Evitiamo errori cocenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Evitiamo errori cocenti"

Transcript

1 02 La tua salute, la nostra priorità Estate 2010 Evitiamo errori cocenti Protezione dal sole 9 > Dossier prevenzione Per non ammalarsi in viaggio 12 > Salute nella terza età Difendere gli anziani dal caldo 16 > In collaborazione con Alliance Healthcare

2 Funziona dentro, funziona fuori. Concentrato fluido 100% Naturale Leggere attentamente le avvertenze Efficaci da soli, più efficaci insieme Biogel Biologico Certificato Sinergia attiva per gambe stanche e pesanti Prova il Kit Sinergia Attiva a soli 19,50 Concentrato fluido, Biogel e guida informativa per un trattamento completo.

3 In questo numero 4SALUTE DA... Informazioni di attualità NELLA TERZA ETÀ Quando l estate mette 16SALUTE a rischio gli anziani Un estate senza insidie La si aspetta un anno intero, e quando poi l estate arriva ci si ricorda, ogni volta da capo, che questo splendido periodo di sole, di giornate lunghe, di libertà, di svago pone anche qualche insidia da fronteggiare. Niente che possa rovinarne il gusto, ma abbastanza per indurre a precauzioni di vario genere. Quelle contro le scottature solari, per esempio, e in questo numero di Alphega Farmacia Magazine le passeremo in rassegna con un occhio rivolto ai rischi comportati da un esposizione non corretta ai raggi del sole. Oppure gli accorgimenti necessari per evitare che un viaggio, soprattutto in paesi con uno sviluppo diverso dal nostro, venga rovinato da infermità piccole e grandi, durante la permanenza o anche al ritorno. E a proposito di questo, vedremo nella rubrica Il consiglio del vostro farmacista quali possibilità esistono, quando si va all estero, per usufruire dell assistenza sanitaria locale. Precauzioni estive, si diceva. Ci sono anche quelle - le esamineremo - che nelle giornate più calde valgono a preservare gli anziani, i più esposti a queste situazioni, da malesseri che possono risultare anche gravi. E poi quelle alimentari, scelte della tavola che mettono l organismo in condizione di affrontare meglio la calura. Ma tra gli inconvenienti dell estate c è anche il gonfiore delle gambe, un disturbo che proprio in questa stagione tende a riacutizzarsi. Parleremo di una sana pianta - la centella asiatica, usata da secoli nella medicina indiana - che può trattare efficacemente questa condizione. Infine, per le analisi da capire, ci occuperemo del tempo di protrombina e dell INR, parametri che devono essere verificati in continuazione durante le terapie anticoagulanti. Buona lettura. 6SALUTE ALL ARIA APERTA Protezione solare per evitare errori cocenti E ALIMENTAZIONE Una dieta corretta aiuta 10SALUTE a fronteggiare il caldo 12 DOSSIER PREVENZIONE Viaggiare senza ammalarsi Anno VI, numero 2 (Estate 2010) FARMACISTA CONSIGLIA Se si ha bisogno 19IL della sanità all estero LE ANALISI Tempo di protrombina 21CAPIRE test sulla coagulazione SANA PIANTA Sollievo alle gambe 22DI con la centella Registrazione Tribunale di Milano N. 882 del 22 novembre 2005 Periodico trimestrale di DI PHARMA s.r.l., via Moggia 75/A, Lavagna - GE Edizione in esclusiva per le farmacie Alphega. Direttore responsabile Angelo Cambié Redazione Florio Bovio Coordinamento scientifico e redazionale, grafica e impaginazione InterMedia Servizi Editoriali, via S. Antonino 3, Bergamo, tel , fax (Consulenza scientifica Mariapia Fazio) Gestione spazi e materiali pubblicitari InterMedia Servizi Editoriali, via S. Antonino 3, Bergamo, tel , fax Editore Sinergie s.r.l., Via La Spezia 1, Milano Stampa Roto 3 Industria Grafica S.p.a., via Turbigo 11/b, Castano Primo (MI) Amministrazione DI. PHARMA s.r.l., via Moggia 75/A, Lavagna - Ge Tel , fax Proprietà letteraria riservata. La riproduzione intera o parziale in ogni forma e su qualunque supporto, anche citando la fonte, è vietata in ogni lingua. Diritti riservati in tutto il mondo. Alphega Farmacia magazine 3

4 Attualità in breve SALUTE DA PAVIA DURHAM La Duke University a Durham nella Carolina del Nord Oltre metà di coloro che sono nati dal 2000 in poi arriverà a 100 anni, se continuerà l andamento in base al quale, negli ultimi 170 anni, nei paesi industrializzati l aspettativa di vita è cresciuta di due anni e mezzo per decade (circa 6 ore al giorno). Il demografo James Vaupel della Duke University di Durham, in North Carolina, spiega sulla rivista Nature che se la vita si è allungata non è perché la velocità con cui invecchiamo è diminuita, ma perché, grazie agli avanzamenti della medicina e alle migliori condizioni di vita, l esordio di molte malattie è stato posticipato, quindi rimaniamo più a lungo sani. I paesi più longevi sono Giappone, Italia, Svezia e Spagna; da noi l aspettativa di vita è quasi 79 anni per gli uomini e 84 anni per le donne. ROMA L acqua del rubinetto, oltre a essere più economica e rispettosa dell ambiente, è anche più sicura e controllata di quella in bottiglia. Legambiente fa notare che sono 250 mila le analisi sull acqua della rete idrica effettuate in un anno a Roma, altrettante in Puglia e 350 mila in Provincia di Milano, Pavia e Lodi. Per le acque minerali, invece, le prescrizioni di legge prevedono la realizzazione, da parte dei titolari di concessione, di una sola analisi l anno. Non bere l acqua di casa, osserva Legambiente, significa rinunciare a una risorsa sana, molto economica (può costare fino a mille volte meno di quella in bottiglia), che non produce rifiuti plastici e non viaggia per centinaia o migliaia di chilometri su tir inquinanti. JUPITER-SYDNEY Il cibo ricco di calorie e zuccheri può creare dipendenza. Due ricerche arrivano praticamente agli stessi risultati. Una è americana: Paul Johnson e Paul Kenny, dello Scripps Research Institute a Jupiter (Florida), hanno dimostrato che il consumo eccessivo di questi alimenti può scatenare nel cervello meccanismi analoghi a quelli attivati da fumo e droga. L altro studio è australiano: la farmacologa e neurologa Margaret Morris, nell università del Nuovo Galles del Sud, indica che i cibi grassi o dolci originano le stesse risposte della marijuana. Avere cibo desiderabile, spiega, fa sentire meglio, e questo è in parte alla radice di alcune forme di obesità. Molte comuni piante ornamentali, come oleandro o gelsomino, possono essere causa di avvelenamento: nel 4% dei casi, questo riguarda i bambini sotto i 10 anni, nel 26% quelli con meno di un anno. Il Centro nazionale di informazione tossicologica della Fondazione Maugeri di Pavia registra in media 200 casi all anno di intossicazioni del genere: il 4% delle richieste riguarda piante tossiche ingerite come alimento, e il 3% l abuso di vegetali contenenti principi psicoattivi. Il centro antiveleni mette in guardia da varie specie molto comuni, dotate di tossicità rilevante, spesso presenti in terrazzi a giardini : tra queste l alloro, il ciclamino, il rododendro, il glicine, il mughetto, il ranuncolo. COPENHAGEN La mammografia non riduce i tassi di mortalità per tumore al seno. Ad andare controcorrente, mettendo in dubbio l utilità di una pratica di prevenzione assai diffusa, è uno studio del Nordic Cochrane Centre a Copenhagen, in Danimarca, secondo il quale, oltretutto, in molti casi le diagnosi condotte in base a questo esame radiografico in alcuni caso risultano sbagliate: si stima che migliaia di donne potrebbero essere state operate senza necessità. L indagine, durata 10 anni, è stata compiuta su 110 mila donne. 4 Alphega Farmacia magazine

5

6 Salute all aria aperta I raggi ultravioletti danneggiano la pelle Protezione solare per evitare errori cocenti 6 Alphega Farmacia magazine Scottarsi per l esposizione al sole provoca non solo disagi nell immediato, ma anche rischi nel futuro. Per questo è importante evitare che i raggi ultravioletti danneggino la pelle. In fondo è curioso che la stessa società in cui il colore scuro della pelle è spesso oggetto di diffidenza o rifiuto coltivi poi il culto per l abbronzatura. E dire che l attenzione alla salute, altrettanto tipico della nostra società, dovrebbe suggerire casomai un atteggiamento simile a quello con cui, fino a tutto l Ottocento e anche oltre, si tendeva piuttosto a preservare il pallore quale segno di distinzione. Perché se è vero che il sole è necessario per l accrescimento scheletrico dei bambini e giova contro osteoporosi, rachitismo, artrosi, reumatismi, dermatite atopica, psoriasi, acne, seborrea, dermatite seborroica, è vero pure che i raggi solari possono creare danni non solo temporanei come le scottature, ma anche permanenti: macchie, rughe, altri segni di invecchiamento della pelle, nonché tumori cutanei che possono risultare molto aggressivi come il melanoma, attualmente la forma di cancro con il maggior incremento di casi in Italia. Uno degli imperativi dell estate dovrebbe essere quindi quello di evitare errori nell esposizione al sole, seguendo alcuni importanti accorgimenti. I PRODOTTI SOLARI Un valido strumento, in questo senso, è l impiego di adeguati prodotti per la protezione solare. E bene scegliere un preparato che protegga sia dai raggi ultravioletti A (UVA) sia da quelli B (UVB), entrambi dannosi. Prima di comprare un prodotto solare, occorre leggere l etichetta e verificare, in base al fattore di protezione (vedi Le risposte del vostro farmacista a pagina 9), che offra il grado di schermo di cui si ha bisogno. Va tenuto presente che i solari non possono offrire una protezione completa, cosicché la dicitura a schermo totale, talvolta riportata su alcuni prodotti, va considerata impropria. Viceversa, se applicato correttamente, un prodotto con fattore può

7 essere altrettanto efficace di uno che vanta un fattore 50 o più alto. Esistono solari con varie formulazioni. Oli: formano una pellicola trasparente, resistente all acqua ma sottile e poco protettiva. Stick e lipogel: essendo appiccicosi, vanno applicati solo su zone cutanee ristrette, come cicatrici recenti e macchie scure. Idrogel: danno un immediato senso di fresco, ma formano una pellicola non omogenea e poco protettiva. La forma gel è invece ottima per i prodotti doposole. Emulsioni: sono le formulazioni migliori poiché contengono sia una parte acquosa sia una grassa: ciò permette di avere più filtri, di modulare lo spessore della pellicola sulla pelle, di garantire la resistenza all acqua e al sudore. Paste e creme dense: indicate per i bambini, sono povere di conservanti e additivi, nonché prive di profumi. Acque solari: liquidi in spray rinfrescanti e profumati, hanno bassa o bassissima capacità di protezione solare. IL DECALOGO Come rendere il sole amico Tenere presente che nessun prodotto filtra tutti i raggi ultravioletti, ma l'uso di solari appropriati protegge dai rischi del cancro della pelle, evita arrossamenti ed eritemi e previene il fotoinvecchiamento cutaneo. Scegliere e confrontare i solari in base al tipo di pelle (fototipo), all esposizione e al luogo (spiaggia, mare aperto, piscina, eccetera). Utilizzare prodotti solari che offrono una protezione sufficiente, chiedendo consiglio al medico o al farmacista. Porre maggiore attenzione alle radiazioni solari quando si è vicini ad acqua, neve o sabbia. Non esporsi al sole troppo a lungo anche se si usa un prodotto per la protezione solare UVA+UVB. Evitare l esposizione al sole nelle ore più calde (11-16) e sostare in luoghi ombreggiati fra le 11 e le 13, ricordando però che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dalle radiazioni solari. Controllare l'indice UV (riquadro nella pagina successiva) quotidianamente, anche attraverso le pagine delle previsioni del tempo sui giornali: più alto è l'indice, più importante è proteggersi. Cercare di non scottarsi mai. Soprattutto quando il sole è a picco, indossare una maglietta, un cappello a falda larga e gli occhiali da sole. Prestare particolare attenzione ai bambini, e in particolare a quelli piccoli e ai neonati, che vanno tenuti lontani dalla luce diretta del sole. Proteggerli sempre, utilizzando maglietta e cappello e tenendoli sotto l ombrellone nelle ore più calde. DA BRUXELLES RACCOMANDAZIONI IN FORMA GRAFICA L Unione europea ha elaborato alcuni pittogrammi (raffigurati in basso) che riassumono graficamente, in maniera intuitiva, le raccomandazioni per la protezione solare. Li si troverà sempre più frequentemente in spiagge, piscine, porti turistici, rifugi alpini e così via. ATTENTI AL FOTOTIPO Ma non bisogna contare solo sull uso dei prodotti solari: sotto il sole estivo sono necessari anche altri accorgimenti, soprattutto nelle ore in cui i raggi sono più forti (decalogo a destra). Le precauzioni sono tanto più necessarie quanto più è basso il numero che individua il proprio fototipo (test nella pagina successiva). Fototipo 0 (albini). Evitare qualsiasi esposizione al sole. Fototipo 1. Esporsi il meno possibile al sole (ripararsi con maglietta, cappello, occhiali, ombrellone); usare solari con il Usare il prodotto per la protezione solare prima di ogni esposizione al sole. Essere già abbronzati non crea una protezione sufficiente. Applicare correttamente una dose sufficiente di crema e rinnovare l applicazione, specialmente dopo il bagno o dopo che ci si è asciugati, o se si è sudato molto. Non dimenticare di applicare il prodotto solare su tutte le parti del corpo esposte al sole. Per essere efficaci i solari devono essere utilizzati correttamente e in quantità adeguata (normalmente 35 grammi per tutto il corpo, ossia circa sei cucchiaini da tè di prodotto). Proteggere la pelle anche durante il bagno in mare o in piscina, perché i raggi ultravioletti si propagano nell acqua. Tenere presente che l intensità dei raggi uv aumenta del 4% per ogni 300 metri di incremento dell altitudine (dunque è maggiore in montagna che al mare) e che anche all ombra non si è completamente al riparo dai raggi ultravioletti: la riduzione è in media del 50%. Alphega Farmacia magazine 7

8

9 Salute all aria aperta IL TEST Qual è il vostro fototipo? Di quale colore sono i suoi capelli al naturale? rossi biondi castani chiari castani scuri neri Di quale colore sono i suoi occhi? azzurri, grigi, verdi azzurri scuri castani chiari castani scuri neri Di quale colore è la sua pelle non abbronzata? bianco latte, rossastra pallida bianca tendente a scura olivastra molto scura Sulla pelle non abbronzata ha lentiggini? molte diverse poche rare nessuna Quali conseguenze provoca sulla sua pelle l eccessiva esposizione al sole? rossore molto doloroso, eruzioni cutanee, vesciche e spellature eruzioni cutanee, vesciche seguite da spellature scottature seguite da spellature raramente scottature mai nessuna scottatura massimo fattore di protezione. Fototipo 2. Trattenersi il più possibile all ombra, soprattutto tra le 11 e le 16; esporsi al sole con cautela e in modo graduale, utilizzando sempre prodotti ad altissima protezione, la cui applicazione va ripetuta spesso. Proteggere bene naso, orecchie, labbra, nuca e occhi. Fototipo 3. Nei primi giorni utilizzare un solare ad alta protezione; in seguito si può ridurre il fattore. Con alto indice UV (riquadro in basso) la protezione deve essere estrema. L esposizione nelle ore più calde (11-16) è in ogni caso pericolosa. Fototipo 4. Proteggersi maggiormente nelle ore più calde (11-16) con un solare a schermo medio. Con indice UV elevato usare prodotti a protezione alta. Fototipo 5. Usare solari con fattore di protezione basso (medio con alto indice UV). Fototipo 6 (razza nera). Occorrono poche precauzioni, a meno che l indice UV non sia molto alto. LE RISPOSTE DEL VOSTRO FARMACISTA Perché il fattore di protezione, su solari considerati di pari capacità schermante, spesso viene espresso con numeri diversi? Del fattore di protezione (che consiste nel rapporto tra il tempo di arrossamento dopo l applicazione del prodotto e quello senza protezione) esistono varie scale, tra loro non del tutto omogenee: in base a quella raccomandata dalla Commissione europea, si considera che tra 6 e 14 la protezione è bassa (e in genere quindi insufficiente), tra 15 e 29 media, tra 30 e 59 alta, oltre 60 (indicato in etichetta come 50+) molto alta. 6 7 Quale tipo di abbronzatura raggiunge? nessuna molto leggera normale intensa molto scura Dopo quanto tempo si abbronza? non mi abbronzo mai molti giorni alcuni giorni pochi giorni subito Il punteggio da attribuire alle risposte: Come interpretare la somma dei punteggi ottenuti: da 7 a 10: fototipo 1, il più esposto ai danni da raggi solari; da 11 a 17: fototipo 2, dalla pelle facilmente danneggiabile; da 18 a 24: fototipo 3, di sensibilità intermedia; da 25 a 31: fototipo 4, poco vulnerabile; da 32 a 35: fototipo 5, il più resistente al sole nella razza bianca. Gli albini vengono considerati di fototipo 0, mentre la razza nera di fototipo 6. Occhio all indice UV Ormai diffusamente riportato dai mezzi di comunicazione, per lo più negli spazi delle previsioni meteorologiche, l indice UV è un parametro che descrive il livello della radiazione ultravioletta sulla superficie terrestre. I valori variano da 1 a 11 e oltre, e vengono spesso espressi anche con una scala a colori (in basso i pittogrammi raccomandati dall Organizzazione mondiale della sanità). La necessità di ripararsi dai raggi solari è tanto maggiore quanto più alto è l indice UV, tanto che nei bollettini meteorologici i valori molte volte vengono associati a indicazioni sulla protezione dal sole. Alphega Farmacia magazine 9

10 Salute e alimentazione Bere molto, mangiare piatti leggeri e ricchi di minerali CONTAMINAZIONI ATTENTI AI CIBI ESPOSTI AL CALORE Con il caldo aumentano notevolmente i rischi di contaminazione degli alimenti da parte di microrganismi patogeni, per cui è consigliabile porre la massima attenzione all acquisto, alla conservazione e al trattamento dei cibi: controllare sempre la data di scadenza prima di consumare un alimento; programmare la spesa immediatamente prima di far ritorno a casa per evitare di lasciare gli alimenti deperibili troppo a lungo fuori dal frigorifero; cuocere la quantità di cibo che si prevede di consumare al momento; evitare agli alimenti lunghe permanenze a temperatura ambiente; non consumare pesci e frutti di mare crudi o poco cotti; evitare dolci con panna e crema se non si è sicurissimi della loro freschezza. Contro il caldo una dieta corretta Un appropriata alimentazione costituisce una strategia per minimizzare i disagi e le conseguenze del caldo, conservando un buono stato di salute. In primo luogo è importante non far mancare mai acqua all organismo. Il rischio maggiore, soprattutto negli anziani, è la disidratazione, anche perché la persona di una certa età non sente facilmente lo stimolo della sete; ci si può organizzare predisponendo ogni mattina due bottiglie di acqua da cui ogni tanto bere un bicchiere, fino a consumare tutto il contenuto entro fine giornata. E bene privilegiare, se possibile, l acqua del rubinetto, che ha le caratteristiche chimico-fisiche ideali per reintegrare gli elettroliti persi con il sudore. Un eccezione riguarda chi soffra di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato, o di ritenzione idrica, che deve consultare il medico prima di aumentare l assunzione di liquidi. Bere molto, dunque, ma attenti alle bevande gassate e troppo fredde, che, se danno un refrigerio momentaneo, possono essere causa di complicanze importanti, quali la congestione. Moderazione anche con i succhi di frutta, che sono ricchi di zuccheri e aumentano l introito di calorie, oltre a risultare meno dissetanti. Evitare inoltre le bevande alcoliche, che aumentano la sudorazione e la sensazione di calore; limitare anche il caffè. L idratazione può essere garantita pure da frutta e verdura, che contengono fino all 80% di acqua; sono alimenti ricchissimi di sali minerali, vitamine, antiossidanti (questi presenti soprattutto nelle verdure colorate) e fibre, che assieme all acqua consentono un buon funzionamento dell intestino. Per quanto riguarda l alimentazione, un buon piatto di spaghetti non deve mai mancare a tavola, perché sazia senza appesantire. Attenti però ai condimenti troppo elaborati, piccanti e ricchi di grassi; è da preferire il sugo finto (con pomodoro e basilico) al ragù. Come secondo è meglio consumare, anziché la carne, il pesce, più digeribile e ricco di acidi grassi polinsaturi, che proteggono dalle malattie degenerative. Anche i gelati possono essere consumati, ma vanno preferiti quelli alla frutta, meno calorici e più ricchi di acqua. 10 Alphega Farmacia magazine

11 L allenamento giusto per un perfetto equilibrio intestinale PSYLLOGEL fibra Integratore alimentare di fibra di psyllium pura al 99% Intestino irregolare? Oltre ad un alimentazione ricca di verdura, frutta ed acqua, scopri Psyllogel fibra, la fibra vellutata che ti aiuta a ritrovare l equilibrio e la regolarità, senza irritare l intestino. Disponibile da oggi nella nuova confezione, ancora più bella e accattivante, Psyllogel fibra la fibra in polvere preferita in Italia da 15 anni è qualità garantita, con solo fibra di psyllium pura al 99% è disponibile in 5 gradevoli gusti: arance rosse, vaniglia, tè al limone, cacao e fragola è confezionato in pratiche bustine o nel comodo vasetto risparmio può essere aggiunto all alimentazione di tutti i giorni si trova in farmacia. Scopri tutti i vantaggi di Psyllogel fibra su NATHURA SRL - Tel AZIENDA CON SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO DA CERTIQUALITY

12 Dossier prevenzione Soprattutto se si raggiungono mete esotiche, bisogna tener conto del rischio di contrarre qualche malattia. Dunque è bene prepararsi per tempo con le vaccinazioni e seguire, sul posto, alcuni accorgimenti. Viaggiare senza ammalarsi Come ridurre i rischi sanitari delle vacanze Un viaggio verso mete lontane, un soggiorno in una località esotica, un itinerario alla scoperta di antiche civiltà: la si desidera a lungo, un evasione del genere, ma l importante è che poi la vacanza non venga rovinata da disavventure piccole a grandi. Come quelle legate alla salute, alle quali espone spesso il cambiamento di climi e latitudini, il mutamento delle abitudini e soprattutto, specialmente con certe destinazioni, la situazione igienica e sanitaria che si trova nel paese di destinazione. Un momento importante 12 Alphega Farmacia magazine

13 nell organizzazione di un viaggio è dunque la programmazione delle misure per mettersi al riparo da questi rischi. A partire dalle vaccinazioni: almeno 6-8 settimane prima ci si dovrebbe rivolgere al proprio medico curante o a uno specialista per avere delucidazioni sui rischi ai quali si potrebbe andare incontro durante il viaggio e per avere consigli sulle norme igieniche e sulle eventuali vaccinazioni e/o profilassi necessarie a ridurre il pericolo di contagio con patologie presenti nel paese di destinazione. Il medico verificherà lo stato di vaccinazione e valuterà se le malattie pregresse o quelle attuali (per esempio patologie cardiovascolari) possano controindicare il viaggio o l assunzione dei vaccini o dei farmaci da usare a scopo preventivo. LE VACCINAZIONI Le vaccinazioni possono essere obbligatorie, cioè previste dal paese ospitante e quindi necessarie per farvi ingresso, o facoltative, opportune per prevenire i rischi infettivi. Si devono eseguire le nuove vaccinazioni o i richiami un mese e mezzo o due prima della partenza. I vaccini possono essere somministrati anche nello stesso giorno, magari in sedi differenti; quello per la febbre gialla, però, non deve coincidere con quello per il colera. Tra le vaccinazioni consigliate per i soggetti sopra i due anni c è quella antitetanica (il cui richiamo va effettuato ogni dieci anni), l antipoliomielitica, l antiepatite A, l antiepatite B, l antitifica (valevole due anni per via orale e tre anni per via iniettiva). In certe situazioni epidemiche occorre la vaccinazione antimeningococcica, l antirabbica, l antiencefalite giapponese. La vaccinazione anticolerica è scarsamente protettiva, e come tale è addirittura sconsigliata per il falso senso di sicurezza che induce. Una particolare attenzione deve essere posta per prevenire le più frequenti malattie tropicali come malaria, dengue, febbre gialla, Sei-otto settimane prima della partenza è bene rivolgersi a un medico, tra l altro per programmare l assunzione di vaccini o di farmaci da usare a scopo preventivo. diarrea del viaggiatore. Malaria. Il 40% della popolazione mondiale vive in aree (figura a pagina 15) in cui è endemica questa parassitosi, causata da quattro differenti tipi di plasmodi I prodotti sanitari da portare Nella valigia, oltre a tutti i farmaci che devono essere assunti abitualmente, per poter affrontare eventuali piccole emergenze è bene portare: disinfettanti per uso esterno e materiale per una rapida medicazione (cerotti, bende, garze); un termometro, un paio di forbici, una pinzetta; farmaci antifebbrili e antidolorifici; farmaci per limitare la motilità intestinale e antibiotici a largo spettro; repellenti per insetti; creme di protezione solare; colliri e gocce per i disturbi alle orecchie; creme antiistaminiche o cortisoniche; farmaci per prevenire il mal d aereo o di nave; in caso di mete tropicali farmaci per la profilassi antimalarica; integratori minerali; sostanze per potabilizzare l acqua; preservativi. Ricordarsi di: tenere i farmaci sempre nel bagaglio a mano; richiedere al farmacista notizie sulle modalità e temperature di conservazione dei medicinali; controllare la data di scadenza dei prodotti farmaceutici. JET LAG ATTENTI ANCHE AL CAMBIAMENTO DEL FUSO ORARIO Provocato dalla dissociazione tra il ritmo del giorno e della notte e l orologio interno del nostro organismo, il jet lag è un insieme di disturbi la cui gravità dipende dal numero di fusi orari percorsi e da alcune caratteristiche individuali. I sintomi sono generalmente maggiori e più intensi nei viaggi verso l Est. Poiché il ritmo circadiano al buio è di circa 24 ore, è più facile adattarsi, nei viaggi verso ovest, allungando il riposo notturno. Le prestazioni psicofisiche possono diminuire anche del 10% per effetto del jet lag. L organismo impiega poi da 4 a 6 giorni per riadattarsi. Un esposizione controllata alla luce o al buio aiuta a rendere minimi gli effetti negativi. Alphega Farmacia magazine 13

14 Dossier prevenzione PRECAUZIONI Per tenere lontani gli insetti 1 Applicare sulla pelle esposta - sia di giorno sia, in particolare, dal tramonto all alba - prodotti repellenti per gli insetti, ripetendo l'applicazione, in caso di sudorazione intensa, ogni 2-3 ore. 2 Evitare l uso di profumi, che attirano gli insetti. Utilizzare repellenti cutanei sulle parti scoperte 3 del corpo, specialmente all alba e al tramonto. 4 5 Indossare abiti di colore chiaro (quelli scuri e accesi attirano gli insetti) con maniche lunghe e pantaloni lunghi. Alloggiare in stanze dotate di condizionamento d aria o, quanto meno, di zanzariere. Non aprire le finestre di notte con le luci accese. 6 Evitare di svolgere attività sportive nelle ore serali. Usare zanzariere sopra al letto, rimboccandone i 7 margini sotto il materasso e controllando che non ci siano zanzare al loro interno. 8 9 Nelle stanze in cui si soggiorna, spruzzare insetticidi o utilizzare diffusori di insetticida funzionanti con la corrente elettrica. Non girare mai a piedi nudi; non nuotare né camminare scalzi nelle acque dolci. trasmessi all uomo da zanzare femmine del genere anopheles. Si presenta con febbre accompagnata da altri sintomi, tra cui brividi, mal di testa, mal di schiena, sudorazione profusa, dolori muscolari, nausea, vomito, diarrea, tosse. Soprattutto pericolosa è l infezione da plasmodium falciparum, che può complicarsi con insufficienza renale e edema polmonare, fino a risultare mortale. E importante prevenire la malaria innanzitutto con le misure per evitare la puntura delle zanzare, precauzioni che è necessario osservare, soprattutto nelle aree tropicali e sub-equatoriali, per gli insetti in genere, molti dei quali possono trasmettere diverse malattie infettive (riquadro a sinistra). Efficace contro la malaria è inoltre la chemioprofilassi, che deve incominciare una o due settimane - con alcuni farmaci uno o due giorni - prima della partenza, e proseguire per tutta la durata del soggiorno e per non meno di 4-5 settimane dopo il ritorno. La chemioprofilassi, tuttavia, non garantisce la copertura totale dal rischio infettivo e non è del tutto esente da effetti indesiderati. Febbre gialla. E una malattia provocata da un virus (del genere flavivirus) che si trasmette all uomo attraverso zanzare del genere aedes, che pungono preferibilmente di giorno; è presente in molti paesi dell Africa centrale e occidentale a sud del Sahara e in alcune regioni equatoriali e tropicali dell America centrale e meridionale. Si manifesta con brividi, dolori muscolari, senso di prostrazione, nausea, vomito, abbassamento del numero di globuli bianchi nel sangue ed emorragie. In genere si risolve dopo 4-5 giorni, ma in alcuni casi le manifestazioni emorragiche si accentuano e si accompagno a insufficienza del Diarrea, rischio sempre in agguato Una persona su due, tra quelle che si recano in paesi in via di sviluppo, è colpita dalla diarrea del viaggiatore. Si tratta di una patologia causata da diversi germi presenti su alimenti che siano manipolati, conservati o preparati senza il rispetto delle norme igienicosanitarie. Nella maggior parte dei casi i disturbi non durano più di 2-3 giorni e scompaiono spesso anche senza trattamento; la febbre non è sempre presente. Una profilassi farmacologica non è raccomandata, mentre è utile assumere, per almeno una settimana prima del viaggio, fermenti lattici. Farmaci attivi contro la diarrea del viaggiatore devono sempre essere portati in viaggio. Per ridurre i rischi di contrarre questa malattia - così come tutte quelle cosiddette a trasmissione fecale-orale, tra cui il colera - bisogna sempre adottare comportamenti alimentari corretti: bere soltanto bevande imbottigliate e sigillate e non aggiungervi ghiaccio; dovendo bere acqua non imbottigliata, bollirla o disinfettarla; non assumere latte o latticini non pastorizzati; mangiare frutta e verdura crude solo dopo averle sbucciate; consumare solo cibi ben cotti, ancora caldi, in particolare se di carne o pesce; non acquistare generi alimentari da venditori ambulanti; curare l igiene personale, usare acqua potabile anche per lavarsi i denti. 14 Alphega Farmacia magazine

15 Malaria: situazione attuale nei paesi del mondo LE RISPOSTE DEL VOSTRO FARMACISTA assente eliminata fegato e dei reni, tanto che la malattia può risultare anche mortale. Per prevenire la febbre gialla esiste un vaccino - con un efficacia del 90-95% - da somministrare in dose singola; la vaccinazione contro questa malattia, valida per dieci anni, è tra quelle obbligatorie per certe aree dell Africa e del sud America. Dengue. E una malattia virale acuta provocata da virus dello stesso genere di quelli responsabili della febbre gialla, anche questi trasmessi da zanzare del genere aedes. Si manifesta con febbre improvvisa, cefalea, dolori muscolari, eruzioni cutanee, nausea e vomito; la forma emorragica si presenta con in via di eliminazione presente, con rischio ridotto di contagio endemica, con alto rischio di contagio lividi, sanguinamenti gengivali, nasali e gastrointestinali. Non esiste un trattamento specifico e non vi sono vaccini; sicuramente vale la difesa dalla zanzara. Considerato che l acido acetilsalicilico e i farmaci della stessa famiglia (FANS) hanno azione anticoagulante, con questa malattia bisogna evitarne l uso. CHE FARE AL RIENTRO Di ritorno da un area a rischio per le malattie infettive, soprattutto se la permanenza si è protratta, è bene ripresentarsi dal medico per una visita. In questa occasione è consigliabile eseguire alcuni esami del sangue allo scopo di evidenziare segnali di malattie latenti. La presenza di sintomi o segni, specialmente febbre, va considerata come motivo di urgenza. Occorre considerare che, anche se molte malattie infettive hanno un periodo di incubazione breve, importanti malattie esotiche, malaria compresa, hanno un lungo periodo di latenza, che può giustificare la comparsa di sintomi anche a distanza di tempo. Per saperne di più Viaggiare sicuri, iniziativa di Ministero degli esteri e ACI: sito internet telefono (24 ore su 24, anche dall estero) I problemi creati dall altitudine si possono risolvere con i farmaci? Più che risolvere prevenire. Con l altitudine decresce la presenza nell aria dell ossigeno, la cui concentrazione nel sangue dunque si riduce: l organismo si adatta aumentando la frequenza respiratoria, quella cardiaca e la pressione arteriosa; chi già soffre di ipertensione o di patologie cardiopolmonari deve consultare il medico prima di esporsi agli effetti dell altitudine. Oltre i 1500 metri, ma specialmente oltre i 3000, si può accusare per 1-6 ore mal di montagna (cefalea, vertigini, insonnia, spossatezza, diminuzione dell appetito, nausea). Per questo non bisogna avere mai fretta nel salire: sopra i 3000 metri non superare più di metri di dislivello al giorno. A scopo preventivo si possono usare farmaci diuretici come l acetazolamide, che richiedono però la prescrizione medica. Questi medicinali possono ridurre i sintomi del 75%. Alphega Farmacia magazine 15

16 Salute nella terza età Fronteggiare le ondate di calore LE RISPOSTE DEL VOSTRO FARMACISTA I farmaci possono aggravare gli effetti del calore sulla salute? Alcuni sì, e tra questi ce ne sono diversi che vengono spesso assunti dagli anziani. I diuretici e tutti i farmaci che provocano diarrea o vomito (colchicina, antibiotici, codeina, antitumorali) - possono determinare squilibrio elettrolitico; l acido acetilsalicilico e gli antiinfiammatori simili, così come le sulfaniluree, riducono la funzionalità renale. Parecchi medicinali interferiscono con il mantenimento della temperatura corporea (tra questi molti farmaci attivi sul sistema nervoso, gli spasmolitici, gli antiulcera, i diuretici, i betabloccanti, la tiroxina), altri potenziano gli effetti del caldo sulla pressione arteriosa (gli antiipertensivi e i farmaci contro l angina pectoris). Diversi psicofarmaci, infine, riducono la capacità di adottare difese dal caldo. Quando l estate mette a rischio gli anziani Alte temperature e umidità elevata, tipiche dei mesi estivi, possono risultare dannose per le persone avanti con gli anni. L importante è evitare o riconoscere per tempo i malesseri da caldo. Nei periodi più caldi, il clima estivo può mettere in pericolo la salute degli anziani, in particolare quando si presenta il fenomeno noto come ondata di calore, caratterizzato per un periodo superiore alle 48 ore da livelli di umidità elevata con le temperature che rimangono alte anche durante le ore notturne. L organismo di una persona sana è in grado di contrastare gli effetti del caldo abbassando la temperatura della pelle attraverso la produzione del sudore, che è composto quasi esclusivamente da acqua e sali minerali: con il caldo si possono perdere anche diversi litri di acqua al giorno ed è necessario recuperare bevendo molti liquidi. Nei soggetti a rischio (test nella pagina a fianco) la regolazione della temperatura cutanea attraverso la produzione di sudore può essere poco efficiente, oppure l assunzione di acqua può essere inadeguata. Molte di queste persone avvertono poco o per niente il senso di sete: anche quando sudano molto non bevono abbastanza e, di conseguenza, il loro organismo si disidrata. In questa condizione può accadere che il corpo raggiunga una IN CASA Condizioni limite Temperatura Umidità 26 C 88% 27 C 78% 28 C 59% 29 C 52% 30 C 45% 16 Alphega Farmacia magazine

17 temperatura troppo elevata, o che perda troppa acqua per poter mantenere integre le funzioni vitali. Alcuni segnali indicano uno stato di grave sofferenza dovuto al caldo (tabella in basso): appena compaiono i primi sintomi, non ancora gravi, è necessario prestare soccorso, facendo trasferire l anziano nella stanza meno calda di casa, praticando spugnature con acqua fresca (non fredda) sul corpo, facendo bere acqua o altri liquidi, come le spremute. Bisogna poi misurare regolarmente la temperatura corporea, perché se questa aumenta è necessario interpellare il medico; ma non si devono assolutamente somministrare, per abbassare la temperatura, farmaci antifebbrili come acido acetilsalicilico o paracetamolo. Se poi intervengono i sintomi più gravi, bisogna chiamare il 118. È importante ricordare che, spesso, le persone con demenza non manifestano chiaramente i sintomi di malessere perché non riescono a comunicarlo o perché lo esprimono in altro modo, per esempio con l agitazione oppure, al contrario, con la sonnolenza. PREVENIRE I MALESSERI Ma l importante è soprattutto prevenire l insorgenza di malori. In presenza di temperature elevate, lo stato di benessere delle persone è legato alla temperatura e all umidità dell ambiente. In generale, si può affermare che il clima è ben tollerato fino alle condizioni riportate nella tabella della pagina precedente. Per misurare la temperatura delle varie stanze si possono installare termometri e misuratori di umidità (igrometri), facilmente disponibili a prezzi inferiori ai 20 euro. Se nell abitazione è presente un climatizzatore, la temperatura va regolata a valori compresi tra 24 e 26 C. Il ventilatore non deve essere acceso quando le temperature sono superiori a 32 C, poiché può favorire una pericolosa perdita di liquidi attraverso la sudorazione. La casa deve essere areata durante la notte, mentre durante il giorno bisogna evitare l ingresso dei I sintomi che danno l allarme Premonitori del colpo di calore Tipici del colpo di calore in corso mal di testa vertigini nausea e vomito debolezza crampi muscolari pallore polso debole rialzo della temperatura corporea confusione mentale, che compare o si aggrava disorientamento perdita di coscienza convulsioni accelerazione del battito cardiaco pelle secca e asciutta sensibile aumento della temperatura corporea raggi solari chiudendo le imposte esterne e le tende. In alcuni casi può essere opportuno cambiare la dislocazione dei mobili della casa per far soggiornare l anziano nei luoghi più freschi. Il movimento è sempre raccomandabile; è tuttavia opportuno evitare di uscire nelle ore più calde della giornata. IL TEST PREVENZIONE I GIUSTI VESTITI Indossare abiti leggeri di cotone o lino, evitando le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e favoriscono la sudorazione. Preferire i colori chiari, che attirano meno i raggi solari. Chi è più esposto al caldo Ha più di 75 anni? 1 sì no Ha una malattia cardiaca? 2 sì no Ha una malattia polmonare? 3 sì no E incapace di camminare? 4 sì no Ha piaghe da decubito? 5 sì no E incapace di alimentarsi da sé? 6 sì no Soffre di demenza? 7 sì no Ha la malattia di Parkinson? 8 sì no Ha una malattia psichiatrica? 9 sì no Ha il diabete e/o una insufficienza renale? 10 sì no Assume quotidianamente più di quattro tipi 11 diversi di farmaci? sì no Ha la febbre? 12 sì no Nessun sì: la persona non corre particolari rischi; da 1 a 6 sì: in un ondata di calore la persona è a rischio di conseguenze che possono essere gravi; da 7 a 12 sì: con le temperature molto alte la persona è in pericolo anche di vita. Alphega Farmacia magazine 17

18 La nostra differenza sta in questo fiore Assorbenti e proteggislip in cotone al 100% dentro e fuori. Assicurano la massima tollerabilità e minimizzano i rischi di irritazioni, arrossamenti e allergie. Clinicamente testati. Consigliati dagli specialisti.

19 Il consiglio del vostro farmacista La tessera sanitaria è anche, come viene indicato nel retro, TEAM (tessera europea per l assicurazione di malattia). Come tale è valida in tutti i paesi dell Unione europea e in alcuni altri, tra cui la Svizzera. Se serve la sanità all estero Anche durante una vacanza all estero, in Europa, si può essere coperti dall assistenza per malattia, per ottenere la quale è sufficiente avere con sé la tessera sanitaria italiana, valida anche come TEAM (tessera europea per l assicurazione di malattia). Questa è riconosciuta in tutti i 27 paesi dell Unione europea, più quattro I paesi in cui si è coperti Stati UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro (solo la parte greca), Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia (compresi i territori d oltremare Guadalupe, Guyana francese, Martinica, Reunion), Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. Altri paesi: Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. che attuano con i primi la reciprocità assistenziale (riquadro in basso a sinistra). La tessera sanitaria, che viene recapitata all indirizzo di residenza da parte del Ministero dell economia, sostituisce in questo alcuni attestati tradizionali di assistenza all estero come l E110 l E111, l E119, l E128. Per ottenere le prestazioni basta recarsi direttamente da un medico o una struttura sanitaria pubblica o convenzionata ed esibire la TEAM, che dà diritto a ricevere le cure alle stesse condizioni dei cittadini residenti nel paese in cui ci si trova. L assistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto, eccetto l eventuale ticket. In Svizzera e Francia (dove vige l assistenza indiretta), il più delle volte viene richiesto il pagamento delle prestazioni; il rimborso può essere richiesto o sul posto all istituzione competente, o alla propria ASL al rientro in Italia. Se non si riesce a ottenere in tempo la TEAM è possibile farsi rilasciare dalla ASL il cosiddetto certificato sostitutivo provvisorio, compilabile anche a mano. E fuori dall Unione europea? Alcuni stati nei quali non è valida la tessera sanitaria italiana intrattengono con l Italia accordi di reciprocità assistenziale: si tratta di Argentina, Australia, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Capoverde, Città del Vaticano, Croazia, Macedonia, Montenegro, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Serbia, Tunisia. E bene informarsi nella propria Asl circa la copertura sanitaria nel paese in cui ci si reca, ritirando anche gli attestati da presentare per godere dell assistenza. Altrove, i cittadini italiani sono tenuti a pagare di tasca propria le spese per qualsiasi problema di salute, senza possibilità di rimborso al rientro in Italia, fatta salva la detraibilità prevista dalla legge in sede di dichiarazione dei redditi. Chi si reca in questi stati per turismo farebbe quindi bene a munirsi di copertura sanitaria mediante una polizza assicurativa privata. Come ottenere assistenza in vacanza fuori dall Italia Per saperne di più Numero verde sulla tessera sanitaria: (attivo dal lunedì al sabato tra le 8 e le 20). Alphega Farmacia magazine 19

20

21 Capire le analisi Tempo di protrombina e INR Il processo di coagulazione del sangue comprende una serie di reazioni chimiche in sequenza, tra le quali una delle ultime è la conversione della protrombina (una proteina prodotta dal fegato e presente nel sangue) in trombina. Il test del tempo di protrombina, detto anche tempo di Quick e noto pure come PT (dalla dicitura inglese di prothrombin time), Quando occorre fluidificare A volte il prezioso meccanismo grazie al quale vengono chiuse le ferite (descritto nella didascalia) produce coaguli che non servono, e risultano anzi pericolosi: i trombi, che si creano all interno dei vasi sanguigni e possono ostruirli creando così gravi danni, per esempio al cervello. Questo può avvenire tra l altro per un alterazione della composizione del sangue che aumenti la tendenza alla coagulazione, per un rallentamento della circolazione (dovuto per esempio a malattie che costringano a letto), per fratture alle gambe, interventi chirurgici, disturbi del ritmo cardiaco, tumori. In questi casi può risultare necessaria una terapia con farmaci anticoagulanti, che fluidificano il sangue riducendo le tendenza alla formazione di trombi. Come interpretare i risultati Valori normali Valori superiori possono dipendere da... Valori inferiori possono dipendere da... Per il tempo di protrombina secondi (a seconda della metodica di analisi) o % del tempo in un individuo sano, corrispondenti a un INR intorno a 1,0. Pazienti in cura con anticoagulanti dovrebbero avere un INR da 2,0 a 3,0. Per pazienti con alto rischio di formazione di coaguli, il valore di INR deve essere da 2,5 a 3,5. carenza di vitamina K; assunzione di anticoagulanti e altri farmaci (acido acetilsalicilico e simili, cimetidina, alcuni antibiotici tra cui le cefalosporine); difetti genetici della coagulazione come quelli dell emofilia; malattie del fegato; alcune anemie. assunzione di vitamina K con farmaci, integratori alimentari e anche cibi quali fegato di manzo e di maiale, tè verde, broccoli, ceci, cavolo, rape, soia; uso di farmaci come barbiturici, corticosteroidi, contraccettivi orali, ormoni da assumere dopo la menopausa. valuta la funzionalità del processo di coagulazione attraverso la misurazione del tempo necessario per la formazione di un coagulo in un campione di sangue - prelevato da una vena del braccio o da un polpastrello - trattato con alcuni reagenti. Il tempo di protrombina si esprime pertanto in secondi, oppure (per evitare la variabilità legati al metodo di analisi) come percentuale rispetto al tempo che con la stessa procedura si ottiene in un individuo sano. Per rendere ancora più paragonabili i risultati indipendentemente da come si esegue il test, si è introdotto il parametro INR (International normalized ratio o Rapporto normalizzato internazionale), che in base a un calcolo elimina le differenze tra i test. La maggior parte dei laboratori riporta sia il valore di PT sia quello di INR. Durante la terapia anticoagulante (riquadro a sinistra), il medico userà frequentemente l INR per aggiustare il dosaggio del farmaco. Indicano la tendenza del sangue alla coagulazione Il sangue scorre fluido dentro ai vasi. Quando si crea una ferita, si attiva il sistema emostatico, tendente a chiudere l apertura da cui il sangue può fuoriuscire: le piastrine (corpuscoli che circolano con il sangue) si aggregano tra di loro e liberano alcune sostanze che attivano una serie di reazioni chimiche a cascata. Alla fine di queste, la protrombina si trasforma in trombina, che favorisce la trasformazione del fibrinogeno, una proteina circolante con il sangue, in fibrina, sostanza filamentosa e insolubile. Questa crea una rete nella quale, come si vede nella foto, rimangono intrappolate le cellule sanguigne: si forma così il coagulo, un tappo che chiude la ferita. Alphega Farmacia magazine 21

22 Di sana pianta Riduce il gonfiore e contrasta le varici Sollievo alle gambe con la centella La centella asiatica è una piccola pianta erbacea perenne, con fusto lungo e rampicante, costituita da uno stelo sottile e foglie palmate che, munite di un lungo picciolo, partono da un nodo del fusto per formare una sorta di rosetta; i piccoli fiori sono riuniti in ombrelle semplici. 22 Alphega Farmacia magazine In India è usata da migliaia di anni e ancora ha un posto centrale nella medicina ayurvedica: nel paese in cui cresce spontanea, la Centella asiatica si impiega soprattutto per trattare la lebbra, le ulcere cutanee e altri problemi della pelle, ma ha pure una reputazione di apportatrice di lunga vita: secondo la leggenda, un antico erborista cinese che l aveva assunta con regolarità era vissuto fino a 256 anni. E non è un caso, allora, che il suo nome originale, gotu kola, significhi erba della longevità. Ma nella medicina popolare la centella, conosciuta anche come erba della tigre perché si dice che questo animale la usi per medicarsi le ferite, viene anche usata come cicatrizzante. Oggi, sulla base di vari studi scientifici, di questa pianta si sfrutta soprattutto l attività sullo ila carta d identità NOME BOTANICO: Centella asiatica. FAMIGLIA: Umbellifere. DOVE CRESCE: spontanea in vaste zone dell India, in Pakistan, in terreni umidi e ombreggiati dell Africa meridionale e dell America centrale. QUALI PARTI SI USANO: le foglie e in generale la pianta intera senza radici. CHE COSA CONTIENE: derivati triterpenici (in particolare asiaticoside e madecassoside), acidi triterpenici liberi (acido asiatico e acido madecassico). sviluppo del tessuto connettivo e sul circolo venoso. Alcuni composti contenuti nella centella sono da anni utilizzati in clinica per la capacità di irrobustire il tessuto che, attorno alle vene, favorisce il mantenimento di tono ed elasticità della parete vascolare. Con queste azioni, e con quella antiedematosa con cui riduce il ristagno di sangue e la permeabilità dei vasi, la centella ripristina un normale equilibrio tra la circolazione nei capillari e quella nelle vene, intervenendo sulla principale causa dell insufficienza venosa e della sindrome varicosa. E dunque molto utile nel trattamento degli stati prevaricosi, con senso di peso, gonfiore e dolorabilità delle gambe in seguito alla permanenza in piedi, crampi notturni, prurito agli arti inferiori e presenza, in questi, di capillari e venule dilatati. E POI RIPARA LE FERITE E RIDUCE LA CELLULITE Sempre per l attività sul tessuto connettivo, la centella migliora anche (hanno ragione le tigri) i processi di riparazione delle ferite, accelerando la cicatrizzazione delle piaghe cutanee di qualsiasi origine e delle ustioni di primo e secondo grado. E inoltre indicata nel trattamento, sia locale sia per via generale, della cellulite, soprattutto quella che si accompagna a gonfiore degli arti inferiori: non a caso la cellulite è considerata come un disordine localizzato nella fisiologia del tessuto connettivo sottocutaneo. Nell uso della centella sono oppurtune, come spesso avviene con le piante medicinali, alcune precauzioni. Per esempio questa erba, che può stimolare la funzionalità della tiroide, va assunta con prudenza da pazienti con ipertiroidismo. Reazioni allergiche cutanee all estratto di centella si presentano in circa l 1% dei soggetti dopo somministrazione per via orale, ma sono piuttosto moderate. A dosi elevate, inoltre, i principi attivi contenuti nella centella possono causare mal di testa. Per prudenza, la somministrazione non è consigliabile in gravidanza e durante l allattamento. Come si utilizza L estratto secco nebulizzato (contenente almeno il 5% di derivati triterpenici totali) va assunto in dosi di 2-3 mg per chilogrammo di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni preferibilmente lontane dai pasti.

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO I.P. UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO QUESTO OPUSCOLO È STATO REALIZZATO PER FORNIRE UTILI CONSIGLI A SOSTEGNO DEGLI ANZIANI. FAVORISCI LA SUA DIFFUSIONE TRA LE FASCE DI POPOLAZIONE IN ETÀ PIÙ AVANZATA. GRAZIE.

Dettagli

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA Dieci consigli per viaggiare in salute - Repubblica.it http://www.repubblica.it/salute/interattivi/2011/07/22/news/di... Salute INTERATTIVO Dieci consigli per viaggiare in salute Vacanze in vista? Per

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione DURANTE La più importante sorgente di raggi ultravioletti è il sole. Mentre i raggi UVC vengono quasi completamente assorbiti dallo strato di ozono dell

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) Sezione Provinciale di Cosenza e COMUNE DI PAOLA PROVINCIA DI COSENZA presentano ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio

Dettagli

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo.

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Dott.ssa Stefania Marzona Tecnologa Alimentare Incontro pubblico gratuito Come affrontare le vacanze senza problemi promossa dal Distretto

Dettagli

Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali. Chiara Liera. S. Bonifacio, 11 novembre 2006

Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali. Chiara Liera. S. Bonifacio, 11 novembre 2006 Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali Chiara Liera Centro di Riferimento Regionale per i Viaggiatori Internazionali S. Bonifacio, 11 novembre 2006 Caratteristiche

Dettagli

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione Lucerna, 01.06.2006 Factsheet calore 1. Introduzione Il lavoro nei giorni di canicola provoca un aumento della temperatura corporea, dovuto a fattori come il caldo, il lavoro fisico e, in alcuni casi,

Dettagli

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE ESTATE 2006 OPUSCOLO INFORMATIVO A cura del Dipartimento Regionale della Protezione Civile SERVIZIO RISCHI AMBIENTALI ED INDUSTRIALI serviziorischiambientali@protezionecivilesicilia.it

Dettagli

Zika virus: domande a risposte

Zika virus: domande a risposte Zika virus: domande a risposte 1. LA MALATTIA Che cos è la malattia da Zika virus? Zika è una malattia causata dal virus Zika che appartiene alla famiglia dei Flaviviridae. Non è un nuovo virus. E stato

Dettagli

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole Patologie da caldo Patologie da caldo Collasso da calore o sincope da caldo Colpo di calore Ustione Colpo di sole permanenza prolungata e attività fisica in ambiente caldo, perdita elevata di acqua e sali

Dettagli

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese e Regione Liguria Prefettura di Imperia Provincia di Imperia Un progetto per gli anziani, della provincia di Imperia Azienda USL 1 Imperiese Conferenza dei Sindaci con il patrocinio dell Amministrazione

Dettagli

Il sole. Come ci si abbronza

Il sole. Come ci si abbronza IL SOLE TI FA BENE? Il sole I quattro elementi fondamentali per la nostra vita e il nostro benessere sono l aria, l acqua, la terra e il sole. Se uno di questi elementi venisse a mancare, allora molto

Dettagli

CIBI ACQUA NORME IGIENICHE E GENERALI:

CIBI ACQUA NORME IGIENICHE E GENERALI: NORME IGIENICHE E GENERALI: CIBI Non mangiare verdura, frutta, legumi crudi o che non possano essere sbucciati o cotti. Evitare uova crude o poco cotte, pesce crudo o allevato in zone paludose o in prossimità

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Comunicato stampa n. 303 23 giugno 2009 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore Attivo numero verde

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

Influenza suina: l influenza A (H1N1)

Influenza suina: l influenza A (H1N1) . Influenza suina: l influenza A (H1N1) Il virus: lui chi è Ad aprile si sono registrati in Messico casi di infezione nell uomo da nuovo virus influenzale di tipo A (H1N1), precedentemente identificato

Dettagli

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH 3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH Il termine ondata di calore indica un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme caratterizzate da elevate temperature ed in alcuni casi da alti

Dettagli

SOLARI Il sole, amico o nemico?

SOLARI Il sole, amico o nemico? SOLARI Il sole, amico o nemico? Il sole è la stella più vicina a noi. È una fonte di piacere. I suoi raggi, tuttavia, possono nuocere alla pelle. I raggi solari hanno due componenti che ci interessano

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore Dipartimento di Prevenzione E & P ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 83 Servizio Epidemiologia e Prevenzione - Tel. 0824-308 284-5-6-9 - Fax 0824-308302 - e-mail sep@aslbenevento1.it ATTENTI

Dettagli

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico Rischio Emorragico 6 5 4 3 2 1 International Normalized Ratio farma memo scritto è meglio! Rischio Trombotico Campagne regionali per la sicurezza del paziente: La prevenzione degli errori di terapia Un

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

FOTODERMATOSI. Farmacie Istriane 2011. Previsioni UV

FOTODERMATOSI. Farmacie Istriane 2011. Previsioni UV FOTODERMATOSI Anche se finora non è stato evidenziato alcun buco dell'ozono sopra il territorio croato, l'esposizione alle radiazioni solari senza un adeguata protezione nei mesi primaverili ed estivi

Dettagli

Colpo di calore: come affrontarlo

Colpo di calore: come affrontarlo Colpo di calore: come affrontarlo Con le ondate di calore aumenta il rischio di subire il colpo di calore, il collasso o il colpo di sole. Di cosa si tratta, come si prevengono? Perché anziani e bambini

Dettagli

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi?

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi? I CRAMPI NEL RUNNER Ai bicipiti femorali o ai polpacci, i crampi, contrazioni muscolari involontarie, sono sempre molto fastidiosi e a volte dolorosi. La decisione di trattare questo argomento è nata dalle

Dettagli

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare Contro la la zanzara tigre tigre Speciale viaggi 4 facciamoci in in 4 Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare conosciamo meglio le malattie

Dettagli

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA METABOLISMO = TEMPERATURA CORPOREA ETEROTERMI: (RETTILI ED ANFIBI) VARIANO LA LORO TEMPERATURA IN RELAZIONE ALLA TEMPERATURA AMBIENTALE.

Dettagli

27.04.2010. Protezione solare: consulenza in farmacia. Contenuto. Consigli su come proteggersi dal sole

27.04.2010. Protezione solare: consulenza in farmacia. Contenuto. Consigli su come proteggersi dal sole Protezione solare: consulenza in farmacia Contenuto Consigli su come proteggersi dal sole Requisiti dei prodotti solari Resistenza all acqua Conservabilità una volta aperti Filtri fisici e chimici UV Quanto

Dettagli

La Radiazione Ultravioletta e la Biosfera

La Radiazione Ultravioletta e la Biosfera La Radiazione Ultravioletta e la Biosfera L esposizione del corpo umano alla radiazione solare è un evento naturale, entro certi limiti inevitabile e responsabile di pressione selettiva nell evoluzione

Dettagli

Il Sole: un amico... per la pelle

Il Sole: un amico... per la pelle Laboratorio Privato Ovadese - Poliambulatorio Numero uno - Luglio 2014 Periodico sulla salute a cura del Comitato Scientifico di LABO Il Sole: un amico... per la pelle estate, vacanze, abbronzatura ma

Dettagli

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE.

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 2 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina

Dettagli

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Pazienti in trattamento sostitutivo della funzione renale (USL 7 Zona Valdichiana) N Dialisi extracorporea 40 Dialisi peritoneale 10 Trapianto attivo

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI COSA SI PUO E COSA SI DEVE FARE? CHE COS E? La menopausa non

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

7.- MALARIA. Cos'è. Cosa la provoca. Come si trasmette. Periodo di incubazione

7.- MALARIA. Cos'è. Cosa la provoca. Come si trasmette. Periodo di incubazione 7.- MALARIA (Questo materiale è stato elaborato a scopo informativo/didattico e non è sostitutivo delle consulenze mediche. Per necessità specifiche fare riferimento al proprio medico o al sistema sanitario

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CISPLATINO POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

LAVORO D ESTATE IN CONDIZIONI DI TEMPERATURA ELEVATA IL RISCHIO DI COLPO DA CALORE. Documento a cura del Coordinamento Provinciale SPISAL di Padova

LAVORO D ESTATE IN CONDIZIONI DI TEMPERATURA ELEVATA IL RISCHIO DI COLPO DA CALORE. Documento a cura del Coordinamento Provinciale SPISAL di Padova LAVORO D ESTATE IN CONDIZIONI DI TEMPERATURA ELEVATA IL RISCHIO DI COLPO DA CALORE Documento a cura del Coordinamento Provinciale SPISAL di Padova Il rischio da calore è un emergenza estiva ma non è un

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso 6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso In qualità di assistente è possibile trovarsi nelle condizioni in cui è necessario avere alcune nozioni di pronto soccorso. Un modo per apprendere queste competenze

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

QUESTIONARIO PER VISITA ANTI-AGING

QUESTIONARIO PER VISITA ANTI-AGING QUESTIONARIO PER VISITA ANTI-AGING Data 1 a Visita ANAGRAFICA PAZIENTE Nome Cognome Indirizzo n CAP Città Prov e-mail Tel1 Tel2 Cell Data di nascita Attività lavorativa Luogo di nascita Ore lavoro al giorno

Dettagli

La gestione della terapia anticoagulante orale.

La gestione della terapia anticoagulante orale. La gestione della terapia anticoagulante orale. Competenze Infermieristiche Coagulazione del sangue meccanismo fisiologico di protezione che ha il compito di limitare e arrestare l emorragia EMOSTASI Coagulazione

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro?

FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro? FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro? Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione quando si sceglie un farmaco come profilassi per la malaria: I farmaci consigliati per la prevenzione

Dettagli

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana L ABC dell insulina COSA È E COME SI USA Lilly Perché devo fare l insulina? Nella maggior parte dei casi il Diabete tipo 2 si cura con i farmaci antidiabetici orali, oltre che con la dieta e l esercizio

Dettagli

Ligosan 140 mg/g gel periodontale Doxiciclina. 1. Che cos è Ligosan e a che cosa serve. 2. Cosa deve sapere prima di prendere Ligosan

Ligosan 140 mg/g gel periodontale Doxiciclina. 1. Che cos è Ligosan e a che cosa serve. 2. Cosa deve sapere prima di prendere Ligosan Page 1 of 6 Foglio illustrativo: Informazioni per il Paziente Ligosan 140 mg/g gel periodontale Doxiciclina Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale. Conservi questo foglio. Potrebbe

Dettagli

I pericoli del sole. Informazioni per chi lavora all aria aperta

I pericoli del sole. Informazioni per chi lavora all aria aperta I pericoli del sole Informazioni per chi lavora all aria aperta Il sole amico e nemico Il sole è vita. I raggi del sole hanno un effetto stimolante e salutare sul nostro corpo e sul nostro umore e ci donano

Dettagli

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro.

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Alcol e droghe sul lavoro Perché dire NO Non vogliamo vietare nulla Mettiamo le cose in chiaro: non

Dettagli

Che cosa è la infezione da HIV?

Che cosa è la infezione da HIV? Che cosa è l HIV? L HIV - human immunodeficiency virus è un virus che progressivamente distrugge le difese del nostro corpo contro le infezioni e alcuni tumori Che cosa è la infezione da HIV? L infezione

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DI PREVENZIONE CALDO INFORMAZIONI PER LA POPOLAZIONE 1 PREVENZIONE CALDO: INFORMAZIONI PER LA POPOLAZIONE Sommario Condizioni climatiche e rischio per la salute: il piano di

Dettagli

L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE

L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE Marcella Marletta Direttore ufficio cosmetici-dgfdm Ministero della Salute CAMPAGNA SUI SOLARI

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib)

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema comprende i seguenti farmaci: cisplatino, imatinib. Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti

Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti I farmaci anticoagulanti orali (in Italia si usano le compresse di Coumadin o di Sintrom ) servono per diminuire la coagulazione del sangue,

Dettagli

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE.

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE CAUSE LA CAUSA DETERMINANTE E L ECCESSIVA ESPOSIZIONE A L AZIONE DEI RAGGI SOLARI, RADIAZIONE INFRAROSSE

Dettagli

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo Alimentazione nel mondo Nord/Sud Una divisione economica più che geografica Situazione mondiale Il 35% dell intera popolazione della terra ha un alimentazione insufficiente, inferiore cioè a 2000 Kcal

Dettagli

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

AMO STARE ALL ARIA APERTA

AMO STARE ALL ARIA APERTA AMO STARE ALL ARIA APERTA MA MI PROTEGGO DAL SOLE PRECAUZIONI E COMPORTAMENTI CORRETTI PER TUTTI è necessario evitare l esposizione nelle ore centrali della giornata, fare attenzione ai riflessi (neve,

Dettagli

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito all esposizione a microorganismi: BATTERI VIRUS PARASSITI .Le malattie infettive Il rapporto che l agente infettivo

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Hexvix 85mg polvere e solvente per soluzione endovescicale Esaminolevulinato

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Hexvix 85mg polvere e solvente per soluzione endovescicale Esaminolevulinato Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Hexvix 85mg polvere e solvente per soluzione endovescicale Esaminolevulinato Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene

Dettagli

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate CISTITE A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è la CISTITE? La cistite è la più comune e frequente malattia delle vie urinarie e può colpire

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO: LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE (TAO)

OPUSCOLO INFORMATIVO: LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE (TAO) Questa persona sta assumendo una terapia anticoagulante orale (TAO) Nome e cognome.. Nome del farmaco Indicazioni del trattamento.. Range terapeutico INR. Trattamento iniziato il. Durata del trattamento...

Dettagli

ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO

ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO ESTATE SICURA : COME VINCERE IL CALDO La Struttura Complessa Sicurezza Alimentare e la Struttura Complessa di Igiene e Sanità Pubblica, afferenti al Dipartimento Prevenzione, allo scopo di fornire consigli

Dettagli

LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE

LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE OSPEDALE A. AJELLO DI MAZARA DEL VALLO SERVIZIO DI PATOLOGIA CLINICA F.C.S.A. N 72 LA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE MANUALE PER IL PAZIENTE A cura di Dr. Rosa Rubino Dr. Carla Lombardo P.O. Mazara del Vallo

Dettagli

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: fluorouracile, acido folinico, oxaliplatino Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate.

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. www.politicheagricole.it più colore alla tua vita www.inran.it Indagini recenti ci confermano un dato purtroppo costante negli ultimi anni: il calo nei consumi

Dettagli

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

CONSIGLI PER LA GESTIONE DELLA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE

CONSIGLI PER LA GESTIONE DELLA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE CONSIGLI PER LA GESTIONE DELLA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE Sig/Sig.ra data di nascita Motivo della terapia anticoagulante: PERCHÈ IL MEDICO LE HA PRESCRITTO GLI ANTICOAGULANTI ORALI (Coumadin o Sintrom).

Dettagli

Eritemi solari e herpes labiale

Eritemi solari e herpes labiale Eritemi solari e herpes labiale ERITEMI SOLARI E HERPES LABIALE L eritema solare è un ustione di primo grado che si manifesta a seguito di una prolungata esposizione ai raggi UV; solitamente, la comparsa

Dettagli

La salute si conquista con il 5!

La salute si conquista con il 5! Nutrirsi di salute - Aprile 2011 La salute si conquista con il 5! È risaputo che frutta e verdura apportano benefici al nostro organismo. Quante porzioni dobbiamo consumarne ogni giorno? Questi preziosi

Dettagli

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Gli unici test rapidi a domicilio per allergie Test allergico generico (IgE) Test allergico alle uova Test intolleranza al glutine Test allergico

Dettagli

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s.

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s. CONGELAMENTO E una lesione locale da freddo che interessa una o più parti del corpo, generalmente le estremità: mani, piedi, naso, orecchie. - Diminuito apporto di sangue nei tessuti interessati (colore

Dettagli

R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE

R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE CAPITOLO 3 R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE 1-OBBIETTIVI Gli obbiettivi di questo studio è quello di descrivere i fattori di rischio più comuni per la disidratazione o la

Dettagli

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo e un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Il tuo Pediatra Il tuo Pediatra Gentili Genitori, abbiamo realizzato questa guida Il tuo Pediatra per presentare in modo semplice e comprensibile l

Dettagli

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita Promensil Contro i disturbi della menopausa Isoflavoni del Trifoglio rosso Scientificamente testato Riduce i disagi Integra le carenze Protegge dall

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna DISTURBI METABOLICI Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna IL PANCREAS Funzione esocrina: supporto alla digestione Funzione endocrina: produzione di due ormoni: insulina e glucagone I due

Dettagli