Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi"

Transcript

1 Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi Protocolli del fieldbus: Festo fieldbus ABB CS 31 Klöckner-Moeller SUCOnet K

2 Indice e avvertenze generali di sicurezza Autore: H.-J. Drung Redazione: H.-J. Drung, M. Holder Layout: Festo AG & Co., Reparto PV-IDM Composizione: PV-IDM Edizione: 9706NH stampato su 100 % carta riciclata (Festo AG & Co., D Esslingen, 1997) É vietata la riproduzione, la distribuzione, la diffusione a terzi, nonché l uso arbitrario, totale o parziale, del contenuto dell allegata documentazione, senza nostra preventiva autorizzazione. Qualsiasi infrazione comporta il risarcimento di danni. Tutti i diritti riservati, ivi compreso il diritto di deposito brevetti, modelli registrati o di design. CP FB5-E 9706NH I

3 Indice e avvertenze generali di sicurezza Codice di ordinazione: Titolo: Manuale Denominazione: P.BE CP FB5-E-D II CP FB5-E 9706NH

4 Indice e avvertenze generali di sicurezza Indice Usi consentiti V Destinatari VI Indicazioni sul presente manuale VI Indicazioni importanti per l utilizzatore VII Installazione 1.1 Istruzioni generali Impostazione degli elementi dell interruttore DIL Impostazione dell indirizzo Fieldbus Impostazione del baudrate Fieldbus Impostazione del protocollo Fieldbus Collegamento dei moduli CP Collegamento della tensione di esercizio Collegamento dell interfaccia Fieldbus Scelta dei cavi Collegamento dell interfaccia Fieldbus Terminale bus Messa in servizio 2.1 Preparazione del sistema CP per l esercizio nel Fieldbus Tensione di esercizio Salvataggio della configurazione Festo Configurazione Indirizzamento ABB Utilizzo della CPU CS 31 come master bus Utilizzo della stazione T200 / 07CS61 come master bus Klöckner-Moeller Indirizzamento degli ingressi/uscite CP FB5-E 9706NH III

5 Indice e avvertenze generali di sicurezza Diagnosi 3.1 LED del nodo bus Stato di esercizio normale Diagnosi tensione di esercizio POWER o POWER V LED diagnostico BUS ERROR Test delle valvole Preparazione della routine di prova Conclusione della routine di prova Diagnosi tramite il Fieldbus Festo ABB Klöckner-Moeller Correzione degli errori Comportamento dell unità di valvole CP in caso di anomalie Cortocircuito/Sovraccarico in un modulo di uscita Cortocircuito dell alimentazione dei sensori in un modulo di ingresso Appendice Tecnica A.1 Dati tecnici nodo Fieldbus CP FB5-E A-3 A.2 Indice A-5 IV CP FB5-E 9706NH

6 Indice e avvertenze generali di sicurezza Usi consentiti Il nodo Fieldbus CP-FB5-E descritto nel presente manuale è destinato esclusivamente all impiego come utente all interno dei seguenti bus di campo: Festo Fieldbus ABB Systembus SUCOnet K Il nodo Fieldbus CP-FB5-E è predisposto per il collegamento di moduli CP Festo. Il nodo CP va utilizzato esclusivamente: per gli usi consentiti nello stato originale senza apportare modifiche in condizioni tecnicamente perfette. In caso di collegamento di componenti da commercio, quali sensori e attuatori, è necessario attenersi ai valori limite per pressioni, temperature, dati elettrici, momenti ecc. Attenersi alle prescrizioni delle associazioni di categoria nonché alle prescrizioni VDE o alle norme nazionali equivalenti. CP FB5-E 9706NH V

7 Indice e avvertenze generali di sicurezza Destinatari Il presente manuale è rivolto esclusivamente a personale qualificato nelle tecniche di comando ed automazione che abbia esperienza nell installazione, messa in servizio, programmazione e diagnosi degli utenti Fieldbus. Indicazioni sul presente manuale Il presente manuale contiene informazioni specifiche sull installazione e la messa in servizio, sulla programmazione e la diagnosi del nodo Fieldbus CP 5 per l impiego nei suddetti sistemi di bus di campo. Informazioni su altri moduli CP sono contenute nelle singole descrizioni. La figura 0/1 ne fornisce una panoramica. VI CP FB5-E 9706NH

8 Indice e avvertenze generali di sicurezza Indicazioni importanti per l utilizzatore Categorie di pericolo Il presente manuale fornisce indicazioni sui pericoli che possono insorgere in caso di uso improprio del sistema CP. Tali avvertenze sono stampate in corsivo, incorniciate in un riquadro e contrassegnate ulteriormente da un pittogramma. Si distinguono le seguenti indicazioni: AVVERTENZA:... la mancata osservanza di quanto indicato può provocare danni a persone e cose. ATTENZIONE:... la mancata osservanza di quanto indicato può provocare danni a cose. NOTA:... occorre tenere in considerazione anche questo aspetto. CP FB5-E 9706NH VII

9 Indice e avvertenze generali di sicurezza Pittogrammi Le indicazioni di pericolo sono completate da pittogrammi e figure che evidenziano il tipo e le conseguenze dei pericoli. Vengono impiegati i seguenti pittogrammi: Movimenti incontrollabili di tubi flessibili scollegati. Movimenti indesiderati degli attuatori collegati. Alta tensione elettrica oppure: stati di commutazione indefiniti dell elettronica con relative conseguenze nei circuiti elettrici collegati. Elementi sensibili alle cariche elettrostatiche Il contatto con le superfici può causarne la distruzione. Simbologia nel testo Il punto contraddistingue attività che possono essere eseguite seguendo qualsiasi ordine. 1. Le cifre contraddistinguono quelle attività che devono essere eseguite nell ordine dei numeri, dall alto verso il basso. I trattini contraddistinguono elencazioni generiche. VIII CP FB5-E 9706NH

10 Indice e avvertenze generali di sicurezza Manualistica del sistema CP Periferiche Manuale "Sistema CP, installazione e messa in funzione" Contenuto Informazioni generali di base sul funzionamento, il montaggio, l installazione e la messa in servizio dei sistemi CP. Manuale "Nodi Fieldbus CP, programmazione e diagnosi" "Unità di valvole CP, parte pneumatica" "Moduli CP, parte elettronica" Contenuto Informazioni speciali su messa in servizio, programmazione e diagnosi in funzione del nodo utilizzato. Informazioni su montaggio, installazione e messa in servizio di unità di valvole CP. Informazioni su montaggio installazione e messa in funzione di moduli I/O CP. Fig. 0/1: Manualistica del sistema CP CP FB5-E 9706NH IX

11 Indice e avvertenze generali di sicurezza Nel presente manuale vengono usati i seguenti termini e abbreviazioni specifici del prodotto: Termine/ Abbreviazione O Sistema CP Moduli CP Connessione CP Cavo CP I Moduli I/O I/O Nodo Salvare (tasto SAVE) PLC/PC industriale Linea Configurazione di linea Significato Uscita digitale Sistema completo costituito dal nodo Fieldbus CP e da moduli CP Designazione generica dei diversi moduli integrabili in un sistema CP Connettore maschio o femmina sui moduli CP, che consente di allacciare i moduli con l ausilio del cavo CP Cavo speciale per l allacciamento dei diversi moduli CP Ingresso digitale Designazione generica dei moduli CP che mettono a disposizione ingressi ed uscite digitali (moduli di ingresso CP e moduli di uscita CP) Ingressi ed uscite digitali Nodo Fieldbus CP con/senza connessione Fieldbus, al quale vengono collegati i moduli I/O Salvataggio della configurazione attuale (I/O connessi); al riavviamento del sistema CP viene comparata l ultima configurazione salvata con la configurazione attuale. Eventuali differenze vengono segnalate dal lampeggio dei LED. Controllore logico programmabile/pc industriale Insieme dei moduli I/O collegati con la stessa linea ad un unica connessione del nodo Fieldbus Insieme di tutti i moduli I/O, collegati mediante linee ad un nodo Fieldbus CP (0...3) X CP FB5-E 9706NH

12 1. Installazione Capitolo 1 Installazione CP-FB5-E 9706NH 1-1

13 1. Installazione Indice 1. Installazione 1.1 Istruzioni generali Impostazione degli elementi dell interruttore DIL Impostazione dell indirizzo Fieldbus Impostazione del baudrate Fieldbus Impostazione del protocollo Fieldbus Collegamento dei moduli CP Collegamento della tensione di esercizio Collegamento dell interfaccia Fieldbus Scelta dei cavi Collegamento dell interfaccia Fieldbus Terminale bus CP FB5-E 9706NH

14 1. Installazione 1.1 Istruzioni generali AVVERTENZA: Prima di effettuare i lavori di installazione e manutenzione, scollegare quanto segue: alimentazione dell aria compressa alimentazione del nodo Fieldbus (pin 1 e 2) alimentazione dei moduli di uscita CP. In tal modo si evitano: movimenti incontrollabili di tubi flessibili scollegati. movimenti indesiderati degli attuatori collegati. stati di commutazione indefiniti dell elettronica. ATTENZIONE: Il nodo del sistema CP contiene elementi sensibili alle cariche elettrostatiche. Pertanto non toccare i componenti. Attenersi alle norme per la manipolazione di elementi sensibili alle cariche elettrostatiche. In questo modo si evita la distruzione dell elettronica del nodo. Le informazioni generali sull installazione dei componenti CP sono contenute nel manuale "Sistema CP". CP-FB5-E 9706NH 1-3

15 1. Installazione 1.2 Impostazione degli elementi dell interruttore DIL L interruttore DIL è ubicato sotto il coperchio nel nodo Fieldbus. AVVERTENZA: Prima della messa in funzione: verificare l impostazione del protocollo ed eventualmente anche del baudrate negli elementi dell interruttore DIL. Durante l esercizio: lasciare immutate le posizioni degli elementi dell interruttore DIL. In tal modo si evitano reazioni indesiderate degli attuatori collegati. 1 1 Interruttore DIL Fig. 1/1: Posizione dell interruttore DIL 1-4 CP FB5-E 9706NH

16 1. Installazione Interruttore dual-in-line Con l interruttore DIL si attivano le seguenti funzioni: protocollo Fieldbus baudrate Fieldbus (richiesto solamente con il protocollo Festo). Interruttore DIL (impostazione di fabbrica) Elemento dell interruttore 1 2 Descrizione della funzione Protocollo Festo: - per il baudrate Fieldbus vedere "Impostazione del baudrate Fieldbus". ABB CS 31 o SUCOnet K: - la regolazione dell interruttore non è significativa; gli elementi possono essere in qualsiasi posizione Per il protocollo Fieldbus vedere "Impostazione del protocollo Fieldbus". 6 CP-FB5-E 9706NH 1-5

17 1. Installazione Impostazione dell indirizzo Fieldbus NOTA: Il Master non è abilitato alla modifica degli indirizzi Fieldbus del sistema CP. Quest ultimo può essere indirizzato esclusivamente attraverso l indirizzo Fieldbus impostato nei selettori di indirizzi Selettore di indirizzi: UNITÀ Selettore di indirizzi: DECINE Fig. 1/2: Impostazione dell indirizzo Fieldbus nei selettori di indirizzi Per impostare l indirizzo Fieldbus del sistema CP occorre agire sui due selettori di indirizzi circolari. Ogni interruttore è contrassegnato da una scala numerica da 0 a 9. La freccia indica la cifra di unità o decine dell indirizzo Fieldbus impostato. 1-6 CP FB5-E 9706NH

18 1. Installazione Panoramica degli indirizzi Fieldbus impostabili NOTA: Gli indirizzi Fieldbus possono essere assegnati una sola volta per ogni Master. Rispettare le eventuali limitazioni del Master per quanto attiene all assegnazione di indirizzi Fieldbus. Suggerimento Assegnare gli indirizzi Fieldbus in ordine crescente. Adeguare eventualmente l assegnazione degli indirizzi Fieldbus alla struttura macchina dell impianto. Indirizzi Fieldbus impostabili PLC Indirizzo Range indirizzi Festo Indirizzo Fieldbus 1; 2;...; 98 ABB Procontic Indirizzo modulo CS 31 0; 1;...; 60*) Klöckner-Moeller 2;...; 98 *) Varia a seconda del sistema di comando e della struttura del sistema CP (vedi cap. 2.3) CP-FB5-E 9706NH 1-7

19 1. Installazione Procedura: 1. Scollegare la tensione di esercizio. 2. Assegnare al sistema CP un indirizzo Fieldbus non ancora occupato. 3. Con l ausilio di un cacciavite portare la freccia di ogni selettore di indirizzi sulla cifra delle unità o delle decine dell indirizzo Fieldbus da impostare. Esempi: Indirizzo Fieldbus impostato: Indirizzo Fieldbus impostato: Fig. 1/3: Esempio di impostazione di indirizzi Fieldbus 1-8 CP FB5-E 9706NH

20 1. Installazione Impostazione del baudrate Fieldbus NOTA: L impostazione del baudrate è richiesta solamente in presenza del protocollo Festo. Con i protocolli SUCOnet K e ABB CS 31 ha luogo un riconoscimento automatico del baudrate. In caso di impiego del protocollo Festo, il baudrate Fieldbus viene impostato negli elementi 1 e 2 dell interruttore DIL. Impostazione del baudrate Fieldbus (in kbaud) con il protocollo Festo Interruttore DIL 31,25 62,5 187,5 375 Fig. 1/4: Impostazione del baudrate Fieldbus in caso di impiego del protocollo Festo CP-FB5-E 9706NH 1-9

21 1. Installazione Impostazione del protocollo Fieldbus Per impostare il protocollo Fieldbus si deve intervenire sugli elementi dell interruttore DIL. Verificare innanzitutto sulla targhetta di identificazione qual è la versione hardware (HW) in uso. Impostazione per versioni hardware a partire dal 06/97 Interruttore DIL Fieldbus Festo ABB CS 31 Klöckner-Moeller SUCOnet K Fig. 1/5: Impostazione per versioni hardware a partire dal 06/97 Impostazione per versioni hardware fino al 05/97 Interruttore DIL Fieldbus Festo ABB CS 31 Klöckner-Moeller SUCOnet K Fig. 1/6: Impostazione per versioni hardware fino al 05/ CP FB5-E 9706NH

22 1. Installazione 1.3 Collegamento dei moduli CP AVVERTENZA: Per il collegamento dei moduli CP a una linea utilizzare gli speciali cavi CP Festo (tipo KVI-CP-1-...). La lunghezza complessiva del cavo di una linea non deve superare i 10 m. In tal modo si evitano: errori di trasmissione dati tra il nodo e i moduli CP collegati. Le informazioni generali sulle operazioni di installazione sono contenute nel manuale "Sistema CP, installazione e messa in funzione". 1.4 Collegamento della tensione di esercizio AVVERTENZA: allo scopo di ottenere un isolamento elettrico sicuro della tensione di esercizio, è indispensabile utilizzare un trasformatore di separazione a norme EN (IEC 742, DIN/VDE 0551) con resistenza di isolamento di almeno 4 kv. Le informazioni sulle operazioni di installazione, i cavi di collegamento e l assorbimento elettrico sono contenute nel manuale "Sistema CP, installazione e messa in funzione". CP-FB5-E 9706NH 1-11

23 1. Installazione 1.5 Collegamento dell interfaccia Fieldbus Scelta dei cavi NOTA: Osservare le specifiche dei cavi! Durante la trasmissione dei dati, in modo particolare in presenza di elevate velocità di trasmissione, si registrano fenomeni di riflessione e attenuazione dei segnali. Entrambi questi fenomeni possono comportare errori di trasmissione. La riflessione dei segnali può essere causata da: - assenza o collegamento errato della resistenza terminale - derivazioni. L attenuazione dei segnali può essere causata da: - trasmissione su lunghe distanze - inadeguatezza dei cavi impiegati. Se si utilizza il connettore maschio Festo con grado di protezione IP 65 è consentito l impiego di cavi di sezione mm. Festo I cavi indicati possono essere utilizzati per la trasmissione di dati sulle distanze specificate. Per distanze fino a 1000 m è consentito l impiego del seguente cavo (con le dovute limitazioni legate alla rigidità dielettrica): BELDEN 9841: cavo a coppie e doppia schermatura (cavetto 24AWG; 30 V) 1-12 CP FB5-E 9706NH

24 1. Installazione Cavi raccomandati in relazione al baudrate e alla distanza (vedi anche tabella seguente): A Cavo doppio coassiale (Twinax; cavetto 20AWG, 600 V): BICC H8106 Belden 8227 oppure 1162A Helektra HE-TW-K 105, cod. ord cavo a norme EN (linea A) B Cavo doppio coassiale schermato (cavetto 25AWG; 300 V) Belden 9271 C Cavo cordato a coppie completo di schermo (cavetto 20 AWG; 250 V) metallo DUE4001 n. art Helektra HE-DUE 4CY AWG20 cod. ord Baudrate (in kbaud) Cavi da utilizzare in relazione alla distanza (in m) ,5 62,5 31,25 AB AB ABC ABC -- A AC AC AC AC Fornitori BICC Deutschland GmbH, Düsseldorfer Str. 186, Neuss. Belden Electronics GmbH Fuggerstr. 2, Neuss. Helektra GmbH, Boschweg 12-16, Berlin 44. kabelmetal electro GmbH, Schafhofstr. 35, Nürnberg. Siemens AG, UB NK, Kistlerhofstr. 170, München 70. CP-FB5-E 9706NH 1-13

25 1. Installazione ABB (CS 31) / Klöckner-Moeller SUCOnet K Utilizzare per la linea Fieldbus un cavo bipolare ritorto e schermato. Verificare il tipo di cavo da impiegare nel manuale del PLC del sistema di comando in uso in considerazione della distanza e del baudrate Fieldbus impostato Collegamento dell interfaccia Fieldbus NOTA: Solo impiegando il connettore Festo è possibile assicurare il grado di protezione IP 65. Per il collegamento del sistema CP al Fieldbus, all interno del nodo è incorporato un connettore sub-d, che può essere utilizzato sia per le linee Fieldbus in ingresso che in uscita. Il nodo può essere collegato tramite il connettore sub-d con grado di protezione IP 65 Festo (cod. prod ). Il cavo di allacciamento al connettore sub-d Festo può avere un diametro esterno compreso tra 6 e 9 mm CP FB5-E 9706NH

26 1. Installazione NOTA: Per collegare i sistemi Fieldbus descritti nel presente manuale si utilizzano i pin 3 e 8. Occupazione dei pin (vista frontale del connettore) Pin Segnale Spiegazione Corpo n.c. n.c. RxD/TxD-P riservato riservato riservato n.c. RxD/TxD-N riservato schermo Fig. 1/7: Occupazione dei pin nell interfaccia Fieldbus non collegato non collegato positivo p. ricezione/trasmissione dati riservato (potenziale riferimento dati (M5V)) (positivo tensione di alimentazione / P 5V) non collegato negativo p. ricezione/trasmissione dati riservato direttamente collegato al corpo NOTA: Qualora si utilizzano connettori sub-d di altre marche: sostituire le due viti a testa piana con perni (TN ). CP-FB5-E 9706NH 1-15

27 1. Installazione Connettore Festo Il connettore Festo consente di collegare la schermatura con potenziale separato: Fissare lo schermo del cavo Fieldbus sotto la fascetta serracavi del connettore Festo (vedi figura). NOTA: Al suo interno, la fascetta serracavi del connettore Festo è connessa mediante collegamento capacitivo al corpo metallico del connettore sub-d. In tal modo si impedisce la conduzione di correnti transitorie attraverso lo schermo del cavo Fieldbus (vedi figura) Collegamento schermo, fascetta serracavi Collegamento al corpo del connettore sub-d Fig. 1/8: Collegamento dello schermo 1-16 CP FB5-E 9706NH

28 1. Installazione Specifiche di collegamento per le diverse marche NOTA: Verificare nel manuale del PLC l occupazione dei pin nel modulo di connessione Fieldbus. Specifiche di collegamento dei segnali Fieldbus per le diverse marche Pin Festo Connettore sub-d (IP 65) Modulo di connessione Fieldbus Festo Codifica segnali delle singole marche ABB CS 31 Klöckner-Moeller SUCOnet K sub-d a 9 poli DIN (circolare) a 5 poli corpo B A fascetta serracavi S+ S- schermo bus 1 bus 2 schermo 3 (T A/RA) 7 (TB/RB) 4 (schermo) 4 (TA/RA) 1 (TB/RB) corpo CP-FB5-E 9706NH 1-17

29 1. Installazione Terminale bus NOTA: Installare un terminale bus a entrambe le estremità della linea bus anche nel caso in cui il Master o il modulo di connessione si trovino a inizio linea. Se il sistema CP si trova all estremità del sistema Fieldbus, è necessario installare un terminale bus. Suggerimento: per questa installazione utilizzare il connettore sub-d precablato Festo (cod. prod ). Nel corpo di detto connettore è incorporata un apposita rete resistiva. Il terminale bus deve essere commutato manualmente (Off/On). Pin Pin Pin Pin 5 Pin 6 tensione di alimentazione Pin 3 RxD/TxD-P Pin 8 RxD/TxD-N Pin 5 DGND Fig. 1/9: Terminale bus 1-18 CP FB5-E 9706NH

30 2. Messa in servizio Capitolo 2 Messa in servizio CP FB5-E 9706NH 2-1

31 2. Messa in servizio Indice 2. Messa in servizio 2.1 Preparazione del sistema CP per l esercizio nel Fieldbus Tensione di esercizio Salvataggio della configurazione Festo Configurazione Indirizzamento ABB Utilizzo della CPU CS 31 come master bus Utilizzo della stazione T200 / 07CS61 come master bus Klöckner-Moeller Indirizzamento degli ingressi/uscite CP FB5-E 9706NH

32 2. Messa in servizio 2.1 Preparazione del sistema CP per l esercizio nel Fieldbus Tensione di esercizio NOTA: Deve essere predisposta un alimentazione separata della tensione di esercizio al nodo CP Fieldbus Salvataggio della configurazione NOTA: Il sistema CP deve essere adeguatamente predisposto alla messa in servizio (vedi manuale "Sistema CP"). Prima di mettere in funzione il sistema CP nel sistema Fieldbus procedere nel seguente modo: 1. Collegare la tensione di esercizio del nodo (vedi manuale "Sistema CP"). 2. Collegare i moduli CP. 3. Inserire la tensione di esercizio. 4. Salvare la configurazione premendo il tasto SAVE. 5. Disinserire la tensione di esercizio del nodo. CP FB5-E 9706NH 2-3

33 2. Messa in servizio 2.2 Festo Configurazione Procedura Il configuratore Fieldbus, che fa parte del software FST, coadiuva l operatore nella esecuzione della configurazione NOMINALE. Le procedure di controllo da menù e l utilizzo del software FST vengono descritti nel manuale FST del sistema di comando. 1. Impostare l indirizzo dell utente Fieldbus (sistema CP). 2. Selezionare il tipo di utente Fieldbus ("valve unit 10" per il sistema CP). 3. In corrispondenza delle voci "IW" e "OW" impostare il numero di ingressi/uscite occupati sotto forma di byte. Il numero di IW/OW deve essere uguale. NOTA: Nella videata di impostazione del configuratore Fieldbus figurano le diciture "EW" e "AW", che stanno a indicare le parole di ingresso e di uscita di 8 bit ciascuna. Impostare 2 EW e 2 AW per ogni linea (16 ingressi e 16 uscite). 2-4 CP FB5-E 9706NH

34 2. Messa in servizio Fig. 2/1: Esempio di configurazione con FST 203: selezione del sistema CP nell archivio-tipo Fig. 2/2: Esempio di configurazione con FST 203: impostazione del numero di parole di ingresso e di uscita CP FB5-E 9706NH 2-5

35 2. Messa in servizio Indirizzamento NOTA: Nel Fieldbus Festo il sistema CP viene indirizzato a byte. Si osservino le differenze rispetto all indirizzamento a parole di altri utenti Fieldbus. Indirizzamento degli ingressi/uscite Esempio L esempio seguente illustra l indirizzamento degli ingressi/uscite per l occupazione di 3 linee (indirizzo Fieldbus del sistema CP: 3). Master: Festo SF 3 Configurazione con FST200: 6 EW e 6 AW Indirizzo Fieldbus del sistema CP: CP FB5-E 9706NH

36 2. Messa in servizio O O3.0.7 I I3.0.7 I I O O3.4.3 I I3.4.7 I I Linea non utilizzata, range di indirizzi comunque occupato (riservato) I = ingresso; O = uscita Fig. 2/3: Indirizzamento del sistema CP Per un ulteriore approfondimento in merito all indirizzamento e alla programmazione consultare il manuale del PLC del sistema di comando in uso (ad es. il manuale Festo FST 200). CP FB5-E 9706NH 2-7

37 2. Messa in servizio 2.3 ABB Informazioni generali Il numero di ingressi/uscite di cui dispone un sistema CP è sempre diverso. L indirizzamento del sistema CP si basa sui criteri del CS 31-Systembus (bus di sistema CS 31). Il criterio di base per un sistema CP è il seguente: un indirizzo bus CS 31 completo contiene 16 bit. Anche un gruppo di estensione inferiore a 16 bit occupa un indrizzo bus CS 31 completo. Il collegamento del bus di sistema CS 31 all ABB Protonic T200 è soggetto alle seguenti condizioni: la codifica degli indirizzi degli ingressi e delle uscite è diversa rispetto a quella di una CPU del CS 31; nella tabella di configurazione della T200 vanno registrati gli identificativi specifici dei singoli componenti. NOTA: Per il nodo CP impostare preferibilmente un indirizzo compreso nel range n = Il limite superiore per l indirizzamento può quindi essere anche n+3 < CP FB5-E 9706NH

38 2. Messa in servizio Utilizzo della CPU CS 31 come master bus Un sistema CP è composto da: max. 64 uscite (valvole o uscite digitali) e max. 64 ingressi. Il seguente esempio illustra le possibilità di configurazione e di indirizzamento di un sistema CP nel bus di sistema CS 31. Linea occupata Sistema CP Ingressi/ uscite Uscite Codifica segnali con la CPU CS 31 Ingressi 0 16/16 O n,00... O n,15 I n,00... I n, /32 O n,00... O n,15 O n+1,00... O n+1, /48 O n,00... O n,15 O n+1,00... O n+1,15 O n+2,00... O n+2, /64 O n,00... O n,15 O n+1,00... O n+1,15 O n+2,00... O n+2,15 O n+3,00... O n+3,15 n = numero di stazione I n,00... I n,15 I n+1,00... I n+1,15 I n,00t... I n,15 I n+1,00... I n+1,15 I n+2,00... I n+2,15 I n,00... I n,15 I n+1,00... I n+1,15 I n+2,00... I n+2,15 I n+3,00... I n+3,15 Fig. 2/4: Possibilità di configurazione e di indirizzamento con la CPU CS 31 CP FB5-E 9706NH 2-9

39 2. Messa in servizio La CPU 07KR91 definisce la configurazione del bus di sistema CS 31 al momento dell inserzione senza necessitare di nessuna preimpostazione. NOTA: Utilizzando il flag di sistema KW 00,09 è possibile bloccare l elaborazione del programma, finché risulta presente il numero previsto di moduli I/O (incl. sistemi CP) nel bus di sistema CS 31. Esempio di indirizzamento con la CPU 07KR91 Nel nodo CP è stato impostato l indirizzo 12. Il sistema CP occupa 3 indirizzi bus CS 31 (48 uscite/48 ingressi). O12,0...O12,15 I12,0...I12,15 1 O14,0...O14,15 I14,0...I14,15 1 Linea non utilizzata, range di indirizzi comunque occupato (riservato) I = ingresso; O = uscita Fig. 2/5: Esempio di indirizzamento con una CPU 07KR CP FB5-E 9706NH

40 2. Messa in servizio Utilizzo della stazione T200 / 07CS61 come master bus La stazione T200 consente di collegare quattro bus di sistema CS 31. L accoppiatore 07CS61 più prossimo alla CPU T200 viene associato al numero 1 della linea. Ai bus successivi vengono assegnati in progressione i numeri 2, 3 e 4. Codifica segnali, ad es. I 1.20,05: linea 1, indirizzo nel nodo CP 20, ingresso 05. La capacità massima di ogni linea è di 1024 bit. Si calcolano anche i bit non utilizzati. Nell esempio successivo risultano occupati complessivamente 64 bit. Durante la compilazione del programma si deve aggiornare la CPU sulle configurazioni presenti su ogni linea: utilizzando il sistema di programmazione 07 PC 332, si scrivono nella tabella di configurazione gli identificativi relativi ai singoli componenti (AE 16 per ogni linea: vedi esempi). CP FB5-E 9706NH 2-11

41 2. Messa in servizio Esempi: identificativi dei componenti La lista di configurazione illustrata è riferita alla linea 1. Sistemi CP impostati: indirizzo del nodo CP: ingressi, 32 uscite indirizzo del nodo Fieldbus: ingressi, 64 uscite Fig. 2/6: Esempi di identificativi dei componenti 2-12 CP FB5-E 9706NH

42 2. Messa in servizio Utilizzo della T200/07CS61 come master bus L esempio seguente mostra le possibilità di configurazione e di indirizzamento di un sistema CP con la T200/07CS61 predisposta come master bus. Linea occupata Sistema CP T200- Identificativo componente Uscite Codifiche segnali con la CPU T200 / 07CS61 Ingressi 0 EA16 O I.n,00...O I.n,15 I I.n,00...I I.n,15 1 EA16 O I.n,00...O I.n,15 I I.n,00...I I.n,15 EA16 O I.n+1,00...O I.n+1,15 I I.n+1,00...I I.n+1,15 2 EA16 EA16 EA16 3 EA16 EA16 EA16 EA16 O I.n,00...O I.n,15 O I.n+1,00...O I.n+1,15 O I.n+2,00...O I.n+2,15 O I.n,00...O I.n,15 O I.n+1,00...O I.n+1,15 O I.n+2,00...O I.n+2,15 O I.n+3,00...O I.n+3,15 I = linea; n = indirizzo impostato I I.n,00...I I.n,15 I I.n+1,00...I I.n+1,15 I I.n+2,00...I I.n+2,15 I I.n,00...I I.n,15 I I.n+1,00...I I.n+1,15 I I.n+2,00...I I.n+2,15 I I.n+3,00...I I.n+3,15 Fig. 2/7: Possibilità di configurazione e indirizzamento in caso di utilizzo della T200 come master bus CP FB5-E 9706NH 2-13

43 2. Messa in servizio Esempio Indirizzamento in caso di utilizzo della T200/07C61 come CPU (linea 1): nodo CP: indirizzo 20 il sistema CP occupa 3 indirizzi bus CS 31 (48 segnali in uscita e 48 segnali in ingresso). O1.20,0...O1.20,15 I1.20,0...I1.20,15 1 O1.22,0...O1.22,15 I1.22,0...I1.22,15 1 Linea non utilizzata, range di indirizzi comunque occupato (riservato) I = ingresso; O = uscita Fig. 2/8: Esempio di indirizzamento in caso di utilizzo della T200/07CS61 come CPU 2-14 CP FB5-E 9706NH

44 2. Messa in servizio 2.4 Klöckner-Moeller Configurazione Ai fini dell impiego di un sistema CP all interno della rete SUCOnet K utilizzare i seguenti moduli : sistema CP max. 32 uscite / 32 ingressi (= 2 linee): SIS-K-06/07 sistema CP max. 64 uscite / 64 ingressi (= 4 linee): SIS-K-10/10 Nella figura seguente è riportato un esempio di configurazione del sistema CP in caso di utilizzo del PS4-201 come Master / 4 linee CP occupate 1 / 2 linee CP occupate Fig. 2/9: Procedura di configurazione nel SUCOnet K CP FB5-E 9706NH 2-15

45 2. Messa in servizio Impostazioni per la configurazione in Windows Per eseguire la configurazione dei partecipanti del bus si può utilizzare l apposito configuratore ("Topologie- Konfigurator") Klöckner-Moeller. 1 1 Icona dell unità di valvole CP - SIS-K-10/10 per l occupazione di 3 / 4 linee - SIS-K-06/07 per l occupazione di 1 / 2 linee Fig. 2/10: Configurazione in Windows NOTA: I file CFG richiesti per questa configurazione possono essere prelevati nel Mailbox Klöckner-Moeller (tel ) CP FB5-E 9706NH

46 2. Messa in servizio Indirizzamento degli ingressi/uscite Per l indirizzamento degli ingressi/uscite di un sistema CP si deve tenere presente che: il numero dell utente o del componente è sempre inferiore di un unità rispetto al numero di stazione impostato. Esempio: Indirizzo Fieldbus impostato per il sistema CP Numero del componente o dell utente Fig. 2/11: Esempio di assegnazione di componenti CP FB5-E 9706NH 2-17

47 2. Messa in servizio Esempio Configurazione Indirizzamento di ingressi/uscite Master: PS4-201 Indirizzo Fieldbus impostato 2 (= componente 1) RD RD SD SD SD SD RD RD SD SD SD SD Linea non utilizzata, range di indirizzi comunque occupato (riservato) I = ingresso; O = uscita Fig. 2/12: Esempio di indirizzamento degli ingressi/uscite con il PS CP FB5-E 9706NH

48 3. Diagnosi Capitolo 3 Diagnosi CP FB5-E 9706NH 3-1

49 3. Diagnosi Indice 3. Diagnosi 3.1 LED del nodo bus Stato di esercizio normale Diagnosi tensione di esercizio POWER o POWER V LED diagnostico BUS ERROR Test delle valvole Preparazione della routine di prova Conclusione della routine di prova Diagnosi tramite il Fieldbus Festo ABB Klöckner-Moeller Correzione degli errori Comportamento dell unità di valvole CP in caso di anomalie Cortocircuito/Sovraccarico in un modulo di uscita Cortocircuito dell alimentazione dei sensori in un modulo di ingresso CP FB5-E 9706NH

50 3. Diagnosi 3.1 LED del nodo bus I diodi luminosi (LED) sul nodo consentono una rapida diagnosi in loco dello stato di esercizio del sistema CP: LED specifico del bus LED della tensione di esercizio LED di linea Fig. 3/1: LED del nodo CP FB5 CP FB5-E 9706NH 3-3

51 3. Diagnosi Denominazione LED Funzione Significato BUS ERROR Comunicazione bus Lampeggia in presenza di errori nel collegamento con il Fieldbus o di errori di indirizzamento*). POWER POWER V Indicazione della tensione di esercizio per l elettronica interna Indicazione della tensione di esercizio per le valvole Èacceso quando è presente tensione di esercizio sul pin 1; il nodo è pronto. Èacceso, quando la tensione di esercizio delle valvole è regolare (pin 2); lampeggia quando la tensione di alimentazione < 20,4 V LED linea CP In fase di avviamento: lampeggia se la configurazione di linea è stata modificata rispetto all ultimo esercizio; durante l esercizio: è acceso se è interrotta una connessione CP; lampeggia in presenza di una configurazione non consentita Stato di esercizio normale Nello stato di esercizio normale sono accesi i seguenti LED sul nodo CP: ( = acceso; = lampeggiante; = spento) LED Stato di esercizio Correzione errore BUS ERROR POWER POWER V normale *) nessuna *) Klöckner-Moeller: il LED lampeggia fino al momento in cui il Master si collega per la prima volta con un ingresso/uscita del sistema CP. 3-4 CP FB5-E 9706NH

52 3. Diagnosi Diagnosi tensione di esercizio POWER o POWER V ( = acceso; = lampeggiante; = spento) LED Stato di esercizio Correzione errore POWER POWER V POWER POWER V POWER POWER V POWER Stato di esercizio normale oppure stato di esercizio normale, ma le valvole non commutano. Alimentazione aria compressa non regolare. Scarico del prepilotaggio bloccato. oppure Stato di esercizio normale, ma segnalazione di errore del LED BUS ERROR. La tensione di esercizio delle uscite (pin 2) non è presente. Unità di valvole CP difettosa. La tensione di esercizio delle valvole (pin 2) non rientra nei limiti di tolleranza. La tensione di esercizio dell elettronica (pin 1) non è presente. Errore hardware. Nessuna Verificare... l alimentazione dell aria compressa. i canali di scarico del prepilotaggio Vedere la segnalazione di errore del LED BUS ERROR. Sostituire il modulo CP. Verificare la tensione di esercizio delle valvole (pin 2). Verificare il collegamento della tensione di esercizio. Chiamare il servizio di assistenza. CP FB5-E 9706NH 3-5

53 3. Diagnosi LED diagnostico BUS ERROR Le segnalazioni possibili dello stato di esercizio del nodo CP Fieldbus sono riportate nella figura seguente: segnalazioni di errore BUS ERROR; ( = acceso; = lampeggiante; = spento) LED Stato di esercizio Correzione errore BUS ERROR (veloce) BUS ERROR (a intervalli di 1 sec.) BUS ERROR Indirizzo Fieldbus non consentito oppure Festo: impostazione errata di S1, S2. Collegamento Fieldbus non regolare. Possibili cause: indirizzo Fieldbus non corretto (ad es. indirizzo assegnato due volte) modulo di connessione Fieldbus disattivato o difettoso collegamento Fieldbus interrotto o interessato da cortocircuito / anomalia configurazione errata conf. nominale <> reale Klöckner-Moeller *). Solo per ABB CS 31: è presente un messaggio diagnostico, che può essere interrogato tramite il Fieldbus. Impostare un indirizzo Fieldbus corretto. Festo: 1;...; 98 ABB: 0;...; 60 K-M: 2;...; 98 Verificare... l impostazione dei selettori degli indirizzi il modulo di connessione Fieldbus il collegamento Fieldbus la configurazione. Vedere "Diagnosi tramite il Fieldbus". *) Klöckner-Moeller: il LED lampeggia fino al momento in cui il Master si collega per la prima volta con un ingresso/uscita del sistema CP. 3-6 CP FB5-E 9706NH

54 3. Diagnosi 3.2 Test delle valvole AVVERTENZA: Prima di iniziare il test: scollegare l alimentazione di aria compressa delle valvole. In caso di configurazione non memorizzata: memorizzare la configurazione presente. In tal modo si evitano: movimenti indesiderati o pericolosi degli attuatori. nuovo azionamento del tasto SAVE. ATTENZIONE: Questa funzione di prova si svolge in modo automatico all interno delle unità CP. Tutte le valvole vengono attivate e disattivate ciclicamente. Gli interblocchi o condizioni di commutazione del programma non vengono rispettati! Routine di prova Durante la routine di prova dell unità di valvole CP, tutte le valvole vengono inserite e disinserite ad intervalli di 1 secondo. CP FB5-E 9706NH 3-7

55 3. Diagnosi Preparazione della routine di prova 1. Disinserire le alimentazioni di tensione (pin 1 e 2) del nodo. 2. Disinserire l alimentazione di tensione dei moduli di uscita. 3. Rimuovere la copertura dell interruttore DIL. 4. Annotare la posizione dei selettori degli indirizzi e degli elementi dell interruttore DIL. 5. Impostare l indirizzo Fieldbus 99. Portare l elemento 1 dell interruttore DIL su ON. 6. Inserire le alimentazioni di tensione (pin 1 e 2). 7. Inizio della routine di prova: portare l elemento 1 dell interruttore DIL su OFF. Se all inizio della routine di prova si verificano degli errori, il LED rosso del nodo lampeggia velocemente. In tal caso occorre ripetere la procedura Conclusione della routine di prova 1. Disinserire le alimentazioni di tensione (pin 1 e 2) del nodo. 2. Portare i selettori degli indirizzi e gli elementi dell interruttore DIL nella posizione originaria. Terminata la routine di prova, inserire nuovamente le tensioni di esercizio: del nodo dei moduli di uscita. 3-8 CP FB5-E 9706NH

56 3. Diagnosi 3.3 Diagnosi tramite il Fieldbus Il sistema CP è in grado di rilevare i seguenti errori: Bit diagnostico KCP Significato Il sistema CP non è ancora pronto (nella fase di avviamento). Errore di configurazione. Lampeggio attuale/recente dei LED della linea. È stato azionato il tasto SAVE: la configurazione memorizzata è di estensione superiore/inferiore all attuale occupazione degli indirizzi nel Master Fieldbus. Uval Caduta della tensione di esercizio sulla linea CP (pin 2); tensione minima richiesta nel nodo CP: 10 V. Utol La tensione di alimentazione delle valvole CP (pin 2) è scesa sotto il limite minimo di tolleranza (< 20,4 V). Usen Messaggio generico: cortocircuito della tensione di alimentazione dei sensori. Uoff Messaggio generico: caduta della tensione di esercizio nei moduli di uscita. sc / o Messaggio generico: cortocircuito / sovraccarico nei moduli di uscita. ACP Messaggio generico: interruzione del collegamento a uno o più moduli CP (unità di valvole, modulo di ingresso/uscita). Fig. 3/2: Tabella dei bit diagnostici CP FB5-E 9706NH 3-9

57 3. Diagnosi Festo Utilizzando un PLC Festo è possibile analizzare direttamente tutte le informazioni diagnostiche mediante la creazione di una lista di errori nel Master, all interno della quale vengono inseriti e costantemente aggiornati tutti i bit diagnostici. Struttura del byte diagnostico N. bit Informazione diagnostica KCP Uval Utol Usen Uoff sc/o ACP -- Stato segnale 1 Significato Stato segnale "0": nessun errore Stato segnale "1": errore Fig. 3/3: Il byte diagnostico in Festo Per interrogare il byte diagnostico si può utilizzare il modulo di funzione 44 oppure l interprete dei comandi (CI). Per informazioni più dettagliate si rimanda al manuale del PLC del sistema di comando in uso CP FB5-E 9706NH

58 3. Diagnosi ABB Nell ambito del bus di sistema ABB CS 31, il sistema CP è equiparato a un modulo binario di input/output: tutte le CPU e gli accoppiatori adempiono alle funzioni generali di monitoraggio del bus di sistema CS 31, ad es. in caso di guasto completo di unità remote. Le CPU e gli accoppiatori del sistema CP leggono inoltre i messaggi diagnostici presenti (vedere "Byte diagnostico" nel presente capitolo). In relazione ai diversi livelli di capacità, i messaggi diagnostici vengono predisposti nei dettagli per l elaborazione e l interrogazione con l ausilio di apparecchi di prova. I messaggi nelle CPU e negli accoppiatori forniscono informazioni generali sullo stato del bus di sistema ABB CS 31 e delle unità remote. Le descrizioni delle CPU e degli accoppiatori sono reperibili nei rispettivi manuali ABB. Nella figura successiva è riportato un esempio di possibilità diagnostiche correlato ai seguenti componenti CPU 07KR91 accoppiatore 07CS61. CP FB5-E 9706NH 3-11

59 3. Diagnosi Esempio 1: CPU 07KR91 Bit diagnostico CP Significato Il sistema CP non è ancora pronto (nella fase di avviamento). Errore di configurazione. Lampeggio attuale/recente dei LED della linea. È stato azionato il tasto SAVE: la configurazione memorizzata è di estensione superiore/inferiore all attuale occupazione degli indirizzi nel Master Fieldbus. Messaggio generico: interruzione del collegamento a un modulo CP. Uval Caduta della tensione di carico sulla linea CP (pin 2); tensione minima richiesta nel nodo CP: 10 V. Utol La tensione di alimentazione delle valvole CP (pin 2) è scesa sotto il limite minimo di tolleranza (< 20,4 V). Usen Messaggio generico: cortocircuito della tensione di alimentazione dei sensori. Uoff Messaggio generico: interruzione dell alimentazione della tensione di carico ai moduli di uscita. sc / o Messaggio generico: cortocircuito / sovraccarico dei moduli di uscita. Fig. 3/5: Esempio di informazioni diagnostiche nella CPU 07KR CP FB5-E 9706NH

60 3. Diagnosi Struttura dei flag di errore ABB: FK3 = errore lieve FK4 = avvertenza M255,10 M 255,13 M 255,14 1 EW 255,00 EW 255, EW 255,01 EW 255, EW 255,02 EW 255,10 3 EW 255,03 EW 255,11 5 EW 255,04 EW 255,12 EW 255,05 EW 255,13 EW 255,06 EW 255,14 EW 255,07 EW 255,15 Legenda rilevamento errori nei sistemi CP Festo 1 15D = sistema CP non collegato 2 Tipo unità: 4 = ingressi/uscite binari 3 N. gruppo (indirizzo Fieldbus impostato, formato decimale) 4 1D = errore interno modulo (bit diagnostico del sistema CP: Uval, Usen, Uoff, Utol) 2D = rottura di fili (bit diagnostico del sistema CP: CP) 4D = sovraccarico / cortocircuito (bit diagnostico del sistema CP: sc / o) 5 N. prima linea: Numero della prima linea, in cui è stato riscontrato l errore 1; 2; 4 (0...3) occorso nel flag EW 255,08. Fig. 3/6: Struttura dei flag di errore nella CPU ABB 07KR91 CP FB5-E 9706NH 3-13

61 3. Diagnosi Esempio 2: accoppiatore 07CS61 Le informazioni diagnostiche del sistema CP vengono memorizzate nei seguenti flag di sistema: linea 1: FW linea 1: FW linea 1: FW linea 1: FW Esempio per la linea 1: FW 4104,02 FW 4104,03 = errore di configurazione = parola di stato 1 2 FW 4104,04 FW 4104,05 FW 4104,06 FW 4104,07 FW 4104,08 FW 4104,09 FW 4104,10 = parola di errore 1 = parola di errore 2 = parola di errore 3 = parola di errore 4 = parola di errore 5 = parola di errore 6 = parola di errore Configurazione errata Messaggio generico; codice errore: 1111 Nessun errore 1011 Errore unità remota *) 1101 Errore bus 1110 Errore unità seriale Fig. 3/7: Linea 1 (esempio): inserimento di informazioni diagnostiche (segue alla pagina successiva) 3-14 CP FB5-E 9706NH

62 3. Diagnosi (Segue dalla pagina precedente) 3 Codici di errore 0000 Nessun errore 1111 Sistema CP isolato dal bus; non si rileva nessuna reazione 1000 Cortocircuito 0100 Sovraccarico (sc / o) *) 0010 Rottura di fili (interruzione del collegamento sulla linea) 0001 Errore interno al sistema CP (Uval, Uoff, Usen, Utol) *) N. linea: = Modulo di input 1 = Modulo di input/output 1 = Sempre 0 nel sistema CP CS 31 Indirizzo del modulo (= indirizzo Fieldbus impostato) 0 = Modulo binario (= sistema CP) 1 = modulo analogico * Modificato dal sistema CP Fig. 3/8: Continuazione esempio linea 1: inserimento di informazioni diagnostiche CP FB5-E 9706NH 3-15

63 3. Diagnosi Klöckner-Moeller A seconda della estensione del sistema CP, il Master riceve il byte diagnostico dalla rete SUCOnet K attraverso il 5 o il 9 byte di ingresso (max. 2 linee oppure 3 o 4 linee). Maggiori dettagli possono essere desunti dall esempio successivo e nel manuale del PLC del sistema di comando. Esempio: scarico del byte diagnostico Master: PS4-201 Indirizzo Fieldbus del sistema CP: 2 ( = componente 1) Segmento di programma L RDB Byte diagnostico sistema CP n. 2 = MB 11 Fig. 3/9: Esempio di segmento di programma in Klöckner-Moeller N. bit Informazione diagnostica KCP* Uval* Utol* Usen* Uoff* sc / o* ACP* -- Stato segnale L o H 1 Significato Stato segnale L: nessun errore Stato segnale H: errore * Spiegazioni nel Cap. 3.3 Fig. 3/10: Struttura del byte diagnostico Klöckner-Moeller 3-16 CP FB5-E 9706NH

64 3. Diagnosi 3.4 Correzione degli errori Comportamento dell unità di valvole CP in caso di anomalie NOTA: Le valvole monostabili ritornano nella posizione di riposo. Le valvole bistabili rimangono nella posizione attuale. Se le valvole a 3 posizioni sono costituite da valvole CP, si portano in posizioni definite (con posizione centrale alimentata, in scarico o chiusa). CP FB5-E 9706NH 3-17

65 3. Diagnosi Cortocircuito/Sovraccarico in un modulo di uscita In caso di cortocircuito o sovraccarico: vengono disinserite tutte le uscite digitali del modulo, il LED verde "Diag" sul modulo di uscita lampeggia velocemente, il bit di cortocircuito/sovraccarico del byte diagnostico viene portato allo stato logico (sc / o). NOTA: Le uscite possono essere riattivate solamente se il cortocircuito / sovraccarico e l errore sono stati eliminati. Eliminazione dell errore Per eliminare l errore si devono ripristinare tutte e otto le uscite. Esistono diverse soluzioni: Possibile soluzione Portare tutte le uscite del modulo di uscita sullo "0" logico (RESET) oppure interrompere brevemente il collegamento della linea CP sul modulo di uscita CP oppure interrompere brevemente l alimentazione della tensione di esercizio del sistema CP sul nodo Fieldbus. Spiegazione Manualmente o automaticamente da programma. Le uscite del modulo di uscita vengono resettate automaticamente. Tutte le uscite del sistema CP vengono resettate automaticamente. In seguito a questa procedura, è possibile ripristinare le uscite sullo stato di "1" logico. Se è ancora presente il cortocircuito, le uscite vengono nuovamente disattivate CP FB5-E 9706NH

66 3. Diagnosi Cortocircuito dell alimentazione dei sensori in un modulo di ingresso In caso di cortocircuito o sovraccarico: viene disinserita l alimentazione elettrica ai sensori in tutti gli ingressi del modulo, il LED verde "Diag" sul modulo di ingresso lampeggia velocemente, il bit di errore del byte diagnostico viene portato allo stato logico "1" (sc / o). NOTA: Gli ingressi possono essere riattivati solamente se il cortocircuito / sovraccarico e l errore sono stati eliminati. Eliminazione dell errore Per eliminare l errore esistono diverse soluzioni: interrompere brevemente il collegamento della linea CP sul modulo di ingresso CP oppure interrompere brevemente l alimentazione della tensione di esercizio del sistema CP sul nodo Fieldbus. In seguito a questa procedura è possibile ripristinare gli ingressi. Se è ancora presente il cortocircuito/sovraccarico, riappare la segnalazione di errore. CP FB5-E 9706NH 3-19

67 3. Diagnosi 3-20 CP FB5-E 9706NH

68 A. Appendice Appendice A Appendice Tecnica CP FB5-E 9706 NH A-1

69 A. Appendice Indice Appendice Tecnica A.1 Dati tecnici nodo Fieldbus CP FB5-E A-3 A.2 Indice A-5 A-2 CP FB5-E 9706 NH

70 A. Appendice A.1 Dati tecnici nodo Fieldbus CP FB5-E Generalità Intervallo di temperatura: esercizio stoccaggio/trasporto Umidità relativa dell aria Grado di protezione a norme EN Connettore innestato oppure munito di cappuccio di protezione - 5 o C o C -20 o C o C 95 %, senza formazione di condensa IP 65 Tensione di esercizio elettronica e moduli di ingresso Pin 1 Tensione di esercizio valore nominale tolleranza Assorbimento elettrico pin 1 nodo FB5-E elettronica del sistema CP Ondulazione residua (Ripple) Durata ammissibile della caduta di tensione 24 VCC 20,4...26,4 V 250 ma vedere descrizione "sistema CP", cap , Tabella assorbimento elettrico 4 Vss (entro i valori di tolleranza) 20 ms Compatibilità elettromagnetica Emissione interferenze misurata in conformità con EN Immunità alle interferenze misurata in conformità con EN valore limite classe B CP FB5-E 9706 NH A-3

71 A. Appendice Tensione di esercizio elettrovalvole unità di valvole CP Pin 2 Tensione di esercizio valore nominale tolleranza Assorbimento elettrico pin 2 nodo FB5-E Ondulazione residua (Ripple) Durata ammissibile della caduta di tensione 24 VCC 20,4...26,4 V Somma di tutte le elettrovalvole CP attivate; vedere descrizione "CP Parte Pneumatica" 4 Vss (entro i valori di tolleranza) 20 ms Fieldbus Esecuzione Tipo di trasmissione Protocolli - impostazione mediante interruttori RS 485, privo di potenziale seriale, asincrona, semiduplex Fieldbus Festo ABB Procontic CS 31 SUCOnet K Velocità di trasmissione 31,25 kbaud 62,5 kbaud 187,5 kbaud 375 kbaud Lunghezza dei cavi Tipo di cavo max m vedere manuale sistema di comando Carico ammissibile positivo tensione di alimentazione (P5V) pin 6 max. 40 ma A-4 CP FB5-E 9706 NH

Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi. Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S

Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi. Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S Indice e avvertenze generali di sicurezza Autori: Redattori: Layout: Fotocomposizione: H.-J.

Dettagli

MANUALE - PROFIBUS DP

MANUALE - PROFIBUS DP MANUALE - PROFIBUS DP Le valvole Heavy Duty Multimach - Profibus DP consentono il collegamento di isole HDM ad una rete Profibus. Conformi alle specifiche Profibus DP DIN E 19245, offrono funzioni di diagnostica

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 Sistemi di installazione intelligente INDICE 1 GENERALE... 4 2 CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 2.1 DATI TECNICI... 5 3 MESSA IN SERVIZIO...

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Interfaccia EIB - centrali antifurto

Interfaccia EIB - centrali antifurto Interfaccia EIB - centrali antifurto GW 20 476 A 1 2 3 1 2 3 4 5 Terminali bus LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione indirizzo fisico Cavo di alimentazione linea seriale Connettore

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH 1 INTRODUZIONE INTRODUZIONE DATI TECNICI GENERALI Connessioni bocche valvole Attacco alimentazione piloti sul terminale tipo 1-11 Numero massimo piloti Numero massimo valvole

Dettagli

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP 16B0221A3 Interfacciamento via PROFIBUS- DP Agg. 03/05/04 R.00 Versione D3.09 Italiano Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze contenute

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia

Dettagli

Serie H Manuale di funzionamento elettrico

Serie H Manuale di funzionamento elettrico pagina 1/57 Serie H Manuale di funzionamento elettrico Nodo Fieldbus PROFIBUS-DP Conforme alla normativa IEC 61158/61784 pagina 2/57 Istruzioni di sicurezza Per usare questo prodotto in modo sicuro, è

Dettagli

Contatore d impulsi S0

Contatore d impulsi S0 Informazioni tecniche www.sbc-support.com Contatore d impulsi S con Modbus Il modulo S-Modbus è un apparecchio per la raccolta di impulsi S. Con questo modulo i dati di consumo di qualsiasi contatore con

Dettagli

Contatori di energia trifase per convertitore di misura di corrente elevata con interfaccia seriale S-Bus

Contatori di energia trifase per convertitore di misura di corrente elevata con interfaccia seriale S-Bus Informazioni tecniche www.sbc-support.com Contatori di energia trifase per convertitore di misura di corrente elevata con interfaccia seriale S-Bus I contatori di energia con un interfaccia S-Bus consentono

Dettagli

M1600 Ingresso/Uscita parallelo

M1600 Ingresso/Uscita parallelo M1600 Ingresso / uscita parallelo M1600 Ingresso/Uscita parallelo Descrizione tecnica Eiserstraße 5 Telefon 05246/963-0 33415 Verl Telefax 05246/963-149 Data : 12.7.95 Versione : 2.0 Pagina 1 di 14 M1600

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

Accessori per i controllori programmabili Saia PCD Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico omazione Stazioni di aut aggio ollo e

Accessori per i controllori programmabili Saia PCD Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico omazione Stazioni di aut aggio ollo e 77 1.7 Accessori per i controllori programmabili Saia PCD 1.7.1 Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico I cavi di sistema preconfezionati e i moduli per le morsettiere di conversione rendono

Dettagli

ABB i-bus KNX Interfaccia universale, 2 canali, FM US/U 2.2

ABB i-bus KNX Interfaccia universale, 2 canali, FM US/U 2.2 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto L apparecchio possiede due canali che possono essere configurati con il software ETS a scelta come ingresso o uscita. Con i cavi di collegamento di colore

Dettagli

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso!

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM elero Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! elero Italia S.r.l. Via A. Volta, 7 20090 Buccinasco (MI) info@elero.it www.elero.com 309025 02 Nr. 18 100.4602/0605

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

- 15G0078A120 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB

- 15G0078A120 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB - 5G0078A0 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-/ASAB Emesso il 5/06/0 R. 0 Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze

Dettagli

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6. D07_01_010_F-FED D07_01_009_E-FED Unità operative FED, Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.02 Interfaccia PC/stampante (FED-90) Clock interno 2003/10 Con riserva

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di ingresso binari BE/S. Questo manuale

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP

ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP Documentazione Profibus-DP ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP PxxDocSTD R4/0/701 1 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI: 1. Procedura di installazione meccanica:...3 2. Procedura d installazione

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.3

Manuale Controllo Accesso V 0.3 & Manuale Controllo Accesso V 0.3 Ottobre 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

KEYSTONE. OM8 - EPI 2 Modulo interfaccia AS-i Manuale di istruzione. www.pentair.com/valves. Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1

KEYSTONE. OM8 - EPI 2 Modulo interfaccia AS-i Manuale di istruzione. www.pentair.com/valves. Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1 KEYSTONE Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1 2 Installazione 1 3 Dettagli sulla comunicazione 1 5 Descrizione del modulo interfaccia AS-i OM8 2 5 Protocollo interfaccia AS-i 3 6 Interfaccia

Dettagli

* = Marchio registrato da Hilgraeve. Pag 1 di 6 http://www.aurelwireless.com - email: rfcomm@aurel.it

* = Marchio registrato da Hilgraeve. Pag 1 di 6 http://www.aurelwireless.com - email: rfcomm@aurel.it Il WIZ-903-A8 è un radiomodem stand-alone, completo di antenna integrata su PCB, che consente la ricetrasmissione half-duplex di dati digitali in formato TTL RS-232. E possibile interfacciarlo direttamente

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Fascicolo centralina Eco2 Revisione: GG.01.05-04 Autore: Giorgio Gentili Centralina elettronica ECO2 La centralina ECO2 offre una ampia flessibilità

Dettagli

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 Documentazione tecnica VISY-X Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 FAFNIR GmbH Bahrenfelder Str. 19 22765 Hamburg Tel: +49 /40 / 39 82 07-0 Fax: +49 /40 / 390 63 39 Indice 1 Informazioni

Dettagli

KERN YKD Version 1.0 1/2007

KERN YKD Version 1.0 1/2007 KERN & Sohn GmbH Ziegelei 1 D-72336 Balingen-Frommern Postfach 40 52 72332 Balingen Tel. 0049 [0]7433-9933-0 Fax. 0049 [0]7433-9933-149 e-mail: info@kern-sohn.com Web: www.kern-sohn.com I Istruzioni d

Dettagli

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1411a [8041794]

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1411a [8041794] Terminale CPX Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Descrizione Modulo master CTEL I-Port 574604 1411a [8041794] Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Traduzione delle istruzioni originali P.BE-CPX-CTEL-IT

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

PLC Simatic. Serie S7-200

PLC Simatic. Serie S7-200 PLC Simatic I sistemi Simatic prodotti dalla Siemens mettono a disposizione dell utente una vasta gamma di PLC con caratteristiche differenti e adatti per le più svariate applicazioni come quelli appartenenti

Dettagli

Guida rapida. SIPOS 5 Flash ECOTRON. www.sipos.de. Im Erlet 2 D-90518 Altdorf. Tutti i diritti riservati! SIPOS Aktorik GmbH

Guida rapida. SIPOS 5 Flash ECOTRON. www.sipos.de. Im Erlet 2 D-90518 Altdorf. Tutti i diritti riservati! SIPOS Aktorik GmbH 0 Edizione 07.09 Tutti i diritti riservati! SIPS Aktorik GmbH Im Erlet D-9058 Altdorf www.sipos.de Codice di ordinazione: Y070.49/IT Guida rapida SIPS 5 Flash ECTRN 70 70 Informazioni generali Questa guida

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA MANUALE OPERATIVO PREMESSA Con l acquisto del convertitore DC/DC il cliente si impegna a prendere visione del presente manuale e a rispettare e far

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione MANUALE UTENTE G-MOD Manuale di installazione, uso e manutenzione A Gennaio 2015 Prima Versione S. Zambelloni M. Carbone Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione Rev.A Pag. 1 di 16 Le informazioni

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONE CONV 61850. TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783. http://www.tecsystem.it R. 1.

MANUALE D ISTRUZIONE CONV 61850. TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783. http://www.tecsystem.it R. 1. MANUALE D ISTRUZIONE TECSYSTEM S.r.l. 20094 Corsico (MI) Tel.: +39-024581861 Fax: +39-0248600783 http://www.tecsystem.it R. 1.1 01/01/12 1) SPECIFICHE TECNICHE ALIMENTAZIONE Valori nominali 24 VAC-DC ±10%

Dettagli

Big-wifi Descrizione e modalità d uso

Big-wifi Descrizione e modalità d uso TELECONTROLLO VIA RETE BIG-WIFI Big-wifi Descrizione e modalità d uso Rev.1509-1 - Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. IL TELECONTROLLO BIG-WIFI... 3 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 3 1.1.1. Uscite open-collector...

Dettagli

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1601b [8059469]

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1601b [8059469] Terminale CPX Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Descrizione Modulo master CTEL I-Port 574604 1601b [8059469] Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Traduzione delle istruzioni originali P.BE-CPX-CTEL-IT

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760)

Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760) s Agosto 1996 8 123 UNIGYR Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760) Scala 1 : 2 Moduli di misura per due ingressi indipendenti di: - resistenze variabili

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio e controllo carichi è un apparecchio di serie di design Pro M per l installazione nei sistemi di distribuzione. L apparecchio

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

ABB i-bus KNX Attuatore per veneziane/tapparelle con calcolo durata movimento e comando manuale 4c, 24 V CC, MDRC JRA/S 4.24.5.

ABB i-bus KNX Attuatore per veneziane/tapparelle con calcolo durata movimento e comando manuale 4c, 24 V CC, MDRC JRA/S 4.24.5. Dati tecnici 2CDC506064D0902 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto L attuatore per veneziane/tapparelle a 4 canali con calcolo automatico della durata del movimento comanda azionamenti indipendenti a

Dettagli

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Generalità pag. 2 Caratteristiche pag. 2 Modo di funzionamento pag. 3 Collegamenti pag. 3 Visualizzazioni pag. 4 Eventi pag. 4 Allarme pag. 4 Tamper pag. 4 Batteria scarica

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Micromoduli. Tipologia di Micromoduli. Tipologia di Espansioni SCHEDA 3.0.0

Micromoduli. Tipologia di Micromoduli. Tipologia di Espansioni SCHEDA 3.0.0 Micromoduli Un notevole punto di forza delle centrali ESSER è dettato dall estrema modularità di queste centrali. L architettura prevede l utilizzo di micromoduli, schede elettroniche inseribili all interno

Dettagli

Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave

Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave Accessori Serie 00 Presa diritta alimentazione PG9 00.F0.00.00 0 V SHIELD + NODO + UTILIZZI 00..00-0..00-00..08I - 00..6I Spina diritta per bus DeviceNet 00.M0.00.00 (CAN_SHIELD) (CAN_V+) CAN_GND CAN_H

Dettagli

PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_003 rev.02 Pag. 1 PANNELLO A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 TRASDUTTORE ASITA CVM-MINI MANUALE UTENTE italiano P_003 rev.02 Pag. 2 P_003 rev.02 Pag. 3 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 4 2. DESCRIZIONE

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.2

Manuale Controllo Accesso V 0.2 & Manuale Controllo Accesso V 0.2 Luglio 2012 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Me.Si. V.7 DISPOSITIVO per il RISPARMIO di COMBUSTIBILE negli IMPIANTI di RISCALDAMENTO Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Che cos'è Me.Si. è un prodotto rivoluzionario e brevettato che consente di

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus Micaela Caserza Magro Genoa Fieldbus Competence Centre srl Via Greto di Cornigliano 6r/38 16152 Genova

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools MANUALE D USO WEB CONTROLLI NETOOLS Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools Rev.1309 Pag.1 di - 111 - www.carrideo.it INDICE 1. I WEB CONTROLLI NETOOLS... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

Sistema di monitoraggio TAPGUARD 260

Sistema di monitoraggio TAPGUARD 260 Sistema di monitoraggio TAPGUARD 260 Supplemento 2205019/02 Descrizione del protocollo MODBUS RTU Tutti i diritti riservati a Maschinenfabrik Reinhausen Sono vietati la distribuzione e la riproduzione

Dettagli

IJ TRASDUTTORE DI PRESSIONE DI MELT PER INIEZIONE Uscita 0-10V o CANopen

IJ TRASDUTTORE DI PRESSIONE DI MELT PER INIEZIONE Uscita 0-10V o CANopen IJ TRASDUTTORE DI PRESSIONE DI MELT PER INIEZIONE Uscita 0-0V o CANopen I sensori della serie IMPACT, sono trasmettitori di pressione, senza fluido di trasmissione, concepiti per l utilizzo in ambienti

Dettagli

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO IL CONTROLLO DI UN PROCESSO 1 IL CONTROLLO DI UN PROCESSO Schema a blocchi 2 Il controllore può essere: A LOGICA CABLATA A LOGICA PROGRAMMABILE 3 CONTROLLORE A LOGICA CABLATA (*) (Wired Logic Control)

Dettagli

Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 704339 / 02 08 / 2010

Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 704339 / 02 08 / 2010 Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 IT 704339 / 02 08 / 2010 Indice 1 Indicazioni di sicurezza3 2 Uso conforme 4 2.1 Campo d'impiego 4 2.2. Funzionamento 4 3 Montaggio 5 3.1 Luogo di montaggio 5 3.2

Dettagli

ADX. Misuratore di coppia. Manuale Utente Ver. 2.10. (Da versione FW 1.20 in poi) 1 / 1

ADX. Misuratore di coppia. Manuale Utente Ver. 2.10. (Da versione FW 1.20 in poi) 1 / 1 ASA-RT srl -- Strada del Lionetto, 16/a 10146 Torino ITALY Tel: +39 011 796 5360884 333r.a.. Fax: +39 011712 19835705 339 E_mail: info@asa-rt.com Url: www.asa-rt.com ADX Misuratore di coppia Manuale Utente

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E I nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E sono ideali per il controllo di luci, ventole, piccoli automatismi

Dettagli

Descrizione dell Applicazione

Descrizione dell Applicazione IC00B01DMXFI01010004 Descrizione dell Applicazione Gateway KNX / DMX IC00B01DMX 1/12 DESCRIZIONE GENERALE Il Gateway KNX/DMX è un interfaccia tra il bus KNX ed il bus DMX512. Combina elementi building

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO Libretto d istruzioni CLEVER CONTROL & DISPLAY Made in Italy Cod. 31/03/05 DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO AVVERTENZE Prima di usare il prodotto leggere attentamente queste

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

Sistema PICnet - PN Digiterm

Sistema PICnet - PN Digiterm Sistema PICnet - PN Digiterm PN DIGITERM - modulo di termoregolazione e gestione camera Il modulo PN DIGITERM è costituito da un modulo da guida DIN (6m) per le connessioni con le apparecchiature e da

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

Manuale d uso. Display remoto MT-1 ITALIANO

Manuale d uso. Display remoto MT-1 ITALIANO Manuale d uso Display remoto MT-1 per regolatore di carica REGDUO ITALIANO Il display remoto MT-1 è un sistema per monitorare e controllare a distanza tutte le funzioni dei regolatori RegDuo. Grazie al

Dettagli

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso.

Italiano. Manuale di uso e installazione. Serie GSM. MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Italiano Serie GSM MINI Manuale di uso e installazione MINI Rev. 6 01/2015 MITECH srl si riserva di modificare i dati senza preavviso. Indice Descrizione delle funzioni del dispositivo 3 Descrizione dei

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

Centralina SC3. cod.3401005

Centralina SC3. cod.3401005 cod.3401005 Descrizione Centralina per sistemi di riscaldamento e di riscaldamento ad energia solare, a 3 circuiti 3 uscite con regolazione del numero di giri e 1 uscita a potenziale zero, 8 ingressi per

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di uscita SA/S con i loro programmi applicativi

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida Guida rapida PumpDrive 4070.801/2--40 Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento Varianti di montaggio: Montaggio su motore (MM) Montaggio a parete (WM) Montaggio in quadro

Dettagli

GEMNIS CS MF201M0-P. Modulo multifunzione pre-programmato CS MF. Struttura codice 5/69. Introduzione

GEMNIS CS MF201M0-P. Modulo multifunzione pre-programmato CS MF. Struttura codice 5/69. Introduzione H Modulo multifunzione pre-programmato CS MF Introduzione Un numero crescente di utilizzatori desidera prodotti che svolgano più funzioni di sicurezza senza però la complessità di gestione di un PLC di

Dettagli

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Manuale di Prodotto Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Sommario Sommario 1 Caratteristiche tecniche... 4 1.1 Modulo 2 ingressi binario 1 interruttore...

Dettagli

SERIE 80 Temporizzatore modulare 16 A. Multitensione Multifunzione

SERIE 80 Temporizzatore modulare 16 A. Multitensione Multifunzione SERIE Temporizzatore modulare 16 A SERIE Temporizzatori multifunzione e monofunzione.01.11.01 - Multifunzione & multitensione.11 - Ritardo all'inserzione, multitensione Larghezza 17.5 mm Sei scale tempi

Dettagli

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione Istruzioni di installazione IEM 6 720 612 399-00.1O Istruzioni di installazione Modelli e brevetti depositati Réf.: 6 720 614 832 IT (2008/03) OSW Passione per servizio e comfort Indice Indice Informazioni

Dettagli

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato Gruppo di alimentazione Gruppo di alimentazione supplementare indirizzato per sistemi di rivelazione e di segnalazione d incendio per edifici. Tensione nominale di alimentazione

Dettagli

Elettrovalvole ad azionamento diretto 1 0 mm

Elettrovalvole ad azionamento diretto 1 0 mm ELETTROVALVOLE 0 e 5 mm Elettrovalvole ad azionamento diretto 0 mm seriedm DESCRIZIONE Le elettrovalvole serie DM sono prodotte nella funzione pneumatica / N.C. con l'interfaccia a norma ISO 5 8 e nelle

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCB138V24 è stato progettato per risultare idoneo all impiego con tutti i tipi di apparecchiature,

Dettagli

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II it Istruzioni per il montaggio e l'impiego Radioricevitore da incasso VC420-II, radioricevitore a sbalzo VC410-II Informazioni importanti per: il montatore / l'elettricista

Dettagli

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Modello n. AJ- E AJ-PCD10 Collegare l'unità a schede di memoria al personal computer prima di installare il software P2 nel computer dal CD di installazione.

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

LINETRAXX VMD460-NA. Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT. Energia in sicurezza

LINETRAXX VMD460-NA. Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT. Energia in sicurezza LIETRAXX -A Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT -A_D00001_01_D_XXIT/09.2015 Energia in sicurezza LIETRAXX -A Sistema di protezione d'interfaccia

Dettagli

MANUALE TASTIERA A CODICE PIN

MANUALE TASTIERA A CODICE PIN Manuale_PinCode_IT.doc Versione: febbraio 2012 2 1.0 ASPETTI GENERALI 4 1.1 Indicazioni di sicurezza 4 1.2 Descrizione del prodotto 5 2.0 DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO. 5 2.1 Funzionamento 5 2.2 Stati

Dettagli

Contatto. ModMETEO. Il modulo ModMETEO riporta il valore di 3 parametri: temperatura intensità della luce del giorno (luminosità) velocità del vento

Contatto. ModMETEO. Il modulo ModMETEO riporta il valore di 3 parametri: temperatura intensità della luce del giorno (luminosità) velocità del vento : modulo di rilevamento delle condizioni meteo per bus Il modulo consente il rilevamento di vari parametri meteorologici. Il modulo si interfaccia da un lato con il bus e dall'altro con uno speciale sensore

Dettagli

MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1

MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1 MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1 MONOGRAFIA DESCRITTIVA EDIZIONE Febbraio 2004 MON. 206 REV. 2.0 1 di 7 INDICE 1.0 GENERALITÁ 3 2.0 INTERFACCE 3 3.0 CARATTERISTICHE

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio carico è un apparecchio a installazione in serie dal design Pro M da installare nei sistemi di distribuzione. La corrente di

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA il carico viene trasferito automaticamente, senza soluzione di continuità, sulla rete di soccorso. Quando vengono ripristinate le normali condizioni di funzionamento, il carico è ritrasferito automaticamente

Dettagli