Alberto Gamaleri Calleri Gamondi. Del titolo di marchese e dei marchesati antichi in Germania - analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare -

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alberto Gamaleri Calleri Gamondi. Del titolo di marchese e dei marchesati antichi in Germania - analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare -"

Transcript

1 Alberto Gamaleri Calleri Gamondi Del titolo di marchese e dei marchesati antichi in Germania - analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare - Gli studiosi sono a conoscenza che, l etimo di marchese, deriva dal termine marca (in tedesco mark ) e che marca, in origine non significava altro che confine. Per questa ragione, i marchesi, in Germania, vennero chiamati markgrafen (da mark = marca e grafen = conti) o grenzgrafen (da grenz = confine e grafen = conti) cioè conti della marca o conti del confine. Necessita osservare che, in Germania, sia il conte della Rezia quanto quello della Fiandra imperiale, esclusivamente a causa della posizione delle proprie contee, poste al confine dell Impero, ottennero il titolo marchionale. Queste due concessioni, relative a due conti dei confini, originarono assunzioni di qualifiche marchionali anche da parte di molti altri conti confinari situati sia vicino all Alta Italia orientale sia di altri conti limitanei dell Alta Italia occidentale (ne trattai nel mio precedente studio in Collana studi e testi della Società it. Studi Araldici vol ). Ciò premesso voglio qui esaminare le caratteristiche dei marchesi e dei marchesati tedeschi perché, in Germania, predominava, tra gli storici, e tra i membri del ceto, un pregiudizio, che voleva che, un titolo marchionale, valesse di più se congiunto ad un nome tedesco, piuttosto che a qualsiasi altro cognome europeo continentale. 1

2 In primo luogo devo ricordare, però, che: per nobiltà s intende l appartenenza ad un ceto privilegiato dalla legge con diritto di successione e che, simili privilegi, si ottennero, in Germania, fino al secolo XIV, solamente dopo l acquisto di un feudo ereditario. I grandi feudatari (vassalli imperiali) ottennero, infatti, in Italia, l ereditarietà dei feudi mediante l estensione del Capitolare di Chiersy emanato da Carlo il Calvo nell anno 877 e con l estensione di molti altri privilegi ereditari, concessi da Carlo il Grosso, nell anno 882, in occasione della sua seconda discesa in Italia. I valvassori (cioè i sub-feudatari) ottennero l ereditarietà feudale solamente per mezzo della legge de feudis di Corrado II del 28 maggio 1077 (questa legge di Corrado II, valida in Italia, non fu emanata, invece, in Germania). In Germania, al contrario, l ereditarietà dei feudi, pare già fosse stata concessa, tacitamente, ai tempi di Ottone I (risulta, infatti, che gli imperatori, vendessero anche l ereditarietà al fine di poter ottenere il denaro utile per sostenere i propri viaggi a Roma, per l incoronazione papale). Pare certo, però, che i grandi vassalli laici, ottennero il privilegio legale per l ereditarietà dei propri feudi solo per mezzo dello statutum in favorem principum emanato da Federico II nell anno Tutto ciò considerato, ora, torniamo alle marche: Le marche antiche istituite da Carlo Magno cioè: la marca Hispanica (più tardi detta di Barcellona), la marca della Bretagna, le due marche Danesi, la marca della Turingia, la marca Pannonica (posta contro gli Avari e divisa in due territori superiore ed inferiore), e la marca del Friuli (la più estesa ed importante di tutte), tutte queste marche, non erano ereditarie né comportavano la nobiltà. 2

3 Successivamente nel tempo, dopo la perdita delle conquiste spagnole, da parte dei Franchi, i marchesi di Barcellona, (in numero di sette) si divisero il territorio della marca Hispanica e divennero pertanto sovrani a pieno titolo. In origine, questa marca, consisteva in una sola striscia di territorio, tolto agli Arabi, e poi devastato, allo scopo di rendere difficile il loro ritorno. Essa fu munita di alcune fortezze di confine, affidate ad altri conti, tra i quali, uno, ne assunse il supremo comando. Nel tempo, questa marca, diventò molto importante, estendendosi sopra un territorio che spaziava tra i Pirenei e l Ebro. Anche la marca Britannica, in origine, consisteva in un territorio limitrofo, munito di fortezze, affidate ad altrettanti conti dei quali, uno, ebbe il supremo comando. Le due marche Danesi (una, al di là dell Elba, l altra, tra la popolazione sassone della Nordalbingia), consistevano in un sottile territorio, tolto al nemico, situato al di fuori dei confini dell impero, ben munito di fortezze e affidate ad altrettanti conti, di cui, uno, ebbe il comando supremo. Tutte queste lingue di territorio, poste davanti ai confini dell Impero, già conquistate ma non ancora incorporate al medesimo, costituivano, come già ricordato, le marche, propriamente dette, mentre, i territori, davanti ai quali, esse si trovavano, erano denominati contee limitanee o contee sul confine. Pare che anche la marca della Turingia (o Sorbica) consistesse in una simile striscia egualmente organizzata. La marca Pannonica (detta anche Avarica) rimase divisa in due parti di territorio, (la marca Pannonica superiore e quella inferiore) a capo delle quali furono posti due marchesi. Il marchesato del Friuli comprendeva, oltre tutto il territorio friulano, anche la contea di Ceneda. Dai rispettivi marchesi dipendevano inoltre: 3

4 la parte meridionale della Carinzia, la Carniola, il ducato dell Istria e la Dalmazia. Ai marchesi del Friuli incombeva la sorveglianza sulla marca Pannonica inferiore e la difesa del confine contro gli Avari, i Bulgari, i Greci. Questo marchesato fu il più vasto ed importante fra tutti i marchesati del tempo di Carlo Magno e di Ludovico il Pio ; per questa ragione i rispettivi marchesi, sovente, furono denominati duchi. Nell anno 828 la marca del Friuli venne divisa in quattro contee, la più cospicua delle quali, la contea di Ceneda, venne assegnata, più tardi, al casato dei conti dé Porcía (poi divenuti principi del Sacro Romano Impero). Quindi i dè Porcía furono insigniti del grande Palatinato spettante solamente ai duchi. L imperatore Ludovico il Pio istituì anche la marca della Fiandra (da non confondersi con la Fiandra imperiale che fu, impropriamente denominata marca. La marca della Fiandra francese fu eretta contro i Normanni. Tutte queste marche costituite contro i Danesi, gli Slavi, gli Avari furono però perdute sotto le deboli reggenze di Ludovico il fanciullo ( ) e di Corrado I ( ). I successori di quest ultimo, in particolare Enrico I e, poi, gli Ottoni, desiderosi di ricuperare ciò che avevano perduto, ristabilirono le antiche marche dopo non poche guerre condotte felicemente. Nel frattempo, però, erano risorti gli antichi ducati nazionali cioè: la Sassonia, la Turingia, la Franconia, la Baviera, la Svevia e la Lorena. Gli imperatori, pertanto, dovettero sottoporrre gli antichi marchesi ai duchi e, questi antichi marchesi, non ottennero, neanche, il privilegio dell immediatezza dell Impero (questa dipendenza dai duchi, quantunque 4

5 limitata all esclusiva subordinazione militare, costituì la ragione per cui, essi, da principio, non furono neanche annoverati tra il ceto principesco più recente, che era stato istituito ufficialmente nel 1188). Soltanto, più tardi, alcuni di essi, quando riuscirono a liberarsi dalla dipendenza di qualche duca, furono ammessi, solo allora, al Collegio dei Principi. I marchesi tedeschi sottoposti a un Duca, da questo momento, furono collocati al secondo grado della scala nobiliare ( a partire dall alto ). - I Ducati tedeschi con i relativi marchesati il Ducato di Sassonia (composto dalle due marche poste a difesa contro i Danesi di cui, una situata al di là, l altra al di qua del fiume Eider. Quest ultima detta marca Billungica perché affidata ai marchesi di Billungen che diventarono, poi, duchi di Sassonia. L altra detta marca Sleswig poi ceduta, da Corrado II al re Knut il grande di Danimarca. Al posto di questa marca ne fu costituita in seguito un altra contro i Wagri). 2 - il Ducato della Turingia comprensivo dei marchesati di Meresburg e Zeit eretti da Ottone I in sostituzione delle antiche marche della Turingia settentrionale e della Turingia meridionale. La prima di queste marche fu denominata Marca Orientalis (Osterland). Gero, il gran marchese fece tali conquiste contro gli Slavi e si spinse fino all Oder cosicchè, l imperatore Ottone I, poté dividere, il territorio conquistato, in sei marchesati. 5

6 Di questi, tre, furono riconquistati dagli Slavi, i rimanenti vennero a costituire la marca settentrionale (chiamata altresì Marca Aquilonalis o Altmark), la marca orientalis (detta anche Lusazia) e la marca della Turingia (detta anche Misnia). Nel 1134 la marca settentrionale fu assegnata ad Alberto l orso conte di Ballenstedt il quale, dopo aver fatto diverse conquiste, seppe liberarsi della dipendenza dei duchi di Sassonia che avevano esteso il loro potere anche sulla Turingia. Alberto estese anche il proprio potere sulla marca di Brandeburgo divenendone marchese nel I Marchesi di Brandeburgo presero inoltre i titoli (dai castelli di loro residenza) di marchesi di Stade, di Aleslephe, di Hiltagesbuch, di Plotzeche. La marca di Brandeburgo comprendeva, altresì, i marchesati di Gröningen, Kurmark, Mittelmark, Neumark, Priegnitzmark, Travisermark, Uckermark, il marchesato di Schwedt, di Salzwedl, ed altri ancora. La Neumark fu anche denominata Marca di Kustrin. Troviamo, inoltre, marchesi in Ansbach e Baireuth (benché, queste città, non fossero mai state erette propriamente in marchesato). Merita osservare che, nel 1280, nella marca di Brandeburgo, regnavano non meno di diciannove marchesi. Ai marchesi, posti alla difesa del confine contro gli Slavi settentrionali, apparteneva anche il potere della legatio imperii. La marca orientale (chiamata Osterland) comprendeva: la Lusazia alta (che corrispondeva alla marca Milzavia) e la Lusazia bassa (nella quale sorse, poi, il marchesato di 6

7 Landsberg). I marchesi titolari della Lusazia alta furono denominati marchesi di Glogow; quelli titolari della Lusazia bassa, marchesi di Altenburg (entrambi in ragione del castello nel quale posero la propria residenza). I marchesi della Misnia (poi ducato di Franconia) si denominarono, altresì, marchesi di Eilenburg, di Hartenstein o di Wettin (sempre in ragione della propria residenza). La Misnia occidentale, più tardivamente, presentò anche un nuovo marchesato: quello di Weimar. L imperatore Arrigo V, nel 1123, aveva assegnato la Misnia al conte Viperto di Groitsch ma, il conte Corrado di Wettin, aiutato dal duca Lotario di Sassonia, gliela tolse e non la restituì mai più. 3 - il Ducato della Baviera era composto da due marche, quella settentrionale e quella orientale. Il primo titolare della marca bavarese fu, negli anni , il conte Arnolfo II detto il cattivo ma, marche bavaresi ufficiali, cominciarono a riscontrarsi solo al tempo degli Ottoni. La marca settentrionale, eretta contro i Cechi, apparve, infatti, per la prima volta, al tempo di Ottone II (chiamandosi, altresì, marca boema o di Camb, dividendosi, più tardi, in marca di Nabburg e marca di Camb). Sotto il dominio dei Vohburgi, questa marca fu denominata marca di Vohburg e Camb essendo, nuovamente, stata riunita. I Vohburgi divennero i marchesi di Vohburg, Hohenberg o Hohenburg e, pare, che il conte (vohburgo) di Arnsberg, avendo sposato Edvige, figlia del marchese Federico di Hohenburg, 7

8 abbia assunto il titolo marchionale del suocero. I più antichi signori di questa marca, in ragione del nome del castello di propria residenza, si chiamarono, altresì, marchesiconti di Schweinfurt, così come, i loro successori, divennero marchesi-conti di Amerdal, di Giengen, di Hiltershusen. Questa marca non possedeva, però, un territorio ad essa anteposto e, quindi, la sua difesa, era, ulteriormente, affidata anche al conte di Ratisbona, a quello di Pfreimd e di Forchheim nonché a quello di Lorch, del cantone della Traun (Traungau), con il quale era unito un territorio anteposto a difesa del confine contro i Cechi. Questa ultima contea limitanea costituì, il nucleo originario, dalla marca orientale bavarese (Austria). Già alla fine della reggenza di Ottone I è presente un marchese del Danubio e, nel 974, Ottone II, assegnò questa marca a Leopoldo di Babenberg, rendendolo, quasi indipendente, dal duca di Baviera. La ribellione e la conseguente dichiarata fellonia di Arrigo il superbo duca di Baviera fece sì che, l imperatore Corrado III, gli togliesse il ducato concedendolo al marchese d Austria. Questi, tuttavia, lo dovette restituire ma ottenne, in cambio, che, il proprio marchesato, fosse elevato a ducato, nel 1156, da parte di Federico I il Barbarossa. Nel 1245, poi, l imperatore Federico II, conferì al duca di Baviera, Federico il guerriero, la dignità regia per aver salvato l Europa occidentale dall invasione mongola. Tra i marchesati della Baviera non dobbiamo dimenticare il marchesato di Verona che Ottone I, volle concedere ai duchi bavaresi. 8

9 In epoca alto medievale, gli Imperatori tedeschi, esercitarono una tale supremazia politico-militare sul territorio orientale dell alta Italia che, il senato della repubblica veneta (che, da principio, era sottoposto alla supremazia bizantina e, dal sec. XI in poi, a quella degli imperatori tedeschi, almeno sui territori di terraferma, comprendenti Aquileia e Verona) riconobbe fino al secolo XVI. Ne costituisce prova il fatto che, il Doge Francesco Foscari, nel 1438, si fece infeudare, a Praga, dall imperatore Sigismondo e che, il senato veneto, volle ancora richiedere l investitura imperiale sotto gli imperatori Federico III ( ), Massimiliano I ( ) e Carlo V ( ). La marca della Moravia, costituita nel 1182, posta nel sud-est del ducato austriaco, non fu sottoposta al potere di alcun duca. Essa fu divisa, per qualche tempo, in tre marchesati: in quello di Olmutz, di Bruna e di Znaim. I tre marchesi diventarono successivamente vassalli del re di Boemia. 4 - il Ducato di Carinzia posto a sud della marca austriaca, si componeva delle marche: 1 - la Carantana (posta tra il confine austriaco ed il fiume Drava). Questa marca fu conosciuta anche con la denominazione di marca transilvana, transalpina o di Styre. 2 - della marca Soune o Pitoviensis (dalla città di Pettovia, sede di residenza del suo titolare). 3 - della marca Hohenwarte (questo marchesato fu, generalmente, considerato una contea). Dai tempi dell imperatore Ottone II anche la Corniola si configurò quale marchesato dividendosi, sotto il comando di due marchesi in: 9

10 1 - marchesato superiore (con capitale nel castello di Kieselstein); 2 - marchesato inferiore (denominato, altresì, marca vindica o vandalica). I titolari del marchesato superiore furono chiamati marchesi- conti di Krainburg o di Markwardstein. Il marchesato inferiore fu, unitamente all Istria, assegnato al patriarca di Aquileia, ma, dopo la di lui rinuncia, assegnato al duca di Carinzia. All inizio del X secolo l Istria era posta sotto il comando di un conte il cui distretto venne, poi, elevato a marca. Due, tuttavia, conosciamo per marchesi: Goffredo, caduto in battaglia, nel 944 presso Lubiana combattendo contro gli Ungheresi e Ulderico, marchese della Carniola e dell Istria dal 1062 al La repubblica veneta, dopo le conquiste fatte in Istria, governava il proprio territorio, per mezzo di un governatore, con il titolo di marchese e sedente in Capodistria. Dopo il distacco della Carinzia dalla Baviera, i marchesati di Aquileia e Verona furono assegnati alla Carinzia. Ma, nel tempo, la marca di Verona, fu restituita alla Baviera. Tutti questi marchesati fin qui menzionati, cominciando dal marchesato posto oltre il fiume Eider fino a quello di Verona, formarono una catena ininterrotta di fortificazioni, destinate a tutelare la Germania contro le invasioni nemiche. Le distribuzioni territoriali del confine occidentale della Germania erano infatti ben diverse! All occidente dell Impero, in realtà, vennero definiti quali marchesati dei territori sparsi e disorganici che non si distinguevano dalle contee o dalle signorie e, dei quali, non è riscontrabile né una base giuridicamente certa né un uso costante delle titolature. Fra questi marchesati (senza una constatata ragione giuridica certa) 10

11 dobbiamo menzionare il marchesato di Baden, il cui titolare ufficioso, il conte Arminio I della casa di Zäharingen A aveva assunto il titolo di marchese benché, il suo possesso territoriale, non comprendesse che il castello di Baden, la signoria di Hochberg ed il villaggio di Bachnang e che, tutti insieme, questi territori, non lambissero, minimamente, i confini dell Impero. Nonostante tutto ciò si attribuì, agli Zäharingen, non soltanto il titolo di marchesi ma, dopo l ingrandimento dei loro possessi, anche quello di margravi (titolo, questo, che si attribuì solamente ai detentori dei più importanti marchesati, quali, quello della Moravia, della Misnia, del Brandeburgo e, più tardi, anche a quei conti che, l imperatore, voleva elevare al rango di principi come: il conte di Dessau; quello di Coburgo- Gotha; quello di Jülich; quello di Weimar ed altri ancora, i quali, tutti, ebbero a tutelare i confini dell Impero). Gli Zäharingen, pertanto, ottennero il rango principesco senza essere espressamente infeudati di un principato, senza che fosse stato conferito loro il mero titolo di principe e senza mai essere stati, ufficialmente, ricevuti nel collegio dei principi! In seguito alle divisioni ereditarie di questo cosiddetto marchesato o margraviato (che, anche, nei secoli successivi, giammai toccò i confini dell Impero) originarono i margraviati di: Baden-Baden; Baden- Durlach; Baden-Hochberg. A Gli storici, credettero, in origine, si trattasse soltanto di trasferimento del titolo marchionale da Verona a Baden, avendo la reggente, Agnese, madre dell Imperatore Arrigo IV, conferito, al padre di Arminio, Federico, il ducato della Carinzia con la marca di Verona, senza che egli ne avesse mai assunto il governo. Questa nomina fu, poi, annullata da ArrigoIV. Tuttavia è provato che, gli Zäharingen, tra gli anni che vanno dal 1100 al 1112, avevano già unito il titolo marchionale ai propri possessi allodiali di Lintburg e Baden (mentre, quali marchesi di Verona, vengono menzionati solo nell anno 1151). Si suppone, pertanto, che, il titolo marchionale, fosse stato assunto arbitrariamente con il solo scopo di distinguersi da altri conti di origine meno cospicua. 11

12 Gli Zäharingen assunsero anche i titoli di marchesi di Lintburch e di Rheinfelden. Poiché, la Lorena, appartenne, per molto tempo, alla Germania, si devono, in ragione di ciò, menzionare anche i marchesati della Lorena superiore: quelli di Pont-a-Mousson e di Nomeny. Inoltre ancora: i marchesati di Anversa (Arlon e Bouillon) e quelli di Namen (Namur) entrambi equiparabili a quelli della Fiandra imperiale. L imperatore Carlo IV aveva nominato, il proprio figlio, sovrano della città di Strasburgo erigendola in marchesato del S.R.I. (ma qui trattasi della città di Strasburgo posta in Prussia e non della omonima città alsaziana). Sia i conti della Fiandra imperiale che quelli della Rezia (chiamata, poi, marca Tucunia o Toggenburg Mark) ottennero il titolo marchionale (in ragione della posizione confinaria della propria contea posta a difesa contro i Frisi ribelli e bellicosi) e, a questo modo, si denominarono conti-marchesi dell Olanda, di Brunswig e di Northeim. I conti di Brunswig furono altresì marchesi di Bruneswic, di Rotenburg, di Uverbec e di Sulzbach. A questa categoria di marchesi appartenne anche il markysus Nerviorum il cui contado, era posto sul confine sud-occidentale del Belgio. Il marchesato di Burgau B non fu considerato feudo principesco ma dopo che, il figlio dell Arciduca Ferdinando e di Filippina Welser, di nome Carlo, fu investito del Burgau, questa contea, posta nel mezzo della Svevia (e quindi ben lontana dai confini) fu eretta in marchesato del S.R.I. Morto, poi, Carlo d Asburgo, senza eredi, e passato il marchesato del B Dopo la fine del sec. XI, i casati principeschi tedeschi, usavano assumere il titolo marchionale prevalentemente in ragione di discendenza da un antico marchese. Così accadde, ad esempio, per il titolo di margravi di Hohenzollern del Brandeburgo che passò alla linea sveva di questo casato e per Federico conte di Burgau che assunse il titolo marchionale in quanto, la propria avola, apparteneva al casato dei marchesi del Monferrato. In generale era invalso l uso, come già ricordato, che, i generi di un antico marchese, usassero il titolo del suocero. 12

13 Burgau in possesso degli imperatori di questa casa, essi, tra gli altri, assunsero il titolo di marchiones S.R.I. Burgoviae, Moraviae superioris et inferioris, Lusatiae, Domines Marchiae Sclavonicae ecc! Altri piccoli marchesati furono: i marchesati di Murach, di Biberach, di Bibert e di Brait. I feudatari tedeschi assunsero, come asserito, di proprio arbitrio il titolo marchionale, estendendolo a tutti i membri del proprio casato e, molte volte, dividendo altresì il proprio marchesato e, creandone altri nuovi. Con il procedere del tempo gli imperatori convalidarono, con privilegi scritti, questi stati di fatto e, tali titolature antiche, vennero, così, a stabilirsi fino a giungere all età moderna. 13

14 La corona di Principe del sacro romano Impero La corona di marchese 14

15 Fonti bibliografiche Hofmeister A.: I margravi ed i margraviati - Milano Waitz B. : La storia descritta dell Impero Germanico - Roma Ficher K. : Studio sul romano impero tedesco in Italia - Vienna Bresslau U. : Annuario cronologico degli stati sovrani tedeschi da Corrado II ad oggi - Berlino Calasso C. : Il medioevo del diritto - Milano Desimoni R. : Storia delle marche d Italia - Milano Pertile G. : Storia del diritto italiano 3 edizione - TO-MI Vaccari P. : Dall unità romana al particolarismo giuridico del medioevo - Pavia

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Guerre e rivolte del XVII secolo italiano 1613-1617 / Prima guerra del Monferrato: Savoia e Venezia contro Gonzaga e Spagna; Monferrato

Dettagli

L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò la città di Bisanzio, l'attuale Istambul.

L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò la città di Bisanzio, l'attuale Istambul. Il territorio dell'impero Romano d'oriente prima delle conquiste di Giustiniano L'impero alla morte dell'imperatore nel 565 L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò

Dettagli

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi Il Basso Medioevo A cura del prof. Marco Migliardi Introduzione Il drammatico scontro per il diritto di nomina dei vescovi (le investiture) che oppone Papato e Impero è in realtà solo un aspetto del più

Dettagli

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D'INGHILTERRA, noto anche con il nome di Riccardo Cuor di Leone nacque in Inghilterra l 8 settembre 1157, quarto figlio del re d Inghilterra ENRICO

Dettagli

LE GUERRE DEL SETTECENTO

LE GUERRE DEL SETTECENTO Guerra di successione spagnola LE GUERRE DEL SETTECENTO Causa della guerra fu la morte senza eredi diretti del re di Spagna Carlo II, il 1 novembre 1700. La Spagna, benché in profonda crisi, era detentrice

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d italia

Il Risorgimento e l Unità d italia Il Risorgimento e l Unità d italia Prima parte: L Italia dopo il «Congresso di Vienna» : un espressione geografica L Italia, dopo il congresso di Vienna (1814-1815), è divisa in più stati, la maggior parte

Dettagli

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese Dal 500 fino alla pace di Westfalia che mette fine alla guerra dei Trent anni (1618-48), Francia e Impero si sono scontrati, in Italia e nell area tedesca, per la supremazia in Europa. Impedendo agli Asburgo

Dettagli

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero Leggo il testo e faccio gli esercizi. Non importa se non capisco tutto subito, posso ritornare tante volte sul testo. unità Carlo Magno e il Sacro Romano Impero 5.1 II popolo dei Franchi crea uri grande

Dettagli

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati 1000-1454 ITC Custodi, gennaio 2012 1 La nascita dei comuni Le città dell Europa centrale, che erano sottoposte a un signore, a un conte o a un vescovo,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna

Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna Negli anni successivi al Congresso di Vienna le libertà di pensiero, parola e libera associazione erano state particolarmente limitate per mantenere

Dettagli

La crisi dei poteri unversali. 1 - La crisi dell'impero

La crisi dei poteri unversali. 1 - La crisi dell'impero La crisi dei poteri unversali 1 - La crisi dell'impero Quale crisi? L'Istituzione imperiale permane sino al 1804, tuttavia sin dal '300 perde il suo carattere sacro e universale. L'impero si laicizza e

Dettagli

L Alto e il Basso Medioevo

L Alto e il Basso Medioevo L Alto e il Basso Medioevo Panoramica L abbazia di St. Maurice, Cantone del Vallese, fondata nel VI secolo in una posizione strategica, all altezza di un restringimento della valle. Marc-André Miserez/swissinfo

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Repertorio Cartografico REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Geografia regionale Il Friuli Venezia Giulia è una regione autonoma a statuto speciale con circa 1,2 milioni di abitanti, formata dal Friuli (che costituisce

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Napoleone, la Francia, l l Europa

Napoleone, la Francia, l l Europa L Età napoleonica Napoleone, la Francia, l l Europa Nel 1796 Napoleone intraprese la campagna d d Italia. Tra il 1796 e il 1799 l l Italia passò sotto il dominio francese. Nacquero alcune repubbliche(cisalpina,

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014 CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia SUDDIVISIONE DEI MODULI SETTIMANALI: nr. 2 moduli di storia nr. 2 moduli di geografia

Dettagli

Berlino: La. Porta di Brandeburgo. Berlino: Alexsanderplatz

Berlino: La. Porta di Brandeburgo. Berlino: Alexsanderplatz GERMANIA ASPETTO FISICO POSIZIONE: La Germania si trova nel cuore del continente europeo al nord dell Italia. CONFINI: A sud con la Svizzera e l Austria; a ovest con la Francia, il Lussemburgo, il Belgio

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione.

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. La società fiduciaria, attraverso l ampio novero di soluzioni applicabili, risulta essere uno strumento molto valido al fine di soddisfare le esigenze

Dettagli

L Italia nei secoli XIV e XV

L Italia nei secoli XIV e XV L Italia nei secoli XIV e XV Con le sue città, i suoi commerci, la sua cultura, l Italia di fine Medio Evo costituisce forse la più alta espressione delle civiltà europea, ma allo stesso tempo è insidiata

Dettagli

La formazione dello stato moderno. Lo stato moderno Le forme dello stato moderno Lo stato del re e lo stato dei cittadini

La formazione dello stato moderno. Lo stato moderno Le forme dello stato moderno Lo stato del re e lo stato dei cittadini La formazione dello stato moderno Lo stato moderno Le forme dello stato moderno Lo stato del re e lo stato dei cittadini Un solo stato cristiano? Il Medioevo aveva teorizzato l unità politica e religiosa

Dettagli

la struttura amministrativa dello stato il sistema economico su cui esso si fondava un economia agricola le strade commerci economia curtense

la struttura amministrativa dello stato il sistema economico su cui esso si fondava un economia agricola le strade commerci economia curtense Economia e società nell Europa altomedievale L Europa nell Alto Medioevo: un passaggio che cambia Alto Medioevo primi secoli medievali fra il VII e il X secolo Con la caduta dell impero romano d Occidente

Dettagli

Lo stemma della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie è composto da uno scudo centrale ovale, diviso in 19 parti (17 armi e 2 scudetti) cimato dalla Corona Reale, circondato dai collari di sei ordini

Dettagli

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani Alle radici della questione balcanica 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani L impero ottomano L impero turco ottomano raggiunge la sua massima espansione

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

Rivoluzione francese

Rivoluzione francese 2 3 4 1 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Orizzontali 2. Governo moderato che si instaurò al termine della Rivoluzione 5. Importante esponente della Rivoluzione 7. Catturarono Luigi XVI 8. La fortezza di Parigi 10.

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano PREMESSA: durante governo augusteo si manifestò a) un problema legato ad un fattore di instabilità permanente per lo stato: forte ambiguità riforme istituzionali 1, lo stato nei fatti era una monarchia;

Dettagli

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

LA RIFORMA PROTESTANTE

LA RIFORMA PROTESTANTE LA RIFORMA PROTESTANTE LE CAUSE DELLA RIFORMA interessi temporali dei papi corruzione diffusa crisi della chiesa grande indulgenza 1517 pubblicazione tesi di Lutero 1. scontro tra principi e imperatore

Dettagli

I comuni attravero due documenti

I comuni attravero due documenti I comuni attravero due documenti Nel corso dell XI secolo nell Italia del nord e in Europa, gruppi di cittadini o di abitanti del contado danno origine a nuovi ordinamenti giuridici, politici ed economici.

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

CARTEGGIO DELLE CANCELLERIE DELLO STATO

CARTEGGIO DELLE CANCELLERIE DELLO STATO Inventario SA 2 Archivio di Stato di Milano CARTEGGIO DELLE CANCELLERIE DELLO STATO Per la richiesta indicare: Fondo: Carteggio delle Cancellerie dello Stato Pezzo: numero della busta Carteggio delle cancellerie

Dettagli

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli)

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) LO STATO (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) DALLA SOCIETA' ALLO STATO La nascita di uno Stato è il risultato di un lungo processo storico; nel corso dei secoli la società si

Dettagli

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio ITINERARI IGNAZIANI A ROMA Cf. A.M. De Aldama sj, Roma ignaziana. Sulle orme di sant Ignazio di Loyola, Piemme, Casale Monferrato 1990 Paolo Monaco sj www.raggionline.com 8. Luoghi legati alla Compagnia

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

CARTE MAZZONI. Anni 1450-1811. Buste 2

CARTE MAZZONI. Anni 1450-1811. Buste 2 CARTE MAZZONI Anni 1450-1811 Buste 2 71 Nota introduttiva Durante il periodo della direzione di Alessandro Luzio, il periodo immediatamente precedente e quello successivo, pervennero in dono all Archivio

Dettagli

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW)

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ivrea-Pinerolo-

Dettagli

0.672.963.62. Traduzione 1. (Stato 9 gennaio 1952)

0.672.963.62. Traduzione 1. (Stato 9 gennaio 1952) Traduzione 1 0.672.963.62 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Regno dei Paesi Bassi intesa a evitare i casi di doppia imposizione in materia di imposte sulle successioni Conclusa il 12 novembre

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

Corso di laurea in Mediazione Linguistica Applicata - Prova estratta per l AA 2006/07

Corso di laurea in Mediazione Linguistica Applicata - Prova estratta per l AA 2006/07 Corso di laurea in Mediazione Linguistica Applicata - Prova estratta per l AA 2006/07 Prova n. 1 Scrivere nelle righe seguenti il riassunto del testo ascoltato (lunghezza minima 5 righe; massima 10 righe):

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d Italia

Il Risorgimento e l Unità d Italia Il Risorgimento e l Unità d Italia IL CONGRESSO DI VIENNA Quando? dal 1 novembre 1814 al 9 giugno 1815 Chi lo ha voluto? Francia, Inghilterra, Austria, Prussia e Russia Perché? per ritornare al passato,

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore L idea di Medioevo Lezioni d'autore Immagine tratta da http://bibliotecamakart.altervista.org Il Medioevo come un lungo periodo di secoli oscuri : guerre, torture, caccia alle streghe. È importante sradicare

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

1. Enrico VIII Tudor regna dal 1509 al 1547. 2. Elisabetta I Tudor regna dal 1558 al 1603. 3. Giacomo I Stuart regna dal 1603 al 1625

1. Enrico VIII Tudor regna dal 1509 al 1547. 2. Elisabetta I Tudor regna dal 1558 al 1603. 3. Giacomo I Stuart regna dal 1603 al 1625 SUCCESSIONI AL TRONO INGLESE: Monarchia con Enrico VIII ed Elisabetta I Tudor Monarchia con Giacomo I e Carlo I Stuart Repubblica con Oliver Cromwell Monarchia con Carlo II e Giacomo II Stuart Monarchia

Dettagli

Struttura del castello I fossati

Struttura del castello I fossati P robabilmente il castello ebbe origine come ampliamento delle torri che erano costruzioni molto massicce, isolate e situate di solito in posti strategici. I castelli erano circondati da possenti mura

Dettagli

Repertorio Cartografico REGIONE CALABRIA

Repertorio Cartografico REGIONE CALABRIA Repertorio Cartografico REGIONE CALABRIA Geografia regionale La Calabria è una regione meridionale di oltre 2.000.000 di abitanti, con capoluogo Reggio Calabria. Costituisce la punta dello stivale italiano,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore VACCARI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 12 MARZO 2009 Disposizioni per la valorizzazione del Santuario dei SS. Vittore

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Le linee ferroviarie di Trieste

Le linee ferroviarie di Trieste Le linee ferroviarie di Trieste Trieste è da sempre una città porto cosmopolita, ricca di scambi, di afflussi di merci e di commercianti da tutto il Mediterraneo: basti pensare che fino a 5 anni fa era

Dettagli

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O L Impero Ottomano Massima espansione (1683) L Impero nel 1914 La

Dettagli

Osservazioni sulla istruttoria iniziata il 26 novembre. 2014 dal Comitato per le cariche del Senato della

Osservazioni sulla istruttoria iniziata il 26 novembre. 2014 dal Comitato per le cariche del Senato della Osservazioni sulla istruttoria iniziata il 26 novembre 2014 dal Comitato per le cariche del Senato della Repubblica, concernente il Presidente e il Vicepresidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

La fine dell'impero in Occidente

La fine dell'impero in Occidente La fine dell'impero in Occidente 476 d.c. Odoacre, capo degli Sciri, depone l'imperatore Romolo Augustolo e invia le insegne imperiali in Oriente Solido coniato da Odoacre, ma recante il nome dell'imperatore

Dettagli

La repubblica di Weimar

La repubblica di Weimar Hitler e il nazismo La repubblica di Weimar Mentre gli eserciti degli imperi centrali stavano perdendo la guerra, in Germania vi fu una rivoluzione che portò nel novembre 1918 al crollo dell impero (il

Dettagli

VII CONVENZIONE AJA 1907. concernente la trasformazione delle navi di commercio. in bastimenti da guerra

VII CONVENZIONE AJA 1907. concernente la trasformazione delle navi di commercio. in bastimenti da guerra VII CONVENZIONE AJA 1907 concernente la trasformazione delle navi di commercio in bastimenti da guerra Conchiusa all Aja il 18 ottobre 1907 Sua Maestà l Imperatore di Germania, Re di Prussia; il Presidente

Dettagli

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Analisi e commenti LA SUCCESSIONE (4) La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela 4. La succesione

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la L'età di Augusto Con la battaglia di Azio (31 a.c. ) e la sconfitta di Antonio giunse a compimento la crisi della repubblica. Iniziò una nuova epoca: L'impero Ottaviano non volle apparire come un monarca

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin Le donne occuparono un ruolo molto importante durante la seconda guerra mondiale. Prima

Dettagli

VERSO LA COSTITUZIONE

VERSO LA COSTITUZIONE VERSO LA COSTITUZIONE Tanto tempo fa nel mondo non c erano ancora i treni, gli aerei e le automobili. Non c erano la radio, la televisione e i giornali che diffondono le notizie. Non c era l elettricità

Dettagli

- analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare -

- analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare - Alberto Gamaleri Calleri Gamondi Del titolo di marchese e dei marchesati antichi e moderni d'italia - analisi storico-giuridica, feudale e nobiliare - Sembra ormai noto che Carlomagno fosse colui che istituì

Dettagli

Simbolismi Storici dell Architettura

Simbolismi Storici dell Architettura Simbolismi Storici dell Architettura Mariachiara Mongelli Facoltà di Architettura Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea

Dettagli

SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTÀ DI ECONOMIA

SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTÀ DI ECONOMIA SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTÀ DI ECONOMIA CORSO DI STORIA ECONOMICA Prof.ssa Stefania Manfrellotti 2 LA I GUERRA MONDIALE Con lo scoppio della prima guerra mondiale, le spese dello Stato

Dettagli

CODICE DI FAMIGLIA E DI TUTELA

CODICE DI FAMIGLIA E DI TUTELA CODICE DI FAMIGLIA E DI TUTELA Prima della firma della Convenzione de L Aja sulla protezione dei minori e sulla cooperazione in materia di adozione internazionale (1995), in Polonia l adozione era regolata

Dettagli

artigianali, manifatturiere e agricole erano molto sviluppate.

artigianali, manifatturiere e agricole erano molto sviluppate. le guerre d italia Perchè proprio l Italia? PErchè proprio Perchè proprio l Italia?Perchè proprio l Italia? Tra il 1494 e il 1559 tre grandi potenze si combatterono in Italia per la supremazia europea

Dettagli

MittelEuropa. Definizione del Brand

MittelEuropa. Definizione del Brand MittelEuropa Definizione del Brand Definizione del brand Cenni storici. L impero Austro-Ungarico. I simboli dell Austro-Ungheria. Un impero, due corone L Impero austro-ungarico (detto anche più semplicemente

Dettagli

TRASPORTI NEL MEDIOEVO

TRASPORTI NEL MEDIOEVO TRASPORTI NEL MEDIOEVO Circolo Filatelico Numismatico della Pro Loco di Paese Testi e impaginazione a cura dei soci Vittorio Condotta e Giorgio Ruzza Le vie di terra II succedersi delle invasioni barbariche,

Dettagli

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA Già nel 1882 la Val Resia era militarmente vincolata agli imperi Austro-Ungarico e Tedesco. Data la sua collocazione sulla linea di confine, la Val Resia era considerata un

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

lezionidistoria.wordpress.com

lezionidistoria.wordpress.com lezionidistoria.wordpress.com Quadro generale DOVE? Furono combattute prevalentemente sul suolo italiano ma non solo QUANDO? Le otto guerre d Italia sono iniziate nel 1494 e si sono concluse nel 1559 PROTAGONISTI

Dettagli

METODOLOGIA DELLA RICERCA STORICA

METODOLOGIA DELLA RICERCA STORICA METODOLOGIA DELLA RICERCA STORICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA A.A. 2014/2015 Prof.ssa Angela Carbone Città e modelli assistenziali nell Italia dell Ottocento L infanzia abbandonata

Dettagli

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA A decorrere dal 1 gennaio 2007 le deduzioni per oneri di famiglia previste dall art. 12 del TUIR sono sostituite dalle detrazioni per carichi di famiglia (art. 1, co.

Dettagli

Lezione 3. La Corona d Aragona. Fabrizio Alias

Lezione 3. La Corona d Aragona. Fabrizio Alias Lezione 3 La Corona d Aragona Fabrizio Alias La Catalogna tra X e XI secolo 813. Campagna militare di Carlo Magno e creazione della Marca Hispanica (Navarra e parte della Catalogna) 987. Emancipazione

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II)

DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II) DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II) CODICE CIVILE Artt. 14-42 CAPO II Delle associazioni e delle fondazioni Art. 14. Atto costitutivo Art. 15.Revoca dell atto costitutivo della

Dettagli

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61 Roma, 31/03/2011 Circolare n. 61 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale

Dettagli

www.ipassatelli.it T 4o RNEO D ESTATE 04 giugno OLD RUGBY

www.ipassatelli.it T 4o RNEO D ESTATE 04 giugno OLD RUGBY www.ipassatelli.it T 4o RNEO D ESTATE OLD RUGBY 2 European Veteran Rugby Series 2016 04 giugno 2016 ipassatelli... PRIGIONIERI E IBERNATI PER TRENT ANNI ABBIAMO FATTO UN VIAGGIO NEL TEMPO E DI COLPO I

Dettagli

Presentazione. Prof. Martino Mattei

Presentazione. Prof. Martino Mattei Presentazione Il 60 anniversario dell entrata in vigore della Costituzione Italiana è stata l occasione, nella scuola, per riflettere sul ruolo da assumere nel processo finalizzato all educazione del senso

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

La censura tedesca sulla corrispondenza civile della RSI da e per l estero

La censura tedesca sulla corrispondenza civile della RSI da e per l estero La censura tedesca sulla corrispondenza civile della RSI da e per l estero Le corrispondenze chiuse ispezionate dalla censura presentavano normalmente le seguenti caratteristiche: 1) l impronta dell ufficio

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

La civiltà greca. Mondadori Education

La civiltà greca. Mondadori Education La civiltà greca I Greci, discendenti dei Micenei e dei Dori, vivevano in un territorio montuoso con pochi spazi coltivabili; fondarono città-stato indipendenti, le poleis, spesso in lotta tra loro. Le

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 grado Paritaria S. Luigi. A.S. 2011-2012 Prof.ssa Dora Meroni Dispensa di approfondimento al libro di testo di Storia

Scuola Secondaria di 1 grado Paritaria S. Luigi. A.S. 2011-2012 Prof.ssa Dora Meroni Dispensa di approfondimento al libro di testo di Storia LA GUERRA DEI CENT ANNI Tra il 1337 e il 1453 la Francia e l Inghilterra si affrontarono in un conflitto caratterizzato da tante tregue ma tutte molto brevi e subì due interruzioni più lunghe, sancite

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata COVELLO. Modifiche al codice civile in materia di successione

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata COVELLO. Modifiche al codice civile in materia di successione Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3466 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa della deputata COVELLO Modifiche al codice civile

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti Quando più eredi acquisiscono la

Dettagli

Introduzione Divisione della curtis: -Pars dominica -Pars massaricia. Obbligo dei contadini. La signoria fondiaria. Un economia aperta

Introduzione Divisione della curtis: -Pars dominica -Pars massaricia. Obbligo dei contadini. La signoria fondiaria. Un economia aperta Introduzione Divisione della curtis: -Pars dominica -Pars massaricia Obbligo dei contadini Residenza del signore: il castello Giornata tipo del contadino La signoria fondiaria Un economia aperta Il mondo

Dettagli

BISMARCK E LA NASCITA DELLA GERMANIA

BISMARCK E LA NASCITA DELLA GERMANIA Stefano Zappa BISMARCK E LA NASCITA DELLA GERMANIA La Prussia nella Confederazione germanica La Prussia del 1815, pur smembrata nel suo territorio e divisa economicamente, socialmente e politicamente a

Dettagli

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE LE GUERRE PERSIANE Mentre le città greche si sviluppavano, i Persiani crearono un vastissimo impero sottomettendo tutti i popoli conquistati. Sparta e Atene, piuttosto di perdere la propria libertà affrontarono

Dettagli

G i o v a n Pi e t r o M o r e t t i n i L a t t i v i t à n e l F o r t e d i G a v i L a P o l v e r i e r a d e l l a M e z z a l u n a

G i o v a n Pi e t r o M o r e t t i n i L a t t i v i t à n e l F o r t e d i G a v i L a P o l v e r i e r a d e l l a M e z z a l u n a Giovan Pietro Morettini Pietro Morettini, figlio di Filippo, maestro muratore, e di Filippina Casserini, nacque nel 1660 a Camanoglio, frazione di Cerentino, località della Val Maggia nel Canton Ticino.

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli