Manuale di immagazzinamento, installazione ed uso degli impianti in condotto sbarra SCP09

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di immagazzinamento, installazione ed uso degli impianti in condotto sbarra SCP09"

Transcript

1 Manuale di immagazzinamento, installazione ed uso degli impianti in condotto sbarra SCP09 ed. Febbraio 2012

2 BTicino S.p.A. si riserva di apportare senza preavviso modifiche e migliorie ai propri prodotti in conseguenza del costante processo di adeguamento produttivo, tecnologico e normativo. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 1 ed. Febbraio 2012

3 AVVERTENZE MOVIMENTAZIONE Pagina 3 Pagina 4 RICEVIMENTO MERCE Pagina 10 SEGNALAZIONI Pagina 11 IMMAGAZZINAMENTO Pagina 12 INSTALLAZIONE Pagina 13 VERIFICHE DA EFFETTUARE DURANTE L'INSTALLAZIONE Pagina 17 VERIFICHE DA EFFETTUARE AL TERMINE DELL'INSTALLAZIONE Pagina 20 VERIFICHE PERIODICHE Pagina 21 SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 2 ed. Febbraio 2012

4 AVVERTENZE Queste istruzioni vengono fornite per poter assicurare un adeguato immagazzinamento, una corretta installazione ed un efficiente uso dell impianto. N.B. leggere attentamente queste istruzioni al ricevimento del materiale e prima di installare e mettere in esercizio l'impianto. L'installazione deve essere effettuata da personale competente ed adeguatamente addestrato, come richiesto dalle norme CEI e EN : (CEI 11-48) o equivalenti norme internazionali o specifiche dei singoli paesi. Al fine di garantire la sicurezza del personale, le operazioni di installazione devono essere effettuate con l impianto fuori tensione, a meno di differenti indicazioni. ATTENZIONE Prestare particolare attenzione mentre si lavora con materiale elettrico a causa dei pericoli legati allo shock elettrico. Gli shock elettrici possono causare gravi danni alla salute e la morte. N.B. E vietato manomettere il materiale prodotto da BTicino S.p.A. o eseguire modifiche senza autorizzazione scritta di BTicino S.p.A.. Nessuna riparazione è autorizzata da BTicino S.p.A.. Ogni manomissione o modifica non autorizzata in forma scritta da BTicino S.p.A. fa decadere la garanzia sul prodotto. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 3 ed. Febbraio 2012

5 MOVIMENTAZIONE Attenersi alle norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro D.lgs. N. 81 del 9/4/2008 (Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) durante l'attività di movimentazione del materiale. Seguire le indicazioni fornite per evitare il danneggiamento del materiale o rischi alle persone. Di seguito si riportano le istruzioni da seguire per la corretta movimentazione dei materiali. 1 Prestare sempre attenzione durante l apertura degli imballi. 2 3 Usare un martello con penna a granchio per aprire le casse di legno usate come contenitori per proteggere i materiali. Prestare le dovute attenzioni quando si movimentano i condotti sbarra. Non sottoporre i condotti a torsione, ad ammaccature, ad impatti violenti o a movimentazioni brusche che potrebbero danneggiare i componenti interni del condotto. 4 5 Non usare le estremità del condotto per sollevarlo. Questo potrebbe, non solo danneggiare il condotto, ma anche causare incidenti alle persone che effettuano la manovra. Se viene utilizzata una gru per l installazione del condotto, usare cinghie di nylon per bilanciare il peso. Non applicare le cinghie o altro sistema per il sollevamento sulle finestre di derivazione o sul cappello della dilatazione. Questo potrebbe danneggiare il condotto. 6 Se il condotto non dovesse essere installato immediatamente, si prega di immagazzinarlo correttamente per il tempo necessario prima dell installazione, secondo quanto riportato nelle istruzioni per l'immagazzinamento Non trascinare il condotto lungo il pavimento. Questo potrebbe danneggiarlo irreversibilmente. Per movimentare efficacemente i condotti possono essere usati dei carrelli elevatori, in questo modo i condotti possono essere sollevati da terra molto facilmente. Non movimentare condotti già assemblati, sollecitando, quindi, la congiunzione elettrica. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 4 ed. Febbraio 2012

6 MOVIMENTAZIONE Fig. 1 Non usare le estremità del condotto per sollevarlo. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 5 ed. Febbraio 2012

7 MOVIMENTAZIONE Fig. 2 Non applicare le cinghie o altro sistema per il sollevamento sulle finestre di derivazione. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 6 ed. Febbraio 2012

8 MOVIMENTAZIONE Fig. 3 Non applicare le cinghie o altro sistema per il sollevamento in posizione non bilanciata. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 7 ed. Febbraio 2012

9 MOVIMENTAZIONE Fig. 4 Prestare le dovute attenzioni quando si movimentano i condotti sbarra. Non sottoporre i condotti a torsione, ad ammaccature, ad impatti violenti o a movimentazioni brusche che potrebbero danneggiare i componenti interni del condotto. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 8 ed. Febbraio 2012

10 MOVIMENTAZIONE OK Fig. 5 Sistema corretto di sollevamento del condotto. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 9 ed. Febbraio 2012

11 RICEVIMENTO MERCE 1 integrità dell'imballo o della merce se consegnata con imballo a vista 2 All'atto del ricevimento merce verificare quanto segue: rispondenza del materiale con il documento di trasporto (D.D.T.) e con il packing-list, se fornito 3 rispondenza del materiale con quanto indicato in conferma d'ordine In caso di problemi, vi preghiamo di inoltrarci segnalazione scritta seguendo le indicazioni riportate nel paragrafo Segnalazioni. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 10 ed. Febbraio 2012

12 SEGNALAZIONI In caso di problemi, vi preghiamo di inoltrarci il reclamo all'indirizzo IT-PostVenditaZucchini allegando il modulo di segnalazione MODZ017. Una corretta e completa compilazione del modulo MODZ017, ci consentirà di rispondere in maniera più tempestiva alla vs segnalazione. Pertanto vi invitiamo a compilare tutti i campi e a fornire una descrizione dettagliata del problema riscontrato. Se possibile, per ogni segnalazione, allegare fotografie degli articoli coinvolti. In caso si voglia segnalare un errore di articolo ricevuto si prega di comunicare il codice articolo riportato sull'imballo e il codice articolo riportato sul pezzo (inviare se possibile fotografie delle etichette). In caso di materiale danneggiato, aggiungere fotografie del pezzo e dell'imballo (se presente). In caso di danno occulto (imballo esterno integro, merce all'interno danneggiata) e se il trasporto é a carico BTicino, si prega di contattarci immediatamente in modo da poter aprire pratica di contestazione al trasportatore. Si ricorda che, il limite massimo per poter effettuare un reclamo di danno occulto, e' di giorni 7 dalla data di ricevimento della merce. Vi consigliamo, nel momento in cui riceve la merce dal trasportatore, di verificare DAVANTI A QUEST'ULTIMO, l'integrita' dell'imballo. Nel caso in cui l'imballo avesse subito danni e/o urti piu' o meno vistosi, vi invitiamo ad annotare MATERIALE RICEVUTO DANNEGGIATO sul D.D.T. in modo da poterci permettere di avviare una pratica di contestazione nei confronti del trasportatore stesso. Se il trasportatore si rifiutasse di farvi riportare l'annotazione sul D.D.T. o di farvi eseguire il controllo visivo, le suggeriamo di RESPINGERE LA MERCE. Questa procedura ci permette una gestione immediata delle pratiche di reclamo con il trasportatore e ci consente di poter riconsegnare rapidamente la merce che eventualmente è pervenuta non integra. In caso di trasporto a vs. carico, vi consigliamo di procedere con la contestazione immediata nei confronti del trasportatore. Se si ritiene che sia necessario un ns intervento di assistenza tecnica, barrare l'apposita casella sul modulo MOD Z017. Si fa presente che l'intervento di assistenza tecnica potrà essere a pagamento (tariffario ANIE più spese vive) qualora il problema dovesse risultare legato a problemi di installazione e/o malfunzionamenti e danneggiamenti causati dal cliente. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 11 ed. Febbraio 2012

13 IMMAGAZZINAMENTO Di seguito si riportano le istruzioni da seguire per il corretto immagazzinamento dei materiali. Queste istruzioni vengono fornite per poter assicurare un adeguato immagazzinamento, una corretta installazione ed un efficiente uso dell impianto. L'installazione deve essere effettuata da personale competente ed adeguatamente addestrato, come richiesto dalle norme CEI e EN : (CEI 11-48) o equivalenti norme internazionali o specifiche dei singoli paesi. Al fine di garantire la sicurezza del personale, le operazioni di installazione devono essere effettuate con l impianto fuori tensione, a meno di differenti indicazioni. E' opportuno immagazzinare il materiale in ambienti chiusi e secchi. Se il condotto dovesse essere immagazzinato per brevi-medi periodi all aperto, si raccomanda di coprirlo adeguatamente al fine di prevenire l infiltrazione accidentale di pioggia e il conseguente danneggiamento delle sbarre. Il materiale può essere trasportato ed immagazzinato ad una temperatura compresa tra 25 C e +55 C. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 12 ed. Febbraio 2012

14 INSTALLAZIONE 1 non posizionare il condotto sbarra in prossimità di tubi contenenti liquidi 2 Prima di procedere all'installazione verificare l'integrità del materiale. Nell'installazione di un condotto sbarra è bene rispettare le seguenti indicazioni: utilizzare per l'installazione gli staffaggi forniti da Bticino seguendo le prescrizioni riportate nel catalogo 3 utilizzare solo accessori forniti da Bticino verificare che la tensione di esercizio coincida con quella indicata sulla targa del prodotto verificare che la corrente di lavoro dell'impianto non sia superiore alla corrente nominale del prodotto, eventualmente declassata verificare se la portata del condotto deve essere declassata (ad esempio per temperatura ambiente elevata, presenza di armoniche, ecc.) non installare il prodotto standard in ambienti particolari (elevate concentrazioni di cloro, atmosfere esposive, ecc). 8 se l'installazione è in esterno o ha tratti esterni, è necessario proteggere il condotto con un adeguato tettuccio di protezione. Il grado IP55 può essere alterato da una installazione esterna non adeguatamente protetta. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 13 ed. Febbraio 2012

15 INSTALLAZIONE Per collegare due elementi procedere come riportato nella figura 6. Tale illustrazione è presente anche su ogni pezzo rettilineo. Per una corretta installazione, è opportuno ricordare che: 1 il monoblocco preinstallato non deve essere smontato 2 si deve prestare attenzione alla posizione del neutro 3 il dentino del monoblocco deve incastrarsi nello scasso presente nella lamiera dell'elemento da collegare 4 è opportuno inserire il monoblocco facendolo scorrere dall'alto 5 usare il cappello della congiunzione fornito in confezione separata per posizionare gli elementi alla corretta distanza 6 serrare il monoblocco 7 8 non è necessaria una chiave dinamometrica per la chiusura del monoblocco, poiché la chiusura avviene attraverso un dado autotranciante che si rompe al raggiungimento della coppia di rottura corretta fissare entrambi i cappelli con gli appositi dadi forniti a corredo o utilizzando dadi con rondelle dentellate, la coppia suggerita è pari a 25 Nm. Per serrare correttamente i dadi autotrancianti usare la sequenza riportata nella figura 7 in base al tipo di condotto da installare (singolo con 1, 2 o 3 dadi, doppio con 2, 4 o 6 dadi) SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 14 ed. Febbraio 2012

16 INSTALLAZIONE Fig. 6 Schema di collegamento tra elementi di condotto sbarra SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 15 ed. Febbraio 2012

17 INSTALLAZIONE Fig. 7 Sequenza per il corretto serraggio dei dadi autotrancianti SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 16 ed. Febbraio 2012

18 VERIFICHE DA EFFETTUARE DURANTE L'INSTALLAZIONE 1 verificare l'allineamento della linea lungo le tre direzioni principali Al fine di garantire la corretta installazione del condotta sbarra, durante il montaggio vanno eseguite le verifiche di seguito riportate: verificare la distanza di 270mm tra i due elementi vedi figura 8. Questo tipo di verifica può essere effettuata utilizzando il cappello della congiunzione. verificare il corretto inserimento del consenso meccanico dei monoblocchi con gli spacchi degli elementi, vedi figura 9 e 10. effettuare controlli visivi per accertare lo stato delle plastiche (assenza di plastiche rotte o lesionate e assenza di materiale estraneo) e delle barre in caso di apertura del monoblocco dopo il montaggio, usare dei dadi autotrancianti nuovi o richiudere usando una chiave dinamometrica tarata. La coppia di serraggio deve essere pari a 85Nm, vedi figura 11. N.B. Non aprire i monoblocchi: singole parti non esistono come ricambi. In caso di necessità provvedere alla sostituzione dell intero monoblocco. Non usare materiali estranei (quali vernici, silicone, vaselina) per il montaggio né sul monoblocco né sulle barre. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 17 ed. Febbraio 2012

19 VERIFICHE DA EFFETTUARE DURANTE L'INSTALLAZIONE Fig. 8 Verificare la distanza di 270mm tra i due elementi Fig. 9 verificare il corretto inserimento del consenso meccanico dei monoblocchi con gli spacchi degli elementi Fig. 10 SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 18 ed. Febbraio 2012

20 VERIFICHE DA EFFETTUARE DURANTE L'INSTALLAZIONE Fig. 11 Dadi autotrancianti con coppia di serraggio nominale pari a 85Nm. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 19 ed. Febbraio 2012

21 VERIFICHE DA EFFETTUARE AL TERMINE DELL'INSTALLAZIONE Dopo aver completato l installazione come spiegato nei paragrafi precedenti occorre effettuare almeno i seguenti controlli per assicurarsi che il condotto sia pronto per la messa in esercizio: 1 verificare l'allineamento della linea lungo le tre direzioni principali verificare che tutti i dadi autotrancianti siano stati rotti verificare che tutti i cappelli delle congiunzioni siano stati montati correttamente Effettuare una prova di isolamento a 1000 Vcc, il valore della resistenza di isolamento da ottenere deve essere superiore a 500 MΩ Effettuare una misura di resistenza di terra dell'impianto 6 Le predette verifiche non sostituiscono, ma integrano quelle previste dalle norme di installazione specifiche dei singoli paesi o dedicate a specifiche installazioni. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 20 ed. Febbraio 2012

22 VERIFICHE PERIODICHE Si ricorda che un impianto elettrico in condotto sbarra deve essere soggetto a verifiche periodiche come specificato nelle varie norme applicabili quali il D.lgs. N. 81 del 9/4/2008 (Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) Le verifiche da effettuare sono indicate nelle Istruzioni di verifica, controllo e manutenzione degli impianti in condotto sbarre SCP. SCP09 Manuale immagazzinamento, installazione ed uso pag. 21 ed. Febbraio 2012

23 Per maggiori informazioni o chiarimenti si prega di contatta il servizio assistenza prodotti a marchio Zucchini Tel: Fax: IT-PostVenditaZucchini ed. Febbraio 2012

manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Miglioriamo la qualità della vita www.vaimas.com

manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Miglioriamo la qualità della vita www.vaimas.com manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Indice AVVERTENZE DESCRIZIONE COMPONENTI MONTAGGIO SICUREZZA Consigli d uso MANUTENZIONE PULIZIA DEMOLIZIONI DATI TECNICI Componenti GARANZIA 02 03 04 05 05 05

Dettagli

Libretto verifiche e controlli per

Libretto verifiche e controlli per Libretto verifiche e controlli per Gru a torre n fabbrica matricola ISPESL Eseguendo le verifiche e i controlli è necessario osservare quanto segue: - le norme di legge italiane e comunitarie, - le norme

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

SUNSYS-B10. PV inverter. Guida Rapida

SUNSYS-B10. PV inverter. Guida Rapida SUNSYS-B10 PV inverter Guida Rapida CONVENZIONI USATE Le avvertenze di sicurezza ed i simboli nelle presenti istruzioni per l uso sono definite nel modo seguente: Pericolo di morte in caso di inosservanza.

Dettagli

I E D C E R T. Net MA N A G E ME N T S Y S T E M ISO 9001: 2000 RAVI 9105. Gruppi di Comando Serie COMPACT

I E D C E R T. Net MA N A G E ME N T S Y S T E M ISO 9001: 2000 RAVI 9105. Gruppi di Comando Serie COMPACT C E R T I F MA N A G E ME N T I E D Net ISO 9001: 2000 RAVI 9105 I S Y S T E M Gruppi di Comando Serie COMPACT 6 Gruppi di Comando a Combinatori Serie COMPACT - tipo GMC Caratteristiche principali I combinatori

Dettagli

DOCUMENTO DI VENDITA

DOCUMENTO DI VENDITA DOCUMENTO DI VENDITA - il presente listino annulla tutti i precedenti. - i prezzi devono essere intesi franco nostro magazzino di Matera (MT) - iva esclusa. - i prezzi possono comunque subire dei cambiamenti

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 AVVERTENZE TECNICHE DI SICUREZZA SULL' ASSISTENZA MANUTENTIVA Questo Manuale d'uso

Dettagli

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio KDIX 8810 Istruzioni di montaggio Sicurezza della lavastoviglie 4 Requisiti di installazione 5 Istruzioni di installazione 7 Sicurezza della lavastoviglie La vostra sicurezza e quella degli altri sono

Dettagli

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Caratteristiche principali Il contattore LOGO TL-AFS 19, di piccole dimensioni e notevole portata, è realizzato per i settori della trazione e della movimentazione

Dettagli

Garanzia sui prodotti

Garanzia sui prodotti Garanzia sui prodotti Garanzia sui prodotti Il certificato di garanzia rilasciato dalla Sidel per ogni fornitura di finestre in legno e legno-alluminio valido per 10 anni è riferito alle sole finestre

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 8 PER L INSTALLAZIONE DI BARRIERE MOTORIZZATE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione Prima dell installazione verificare la compatibilità dell attuatore con le caratteristiche ambientali. Leggere attentamente le istruzioni prima di effettuare qualsiasi operazione. L installazione e la

Dettagli

www.gisaitalia.it MOD. HAWAII HD progettazioni costruzioni elettroniche ASCIUGACAPELLI ASCIUGACAPELLI MOD HAWAII HD CON SALISCENDI

www.gisaitalia.it MOD. HAWAII HD progettazioni costruzioni elettroniche ASCIUGACAPELLI ASCIUGACAPELLI MOD HAWAII HD CON SALISCENDI ASCIUGACAPELLI ASCIUGACAPELLI MOD HAWAII HD CON SALISCENDI www.gisaitalia.it modello HAWAII HD 1 Asciugacapelli da parete ad aria calda modello HAWAII HD. Questo apparecchio è stato costruito con cura

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE Pannello solare SFSD10 Attenzione! Leggere attentamente le seguenti istruzioni prima del montaggio e della messa in funzione dell impianto.

Dettagli

Pedaliera. Automazione industriale

Pedaliera. Automazione industriale 6200 Pedaliera La pedaliera 6200 è un apparecchio economico utilizzato per il comando di qualsiasi macchina operatrice industriale. Essendo un comando ausiliario, interviene sul motore della macchina attraverso

Dettagli

! "# $ % &'( ) *!) "$ % +) ", % +!# $ - )! )!. ) +!# $ / 0 0 1. 2 / / 3) ) +!# $ +! $ ' 4 ) " 0 0 1 % // )) / ) # $ - / / # $ - /.

! # $ % &'( ) *!) $ % +) , % +!# $ - )! )!. ) +!# $ / 0 0 1. 2 / / 3) ) +!# $ +! $ ' 4 )  0 0 1 % // )) / ) # $ - / / # $ - /. ! "# $ % &'( ) *!) "$ % +) ", % +!# $ )! )!. ) +!# $ / 0 0 1. 2 / / ) ) +!# $ +! $ ' 4 ) " 0 0 1 % // )) / ) / # $ / / # $ /. /. / 0 5 / 0 / / 0 # ) # $ / / ) / ) / / 6. $ / 6 1 # $ / 6 '!# $ / 6!"# /

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico

Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico Radiatore Scaldasalviette elettrico. Lo scaldasalviette elettrico deve essere installato da un elettricista professionale o tecnico qualificato

Dettagli

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26 Tecnica d ammortizzo CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D F m V S Vantaggi Applicazioni: - Ascensori per persone e per carichi Sicurezza: - Interruttore di posizione

Dettagli

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445 Con la

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

L equipaggiamento elettrico delle macchine

L equipaggiamento elettrico delle macchine L equipaggiamento elettrico delle macchine Convegno La normativa macchine: obblighi e responsabilità 4 giugno 05 Ing. Emilio Giovannini Per. Ind. Franco Ricci U.F. Prevenzione e Sicurezza Verifiche Periodiche

Dettagli

5. TARATURA Per ragioni di ordine pratico e per agevolare la fase di messa in funzione dell impianto di sollevamento, la taratura del limitatore di carico viene eseguita staticamente presso il nostro laboratorio

Dettagli

IDENTIFICAZIONE E SCOPO PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE E SCOPO PRODOTTO CFTF 250 E un cala feretri manuale per tombe di famiglia pensato per operatori professionali ed addetti alla tumulazione. Consente la tumulazione di feretri fino a 250 Kg di peso nelle tombe di famiglia

Dettagli

Manuale Operativo Stabilizzatore Elettronico di Tensione Serie STE

Manuale Operativo Stabilizzatore Elettronico di Tensione Serie STE STABILIZZATORE ELETTRONICO DI TENSIONE SERIE STE Pagina 2 di 8 INDICE 1. Sicurezza...3 Sicurezza del prodotto...3 Identificazione dei pericoli e misure di prevenzione...3 Rischi di natura elettrica...3

Dettagli

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Istruzioni Centro controllo motori CENTERLINE 2500 - Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Ricevimento IMPORTANTE Quando Rockwell Automation consegna al corriere l'apparecchiatura, questa viene considerata

Dettagli

29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE

29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE 29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE 2 MANUALE D USO E MANUTENZIONE ISTRUZIONI ORIGINALI INDICE CAPITOLO PAGINA 1. DESCRIZIONE GENERALE Congratulazioni 3 Destinazione d uso Descrizione

Dettagli

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60 Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO Questa guida contiene una serie di suggerimenti per installare i prodotti Abba Solar della serie ASP60 ed è rivolta

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE PQO.07 Pagina N : 1 Elaborato RESP. UFF. ACQUISTI : N Tot. Pagine: 8 Indice Rev.: 1 Verificato DIRETTORE GENERALE: Data emissione: 01-09-2004 Approvato RESP. ASS. : 1. INTRODUZIONE Nel presente Capitolato

Dettagli

SICUREZZA ROTTURA MOLLA

SICUREZZA ROTTURA MOLLA SICUREZZA ROTTURA MOLLA 052010 IMPORTANTE: Le molle in tensione sono provviste di una tensione alta; fare sempre molta attenzione, soprattutto in fase di regolazione ed uso di tiranti (12025) che siano

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE. Istruzione Operativa Pag. 2 di 10. IO 01.CondGar_DV: Condizioni di garanzia prodotti Divisione Vehicle

MANUALE DELLE PROCEDURE. Istruzione Operativa Pag. 2 di 10. IO 01.CondGar_DV: Condizioni di garanzia prodotti Divisione Vehicle Istruzione Operativa Pag. 2 di 10 1. SCOPO Definire le condizioni generali di garanzia dei prodotti realizzati e/o venduti dalla Divisione Vehicle, nonché la conseguente gestione del materiale Non Conforme

Dettagli

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE 1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE RIGUARDANO LA VENDITA DEI MACCHINARI? Pagina 1 di 18 Convegno fallimentare - 9 novembre

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 9 PER L INSTALLAZIONE DEI CANCELLI MOTORIZZATI A SCORRIMENTO VERTICALE DAL BASSO VERSO L ALTO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE

Dettagli

GUIDA OPERATORE CARRELLO INDUSTRIALE SEMOVENTE

GUIDA OPERATORE CARRELLO INDUSTRIALE SEMOVENTE GUIDA PRATICA DI SICUREZZA PER OPERATORI ADIBITI ALLA GUIDA DEI CARRELLI ELEVATORI INDUSTRIALI SEMOVENTI NORME PER LA GESTIONE DEI CARRELLI PREMESSA Il presente opuscolo ha lo scopo di indicare ai carrellisti

Dettagli

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E 85-110 reti anticaduta e divisorie 85-110 RAL 1021 Paracolpi lamiera GIALLO FLUORESCENTE Paracolpi polietilene ZINCATO Fiancate, correnti e accessori Scaffalatura interamente realizzata in lamiera di acciaio

Dettagli

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando Potenziometro per montaggio nel 8455 Istruzioni per l uso Additional languages www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Informazioni relative alle istruzioni per

Dettagli

Condizioni generali di vendita

Condizioni generali di vendita Ergontek snc di Villa Andrea e Bagnato Francesco Via F.lli Cairoli 14 20034 Giussano MB Italia info@ergontek.it www.ergontek.it Ergontek snc di Andrea Villa e Bagnato Francesco Oggetto del contratto Modalità

Dettagli

0051 CPD 0080 0051 CPD 0081

0051 CPD 0080 0051 CPD 0081 LINEA 60 LINEA 80 LINEA 100 MONO PARETE IN ALLUMINIO MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 06 0051 0051 CPD 0080 0051 CPD 0081 MI-MP_1.2.odt 1/8 AVVERTENZE L'installazione deve essere effettuata

Dettagli

AVVERTENZE IMPORTANTI

AVVERTENZE IMPORTANTI Condizioni Generali di Garanzia per tablet e smartphone Il prodotto INNO HIT è coperto da una garanzia di 24 mesi dalla data d'acquisto con scontrino fiscale, 12 mesi con fattura. Gli accessori hanno una

Dettagli

Norma 17-13. Generalità

Norma 17-13. Generalità QUADRI ELETTRICI Generalità Norma 17-13 I quadri elettrici, sono da considerare componenti dell impianto. Essi devono rispondere alla Norma CEI 17-13, che riporta le prescrizioni generali e distingue:

Dettagli

Your Global Partner For Cam Motion Technology ELEVATORE A PALETTE EL 2001 EL 2001. meeting a new challenge! July 08. C003ita/0

Your Global Partner For Cam Motion Technology ELEVATORE A PALETTE EL 2001 EL 2001. meeting a new challenge! July 08. C003ita/0 Your Global Partner For Cam Motion Technology ELEVATORE A PALETTE meeting a new challenge! July 08 C003ita/0 1. AVVERTENZE GENERALI 1.1 Divieto di riproduzione Il presente manuale è di proprietà della

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Scaffalatura fissa TECFIX Documento generico riferito al prodotto Tecnofix. Per dettagli specifici riferiti ad ogni singolo impianto personalizzato contattare l Ufficio Tecnico

Dettagli

TENDE ALLA VENEZIANA 15-25. Istruzioni d uso e manutenzione. UTE 7.3IS34 rev.2

TENDE ALLA VENEZIANA 15-25. Istruzioni d uso e manutenzione. UTE 7.3IS34 rev.2 TENDE ALLA VENEZIANA 15-25 Istruzioni d uso e manutenzione UTE 7.3IS34 rev.2 INFORMAZIONI GENERALI E DI SICUREZZA In questo manuale sono elencate le istruzioni per una corretta installazione, utilizzazione

Dettagli

FESSURIMETRI MECCANICI. Manuale d'uso

FESSURIMETRI MECCANICI. Manuale d'uso FESSURIMETRI MECCANICI Manuale d'uso INDICE Introduzione Pag. 4 Descrizione Pag. 4 Controlli preliminari Pag. 6 Installazione Pag. 6 Esecuzione delle misure Pag. 9 Elaborazione delle misure Pag. 9 Troubleshooting

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL

MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL Edizione Settembre 2013 Sicurpal S.r.l. Via Caduti in Guerra, 10/C Villavara di Bomporto (MO)

Dettagli

ALARMBOX. Istruzioni per l uso Allarme remoto per i ventilatori CARAT e TRENDvent

ALARMBOX. Istruzioni per l uso Allarme remoto per i ventilatori CARAT e TRENDvent HOFFRICHTER GmbH Mettenheimer Straße 12 / 14 19061 Schwerin Germany Tel: +49 385 39925-0 Fax: +49 385 39925-25 E-Mail: info@hoffrichter.de www.hoffrichter.de ALARM ALARMBOX Alarmbox-ita-1110-02 N. art.:

Dettagli

MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA

MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA 1 INDICE 1 INFORMAZIONI GENERALI 1.1 Simbologia utilizzata nel manuale...3 1.2 Avvertenze generali...3 1.3 Avvertenze per la sicurezza...3 2 CARATTERISTICHE

Dettagli

SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE

SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE INDICE 2 LETTERA ALLA CONSEGNA INFORMAZIONI GENERALI Identificazione della macchina Dati del costruttore Servizio assistenza tecnica Garanzia

Dettagli

GARANZIA BATTERIE DI TRAZIONE INDUSTRIALE

GARANZIA BATTERIE DI TRAZIONE INDUSTRIALE GARANZIA BATTERIE DI TRAZIONE INDUSTRIALE Le batterie da trazione vengono normalmente fornite con acido già cariche e pronte per l impiego. Tuttavia prima di mettere in servizio una batteria nuova è sempre

Dettagli

innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1

innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1 innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1 GEOtop 1 Grazie per aver scelto il nostro prodotto. Vi preghiamo di leggere attentamente questo manuale prima di installare

Dettagli

ARGO LAB MIX Mixer per provette. Manuale d uso

ARGO LAB MIX Mixer per provette. Manuale d uso ARGO LAB MIX Mixer per provette Manuale d uso 1 Indice dei contenuti 1 Garanzia... 2 1. Istruzioni di sicurezza... 3 2 Uso corretto... 4 3 Controllo dello strumento... 4 4 Test di prova... 4 5 Comandi...

Dettagli

7.2 Controlli e prove

7.2 Controlli e prove 7.2 Controlli e prove Lo scopo dei controlli e delle verifiche è quello di: assicurare che l ascensore sia stato installato in modo corretto e che il suo utilizzo avvenga in modo sicuro; tenere sotto controllo

Dettagli

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO Installatore: GUIDA TAU PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN 12453, EN 12445 Con la

Dettagli

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Con la presente pubblicazione

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DI PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILE DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 1. Gruppi utente Mansione Operatore Personale specializzato ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 Uso, controllo visivo Montaggio, smontaggio, riparazione, manutenzione

Dettagli

MANUALE D'USO E PRIMA CONFIGURAZIONE. Telecamera IP Wireless

MANUALE D'USO E PRIMA CONFIGURAZIONE. Telecamera IP Wireless MANUALE D'USO E PRIMA CONFIGURAZIONE Telecamera IP Wireless Modello 090-IPW G.S.A. Elettronica www.gsaelettronica.com pag. 1 Indice Precauzioni... Pag. 3 Avvertenze e Note... Pag. 4 Software e collegamenti....

Dettagli

FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO CB AQA THERM FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

Dettagli

Italiano. 1 di 6. A9640056, A9640057, A9640168 e A9640169. Ricambi forniti:

Italiano. 1 di 6. A9640056, A9640057, A9640168 e A9640169. Ricambi forniti: Italiano Istruzioni di montaggio: Speed Triple 050 dal n. di telaio 46 e Speed Triple 050 R, Street Triple RX, Street Triple dal n. di telaio 560477, Street Triple R dal n. di telaio 560477, Daytona 675

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

Richiesta di estensione gratuita della garanzia

Richiesta di estensione gratuita della garanzia Richiesta di estensione gratuita della garanzia (parte da rispedire in busta chiusa a LOGISTY/Atral) Da compilare solo per apparecchiature ad integrazione di un impianto già installato. Se state installando

Dettagli

Nuove norme sulla protezione contro i fulmini

Nuove norme sulla protezione contro i fulmini Nuove norme sulla protezione contro i fulmini Pubblicato il: 31/05/2006 Aggiornato al: 31/05/2006 di Gianfranco Ceresini Nello scorso mese di aprile sono state pubblicate dal CEI le attese nuove norme

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO IN SICUREZZA DI ASCENSORI, MONTACARICHI E PIATTAFORME ELEVATRICI Emanato con D.R. Rep. n. 16022/2010 prot. n. 7682 del 26/05/2010. Entrato in vigore l'11/06/2010. Regolamento

Dettagli

Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo

Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo Nella vostra azienda si garantisce la sicurezza durante gli interventi di manutenzione? Le persone più a rischio sono i manutentori e gli operatori

Dettagli

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico.

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. R35/8G R60/8G R120/3G IT Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. Istruzioni per l uso Indice Introduzione... 4 Garanzia... 4 Istruzioni

Dettagli

Quadri elettrici e norme di riferimento

Quadri elettrici e norme di riferimento Quadri elettrici e norme di riferimento Nella realizzazione di un impianto di sicurezza, un attenzione particolare va posta al quadro elettrico, al quale fa capo l alimentazione dell impianto stesso. Innanzitutto,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA 1 SCOPO... 1 2 RIFERIMENTI... 1 3 APPLICABILITÀ... 1 4 CLAUSOLE GENERALI... 2 4.1 Accesso allo stabilimento... 2 4.2 Riservatezza... 2 4.3 Sub-fornitura... 2 4.4 Garanzia... 2 5 DISPOSIZIONI IN MATERIA

Dettagli

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic Pag. 1 di 6 Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic CEE 0426 DIRETTICTIVA 93/42 DISPOSITIVI MEDICI Pag. 2 di 6 INDICE Numero Titolo Pagina 1 Avvertenze 3 2 Introduzione 3 2.1 Riferimenti Normativi 3

Dettagli

MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011

MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011 MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011 INDICE INSTALLAZIONE...3 INTERRUTTORE DI SICUREZZA...3 SCHEMA ELETTRICO...4 GRAFICI PORTATE......5

Dettagli

Manuale d'uso Interruttori magnetici a galleggiante Modello RSM e HIF

Manuale d'uso Interruttori magnetici a galleggiante Modello RSM e HIF Manuale d'uso Interruttori magnetici a galleggiante Modello RSM e HIF Interruttore magnetico a galleggiante Fig. a sinistra: modello RSM, Fig. a destra: modello HIF Manuale d'uso interruttori magnetici

Dettagli

POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI

POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI 2 POWERLINE 14 LINEA ISOLATA PER ALIMENTAZIONE ELETTRICA DI MEZZI MOBILI Caratteristiche e vantaggi Un programma completo di linee

Dettagli

K (CA) Chromel / alumel

K (CA) Chromel / alumel Termoregolatore E5C2 Termoregolatore con impostazione analogica e dimensioni DIN 48x48 Termoregolatore compatto ed economico. Incorpora una funzione di controllo proporzionale e di regolazione del riassetto.

Dettagli

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO Installatore: GUIDA TAU PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN 12453, EN 12445 Con la presente

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

Motore C20 per finestra THERMO

Motore C20 per finestra THERMO Motore C20 per finestra THERMO Note: Si raccomanda di leggere con attenzione e comprendere le istruzioni allegate ad ogni motore prima di procedere con l'installazione e seguirle attentamente per ottenere

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO

MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO Zona Industriale Taccoli, 62027 SAN SEVERINO MARCHE (MC) Tel. e Fax 0733.636253 www. Cometsrl.it e-mail: info@cometsrl.it MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI

Dettagli

Sicurezza nei lavori in presenza di rischi elettrici

Sicurezza nei lavori in presenza di rischi elettrici Con la pubblicazione della IV edizione della Norma CEI 11-27: Lavori su impianti elettrici sono state introdotte alcune sostanziali modifiche rispetto alla precedente edizione che non è più applicabile

Dettagli

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore ...0 IM-P0- MI Ed. IT - 00 Monitor automatico Spiratec RC per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore RC 0. Introduzione. Descrizione. Descrizione della tastiera. Funzionamento normale. Modo

Dettagli

RECUPERATORE DI CALORE PUNTIFORME A MURO

RECUPERATORE DI CALORE PUNTIFORME A MURO RECUPERATORE DI CALORE PUNTIFORME A MURO Twin Fresh Comfo RA1-50 160 Manuale di uso ed installazione INDICE Introduzione pag.3 Contenuto della confezione pag.3 Caratteristiche tecniche pag.3 Sicurezza

Dettagli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Rev 3.00 In conformità alla Direttiva Macchine 98/37/CE e alle parti applicabili delle norme EN 13241-1; EN 12453; EN 12445; EN 12635. 01/09/2007

Dettagli

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione SISTEMA SOLARE BSTD Manuale di montaggio e messa in funzione 1 INDICE AVVERTENZE PER LA SICUREZZA 3 ELENCO DEI COMPONENTI 4 INFORMAZIONI GENERALI 4 ACCUMULO BSTD 4 Descrizione generale 4 Dati tecnici 5

Dettagli

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1 02/200 Mod:KCGD1/AS Production code:kev/1 Sommario I. SCHEMA DI INSTALLAZIONE...... 4 II. III. IV. SCHEMA ELETTRICO....... 1. Schema elettrico AC 230 50/0 Hz.. CARATTERISTICHE GENERALI...... 1. Descrizione

Dettagli

INDICE. Suoneria telefonica amplificata

INDICE. Suoneria telefonica amplificata Suoneria telefonica amplificata INDICE 1. INTRODUZIONE 3 1.1. Avvertenze 3 1.2. Contenuto dell'imballo 3 1.3. Caratteristiche di TUONO 4 1.4. Elementi operativi 4 2. INSTALLAZIONE 6 2.1. Sostituzione delle

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

NPA-CP. Pulsantiera pensile per comando diretto. Sollevamento edile. Sollevamento industriale. Tecnologie per lo spettacolo. Automazione industriale

NPA-CP. Pulsantiera pensile per comando diretto. Sollevamento edile. Sollevamento industriale. Tecnologie per lo spettacolo. Automazione industriale NPA-CP Pulsantiera pensile per comando diretto La pulsantiera NPA-CP è un apparecchio utilizzato per il comando diretto di qualsiasi macchina industriale. È un comando industriale, non civile, in quanto

Dettagli

PORTAPALLET 80-115 PORTAPALLET PORTAPALLET

PORTAPALLET 80-115 PORTAPALLET PORTAPALLET 80-115 Scaffalatura interamente realizzata in lamiera di acciaio di prima scelta certificata 3.1 e profilata a freddo con acciaio zincato secondo procedimento SENDZIMIR. La verniciatura viene eseguita

Dettagli

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv 1 L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv La Norma CEI EN 50107 ( entrata in vigore nel settembre del 1999 e classificata come 34-86) fornisce i criteri

Dettagli

I lavori elettrici dal D.Lgs 81/2008 alle Norme Tecniche

I lavori elettrici dal D.Lgs 81/2008 alle Norme Tecniche Sezione Toscana e Umbria I lavori elettrici dal D.Lgs 81/2008 alle Norme Tecniche Dott. Ing. Emilio Giovannini Direttore UO Prevenzione Protezione dai Rischi ASL1 di Massa Carrara Consigliere AEIT sezione

Dettagli

SEMINARIO. Le nuove regole

SEMINARIO. Le nuove regole SEMINARIO Le nuove regole I lavori non elettrici alla luce della IV edizione della norma CEI 11-27 Ing. Fausto Di Tosto INAIL Coordinatore del GdL INAIL per i Lavori sotto tensione ROMA, 11 MARZO 2014

Dettagli

In senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a

In senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a In senso di marcia Manuale dell utente ECE R44 04 Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a 1 ! Grazie per aver scelto izi Up FIX di BeSafe BeSafe ha sviluppato questo seggiolino con cura e attenzione particolari,

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Egregio Cliente, La ringraziamo per aver scelto la qualità dei nostri prodotti. La ditta LEON rimane, comunque, a Sua disposizione per ogni chiarimento o esigenza tecnica e

Dettagli

un impianto di sicurezza

un impianto di sicurezza Impianti di sicurezza Vademecum per i collaudi Adalberto Biasiotti Le disposizioni legislative, gli allegati, le verifiche e le responsabilità. Ecco che cosa bisogna rispettare e quali sono le modalità

Dettagli

Indice generale. Termini e condizioni contrattuali. Introduzione. Accettazione delle condizioni di vendita. Modalità di acquisto

Indice generale. Termini e condizioni contrattuali. Introduzione. Accettazione delle condizioni di vendita. Modalità di acquisto Indice generale Termini e condizioni contrattuali...1 Introduzione...1 Accettazione delle condizioni di vendita...1 Modalità di acquisto...1 Garanzie...2 Garanzia legale...2 Esclusione della garanzia...2

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI & Valutazione del RISCHIO ELETTRICO. Il RISCHIO ELETTRICO. Dal punto di consegna... D.Lgs 81 R.el. - Pagani 1

IMPIANTI ELETTRICI & Valutazione del RISCHIO ELETTRICO. Il RISCHIO ELETTRICO. Dal punto di consegna... D.Lgs 81 R.el. - Pagani 1 IMPIANTI ELETTRICI & Valutazione del RISCHIO ELETTRICO Dal punto di consegna... 2 Il RISCHIO ELETTRICO è da intendersi come il rischio di infortunio CAUSATO da un impianto elettrico Il danno conseguente

Dettagli

Istruzioni di montaggio SD Sistemi per prove su molle

Istruzioni di montaggio SD Sistemi per prove su molle SD 50 SD 500) a) Principali elementi della struttura a. Telaio trazione b. Tre viti con impugnatura 1. 2. 3. b) Montaggio : passo dopo passo a. Liberare la piastra di base svitando la vite nera Complimenti

Dettagli

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss NEAR MISS Si definisce near miss o quasi infortunio qualsiasi evento, correlato al lavoro, che avrebbe potuto causare un infortunio o danno alla salute (malattia) o morte ma, solo per puro caso, non lo

Dettagli

GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME

GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME pren 12650-1* - pren 12650-2*

Dettagli