DN 2, INVERNO PERIODICO DI INFORMAZIONE PER I CITTADINI, VERSO LA DESENZANO 2020, A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DN 2, INVERNO 2015 - PERIODICO DI INFORMAZIONE PER I CITTADINI, VERSO LA DESENZANO 2020, A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE"

Transcript

1 ESENZAN O 2020 DEL GARDA DN 2, INVERNO PERIODICO DI INFORMAZIONE PER I CITTADINI, VERSO LA DESENZANO 2020, A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Desenzano è ognuno di noi!

2 D EDITORIALE IL SALUTO DEL SINDACO Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te; chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese John Fitzgerald Kennedy Riscopriamo la gioia di sentirci comunità Cari Concittadini con l avvicinarsi del Santo Natale e di un nuovo anno, desidero augurare a ognuno di voi e alle vostre famiglie un sereno periodo natalizio sperando che, pur nelle difficoltà dei tempi attuali, ci sia sempre spazio per un sorriso. A distanza di un anno torno a condividere qualche riflessione sulle pagine di Desenzano E mi piace iniziare proprio dalle recenti parole pronunciate da Papa Francesco di fronte ai fedeli presenti all apertura della Porta Santa, a Roma, per l inizio del Giubileo Un esortazione non facile, nei tempi bui che stiamo vivendo: Abbandoniamo ogni forma di paura e di timore, perché non si addice a chi è amato; viviamo, piuttosto, la gioia dell incontro con la grazia che tutto trasforma. Un pensiero e un augurio dirompente che, alle soglie del Natale, diviene il senso di questo nuovo anno. Se vogliamo che qualcosa cambi, a partire dal nostro quartiere e dalla nostra città, il cambiamento deve nascere dentro di noi, attraverso le nostre abitudini, il nostro modo di rapportarci con il prossimo, le nostre scelte di vita quotidiana. Non possiamo attendere che siano gli altri a modificare qualcosa e a calarci dall alto delle illusioni. Se rimaniamo immobili e reclinati su noi stessi, difficilmente qualcosa di buono potrà accadere. 1

3 DESENZAN O DEL GARDA 2020 DN 2, INVERNO PERIODICO DI INFORMAZIONE PER I CITTADINI, VERSO LA DESENZANO 2020, A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Editoriale educativa che implicherà lunghi pro- Purtroppo, molti dei problemi, delle incertezze e dei timori del domani che stiamo affrontando sono legati anche all indebolimento, e in taluni casi alla scomparsa del concetto di comunità, intesa nel suo senso più pieno e laico. Eppure nella nostra società, come nella nostra meravigliosa città, esistono numerose associazioni, parrocchie e tante famiglie che sono piccole comunità ricche di aspetti positivi, di voglia di fare e credere in un futuro migliore. Nuclei che, condividono una storia e un esperienza di vita, sulla base di un sentire comune, di un adesione a ideali che non possono e non devono cedere il passo al disinteresse e alla diffidenza. cessi di rigenerazione. I legami genuini e la voglia di fare e sentirsi comunità, tutti insieme, oggi più che mai necessitano di essere riscoperti, perché sono il nostro stimolo e la nostra forza. Solo così ci si può liberare dall indifferenza e coltivare un identità comune, una storia feconda, che si conserva e si trasmette alle generazioni future. Anche nella vita Molte cose devono riorientare la propria rotta, ma prima di tutto è l umanità che ha bisogno di cambiare. Manca la coscienza di un origine comune, di una mutua appartenenza, di un futuro condiviso da tutti. Questa consapevolezza permetterebbe lo sviluppo di nuove convinzioni, nuovi atteggiamenti e stili di vita. Emerge così una grande sfida culturale, spirituale ed Tuttavia non basta che ognuno sia migliore per risolvere una situazione tanto complessa come quella che affronta il mondo attuale. Ai problemi sociali si risponde con reti comunitarie non con la mera somma dei beni individuali. (Papa Francesco Laudato si ) Buon Natale e buone feste a tutti! 2 cittadina, spesso, si avverte una mancanza di rispetto di valori e ideali che un tempo erano il fondamento di una collettività. L attualità, però, ci invita a ritrovare la gioia di essere comunità salda e autentica. Non è facendo delle nostre città roccaforti assediate o piccoli cerchi esclusivi, dominati dall egoismo e dalla diffidenza, che riusciremo a difenderci e a vivere meglio. Un recuperato senso di appartenenza e un po di spirito di servizio, uniti alla consapevolezza e al rispetto dei nostri doveri, non solo dei nostri diritti, ci potranno aiutare a vivere meglio nella nostra città e nei luoghi in cui studiamo, lavoriamo e ci relazioniamo, ricordandoci sempre che non siamo soli e che la diversità può diventare una ricchezza. Questo stesso spirito deve guidare l agire politico-amministrativo, inteso come governo della polis, cioè della città nella sua globalità e non come semplice somma di tanti interessi particolari. Rosa Leso Sindaco di Desenzano del Garda Dicembre Città di Desenzano del Garda DESENZAN O DEL GARDA DN 2, INVERNO PERIODICO DI INFORMAZIONE PER I CITTADINI, VERSO LA DESENZANO 2020, A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Christmas time a Desenzano del Garda 19 Dicembre ore 16 MERRY CHRISTMAS. Balletto di Arabesque Danza. In collaborazione con Comitato promotore e Amici della Musica. Centro Sociale Desenzano. AUTOBUS URBANO GRATUITO nei giorni 23-24/12 e 7/1/ Dicembre ore 20 UNA NOTTE AL MUSEO. Gioco e avventura a tema per ragazzi. In collaborazione con la coop. La Melagrana. Iscrizioni uff. Cultura. Museo civico Rambotti 19 Dicembre ore 21 CONCERTO DI NATALE. Stagione concertistica Orchestra NED Ensemble / Nair / Anna Loro - Musiche di A. Vivaldi e J.S. Bach. Duomo di Desenzano 20 Dicembre ore 16 CANTO DELLA STELLA. A cura della parrocchia del Duomo. Vie e piazze del centro di Desenzano 20 Dicembre ore 16 NATALE A SAN MARTINO. Concerto della Banda cittadina. A cura di G.S. San Martino d/b, Commercianti e Associazioni di S. Martino. Chiesa di San Martino d/b 24 Dicembre ore ASPETTANDO IL NATALE A RIVOLTELLA. A cura dei Cuori Ben Nati. Alle gran brindisi di auguri. Rivoltella centro e piazza degli Alpini Dicembre e 2-3 Gennaio 2016 ore ARTISTI DI STRADA. Direz. artistica Simone Alani ( Italia s got talent ). In collaborazione con Hotels Promotion. Piazza Malvezzi e Piazza Matteotti. 31 Dicembre dalle ore 21 CAPODANNO IN MUSICA. Musica live e con Radio Number One. In collaborazione con Desenzano Sviluppo Turistico. Piazza Malvezzi Live Piazza Matteotti DJ Piazza Malvezzi Desenzano del Garda ALLESTIMENTI LUMINOSI, MERCATINI, ADDOBBI, DIFFUSIONE SONORA in collaborazione con Associazione Desenzano Sviluppo Turistico. E per le feste altri tre regali per cittadini e ospiti: PARCHEGGI CITTADINI GRATUITI nei giorni 24h/24 dal 21/12 al 6/1/ 2016 Calendario completo e aggiornato su: Dal 5/12 al 10/1/2016 OMAGGIO AD ENRICO PAULUCCI. Oli e disegni dal 1931 Mostra a cura di Sara Cavagnari e Mario Romanini. Galleria civica G.B. Bosio Dal 10/12 al 10/1/2016 PRESEPE ARTISTICO GALLEGGIANTE A cura degli Amici del Porto Vecchio Porto Vecchio Fino al 3/1/ BC. INTO THE GROOVE... NEL SOLCO DELL ARATRO In coll. con i Comuni e Musei di Polpenazze, Manerba, Piadena, Gavardo, Alto Mantovano Museo G. Rambotti Mercato contadino Ore 8-13 Tutti i giovedì Piazza Garibaldi Mercato di Desenzano Ore 8-13 Tutti i martedì Lungolago Mercato di Rivoltella Ore 8-13 Tutte le domeniche Via G. Di Vittorio Mercato di San Martino d/b Ore 8-13 Tutti i sabati Piazza per la Concordia Mercatino di Natale Ore Dal 21 al 24 Rivoltella centro INGRESSO GRATUITO AL CASTELLO nei giorni dal 5/12 al 6/1/2016 Il programma è suscettibile di variazioni. Consultare il sito internet o la pagina facebook del Comune per modifi che e aggiornamenti. Dove non specifi cato l ingresso è libero e gratuito. Esposizioni Mercatini

4 DESENZANO IN CIFRE Benvenuti nella NOSTRA CITTÀ La popolazione di Desenzano è in costante crescita e si avvicina ai abitanti, un terzo dei quali residenti a Rivoltella e oltre la metà nel centro, capolaterra e alle Grezze. La natalità è negativa, ma sono numerosi i cittadini che scelgono Desenzano come loro residenza. Gli stranieri sono il 14%, sostanzialmente stabili dal Trasparenza e partecipazione Richieste e segnalazioni On-Line Nel 2015 sono pervenute al Comune, attraverso l apposito spazio Scrivi agli uffici del sito istituzionale, 219 richieste/ reclami. Restano escluse da tale conteggio le segnalazioni raccolte di persona o per telefono. Il tempo medio di risposta è di 1,9 giorni lavorativi; a volte la soluzione finale, in base al tipo di problema, ha richiesto tempi più lunghi. La suddivisione fra tipologie di richieste e tra settori di competenza è riportata in dettaglio nei grafici. In generale, è confermata la prevalenza di richieste informative (70%), che hanno avuto come protagonista l Ufficio relazioni con il pubblico (22%). Nessuno si è rivolto agli uffici con ironie, offese, polemiche... né si è lamentato della risposta ricevuta. C è stato, è vero, qualche sollecito. Il picco di richieste relative alla Pubblica Istruzione dipende, almeno in parte, da una particolare attenzione del settore nel documentare tutte le attività. Desenzano in numeri... I residenti a Desenzano alla data del 31 ottobre 2015 possono essere suddivisi - con puro valore statistico - secondo la parrocchia DESENZANO di appartenenza. - POPOLAZIONE PER QUARTIERE DESENZANO POPOLAZIONE PER QUARTIERE TIPO DI TIPO DI RICHIESTA SETTORE INTERESSATO 4% 18% 14% 33% 13% Negli ultimi 10 anni, dal 2006 al 2015, sia la popolazione italiana che straniera è gradualmente cresciuta. La percentuale di cittadini non italiani, a partire dal 2012, è pressoché costante. 8% % ITALIANI E STRANIERI ,0% 14,0% 12,0% 10,0% 8,0% 6,0% 4,0% 2,0% STRANIERI RESIDENTI I fl ussi di cittadini stranieri residenti, nel tempo, hanno seguito percorsi diversi: in crescita quelli dall Europa, comunitaria e non; meno consistenti e stabili quelli da Asia e Americhe ,0% Anno 4 5

5 Parlano LE ASSOCIAZIONI In questa rubrica abbiamo voluto far parlare la città, attraverso alcune associazioni che rappresentano i vari settori d attività ambientale, sociale, educativa, culturale, ricreativa, sportiva e turistica. Per ovvi motivi di spazio, abbiamo dovuto ricorrere a un campione di sodalizi, pur avendo ben presente la ricchezza associativa della nostra città. Poiché siamo in periodo natalizio, abbiamo immaginato di far scrivere alle associazioni una piccola lettera, tipo quella per tradizione rivolta a Babbo Natale. Il suggerimento era di rispondere a tre domande: Cosa fa la vostra associazione per la comunità di Desenzano? Cosa fa o ha fatto il Comune per voi? E cosa chiedete all Amministrazione comunale? Conservazione, salvaguardia e protezione degli ecosistemi originari del lago di Garda attraverso visite guidate, eventi, materiale informativo... e gestione dell area protetta Monumento Naturale Area Umida San Francesco. Una o due volte all anno l amministrazione comunale organizza eventi culturali e musicali che coinvolgono anche l Oasi. Attualmente il Comune sta contribuendo alla realizzazione del libro fotografi co Oasi San Francesco, impegnandosi nell acquisto di un elevato numero di copie e mettendo a disposizione la struttura del castello per la presentazione. Airone Rosso si augura che il Comune riesca a realizzare i necessari lavori di manutenzione straordinaria necessari alla tutela e alla valorizzazione dell Oasi San Francesco; che si faccia promotore attivo per una effi cace collaborazione tra la cittadinanza, le scuole e le associazioni di tutela del territorio, favorendo gli incontri e l educazione ambientale e che l Oasi venga vista sempre più come un fi ore all occhiello della Città di Desenzano e come una risorsa di attività culturali e ambientali proiettate a concretizzare il grande e ambizioso progetti della tutela del Grande Lago di Garda come sito Unesco. Promuove l esecuzione e la diffusione della musica di compositori contemporanei, valorizzata abbattendo i confi ni ideali con la musica classica e attraverso l orchestra Nuova Ensemble Desenzano che punta a coinvolgere il più possibile musicisti desenzanesi. Da quattro anni curiamo la Stagione Concertistica della nostra città con notevole successo di pubblico e di critica. Per la Stagione Concertistica viene stilata una convenzione ove l amministrazione comunale, che mette a disposizione i fondi necessari, ci incarica dell organizzazione lasciando a noi la massima libertà per le scelte artistiche-organizzative. Pensare al futuro è un po sognare di questi tempi, ma se è possibile... la richiesta del NED è di dedicare ancora più attenzione e più risorse alla cultura, a tutta la cultura. Promuove la pratica sportiva a tutte le età e anima la comunità di San Martino d/b attraverso vari eventi. Ha sempre operato per fornire occasioni sportive, rivolte a soddisfare le esigenze, che una sempre più numerosa popolazione residente richiede. Il Comune ci ha lasciato operare, ha rivisto e rinnovato la concessione in uso della sede sociale per altri dieci anni. Una richiesta da parte del Gruppo: Cari Amministratori, di qualunque colore politico voi siate, San Martino ha necessità di un Centro sportivo più completo, con strutture in grado di soddisfare quelle discipline sportive che l evoluzione della società porta con sé. Perché nulla è mai defi nitivo, tutto si evolve; quello che una tempo poteva soddisfare le necessità, ora non basta, perché nel frattempo queste si sono modifi cate. Ascoltate e credete a questo Gruppo Sportivo; i suoi 50 anni di ininterrotto impegno ne sono la garanzia. 6 7 Promuove attività culturali e valorizza gli spazi di Villa Brunati, sede della Biblioteca, con particolare attenzione alle donne e ai bambini. L associazione Gruppo Villa Brunati dal 2011 si è impegnata a valorizzare gli spazi della villa (Biblioteca, Sala Musa, giardino a lago, galleria berlinese) attraverso l organizzazione di eventi aperti alla cittadinanza. Sono ormai un appuntamento fi sso le letture e i laboratori manuali per i bambini fra i 3 e i 6 anni, che si svolgono nella sala letture dei bambini, ogni secondo sabato del mese. Attraverso la convenzione stipulata con il Comune, previa autorizzazione, possiamo utilizzare le sale della Biblioteca per i nostri eventi e prevedere una erogazione di contributo a fronte di quanto speso per organizzare gli stessi. Parlano le Associazioni Nell immagine la Festa delle Associazioni 2015

6 Tutela e diffusione della tradizione locale, attraverso pubblicazioni, manifestazioni e studi storici, favorisce occasioni di confronto e dialogo tra cittadini. La nostra associazione cerca di capire e far capire come si è trasformata negli anni la socializzazione della nostra città, ovviamente quella dei rapporti interpersonali fra le persone perché notiamo in generale l assenza di dialogo, quindi di scambio di idee, considerazioni e proposte. Sappiamo che il Comune non è tirchio, ma è condizionato da lacci e regole che talvolta non possono permettere di appoggiare di più, oltre il parere positivo o meno, lo svolgersi delle manifestazioni. Non c è bisogno di essere buoni solo a Natale, c è bisogno di maggiore dialogo per capire meglio le reciproche volontà; non è possibile sviluppare le idee vincolandole a lacci e lacciuoli di natura essenzialmente burocratica. San Vincenzo D e s e n z a n o Associazione di ispirazione cattolica a cui aderiscono persone, giovani e anziane, che uniscono le loro forze allo scopo di aiutare chi si trova in condizione di sofferenza morale e materiale e di operare per rimuovere le situazioni di povertà ed emarginazione, con l aiuto di benefattori. Da due anni abbiamo stipulato una convenzione con il Comune di Desenzano con la quale ci impegniamo a collaborare per sostenere, attraverso interventi mirati, le famiglie residenti che si trovano ad affrontare momenti di grave diffi coltà economica, determinata dalla perdita di lavoro, dall aggravarsi delle condizioni di salute e/o di altri eventi contingenti verifi cati dal servizio sociale comunale. Il Comune di Desenzano eroga all associazione una somma, che viene spesa e rendicontata secondo gli scopi previsti dalla convenzione. L associazione auspica infi ne che anche nei prossimi anni possa continuare e ulteriormente migliorare una collaborazione veramente profi cua, per aiutare chi ha veramente bisogno non solo di sostegno materiale, ma di vicinanza e condivisione delle diffi coltà. Manitese gestisce la raccolta e vendita dell usato attraverso un negozio, che si trova in centro a Rivoltella in via Parrocchiale, e un capannone destinato sia alla raccolta che alla vendita a San Martino della Battaglia. Attraverso le sue iniziative fi nanzia progetti di autosviluppo nel Sud del mondo. Come associazione abbiamo collaborato con il Comune dando una vita diversa a rifi uti che poi sono diventati progetti nel Sud del mondo e oltre al lavoro materiale abbiamo sensibilizzato la popolazione su grandi temi sociali, come il lavoro infantile, la campagna anti-mine e ultimamente la sovranità alimentare. Il Comune ci ha sempre sostenuto durante tutti i trent anni, economicamente, logisticamente e con patrocini alle nostre iniziative. All amministrazione chiediamo di continuare a sostenerci, come fatto nella nostra storia trentennale. Riunisce 45 aziende ricettive della città e promuove le attività, il territorio e l immagine turistica della città. Lungimirante è stata l idea di aggregarsi con gli operatori del settore turistico di Sirmione per intraprendere importanti eventi e servizi a livello congiunto. La nostra città gode di privilegi indiscutibili e di risorse inespresse; l economia dell accoglienza potrebbe diventare la principale leva su cui puntare per uno sviluppo sostenibile e duraturo e di ampi benefi ci. Promozione culturale e sociale, attività di studio, valorizzazione del patrimonio storico-artistico, formazione degli associati, iniziative di accoglienza e ospitalità culturale. In questi anni Garda I Care ha raccontato ai desenzanesi, agli studenti delle scuole e ai turisti italiani e stranieri quanta bellezza e storia ci siano nella nostra bella Desenzano. Lo scopo dell associazione è proprio quello di far capire a chiunque entri in contatto con noi quanto sia importante l avere a cuore qualcosa: da un opera d arte a un paesaggio, da una tradizione a una persona... Il nostro nome sottolinea questo desiderio. Con il Comune della città è nata una bella collaborazione; in questi anni ci ha supportato tanto e, insieme, siamo riusciti a offrire varie iniziative culturali alla nostra comunità! Chiediamo all amministrazione di continuare ad apprezzare le nostre attività e continuare a volerci bene e darci sempre fi ducia come ha fatto fi nora. Associazione sportiva dilettantistica di Desenzano animata dalla passione per le profondità lacustri e da una sana amicizia. La passione per tutto ciò che vive sotto la superfi cie dell acqua ci spinge a cercare sempre nuove esperienze. Vivere il mare o il lago, come molto spesso succede, ci fa sentire spettatori privilegiati di un mondo incantato. Anche per questo il nostro impegno per la pulizia dei fondali di Desenzano, con l appoggio dell amministrazione comunale in varie giornate dedicate all ambiente, ci rende orgogliosi di contribuire alla tutela della nostra meravigliosa casa comune che è il lago di Garda. Continueremo a dare il nostro contributo come sommozzatori per mantenere alta l attenzione verso il nostro ambiente, in acqua come in terra. Parlano le Associazioni 8 9

7 DESENZANO 2015 Gli eventi della NOSTRA CITTÀ Vi raccontiamo un po della nostra città attraverso gli eventi che l hanno resa viva e affollata in questo Grazie a tutti coloro che hanno collaborato e partecipato. Vivi la città, 25 settembre 2015 Spettacolo Pirotecnico Luci sul Lago, 6 settembre 2015 Concerto di Santa Cecilia, 6 dicembre 2015 Giornata dell Unità Nazionale e delle Forze Armate, 4 novembre 2015 Tributo ai Modà in Piazza Malvezzi, 27 luglio 2015 A World of Rock, 15 agosto 2015 Mattoncini in Castello, 25 ottobre 2015 Festa delle Associazioni, 27 settembre 2015 Desenzano Jazz Festival, Enrico Zanisi Trio, 27 giugno 2015 Concerto lirico Omaggio a Belcanto a San Martino d/b, 20 giugno 2015

8 SERVIZI SOCIALI, EDUCATIVI E CULTURALI Assessore Antonella Soccini La Stagione Concertistica +36% Nasce il frutteto della vita al parco del Laghetto, 6 giugno 2015 Colnago Cycling Festival 2015, 17 maggio 2015 Passaggio della 1000Miglia 2015 a Desenzano d/g, 14 maggio 2015 Concerto di Pasqua, stagione concertistica 2014/2015, 28 marzo 2015 Il Festival del Jazz estivo +19% Manifestazioni Tra i vari eventi promossi durante l anno, ne ricordiamo alcuni. Appuntamento ormai entrato nella tradizione culturale desenzanese e nelle aspettative dell utenza è la Stagione concertistica che propone eventi di alto livello artistico, riscontrando un significativo successo di pubblico. Per i vari concerti si è scelto di privilegiare gli spazi delle chiese locali, sempre gremite di spettatori. Nel dettaglio, gli otto concerti realizzati nel 2014/2015 hanno raccolto una presenza totale di circa spettatori (quasi 900 presenze in più rispetto alla precedente stagione, con un +36%), pur con due concerti in meno in programma. La Stagione concertistica 2015/2016, con nove concerti in programma conferma la proficua collaborazione con l associazione Ned Ensemble e con le parrocchie locali. Anche il Festival Jazz estivo, in Castello, con musicisti di livello nazionale e internazionale, ha ottenuto un aumento di circa cento persone rispetto alla precedente edizione 2014 (+ 19%). La Rassegna estiva serale dedicata sempre ai bambini per il 2015, ha visto la realizzazione di sei spettacoli, il primo in Castello e gli altri nelle due piazze tradizionali (Francoli a Rivoltella e Concordia a San Martino della Battaglia). Per un totale di n spettatori (+ 63,9%). Buon Compleanno Italia!, 15 Marzo 2015 Concerto per la festa della donna, 8 marzo 2015 La Festa delle Associazioni di fine estate ha raccolto l adesione di una quarantina di associazioni locali culturali e sociali. Nata sull onda della positiva esperienza acquisita negli anni scorsi dalla Festa dello Sport con la quale condivide gli stessi obiettivi: creare un proficuo e gioioso momento di incontro tra le associazioni sportive territoriali e i cittadini che, grazie a tali iniziative, hanno la possibilità di rendersi pienamente conto di quanto il territorio offre. Per le manifestazioni, è stato attuato l obiettivo di sostenere quegli eventi che, anche nel corso degli anni precedenti, hanno dimostrato di raccogliere un adesione e un gradimento significativo, restituendo al territorio risultati dal punto di vista dell integrazione con l ambiente e il turismo, dell aggregazione sociale e della promozione dello sport inteso come socializzazione, salute, crescita personale, educazione e benessere psico-fisico. 13

9 SERVIZI SOCIALI, EDUCATIVI E CULTURALI PRESTITI TOTALI PRESTITO LOCALI PRESTITI IN USCITA (utenti di altre biblioteche) PRESTITI IN ENTRATA (libri da altre biblioteche) Biblioteca Con il 2015 è stato completato il lavoro di riorganizzazione della Biblioteca civica G.Anelli presso Villa Brunati a Rivoltella. Interventi che nell ultimo biennio hanno portato a una completa revisione degli spazi, delle collezioni librarie e della loro disposizione logistica, nell ottica di un servizio sempre più efficiente, multimediale e razionale. A ottobre è stata inaugurata la sala informatica rinnovata e dal 10 dicembre 2015 è aperto per ora ogni giovedì dalle 15 alle 19 il nuovo Punto prestiti presso il Museo civico G. Rambotti. La Biblioteca è sede di numerosi eventi e iniziative culturali, anche del nuovo Gruppo di lettura a cui partecipano una cinquantina di persone Mostre Luogo tradizionale e consolidato per la realizzazione delle mostre è la Galleria civica Gian Battista Bosio che, anche grazie alla sua particolare fortunata posizione, si presta per eventi espositivi di successo. Si ricorda che da alcuni anni il programma annuale delle mostre è definito già nell anno precedente, per opera di un apposita commissione che seleziona le mostre presentate dagli artisti successivamente all apertura di un avviso pubblico per l utilizzo dei locali comunali a pagamento. Nel 2015, secondo il calendario stilato con procedura selettiva, fino a novembre sono state realizzate dieci mostre per un totale di oltre visitatori. Il restauro delle sale espositive del Castello ha inoltre dato la possibilità di utilizzare nuovi spazi, appositamente dedicati dal Comune di Desenzano, ad altre mostre (cinque tra giugno e ottobre). 2015: 10 mostre visitatori Restauro: creazione nuovi spazi UTENTI ATTIVI TOTALI (almeno un prestito annuo) MASCHI FEMMINE TOTALI UTENTI DELLA BIBLIOTECA PER FASCIA DI ETA' anni DI CUI, SUDDIVISI PER FASCE ETÀ: OVER 60 oltre anni 0-6 anni anni anni NUMERO UTENTI E PRESTITI DELLA BIBLIOTECA CIVICA ANNO PRESTITI UTENTI 15 Contro le Ludopatie Il Comune di Desenzano è capofila di un progetto del Garda bresciano contro le ludopatie, ossia i disturbi legati all impulso di giocare d azzardo o fare scommesse con gravi conseguenze personali e sociali. Grazie al finanziamento della Regione Lombardia, è possibile agire a livello distrettuale e mettere in campo strumenti efficaci per la prevenzione, l individuazione e il sostegno al problema. Nel programma sono coinvolti numerosi altri soggetti del Distretto 11: oltre a 17 Comuni, lo Sportello Basso Lago, l Unione Comuni della Valtenesi e la Comunità Montana Alto Lago. L obiettivo primario è di costruire una rete di collaborazione tra enti pubblici, associazioni e scuole del territorio gardesano, al fine di condividere una linea d intervento unica in ambiti prioritari per la prevenzione delle ludopatie, partendo dalle scuole medie, attraverso tre punti d ascolto e orientamento sul territorio, la formazione di vari operatori, una mappatura delle slot machine e videolottery presenti nel Garda bresciano e un tavolo di lavoro aperto al territorio e agli esercenti, per elaborare un codice etico sul gioco d azzardo. Le varie azioni sono coordinate dal Consorzio Gli Acrobati Onlus (www.smigliacrobati.it).

10 SERVIZI SOCIALI, EDUCATIVI E CULTURALI GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE ANNO PARZIALI PRIMI 10 MESI Museo Rambotti Anche il Museo civico archeologico G.Rambotti è stato oggetto di una serie di attività di potenziamento e valorizzazione del patrimonio museale e di miglioramento della struttura all interno di un progetto denominato Il Museo per tutti e destinatario di un finanziamento regionale di euro (su oltre euro di investimento comunale). nuove vetrine e pannelli didattici anche in lingua inglese, installazione dell impianto di videosorveglianza, mostra sul cibo realizzata in occasione di Expo 2015 Back to the roots - Alle radici del cibo. L alimentazione al tempo delle palafi tte un fi lmato 3D dello storico aratro del Lavagnone più eventi: laboratori didattici per gli utenti dell Anffas, gli stage con gli studenti universitari, le aperture gratuite in occasione delle Giornate del Fai, i laboratori a tema per le scuole, gli eventi estivi come I martedì al Museo e le visite guidate Alla scoperta del Lavagnone... la sala della palafi tta inaugurata a marzo 2015 le audioguide con traduzioni in inglese e tedesco l installazione di un touch screen (nel 2016) l acquisto di alcune vetrine, implementazione dei supporti per i pannelli, completamento della traduzione inglese per tutti i pannelli del museo (2016) Nel 2014/2015 il Museo archeologico ha registrato un incremento dell attività di circa il 30% VISITATORI MUSEO RAMBOTTI ATTIVITA DIDATTICA SERVIZI EDUCATIVI MUSEO RAMBOTTI CLASSI ALUNNI VILLA ROMANA CLASSI ALUNNI TOTALE CLASSI TOTALE ALUNNI Una famiglia in più Affido leggero 9 famiglie disponibili nel minori sostenuti per un totale di ore (1.064 in più rispetto all anno 2014) 680 ore sostenute direttamente dalla Associazione Gratitudine Se i servizi di assistenza educativa domiciliare fossero svolti utilizzando le cooperative sociali accreditate, come di avveniva in passato in assenza del progetto, al costo orario di Euro 19,80, il costo per il Comune per garantire il servizio sarebbe stato di Euro ,80 ovvero di Euro ,40 in più rispetto al L unica spesa sostenuta è di 3.000, cifra riconosciuta all Associazione Gratitudine. Questa soluzione ha consentito, inoltre, la possibilità per i minori di essere accolti e assistiti in contesti educativi adeguati. Evitati 9 sfratti Risparmio ,50 su fondi comunali Riduzione sui canoni applicati in media del 17,62% con una punta del 26,15%. Pedibus 7 linee di scuolabus a piedi: tre per la scuola Papa, due per la scuola Laini e due per la scuola Don Mazzolari Programma di andata-ritorno coincidente con l orario scolastico (tempo prolungato, andata al mattino, ritorno al pomeriggio a fine lezioni) 140 bambini iscritti nell anno 2015/2016 Servizio completamente gratuito per le famiglie Coinvolgimento delle associazioni del territorio e riduzione dei costi per il Comune; coordinamento affidato alla cooperativa Eva euro Costo servizio 2012/2013 circa euro Costo servizio anno 2016/2017 a parità di linee Sostegno affitti Una delle emergenze del territorio è collegata all elevato numero di sfratti per morosità che coinvolge il Comune nel sostegno, anche economico, dei nuclei familiari, soprattutto con minori, per la ricerca di un altro alloggio o di una sistemazione alternativa. La partecipazione a un bando della Regione Lombardia ha consentito di reperire fondi aggiuntivi, collegati ad azioni innovative per il territorio, anche con il coinvolgimento dei proprietari, al fine di sostenere la mobilità abitativa e contrastare alcune derive. La Regione Lombardia ha concesso al Comune Euro , ossia l intero finanziamento richiesto A fine novembre erano state presentate e ammesse 18 domande per un totale di 18 inquilini e 18 proprietari coinvolti e una spesa complessiva di euro ,50. Entro la fine dell anno si stima di impiegare almeno il 60% del Fondo a disposizione. I benefici riconosciuti utilizzando il Piano Mobilità, e quindi i fondi regionali, hanno permesso di risparmiare ,50 sui fondi comunali. Sono stati evitati 9 sfratti ed è stato possibile ottenere riduzioni sui canoni applicati in media del 17,62% con una punta del 26,15%. Si è ottenuta la disponibilità di 4 proprietari ad affittare gli alloggi al canone calmierato definito nel bando. Al tradizionale sportello affitti nel 2015 sono state presentate 103 domande di cui 103 ammesse per un contributo complessivo di Euro ,00 di cui Euro da fondi comunali e Euro da fondi regionali. In media il contributo concesso è stato di 1.126,31 euro.

11 URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA MOBILITÀ Assessore Maurizio Tira 9 famiglie disponibili 5 minori sostenuti 18 Asili Nido L offerta desenzanese di asili nido comunali è sempre più diversificata e flessibile, per andare incontro alle esigenze delle famiglie che lavorano, anche durante l estate e offrire spazi significativi di accoglienza educativa e affettiva per i bambini della primissima infanzia. Dal 2013 a oggi, non sono poche le novità introdotte. È stato rivisto il regolamento per la frequenza dei nido e sono stati adottati l indicatore di reddito Isee e nuove fasce di compartecipazione delle famiglie. Oltre agli orari usuali di frequenza (part-time del mattino, normale e prolungato fino alle 18), il servizio si è arricchito di nuove flessibilità: dal 2013/2014 si è introdotto il part-time pomeridiano ( ); dal 2014/2015 anche il sabato mattina ( ) e, in via Pescala, l orario prolungato dalle 18 alle 19 per i bambini divezzi. In più, dal 2015/2016, sempre nell asilo di via Pescala, sarà possibile anche l ingresso anticipato dalle 7 alle 7.30, per chi ha particolari necessità familiari e organizzative. Sempre nella struttura di Via Pescala è attiva anche la sezione per i lattanti dai tre mesi di età, con la possibilità di convenzionamento con le aziende e un calendario di apertura diversificato a seconda delle esigenze. Dal 2013 il nido di via Pescala è rimasto aperto per tutto il mese di agosto, esperienza ripetuta nel 2014 e nel L intervento economico del Comune ha consentito di rispondere alle richieste dei genitori occupati. E nei tre anni sono state realizzate giornate di apertura straordinaria per i frequentanti e per quanti hanno voluto sperimentare la socializzazione al nido. Verso un lago di Garda sito Unesco Il lago di Garda non ha bisogno di vedere riconosciuto il proprio valore, le proprie immense ricchezze, l incanto dei suoi paesaggi. Tuttavia ha bisogno di risorse appropriate, di un accordo di governance interregionale, di un sistema di pianificazione coordinato tra le quattro provincie di Brescia, Trento, Verona e Mantova, di una strategia e di un sistema di monitoraggio comuni per conservare le sue bellezze note da millenni. Sono necessarie politiche coerenti di uso del suolo, regolazione delle attività umane, protezione del paesaggio e delle aree naturali, interdizione delle nuove costruzioni lungo la costa. Così è stato per il sito delle Dolomiti, recentemente riconosciuto patrimonio mondiale dell umanità e per le meno note colline delle Langhe e del Monferrato. Il problema nazionale della rendita fondiaria sul Garda ha avuto la sua espressione più drammatica e macroscopica. La facile possibilità di rendita dei terreni agricoli che si trasformavano in edificabili, dai tempi d oro pre-euro del turismo tedesco, ha spinto intere comunità a rinunciare a luoghi storici, conosciuti e riconosciuti ben oltre i confini nazionali, per guadagni enormi e garantiti. Ne hanno sofferto il paesaggio, l agricoltura, le architetture tradizionali, i mestieri, finanche la composizione sociale e le abitudini delle persone. Il sogno del lago di Garda patrimonio dell umanità è una visione, che può valere al di là del risultato finale e dà valore al percorso in quanto questo può costringere a lavorare insieme. Il riconoscimento di un sito Unesco presuppone comunque un valore universale ed eccezionale del bene, oltre che soddisfare almeno uno dei dieci criteri individuati nella Convenzione del Da qui nasce la proposta di un sito seriale: il sito Garda potrebbe godere a scala vasta di un ampio territorio gardesano in cui si riconosce un paesaggio con marchio Unesco, all interno del quale si individuano delle eccellenze più puntuali, alcune con carattere esclusivamente naturale, altre con carattere antropico e altre ancora miste. Questi siti che vengono definiti core zone sarebbero perimetrati da un buffer zone (zone di protezione e di tampone), che potrebbe coincidere con tutta la fascia perimetrale al lago. La proposta di candidatura deve partire dalle amministrazioni comunali e il Comune di Desenzano del Garda sta lavorando da mesi per presentare un dossier ai sindaci e alle realtà economiche e imprenditoriali del territorio. Un primo incontro, informale, si è già tenuto a fine estate.

12 PLIS San Martino della Battaglia La visione di città sostenibile che anima la nostra amministrazione comunale si concretizza in un territorio insediato a lago, che deve essere contenuto nella sua espansione attuale e che presenti a corona delle zone di protezione e valorizzazione ambientale. Dopo la creazione del Parco del Corridoio Morenico del Basso Garda Bresciano a ovest, accanto alla grande fascia agricola che caratterizza il territorio a sud, a est è in corso di definizione e riconoscimento il nuovo Parco locale di interesse sovracomunale dei luoghi della battaglia di San Martino. Si tratta in questo caso di valorizzare un corridoio ecologico che, come ad ovest, impedisca la saldatura degli abitati di Desenzano, Sirmione e Pozzolengo, mantenendo aperti o potenziando i pochi varchi ancora disponibili. In questo caso però si aggiunge alla motivazione ecologica anche quella storico-testimoniale, in quanto si tratta dei luoghi teatro della battaglia che possono costituire una alternativa anche di valorizzazione economica, aggiuntiva a quella delle coltivazioni di pregio. Lo studio per la proposizione del Parco è già stato approvato dall amministrazione provinciale e nella variante generale al Piano di Governo del Territorio verranno inserite anche le norme di tutela e valorizzazione, che prevederanno poi la possibilità di agire sugli edifici rurali dismessi tramite un piano attuativo d insieme. LA MISSIONE È QUELLA DI RIDARE VALORE ALLA DESENZANO DEL FUTURO PUNTANDO SU UNA SERIE DI ASPETTI Revisione del PGT La Legge regionale 31 del 2014 della Lombardia sul contenimento del consumo di suolo e la rigenerazione urbana, ha dato ragione alla politica che orienta la revisione del Piano di Governo del Territorio (PGT) di Desenzano: stop al consumo di nuovo suolo agricolo e naturale e attuazione delle previsioni di nuove trasformazioni presenti nella pianificazione vigente. Dopo l operazione chirurgica del dicembre 2012, in cui sono state eliminate le previsioni abnormi, ingiustificate ed antistoriche del PGT approvato in corsa dall Amministrazione Anelli, il residuo di espansione del comune è più che sufficiente per i prossimi dieci anni. Sono tra l altro vigenti, come noto, i precedenti due Programmi Integrati di Intervento, approvati nel 2011 dalla stessa Amministrazione Anelli, ma bloccati nei fatti da un surplus di offerta che rende ingiustificata anche economicamente la costruzione di nuove aree residenziali. Quindi, nella variante al PGT, tutto sarà orientato al recupero dell esistente. Lo impone il mercato, ma anche la convinzione che il governo del territorio implichi una visione etica e culturale dell ambiente come elemento sostanziale per la comunità, dove qualità della vita e sviluppo economico devono trovare il loro equilibrio in una programmazione urbanistica che abbia come obiettivo il bene comune. Il Piano di Governo del Territorio non è quindi un semplice strumento urbanistico per la gestione corretta dell oggi, ma è uno strumento di pianificazione che traccia le linee per uno sviluppo sostenibile della città che guarda al futuro con scelte lungimiranti, trasparenti e partecipate. stop al consumo di nuovo suolo agricolo e naturale qualità dell ambiente e recupero delle aree dismesse densificazione dei vuoti nelle aree già urbanizzate potenziamento e valorizzazione delle strutture alberghiere riqualificazione dei centri storici e recupero dell edificato degli anni 60-70, anche con sensibili sgravi fiscali nuova cultura della mobilità e sviluppo della rete ciclabile e pedonale potenziamento della zona a traffico limitato nel centro di Desenzano piano dei servizi economicamente sostenibile conferma dello stop alle grandi strutture di vendita completamento della riqualificazione del Castello per realizzare un Auditorium qualificazione e specificazione territoriale per un turismo sportivo a Rivoltella (Spiaggia d oro, parco del laghetto, piscine, tennis, campo tre stelle, pattinodromo, futuro campo di basket, ecc.) e un turismo eno-gastronomico e storico a San Martino e Vaccarolo

13 Inquinamento e cambiamenti climatici Si stima che l Unione europea, senza misure di adattamento ai cambiamenti del clima, da qui al 2020 avrà costi da danni climatici vicini ai 100 miliardi di euro, e al 2050 l ammontare potrà toccare la soglia dei 250 miliardi. Eppure è anche stimato che ogni euro speso oggi per proteggere le comunità dagli effetti dei cambiamenti del clima potrebbe portare un risparmio di 6 euro per fronteggiarne i danni. È partita da qui la XVII Assemblea nazionale del Coordinamento delle Agende 21 locali italiane, tenutasi a Desenzano del Garda il 17 e 18 settembre 2015 e dedicata al tema delle Città resilienti del 21 secolo, ossia città capaci di prevenire e contenere i cambiamenti climatici, adeguandosi alle loro conseguenze e sviluppando capacità di costruire risposte sociali, economiche e ambientali strutturate. L evento ha rappresentato la tappa italiana verso la Cop 21 di dicembre, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Parigi, a cui ha partecipato nei giorni scorsi anche Desenzano attraverso l intervento dell assessore all Urbanistica Maurizio Tira, nel ruolo di nuovo presidente del Coordinamento Agende 21 locali italiane. La COP 21 ha definito un accordo internazionale per affrontare la grave crisi climatica del nostro pianeta. Gli assetti istituzionali cambiano, ma i problemi restano o aumentano, e solo le reti possono contribuire a risolverli. Per questo crediamo che, su un fronte così importante come quello dell adattamento ai mutamenti del clima, sia fondamentale lavorare insieme. Molte azioni locali si possono facilmente ispirare alle buone pratiche di altri enti, in una logica di benchmarking volontario. Serve sperimentare nuove aggregazioni di Comuni e nuove forme volontarie e obbligatorie di piani di governo del territorio, che internalizzino le problematiche della sicurezza, della resilienza, della capacità di prefigurare uno sviluppo sostenibile del nostro Paese. L Assessore Maurizio Tira eletto Presidente Nazionale del Coordinamento Agenda 21. OPERE E LAVORI PUBBLICI PATRIMONIO SERVIZI TECNICI GENERALI Idroscalo ai Desenzanesi L ex Idroscalo torna ai desenzanesi grazie a un accordo con il Ministero della Difesa e l Aeronautica Militare: una porzione del parco sarà presto accessibile come ulteriore ingresso a lago, in collegamento con la nuova passeggiata, e come parco di uso pubblico a beneficio di cittadini e ospiti della città. Questo importante risultato scaturisce dalla preziosa collaborazione maturata in quest ultimo anno tra Amministrazione comunale desenzanese, Aeronautica Militare e Ministero della Difesa. La sinergia creatasi fra Aeronautica militare, e in particolare con il colonnello Andrea Di Pietro comandante del 6 stormo di Ghedi, il Ministero della Difesa e l attuale Amministrazione, ha dapprima reso possibile la realizzazione del nuovo tratto di passeggiata a lago e subito dopo questo risultato, da anni auspicato e sino a oggi mai realizzato. L idroscalo è stato un luogo storico per Desenzano e per l Italia: qui, il 23 ottobre 1934 alle ore 14.56, il maresciallo Francesco Agello conquistava il primato di velocità, record tutt oggi imbattuto per la categoria idrovolanti, e per quell eroica impresa fu soprannominato l uomo più veloce del mondo. La richiesta della nostra Amministrazione nasce da una convinzione: la fruibilità di una porzione dell ex idroscalo conferirà maggiore prestigio alla passeggiata a lago e alla nostra città. Il patrimonio immobiliare dello Stato costituisce un valore sociale ed economico di fondamentale importanza, presenta ampie zone di potenziale valorizzazione e può diventare un fattore di crescita per l economia e per il turismo di Desenzano. L abbiamo ormai ribadito in più occasioni che la riduzione degli oneri di urbanizzazione negli ultimi anni è pesata non poco sulle casse comunali. Eppure, la città richiede una serie di attenzioni e di interventi, che vanno dalla manutenzione ordinaria e straordinaria, anche a scopo preventivo onde evitare situazioni di emergenza come quelle verificatesi in altre parti d Italia a opere pubbliche realizzate e finanziate per migliorare la viabilità, la vivibilità e l immagine turistica di Desenzano del Garda. Ne consegue che l amministrazione comunale è chiamata a reperire altrove le risorse necessarie, come nel caso dell affidamento di coste, spiagge e porti all Autorità di bacino laghi di Garda ed Idro, manovra che ha consentito la realizzazione del nuovo tratto di passeggiata a lago Spiaggia d Oro - Desenzano, la sistemazione dei porti rivoltellesi, dei giardini e pecorsi pedonali alla Maratona e del progetto Spiagge per tutti alla Spiaggia d Oro. Vice Sindaco e Assessore Rodolfo Bertoni Oneri di urbanizzazione EURO 23 ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO I dati 2014 e 2015 sono soggetti a verifi che e assestamenti.

14 Opere e lavori pubblici Aree Verdi Gli interventi sul Monte Corno (finanziati per euro dal Fondo Cariplo per la connessione ecologica) serviranno al recupero della rete di sentieri per la fruizione pubblica del Parco locale di interesse sovracomunale (PLIS). L intervento già realizzato è consistito nella ripulitura di alcuni stagni e alcuni fossi, nella piantumazione di nuove essenze e nella realizzazione di un breve tratto di sentiero; nella pulizia e manutenzione della scarpata zona Vò e nella piantumazione di un nuovo canneto presso la sede della Lega Navale. PRIMA PRIMA Fossi e canali di scolo DOPO DOPO Dopo i lavori di pulizia del ganfo Garbella a San Martino, dal 2015 l amministrazione comunale ha deciso di investire circa 130mila euro ogni anno per la manutenzione di fossi, canali di scolo, caditoie e scarpate per prevenire i danni da allagamenti e altre situazioni di emergenza. Ampliamento chiosco alla Spiaggia d Oro Con un investimento di 150mila euro è stato ampliato l immobile a lago, che ha consentito un maggior spazio al bar e la realizzazione di servizi igienici prima mancanti (spogliatoi, bagni, docce). Inoltre è stato realizzato un camminamento fino alla spiaggia per i disabili che, utilizzando apposite carrozzelle, potranno calarsi in acqua (progetto Spiaggia per tutti ). Fascia a Lago Il collegamento pedonale Rivoltella-Desenzano consentirà lo sviluppo di un sistema turistico a lago per tutti. Il percorso a lago è diviso in due stralci. Il primo tratto, già realizzato tra l area verde di via Lario e la Spiaggia d Oro, è un camminamento di circa 800 metri, parte in assito di larice, percorribile anche dai disabili e illuminato con led a raso. Il secondo tratto unirà la darsena Lepanto alla Maratona permettendo, dalla prossima estate, di raggiungere tratti di costa finora non accessibili. L investimento complessivo è di euro. Impianti sportivi Scatolina e Maraviglia, due interventi che incoraggiano lo sport popolare di quartiere. Prima dell intervento, l area sportiva della Scatolina era in stato di abbandono. Con euro il campo da calcio è stato rimesso a nuovo, con nuove reti di protezione e alle porte; è stato sistemato il campo da bocce, sono stati sostituiti i tabelloni del campo di basket e demoliti i servizi igienici ormai inutilizzabili ed è stato collocato un nuovo bagno chimico. Al campo sportivo Maraviglia di Rivoltella, invece, si è realizzato un intervento sul campo a 11 sintetico per modificarne l utilizzo: si è provveduto alla suddivisione in due campi a 7 con innalzamento delle reti di protezione laterali e l acquisto di quattro nuove porte. Anche gli spogliatoi, in particolare le docce, sono stati rinnovati. Parcheggi I parcheggi sono sempre stati una priorità dichiarata per cittadini e commercianti, e questa amministrazione ha cercato di rispondere alla richiesta, creando nuovi posti auto dove necessari e a servizio del centro storico. L accesso al parcheggio della Maratona è stato modificato, realizzando una rotatoria nella parte finale di via Anelli; in tal modo sono state eliminate le code lungo la via, la zona pedonale sul lungolago è stata allungata e il mercato del martedì ha guadagnato più spazio. All esterno, hanno trovato posto due stalli per i disabili, mentre sono state rifatte le pavimentazioni dei camminamenti interni dei giardini e riorganizzate le aiuole con l aggiunta di nuovi giochi per bambini. Il lavoro, costato 300mila euro, per metà è stato finanziato dall Autorità di Bacino. Uno dei due parcheggi di via Vighenzi, che prima si presentava come un area sterrata e con posti auto disordinati, è stato asfaltato, riordinato, munito di rete per le acque piovane e messo a pagamento solo nel periodo estivo (giugnosettembre), quando è al servizio degli ospiti che frequentano il Centro balneare del Desenzanino (il totale dell intervento è di 58mila euro). 24 L Amministrazione comunale ha inoltre sottoscritto con la Parrocchia del Duomo un accordo di comodato d uso gratuito per l utilizzo fino al 2016 dell ex campo delle Acli, in via Caporali, adibita a parcheggio gratuito. La sistemazione del fondo sterrato, la definizione dei circa 70 posti auto e la realizzazione di una rampa per l uscita sono hanno richiesto una spesa di 16mila euro. 25 PRIMA DOPO PRIMA DOPO Su via Masaccio, in zona stazione, i posti auto erano disordinati e senza possibilità di transito per i pedoni. La strada, che prima era a doppio senso di marcia, è stata resa a senso unico, con la creazione di una cinquantina di stalli gratuiti a spina di pesce, al servizio degli utenti ferroviari, e con l aggiunta di una banchina laterale per i pedoni. Grazie all intervento di riqualificazione su via Marconi si è riusciti a realizzare una trentina di nuovi stalli gratuiti, parte in piazza Fleming, parte su via Sauro e via Pascoli, a servizio del centro storico.

15 Infine, il parcheggio del Vallone, importantissimo perché a servizio del centro storico è oggetto di una riqualificazione che prevede, oltre al consolidamento del muro di sostegno del terrapieno a sud, anche la realizzazione di un piano aggiuntivo in cemento grazie al quale saranno ricavati 70 nuovi posti auto (passando dagli attuali 141 a 212), con una previsione di spesa totale di un milione e 200mila euro. I lavori per la riorganizzazione e l ampliamento del Vallone termineranno prima dell estate Un ulteriore intervento sarà condotto sulla cartellonistica stradale per meglio segnalare a chi arriva in auto da Brescia e Verona la collocazione dei due principali posteggi a servizio del centro desenzanese: il Vallone zona centro, a soli 240 metri dai portici di piazza Malvezzi, e la Maratona zona lago, sul lungolago. Strade e marciapiedi nel centro storico La strada che porta in comune, via Sant Angela Merici, è stata al centro di un altro restyling, del valore di 60mila euro: ripristino della porfidatura, eliminazione degli avallamenti stradali presenti e ritinteggiatura del muro dell ex collegio Bagatta posto lateralmente. PRIMA PRIMA DOPO DOPO Su via Colombare di Centenaro, con 25mila euro (di cui metà a carico del Comune lonatese) è stato possibile rimettere a nuovo questa strada che presentava diversi problemi di illuminazione e caditoie occluse, con il rifacimento delle canalizzazioni sotterrane ora le caditoie recepiscono l acqua piovana senza più problemi di allagamento, la strada è stata riasfaltata e la pubblica illuminazione ripristinata. Sono state riqualificate via Sirmione e via Bardolino, che erano in stato di trascuratezza da oltre 40 anni. Grazie all istituzione del senso unico, adesso è possibile per i pedoni percorrere le due strade servendosi dei marciapiedi, e le auto sostano negli appositi stalli creati in modo da rallentare la velocità degli autoveicoli (totale lavori 210mila euro). Strade e marciapiedi fuori dal centro storico La manutenzione di strade e marciapiedi non si traduce solo in asfaltature. Nel corso degli ultimi tre anni sono state create nuove pensiline per gli autobus, messi in sicurezza diversi punti critici per tutelare maggiormente i pedoni e realizzati interventi di miglioria generale. Con spese a carico del gestore, il Comune ha potuto installare otto nuove pensiline, tra centro e frazioni, a beneficio degli utenti che scelgono il trasporto urbano. Con l intervento su via Marconi e tra via Pasubio e via Nazario Sauro, l amministrazione ha voluto rendere più scorrevole e sicuro il traffico su via Marconi e offrire più posti auto gratuiti. In prossimità di tali intersezioni, la sicurezza stradale è migliorata grazie alla nuova rotatoria al posto di un incrocio pericoloso in cui negli anni passati si sono verificati incidenti anche mortali; alcuni interventi sono stati effettuati per la protezione di pedoni e utenti dell autobus (totale lavori 280mila euro). PRIMA PRIMA PRIMA DOPO DOPO DOPO L intervento su vicolo Signori e vicolo Oratorio, ancora in pieno centro, si è reso necessario per la separazione delle reti (acque bianche e acque nere), la predisposizione degli allacci per le abitazioni private, la sostituzione dell asfalto consumato con una nuova porfidatura. I lavori, per un totale di 200mila euro, sono stati completati da una nuova illuminazione pubblica con lanterne artistiche, adatte alla zona. Per ultima, ma non per importanza, la riqualificazione della centrale via Mazzini era un opera attesa da decenni. L intervento, costato 300mila euro, ha riguardato i sottoservizi (separazione delle acque bianche dalle acque nere, posa di una nuova tubazione dell acquedotto e nuovo cavidotto Enel e completamento della rete Telecom) e un nuovo arredo urbano in superficie, con messa in sicurezza dell area pedonale, vista la presenza delle scuole. PRIMA DOPO Sono stati risistemati anche i marciapiedi di via Colombare di Castiglione (40mila euro) e il prossimo anno si metterà mano ad alcuni tratti del fondo stradale particolarmente usurati, a causa dell intenso traffico di mezzi pesanti. PRIMA DOPO 26 27

16 Trasporto Urbano Sempre più desenzanesi scelgono di spostarsi in autobus contribuendo con la loro scelta alla riduzione dell inquinamento e del traffico cittadino. TOTALE ANNUO PASSEGGERI TRASPORTATI ANNO DI RIFERIMENTO Il consolidamento dell andamento positivo, registrato negli ultimi anni, per il trasporto urbano è collegabile all appalto comunale con il nuovo gestore che, dall aprile 2012, è la società Brescia Trasporti, che ha dato un impronta manageriale al servizio è si è dimostrata sempre disponibile ad ascoltare le esigenze dei desenzanesi, monitorandole semestralmente. Delle tre linee feriali esistenti, per le quali l Amministrazione comunale investe ogni anno oltre euro (Euro nel 2014), la linea 2, quella blu, che collega Desenzano con Rivoltella passando per il porto, per la stazione e toccando Capolaterra, è quella più utilizzata da oltre il 50% degli utenti complessivi, ed è in costante aumento: passeggeri trasportati nel 2013 e nel Brescia Trasporti ha promosso nuove e diverse forme di abbonamento, che negli ultimi due anni hanno avuto un notevole incremento, fidelizzando in tal modo un numero sempre crescente di utenti NUMERO ABBONAMENTI (mensili, settimanali, 12 corse) 4160 KM DI SERVIZIO EFFETTUATI NUMERO BIGLIETTI DI CORSA SEMPLICE (un euro per 60 min) PASSEGGERI TRASPORTATI NUMERO ABBONAMENTI (mensili, settimanali, 12 corse) KM DI SERVIZIO EFFETTUATI NUMERO BIGLIETTI DI CORSA SEMPLICE (un euro per 60 min) PASSEGGERI TRASPORTATI % +9% +3% +2% ALTRI DATI SIGNIFICATIVI SONO L INDICE DI GRADIMENTO DEL SERVIZIO DA PARTE DEGLI UTENTI, CHE VIENE RILEVATO OGNI 6 MESI ATTRAVERSO UNA SERIE DI INTERVISTE A CAMPIONE EFFETTUATE SUI BUS: 8,58 (su un max di 10) è l indicatore complessivo del grado di soddisfazione registrato a maggio l 82% degli intervistati è molto soddisfatto o soddisfatto dell attenzione del gestore per la riduzione dell inquinamento (infatti tutti i mezzi del servizio urbano vanno a metano). l 89% degli intervistati è molto soddisfatto (o soddisfatto) per la puntualità dei mezzi; sono in aumento gli utenti che utilizzano il bus per andare al lavoro. 28 AMBIENTE ECOLOGIA PORTI E SPIAGGE INNOVAZIONE TECNOLOGICA Ambiente ed Ecologia In questi anni abbiamo cercato di costruire una Desenzano più ecologica e sostenibile, una città in cui la qualità della vita di residenti e ospiti fosse migliore e sempre nel pieno rispetto dell ambiente. Giornate per l Ambiente In tutto, dal 2013 a oggi, sono state promosse e realizzate 14 giornate per l ambiente, in collaborazione con le associazioni del territorio, impegnate su più fronti per la pulizia di spiagge, fondali lacustri, sentieri e zone verdi della città. Il Comune, aderendo a campagne europee e internazionali, cerca di invitare tutti i cittadini a porre maggiore attenzione allo smaltimento dei propri rifiuti, al rispetto dell ambiente, in terra e in acqua, e alla tutela dell ecosistema per le generazioni future. QUALCHE DATO IN PIÙ: 6 pulizie dei fondali, sono state condotte con la media di due all anno, una in primavera e una a fine estate, toccando porti e profondità del nostro lago in collaborazione con Talata Sub 4 uscite di terra nel 2013 con i volontari di Cai, Airone Rosso, Masci, Scout, Legambiente, insieme a società civile e scolaresche. 6 uscite di terra nel 2014, con gli stessi gruppi attivi sui vari fronti 4 uscite di terra nel 2015 con l intervento aggiuntivo dei gruppi Artiglieri, Allegra brigata e Oratorio di San Martino db. Assessore Maurizio Maffi 29

17 Progetti Sociali Verde urbano Al centro dell attività amministrativa buone pratiche e progetti sociali, a cominciare dai più piccoli per arrivare fino alla terza età. Dalla food bag per portare a casa il cibo buono avanzato dalla mensa scolastica alla possibilità di consumare poco, medio, tanto nei pasti a scuola, fino ai progetti sociali avviati al Parco del laghetto. Un esempio è Seminare il futuro, progetto sociale ed educativo realizzato su un area di 2500 mq dedicata alla semina collettiva di un antica varietà di grano duro Senatore Cappelli, attività che ha coinvolto un centinaio di alunni della scuola primaria e 80 adulti. Nella stessa zona del parco, accanto al campo seminato, trovano posto il Frutteto della vita e i 24 orti urbani creati e già assegnati. C è massima attenzione verso il verde urbano sia nel mantenimento sia nelle nuove piantumazioni. Solo nel 2015 sono state messe a dimora oltre 300 piante di varie essenze, che hanno trovato spaio in varie aree verdi della città. Nella maggior parte dei casi si tratta di essenze con particolari caratteristiche di mitigazione ambientale, essenze già mature e pronte per un ottimo assorbimento di Co2. Inoltre, sempre nel 2015, abbiamo provveduto alla potatura di numerose piante in più luoghi della città, per un investimento di circa euro. Erano anni che il verde pubblico necessitava di attenzioni di questo tipo. Porti e Spiagge Spiaggia per tutti Da maggio 2013 tutte le competenze relative al demanio portuale del Comune di Desenzano del Garda sono state definitivamente trasferite all Autorità di Bacino. Alla stessa sono confluite le attività per l assegnazione dei posti barca e l introito dei relativi canoni demaniali, i rapporti finanziari con la Regione, le funzioni autorizzative e di gestione nonché la manutenzione delle aree portuali. Grazie a tale operazione sono stati possibili specifici investimenti a beneficio turistico, come il completamento della passeggiata a lago tra Rivoltella e Desenzano, e anche manutenzioni ordinarie e straordinarie sui quattro porti pubblici della città. Sono stati realizzati nell ultimo anno i lavori e la riqualificazione della Zattera e del Porto di Rivoltella. La risistemazione della Zattera è costata complessivamente 35mila euro (per scogliera scivolo, alaggio, pali di accesso, scalette e varie e scogliera lungo la passeggiata vicino al canneto); mentre al Porto di Rivoltella per dragaggio esterno e interno, pendini di ormeggio e catene di fondo, passerella interna in muratura e in legno, pedana esterna in grigliato, sistemazione di assito, pali e vari piccoli interventi sono stati investiti 95mila euro. È stata inaugurata la scorsa estate la nuova Spiaggia per tutti presso il lido balneare Spiaggia d oro di Desenzano del Garda (Rivoltella), primo vero progetto pilota del lago di Garda con strutture, arredi e ausili volti a favorire l accesso al lido e la discesa in acqua per tutti, senza barriere. Anche questo tipo di intervento è stato possibile grazie al trasferimento delle competenze relative al demanio portuale all Autorità di Bacino. La struttura ampliata della Spiaggia d oro, se prima aveva un estensione di 40 mq ed era un piccolo chiosco, ora copre circa cento mq e si presenta come un elegante locale, curato nei dettagli con ampia terrazza-solarium. Lo stabilimento è dotato di servizi (bagni, spogliatoi e docce) e di un nuovo bar con spazi accessori (antibagno, spogliatoio e servizi igienici per il personale), più un locale magazzino. Il costo complessivo dell intervento è stato di 150mila euro, di cui 105mila a carico del Comune e 45mila dell Autorità di bacino

18 AMBIENTE ECOLOGIA PORTI E SPIAGGE INNOVAZIONE TECNOLOGICA Raccolta differenziata Solo attraverso la collaborazione della cittadinanza è stato possibile raggiungere i risultati attuali nella raccolta differenziata porta a porta. La raccolta differenziata nel nostro comune si proietta oggi circa al 68 per cento, una percentuale che siamo determinati ad aumentare con l aiuto di tutti i cittadini. L obiettivo è di poter ridurre ulteriormente la tariffa della Tari per le utenze domestiche e rimodularla per le utenze non domestiche, in base ai servizi richiesti. Green Mobility Quest anno abbiamo inaugurato, nel parcheggio di Villa Brunati su via Agello, la prima delle quattro colonnine di ricarica elettrica per auto previste nel nostro comune e realizzate dalla società Garda Uno. La seconda postazione è già attiva al Desenzanino, nel parcheggio di Via Vighenzi, e le altre due saranno posizionate su viale Dal Molin (zona Hotel Lido International) e al parcheggio dello stadio Tre Stelle. Ogni colonnina è dotata di due o quattro prese per una ricarica simultanea di altrettanti veicoli. Il progetto di Garda Uno 100% Urban Green Mobility prevede in tutto, intorno al lago bresciano ed entroterra, una rete di 31 centri di ricarica in grado di rifornire energia ponendo così le basi alla creazione di un nuovo modello di mobilità sostenibile, totalmente green. Le stazioni di ricarica elettrica saranno in grado di rifornire elettricità complessivamente e contemporaneamente a 62 auto e a 32 veicoli leggeri (tipo moto o twizy). Per usufruire del servizio gli utenti possono richiedere una card al costo forfettario di 30 euro l una, per ora disponibile presso la sede di Garda Uno di Padenghe, presto anche in edicole, tabaccherie ed esercizi pubblici situati nei pressi delle colonnine. 33

19 Efficientamento energetico Da quest anno è partito l affidamento in concessione ventennale del servizio energia e della gestione elettrica di edifici, impianti e rete di illuminazione pubblica di Desenzano, tutto in project financing. Il Comune spenderà circa 1,6 milioni di euro l anno, con il vantaggio che la società affidataria del sevizio, Yousave Spa, sta realizzando una serie di interventi di riqualificazione ed efficientamento termico degli edifici pubblici, di messa a norma e nuovi impianti di pubblica illuminazione, con il posizionamento di nuovi corpi illuminanti a led, per un investimento complessivo di oltre 2,9 milioni di euro. L efficientamento energetico rientra nelle direttive europee e nel Patto dei sindaci che Desenzano ha siglato a Bruxelles. Gli interventi sugli oltre punti luce e i quadri elettrici della città porteranno una serie di risparmi economici, energetici e di emissioni di CO2 per l intera collettività. Dei primi tre lotti di illuminazione in vari zone di Desenzano, sono già stati sostituiti 1600 lampioni con impianti a led in grado di illuminare meglio strade e attraversamenti pedonali. Sono stati inoltre sistemati e ridotti di numero i quadri elettrici e rimpiazzati i punti luce obsoleti e non più conformi. È terminato anche l intervento di rifacimento delle centrali termiche alle scuole elementari e alla materna di via Mazzini, alla scuola Laini e presso la scuola Einstein di Rivoltella. Altri tre interventi hanno riguardato la sede comunale e il liceo Bagatta, fino a ieri dipendenti da un unica centrale termica situata nel cortile dell ex ragioneria, con una dispersione di calore notevole. La sistemazione ha interessato, in pratica, le palestre di liceo e villa Manenti, ora dotate di una centrale termica a sé stante; la sede del liceo e l auditorium Celesti, riscaldati da un altra centrale termica autonoma, mentre la terza centrale, sempre autonoma, serve a riscaldare palazzo comunale. SVILUPPO ECONOMICO (BILANCIO-TRIBUTI TURISMO-SPORT ATTIVITÀ PRODUTTIVE) La nostra amministrazione sostiene il comparto turistico e sta lavorando per accrescere l immagine di Desenzano del Garda attraverso le opere pubbliche, gli eventi e le collaborazioni con le realtà del nostro territorio. In questi anni abbiamo cercato di sviluppare i rapporti con le associazioni e gli attori locali, in primis con il Consorzio degli albergatori Hotels Promotion e con l associazione Desenzano Sviluppo Turistico. Fondamentale è stato anche il contributo attivo al Consorzio Lago di Garda Lombardia, che unisce i comuni della riviera bresciana del nostro lago. Oggi, infatti, non più possibile pensare di fare turismo ciascuno da sé, come singoli comuni, ma sempre più è necessario presentarsi in rete, creare sinergie con altri enti e ragionare a livello di area o, meglio, di regione del Garda. Anche per questo Desenzano si è mossa nei mesi scorsi per iniziare l iter di riconoscimento del lago di Garda come sito tutelato dall Unesco. Assessore Valentino Righetti Oltre ad aver promosso per la prima volta, dopo tanti anni, un unico calendario di eventi per il 2015, con circa 400 iniziative e manifestazioni raccolte in un unica pubblicazione che ha presentato a cittadini e ospiti la lunga stagione desenzanese da marzo a dicembre, abbiamo cercato di introdurre eventi di prestigio e di realizzare un opera importante come la passeggiata a lago da Rivoltella a Desenzano, per valorizzare il nostro sistema lago e restituire alcuni tratti di costa a residenti e turisti. Alcune manifestazioni si confermano, come il passaggio della storica Mille Miglia o il Colnago Cycling Festival, altre si aggiungono e cambiano di anno in anno per garantire sempre una stagione di interesse culturale e prolungare oltre i mesi estivi la vivacità di Desenzano. Per presentare la nostra città agli stranieri abbiamo pubblicato anche una nuova brochure in quattro lingue e stiamo per inaugurare il nuovo infopoint turistico presso la stazione ferroviaria

20 SVILUPPO ECONOMICO (BILANCIO-TRIBUTI TURISMO-SPORT ATTIVITÀ PRODUTTIVE Dati imposta di soggiorno Importo incassato ( ) Anno 2013 (aprile-ottobre) Anno 2014 (aprile-ottobre) Anno 2015 (aprile-ottobre) Imposta di soggiorno Obiettivo principale di questa amministrazione è stata sempre l applicazione di una tassazione rispettosa del principio di equità, di salvaguardia degli equilibri di bilancio e di copertura dei costi relativi ai servizi indispensabili o ritenuti importanti. L imposta di soggiorno non ricade né sugli albergatori né sui residenti e ci consente di realizzare più eventi nella stagione estiva, di investire in servizi turistici, di fare più promozione e lavorare per accrescere l immagine della nostra città, anche attraverso manifestazioni di prestigio, che se da un lato sono di richiamo per gli ospiti dall altro vanno a beneficio di tutti i cittadini , , ,00 DIFFERENZA TRASFERIMENTI / ADDEBITI , , ,00 0, , , , , ,00 SOMME INCASSATE E VERSATE ALLO STATO Principali voci di spesa del 2015: Pubblicazioni e pubblicità: ,60 euro Arredo urbano: ,15 euro Manifestazioni turistiche: ,73 euro Servizi al Turismo: ,48 euro Residuo passivo (non speso): ,04 euro Principali investimenti del 2015 Cataloghi istituzionali e comunicazione eventi: euro Segnaletica turistica: euro Notti bianche e Luci sul lago: euro Eventi natalizi: euro Collaborazione Hotels Promotion (apertura APT, promozione web): euro Abbellimento verde pubblico e aiuole: euro Partecipazione Consorzio Lago di Garda Lombardia: euro DESTINAZIONE DESTINAZIONE IMPOSTA DI SOGGIORNO IMPOSTA DI 2015: SOGGIORNO EURO , , , , , ,00 ANNO Fino al 2011 il Comune incasava dallo Stato circa due milioni di euro, mentre oggi il prelievo statale è di circa 11 milioni di euro all anno. Evasione fiscale Desenzano del Garda guida la classifica bresciana dei comuni che hanno collaborato per combattere l evasione fiscale e conquista il terzo posto in Lombardia (dietro a Milano e Bergamo) e il secondo nella graduatoria nazionale dei comuni non capoluogo di provincia (dopo Pelau, in Sardegna). Le capacità investigative dei nostri uffici comunali si sono tradotte in un riconoscimento di ben euro. Dal 2011 si è attuato uno scambio di informazioni e verifiche tra uffici comunali e Agenzia delle entrate su informazioni come concessioni edilizie, reddito Isee, figli o anziani a carico... Nell attività di accertamento il canale è in pratica bilaterale, nell ottica di un controllo incrociato. L Agenzia delle entrate ha a disposizione strumenti come le dichiarazioni dei redditi e, quando emergono anomalie, parte la segnalazione con richiesta di informazioni aggiuntive ai comuni. Vale anche il contrario: il Comune informa l Agenzia, la quale provvederà agli accertamenti. C è una convezione tra i Comuni e l Agenzia, e la legge riconosce alle amministrazioni collaborative il maggiore gettito di quanto recuperato attraverso i due canali. In questi anni veniva riconosciuto agli enti locali il cento per cento sulle maggiori somme relative a tributi statali riscosse in via definitiva, ma dal prossimo anno la percentuale potrebbe scendere al cinquanta per cento. Il pagamento non è immediato, perché i contribuenti inadempienti possono scegliere di rateizzare i loro pagamenti. Quindi, è difficile prevedere cosa arriverà ai comuni, finché non si è chiuso il contenzioso. Desenzano, che da tre anni non riceveva nulla, con i suoi 315mila euro ora è prima tra i comuni bresciani e terza in Lombardia, dietro a due grandi città. Forse per un ente locale trecentomila euro non sono gran cosa e serviranno per spese correnti, ma che conta è il rispetto del principio di equità Trenino Turistico estate utenti paganti (dati dal 26/6 al 30/8) 36 37

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora. Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.org - E-mail: segreteria@fondazionelancora.org PREMESSA La Fondazione

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo

Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo 1. I risultati della partecipazione Nell arco dei due giorni della Fiera di S. Giuseppe hanno preso parte alle attività di partecipazione 86 persone,

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

1. INTERVENTI ECONOMICI

1. INTERVENTI ECONOMICI PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI TIONE DI TRENTO PER L ANNO 2016 PREMESSA La Provincia Autonoma di Trento ha approvato in data 10 luglio 2009 il Libro Bianco sulle

Dettagli

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat Capitolo 4 Politiche sociali Servizi alla persona e alla famiglia Il contesto di Barlassina Composizione della popolazione per fasce di età Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione

Dettagli

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 Chi siamo? Nuova Planetario Viaggi spa, è un azienda autonoma, che opera nel settore del turismo, ma è anche

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma ( ) Per affrontare i problemi sociali non possiamo fare a meno di ascoltare

Dettagli

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA CARTA del VOLONTARIO Le poche note che caratterizzano la Carta del volontario vogliono essere solamente un aiuto a vivere serenamente e con responsabilità il servizio che ognuno di noi liberamente sceglie

Dettagli

AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI. Regolamento Centri Laboratori per la Comunità

AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI. Regolamento Centri Laboratori per la Comunità All.B3 R.A/LAB REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI Regolamento Centri Laboratori per la Comunità Art. 1 Definizione I centri laboratori si propongono

Dettagli

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE Gruppo Consiliare NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE INDICE Obiettivi... pag. 4 Per le imprese... pag. 5 Per i consumatori... pag. 8 Indirizzi generali per l insediamento

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi

www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi Si affronta qui un tema delicato per gli operatori che

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. Questionario. rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. Questionario. rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai ragazzi dai 15 ai 20 anni rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE KIT INIZIATIVE Grazie! Per aver contribuito a portare nei parchi, strade e piazze di Milano la prima edizione italiana di 100in1giorno, proponendo un iniziativa che renderà la città un po più simile a

Dettagli

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE L AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI IMPEGNA A 1. promuovere forme di collaborazione con la scuola, con le famiglie, gli Enti e le Associazioni locali

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale

1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale 1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale Piano di azione promuovere la razionalizzazione e il rinnovamento dell offerta culturale Valorizzare le attività culturali come fattore

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

PROGETTI SCUOLA MEDIA

PROGETTI SCUOLA MEDIA PROGETTI SCUOLA MEDIA Ad ampliamento delle attività curriculari vengono proposti progetti che si collocano in un ottica di continuum rispetto alla normale programmazione e che vanno ad ampliare ulteriormente

Dettagli

ESSERE VICINI A CHI HA BISOGNO SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA

ESSERE VICINI A CHI HA BISOGNO SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA ESSERE VICINI A CHI HA BISOGNO SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA Incentivare la realizzazione di corsi per la formazione continua del personale impegnato sul territorio a vario titolo. Incrementare

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI ISTITUTO COMPRENSIVO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I I. O. Griselli Via Roma, 55-56040 MONTESCUDAIO(PI) Tel. 0586/650053 - Fax 0586/650488 e-mail: istcomp.griselli@tiscali.it Web: www.istitutogriselli.it

Dettagli

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA

SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA INDICE Il piano dell offerta formativa:premessa Vision e mission dell Istituto2 Le nostre scuole Contesto di riferimento Analisi dei bisogni formativ Offerta formativa Scelte

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione. Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Via Nigoline, 16 25030 ADRO (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P.TACCHI VENTURI

ISTITUTO COMPRENSIVO P.TACCHI VENTURI ISTITUTO COMPRENSIVO P.TACCHI VENTURI Continuità Sezione Primavera (Cesolo) Scuola Infanzia ( Cesolo ) Anno Educativo 2012-13 periodo Settembre 2012-Febbraio 2013 In linea con gli obiettivi stabiliti nel

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

Istituto Pluricomprensivo Laives Scuola elementare M. Gandhi. Anno scolastico 2008/2009

Istituto Pluricomprensivo Laives Scuola elementare M. Gandhi. Anno scolastico 2008/2009 Istituto Pluricomprensivo Laives Scuola elementare M. Gandhi Anno scolastico 2008/2009 In comune abbiamo i vostri figli: i vostri figli sono i nostri alunni. In comune abbiamo l esigenza di educarli, noi

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti:

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti: Premessa Ethical Banking è il nome che la Bcc di Filottrano ha dato ad una nuova proposta di finanza etica locale per un utilizzo solidale del credito e del risparmio. Cos è e come funziona Ethical Banking

Dettagli

Il volontariato aziendale

Il volontariato aziendale Il volontariato aziendale LEGAMBIENTE Legambiente è l associazione ambientalista più diffusa in Italia con oltre 115.000 tra soci e sostenitori 1.000 gruppi locali 30.000 classi per l ambiente oltre 60

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità Legge Regionale 22 marzo 1990, n. 22 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati extracomunitari in Toscana. Bollettino Ufficiale n. 20, parte prima, del 31.03.1990 Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI Art.

Dettagli

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Missione valutativa Attuazione e risultati delle misure regionali di sostegno all affitto e all acquisto della prima casa Relazione finale 1. L ambito di

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA Progetto organizzativo - gestionale 1. Descrizione del contesto La cooperativa sociale Istituto San Giuseppe e la cooperativa sociale Sant Agostino hanno individuato

Dettagli

IL bello di crescere

IL bello di crescere IL bello di crescere Zeta6a 8-11-2004 10:54 Pagina 1 L Associazione In.Famigliaia Costituita nel 1997 da un gruppo di genitori e di professionisti dell educazione, si propone di offrire un aiuto concreto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN)

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN) C O M U N E D I P O G G I O R U S C O c. a. p. 46025 T e l. 0386 / 51001 PROVINCIA DI MANTOVA CAP 46025 - Piazza 1 Maggio, 5 SERVIZI SOCIALI P a r t. I V A 0040203 020 9 Fax 0386/733009 Codice Ente 10860

Dettagli

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Collegio docenti Ente Morale Asilo Infantile 1 luglio 2015 Cos è il Piano dell Offerta Formativa: P.O.F E il documento fondamentale che ogni scuola autonoma predispone

Dettagli

Progetto Educativo LA PEDAGOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RELAZIONI FAMIGLIARI

Progetto Educativo LA PEDAGOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RELAZIONI FAMIGLIARI Società Cooperativa Sociale a r. l. Via Cipro 16/v 36100 VICENZA Info: C.F./P.I: 03497880249 Iscrizione Albo Cooperative: A194708 Progetto Educativo LA PEDAGOGIA DELLA FAMIGLIA E DELLE RELAZIONI FAMIGLIARI

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Dal 3 al 6 aprile 2014 in Fiera a Vicenza, vi aspettano quattro giornate di divertimento alla scoperta del fascino degli sport,

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni /////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni situazione attuale abbandono, incuria, degrado stallo dovuto alla querelle giudiziaria tra amministrazione e nuova proprieta

Dettagli

CODICE ETICO DEGLI AMICI E VOLONTARI DEI MUSEI

CODICE ETICO DEGLI AMICI E VOLONTARI DEI MUSEI FMAM FEDERAZIONE MONDIALE DEGLI AMICI DEI MUSEI versione e traduzione italiana a cura di ICOM ITALIA COMITATO NAZIONALE ITALIANO DEL CONSIGLIO INTERNAZIONALE DEI MUSEI CODICE ETICO DEGLI AMICI E VOLONTARI

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO Aprile 2013 1 La Polisportiva San Marco è una realtà presente all interno dell Oratorio San Marco dal 1970 e si propone di educare ai valori cristiani attraverso la pratica

Dettagli

QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA

QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA QUADRO NORMATIVO IN TEMA DI CONCILIAZIONE VITA LAVORO. LA RATIO DI UN ANALISI NORMATIVA Come è noto la programmazione dei fondi comunitari trae sempre origine da una analisi del contesto territoriale a

Dettagli

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI L AGENZIA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE La gestione di servizi attinenti al soddisfacimento delle esigenze abitative delle famiglie rappresenta una tra le iniziative più innovative

Dettagli

mondo scarabocchio città futura

mondo scarabocchio città futura mondo scarabocchio città futura mondo scarabocchio Dall autunno 2014 la Cooperativa città futura ha attivato nuovi servizi complementari presso il nido Scarabocchio di Trento, con l obiettivo di implementare

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Bibliotechiamo ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Settore Istruzione, Sport, Cultura, Associazionismo OGGETTO : APPROVAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI BENEFICI E CONTRIBUTI AGLI

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA PERSONA

AREA SERVIZI ALLA PERSONA AREA SERVIZI ALLA PERSONA Settore Sociale Direttore PEG ANNO 1 UNIONE RENO GALLIERA : UNIONE RENO GALLIERA : DIRETTORE Centro di costo: SETTORE SOCIALE OBIETTIVI PERMANENTI : Gestione delle attività amministrative

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi.

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi. Cari amici dei Salesiani, all inizio di questo nuovo anno formativo desideriamo presentarvi un breve riassunto delle nostre attività dalla fine del giugno scorso fino a settembre. 1 giugno - Animazione

Dettagli

Comune di Coccaglio Provincia di Brescia. Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI

Comune di Coccaglio Provincia di Brescia. Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI Comune di Coccaglio Provincia di Brescia Regolamento Comunale PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E SUSSIDI AD ENTI, ASSOCIAZIONI E PRIVATI Approvato con delibera C.C. n 34 del 21.06.2010 Deliberazione C.C.

Dettagli

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di puntare ad una diffusione della sostenibilità sul territorio.

Dettagli

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere)

Area Benessere. PROGETTI - ATTIVITÀ (Area Benessere) Area Benessere Migliora la capacità di operare scelte personali e assumere responsabilità attraverso l'affermazione della propria identità e autonomia; di conferire senso all'insieme delle esperienze e

Dettagli

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere IL PROGETTO F.A.T.A. Il progetto FATA, Formazione e Aggiornamento sui Temi dell Accessibilità, costituisce la naturale prosecuzione del Progetto Parchi Accessibili (2003-2006), del quale condivide principi,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: BIO-logica-MENTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione Culturale [E] 04- Educazione al cibo OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ)

SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ) Servizio Civile Salesiano SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ) SI RICORDA CHE: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : FEDERAZIONE SCS/CNOS VIA MARSALA,

Dettagli

PUNTI LUCE Settembre 2015

PUNTI LUCE Settembre 2015 PUNTI LUCE Settembre 2015 ILLUMINIAMO IL FUTURO DEI BAMBINI CHI SIAMO Save the Children è la più importante organizzazione internazionale indipendente, dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp Programma del SERVIZIO COMUNICAZIONE DEL SERVIZIO: Promuovere l immagine e le iniziative del Comune, promozione e

Dettagli

Attiviamoci per Piacenza dicembre 2013-aprile 2014

Attiviamoci per Piacenza dicembre 2013-aprile 2014 aprile 2014 Attiviamoci per Piacenza dicembre 2013-aprile 2014 Il regolamento della partecipazione - approvato dal Consiglio comunale con atto n. 23 del 16 settembre 2013 - individua tra gli strumenti

Dettagli

2016 Voci di quartiere

2016 Voci di quartiere Legambiente Onlus Via Salaria, 403-00199 Roma - tel. 06 862681 - Fax 06 86218474 - legambiente@legambiente.it - www.legambiente.it Introduzione C è un Italia fatta di quartieri sostenibili, dove nuove

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI L asilo nido IL GIARDINO SEGRETO si presenta L asilo nido aziendale

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Invito alla creatività IO C ENTRO! A Chiari VETRINE PER NATALE. Progetti pilota di riuso temporaneo per la rigenerazione del centro storico

Invito alla creatività IO C ENTRO! A Chiari VETRINE PER NATALE. Progetti pilota di riuso temporaneo per la rigenerazione del centro storico 18 novembre - 27 novembre 2015 Invito alla creatività IO C ENTRO! A Chiari VETRINE PER NATALE Progetti pilota di riuso temporaneo per la rigenerazione del centro storico Cesare Battisti 7 Matteotti 4 Carmagnola

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A PERSONE

Dettagli