Serranda Tagliafuoco BSK-RPR

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Serranda Tagliafuoco BSK-RPR"

Transcript

1 Certificato di conformità EG CPD - 0 Documentazione tecnica Istruzioni di montaggio e funzionamento Ferdinand Schad KG Steigstraße -7 D Kolbingen Telefon Telefax

2 Sommario Descrizione... Garanzia di qualità... Nota per la rimozione del fumo.... Nota sulla pulizia... Attenzione... Esecuzioni e dimensioni... BSK-RPR - Grandezze da 00 a <0... BSK-RPR - Grandezze da >0 a Fori per flange BSK-RPR-F... 6 Distanze delle serrande... 7 Uso... 8 Note generali... 9 Dettagli relativi al montaggio...9 Montaggio in / su pareti e soffitti massicci (montaggi umido)... 9 Montaggio su pareti e soffitti massicci con telaio - (montaggio a secco)... 9 Montaggio distante da pareti e soffitti massicci (montaggio a secco)... 0 Montaggio in pareti massicce (montaggio umido)... Montaggio su pareti e soffitti massicci con telaio (montaggio a secco)... Montaggio in pareti divisorie leggere con struttura in metallo (F90) (montaggio bagnato)... Montaggio su pareti divisorie leggere con struttura in metallo e telaio (F90) (montaggio a secco)... Montaggio in pareti divisorie leggere con sostegno in metallo (F0) - (montaggio bagnato)... 8 Montaggio su pareti divisorie leggere con struttura in metallo e telaio (a secco) (F0)... 0 Montaggio in pareti pozzetto con struttura in metallo (F90) (montaggio bagnato)... Montaggio con telaio su pareti pozzetto con struttura in metallo (F90) (montaggi a secco)... Indicazioni per il montaggio... 6 Collegamento con i canali d'aria... 6 Direzione di lancio... 7 Distanze minime... 7 Fissaggio del dispositivo di bloccaggio... 8 Dati tecnici... 0 Perdita di carico e livello sonoro... 0 superficie libera [m²]... Tabella dei pesi [kg]... Accessori... Interruttore di finecorsa tipo ES... Interruttore di finecorsa tipo ES-Ex... Interruttore di finecorsa Easy-Eco-Tx... Servomotore elettrico con molla di ritorno ELD-BLF... Servomotore elettrico con molla di ritorno ELD--TL... 6 Servomotore elettrico con ritorno a molla tipo ATEX-ELD... 6 Magnete ad arresso / ad impulsi ( V DC, 0, V AC)... 7 Rilevatore di fumo tipo RMS... 7 Sistema di segnalazione e comunicazione posizione tipo EasyBus... 7 Sistema di segnalazione e comunicazione bus tipo KOMES... 7 Prolunga tipo VT-RF... 8 Particolare di montaggio Tipo EBT... 8 Attacco flessibile Tipo FS... 9 Attacco canale tipo RS... 9 Griglia di sicurezza tipo ASG... 0 Accessori collegamento a soffitto... 0 Legenda... 0 Testo per la specifica... Marchio CE... Manutenzione e controllo della funzione.... Concessionarie all'esterno... 9 Indice delle tabelle, delle figure e dei diagrammi... 09/ -

3 Descrizione Le serrande tagliafuoco sono dispositivi di chiusura posizionati in canali di ventilazione che si chiudono in caso di incendio evitando il propagarsi di un incendio. La serranda tagliafuoco BSK-RPR adempie alla norma DIN EN 60, DIN EN 0- e DIN EN 66-. Possiede il certificato di conformità EG CPD - 0. La classificazione secondo DIN EN 0- è EI 90 (v e, h o i o) S. Secondo la normativa 9/9/EG, dichiarazione di conformità EPS 09 ATEX X è ammesso l'impiego in campi a rischio di esplosione. E opportuno osservare, insieme a questa documentazione, le relative norme vigenti così come le specifiche direttive contro gli incendi. Per la manutenzione e la verifica del corretto funzionamento del dispositivo, occorre che l installatore predisponga delle aperture d ispezione nei controsoffitti, nelle pareti, oppure direttamente nei canali di ventilazione. Queste devono essere previste in quantità e dimensioni sufficienti. Le serrande tagliafuoco devono essere collegate ai canali dell'impianto di ventilazione su entrambi i lati, o almeno su un lato. In questo caso il lato opposto deve essere collegato con una griglia di protezione in materiale incombustibile (classe A, DIN 0). Le serrande tagliafuoco possono essere collegate sia a canali incombustibili che combustibili. - Involucro in lamiera (Standard), opzionale (con sovrapprezzo): - Involucro in acciaio inox.0 o.7 - -Verniciatura Dedeland (vernice di copertura a due componenti a base poliuretanica) apposta internamente e/o esternamente all involucro. - Esecuzione con prese (S) o flange (F) secondo DIN EN 0 o DIN -. - Serranda di chiusura in silicato - -La serranda soddisfa la normativa europea EN 66- relativa alla tenuta dei fumi sia caldi che freddi, grazie a speciali guarnizioni intumescenti poste su tutto il perimetro. - E' possibile che il foglio della serranda sia in posizione verticale o orizzontale. - dispositivo di azionamento termico con fusibile 7 C o 98 C. - opzionale (con sovrapprezzo) con dispositivo di azionamento elettrico o magnetico - -La posizione di montaggio è indipendente dal flusso dell aria che attraversa la serranda. - Impiego di max. 000 Pa pressione di funzionamento con v stirn < 0 m/s - Impiego o collegamento di un rilevatore di fumo con certificazione di costruzione generale (es. rilevatore di fumo SCHAKO RMS, vedi la documentazione tecnica del rilevatore di fumo RMS), possibile in collegamento con i dispositivi elettrici o pneumatici o magnetici (magnhete di arresto) della serranda tagliafuoco. Al sistema RMS possono essere collegati dispositivi solo con principio "corrente off". La propoagazione del fumo e del fuoco viene effettivamente imbedita. Si adempie alla richiesta di campione MBO. Possibile un ottimale dispositivo di comunicazione e chiusura mediante sistema di comunicazione EasyBus o KOMES (vedi documentazione tecnica EasyBus KOMES). Garanzia di qualità La produzione avviene secondo il procedimento certificato EN ISO 900. Inoltre avviene anche un controllo interno alla fabbbrica e un controllo attraverso un punto accreditato. Nota per la rimozione del fumo. POssono esser installate BKA-EN con servomotore con ritorno a molla per rimozione fumo freddo (t Kanal < 7 C bzw. t Umgebung < 0 C). L'apertura/attivazione della BKA-EN dopo l'attivazione termica è coperta da una certificazione nel caso singolo. L'approvazione viene data dalle più alte cariche locali, a seconda delle nazioni possono esserci discrepanze. Ad approvazione avvenuta è possibile la rimozione di fumo fino a circa una. t Kanal < 0 C. Nota sulla pulizia Attenzione! Per pulire le serrande tagliafuoco in accieio inox utilizzare solo i prodotti appositi. Attenzione Secondo la normativa ( tagliafuoco) gli impianti tecnici vanno posizionati, eretti, modificati, manutenuti in modo tale da evitare il propagarsi di fuoco e fumo o, in caso di incendio, permettere il salvataggio di persone e animali e agevolare i lavori per lo spegnimento dell'incendio. La propagazione di fumo all'interno degli impianti di ventilazione e climatizzazione viene impedita efficacemente solo dalle serrande tagliafuoco con idonei dispositivi di attivazione elettrici o magnetici (magnete di arresto) in collegamento con un sistema di rilevazione fumi. Si consiglia pertanto si munire le serrande tagliafuoco di servocomando in modo da poter essere azionate dai rilevatori di fumo. E' possibile, senza troppe spese, far pervenire, attraverso il sistema KOMES, un segnale di allarme, in caso di incendio, direttamente ai vigili del fuoco o ai responsabili. 09/ -

4 Esecuzioni e dimensioni BSK-RPR - Grandezze da 00 a <0 BSK-RPR-S (collegamento presa) BSK-RPR-F (collegamento a flangia) Fig. : Dimensioni BSK-RPR-S - Grandezze dae 00 a <0 BSK-RPR-S con telaio (Telaio possibile solo in esecuzione S, premontato in fabbrica, esecuzione fornita a parte non possibile). 6 8 Fig. : Dimensioni BSK-RPR-F - Grandezze da 00 a <0 Involucro serranda Levismo Dispositivo di arresto Dispositivo di azionamento 6 Fusibile 7 Unità di comando. 8 con telaio Dispositivo di azionamento (Pos.) 7 6 Pos. : Dispositivo di azionamento BSK-RPR grandezze - da 00 a <0 Fig. :Dimensioni BSK-RPR-S con AR -Grandezze da00 a <0 09/ -

5 BSK-RPR - Grandezze da >0 a 00 BSK-RPR-S (collegamento presa) BSK-RPR-F (collegamento a flangia) Fig. : Dimensioni BSK-RPR-S -Grandezza da >0 a 00 BSK-RPR-S con telaio (telaio possibile solo in esecuzione S, premontato in fabbrica, non è possibile una fornitura a parte) 6 8 Fig. 7:Dimensioni BSK-RPR-F - Grandezze da >0 a 00 Involucro serranda Levismo Dispositivo di arresto Dispositivo di azionamento 6 Fusibile 7 Unità di comando. 8 con telaio Dispositivo di azionamento(pos.) 7 6 Fig. 8: Dispositivo di attivazione BSK-RPR - grandezze da >0 a 00 Fig. 6: Dimensione BSK-RPR-S con AR - grandezze da >0 a 00 09/ -

6 Grandezze disponibili Grandezza ød L [mm] [mm] BSK-RPR-S BSK-RPR-F (Standard) (Standard) Tabella : Grandezze disponibili Guarnizione di tenuta in gomma BSK-RPR-S (opzionale) Nell'esecuzione (S) è possibile il collegamento con la guarnizione di tenuta in gomma come accessorio. FIg. 0: Guarnizione di tenuta in gomma Fori per flange BSK-RPR-F Fig. 9: Fori flange Tabelle secondo DIN EN 0 e DIN - Grandezza ød øc Cerchio numero [mm] [mm] di fori dei fori øb ± 0, mm ø9, ± 0, mm Tabella : Fori flange SCHAKO ASG-RF / VT-RF / FS-RF: fori flange adatti a BSK-RPR-F 09/ - 6

7 Distanze delle serrande NBS BS NBS BS Fig.: sporgenza serranda BSK-RPR-S Fig. :Sporgenza della serranda BSK-RPR-F Grandezza ød Lato attacchi (BS) L = / 80 Tabella : Sporgenza serranda BSK-RPR-S Lato non ispezioni (NBS) L= L= y * 70 x * * 9 0 * 9 0 * y * * * * Prolunga (VT) necessaria y Grandezza ød Lato ispezioni (BS) L = 7 / 00 Tabella : sporgenza serranda BSK-RPR-F Lato non ispezioni (NBS) L=7 L= * * y * * * 0 y x * y * * * * * 0 8 * 08 * 7 * * * 8 * y Prolunga (VT) necessaria a = 0 mm: Distanza minima tra gli angoli frontali della serranda aperta e della griglia di collegamento (ASG), dell'attacco flessibile (FS) o attacco a canale circolare (RS). 09/ - 7

8 Uso La serranda tagliafuoco tipo BSK-RPR può essere montata secondo la seguente tabella. PARETE Uso Montaggio Grandezza Esecuzione / materiale Spessore minimo [mm] massiccio parete divisoria leggera SOFFITTO massiccio in lontano da¹ ) su ) - 00 in 00-0 su ) in su ) Distanza minima tra due BSK-RPR zueinander [mm] Classe di resistenza al fuoco. Calcestruzzo K90 ² ) Cemento poroso / leggero K90 ² ) Pannelli di cartongesso secondo DIN 86/ K90 ² ) Muratura secondo DIN 0 00 K90 ² ) Calcestruzzo ) K90 ² ) Cemento poroso / leggero ) K90 ² ) Pannelli di cartongesso secondo DIN 86/ ) K90 ² ) Muratura secondo DIN 0 00 ) K90 ² ) Calcestruzzo ) K90 ² ) Cemento poroso / leggero ) K90 ² ) Pannelli di cartongesso secondo DIN 86/ ) K90 ² ) Muratura secondo DIN 0 00 ) K90 ² ) secondo DIN 0- Tab. 8 o abp corrispondente K90. Parete pozzetto, Knauf W 68 Tipo B 00 K90. secondo DIN 0- Tab. 8 o abp corrispondente 7 00 K0. secondo DIN 0- Tab. 8 o abp corrispondente K90. secondo DIN 0- Tab. 8 o abp; con coperchio 6) K90. Parete pozzetto, Knauf W 68 Tipo B 00 K90. secondo DIN 0- Tab. 8 o abp corrispondente 7 00 K0. Calcestruzzo K90 ²) Cemento poroso / leggero K90 ² ) Calcestruzzo 00 K90 ²) Cemento poroso / leggero 00 K90 ² ) ) Montaggio solo in collegamento con canale senza apertura L 90 tra la BSK-RPR e la parete resistente al fuoco da proteggere. ) L'oggetto di questa certificazione può essere montato anche in pareti o soffitti con classe di resistenza al fuoco minore di F90. L'oggetto della presente certificazione ha la stessa resistenza al fuoco della classe K come la parete o il soffitto da proteggere. ) Per le grandezze 00-0 è consentito il montaggio a distanza ridotta (telaio contro telaio). ) Secondo la certificazione è consentita una distanza minima di 00 mm tra le serrande tagliafuoco. Tuttavia, per motivi costruttivi la distanza dipende dalle varie esecuzione dei pannelli di rivestimento. ) Ammesso solo montagio con telaio 6) Al momento dell'ordine indicare lo spessore preciso della parete. Tabella : Utilizzo 09/ - 8

9 Note generali - Durante il montaggio vi è pericolo di ferirsi. Per evitare di ferirsi occorre indossare equipaggiamento antinfortunistic. - Le serrande tagliafuoco vanno montate in modo che forze esterni non intacchino il loro funzionamento - I rapporti di spazio vanno sufficientemente dimensionati durante il montaggio e l'applicazione della malta. Inoltre garantire una buona accessibilità. - Un trasporto o una gestione della merce non corretta può comportare danni e intaccarne il funzionamento. - Verificare il corretto funzionamento della serranda tagliafuoco prima e dopo il montaggio. Dettagli relativi al montaggio Montaggio in / su pareti e soffitti massicci - (montaggi umido) Grandezze da 00 a 00 - montaggio in pareti e soffitti massicci per resistenza al fuoco F90 o minore incl. pareti pozzetto, pozzetti, canali e pareti antincendio. - Montaggio in pareti di cemento (le fughe s vanno riempite con calcestruzzo del gruppo II oppure del gruppo III, malta e gesso. La dimensione minima s min è 0 mm (per apporre la malta più facilmente secondo la regola s Regel = 60 mm). Se la serranda tagliafuoco viene montata durante la realizzazione della parete, si possono evitare le fughe s. La fuga dove inserire la malta non deve essere inferiore ai 00 o mm di muratura (DIN 0) - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti (parete, soffitti massicci) è min. 0 mm. Posizione di montaggio * per pareti molto spesse Fig.: montattio umido in pareti massicce *) In una muratura secondo DIN 0 lo spessore minimo è mm. Montaggio su pareti e soffitti massicci con telaio - (montaggio a secco) Grandezze da 00 a 00 - Montaggio in pareti massicce con resistenza al fuoco F90, o minori, incluse pareti pozzetto, pozzetti, canali e pareti ignifughe, solo con telaio. - La distanza minima tra le serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm (per le grandezze 00-0 è consentito il montaggio con distanze minori - telaio contro telaio). - La distanza minima dalle componenti portanti (parete / soffitti massicci) è min. 7 mm. - Con l'ausilio di un perforatore viene praticata un'apertura grandezza ød+0 mm - Per il fissaggio su pareti massicce occorre impiegare materiali di fissaggio ammessi (bulloni...) Il fissaggio avviene su tutte e le placchette presenti (per grandezze utilizzare tutti i fori presenti, per le grandezze utilizzare solo quelli esterni). * Misura minima della fuga in caso di muratura completamente in cemento. Montaggio della serranda tagliafuoco in intercapedini presenti o in via di costruzioni (circolari o quadrati). L'intercapedine nel soffitto va fatto in modo che la misura minima tra involucro e soffitto s min sia 0 mm. La colonna "s" va riempita con malta del gruppo II o III secondo DIN 0 o cemento. Se la serranda tagliafuoco viene montata durante la realizzazione della parete, si possono evitare le fughe s. A A Fascetta di fissaggio Fig. : Motnaggio a secco in pareti massicce Sezione A (disegnato ruotato di 90 ) Fascetta di fissaggio Fig.: Misura minima della fuga da riempire con malta in pareti massicce Fissaggio statico esecondo le disposizioni tecniche tagliafuoco a cura del cliente. Fig. 6: dettaglio per il fissaggio a pareti massicce 09/ - 9

10 Montaggio senza distanza "telaio contro telaio" Grandezze da 00 a 0 - (montaggio a Secco) Nelle grandezze da 00 a 0 è consentito il montaggio a distanza ridotta telaio contro telaio - I canali ignifughi (con provata resistenza al fuoco di 90 minuti tra la serranda tagliafuoco e la parete ignifuga non vanno fatti entrare nell'intercapedine a forza. - Necessario collegamento a canali resistenti al fuoco mediante attacco flessibile sul lato sagomato della BSK-RPR (alternativa canale di ventilazione flessibile in alluminio, o, in casi speciali in accaio). - La distanza minima tra due serrande tagliafuoco deve essere 00 mm Tuttavia, per motivi costruttivi, la dfistanza va scelta a seconda dell'esecuzione dei pannelli. - Ciò vale anche per la distanza dalle componenti portanti (parete / soffitti massicci). Fig. 7: montaggio su pareti massicce, BSK-RPR sino a <0 - distanza minima tra le serrande tagliafuoco Grandezze da > 0 a 00 Nelle grandezze >0 la distanza minima tra le serrande tagliafuoco deve essere 00 mm Collegamento a parete secondo il fornitore dei cavi. Fig. 8: Montaggio secco in pareti massicce, BSK-RPR >0 - distanza minima tra loro Montaggio distante da pareti e soffitti massicci (montaggio a secco) Grandezza da 00 a 00 - Montaggio lontano da pareti massicce con resistenza al fuoco F90 o minore incluse pareti pozzetto, pozzetti, canali e pareti ignifughe, solo con telaio. - La serranda tagliafuoco deve essere montata all'esterno delle pareti o del soffitto. - Montaggio con canali ignifughi ciechi con una classificazione di min. L90, in lamiera d'acciaio zincata con isolamento esterno a pannelli. Fig. 9: montaggio lontano da pareti massicce / - 0

11 Montaggio - Applicare l'isolamento ignifugo a pannelli (Pos. ) sul canale presente, secondo i dati del produttore. Applicare l'inserto Promatec LS (Pos. ) sul lato dove non ci sono le ispezioni. Apllicare la piastra frontale (Pos. ) con l'apertura centrale. - Sospensioni e fissaggi (Pos. /6/7) dei canali e dell'isolamento a panneli vanno eseguiti secondo DIN 0- e secondo indicazioni del produttore dei canali. - Montaggio della BSK-RPR (Pos. ) sui canali presenti in lamiera d'acciaio con l'ausilio di sospensioni ecc. - Montaggio del canale sul lato ispezioni mediante flessibile. - Allontanare gli accessori di montaggio (sospensioni ecc.) Montaggio con distanza ridotta Montaggio della serranda tagliafuoco in intercapedini del soffitto già presenti o da L'intercapedine nel soffitto va fatto in modo che la misura minima tra involucro e soffitto S min sia 0 mm. Le fughe "s" e la parte cava tra le serrande vanno riempite con malta del gruppo III Se la serranda tagliafuoco viene montata durante la realizzazione della parete, si possono evitare le fughe s. La parte cava, come detto in precedenza, va sempre riempita. Serranda Tagliafuoco BSK-RPR con telaio Canali ignifughi (con resistenza al fuoco di 90 minuti). Adattare la resistenza dell'inserto Promatec larghezza 60 mm, lunghezza 00 mm a seconda del canale ignifugo scelto. Piastra Promatec LS mm (apertura al centro della piastra = BSK-RPR ød + 0mm) Spax,x o,0x0 o equivalente con puleggia U. Il fissaggio avviene su tutte e le linguette presenti (per le grandezze utilizzare tutti i fori e per le grandezze utilizzare solo i fori esterni). 6 Viti a montaggio veloce,0x60, distanza dal margine ca. 80 mm, distanze viti a 80 mm o min. rispettivamente viti per lato. 7 Profilo U, golfari, misurazione secondo statica. 8 Fissaggio con materiale tagliafuoco testato 9 Sospensione secondo DIN 0- e certificazione del produttore del canale. 0 soffitto massiccio Montaggio in pareti massicce (montaggio umido) Grandezze da 00 a 00 - Montaggio in soffitti massicci con resistenza al fuoco F90 o minore. - -Montaggio in pareti di cemento (le fughe s vanno riempite con calcestruzzo del gruppo II oppure del gruppo III, malta e gesso. La dimensione minima della fuga S min è 0 mm (per apporre facilmente la malta tenere presente che in generale S Regel =60 mm). se durante la costruzione della parete/soffitto viene montato il dispositivo di chiusura si possono non considerare le colonne "s". - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (parete) è min. 0 mm. Fig. 0: montaggio umido con distanza ridotta in soffitti massicci Misura minima della fuga in caso di muratura completamente in cemento. Montaggio della serranda tagliafuoco in intercapedini presenti o in via di costruzioni (circolari o quadrati). L'intercapedine nel soffitto va fatto in modo che la misura minima tra involucro e soffitto S min sia 0 mm. La colonna "s" va riempita con malta del gruppo II o III secondo DIN 0 o cemento. Se la serranda tagliafuoco viene montata durante la realizzazione della parete, si possono evitare le fughe s. Fig. : misura minima della fuga da riempire di malta in soffitti massicci. 09/ -

12 Montaggio verticale sospeso verticale sospeso verticale Su soffitti spessi sospeso A A Fascetta di fissaggio Fig. : Montaggio in soffitti massicci- (montaggio a secco) Sezione A (disegnato ruotato di 90 ) Fascetta di fissaggio Fig. : Montaggio su soffitti spessi (montaggio umido) Montaggio su pareti e soffitti massicci con telaio (montaggio a secco) Grandezze da 00 a 00 - Montaggio direttamente sopra / sotto soffitti massicci con classe di resistenza F90 o minore solo con telaio. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti (parete) è min. 7 mm. - Con l'ausilio di un perforatore viene praticata un'apertura grandezza ød+0 mm - Per il fissaggio su pareti massicce occorre impiegare materiali di fissaggio ammessi (bulloni...) Il fissaggio avviene su tutte e le piastrine (per le grandezze utilizzare il foro centrale - o un foro - delle piastrine). Fissaggio statico esecondo le disposizioni tecniche tagliafuoco a cura del cliente. Fig. : dettaglio per il fissaggio a soffitti massicci 09/ -

13 Montaggio in pareti divisorie leggere con struttura in metallo (F90) (montaggio bagnato) Grandezze da 00 a 0 - Montaggio in pareti divisorie leggere con resistenza al fuoco F90 secondo din 0- Tab. 8 o seconmdo abp con sostegno in metallo e rivestimento bilaterale (spessore minimo parete 00 mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete Indicazione per il montaggio Nota per il montaggio: nel campo di sovrapprosizione dei profili di ricambio, avvitare questi profili con dadi o viti. Questi collegamenti servono a fissare i singoli profili di metallo. Fig. : sostegno in metallo con le dovute modifiche (parete divisoria leggera F90, secondo DIN 0- Tab.8) per BSK-RPR 00 bis 0 - ( montaggio bagnato) Fig. 6: montaggio bagnato in pareti divisorie leggere (F90) (BSK-RPR 00-0) Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig.. - Applicazione della lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab. 8 (classe A secondo DIN 0) e Applicare la pannellatura su entrambi i lati (Pos. ). - Prevedere nel rivestimento e nella lana minerale un intercapedine per montaggio bagnato della BSK-RPR (Pos. ) - Produzione di entrambi gli sdoppiatori (Pos. davanti e dietro). Stuccare le fughe e gli attacchi col materiale della parete - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK- RPR Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni. - Applicare lo stucco (Pos. 8) nella fuga larga 0 mm tra l'involucro della BSK-RPR e l'intercapedine della parete. - dopo che lo stucco si è seccato, rimuovere gli accessori per il montaggio (sospensioni ecc.). 09/ -

14 Montaggio direttamente sotto soffitto massiccio - Montaggio in pareti divisorie leggere con resistenza al fuoco F90 secondo din 0- Tab. 8 o seconmdo abp con sostegno in metallo e rivestimento bilaterale (spessore minimo parete 00 mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - Il montaggio direttamente sotto soffitti massicci va effettuato durante la costruzione della parete. - La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete. 7 Serranda Tagliafuoco tipo BSK-RPR Aufdoppelung (Gipskartonplatten GKF, beidseitig je x d=, mm) - Primo sdoppiatore, Fissaggio: viti per montaggio veloce TN,x, a 0 mm, ovvero min. viti per lato; stuccare le fughe e gli sdoppiatore con lo stesso materiale della parete. Parete divisoria leggera secondo DIN 0 parte, tabella 8 - Prima posizione dei pannelli, fissaggio: viti a montaggio veloce TN,x, a 70 mm, secondo DIN 88; ovvero min. viti per lato; stuccare le fughe tra parete e BKA-EN con lo stesso materiale della parete. - Seconda posizione della pannellatura, fissaggio: viti a fissaggio veloce TN,x, a 0 mm, secondo DIN 88; ovvero min. jedoch viti per lato; le fughe tra parete e BKA- EN vanno stuccate con lo stesso materiale della parete. lana minerale, esecuzione propria per parete (classe A secondo DIN 0, densità 00 kg/m³, punto di fusione 000 C) Profilo UW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 6 Profilo CW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 7 soffitto massiccio 8 Cartongesso stuccato con materiale per stuccaggio parete. 8 Fig. 7: montaggio in pareti divisorie leggere (F90) direttamente sotto soffitti massicci (BSK-RPR 00-0) Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig.. Prima di applicare i profili UW necessari per i profili di metallo perimetrali (Pos. ) va applicata una striscia di lana minerale nel profilo UW sul soffitto ca. 0x0 mm (Pos. ). - Prevedere un intercapedine per il montaggio bagnato della BSK-RPR (Pos. ) nel rivestimento e nella lana minerale. - Produrre gli sdoppiatori bilaterali (Pos. davanti e dietro). Stuccare le fughe e gli attacchi col materiale della parete - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK- RPR Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni. - Applicare lo stucco (Pos. 8) nella fuga larga 0 mm tra l'involucro della BSK-RPR e l'intercapedine della parete. - Una volta induritosi lo stucco, gli accessori di montaggio (sospensioni ecc.) vanno rimossi. 09/ -

15 Montaggio su pareti divisorie leggere con struttura in metallo e telaio (F90) (montaggio a secco) Grandezza da 00 a 00 - Montaggio in pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F90 secondo DIN 0- Tab. 8 o rispettivo sbp c on scheletro in metallo e rivestimento su entrambi i lati (spessore minimo parete 00 mm) con telaio. - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (pareti / soffitti massicci) è ninimo 7 mm. La distanza effettiva può discostarsi da quanto detto in precedenza e va adattata al tipo di parete. - E' possibile installare la BSK-RPR con telaio in un punto a piacimento, prestando attenzione alla distanza minima nelle pareti divisorie indipendentemente dai profili di metallo presenti e propri della parete. In questo modo è possibile il montaggio di una parete rivestita prefabbricata. A La situazione di montaggio rappresentata si riferisce solo alla serranda ø 0 mm. Per altre grandezze i dettagli costruttivi sono su richiesta Indicazione per il montaggio Nota per il montaggio: nel campo di sovrapprosizione dei profili di ricambio, avvitare questi profili con dadi o viti. Questi collegamenti servono a fissare i singoli profili di metallo. Fig. 8: Scheletro di metallo con modifiche necessarie (parete divisoria leggera F90, secondo DIN 0- Tab.8) per BSK-RPR con telaio (montaggio a secco) 6 6 Fig. 9: Montaggio a secco con telaio su parete divisoria leggera (F90) Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig Applicare la lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab 8 (classe A, secondo DIN 0) e applicare i pannelle a parete bilaterali (Pos. ) - Prevedere un intercapedine per montaggio a secco della BSK- RPR (Pos. ) con rivestimento e lana minerale. - Inserimento lana minerale Inserire i profili UW (Pos.) e avvitare (viti a montaggio veloce TN,x) con il rivestimento a parete. - Lana minerale nel campo di ricambio secondo le misure di ricambio. - Inserire la BSK-RPR con il telaio nell'intercapedine della parete (a filo con la parete) Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK-RPR - Il fissaggio avviene su tutte e le piastrine mediante viti a montaggio veloce TN,x e le rispettive pulegge a U (Pos. ). (Per la grandezza utilizzare tutti i fori presenti nelle piastrine e per le grandezze solo quelli esterni). 09/ -

16 Montaggio direttamente sotto soffitti massicci - Montaggio in pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F90 secondo DIN 0- Tab. 8 o rispettivo sbp c on scheletro in metallo e rivestimento su entrambi i lati (spessore minimo parete 00 mm) con telaio. - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - Montaggio direttamente sotto soffitti massicci con attacco a soffitto - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (pareti / soffitti massicci) è ninimo 7 mm. La distanza effettiva può discostarsi da quanto detto in precedenza e va adattata al tipo di parete. - E' possibile installare la BSK-RPR con telaio in un punto a piacimento, prestando attenzione alla distanza minima nelle pareti divisorie indipendentemente dai profili di metallo presenti e propri della parete. In questo modo è possibile il montaggio di una parete rivestita prefabbricata. La situazione di montaggio rappresentata si riferisce solo alla serranda ø 0 mm. Per altre grandezze i dettagli costruttivi sono su richiesta A 7 Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig Applicare la lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab 8 (classe A, secondo DIN 0) e applicare i pannelle a parete bilaterali (Pos. ) - Prevedere un intercapedine per montaggio a secco della BSK- RPR (Pos. ) con rivestimento e lana minerale. - Inserimento lana minerale Inserire i profili UW (Pos.) e avvitare (viti a montaggio veloce TN,x) con il rivestimento a parete. - Lana minerale nel campo di ricambio secondo le misure di ricambio. - Inserire la BSK-RPR con il telaio nell'intercapedine della parete (a filo con la parete) Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK-RPR - Il fissaggio avviene su tutte e le piastrine mediante viti a montaggio veloce TN,x e le rispettive pulegge a U (Pos. ). (Per la grandezza utilizzare tutti i fori presenti nelle piastrine e per le grandezze solo quelli esterni). Serranda Tagliafuoco BSK-RPR con telaio Parete divisoria leggera secondo DIN 0 parte, tabella 8 - Prima posizione dei pannelli, fissaggio: viti a montaggio veloce TN,x, a 70 mm, secondo DIN 88; ovvero min. viti per lato; stuccare le fughe tra parete e BKA-EN con lo stesso materiale della parete. - Seconda posizione della pannellatura, fissaggio: viti a fissaggio veloce TN,x, a 0 mm, secondo DIN 88; ovvero min. jedoch viti per lato; le fughe tra parete e BKA- EN vanno stuccate con lo stesso materiale della parete. lana minerale, esecuzione propria per parete (classe A secondo DIN 0, densità 00 kg/m³, punto di fusione 000 C) Viti a montaggio veloce TN,x e puleggia U idonea. Profilo UW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 6 Profilo CW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 7 soffitto massiccio Fig. 0: Montaggio a secco con telaio in pareti divisorie leggere (F90) direttamente sotto soffitti massicci. 09/ - 6

17 Montaggio direttamente sotto soffitti massicci con attacco a soffitto - Montaggio in pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F90 secondo din 0- Tab. 8 o rispettivo abp con struttura in metallo e rivestimento bilaterale (spessore minimo parete 00 mm) solo in collegamento con il telaio e gli accessori aggiuntivi. Indicare lo spessore preciso /gli spessori precisi della parete al momento dell'ordine. - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 70 mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (parete) è min. 7 mm. La distanza minima effettiva può discostarsi leggermente dalle distanze indicate sopra e va adattata a seconda del tipo di raccordo a parete. Fig. : scheletro in metallo con modifiche necessarie (parete divisoria leggera F90, secondo DIN 0- Tab.8, con collegamento tetto) per BSK-RPR con telaio (montaggio a secco) A 8 Fig. : Montaggio a secco con telaio in pareti divisorie leggere (F90) direttamento sotto il soffitto con collegamento a soffitto Montaggio: - Al di sotto di soffitti massicci (Pos. 7) montare delle placchette (Pos.)) per il raccordo a soffitto Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig.. In prossimità dell'attacco a soffitto vengono montati i cambi e i profili CW (Pos. 6) Riservare il profilo del soffitto (profilo UW) (Pos.) in prossimità della BSK-RPR (Pos.) (Larghezza b = ød + 0 mm). - Inserire la lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab. 8 (classe A secondo DIN 0) e applicare i panneli (Pos. ). Prevedere un'apertura. - Inserire la BSK-RPR con telaio e guarnizione perimetrale intumescente (Pos. ) nell'intercapedine della parete / pannello (a filo con i pannelli). - Su un lato dell'apertura di montaggio la piastra, (Pos. 8) sulla quale erano fissati due angolari di sospensione e due distanziali, viene montata al soffitto massiccio - Nell'apertura a parete rimasta vengono inserite pezzi di lana minerale (Pos. ). - Infine il lato ancora aperto della parete viene chiuso con la seconda piastra che viene avvitata alla prima con i quattro distanziali - Effettuare un'apertura in entrambi i pannelli di lana minerale (Pos. ). - Inserire la BSK-RPR con telaio e guarnizione intumescente (Pos. ) nell'intercapedine della parete / piastre (a filo con le piastre) Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra il pannello e l'involucro della BSK-RPR. - Il fissaggio avviene su tutte le fascette con viti x e le pulegge U (Pos. ) (nelle grandezze usare tutti i fori delle fascette di fissaggio delle fascette e nelle grandezze usare entrambi i fori esterni delle fascette). Serranda Tagliafuoco BSK-RPR con telaio Strisce per collegamento a soffitto GKF - strisce con ognuna d =, mm e b = 0 mm (nelle pareti con spessore= 00 mm, per spessori maggiori la larghezza b deve essere adeguata) im Abstand von a < 00 mm mit Schrauben aufeinander verschraubt. Parete divisoria leggera secondo DIN 0 parte, tabella 8 - Prima posizione dei pannelli, fissaggio: viti a montaggio veloce TN,x, a 70 mm, secondo DIN 88; ovvero min. viti per lato; stuccare le fughe tra parete e BKA-EN con lo stesso materiale della parete. - Seconda posizione della pannellatura, fissaggio: viti a fissaggio veloce TN,x, a 0 mm, secondo DIN 88; ovvero min. jedoch viti per lato; le fughe tra parete e BKA- EN vanno stuccate con lo stesso materiale della parete. lana minerale, esecuzione propria per parete (classe A secondo DIN 0, densità 00 kg/m³, punto di fusione 000 C) Profilo UW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 6 Profilo CW 0/0/0,6 (con parete spessore= 00 mm, per spessori maggiori occorrono profili adeguati) 09/ - 7

18 7 soffitto massiccio 8 Pannello (accessorio: spessore d = 0 mm, larghezza b = ød + 0 mm, altezza h = ød + mm; apertura = ød + 0 mm) 9 Angolare di sospensione (accessorio) 0Distanziale (accessorio, lunghezza a seconda dello spessore della parete). Indicare sull'ordine lo spesore/gli spessori preciso/i della parete. Lana minerale (classe A secondo DIN 0, densità 00 kg/ m³, punto di fusione 000 C, spessore d= 0 mm; Dimensioni larghezza b = ød + 0 mm x altezza h = ød + mm; apertura= ød + 0 mm) Guarnizione intumescente (distanza 0 mm dal telaio) Viti x e pulegge U idonee (Nelle grandezze utilizare tutti i fori presenti nelle fascette di fissaggio e nelle grandezze utilizzare solo entrambi i fori esterni). Montaggio in pareti divisorie leggere con sostegno in metallo (F0) - (montaggio bagnato) Grandezze da 00 a 0 - Montaggio in pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F0 secondo DIN 0- Tab.8 o rispettivo abp con scheletro in metallo e rivesimento bilaterale (spessore minimo parete 7 mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete Indicazione per il montaggio Nota per il montaggio: nel campo di sovrapprosizione dei profili di ricambio, avvitare questi profili con dadi o viti. Questi collegamenti servono a fissare i singoli profili di metallo. Fig. : struttura in metallo con modifiche necessarie (parete divisoria leggera F0, secondo DIN 0- Tab.8) per BSK-RPR da 00 a 0 - (montaggio bagnato) 09/ - 8

19 Montaggio direttamente sotto soffitti massicci - Montaggio in pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F0 secondo DIN 0- Tab.8 o rispettivo abp con scheletro in metallo e rivesimento bilaterale (spessore minimo parete 7 mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - Il montaggio direttamente sotto soffitti massicci va effettuato durante la costruzione della parete. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete Fig. : Montaggio bagnato in pareti divisorie leggere (F0) Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie della fig.. - Applicazione della lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab. 8 (classe A secondo DIN 0) e Applicare la pannellatura su entrambi i lati (Pos. ). - Prevedere nel rivestimento e nella lana minerale un intercapedine per montaggio bagnato della BSK-RPR (Pos. ) - Produzione di entrambi gli sdoppiatori (Pos. davanti e dietro). Stuccare le fughe e gli attacchi col materiale della parete - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK- RPR Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni. - Applicare lo stucco (Pos. 8) nella fuga larga 0 mm tra l'involucro della BSK-RPR e l'intercapedine della parete. - dopo che lo stucco si è seccato, rimuovere gli accessori per il montaggio (sospensioni ecc.). Fig. : montaggio in pareti divisorie leggere (F0) direttamente sotto soffitto massiccio (BSK-RPR 00-0) Montaggio: 8 - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie della fig.. Prima di applicare i profili UW necessari per i profili di metallo perimetrali (Pos. ) va applicata una striscia di lana minerale nel profilo UW sul soffitto ca. 0x0 mm (Pos. ). - Prevedere un intercapedine per il montaggio bagnato della BSK-RPR (Pos. ) nel rivestimento e nella lana minerale. - Produrre gli sdoppiatori bilaterali (Pos. davanti e dietro). Stuccare le fughe e gli attacchi col materiale della parete - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK- RPR Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni. - Applicare lo stucco (Pos. 8) nella fuga larga 0 mm tra l'involucro della BSK-RPR e l'intercapedine della parete. - Una volta induritosi lo stucco, gli accessori di montaggio (sospensioni ecc.) vanno rimossi. 09/ - 9

20 Serranda Tagliafuoco tipo BSK-RPR Aufdoppelung (Gipskartonplatten GKF, beidseitig je x d=, mm) - Fissaggio: Viti a montaggio veloce TN,x, a 0 mm, min. viti per lato, le fughe vanno stuccate con materiale della parete. Parete divisoria leggera secondo DIN 0 parte, tabella 8 - Pannellatura, fissaggio: viti montaggio veloce TN,x, a 0 mm, secondo DIN 88; ovvero min. viti per lato, le gughe tra parete e BSK-RPR vanno stuccate con apposito materiale. Lana minerale, esecuzione propria della parete (classe A secondo DIN 0) Profilo UW 0/0/0,6 6 Profilo CW 0/0/0,6 7 soffitto massiccio 8 Cartongesso stuccato con materiale per stuccaggio parete. Montaggio su pareti divisorie leggere con struttura in metallo e telaio (a secco) (F0) Grandezza nominale da 00 a 00 - Montaggioin pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F 0 secondo DIN 0- Tab. 8 o rispettivo abp con muratura in metallo e rivestimento bilaterale (spessore minimo parete 7 mm) con telaio. - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (pareti / soffitti massicci) è ninimo 7 mm. La distanza effettiva può discostarsi da quanto detto in precedenza e va adattata al tipo di parete. - E' possibile installare la BSK-RPR con telaio in un punto a piacimento, prestando attenzione alla distanza minima nelle pareti divisorie indipendentemente dai profili di metallo presenti e propri della parete. In questo modo è possibile il montaggio di una parete rivestita prefabbricata. La situazione di montaggio rappresentata si riferisce solo alla serranda ø 0 mm. Per altre grandezze i dettagli costruttivi sono su richiesta Indicazione per il montaggio Nota per il montaggio: nel campo di sovrapprosizione dei profili di ricambio, avvitare questi profili con dadi o viti. Questi collegamenti servono a fissare i singoli profili di metallo. Fig.6: Sostegno in metallo con modifiche necessarie (parete divisoria leggera F0, secondo DIN 0- Tab.8) per BSK-RPR con telaio (montaggio secco) 09/ - 0

21 Montaggio diretto sotto soffitti massicci - Montaggioin pareti divisorie leggere con una resistenza al fuoco F 0 secondo DIN 0- Tab. 8 o rispettivo abp con muratura in metallo e rivestimento bilaterale (spessore minimo parete 7 mm) con telaio. - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - Il montaggio direttamente sotto soffitti massicci va effettuato durante la costruzione della parete. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima dalle componenti portanti (pareti / soffitti massicci) è ninimo 7 mm. La distanza effettiva può discostarsi da quanto detto in precedenza e va adattata al tipo di parete. - E' possibile installare la BSK-RPR con telaio in un punto a piacimento, prestando attenzione alla distanza minima nelle pareti divisorie indipendentemente dai profili di metallo presenti e propri della parete. In questo modo è possibile il montaggio di una parete rivestita prefabbricata. A La situazione di montaggio rappresentata si riferisce solo alla serranda ø 0 mm, per tutte le altre grandezze dettagli costruttivi su richiesta Fig. 7: Montaggio a secco con telaio su una parete divisoria leggera (F0) 7 Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig Applicare la lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab 8 (classe A, secondo DIN 0) e applicare i pannelle a parete bilaterali (Pos. ) - Prevedere un intercapedine per montaggio a secco della BSK- RPR (Pos. ) con rivestimento e lana minerale. - Inserimento lana minerale Inserire i profili UW (Pos.) e avvitare (viti a montaggio veloce TN,x) con il rivestimento a parete. - Lana minerale nel campo di ricambio secondo le misure di ricambio. - Inserire la BSK-RPR con telaio nell'intercapedine della parete (a filo con la parete) Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK-RPR. - Il fissaggio avviene su tutte e quattro le fascette presenti con viti a montaggio veloce TN,x e puleggia U idonea (Pos. ) (Nelle grandezze utilizzare tutti i fori presenti e nelle grandezze utilizzare entrambi i fori esterni delle fascette). A A Fig. 8: montaggio a secco con telaio su parete divisoria leggera (F0) direttamente sotto un soffitto massiccio. 09/ -

22 Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig Applicare la lana minerale (Pos. ) secondo DIN 0, Tab. 8 (classe A, secondo DIN 0) e i pannelli (Pos. ) - Prevedere un intercapedine per montaggio a secco della BSK- RPR (Pos. ) con rivestimento e lana minerale. - Inserimento lana minerale Inserire i profili UW (Pos.) e avvitare (viti a montaggio veloce TN,x) con il rivestimento a parete. - Lana minerale nel campo di ricambio secondo le misure di ricambio. - Inserire la BSK-RPR con il telaio nell'intercapedine della parete (a filo con la parete) Riempire uniformememte l'intercapedine perimetrale tra parete e BSK-RPR - Il fissaggio avviene su tutte e quattro le fascette presenti con viti a montaggio veloce TN,x e puleggia U idonea (Pos. ) (Nelle grandezze utilizzare tutti i fori presenti e nelle grandezze utilizzare entrambi i fori esterni delle fascette). Montaggio in pareti pozzetto con struttura in metallo (F90) (montaggio bagnato) Grandezze da 00 a 0 - Montaggio in pareti divisorie leggere con sostegno in metallo e rivestimento unilaterale in pannelli massicci Knauf (Knauf W 68 tipo B) con classe di resistenza al fuoco F90 (spessore minimo parete mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete. Serranda Tagliafuoco BSK-RPR con telaio Viti a montaggio veloce TN,x e puleggia U idonea. Parete divisoria leggera secondo DIN 0 parte, tabella 8 - Pannellatura, fissaggio: viti montaggio veloce TN,x, a 0 mm, secondo DIN 88; ovvero min. viti per lato, le gughe tra parete e BSK-RPR vanno spatolate con apposito materiale. Lana minerale, esecuzione propria della parete (classe A secondo DIN 0) Profilo UW 0/0/0,6 6 Profilo CW 0/0/0,6 7 soffitto massiccio Indicazione per il montaggio Nota per il montaggio: nel campo di sovrapprosizione dei profili di ricambio, avvitare questi profili con dadi o viti. Questi collegamenti servono a fissare i singoli profili di metallo. Fig. 9: sostegno in metallo con le modifiche necessarie (Pozzetto F90) per BSK- RPR grandezza da 00 a 0 (montaggio umido) 09/ -

23 Montaggio direttamente sotto soffitto massiccio - Montaggio in pareti divisorie leggere con sostegno in metallo e rivestimento unilaterale in pannelli massicci Knauf (Knauf W 68 tipo B) con classe di resistenza al fuoco F90 (spessore minimo parete mm). - Necessario montaggio attacco flessibile bilaterale (in alternativa canale flessibile in alluminio). - Non sono ammessi sospensioni o fissaggi aggiuntivi, i dispositivi ausiliari del montaggio devono essere montati dietro. - Il montaggio direttamente sotto soffitti massicci va effettuato durante la costruzione della parete. - -La distanza minima tra più serrande tagliafuoco deve essere minimo 00 mm. - La distanza minima delle componenti portanti è min. 8 mm da parete e min. 7 mm da soffitti massicci. La distanza minima effettiva può essere leggermente diversa da quelle descritte e va adattata al tipo di parete. 7 Fig. 0: Pannelli e sdoppiatore (parete pozzetto F90) per BSK-RPR da 00 a 0 - (montaggio bagnato) Montaggio: - Innalzare la struttura in metallo e la parete secondo le indicazioni del costruttore e le modifiche necessarie secondo fig Applicare la pannellatura a parete (Pos. ) e lo sdoppiatore (Pos. ) e l'apertura di montaggio per il montaggio della BKA-EN. - Sul lato non ispezioni della BSK-RPR (Pos. ) appliecare un contenitore (non deve e ssere avvitato cno l'involucro della BSK-RPR). Il contenitore non è necessari tecnicamente.) - Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni ecc. - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Fuga ad anello tra il profilo perimetrale della parete e l'involucro della BSK-RPR - Stuccare con il materiale della parete (Pos. ) Stuccare gli attacchi e le fughe degli sdoppiatori con lo stesso materiae della parete. - Allontanare gli accessori di montaggio (sospensioni ecc.) Fig. : Montaggio umido in pareti pozzetto (F90) direttamente sotto soffitti massicci (BSK-RPR 00-0) Montaggio: - Produrre il sostegno in metallo della parete secondo le indicazioni del produttore della parete e le modifiche necessarie secondo disegno (Fig. 9) (montaggio del profilo UW (Pos.) sul sodditto e applicazione dei profili UW necessari ai profili metallici in prossimità del soffitto). - Applicare la pannellatura a parete (Pos. ) e lo sdoppiatore (Pos. ) e l'apertura di montaggio per il montaggio della BSK-RPR. - Sul lato non ispezioni della BSK-RPR (Pos. ) appliecare un contenitore (non deve e ssere avvitato cno l'involucro della BSK-RPR). Il contenitore non è necessari tecnicamente.) - Montaggio della BSK-RPR con l'ausilio di sospensioni ecc. - Inserire la BSK-RPR nell'intercapedine della parete (lato ispezioni - osservare la misura di montaggio 0 mm). Fuga ad anello tra il profilo perimetrale della parete e l'involucr della BSK-RPR der BSK-RPR gleichmäßig ausmitteln. 09/ -

Serranda tagliafuoco

Serranda tagliafuoco Serranda tagliafuoco BKA-EN con certificato di omologazione Z-41.3-667 secondo DIN EN 1366-2 Ferdinand Schad KG Steigstraße 25-27 D-78600 Kolbingen Telefon 0 74 63-980 - 0 Telefax 0 74 63-980 - 200 info@schako.de

Dettagli

EFD Serrande tagliafuoco certificate EI 180 S EN 1366-2 marcata UNI EN15650.

EFD Serrande tagliafuoco certificate EI 180 S EN 1366-2 marcata UNI EN15650. Serrande tagliafuoco certificate EI 180 S EN 1366-2 marcata UNI EN15650. Classificazione secondo EN13501-3:2005 Supporti normalizzati EI 120 S EI 180 S Parete in cartongesso 150 mm (v e i o) 1500x1000

Dettagli

Serrande tagliafuoco. Serie FKR-07-TI FKR-08-TI 4/8.2/I/1

Serrande tagliafuoco. Serie FKR-07-TI FKR-08-TI 4/8.2/I/1 4/8.2/I/1 Serrande tagliafuoco Serie FKR-07-TI FKR-08-TI omologate secondo la circolare n. 91 del Ministero degli Interni Direzione Generale dei Servizi Antincendi TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29

Dettagli

Serrande tagliafuoco circolari PKIR EI PKIR3G

Serrande tagliafuoco circolari PKIR EI PKIR3G Serrande tagliafuoco circolari PKIR EI PKIR3G Le serrande tagliafuoco circolari PKIR sono certificate secondo la norma EN 15650 e dispongono di marcatura CE rilasciata da un ente certificatore riconosciuto.

Dettagli

4 Geberit Sanbloc e Geberit Combifix

4 Geberit Sanbloc e Geberit Combifix 4 Geberit Sanbloc e Geberit Combifix 4.1 Geberit Sanbloc................................... 158 4.1.1 Sistema.............................................. 158 4.1.2 Progettazione........................................

Dettagli

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM Condizionamento Termoventilanti ICIM ISO Cert. n 4/2 Aerotermi Termostrisce radianti Ventilconvettori Unità trattamento aria Canne fumarie SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE Condizionamento SABIANA IL COMFORT

Dettagli

Caratteristiche aerauliche ed acustiche. Caratteristiche costruttive

Caratteristiche aerauliche ed acustiche. Caratteristiche costruttive Le serrande tagliafuoco della serie STD-M ed STD-S sono state progettate per ottenere due peculiari caratteristiche di notevole importanza per l installazione: - disassamento del comando della serranda

Dettagli

Serranda tagliafuoco. Serie FKR-EU. Manuale d'uso e d'installazione. IT/it. in conformità alla Dichiarazione di Prestazione DoP / FKR-EU / DE / 002

Serranda tagliafuoco. Serie FKR-EU. Manuale d'uso e d'installazione. IT/it. in conformità alla Dichiarazione di Prestazione DoP / FKR-EU / DE / 002 Manuale d'uso e d'installazione IT/it Serranda tagliafuoco Serie FKR-EU in conformità alla Dichiarazione di Prestazione DoP / FKR-EU / DE / 002 Prima di qualsiasi intervento leggere le istruzioni! TROX

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione Schede tecniche e linee guida per l installazione 43 Intumex RS10 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS10 è un tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile vericiato a

Dettagli

IH/HS 100.1 IH/HS 100.2 IH/HS 200.1 IH/HS 200.2 IH/HS 200.3

IH/HS 100.1 IH/HS 100.2 IH/HS 200.1 IH/HS 200.2 IH/HS 200.3 ORIZZONTALI INDUSTRIALI MOD. IH/AR ORIZZONTALI SCHEDA TECNICA GENERATORE DI ARIA CALDA PER IMPIANTI SPORTIVI IH/HS 100.1 IH/HS 100.2 IH/HS 200.1 IH/HS 200.2 IH/HS 200.3 nº 6660192 Aggiorn. 02/2008 INDICE

Dettagli

FERMACELL. L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti

FERMACELL. L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti FERMACELL L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti EDIZIONE 00 0 buone ragioni scegliere l alta qualità FERMACELL! Le lastre in gessofibra FERMACELL hanno le carte in regola per soddisfare

Dettagli

Manuale d'uso e d'installazione Serranda tagliafuoco Serie FKS-EU

Manuale d'uso e d'installazione Serranda tagliafuoco Serie FKS-EU FKS-EU/DE/IT/it Manuale d'uso e d'installazione Serranda tagliafuoco Serie FKS-EU secondo la Dichiarazione di Prestazione DoP / FKS-EU / DE / 2013 / 001 Contenuti 1 Informazioni generali 3 Obiettivo di

Dettagli

Manuale d installazione ed uso per serranda tagliafuoco TFER 30 pag.

Manuale d installazione ed uso per serranda tagliafuoco TFER 30 pag. Manuale d installazione ed uso per serranda tagliafuoco TFER 30 pag. Descrizione La serranda tagliafuoco TFER 30 è costituita da una cassa di lamiera d acciaio zincata, munita di flange per il collegamento

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione 49 Intumex RS50 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS50 è un collare tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile verniciato a polvere, che utilizza il laminato intumescente

Dettagli

DLS Diffusori a feritoie con deflettori regolabili

DLS Diffusori a feritoie con deflettori regolabili Diffusori a feritoie Diffusori a feritoie con deflettori regolabili Versioni - V (in acciaio verniciato bianco RAL9010, con deflettori in alluminio anodizzato nero) - X (in acciaio inox con deflettori

Dettagli

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection FERMACELL Firepanel A1 La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection Firepanel A1 La nuova lastra incombustibile di FERMACELL La lastra FERMACELL Firepanel A1 rappresenta una novità assoluta

Dettagli

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica Silenziatori con coulisse interne Tipo XSA200 e XSA Coulisse Tipo XKA200 e XKA Coulisse a risparmio energetico in versione igienica 6/10/I/2 IGIENICAMENTE TESTATO V D I 6 0 2 2 TROX Italia S.p. A. Telefono

Dettagli

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1)

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) 1 SCHEMA FUNZIONALE UTA 1 2 DATI GENERALI UNITA' TRATTAMENTO ARIA UTA 1 Tipo di esecuzione Dimensioni indicative: interno Lunghezza 8.85 m Larghezza 1.95 m Altezza

Dettagli

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610 Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357 Per l'assemblaggio di profilati doppi. Questo sistema permette di assemblare rapidamente in una seconda fase due profilati. Per essere sicuri di ottenere i valori

Dettagli

Diffusori ad effetto elicoidale

Diffusori ad effetto elicoidale T 2.2/5/I/2 Diffusori ad effetto elicoidale Serie FDE con deviatori di flusso fissi per portate elevate TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it

Dettagli

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips

Campi d applicazione dei sistemi di controsoffitti autoportanti Rigips Sistema di controsoffitto autoportante senza requisiti antincendio Il sistema di controsoffitti autoportanti offre all esecutore un alternativa particolarmente interessante ai sistemi di controsoffitti

Dettagli

GENERATORI D ARIA GBI/GBO

GENERATORI D ARIA GBI/GBO DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I generatori d aria calda GBI e GBO sono costituiti da un telaio in alluminio e da una pannellatura esterna in lamiera preverniciata: i pannelli sono isolati all interno con

Dettagli

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 /./I/ Rivelatore di fumo Typo RM-O-VS-D con sensore di portata per il controllo delle serrande tagliafuoco e tagliafumo Omologato dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Z-78.-7 TROX Italia

Dettagli

TECEdrainboard Listino 2012 d drainboar TECE 157

TECEdrainboard Listino 2012 d drainboar TECE 157 TECEdrainboard Listino 01 TECEdrainboard 157 TECEdrainboard - Descrizione prodotto TECEdrainboard - Basi solide per docce a filo pavimento Con il nuovo sistema TECEdrainboard è ora possibile realizzare

Dettagli

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40 Elenco di verifica del capitolato secondo CPN Alba top rivestimento di soffitti CD-A 27 / 40 Oggetto: 0707105B I Planerheft Alba CD-A-27/40 EI90 Pagina 1 000 Condizioni 090 Prescrizioni.. Posizioni di

Dettagli

www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica

www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica Aplysia 8 cassetta ad incasso 8 cm tubo di cacciata coibentato,

Dettagli

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB

Elenco di verifica del capitolato secondo CPN. Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Elenco di verifica del capitolato secondo CPN Rigitop Rivestimenti per soffitti - sospesi -CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Oggetto: 0813047BR I Planerheft Rigips-CD-DAJ 27 + 27 / 18 RB Pagina 1 000 Condizioni.

Dettagli

Barriere antifiamma FIRE-STOP

Barriere antifiamma FIRE-STOP Barriere antifiamma FIRE-STOP 1. Barriera antifiamma in sacchetti intumescenti FIRE STOP-BAG Sacchetti incombustibili intumescenti per il tamponamento al fuoco di varchi di attraversamento di divisorie

Dettagli

Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I

Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I Regolatori a portata costante (CAV) RPK, RPK-I Regolatore circolare () o rettangolare () autoregolante per impianti a portata costante. Indicato per ambienti nei quali sia necessario mantenere sempre il

Dettagli

Clima VRRK 500. Regolatori di portata autoregolanti per impianti CAV

Clima VRRK 500. Regolatori di portata autoregolanti per impianti CAV Regolatori di portata autoregolanti per impianti CAV Funzionamento Il regolatore di portata autoregolante è un elemento di regolazione che opera autonomamente senza energia ausiliaria, mantenendo sempre

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

Diffusore a soffitto 4-DF

Diffusore a soffitto 4-DF Diffusore a soffitto 4-DF Ferdinand Schad KG Steigstraße 25-27 D-78600 Kolbingen Telefon 0 74 63-980 - 0 Telefax 0 74 63-980 - 200 info@schako.de www.schako.de Sommario Descrizione...3 Fornitura... 3 Esecuzione...

Dettagli

Finestre e intradossi

Finestre e intradossi hold: Trattenere Finestre e intradossi Finestre a intradossi Con doppio vetro termoisolante p. 58 Finestre a intradosso Con triplo vetro termoisolante p. 60 Con vetro antieffrazione p. 62 A tenuta stagna

Dettagli

www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica

www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica www.nicoll.it CASSETTE DI SCARICO CASSETTE AD INCASSO, A ZAINO ED ACCESSORI COLLEGAMENTI MULTIMEDIALI Materiale Video Documentazione tecnica 297 APLYSIA 8 cassetta ad incasso 8 cm tubo di cacciata coibentato,

Dettagli

PORTE TAGLIAFUOCO PORTE SU MISURA CON PARETI IN CARTONGESSO

PORTE TAGLIAFUOCO PORTE SU MISURA CON PARETI IN CARTONGESSO METALLICA TAGLIAFUOCO CARTONGESSO con telaio abbracciante ad angolo arrotondato ed altri vantaggi aggiuntivi: Resistenza REI 120 Una e due ante Formati standard ed a misura fino a 2545 x 2500 H Senza o

Dettagli

ATTRAVERSAMENTI PER MURI TAGLIAFUOCO

ATTRAVERSAMENTI PER MURI TAGLIAFUOCO A T T R A V E R S A M E N T I PER M U R I TAGLIAFUOCO A D V I N F O A M PV Giunti, piccoli varchi e interstizi fra muratura ed elementi di chiusura ADVIN FOAM PV è una nuova schiuma atta a sigillare piccoli

Dettagli

Serie EASYBOX. Quadri di distribuzione stagni

Serie EASYBOX. Quadri di distribuzione stagni Serie EASYBOX Quadri di distribuzione stagni Serie EASYBOX QUADRI DI DISTRIBUZIONE STAGNI IP65 NORME DI RIFERIMENTO CEI 2348 (prima edizione 995) conforme alla IEC 60 670 (989) più la Modifica (994) Involucri

Dettagli

Le serrande tagliafuoco, evoluzione di norme e prodotto

Le serrande tagliafuoco, evoluzione di norme e prodotto Le serrande tagliafuoco, evoluzione di norme e prodotto 63 Evoluzione delle norme Dalla Circolare 91, DM 6 marzo 1986 e 30 novembre 1983 64 Evoluzione delle norme alla EN 13501-3, EN 1366-2 E I 120 ( ve

Dettagli

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection FERMACELL Firepanel A1 La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection Firepanel A1 La nuova lastra incombustibile di FERMACELL La lastra FERMACELL Firepanel A1 rappresenta una novità assoluta

Dettagli

Sistemi a secco Protezione con sistemi in lastre

Sistemi a secco Protezione con sistemi in lastre Sistemi a secco Protezione con sistemi in lastre Programma 1. Il Metodo Sperimentale: Rapporto di Prova, Rapporto di Classificazione, Fascicolo Tecnico 2. Compartimentazioni: Pareti a grande altezza 3.

Dettagli

ESAD Sistema di condotte per il controllo del fumo a marchio CE Istruzioni di installazione 08/2013

ESAD Sistema di condotte per il controllo del fumo a marchio CE Istruzioni di installazione 08/2013 ESAD Sistema di condotte per il controllo del fumo a marchio CE Istruzioni di installazione 08/2013 24.10.2013 Sistema di condotte per il controllo del fumo ESAD ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE 1.0 Linee guida

Dettagli

New Dedalo parete divisoria

New Dedalo parete divisoria New Dedalo parete divisoria Modulo standard cieco L 100 P 10 da 104 al mq. (esclusa posa) PRONTA CONSEGNA Finiture arredi e pareti CARATTERISTICHE TECNICHE Struttura portante La struttura interna della

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA PREFABBRICATI MODULARI USO SANITARIO

DESCRIZIONE TECNICA PREFABBRICATI MODULARI USO SANITARIO DESCRIZIONE TECNICA dei PREFABBRICATI MODULARI USO SANITARIO (versione in poliuretano) Informazioni generali: La seguente descrizione si riferisce ai nostri prefabbricati standard ed alla nuova dotazione

Dettagli

TECEbox Listino 2014. TECEbox

TECEbox Listino 2014. TECEbox TECEbox Listino 2014 TECEbox TECEbox TECEbox con cassetta di scarico WC da 8 cm e da 13 cm TECE, presente sul mercato da oltre 15 anni con la cassetta di scarico da 13 cm, ha ideato espressamente per le

Dettagli

TECEdrainboard Listino 2014. TECEdrainboard

TECEdrainboard Listino 2014. TECEdrainboard TECEdrainboard Listino 2014 TECEdrainboard TECEdrainboard TECEdrainboard ESTREMAMENTE ROBUSTO E RESISTENTE SIA IN CANTIERE CHE NEL BAGNO DI CASA... La base doccia TECEdrainboard consente di installare

Dettagli

Serranda tagliafuoco rettangolare

Serranda tagliafuoco rettangolare CU-LT Classificazione di resistenza al fuoco secondo EN 0- : 00 EI 0 S (00 Pa) EI 0 S (00 Pa) EI 0 S (00 Pa) Descrizione con marchio C, resistenza al fuoco EI 0 S (fino a 0 minuti). Testata e classificata

Dettagli

Riunione tecnica ASFMS 2011

Riunione tecnica ASFMS 2011 Riunione tecnica ASFMS 2011 Argomento Impermeabilizzare in modo corretto giunti e raccordi Relatore Orlando Pavioni, GYSO SA Impermeabilizzazione In genere, nel settore della protezione antincendio, l

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO Comune di Offida Lavori di: Legge 27 dicembre 2002 n. 289, art. 21 comma 80 PIANO STRAORDINARIO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI Delibera CIPE n. 143/2006 di approvazione del II programma

Dettagli

CLASSIC CLASSIC. CLASSIC rever REI 60 - REI 120 MULTIUSO CARATTERISTICHE DI ALTA QUALITÀ DEL PRODOTTO:

CLASSIC CLASSIC. CLASSIC rever REI 60 - REI 120 MULTIUSO CARATTERISTICHE DI ALTA QUALITÀ DEL PRODOTTO: 2 CLASSIC CLASSIC REI 60 - REI 120 MULTIUSO CARATTERISTICHE DI ALTA QUALITÀ DEL PRODOTTO: - Telaio molto robusto. - Luce tra battente e paramento molto ridotta. - Simmetria del telaio su tre lati a montaggio

Dettagli

SHELTERS CABINE STAZIONE MOBILI SISTEMI PER RADIO E TELEDIFFUSIONE. Progettati per custodire al meglio qualsiasi apparato

SHELTERS CABINE STAZIONE MOBILI SISTEMI PER RADIO E TELEDIFFUSIONE. Progettati per custodire al meglio qualsiasi apparato SISTEMI PER RADIO E TELEDIFFUSIONE SHELTERS CABINE STAZIONE MOBILI Progettati per custodire al meglio qualsiasi apparato è predisposta per l installazione di una struttura interna o esterna a sostegno

Dettagli

SIL. VOLTA S.p.A. SIL...

SIL. VOLTA S.p.A. SIL... VOTA S.p.A. SI H setto setto setto CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE Silenziatore rettilineo quadrangolare per montaggio a canale serie SI, struttura portante in robusta lamiera zincata con doppia flangiatura

Dettagli

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE Le canne fumarie della serie DP rappresentano la soluzione piu avanzata per l evacuazione dei fumi di generatori di calore alimentati con qualsiasi tipo di combustibile.

Dettagli

4 Mobili prodotto SCALA

4 Mobili prodotto SCALA Il nostro sistema di arredo da laboratorio SCALA offre una vasta scelta di varianti per lo stoccaggio con facile accesso e conservazione sicura. Tutti i mobili prodotti sono equipaggiabili in modo variabile

Dettagli

Scarichi in acciaio per tetti piani ACO Spin Panoramica. Nozioni di base per il Drenaggio a gravità. Acciaio inox

Scarichi in acciaio per tetti piani ACO Spin Panoramica. Nozioni di base per il Drenaggio a gravità. Acciaio inox per tetti Panoramica > Cap. 3 > Drenaggio per tetti Nozioni di base per il Drenaggio a gravità Acciaio inox La gamma degli acciai incorruttibili è nota anche come gamma degli acciai inossidabili. La denominazione,

Dettagli

Collari per canali - MEFA

Collari per canali - MEFA Collari per canali - MEFA Accessori per canali d aria DN 80-630 DN 71-1250 DN 71-1250 DN 150-1600 Collare Ventus Pagina 8/2 Collare per canali fonoassorbenti Pagina 8/3 Collare per canali Pagina 8/5 Collare

Dettagli

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Schede tecniche FERMACELL Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Sollecitazione dell umidità Campi di utilizzo Secondo la sollecitazione di umidità cui è sottoposto un elemento costruttivo,

Dettagli

Scarichi ad alta prestazione per tetti piani per il drenaggio delle acque meteoriche

Scarichi ad alta prestazione per tetti piani per il drenaggio delle acque meteoriche Scarichi Scarichi ad alta prestazione per tetti piani per il drenaggio delle acque meteoriche Per scaricare le acque piovane da tetti piani, parcheggi e terrazzi, offre un sistema di costruzione componibile

Dettagli

L isolamento acustico delle pareti in legno massicio:

L isolamento acustico delle pareti in legno massicio: L isolamento acustico delle pareti in legno massicio: L ottimo comfort acustico contribuisce notevolmente a creare una gradevole atmosfera. Grazie alla struttura monolitica, le PARETI IN LEGNO MASSICCIO

Dettagli

Scarico a pavimento ACO R 30 R 120 in ghisa, con inclinazione del manicotto 1,5 Kit anti-incendio non necessario! AbP: P-MPA-E-02-005

Scarico a pavimento ACO R 30 R 120 in ghisa, con inclinazione del manicotto 1,5 Kit anti-incendio non necessario! AbP: P-MPA-E-02-005 2 Scarichi in ghisa > Cap. 2 > Drenaggio a pavimento: ghisa e plastica Scarichi a pavimento in ghisa Prevenzione ignifuga In ottemperanza alla DIN 4102, ACO ha testato l intera gamma di scarichi a pavimento

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR

FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR FISSAGGIO SUL TETTO COLLETTORI PIANI HELIOSTAR ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMI SANITARI E PER ENERGIA Requisiti per il montaggio Requisiti generali Istruzioni di sicurezza Il kit per il montaggio sul tetto

Dettagli

Proget tagliafuoco. l eccellenza tagliafuoco, flessibilità su misura. www.ninz.it

Proget tagliafuoco. l eccellenza tagliafuoco, flessibilità su misura. www.ninz.it Proget l eccellenza, flessibilità su misura www.ninz.it Caratteristiche Qualità fuori ogni discussione Porta particolarmente robusta per una sicura funzionalità nel tempo Ideale per applicazioni su pareti

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO

NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO Vereinigung Kantonaler Feuerversicherungen Association des établissements cantonaux d assurance incendie Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO

Dettagli

ISTITUTO DI SICUREZZA

ISTITUTO DI SICUREZZA ISTITUTO DI SICUREZZA Soffitti ribassati Documento sulla sicurezza 1232-00.i precedentemente foglio SPI CO 12 Pagina 1 Generalità 1.1 Definizioni 2 1.2 Campo d applicazione 2 1.3 Funzione e struttura 2

Dettagli

------PARETI DIVISORIE ED ATTREZZATE------

------PARETI DIVISORIE ED ATTREZZATE------ DESCRIZIONE: PARETI INTERNE MOBILE FOTO DEL PRODOTTO: FOTO DETTAGLI: PROFILO VETRO DOPPIO PROFILO VETRO SINGOLO PROFILO PORTA PROFILO VETRO DOPPIO CON TENDINA 1.1 Caratteristiche dimensionali Nel sistema

Dettagli

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL centopercento Made in Italy 1 Dati Tecnici Installazione, uso e manutenzione della caldaia combinata nella quale è possibile bruciare gasolio, gas

Dettagli

HENCO SOFFITTO RAPID-ALU

HENCO SOFFITTO RAPID-ALU HENCO SOFFITTO RAPID-ALU PSH-RAC Descrizione: Il sistema di riscaldamento e raffrescamento a parete o a soffitto RAPID-ALU è costituito da un pannello in cartongesso, avente spessore 15 mm, il pannello

Dettagli

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso LECABLOCCO TRAMEZZA semplice, sicuro e vantaggioso Il Lecablocco Tramezza è un manufatto in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca studiato dall ANPEL con sistema di collegamento ad incastri

Dettagli

Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany

Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany Collettore piano ad alta efficienza FKA Made in Germany Collettore piano ad alta efficienza FKA La centrale solare Tubo collettore attivo ed integrato per installazione modulare dell impianto Spesso strato

Dettagli

Riqualificazione del refettorio e dei locali di produzione pasti all interno dell ITC E. Tosi di Busto Arsizio (VA)

Riqualificazione del refettorio e dei locali di produzione pasti all interno dell ITC E. Tosi di Busto Arsizio (VA) 1 2 3 A - OPERE DI DEMOLIZIONE E RIMOZIONE Rimozione di TUTTE LE ATTREZZATURE INDICATE NEL DISEGNO zona self service, cottura e zona bar compreso opere provvisionali e ogni onere e magistero per chiusura

Dettagli

FORNITURA E POSA IN OPERA DI PROTEZIONI PASSIVE AL FUOCO

FORNITURA E POSA IN OPERA DI PROTEZIONI PASSIVE AL FUOCO FORNITURA E POSA IN OPERA DI PROTEZIONI PASSIVE AL FUOCO Soluzioni passive al fuoco 2 Soluzioni passive al fuoco srl opera da anni con professionalità e competenza nell ambito della protezione passiva

Dettagli

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni.

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni. DATI TECNICI Blanke TRIMAT Fonoassorbente e separatore Uso e funzione Blanke TRIMAT, materassino fonoassorbente che neutralizza le tensioni, è usato per la posa di piastrelle, pietra naturale, graniglia

Dettagli

ASPIRAZIONE LOCALIZZATA. L'aspirazione ideale per gli usi industriali.

ASPIRAZIONE LOCALIZZATA. L'aspirazione ideale per gli usi industriali. L'aspirazione ideale per gli usi industriali. Una tecnologia innovativa, materiali nuovi e una particolare attenzione al design conferiscono al Fumex PR molti vantaggi nuovi e importanti: - Facilità di

Dettagli

normativa ISO 140:1995 parte 3 a normativa ISO 717:1996 parte 1 a

normativa ISO 140:1995 parte 3 a normativa ISO 717:1996 parte 1 a PROVE TECNICHE ACUSTICA normativa ISO 140:1995 parte 3 a normativa ISO 717:1996 parte 1 a INDICE PARETE IN MURATURA R w 54 80 50 120 pag. 1.a PARETE IN MURATURA R w 55 120 50 200 pag. 2.a PARETE IN MURATURA

Dettagli

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007 LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica Data: 28 marzo 2007 OGGETTO GGETTO: Minishelter Integrazioni: 27 marzo 2009 Riferimento: INSIEL_ ST_MINISHELTER_09 INDICE Indice... 2 Indice delle figure... 2 1 Generalità...

Dettagli

Sistema di sicurezza JOBARAND e JOBAPOINT per il tetto piano

Sistema di sicurezza JOBARAND e JOBAPOINT per il tetto piano Sistema di sicurezza JOBARAND e JOBAPOINT per il tetto piano Descrizione JOBARAND Una efficace protezione contro le cadute l tetto piano mediante ancoraggio dell'imbragatura personale di sicurezza Disponibilità

Dettagli

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria 1 821 1821P01 Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria Sonda attiva con capillare per la misura della temperatura minima nel campo d impiego 0 15 C Alimentazione 24 V AC Segnale d uscita 0...10 V DC

Dettagli

Diffusori di design ad effetto elicoidale

Diffusori di design ad effetto elicoidale 2/4.2/I/3 Diffusori di design ad effetto elicoidale Serie ADD elementi per l estetica e il comfort TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 Via Galileo Ferraris 31 e-mail trox@trox.it

Dettagli

THE TOTAL SOLUTION PROVIDER

THE TOTAL SOLUTION PROVIDER Le CASSETTE STAGNE vengono usate per il comando a distanza di valvole a membrana di tipo VEM e sono disponibili in tre tipi di contenitori: -, da 1 a piloti montati all interno. - 8, da 6 a 8 piloti montati

Dettagli

Istruzioni d installazione

Istruzioni d installazione Istruzioni d installazione Accessori Tubazioni di collegamentocaldaia-accumulatore Logano plus GB225-Logalux LT300 Per i tecnici specializzati Leggere attentamente prima del montaggio. 6 720 642 640 (01/2010)

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO. Caminetti

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO. Caminetti ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Caminetti Indice 1. Introduzione 3 2. Verifica dell imballo 3 3. Corretto posizionamento del caminetto 4 4. Trasporto sul cantiere 4 5. disposizione del caminetto 5 6. Smontaggio

Dettagli

Tecnofumi Srl KIT GAS CARATTERISTICHE TECNICO COSTRUTTIVE

Tecnofumi Srl KIT GAS CARATTERISTICHE TECNICO COSTRUTTIVE KIT GAS CARATTERISTICHE TECNICO COSTRUTTIVE Kit Gas tipo C E' un prodotto omologato dagli Enti Europei più autorevoli, leggero, di ottima resistenza meccanica, sicuro, pratico, facilmente movimentabile,

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO - COMPLESSO SCOLASTICO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

PROVINCIA DI PRATO - COMPLESSO SCOLASTICO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE Cod. C.M.E. Voce E.P. Descrizione sintetica U.M. Quantità 1 CIV-001 2 CIV-002 3 CIV-003 4 CIV-004 5 CIV-005 6 CIV-006 PROVINCIA DI PRATO - COMPLESSO SCOLASTICO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE - Via Galcianese

Dettagli

PROMEMORIA ANTINCENDIO

PROMEMORIA ANTINCENDIO Vereinigung Kantonaler Feuerversicherungen Association des établissements cantonaux d assurance incendie Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio Installazione di sistemi di filtri

Dettagli

Serie per caldaie e camini

Serie per caldaie e camini Tubo LLUMINIO estensibile e raccordi CCIIO INOX nero per stufe a pellet CCIIO 1.2 nero per stufe a pellet CCIIO 2.0 nero per stufe a legna Parete semplice CCIIO INOX per stufe a legna Doppia parete CCIIO

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO

IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO IMPIANTO DI SOVRAPRESSIONE NO SMOKE DS PER ZONE FILTRO FUMO Certificato secondo D.M. DEL 30/11/1983 I.G. 188202 L impianto di sovrapressione NO SMOKE DS serve a mandare in sovrapressione le zone filtro

Dettagli

CLA CLA-A CLA-B. CLA Silenziatore compatto per canali circolari

CLA CLA-A CLA-B. CLA Silenziatore compatto per canali circolari Silenziatore compatto per canali circolari -A -B Caratteristiche salienti Altezza di installazione estremamente ridotta. Attenuazione eccellente del rumore Lana di roccia ricoperta da un tessuto speciale

Dettagli

ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM

ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM ALLEGATI ALLEGATO 1 MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE INTERVENTO ALLEGATO 2 CARATTERISTICHE TECNICHE MICROCENTRALE IDROELETTRICA IREM ALLEGATO 1 - MAPPA DEL BACINO, RETE IDROGRAFICA E UBICAZIONE

Dettagli

Vulcan Pro. Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite. Unità di Trattamento Aria

Vulcan Pro. Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite. Unità di Trattamento Aria Vulcan Pro Unità di Trattamento Aria Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite in conformità alle normative e direttive Europee e sono adatte a soddisfare tutte le esigenze progettuali degli

Dettagli

OTTOTAPE Trio-BKA BA/T-BKA. Il nastro multifunzionale per il montaggio RAL. Scheda tecnica. Caratteristiche: Campi di applicazione: Standard e test:

OTTOTAPE Trio-BKA BA/T-BKA. Il nastro multifunzionale per il montaggio RAL. Scheda tecnica. Caratteristiche: Campi di applicazione: Standard e test: BA/T-BKA Il nastro multifunzionale per il montaggio RAL OTTOTAPE Trio-BKA Scheda tecnica Caratteristiche: - Materiale espanso di poliuretano, imbevuto con un'impregnazione di resina acrilica - Nastro adesivo

Dettagli

PARTIZIONI VERTICALI

PARTIZIONI VERTICALI 1 PARTIZIONI VERTICALI DIVISORI IN CARTONGESSO MG1.1 Parete interna in cartongesso - Spessore totale 15 cm 2 - Struttura costituita da : V/S 3.2.1 montanti in profilati a C in acciaio zincato, 100 x 50

Dettagli

Filtro per il gas e per l'aria. GF/1: Rp 1/2 - Rp 2 GF/3: DN 40 GF/4: DN 50 - DN 100 GF: DN 125 - DN 200

Filtro per il gas e per l'aria. GF/1: Rp 1/2 - Rp 2 GF/3: DN 40 GF/4: DN 50 - DN 100 GF: DN 125 - DN 200 Filtro per il gas e per l'aria GF/1: Rp 1/2 - Rp 2 GF/3: DN 40 GF/4: DN 50 - DN 100 GF: DN 125 - DN 200 11.02 Printed in Germany Edition 02.13 Nr. 225 693 1 8 Caratteristiche tecniche Filtro per condutture

Dettagli

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade Armadio per alloggiamento di Server Blade Sommario Specifiche materiali Profilati verticali: acciaio 1.5 mm Intelaiature terminali: acciaio 1.5 mm Montanti 19 : acciaio 2.0 mm Supporti laterali per montanti:

Dettagli

Nuove varianti. Il sistema di cerniere a scomparsa totale

Nuove varianti. Il sistema di cerniere a scomparsa totale TECTUS Nuove varianti Nuove varianti Il sistema di cerniere a scomparsa totale INDICE 3D riproduzione facsimile te 240 3d fino a 40 kg 6 te 340 3d fino a 80 kg 7 TE 540 3D fino a 120 kg 8 TE 640 3D fino

Dettagli

AluHydro botola d ispezione

AluHydro botola d ispezione otole d ispezione OTOL D ISPZION IN RTONGSSO luhydro botola d ispezione on inserto in cartongesso adatto anche ad ambienti umidi Da montare a controsoffitto, parete e controparete con chiusure a scatto

Dettagli

Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi.

Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi. Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi. Girando pagina troverai la soluzione a situazioni nelle quali si richiede una decisione della

Dettagli

Trasportatori a nastro

Trasportatori a nastro Trasportatori a nastro Realizzano un trasporto di tipo continuo, in orizzontale o in pendenza, di materiali alla rinfusa e di carichi concentrati leggeri. incastellatura di sostegno Trasporti interni 1

Dettagli

GROHE - CASSETTE. 10040 GROHE CASSETTA INCASSO 80mm. 10041 GROHE CASSETTA INCASSO WC SOSPESI. 38993000- Cassetta di sciacquo italiana 80 mm.

GROHE - CASSETTE. 10040 GROHE CASSETTA INCASSO 80mm. 10041 GROHE CASSETTA INCASSO WC SOSPESI. 38993000- Cassetta di sciacquo italiana 80 mm. GROHE - CASSETTE 38993000- Cassetta di sciacquo italiana 80 mm. 10040 GROHE CASSETTA INCASSO 80mm. montaggio a incasso per vaso WC profondità di installazione 80 mm cassetta in PE con rivestimento in resina

Dettagli

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112 MASAJA - MASAJA INOX Le caldaie a legna MASAJA e MASAJA INOX possono essere alimentate con tronchetti di lunghezza massima, a seconda dei modelli, da 500 a 1.060 mm. Corpo caldaia costituito da due elementidi

Dettagli