Capitolato tecnico Servizio di supporto per la gestione operativa del sistema informativo del Consiglio regionale del Veneto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato tecnico Servizio di supporto per la gestione operativa del sistema informativo del Consiglio regionale del Veneto"

Transcript

1 Capitolato tecnico Servizio di supporto per la gestione operativa Versione: definitiva Data: 20 settembre 2012 Numero pagine: 86

2 CAPITOLATO TECNICO INDICE 1. PREMESSA DEFINIZIONI, ACRONIMI ABBREVIAZIONI INTRODUZIONE IL SISTEMA INFORMATIVO INQUADRAMENTO ORGANIZZATIVO INQUADRAMENTO TECNOLOGICO INQUADRAMENTO OPERATIVO-CONTRATTUALE DI CONTESTO INQUADRAMENTO LOGISTICO INQUADRAMENTO DELL UTENZA IL SERVIZIO FINALITÀ AREE DI SERVIZIO AREA SUPPORTO UTENTI Assistenza all Utenza Servizio Gestione e Manutenzione Postazioni di Lavoro AREA SISTEMISTICA Gestione, Manutenzione e Operatività Sistemi, Reti e Servizi Servizio Specialistico Gestione e Manutenzione Reti Servizio Specialistico per la Sicurezza Servizi Operativi a consumo AREA APPLICAZIONI Sviluppo Applicativo NEW/MEV Manutenzione correttiva e conservativa del software applicativo PRESCRIZIONI GENERALI DI SERVIZIO MODALITÀ GENERALI DI EROGAZIONE LOGISTICA TEAM DI SERVIZIO ORGANIZZAZIONE ELEMENTI QUANTITATIVI MINIMI DI FORNITURA COORDINATORE DI TEAM Responsabilità e funzioni di coordinamento Requisiti e competenze Criteri di contabilizzazione REQUISITI E COMPETENZE DEL TEAM SOSTITUZIONI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL SERVIZIO PERIODO DI AVVIAMENTO PIANIFICAZIONE A REGIME REPORTING ONERI DIVERSI VERIFICHE E CONTROLLI DEL SERVIZIO REFERENTE UNICO AMMINISTRATIVO...79 Capitolato tecnico pag. 2 di 85

3 11. AMMONTARE DEI CORRISPETTIVI E MODALITÀ DEI PAGAMENTI SLA CONTRATTUALI E PENALI OBBLIGHI A CARICO DELL AGGIUDICATARIO IN MATERIA DI LAVORO PIANO DI SICUREZZA OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E SEGRETEZZA DELLE PARTI BREVETTI INDUSTRIALI E DIRITTI D'AUTORE PROPRIETA' DEI PRODOTTI GENERATI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO INDICE E CONTENUTI DI OFFERTA TECNICA...85 Capitolato tecnico pag. 3 di 85

4 1. PREMESSA Il presente documento ed i suoi allegati ( Allegato A Ambiente operativo e Allegato B SLA contrattuali e KPI di analisi ) costituiscono nell insieme il capitolato tecnico dell appalto per l affidamento del servizio di gestione operativa. 1.1 Definizioni, acronimi abbreviazioni Al fine di agevolare la comprensione del testo vengono illustrati alcuni termini utilizzati nonché gli acronimi e le abbreviazioni impiegate, con l esclusione di quelle comunemente utilizzate nell ambito dell information e comunication tecnology. Termine Amministrazione aggiudicatrice Aggiudicatario Stazione appaltante Disciplinare Responsabile del procedimento Descrizione Per quanto attiene il seguente disciplinare coincide con il Consiglio regionale del Veneto (CRV). E il soggetto cui viene affidato l appalto di servizio, nel nostro caso l appaltatore. Coincide con l amministrazione giudicatrice cioè con il Consiglio regionale del Veneto. Documento che contiene le regole e le procedure che si seguiranno nello svolgimento della gara d appalto. Ai sensi dell art. 10 D.Lgs. 163/2006 e della l. 241/1990, richiamata dal primo, è il soggetto responsabile dello svolgimento delle singole procedure di affidamento previste a norma di legge e recepite nel presente disciplinare. Acronimo, abbreviazione AU CED CRV CV DABS GMSRS GMPL ICT KPI significato Servizi di Assistenza all Utenza Centro Elaborazione Dati Consiglio regionale del Veneto Curriculum Vitae Direzione regionale amministrazione, bilancio e servizi Servizio di Gestione, Manutenzione e operatività Sistemi, Reti e Servizi Informativi/Applicativi Servizio di Gestione e Manutenzione Postazioni di Lavoro Information Communication Technology Key Performance Indicator Indice chiave per la valutazione della performance di un servizio Capitolato tecnico pag. 4 di 85

5 Acronimo, abbreviazione MCC NEW/MEV RUP SLA SG SpGMR SpS UCSI UONSI UPCR PNSI significato Manutenzione Correttiva e Conservativa Software Servizio di Sviluppo e Manutenzione Evolutiva Software Responsabile del procedimento Service Level Agreement Indice di misurazione contrattuale dei livelli di servizio Segreteria Generale Servizio Specialistico Gestione e Manutenzione Reti Servizio Specialistico per la Sicurezza Unità complessa sistema informativo Unità operativa nuovo sistema informativo Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale Piano straordinario di sviluppo e ammodernamento del sistema informativo dell assemblea legislativa 2. INTRODUZIONE Scopo del presente documento e dell annesso allegato tecnico è principalmente quello di illustrare ai concorrenti: - l oggetto del servizio, ovvero il sistema informativo dell Assemblea legislativa; - i contenuti della gestione operativa dell oggetto; - il contributo (supporto) da essi atteso in termini di risorse, attività, prodotti e risultati al fine di indirizzare correttamente sia l offerta tecnica che economica. Questo inoltre definisce le modalità di pianificazione del servizio, la logistica di supporto, alcune condizioni o obblighi a cui i partecipanti devono sottostare, le penali applicate in caso di mancato ottenimento di taluni obiettivi, le modalità di pagamento, le cause che possono determinare la rescissione del contratto. 3. IL SISTEMA INFORMATIVO Allo stato il sistema informativo dell Assemblea legislativa ha raggiunto l apice delle sua complessità per l effetto di tre distinte dinamiche evolutive, di cui due condivisibili con altre amministrazioni pubbliche e una peculiare del Consiglio regionale. La prima, di lungo periodo, è la progressiva attribuzione al sistema informativo di funzioni tradizionalmente assegnate ad altri contesti operativi, come conseguenza della crescente digitalizzazione delle piattaforme e della loro interconnessione con il mondo ICT. Capitolato tecnico pag. 5 di 85

6 Nel caso specifica dell Assemblea legislativa ciò si è tradotto nel conferimento al sistema informativo, a decorrere dal 1 gennaio 2012, delle competenze nell ambito della telefonia fissa, dopo che nei sei anni precedenti gli sono attribuite quelle relative ai servizi di telefonia mobile (2006), ai sistemi di fotocopiatura (2008), al sistema di supporto allo svolgimento delle sedute del Consiglio (2010). La seconda, di breve periodo, è la necessità di ammodernare e di consolidare al fine di offrire migliori servizi ad un minor costo. Nel contesto del Consiglio regionale ciò si traduce nella promozione di numerosi progetti, che vanno dall ammodernamento dei servizi di dominio e di quelli di posta elettronica, alla virtualizzazione dei server, al rinnovamento dei client (l hardware, software di sistema e di office automation), i quali, essendo tutti in itinere hanno al momento un saldo immissioni/dismissioni ancora sfavorevole. La terza, di medio periodo e specifica dell amministrazione appaltante, è il Piano straordinario di sviluppo e ammodernamento dell Assemblea legislativa (art. 62 l.r. 1/2008 e art. 13 l.r. 13/2012) il quale, attraverso l omonimo servizio ormai avviato alla sua conclusione, ha portato all introduzione di una nuova e complessa infrastruttura tecnologica, all immissione di alcuni nuovi servizi di rete e applicativi, al rinnovamento del portafoglio applicativo, ma solo in parte e per contingenze diverse, alla completa dismissione delle applicazioni superate. Tali dinamiche determinano quindi allo stato un sistema informativo articolato, per la multidisciplinarietà che lo caratterizza e l ampio spettro di tecnologie vecchie e nuove che lo sostengono, e in rapido mutamento per gli effetti prodotti dai numerosi progetti in corso i quali hanno come obiettivo comune quello di semplificarlo riducendone i costi, di migliorarlo sotto il profilo della disponibilità, dell efficienza e dell efficacia in termini di supporto alle attività dell organizzazione assembleare. 3.1 Inquadramento organizzativo Il sistema informativo è governato sotto il profilo amministrativo e tecnico dall Unità complessa per il sistema informativo (UCSI) struttura organizzativa direttamente dipendente dal vertice dell organizzazione ovvero la Segretaria generale (SG). L UCSI è composta da un dirigente responsabile, da due funzionari che presidiano rispettivamente il portale internet e quello di e-democracy, da un sistemista e da un analista programmatore, da un funzionario e un collaboratore amministrativo e da tre tecnici addetti al sistema telefonico e al sistema di registrazione delle sedute dell Assemblea. Per quanto attiene la realizzazione del nuovo sistema informativo nell ambito del Piano straordinario di sviluppo e ammodernamento dell Assemblea legislativa più sopra accennato, questa compete dall Unità operativa nuovo sistema informativo (UONSI) anch essa dipendente dalla Segreteria generale. Sotto il profilo operativo, la dinamica esistente tra UONSI e UCSI è la seguente: quando UONSI approva l immissione in esercizio e l avviamento di un nuovo servizio/applicazione è UCSI che fornisce l assistenza utenti. Il servizio di supporto diretto all utenza, in caso di incapacità nel risolvere i problemi di funzionamento o di utilizzo posti, si avvale, quale supporto di 2 livello, dei tecnici del raggruppamento temporaneo d imprese fornitrici del nuovo sistema informativo. Capitolato tecnico pag. 6 di 85

7 3.2 Inquadramento tecnologico Servizio di supporto per la gestione operativa Sotto il profilo tecnologico, il sistema informativo del Consiglio regionale è costituito dal sistema informativo classico, dal sistema di supporto allo svolgimento delle sedute dell Assemblea e dal sistema di telefonia fissa. Anche l erogazione dei servizi di telefonia mobile ha impatti sul complesso delle attività da svolgere e degli apparecchi da gestire. Tutte queste componenti sono descritte in dettaglio nell Allegato A Ambiente operativo. Si precisa, per quanto attiene il sistema informativo che il servizio per la gestione operativa in affidamento, dovrà occuparsi direttamente nel biennio di svolgimento, anche dell esercizio dei sistemi, dei servizi e delle applicazioni consegnati/realizzate nell ambito del progetto di nuovo sistema informativo, ovvero, della loro disponibilità, integrità ed efficienza sotto il profilo sistemistico. I tecnici del raggruppamento temporaneo d imprese fornitrici potranno essere immediatamente coinvolti solo per attività di sviluppo e manutenzione del software applicativo, fatte salve determinazioni diverse dell Amministrazione o accordi tra le parti. 3.3 Inquadramento operativo-contrattuale di contesto Rispetto all inquadramento tecnologico fornito nel paragrafo precedente pare utile fornire le seguenti informazioni rispetto as-is per quanto attiene: - le componenti del sistema informativo non prodotte dal progetto di ammodernamento queste sono prevalentemente, ma non esclusivamente, gestite dal raggruppamento temporaneo d imprese I&T e Gepin, aggiudicatario del precedente appalto per il Servizio di supporto alla gestione operativa del sistema informativo del Consiglio regionale, il quale fornisce anche il front-end per problematiche attinenti al nuovo sistema informativo, al sistema di telefonia e ai servizi di telefonia mobile. A tali ditte si affiancano numerosi altri soggetti con contratti di sviluppo/gestione/manutenzione di vario genere ma comunque di minore entità; - le componenti del nuovo sistema informativo queste sono sviluppate/gestite/manutenute senza eccezioni e con la sola esclusione del front-end per le richieste utente, dal raggruppamento temporaneo d imprese Vitrociset-ADS, aggiudicatario del Servizio di sviluppo e ammodernamento del sistema informativo dell Assemblea legislativa ; - il sistema di supporto allo svolgimento delle sedute dell Assemblea che questo è stato acquisito dalla società Eurel Informatica, la quale fornisce solo la manutenzione straordinaria dell hardware e del software, mentre la manutenzione ordinaria del sistema come l assistenza in aula sono erogate dalla I&T e Gepin nell ambito del servizio sopra citato; - il sistema di telefonia fissa che questo è sviluppato, gestito, manutenuto senza eccezioni e con la sola esclusione del front-end per le richieste utente, dal raggruppamento temporaneo d imprese Telecom Italia-B!, aggiudicatario del Servizio di telefonia VoIP per le sedi dell Assemblea legislativa ; - i servizi di telefonia mobile che questi sono affidati alla società Telecom Italia, aggiudicataria della convenzione CONSIP Telefonia mobile 5, la quale in tale contesto fornisce apparati, utenze e servizi di manutenzione, rispetto alle richieste formulate all utenza al servizio di assistenza utenti fornito da I&T-Gepin. Capitolato tecnico pag. 7 di 85

8 3.4 Inquadramento logistico Servizio di supporto per la gestione operativa Sotto il profilo logistico, il sistema informativo si distribuisce in tutte le sedi attive dell Assemblea legislativa che sono le seguenti: tipo sede denominazione ubicazione Istituzionale Istituzionale Istituzionale Amministrativa Amministrativa Amministrativa Centro d archivio/magazzino Centro didattico/formativo Palazzo Ferro Fini Palazzo Torres Rossini Sede del Difensore civico Sede di Bacino Orseolo Sede di Campo Manin Sede di Campiello Barozzi Sede di Marcon Sede di San Sebastiano San Marco Venezia San Marco Venezia Via Brenta Vecchia Mestre/Venezia San Marco Venezia San Marco Venezia San Marco Venezia Via delle industrie Marcon (VE) Dorsoduro, Venezia Il Consiglio regionale sta valutando l apertura di una sede a Verona per ospitare un ufficio periferico del Difensore Civico regionale. In ogni caso qualsiasi ulteriore sede venga istituita dovrà essere servita dall aggiudicatario. Il cuore e del sistema telefonico, che hanno una topologia a stella, è collocato presso la sala macchine informatica (CED) situata al 1 piano ammezzato della sede di Palazzo Ferro-Fini. Nella sede principale dell Assemblea legislativa è altresì collocato il sistema di supporto allo svolgimento delle sedute, il quale, non avendo diramazioni, è opportunamente collocato presso il centro regia adiacente alla sala consiliare. 3.5 Inquadramento dell utenza L utenza del Consiglio regionale è costituita da n. 360 soggetti. In tale numero sono compresi: n. 60 Consiglieri regionali; n. 20 Responsabili, dipendenti, collaboratori esterni assegnati o operanti presso il Gabinetto del Presidente o le Segreterie dei componenti dell Ufficio di Presidenza; Capitolato tecnico pag. 8 di 85

9 n. 50 Responsabili, dipendenti, collaboratori esterni assegnati o operanti presso le Segreterie di supporto dei Gruppi consiliari; n. 230 Dirigenti, funzionari, dipendenti, collaboratori esterni assegnati o operanti presso l organizzazione, ovvero, presso la Segreteria generale o unità organizzative sottoposte (Segreteria regionale e direzioni regionali in primis). Si precisa che con il termine collaboratore esterno si comprende una vasta tipologia di rapporti che vanno dalle consulenze, alle borse di studio, alle prestazioni d opera rientranti in veri e propri contratti di servizio. I Consiglieri regionali, il Capo di Gabinetto, i responsabili delle Segreterie del componenti dell Ufficio di Presidenza, i responsabili dei Gruppi consiliari, il Segretario generale, il Segretario regionale e i dirigenti di direzione sono i soggetti ai quali deve essere data la massima priorità nell erogazione del servizio, fatti salvi incidenti di sistema che impattano su un numero rilevante di utenti. La fascia intermedia, nella priorità degli interventi, è costituita dai dipendenti e dai collaboratori esterni delle Segreterie dei componenti dell Ufficio di Presidenza e dei Gruppi consiliari, e di supporto ai Gruppi consiliari, dal personale direttamente afferente alla Segreteria generale, a quella regionale e ai dirigenti di direzione, dai dirigenti dell organizzazione in genere. La distribuzione dell utenza per sede è illustrata nella seguente tabella: denominazione ubicazione numero utenti Palazzo Ferro Fini San Marco Venezia 200 Palazzo Torres Rossini San Marco Venezia 55 Sede del Difensore civico Via Brenta Vecchia Mestre/Venezia 10 Sede di Bacino Orseolo San Marco Venezia 55 Sede di Campo Manin San Marco Venezia 25 Sede di Campiello Barozzi San Marco Venezia 10 Sede di Marcon Via delle industrie Marcon (VE) 5 Sede di San Sebastiano Dorsoduro, Venezia stabili 0 Capitolato tecnico pag. 9 di 85

10 Nel valutare tale distribuzione si tenga in considerazione che i collaboratori esterni, prevalentemente presenti nelle sedi di Palazzo Ferro-Fini e Torres-Rossini, non stazionano tutti con continuità presso le sedi dell Assemblea. 4. IL SERVIZIO 4.1 Finalità I servizi oggetto del presente capitolato sono a supporto della gestione operativa del Consiglio regionale del Veneto. Questo dovrà sostenere al meglio l ambiente operativo descritto nell Allegato A attraverso un Team di servizio descritto al 6, che opererà in collaborazione con il personale del CRV e degli altri fornitori ICT dell Amministrazione. Le modalità organizzative, tecniche e i processi attraverso cui il team supporterà l ambiente operativo sono oggetto di offerta come gli strumenti resi disponibili, senza alcun onere aggiuntivo per la stazione appaltante, i quali dovranno essere compatibili con l infrastruttura tecnologica del Consiglio Aree di servizio La gestione operativa del Consiglio regionale si articola in tre principali aree di intervento: AREA SUPPORTO UTENTI - Assistenza all Utenza (AU); - Gestione e Manutenzione Postazioni di Lavoro (GMPL). AREA SISTEMISTICA - Gestione, Manutenzione e operatività Sistemi, Reti e Servizi (GMSRS); - Supporto Specialistico gestione e manutenzione Reti (SpR); - Supporto Specialistico Sicurezza sistemi (SpS). AREA APPLICATIVA - Sviluppo software NEW/MEV (NEW/MEV) - Manutenzione applicativa Correttiva e Conservativa (MCC) Queste aree dovranno essere gestite e organizzate da una funzione di Coordinamento Team. 4.3 Area Supporto Utenti Storicamente nell ambito specifico dell Area Supporto Utenti del sistema informatico/informativo CRV, le attività di Assistenza all Utenza e di Gestione/Manutenzione Postazioni di Lavoro, sono state erogate mediante un unico pool di professionisti l acquisiti in modalità giornate-uomo e chiamati a svolgere entrambe i compiti di servizio. Tenendo conto che l orientamento del presente appalto è quello di acquisire queste funzioni in Capitolato tecnico pag. 10 di 85

11 modalità service on-site, nella strutturazione del presente capitolato si è inteso identificare separatamente queste due funzioni per descriverle compiutamente e in modo distinto Assistenza all Utenza Il servizio Assistenza all Utenza (AU) si compone di una serie di attività atte a fornire agli utenti del sistema informatico/informativo del Consiglio regionale un punto di accesso unificato ad un insieme di funzioni di assistenza di primo livello, relativamente: - al funzionamento e alla fruizione degli apparati informatici e periferiche; - all utilizzo dei servizi informativi/applicativi dell Amministrazione; - alle richieste e all utilizzo delle apparecchiature di telefonia fissa e mobile, gli apparati fax, le fotocopiatrici; - alla richiesta relative a materiali di consumo e altro (cartucce toner, CD, auricolari cellulari etc.). Per quanto attiene alla gestione delle richieste, il servizio dovrà essere organizzato in logica multicanale (chiamata telefonica, , web) di accesso ad informazioni e servizi (Help/desk tecnico/amministrativo), integrato con un sistema di trouble-ticketing e tracciatura delle chiamate messo a disposizione dall Amministrazione (HP-OV Service-Manager). Il personale addetto dovrà quindi curare e sovrintendere: - l identificazione degli utenti; - la corretta determinazione del problema/richiesta presentato; - l erogazione di: - servizi informativi in merito a uso della telefonia, richieste riguardanti apparati cellulari, materiali di consumo, traslochi di materiale etc.; - assistenza di primo livello rivolta alla soluzione di problematiche riguardanti postazioni di lavoro e servizi applicativi/informativi, la quale può tramutarsi in supporto diretto agli utenti sia in regime ordinario che in situazioni particolari di emergenza operativa; - instradamento all assistenza di secondo livello di diretta responsabilità o di pertinenza di terze parti e delle eventuali azioni di escalation (ulteriori livelli specifici di assistenza c/o fornitore assuntore e/o altri fornitori esterni 1 ) previa diagnosi di dettaglio del problema; - il supporto diretto agli utenti sia in regime ordinario che in situazioni particolari di emergenza operativa, tramite presidi di sede; - l erogazione di assistenza di presidio in aula consiliare durante le sedute del Consiglio regionale. A tale scopo il personale addetto dovrà essere organizzato secondo due principali presidi, collocati rispettivamente nelle sedi di Palazzo Ferro-Fini e Bacino Orseolo ed orientativamente composti da un numero minimo di 5 e 2 tecnici. A quelli assegnati alla sede principale dell Assemblea legislativa compete anche la preparazione del sistema di supporto allo svolgimento delle sedute dell Assemblea, prima delle stesse, e l erogazione dell assistenza in aula, durante. Fermo restando quanto già detto, si precisa ulteriormente che il servizio dovrà farsi carico e tracciare tutte le chiamate che hanno per oggetto componenti hardware, software, applicazioni, apparati e quant altro costituisce ed è parte integrante del Sistema informativo del Consiglio regionale e quindi anche di quelle componenti sviluppate e/o gestite/amministrate da terze parti e non in carico dell assuntore del presente 1 Ad es. verso i fornitori di servizi di manutenzione riguardanti software applicativi sviluppati/forniti nell ambito del progetto del nuovo sistema informativo. Capitolato tecnico pag. 11 di 85

12 appalto -, nonché di quelle afferenti al sistema di supporto alle sedute dell Assemblea legislativa, al sistema telefonico e ai servizi di telefonia mobile descritti nell Allegato A Ambiente operativo. Qualsiasi evoluzione delle quattro componenti appena menzionate, che determineranno degli impatti sull ambiente operativo, non cambieranno gli obblighi dell aggiudicatario in termini di ricezione e trattamento delle richieste di assistenza da parte dell utenza. Per l effettiva risoluzione dei problemi presentati, si studieranno in sede esecutiva, caso per caso, delle idonee misure con l eventuale coinvolgimento delle terze parti responsabili. Obiettivi del servizio Il personale del servizio di AU dovrà quindi operare con l obiettivo di cogliere seguenti principali risultati: - fornire un unico punto di contatto ed accesso a tutte le funzioni di richiesta ed assistenza in escalation 2 ; - facilitare e supportare gli utenti nell utilizzo operativo e funzionale degli strumenti e in loro dotazione, dei servizi informativi/applicativi del CRV, delle apparecchiature e degli apparati e dei servizi di comunicazione messi a loro disposizione; - fornire in modo esaustivo tutte le informazioni e gli strumenti di supporto richiesti dagli utenti per risolvere le richieste e i problemi posti, in modo tempestivo ed efficace; - offrire agli utenti tutte le informazioni in merito alla disponibilità o a modifiche riguardanti i servizi informatici, di comunicazione e informativi applicativi, disponibili sul sistema informatico/informativo del Consiglio (e di altre attività ad essi collegate, quali, ad esempio seminari o corsi di addestramento/formazione all utilizzo) e alle modalità di erogazione e fruizione; - fornire all utenza assistenza diretta per problem solving operativi in situazioni di urgenza/emergenza; - preparare il sistema di supporto alle sedute dell Assemblea nel giorno antecedente allo svolgimento della prima, di una o più, riunioni consecutive; - fornire alla Presidenza del Consiglio adeguata assistenza diretta nell utilizzo del sistema a supporto delle sedute del Consiglio regionale durante lo svolgimento delle stesse; - fornire alla Presidenza del Consiglio adeguata assistenza diretta nell utilizzo degli apparati di voto e dei sistemi informatici durante le sedute del Consiglio regionale; - garantire alla UCSI la verifica costante del servizio erogato e la conoscenza delle necessità, dei livelli di utilizzo e dello stato di soddisfazione degli utenti in relazione al servizio medesimo, nonché delle problematiche gestite in relazione ai diversi servizi informatici, di comunicazione e informativi/applicativi oggetto di richiesta di assistenza. Utenza Nell ambito del Servizio AU si possono distinguere tre categorie di utenti: Utenti fruitori del servizio, ovvero i soggetti identificati a 3.5 i quali, in assenza di incidenti che penalizzano più persone devono essere serviti con la priorità declinata. 2 Come tale dovrà quindi operare in cooperazione con i professionisti operanti in altri ambiti di servizio che prevedono/comportano assistenza specialistica di 2 livello. Capitolato tecnico pag. 12 di 85

13 A questi si devono aggiungere i centri di competenza interni ed esterni coinvolti in servizi collaterali o nelle attività di assistenza specialistica di secondo livello quali, ad esempio: - le varie strutture specifiche del fornitore coinvolte nei servizi al sistema informatico/informativo del CRV ed in particolare i professionisti incaricati di fornire assistenza di secondo livello; - i referenti di area dell UCSI/UONSI; nonché una utenza responsabile dell operatività del servizio: in qualità di gestori ed esecutori del servizio: - il referente Coordinatore di Team Referente Tecnico Unico Contrattuale 3 ; in qualità di responsabili delle verifiche di qualità: - il responsabile UCSI o suo delegato; - il referente Coordinatore di Team Referente Tecnico Unico Contrattuale, o altro soggetto definito nell organigramma di servizio. Ambito di applicazione e prescrizioni Il servizio di Assistenza Utenti dovrà essere predisposto presso le sedi del Consiglio regionale precedentemente indicate; a tale scopo la stazione appaltante metterà a disposizione la logistica complessivamente prevista a 5.2. Per l erogazione del servizio inoltre l Amministrazione renderà disponibile: un apposito numero telefonico interno, attestato su centralino con funzionalità evolute di smistamento, nonché gli apparati telefonici necessari; una casella di posta elettronica per la ricezione delle richieste e per la trasmissione di comunicazioni; una pagina intranet per la compilazione e l invio di richieste integrata con il sistema HP-OV Service Manager. Il servizio dovrà operare tenendo conto dei seguenti elementi: - l attivazione del servizio dovrà essere possibile in multicanalità: Chiamata telefonica; Posta elettronica; servizio su intranet UCSI Helpdesk. - al servizio dovranno affluire tutte le segnalazioni e le richieste di assistenza e di intervento riguardanti: sistemi informatici hw/sw e strumenti di comunicazione (compresi telefoni e cellulari); servizi informatici applicativi/informativi; strumenti di lavoro (fax, fotocopiatrici); materiali di consumo (cartucce inchiostro/toner etc.); - il servizio dovrà tracciare tutte le richieste e le attività derivanti (eventi chiamata, soggetti, oggetti, attività e timing); - il servizio dovrà strutturare e comprendere in maniera integrata i seguenti sotto-servizi : - gestione delle chiamate/segnalazioni e richieste: acquisizione, gestione del problema e monitoraggio livelli di servizio; - gestione/aggiornamento, nei casi di errori/difformità informativa, dell inventario delle risorse 4 del sistema informatico/informativo; - la gestione delle attività di movimentazione 5 ; 3 Vedi quanto descritto al Si fa qui riferimento al sistema per la gestione dei cespiti delle risorse (HP-OV Asset Center). 5 Si fa qui riferimento alle attività di movimentazione effettuate in ambito IMAC. Si rimanda alla lettura del paragrafo sul servizio di Gestione e Manutenzione PdL/A. Capitolato tecnico pag. 13 di 85

14 nonché altre componenti ritenute necessarie dal fornitore per meglio espletare il servizio; - all interno del software di gestione (in HP-OV Service Manager), dovranno essere gestite le relazioni tra evento (chiamata/segnalazione e richiesta) soggetto (chiamante) e sua organizzazione di appartenenza, oggetto/oggetti interessati (servizio informatico/informativo, componenti hardware, postazione di lavoro etc.); - Il processo di intervento deve prevedere l invio di di avviso al soggetto chiamante di apertura e di chiusura ; - il servizio dovrà inoltre adottare un processo di rendicontazione periodica per produrre su base trimestrale i report di consuntivazione contrattuale delle attività e degli SLA 6. Come già evidenziato, la ditta aggiudicataria dovrà utilizzare il sistema di trouble ticketing messo a disposizione dall Amministrazione e dovrà produrre, a partire dai dati sulle attività svolte, report periodici mensili per mantenere aggiornati i responsabili UCSI/UONSI sulle richieste di intervento (comprese quelle relative a servizi informativi/applicativi che non sono soggetti al servizio di Manutenzione Correttiva e Conservativa da parte della ditta aggiudicataria). Per quanto concerne i due presidi di sede si precisa che, ferma restando una comunanza di base nelle attività e negli interventi, se quello di Palazzo Ferro-Fini dovrà essere maggiormente specializzato su problematiche di livello applicativo di carattere istituzionale (protocollo, documentale, atti istituzionali, portali intranet e internet) e sul sistema di supporto allo svolgimento delle sedute dell Assemblea legislativa, quello di Bacino Orseolo, dovrà comprendere tecnici con significative esperienze nell ambito della gestione amministrativa in tutte le sue articolazioni. Al fine di valorizzare tale funzione specifica di presidio si deve prevedere per ciascuno di essi, uno User Service Manager, con adeguate caratteristiche di seniority, che farà direttamente riferimento al Coordinatore Team - Referente Tecnico Unico Contrattuale (Service Manager) di cui al 6.3. Per quanto attiene infine il supporto all attività d aula, ad appannaggio dei tecnici in forza al Presidio di Sede Palazzo Ferro Fini, questo si articola in due specifiche attività: - la verifica del perfetto funzionamento di tutte le componenti del sistema di supporto alle sedute dell Assemblea legislativa, da effettuarsi il giorno antecedente lo svolgimento della prima, di una o più, riunioni consecutive, con responsabilità di dare comunicazione tempestiva al responsabile UCSI di eventuali problemi/anomalie e di attivare immediatamente il manutentore del sistema; - il supporto in aula alla Presidenza del Consiglio nell utilizzo del sistema in parola, durante lo svolgimento delle sedute. Periodicamente, in questo ambito, sono da effettuarsi delle attività di manutenzione preventiva al sistema. Rientrano in tale sfera le attività di attivazione e disattivazione della diretta audio-video della seduta via intranet/internet. Nella propria offerta tecnica il concorrente dovrà descrivere l organizzazione che intende realizzare e mettere a disposizione dell Amministrazione per l erogazione del servizio in oggetto, in tutte le sue articolazioni chiarendo la composizione del gruppo di lavoro assegnato all assistenza utenti e il numero di giornate di loro ingaggio. 6 Nondimeno, i dati di ticketing dovranno essere sempre correntemente e correttamente caricati nel sistema, per far sì che UCSI possa sempre consultarli e produrre eventuali report estemporanei (ad es. su base settimanale, mensile etc.). Capitolato tecnico pag. 14 di 85

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

Speedy Support. ACS Service. Sviluppiamo insieme il futuro digitale della Giustizia

Speedy Support. ACS Service. Sviluppiamo insieme il futuro digitale della Giustizia Speedy Support Tecnologia integrata per un servizio di assistenza e manutenzione tecnica a valore aggiunto Viale Erminio Spalla, 41 00142 Roma info@consorzio-novalex.it www.consorzio-novalex.it Maggio

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE ALLEGATO 2 GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA, GESTIONE APPLICATIVA, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, ASSISTENZA AGLI UTENTI E

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese MODALITA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Approvato con delib. G.C. n. 9 del 21.01.2006 - esecutiva Per l utilizzo corretto del sistema informatico,

Dettagli

L'UFFICIO DI PRESIDENZA

L'UFFICIO DI PRESIDENZA DELIBERAZIONE DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE N. 71 DELL 8 OTTOBRE 2014 Protocollo d intesa tra Consiglio regionale e Comune di Venezia in materia di servizi informatici e telematici.

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2012

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2012 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2012 UNITA COMPLESSA PER IL SISTEMA INFORMATIVO 52 Scheda Progetto 55 SVILUPPO, GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO GARANTIRE L'EFFICIENZA

Dettagli

Codice dell Amministrazione digitale

Codice dell Amministrazione digitale Dlgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale (Estratto relativo ai soli articoli riguardanti il Sistema pubblico di connettività) Capo VIII Sistema pubblico di connettività e rete internazionale

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA Servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell'ulss

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 UNITA COMPLESSA PER IL SISTEMA INFORMATIVO 127 SOMMARIO Scheda 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO... 2 Scheda 2 MANUTENZIONE

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell ULSS

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO CONVENZIONE TRA LA COMUNITA MONTANA AGORDINA ED IL COMUNE DI PER LA GESTIONE ASSOCIATA E COORDINATA DEL SERVIZIO IN- FORMATICO COMUNALE

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : denominato anche Contratto per l uso del Servizio Indagini Finanziarie indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALLEGATO A AL DISCIPLINARE DI GARA APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALL AZIENDA U.S.L. ROMA H STRUMENTAZIONE HARDWARE E RELATIVO SOFTWARE DI BASE

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che:

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che: VERBALE DI ACCORDO Il 2005, in Roma ABI e.. premesso che: il d. lgs. n. 276 del 10 settembre 2003 ha introdotto una nuova disciplina dell apprendistato, regolando all art. 49, la fattispecie dell apprendistato

Dettagli

Contact Center Manuale CC_Contact Center

Contact Center Manuale CC_Contact Center Contact Center Manuale CC_Contact Center Revisione del 05/11/2008 INDICE 1. FUNZIONALITÀ DEL MODULO CONTACT CENTER... 3 1.1 Modalità di interfaccia con il Contact Center... 3 Livelli di servizio... 4 1.2

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI Comune di Ravenna SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI ALLEGATO A DESCRIZIONE DEI SERVIZI Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 3 2.1. Help

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.P.S.S.S. Edmondo De Amicis Sede Centrale: Via Galvani, 6 00153 Roma 065750889/559-065759838 www.edeamicis.com

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Copia CITTÀ DI ALTAMURA Provincia di Bari 5 SETTORE: VIGILANZA E SERVIZI SERVIZIO VIGILI URBANI N. 799 del registro delle determinazioni del 04/08/2014 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Oggetto: ACQUISTO SUL

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

Prot. N. 1458 /C24 Bergamo, 23 /02/2015 Pubblicato sul sito web www.suardo.it in data 24/02/2015.

Prot. N. 1458 /C24 Bergamo, 23 /02/2015 Pubblicato sul sito web www.suardo.it in data 24/02/2015. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Statale d Istruzione Superiore Paolina Secco Suardo Liceo delle Scienze Umane Liceo Musicale Via Angelo Maj, 8 24121 Bergamo Tel. 035.239370

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE C.I.S.A.P. CONSORZIO INTERCOMUNALE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Comuni di Collegno e Grugliasco DETERMINAZIONE N 166/2014 DEL 30/12/2014 ORIGINALE Oggetto: affidamento servizio di assistenza e manutenzione

Dettagli

Unione Europea BANDO DI GARA

Unione Europea BANDO DI GARA Unione Europea BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Indirizzo postale: Piazza San Pio X, 9 Città: Andria Codice postale:70031 Paese:

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Servizio

Allegato Tecnico al Contratto di Servizio FatturaPA Fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione Allegato Tecnico al Contratto di Servizio Allegato Tecnico al Contratto di Servizio fattura PA Versione gennaio 20145 Pagina 1 di 7

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER GENERALITA Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER L Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC) per far fronte alle diverse ed aumentate necessità derivanti dal nuovo quadro normativo per

Dettagli

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo.

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo. Procedura aperta sottosoglia per l affidamento del Servizio di gestione sistemistica, application management e sviluppo dei Servizi informativi di Scuole Civiche di Milano fdp GARA 8/2013 CIG 50973588E2

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP INPDAP Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gara per la fornitura di prodotti software per il Sistema Informativo dell INPDAP Normalizzazione del Sistema Informativo

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...1 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...1 1.2 AREA DI APPLICAZIONE...1

Dettagli

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Servizi on-line Home Banking ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Home Banking Antenati dell

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA Regolamento provinciale per la disciplina degli strumenti e delle metodologie per i controlli interni, ai sensi dell art. 3, comma 2, del d.l. 174/2012, convertito

Dettagli

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Milano, settembre 2009 v.1.3 Pagina 1 Premessa La predisposizione di questa sperimentale Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali (Carta SID) vuole rispondere

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A.

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A. Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 pag. 1 di 12 Revisione Data Motivo Revisione Redatto da Approvato da 1.0 03/10/2009 Emissione Andrea

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità Criteri per la selezione e il finanziamento di progetti da realizzare nell ambito del Protocollo di intesa tra l Autorità per l energia elettrica e il gas e il Consiglio nazionale dei consumatori e degli

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori ALLEGATO N. 2 REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PER LA CONNETTIVITA SOCIALE PROPOSTA PROGETTUALE FORMULARIO

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

Modalità di segnalazione al Centro di. Gestione Rete di problematiche riscontrate. nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre

Modalità di segnalazione al Centro di. Gestione Rete di problematiche riscontrate. nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre Modalità di segnalazione al Centro di Gestione Rete di problematiche riscontrate nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre Pagina 1 di 8 Indice 1. Premessa... 3 2. Il Centro di Gestione della Rete

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n.

Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n. Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n. 2 OGGETTO: Fornitura software Halley per la protocollazione.

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 1B Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO Indice 1.1 Definizioni, Abbreviazioni, Convenzioni...3 1.2 Scopo del Documento...3 2 Requisiti e Richieste...3

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL GIOCO DEL LOTTO AUTOMATIZZATO E DEGLI ALTRI GIOCHI NUMERICI A QUOTA FISSA Allegato D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC DEL 10 OTTOBRE 2014 Dossier Formativo

DETERMINA DELLA CNFC DEL 10 OTTOBRE 2014 Dossier Formativo DETERMINA DELLA CNFC DEL 10 OTTOBRE 2014 Dossier Formativo VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e in particolare, l art. 16-ter che istituisce la Commissione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA L anno duemilatre il giorno tre del mese di dicembre, presso la Prefettura di

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO 1. Sintesi della proposta Assicurare continuità, per l anno 2015, alle attività di qualificazione di punti

Dettagli

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R Direzione Provinciale I di Roma Staff del Direttore Roma 21/11/2013 DISPOSIZIONE DI SERVIZIO N. 98/2013 ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

Il sistema di misurazione e valutazione della performance dell ATER di Matera

Il sistema di misurazione e valutazione della performance dell ATER di Matera Il sistema di misurazione e valutazione della performance dell ATER di Matera 1. Premessa: le norme, le indicazioni CIVIT, i requisiti necessari Il Sistema di misurazione e valutazione della performance

Dettagli

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 Approvato con delibera di G.C. n. 40 del 03/08/2012 SOMMARIO ART. 1 INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONE E

Dettagli

ORGANISMO DI VIGILANZA

ORGANISMO DI VIGILANZA ALLEGATO 3 ORGANISMO DI VIGILANZA 12 1. Il decreto 231/01 e l istituzione dell OdV Come noto il Decreto 231/01 ha introdotto una nuova forma di responsabilità delle persone giuridiche per alcuni tipi di

Dettagli

Urbi DR-ASP. Descrizione servizio di DR per ASP. Aprile 2012

Urbi DR-ASP. Descrizione servizio di DR per ASP. Aprile 2012 Urbi DR-ASP Aprile 2012 Descrizione servizio di DR per ASP PA DIGITALE Spa Documento Riservato Ultima Revisione luglio 2012 E fatto divieto la copia, la riproduzione e qualsiasi uso di questo P.1/3 Premessa...

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1247 / 2014 Area Staff OGGETTO: ACQUISIZIONE SERVIZIO AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO DEL SOFTWARE APPLICATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICA

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

CONVENZIONE NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI DIGITALI 3

CONVENZIONE NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI DIGITALI 3 SERVIZI COMPRESI NEL CANONE DI NOLEGGIO I servizi descritti sono connessi ed accessori al servizio di noleggio delle fotocopiatrici e, quindi, sono prestati da Kyocera Mita Italia S.p.A.unitamente alla

Dettagli

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI ALLEGATO H MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI Allegato H Modalità e fasi della gestione delle riscossioni 1 GENNAIO-GIUGNO 2009 GESTIONE MEDIANTE BUONI-PASTO VENDUTI DALLE CARTOLERIE Il pagamento

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Reg. Gen. n. 390 del 10.08.2015 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA N. 192 DEL 10.08.2015 OGGETTO: SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICO SISTEMISTICA HARDWARE E SOFTWARE

Dettagli

BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica

BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica BANDO ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA PRESCRIZIONI TECNICHE Modalità di esecuzione e descrizione del Servizio Il Servizio integrato oggetto del

Dettagli

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI i criteri per le attività negoziali Art. 32 e

Dettagli

Processi di Gestione dei contatti

Processi di Gestione dei contatti Processi di Gestione dei contatti Indice 1. Scopo del Documento... 3 2. Definizioni ed Acronimi... 3 3. Modello funzionale e gestione del contatto... 5 3.1. I Motivi di Contatto... 6 3.2. I Processi di

Dettagli

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO Oggetto: indagine di mercato per la ricerca, individuazione e selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

2 Gli elementi del sistema di Gestione dei Flussi di Utenza

2 Gli elementi del sistema di Gestione dei Flussi di Utenza SISTEMA INFORMATIVO page 4 2 Gli elementi del sistema di Gestione dei Flussi di Utenza Il sistema è composto da vari elementi, software e hardware, quali la Gestione delle Code di attesa, la Gestione di

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Roma, settembre 2012 DCSII P.za Dalmazia, 1 00198 ROMA Tel. 06 47 61 11 dcsii.dag@pec.mef.gov.it Indice Introduzione La struttura del sistema

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE APPARECCHIATURE INFORMATICHE E SOFTWARE DI BASE. CHIARIMENTI Chiarimenti forniti a seguito di quesiti posti da soggetti interessati alla procedura:

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli