periodico di informazione per i clienti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "periodico di informazione per i clienti"

Transcript

1 periodico di informazione per i clienti numero quattro dicembre 2006 in questo numero: > l autolettura > consumo sostenibile > regali ecologici > artifici naturali

2 sommario Edizione Bologna AREA CLIENTI HERApiù: uno strumento per parlare con noi 3 Importante! 3 > chi fa da sé... risparmia Suggerimenti utili 4/8 > come tutelare l ambiente... e tagliare la bolletta > viaggio nel mondo delle bollette > le buone pratiche di Hera: il RAB > nuovo orario per lo sportello clienti > e se fuori nevica? > prevenire è meglio che riparare NEWS Attualità 9/11 > quando è meglio il regalo ecologico > maglia rosa per la raccolta differenziata > 30 anni di radio FM UNA NUOVA ERA: SCIENZA E TECNOLOGIE INNOVATIVE Focus 12/13 > gli artifici che aiutano l ambiente > una settimana con più energia > caldaie catalitiche per un inverno ecologico 14 FINANZA E MERCATO Panorama Economico 15 > Hera cresce ancora > positivi i primi nove mesi del 2006 Hera in Borsa 15 > sintesi dell andamento trimestrale i numeri per comunicare con Hera Numero del Servizio Clienti: Chiamata gratuita. Dai cellulari il numero del Servizio Clienti Hera è: (telefonata a pagamento; costo come da contratto telefonico scelto dal cliente) Numero del Servizio Clienti Business: Chiamata gratuita. HERApiù protegge l ambiente. In linea con la nostra filosofia di sostenibilità ambientale, stampiamo HERApiù senza tagliare un solo albero perché utilizziamo la carta Cyclus Offset il cui intero processo di produzione vine sottoposto a rigidi controlli sia sulla qualità che sull impatto ambientale. L imballaggio è realizzato in Cartene, un materiale biodegradabile. Tutte le fotografie sono state realizzate in digitale: le pellicole fotografiche non sono riciclabili. numero quattro-dicembre 2006 periodico di informazione per i clienti del Gruppo Hera Tribunale di Bologna n 7563 del Progetto di: Hera S.p.A. Relazioni Esterne, responsabile_giuseppe Gagliano In redazione: Giacomo Battara, Marina Bellei, Cristina Boschini, Ivan Buccolieri, Isabella Data, Marzia Camerani, Monica Guidi, Leonarda Maresta Direttore responsabile: Virna Gioiellieri Progetto e coordinamento editoriale: Koan moltimedia Fotografie: Ippolito Alfieri, Corbis

3 AREA CLIENTI HERApiù: uno strumento per parlare con noi Nel primo numero di HERApiù, abbiamo spiegato ai lettori il senso della scelta di realizzare un giornale rivolto ai clienti, con rubriche e spazi finalizzati a una più ampia informazione sui servizi e le attività. Da questo numero prende il via la rubrica La posta dei lettori. Sono pervenute alla redazione alcune lettere contenenti quesiti sulla differenziazione dei rifiuti. Ragioni di spazio non permettono di pubblicare integralmente le lettere. Cercheremo tuttavia di rispondere sinteticamente alle domande che ci vengono rivolte. La posta dei lettori D Conferimento rifiuti secchi La signora Tabaroni di Bologna ci ha richiesto un elenco aggiornato dei materiali da conferire nei rifiuti secchi essendosi accorta di commettere qualche errore a seguito di specifici articoli pubblicati nei numeri precedenti del giornale. D Corretto conferimento del vetro La signora Bassand di Bologna ci interroga sulle modalità di conferimento del vetro qualora questo sia scarto di attività artigiane e sugli eventuali obblighi connessi. R Riassumiamo in breve: Indifferenziato o rifiuto secco: carta oleosa, copiativa, chimica, plastificata e in genere sporca, polistirolo, posate, bicchieri, piatti, e altri oggetti in plastica (giocattoli, grucce, custodie di CD o musicassette), lampadine, cocci in ceramica o porcellana, vetro accoppiato e retinato, mozziconi di sigaretta, filtri e sacchi aspirapolvere, lettiere di animali domestici. In sintesi, tutto il materiale di scarto che non va conferito in carta, plastica, vetro, alluminio e acciaio (cui sono dedicati appositi contenitori), va collocato nel sacco dei rifiuti secchi. R Il vetro va conferito negli appositi contenitori per la raccolta differenziata collocati sulla sede stradale. Quando gli scarti sono di quantità e dimensioni tali da non poter essere introdotti nei contenitori dedicati, vanno conferiti alle stazioni ecologiche attrezzate presenti sul territorio. Ringraziamo i/le lettori/trici che ci hanno scritto offrendoci l occasione di approfondire l informazione sull argomento, nell interesse generale e rivelando uno spiccato senso civico, sempre prezioso per il miglioramento dei servizi. chi fa da sé... risparmia L autolettura del contatore IMPORTANTE! L autolettura è un servizio semplice veloce e sicuro che permette al cliente di comunicare la lettura del contatore al fine di ottenere la fatturazione calcolata sui consumi effettivi e non su quelli stimati. I clienti possono comunicare l autolettura del proprio contatore nei giorni indicati nella banda gialla della bolletta (nella sezione autolettura): chiamando il servizio clienti al numero gratuito (per i cellulari a pagamento come da piano tariffario del gestore telefonico) e seguendo le istruzioni; registrandosi nell area clienti del sito cliccando sulla voce comunica la lettura di un contatore dal menù dell area altre operazioni, e compilando il modulo. Nella stessa sezione della bolletta, al posto del periodo utile per l autolettura, in alcuni casi sarà indicato quando è prevista la lettura da parte dell incaricato Hera (1 o 2 volte l anno in base al servizio). Nel caso in cui l autolettura non venga effettuata nei tempi previsti, verrà emessa una bolletta calcolata in base alla stima dei consumi abituali. 3

4 SUGGERIMENTI UTILI come tutelare l ambiente... Piccola guida per risparmiare dai 200 ai all anno L illuminazione incide sulla bolletta dell elettricità di ogni famiglia per il 15-20%. La spesa può essere facilmente ridotta: è sufficiente sostituire le lampade a incandescenza con quelle CFL che garantiscono un risparmio energetico. Se ipotizziamo di comparare in un anno l utilizzo di una lampada CFL per ore (in media, poco meno di sei ore al giorno) con l utilizzo di due lampade a incandescenza, possiamo vedere il risparmio che ne deriva. info Una lampada fluorescente compatta (CFL) da 20W eroga la stessa luminosità di una lampada a incandescenza da 100W consumando meno energia elettrica con una durata media di ore (ovvero 5 anni), contro le ore di una a incandescenza, e un prezzo di acquisto medio di 10 euro. n. Watt cons. annuo costo energia spesa costo spesa tot. lampade lampade /kwh bolletta lampade bolletta + lampade per casa 5 CFL kwh 0,16 6,4 2 su 8,4 42 (20W x 2.000h) base annua incandescenza kwh 0, ,50c x (100W x 2.000h) Risparmio netto annuo (5 CFL vs 10 incandescenza) 123 Gli elettrodomestici coprono almeno l'80% della bolletta elettrica. Occorre perciò sceglierli bene e imparare a utilizzarli al meglio. L'efficienza di ogni elettrodomestico è divisa in classi indicate da una lettera che va dalla G (per le apparecchiature meno efficienti) fino alla A, A+ e A++ (per quelle più efficienti). Utilizzando elettrodomestici di classe elevata si ha un risparmio energetico medio pari al 50%, a cui corrisponde anche una significativa riduzione delle emissioni di CO2. Prendiamo ad esempio un frigorifero congelatore di 250 litri, questi sono i numeri: info Al fine di conoscere i consumi delle diverse classi di elettrodomestici è molto importante consultare l etichetta energetica apposta sugli stessi (come il facsimile qui sotto riprodotto). classe cons. energia costo spesa tot. in frigorifero elettrica kwh/anno energia /kwh bolletta in G 781 0, D 570 0,16 91 A ,16 30 Risparmio annuo in bolletta con classe A calcoli similari si possono fare anche per altri elettrodomestici come forno, lavatrice, ecc.

5 ...e tagliare la bolletta E sulla bolletta del gas? Un risparmio sulla bolletta del gas può derivare da molteplici iniziative: caldaie a condensazione 4 stelle, doppi vetri, una casa ben coibentata per chi cambia casa, e piccole attenzioni quotidiane come spegnere i termosifoni durante la notte, mantenerli sempre alla stessa temperatura, cercare di arieggiare la mattina e tenere le finestre chiuse con i termosifoni accesi. Acquistando una caldaia a condensazione a 4 stelle si raggiungono risparmi intorno al 15% pari a 110 rispetto a una caldaia tradizionale a 2 stelle, e di circa 20-25% se si sostituiscono i termosifoni con pannelli radianti. consumo costo del costo risp. caldaia risp. con risp. % risp. annuo gas/anno (m 3 ) gas /m 3* riscaldam. (anno) 4 stelle % 4 stelle pann. radianti pann. radianti caldaia , % % 183 a 2 stelle Risparmio annuo installando caldaia a condensazione a 4 stelle e termosifoni a pannelli radianti 293 * zona di Bologna per una famiglia Risparmio gas con casa ben coimbentata a basso consumo energetico tipo edificio consumo energia dimensione consumo gas spesa annua con casa 20 C casa in m 2 metano (m 3 ) (costo gas** (kwh/m 2 /anno) 0,728 /m 3 ) edificio esistente di vecchia costruzione edificio convenzionale di nuova costruzione edificio a basso consumo energetico classe C* Risparmio annuo nella bolletta gas derivante da una casa ben coibentata ** costo gas medio per una famiglia nell ambito tariffario di Bologna a ottobre 2006 * il dato fa riferimento ai valori di certificazione CasaClima che è un parametro di valutazione dell efficienza energetica delle abitazioni Anche la bolletta dell acqua incide sul bilancio familiare. Ogni famiglia consuma in media 180 m 3 all anno di acqua: da un rubinetto aperto escono 12 litri di acqua al minuto, per una doccia di 5 minuti occorrono 60 litri, per un bagno oltre 100 litri, per lavarsi i denti si utilizzano circa 30 litri di acqua ogni 5 minuti, 170 per un ciclo di lavatrice. Applicando i riduttori di flusso ai rubinetti, si riduce il consumo dell acqua del 50% circa, il che significa ridurre del 20-30% circa il consumo globale dell'acqua (consumi ingenti sono infatti gli scarichi degli sciacquoni, lavatrici e bagni in vasca sui quali ovviamente i riduttori di flusso non agiscono). cons. medio annuo costo acqua spesa acqua risp.% con risp. % sul tot. m 3 di una famiglia 4 pers. (m 3 ) /m 3 ** annuale ( ) riduttori di flusso cons. da rubinetti e doccia 180 1, % 25% Risparmio annuo grazie ai riduttori di flusso 61 ** costo medio acqua a Bologna 5

6 viaggio nel mondo delle bollette Quali sono i soggetti che contribuiscono a determinare le tariffe: gli ATO Nei numeri precedenti di HERApiù, abbiamo spiegato la struttura della tariffa del gas e il meccanismo di funzionamento della tariffa dei rifiuti. In questo numero vogliamo informare i lettori su quali sono i soggetti che concorrono alla determinazione delle tariffe. ATO è l acronimo di Ambito Territoriale Ottimale. Gli ATO sono previsti dalla legge nazionale al fine di assicurare l organizzazione per aree dei servizi pubblici locali (servizio idrico integrato, rifiuti urbani). Spetta alle Regioni individuare tali aree e delimitarne i confini e le competenze: la Regione Emilia Romagna ne ha istituiti 9, i quali coincidono coi territori delle Province. Sono costituiti rispettivamente dalla Provincia e dai Comuni a essa appartenenti e si sostituiscono pertanto ai singoli Comuni nell organizzazione dei servizi sopra citati. I loro compiti principali sono: l individuazione delle esigenze del territorio e la conseguente programmazione degli investimenti necessari per lo sviluppo dei servizi; l indicazione dei parametri di qualità, efficienza ed economicità da richiedere al Gestore dei servizi; la definizione delle tariffe; l individuazione dell impresa cui affidare la gestione ( il Gestore ). I principi in base ai quali gli ATO vengono definiti, riguardano dunque la gestione dei servizi pubblici che deve essere: integrata, cioè in capo a un unico soggetto gestore e responsabile ; non può più essere gestita da soggetti (pubblici o privati) che intervengono in autonomia e senza una visione complessiva delle singole attività, riconducibili a un unico servizio; sviluppata con riferimento alla porzione di territorio ritenuta ottimale, in base alle caratteristiche geografiche, idrogeologiche, politiche e storiche, al fine di realizzare la gestione integrata dei servizi; orientata a stabilire una netta separazione di ruolo fra le attività di indirizzo e controllo e quelle gestionali. Informazioni e indirizzi degli ATO si trovano sul portale ambientale della Regione Emilia Romagna le buone pratiche di Hera: il RAB 1 puntata sulle azioni in favore della sostenibilità Il Residential Advisory Board (RAB) è un esperienza avviata da Hera a Ferrara che serve ad avvicinare l azienda ai cittadini. È un Consiglio consultivo composto dai cittadini, dal Comune di Ferrara e da Hera. I nove cittadini membri del Consiglio sono stati eletti in un assemblea pubblica tra i residenti nelle vicinanze dell impianto di termovalorizzazione di rifiuti. Il suo ruolo è quello di controllare la corretta gestione dell impianto di smaltimento di rifiuti. Il RAB rappresenta una forma organizzata di scambio di informazioni tra l azienda e i cittadini. Hera così si assume la responsabilità di agire con trasparenza verso la comunità; i cittadini, d altro canto, hanno l opportunità di avere un dialogo diretto con l azienda e di richiedere le informazioni di loro interesse. È intenzione di Hera estendere l applicazione di tale pratica negli altri territori dove è in corso la costruzione di nuovi impianti di smaltimento rifiuti o di produzione d energia elettrica qualora siano collocati in contesti urbani. Per saperne di più consultare il sito web del RAB all indirizzo:

7 nuovo orario per lo sportello clienti Da gennaio 2007 lo sportello di Bologna in viale Berti Pichat 2 osserverà il seguente orario di apertura al pubblico: > dalle 8.00 alle (da lunedì a giovedì) > dalle 8.00 alle (venerdì) I vantaggi: apertura mattutina alle ore 8.00 e orario continuato durante l intera giornata, per agevolare i clienti che lavorano e possono recarsi allo sportello o di prima mattina o nella pausa pranzo; apertura pomeridiana per 4 giorni alla settimana, per gli utenti che non possono recarsi allo sportello al mattino; minore affollamento presso gli sportelli, perché una migliore distribuzione dell afflusso nell arco della giornata, permetterà di ridurre i tempi di attesa. Per gli sportelli dei centri minori resta l orario d apertura differenziato su base locale (vedi tabella sotto). ORARI CONSIGLIATI GIORNI CONSIGLIATI LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ Più comodamente, da casa o ufficio, si può accedere agli stessi servizi disponibili presso gli sportelli telefonando al Call Center, dalle 8.00 alle dal lunedì al venerdì e dalle 8.00 alle il sabato (Numero Verde da rete fissa o da telefono cellulare). Quasi tutti i servizi sono accessibili anche sul sito 24 ore al giorno e 365 giorni all anno. SPORTELLI DI BOLOGNA E PROVINCIA BOLOGNA BAZZANO CASALECCHIO DI RENO viale Berti Pichat, 2 via Monteveglio, 5/0 Galleria Ronzani, 7/13 lunedì/giovedì 8.00/ venerdì 8.00/13.00 lunedì, mercoledì, venerdì 8.00/12.30 lunedì/venerdì 8.00/12.30 CASTIGLIONE DEI PEPOLI (c/o Municipio) MONTE SAN PIETRO (c/o Centro Sociale) MOLINELLA piazza G. Marconi, 1 via Landa 128/2 Località Loghetto via Andrea Costa, 12 mercoledì 9.00/12.30 giovedì 8.00/ /15.30 lunedì, mercoledì, venerdì 8.30/12.30 PIEVE DI CENTO (c/o Municipio) LOIANO SAN GIORGIO DI PIANO piazza Andrea Costa, 17 via Savena, 1/A via Stalingrado, 1 venerdì 9.00/12.30 martedì e venerdì 8.00/13.00 lunedì/venerdì 8.00/ giovedì 14.00/15.30 SAN GIOVANNI IN PERSICETO PORRETTA TERME (c/o Municipio) SAN PIETRO IN CASALE (c/o Municipio) via Cappuccini, 21 piazza Libertà, 13 via Matteotti, 154 lunedì/venerdì 8.00/12.30 martedì 9.00/12.30 martedì 9.00/12.30 VERGATO SAN LAZZARO DI SAVENA MONGHIDORO via della Repubblica, 507 via Pontebuco, 3 via Matteotti, 1 lunedì/venerdì 8.00/ giovedì 14.00/15.30 lunedì/venerdì 8.00/12.30 lunedì e giovedì 8.00/

8 e se fuori nevica? info Sale sfuso Hera mette a disposizione il sale sfuso presso le sedi in via Dozza 8, in via Tolmino 54 e in via Capo di Lucca 37: dalle 7.00 alle 11.00, presentandosi muniti di contenitore, si può ritirare una quantità di sale di circa 10/15 kg. Quando la neve cade, stravolge inevitabilmente i ritmi della città e le abitudini delle persone: meglio allora non farsi trovare impreparati e affrontare i problemi. Se le temperature scendono e il ghiaccio diventa un pericolo reale, Hera interviene con un preventivo spargimento di sale, per evitare il formarsi di pericolose lastre di ghiaccio lungo le strade. Quando nevica, entrano in azione lame sgombraneve, macchine spargi-sale, bobcat, pale e autocarri dando priorità alle strade con maggior intensità di traffico. I cittadini possono dare un contributo per tenere puliti dalla neve marciapiedi, passaggi pedonali e carrabili davanti ai singoli edifici, aree negozi. Inoltre è buona norma tenere d occhio i tetti delle case e i rami degli alberi dei giardini privati, qualora sporgano su aree di passaggio pubblico. Segnalare e delimitare le zone di caduta è un accortezza a tutela dell incolumità di tutti. Hera Bologna, quando nevica, attiva entro 2 ore un presidio telefonico: allo o allo possono essere segnalate situazioni di particolare criticità come il formarsi di accumuli eccessivi di neve che intralciano la viabilità o l ingresso di scuole ed edifici pubblici, alberi caduti sulla sede stradale. Ricordiamo, infine, che per i mesi invernali è sospeso il servizio di pulizia notturna delle strade del centro storico di Bologna. prevenire è meglio che riparare Anche i contatori dell acqua soffrono il freddo È importante ricordarlo, soprattutto nei mesi invernali, quando le basse temperature possono causare il congelamento dei contatori dell'acqua posti all'esterno delle abitazioni. Per evitare spiacevoli inconvenienti, come l interruzione dell'erogazione e anche la rottura del vetro con fuoriuscita di acqua, è necessaria un idonea protezione. Ma come proteggere il contatore in modo corretto? Liberare il manufatto che contiene il contatore da ogni residuo di materiale protettivo usato in precedenza, come lana di vetro e stracci; isolare le pareti interne della nicchia con fogli di polistirolo; avvolgere le tubazioni e il contatore con materiale coibentante, avendo cura di lasciare scoperto solo il quadrante delle cifre, affinché sia possibile effettuare la lettura dei consumi. Seguire questi utili suggerimenti, permetterà ai cittadini di non dover sostenere eventuali spese per la sostituzione dell impianto.

9 quando è meglio il regalo ecologico Idee per un Natale sostenibile con regali in materiale riciclato Quest anno per Natale agli indecisi e ai forzati dell ultima ora suggeriamo di fare regali inconsueti creati utilizzando materiali riciclati o ecologici. Così aiuteremo l'ambiente preservando le risorse naturali, risparmiando energia, riducendo l'inquinamento dell aria e i consumi d acqua. Qui di seguito una breve selezione di regali ecologicamente corretti tratta da un indagine web. Dondò poltrona in cartone riciclato Water Powered Clock l orologio ad acqua che si ricarica con il rubinetto di casa Moss tavolino realizzato in legno massello recuperato Gemelli gemelli realizzati con tasti di macchine da scrivere Portachiavi BB3 portachiavi ricavati da segnali stradali Collana quilling collana in conchiglie e semi Orologio JD3 orologi da muro ricavati da dischi in vinile Cavallo a molla gioco per bambini in legno e gomma riciclata Ecoquaderno ad anelli note book in cartone riciclato Bubble Bags borsa in cartone riciclato Eco coccio vasetto in terracotta con una cialda di torba e due semi biologici di zucca Felpa in pile 100% PCR, poliestere riciclato utilizzando le bottiglie di plastica 9

10 maglia rosa per la raccolta differenziata Donna, ultrasessantenne, pensionata o casalinga. Questo l identikit del cittadino modello nella separazione dei rifiuti. A indicarlo, 864 questionari raccolti fra settembre e ottobre dagli ispettori ambientali di Hera Bologna, che hanno fatto domande, dato informazioni e ascoltato pareri sulla raccolta differenziata, presidiando uno stand itinerante all uscita di supermercati e mercati rionali. Su 864 persone, 818 hanno affermato di separare abitualmente i rifiuti. Un numero che, anche se riferito a un campione ristretto, lascia ben sperare per un ulteriore aumento delle percentuali di raccolta. È emerso che le donne che differenziano i rifiuti in casa sono più del doppio rispetto agli uomini, il 66,9% a fronte del 33,1%. Non lascia spazio a dubbi quale sia la fascia d età più attenta al recupero dei materiali: sono gli over 60 a differenziarsi dai più giovani: delle 818 persone che separano i rifiuti, il 53,2% ha più di 60 anni. Ma quali materiali vengono più spesso differenziati in casa? Il 77% di chi differenzia, lo fa per tutti i tipi di rifiuto. Dal restante 23%, che separa solo alcuni materiali, la carta e la plastica sono raccolte rispettivamente da 89 e 81 persone su 100, il vetro da 69. Fanalino di coda per l organico, con un 16% di rifiuto conferito in modo differenziato (vedi grafico sotto). 89% carta 81% 69% 16% plastica vetro organico Infine, un breve focus sulle stazioni ecologiche attrezzate. Solo il 39% degli intervistati le utilizza anche se in circa metà dei questionari si dichiara di conoscerle: per alcuni gli orari sono risultati inadeguati, per altri i luoghi scomodi da raggiungere. Anche su questo fronte sarà possibile lavorare per andare incontro alle esigenze di tutti. Infine dal sondaggio emerge che il possibile allestimento di isole ecologiche all esterno di mercati, supermercati e centri commerciali è di forte interesse per i cittadini. Grazie, quindi, a tutti coloro che hanno collaborato a questa indagine, che ci ha aiutato a mettere meglio a fuoco le necessità, i problemi legati alla raccolta differenziata. Gli indirizzi delle stazioni ecologiche sono consultabili nella sezione Clienti del sito Posta dei lettori Bologna Dove lascio i rifiuti ingombranti? A seguito della segnalazione del Sign. Cossarini di Bologna, precisiamo che nel territorio di Bologna il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti e/o elettrodomestici viene effettuato a seguito dell attivazione del Numero Verde , non presso l abitazione del richiedente, bensì presso il cassonetto più vicino all abitazione medesima, dove il rifiuto va collocato per il ritiro. Ci scusiamo col lettore se nel numero precedente del giornale è stato utilizzato un termine che ha indotto un interpretazione non corretta del contenuto.

11 30 anni di radio FM 1976/2006: in un volume e in una mostra itinerante trent anni di libertà d antenna Che cosa significa trent anni di libertà d antenna? Dal 1976 è caduto un monopolio e contestualmente è stato segnato l ingresso del Paese in un era diversa. Il servizio pubblico non coincideva più necessariamente con la proprietà statale, e trovavano spazio una pluralità di soggetti con differenti identità culturali e sociali. Mutamenti profondi e nuove tendenze in un periodo in cui la domanda di libertà personale nell uso di risorse come l informazione, i linguaggi, l energia, avveniva in una tensione permanente tra ricerca e novità. Soprattutto la rivalutazione del legame con il territorio ha portato alla riscoperta della dimensione locale e della sua vitalità politica ed economica. Hera ha sponsorizzato questo progetto, pensato e realizzato dalla Casa Editrice Minerva, perché ne ha intuito fin dall inizio il valore sociale e le corrispondenze con il Gruppo Hera, anch esso teso alla crescita complessiva del territorio in cui opera, attraverso una forte politica di investimenti e di valorizzazione delle imprese locali. Un giovane e irriconoscibile Marco Baldini. Per informazioni sulle tappe della mostra: info! Se avete intenzione di comprare un nuovo frigorifero o cambiare il pc, è bene sapere che dall 1 gennaio 2007 il negoziante presso il quale vi recherete per l acquisto di un apparecchiatura elettrica o elettronica è obbligato a ritirare il vecchio elettrodomestico in cambio di quello nuovo, e farsi carico così dello smaltimento dei RAAE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Sconto per i lettori! Radio Fm il volume che accompagna la mostra sarà offerto con lo sconto del 25% a tutti i lettori di HERApiù: basta rivolgersi a Minerva Edizioni, Argelato (BO), tel facendo riferimento a questo articolo. HERA E CEFA: LA SOLIDARIETÀ Prosegue l impegno solidale del gruppo Hera riservato a sostenere i progetti del Cefa, la Onlus che da anni interviene attivamente all interno del paesi del Terzo Mondo per ovviare alle problematiche del sottosviluppo e per promuovere la solidarietà internazionale nei confronti degli stessi. Di recente è stata completata la realizzazione dell acquedotto di Kiirua, in Kenia, una vittoria importante sull endemica crisi d acqua che affligge le regioni africane e si è dato inizio all opera d intervento a sostegno dell agricoltura nel sud del Sudan, paese da anni devastato dalla guerra civile. In occasione dell ultimo Salone del Gusto organizzato a Torino, un ragguardevole numero di comunità africane e bosniache, sostenute da Cefa, ha presentato con successo i prodotti alimentari realizzati grazie a progetti di cooperazione internazionali. 11

12 UNA NUOVA ERA: SCIENZE E TECNOLOGIE INNOVATIVE FOCUS gli artifici che aiutano l ambiente Accade nel territorio di Ravenna Hera Ravenna, con la collaborazione dei Comuni di Ravenna e di Lugo, della Provincia di Ravenna, della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici, del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale, ha promosso Artifici naturali, un progetto che qualifica le aree dove sono collocati gli impianti per il trattamento dei rifiuti, con il coinvolgimento dei cittadini. Il progetto punta a individuare soluzioni per mitigare l impatto visivo degli impianti e per rivitalizzare l ecosistema delle due aree interessate. Tre le parole chiave che sostanziano l intervento attuato: compensazione, rinaturazione, mitigazione. Compensazione ci dice l arch. Antonio Stignani, autore del progetto significa arricchire la qualità del territorio agricolo con interventi di rinaturazione (boschi, filari alberati, siepi) estesi oltre i limiti dell area industriale per compensare l attività di sfruttamento del territorio stesso da parte dell Uomo, con interventi che valorizzino il paesaggio. A Ravenna sono stati complessivamente realizzati oltre 20 ettari di nuovi boschi, metri di filari alberati e siepi, mettendo a dimora piante. Come nasce il progetto? Da un attenta osservazione dei luoghi limitrofi alle aree industriali, nel nostro caso rappresentate dalle discariche e impianti annessi. La costruzione di strutture industriali e l attività agricola con mezzi meccanizzati hanno impoverito, nel tempo, il paesaggio e il territorio, producendo effetti di alterazione dell ecosistema. Per esempio la sparizione di esemplari e filari arborei, boschetti usati una volta per la caccia, rendono le aree intorno alla città così piatti, da far spiccare le strutture più importanti. Prima si sono costruite le fabbriche, poi si sono impoverite le zone di contorno. Si trattava quindi di rifare il paesaggio e riqualificare il territorio agricolo. Sono stati coinvolti gli agricoltori che sono divenuti i principali attori del processo di ricostruzione del paesaggio.

13 Avete dunque proceduto con un intervento di rinaturazione... La rinaturazione è il tema della compensazione. Si sono realizzate superfici boscate in connessione con elementi notevoli del paesaggio esistente così da creare una maglia vegetale a evoluzione naturale distribuita lungo i fossi e le carraie agricole, che forma corridoi ecologici preferenziali protetti per il passaggio della fauna. In questo modo si valorizza il sistema ecologico consentendo agli animali di spostarsi dalle zone boschive e umide di pregio circostanti all area industriale di Ravenna ad altri siti, consentendo l equilibrio del sistema naturale e percorsi senza soluzione di continuità. Tale continuità è fattore di protezione per le specie lì presenti, grazie alla rete che così si viene a creare. Stessa cosa si è prodotta lungo i corsi d acqua del lughese. A Voltana di Lugo è stato messo a dimora un filare con 300 alberi e arbusti e sono state realizzate estese superfici boscate per oltre metri quadrati con circa nuovi alberi presso il corpo della discarica. Un operazione di riordino e riequilibrio, insomma... Sì. Più che gli impianti in sé infatti, sono apparsi particolarmente fastidiosi gli accumuli intorno a essi, gestiti in passato in modo disordinato, è importante anche la gestione della presenza. Oltre a rifare il look del territorio occorre garantirne la cura e compensarne la parte brutta, nonché rendere la presenza dell attività umana vocata alla convivenza con le altre forme di vita. Il risultato è l attuazione di una serie d interventi che mantengono percepibile l area industriale, ma la rendono meno invasiva. Nel caso del nostro progetto si può dire che questi interventi sono divenuti il pretesto per qualificare il territorio e riportarlo al fascino di 40 anni fa. 13

14 una settimana con più energia Dal 6 al 12 novembre, si è svolta la 1 edizione della Settimana Nazionale dell Educazione allo Sviluppo Sostenibile, istituita dalla Commissione Italiana per l Unesco e dedicata al tema dell energia. Per l occasione Hera Bologna ha aperto al pubblico 4 impianti ed è andata nelle piazze assieme ad altre associazioni riunite sotto il coordinamento di Agenda 21. È stato organizzato un piccolo tour che ha toccato 5 dei comuni della Provincia di Bologna aderenti al Progetto MicroKyoto (progetto che vede 27 Enti locali coinvolti per la riduzione dei gas serra e della CO2). Qui Hera ha distribuito le lampadine a basso consumo energetico. Più di lampade CFL e altrettanti opuscoli informativi sono stati messi a disposizione degli abitanti di San Giorgio di Piano, Castenaso, Sant Agata Bolognese, San Lazzaro di Savena, Bologna. Un impegno concreto rivolto al risparmio, al contenimento dei consumi e all informazione per un uso sempre più razionale dell energia. caldaie catalitiche per un inverno ecologico Le sostanze inquinanti emesse nell atmosfera dalle attività umane sono le principali responsabili dei problemi di salute che affliggono l Uomo e l ambiente; in particolare, il degrado della qualità dell aria è destinato a causare un sempre maggior numero di vittime ogni anno. I primi nemici dei polmoni dell Uomo, l organo più colpito dagli inquinanti atmosferici, non sono i veicoli automobilistici ma le caldaie utilizzate per il riscaldamento a uso civile. Tra le soluzioni innovative, destinate a far ben sperare per il prossimo futuro, c è da segnalare lo sviluppo del brevetto per il progetto di una marmitta catalitica per caldaie, pensata allo scopo di abbattere le polveri sottili presenti nell aria. È stata mutuata dalle marmitte catalitiche delle auto l idea di sistemi catalitici per generare calore. È nato così un filtro particolare studiato per generatori di calore che permette l abbassamento degli inquinanti di circa l 80%, indipendentemente dai combustibili utilizzati. Se un tale progetto venisse approvato e reso funzionale, risolverebbe anche le problematiche pratiche relative agli interventi da effettuare su centrali termiche già esistenti.

15 FINANZA E MERCATO Hera cresce ancora Acquistato il 46,5% di SAT, multiutility della provincia di Modena PANORAMA ECONOMICO Hera ha stipulato l atto d acquisto del 46,5% di SAT S.p.A. con un offerta pari a 34 milioni di euro. La quota residua del capitale sociale, 53,5%, è suddiviso fra i Comuni di Sassuolo, Formigine, Maranello, Fiorano e Serramazzoni. SAT è operativa nei servizi ambientali, di distribuzione del gas, del ciclo idrico integrato e altri servizi minori, ha realizzato nel 2005 un fatturato di 62 milioni di euro, e un utile netto pari a 5,8 milioni di euro. Al 31 dicembre dello stesso anno, la posizione finanziaria netta si attestava sui 18,5 milioni di euro, mentre l Ebitda raggiungeva i 15 milioni. All atto di acquisto è seguita l assemblea dei soci, che ha nominato Giorgio Razzoli e Roberto Gasparetto consiglieri rappresentanti di Hera, e Antonio Venturini come Sindaco Revisore. Roberto Gasparetto ha anche assunto il ruolo di Amministratore Delegato di SAT. positivi i primi nove mesi del 2006 La crescita è pari a +30,3% con ricavi per milioni di euro Nei primi nove mesi del 2006 i risultati raggiunti mostrano un andamento particolarmente positivo, confermando una crescita costante del Gruppo, con queste parole il Presidente Tomaso Tommasi di Vignano ha commentato i risultati economici consolidati del gruppo Hera, approvati all unanimità dal Consiglio di Amministrazione lo scorso novembre. I risultati positivi sono stati ottenuti anche grazie alle sinergie conseguite e all integrazione di Meta realizzata alla fine del 2005 e completamente integrata nel 2006 oltre che alla crescita territoriale avvenuta con l acquisto della rete Enel di 18 Comuni della Provincia di Modena e l incorporazione della Geat Distribuzione Gas di Riccione. sintesi dell andamento trimestrale HERA IN BORSA titolo Hera Settore: utility Segmento di mercato: Blue Chips ISIN: IT DATI SINTETICI Performance del titolo negli ultimi 3 mesi: +20,57% rispetto al mercato: +13,80% Prezzo max 52 week: 3,2950 Distanza dal max: -1,90% Prezzo min 52 week: 2,1830 Distanza dal min: +47,50% dati aggiornati al 30 novembre

16

periodico di informazione per i clienti

periodico di informazione per i clienti periodico di informazione per i clienti numero quattro dicembre 2006 in questo numero: > l autolettura > consumo sostenibile > regali ecologici > artifici naturali sommario Edizione Rimini AREA CLIENTI

Dettagli

periodico di informazione per i clienti

periodico di informazione per i clienti periodico di informazione per i clienti numero quattro dicembre 2006 in questo numero: > consumo sostenibile > regali ecologici > artifici naturali sommario Edizione Ferrara AREA CLIENTI HERApiù: uno strumento

Dettagli

valori, qualità, consigli Il corso della vita.

valori, qualità, consigli Il corso della vita. Utenze Servizio domestiche idrico acqua Acqua Hera valori, qualità, consigli Il corso della vita. L acqua è un valore che non va mai fuori corso il ciclo dell acqua Siamo la seconda società italiana nei

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

Comportamenti Sostenibili

Comportamenti Sostenibili Comportamenti Sostenibili Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES COMPORTAMENTI SOSTENIBILI L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata?

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata? FAQ Che cosa sono i RAEE? RAEE è l acronimo di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. I RAEE sono i rifiuti che derivano da tutte le apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento,

Dettagli

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2 trasporti il kit del risparmio trasporti L automobile è, per il singolo come per la famiglia, la seconda voce di spesa dopo l abitazione, sia per l acquisto che per i consumi energetici. Rappresenta generalmente

Dettagli

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO COMUNE DI SALE MARASINO L obiettivo delle norme italiane, conforme alle indicazioni dell Unione Europea, è il 65% di Raccolta Differenziata entro il 31 dicembre 2012 per garantire una migliore qualità

Dettagli

Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone

Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone Prova associata al percorso I rifiuti, una risorsa per l educazione sostenibile di Annalisa Salomone Autore Annalisa Salomone Referente scientifico Michela Mayer Grado scolastico Scuola Secondaria di I

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA ZONA ARANCIO ZONA VERDE EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA I cambiamenti di orari e modalità di conferimento per un servizio ancora più puntuale ed efficiente. Per un centro cittadino

Dettagli

Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata

Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata Comune di Lesignano de Bagni COSA VI VIENE FORNITO CARTA, VETRO, PLASTICA, BARATTOLAME e CONTENITORI TETRA PAK Ad ogni famiglia

Dettagli

Raccolta domiciliare porta a porta

Raccolta domiciliare porta a porta Città di Sasso Marconi Raccolta domiciliare porta a porta Sasso Marconi, novembre 2007 Il continuo aumento della quantità di rifiuti prodotti ci sta ponendo urgenti problemi di gestione e di smaltimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore Anno scolastico 2012/2013 INTRODUZIONE I ragazzi del Consiglio Comunale dei

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale

Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale Green Management e Marketing Territoriale 13 dicembre 2012 Università di Bologna Facoltà di Economia Susanna Zucchelli Direttore Hera

Dettagli

GLI EDIFICI SONO LA 1 FORMA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE COSTO PER IL RISCALDAMENTO DI UN EDIFICIO

GLI EDIFICI SONO LA 1 FORMA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE COSTO PER IL RISCALDAMENTO DI UN EDIFICIO GLI EDIFICI SONO LA 1 FORMA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE COSTO PER IL RISCALDAMENTO DI UN EDIFICIO Si valuta tramite un indice di prestazione energetica, EPi, definito come: L unità di misura indicata, kwh/(m²

Dettagli

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia ECONOMIE DI SOPRAVVIVENZA Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia Casale Monferrato, 19 02 2015. ing. Paola Capra COSA FA L EUROPA? Consumo finale di energia per abitante (2009) La

Dettagli

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA MONITORAGGIO SULLA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI E SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DESTINATA AL RICICLAGGIO Per poter premiare le situazioni più virtuose nella gestione

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014. Calendario 2015. Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014. Calendario 2015. Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano Utenze domestiche stampato su riciclata novembre 2014 Calendario 2015 Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano Centro di Raccolta Rifiuti (stazione ecologica) I Centri sono luoghi a disposizione

Dettagli

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Piccoli accorgimenti da adottare a casa ed in ufficio Risparmio energetico Il risparmio energetico è l insieme dei comportamenti, processi e interventi

Dettagli

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale Azioni locali contro l'inquinamento di aria e acqua. Il ruolo dei cittadini Sala Aula Magna - Ordine della Casa Matha - piano 1 L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi?

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi? QUESTIONARIO A) Risparmio energetico e fonti rinnovabili nelle abitazioni residenziali. Indagine conoscitiva ai fini dello sviluppo del Piano d Azione per l Energia Sostenibile 1.Quale tipo di abitazione

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

Comune di. Canegrate

Comune di. Canegrate Comune di Canegrate UMIDO ORGANICO Nei sacchetti in Mater-Bi dentro l apposito cestino aerato. Per la raccolta il sacchetto va spostato nel MASTELLO MARRONE da mettere fuori casa. Grandi quantità di verde

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi.

Più differenzi, più riduci, più risparmi. Più differenzi, più riduci, più risparmi. Da luglio 2014 la tassa sui rifiuti diventa su misura Comune di Medesano Più differenzi, più riduci, più risparmi La raccolta differenziata a Medesano è diventata

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Scuola: Classe: Data:

Scuola: Classe: Data: L Agenda 21 Locale dei Comuni di Gorle, Nembro, Ranica e Torre Boldone Questionario di indagine ambientale Scuola: Classe: Data: Di solito in che modo o con che mezzo vieni a scuola? (scegliere max 1 risposta)

Dettagli

Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2

Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2 Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2 Quanto male stiamo facendo al nostro bellissimo pianeta azzurro? Dagli ettari di foreste decapitate, alle stragi di tonni, all ennesima petroliera

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it Per informazioni Servizio Clienti 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00 alle.00, dalle.00 alle.00..00 da telefono cellulare chiamata apagamento, costi variabili in base all operatore e al profilo

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 chiamata gratuita, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00,

stampato su carta riciclata ottobre 2014 chiamata gratuita, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00, Calendario Raccolta differenziata domiciliare nel Comune di Baricella stampato su carta riciclata ottobre Comune di Baricella Per informazioni Servizio Clienti 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00

Dettagli

La casa evoluta. Detrazione IRPEF del 20% per l acquisto di frigoriferi ad alta efficienza. Ministero dello Sviluppo Economico

La casa evoluta. Detrazione IRPEF del 20% per l acquisto di frigoriferi ad alta efficienza. Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico 2 La casa evoluta Detrazione IRPEF del 20% per l acquisto di frigoriferi ad alta efficienza A++ ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E L AMBIENTE La casa evoluta

Dettagli

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014 Utenze domestiche stampato su riciclata novembre 2014 Calendario 2015 Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio, Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Pietro in Casale, San

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE

Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE Pag. 1 di 5 Oggetto Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE 0 20.05.2013 EMISSIONE RGQ DT PRS Rev. Data Descrizione Modifica Redatto Approvato Autorizzato Pag. 2 di 5

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO.

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. COMUNE DI Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PER RENDERE EFFICIENTE UN SERVIZIO AL CITTADINO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DETTATE DALLA COMUNITA

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it Per informazioni Servizio Clienti 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00 alle.00, dalle.00 alle.00..00 da telefono cellulare chiamata apagamento, costi variabili in base all operatore e al profilo

Dettagli

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche) Calendario Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio,Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Dettagli

Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti

Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti per Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati e Legambiente FORUM RIFIUTI conferenza nazionale REPORT Milano, 19 Giugno 2014 Disegno di ricerca La ricerca è stata condotta

Dettagli

SINTESI DEL SONDAGGIO SUL RISPARMIO ENERGETICO EFFETTUATO PRESSO LE FAMIGLIE DI BOVEZZO APRILE 2010

SINTESI DEL SONDAGGIO SUL RISPARMIO ENERGETICO EFFETTUATO PRESSO LE FAMIGLIE DI BOVEZZO APRILE 2010 SINTESI DEL SONDAGGIO SUL RISPARMIO ENERGETICO EFFETTUATO PRESSO LE FAMIGLIE DI BOVEZZO APRILE 2010 1 Che cosa è ContAgio ContAgio è un progetto di sensibilizzazione al risparmio energetico e all utilizzo

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli

Le Nuove Sfide del Consorzio Riciclone delle Marche. Giuseppe Giampaoli Direttore Cosmari SRL

Le Nuove Sfide del Consorzio Riciclone delle Marche. Giuseppe Giampaoli Direttore Cosmari SRL Le Nuove Sfide del Consorzio Riciclone delle Marche Giuseppe Giampaoli Direttore Cosmari SRL L EVOLUZIONE IL PERCORSO 1976 - Si costituisce il ConSmaRi con Decreto Prefettizio 1981/1995 - Realizzazione

Dettagli

COMUNE DI AGNONE (IS)

COMUNE DI AGNONE (IS) COMUNE DI AGNONE (IS) CARATTERISTICHE EDIFICIO 1. Quanti sono i piani fuori terra dell edificio in cui vive? 2. Sono presenti piani interrati (cantine, garage, magazzini, ecc.)? SI NO 3. Qual è l altezza

Dettagli

Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico

Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico Cesenatico per l ambiente Una corretta gestione dei servizi ambientali è fondamentale

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Ecoabita è un progetto della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Provincia

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Energie nuove per l Italia

Energie nuove per l Italia con le amministrazioni locali per ridurre sprechi e bollette Fare Verde è impegnata da alcuni anni nella promozione di tecnologie e soluzioni per il contenimento dei consumi energetici e la diffusione

Dettagli

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale La plastica: maestra nell arte dell imballaggio In Europa oltre il 50 % delle merci è imballato in materiali plastici, nonostante ciò, in

Dettagli

Servizio Clienti Utenze non domestiche 800.999.700. costi variabili in base all operatore e al profilo tariffario scelto

Servizio Clienti Utenze non domestiche 800.999.700. costi variabili in base all operatore e al profilo tariffario scelto Calendario Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio,Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale stampato su riciclata www.ondecomunicazione.it

Dettagli

E un'iniziativa sottoscritta dai Comuni europei che si impegnano a contribuire agli obiettivi della politica energetica comunitaria.

E un'iniziativa sottoscritta dai Comuni europei che si impegnano a contribuire agli obiettivi della politica energetica comunitaria. COS E IL PATTO DEI SINDACI? E un'iniziativa sottoscritta dai Comuni pei che si impegnano a contribuire agli obiettivi della politica energetica comunitaria. La ratifica del Patto impegna i Comuni a: Ridurre

Dettagli

periodico d informazione idrica a cura di Acque SpA

periodico d informazione idrica a cura di Acque SpA periodico d informazione idrica a cura di Acque SpA UN NUOVO S VESTE GRAFICA RINNOVATA, CONTENUTI Dallo scorso Dicembre, Acque SpA ha pubblicato la nuova versione del proprio sito internet. L indirizzo

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 URP 051.6638507 - www.comune.san-giorgio-di-piano.bo.it consulta on-line o scarica la app il Rifiutologo

stampato su carta riciclata ottobre 2014 URP 051.6638507 - www.comune.san-giorgio-di-piano.bo.it consulta on-line o scarica la app il Rifiutologo Calendario 0 Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano stampato su riciclata ottobre 0 Per informazioni Servizio Clienti Utenze non domestiche 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00

Dettagli

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Vallarsa, lì 10 dicembre 2013 Oggetto: questionario relativo ai consumi energetici

Dettagli

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica.

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica. 1 2 3 L energia incide sul costo di tutti i beni ed i servizi che utilizziamo ma, in questo caso, prendiamo come riferimento il costo che una famiglia di Aprilia con consumo medio sostiene ogni anno per

Dettagli

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva La campagna, la mostra, la festa, l eco questionario Lo scorso marzo Comune AcegasAps e Legambiente hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione

Dettagli

Progetto ecoschool: raccolta differenziata

Progetto ecoschool: raccolta differenziata Progetto ecoschool: raccolta differenziata Chi semina. raccoglie? 23/06/2010 progetto raccolta differenziata 1 Introduzione Conoscere le diverse tipologie di rifiuti Cosa fare per migliorare la raccolta?

Dettagli

NovaE e Consorzio Agrario

NovaE e Consorzio Agrario NovaE e Consorzio Agrario Insieme per accompagnare le aziende agricole verso un futuro sostenibile è una partnership NovaE aiuta le imprese agricole, scegli un partner affidabile per investire nell ambiente.

Dettagli

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 portello dell Energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 E Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 (Perugia) CONTATTI SPORTELLO: CONTATTI SPORTELLO: Mail: info.energia@comune.perugi Mail: info.energia@comune.perugia.it

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA Ing. Giacomo Iannandrea Perché risparmiare energia? L 80% di tutta l energia mondiale proviene da fonti fossili (petrolio, gas, carbone) soggette ad esaurimento, mentre

Dettagli

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono:

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono: INTRODUZIONE Questo opuscolo nasce dalla volontà dell Amministrazione Comunale di proseguire nelle azioni propositive per il risparmio energetico, e di rivolgere ai cittadini un riferimento per riflettere

Dettagli

Guida alla lettura della nuova bolletta

Guida alla lettura della nuova bolletta Guida alla lettura della nuova bolletta indice» Perché una nuova bolletta?» Le qualità della nuova bolletta» La struttura della nuova bolletta» Primo foglio di riepilogo» La fattura Hera S.p.A. - Acqua»

Dettagli

La soluzione energetica per le imprese

La soluzione energetica per le imprese egreen La soluzione energetica per le imprese La necessità per le imprese di essere sempre più competitive e di essere sempre più attente all ambiente in cui insiste l azienda stessa con i propri collaboratori,

Dettagli

L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico. Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile.

L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico. Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile. L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile. L ambiente è di tutti. Tuteliamolo! Il risparmio energetico

Dettagli

leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06

leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06 leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06 leaflet risparmio in casa OK.ind2 2 21/02/2011 15.11.06 IL RISPARMIO ENERGETICO IN CASA piccoli gesti, grandi vantaggi Il risparmio energetico è

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

Guida per risparmiare con il teleriscaldamento. Utenze domestiche

Guida per risparmiare con il teleriscaldamento. Utenze domestiche Guida per risparmiare con il teleriscaldamento Utenze domestiche Che cos è il teleriscaldamento Il teleriscaldamento è un moderno sistema per fornire il riscaldamento, l acqua calda e, in certi casi, il

Dettagli

Del Vecchio-Governatori. Riciclaggio

Del Vecchio-Governatori. Riciclaggio Del Vecchio-Governatori Riciclaggio 1 Il problema della gestione dei rifiuti Il problema della gestione dei rifiuti è diventato sempre più rilevante: la crescita dei consumi e dell'urbanizzazione hanno

Dettagli

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia CONSULTA PER IL PROGETTO SOSTENIBILE E L EFFICIENZA ENERGETICA CORSO DI FORMAZIONE PROGETTO DI QUALITA ED EFFICIENZA ENERGETICA ED AMBIENTALE Lezione del Venerdì 4 Aprile 2008 caso di studio:cooperative

Dettagli

Edilizia e abitazioni gestione ottimale della climatizzazione domestica

Edilizia e abitazioni gestione ottimale della climatizzazione domestica Edilizia e abitazioni gestione ottimale della climatizzazione domestica Costruire con la plastica per proteggere l ambiente Nelle case e negli appartamenti le materie plastiche non sono sempre riconoscibili

Dettagli

Dove si consuma energia in casa vostra?

Dove si consuma energia in casa vostra? Dove si consuma energia in casa vostra? Articoli elettronici 4% Modalità standby 6% Riscaldamento & raffreddamento 22% Refrigerazione 7% Elettrodomestici da cucina 9% Illuminazione 9% Altro 3% Lavaggio

Dettagli

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola primaria LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO La natura non spreca. L uomo sì.che fare? CHIEDIAMO AIUTO ALLE MITICHE, FAVOLOSE INSUPERABILI, MEGAGALATTICHE,

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3 Energia elettrica: a quanto ammontano i risparmi aggiuntivi che derivano dai servizi accessori offerti con Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia

Dettagli

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA GIORNALI E RIVISTE LIBRI E QUADERNI FOTOCOPIE E FOGLI VARI CARTONI PIEGATI E SCATOLE PER ALIMENTI IMBALLAGGI DI CARTONE TETRA PAK (LATTE, SUCCHI DI FRUTTA,

Dettagli

OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65%

OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65% COMUNE DI MONDOLFO PROVINCIA di PESARO e URBI OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65% Questa Guida ti aiuta a risolvere i più comuni dubbi su come fare una buona raccolta differenziata, per raggiungere insieme l

Dettagli

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Il consumo energetico degli edifici Gli edifici, nella loro costruzione e utilizzo, rappresentano oltre il 40% del consumo finale di energia della Comunità

Dettagli

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 6 La caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 47 Consigli generali Lo sapete che In media una famiglia italiana spende ogni anno circa 500 per il riscaldamento, che rappresenta

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente

Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente Roma, 8 Ottobre 2015 Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente Il sentiment degli italiani e i temi ambientali Italiani preoccupati per disoccupazione e immigrazione, sempre meno

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

In quali casi è possibile e utile intervenire?

In quali casi è possibile e utile intervenire? CASA A ZERO COSTI E possibile far funzionare completamente un edificio a zero costi di gestione? Quali sono gli strumenti e le tecnologie che ci aiutano a realizzare questo obiettivo? In quali casi è possibile

Dettagli

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Il Centro di Raccolta Differenziata dei rifiuti è un area presidiata ove si svolge l attività di raccolta

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

Ren Italia. L energia che ti serve

Ren Italia. L energia che ti serve Ren Italia. L energia che ti serve La tua energia, il tuo futuro. La tua piccola centrale elettrica per un mondo più pulito Il mondo è cambiato, e continua a cambiare sempre più velocemente. Lo sviluppo

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

M illumino di meno 2012

M illumino di meno 2012 M illumino di meno 2012 Anche per il corrente anno scolastico la Scuola Media aderisce all iniziativa Mi illumino di meno finalizzata al risparmio energetico. La sostenibilità infatti non è soltanto una

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

rifiuti come, dove, quando

rifiuti come, dove, quando rifiuti come, dove, quando 71% del totale dei rifiuti domestici prodotti a Rovereto viene differenziato grazie all impegno di tutti i cittadini.* Solo con la collaborazione di ognuno si può aumentare ancora

Dettagli

Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 2011-2012

Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 2011-2012 Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 211-212 La Scuola Media, da sempre sensibile alla difesa dell ambiente

Dettagli

Apriamo le porte alla raccolta differenziata.

Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Utenze domestiche Borgo San Giuliano di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una

Dettagli

CONOSCIAMO L'ENERGIA

CONOSCIAMO L'ENERGIA CONOSCIAMO L'ENERGIA dedicato alle scuole per far conoscere ai più piccoli l'energia, come usarla, come risparmiarla. Progetto ideato da: Marta Oriola Claudia Camera Deborah D'Emey LE FONTI DI ENERGIA

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO "COMPETENZE PER LO SVILUPPO" 2007 IT 05 1 PO

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO COMPETENZE PER LO SVILUPPO 2007 IT 05 1 PO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO "COMPETENZE PER LO SVILUPPO" 2007 IT 05 1 PO 007 Obiettivo F Azione 1 BANDO AOODGAI 872 2007 Apprendere per orientarsi nella società complessa Codice

Dettagli