La raccolta differenziata e il compostaggio domestico. Assessorato all Ambiente Comune di Anguillara Sabazia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La raccolta differenziata e il compostaggio domestico. Assessorato all Ambiente Comune di Anguillara Sabazia"

Transcript

1 La raccolta differenziata e il compostaggio domestico Assessorato all Ambiente Comune di Anguillara Sabazia

2 La RD ad Anguillara: un po di storia progetto sperimentale avviato nel 2006 in collaborazione con Provincia di Roma; bando Provincia di Roma: contributi ai comuni che avessero preparato e avviato un progetto di RD (6-8 mesi), approvazione e avvio progetto nel 2008; raccolta porta a porta + incentivazione al compostaggio domestico (iniziativa autonoma del Comune, 600 compostiere, abbattimento 5% quota TARSU); circa il 75% della popolazione; 48% di RD settembre 2008; raggiungimento obiettivo del 50% = 2 contributo da parte della Provincia (mai arrivato);

3 La RD ad Anguillara: il perso l'importante significato educativo e civico della RD; aspro scontro politico sulla RD, fu uno degli argomenti su cui si confrontarono i diversi "blocchi" politici: cittadino sbandato e confuso sulla necessità della RD, obiettivi, prassi, obblighi; luoghi comuni e qualunquismi hanno fatto presa nell'opinione pubblica persi 4 anni di educazione ambientale nelle scuole; almeno 1,5 anni di maggior costo di conferimento in discarica (aumento dell'indifferenziata); mancato controllo sulle "isole ecologiche";

4 La RD ad Anguillara: nuovo progetto criticità del progetto: mancato confronto con i cittadini o suoi rappresentanti; il raggiungimento del 65% della RD doveva essere legato alla riduzione del canone mensile corrisposto alla ditta; il contratto doveva essere di massimo 5 anni con possibilità di altri 5 anni se e solo se si fossero raggiunti gli obiettivi fissati; errore avviare il servizio in periodo pre-elettorale; rinuncia al porta a porta laddove la conformazione urbanistica e la viabilità avrebbero comportato bassi costi per l'attuazione (esempio qui a PDE, pre-requisito); sottostimato servizio di spazzamento;

5 La RD ad Anguillara: nuovo progetto elementi di forza: azienda indubbiamente qualificata; eco centro di ottima qualità (problemi di viabilità interna); mezzi per la raccolta dei rifiuti nuovissimi e moderni; servizio su tutto il territorio seppur con modalità diverse; PAP del verde in Zona A e B; PAP del vetro in Zona A; seconda isola ecologica a PDE (in corso di verifica la possibilità di realizzarla in quanto nel progetto non è stato individuato il terreno che ad oggi, stando agli uffici tecnici comunali, non è disponibile); passaggio da TARSU a TIA o IMU (?); 4 anni di formazione e informazione (Erica Coop);

6 La RD ad Anguillara: obiettivi 60% di differenziata entro la fine dell'anno; 65% di differenziata entro la fine del prossimo anno; forte adesione al compostaggio domestico; installazione compostiere condominiali presso le 2 mense scolastiche e presso il quartiere di Barattoli; passaggio da TARSU a TIA o IMU; informatizzazione e canale informativo con il cittadino; incentivazione riduzione rifiuto alla fonte;

7 La RD ad Anguillara: stato servizio completato eco-centro; attivato il numero verde ; aperto lo Sportello Ambiente sul sito; avviata sperimentazione turnazione spazzamenti; riduzione dei costi conferimento in discarica costante (circa 55 mila euro risparmiati rispetto al 2010); RD in crescita (circa 55% ultima settimana) ; RD al mercato (avviata il 24 ottobre); RD nelle scuole (in distribuzione i mastelli per le aule POF 2011);

8 La RD ad Anguillara: RD ago-nov-2011

9 La RD ad Anguillara: RD ottobre 2011

10 La RD ad Anguillara: RD e l informazione Andamento dei conferimenti in discarica da gennaio 2008 a giugno 2011

11 La RD ad Anguillara: cosa manca eco-centro a PDE (nelle more si sta attivando la raccolta organico e sfalci itinerante 2 volte a settimana, dicembre-gennaio); informatizzazione eco-centro e dispenser sacchetti organico; PAP del vetro in Zona A (seconda metà gennaio 2012); prossimità in Zona B (seconda metà gennaio 2012); eco-volontari (febbraio-marzo 2012); servizio di trituratura presso eco-centro (estate 2012); campagna sul compostaggio (parte oggi); compostiere condominiali (gennaio-marzo 2012); campagna informativa (ripartita questa settimana); chippatura dei mastelli per tariffa puntuale (primaveraestate 2012);

12 La RD ad Anguillara: migliorie e ipotesi potenziamento del servizio nel periodo estivo: RD in spiaggia, spazzamenti domenicali; estensione del PAP laddove possibile (PDE in primis); aumento più possibile della RD: nel 2010 media RD = 39% mila euro discarica; nel 2011 media RD = 45% mila euro discarica; se 60% media RD 360 mila euro discarica; se 65% media RD 315 mila euro discarica; se 70% media RD 270 mila euro discarica; realizzazione centro di compostaggio: ;

13 La RD ad Anguillara: compostaggio kg/anno/abitante di organico; con compostiera o sul balcone: fondamentale per la riduzione del rifiuto: ipotesi 1: adesione di circa famiglie, ovvero persone ipotizzando 100 kg/anno/persona 270 tonnellate/anno = euro/anno risparmiati ipotesi 2: adesione di circa famiglie, ovvero persone ipotizzando 100 kg/anno/persona 540 tonnellate/anno = euro/anno risparmiati

14 La RD ad Anguillara: compostaggio collettivo, Joraform presso quartiere barattoli: circa 72 famiglie, 220 persone; ipotizzando 100 kg/anno/persona; 22 tonnellate = euro/anno risparmiati; collettivo, Joraform presso le mense scolastiche: circa 600 pasti; ipotizzando 50 kg/anno/persona (solo pranzo); 30 tonnellate di rifiuti organici smaltiti; euro/anno risparmiati;

15 La RD ad Anguillara: centro di compostaggio Delibera di Consiglio (RF) con dispositivo di incentivazione alla realizzazione di strutture dedite al trattamento del rifiuto organico; Delibera di Giunta per ripresa iter per la realizzazione centro di compostaggio in località Monte Lungo; ritorni per Anguillara: risparmio sui costi di conferimento organico quindi ricontrattazione canone con la ditta; 1,50/3,00 euro/tonnellata nelle casse del Comune; trattamento a freddo di alcuni materiali (plastica e carta);

16 La RD ad Anguillara: misure alternative Casette dell Acqua: bottigliette in PET risparmiate; 63 gr di CO2 risparmiati per ogni bottiglia; kg di CO2 mercato della Terra (km0): prima domenica del mese a partire dal 10 dicembre; prodotti tipici locali, prodotti alla spina (?); repaint: Network per il riutilizzo delle vernici avanzate; biblioteca dei giocattoli: Network per affitto di giocattoli;

17 La RD ad Anguillara La riuscita della raccolta differenziata dipende da tutti: operatori ecologici, dipendenti comunali, maggioranza, opposizione, forze dell'ordine, cittadini. Riuscire a raggiungere l'obiettivo del 65% rappresenterebbe un successo di cui tutti potrebbero godere, in termini economici ma soprattutto in termini sociali e civili. Rappresenterebbe una crescita della nostra società, una conquista di ognuno di noi, una speranza per un paese e un futuro migliore, un investimento economico, in poche parole: una scelta civile!

18 Grazie per aver partecipato

Gestione e controllo dell ambiente. Enrico Stronati Assessore all ambiente

Gestione e controllo dell ambiente. Enrico Stronati Assessore all ambiente Gestione e controllo dell ambiente Enrico Stronati Assessore all ambiente Indice degli argomenti Controlli ambientali del territorio Decoro urbano Energie rinnovabili + compostaggio Piano di Azione per

Dettagli

Città di Ariccia. Tariffazione Puntuale

Città di Ariccia. Tariffazione Puntuale Città di Ariccia Tariffazione Puntuale Ariccia a Tariffa Puntuale Cos è la Tariffa Puntuale? Breve excursus storico 1997: d.lgs 22/1997 la TIA, Tariffa d Igiene Urbana, destinata a sostituire progressivamente

Dettagli

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I

CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I CAPANNORI: IL PRIMO COMUNE IN ITALIA VERSO RIFIUTI ZERO I parte Introduzione Generale Acqua, rifiuti ed energia rappresentano tre questioni fondamentali per il futuro del nostro pianeta. Emergenze ambientali

Dettagli

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

La Discarica Virtuale

La Discarica Virtuale La Discarica Virtuale La Politica per la Qualità e per la Salvaguardia dell Ambiente adottata dalla E.R.I.C.A. soc. coop. attribuisce grande valore all approccio etico al lavoro, tanto da considerare come

Dettagli

PROGETTO LIBERI DI DIFFERENZIARCI annualità 2012-2015

PROGETTO LIBERI DI DIFFERENZIARCI annualità 2012-2015 PROGETTO LIBERI DI DIFFERENZIARCI annualità 2012-2015 Il territorio gestito da CMV Servizi: Le premesse del progetto solo con immagini Tema n 1 la riqualificazione del territorio Le premesse del progetto

Dettagli

COMUNE DI PALENA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2014.

COMUNE DI PALENA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2014. COMUNE DI PALENA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2014. Gentili cittadini, come evidenziato lo scorso anno con nota informativa di pari oggetto, il 2013 è stato il primo anno in cui

Dettagli

LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI

LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI MENO RIFIUTI: ESPERIENZE A CONFRONTO LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI Terra Futura, 21 maggio 2011 Firenze, Fortezza da Basso Sala

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi...

Più differenzi, più riduci, più risparmi... Più differenzi, più riduci, più risparmi...... dal 1 gennaio 2010 la tariffa rifiuti diventa puntuale Comune di San Giorgio PIU DIFFERENZI, PIU RIDUCI, PIU RISPARMI Dal 1 gennaio 2010 la tariffa rifiuti

Dettagli

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ACQUISTI VERDI L Agenzia nello svolgimento delle proprie attività istituzionali concorre

Dettagli

Chi ama Narni fa la differenza e viene premiato!!! chiede

Chi ama Narni fa la differenza e viene premiato!!! chiede Numero contratto U Chi ama Narni fa la differenza e viene premiato!!! Il sottoscritto Nato Località data c.f. Intestatario dell utenza TIA numero Per la sua abitazione di residenza Via Località - chiede

Dettagli

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 1. Introduzione Nel corso degli ultimi decenni, l aumento generalizzato della

Dettagli

La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti)

La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti) La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti) Scuola di Altra Amministrazione Procida, 13 settembre 2014 Gabriele Folli, Assessore Ambiente Comune di Parma Contesto

Dettagli

ALLEGATO A TASSA RIFIUTI TARI PIANO FINANZIARIO E RELATIVA RELAZIONE ESERCIZIO

ALLEGATO A TASSA RIFIUTI TARI PIANO FINANZIARIO E RELATIVA RELAZIONE ESERCIZIO ALLEGATO A TASSA RIFIUTI TARI PIANO FINANZIARIO E RELATIVA RELAZIONE ESERCIZIO 2015 1 Premessa La Legge n. 147/2013 recante Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato

Dettagli

Comune di TARANTO. Risorse - infrastruttuire - regolamenti. Modalità raccolta differenziata

Comune di TARANTO. Risorse - infrastruttuire - regolamenti. Modalità raccolta differenziata Programmi di comunicazione sulla raccolta differenziata Il comune gestisce attraverso Amiu SpA la realizzazione di programmi di comunicazione sulla R.D attraverso iniziative nelle scuole La campagna di

Dettagli

IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO

IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO Il nuovo progetto di raccolta i numeri numero Abitanti 2.340 Famiglie 1.125 Utenze non

Dettagli

L ECONOMIA CIRCOLARE NELLA PIANIFICAZIONE REGIONALE

L ECONOMIA CIRCOLARE NELLA PIANIFICAZIONE REGIONALE L ECONOMIA CIRCOLARE NELLA PIANIFICAZIONE REGIONALE Renata Caselli, Regione Toscana in collaborazione con ARRR - Agenzia Regionale Recupero Risorse spa L economia circolare in pillole La transizione verso

Dettagli

ANALISI TERRITORIALE E MERCEOLOGICA

ANALISI TERRITORIALE E MERCEOLOGICA RACCOLTA DIFFERENZIATA e RICICLO CARTA E CARTONE CITTA di NAPOLI Ing. Francesco Mascolo - Direttore Generale Asia Napoli SpA ANALISI TERRITORIALE E MERCEOLOGICA 2 ABITANTI: 963.732 residenti censiti 1.200.000

Dettagli

PROGETTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE ECOCOMPATIBILE DI SAGRE, FESTE ED EVENTI

PROGETTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE ECOCOMPATIBILE DI SAGRE, FESTE ED EVENTI PROGETTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE ECOCOMPATIBILE DI SAGRE, FESTE ED EVENTI Promosso da Con il Contributo di Con il Patrocinio della L Ente di Bacino VR4 L Ente di Bacino VR4 intende incentivare

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA.

LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA. LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA. LA SITUAZIONE IN PROVINCIA DI PARMA L autosufficienza nello smaltimento della quota residua di rifiuti

Dettagli

Raccolta domiciliare porta a porta

Raccolta domiciliare porta a porta Città di Sasso Marconi Raccolta domiciliare porta a porta Sasso Marconi, novembre 2007 Il continuo aumento della quantità di rifiuti prodotti ci sta ponendo urgenti problemi di gestione e di smaltimento

Dettagli

Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale

Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale Villafranca d Asti SITUAZIONE ANTECEDENTE Sistema di raccolta fino a marzo 2002 - RSU indifferenziati (cassonetti stradali) - Carta (cassonetti stradali) -

Dettagli

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Milano N dei comuni 134 N delle schede da compilare 134 N delle schede compilate 134 % di copertura 10 Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni

Dettagli

Dal porta a porta alla tariffa puntuale nel Comune di Trento. Michelangelo Marchesi Assessore ad ambiente, mobilità e smart city del Comune di Trento

Dal porta a porta alla tariffa puntuale nel Comune di Trento. Michelangelo Marchesi Assessore ad ambiente, mobilità e smart city del Comune di Trento Dal porta a porta alla tariffa puntuale nel Comune di Trento Michelangelo Marchesi Assessore ad ambiente, mobilità e smart city del Comune di Trento Brescia, 30 aprile 2015 Legislazione italiana ed europea

Dettagli

La Fabbrica del Riciclo

La Fabbrica del Riciclo La Fabbrica del Riciclo Gli oggetti rinascono grazie al design Towards a european circular economy Roma, giovedì 22 maggio 2014 Ogni anno in Italia vengono prodotte oltre 30 milioni di tonnellate di rifiuti

Dettagli

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE.

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE. Allegato 1 alla Det. Dir. n 387/2015 BANDO Potenziamento della raccolta differenziata e prevenzione e riutilizzo dei rifiuti urbani D.G.R. Lazio 406/2012 risorse anno 2013 e D.G.R. Lazio 547/2014 risorse

Dettagli

Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta

Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta 1 Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta 3 IL SISTEMA PORTA A PORTA Il Sistema porta a porta è un iniziativa del Comune della Spezia e di ACAM Ambiente SpA per migliorare

Dettagli

Assessore all Ambiente Francesco Gruppuso

Assessore all Ambiente Francesco Gruppuso Assessore all Ambiente Francesco Gruppuso Vicoli Calatafimi Segesta - Festa S.S. Crocifisso Castello Eufemio - Ruderi Ossario -Pianto Romano Casa - Garibaldi Segesta il Tempio ATO TP1 - Terra dei Fenici

Dettagli

Servizi di raccolta rifiuti in contesto metropolitano. Edoardo Barzotti HOST - 26 Ottobre 2015

Servizi di raccolta rifiuti in contesto metropolitano. Edoardo Barzotti HOST - 26 Ottobre 2015 Servizi di raccolta rifiuti in contesto metropolitano Edoardo Barzotti HOST - 26 Ottobre 2015 Indice degli argomenti Criteri generali Raccolta indifferenziato Raccolta carta vetro Raccolta cartone Raccolta

Dettagli

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012)

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012) Tia ontratto CITTA DI VENEZIA Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia (ANNO 2012) La La produzione dei di rifiuti rifiuti dei TOT 179.229,47 36,27% differenziata 107.428,90 43,45% differenziata 56.042,74

Dettagli

Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità

Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità ExpoPack e il design sostenibile per Expo 2015 Triennale di Milano 13 luglio 2010 Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità Salvatore Cappello Direttore Generale Amsa S.p.A. 1 Amsa e la sostenibilità

Dettagli

COMUNE DI MOGORO. Provincia di Oristano. Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015

COMUNE DI MOGORO. Provincia di Oristano. Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015 COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015 Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 26.02.2015 1 Il piano finanziario

Dettagli

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA «No Waste» Azione 2 Monitoraggio dell efficacia del progetto Azione 3 - Mappatura dei progetti di riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Reggio

Dettagli

Risparmiare acqua: dal dire al fare Risultati del progetto di risparmio idrico condotto a Bagnacavallo

Risparmiare acqua: dal dire al fare Risultati del progetto di risparmio idrico condotto a Bagnacavallo Risparmiare acqua: dal dire al fare Risultati del progetto di risparmio idrico condotto a Bagnacavallo Cristina Bondavalli Legambiente Reggio Emilia Dipartimento di Scienze Ambientali Università degli

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA Convegno «La raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti a Milano» Gruppo RICICLA Dip Scienze Agrarie e

Dettagli

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO COMUNE DI DERUTA SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO ANALISI ECONOMICHE DEI SERVIZI REPORT PARZIALE ANNO 2013 CONFRONTO CON ANNI 2010-2011-2012 Servizi monitorati: Igiene urbana Asilo nido 1 COMUNE

Dettagli

Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta

Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta 1 Spezia raccoglie, differenzia, ricicla. nuovo servizio porta a porta 3 IL SISTEMA PORTA A PORTA Il Sistema porta a porta è un iniziativa del Comune della Spezia e di ACAM ambiente SpA per migliorare

Dettagli

COMUNI RICICLONI Emilia Romagna

COMUNI RICICLONI Emilia Romagna COMUNI RICICLONI Emilia Romagna in collaborazione con: con il contributo di: LO STUDIO OBIETTIVI: Verifica del grado di conoscenza e consapevolezza da parte dei comuni Fare emergere situazioni di eccellenza

Dettagli

Insieme Verso l Economia Circolare

Insieme Verso l Economia Circolare Giornata tecnica sulla Gestione dei Rifiuti Evento organizzato dal progetto LANDCARE MED Insieme Verso l Economia Circolare Cagliari, 21 Dicembre 2015 Impianto nel cuore della Trexenta nel Comune di Guasila

Dettagli

Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia

Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia Compostaggio domestico Pannolini riutilizzabili per bambini Spesa in cassetta Criteri costi - benefici Paola Amadei consulente Aprica/a2a 25

Dettagli

CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale

CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale Pietro Piva, Responsabile Divisione Commerciale Perugia, 5 Febbraio 2016 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina

Dettagli

COMUNE DI AGLIANO TERME. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3]

COMUNE DI AGLIANO TERME. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3] COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3] 1 A. MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO (ART. 8 D.P.R. n.158/1999, comma 3, lettera

Dettagli

Comune di Diano Marina Provincia di Imperia Riviera dei Fiori

Comune di Diano Marina Provincia di Imperia Riviera dei Fiori Comune di Diano Marina Provincia di Imperia Riviera dei Fiori SERVIZIO LAVORI PUBBLICI PIANIFICAZIONE URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA ECOLOGIA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PROGETTO DI COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Dettagli

Sguardo al futuro: I rifiuti possono diventare una risorsa? Martina Franca, 29 novembre 2013 Pagina 1

Sguardo al futuro: I rifiuti possono diventare una risorsa? Martina Franca, 29 novembre 2013 Pagina 1 Martina Franca, 29 novembre 2013 Pagina 1 1. Un po di storia Il servizio di gestione dei rifiuti urbani sul territorio di Martina Franca è affidato alla società TRADECO srl con un contratto rep. N. 830

Dettagli

CONTARINA SPA. Raccolta porta a porta e gestione integrata dei rifiuti

CONTARINA SPA. Raccolta porta a porta e gestione integrata dei rifiuti CONTARINA SPA Raccolta porta a porta e gestione integrata dei rifiuti 1. La società e il territorio gestito 2. Il modello Contarina 3. I risultati 4. Focus Treviso Dove siamo Il territorio consortile Gestione

Dettagli

CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012

CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012 CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012 La gerarchia europea per la gestione dei rifiuti: 1. prevenzione 2. preparazione per

Dettagli

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO È ormai noto che la base per orientare le future generazioni verso lo sviluppo sostenibile è l educazione

Dettagli

COMUNE DI FORLIMPOPOLI Provincia di Forlì-Cesena. Raccolta rifiuti Porta a Porta

COMUNE DI FORLIMPOPOLI Provincia di Forlì-Cesena. Raccolta rifiuti Porta a Porta COMUNE DI FORLIMPOPOLI Provincia di Forlì-Cesena Raccolta rifiuti Porta a Porta OBIETTIVO NORMATIVO Al 31 dicembre 2012 la percentuale di Raccolta Differenziata dovrà essere non inferiore al 65% PERCHE

Dettagli

«COMPOST TI AMO!» Campagna di assistenza tecnica al compostaggio domestico della Città metropolitana di Roma Capitale. a cura Vincenza Di Malta

«COMPOST TI AMO!» Campagna di assistenza tecnica al compostaggio domestico della Città metropolitana di Roma Capitale. a cura Vincenza Di Malta «COMPOST TI AMO!» Campagna di assistenza tecnica al compostaggio domestico della Città metropolitana di Roma Capitale a cura Vincenza Di Malta La frazione organica rappresenta il 30-35% della produzione

Dettagli

IL GRUPPO CONTARINA SPA. Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti

IL GRUPPO CONTARINA SPA. Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti IL GRUPPO CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina 3. I risultati 4. Focus Treviso 5. Gli obiettivi per il futuro

Dettagli

Presentazione nuovo progetto di riorganizzazione del SISTEMA INTEGRATO DI RACCOLTA RIFIUTI

Presentazione nuovo progetto di riorganizzazione del SISTEMA INTEGRATO DI RACCOLTA RIFIUTI Presentazione nuovo progetto di riorganizzazione del SISTEMA INTEGRATO DI RACCOLTA RIFIUTI LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NELLA PROVINCIA DI TORINO La Provincia di Torino impone il raggiungimento del 50% di

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA Incremento Raccolta Differenziata ed introduzione raccolta organico per le utenze condominiali AMSA. MSA S.p.

STUDIO DI FATTIBILITA Incremento Raccolta Differenziata ed introduzione raccolta organico per le utenze condominiali AMSA. MSA S.p. STUDIO DI FATTIBILITA Incremento Raccolta Differenziata ed introduzione raccolta organico per le utenze condominiali AMSA MSA S.p.A 11 GENNAIO 2012 1 Premesse e obiettivi Il piano prevede la revisione

Dettagli

L applicazione del Modello Contarina. La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile

L applicazione del Modello Contarina. La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile L applicazione del Modello Contarina La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile 1. La tariffa puntuale 2. I risultati 3. I controlli contro gli abbandoni La

Dettagli

Quadro di riferimento per la Raccolta differenziata a Fiumicino

Quadro di riferimento per la Raccolta differenziata a Fiumicino Comitato Rifiuti Zero Fiumicino www.rifiutizerofiumicino.it Quadro di riferimento per la Raccolta differenziata a Fiumicino (audizione in Commissione Ambiente del 7/10/2013) I Problemi seri l evasione

Dettagli

COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA Allegato alla Delibera di C.C. n.20 del 25/06/2013

COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA Allegato alla Delibera di C.C. n.20 del 25/06/2013 1 Premessa COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA Allegato alla Delibera di C.C. n.20 del 25/06/2013 PIANO FINANZIARIO - TARES 2013 Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano

Dettagli

Acqua e solidarietà: Dai rifiuti acqua

Acqua e solidarietà: Dai rifiuti acqua Provincia di Reggio Emilia Assessorato all Ambiente Acqua e solidarietà: Dai rifiuti acqua Dr.ssa Annalisa Sansone Dirigente Servizio Ambiente Provincia di Reggio Emilia Obiettivi del PPGR Uno dei principali

Dettagli

usa la busta blu per differenziare la plastica e l alluminio

usa la busta blu per differenziare la plastica e l alluminio 1 Comune di Varapodio 2 usa la busta verde per differenziare il vetro usa la busta bianca per differenziare la carta usa la busta blu per differenziare la plastica e l alluminio Cari Cittadini, annunciamo

Dettagli

Il Progetto: L IDEA PROGETTUALE

Il Progetto: L IDEA PROGETTUALE Il Progetto: Progetto di Sensibilizzazione e coinvolgimento diretto della comunità locale del Parco del Molentargius - Saline nell organizzazione di un sistema di raccolta e conferimento in impianto di

Dettagli

Acqua in brocca. Rifiuti e Acqua. Le acque potabili di acquedotto Firenze, 22 Novembre 2010

Acqua in brocca. Rifiuti e Acqua. Le acque potabili di acquedotto Firenze, 22 Novembre 2010 In collaborazione con: Acqua in brocca Impariamo a evitare gli sprechi e a bere la nostra acqua del rubinetto Le acque potabili di acquedotto Firenze, 22 Novembre 2010 Con l adesione dei Medici Pediatri

Dettagli

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 Il logo e lo slogan della campagna Obiettivi della campagna: promuovere la raccolta differenziata ed ottenere il corretto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO E POTENZIAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO E POTENZIAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PROVINCIA DI PAVIA Divisione Territorio Settore Tutela Ambientale PIANO PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI AZIONI DI ATTUAZIONE LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO E POTENZIAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Dettagli

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO LISTA A Offerta annuale

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO LISTA A Offerta annuale marca da bollo 16,00 Pagina 1 di 5 OFFERTA ECONOMICA Gara del / / LISTA A n prog. PRESTAZIONI d'appalto manodopera Importo totale compreso costi per la manodopera PRESTAZIONI E/O SERVIZI 1 3 4 5 Svuotamento

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO E MONITORAGGIO CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE Osservatorio Provinciale Rifiuti Vincenza Di Malta

COMPOSTAGGIO DOMESTICO E MONITORAGGIO CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE Osservatorio Provinciale Rifiuti Vincenza Di Malta COMPOSTAGGIO DOMESTICO E MONITORAGGIO CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE Osservatorio Provinciale Rifiuti Vincenza Di Malta IL COMPOSTAGGIO NELLA REGIONE LAZIO COMUNE DI SANT ANGELO ROMANO,17 APRILE

Dettagli

DOMANDE/RISPOSTE PER LE UTENZE DEL COMUNE DI CAMPOFORMIDO

DOMANDE/RISPOSTE PER LE UTENZE DEL COMUNE DI CAMPOFORMIDO DOMANDE/RISPOSTE PER LE UTENZE DEL COMUNE DI CAMPOFORMIDO LA TARIFFAZIONE DEL VERDE Perché devo pagare il verde conferito in ecopiazzola? Fino al 2014 le utenze hanno sempre pagato il costo del servizio

Dettagli

SETTORE AMBIENTE Ufficio Via Roma, 88-58022 Follonica (GR) Tel. 0566-59418 - Fax 0566-59213 mmontanari@comune.follonica.gr.it

SETTORE AMBIENTE Ufficio Via Roma, 88-58022 Follonica (GR) Tel. 0566-59418 - Fax 0566-59213 mmontanari@comune.follonica.gr.it PROGETTO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI PRODOTTI NEL QUARTIERE 167 OVEST COMUNE DI FOLLONICA RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA 1 PROGETTO DI RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA

Dettagli

INDICATORI DEGLI OBIETTIVI DI SERVIZIO: GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Approfondimento sulla rilevazione di riferimento ISPRA

INDICATORI DEGLI OBIETTIVI DI SERVIZIO: GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Approfondimento sulla rilevazione di riferimento ISPRA Denominazione indicatori Definizione tecnica indicatori Fonte dei dati Responsabilità produzione dato Inclusione nel PSN Principali elementi sulla rilevazione S.07 - Rifiuti urbani smaltiti in discarica

Dettagli

Progetto didattico area Raccolta differenziata riciclo e riutilizzo PER CHI SVUOTA LA CAMPANA! Le filiere dei Materiali Post Consumo

Progetto didattico area Raccolta differenziata riciclo e riutilizzo PER CHI SVUOTA LA CAMPANA! Le filiere dei Materiali Post Consumo Progetto didattico area Raccolta differenziata riciclo e riutilizzo PER CHI SVUOTA LA CAMPANA! Le filiere dei Materiali Post Consumo CEA RISERVA NATURALE DEI CALANCHI DI ATRI SCHEDA DESCRITTIVA DEL PROGRAMMA

Dettagli

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA www.provincia.roma.it Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA Comune di Cave Ufficio Informazioni RD, Tel. 06 950 008 28 - www.comune.cave.rm.it La raccolta differenziata Necessità

Dettagli

Sostenibilità urbana e architettura democratica

Sostenibilità urbana e architettura democratica Sostenibilità urbana e architettura democratica Case dell Acqua LOGICA : una scelta di civiltà Tecnologie avanzate per promuovere il consumo dell'acqua di rete perché buona, controllata, sicura e gratuita

Dettagli

Il Progetto LIFE+ del mese

Il Progetto LIFE+ del mese Il Progetto LIFE+ del mese LIFE10 ENV/IT/000373 Beneficiario Coordinatore: Comune di Ferrara Viale Alfonso D'Este 17 44123 Ferrara Laura Sitti Tel: 0532/419316 E-mail: a.piganti@comune.fe.it Sito web:

Dettagli

I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA

I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA Appalto affidato all'associazione temporanea d'impresa IPI-OIKOS per gli anni 2011-2016. Costo complessivo:

Dettagli

Discarica comprensoriale di MONCLASSICO telefono: 0463.973151 Orario: dal lunedì al venerdì: 8.00 12.30 / 13.00 15.30

Discarica comprensoriale di MONCLASSICO telefono: 0463.973151 Orario: dal lunedì al venerdì: 8.00 12.30 / 13.00 15.30 Discarica comprensoriale di MONCLASSICO telefono: 0463.973151 Orario: dal lunedì al venerdì: 8.00 12.30 / 13.00 15.30 DATI SIGNIFICATIVI DELLA RACCOLTA RSU NEGLI ANNI Aggiornati al mese di febbraio 2010

Dettagli

PIANO FINANZIARIO 2008 - PASSIRANO

PIANO FINANZIARIO 2008 - PASSIRANO Allegato alla delibera di GC n. 18 del 30.01.2008 PIANO FINANZIARIO 2008 - PASSIRANO L elaborazione del Piano Finanziario 2008 è stata eseguita prendendo a base i seguenti elementi: Dati quantitativi dei

Dettagli

Piano Economico Finanziario

Piano Economico Finanziario Piano Economico Finanziario 2015 Documento allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. del / /2015 CG COSTI OPERATIVI DI GESTIONE CGIND Ciclo dei rifiuti urbani indifferenziati CSL Costi di spazz.

Dettagli

Aggiornamento normativo

Aggiornamento normativo Aggiornamento normativo LEGGE 28 dicembre 2015, n. 221 Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell uso eccessivo di risorse naturali Pubblicata

Dettagli

SOMMARIO PREMESSA... 3. 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE... 4 Frequenza svuotamento... 4

SOMMARIO PREMESSA... 3. 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE... 4 Frequenza svuotamento... 4 COMUNE DI FOLLONICA ANNO 2013 PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARES) RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO (ex art. 8 D.P.R. 27.04.1999, n. 158) SOMMARIO PREMESSA... 3 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO

Dettagli

Regolamento Comunale per la Promozione e l' Attuazione del Compostaggio Domestico (Autocompostaggio)

Regolamento Comunale per la Promozione e l' Attuazione del Compostaggio Domestico (Autocompostaggio) CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Regolamento Comunale per la Promozione e l' Attuazione del Compostaggio Domestico (Autocompostaggio) Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

World cafè Peccioli, 10 Febbraio 2012... 1/1

World cafè Peccioli, 10 Febbraio 2012... 1/1 World cafè Peccioli, 10 Febbraio 2012... 1/1 La gerarchia dei rifiuti Il principale riferimento normativo in tema di rifiuti è la direttiva comunitaria 2008/98/CE, recentemente recepita nell ordinamento

Dettagli

Rapporto sullo Stato dell Ambiente del Territorio di Collesalvetti. C.1 Rifiuti

Rapporto sullo Stato dell Ambiente del Territorio di Collesalvetti. C.1 Rifiuti Rapporto sullo Stato dell Ambiente del Territorio di Collesalvetti C.1 Rifiuti Rapporto sullo Stato dell Ambiente del Territorio di Collesalvetti C.1.1 Quadro conoscitivo Il monitoraggio della gestione

Dettagli

COMUNE DI CAPENA. (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO. Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44

COMUNE DI CAPENA. (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO. Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44 COMUNE DI CAPENA (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44 OGGETTO: DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. IL SINDACO

Dettagli

Gli investimenti effettuati e programmati nel recupero delle frazioni organiche

Gli investimenti effettuati e programmati nel recupero delle frazioni organiche Gli investimenti effettuati e programmati nel recupero delle frazioni organiche Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani DGR 73/7 del 20.12.2008 Raggiungimento del 65% di raccolta differenziata entro

Dettagli

Relazione previsionale e programmatica

Relazione previsionale e programmatica Comune di Inveruno Provincia di Milano RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-20112011 Relazione previsionale e programmatica La relazione previsionale e programmatica rende conto delle scelte, delle

Dettagli

L uso di un compostatore elettromeccanico per la gestione del rifiuto organico: valutazioni ambientali ed economiche

L uso di un compostatore elettromeccanico per la gestione del rifiuto organico: valutazioni ambientali ed economiche L uso di un compostatore elettromeccanico per la gestione del rifiuto organico: valutazioni ambientali ed economiche L esperienza presso il Laboratorio didattico sull ambiente di Pracatinat Obiettivo:

Dettagli

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 1 Normativa di riferimento Legge nazionale di riferimento: Testo Unico in materia ambientale D.Lgs. 152/06 In Lombardia vige la L.R. 26/03 Disciplina dei servizi locali

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE COMUNE DI SPELLO Provincia di Perugia REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 14 marzo 2005 Modificato ed integrato con deliberazione consiliare

Dettagli

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A COMUNE DI OPERA SERVIZIO AMBIENTE ED ECOLOGIA Campagna informativa

Dettagli

Risultati dell iniziativa Differenziamoli, riciclare conviene! (nov 2010)

Risultati dell iniziativa Differenziamoli, riciclare conviene! (nov 2010) Risultati dell iniziativa Differenziamoli, riciclare conviene! (nov 2010) Situazione attuale (nov 2010) Famiglie coinvolte: 290 (di cui 42 utilizzano composter in condivisione) 8,3% Popolazione servita:

Dettagli

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia

Tia. ontratto CITTA DI VENEZIA. Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia Tia ontratto Tia e nuovo contratto di servizio di Venezia CITTA DI VENEZIA Facciamo insieme Facciamo Facciamo insieme insieme la differenza la differenza COMUNE DI VENEZIA E VERITAS IL CONTRATTO DI SERVIZIO

Dettagli

Rifiuti: da problema a risorsa

Rifiuti: da problema a risorsa CONSORZIO NAZIONALE PER IL RICICLAGGIO DEI RIFIUTI DI BENI A BASE DI POLIETILENE Rifiuti: da problema a risorsa Nota illustrativa sul ciclo di gestione dei rifiuti in Italia CHE COSA SONO I RIFIUTI? Un

Dettagli

SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI. Cap. 6250 Impegno 867 bonifica e smaltimento cisterna olio minerale c/o fattura n. 3506/02 del 30/10/2013

SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI. Cap. 6250 Impegno 867 bonifica e smaltimento cisterna olio minerale c/o fattura n. 3506/02 del 30/10/2013 SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI Cap. 7753 Impegno 870 fattura n. 650/02 del 17/04/2013 fattura n. 651/02 del 17/04/2013 fattura n. 831/02 del 30/04/2013 fattura n. 1596/02 del 25/06/2013 fattura

Dettagli

ano i sv l uppo ella raccol ta iff differenziata a Roma

ano i sv l uppo ella raccol ta iff differenziata a Roma Piano di sviluppo della raccolta differenziata i a Roma 28 novembre 2013 Gli elementi di contesto Patto per Roma Protocollo di intesa Roma Capitale-AMA- CONAI Il 4 agosto 2012 è stato stipulato tra Ministero

Dettagli

Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente. Roberta Burzigotti. Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde

Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente. Roberta Burzigotti. Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente Roberta Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde PROGETTO GREEN PUBLIC PROCUREMENT E CONSUMO RESPONSABILE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA WORKSHOP

Dettagli

Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio. MI RIFIUTO alternative per non buttare via la salute

Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio. MI RIFIUTO alternative per non buttare via la salute Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio Coordinamento dei Comitati per la Difesa del Territorio Dopo un attività di DISCUSSIONE e CONFRONTO il Coordinamento ha prodotto (estate 2005) il:

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Diffusione del video Non siamo irrecuperabili Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Direzione Ambiente Governo e Tutela del territorio Ciclo Integrato dei Rifiuti e Servizio Idrico Integrato

Dettagli

Il compostaggio all arrembaggio

Il compostaggio all arrembaggio Il compostaggio all arrembaggio Progetto di educazione ambientale per la scuola paritaria dell infanzia e primaria l isolachenonc era PREMESSA Il progetto ha al centro la prevenzione dei rifiuti urbani

Dettagli

CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti

CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti Spresiano, 16 Luglio 2015 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina 3. I risultati 4. Gli obiettivi per il futuro Chi

Dettagli

ALCUNE INFORMAZIONI TECNICHE SULL APPLICAZIONE

ALCUNE INFORMAZIONI TECNICHE SULL APPLICAZIONE ALCUNE INFORMAZIONI TECNICHE SULL APPLICAZIONE Ricordando che nell applicativo, nel menù Servizio>Forum - categoria utilizzo applicativo, sono disponibili il manuale completo e altre informazioni, si riportano

Dettagli

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane.

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Amedeo Urbano De Marco, Responsabile di Commessa, CNS Consorzio Nazionale Servizi Poste Italiane: un

Dettagli

Comune di Marzabotto (BO) e Cosea Ambiente Spa. Gruppo di Acquisto Fotovoltaico Gruppo di Acquisto Smaltimento Amianto

Comune di Marzabotto (BO) e Cosea Ambiente Spa. Gruppo di Acquisto Fotovoltaico Gruppo di Acquisto Smaltimento Amianto di Marzabotto (BO) e Cosea Ambiente Spa Gruppo di Acquisto Fotovoltaico Gruppo di Acquisto Smaltimento Amianto Relatore: Danilo Moretti COSEA CONSORZIO Obiettivi Fotovoltaico_ 1. Promuovere la diffusione

Dettagli