NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 35_2014 DEL 23 SETTEMBRE 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 35_2014 DEL 23 SETTEMBRE 2014"

Transcript

1 NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIAI e FISCAI NEWSETTER IN MATERIA DI AVORO NR. 35_2014 DE A cura di: DATA MANAGEMENT HRM S.P.A. Presidio Normativo Per maggiori informazioni sui servizi di consulenza e sulle varie tipologie di offerte disponibili contattare: Powered by STUDIO TRIBUTARIO CORINADESI

2 Argomenti ADEMPIMENTI... 2 TFR Aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Agosto RIVAUTAZIONE DE TFR: diffuso il calendario Istat... 2 SCADENZARIO SETTEMBRE SETTEMBRE: CASSA INTEGRAZIONE SETTEMBRE: IBRO UNICO DE AVORO SETTEMBRE: DENUNCIA UNIEMENS SETTEMBRE: MODEO SCADENZARIO OTTOBRE OTTOBRE: CONTRIBUTI DIRIGENTI TERZIARIO OTTOBRE: VERSAMENTI UNIFICATI... 4 NOVITÀ IN MATERIA DI AVORO... 5 AGENZIA DEE ENTRATE: NOVITÀ F24 TEEMATICO... 5 SEMPIFICAZIONI FISCAI: NOVITÀ RIGUARDANTI I SOSTITUTO D IMPOSTA... 7 INDENNITÀ MINI ASPI: POSSIBIE A TRASFORMAZIONE IN ASPI... 8 MAATTIA, RIENTRO ANTICIPATO A AVORO CON CERTIFICATO IDONEO... 9 SCADENZARIO CONTRATTUAE SETTEMBRE EETTRICITÀ EROGAZIONE AGGIUNTIVA IGIENE AMBIENTAE - AZIENDE MUNICIPAIZZATE FOCUS...12 RATEAZIONI INPS, NUOVE PROCEDURE I QUESITO DE MESE...13 OGGETTO: Calcolo giornate indennizzate dall Inps in caso di fruizione del congedo parentale dal lunedì al venerdì NOVITÀ IN MATERIA PENSIONISTICA...14 INPS MESSAGGIO N DE 18 SETTEMBRE 2014: Pensioni delle gestioni private, pianificazione delle attività di fine anno attività propedeutiche al rinnovo 2015 ed alla consuntivazione fiscale 2014, da effettuare a cura delle Sedi INPS CIRCOARE N. 110 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e la Confederazione delle Piccole e Medie Imprese, dei avoratori Autonomi e dei Pensionati (FEDERAZIENDE) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti INPS CIRCOARE N. 111 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e il Sindacato Nazionale Autonomo avoratori e Pensionati (S.N.A..P.) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti INPS CIRCOARE N. 112 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e la Confederazione Sindacale Autonoma lavoratori e Pensionati Europei (CONF.S.A..P.E.) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti INPS MESSAGGIO N DE 19 SETTEMBRE 2014: Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. Dichiarazione reddituale RASSEGNA PERIODICA...19 INPS MESSAGGIO N DE 19 SETTEMBRE 2014: Nuovo calendario di spedizione delle note di rettifica. Nuovi preavvisi di DURC interno negativo N.B. - In caso di consultazione in modalità PDF, cliccare l indice per visualizzare l argomento di interesse. 1 27

3 ADEMPIMENTI TFR Aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Agosto 2014 I l coefficiente di rivalutazione del TFR, per le quote accantonate dal 15 agosto 2014 al 14 settembre 2014, è pari a 1,280112%. RIVAUTAZIONE DE TFR: diffuso il calendario Istat Istat ha diffuso il calendario 2014 fissando, tra le altre, le date in cui saranno emessi i dati sui prezzi al consumo ai fini della determinazione dei coefficienti di rivalutazione del Tfr. Comunicato Istat Periodo di riferimento Martedì 14 ottobre 2014 Settembre 2014 Giovedì 13 novembre 2014 Ottobre 2014 Venerdì 12 dicembre 2014 Novembre

4 SCADENZARIO SETTEMBRE SETTEMBRE: CASSA INTEGRAZIONE I datori di lavoro interessati dall intervento della Cig e della Cigs devono presentare all Inps domanda di pagamento dell integrazione salariale per le sospensioni o riduzioni iniziate nel mese precedente, con modalità telematiche a mezzo mod. Ig15 (Cig) e Cigs on line (Cigs). 30 SETTEMBRE: IBRO UNICO DE AVORO D atori di lavoro, committenti e soggetti intermediari tenutari devono stampare il ibro unico del lavoro o, nel caso di soggetti gestori, consegnare copia al soggetto obbligato alla tenuta, riferito al periodo di paga precedente. Il processo avviene mediante stampa meccanografica su fogli mobili vidimati e numerati su ogni pagina oppure su stampa laser previa autorizzazione Inail e numerazione. 30 SETTEMBRE: DENUNCIA UNIEMENS I datori di lavoro, i soggetti abilitati e gli intermediari autorizzati devono presentare all Inps in via telematica il modello di denuncia mensile UniEmens relativo al flusso aggregato dei dati relativi alla contribuzione del mese precedente. 30 SETTEMBRE: MODEO 730 I l Ministero delle Finanze ha stabilito che i lavoratori possono richiedere che la seconda rata acconto Irpef risultante dal 730, sulla busta paga di novembre, venga trattenuta in misura ridotta o addirittura annullata. Il 30 settembre scade il termine per comunicare al datore di lavoro o ente pensionistico l intenzione di voler effettuare un minor o nessun acconto IRPEF/cedolare secca. In carenza di specifica comunicazione, il sostituto d'imposta effettuerà, sulla busta paga di novembre, la trattenuta della seconda rata acconto Irpef risultante dal modello 730/

5 SCADENZARIO OTTOBRE OTTOBRE: CONTRIBUTI DIRIGENTI TERZIARIO e aziende commercio, trasporto e spedizione devono versare alle seguenti Casse di assistenza i contributi integrativi ed assistenziali per i dirigenti in relazione al trimestre precedente (Ccnl vigente): - Fpdac (Fondo M. Negri) a mezzo modello Pia tramite Bnl; - Fasdac (Fondo M. Besusso) a mezzo modello Pia tramite Bnl; - Previr a mezzo modello Pia tramite Bnl. 16 OTTOBRE: VERSAMENTI UNIFICATI I contribuenti titolari di Partita Iva devono versare con F24 telematico tramite modalità diretta (servizio Entratel o Fisconline con remote banking) oppure tramite intermediari abilitati Entratel i seguenti contributi ed imposte: - ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente ed assimilati trattenute dai sostituti d imposta nel mese precedente; - contributi previdenziali ed assistenziali dovuti all Inps dai datori di lavoro per il periodo di paga scaduto il mese precedente; - contributi dovuti dai committenti alla gestione separata Inps per collaborazioni coordinate e continuative e per le prestazioni degli associati in partecipazione pagate nel mese precedente; - contributi dovuti dalle imprese dello spettacolo alla Gestione ex Enpals; - addizionale regionale Irpef per le cessazioni del mese precedente; - liquidazione periodica Iva; Per i non titolari di partita Iva i versamenti devono essere eseguiti con F24 cartaceo tramite: - Istituto di credito convenzionato a mezzo delega irrevocabile; oppure alternativamente con uno dei seguenti canali: - Uffici postali abilitati; - Concessionario della riscossione. 4 27

6 NOVITÀ IN MATERIA DI AVORO AGENZIA DEE ENTRATE: NOVITÀ F24 TEEMATICO D I al 1 ottobre, diventa obbligatorio l'utilizzo dell'f24 telematico per i versamenti superiori a euro, per quelli a saldo zero o con crediti in compensazione con saldo finale maggiore di zero anche per le persone non titolari di partita IVA. Per tale motivo l'agenzia delle Entrate, con la circolare n. 27 del 19 settembre 2014, fa il punto della situazione. In particolare l'agenzia ricorda che: «A decorrere dal 1 ottobre 2014, fermi restando i limiti già previsti da altre disposizioni vigenti in materia, i versamenti di cui all'articolo 17 del D.gs. 9 luglio 1997, n. 241, sono eseguiti: a) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall'agenzia delle entrate, nel caso in cui, per effetto delle compensazioni effettuate, il saldo finale sia di importo pari a zero; b) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall'agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui siano effettuate delle compensazioni e il saldo finale sia di importo positivo; c) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall'agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui il saldo finale sia di importo superiore a mille euro.». Dal prossimo mese pertanto i modelli F24 a saldo zero, i modelli F24 con crediti utilizzati in compensazione con saldo finale maggiore di zero e quelli con saldo superiore a 1000 euro saranno presentati esclusivamente attraverso i servizi on line dell'agenzia ("F24web", "F24online" o tramite un intermediario abilitato) o mediante internet banking (banche, Poste Italiane, Agenti della riscossione e prestatori di servizi di pagamento, convenzionati con l'agenzia). In generale i versamenti con modello F24 cartaceo potranno continuare ad essere effettuati, presso gli sportelli degli intermediari della riscossione convenzionati con l'agenzia (Banche, Poste Italiane e agenti della riscossione), dai soggetti non titolari di partita IVA, nel caso in cui debbano versare, senza utilizzo di crediti in compensazione, somme per un importo totale pari o inferiore a euro. a presentazione del modello F24 in forma cartacea è, inoltre, ammessa nei seguenti casi particolari: - F24 precompilati dall'ente impositore (ad esempio Agenzia delle Entrate, Comuni, ecc.), con saldo finale superiore a euro, a condizione che non siano indicati crediti in compensazione; - utilizzo di crediti d'imposta fruibili in compensazione esclusivamente presso gli agenti della riscossione. Inoltre in considerazione del fatto che per numerosi contribuenti non titolari di partita IVA, alla data di entrata in vigore della nuova disposizione sono in corso, per il corrente anno, versamenti rateali di tributi, contributi ed altre entrate tramite modello F24 cartaceo, sarà possibile continuare ad effettuare i versamenti delle rate successive utilizzando la medesima modalità, fino al 31 dicembre 2014, anche per importi superiori a euro e/o utilizzando crediti in compensazione, oppure se il saldo del modello è pari a zero. a circolare si sofferma poi sul caso particolare di contribuenti impossibilitati alla tenuta di un conto corrente. Per tali soggetti l'agenzia precisa che: 5 27

7 a) i modelli F24 con saldo superiore a euro, senza l'utilizzo di crediti in compensazione, potranno essere inviati telematicamente rivolgendosi ad un intermediario abilitato, disponibile all'addebito del pagamento sul proprio conto corrente, ovvero ad intermediari della riscossione che consentono di presentare il modello F24 con modalità telematiche anche a soggetti non titolari di conto corrente in quanto, in tali ultimi casi, il pagamento è eseguito con modalità diverse rispetto all'addebito in conto, ad esempio tramite addebito di carte prepagate. In via residuale, nel caso in cui non fossero disponibili tali canali, potrà essere utilizzato anche il modello F24 cartaceo; b) i modelli F24 contenenti crediti utilizzati in compensazione, con saldo finale maggiore di zero, potranno essere presentati con le modalità telematiche richiamate alla precedente lettera a). In via residuale, nel caso in cui non fossero disponibili tali canali, potrà essere presentato, esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'agenzia delle entrate, un modello F24 a saldo zero nel quale compensare il totale dei crediti a disposizione con una parte del debito da versare; il versamento del restante debito potrà essere effettuato anche con modello F24 cartaceo. 6 27

8 SEMPIFICAZIONI FISCAI: NOVITÀ RIGUARDANTI I SOSTITUTO D IMPOSTA N on sono poche le novità previste dallo schema di decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali, ancora in fase di approvazione, che interessano il sostituto d'imposta. Molte delle innovazioni riguardano l'assistenza fiscale, rispetto alla quale il sostituto ha un duplice ruolo: quello (eventuale) di soggetto I che elabora la dichiarazione dei redditi (cosiddetta assistenza fiscale diretta) e quello di soggetto sempre obbligato ad effettuare il conguaglio dei risultati del 730. a nuova dichiarazione dei redditi precompilata di cui all'articolo 1 del decreto, elaborata dal 2015 direttamente dall'amministrazione finanziaria sulla base dei dati ricevuti da soggetti terzi, potrà essere resa disponibile anche al sostituto che presta l'assistenza fiscale diretta (oltre che al contribuente, piuttosto che al Caf o al professionista abilitato). Per consentire la predisposizione della dichiarazione precompilata, l'articolo 2 del decreto, attraverso l'introduzione del comma 6 quinquies dell'articolo 4 del Dpr 322/1998, obbliga il sostituto a trasmettere i dati contenuti nei Cud telematicamente all'agenzia delle Entrate entro il 7 marzo dell'anno successivo, pena la sanzione di 100 euro per ciascuna comunicazione omessa, tardiva o errata (fermo restando la possibilità di correggere l'errore nei 5 giorni successivi alla scadenza). 'articolo 4 cambia di conseguenza il calendario delle scadenze connesse alla dichiarazione dei redditi, e in particolare, per quanto di competenza del sostituto, modifica l'articolo 13, comma 1 lettera a) del Dm 164/1999, prevedendo che il 730 sia presentato entro il 7 luglio dell'anno successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione (contro l'attuale 30 aprile), termine che è divenuto lo stesso applicabile anche in caso di presentazione al Caf. Per i sostituti che prestano assistenza fiscale diretta, un successivo decreto, da emanarsi entro il 30 novembre, definirà, a partire dalle dichiarazioni predisposte nel 2015, una nuova misura del compenso spettante in base all'articolo 38 del D.gs. 241/1997 (compenso che è invariato da molti anni). Sicuramente molto utili sono le semplificazioni proposte in materia di addizionali. Per quella regionale, le Regioni vengono obbligate a comunicare entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento i dati dei provvedimenti con cui hanno variato l'addizionale, ai fini della relativa pubblicazione nel sito ministeriale, pena l'inapplicabilità di sanzioni e interessi. Contestualmente, per uniformare le regole regionali e comunali, viene fissata al 1 gennaio (in luogo del 31 dicembre) la data per verificare il domicilio fiscale utile ai fini dell'addizionale regionale. Per l'addizionale comunale, invece, viene semplificato il calcolo dell'acconto, sopprimendo la previsione di possibili variazioni deliberate entro il 20 dicembre, in quanto dovranno essere sempre applicate le aliquote e le fasce di esenzione deliberate per l'anno precedente. Anche i provvedimenti di variazione adottati dai Comuni saranno soggetti all'obbligo di invio telematico, mediante inserimento nel portale del federalismo fiscale. Al fine di semplificare le operazioni di compensazioni debiti/crediti e soprattutto renderle trasparenti, nonché per agevolare l'esposizione dei relativi dati nel modello 770, nell'articolo 15 della bozza di decreto si prevede che dal 2015 i crediti per rimborso di imposte da 730, così come le eccedenze di versamento di imposte, debbano essere utilizzati esclusivamente in compensazione esterna, cioè visibile in F24, in base all'articolo 17 del D.gs. 241/

9 INDENNITÀ MINI ASPI: POSSIBIE A TRASFORMAZIONE IN ASPI I a domanda di indennità mini ASpl può essere convertita in indennità ASpl solo nel caso in cui si presenti un apposita domanda di indennità ASpI nei termini legislativamente previsti di due mesi e otto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. È la raccomandazione impartita dall Inps con messaggio n del 19 settembre 2014 all assicurato che abbia presentato domanda di indennità mini ASpI e successivamente si sia accorto di possedere i requisiti per l indennità ASpI, al fine del riconoscimento della indennità ASpI: ripresentare la domanda nel termine dei previsti due mesi e otto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. In tale ipotesi, la nuova prestazione ASpI richiesta ed accolta in presenza dei requisiti legislativamente previsti avrà quale decorrenza il giorno successivo alla data di presentazione della domanda e l importo già erogato a titolo di indennità mini-aspi verrà portato in detrazione a carico della nuova prestazione ASpI. Questa possibilità non sarà riconosciuta al lavoratore che presenti la domanda dopo il termine legislativamente previsto di due mesi e otto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. 8 27

10 MAATTIA, RIENTRO ANTICIPATO A AVORO CON CERTIFICATO IDONEO Inps interviene sul rientro anticipato del lavoratore dalla malattia con il messaggio n del 12 settembre 2014, affermando che è necessario il certificato medico di rettifica. Questo perché il datore di lavoro dispone solo dell attestato di malattia, non la diagnosi e, pertanto, non è in grado di valutare se e in che misura il dipendente - che desideri rientrare in servizio anticipatamente rispetto alla prognosi formulata nel certificato prodotto - abbia effettivamente recuperato le proprie energie psicofisiche tali da garantire se stesso e l ambiente di lavoro. Il rischio per il datore potrebbe consistere nell impossibilità di assolvere agli obblighi imposti dalle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro. 9 27

11 SCADENZARIO CONTRATTUAE SETTEMBRE 2014 EETTRICITÀ EROGAZIONE AGGIUNTIVA C on la retribuzione del mese di settembre 2014 ai lavoratori in forza al 1 settembre 2014 va corrisposta un'erogazione aggiuntiva della retribuzione secondo i valori indicati nella tabella sottostante: QUAIFICA AUMENTO RETRIBUTIVO QS 177,96 Q 159,70 ASS 140,96 AS 131,93 A1S 126,39 A1 120,59 BSS 114,84 BS 109,94 B1S 104,76 B1 100,06 B2S 93,44 B2 86,95 CS 77,09 C1 69,77 C2 64,30 a seconda tranche va corrisposta nel mese di settembre Gli importi sono comprensivi dei riflessi sugli istituti retributivi diretti e indiretti, sia legali che contrattuali ed esclusi dal computo del t.f.r. Per le assenze a retribuzione ridotta nel mese di corresponsione, l'erogazione aggiuntiva verrà corrisposta con la stessa percentuale di riduzione. Nel caso di prestazione a part-time, l'erogazione aggiuntiva verrà corrisposta in misura proporzionale all'entità della prestazione

12 IGIENE AMBIENTAE - AZIENDE MUNICIPAIZZATE Assistenza integrativa P er le aziende che hanno in essere convenzioni e/o contratti collettivi di assistenza sanitaria integrativa, con Accordo del 25 luglio 2014 le Parti si impegnano a concludere entro il 15 settembre 2014 la procedura di adesione al Fondo Fasda prevista dal Ccnl

13 FOCUS RATEAZIONI INPS, NUOVE PROCEDURE Per l articolo si rimanda alla versione a pagamento della Newsletter

14 I QUESITO DE MESE OGGETTO: Calcolo giornate indennizzate dall Inps in caso di fruizione del congedo parentale dal lunedì al venerdì Si precisa che il riscontro riportato è mero estratto di un ampio parere legale predisposto per rispondere alle esigenze di una specifica azienda e che, pertanto, è da ritenersi solo rappresentativo dell attività svolta senza avere alcuna pretesa di esaustività, organicità completezza e correttezza se isolatamente inteso Richiesta: Si richiede di sapere come calcolare l indennità c/inps relativamente al numero di giorni indennizzati dall Ente Previdenziale nel caso di fruizione del congedo parentale dal lunedì al venerdì, con ripresa del congedo dal lunedì successivo (CCN Metalmeccanico Industria). Esempio: Domanda presentata all Inps: - dal 5 al 9 agosto 2013 (5 giorni) - dal 12 al 16 agosto 2013 (5 giorni) Si conteggiano tutti i giorni di calendario dal 5 agosto oppure si escludono i sabati e le domeniche? Per la risposta si rimanda alla versione a pagamento della Newsletter

15 NOVITÀ IN MATERIA PENSIONISTICA INPS MESSAGGIO N DE 18 SETTEMBRE 2014: Pensioni delle gestioni private, pianificazione delle attività di fine anno attività propedeutiche al rinnovo 2015 ed alla consuntivazione fiscale 2014, da effettuare a cura delle Sedi. C om è noto, dall anno 2013, le attività di certificazione fiscale di tutte le somme corrisposte dall INPS ai cittadini a qualunque titolo sono demandate alla Piattaforma fiscale, alla quale tutte le strutture conferiscono le informazioni necessarie al calcolo della tassazione. o Pertanto, in vista della prossima consuntivazione fiscale delle pensioni delle gestioni private, che sarà effettuata come di consueto congiuntamente alle attività di rinnovo, è necessario che le sedi provvedano con la massima urgenza a definire tutte le situazioni non corrette sotto il profilo fiscale, e comunque entro il 31 ottobre p.v.. Si indicano di seguito le casistiche interessate. 1. Detrazioni fiscali E necessario acquisire le variazioni di detrazioni fiscali pervenute dai cittadini con modalità cartacea o per il tramite dei Patronati. Si segnala in proposito che, a seguito del mancato rinnovo della convenzione con gli intermediari abilitati relativamente alla trasmissione in via telematica della richiesta di detrazioni, l attività deve essere svolta dalle strutture di produzione. Si rammenta inoltre che il Decreto-egge 13 maggio 2011, n. 70, convertito nella legge 12 luglio 2011, n. 106 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 12 luglio 2011, n.160), ha abolito l obbligo di comunicazione annuale dei dati relativi alle detrazioni per familiari a carico, permanendo la necessità di tale adempimento solo in caso di variazione. a disposizione in questione è stata illustrata con messaggio n del 9 settembre Pensioni localizzate a ufficio pagatore interno (cassa sede) 2.1 Pensioni localizzate all ufficio pagatore EI italiano o estero e liste PENS006 e PENS007, disponibili nell applicativo PENSIONI DA VERIFICARE - ISTE PER E SEDI, contengono le pensioni localizzate all ufficio pagatore EI italiano o estero, per le quali deve essere verificata l opportunità di procedere alla eliminazione ovvero alla individuazione della causa della mancata riscossione. Si rammenta che tali pensioni, se non eliminate, CONTINUANO AD ESSERE RINNOVATE PUR NON ESSENDO POSTE IN PAGAMENTO. addove le strutture non intervengano, si provvederà alla eliminazione d ufficio delle pensioni prima delle operazioni di rinnovo. Si segnala in ogni caso la necessità di provvedere con la massima urgenza alla rettifica della certificazione fiscale a preventivo (anno 2014) nel caso in cui le somme effettivamente corrisposte non coincidano con i dati memorizzati nella sezione GP3-CUD

16 2.2 Pensioni localizzate a ufficio pagatore MOB/RED Per trattamenti di invalidità sospesi per opzione in favore del trattamento di mobilità ovvero per superamento dei limiti reddituali è necessario provvedere con la massima urgenza ad effettuare la rettifica della certificazione fiscale a preventivo (anno 2014) nel caso in cui le somme effettivamente corrisposte non coincidano con i dati memorizzati nella sezione GP3-CUD Si rammenta che le liste delle posizioni interessate sono disponibili sia attraverso la procedura iste Parametriche, sia dalla nuova applicazione "Reporting Operativo - iste Parametriche" disponibile nella pagina Assicurato Pensionato (gli utenti devono essere abilitati nel sistema Identity Manager con livello Operatore). 3. Codice catastale di residenza assente a lista RESID001 - PENSIONI SENZA CODICE CATASTAE DI RESIDENZA, contiene attualmente pensioni per le quali l indirizzo è assente o è memorizzato un Comune non riconosciuto da ARCA. a mancanza del codice catastale del Comune di residenza comporta l impossibilità di applicare le Addizionali all IRPEF in fase di rinnovo, e l impossibilità di inviare comunicazioni cartacee. e sedi devono provvedere alla sistemazioni delle posizioni in esame, aggiornando in ARCA i dati relativi all indirizzo di residenza. 4. Codice fiscale assente o non validato a mancanza del Codice fiscale impedisce una corretta gestione reddituale e non consente l invio alla Piattaforma fiscale dei dati utili all emissione della certificazione fiscale. e Sedi, ciascuna per quanto di propria competenza, devono effettuare gli opportuni accertamenti anagrafici e inserire il codice fiscale in ARCA. e posizioni da sistemare sono presenti nelle seguenti liste. disponibili nell applicativo PENSIONI DA VERIFICARE - ISTE PER E SEDI: - ANAG TITOARI DI PENSIONE CON CODICE FISCAE ASSENTE O NON VAIDATO; - ANAG FAMIIARI E CONTITOARI CON CODICE FISCAE ASSENTE; - ANAG TITOARI E CONTITOARI CON CODICE FISCAE ASSENTE. 5. Coniugi di soggetti diversi Il soggetto segnalato nell elenco è il titolare di pensione sulla quale è memorizzato un coniuge che, a sua volta, risulta coniuge di un soggetto diverso dal primo. a presenza di dati di soggetti diversi dal coniuge effettivo impedisce una corretta gestione reddituale e fiscale

17 e posizioni in argomento sono segnalate nelle seguenti liste, disponibili nell applicativo PENSIONI DA VERIFICARE - ISTE PER E SEDI: - ANAG CONIUGI DI SOGGETTI DIVERSI; - PENS OPERAZIONE RED: GESTIONE NUCEI ANOMAI. Si forniscono le indicazioni per la gestione delle diverse casistiche. 5.1 CONIUGE SBAGIATO (altro soggetto effettivamente esistente e con proprie posizioni in ARCA) Per queste casistiche, la sede deve effettuare l operazione di "spostamento patrimoni" in ARCA o ARCANET. Si tratta in pratica di spostare il riferimento ad una prestazione da un soggetto ad un altro. operazione di "spostamento patrimoni" in ARCA è stata illustrata con circolare n.89 del 2 maggio 2000 ed è descritta nel Manuale operativo di ARCANET al capitolo "Procedura Scissioni". Il Manuale è accessibile con il seguente percorso: INTRANET - Servizi - Arcanet - INFO - Manuale. o spostamento di "aggancio" in ARCA quale familiare di una certa pensione consente anche di eliminare l'elemento non corretto sul falso coniuge o familiare. Per effettuare la variazione, si deve: - richiamare in ARCA il CONIUGE SBAGIATO; - andare alla pagina nella quale sono memorizzati i rapporti del soggetto con l INPS, tra cui le pensioni; - cliccare F11- procedura scissioni - spostamento patrimoni; - selezionare la riga con la pensione da spostare con il tasto F4; - seguire le indicazioni date dalla procedura con i vari tasti funzionali. Una volta effettuati questi passaggi sulla posizione del coniuge errato, si deve: - richiamare in ARCA il CONIUGE CORRETTO; - andare alla pagina nella quale sono memorizzati i rapporti del soggetto con l INPS, tra cui le pensioni; - cliccare F11; - seguire le indicazioni fornite dalla procedura con i vari tasti funzionali. a variazione in ARCANET è analoga e descritta nel Manuale apposito. In nessun caso si deve effettuare l'operazione di seconde nozze se esiste già sulla pensione un altro soggetto memorizzato che non sia il vero coniuge. 5.2 TITOARE NON CONIUGATO e presenza di coniuge su pensione. In questo caso la sede non può intervenire, ma deve essere richiesta la cancellazione del GP3 con mail indirizzata a GruppoControlloPensioni, specificando lo stato civile del titolare della pensione

18 5.3 Ricostituzione delle pensioni ed assistenza alle sedi Una volta effettuata l operazione di spostamento patrimoni oppure cancellato il coniuge, la sede deve effettuare una ricostituzione sulle pensioni interessate facendo particolare attenzione ai redditi e allo stato civile. Assistenza per le particolari situazioni può essere richiesta al Gruppo Controllo Pensioni, allo stesso indirizzo sopra indicato, citando nell oggetto la lista nella quale è inserita la posizione da correggere ed inserendo nel testo della mail i dati della pensione (completi della sede numerica) e CODICE FISCAE del Titolare (non i dati anagrafici), oltre naturalmente al motivo per il quale si richiede assistenza. 6. Pensioni con dati di residenza incoerenti Si richiama l attenzione delle strutture anche sulla lista in argomento, codificata in PENSIONI DA VERIFICARE come PENS0030. Si tratta di soggetti per i quali viene rilevata incongruenza fra le informazioni contenute nei campi di indirizzo e di residenza (GP1RRESIDOM, GP1AZ03 e, se il caso, GP2BS02). asimmetria segnalata comporta una gestione non puntuale sia sotto in profilo fiscale, sia con riferimento ad eventuali prestazioni collegate al reddito non dovute (prestazioni inesportabili). Si ricorda che mentre l indirizzo è modificabile con accesso ad ARCA, per i dati di residenza italiana o estera da modificare in GP1AZ03 e/o in GP2BS02 è necessario agire con ricostituzione. Qualora la pensione risulti godere dell esenzione fiscale in dipendenza di apposita convenzione internazionale, dovrà altresì essere accertata la sussistenza dei requisiti richiesti per avvalersene. A tal proposito si sottolinea che, in particolare nel caso di residenza in Brasile e Canada del beneficiario della prestazione, dato il peculiare regime di tassazione previsto dalle vigenti convenzioni internazionali contro la doppia imposizione fiscale, si richiede di verificare con la massima attenzione, per le posizioni in gestione, il corretto inserimento e la congruenza di tutti i dati relativi all indirizzo estero e codice catastale. Pensioni con importo in pagamento pari a zero. Da un esame delle posizioni presenti nel database delle pensioni, risultano vigenti diverse pensioni con importo mensile pari a zero, in quanto la prestazione non è più dovuta. Rientrano in questi casi ad esempio pensioni di reversibilità con tutti contitolari cessati, indennizzi commercianti, esodati già cessati dal diritto. Si rammenta che tali pensioni, se non eliminate, CONTINUANO AD ESSERE RINNOVATE PUR NON ESSENDO POSTE IN PAGAMENTO. addove le strutture non intervengano, si provvederà alla eliminazione d ufficio prima delle operazioni di rinnovo, delle pensioni con importo azzerato da almeno 12 mesi. Anche in questo caso le liste delle posizioni interessate sono reperibili dalla sede utilizzando le stesse procedure illustrate al punto

19 INPS CIRCOARE N. 110 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e la Confederazione delle Piccole e Medie Imprese, dei avoratori Autonomi e dei Pensionati (FEDERAZIENDE) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti. Inps, con la circolare n. 110 del 19 settembre 2014 fornisce le istruzioni operative all applicazione della convenzione stipulata tra l INPS e la Confederazione delle Piccole e Medie Imprese, dei avoratori Autonomi e dei Pensionati (FEDERAZIENDE), per la riscossione dei contributi sindacali su pensioni. o INPS CIRCOARE N. 111 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e il Sindacato Nazionale Autonomo avoratori e Pensionati (S.N.A..P.) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti. Inps, con la circolare n. 111 del 19 settembre 2014 fornisce le istruzioni operative all applicazione della convenzione stipulata tra l INPS e il Sindacato Nazionale Autonomo avoratori e Pensionati (S.N.A..P.), per la riscossione dei contributi sindacali su pensioni. o INPS CIRCOARE N. 112 DE 19 SETTEMBRE 2014: Convenzione fra l INPS e la Confederazione Sindacale Autonoma lavoratori e Pensionati Europei (CONF.S.A..P.E.) per la riscossione dei contributi sindacali sulle prestazioni pensionistiche ai sensi della legge 11 agosto 1972, n Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti. Inps, con la circolare n. 112 del 19 settembre 2014 fornisce le istruzioni operative all applicazione della convenzione stipulata tra l INPS e la Confederazione Sindacale Autonoma avoratori e Pensionati Europei (CONF.S.A..P.E.), per la riscossione dei contributi sindacali su pensioni. o INPS MESSAGGIO N DE 19 SETTEMBRE 2014: Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. Dichiarazione reddituale. Inps, con il messaggio n del 19 settembre 2014, in applicazione del comma 4, articolo 10 del D.gs. 30 dicembre 1992, n. 503, comunica che i titolari di pensione con decorrenza compresa entro l'anno 2013, soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo, per o detto anno sono tenuti a dichiarare entro il 30 settembre 2014, data di scadenza della dichiarazione dei redditi dell'anno 2013, i redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 33_2014 DEL 9 SETTEMBRE 2014

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 33_2014 DEL 9 SETTEMBRE 2014 NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIAI e FISCAI NEWSETTER IN MATERIA DI AVORO NR. 33_2014 DE A cura di: DATA MANAGEMENT HRM S.P.A. Presidio Normativo Per maggiori informazioni sui servizi di consulenza e sulle

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI GESTIONE SEPARATA INPS: ALIQUOTE VE 2014 CIRCOLARE INPS N. 18 DEL FEBRRAIO 2014 DIFFERIMENTO AUTOLIQUIDAZIONE

Dettagli

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 25_2014 DEL 24 GIUGNO 2014

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 25_2014 DEL 24 GIUGNO 2014 NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIAI e FISCAI NEWSETTER IN MATERIA DI AVORO NR. 25_2014 DE A cura di: DATA MANAGEMENT HRM S.P.A. Presidio Normativo Per maggiori informazioni sui servizi di consulenza e sulle

Dettagli

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 22 25 OTTOBRE 2014 F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014 Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Il Modello 730. 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti. CAF Do.C. Spa. CAF nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Il Modello 730. 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti. CAF Do.C. Spa. CAF nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Il Modello 730 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti Servizio: Nome servizio Pag. 1 Programma Il modello 730 precompilato: aspetti normativi e operativi Novità in tema di versamenti con Modello

Dettagli

Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015

Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015 Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015 INDICE Le news del mese di marzo 2015 Approfondimenti o Asseverazione conformità dei rapporti di lavoro o Compensazione dei crediti tramite modello F24 o Aliquote 2015

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Sezione seconda - Determinazione del contributo Determinazione del contributo DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO Per determinare il contributo dovuto per un determinato periodo d imposta l INPS deve fornire

Dettagli

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 Abstract - Così come stabilito dall art. 11, 2 comma del DL n. 66/2014, con decorrenza 1 ottobre 2014, i versamenti di cui

Dettagli

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile Circolare informativa n. 9 del 01 ottobre 2014 NUOVE REGOLE PER IL VERSAMENTO CON MODELLO F24 Il Decreto Legge n.66/2014 ha introdotto importanti novità per i pagamenti dei modelli F24. Dal 1 ottobre non

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 12.12.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Circolare n. 18 - bis del 29 settembre 2014 Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa... 3 2 Finalità... 4 3 Ambito

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI 18.05.2015 1) Ritenute I.R.PE.F. alla fonte sugli emolumenti indicati di seguito: - cod. 1001: ritenute su retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio; - cod. 1002: ritenute

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2011

SCADENZARIO GENNAIO 2011 SCADENZARIO GENNAIO 2011 1 Sabato SETTORE ACCISE: avvio sistema telematico per la generazione del Documento Amministrativo di Accompagnamento dei prodotti spediti in sospensione di accisa (ex DAA) RIFIUTI

Dettagli

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi), possono presentare la dichiarazione con il modello 730. 03 giugno 2013 Più tempo per consegnare il modello 730 ai Caf o ai professionisti abilitati. Un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato il 29 maggio scorso, ha fatto slittare dal 31

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108 26 marzo 2015 36/FS/om Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti - Circolare dell'agenzia delle Entrate n. 11 del 23 marzo 2015 Sintesi Primi importanti chiarimenti

Dettagli

Le novità della dichiarazione 730/2015 - parte 1

Le novità della dichiarazione 730/2015 - parte 1 Numero 22/2015 Pagina 1 di 9 Le novità della dichiarazione 730/2015 - parte 1 Numero : 22/2015 Gruppo : DICHIARAZIONE Oggetto : DICHIARAZIONE 730/2015 Norme e prassi : MODELLO 730/2015 E RELATIVE ISTRUZIONI,

Dettagli

IN QUESTO NUMERO. INPS: Conguaglio previdenziale di fine anno 2014 - circolare n 25 del 4 febbraio 2015.

IN QUESTO NUMERO. INPS: Conguaglio previdenziale di fine anno 2014 - circolare n 25 del 4 febbraio 2015. N. 2 9 febbraio 2015 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO INPS: Gestione separata, aliquote contributive, massimale e minimale di reddito per l anno 2015 - circolare n. 27/2015.

Dettagli

Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014

Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014 Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014 CUD 2014. Scade il 28 febbraio il termine per la consegna ai contribuenti Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che il prossimo 28.02.2014 scade il termine

Dettagli

Circolare Mensile Lavoro OTTOBRE 2014

Circolare Mensile Lavoro OTTOBRE 2014 Circolare Mensile Lavoro OTTOBRE 2014 INDICE Le news del mese di ottobre 2014 Approfondimenti o Fondo di solidarietà residuale Inps o Le limitazioni numeriche alla stipula di contratti a termine o Nuovi

Dettagli

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro A cura della Redazione Directio Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro Quesito n. 1 - CU e Ravvedimento operoso Rispetto all

Dettagli

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza Associazione Sindacale dell Area Direttiva e delle Alte Professionalità del Credito ed Enti assimilati delle Società Assicurative e delle Agenzie Esattoriali Inserti di Gruppo Il 730/2015 Precompilato

Dettagli

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE INFORMAT N. 243 30 SETTEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del QUARTO TRIMESTRE 2014. Si rammenta che a decorrere dell 1.10.2014 è operativo l obbligo di utilizzo dei servizi telematici

Dettagli

CIRCOLARE N. 30/E. Roma, 29 settembre 2006

CIRCOLARE N. 30/E. Roma, 29 settembre 2006 DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE CIRCOLARE N. 30/E Roma, 29 settembre 2006 OGGETTO: articolo 37, comma 49 del decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto,

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2013

SCADENZE SETTEMBRE 2013 SCADENZE SETTEMBRE 2013 LUNEDì 2 SETTEMBRE IMPOSTE RATEIZZATE - Ultimo giorno utile per effettuare il versamento della rata delle imposte rateizzate da parte dei contribuenti non titolari di partita Iva.

Dettagli

1) Scadenze importanti 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese 3) Tabella Usufrutto 2015 4) Varie aggiornamento. 1. Scadenze importanti

1) Scadenze importanti 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese 3) Tabella Usufrutto 2015 4) Varie aggiornamento. 1. Scadenze importanti DOTT. RAG. GIOVANNA CASTELLI Via Luigi Sacco 14, Varese partita iva 00346750128 Tel.: 0332/288494 288522 Fax: 0332/831583-282850 E-mail: segreteria@gcastelli.com cod.fiscale CSTGNN52D41L682L Varese, 9

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 MERCOLEDI Inps Lavoratori domestici - Ultimo giorno per il versamento dei contributi previdenziali/assistenziali a cadenza trimestrale relativi ai lavoratori domestici.

Dettagli

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE SCADENZARIO PER LE ASD Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così come stabilito dall art.7

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Pagare le imposte sarà più complicato a partire dal 1 ottobre 2014. Le novità interessano una platea ampia di contribuenti. Dovranno attivarsi

Dettagli

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 CIRCOLARE A.F. N. 35 del 22 Febbraio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti N. 147 17.10.2014 F24: le nuove regole di invio dal 01.10.2014 Casi dubbi e possibili soluzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Modello F24 F24

Dettagli

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti CIRCOLARE N.31/E Roma, 2 luglio 2009 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3780 del 6 giugno 2009 Ripresa degli adempimenti e dei versamenti-

Dettagli

La cedolare secca per l affitto di appartamenti.

La cedolare secca per l affitto di appartamenti. La cedolare secca per l affitto di appartamenti. Da evidenziare che l esercizio dell opzione sospende, per un periodo corrispondente alla durata della stessa, la facoltà di chiedere l aggiornamento del

Dettagli

Studio Tarcisio Bologna

Studio Tarcisio Bologna NUOVI TERMINI PER L ASSISTENZA FISCALE In attesa della pubblicazione definitiva del modello 730/2015 con le relative istruzioni, la presente Informativa ripercorre le principali scadenze, nonché i vari

Dettagli

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione DICHIARAZIONI Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata a cura del Comitato di redazione L Agenzia delle entrate si adopera per fornire ogni precisazione possibile sull imminente adempimento della

Dettagli

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa...

Dettagli

Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio

Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio www..com posta@.com Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio associati dottori commercialisti pierpaolo baldinato gabriele pantaleoni collaboratori

Dettagli

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 04 di SPAZIO AZIENDE APRILE 2015 Rinnovato il CCNL Terziario Ipotesi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. 2011/55394 Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca, modalità di versamento dell imposta e altre disposizioni di attuazione dell articolo 3 del decreto

Dettagli

Scadenze del mese di luglio

Scadenze del mese di luglio Scadenze del mese di luglio lun mar mer gio ven sab dom 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 giovedì, 10 luglio Fondo A. Pastore (ex PREVIR) - Versamento

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015.

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. 15 Martedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 1 1 PREMESSA In attuazione della delega per la riforma del sistema fiscale

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 01.10.2014 anche per i non titolari di partita iva (privati)

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 01.10.2014 anche per i non titolari di partita iva (privati) AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare F24 Telematico Data: 24.09.2014 Nuovi obblighi di presentazione telematica

Dettagli

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010 CNA SERVIZI INFORMA 2010 ELENCO ARGOMENTI TRATTATI Detassazione degli investimenti per ricerca e sviluppo per la realizzazione dei campionari1 Presentazione modello unico dichiarazione ambientale (MUD)

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di Il modello di Certificazione Unica dei redditi 2015 AUDITORIUM GAM - Torino, 16 dicembre 2014 LUISELLA FASSINO CONSIGLIERE ORDINE CDL DI TORINO Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014

Dettagli

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 I termini dell assistenza fiscale Com è noto

Dettagli

Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA DEL MESE DI LUGLIO 2009.

Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA DEL MESE DI LUGLIO 2009. STUDIO ANSALDI & ASSOCIATI Dott. Rag. Marco Ansaldi e Rag. Antonella Bolla ALBA - Via San Paolo n. 3/A tel. 0173-366212 CANALE - P.zza Trento T. n. 21 tel. 0173-970386 www.ansaldiassociati.it Ai Signori

Dettagli

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 7_2014 DEL 18 FEBBRAIO 2014

NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIALI e FISCALI NEWSLETTER IN MATERIA DI LAVORO NR. 7_2014 DEL 18 FEBBRAIO 2014 NOTIZIE NORMATIVE, PREVIDENZIAI e FISCAI NEWSETTER IN MATERIA DI AVORO NR. 7_2014 DE A cura di: DATA MANAGEMENT HRM S.P.A. Presidio Normativo Per maggiori informazioni sul servizio e sulle varie tipologie

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001;

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 13/2001 Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; Copyright 2001 Acerbi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. N. 7786/2016 Approvazione della Certificazione Unica CU 2016, relativa all anno 2015, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio Settembre 2014 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Modello F24: dal 1 ottobre in vigore nuove regole (DL n. 66 del 24.04.2014, convertito con legge n. 89 del 23.06.2014) Gentile

Dettagli

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011 DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI DOTT. COMM. FRANCESCO SALVETTA DOTT. COMM. MARA DAVI COLLABORATORI DOTT. COMM. EMANUELE FRANZOIA DOTT. LUCA VALLE RAG. ERICA CALIARI OP. GEST. BARBARA RAFFONE

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI PRESENTAZIONE DEL MOD. F24 DAL 1 OTTOBRE 2014

LE NUOVE REGOLE DI PRESENTAZIONE DEL MOD. F24 DAL 1 OTTOBRE 2014 FT Dott.ssa Federica Terzi Via Guelfa, 5 Bologna - C.F. TRZFRC69H69A944P - P.I 04145300374 Tel. 051333788 Fax 051584448 mail federica@terzifed.it Studio Commercialista e Consulenza del lavoro Iscritta

Dettagli

MODELLO F24 TELEMATICO

MODELLO F24 TELEMATICO Via G.Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.studiomorelli.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott. Vincenzo

Dettagli

Autonomi, pensione più costosa

Autonomi, pensione più costosa Autonomi, pensione più costosa E fissato per il 16 maggio il primo appuntamento degli artigiani e commercianti con la contribuzione Inps 2015. Lo ricorda lo stesso ente di previdenza con la circolare n.

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2013 - Numero 2 27 febbraio 2013 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2012 dell Ufficio

Dettagli

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line.

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. CIRCOLARE N. 179 Bergamo, 19 luglio 2013 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. Con l allegato messaggio n. 11512 del 17 luglio u.s., l Inps ha comunicato

Dettagli

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA SCADENZE MARZO 2015 LUNEDì 2 MARZO CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA - Ultimo giorno utile per la consegna al lavoratore da parte del datore di lavoro o dell ente pensionistico della nuova Certificazione Unica

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

ERRORI E DIMENTICANZE

ERRORI E DIMENTICANZE ERRORI E DIMENTICANZE CORREZIONI DI ERRORI E DIMENTICANZE Introduzione Nella predisposizione della dichiarazione 730 è possibile che il contribuente abbia commesso errori o abbia dimenticato ad esempio

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 27 28.04.2015 Imposte da compensare L utilizzo del credito può compensare non solo IMU Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Con l

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Luglio

SCADENZE FISCALI di Luglio SCADENZE FISCALI di Lunedì 6 UNICO 2009 Chi applica gli studi di settore (per esempio, professionisti, imprese, ecc.), entro oggi può pagare le imposte di Unico 2009 (saldi 2008 e acconti per il 2009)

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Premessa. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 04-04-2014 Messaggio n. 3870 Allegati n.3 OGGETTO: Pensioni delle

Dettagli

INDICE. ai versamenti; alle compensazioni effettuate.

INDICE. ai versamenti; alle compensazioni effettuate. INDICE 1 Premessa 2 Decorrenza 3 Finalità 4 Ambito soggettivo 5 Ambito oggettivo 6 Presentazione dei modelli F24 a saldo zero per effetto delle compensazioni 6.1 Sistemi telematici utilizzabili 6.2 Compensazioni

Dettagli

Prot. n. 50 - Ufficio V

Prot. n. 50 - Ufficio V Prot. n. 50 - Ufficio V Data Roma, 23 febbraio 2015 Messaggio 023/2015 Destinatar Utenti NoiPA i Tipo Messaggio Area NoiPA Oggetto: Modello Certificazione unica 2015 Conguaglio contributivo e fiscale relativo

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 219 04.12.2015 INPS: nuovo RED semplificato Semplificate le modalità di acquisizione delle dichiarazioni reddituali per i residenti

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " NOVITÀ " LAVORO I sostituti d imposta, a seguito delle

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

Modello 730 Aspetti generali

Modello 730 Aspetti generali Fisco Pratico 2010 Dichiarazione Redditi Persone Fisiche 5 Aspetti generali Vantaggi del Mod. 730 La presentazione del permette di ottenere eventuali rimborsi direttamente con la retribuzione o con la

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA L INPS: a) con la circolare n. 32 del 26 febbraio scorso (allegato 1) ha: - comunicato che, dal corrente anno, assolverà all obbligo

Dettagli