RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI SABATO 18 DICEMBRE 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI SABATO 18 DICEMBRE 2010"

Transcript

1 Atti consiliari 1 RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI SABATO 18 DICEMBRE 2010 PRESIDENZA DEL SINDACO CLAUDIO FORMICA INDICE Congedo... p. 3 Comunicazioni del Sindaco... p. 3 Approvazione verbali seduta precedente... p. 3 Interrogazioni Interpellanze... p. 3 Realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria in variante parziale al Prg ai sensi dell art. 19 del Dpr 327/2001 quale progetto urbanistico di dettaglio secondo l art. 15, comma 4 della L.R. 34/92 Adozione... p. 6 Modifiche alla convenzione per l istituzione del nucleo per la valutazione del personale con incarichi dirigenziali e per l effettuazione del controllo strategico e controllo di gestione... p. 6 Adesione alla convenzione per il Centro servizi territoriale Pesaro e Urbino e alla convenzione per la gestione degli stipendi con la Provincia di Pesaro e Urbino... p. 7 Convenzione tra la provincia di Pesaro e Urbino e Comuni aderenti al sistema provinciale arte contemporanea beneficiari del finanziamento concesso ai sensi della L.R. 75/87 Anno p. 7

2 2 La seduta inizia alle 21,10 Il Sindaco invita il Segretario Comunale, dott. Ugo Castelli, a procedere all'appello nominale, che dà il seguente risultato: Formica Claudio Sindaco Tagliabracci Fabrizia Barone Giuseppe Sabbatini Matteo Gallini Stefano Golini Maurizio Pagnoni Rita Renzi Francesco Piermaria Marzio Badioli Stefano Stolzini Monica Mucchiutti Rino Bressanello Renzo Giuliani Gerardo De Filippis Antonio Mainardi Serena Montini Ettore assente (entra durante la seduta) assente (entra durante la seduta) assente assente giustificato Considerato che sono presenti n. 13 componenti il Consiglio comunale, il Sindaco dichiara valida la seduta e nomina scrutatori i consiglieri Mainardi, Pagnoni e Stolzini.... SEDUTA PRECEDENTE: MARTEDI' 30 NOVEMBRE "é&é

3 3 Congedo (Il Sindaco comunica che il consigliere Ettore Montini ha giustificato la sua assenza alla seduta odierna) Se non vi sono obiezioni, pongo in votazione il punto 2 dell ordine del giorno. Il Consiglio approva con 10 voti favorevoli e 3 astenuti (Golini, Barone e Mucchiutti) Comunicazioni del Sindaco punto 1: Comunicazioni del Sindaco. (Il Sindaco comunica che il consigliere Ettore Montini si è dimesso da consigliere dell Unione dei Comuni Pian del Bruscolo e che nel prossimo Consiglio comunale sarà nominato il nuovo consigliere in sua sostituzione) Approvazione verbali seduta precedente punto 2: Approvazione verbali seduta precedente. Le delibere vanno dalla n. 54 alla n. 58. Interrogazioni Interpellanze punto 3: Interrogazioni Interpellanze. (Il Sindaco risponde all interrogazione del consigliere Giuliani su via Mentana, via Pertini e via Amendola. La prima parte della sua risposta non è stata registrata) (Entrano i consiglieri Renzi e Bressanello ed esce il consigliere Sabbatini: presenti n. 14) SINDACO. è stata realizzata nel E una strada lunga 160 metri, ad andamento rettilineo, a fondo cieco e con pendenza affatto elevata. Ha un buon manto stradale, non si sono mai registrate lamentele in senso opposto. Non ci risulta la presenza di erbacce o arbusti, la cui crescita incontrollata andrebbe a

4 4 danneggiare e/o a creare pericolosi ostacoli al passaggio dei pedoni. I marciapiedi su via Mentana, in Asfalto, la cui lunghezza complessiva, a destra e a sinistra, è pari a 280 metri non ci risulta siano non percorribili poiché dissestati ma è vero che sono presenti vari dislivelli o che la tipologia edilizia ivi e l attività postuma dell uomo hanno di fatto determinato e/o creato un raccordo tra il livello delle singole proprietà immobiliari e la strada, finalizzato al passaggio di autovetture e in alcuni punti il tappeto di usura è saltato. Ogni proprietario ha fatto lo scivolo per andare nel proprio garage. Questa è una consuetudine che difficilmente si riuscirà a eliminare. Inoltre si precisa che sì, esiste uno stanziamento di bilancio pari a euro, destinato ad interventi di arredo urbano, come da delibera della Giunta comunale 152 del 2009, che potrebbe essere in parte devoluto a una qualche sistemazione dei marciapiedi in questione, su indirizzo dell Amministrazione comunale. Io sono andato a vedere quella via, l asfalto non è dei peggiori. Nella parte destra non ci sono neanche problemi di marciapiede, perché il primo tratto è un marciapiede curato anche in apertura dei giardini della scuola; per quanto riguarda l inizio della parte sinistra c è un piano di lottizzazione che per una serie di ragioni non so quali non parte ed è fermo da decenni. Qualche problemino c è: vedremo come metterci le mani. Comunque, come diceva anche il tecnico, problemi di lamentele in tal senso non ci sono. Non è una delle strade peggiori, anche perché è una strada dove praticamente circolano solamente macchine dei residenti, tranne il primo tratto, dove c è anche la seconda uscita della scuola per evitare l intasamento in via Unità d Italia. Per quello che riguarda l altra interrogazione che si riferisce a via Sandro Pertini e via Giorgio Amendola, dove si fa rilevare che vi sono dei tombini rialzati rispetto al manto stradale, l ufficio tecnico risponde: Entrambe le vie menzionate riguardano zone del territorio ancora in fase di attuazione, nelle quali le strutture di viabilità non hanno ancora ottenuto il collaudo tecnico-amministrativo da parte del e che pertanto ancora non risultano in carico alla stessa Amministrazione. Nello specifico entrambe le vie non sono state ultimate con la realizzazione del tappetino di usura, che per buona norma costruttiva viene eseguito come ultima lavorazione. Per tale motivo i due fili dei sottoservizi risultano leggermente rialzati rispetto all attuale quota della strada, rialzo che non supera i 2,5 centimetri e che pertanto non viene considerato pericoloso, tenuto anche conto delle basse velocità di percorrenza delle strade in questione disposte dal Codice della strada, massimo 50 km orari. Vorrei aggiungere che per quello che riguarda via Pertini i particolare, come ufficio tecnico, come Amministrazione abbiamo più volte sollecitato la ditta costruttrice a procedere in tempi rapidi all ultimazione dei lavori, per poi procedere al collaudo, perché le palazzine sono tutte ultimate, quindi si tratta soltanto di finire il tappetino di usura. D altra parte sarà mia premura, insieme all ufficio urbanistica inoltrare un ulteriore sollecito alla ditta per far concludere i lavori. Per via Amendola la questione è forse un pochino più complicata, perché fa parte di una recente lottizzazione, dove i lavori di costruzione delle palazzine non sono ancora stati del tutto ultimati. Quindi occorrerà un pochino più di tempo per la definizione di tutta la questione. Le due risposte scritte verranno inoltrate al consigliere Giuliani. GERARDO GIULIANI. La ringrazio SINDACO.... nelle altre vie sono andato a fare un sopralluogo per quello che può valere, perché non sono un tecnico personalmente. Ho parlato con i signori del posto, che peraltro sono quei signori che erano presenti qui in Consiglio comunale i quali non mi hanno fatto una situazione così drammatica. L asfalto non è nuovo, ma ancora tiene. Visto lo stato del bilancio del Comune, visto lo stato di altre strade, quella strada può essere considerata soddisfacente. RENZO BRESSANELLO. Devo comunicare tre cose. La prima riguarda sempre il

5 5 discorso della viabilità. In via Farneto e penso anche in via Ripe ci sono dei punti in cui la strada ha delle crepe piuttosto larghe sul manto stradale. Ho notato che quando piove l acqua arriva lì, poi sparisce. Vuol dire che si infiltra in queste crepe, specialmente nella prima curva, che io chiamo curva di Valeri, perché è la prima curva secca che c è dopo il ponticello, quindi mi chiedo dove va a finire quest acqua. Non è che va a scalare sotto. Ho visto che in Germania passano con dei bidoni di catrame e buttano con una specie di pennello, catrame caldo non breccia ma solo catrame caldo dentro queste crepe per chiuderle. Forse sarebbe bene verificare se possiamo rientrare in questa situazione, perché specialmente quella curva è zona soggetta a frana. Adesso tiene perché anni fa sono stati battuti dei pali, specialmente nel tratto dove c è il contenimento a secco, diversi pali che hanno tenuto, per fortuna, però più su si sta creando questa situazione. Davanti alle scuole di Apsella, all ora di uscita degli alunni questo ricalca un po quello che dice il collega Giuliani c è il doppio parcheggio, a destra e sinistra, dei genitori che vanno a prendere i bambini, creando una situazione di traffico quasi a monocarreggiata: se uno viene dalla piazzetta e un altro scende, uno dei due bisogna che arretri. A 20 metri c è la piazza di Apsella dove si possono parcheggiare auto: perché non vogliono fare questi 20 metri? Ecco che torniamo al problema dell educazione. Lì c è anche il vigile, quindi inviti questa gente a fare 20 metri in più per parcheggiare, finché c è posto, nella piazzetta, che è abbastanza ampia per contenere quelle 7-8 macchine che occupano una sponda destra o sinistra della strada, in modo da avere sempre un senso di marcia su due carreggiate. Questo, se possibile. E un appunto che faccio per favorire la viabilità. Il terzo punto è più importante. Ho ricevuto dal consigliere Montini una lettera ufficiale di dimissioni da consigliere di Pian del Bruscolo. In questo momento noi non riusciamo a dare subito, sui due piedi, il nominativo di un nostro consigliere in sua sostituzione ma sarà nostra premura comunicarlo. Dato che il Consiglio dovrà votare questa nomina, magari nel primo Consiglio che faremo a gennaio si potrebbe inserire fra i punti all ordine del giorno anche la nomina del nuovo rappresentante della minoranza presso il Consiglio di Pian del Bruscolo. Poi, l Unione Pian del Bruscolo farà la procedura necessaria. Penso che l abbiate ricevuta anche voi, perché era intestata al presidente dell Unione Pian del Bruscolo che è lei, Sindaco, poi al Sindaco di Montelabbate che è sempre lei, quindi a me come capogruppo ecc. SINDACO. Per quello che riguarda via Ripe e via Farneto, ultimamente gli operai hanno cominciato da via Calamone e hanno fatto una verifica in tutte le strade proprio per fare questo tipo di lavoro. Io farò un ulteriore verifica per vedere se anche quella zona è stata monitorata, perché sono passati sia con il catrame che con un sistema adatto alla chiusura di queste fessure che si sono create nelle vie. Verificherò se hanno fatto anche questo. RENZO BRESSANELLO. Ho notato che sono passati a chiudere delle buche dov era venuto via addirittura l asfalto a cubetti, poi hanno chiuso quel famoso avvallamento spaccaschiena, tale per cui, se uno ha il mal di schiena, passando per lì muore. Ho visto che hanno cercato di pareggiare: mancavano due secchi di catrame per arrivare pari, però ce l hanno fatta. In Germania, sopra queste strisce mettono una specie di retina metallica, come quella che si usa per i polli, per i conigli e sopra ci buttano il catrame, perché è quasi impensabile riempire fino in fondo questa crepa. Non so se abbiano fatto un monitoraggio anche delle crepe, in questo senso, perché non ho visto in nessuno posto che siano state messe sopra. Forse non hanno badato. Nel tratto da casa mia in giù non l ho visto, poi non so se su l hanno fatto. Sarebbe un peccato se si verificasse una frana lì, perché poi per rimetterla a posto sarebbe difficoltoso, visto che sotto non c è neanche il pieno ma c è proprio la scarpata. Se si spaccano i plinti, altro che mille euro, per mettere a posto! SINDACO. Per quello che riguarda l uscita dalla scuola di Apsella, è il solito discorso: ci vuole un po di buon senso. I sistemi sono

6 6 sempre due: buon senso e multe. Devo dire che il vigile fa il suo mestiere: fa attraversare i bambini e consiglia i genitori a parcheggiare dove possibile. La piazza ci passo spesso anch io qualche volta è piena e qualche volta è vuota. Però il buon senso è una merce rara, non è facile. Tra l altro abbiamo chiuso sopra, perché prima, addirittura, andavano sopra, poi la piazzetta è piccola e non si riesce neanche a fare manovra. D altra parte il vigile fa attraversare i bambini e, oltre a consigliare, non può fare la multa. La gente dovrebbe anche capire. Comunque, diremo al vigile, oltre a far attraversare i bambini, di fare qualche multa, perché io sono dell idea che le regole vanno rispettate. Fra l altro nella parte destra, andando giù non ci si può fermare. Io sono un esperto ma penso che i limiti al codice ci siano, perché diventa una cosa pericolosa. Quando io passo a quell ora, vedo le macchina in ambo i lati e bisogna stare attenti. Realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria in variante parziale al Prg ai sensi dell art. 19 del Dpr 327/2001 quale progetto urbanistico di dettaglio secondo l art. 15, comma 4 della L.R. 34/92 Adozione punto 4: Realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria in variante parziale al Prg ai sensi dell art. 19 del Dpr 327/2001 quale progetto urbanistico di dettaglio secondo l art. 15, comma 4 della L.R. 34/92 Adozione. Il 21 aprile 2008 il Consiglio comunale ha deliberato, d intesa tra la parrocchia Don Bosco di Osteria Nuova, l impresa Domenicucci srl e il per l attuazione di interventi di ristrutturazione urbanistica in località Osteria Nuova per la costruzione di opere di urbanizzazione secondaria e di edilizia residenziale. Il 16 luglio 2008 veniva sottoscritto lo schema di convenzione che stabiliva di attuare, anche disgiuntamente, infrastrutture pubbliche nel quartiere. Si tratta di realizzare un campetto al posto di quello attuale, dove verrà edificata una struttura da adibire a centro civico, di 400 mq., da passare poi al Comune e, nel lato verso la strada provinciale, delle palazzine residenziali. Si tratta quindi di approvare ed adottare la parte riguardante la realizzazione del campetto. Sono stati redatti tutti gli elaborati di progetto, che sono allegati alla delibera. Si propone di approvare e di adottare il progetto definitivo; di trasmettere il provvedimento e la relativa documentazione alla Provincia di Pesaro e Urbino; di dare atto che l area su cui insiste la stessa proposta di variante al Prg non ricade negli ambiti di tutela previsti dal D. Lgs. 42 del 2004, cioè non c è bisogno della Vas; di dare atto che le opere di urbanizzazione secondaria in progetto verranno eseguite direttamente dalla parrocchia San Giovanni Bosco, senza usufruire di alcuno scomputo del contributo di costruzione dovuto all Amministrazione comunale, ritenendo pertanto non necessario l espletamento, che prevede la norma, di alcuna procedura di gara di evidenza pubblica per l affidamento dei lavori all impresa; di depositare, ad intervenuta esecutività del atto di 60 giorni; di stabilire che chiunque abbia interesse, nei 60 giorni consecutivi al deposito, potrà presentare eventuali osservazioni ed opposizioni. Se non vi sono interventi, pongo in votazione il punto 4 dell ordine del giorno. Pongo in votazione l immediata eseguibilità. Modifiche alla convenzione per l istituzione del nucleo per la valutazione del personale con incarichi dirigenziali e per l effettuazione del controllo strategico e controllo di gestione punto 5: Modifiche alla convenzione per l isti-

7 7 tuzione del nucleo per la valutazione del personale con incarichi dirigenziali e per l effettuazione del controllo strategico e controllo di gestione. Con delibera del Consiglio comunale 82 del 22 dicembre 2009 è stato approvato lo schema di convenzione tra i Comuni di Colbordolo, Gabicce Mare, Gradara, Monteciccardo, Montelabbate, Sant Angelo in Lizzola, Tavullia e l Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo. Il 23 novembre 2010 il Comune di Montecalvo in Foglia ha chiesto di aderire alla convenzione in questione. Tutti gli enti in questione hanno dato la propria disponibilità ad accogliere la richiesta di Montecalvo in Foglia, pertanto si propone di estendere al Comune di Montecalvo in Foglia la convenzione suddetta e di apportare alla convenzione per la gestione associata le funzioni in oggetto; di demandare al responsabile settore affari generali di procedere alla stipula della convenzione. Si tratta quindi di un ulteriore Comune che entra a far parte di questa convenzione, con qualche risparmio per gli altri, anche se si tratta di poca roba. Se non vi sono interventi, pongo in votazione il punto 5 dell ordine del giorno. Il Consiglio approva con 11 voti favorevoli e 3 astenuti (Bressanello, Giuliani e Mainardi) Pongo in votazione l immediata eseguibilità. Adesione alla convenzione per il Centro servizi territoriale Pesaro e Urbino e alla convenzione per la gestione degli stipendi con la Provincia di Pesaro e Urbino punto 6: Adesione alla convenzione per il Centro servizi territoriale Pesaro e Urbino e alla convenzione per la gestione degli stipendi con la Provincia di Pesaro e Urbino. Si tratta del rinnovo di una convenzione che va a scadere il 31 dicembre Il Centro servizi nasce con lo scopo di fornire servizi innovativi ai Comuni. Il costo dei servizi per il quinquennio è di euro annui, che trovate nella delibera come, nella stessa, trovate indicati tutti i servizi che la Provincia mette a disposizione. Oltre ai servizi previsti dal Centro, l Amministrazione provinciale fornisce ai Comuni anche la gestione degli stipendi e tutte le pratiche riguardanti il personale. Il costo di questi servizi aggiuntivi è per il nostro Comune di euro annui. Sono le cose che tutti i Comuni fanno, perché non riusciamo, purtroppo a tener botta a tutti gli adempimenti. Se non vi sono interventi, pongo in votazione il punto 6 dell ordine del giorno. Pongo in votazione l immediata eseguibilità. Convenzione tra la provincia di Pesaro e Urbino e Comuni aderenti al sistema provinciale arte contemporanea beneficiari del finanziamento concesso ai sensi della L.R. 75/87 Anno 2010 punto 7: Convenzione tra la provincia di Pesaro e Urbino e Comuni aderenti al sistema provinciale arte contemporanea beneficiari del finanziamento concesso ai sensi della L.R. 75/87 Anno Fanno parte di questo Sistema provinciale di arte contemporanea, 17 Comuni oltre la Provincia. Sono quelle iniziative che facciamo nel cosiddetto Palazzo della cultura, le mostre che abbiamo fatto in questi ultimi periodi. Nel giornalino, all ultima pagina è indicato tutto quello che fa lo SPAC, in maniera molto

8 8 più dettagliata di come l ho illustrato io. E un modo interessante per far conoscere il nostro comune a livello più vasto. Abbi amo fatto delle iniziative con esposizione di opere di autori a livello internazionale. Credo che sia una cosa che possa essere interessante, dando lustro anche al nostro comune. I costi di questa operazione sono divisi tra finanziamenti della legge 75 e costi per i Comuni. L ammontare complessivo del progetto è di ,71 euro, che vengono ripartiti come segue: la Provincia eroga euro e gli altri Comuni euro, 65% a carico dei bilanci comunali, 35% a carico della Provincia. Qui vedete poi una tabella con la ripartizione delle spese. Per quello che riguarda Montelabbate il rendiconto totale è di 5.142,86. Questo è però un rendiconto provvisorio ed era quello che prevedevamo ma alla fine bisognerà vedere le spese effettivamente sostenute, che devono essere tutte documentate per fare la ripartizione dei costi. Se non vi sono interventi, pongo in votazione il punto 7 dell ordine del giorno. La seduta è tolta. Approfitto dell occasione per fare a tutti voi e alle vostre famiglie, compresa la nostra vigilessa, gli auguri di buone feste. La seduta termina alle 12,42

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

COMUNE DI MONTELABBATE Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONTELABBATE Provincia di Pesaro e Urbino COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE NUMERO 19 DEL 23042014 OGGETTO: TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2014. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DEL 29 APRILE

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DEL 29 APRILE -1- RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DEL 29 APRILE PRESIDENZA DEL SINDACO CLAUDIO FORMICA Indice Comunicazioni del Sindaco p. 3 Approvazione Verbali sedute precedenti p.4 Inerrogazioni, interpellanze e mozioni.

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

C O M U N E DI S A L T A R A

C O M U N E DI S A L T A R A C O M U N E DI S A L T A R A PROVINCIA DI PESARO E URBINO DELIBERAZIONE ORIGINALE del CONSIGLIO COMUNALE Numero 16 del 08-04-2014 Oggetto: Integrazione deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 26.04.2013

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE n. 37/2011 del 19.07.2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO (PEC) RELATIVO AD EDILIZIA RESIDENZIALE IN VIA PRELIO. APPROVAZIONE. L a n

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 O R I G I N A L E VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 SESSIONE STRAORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA 1^ CONVOCAZIONE Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Lobascio Giuseppe

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 343-6.8.2013 N. 74658 P.G. OGGETTO: Area Centro Storico e Servizi Tecnici. Settore Logistica Tecnica. Area Gestione del Territorio Settore Urbanistica. Acquisizione

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 32 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE PER LA COSTITUZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE NEL SOTTOSUOLO PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE FUNZIONALI

Dettagli

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco COPIA COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 824 Reg. Pubblicazioni N. 35 Registro Deliberazioni del 30-11-2015 Oggetto: ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO PER L'ESERCIZIO

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Consiglio Comunale del 28 Settembre 2012 VERBALE DI SEDUTA RESOCONTO INTEGRALE ( t r a s m e s s o a i C a p i g r u p p o C o n s i l i a r i i n d a t a 1 0 o t

Dettagli

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 38 OGGETTO: ISTITUZIONE SPORTELLO AFFITTO 2009 PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE

Dettagli

I L C O N S I G L I O C O M U N A L E. VISTA la propria delibera n. 06 del 31.03.2011, di adozione in variante del Piano Attuativo in oggetto;

I L C O N S I G L I O C O M U N A L E. VISTA la propria delibera n. 06 del 31.03.2011, di adozione in variante del Piano Attuativo in oggetto; Oggetto: Approvazione Piano Attuativo in variante alla Scheda Norma 5.4 via Prinetti del Regolamento Urbanistico - realizzazione di insediamento residenziale con verde e parcheggio pubblico. I L C O N

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO

COMUNE DI MALALBERGO COMUNE DI MALALBERGO rovincia di Bologna DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 18 del 30/04/2013 COIA CONFORME ALL'ORIGINALE OGGETTO: VARIANTE AL R.U.E (REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO) N. 2/2013 ER ATTUAZIONE

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O

M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O C O M U N E DI L I Z Z A N O ( Prov. di Taranto) M I G L I O R A M E N T O DELLE U R B A N I Z Z A Z I O N I P R I M A R I E D E L L E Z O N E D E G R A D A T E D E L C E N T R O S T O R I C O PROGETTO

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013 Atti consiliari 1 RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013 PRESIDENZA DEL SINDACO DOMENICO SAVIO CECCAROLI INDICE Dimissioni dalla carica di consigliere del sig. Panero Enrico Teresio Surroga

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011 COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA Oggetto: Determinazione del prezzo di prima cessione degli alloggi e.r.p. del Piano urbanistico attuativo PN 15/1 Cà Tron di Dolo - Indirizzi L assessore all urbanistica

Dettagli

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 OGGETTO REALIZZAZIONE DI IMPIANTO SOLLEVAMENTO ACQUE REFLUE NELL AMBITO DELL ESTENSIONE RETE DI RACCOLTA IN VIA ROMA (S.P. 34): VARIANTE

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 643-17.11.2015 P.G.n. 175278 OGGETTO: Area Pianificazione Urbana e Mobilità. Settore Urbanistica. Approvazione progetto esecutivo e aggiornamento della Bozza modifica

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI QUESITO 1 Chi ha una abitazione concessa in comodato d uso potrebbe fare domanda per gli interventi sull articolo 1? Se paga l IMUP su quell abitazione quale abitazione principale, si QUESITO 2 Sono finanziabili

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano)

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale n. 62 Del 03/11/2015 Oggetto: Adozione ai sensi dell articolo 20 della L.R. n. 45/1989 e ss.mm.ii., del Piano Particolareggiato

Dettagli

RESOCONTO INTEGRALE PRESIDENZA DEL SINDACO CLAUDIO FORMICA. Atti Consiliari -1- Comune di Montelabbate SEDUTA DEL 17 FEBBRAIO 2014

RESOCONTO INTEGRALE PRESIDENZA DEL SINDACO CLAUDIO FORMICA. Atti Consiliari -1- Comune di Montelabbate SEDUTA DEL 17 FEBBRAIO 2014 Atti Consiliari -1- Comune di Montelabbate RESOCONTO INTEGRALE PRESIDENZA DEL SINDACO CLAUDIO FORMICA Comunicazioni del Sindaco p. 3 Approvazione Verbali seduta precedente........ p.3 Regolamento per la

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. Passiamo al quarto punto all ordine del giorno: Modifica cespiti patrimoniali.

Dettagli

COMUNE DI MEZZAGO Provincia di Monza e della Brianza ----------------------

COMUNE DI MEZZAGO Provincia di Monza e della Brianza ---------------------- COMUNE DI MEZZAGO Provincia di Monza e della Brianza ---------------------- COPIA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale NR. 84 DEL 24-10-2013 OGGETTO: AUTORIZZAZIONE ALL'ALIENAZIONE DI ALLOGGIO

Dettagli

DELIBERA N. 183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERA N. 183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA N. 183 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: SERVIZIO DI GESTIONE ENERGETICA DI ALCUNI EDIFICI E BENI COMUNALI AI FINI DEL MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA ED APPROVAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 3 5

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 3 5 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 3 5 OGGETTO: Legge Regionale n. 29 del 13.10.1998. Tutela e valorizzazione dei Centri Storici della Sardegna. Bando 2015 - Finanziamento di Programmi

Dettagli

RESOCONTO SOMMARIO 338.

RESOCONTO SOMMARIO 338. COMUNE DI MESSINA - CONSIGLIO COMUNALE RESOCONTO SOMMARIO 338. SEDUTA DI MERCOLEDI 21 NOVEMBRE 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIUSEPPE PREVITI Pag. Proposta di deliberazione: Calabrò Felice 3 Capurro Giuseppe

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 42 In data 25.09.2014 Prot. N. 14229 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 15 del 31.05.2006 OGGETTO: RINEGOZIAZIONE MUTUI CASSA DEPOSITI E PRESTITI PRIMA DEL 1 GENNAIO 1997.- L

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 INTERVENTO DEL PRESIDENTE Possiamo chiamare l appello e dare l avvio ai lavori della seduta. Dopo l appello siamo presenti 20, assenti

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

COMUNE DI SAN VENANZO PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI SAN VENANZO PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI SAN VENANZO PROVINCIA DI TERNI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 59 reg. Data 28.12.2011 OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI

Dettagli

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO ENERGIA - ADOZIONE OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE ESCE IL CONSIGLIERE PANZETTI-PRESENTI N. 16 Anche qui approfittando della presenza dell architetto

Dettagli

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 Data Ogg : Programma ELENA della Provincia di Chieti Approvazione schema di convenzione ex art. 30 D.Lgs 267/2000. L anno duemilaquattordici, il

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 68 del 25/05/2012 Oggetto: ADOZIONE VARIANTE AL PN 11. L anno duemiladodici il giorno venticinque del mese di maggio

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ***********************************************************************************************

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE *********************************************************************************************** Codice 11044 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE *********************************************************************************************** G. C. N. 151 DATA 28.10.2015 ***********************************************************************************************

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 7

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 7 COPIA Città di Latisana Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Registro delibere di Giunta N. 7 L anno 2016 il giorno 20 del mese di GENNAIO alle ore 12:00, nella Residenza Municipale

Dettagli

GIUNTA MUNICIPALE VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

GIUNTA MUNICIPALE VERBALE DELLE DELIBERAZIONI COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa COPIA Deliberazione n 98 GIUNTA MUNICIPALE VERBALE DELLE DELIBERAZIONI Seduta del giorno 29/12/2003 OGGETTO : MIGLIORAMENTO STRUTTURALE DEL FABBRICATO DEL MERCATO DI

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO Provincia di Palermo ********** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA N. 07 DEL 26/04/2011 PRESA ATTO SURROGA DEL CONSIGLIERE DIMISSIONARIO VETRANO OGGETTO: VINCENZO,

Dettagli

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese VERBALE DI DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE COPIA Numero 37 del 29-09-2009 Oggetto: L.R. 16 LUGLIO 2009 N. 13 - RIDUZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E REPERIMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 Reg. Delibere in data 10/02/2015

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 Reg. Delibere in data 10/02/2015 COMUNE PONTE DI PIAVE Provincia di Treviso COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 Reg. Delibere in data 10/02/2015 Oggetto: PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

Deliberazione della Giunta comunale N. 184 del 10.07.2012

Deliberazione della Giunta comunale N. 184 del 10.07.2012 Deliberazione della Giunta comunale N. 184 del 10.07.2012 CONVENZIONE BIENNALE, ANNI 2012/2013, TRA: 1. COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI; 2. NUCLEO VOLONTARIATO E PROTEZIONE CIVILE ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI

Dettagli

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015 Rep. 2015/145 Oggetto n 84 Ufficio: 007 Comune di Verona Deliberazione della Giunta Comunale N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015 PRESENTI TOSI SIG. FLAVIO CASALI AVV. STEFANO CORSI P. I. ENRICO

Dettagli

C O M U N E DI S A L T A R A

C O M U N E DI S A L T A R A C O M U N E DI S A L T A R A PROVINCIA DI PESARO E URBINO DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 26 del 26-04-2013 Oggetto: DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE PER INTERVENTI SU EDIFICI

Dettagli

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 14 DEL 22/04/2013 APPROVAZIONE ISTANZA DI PROROGA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE P.L. IPA. IMMEDIATA ESECUTIVITA.

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 14 DEL 22/04/2013 APPROVAZIONE ISTANZA DI PROROGA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE P.L. IPA. IMMEDIATA ESECUTIVITA. DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 14 DEL 22/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE ISTANZA DI PROROGA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE P.L. IPA. IMMEDIATA ESECUTIVITA. L anno DUEMILATREDICI il giorno VENTIDUE del

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza

COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza Reg. Delib. N. 24 Prot. N. Seduta del 17/05/2011 COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Originale OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI RECUPERO "DAL PRA'" IN

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 87

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 87 COPIA Città di Latisana Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Registro delibere di Giunta N. 87 L anno 2014 il giorno 16 del mese di LUGLIO alle ore 12:00, nella Residenza Municipale

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca Delibera n. 139 del 13.12.2007 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO DELLA PERIZIA RELATIVA AI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Comune di Savignano sul Panaro Consulta della frazione di Doccia. Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011

Comune di Savignano sul Panaro Consulta della frazione di Doccia. Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011 COPIA Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011 Il giorno martedì 19 aprile alle ore 20.30 presso la SALA DELLA BILIOTECA COMUNALE si è tenuta l Assemblea n.03 di Consulta della frazione DOCCIA. Fatto

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ARCUGNANO Provincia di Vicenza N. DG / 87 / 2012 di registro VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE In data 18 Aprile - 2012 OGGETTO: APPROVAZIONE CONTENUTI ATTO D OBBLIGO CESSIONE AREE

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONIGLIO COMUNALE C O P I A INTERROGAZIONE PREENTATA DAL CONIGLIERE GULINELLI MICHELE (LITA CIVICA FERIOLI INDACO) IN MERITO ALLA DITRIBUZIONE

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 121 di Reg. Data 17/9/2012 OGGETTO: Opere immediatamente cantierabili. Valorizzazione percorsi culturali e riqualificazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ARCUGNANO Provincia di Vicenza N. DG / 2 / 2012 di registro VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE In data 11 Gennaio - 2012 OGGETTO: ACQUISTO ARREDI PER ASILO NIDO INTEGRATO DI TORRI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N 43 del 04/08/2014 OGGETTO: Strada vicinale "Di Valli" in loc. Cerbaiola, Capoluogo - Diversa classificazione da strada vicinale a strada comunale.

Dettagli

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CODICE ENTE 10930 Adunanza ordinaria - prima convocazione - seduta pubblica Delibera N. 2 del 07/ 03 / 2011 OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 118 del 15.05.2012 Oggetto: Procedura di affidamento in concessione del programma finalizzato alla produzione di energia

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MOZZECANE PROVINCIA DI VERONA REG. DEL. N 104 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONFERMA PROSECUZIONE DEI SERVIZI DI GESTIONE DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 NOVEMBRE 2013

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 NOVEMBRE 2013 Atti consiliari 1 RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 NOVEMBRE 2013 PRESIDENZA DEL SINDACO DOMENICO SAVIO CECCAROLI INDICE Approvazione verbali seduta precedente... p. 3 Comunicazioni del Sindaco...

Dettagli

Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 20 ottobre 2015 Convocata la Giunta presieduta dal

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. VISTO il parere del Servizio Urbanistica in data 28.02.2005, dal quale risulta:

IL CONSIGLIO COMUNALE. VISTO il parere del Servizio Urbanistica in data 28.02.2005, dal quale risulta: OGGETTO: DITTA IMT GROUP S.R.L. - PIANO DI RECUPERO DELL'IMMOBILE SITO IN VIA GALLODORO - VIA ZANNONI - SOTTOZONA A3 - ADOZIONE AI SENSI DELLA L.R. N.34/92 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI PREMESSO:

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 56

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 56 web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 56 APPROVAZIONE COLLAUDO TECNICO AMMINISTRATIVO

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

COMUNE DI TERMINI IMERESE. Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015

COMUNE DI TERMINI IMERESE. Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015 COMUNE DI TERMINI IMERESE Seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2015 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CAMPAGNA: Per favore, sedetevi che iniziamo l adunanza. Ricordo che si tratta di una seduta di prosecuzione;

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles Verbale di deliberazione N. 5 della Assemblea della Comunità OGGETTO : Piano Territoriale della Comunità della Val di Non. Piano stralcio di adeguamento ai criteri

Dettagli

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE.

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE. OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. DITTA "CONSORZIO DI LOTTIZZAZIONE MARCO POLO". ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento

COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione N. 06 del Consiglio Comunale Adunanza di prima convocazione Seduta pubblica Oggetto: Autorizzazione al rilascio della concessione edilizia

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli