DISCORSO UFFICIALE ASSESSORE REGIONALE ELENA DONAZZAN 81 a ADUNATA NAZIONALE ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI Bassano del Grappa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISCORSO UFFICIALE ASSESSORE REGIONALE ELENA DONAZZAN 81 a ADUNATA NAZIONALE ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI Bassano del Grappa"

Transcript

1 Numero 51 - Anno IX/6 - Novembre 2008 Fotocopiato in proprio da: Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Milano - Gruppo Milano Centro Giulio Bedeschi Redazione: Via Vincenzo Monti Milano - tel Responsabile: Alessandro Vincenti - Inviato gratis ai Soci DISCORSO UFFICIALE ASSESSORE REGIONALE ELENA DONAZZAN 81 a ADUNATA NAZIONALE ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI Bassano del Grappa Presidente Perona, Comandante delle Truppe Alpine Generale Petti, Signor Sindaco, autorità, Alpini, ogni adunata è unica nel suo genere, ma mi permetterete di dire che questa per me è particolarmente speciale. Non nascondo a tutti Voi la mia emozione per poter, una seconda volta, occasione unica nella vita di una persona, rappresentare la mia Regione nei saluti ufficiali che vengono rivolti all Associazione Nazionale Alpini in occasione di un Adunata Nazionale. E questa volta nella mia città. Sarà, il mio, un intervento pieno di ringraziamenti! Ringrazio Dio per avermi dato la possibilità di vivere questi giorni in qualità di rappresentante la mia Regione. Devo ringraziare l Associazione Nazionale Alpini per avere voluto l Adunata Nazionale a Bassano del Grappa, per quello che significa. Un grazie lo devo e lo rivolgo al Presidente Galan che mi ha concesso l onore di portare i saluti ufficiali della Regione del Veneto a suo nome. Ma il grazie più sentito lo rivolgo a Lei, Presidente Perona e a questo Consiglio Nazionale, che ho imparato a conoscere negli ultimi anni, uomini di cui ho apprezzato l alta moralità, lo stile rigoroso, l attaccamento all Associazione, lo spirito autenticamente alpino. Una classe dirigente di cui l Italia tutta avrebbe bisogno. Ringrazio Voi tutti per volere Adunate nazionali dal profondo significato. Venerdì mattina in Cima Grappa Lei Presidente ha richiamato a questo, ponendo a noi tutti una domanda. Poche sintetiche parole per dare la risposta: Monte Grappa, tu sei la mia Patria! Ecco il perché dell Adunata Nazionale a Bassano, così inscindibilmente legato al Nel corso dell appassionante discorso Monte Grappa. Le adunate, lo insegnate Voi, sono destinate ad una città per il significato che vogliono evocare, non per la capacità di una città o regione di rispondere, ed ecco perché non deve stupire se, a distanza di soli due anni, ci sono state le Adunate di Asiago ed ora questa di Bassano del Grappa. Il Veneto è terra di storia Patria, è terra alpina, perché non vi è casa che non abbia almeno una penna nera. Il Veneto è il Piave, il Montello, l Altopiano di Asiago con l Ortigara, il Pasubio e, al centro di questo fronte, il Grappa. Dall Ortigara, dalla colonna mozza, dal calvario degli Alpini, dove salimmo tra la neve che persisteva quasi ad accoglierci fermando il tempo, per farci entrare nella leggenda e nel mito. Il mito del sacrificio degli Alpini. PER NON DI- MENTICARE è l ordine inciso sulla pietra. Avete, l Associazione ha, noi abbiamo, marciato sulle orme dei Padri per rispettare quell ordine. Come vi eravate promessi, come ci avete indicato. E sempre nel rispetto di quell - ordine, scesi dall Ortigara avete dato il PASSO, Alpin del Domm 1

2 per salire il Monte Sacro alla Patria. Il Grappa. Il Grappa. Una linea difensiva, l estrema, prima della pianura veneta, prima dell Italia. Una linea difensiva ieri fisicamente presidiata fino all estremo sacrificio, oggi idealmente tenuta dagli Alpini nel nome di principi e valori senza tempo. Valori NON NEGOZIABILI, direbbe Papa Benedetto XVI. Possono cambiare i tempi, passare le stagioni della vita, ma i valori restano immutati. Questo il senso delle parole del Presidente Perona, ed è il Grappa stesso a dircelo. Soldati noti ed ignoti, ufficiali e sott ufficiali, medaglie d oro e semplici caduti riposano insieme. Un simbolo, il Sacrario Militare, di memoria e di pacificazione: riposano nello stesso luogo, con la medesima architettura, con la stessa pietra candida e con lo stesso rispettoso onore i soldati italiani e quelli austroungarici. Era il 1935 e si era a pochi anni dalla fine di quella sanguinosa guerra che li vide su fronti contrapposti, ma il valore ed il rispetto per chi vestiva una divisa, per chi combatteva per la propria Patria era il medesimo. Quanto doveroso rispetto si deve a chi ha compiuto il proprio dovere vestendo una divisa, ieri come oggi. La stessa divisa che vide, su un altro fronte lontano e doloroso, quello dell epopea dell ARMIR il vicentino Giulio Bedeschi e Nuto Revelli. Alpini. Stessa divisa, stesso dolore, stesse paure, stesso freddo, stessa lingua, stessa Patria. Durante la guerra civile, non più dalla stessa parte. Ma a noi cosa manca ancora per celebrarli allo stesso modo? Così come abbiamo pregato nella Santa Messa al Sacrario di Cima Grappa per quei militi ignoti che il Grappa ci ha voluto restituire, quasi a ricordarci il suo sacrificio e quello dei suoi eroi. Oggi quei caduti ignoti hanno avuto il loro funerale e la preghiera dell Alpino, caro Sebastiano, è parsa più forte e solenne, più alta che mai. Quella preghiera ricorda, a ciascuno di noi, qualcuno andato avanti. A me ricorda mio padre, che sarebbe, è, stato con me in Sacrario in rispettoso silenzio sulla Via Eroica per ricordare e per onorare. Il presidente Perona e l assessore Donazzan entrambi sorridenti durante l oceanica sfilata domenicale Spero che la civiltà e l umanità del gesto compiuto dall Associazione Nazionale Alpini siano le stesse concesse ai nostri tanti caduti senza nome, che non hanno nemmeno un fiore né una tomba. Che per qualcuno dei dispersi in Russia, vi sia una preghiera nel momento del ritrovo. Sono per l ufficialità senza un nome, per me, almeno uno di loro l aveva, era il Sottotenente Enrico Donazzan. Abbiamo onorato la loro memoria, abbiamo dato un senso al nostro essere presenti. Colonnello Casagrande, non sono passate le frecce tricolori, non si è avverato il tuo sogno, ma sono certa che sia bastato l inno nazionale che accompagnava il nostro Tricolore, le ali di gagliardetti provenienti da tutta Italia e dall estero, il Consiglio Nazionale che avanzava sulla Via Eroica cantando compostamente il Trentatrè a scaldare il tuo cuore alpino. E con il tuo, il nostro e quello dei tanti Caduti che lì riposano e che, testimoni eterni e silenziosi del loro sacrificio per la Patria, oggi hanno avuto un tributo d onore solenne. Siamo stati protagonisti di un momento irripetibile. Dovremo essere degni di portarne il ricordo. Il Sacrario di Cima Grappa può e deve essere il nostro simbolo di unità, di valori, di appartenenza, di identità. Questa nostra Italia ha bisogno di ritrovarsi attorno a simboli di unità, di condivisione e gli Alpini a questo ci richiamano, sentinelle a presidio di quei fronti ideali, di quelle linee di difesa troppe volte lasciate scoperte. A noi tutti, alla nostra città che ha saputo accogliervi con tanti tricolori in ogni strada, in ogni casa, sta il dovere di abbracciarvi domenica durante la sfilata, il rituale ordinato e rispetto che caratterizza le vostre adunate, quando, pur in una città ogni volta nuova ritroverete l affetto di sempre, quando dai vostri striscioni giungeranno messaggi inequivocabili di amore di Patria, di senso del dovere, di richiamo alla memoria. Quando seguirete con compostezza e ordine il Labaro nazionale con le sue gloriose medaglie, le sezioni olocauste di Istria, di Fiume e della Dalmazia insieme alla commovente presenza degli Alpini delle sezioni estere, i Reduci. Come a Cuneo, quando un vecchio Alpino, in sedia a rotelle, pur di sfilare farà fermare il proprio accompagnatore per portarsi, con straordinario dignitoso sforzo, in piedi con le proprie gambe, per salutare militarmente il Labaro nazionale. IN PIEDI, di fronte alle medaglie d oro dell Associazione Nazionale Alpini. Quale straordinario esempio date alle città, ai cittadini, che hanno la fortuna di ospitarvi e hanno la volontà di capire. Uno stile di vita quello che ancora una volta ci insegnate. Con l esempio. Rappresentato da un cappello e dal tricolore. Pochi simboli, capaci di unire tutti gli alpini d Italia, capaci di farci sentire popolo. Il ricordo è un arma potentissima. E per ciascuno lo scorrere del proprio vivere, è la nostra storia personale e nella mia ci sarà certamente il ricordo di questa adunata per le emozioni che ho provate, per gli uomini straordinari con i quali le ho potute condividere. L insieme di ricordi, se diventano un fatto comunitario, se condivisi costruiscono una memoria. La memoria costruisce a suo volta un popolo e gli Alpini contribuiscono a costruire questa memoria, questo popolo. In fondo, come ci ha detto questo straordinario Alpino che è il Presidente Perona. A che servono le parole? Serve solo l esempio. Viva gli Alpini! Viva l Italia! Pagine poco lette del Grande Libro della Storia Italiana Giovedì 27 novembre 2008 ore Nell ambito dei c.d. giovedì culturali del Gruppo, nella Sede del Gruppo Milano Centro, in via Rovani, si terrà una serata dedicata a coloro che, risalendo l Italia e combattendo contro l esercito tedesco, hanno molto contribuito alla liberazione della Patria. L introduzione sarà fatta dal Prof. De Leonardis, che è già stato nostro ospite relatore. Verranno poi raccontati episodi di battaglia da parte del Col. Sergio Pivetta (Monte Marrone) e del Gen. Luigi Morena (Iesi), che li hanno vissuti in prima persona. Si sottolinea che la serata non vuole avere significati politici o polemici. Sarà invece una serata di testimonianze dirette e personali. Nell occasione verrà presentato il calendario per l anno 2009 della rivista Il Secondo Risorgimento. 2 Alpin del Domm

3 Un manifesto dell epoca, due giorni prima della Vittoria Fioche lampade illuminano il monumento all Alpino Valsecchi nella notte milanese 3 novembre 2008 Novantesimo della fine della Grande Guerra. Anche a Milano, come ovunque ci sia un monumento ai Caduti, presso la Sede di un Gruppo ANA, stasera è stato acceso un lume. Ed un lume con l altro, una fiaccola coll altra, nell arco delle Alpi e nel dorsale degli Appennini, dalle pianure del Po fino al Campidano, alle falde dell Etna si è accesa una rete luminosa della memoria delle centinaia di migliaia di vittime, di mutilati, di famiglie orfane dei loro cari. Come noi abbiamo visto solo la nostra fiaccola, ed abbiamo immaginato le altre, così nel frastuono della città abbiamo immaginato il silenzio che aleggia oggi sulle trincee, sulle falde dei monti, sui ghiacciai. Un silenzio forte che chiede il silenzio: il silenzio delle armi, delle contese, degli odi fra nazioni ed etnie. Un silenzio che urla: basta la guerra! Sia la pace! Ricordiamocene nella nostra quotidianità, nella famiglia e sul lavoro. Ricordiamocene quando con distacco vediamo scorrere immagini di tragedie, senza neanche ascoltare quello che dicono gli annunciatori dei telegiornali. Tra di noi i reduci della Grande Guerra non sono più, da pochi giorni è andato avanti Delfino Borroni. Tra qualche anno non ci saranno più neanche quelli della Seconda Guerra Mondiale (ed infatti oggi ce li coccoliamo con particolare affetto). Chi ci rammenterà che la guerra anche se mitizzata nel ricordo personale è una carneficina? Facciamo memoria finché siamo in tempo. Se ripensiamo oggi infatti a Trento e Trieste, a Fiume, a Gorizia, a Bolzano, ove ormai non ci sono più dogane, la moneta è unica, anzi si formano aggregazioni transnazionali (Es: Alpe-Adria) che nulla hanno a che vedere con le Nazioni, con le Patrie, forse dovremmo chiederci: cosa è la Patria oggi? Per che Patria sono disposto a combattere o persino a morire? Non so quanti sapranno rispondere a questa domanda. Forse nel 1915/18 era più facile dirlo. Oggi la risposta è difficile, e lo dimostra il fatto che stasera, davanti al monumento di via Vincenzo Monti saremo stati si e no una quarantina (e faccio presente che tra soci ed amici il Gruppo Milano Centro annovera circa centonovanta persone, la Sezione di Milano circa quattrocento, il Gruppo di Milano Lorenteggio trentasei). Paul Wilcke Alpin del Domm 3

4 Teniamo viva la memoria... In senso orario: Cartolina di propaganda; Deposizione corone ai Caduti sul Monte Grappa Alpini in armi al Pellegrinaggio Solenne sul Monte Pasubio Alzabandiera austriaco sul Monte Grappa In centro: il Sacrario del Grappa 4 Alpin del Domm

5 In senso orario: Deposizione corone sul Dente Italiano, monte Pasubio Alzabandiera Italiano sul Monte Grappa Cartolina di propaganda Sacrario Leiten ad Asiago Le foto sono di Giovanni Vitella, Gruppo di Santorso, Sezione di Vicenza partecipando al ricordo! Alpin del Domm 5

6 14 Settembre 2008 Inaugurazione della nuova sede del Gruppo di Morbegno Non staremo a tediarvi con la solita cronaca dell inaugurazione, che si è svolta secondo la collaudata libretta. Né con il resoconto dei discorsi. Solo qualche annotazione su ciò che ha reso la giornata molto particolare. A) il luogo della S. Messa. La celebrazione è stata officiata sul Dosso ove è il tempietto costruito da Caccia Dominioni. Esso domina tutta la cittadina di Morbegno, con una vista diretta e libera verso la Chiesa di S. Giovanni in basso e verso le montagne in alto, come se i pensieri e le preghiere dei Morbegnesi per i loro cari ed i loro Caduti, salendo dal basso, dovessero rimbalzare prima sul tempietto e poi sui monti per potere arrivare in cielo. B) la nuova sede. Sta dietro al tempietto, ed era fino a poco tempo fa un piccolo rustico, forse una stalletta o un ricovero per attrezzi. In men che non si dica, con l aiuto fattivo ed il sudore degli Alpini, il fabbricato è stato ingrandito, è stato coperto con un bel tetto di legno, decorato con fiori alle finestre ecc. Dentro, oltre a tavoli e sedie per le riunioni del Consiglio di Gruppo, c è una cucinetta per i momenti di convivialità. Alle pareti i gagliardetti di altri gruppi, e targhe commemorative della storia del Gruppo e degli Alpini di Morbegno. C) la festa alla Colonia Fluviale. Ho avuto la fortuna e l onore di stare ad un tavolo del tutto in disparte, dove sembrava che chi ci sedesse fosse un po ai margini dell avvenimento. E invece era un tavolo fenomenale: di fronte a me un signore che da giovane uomo aveva partecipato, sui monti dell Alta Valtellina, alle azioni dei partigiani contro i tedeschi. Dopo la guerra il lavoro da emigrante gli ha dato la possibilità tornare a casa e di costruire per sé ed i suoi figli una vita notevole. Al suo fianco un Reduce di Russia. Più oltre un marinaio che dopo l affondamento della sua nave è stato incarcerato in Germania nei campi di lavoro. Dopo la guerra e qualche anno in Marina, anche lui poi emigrato, ha trovato moglie e futuro negli Stati Uniti. Ed infine un Alpino che dopo l 8 settembre, è passato dalla Corsica al meridione per risalire l Italia con il Regio Esercito. Oggi è un ultranovantenne spiritosissimo e contagiosamente felice. Per me erano questi quattro il centro (inconsapevole) della festa. Aggiungo qualche foto. PW Visita guidata nello stabilimento Branca organizzata da Roberto Magistri Lunedì 29 settembre un gruppo di Alpini si sono ritrovati in via Resegone 2 -Ditta Fratelli Branca - su invito di Roberto Magistri, per visitare lo stabilimento. Riceviamo una cordialissima accoglienza dal signor Ponzano, che ci guiderà per tutto il percorso nel nuovo museo Branca. Con molta competenza e parlando a braccio, ci illustra e documenta tutta la storia della famiglia Branca. Interessantissima la stirpe e tutta la discendenza dei Branca e la numerosa quantità di erbe necessarie per produrre il Fernet. Una notizia importante è che il capostipite Branca era un farmacista e che associatosi con il dottor Fernet (svedese??) hanno composto la formula / ricetta per produrre il famoso Fernet. Terminato il lungo percorso del corridoio / Museo, con tutte le attrezzature in mostra, bene allineate, scendiamo nelle cantine previa vestitura, con una vestaglia e un cappellino obbligatoriamente bianchi. Si unisce al Gruppo la signora Sonia. Spettacolo grandioso, ottocento tra tini e botti, di Fernet e di Stravecchio, sono in fila, marchiati di quantità e data, emanando un delicato e piacevole profumo. Lo stabilimento ha subito numerosi bombardamenti durante le due guerre mondiali, ma dalle macerie è stata salvata una monumentale BOTTE da ottantacinquemila litri per il famoso Stravecchio Branca. Terminiamo il percorso con la visita dell ultimo reparto dove viene preparato il liquore Caffè Sport Borghetti. Il pomeriggio è volato via con grandissima soddisfazione ed interesse di tutti i partecipanti Passiamo ai saluti e ai ringraziamenti al signor Ponzano e alla signora Sonia, invitandoli a partecipare ad una nostra cena del giovedì, data da destinarsi. Un vivo e doveroso ringraziamento al nostro Roberto Magistri per questo bellissimo pomeriggio passato insieme. 6 Alpin del Domm

7 LA SOPRESSA RAPITA Ovvero: tragedia eroicomica di Zannino il Mugnaio, detto Bepi. Era una notte buia e tempestosa OPS, ho sbagliato incipit Mi sa che dobbiamo usare le regole del giallo americano, ovvero delle cinque W: Who = chi = Bepi e i suoi amici, e un incauto misterioso personaggio cuciniere What = cosa = la sopressa, eccelsa salama tipicamente veneta, da mangiare fresca fresca, a larghe fette Where = dove = sotto i tendoni della castagnata sezionale a Milano in Largo Cairoli When = forse sabato Why = perché = ecchilosà? È proprio quello che i nostri 25 lettori dovranno scoprire. Ebbene, contravvenendo ai più ferrei divieti, ma pieno d amore per i suoi compagni di merende (ma non nel senso toscano del termine), il buon Bepi portò da Mestre una piccola, tenera, amabile sopressa, con cui contribuire al ristoro di chi della c.d. Corvèe collaborava alla Festa Sezionale. La depositò oltre il bancone, nell area dedicata alla cucina, in attesa del momento buono per il Sacro Macello. Lavora tu lavoro io, chi pulisce i tavoli, chi ripulisce i piatti, finalmente giunge il momento delle libagioni. E saltano fuori (molto discretamente, per non dare nell - occhio e generare giuste invidie ma immeritate pretese tra gli avventori senza penna): damigianine di quel bòn, formaggini di susanna tutti burro tutti panna, e colesterolo S.Q., ma non, dicesi proprio NON, la bramata sopressa. Chi l ha presa, dove se l è messa? L hai presa tu! Non, sei tu che non l hai nascosta bene! Mistero irrisolto. Grande ricerca. Interrogatori serratissimi. Perquisizioni personali, lavande gastriche, analisi del fiato con apposite pipette per il sopressa-test, in dotazione alle unità dei NAS in Veneto. L orribile, triste verità affiora (come certi budelli dal cestino della spazzatura): è evidente che, finiti altri affettati, il profumato insaccato è stato inconsapevolmente distribuito proprio agli ignari turisti. Speriamo abbiamo gradito. L inconsolabile Bepi, invece, non ha gradito. La Jena La crisi del settimo anno? Superata di slancio! La Castagnata è stato il punto d incontro ove il buon Francesco Tajana, consigliere sezionale, ha deciso di festeggiare il settimo anniversario del suo matrimonio con la dolce Liza. A parte gli auguri: Buona idea! Si potrebbe copiare! ovviamente non lo sposare Liza, ma usare la Festa per fini diversi. Il che porta comunque una piccola revenue alle bisognose casse della Sezione. Cosa ha fatto il nostro FrA? Ha consegnato ad ognuno dei suoi invitati un buono pasto. Questo è stato lasciato alla cassa, ove il buon B. ha tenuto i conti. C erano gli amici del Coro con tanto di Maestro, quelli che cantavano fuori dal coro, amici vari e assortiti, anche sprovvisti di penna. Grande allegria, brindisi e torta. Ancora felicitazioni. Foto piccola ma piena di significato AVVISI A CASACCIO A breve rincomincerà il tesseramento. Il bollino costa ancora 32 + qualcosa per il Gruppo, che ha tante piccole spese. Il costo maggiore è la spedizione postale. Quindi: chi non ci ha ancora comunicato la sua mail, lo faccia ieri. Non ti ricordi quel mese d aprile Milano, Teatro degli Arcimboldi, Sabato 15 novembre 2008 ore Concerto straordinario del Coro ANA di Milano e Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Nel 90 anniversario della Vittoria della Prima guerra Mondiale. Ingresso libero fino ad esaurimento posti La Cena di Natale del Gruppo Milano Centro è stata fissata per il giorno sabato 20 dicembre, alle ore 20. Alla prenotazione - obbligatoria - sarà comunicato il costo del pasto. Per continuare la simpatica tradizione, ricordatevi di portare un piccolo dono per un altro dei partecipanti. L assemblea del Gruppo Milano Centro sarà domenica 25 gennaio 2009 ore 10.30, presso la Sede di via Rovani. Dovranno essere eletti 6 consiglieri. I consiglieri in scadenza (5) si ripresentano, si cercano candidature. Chi fosse interessato si presenti al capogruppo, entro dicembre. È importante la partecipazione a questo momento istituzionale. Non mancate. Seguirà, come al solito, aperitivo per tutti, pranzo per chi si prenota. S. Messa di Natale in Duomo: Domenica 14 dicembre, ammassamento ore 8.30 Piazza Fontana. Dettaglio del programma in seguito. Auguri della Sezione: Mercoledì 10 dicembre ore in Sede Sezionale, via Rovani. Il Presidente Sezionale Urbinati ci attende con panettone e spumante per gli auguri di rito, e l attribuzione del riconoscimento sezionale ad una persona o un Gruppo. Domenica 23 novembre 2008 A Ponte Selva per l annuale S. Messa in suffragio di Monsignor Antonietti, appuntamento ore La fureria stracca Non è nostro costume rivolgerci ai nostri lettori (eccezion fatta per i soliti venticinque ), ma ci è grata l occasione per porgere un saluto particolare ad Anna P. (non Ana!), la presidentessa delle lettrici, ed a Pietro M.sio per il suo novantesimo compleanno. Alpin del Domm 7

8 8 Alpin del Domm

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di

Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di Il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d Arma, nell ambito dei festeggiamenti del 150 anniversario dell unitá d Italia, ha deciso di svolgere a Torino, prima Capitale d Italia, il 3 Raduno

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati.

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati. IL MINIDIZIONARIO Tutti i diritti sono riservati. CIAO A TUTTI, IL MIO NOME È MARCO E PER LAVORO STO TUTTO IL GIORNO SU INTERNET. TEMPO FA HO AIUTATO MIA NONNA A CONNETTERSI CON SUO FIGLIO IN CANADA E

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

ASCENSIONE DEL SIGNORE LECTIO DIVINA PER LA VII DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) «Io sono con voi» Mt 28,16-20. Di Emio Cinardo

ASCENSIONE DEL SIGNORE LECTIO DIVINA PER LA VII DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) «Io sono con voi» Mt 28,16-20. Di Emio Cinardo ASCENSIONE DEL SIGNORE LECTIO DIVINA PER LA VII DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono con voi» Mt 28,16-20 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Matteo (28,16-20) In quel tempo, gli undici

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Esercizi pronomi diretti

Esercizi pronomi diretti 1. Completate con i pronomi diretti: Esercizi pronomi diretti 1. Marina ha la tosse, dobbiamo portar dal dottore. 2. Signorina, prego di salutare i Suoi genitori quando vedrà. 3. Caro, sei libero stasera?

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

NEWSLETTER N. 26 maggio 2014

NEWSLETTER N. 26 maggio 2014 2222222222222222222222222222222222222222 2222222222222222222222222222222222222222 NEWSLETTER N. 26 maggio 2014 Un benvenuto ai nuovi lettori e ben ritrovato a chi ci segue da tempo. Buona lettura a tutti

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi UN DISEGNO PER DIRE Terza tappa Il percorso Fiori per dire e raccontare prende avvio dal dono di un fiore che ogni bambino della

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di.

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Le schede sono divise in due sezioni: La prima riporta la frase del Vangelo propria della domenica, il disegno da colorare relativo all opera

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

01 Aprile 2015 Don Marco

01 Aprile 2015 Don Marco Aprile 2015 01 Aprile 2015 - Don Marco:"Carissimi amici oggi è il mio compleanno. Se fossi stato a casa non avrei organizzato una festa (quelle per me non mi piacciono) ma sicuramente tanta gente sarebbe

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere Nina Cinque Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere TITOLO: FESTA DI COMPLEANNO PER BAMBINI: Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana!

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Apporti, Asporti e Regali

Apporti, Asporti e Regali Apporti, Asporti e Regali Collana: Ali d Amore N. 9 A Dilaila e alle anime candide dell Altra Dimensione A P P O R T I Gli apporti sono materializzazioni di oggetti, di animali, di piante o fiori, che

Dettagli

Voci dall infinito. richiami per l Anima

Voci dall infinito. richiami per l Anima Voci dall infinito richiami per l Anima Copertina di Rocco Vassallo. Disegni di Mario G. Galleano. Mario Giovanni Galleano VOCI DALL INFINITO richiami per l Anima www.booksprintedizioni.it Copyright 2013

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova Documentazione a cura di Linda Giannini http://www.descrittiva.it/calip/0506/percorsi_lego.htm Indovina chi è on line? Ponte : LT & Pinerolo Ponte : LT & Genova Incontro sincrono con: Donatella Merlo Ins.

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli