SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa"

Transcript

1 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa Check up informativo di Fondo di Investimento SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa Unindustria Reggio Emilia presenta un offerta di servizi in materia di credito e finanza d impresa riservati in esclusiva alle imprese associate. Una serie di interventi di immediato impiego aziendale proposti con particolare attenzione alle piccole e medie imprese, che mirano a creare valore in azienda anche attraverso la collaborazione di qualificati specialisti. Opportunità, in diversi casi completamente gratuite, in altri a pagamento ma a condizioni convenzionate di particolare favore. 1

2 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa Check up informativo di Fondo di Investimento Indice Servizi Pagina Check up Bancario... 3 Check up Derivati... 4 Check up Assicurazioni... 6 Desk del Credito... 7 Baldi s Rating... 9 Convenzioni Bancarie Fondo di Investimento SGR Informativo ELITE Desk Credito e Finanza d impresa Carla Ferrari Lucia Vergalli tel fax

3 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa CHECK Check up UP informativo di BANCARIO Fondo di Investimento I servizi del CHECKUP BANCARIO possono essere attivati singolarmente oppure congiuntamente, in base alle esigenze espresse dall azienda associata richiedente e servono a verificare la correttezza delle pattuizioni e degli oneri finanziari applicati ai rapporti di conto corrente bancario. Per accedere, l azienda dovrà compilare e trasmettere il Modulo di Adesione. SERVIZIO DI CHECK UP BANCARIO GRATUITO Sulla base della documentazione fornita dall azienda, si provvede ad analizzare il rapporto di conto corrente e gli impegni fideiussori in essere. Tale attività è finalizzata a fornire indicazioni sulla eventuale presenza di anatocismo, di usura, di violazioni sulla pattuizione delle condizioni e di invalidità degli impegni fideiussori. Verifiche Documentali 1. Analisi della documentazione relativa ai conti correnti bancari. 2. Indicazione della presenza di anatocismo. 3. Indicazione della presenza di violazioni sulla pattuizione delle condizioni. 4. Indicazione della eventualità di violazioni in materia di usura. 5. Analisi degli impegni fideiussori con indicazione di eventuale invalidità degli stessi. Determinazione del danno Stima degli obblighi restitutori a carico della Banca sulla base della documentazione acquisita. Strategie Indicazione delle possibili strategie attuabili dal cliente. L azienda riceverà un report in cui vengono evidenziati i risultati dell analisi svolta. SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE CONVENZIONATO Se dai risultati dell analisi di Check-up Bancario emergesse l applicazione di pratiche non corrette o, peggio, illegali, l azienda associata potrà chiedere di usufruire dell assistenza legale per la ripetizione di quanto indebitamente percepito d Banca, salvo i maggiori danni. Determinazione del danno A seguito dell analisi delle risultanze emerse dal check-up bancario si provvede ad individuare l oggetto dell eventuale reclamo. Assistenza pre-reclamo Si forniscono bozze di lettere che l azienda utilizzerà per fare richieste Banca. Assistenza al Reclamo ed Trattativa Extra-Giudiziale Si provvede redazione ed invio Banca del reclamo formale. Nel corso della trattativa extra-giudiziale, si affianca l azienda negli incontri con la Banca, si analizza l eventuale proposta di accordo sia sotto il profilo economico che legale, si assiste l azienda nella fase di stipula dell accordo extra-giudiziale. Assistenza al Reclamo e al Recupero Giudiziale Si provvede redazione ed invio Banca del reclamo formale. In mancanza di accordo, si procede citazione in giudizio della Banca assistendo l azienda in tutte le sedi fino al pronunciamento della sentenza. Il servizio di assistenza legale è effettuato in collaborazione con un network di professionisti. 3

4 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa CHECK Check up UP informativo di DERIVATI Fondo di Investimento I servizi del CHECKUP DERIVATI possono essere attivati singolarmente oppure congiuntamente, in base alle esigenze espresse dall azienda associata richiedente e servono a verificare la correttezza delle pattuizioni e degli oneri applicati ai contratti finanziari. Per accedere, l azienda dovrà compilare e trasmettere il Modulo di Adesione. SERVIZIO DI CHECK UP DERIVATI GRATUITO Sulla base della documentazione fornita dall azienda, si provvede ad analizzare i contratti finanziari in corso. Tale attività intende fornire indicazioni sui contratti stipulati, sulla loro finalità (copertura rischio o speculativa), sulla loro rischiosità e sulla presenza di commissioni occulte. Verifiche Documentali 1) Analisi della documentazione relativa alle operazioni in derivati. 2) Elenco contratti stipulati. 3) Determinazione delle finalità degli strumenti derivati stipulati (copertura o speculazione). 4) Considerazioni sulla rischiosità degli strumenti derivati stipulati. 5) Indicazione della presenza di commissioni occulte. Determinazione del danno Stima degli obblighi restitutori a carico della Banca sulla base della documentazione acquisita. Strategie Indicazione delle possibili strategie attuabili dal cliente. L azienda riceverà un report in cui vengono evidenziate le risultanze dell analisi svolta. SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE CONVENZIONATO Se dai risultati dell analisi di Check-up Derivati emergesse l applicazione di pratiche non corrette o, peggio, illegali, l azienda associata potrà chiedere di usufruire dell assistenza legale per la ripetizione di quanto indebitamente percepito d Banca, salvo i maggiori danni. Determinazione del danno A seguito dell analisi delle risultanze emerse dal check-up derivati si provvede ad individuare l oggetto dell eventuale reclamo. Assistenza pre-reclamo Si forniscono bozze di lettere che l azienda utilizzerà per fare richieste Banca. Assistenza al Reclamo ed Trattativa Extra-Giudiziale Si provvede redazione ed invio Banca del reclamo formale. Nel corso della trattativa extra-giudiziale, si affianca l azienda negli incontri con la Banca, si analizza l eventuale proposta di accordo sia sotto il profilo economico che legale, si assiste l azienda nella fase di stipula dell accordo extra-giudiziale. Assistenza al Reclamo e al Recupero Giudiziale Si provvede redazione ed invio Banca del reclamo formale. In mancanza di accordo, si procede citazione in giudizio della Banca assistendo l azienda in tutte le sedi fino al pronunciamento della sentenza. Il servizio di assistenza legale è effettuato in collaborazione con un network di professionisti. segue 4

5 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa CHECK Check up UP informativo di DERIVATI Fondo di Investimento ANALISI DEGLI STRUMENTI DI COPERTURA DA STIPULARE EX-NOVO CONVENZIONATO Si provvede a descrivere i contenuti del contratto che la Banca propone di stipulare all azienda, ad indicare le finalità di copertura dello strumento, l analisi della sua rischiosità, la stima del margine implicito per la Banca e le conclusioni finali. Denominazione Viene riportato il nome dello strumento così come indicato sul contratto. Descrizione del contratto Importo Nozionale, Date, Periodicità, Parametro Banca, Parametro Cliente. Finalità di copertura dello strumento Indicazione della reazione ai movimenti della curva dei tassi di interesse e della coerenza del derivato con l operazione sottostante e la struttura dell indebitamento dell azienda. Analisi della rischiosità dello strumento Analisi del grado di rischiosità in base durata, all importo nozionale ed presenza di effetto leva, indipendentemente dalle caratteristiche di copertura. Stima del margine implicito per la Banca Stima con approssimazione del margine implicito per la Banca. Conclusioni Il servizio di analisi degli strumenti di copertura è effettuato in collaborazione con un network di professionisti. 5

6 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa CHECK Check up UP informativo di ASSICURAZIONI Fondo di Investimento I servizi del CHECKUP ASSICURAZIONI sono attivabili singolarmente oppure congiuntamente in base alle esigenze dell azienda e servono a migliorare la gestione dei rischi aziendali e delle complesse problematiche in tale campo. Per accedere, l azienda dovrà compilare e trasmettere il Modulo di Adesione. SERVIZIO DI PRONTA CONSULENZA GRATUITO Si tratta di una consulenza spot, volta a fornire una rapida risposta di pronto intervento su una questione urgente e circoscritta, secondo i seguenti termini: ASSISTENZA tecnica per sinistri contrastati, difficili o respinti PROBLEM SOLVING a carattere assicurativo ANALISI di singole problematiche assicurative VALUTAZIONI di fattibilità e di assicurabilità. SERVIZIO DI ASSICURAZIONE DEI CREDITI COMMERCIALI GRATUITO Il servizio permette di fruire di una indagine comparativa sulle offerte assicurative praticate da tutte le compagnie operanti in questo specifico settore (Euler-Hermes; Atradius, Coface; Sace BT), al fine di reperire le migliori condizioni economiche e le più ampie garanzie possibili. Dopo avere effettuato la scelta definitiva, l azienda viene assistita nella stipula del contratto. SERVIZIO DI CONSULENZA COMPLETO GRATUITO Studio approfondito di identificazione dei rischi aziendali, delle aree di rischio non coperte da assicurazione e delle possibilità di loro eliminazione/ritenzione o eventuale trasferimento a terzi. Il servizio viene attivato su specifica richiesta delle aziende associate e si compone delle attività di seguito elencate: STUDIO TOTALE per l identificazione dei rischi aziendali, l individuazione delle aree di rischio non coperte da assicurazione o da altro idoneo mezzo di protezione, loro valutazione, esame della possibilità di eliminazione/ritenzione o del possibile trasferimento a terzi. ANALISI dettagliata delle polizze in vigore con l evidenziazione delle eventuali carenze, esclusioni, limiti di copertura nelle normative contrattuali, estensioni possibili e nuove garanzie ottenibili da un mercato in continua evoluzione. PRESENTAZIONE di una relazione scritta e dettagliata che evidenzia le risultanze dello studio dei contratti in vigore e le conclusioni sul grado di protettività delle polizze in corso con i necessari suggerimenti per l ottimizzazione delle coperture. PROGETTAZIONE di un nuovo programma assicurativo in relazione alle necessità emerse e alle coperture avanzate offerte dal mercato più qualificato italiano ed estero. NEGOZIAZIONE sul mercato, consultando le più qualificate compagnie assicuratrici italiane ed estere, con l obiettivo di reperire le migliori condizioni economiche e normative. AGGIORNAMENTO continuo in relazione evoluzione dell offerta del mercato assicurativo. Il servizio è seguito dall Area Credito e Finanza dell Associazione in collaborazione con i broker assicurativi indipendenti AREA BROKER CONSULTING e RONZONI & PARTNER. 6

7 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa DESK Check DEL up informativo di CREDITO Fondo di Investimento I servizi DESK del CREDITO possono essere attivati singolarmente oppure congiuntamente, in base alle esigenze espresse dall azienda associata richiedente. Per accedere, l azienda dovrà compilare e trasmettere il Modulo di Adesione. INFORMATION MEMORANDUM GRATUITO Consiste nella redazione di un documento che descrive l azienda nei suoi aspetti salienti quantitativi e qualitativi riferiti all ultimo bilancio di esercizio chiuso o in corso di chiusura e ai 12 mesi successivi. Finalità - Il documento va presentato alle banche per supportare il rinnovo degli affidamenti esistenti e/o le richieste di nuova finanza. Iter - Vengono fissati due incontri. Il primo incontro e dedicato presentazione del servizio all azienda e raccolta dei documenti ed informazioni. Il secondo incontro, a distanza di due settimane dal primo, e dedicato consegna del Memorandum ed sua illustrazione. Revisione strategie e costruzione del BUSINESS PLAN CONVENZIONATO Consiste nella redazione di un documento che sviluppa su tre anni la descrizione degli aspetti salienti quantitativi e qualitativi dell azienda. Finalità - Il documento serve, in primo luogo, a supportare la Direzione in un attività di revisione delle strategie aziendali, e, in secondo luogo, a presentare l azienda, le prospettive di sviluppo e le performance attese in uno scenario prospettico sviluppato fino al Il documento può essere destinato sia alle banche sia ad altri soggetti (ad es. Fondi di Investimento o potenziali nuovi soci o partner). Iter - Ad un primo incontro di presentazione del servizio e raccolta documenti ed informazioni, seguono successivi incontri in azienda. Dopo circa tre settimane dal primo incontro viene fissato un appuntamento finale di consegna ed illustrazione del documento di Business Plan. Attivazione del CONTROLLO DI GESTIONE e rilascio del BUDGET CONVENZIONATO Consiste nella redazione del report di Budget annuale dopo avere attivato le principali procedure/strumenti operativi necessari al monitoraggio periodico delle performance consuntive ed analisi degli scostamenti rispetto al budget stesso. Finalità - Il servizio e rivolto alle imprese che non dispongano di un processo di budgeting e necessitino di un supporto operativo per la sua progettazione ed implementazione, oppure alle imprese che vogliano rivedere / rafforzare il processo di budgeting già in essere. Iter - Prevede dieci/cinque giornate di lavoro di una/due persone presso l azienda per attivare le procedure di controllo gestione e redigere il Budget. Al termine dell intervento verrà rilasciato il report. ANALISI di COMPETITIVITÀ dell azienda rispetto ai principali competitors ed al settore di riferimento GRATUITO Consiste nella redazione di un documento di analisi delle prestazioni economico-finanziarie consuntive degli ultimi tre anni dell azienda e di confronto delle stesse rispetto a quelle medie del settore di riferimento ed a quelle di un panel di competitors rilevate nello stesso arco temporale. Finalità - Il documento serve all azienda per individuare i punti di forza e/o di debolezza competitiva rispetto ai concorrenti sotto il profilo della Produttività, della Reddittività, dell Efficienza e della Struttura Finanziaria. Iter - Vengono fissati due incontri. Il primo incontro e dedicato presentazione del servizio all azienda e raccolta dei documenti ed informazioni. Il secondo incontro, a distanza di due settimane dal primo, e dedicato consegna del Report ed sua illustrazione. 7 segue

8 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa DESK Check DEL up informativo di CREDITO Fondo di Investimento CASH FLOW e GESTIONE TESORERIA CONVENZIONATO Strategie per l ottimizzazione dei flussi di cassa Consiste nella redazione di un documento di analisi della situazione aziendale relativamente a: equilibri e struttura finanziaria dell azienda; composizione dell indebitamento finanziario e condizioni applicate; processi e strumenti di pianificazione/controllo e di gestione della tesoreria. Finalità - Il documento serve all azienda per ottenere spunti operativi per l ottimizzazione dei flussi di cassa nel breve/brevissimo periodo, ma anche idee e suggerimenti per il rafforzamento o l implementazione dei processi e degli strumenti di gestione della tesoreria e di pianificazione finanziaria nel medio/lungo periodo. Iter - Prevede circa tre giornate di lavoro di due persone presso l azienda per effettuare la diagnosi delle principali aree della gestione finanziaria aziendale e gli approfondimenti organizzativi sui processi di gestione della tesoreria e di pianificazione e controllo. Al termine dell intervento verrà rilasciato il report. I servizi DESK del CREDITO sono offerti in collaborazione con MONDAINI PARTNERS S.r.l. 8

9 Informativo ELITE DESKjjj Credito Check e up di e finanza d impresa BALDI S Check up informativo RATING di Fondo di Investimento Le aziende associate, grazie ad un accordo di collaborazione con STUDIO BALDI & PARTNERS S.R.L, possono usufruire - a condizioni di particolare favore ed in via esclusiva sul territorio reggiano - del servizio di redazione del BALDI S RATING POWERED BY MOODY S. Si tratta di un sistema di valutazione delle imprese che comprende: CONVENZIONATO l analisi quantitativa con l apporto di Moody s Analytics Inc.- la nota agenzia internazionale di rating - che fornisce i sofisticati programmi statistici per il calcolo del rischio di impresa di tipo quantitativo l analisi qualitativa effettuata secondo un proprio metodo analizzato e valutato d facoltà di Economia dell Università di Parma. La diffusione dell utilizzo del Baldi s Rating fra le piccole e medie imprese può rivelarsi uno strumento efficace non solo per migliorare il dialogo con il sistema bancario, ma anche per trasferire un maggior grado di affidabilità dell'impresa a clienti e fornitori. Esso rappresenta inoltre un elemento di potenziale crescita delle imprese in quanto individua le aree di miglioramento della performance aziendale nonché le specifiche azioni organizzative da perseguire in ragione di un up-rating futuro. L azienda che intende avvalersi di questa opportunità, dovrà dare formale incarico a Baldi & Partners S.r.l. per lo svolgimento delle attività di analisi finalizzate al calcolo della rischiosità delle obbligazioni aziendali ad 1 anno, espressa tramite il giudizio del Baldi s Rating. Il servizio è effettuato a pagamento ed il relativo costo è definito in funzione dei valori di Fatturato e Totale Passivo espressi dall azienda richiedente. E disponibile -su richiesta- la tabella dei costi convenzionati con l Associazione sui quali viene applicata un ulteriore riduzione del 15% in favore delle aziende iscritte ad Unindustria Reggio Emilia. Inoltre Baldi & Partners S.r.l. si rende disponibile, a titolo gratuito, ad incontri preliminari e conoscitivi con le imprese associate interessate. 9

10 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa Check up informativo di Fondo di Investimento CREDEM accordo Di seguito vengono illustrati i finanziamenti previsti dall accordo di collaborazione siglato da Unindustria Reggio Emilia e CREDITO EMILIANO per il biennio Finalità Beneficiari Plafond Tempi di istruttoria Tipologie di operazioni Modalità operative Erogazione Garanzie Realizzazione di programmi di sviluppo, internazionalizzazione, innovazione, tutela ambientale e sicurezza luoghi di lavoro, ricapitalizzazione aziendale. Sono inoltre previsti finanziamenti per far fronte alle esigenze di incremento del circolante. Imprese associate a Unindustria RE in regola con il pagamento della quota associativa, con rating interno CREDEM classificato fino a medio, ferma restando la concessione ad insindacabile giudizio della Banca valido fino al 31 dicembre 2015, salvo esaurimento e possibilità di ripristino, con facoltà di revisione delle condizioni mediante preavviso. I finanziamenti con garanzia SACE e FEI ed i Mutui con Fondi BEI sono concessi fino ad esaurimento delle linee disponibili. La Banca si impegna ad effettuare l istruttoria delle pratiche entro 20 giorni lavorativi dal ricevimento della documentazione completa da parte dell azienda. Le schede operative, recanti le condizioni (tasso e spread) convenzionate che regolano ciascun intervento, sono contenute nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi suddivise in: Finanziamenti a lungo termine e Leasing immobiliare anche con Fondi BEI e con possibilità di essere assistiti d garanzia FEI (pagg.1-2) Finanziamenti a medio termine e Leasing strumentale anche con Fondi BEI e con possibilità di essere assistiti d garanzia del Fondo Centrale per le PMI o d garanzia FEI (pagg. 3-4) Finanziamenti a breve termine per liquidità (pag. 5) Factoring indiretto per credito di filiera verso aziende associate (pagg. 5-6) Factoring diretto pro-soluto (pag.6) Finanziamenti Estero per internazionalizzazione anche garantiti da SACE (pagg. 6-7) Le domande di finanziamento dovranno essere presentate direttamente Banca da parte dell azienda interessata, unitamente documentazione completa richiesta per l istruttoria della pratica. La Banca si impegna a richiedere anche la dichiarazione attestante l iscrizione ad Unindustria Reggio Emilia dell impresa richiedente. Di norma, in un unica soluzione contestualmente stipula del contratto. Altre garanzie a discrezione della Banca. 10

11 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa CREDEM Check up informativo di credito di Fondo filiera di Investimento Di seguito vengono illustrate le caratteristiche del progetto credito di filiera previste dall accordo siglato da Unindustria Reggio Emilia e CREDITO EMILIANO. FINALITÀ Tramite lo strumento tecnico del factoring indiretto, si intende sostenere l autofinanziamento dei fornitori della filiera (c.d.aziende Cedenti localizzate principalmente nella provincia reggiana) tramite lo smobilizzo dei crediti nascenti d fornitura verso l azienda leader a monte della propria filiera produttiva (c.d.azienda Ceduta che dovrà essere iscritta ad Unindustria Reggio Emilia ed avere dimensioni medio/grandi, elevata affidabilità ed un elevato portafoglio fornitori oppure un alta concentrazione su pochi fornitori). CONDIZIONI Le condizioni (tasso e spread) convenzionate sono contenute nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi. Le condizioni pubblicate sono relative al factoring indiretto prosoluto per cessione di crediti con durata minima 3 mesi e massima 8 e copertura assicurativa in ragione del 91% del credito ceduto Italia nell ambito del plafond assegnato sono riportate. Le cessioni del credito in pro-soluto con durata del credito inferiore a 3 mesi saranno oggetto di specifica quotazione. E possibile richiedere informazioni all indirizzo mail Le condizioni sopra riportate, salvo aggiornamenti che potranno essere apportati nel corso della durata dell accordo al verificarsi di eventi interni o esterni che influenzino i prezzi indicati, resteranno in vigore fino al 31/12/2015. La concessione degli affidamenti sopra descritti è soggetta valutazione e all insindacabile approvazione della banca. 11

12 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa BPER Check up accordo informativo di Fondo di Investimento Di seguito vengono illustrati i finanziamenti previsti dall accordo di collaborazione siglato da Unindustria Reggio Emilia e BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA per il biennio Finalità Beneficiari Plafond Tempi di istruttoria Tipologie di operazioni Modalità operative Erogazione Garanzie Realizzazione di programmi di sviluppo, di internazionalizzazione, di approvvigionamento energetico da fonti alternative, di ricapitalizzazione aziendale. Previsti anche finanziamenti per esigenze di incremento del circolante. Imprese associate a Unindustria RE in regola con il pagamento della quota associativa, con rating interno BPER classificato fino a rating 7 (rating 6 per finanziamenti con garanzia SACE), ferma restando la concessione ad insindacabile giudizio della Banca fino al 30 settembre 2015 (salvo esaurimento e possibilità di ripristino), con facoltà di revisione delle condizioni con preavviso di 15 giorni. I finanziamenti SACE ed i Mutui con Fondi BEI sono concessi fino ad esaurimento delle linee disponibili. La Banca si impegna ad effettuare l istruttoria delle pratiche entro 20 giorni lavorativi dal ricevimento della documentazione completa da parte dell azienda. Le schede operative, recanti le condizioni (tasso e spread) che regolano ciascun intervento, sono contenute nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi suddivise in: Finanziamenti per investimenti (pag.2) Mutui per investimenti con Fondi BEI Banca Europea degli Investimenti (pagg. 3-11) Finanziamenti per internazionalizzazione garantiti da SACE (pagg ) Finanziamenti assistiti da garanzia del Fondo Centrale di garanzia per le PMI (pagg ) Finanziamenti per fotovoltaico ed impianti di produzione energia da fonti alternative (pagg 25-31) Finanziamenti per ricapitalizzazione aziendale (pagg ) Finanziamenti per approntamento forniture export con garanzia SACE (pagg ) Mutui per investimenti e circolante con Fondi CDP Cassa Depositi e Prestiti (pagg ) Finanziamenti a breve per internazionalizzazione garantiti da SACE (pagg ) Le domande di finanziamento dovranno essere presentate direttamente Banca da parte dell azienda interessata, unitamente documentazione completa richiesta per l istruttoria della pratica. La Banca si impegna a richiedere anche la dichiarazione attestante l iscrizione ad Unindustria Reggio Emilia dell impresa richiedente. Di norma, in un unica soluzione contestualmente stipula del contratto. Altre garanzie a discrezione della Banca. tel fax

13 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa BPER Check up credito informativo di filiera Fondo di Investimento Di seguito vengono illustrate le caratteristiche del progetto credito di filiera previste dall accordo siglato da Unindustria Reggio Emilia e BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA. FINALITÀ Si intende sostenere l autofinanziamento dei fornitori della filiera produttiva (c.d. Aziende Richiedenti localizzate principalmente nel Territorio della provincia di Reggio Emilia) tramite la concessione di affidamenti autoliquidanti per lo smobilizzo dei crediti nascenti d fornitura verso l azienda a monte della propria filiera produttiva che dovrà essere iscritta ad Unindustria Reggio Emilia (Azienda Leader). Gli affidamenti sono concessi a condizioni di particolare favore in considerazione soprattutto del merito creditizio dell azienda leader. CONDIZIONE DI ACCESSO - IL PRE-SCREENING Banca Popolare dell Emilia Romagna può operare solo a condizione che i parametri di individuazione dell azienda leader siano i seguenti: elevato merito creditizio, solidità patrimoniale, garanzia di scrupolosa puntualità nei pagamenti, fornitori principalmente operanti nella provincia di Reggio Emilia (potenziali destinatari del progetto) in numero congruo. MODALITÀ L azienda leader può usufruire del servizio credito di filiera in favore dei suoi fornitori solo dopo avere superato il pre-screening che la banca effettuerà a proprio insindacabile giudizio. L azienda leader in seguito fornisce banca i nominativi dei fornitori strategici locali su cui operare. La banca si impegna a valutare ed ammettere - a proprio insindacabile giudizio - le imprese fornitrici segnalate e caratterizzate da una situazione economico-finanziaria che possa provare la continuità aziendale, sia pure in presenza di difficoltà finanziarie temporanee, a causa della crisi. Saranno concordati direttamente fra la banca e l azienda fornitrice i successivi passaggi operativi che condurranno concessione della linea di affidamento auto liquidante (s.b.f. e anticipo fatture) dedicata allo smobilizzo dei crediti verso l azienda leader. Questa linea sarà aggiuntiva rispetto a quelle già esistenti e regolata da condizioni di favore che si sostanziano in: 1. un tasso applicato molto contenuto perché riferito al rating dell azienda leader indipendentemente dal rating dell azienda fornitrice; 2. non applicazione della CDF (commissione di disponibilità fidi) sulla linea ad hoc aggiuntiva; 3. anticipo al 100% del credito in caso di anticipo fatture. 13

14 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa UBI Check finanziamenti up informativo di Fondo di Investimento Di seguito vengono illustrati i finanziamenti previsti dall accordo Patto per il territorio di Reggio Emilia, siglato da Unindustria Reggio Emilia e BANCA POPOLARE COMMERCIO & INDUSTRIA - GRUPPO UBI. Finalità e Spese Finanziabili La realizzazione di programmi di sviluppo (compresi progetti di reti di imprese e di internazionalizzazione), la creazione di occupazione nonché far fronte alle esigenze di incremento di circolante e di equilibrio della struttura patrimoniale e finanziaria. Sono finanziabili i costi sostenuti nei sei mesi precedenti la richiesta e quelli da sostenere nei sei mesi successivi. Beneficiari Imprese iscritte CCIAA di Reggio Emilia con rating interno BPCI classificato in A B C, ferma restando la concessione ad insindacabile giudizio della Banca. Plafond Il plafond messo a disposizione d Banca è Termine di utilizzo del plafond 31/12/2015 con possibilità di erogazione sino al 31/03/2016. Tipologia ed Finanziamento chirografario a medio termine con o senza garanzia consortile. Importo Da ,00 a ,00 (la Banca si riserva di valutare eventuali importi in deroga) anche mediante l utilizzo di fondi BEI, FEI, CDP ove possibile. Eventuali richieste di deroga verranno valutate di volta in volta d Banca. Durata e rimborso Tasso Fino a 60 mesi, compreso preammortamento di massimo 6 mesi; rate mensili/trimestrali posticipate costanti. Euribor 3 mesi media precedente, maggiorato di uno spread in funzione del rating e della eventuale presenza di garanzia consortile o del Fondo di PMI (vedi dettaglio). Gli spread convenzionati per finanziamenti con durata da 18 a 60 mesi sono contenuti nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi. Spese di istruttoria: Modalità operative Erogazione Garanzie Massimo 0,30%,con un minimo di 200,00 Esenti nel caso di sottoscrizione della polizza Scudo Speciale Finanziamenti Le domande di finanziamento dovranno essere presentate direttamente Banca da parte dell azienda interessata, unitamente documentazione completa richiesta per l istruttoria della pratica. La Banca si impegna a richiedere anche la dichiarazione attestante l iscrizione ad Unindustria Reggio Emilia dell impresa richiedente. Di norma, in una unica soluzione contestualmente stipula del contratto Altre garanzie a discrezione della Banca 14

15 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa UBI Check credito up informativo di filiera Fondo di Investimento Di seguito vengono illustrate le caratteristiche del progetto credito di filiera, previste dall accordo Patto per il territorio di Reggio Emilia, siglato da Unindustria Reggio Emilia e BANCA POPOLARE COMMERCIO & INDUSTRIA - GRUPPO UBI. Finalità e Spese Finanziabili Beneficiari Tipologia ed Importo Durata affidamenti Tasso Garanzie Sostenere la liquidità delle imprese del Territorio di Reggio Emilia (per brevità Azienda Richiedente) tramite la concessione di affidamenti per lo smobilizzo di crediti (certificati) vantati nei confronti di aziende operanti sul territorio (per brevità Azienda Pivot). Potenziale vantaggio per l Azienda Pivot: ottenimento di una dilazione di pagamento maggiore, mantenendo all interno tutta la gestione amministrativa. Vantaggi per l Azienda Richiedente: smobilizzo anticipato del credito a tassi di favore. Le Imprese, segnalateci dalle Aziende PIVOT e di cui sono fornitrici, iscritte CCIAA di Reggio Emilia con rating interno BPCI classificato in A B C, ferma restando la concessione ad insindacabile giudizio della Banca ed in regola con il pagamento della quota associativa. Affidamenti per lo smobilizzo dei crediti commerciali vs. Aziende Pivot iscritte ad Unindustria RE. Importo: Da ,00 a ,00 Periodo dell iniziativa dal 1/01/2015 al 31/12/2015 con possibilità di proroga. 12 mesi con possibilità di rinnovo. Le condizioni di sconto massimo applicabili all Azienda Richiedente associata sono contenuti nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi. Eventuali ulteriori deroghe in riduzione potranno essere effettuate in base alle caratteristiche della forma tecnica di credito, della durata dell anticipazione e dell Azienda Pivot. Consortile Altre garanzie a discrezione della Banca del Fondo di Termine Le domande di finanziamento dovranno essere presentate Banca entro il 31/12/2015. L accettazione di ogni singola operazione di finanziamento è subordinata valutazione del merito creditizio di esclusiva pertinenza della Banca. 15

16 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa UBI Check linee up informativo di breve Fondo di Investimento termine Di seguito vengono illustrate le caratteristiche delle linee breve termine, previste dall accordo Patto per il territorio di Reggio Emilia, siglato da Unindustria Reggio Emilia e BANCA POPOLARE COMMERCIO & INDUSTRIA - GRUPPO UBI. Finalità Liquidità aziendale. Beneficiari Imprese iscritte CCIAA di Reggio Emilia con rating interno BPCI classificato in A B C, ferma restando la concessione ad insindacabile giudizio della Banca. Tipologia Elasticità di cassa Smobilizzo Portafoglio commerciale Anticipo Fatture Notificate Italia/Estero (massimo 80% importo fatture) Anticipo Import Tasso Euribor 3 mesi media mese precedente, maggiorato di uno spread in funzione del rating e della tipologia di operazione. Gli spread convenzionati sono contenuti nel documento reperibile sul sito all interno della Area tematica Credito e Finanza nella sezione Convenzioni e Servizi. Modalità operative Garanzie Le domande di affidamento dovranno essere presentate direttamente Banca da parte dell azienda interessata, unitamente documentazione completa richiesta per l istruttoria della pratica. La Banca si impegna a richiedere anche la dichiarazione attestante l iscrizione ad Unindustria Reggio Emilia dell impresa richiedente. consortile del Fondo Centrale PMI Altre garanzie a discrezione della Banca 16

17 Credito Informativo Credito e e finanza e ELITE DESKjjj finanza d impresa d impresa CARISBO Check up informativo Pronta di consulenza Fondo su incassi e di pagamenti Investimento Internazionali Di seguito vengono illustrate le caratteristiche del servizio di pronta consulenza in materia di incassi e pagamenti Internazionali previste dall accordo siglato da Unindustria Reggio Emilia e CARISBO. Finalità Modalità di erogazione del servizio È un servizio di pronta consulenza per gli associati in tema di incassi e pagamenti internazionali nascenti da operazioni commerciali di esportazione/importazione di beni e servizi in ogni area geografica del mondo. Raccolta dei Quesiti L azienda associata richiedente il servizio pone il quesito per iscritto utilizzando il Modulo appositamente predisposto e scaricabile dal Portale dell Associazione, Area Credito e Finanza, sezione Convenzioni. Risposta ai Quesiti In ordine temporale di arrivo dei Moduli recanti le domande, l Area Credito procederà ad inoltrare via i quesiti raccolti agli specialisti della Banca preposti al servizio di pronta consulenza. LA BANCA SI IMPEGNA A DARE UNA RISPOSTA SCRITTA DI MASSIMA ENTRO I SUCCESSIVI 5 GIORNI LAVORATIVI. NEI CASI PIÙ COMPLESSI SARÀ NECESSARIO ACCOMPAGNARE AD UNA PRIMA RISPOSTA SCRITTA DI PRONTO RISCONTRO ANCHE L ORGANIZZAZIONE DI UN APPUNTAMENTO CON L AZIENDA. Appuntamenti Individuali In ordine temporale di arrivo dei Moduli recanti i quesiti, l azienda associata richiedente viene contattata dall Area Credito dell Associazione per fissare un appuntamento individuale con gli specialisti della Banca che forniranno le risposte ed i consigli professionali occorrenti all azienda. GLI APPUNTAMENTI INDIVIDUALI SONO DI NORMA ORGANIZZATI IN ASSOCIAZIONE, salvo eccezioni. Gratuità del servizio Il servizio non comporta alcun costo a carico dell azienda associata ad Unindustria Reggio Emilia. 17

18 Informativo e ELITE DESKjjj Credito e finanza d impresa Check up informativo di Fondo di Investimento Il rafforzamento patrimoniale è un tema cruciale per le PMI che intendono iniziare un percorso di crescita e sostenere il proprio sviluppo. In tale ambito nasce il progetto di costituzione del FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO SGR S.p.A., società che nasce su iniziativa del Ministero dell Economia e delle Finanze nel dicembre 2009, trovando subito la condivisione di Confindustria, ABI, Cassa Depositi e Prestiti e di alcune principali banche italiane (Intesa S.Paolo, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena). Nel marzo 2010 viene costituita la Società di Gestione del Risparmio (SGR), cui Banca d Italia concede l autorizzazione ad operare a fine agosto 2010, con l approvazione del regolamento. Il Fondo può operare acquisendo direttamente, anche insieme ad altri Fondi specializzati operanti sul mercato, partecipazioni di minoranza nel capitale delle imprese, ovvero, sostenendo le aziende attraverso prestiti subordinati o prestiti partecipativi. Gli uffici dell Associazione operano come informativo per favorire un contatto diretto fra l azienda richiedente e il Fondo. 18

19 Credito Credito Informativo e e finanza finanza ELITE DESKjjj d impresa d impresa Check up informativo informativo di Fondo ELITE Desk di Investimento Borsa Italiana e Confindustria hanno firmato un protocollo per promuovere la partecipazione delle imprese al Programma ELITE di Borsa Italiana. L accordo prevede la nascita degli ELITE Desk, info-point distribuiti su tutto il territorio nazionale nelle sedi delle associazioni territoriali e settoriali del sistema confindustriale. Presso gli ELITE Desk territoriali le aziende potranno ricevere informazioni dettagliate su attività ed evoluzione del Programma. Tramite gli ELITE Desk territoriali, inoltre, le società potranno proporre a Borsa Italiana la propria candidatura per accedere al Programma. Il Programma ELITE prevede un percorso di crescita e formazione per imprese con obiettivi di sviluppo e, a tal fine, mette a disposizione una piattaforma di strumenti e servizi affinché i partecipanti possano acquisire adeguate conoscenze sugli standard patrimoniali, finanziari, di governance e di comunicazione verso il mercato. La partecipazione al Programma ELITE non implica alcun obbligo quotazione in Borsa: semplicemente consente ai partecipanti, partendo dall analisi delle proprie potenzialità, di giungere ad una migliore consapevolezza sullo strumento più adeguato a sostenere lo sviluppo dell impresa. ELITE è un progetto innovativo pensato per supportare la crescita delle aziende e l'avvicinamento graduale al mercato dei capitali (fra cui, ma non solo, la Borsa). Lanciato in Italia nel 2012, il programma è stato introdotto in Inghilterra nel 2014 fino a diventare nel 2015 una piattaforma pan-europea di imprese ambiziose, advisor e investitori che promuovono imprenditorialità, innovazione e crescita, anche grazie all accesso al mercato dei capitali. PROGRAMMA ELITE 19

20 Credito Credito Informativo e e finanza finanza ELITE DESKjjj d impresa d impresa informativo Fondo di Investimento GRATUITO Il servizio verifica se l azienda PMI associata è nella condizione di potere usufruire della garanzia statale offerta dal Fondo Centrale di PMI (ai sensi della Legge 662/1996, art.2 comma 100, lett. a, e successive modificazioni). Un risultato positivo, consente all azienda un migliore accesso al credito bancario favorendo l ottenimento di nuovi finanziamenti. L analisi effettuata tramite questo checkup evidenzia i punti di forza e di debolezza dell azienda, consentendo di agire sui parametri che influenzano direttamente il risultato, ossia, l ottenimento della garanzia statale. Per accedere al servizio l azienda deve compilare e trasmettere il Modulo di Adesione allegato. L importanza della garanzia statale Tutte le PMI (secondo la definizione europea) economicamente e finanziariamente sane possono usufruire dei fondi accantonati dal Ministero del Tesoro e assegnati in gestione al Medio Credito Centrale per ottenere garanzie a copertura dei crediti che ottengono dal sistema bancario. Tali garanzie hanno la caratteristica di essere a prima richiesta e, per le banche, vengono conteggiate a ponderazione zero il che significa che per la quota coperta d garanzie non occorre che la banca accantoni patrimonio a copertura dell eventuale perdita. Infatti è lo Stato ad essere pagatore di ultima istanza e quindi ad essere garante della solvibilità della PMI verso la Banca erogatrice del prestito. È evidente che il peso di tali garanzie rende più agevole l accesso al credito da parte dell impresa e concorre a determinare un pricing, ossia, un costo dell operazione più vantaggioso. Ovviamente possono accedere a tale garanzia le PMI che ottengano una valutazione positiva la quale viene assegnata in base ad uno scoring impostato su parametri pre-definiti dal gestore del Fondo. 20

SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa

SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa SERVIZI E CONVENZIONI Credito e Finanza d Impresa Unindustria Reggio Emilia presenta un offerta di servizi in materia di credito e finanza d impresa riservati in esclusiva alle imprese associate. Una serie

Dettagli

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo)

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo) CREDITO EMILIANO SPA Capogruppo del Gruppo bancario Credito Emiliano - Credem - Capitale versato euro 332.392.107 - Codice Fiscale e Registro Imprese di Reggio Emilia 01806740153 - P. IVA 00766790356 -

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI

PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI Associazione Bancaria Italiana, con sede legale in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice Fiscale

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

IMPRESA ITALIA CATALOGO PRODOTTI - ASSOCIAZIONI

IMPRESA ITALIA CATALOGO PRODOTTI - ASSOCIAZIONI Prodotti a Medio Lungo Termine Prodotto Destinazioni Caratteristiche Prestito Partecipativo (Mutuo Ricapitalizzazione Aziendale) Ricapitalizzazione aziendale con delibera di capitale già sottoscritta dai

Dettagli

SERVIZI PER LE AZIENDE

SERVIZI PER LE AZIENDE CHI SIAMO Consultique SIM è una società di analisi e consulenza finanziaria indipendente sotto il controllo di Consob e Banca d Italia, che eroga servizi a investitori privati (family office), aziende,

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

Il tuo partner innovativo per l estero

Il tuo partner innovativo per l estero Il tuo partner innovativo per l estero Chi siamo Export Trade Solutions Srl è una società di consulenza che opera in ambito nazionale ed internazionale assistendo le aziende nella loro fase di inserimento

Dettagli

La sede operativa è a Modena ed il bacino d utenza ricomprende, oltre all Emilia-Romagna, le regioni limitrofe (Veneto, Lombardia, Marche).

La sede operativa è a Modena ed il bacino d utenza ricomprende, oltre all Emilia-Romagna, le regioni limitrofe (Veneto, Lombardia, Marche). NUOVA TESI SRL è una società che opera dal 2001 nei seguenti campi: Agevolazioni per l Innovazione (contributi a fondo perduto, benefici fiscali, ecc.); Ricerca e Selezione (Autorizzazione Ministeriale

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Impegni commerciali Penali Condizioni Banca dalle norme regolamentari del Fondo Centrale di Garanzia Finanziamento a BT, con piano di ammortamento e covenant commerciali

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO

GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO Pag. 2 Mutuo Impresa MULTIFASCE Pag. 3 Definizione e Beneficiari MULTIFASCE è la nuova linea di credito destinata alle aziende Corporate e Small business

Dettagli

GuiDa ai Servizi per la Finanza D impresa. 5 soluzioni concrete per finanziare la crescita internazionale della tua azienda.

GuiDa ai Servizi per la Finanza D impresa. 5 soluzioni concrete per finanziare la crescita internazionale della tua azienda. GuiDa ai Servizi per la Finanza D impresa 5 soluzioni concrete per finanziare la crescita internazionale della tua azienda. insieme alla tua impresa per FavOrirne lo SviluppO internazionale. Promos è l

Dettagli

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5 Ser ziari per i rivenditori Westcon Westcon ha costituito una Business Unit nata con l obiettivo di proporre ai propri rivenditori, innovative, così da arricchire vendita. Chi siamo Il Noleggio Leasing,

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

Un credit manager a 360 a vostra disposizione

Un credit manager a 360 a vostra disposizione Un credit manager a 360 a vostra disposizione CREDIT TEAM: UN PARTNER AFFIDABILE PER LA GESTIONE DEI VOSTRI CREDITI www.creditteam.eu Credit Team nasce dalla sinergia di professionisti altamente qualificati

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

PFCONSULT Financial & Business Service

PFCONSULT Financial & Business Service Business Solutions Rapporto Banca-Impresa Miglioramento della propria posizione finanziaria e maggior accesso al credito PFCONSULT Financial & Business Service Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento; La carta dei servizi dedicati; La carta dei prodotti; Gli interventi

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

finnova Prodotti e Servizi

finnova Prodotti e Servizi finnova Prodotti e Servizi INDICE 1 Finnova Mission 2. Portafoglio Prodotti & Servizi Portafoglio Prodotti & Servizi 3. Scenario di Riferimento Ritardo di pagamento delle PA Le cause Ritardo di pagamento

Dettagli

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni Linea: Prodotto: Deutsche Bank PMI investimenti CHIROGRAFARIO Tipologia di intervento Beneficiari Importo Acquisto di macchine, attrezzature ed autoveicoli nuovi ovvero usati, posti al servizio dell'attività

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 23 dicembre 2009 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA Decorrenza: 17.11.2011 Linee di credito di breve termine Finanziamento a Breve termine Liquidità aziendale Apertura di credito in c/c Importo Max 200.000 Max 18 mesi

Dettagli

Breve termine. Da un minimo di > 0,00 Da un minimo di > 200.000,00 Da un minimo di > 700.000,00. Costi Rilascio Garanzia Garanzia prestata 50,00%

Breve termine. Da un minimo di > 0,00 Da un minimo di > 200.000,00 Da un minimo di > 700.000,00. Costi Rilascio Garanzia Garanzia prestata 50,00% Breve termine APERTURA DI CREDITO IN C/C Caratteristiche tecniche a revoca Fido di cassa per gestire in modo flessibile le esigenze di liquidità Importo Max 25.000,00 del costo della provvista definita

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Plafond PMI Beni Strumentali (Sabatini bis)

Plafond PMI Beni Strumentali (Sabatini bis) SABATINI BIS 1 SABATINI - BIS Plafond PMI Beni Strumentali (Sabatini bis) Direzione Corporate e Reti Alleate Marzo 2014 2 SABATINI BIS FONTI NORMATIVE Il Plafond PMI - Beni Strumentali si fonda sui seguenti

Dettagli

RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete. Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit

RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete. Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit Bologna, 3 Aprile 2012 Logiche e contesto La crisi finanziaria dei mercati, evoluta in crisi

Dettagli

Pagamento dei debiti della PA!

Pagamento dei debiti della PA! Pagamento dei debiti della PA L intervento della CDP SpA Forum Banche e PA 2014 Roma 30 Ottobre 2014 I debiti della PA: stima e pagamenti 2013/2014 Banca d Italia Indebitamento commerciale della PA 75Mld

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria Mutuo Chirografario a 5 anni Prestito Partecipativo,

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Un riferimento sicuro verso la meta

Un riferimento sicuro verso la meta Un riferimento sicuro verso la meta Siamo una guida sicura verso la meta, che vi accompagna nel lungo e complesso viaggio da intraprendere nel mare della finanza e dell iter autorizzativo, il tutto per

Dettagli

1. Smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione; 2. Plafond Progetti Investimenti Italia.

1. Smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione; 2. Plafond Progetti Investimenti Italia. Protocolli Confindustria-ABI. Smobilizzo crediti PA e Investimenti Roma, 29 Maggio 2012 Confindustria Fisco, Finanza e Welfare Il Direttore Elio Schettino Si allegano i protocolli firmati il 22 maggio

Dettagli

SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO. Milano, 11 marzo 2015

SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO. Milano, 11 marzo 2015 SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO Milano, 11 marzo 2015 Premessa: Il ruolo di Compagnia delle Opere, i servizi finanziari Bisogno a cui risponde

Dettagli

Agevolazioni & Incentivi Srl

Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Agevolazioni & Incentivi svolge attività di consulenza e assistenza a favore delle aziende nell ambito della finanza d impresa. I nostri esperti sono

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo ReFIMED Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo Finanza agevolata Finanza ordinaria e servizi finanziari alle PMI Comunicazione e Sviluppo Commerciale Formazione Sistemi per la Qualità ReFIMED è vicina

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici PROTOCOLLO D INTESA PER ASSICURARE LA LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE CREDITRICI DEGLI ENTI LOCALI ATTRAVERSO L ANTICIPAZIONE DEI CREDITI PRESSO BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI O LA CESSIONE PRO-SOLUTO O PRO-SOLVENDO

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant

Dettagli

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 La crisi in sintesi Intervento delle autorità di politica economica per cercare di ridurne la portata ampia liquidità al sistema finanziario e tassi ai minimi

Dettagli

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Cerchi alla testa? Noi vi aiutiamo a farli quadrare. Gruppo General da anni offre alla propria clientela interventi rapidi e personalizzati

Dettagli

Il network per la finanza d impresa

Il network per la finanza d impresa Il network per la finanza d impresa La nostra mission é affiancare la famiglia imprenditoriale nell attività gestionale (ottimizzazione organizzativa, finanziaria, amministrativa, legale, fiscale) e nelle

Dettagli

P R O T O C O L LO D I N T E S A

P R O T O C O L LO D I N T E S A Piano strategico della Provincia di Treviso P R O T O C O L LO D I N T E S A tra Provincia di treviso ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO C.o.n.i. comitato di treviso per la Concessione di mutui agevolati

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento LE PRINCIPALI FONTI DI FINANZIAMENTO

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento LE PRINCIPALI FONTI DI FINANZIAMENTO AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento LE PRINCIPALI FONTI DI FINANZIAMENTO ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA

Dettagli

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana SCATTO il prestito partecipativo di Fidi Toscana FINALITA BENEFICIARI SETTORI AMMISSIBILI PROGRAMMA D ATTIVITA Anticipare all impresa, alle migliori condizioni del mercato e sulla base di un programma

Dettagli

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Francesco Fioretto, Responsabile Succursale Emilia Romagna Parma, 25 marzo 2010 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA Settembre 2015 BANDI DI PROSSIMA SCADENZA VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE Voucher a fondo perduto di importo pari 10mila Euro a fronte di una spesa minima di 13.000 Euro, può essere richiesto da micro,

Dettagli

Cos'è. Questi servizi riguardano:

Cos'è. Questi servizi riguardano: UBI FACTOR Cos'è Il factoring è una combinazione di servizi finanziari e di gestione del credito che consentono ad una società di rafforzare sotto il profilo qualitativo e di valorizzare sotto quello finanziario

Dettagli

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Il Comitato di Basilea Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

La Centrale dei Rischi. Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance.

La Centrale dei Rischi. Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance. La Centrale dei Rischi Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance.eu Obiettivi della Centrale dei Rischi La Centrale dei Rischi

Dettagli

IMPORTO: fino ad Euro 500.000 per tutti gli investimenti, compresi gli acquisti di terreni.

IMPORTO: fino ad Euro 500.000 per tutti gli investimenti, compresi gli acquisti di terreni. INVESTIMENTI AZIENDALI A MEDIO-LUNGO TERMINE BENEFICIARI: imprese agricole di produzione FINALITA : investimenti di dotazione e miglioramento tra cui costruzione, ristrutturazione fabbricati strumentali,

Dettagli

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: oltre 8.000 clienti;

Dettagli

Diventare più competitivi con le Reti d Impresa

Diventare più competitivi con le Reti d Impresa Diventare più competitivi con le Reti d Impresa Gli strumenti per l accesso al credito delle imprese di Cassa depositi e prestiti S.p.A. Il Plafond Reti PMI Brescia, 5 novembre 2015 CDP a sostegno dell

Dettagli

MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche

MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche A cura di: Dott. Antonio Fortarezza MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche Il 3 agosto 2009 il Ministro dell'economia e delle finanze, il Presidente

Dettagli

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni Tecniche di vendita In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il corso è rivolto a Imprenditori, Manager di PMI, Venditori e Gestori di attività di vendita che vogliono

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

THE ART OF BUSINESS PLANNING

THE ART OF BUSINESS PLANNING THE ART OF BUSINESS PLANNING La presentazione dei dati: realizzazione e presentazione di un Business Plan Francesca Perrone - Head of Territorial & Sectorial Development Plans Giusy Stanziola - Territorial

Dettagli

Riferimenti normativi. - art. 1, comma 16 del D.L. n. 194 del 30.12.2009 (c.d. decreto mille proroghe); Requisiti soggettivi richiesti

Riferimenti normativi. - art. 1, comma 16 del D.L. n. 194 del 30.12.2009 (c.d. decreto mille proroghe); Requisiti soggettivi richiesti AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) ADERENTI ALL INIZIATIVA TESA AD AGEVOLARE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI CREDITORI DEL COMUNE

Dettagli

servizi finanziari schede di prodotto

servizi finanziari schede di prodotto servizi finanziari schede di prodotto aumento di capitale sociale p. 03 socio sovventore p. 05 consolidamento indebitamento a breve termine p. 07 liquidità p. 09 sostegno agli investimenti p. 15 finanziamento

Dettagli

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE Massimo Generali MPS Capital Services SpA RTI per la Gestione del Fondo di

Dettagli

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA FINANCE CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA Come le scelte operative, commerciali, produttive impattano sugli equilibri finanziari dell azienda CORSO EXECUTIVE CUOA FINANCE 1 fondazione cuoa Da oltre 50 anni

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

Head of Area Commerciale Catania

Head of Area Commerciale Catania «LE RISORSE FINANZIARIE PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE» Giuseppe Mormino Head of Area Commerciale Catania Siamo la prima banca in Sicilia: «se cresce il Territorio, cresciamo anche noi» conoscere il

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

La pianificazione dell equilibrio finanziario

La pianificazione dell equilibrio finanziario La pianificazione dell equilibrio finanziario Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L ottimizzazione della gestione delle fonti di finanziamento richiede l analisi di una metodologia di calcolo del

Dettagli

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1 A. Procedura Ordinaria - Modello di valutazione per le imprese in contabilità ordinaria operanti nei settori: industria manifatturiera, edilizia, alberghi (società alberghiere proprietarie dell immobile),

Dettagli

FINANZA D IMPRESA. G E N O S s.r.l. CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE

FINANZA D IMPRESA. G E N O S s.r.l. CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE Le attività che presiedono al controllo e alla gestione la finanza aziendale richiedono una preparazione approfondita, una attenzione costante al variare le normativa bancarie poste in essere, un continuo

Dettagli

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende LO SCENARIO MINI BOND Il Decreto Sviluppo ed il Decreto Sviluppo bis del 2012, hanno introdotto importanti novità a favore delle società

Dettagli

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Compagnia delle Opere Bergamo Confindustria Bergamo ANCE Bergamo Fiaip Bergamo Confcooperative Bergamo Legacoop

Dettagli

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI 1 Sommario Introduzione 1.1 La valorizzazione del patrimonio immobiliare

Dettagli

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30%

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30% Si riporta, di seguito, l offerta commerciale dedicata alle aziende associate ad Ipe Coop Confidi a valere sull operatività con la CCIAA di Roma. Le condizioni riportate nel presente documento sono valide

Dettagli

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di carattere informatico, per poter rilevare i fatti aziendali e quindi

Dettagli

Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta

Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato: Regolamento per l istituzione e la tenuta Approvato con delibera C.C. n. 61 del 17.12.2004 Art. 1 - Finalità 1. Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

Circolare N.56 del 29 Marzo 2013. Prorogata al 30 giugno 2013 la moratoria debiti delle piccole e medie imprese

Circolare N.56 del 29 Marzo 2013. Prorogata al 30 giugno 2013 la moratoria debiti delle piccole e medie imprese Circolare N.56 del 29 Marzo 2013 Prorogata al 30 giugno 2013 la moratoria debiti delle piccole e medie imprese Prorogata al 30 giugno 2013 la moratoria debiti delle piccole e medie imprese Gentile cliente,

Dettagli

Versione 2.0. PROGETTO ESECUTIVO Giugno 2011

Versione 2.0. PROGETTO ESECUTIVO Giugno 2011 Versione 2.0 PROGETTO ESECUTIVO Giugno 2011 Qualsiasi ipotesi di crescita e di sviluppo non può prescindere dal considerare il valore del capitale umano. Ormai ogni ricerca in merito, sottolinea che la

Dettagli

Il meccanismo degli aiuti alle imprese

Il meccanismo degli aiuti alle imprese Il meccanismo degli aiuti alle imprese Gestione gestiti delle da Finpiemonte Agevolazioni Torino, 25 gennaio 2012 Premessa Gli aiuti alle imprese gestiti da Finpiemonte sono istituiti sotto forma di regime

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI. Convenzione per l attuazione del Regolamento per la concessione dei contributi

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI. Convenzione per l attuazione del Regolamento per la concessione dei contributi CONTRIBUTI ALLE IMPRESE IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI (Prorogato con delibera della Giunta camerale n. 4 del 20.1.2010 fino al 31.3.2010) (Prorogato con delibera della Giunta camerale n.51

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento La carta dei servizi dedicati La carta dei prodotti Gli interventi

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE Le linee guida di seguito illustrate rappresentano un primo risultato dell

Dettagli

CONVENZIONI BANCARIE

CONVENZIONI BANCARIE CONVENZIONI BANCARIE gafisudscpa@legalmail.it Uffici Area Campania: Avellino Benevento Caserta Napoli Salerno Uffici Area Puglia: Bari Foggia di 3 UNICREDIT Finanziamenti a Breve Termine con controgaranzia

Dettagli

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI Spett. Clienti, Loro Sedi Treviso, il 16 marzo 2011 Con la presente circolare informativa siamo ad illustrare il nuovo accordo per il credito alle PMI recentemente stipulato tra ABI (Associazione Bancaria

Dettagli

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti!

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti! Accade spesso che la banca vada a visitare l azienda solo quando deve acquisirne la relazione o, successivamente, per collocare nuovi prodotti o chiedere maggiori flussi di lavoro o relazioni indotte,

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Il servizio professionale per ottenere risposte puntuali alle esigenze del tuo Business

Il servizio professionale per ottenere risposte puntuali alle esigenze del tuo Business Il servizio professionale per ottenere risposte puntuali alle esigenze del tuo Business Semplicitàdi utilizzo con percorsi semplici e guidati Informazioni chiare, precise e necessarie per rispondere ai

Dettagli

Emilia Romagna Factor SpA. I Soci. Il Gruppo BPER. Cos è il factoring. Factoring pro solvendo. Factoring pro soluto.

Emilia Romagna Factor SpA. I Soci. Il Gruppo BPER. Cos è il factoring. Factoring pro solvendo. Factoring pro soluto. Emilia Romagna Factor SpA I Soci Il Gruppo BPER Cos è il factoring Factoring pro solvendo Factoring pro soluto Export factoring Maturity factoring Vantaggi Contatti Emil-Ro Factor S.p.A. è stata costituita

Dettagli