Comune di Loreto. XXI anno accademico 2009/2010

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Loreto. XXI anno accademico 2009/2010"

Transcript

1 Comune di Loreto XXI anno accademico 2009/2010

2

3 Saluto del Presidente e dell Assessore alla Cultura Loreto, città di fede di arte e di cultura, non poteva non pregiarsi di ospitare all interno delle proprie mura un Università della Terza Età degna di nota così come è la nostra! L Università di Loreto è diventata ormai una realtà imprescindibile della città, punto di riferimento per molte persone e istituzione di cui andiamo profondamente fieri, che vede il coinvolgimento di moltissime persone che lavorano con impegno e dedizione e che ormai da molti anni fa parte integrante del nostro territorio. L anno scorso ci apprestavamo a festeggiare con gioia e orgoglio l importante traguardo dei vent anni dell Università della Terza Età di Loreto. Questo prestigioso traguardo naturalmente è stato affrontato con grande vivacità ed entusiasmo ma soprattutto è stato visto come un nuovo punto di partenza per migliorarsi ancora di più nel perseguimento di quello che è l obiettivo fondamentale che anima questa Università e cioè quello della diffusione della cultura e soprattutto dello stare insieme facendo cultura. L offerta formativa che la nostra Università propone è invidiabile: più di quaranta corsi che coprono quasi tutti i settori e gli ambiti di interesse, ma anche visite a mostre e musei, viaggi culturali, e conferenze. La validità di questi corsi è data naturalmente dall e-

4 sperienza accumulata in tutti questi anni e dalla competenza degli insegnanti su cui la nostra Università può contare, validità testimoniata e confermata dal numero degli iscritti che aumenta di anno in anno dimostrando che questa realtà è capace di coinvolgere un target di età molto ampio. Ringraziamo dunque sentitamente tutti coloro che contribuiscono al perfetto funzionamento e all organizzazione dell Università, in particolare al Rettore dott. Paolo Mario Galassi, all Amministrazione Provinciale, all Ente Istituzioni Riunite Opere Laiche e Pia Casa Hermes e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto per il loro prezioso contributo ma anche a tutti gli insegnanti e agli iscritti vecchi e nuovi che si apprestano ad affrontare un nuovo anno. Il nostro auspicio è che questo anno accademico possa riscuotere lo stesso successo dei precedenti e che l Università della Terza Età sia sempre capace di trasmettere quei valori importanti dello stare insieme, dello scambio interpersonale, e l apertura verso nuovi orizzonti culturali che permettono un arricchimento personale capace poi di riflettersi nella collettività. Buon inizio anno a tutti voi! Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoni Il Presidente Moreno Pieroni Sindaco di Loreto

5 Saluto del Rettore Sono ancora freschi i ricordi delle manifestazioni che hanno caratterizzato e segnato il XX anno accademico, che già ci accingiamo a organizzare il XXI anno! Il tempo corre ma la nostra università non si lascia cogliere impreparata a nuovi corsi nuove conoscenze nuovi insegnanti e in particolare nuove amicizie sono pronti e ci attendono. Con uno sguardo rivolto al passato, ma sempre accorti alle novità, abbiamo cercato di inserire corsi che possono non solo stimolare la curiosità rivolta alla conoscenza, ma anche soddisfare quella parte di noi stessi che spesso rimane in ombra per variegati motivi come la riservatezza o il timore reverenziale. Quest anno, per la prima volta nella storia della nostra università, le lezioni svolte il martedì pomeriggio potranno continuare alche il giovedì sempre di pomeriggio in quanto l Amministrazione Comunale ci ha dato la disponibilità della Sala del Consiglio in questi due giorni. Continueranno anche le lezioni itineranti che tanto successo riscuotono, possibilmente abbinate alla chiusura o completamento di un corso svolto durante l Anno Accademico. L inaugurazione dell Anno Accademico sarà caratterizzato da alcune novità: la presentazione dell ultimo studio dell Arch. Ing. Nanni Monelli esperto di architettura marchigianasulle origini del nostro santuario lauretano; un intervallo musicale di arpe celtiche; l inaugurazione della mostra di pittura di marco Monaldi, pittore ascolano, tutti momenti rivolti alla scoperta del sapere o ad arricchire il già conosciuto.

6 Per tutte queste nostre attività, necessitiamo di supporti morali e materiali che trovano riscontro puntuale nella sensibilità nell Amministrazione Comunale, nella Fondazione Carilo, nella neo-fondazione Opere Laiche e Casa Hermes che ringraziamo per la loro disponibilità. L Arcivescovo Delegato Pontificio Monsignor Giovanni Tonucci, merita un significastivo quanto spontaneo ringraziamento per l amorevolezza con cui segue la nostra università e l accortezza che ci ha sempre dimostrato. Amo rivolgere i ringraziamenti finali a tutti gli iscritti che con la loro presenza ed il loro sostegno materializzano gli scopi e le iniziative di questa bella Università Lauretana per la Terza Età. Il Rettore Paolo Mario Galassi

7 Il Consiglio Direttivo Presidente Moreno Pieroni Rettore Paolo Mario Galassi Consiglieri Carla Righi Franco Bonifazi Franco Sartelli Luana Bonci Segretaria Ines Talevi

8

9 Elenco dei Corsi Corso: Storia delle Istituzioni Lauretane Docente: Dott. Luigi Di Nicola Corso: Filosofia Contemporanea Docente: Prof.ssa Teresina Giuliodori Corso: La letteratura francese al femminile Docente: Prof. Lino Palanca Corso: Diritto di famiglia: separazione, divorzio Docente: Avv. Massimo Biondi Corso: Astronomia: la meccanica celeste Docente: Prof. Giuliano Menghini Corso: Parole e Parola Docente: Dott. Marzio Calletti Corso: Medicina: sistema immunitario Docente: Dott. Lamberto Borromei Corso: Analisi delle biodiversità: leggi della biologia Docente: Prof. Lorenzo Pettirossi Corso: Storia dell arte: 800 italiano Docente: Dott. Paolo Mario Galassi Corso: Architettura moderna Docente: Arch. Silvano Principi Corso: Talassoterapia Docente: Dott. Manuel Vecchioli Corso: Immagini e suoni dal mondo Docente: Dott. Franco Sartelli 3

10 Corso: Guida alla visione di un film Docente: Dott. Fernando Sorrentino Corso: Fotografia e video Docente: Ins. Franca Baleani Corso: Come nutrirsi per vivere bene Docente: Dott. Letizia Ragni Corso: Storia dell arredamento Docente: Dott.ssa Margherita Gallo Corso: Finanza e gestione del risparmio Docente: Dott. Brunello Niccoletti Corso: Il vino è in tavola Docente: Ins. Francesco Quercetti Corso: Giardinaggio Docente: Ins. Bruno Gelsi Corso: Lingua Inglese 1 Livello Docente: Prof.ssa Paola Traferro Corso: Lingua Inglese 2 Livello Docente: Prof.ssa Paola Traferro Corso: Lingua Inglese 3 Livello Docente: Prof.ssa Paola Traferro Corso: Lingua francese Docente: Prof.ssa Maria Teresa Monachesi Corso: Informatica 1 Livello Docente: Prof.ssa Alberta Sciapichetti Corso: Informatica 2 Livello Docente: Prof. Luigi Fava 4

11 Corso: Creare con fantasia Docente: Ins. Simonetta Candelari Corso: Origami: l arte di piegare la carta Docente: Prof.ssa Carolina De Vena Corso: Tiffany: oggetti d arte in vetro Docente: Ins. Enzo Di Virgilio Corso: Acquarello Docente: Prof. Piero Piangerelli Corso: Ceramica Docente: Ins. Enrico Trillini Corso: Tecnica pittorica Docente: Prof.ssa Florelia Frisoni Corso: Gioco degli scacchi Docente: Ins. Damiano Ragnini Corso: Gioco del bridge Docente: Ins. Antonio Calzolaio Corso: Acqua gym Docente: Ins. Giampiero Baldoni Corso: Attività motoria Docente: Ins. Gabriella Cingolani Corso: Ginnastica Dolce Docente: Ins. Lorena Righetto Corso: Ballo di società Docente: Ins. Guido Papa 5

12 Calendario dei corsi mese di ottobre Analisi delle biodiversità: leggi della biologia Filosofia contemporanea Storia delle Istituzioni Lauretane mese di novembre La letteratura francese al femminile Diritto di famiglia: separazione, divorzio Informatica 1 livello Informatica 2 livello Lingua francese Lingua inglese 1 livello Lingua inglese 2 livello Lingua inglese 3 livello Acquarello Creare con fantasia Tiffany: oggetti d arte in vetro Origami: l arte di piegare la carta Acqua gym Ginnastica dolce Attività motoria mese di dicembre Come nutrirsi per vivere bene Immagini e suoni dal mondo Astronomia: la meccanica celeste 6

13 mese di gennaio Parole e parola Talassoterapia: dal mare la forza del trattamento Tecnica pittorica Gioco degli scacchi Gioco del bridge mese di febbraio Fotografia e video Medicina: sistema immunitario mese di marzo Storia dell arte: 800 italiano Guida alla visione di un film Ceramica Ballo di società mese di aprile Architettura moderna Finanza e gestione del risparmio mese di maggio Storia dell arredamento Giardinaggio Il vino è in tavola 7

14 La frequenza è libera. Non sono previsti esami o valutazioni. Obbligo di frequentare solo i corsi scelti all atto dell iscrizione. Rispetto dell orario, sia all inizio che alla fine della lezione. All atto dell iscrizione la scelta dei corsi deve essere ben ponderata, con attento esame delle ore in cui si svolgeranno. Per le lezioni di educazione fisica è fatto obbligo di esibire il certificato del medico curante attestante l idoneità fisica. I locali dovranno essere lasciati in ordine e puliti. Lo studente è pregato di annotare la propria presenza nell apposito registro. Attendere la fine della lezione per eventuali interventi od osservazioni, sempre che l insegnante manifesti la propria disponibilità. È auspicabile che gli studenti delle attività fisiche partecipino anche ai corsi culturali, qual momento aggregativo. 8

15 Statuto Art. 1 - COSTITUZIONE È costituita a Loreto la Libera Università Lauretana per la Terza Età, con sede sociale e legale presso la sede centrale del Municipio di Loreto. Art. 2 - FINALITÀ L Università ha lo scopo di contribuire alla promozione culturale e sociale degli studenti iscritti mediante l attivazione dei corsi e laboratori su argomenti specifici e la realizzazione di altre attività predisponendo ed attuando iniziative concrete. L Università è aperta a tutti senza limiti di età né di titolo di studio, residenti e non residenti nel comune di Loreto. Art. 3 - ORGANI DELLA UNIVERSITÀ Organi della università sono: a) Assemblea dei soci ordinari ed onorari b) Consiglio Direttivo c) Sindaco o suo delegato Presidente del Consiglio Direttivo e dell Università d) Rettore nominato dal Sindaco e) Segretaria nominata dal Rettore. Art. 4 - ASSEMBLEA L Assemblea si riunisce almeno una volta all anno su convocazione del Presidente, oppure su richiesta di almeno un terzo degli iscritti presso la sede sociale. L avviso di convocazione, accompagnato dal relativo ordine del giorno, deve essere inviato almeno dieci giorni prima della data fissata per la riunione. L assemblea è valida in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli iscritti, in seconda convocazione, 1/3 degli iscritti. 9

16 Compiti dell Assemblea sono: - eleggere i quattro componenti del Consiglio Direttivo a scrutinio segreto; - approvare il programma di attività della Università. Gli Atti dell Assemblea devono essere verbalizzati dalla Segretaria e firmati dal Presidente,dal rettore e dalla Segretaria. Art. 5 - CONSIGLIO DIRETTIVO Il consiglio direttivo si riunisce una volta al mese dietro convocazione del Presidente.la convocazione del Consiglio avviene comunque quando ne sia fatta richiesta motivata da parte del Rettore e/o di tre componenti del Consiglio. La seduta è valida se sono presenti la metà più uno dei membri effettivi. Il Consiglio Direttivo dura in carica come l Amministrazione Comunale. Nel caso di dimissioni o impedimento permanente di due o più membri eletti dall Assemblea, si procede alla loro sostituzione entro 30 giorni con elezioni suppletive previa convocazione di una Assemblea straordinaria. Il Consiglio Direttivo assicura il coordinamento delle varie attività e delibera a maggioranza dei componenti assegnati. La Segretaria esegue quello che è stato deciso. Il Consiglio Direttivo decide l ammontare della quota di iscrizione all Università. Art. 6 - FINANZIAMENTO Il Finanziamento della Università è costituito da: a) quote sociali annuali definite dal Consiglio Direttivo b) sovvenzioni e donazioni di Enti Pubblici e privati c) contributi della Regione Marche. Approvato dal Consiglio Comunale il

17 L anno accademico 2009/2010 sarà inaugurato giovedì 8 ottobre 2009 alle ore nella Sala Consiliare del Comune di Loreto. Presentazione del libro dell Ing. Arch. Nanni Monelli: Prime architetture picene per la camera di Maria a Loreto CALENDARIO ANNO ACCADEMICO Le lezioni inizieranno martedì 13 ottobre 2009 e si concluderanno maggio Continuando l apprendimento della lingua inglese, quest anno le lezioni saranno suddivise in: 1 livello per veri principianti 2 livello Ket 3 livello Pet Questi ultimi due livelli (2 e 3 ) daranno la possibilità di affrontare gli esami per la certificazione dell Università di Cambridge, riconosciuta ufficialmente a livello internazionale. ATTIVITÀ COMPLEMENTARI Nel corso dell anno si effettueranno lezioni itineranti. La prima si svolgerà sabato 24 ottobre 2009 a Roma per visitare la Galleria Doria Pamphilj. le successive verranno tempestivamente comunicate. Nb: I corsi sono suscettibili di modifiche per quanto concerne i docenti, le date e i contenuti. Le variazioni saranno tempestivamente segnalate, ed esposte all entrata del Comune. 11

18 La domanda di iscrizione dovrà essere consegnata all ufficio protocollo del Comune di Loreto insieme alla ricevuta di versamento della quota di iscrizione di 25,00 versata alla Tesoreria Com.le c/o la Banca delle Marche. Gli iscritti ai corsi di: attività motoria - ginnastica dolce dovranno versare una quota aggiuntiva di 30,00 e portare il certificato medico. informatica dovranno versare una quota aggiuntiva di 15,00 Tali quote dovranno essere versate alla tesoreria Com.le c/o la Banca delle Marche e la ricevuta allegata alla domanda di iscrizione. acqua gym dovranno versare una quota aggiuntiva direttamente al Centro Sportivo Baldoni. Nb: Sulla base delle vigente normativa non si potranno frequentare i corsi se prima non verrà effettuato il versamento presso la banca e consegnata la ricevuta in comune. 12

19

20 finito di stampare nel mese di settembre 2009 presso l industria grafica Tecnostampa

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO 1 STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Art. 1 Istituzione

Dettagli

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO Art. 1 Istituzione ed impegni dell Amministrazione Comunale Il Consiglio Comunale di Santa Maria a Vico, riconosciuta

Dettagli

Associazione. Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO. Amici dell. Archivio Fotografico Lucchese

Associazione. Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO. Amici dell. Archivio Fotografico Lucchese Associazione Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO Amici dell Archivio Fotografico Lucchese 4 Maggio 2010 STATUTO Associazione Amici dell Archivio Fotografico Lucchese Art. 1 E costituita in

Dettagli

Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età

Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età Statuto della Sede Locale di Cormòns dell'università della Terza Età - UNITRE - Università delle Tre Età Approvato dal Consiglio Nazionale del 21/10/2006 Art. 1. Denominazione 1) È costituita la Sede Locale

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI Approvato in data con deliberazione consiliare n. 1. E istituita la Consulta Anziani. Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

STATUTO DELL ALLIANCE FRANCAISE DI COSENZA

STATUTO DELL ALLIANCE FRANCAISE DI COSENZA STATUTO DELL ALLIANCE FRANCAISE DI COSENZA 1. SCOPO E COMPOSIZIONE DELL ASSOCIAZIONE. ARTICOLO 1. Associazione senza fini di lucro, L Alliance Francaise di Cosenza, costituita in conformità con lo statuto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI. Art. 1 Istituzione.. Art. 2 Attribuzioni.. CAPO II ORGANI DELLA

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO

Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO Associazione Nazionale Scuola Italiana STATUTO 3 4 Capo I Natura e scopi dell A.N.S.I. Art. 1 È costituita l Associazione Nazionale Scuola Italiana (A.N.S.I.) con sede centrale in Roma. Art. 2 L A.N.S.I.

Dettagli

STATUTO. dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura

STATUTO. dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura STATUTO dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura Testo modificato rispetto a quello vigente (che era stato approvato dal Consiglio Comunale di Verona

Dettagli

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CULTURALE. Le Officine del Sapere

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CULTURALE. Le Officine del Sapere STATUTO dell ASSOCIAZIONE CULTURALE Le Officine del Sapere Allegato A all Atto Costitutivo Articolo 1 È costituita l Associazione Culturale Le Officine del Sapere. L Associazione è apolitica, apartitica

Dettagli

STATUTO. Accademia Forense Europea

STATUTO. Accademia Forense Europea STATUTO Accademia Forense Europea ***** PARTE PRIMA COSTITUZIONE SCOPI SOCI Art. 1 COSTITUZIONE 1) E costituita in data 7 febbraio 2012 l associazione culturale Accademia Forense Europea (in acronimo A.F.E.)

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE Denominazione e scopi Art. 1 In data 10 agosto 2002 è costituito in Lucca,

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 120 del 28.11.2005 1 INDICE Titolo I - Registro delle associazioni

Dettagli

COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI

COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI COMUNE DI IGLESIAS REGOLAMENTO SULLA CONSULTA DEI GIOVANI TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 - Costituzione, sede e durata Il Comune di Iglesias attiva, ai sensi dell art. 11, dello Statuto, la Consulta

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE. Articolo 1 Natura giuridica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE. Articolo 1 Natura giuridica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE Articolo 1 Natura giuridica 1. L Associazione Amici della Scuola di musica di Fiesole, promossa dal Maestro Piero Farulli, è un istituzione

Dettagli

AMICI DELLA LUCANIA STATUTO

AMICI DELLA LUCANIA STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE CAMPUS MAJOR AMICI DELLA LUCANIA STATUTO Art. 1 E costituita l Associazione denominata : associazione culturale Campus Major Art. 2 - Essa ha sede in Cesano Maderno (MI ) Via Tonale

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

$662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872

$662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872 $662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872 Costituzione e sede I signori comparenti convengono di costituire tra loro un associazione culturale di volontariato ONLUS sotto la denominazione E.F.A. (Etica,

Dettagli

ANZIANO & QUARTIERE ONLUS.

ANZIANO & QUARTIERE ONLUS. STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO ANZIANO & QUARTIERE ONLUS. ART. 1 (Denominazione e sede) 1. L organizzazione di volontariato, denominata: ANZIANO & QUARTIERE - Onlus, assume la forma giuridica

Dettagli

Art. 5 Il patrimonio del Club deve essere destinato esclusivamente alle finalità per le quali il Club è stato costituito.

Art. 5 Il patrimonio del Club deve essere destinato esclusivamente alle finalità per le quali il Club è stato costituito. CLUB MAGICO BARTOLOMEO BOSCO DI TORINO STATUTO Art. 1 E costituita un associazione prettamente apolitica denominata: Club Magico Bartolomeo Bosco di Torino» con Sede Legale in Torino, Via Borgomanero n

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini. TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata)

STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini. TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata) STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata) Art.1 E costituita un associazione senza scopo di lucro, denominata Gruppo Musicale Immagini. Art.2 L associazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in Parma Via Gramsci,14 presso il Centro per le Malattie dell

Dettagli

OGGETTO: Calendario del Piano Annuale delle Attività A.S. 2015/16

OGGETTO: Calendario del Piano Annuale delle Attività A.S. 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN MARCELLINO A tutto il personale docente Al D.S.G.A. OGGETTO: Calendario del Piano Annuale delle Attività A.S. 2015/16 Consigli di classe/ Riunioni èquipe pedagogiche - Collegi

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO

STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO FINALITÀ E SCOPI Art. 1 L Associazione è costituita al fine di sostenere le scuole aderenti nel raggiungimento dei fini istituzionali

Dettagli

STATUTO. Articolo 1. Articolo 2

STATUTO. Articolo 1. Articolo 2 STATUTO Articolo 1 Costituzione, denominazione, sede e durata E costituita l Associazione LINEA ROSA. L associazione ha sede in Ravenna, Via Garatoni n. 12. Articolo 2 Finalità ed attività dell Associazione.

Dettagli

Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto del Consorzio cui è

Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto del Consorzio cui è Febbraio 2009 C o n s o r z i o I n t e r u n i v e r s i t a r i o I t a l i a n o p e r l A r g e n t i n a CUIA N EWS Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO STATUTO

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO STATUTO ATTO COSTITUTIVO E STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE E VOLONTARIATO GIOVANI, ANZIANI INSIEME AGLI STRANIERI GAIAS 15020 Camino AL Via Roma 37 In data 17 luglio 2009 presso i locali della

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA Approvato in data con deliberazione consiliare n. Premesso che la Legge 5 Febbraio 1992 n.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA Art.1 Costituzione Il Comune di Ozieri riconosce lo sport come servizio sociale e di volontariato e intende

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Statuto dell'alliance française di VERONA

Statuto dell'alliance française di VERONA Statuto dell'alliance française di VERONA I SCOPO E COMPOSIZIONE DELL ASSOCIAZIONE ARTICOLO 1 Associazione senza fini di lucro, l Alliance française de Verona, di seguito indicata come «l Associazione»

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo. REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Art.1 Finalità 1. Allo scopo di promuovere i diritti, accrescere le opportunità e favorire una idonea crescita socio-culturale dei ragazzi, nella piena consapevolezza

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI Art. 1 DENOMINAZIONE 1. E costituita la fondazione denominata Fondazione Ascolta e Vivi, in seguito chiamata per brevità fondazione, con sede legale a Milano via Foppa

Dettagli

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito. ALLEGATO A STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE E CULTURALE CARPE DIEM. Art. 1 - DENOMINAZIONE E' costituita nel rispetto del codice civile e della L 383/2000 l'associazione di promozione sociale

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PROSPETTIVA GLOBALE

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PROSPETTIVA GLOBALE STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PROSPETTIVA GLOBALE Art. 1 Costituzione È costituita un Associazione Culturale sotto la denominazione Associazione Culturale Prospettiva Globale. Art. 2 Inquadramento L Associazione

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 17.09.2012 INDICE Art.

Dettagli

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA)

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) PARTE GENERALE Art. 1. E costituita la Associazione EX_TRA con sede presso l Istituto PAVONI Scuola Media Paolo VI in Tradate via Sopranzi,26.

Dettagli

Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno

Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno Statuto iscritto nel registro delle persone giuridiche, ai sensi dell articolo 2 del D.P.R. 10 febbraio 2000 n.361 su istanza del 23 agosto 2013 della Prefettura

Dettagli

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO. Associazione Cantare Suonando - Onlus

STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO. Associazione Cantare Suonando - Onlus STATUTO dell ASSOCIAZIONE CANTARE SUONANDO TRENTO Approvato il 08.01.1997 Prima modifica: 23.06.1998 Seconda modifica: 23.06.2001 Terza modifica: 01.05.2005 Associazione Cantare Suonando - Onlus Articolo

Dettagli

Europe: Union of Theatre Schools and Academies E:UTSA. Si costituisce qui tra i Membri aderenti una Associazione secondo il presente

Europe: Union of Theatre Schools and Academies E:UTSA. Si costituisce qui tra i Membri aderenti una Associazione secondo il presente Europe: Union of Theatre Schools and Academies E:UTSA Costituzione e nome Articolo 1 Si costituisce qui tra i Membri aderenti una Associazione secondo il presente statuto con il nome di EUROPE: UNION of

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO 44 REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 16/45374 NELLA SEDUTA DEL 03.02.1994, MODIFICATO CON DELIBERAZIONE N. 1/I67997 DEL 14/01/2003 E N. 166/I0064555

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (Provincia di Varese) STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 in data 16 aprile 2012 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA FEMMINILE DEL COMUNE DI SOLARINO Art. 1 - Istituzione della Consulta Ai sensi dell art. 80 dello Statuto Comunale e deliberazione del C.C. n 55 del 13/11/2008

Dettagli

1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE

1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE 1. REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE 1.1 Il presente regolamento contiene i criteri per la programmazione e l'attuazione dei viaggi d'istruzione. Per l organizzazione e lo svolgimento dei viaggi si fa riferimento

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D. L. 460/97 e della Legge 383/2000

Dettagli

DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE. N. 007 del 27.01.2011

DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE. N. 007 del 27.01.2011 Settore 1 Servizi al Cittadino ed Affari Generali Ufficio Segreteria DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 007 del 27.01.2011 Oggetto: Regolamento per l istituzione ed il funzionamento delle consulte dell

Dettagli

STATUTO della. Federazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia (FIOG)

STATUTO della. Federazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia (FIOG) STATUTO della Federazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia (FIOG) Articolo 1 Denominazione e soggetti associati La "Federazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia" in breve FIOG (d'ora in avanti

Dettagli

COMUNE DI ESCALAPLANO

COMUNE DI ESCALAPLANO COMUNE DI ESCALAPLANO Provincia di Cagliari STATUTO CONSULTA GIOVANI DI ESCALAPLANO CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI FONTI NORMATIVE Le disposizioni contenute nel presente statuto trovano il loro

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE. E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata ARTICOLO 2 - SEDE

STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE. E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata ARTICOLO 2 - SEDE STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata "HERMES" ARTICOLO 2 - SEDE L Associazione ha sede in Napoli alla Via di Pozzuoli c/o la

Dettagli

C O M U N E D I S E N I G A L L I A

C O M U N E D I S E N I G A L L I A C O M U N E D I S E N I G A L L I A PROVINCIA DI ANCONA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 151 Seduta del 09/09/2014 OGGETTO: DESIGNAZIONE COMPONENTI COMITATO SCIENTIFICO LUAS TRIENNIO A.A. 2014/2015

Dettagli

(Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015)

(Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015) ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DEL MACHIAVELLI STATUTO SOCIALE (Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015) Articolo 1. Finalità

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI REGOLAMENTO Art. 1 - Istituzione del Centro Il presente Regolamento concerne le attribuzioni, la gestione e il funzionamento del Centro di

Dettagli

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE. 2. L attività dell Associazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS Art. 1 - DENOMINAZIONE SEDE DURATA E costituita una associazione di volontariato ai sensi della legge 11 agosto 1991 n. 266. L Associazione è denominata Casa

Dettagli

COMUNE DI LONDA Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI LONDA Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 35 del 29.04.2010 1 INDICE ART. 1: Oggetto del regolamento ART. 2: Valorizzazione della partecipazione

Dettagli

Associazione Le Piane di Redona

Associazione Le Piane di Redona Associazione Le Piane di Redona Associazione Le Piane di Redona Interventi e servizi di attenzione alla persona attività culturali e ricreative Sede: via Leone XIII, a 15 24124 Bergamo Uffici - Segreteria

Dettagli

STATUTO ANCI CALABRIA

STATUTO ANCI CALABRIA STATUTO ANCI CALABRIA 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1. E'costituita l'associazione Regionale dei Comuni della Calabria nello spirito di unità nazionale e nella peculiare tradizione democratica

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE. SETTEMBRE 2011 data Attività O. d. g.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE. SETTEMBRE 2011 data Attività O. d. g. Prot. n. 10394/C 10 del 26/09/2011 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE SETTEMBRE 2011 Giovedì 1 ORE 10,30-12,00 : Collegio Docenti integrato 1. lettura e approvazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GRUPPO FESTEGGIAMENTI BASEDO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GRUPPO FESTEGGIAMENTI BASEDO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GRUPPO FESTEGGIAMENTI BASEDO ART.1 DENOMINAZIONE,SEDE, DURATA E costituita dall associazione denominata GRUPPO FESTEGGIAMENTI BASEDO con sede in Chions frazione di Basedo, via

Dettagli

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE delle ASSOCIAZIONI di NEFROPATICI, TRAPIANTATI d ORGANO e di (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ONLUS) Articolo 1 DENOMINAZIONE E SEDE E costituita

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MEDICI CON L AFRICA CUAMM VICENZA. Statuto. art. 1 (Denominazione e sede)

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MEDICI CON L AFRICA CUAMM VICENZA. Statuto. art. 1 (Denominazione e sede) ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MEDICI CON L AFRICA CUAMM VICENZA Statuto art. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita l organizzazione di volontariato denominata: Medici con l Africa Cuamm Vicenza. 2. L

Dettagli

STATUTO. Associazione Il Larice Club

STATUTO. Associazione Il Larice Club STATUTO Associazione Il Larice Club Art. 1 - L associazione non riconosciuta denominata Associazione IL LARICE CLUB con sede in Carezzate (VA), Via al Lago n.449, è retta dal seguente statuto. La denominazione

Dettagli

COMUNE DI CERRETO LAZIALE

COMUNE DI CERRETO LAZIALE COMUNE DI CERRETO LAZIALE REGOLAMENTO COMUNALE DEL CENTRO SOCIALE PER ANZIANI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO. La Provincia di Novara, nell ambito delle proprie attività e nel rispetto di quanto assegnatole dalla vigente

CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO. La Provincia di Novara, nell ambito delle proprie attività e nel rispetto di quanto assegnatole dalla vigente CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO ART. 1 ISTITUZIONE CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO La Provincia di Novara, nell ambito delle proprie attività e nel rispetto di quanto assegnatole dalla vigente

Dettagli

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense Art. 1 Disposizioni generali E costituita in Roma, con sede legale presso il Tribunale Civile,

Dettagli

STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE. (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007)

STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE. (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007) STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007) Art. 1 Su iniziativa di alcuni dipendenti della Cassa Di Risparmio di Genova e Imperia

Dettagli

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O Denominazione. sede e durata Art. 1 E costituita un associazione senza fini di lucro denominata RETE ITALIANA DI MICROFINANZA denominata

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT Art. 1- L Associazione di volontariato Museo della Cultura Contadina più avanti chiamata per

Dettagli

I L P R E S I D E N T E

I L P R E S I D E N T E Bando di concorso per il conferimento, negli anni 2011 2012 2013, di tre borse di studio di 4.000 ciascuna, finanziate da una donazione della Fondazione Telecom Italia, a sostegno del progetto ADOTTA UNO

Dettagli

STATUTO dell' Associazione Culturale " Mondo Mediazione "

STATUTO dell' Associazione Culturale  Mondo Mediazione STATUTO dell' Associazione Culturale " Mondo Mediazione " Articolo 1 Costituzione. E' costituita con SEDE in BERGAMO prov. (BG) via 4 NOVEMBRE N 14, CAP 24128, una Associazione Culturale denominata " MondoMediazione

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI PREMESSA 1. La Regione Lazio, in attuazione dei principi statutari e al fine della concreta applicazione della Carta europea riveduta di partecipazione

Dettagli

PROGRAMMA DEI PREMI E DELLE BORSE DI STUDIO. anno 2014

PROGRAMMA DEI PREMI E DELLE BORSE DI STUDIO. anno 2014 ISTITUTO LOMBARDO ACCADEMIA DI SCIENZE E LETTERE UFFICI Via Borgonuovo, 25-20121 Milano Tel.: +39 02 864087 - Fax +39 02 86461388 www.istitutolombardo.it istituto.lombardo@unimi.it info@istitutolombardo.it

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 120 del 07/07/2011 OGGETTO: D.G.R. n. 187/2011 e 192/2011. Richiesta di un contributo in conto capitale per

Dettagli

REGOLAMENTO CENTRO DIURNO ANZIANI. ( DELIBERA Consiglio comunale n. 60 del 1-10-1999)

REGOLAMENTO CENTRO DIURNO ANZIANI. ( DELIBERA Consiglio comunale n. 60 del 1-10-1999) COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO CENTRO DIURNO ANZIANI ( DELIBERA Consiglio comunale n. 60 del 1-10-1999) ART.l (finalità) II Comune di Ragusa, nel pieno rispetto della dignità e del diritto all autonomia

Dettagli

COMUNE DI LATERINA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI LATERINA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI LATERINA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 66 del 28.11.2015 1 INDICE Art. 1 PRINCIPI ISPIRATORI... 3 Art. 2 CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI...

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Introduzione Che cos è il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)? Si tratta di uno degli istituti di partecipazione all amministrazione

Dettagli

ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA

ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA AZIONE CATTOLICA ITALIANA ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA Approvato dall assemblea diocesana del 1 aprile 2006 Dichiarato conforme dal consiglio nazionale del 10-11 giugno 2006 Integrato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI FLUMINIMAGGIORE PROVINCIA DI Carbonia Iglesias REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del INDICE Art. 1 Principi ispiratori Art. 2

Dettagli

FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE. TITOLO I Norme Generali. Articolo 1-Premessa Generale

FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE. TITOLO I Norme Generali. Articolo 1-Premessa Generale FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE TITOLO I Norme Generali Articolo 1-Premessa Generale Il presente Regolamento è adottato dal CdA della FONDAZIONE Calabria Roma Europa, nei

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMICI DELLE CASE DI GIACOMO PUCCINI STATUTO

ASSOCIAZIONE AMICI DELLE CASE DI GIACOMO PUCCINI STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DELLE CASE DI GIACOMO PUCCINI STATUTO Art. 1 COSTITUZIONE E SEDE E costituita un Associazione denominata: ASSOCIAZIONE AMICI DELLE CASE DI GIACOMO PUCCINI, con sede in Viareggio, Piazza

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICI DELL ETIOPIA

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICI DELL ETIOPIA STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICI DELL ETIOPIA ART. 1 Denominazione e sede 1.1. E' costituita l'associazione di volontariato denominata " Amici dell Etiopia". 1.2. L'Associazione ha sede

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE COSTITUZIONE E FINALITA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE COSTITUZIONE E FINALITA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE COSTITUZIONE E FINALITA Articolo 1. E costituita un Associazione di Promozione Sociale, senza fini di lucro, denominata Il Laghetto Cantone. L Associazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA JOLLY ART. 1. - E costituita l Associazione sportiva dilettantistica denominata JOLLY.

STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA JOLLY ART. 1. - E costituita l Associazione sportiva dilettantistica denominata JOLLY. STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA JOLLY ART. 1 - E costituita l Associazione sportiva dilettantistica denominata JOLLY. L Associazione ha sede in Palazzolo Milanese, Via San Giuseppe 2/4 ed

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Comune di Castellanza REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 70 del 27/11/2003 I N D I C E ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE OBIETTIVI DELLA COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 2 - COMPOSIZIONE

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO SCANDINAVO

STATUTO DEL CIRCOLO SCANDINAVO VIA DELLA LUNGARA 231 00165 ROMA director@skandinaviskforening.org DIRECTOR +39 0668975092 SECRETARY (9-15) +39 066875705 FAX +39 0668131690 DIRECTOR +39 0668975092 www.skandinaviskforening.org SKANDINAVISK

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PRO-LOCO AIRUNO. Costituzione e scopi. Art.1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PRO-LOCO AIRUNO. Costituzione e scopi. Art.1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE PRO-LOCO AIRUNO Costituzione e scopi Art.1 È costituita con sede in Airuno, P.za Fenaroli, l Associazione denominata Pro loco Airuno. Art. 2 La Pro loco Airuno è un Associazione

Dettagli

COMUNE DI TORCHIAROLO Provincia di Brindisi

COMUNE DI TORCHIAROLO Provincia di Brindisi COMUNE DI TORCHIAROLO Provincia di Brindisi Via C. Colombo n. 1 72020 Tel. 0831/622085 Fax 0831/620672 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSOCIAZIONISMO LOCALE Approvato con deliberazione di CC n. 46 del 04/12/2012

Dettagli

Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE

Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE Art. 1 Costituzione, denominazione e sede E costituita l Associazione Culturale VIOLA VIVE con sede legale nel Comune di Viola in via Martini

Dettagli

STATUTO ALLEGATO A. È costituita l Associazione culturale senza fini di lucro denominata ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SMS BIBLIO PISA

STATUTO ALLEGATO A. È costituita l Associazione culturale senza fini di lucro denominata ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SMS BIBLIO PISA Art. 1. Denominazione STATUTO ALLEGATO A È costituita l Associazione culturale senza fini di lucro denominata ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SMS BIBLIO PISA Art. 2. Sede L Associazione ha sede legale in Pisa

Dettagli

STATUTO DELLA SEZIONE PROVINCIALE LILT TITOLO UNO. Denominazione Sede Scopi - Durata. Articolo 1

STATUTO DELLA SEZIONE PROVINCIALE LILT TITOLO UNO. Denominazione Sede Scopi - Durata. Articolo 1 STATUTO DELLA SEZIONE PROVINCIALE LILT TITOLO UNO Denominazione Sede Scopi - Durata Articolo 1 1.E costituita ai sensi del titolo 4 dello statuto nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

Dettagli

STATUTO. Art.1 - Denominazione, sede e durata

STATUTO. Art.1 - Denominazione, sede e durata STATUTO Art.1 - Denominazione, sede e durata E' costituita l'associazione di promozione scientifica e culturale, Associazione Carlo Giannini, con sede presso la Facoltà di Economia dell Università degli

Dettagli

CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) REGOLAMENTO

CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) REGOLAMENTO 1 CENTRO INTERDISCIPLINARE LAIKOS (CIL) Esistenza cristiana ed etica pubblica REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio Direttivo in data 12 marzo 2010 Art.1 Natura e fine di Laikos 1. Il Centro Interdisciplinare

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione culturale e professionale degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative lend

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO FOTOGRAFICO DALMINE

STATUTO DEL CIRCOLO FOTOGRAFICO DALMINE STATUTO DEL ART. 1 COSTITUZIONE ******* 1.1. E costituita un associazione senza scopo di lucro denominata. 1.2. L associazione è apartitica ed apolitica. 1.3. L associazione ha sede in DALMINE (BG), via

Dettagli