IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA"

Transcript

1 1

2 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PREMESSA L elaborazione del Piano dell Offerta Formativa rappresenta un momento fondamentale nella vita del Liceo Artistico, in quanto ne definisce l identità, consistente nelle scelte educative, didattiche curricolari, extracurricolari, organizzative e nei suoi rapporti con il territorio. Con la nuova riforma dei Licei, il Liceo Artistico Statale Pier Luigi Nervi - Gino Severini di Ravenna è diventato l unica istituzione di questo tipo sul territorio. La presenza dei seguenti indirizzi: Arti figurative, Architettura e ambiente e Grafica, insieme al fatto che l Istituto d Arte per il Mosaico Gino Severini sia confluito nel Liceo Artistico, portando con sé l importante eredità storico-culturale dell insegnamento dell arte del Mosaico Bizantino, la sola scuola in Europa di questo tipo, caratterizzano il Liceo rendendolo una realtà unica e rilevante per la crescita culturale e sociale della città, famosa per la sua storia, la sua arte e, soprattutto, per i suoi mosaici. Nel corso degli anni le due Scuole hanno contribuito alla formazione culturale e artistica dello studente valorizzando la realtà territoriale di Ravenna. Il Liceo P.L. Nervi, attraverso l istituzione del Corso Sperimentale Progetto Michelangelo, caratterizzato dagli indirizzi di Pittura, Scultura, Architettura e Grafica, ha sempre evidenziato il suo carattere formativo e culturale, approfondendo le materie artistiche attraverso il supporto delle materie culturali, facendo acquisire allo studente le tecniche operative che gli consentono di esprimere e sviluppare le sue doti di progettualità e creatività e con l obiettivo primario di orientare gli studenti al proseguimento degli studi. L Istituto d Arte per il Mosaico G. Severini, ora Liceo Artistico, sviluppa il percorso formativo e culturale dello studente nel segno della tradizione e dell insegnamento del Mosaico che giunge fino a noi come elemento di continuità fra passato e presente, rappresentando una importante specificità artistico-professionale del nostro territorio. L insegnamento del Mosaico, contraddistinto dalle competenze tecnico-pratiche, dalla manualità, dalla progettazione e dalla creatività, insieme allo studio dei saperi disciplinari, permette agli studenti il proseguimento degli studi e l inserimento nel mondo del lavoro. Una peculiarità delle due Scuole è la presenza di aule laboratorio, in cui si attivano le capacità progettuali degli specifici linguaggi artistici che, insieme ai laboratori di CAD, fotografia, fumetto, restauro e recupero della Gipsoteca del Liceo, restauro musivo, tecniche di documentazione audiovisiva, teatro, scenografia teatrale, musica e danza, rendono la Scuola moderna e rispondente alle nuove tecnologie ed esigenze culturali e sociali. Il nuovo Liceo si prefigge diversi obiettivi: per prima cosa l acquisizione di una solida preparazione culturale e artistica che permetta agli studenti di proseguire gli 2

3 studi nel campo universitario, nell Alta Formazione Artistica, come le Accademie di Belle Arti e gli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche e nel mondo del lavoro. In secondo luogo fornisce agli alunni le conoscenze, le competenze, le abilità e le specifiche tecniche operative delle arti visive e musive, necessarie affinchè possano esprimere e sviluppare la loro progettualità e creatività. Infine, favorisce lo sviluppo formativo degli studenti e la loro crescita umana e culturale attraverso la partecipazione a progetti riguardanti l educazione alla salute, l educazione psico-fisica e l educazione ambientale, ai viaggi d istruzione, alle mostre didattiche e ai concorsi artistici fornendo agli studenti, in questo modo, la sensibilità per conoscere, valorizzare e rispettare il patrimonio artistico. Marcello Landi Dirigente Scolastico prof.ssa Antonella Filipponi Funzione Strumentale Piano Offerta Formativa 3

4 PRESENTAZIONE DEL LICEO ARTISTICO STATALE P.L. NERVI - G. SEVERINI LA STORIA DEL LICEO ARTISTICO P.L. NERVI La storia del Liceo Artistico Pier Luigi Nervi risale al 23 marzo 1949, anno in cui l Amministrazione consortile dell Accademia di Belle Arti di Ravenna ottiene dal Ministero della Pubblica Istruzione l istituzione del Liceo Artistico e il riconoscimento legale del diploma di scuola media superiore di II grado. Annesso all Accademia, occupa la sede di via A. Baccarini, n.1, accanto alla prestigiosa Biblioteca Classense. Nel 1967 avviene la soppressione del Liceo Artistico Legalmente Riconosciuto perché non più gestibile dal Consorzio Comune e Provincia a causa dei pesanti oneri per il suo funzionamento e il trasferimento della sede dell Accademia e della Pinacoteca presso la Loggetta Lombardesca. Il 1 ottobre 1967 il Liceo si trasforma in Liceo Artistico Statale con l istituzione della II Sezione indirizzo di Architettura. Fin dal 1981 il Liceo è intitolato a Pier Luigi Nervi (Sondrio 1891-Roma 1978), un noto architetto e ingegnere il quale è stato un pioniere nel campo delle costruzioni di stadi e saloni in Europa. Ha progettato importanti opere tra cui lo Stadio Comunale di Firenze ( ), in cemento armato il quale è uno dei capolavori dell architettura moderna. Il principio di una copertura fondata su travi a trama diagonale prefabbricati in cemento armato resero possibile coprire senza sostegni degli spazi enormi, creando ampie e audaci strutture portanti di notevole effetto estetico. Dedicatosi allo studio del cemento armato precompresso e delle volte leggere per grandi coperture, realizzò interessanti esperienze di industrializzazione del processo edilizio e di prefabbricazione di elementi modulari standardizzati e questo principio tecnico ha avuto un ampio campo di applicazione. Ha progettato l immenso salone per l esposizione a Torino, il Palazzetto dello Sport a Roma in collaborazione con A. Vitellozzi, il Salone delle Conferenze nel palazzo UNESCO a Parigi, il Palazzo dello Sport di Roma in collaborazione con M. Piacentini, il grattacielo Pirelli a Milano, la sala Nervi del Vaticano ed il bus terminal al George Washington di New York. Il Liceo ha realizzato, nel corso degli anni, una profonda trasformazione attraverso una significativa innovazione didattica, conforme alle nuove esigenze culturali, professionali e sociali. Nel 1989 è stato istituito il Corso Sperimentale Progetto Leonardo, in seguito sostituito dal Progetto Michelangelo che è caratterizzato da un biennio comune, seguito da un triennio comprendente diversi indirizzi. Nello stesso tempo l Istituto si è dotato di laboratori di scultura, pittura, architettura, grafica, CAD, informatica, aule multimediali, fotografia, incisione, che rendono la scuola moderna e rispondente alle nuove tecnologie. 4

5 Risale al settembre 1999 il trasferimento del Liceo presso l attuale sede situata in via Tombesi dall Ova, n. 14 e, nello stesso anno, risale l accorpamento dell Istituto d Arte per il Mosaico Gino Severini al Liceo Artistico. La sede dell Istituto d Arte è in via P. Alighieri, n. 8, mentre la sede principale, la direzione e gli uffici di segreteria sono presso il Liceo. Nell anno scolastico 2010/2011, a seguito della riforma dei Licei, il percorso liceale del Liceo Artistico P.L. Nervi e l Istituto Statale d Arte per il Mosaico G. Severini sono confluiti nel nuovo Liceo Artistico Statale P.L. Nervi G. Severini caratterizzato dai seguenti indirizzi: Arti figurative, Architettura e ambiente e Grafica. Il Liceo Artistico è situato nel centro storico della città di Ravenna, in una zona ricca di monumenti, infatti è vicino alla Basilica di San Francesco, alla Tomba di Dante, alla Basilica di Sant Agata, alla Biblioteca Classense, al Museo e Cappella Arcivescovile, al Battistero degli Ortodossi, al Duomo e alla ex chiesa conventuale trecentesca S. Nicolò degli Agostiniani. Nelle immediate vicinanze dell Istituto si trovano il teatro Alighieri e il teatro Rasi con i quali il Liceo collabora da anni attraverso laboratori di recitazione e di scenografia, la sede della Fondazione Ravenna Festival e l Istituto musicale Giuseppe Verdi, istituzioni con le quali il Liceo ha instaurato convenzioni e rapporti di collaborazione. Per quanto riguarda l edificio che ospita il Liceo, è interessante conoscere la sua storia. Nasce, col nome di Santa Maria della Croce, nel Medioevo, come ospedale, ricovero per pellegrini, accoglienza per i poveri e gli anziani e brefotrofio, cioè ospizio dove si raccolgono e allevano i bambini abbandonati, diventando l unico ospedale della città. Nel 1800 si trasforma in orfanotrofio femminile, poi educandato, in seguito, nei primi anni del 1900 diventa Scuola Normale Femminile, successivamente Istituto Magistrale Margherita di Savoia ed infine, nel 1999, Liceo Artistico. Annessa al Liceo, vi è la ex chiesa di S. Maria delle Croci, ora gestita dal Museo d Arte della città di Ravenna ed adibita a mostre e ad eventi artistici: anche il Liceo la utilizza come sede per l esposizione di opere artistiche eseguite dagli studenti, in occasione della mostra di fine anno, insieme a esibizioni di musica e danza. 5

6 LA STORIA DEL LICEO ARTISTICO GINO SEVERINI Gino Severini (Cortona 1883-Parigi 1966), al quale è dedicato l Istituto d Arte per il Mosaico, ora Liceo Artistico, è considerato uno fra i più grandi artisti del xx secolo. Nel 1901 a Roma incontra Umberto Boccioni, Giacomo Balla e viene introdotto alla pittura divisionista. Dopo un soggiorno a Parigi nel 1906, dove studia la pittura impressionista e fa la conoscenza di tutti i maggiori esponenti dell avanguardia artistica come Georges Braque, Amedeo Modigliani, Pablo Ricasso, Max Jacob e tanti altri, aderisce al movimento futurista e firma nel 1910 il Manifesto Tecnico della Pittura Futurista su invito di Filippo Tommaso Marinetti, insieme a Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Carlo Carrà e Luigi Russolo. A differenza degli altri futuristi, Severini è poco attratto dal tema della macchina e più spesso sceglie figure di danzatori per esprimere le teorie futuriste del dinamismo dell arte. Inoltre, durante il periodo futurista, Severini svolge un importante ruolo di collegamento fra gli ambienti artistici francesi e italiani e nel 1912 contribuisce ad organizzare la prima mostra futurista a Parigi. Dal 1912 al 1921 passa dal purismo cubista a un neoclassicismo con echi metafisici. Successivamente partecipa a diverse mostre a Milano, Roma, Venezia e alterna soggiorni fra Parigi e Roma. Negli anni Trenta l artista si avvicina al mosaico poiché in un periodo contrassegnato da un clima di fermenti culturali aperti alle sperimentazioni di nuove forme artistiche, riconosce le potenzialità espressive del mosaico e saranno anche le sue opere che risveglieranno l interesse per l arte del mosaico nel xx secolo. A Parigi, presso l Accademia di Belle Arti, tiene dei corsi sul mosaico proponendo una interessante sintesi tra avanguardia e tradizione delle tecniche musive e, in questo modo, influenza e valorizza l ambiente ravennate che gravita attorno al mosaico. Egli è spesso a Ravenna per imparare le tecniche del mosaico bizantino e collabora con i migliori mosaicisti della città, fra tutti il prof. Antonio Rocchi, che in seguito diventa Direttore dell Istituto d Arte per il Mosaico di Ravenna e collabora con lo stesso Severini per numerosi anni a Parigi, in Italia e in Svizzera. L idea di creare a Ravenna una scuola per lo studio dell arte musiva nasce dall entusiasmo di un gruppo di docenti della Accademia delle Belle Arti, i quali danno inizio all insegnamento di tale disciplina coinvolgendo nel corpo docente, fin dal 1926, il maestro Giuseppe Zampiga, noto mosaicista dell epoca. Questa nuova iniziativa si diffonde nell ambiente ravennate e viene accolta dalle istituzioni della città. Nell opera di informazione e di promozione per una scuola del mosaico si distinguono Teodoro Orselli, Antonio Rocchi e l architetto Giovanni Guerrini il quale, anche nel periodo che lo aveva visto incaricato a Roma quale Direttore artistico dell Ente Nazionale Artigianato e Piccola Industria, non dimentica l idea di realizzare a Ravenna una scuola specialistica dell arte del mosaico. L Amministrazione Comunale, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e nel momento della ricostruzione fisica e della rinascita culturale e sociale dell Italia, 6

7 riprende l idea della scuola nella città per il mosaico e nel 1959 delibera la creazione della Scuola d Arte per il Mosaico come entità autonoma. La nascita dell Istituto d Arte per il Mosaico viene poi definitivamente sancita dal decreto del Presidente della Repubblica Gronchi, in data 1 agosto Lo stesso Giovanni Guerrini riveste l incarico ufficiale di Direttore dell Istituto. L antica tecnica del Mosaico sopravvive a Ravenna anche grazie al supporto delle attività dell Istituto Statale d Arte Gino Severini che dal 1959 rende omaggio a questa tradizione, rinnovandone l interesse e dimostrandone l attualità. Gli stessi materiali musivi sono tuttora prodotti nelle vetrerie di Murano e Venezia a cui si rivolgono attualmente le odierne maestranze per la realizzazione dei mosaici. In virtù della legge Bassanini sulla Autonomia delle Istituzioni Scolastiche e per disposizione dell Amministrazione Provinciale, dal 1 settembre 1999 l Istituto statale Gino Severini è accorpato al Liceo Artistico P.L. Nervi. A partire dalle prime classi funzionanti nell anno scolastico 2010/2011, l Istituto d Arte confluisce nel Liceo Artistico come conseguenza della nuova riforma dei Licei. La Scuola consta di due sedi ed è collocata nel centro storico di Ravenna: attualmente la sede del Liceo Artistico G. Severini è in pieno centro storico, a pochi passi dai monumenti più significativi di Ravenna, come la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, il Museo Nazionale, la Casa Matha e occupa l edificio dell antica Casa Galliani in via Pietro Alighieri, n. 8; la Presidenza e gli uffici di segreteria sono presso la sede del Liceo Artistico P.L. Nervi, in via Tombesi dall Ova, n. 14. Il Liceo Artistico G. Severini, sulla base della sua specificità storico-artistica, si ripromette la conservazione, la sperimentazione e la codificazione dei linguaggi musivi testimoniando, in questo modo, il suo valore culturale nei riguardi di una città così ricca di storia e di arte e capitale del Mosaico Bizantino. 7

8 IL LICEO ARTISTICO P.L. NERVI G. SEVERINI E IL TERRITORIO Il Liceo Artistico Statale P.L. Nervi - G. Severini, unica istituzione scolastica di questo tipo sul territorio il Liceo Artistico G. Severini è la sola scuola in Europa a portare avanti la tradizione e l insegnamento del mosaico bizantino rappresenta una realtà qualificante per la crescita culturale e sociale della città di Ravenna, famosa per la sua storia, la sua arte, ma anche per il mare, per il porto industriale, commerciale e turistico, per il paesaggio caratterizzato dalle spiagge, dalle pinete, dalle valli e dalla campagna e meta, quindi, di un turismo culturale, balneare, naturalistico, termale, sportivo e congressuale. Ravenna è universalmente riconosciuta per il suo patrimonio artistico legato alla sua storia. La città è stata la capitale dell Impero Romano d Occidente, punto di incontro tra il mondo occidentale e quello orientale e le sue testimonianze storiche ed artistiche sono visibili nelle basiliche, nei mausolei, nei battisteri romani, paleocristiani e bizantini e, soprattutto, nei loro interni decorati da splendidi mosaici. Sono otto i monumenti della città, dei quali sette completati architettonicamente con i celebri mosaici, inclusi dall UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale: il mausoleo di Galla Placidia, le basiliche di S.Vitale, di S. Apollinare Nuovo e S. Apollinare in Classe, il Battistero Ortodosso, il Battistero degli Ariani, la Cappella Arcivescovile, mentre il mausoleo di Teodorico è privo di mosaici parietali. Non esiste in nessuna altra città un patrimonio così ricco di monumenti del V, VI e VII secolo. La vita culturale di Ravenna è anche contrassegnata dal Parco Archeologico di Classe i cui scavi stanno facendo emergere tutta la zona occupata dalla antica città romana, dalla Biblioteca Classense, una delle più importanti e monumentali d Italia, dal Sepolcro di Dante e dal Museo Dantesco, dal Museo Nazionale, dal Museo Arcivescovile, dal Museo d Arte della Città di Ravenna e da tanti altri edifici storici. Un altro elemento rilevante per la città e il territorio è la presenza della Università. Infatti, essa rappresenta una opportunità culturale, economica e sociale e si contraddistingue per gli studi sulla conservazione, tutela e valorizzazione dei beni culturali, sulle conoscenze dell ambiente e della formazione della qualità ambientale, sul diritto di impresa, sui rapporti con i Paesi dell Europa dell Est e del Mediterraneo, sulla pianificazione territoriale e sulla progettazione urbana. Il Liceo Artistico offre numerosi momenti di collaborazione con il territorio attraverso una serie di attività che vedono la partecipazione di studenti e docenti ad eventi e manifestazioni locali, nazionali e internazionali, a concorsi artistici, mostre didattiche e collettive, anche in collaborazione con le Scuole Elementari e Medie, scenografie per spettacoli teatrali e laboratori teatrali. Il Liceo Artistico G. Severini, in particolare, progetta e realizza manufatti musivi per abbellire il centro cittadino, come la realizzazione delle fioriere nel centro storico, le targhe per le Scuole d Infanzia della città, un pannello musivo commemorativo del concetto di Giustizia per la sede della Procura della Repubblica di Ravenna, un decoro musivo per la pavimentazione della navata centrale della Chiesa di S. M. del Torrione e collabora con la Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio presso il 8

9 Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell Università di Bologna, con l Accademia di Belle Arti di Ravenna e con il Museo d Arte della Città di Ravenna per il recupero storico, la catalogazione, il restauro, la conservazione e la valorizzazione dei Cartoni musivi di proprietà del Liceo G. Severini creati dai maestri del secolo scorso. In questo modo il Liceo cerca di soddisfare ed accogliere le richieste e le attese culturali del territorio, relativamente alla conservazione dei beni monumentali dell antica tradizione musiva locale e alla manutenzione e restauro dei mosaici, corrispondendo alla crescente necessità nazionale e internazionale per quanto attiene alla tutela del patrimonio musivo. In questo contesto di relazione con il territorio, il Liceo Artistico ha una ulteriore occasione di radicarsi nel tessuto ravennate e di mostrare il valore del suo contributo culturale nei confronti di questa città d arte fornendo, alle giovani generazioni, sensibilità, conoscenze e competenze per comprendere, valorizzare e rispettare il patrimonio artistico e per esprimere la propria progettualità e creatività. 9

10 IL PROFILO CULTURALE, EDUCATIVO E PROFESSIONALE DEI LICEI Con la nuova riforma dei Licei, I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze sia adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, sia coerenti con le capacità e le scelte personali. (art. 2 comma 2 del regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ). Il sistema dei Licei consente allo studente di raggiungere risultati di apprendimento in parte comuni e in parte specifici dei distinti percorsi. La cultura liceale consente di approfondire e sviluppare conoscenze e abilità, maturare competenze e acquisire strumenti nelle aree metodologica, logico-argomentativa, linguistica e comunicativa, storico-umanistica, matematica e tecnologica. RISULTATI DI APPRENDIMENTO COMUNI A TUTTI I PERCORSI LICEALI A conclusione dei percorsi di ogni Liceo, gli studenti dovranno apprendere le seguenti competenze: Area metodologica Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile, che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali e di continuare in modo efficace i successivi studi superiori, naturale prosecuzione dei percorsi liceali, e di potersi aggiornare lungo l intero arco della propria vita. Essere consapevoli della diversità dei metodi utilizzati dai vari ambiti disciplinari ed essere in grado di valutare i criteri di affidabilità dei risultati in essi raggiunti. Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle singole discipline. Area logico-argomentativa Saper sostenere una propria tesi e saper ascoltare e valutare criticamente le argomentazioni altrui. Acquisire l abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni. Essere in grado di leggere e interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione. 10

11 Area linguistica e comunicativa Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare: - dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, da quelli elementari (ortografia e morfologia) a quelli più avanzati (sintassi complessa, precisione e ricchezza del lessico, anche letterario e specialistico), modulando tali competenze a seconda dei diversi contesti e scopi comunicativi; - saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni e le sfumature di significato proprie di ciascuno di essi, in rapporto con la tipologia e il relativo contesto storico e culturale; - curare l esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti. Aver acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento. Saper riconoscere i molteplici rapporti e stabilire raffronti tra la lingua italiana e altre lingue. Saper utilizzare le tecnologie dell informazione e della comunicazione per studiare, fare ricerca, comunicare. Area storico-umanistica Conoscere i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all Italia e all Europa, e comprendere i diritti e i doveri che caratterizzano l essere cittadini. Conoscere, con riferimento agli avvenimenti, ai contesti geografici e ai personaggi più importanti, la storia d Italia inserita nel contesto europeo e internazionale, dall antichità sino ai giorni nostri. Utilizzare metodi (prospettiva spaziale, relazioni uomo-ambiente, sintesi regionale), concetti (territorio, regione, localizzazione, scala, diffusione spaziale, mobilità, relazione, senso del luogo...) e strumenti (carte geografiche, sistemi informativi geografici, immagini, dati statistici, fonti soggettive) della geografia per la lettura dei processi storici e per l analisi della società contemporanea. Conoscere gli aspetti fondamentali della cultura e della tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa italiana ed europea attraverso lo studio delle opere, degli autori e delle correnti di pensiero più significativi e acquisire gli strumenti necessari per confrontarli con altre tradizioni e culture. Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio archeologico, architettonico e artistico italiano, della sua importanza come fondamentale risorsa economica, della necessità di preservarlo attraverso gli strumenti della tutela e della conservazione. 11

12 Collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell ambito più vasto della storia delle idee. Saper fruire delle espressioni creative delle arti e dei mezzi espressivi, compresi lo spettacolo, la musica, le arti visive. Conoscere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà dei paesi di cui si studiano le lingue. Area scientifica, matematica e tecnologica Comprendere il linguaggio formale della matematica, saper utilizzare le procedure tipiche del pensiero matematico, conoscere i contenuti fondamentali delle teorie che sono alla base della descrizione matematica della realtà. Possedere i contenuti fondamentali delle scienze fisiche e delle scienze naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia), padroneggiandone le procedure e i metodi di indagine propri, anche per potersi orientare nel campo delle scienze applicate. Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e di approfondimento; comprendere la valenza metodologica dell informatica nella formalizzazione e modellazione dei processi complessi e nell individuazione di procedimenti risolutivi. 12

13 LE FINALITÀ FORMATIVE DEL LICEO ARTISTICO P.L. NERVI G. SEVERINI Con la nuova riforma dei Licei, Il percorso del Liceo Artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce l acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica, la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società odierna. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nell ambito delle arti. (art. 4 comma 1) In particolare gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni a tutti i Licei, dovranno: possedere una solida preparazione artistica e culturale, integrata da buone capacità linguistico-espressive, logiche e critiche e caratterizzata dalla interdisciplinarietà tra le materie culturali e artistiche che permette percorsi formativi, didattici e individualizzati aventi il comune obiettivo di arricchire e valorizzare il processo formativo dello studente; sviluppare la capacità di osservare e vedere, al fine di riconoscere la struttura dei linguaggi visivi e musivi e di saperli decodificare; conoscere la storia della produzione artistica e architettonica e il significato delle opere d arte nei diversi contesti storici e culturali anche in relazione agli indirizzi di studio prescelti; riguardo all arte del Mosaico, possedere le competenze tecnico-pratiche e progettuali di questa specificità artistico-professionale del nostro territorio; cogliere i valori estetici, concettuali e funzionali nelle opere artistiche; conoscere i contenuti, i metodi e gli strumenti delle discipline artistiche, affinché si sviluppi nello studente l attitudine alla progettualità, intesa come percorso di ideazione basato sulla acquisizione delle conoscenze, l assimilazione dei linguaggi specifici e l applicazione delle tecniche operative artistiche, fondamentale presupposto, questo, per consentirgli di esprimere e sviluppare compiutamente le sue doti di creatività, intendendo per creatività quel processo di dinamica intellettuale che ha come fattori caratterizzanti la particolare sensibilità ai problemi, la capacità di produrre idee, l originalità nell ideare e la capacità di definire e strutturare in modo nuovo le proprie esperienze e conoscenze; conoscere le problematiche relative alla tutela, alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico, musivo e architettonico; 13

14 essere educati alla lettura, alla comprensione e al rispetto del patrimonio culturale ed artistico; essere orientati verso la scelta che dovranno fare dopo l Esame di Stato, se proseguire il loro percorso di studio o entrare nel mondo del lavoro, consapevoli delle loro attitudini, interessi, capacità e competenze e, nello stesso tempo, avendo ampie e puntuali informazioni riguardo ai corsi universitari, alle Accademie di Belle Arti, agli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, oppure ai corsi post-diploma presso la formazione professionale o al mondo del lavoro; essere seguiti nello sviluppo della loro personalità e della loro crescita umana e culturale, dando l importanza ai valori etici: collaborazione, solidarietà, tolleranza e rispetto. 14

15 LA STRUTTURA DEL LICEO ARTISTICO P.L. NERVI G. SEVERINI Nell anno scolastico 2013/2014, il Liceo Artistico è composto dalle classi prime, seconde, terze e quarte costituite in base alla nuova riforma dei Licei. La durata del nuovo Liceo è quinquennale ed è formato da due periodi biennali e da un quinto anno che completa il percorso disciplinare. L orario settimanale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti nel primo biennio è di 34 ore, 35 ore settimanali nel secondo biennio e 35 ore settimanali nel quinto anno. Nel corrente anno scolastico il progetto musicale, iniziato nell a.s. 2009/2010, si attua in tre classi attraverso un modulo di musica e canto d insieme di 2 ore settimanali per ciascuna classe per un totale di 30 settimane. Il progetto viene svolto dal Liceo musicale Ezio Pinza di Ravenna sulle ore del Laboratorio artistico. Al superamento dell Esame di Stato conclusivo del percorso liceale, è rilasciato il titolo di Diploma di Liceo Artistico con l eventuale indirizzo seguito dallo studente. Esso è necessario per l accesso all Università, agli Istituti di Alta Formazione Artistica, come le Accademie di Belle Arti e gli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, a corsi post-diploma presso la Formazione Professionale Regionale e al mondo del lavoro. Primo biennio Il primo biennio è finalizzato ad un primo approfondimento e sviluppo delle conoscenze, competenze e abilità delle discipline di studio che costituiscono il Liceo, alla acquisizione di un metodo di studio autonomo e flessibile e all assolvimento dell obbligo di istruzione Per quanto riguarda le materie artistiche, il primo biennio è rivolto all apprendimento delle competenze nell uso dei materiali, delle tecniche e degli strumenti, utilizzati nella produzione pittorica, plastico-scultorea, geometrica, musiva e grafica, all uso appropriato della terminologia tecnica essenziale, al raggiungimento della autonomia operativa e alla organizzazione dei tempi e dello spazio di lavoro in maniera adeguata. Nel primo biennio è presente, nel piano degli studi, il Laboratorio artistico che contiene le seguenti discipline di studio: Discipline pittoriche, Architettura, Discipline plastiche e scultoree, Mosaico e Grafica ed avente prevalentemente una funzione orientativa verso gli indirizzi attivi dal terzo anno, attribuiti dal Ministero: Arti figurative comprendente le discipline di studio Discipline pittoriche, Discipline 15

16 plastiche e Mosaico, Architettura e ambiente e Grafica. Poiché il piano di studio ministeriale prevede 3 ore settimanali di Laboratorio, al fine di garantire la valenza orientativa per tutte le 5 discipline che caratterizzano gli indirizzi, nel presente anno scolastico, il Collegio dei Docenti ha deliberato l utilizzo parziale della quota di autonomia con la riduzione di 1 ora di Storia e geografia e di 1 ora di Lingua e cultura inglese, rispetto al piano di studi ministeriale, a favore del Laboratorio artistico per potenziare e garantire la sua funzione orientativa. La delibera è valida anche per le classi seconde, salvo diversa disposizione ministeriale. Gli insegnamenti sono svolti con criterio modulare annuale a rotazione nell arco del biennio e consistono nella pratica delle procedure e delle tecniche operative specifiche dei laboratori presenti negli indirizzi attivati al fine di favorire una scelta consapevole dell indirizzo da parte dello studente. Nell arco del biennio, attraverso l elaborazione di manufatti da modello o progettati inerenti al campo artistico specifico, lo studente affronterà i vari procedimenti operativi e svilupperà la conoscenza dei materiali, delle tecniche e delle tecnologie relative all ambito che caratterizza il laboratorio attivato. Inoltre lo studente acquisirà alcune competenze di base trasversali alle attività laboratoriali e alle procedure progettuali, come: ordine, spazi, tempi, autonomia operativa, proprietà dei materiali, corretto utilizzo degli strumenti e delle tecnologie, uso appropriato del linguaggio tecnico. Per quanto concerne l assolvimento dell obbligo d istruzione, della durata di almeno 10 anni, al termine del secondo anno del Liceo, il Dirigente Scolastico certifica che lo studente ha assolto l obbligo d istruzione se ha appreso le competenze di base riferite ai quattro assi culturali: dei linguaggi, matematico, scientificotecnologico e storico-sociale. Essi costituiscono il tessuto per la costruzione di percorsi di apprendimento orientati all assimilazione delle competenze chiave di cittadinanza: imparare ad imparare, progettare, comunicare, collaborare, agire in modo autonomo e responsabile, risolvere problemi, individuare collegamenti e relazioni, acquisire e interpretare l informazione. Esse preparano gli studenti alla vita adulta e costituiscono la base per consolidare e accrescere saperi e competenze in un processo di apprendimento permanente, anche ai fini della futura vita lavorativa. Secondo biennio Il percorso del Liceo si articola, a partire dal secondo biennio, nei seguenti 3 indirizzi: Arti figurative comprendente le materie Discipline pittoriche, Discipline plastiche-scultoree, Mosaico, Architettura e ambiente e Grafica. INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi della forma grafica, pittorica, scultorea e musiva nei suoi aspetti espressivi e comunicativi e acquisito la consapevolezza dei relativi fondamenti storici e concettuali; 16

17 saper individuare le interazioni delle forme pittoriche, scultoree e musive con il contesto architettonico, urbano e paesaggistico; conoscere, applicare e realizzare i processi progettuali e operativi e utilizzare in modo appropriato le diverse tecniche della figurazione bidimensionale e/o tridimensionale, anche in funzione della necessaria contaminazione tra le tradizionali specificazioni disciplinari e le nuove tecnologie; conoscere le principali linee di sviluppo tecniche e concettuali dell arte moderna e contemporanea e le intersezioni con le altre forme di espressione e comunicazione artistica; conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma grafica, pittorica, scultorea e musiva. INDIRIZZO ARCHITETTURA E AMBIENTE Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: conoscere gli elementi costitutivi dell architettura a partire dagli aspetti funzionali, estetici e dalle logiche costruttive fondamentali; avere acquisito una chiara metodologia progettuale applicata alle diverse fasi da sviluppare (dalle ipotesi iniziali al disegno esecutivo) e una appropriata conoscenza dei codici geometrici come metodo di rappresentazione; conoscere la storia dell architettura, con particolare riferimento all architettura moderna e alle problematiche urbanistiche connesse, come fondamento della progettazione; avere acquisito la consapevolezza della relazione esistente tra il progetto e il contesto storico, sociale, ambientale e la specificità del territorio nel quale si colloca; acquisire la conoscenza e l esperienza del rilievo e della restituzione grafica e tridimensionale degli elementi dell architettura; saper usare le tecnologie informatiche in funzione della visualizzazione e della definizione grafico-tridimensionale del progetto; conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma architettonica. INDIRIZZO GRAFICA Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: conoscere gli elementi costitutivi dei codici dei linguaggi progettuali e grafici; 17

18 avere consapevolezza delle radici storiche e delle linee di sviluppo nei vari ambiti della produzione grafica e pubblicitaria; conoscere e applicare le tecniche grafico-pittoriche e informatiche adeguate nei processi operativi; saper individuare le corrette procedure di approccio nel rapporto progettoprodotto-contesto, nelle diverse funzioni relative alla comunicazione visiva ed editoriale; saper identificare e usare tecniche e tecnologie adeguate alla progettazione e produzione grafica; conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma grafico-visiva. Il secondo biennio è finalizzato all approfondimento e allo sviluppo delle conoscenze e delle abilità e alla maturazione delle competenze relative alle discipline di studio. Lo studente dovrà conoscere e saper gestire, in maniera autonoma, i processi progettuali ed operativi inerenti le materie caratterizzanti gli indirizzi e dovrà conoscere ed essere in grado di impiegare, in modo appropriato, le diverse tecniche, le tecnologie, gli strumenti e i materiali specifici di ciascun indirizzo. Gli indirizzi del secondo biennio si caratterizzano rispettivamente per la presenza dei seguenti laboratori, nei quali lo studente sviluppa la propria capacità progettuale: laboratorio della figurazione, dove lo studente acquisisce e sviluppa la padronanza dei linguaggi delle arti figurative e musive; laboratorio di architettura, nel quale lo studente possiede la padronanza dei metodi di rappresentazione specifici dell architettura e delle problematiche urbanistiche; laboratorio di grafica, dove lo studente acquisisce la padronanza delle metodologie proprie della grafica. Quinto anno Nel quinto anno si persegue la piena realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale dello studente, che sarà condotto verso l approfondimento e la gestione autonoma e critica delle fondamentali procedure progettuali ed operative delle discipline caratterizzanti gli indirizzi. Inoltre, si porrà l attenzione sull aspetto esecutivo e sulle capacità di comprensione e rielaborazione personale dell opera d arte, con la sperimentazione di nuove soluzioni tecniche e artistiche. Oltre a ciò, si consolida il percorso di orientamento agli studi successivi e all inserimento nel mondo del lavoro. Già a partire dal secondo biennio, il Liceo stabilirà specifiche modalità per l approfondimento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze richieste per l accesso ai relativi e successivi corsi di studio e per l inserimento nel mondo del lavoro. L approfondimento può essere realizzato anche nell ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, come pure attraverso l attivazione di moduli e di 18

19 iniziative di studio-lavoro per progetti, di esperienze pratiche e di tirocinio, anche d intesa con le Università. Nel quinto anno viene impartito l insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica compresa nell area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti. 19

20 PIANO DEGLI STUDI INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE 1 biennio 2 biennio 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti Orario settimanale Lingua e letteratura italiana Lingua e cultura straniera Inglese * 2 * Storia e geografia * 2 * 2 Storia Discipline pittoriche, Discipline plastiche, Mosaico Filosofia Matematica con Informatica nel 1 Biennio Fisica Scienze naturali (Biologia, Chimica, Scienze della Terra) 2 2 Chimica dei materiali 2 2 Storia dell Arte Discipline grafiche e pittoriche 4 4 Discipline geometriche 3 3 Discipline plastiche e scultoree 3 3 Laboratorio artistico * 5 * 5 Scienze motorie e sportive Religione cattolica o Attività alternative Totale ore Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo Laboratorio della figurazione Discipline progettuali Pittoriche, Plastiche, Musive Totale ore Totale complessivo ore * Nell anno 2013/2014 vi è l utilizzo parziale della quota di autonomia con la riduzione di 1 ora di Storia e geografia e di 1 ora di Lingua e cultura inglese a favore del Laboratorio artistico per potenziare e garantire la sua funzione orientativa verso gli indirizzi attivi dal terzo anno caratterizzati dalle 5 materie di indirizzo, al fine di favorire una scelta consapevole dell indirizzo da parte dello studente. 20

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI Ministero dell Istruzione, dell Università, della Ricerca LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI di PISA e CASCINA Via San Frediano, 13 56126 PISA - Tel. 050 580501 - Fax 050 580601 Via Tosco Romagnola, 242 56021

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO "BIANCHI DOTTULA"

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO BIANCHI DOTTULA I NUOVI LICEI D.Lgs 226/ 05 Moratti D.L 112/ 08 conv L 133/ 08 razionalizzazione uso risorse DPR 89 del 15.03.2010 Gelmini Indicazioni nazionali Liceo Artistico Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo delle

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

LICEO ARTISTICO INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE

LICEO ARTISTICO INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE LICEO ARTISTICO INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE Indirizzo Arti figurative Gli studenti, a conclusione percorso di studio, dovranno: aver approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi la forma grafica,

Dettagli

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI POLO ARTISTICO LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI Il Liceo Artistico, Musicale e Coreutico Misticoni Bellisario è organizzato operativamente in due sedi: V. Bellisario

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

PIANO FORMATIVO DI INDIRIZZO

PIANO FORMATIVO DI INDIRIZZO Istituto d Istruzione Superiore Vincenzo Capirola Piazza C. Battisti, 7/8 25024 Leno (BS) Tel +39-030906539 0309038588 Fax +39-0309038061 info@capirola.com bsis00900x@istruzione.it bsis00900x@pec.istruzione.it

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

LICEO ARTISTICO AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE

LICEO ARTISTICO AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE Gli studenti, a conclusione del percorso di studi, dovranno: avere approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi dei linguaggi audiovisivi e multimediali negli aspetti

Dettagli

PROGETTAZIONE DIPARTIMENTALE 2013-2014

PROGETTAZIONE DIPARTIMENTALE 2013-2014 PROGETTAZIONE DIPARTIMENTALE 2013-2014 La nostra scuola è dotata di Dipartimenti Disciplinari intesi come articolazioni funzionali del Collegio dei Docenti per il sostegno alla didattica e alla progettazione

Dettagli

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino Carissimi alunni, gentili genitori, questo opuscolo è stato pensato per far conoscere l offerta formativa della nostra scuola a

Dettagli

PROGETTO MICHELANGELO

PROGETTO MICHELANGELO PROGETTO MICHELANGELO Premessa Il progetto nasce dall esigenza di ridefinire, in termini didatticamente e culturalmente innovativi, l intera esperienza formativa degli istituti secondari di istruzione

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

ISIS Carducci-Dante Trieste PRIMO BIENNIO

ISIS Carducci-Dante Trieste PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISIS Carducci-Dante Trieste INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Liceo delle scienze umane Liceo delle scienze umane opzione economico-sociale Liceo classico Liceo linguistico Liceo musicale

Dettagli

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA Che cos è L indirizzo si caratterizza per lo studio delle lingue straniere in stretto collegamento con il latino e l italiano. L obiettivo primario è far acquisire

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato nell Indirizzo "Sistema Moda" ha competenze specifiche nell ambito delle diverse realtà ideativo-creative, progettuali,

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Schema di PROGETTAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELL ASSE dei LINGUAGGI SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO 1 SECONDO BIENNIO E

Dettagli

DIPARTIMENTO ITALIANO E STORIA. Introduzione

DIPARTIMENTO ITALIANO E STORIA. Introduzione SETTORE TECNOLOGICO CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE ARTICOLAZIONI BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI, BIOTECNOLOGIE SANITARIE SETTORE ECONOMICO DIRIGENTI DI COMUNITÀ SEDE CENTRALE: Via Cantù 39-41-43-34134 Trieste

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ALESSANDRO ANTONELLI TORINO PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 Tenendo conto dei programmi ministeriali, delle indicazioni metodologiche, degli obiettivi

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO PERTICARI SENIGALLIA Via Rossini, 30 60019 Senigallia Tel.071/7931614 - fax 071/659063 www.perticari.it

ISTITUTO PERTICARI SENIGALLIA Via Rossini, 30 60019 Senigallia Tel.071/7931614 - fax 071/659063 www.perticari.it ISTITUTO PERTICARI SENIGALLIA Via Rossini, 30 60019 Senigallia Tel.071/7931614 - fax 071/659063 www.perticari.it Liceo Classico Il Liceo Classico offre ai giovani una preparazione culturale ampia e versatile,

Dettagli

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche FINALITA fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell Unione europea offrire un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Virgilio

Istituto Istruzione Superiore Virgilio Istituto Istruzione Superiore Virgilio Indirizzo postale: Via Cavour n. 62 e Via Fucini 33 - Empoli Numero di telefono: 0571/74277 0571/700695 E-mail: fiis01400v@istruzione.it Sito web: www.virgilioempoli.it

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

ORIENTAMENTO 2014-2015

ORIENTAMENTO 2014-2015 QUADRO ORARIO SCIENZE APPLICATE Lingua e letteratura inglese 3 3 3 3 3 Filosofia - - 2 2 2 Matematica 5 4 4 4 4 Informatica 2 2 2 2 2 Fisica 2 2 3 3 3 Scienze naturali* 3 4 5 5 5 Disegno e storia dell'arte

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTRUZIONE TECNICA ECONOMICA: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

Benvenuti studenti! Istituto di Istruzione Superiore Telesi@ di Telese Terme Indirizzo Liceo Linguistico

Benvenuti studenti! Istituto di Istruzione Superiore Telesi@ di Telese Terme Indirizzo Liceo Linguistico Benvenuti studenti! Istituto di Istruzione Superiore Telesi@ di Telese Terme Indirizzo Liceo Linguistico Il Liceo Linguistico Telesi@ è caratterizzato dalla presenza delle tre lingue straniere, spagnolo,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale Accademia di Belle Arti di Palermo ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale ORDINAMENTI DIDATTICI DEI CORSI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO DIPARTIMENTO

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Modugno - Via P. Annibale M. di Francia, Grumo - Via Roma, L ISTITUTO ECONOMICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente

Dettagli

DISCIPLINE PITTORICHE

DISCIPLINE PITTORICHE Anno Scolastico 2014-15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: ARTI FIGURATIVE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A DISCIPLINE PITTORICHE SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' - Educazione all

Dettagli

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE Il Dipartimento, nell'ambito della discussione preliminare relativa alla Programmazione, ed in considerazione del riordino dei cicli scolastici previsti dalla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

I NUOVI LICEI 2 2. I NUOVI LICEI. 2.1 Novità e caratteristiche

I NUOVI LICEI 2 2. I NUOVI LICEI. 2.1 Novità e caratteristiche I NUOVI LICEI 2 2. I NUOVI LICEI 2.1 Novità e caratteristiche Il segno distintivo dei licei? Una formazione culturale di base per così dire a banda larga, propedeutica alla continuazione degli studi e

Dettagli

la strada della Istruzione Artistica

la strada della Istruzione Artistica la strada della Istruzione Artistica Come viverci senza problemi... In questo percorso è necessario essere disponibili ad andare a scuola per un monte ore settimanale di circa 40 ore, per cui è probabile

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ai sensi dell articolo 64, comma 4, del

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI

IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI introduzione del Presidente Silvio Berlusconi e del Ministro Giorgia Meloni 2010: PARTE

Dettagli

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano GRAFICA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Le principali tecniche tradizionali della grafica d arte, nate al traino delle grandi invenzioni della carta e della stampa, si distinguono per la natura

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Einaudi Magenta. Liceo Artistico. . Arti Figurative. Architettura e ambiente. Indirizzi:

Einaudi Magenta. Liceo Artistico. . Arti Figurative. Architettura e ambiente. Indirizzi: Einaudi Magenta Liceo Artistico Indirizzi:. Arti Figurative. Architettura e ambiente LICEO ARTISTICO Profilo professionale Il percorso del Liceo Artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici

Dettagli

La scuola italiana. Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare?

La scuola italiana. Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare? La scuola italiana Hai più di 15 anni? Quale scuola frequentare? Obbligo scolastico In Italia è obbligatorio frequentare la scuola sino al compimento del sedicesimo anno d età (16 anni). Obbligo Formativo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico Non si impara mai pienamente una scienza difficile, per esempio la matematica,

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE CIARDO PELLEGRINO

LICEO ARTISTICO STATALE CIARDO PELLEGRINO LICEO ARTISTICO STATALE CIARDO PELLEGRINO Sede Centrale Dirigenza e Uffici di Segreteria Via Vecchia Copertino, n. 6 73100 Lecce Succursale V.le de Pietro Lecce Codice meccanografico LESL03000R C.F. 93126450753

Dettagli

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I P O S S I BI L I A partire dall anno scolastico 2010/2011, la scuola secondaria di secondo grado avrà un nuovo assetto.

Dettagli

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere?

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere? hioggia (V) L V R S L'intervento formativo del Liceo Veronese ha come priorità la crescita dello studente in tutte le sue dimensioni. L'attività didattica mira a fornire una preparazione culturale solida

Dettagli

Piano Offerta Formativa Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico

Piano Offerta Formativa Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Piano Offerta Formativa Liceo co e Linguistico Statale G. Pico Linee generali del POF Liceo G. Pico sulla base del nuovo ordinamento Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA anno scolastico 2013 2014 1 CLASSE PRIMA ITALIANO - Ascoltare, comprendere

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Potenziamento Linguistico - Antropologico) Il Liceo delle Scienze Umane completa la formazione umanistica con materie relative all area psicologica, sociale e formativa allo

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che L alunno/a è stato/a ammesso/a alla classe successiva/all Esame di Stato al termine del 1 ciclo

Dettagli

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo. Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.it Sito: www.istitutomattei.it INDICE Chi siamo Profilo culturale,

Dettagli

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ca Allegato A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine

COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine AL TERMINE DEL PRIMO BIENNIO COMPETENZA ABILITÀ CONOSCENZE L alunno è in grado di L alunno conosce Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI SEDE ASSOCIATA DI MELEGNANO ISTITUTO PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI La sede associata dell istituto Piero della Francesca è situata a Melegnano, a pochi

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca 700 LECCE - Viale dell Università n. Tel. e Fax Pres.: 08.777 - Segr.: 08.09 Codice Istituto: LEPC0000R Web. www.liceopalmieri.it E-mail: palmieripres@tin.it

Dettagli

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA 1.1 Attività di recupero e sostegno In ottemperanza con le i disposizioni ministeriali e proseguendo sulla linea da anni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO Pagina 1 di 6 INGRESSO LA CLASSE, IN QUESTI MESI, HA DIMOSTRATO UNA BUONA ATTENZIONE DURANTE LE LEZIONI, IMPEGNO E DESIDERIO DI IMPARARE. IL COMPORTAMENTO È STATO CORRETTO. PROFILO CLASSE USCITA Il profilo

Dettagli

LICEO SOFONISBA ANGUISSOLA www.liceoanguissola.it

LICEO SOFONISBA ANGUISSOLA www.liceoanguissola.it LICEO SOFONISBA ANGUISSOLA www.liceoanguissola.it Liceo delle Scienze Umane ed Economico - Sociale Dati generali Numero totale studenti 80 Numero totale docenti 85 Numero totale non docenti Numero classi

Dettagli

1. Finalità generali ed indirizzi di studio

1. Finalità generali ed indirizzi di studio 1. Finalità generali ed indirizzi di studio L Istituto d Istruzione Superiore Evangelista Torricelli, suddiviso al proprio interno nelle Sezioni Liceo e Istituto Professionale, al ine di assolvere ai suoi

Dettagli

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD )

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: ARCHITETTURA E AMBIENTE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A: DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) SECONDO BIENNIO CLASSI : TERZE

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei Catania

Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei Catania Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei Catania Piano dell Offerta Formativa Illustrazione di copertina Fabio Manfrè Una buona scuola sa costruire trame di alleanze educative tra docenti, studenti

Dettagli

Architettura. Corso di Laurea magistrale in

Architettura. Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Laurea magistrale in Architettura 135 Corso di Laurea magistrale in Architettura Classe: LM-4 Architettura DURATA 2 anni CREDITI 120 SEDE Udine ACCESSO Programmato 80 posti CONOSCENZE RICHIESTE

Dettagli

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento)

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento) La strategia di costruzione della personalità non può essere separata dal contesto cognitivo, così come il viceversa: dare istruzione significa fornire conoscenze e strumenti per interpretare se stessi

Dettagli

Gli indirizzi di studio

Gli indirizzi di studio Gli indirizzi di studio L Istituto Caniana rappresenta oggi un polo scolastico della GRAFICA e della MODA di primo piano a livello nazionale. Lo dimostra il fatto, ad esempio, che nell anno scolastico

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016. TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE

UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016. TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE UDA N 4 Tecniche di Confezione nell abbigliamento UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016 TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE Destinatari

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO OFFERTA FORMATIVA La Scuola Secondaria di 1 Grado - nel rispetto del Regolamento relativo all assetto ordinamentale, organizzativo e didattico art. 64 D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito dalla Legge

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA Classe V sez. C Docente : Giuliano Maria Per gli OBIETTIVI GENERALI e la VALUTAZIONE, si fa riferimento

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE FABIO BESTA LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Economico-Sociale) ISTITUTO TECNICO ECONOMICO (Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo) Via Don G. Calabria, 16-20132

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE Programmazione didattica-educativa Bienno-triennio a.s. 2013/2014 Premessa Sulla base di una scelta didattica

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI. Allegato al POF

1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI. Allegato al POF 1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI Allegato al POF a.s. 2013/2014 Profilo formativo della classe prima competenze riferite agli strumenti culturali Comunicare per iscritto

Dettagli

PIANO DEGLI STUDI del LICEO ARTISTICO indirizzo ARTI FIGURATIVE

PIANO DEGLI STUDI del LICEO ARTISTICO indirizzo ARTI FIGURATIVE LICEO ARTISTICO indirizzo ARTI FIGURATIVE Allegato B 5 Scienze naturali** 66 66 Chimica*** 66 66 Storia l arte 99 99 99 99 99 Discipline grafiche e pittoriche 132 132 Discipline geometriche 99 99 Discipline

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PREMESSA L elaborazione del Piano dell Offerta Formativa rappresenta un momento fondamentale nella vita del Liceo Artistico, in quanto ne definisce l identità, consistente

Dettagli

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda di valutazione delle classi di Scuola Primaria C. Goldoni

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA ARTE E IMMAGINE

IL CURRICOLO DI SCUOLA ARTE E IMMAGINE IL CURRICOLO DI SCUOLA ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CAMPI DI ESPERIENZA - IMMAGINI.SUONI, COLORI SCUOLAPRIMARIA DISCIPLINE: - ARTE E IMMAGINE SCUOLA SECONDARIA I GRADO DISCIPLINE: - ARTE E IMMAGINE

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli