SENATO 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 Disposizioni di contrasto al furto d identità e in materia di prevenzione delle

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO 2015 2017

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO 2015 2017 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO 2015 2017 (PRINCIPIO CONTABILE APPLICATO CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE DI BILANCIO art. 9.3 lettera m) La nota integrativa è un documento allegato al Bilancio di Previsione

Dettagli

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PATRIMONIO n. 298 di data 2 luglio 2015

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PATRIMONIO n. 298 di data 2 luglio 2015 COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PATRIMONIO n. 298 di data 2 luglio 2015 OGGETTO: Affidamento allo Studio Tecnico Ing. Giovanni Toniatti

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 23 marzo 2011, n. 69 Regolamento recante modificazioni al decreto ministeriale 31 maggio 1999, n. 248, volto ad incentivare l'ammissione delle imprese sub-fornitrici di aziende in amministrazione

Dettagli

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L.

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. 102/2009) L art. 9, comma 1, lettera a), del D.L. 78/2009, convertito con

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018 NOTA INTEGRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018 NOTA INTEGRATIVA Premessa Il principio contabile applicato concernente la programmazione di bilancio (allegato 4/1 del d.lgs. 118/2011) prevede, per gli enti che adottano

Dettagli

ATTI DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

ATTI DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI LAVORI PREPARATORI Camera dei deputati (atto n. 1923): Presentato dal Ministro degli affari esteri ( BONINO ) il 30 dicembre 2013. Assegnato alla III Commissione (Affari esteri e comunitari), in sede referente,

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE II - Uscita Allegato 2 per TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 - USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità di presidenza e di direzione 0,00

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 3 giugno 2008, n. 97 Disposizioni urgenti in materia di monitoraggio e trasparenza dei meccanismi di allocazione della spesa pubblica, nonche' in materia fiscale e di proroga di termini.

Dettagli

Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO. Determinazione n. 106 del 03/02/2015

Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO. Determinazione n. 106 del 03/02/2015 Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO Determinazione n. 106 del 03/02/2015 Oggetto: ACQUISTO MATERIALE TIPOGRAFICO '' DIVORZIO BREVE- SEPARAZIONI CONSENSUALI'' PER IL

Dettagli

TRA. parti del presente atto aggiuntivo all Addendum (nel seguito le Parti ) PREMESSO

TRA. parti del presente atto aggiuntivo all Addendum (nel seguito le Parti ) PREMESSO Quarto atto aggiuntivo all Addendum alla Convenzione per la gestione dei mutui e rapporti trasferiti al Ministero dell economia e delle finanze ai sensi dell art 1, comma 11, del decretolegge 8 aprile

Dettagli

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Pagina 1 di 6 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10

Dettagli