[TUTTI INSIEME] "Petiodlco "PattocchiaCe a cuta de : " (jdi ylmtcj di Padte &vio QostoQi. Santuario de& ~P0èingo - Juz o di jacquapagna.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "[TUTTI INSIEME] "Petiodlco "PattocchiaCe a cuta de : " (jdi ylmtcj di Padte &vio QostoQi. Santuario de& ~P0èingo - Juz o di jacquapagna."

Transcript

1 Marzo 1991 ANNO I NUMERO I [TUTTI INSIEME] "Petiodlco "PattocchiaCe a cuta de : " (jdi ylmtcj di Padte &vio QostoQi Santuario de& ~P0èingo - Juz o di jacquapagna. CPs) IN QUESTO NUMERO: Editoriali pag. 2 Interviste no stop " 4 Notizie di Padre Bivio " 8 La nostra storia " n Natale '90» 12 La marachella del nonno " 13 Un torneo mondiale " 14 Commedie in dialetto " 16 IV fiaccolata alla "Botte"... " I? Supersfida " 18 Curiosità locali " 20 L'angolo della posta " 21 Harambé Cucina " 22

2 EDITORIALE 1 Oltre <=. ringraziare tutti coloro che hanno acquistato HARAMBE ', ci sembra doveroso offrire una breve spiegazione su come è nata questa iniziativa. L'idea è partita in uno dei nostri incontri del venerdì sera. Poco prima che la riunione terminasse era già stato dato il nome al g iornai i no. Negli incontri successivi si sono suddivisi i vari compiti fra i componenti del gruppo; ognuno si è argomento a secondo dei propri interessi dovuto occupare e attitudini. di un Così abbiamo chi, come Cesare 6 Luigi ("esperti" cuochi), ci svelerà qualche segreto di cucina; oppure chi, come,annalisa. e Ramina (due aspiranti giornalista) si occuperà della ruenca delle interviste; mentre Antonella e Rita si dedicheranno alla cronaca, Mirco curerà la grafica, Rossano e Massimo racconteranno gli avvenimenti sportivi-, e poi altri giovani ci che via via si integreranno. Tutto sembra essere cominciato abbastanza bene. Lo stesso padre Elvio nelle sue lettere ci chiede informazioni su come procede questa preparazione. Concludiamo con la speranza che Harambé diventi una simpatica abitudine per tutti voi... e per tutti noi

3 EDITORIALE 2 "E qui comincia 1'avventura...!" Questa frase fatta non potrebbe essere in questo caso più appropriata perché di vera avventura si tratta. E' la prima volta che proviamo a districarci tra la carta stampata; che abbiamo a che fare con impaginazioni, colonne, testate. Ogni cosa e facile cominciarla, molto più difficile portarla avanti. Dell'inizio abbiamo subito creduto in questa nuova iniziativa; l'idea ci pizzico d'incoscienza è subito piaciuta, così con entusiasmo e un abbiamo deciso d'intraprendere l'avventura, 11 nome del giornalino è una parola della lingua dei Karimojong, popolaz ione in cui opera padre Elvio, che letteralmente significa "tutti insieme". Questi popoli hanno pochissimi mezzi a disposizione, cosi quando devono fare i lavori più grandi in cui serve la collaborazione di tutti, si uniscono in gruppo. Questo tipo di lavoro insieme viene chiamato "Harambé". Lo spirito del nostro gruppo è quello di stare insieme in amicizia, di operare insieme. Questa nuova iniziativa la vogliamo portare avanti con lo stesso spirito, lavorando tutti insieme. Abbiamo voluto chiamare il giornalino con questo termine karimojong anche per voler esprimere la particolare unione con cui siamo legati a padre Elvio; cosi ci è sembrato che non ci poteva essere un titolo più adatto di questo. Quindi HARAMBE' sarà la nostra voce e, nel possibile, la voce di padre Elvio. Il giornalino vuole essere: missionario parrocchiale un notiziario locale perché vuole essere portavoce delle notizie che riguardano 1'opera missionaria di padre Elvio, e vuole cercare di aiutarlo nel suo possibile. perché vuole riportare le notizie che riguardano la vita della nostra parrocchia cercando di non tralasciare i temi spirituali e religiosi. perché pensiamo che alla nostra gente faccia piacere essere informata di ciò che accade nella nostra località; allo stesso tempo pensiamo che queste possa essere un utile servizio per tutti. apoli t ico - perché non vogliamo fare politica; vogliamo solo cercare di fare una buona cosa nel miglior modo possibile per quello che siamo. Questo è il giornalino che vorremmo fare. Adesso speriamo che tutte queste intenzioni non comodo cassetto degli ideali, ma si manifestino attraverso le semplici pagine di questo giornalino. restino nel concretamente - 3 -

4 Don Renato durante una delle sue famose gite parrocchiali. Qui lo vediamo sulla Costa Azzurra. INTERVISTE NO STOP Da una voce che noi tutti ben conosciamo ci perviene un messaggio di speranza sia per quanto riguarda i grandi problemi del mondo di oggi che quelli della nostra parrocchia. Stiamo parlando di Scopa don Renato, da quarantaquattro anni parroco del Santuario del Pelingo, che ha risposto con piacere alle nostre domande. Ci sembrava quantomeno doveroso iniziare questa rubrica con il nostro Don Renato che da sempre ci ha aiutato e sostenuto in tutte le nostre iniziative. Per il dramma che stiamo vivendo in questo momento la prima domanda non poteva essere che questa: i D. Cosa ne pensa della guerra nel Golfo? Ricordiamo che della guerra l'intervista è stata fatta prima dell'inizio - 4 -

5 R. Speriamo che questa guerra finisca al più presto; il protrarsi del conflitto, con le armi di oggi, potrebbe portare a delle conseguenze devastanti. Noi semplici uomini siamo impotenti davanti a tutto questo; non possiamo fare altro che pregare ed avere la massima fiducia in Dio. Bisogna restare calmi e sperare. * D. In tutti q-iesti anni di suo ministero sacerdotale la società ha. avuto continui e profondi cambiamenti anche nel mondo cristi ano. Lei personalmente cosa ci può dire in proposito a riguardo della nostra situazione locale'7' R. Ho visto ur, grande cambiamento. Prima in tutta, la parrocchia, c'erano ottocento anime, ora siamo rimasti circa cinquecento. Questa calo è avvenuto per due motivi principali: - F'er un motivo economico. Un tempo quasi tutta la forza lavoro locale era concentrata nelle cave del Furio e non c'era motivo per cui la qente dovesse allontanarsi. Adesso invece il profondo cambiamento del sistema di lavoro, la possiti] ite di una vita. migliore, la difficoltà di costruire nuove abitazioni, per i vincoli esistenti, hanno contribuito al trasferimento di molte persone in altri centri più o mer.rj vicini. - Per un motivo spirituale. Prima i fedeli locali partecipavano di più alle funzioni religiose, perché ciò faceva parte della cultura di allora; era una tradizione. Mentre adesso si partecipa con più consapevolezza con maggior fede; si ha un'idea più radicata e profonda di Dio e del Vangelo. D. Quale è stato 1'ultimo sacerdote consacrato al Pelingo? Cerne spiega il fatto che anche da noi le vocazioni sono poch issi me? R. La. penultima consacrazione sacerdotale avvenuta qui risale a froltc tempo fa. Avvenne nel 1944 in Urbino quando fu consacrato don Giuseppe Gostoli, ora parroco a Torre S. T o m.ti a so d i Urb ino. L'UltirT.ii fu nel giugno del 1949 proprio con il nostro padre Elvio, cugino di don Giuseppe, consacrato nel Santuario del Pelingo; da allora sono trascorsi ben quarantadue anni. Ci troviamo ora di fronte ad un generale calo delle vocazioni per tanti motivi. Questo è dovuto dal troppo benessere e dalle troppe comodità in cui viviamo. Ci resta un pò difficile rinunciare a qualche cosa, a fare sacrifici; non ultimo motivo la diminuzione della fede e delle nascite; ma ora si sta riprendendo. Si deve anche considerare che altre scelte di vita, come ad esempio il matrimonio, comportano dei sacrifici e chissà quanto mago ior i. Ogni rosa ha le sue spine, ma anche le spine sono preziose per rendere più bella la rosa

6 D. Anche da noi, seppure in misura. minore, stanno arrivando extra comuni tari. Lei cosa pensa di questo nuovo grande fenomeno che la società si trova ad affrontare e quali potranno essere gli sviluppi? R. Il mondo si fa sempre più. piccolo, e proprio per questo motivo dobbiamo essere come un'unica famiglia creando posto a tutti. Il bene di uno deve essere il bene dell'altro. Tutto deve essere in armonia senza squilibri. II mondo progredisce, il lavoro aumenta, si diversifica?; c'è l'esigenza di nuove forze lavoro. vicenda. In fondo anche noi italiani dopo l'ultima guerra Quindi non dobbiamo chiudere la porta in perché la nostra fede ci dice di amarci faccia ed a aiutarci nessuno, a siamo emigrati in altri paesi, co-^.e la Svizzera, il Belgio ecc-, per il bisogno di lavorare, per il pane. Quindi dobbiamo essere aperti e fare in <^.odo che lo sviluppo porti benefici a tutti. D. Stiamo vivendo un forte risveglio di fede in tutto il mondo attraverso Maria Santissima. Lei che è rettore di un Santuario merlano cosa ci può dire in proposito? R. E'vero. Maria Santissima è un grande canale di fede che porta a Dio. Molta gente attraverso Lei ritorna a vivere e a valorizzare i più alti valori umani che non si possono sostituire con le false illusioni del mondo materiale, per le quali la gente aveva smarrito la vera via, poi ritrovata seguendo quella grande luce che è la Madonna. Ogni giorno vedo davanti a me la prova di questa opera di Maria attraverso le confessioni, le testimonianze, la crescente partecipazione alle funzioni religiose, la fede viva del popolo ecc.. D. Come proseguano i lavori di ristrutturazione della chiesa? R. I lavori sono giè iniziati da due mesi, ma si sono dovuti interrompere per una serie di motivi quali: il cattivo tempo, la concomitanza delle feste natalizie, la lavorazione dei mattoni per le arcate perché si sona dovuti fare appositamente. Si spera comunque di terminare il tutto per l'estate prossima. In particolare questi lavori consistono nel restauro dei quattro archi che verranno poi cnlusl con vetrate blindate con porte di accesso per fedeli e per carozzelle per handicappati. Poi verranno aperte quattro porte ai lati dell'attuale chiesa cosi da accedere alle navate laterali. Il piano dell'attuale sacrestia verrà abbassata di un gradino per portarlo allo stesso piano del presbiterio, quindi sarà poi collegato con quello della stanza delle confessioni così da formare una navata unica come quella di destra. La nuova sacrestia sorgere dove adesso ci sano i bagni, di fianco al campanile. Le due cappelle laterali non saranno toccate. Con i nuovi lavori la chiesa guadagnerà circa 80 mq di spazio. Dall'entusiasmo con cui don Renata ci dice queste cose, si vede chiaramente che questo è un progetto a cui tiene molto. Re:- questo noi stessi e tutti i fedeli che vengono al Pelingo nor. possiamo che essergli grati

7 Al termine della nostra intervista abbiamc i parere su questo Qi ornai i no. chiesto a don Renato "Approvo e sostengo volentieri questa iniziativa. Il titolo che significa tutti insieme, mi fa ripensare alle prime comunità cristiane che vivevano nella comunione dei beni, che si riunivano in preghiera e che celebravano l'eucaristia nella gaia comune. Se il e i orna] i no manterrà ]o spirito del suo titolo non potrà che essere una cosa positiva e rafforzerà il dialogo tra i pai' r occh i <?" i e ci aiuterà ad unirci e a volerci bene. Quindi mi auciuro che la cosa continui per il bene di tutti". Il nostro parroco ripone in noi una certa fiducia e felici di non deluderlo. Annalisa G. e Romina M. noi saremo II Santuario del Pelinoci poco dopo la scoperta degli archi. 7 -

8 Padre Elvio, sempre circondato dai giovani, durante una delle sue indimenticabili paseeg= giate in montagna. NOTIZIE DI PADRE ELVIO Riteniamo che questo giornalino debba avere un suo compito preciso: quello di riportare le varie notizie che riguarono padre Elvio e la sua opera missionaria. Siamo certi di fare cosa gradita a tutti i suoi amici e conoscenti. che sicuramente desiderano essere informati su come vanno le cose in quel particolare lembo d'africa, a cui ormai ci siamo affezionati. F'er questo ci siamo prefissi che questa rubrica sarà. un appuntamento fisso di "Harambé". Come primo numero di questo giornalino ci sembra opportuno dare una illustrazione generale del mondo in cui opera padre Elvio. Padre Elvio si trova in Uganda nella regione Karamoja, nella missione di Nàmalu. Questo villaggio dista da Kampala, la capitale del paese, circa 50O km.. La citte più importante del Karamoja è Moroto che si trova in direzione nord est da Nàmalu. a 50 km. di distanza. In questa missione operano con padre Elvio altri due confratelli comboniani: uno più giovane e uno più anziano. Vi operano inoltre tre suore sempre dell'ordine delle comboniane. In tutto sono sei religiosi, ognuno con i suoi compiti precisi. Padre Elvio in particolare si occupa di tutti i lavori in genere: costruzioni, trasporti. ir<anutez i one di automezzi e attrezzature, "'trasporti degli ammalati in ospedale. Le suore prevalentemente si occupano delle scuola femminile e della scuola di cucito. La missione si avvale anche dell'aiuto di un gruppo di catechisti laici del luogo, fra i quali spicca il nome dell'ormai famoso Peter, dotato di grandi capacità che padre Elvio ha definito: "eccezzionale, straordinario". Fra queste persone del luogo vi è anche un numeroso gruppo di ragazzi, dai 14 ai

9 anni, che lavorano giornalmente in missione aiutando a fare le varie cose in programma. Come si può notare ci sono tante persone che operano all'interno della missione, però si deve tener presente che questa conta ben 40.OOO anime. Facendo il raffronto possiamo facilmente immaginare il grande lavoro che tutte queste persone devono affrontare. La Karamoja è la regione più a nord di tutta l'uganda; confina e nord con il Sudan e ad Est Nord Est con il Kenja. Ha una superfice di kirtq (più di Marche e Umbria messe insieme). E'la regione più abbandonata e disastrata di tutto il paese, per la sua dislocazione geografica e per le caratteristiche delle sue terre, che per lo più sono aride; non è molto popolata e gli abitanti per la maggior parte vivono di pastorizia. Come l'intera nazione ugandese così anche il Karamoja è diviso in varie tribù. Padre Elvio si trova fra la tribù dei Karimojong. Queste tribù per il loro sostentamento spessa, per la grande povertà esistente, fanno razzie di bestiame a discapito di altre tribù, fermentando così una continua guerra fratricidia tra poveri con la quale i missionari presenti hanno sempre dovuto confrontarsi. Purtroppo queste concezioni sono radicate nella cultura di questi popoli e sono molto difficili da cambiare. In questo periodo però il problema più grave che affligge l'intera nazione è un altro. Da circa un decennio, da quando le armi sono entrate in questo paese in misura più consistente e capillare (L'Italia è uno dei maggiori paesi esportatori di armi nei paesi del Terzo Mondo), si sono formate delle vere e proprie bande autonome, armate, che rubano, devastono, uccidono. I soldati dell'esercito dell'attuale regime militare, comandato dal gen. Museveni, difficilmente riescono a controllare dappertutto l'azione devaststrice di queste bande di predoni; così la situazione è sempre esplosiva e anche l'opera di tutti i mìssionari ne viene molto danneggiata. In questi ultimi anni diversi missionari sono caduti sotto le ar.t.i di queste persone. Attua Iftiente questa è la piaga più profonda che frena lo sviluppo ci tutta 1 'Uganda. Adesso proviamo insieme a curiosare dentro la missione di Nèfr.alu. La chiesa è state ristrutturata qualche anno fa, è lunga 30 m. larga 10 m. e alta 7 m.. E' dotata di impianto di amplificazione e può contenere un alto numero di fedeli. Nelle ricorrenze religiose più importante dell'anno ( Natale, Pasqua, ecc.) le funzioni vengono celebrate all'aperto. Tutta. la struttura esistente comprende anche la casa canonica, dove alleggiano i tre sacerdoti, la casa delle suore e altre costruzioni (magazzini, locali per incontri e per il catechismo). V'ari ortìcelli e piante riempiono gli spazi tra queste costruzioni fra cui anche un serbatoio grande per l'acqua installato ad un'altezza di circa 6 m. F'er quanta riguarda gli automezzi e i macchinari la missione è dotata di: 1 Land Rover con il cassone dietro aperto; lc camioncino Fiat Daly molto vecchio, \ trattore OM - FIAT con rimorchio, 1 motosega, 1 decespugliatore, 1" motozappa, 1 sega a nastro per legname, 1 torni.o, varie saldatrici e frullini, varie atrezzature e chiavi da officina, una moto Cagiva 125, 3 biciclette (molto usate dalle suore). I vari containers usati per la spedizione dall'italia di grossi quantitativi di merci, una volta giunti a destinazione poi rimangono lì, e in genere vengono usati come tnaciazz ino

10 Attualmente qui a Nàmalu ne possiedono tre: due sono usati come magazzino e nell'altro vi è stata allestita l'officina. Da non molto è stata allestita anche una piccola banda musicale che si esibisce nei giorni festivi. E' dotata di un pianoforte, tamburi. una fisarmonica, due trombe, due flauti e numerosi Cogliamo l'occasione per informare che chiunque volesse donare strumenti musicali anche usati questi sono graditissimi; per la spedizione ci penseremo noi del gruppo. Le ultime lettere che ci ha spedito padre Elvio sono datate 2.'IO, P/ll e 15/12/90. riferi'amo volentieri. Ci informa di varie cose di cui vi La famosa som.-na (tredici milioni) che ha dovuto pagare in più per 1'intera operazione della spedizione dei due containers è riuscito a benefattori. pagarla completamente grazie all'aiuto dei suoi Chiuso il debito ha potuto riavviare i lavori che stava effettuando: alcuni li ha già terminati, altri ne ha iniziati. Ha iniziato a costruire una prima parte della scuola femminile di m. 16 x 7, da dividere in tre ambienti. Ha completato il campo da calcio < m. 1OO x 5O> in cui è stata seminata anche l'erba. Vicino al campo sportivo grande ne ha fatti altri due più piccoli: uno per i bambini e uno che sì può usare giocare a pallavolo. Ci racconta che ha ultimato una anche per recinzione di m. 15O x 75, con muretto e rete metallica, ma non sappiamo cosa e stato recintato. Ci informa anche di notizie non buone. Ultimamente si è diffusa nella zona, un'epidemia di meningite. Non è possibile ricevere i vaccini dall'estero perché il governo non può affrontare la spesa. L'ospedale dista 15O l:m, vale a dire 4 o 5 ore di viaggio per le strade esistenti. Per adesso su questo problema non siamo in grado di dirvi altro. Prima di Natale padre Elvio è stato di nuovo colpito dalla malaria; ci dice che si è ripreso, però ha molto da fare perche gli altri due mi ssionari che stanno con lui stanno male: uno è in ospedale. Speriamo che riesca a superare in fretta, questo periodo difficile. In questa prima rubrica di notizie dall'africa ci siamo dilungati, ma. come primo numero de! qiornalino ci sembrava doveroso. Cogliamo l'occasione per ringraziare, a nome di padre Elvio, i numerosi amici che l'hanno aiutato specialmente in quest ' ul t i mio periodo in cui ha avuto particolare bisogno, e a tutti porgiamo il suo più caloroso saluto. d.f. DETTO AFRICANO Bambino coccolato, bambino incretinito, - IO -

11 - n - LA NOSTRA STORIA Era l'ottobre 1984 quando padre Elvio Gostoli, rientrato in Italia dall'uganda per trascorrere un periodo di riposo, propose un incontro settimanale fra i giovani della parrocchia del F'elingo. Fu così che il venerdì- sera di ogni settimana un gruppo di più o meno giovani del Furio e di Case Nuove, si vedevano nella saletta parrocchiale e con Padre Elvio discutevano di vari argomenti tutti vertenti sulla fede. Fra i componenti del gruppo, inizialmente poco legati fra loro soprattutto per differenza, di età, piano piano si instaurò una certa amicizia. Fu così che poco prima che padre Elvio ripartisse per 1'Uganda, si organizzarono giochi (chi non ricorda il famoso quiz "Superischio") e delle recite. Ciò rafforzò i legami del gruppo specialmente tra i più giovani, e questo fu uno dei periodi più floridi. Successivamente la storia del gruppo conobbe un periodo di crisi. Diversi ragazzi per vari motivi si allontanarono, ma nonostante questo calo di partecipazione i pochi "superstiti" continuarono a vedersi ogni venerdì sere; recitando qualche rosario e parlando del più e del meno, con l'obiettivo principale di mantenere in qualche modo vivo quello che padre Elvio ci aveva voluto lasciare. Siamo cosi arrivati, molto brevemente, alla situazione attuale che può certamente dirsi di ripresa. Le nuove leve si danno da fare e per mantenere vivo lo spirito del gruppo ogni anno vengono organizzate pesche, tombole, lotterie, recite. Ma lo scopo principale di queste attività è quello di dare, se pur i minimo, un aiuto economico a Padre Elvio che e sempre nei nostri cuori, ed è anche un semplice modo di stare insieme, di scherzare, di divertirsi, e soprattutto di conoscerci e di costruire un qualcosa di veramente buono. C. S. Ogni persona per me è Cristo; e siccome c'è un solo Gesù, la persona che mi passa accanto nell'attimo presente per me è la sola persona al mondo. MADRE TERESA DI CALCUTTA

12 NATALE '9O Quest'anno il Natale è passato in fretta; ma tra la speranza di un'improvvisa nevicata e l'affannosa corsa all'acquisto degli ultimi regali, per rendere questo giorno indimenticabile si è trovato il tempo di riproporre un "rito", tale da rendere questa festa significativa anche dal punto di vista spirituale: la f iaccolata. Come di consueto si è partiti dal Furio, parte più lontana della parrocchia, per raggiungere la Chiesa passando per Case Nuove, per poi assistere alla S. Messa di mezzanotte. Purtroppo a causa delle cattive condizioni del tempo pochi si sono sentiti di affrontare questo sacrificio che, nonostante tutto, è riuscito a dare un caldo benvenuto alla nascita del Bambino Gesù. Il prossimo anno speriamo che il tempo permetta a tutti di partecipare, per vivere questa grande sensazione, lasciando in disparte il senso consumistico della festa. Altro appuntamento fisso del Natale è una qualunque iniziativa a favore di padre Elvio, fatta per pensare ai più bisognosi in questo giorno particolare. Quest'anno per il secondo anno consecutivo è stata fatta la tombola. C'è stata una buona partecipazione e tutti insieme abbiamo trascorso un bel pomeriggio all'insegna del divertimento e della solidarietà. Vorremmo esprimere una nostra opinione a. proposito: vivendo questa esperienza, ci siamo accorte di come sia facile in fondo aiutare i bisognosi; basta un nostro piccolo sacrificio, unendo tutti questi piccoli sacrifici d'incanto si scopre di aver fatto qualcosa di utile per il mondo intero. Con la tombola è stata realizzata la somma di. 7OO.OOO. Grazie alle altre offerte che ci sono state consegnate, abbiamo potuto inviare a Padre Elvio un milione di lire. Ringraziarne tutti coloro che in qualunque maniera hanno contribuito a confezionare questa bel regalo di Natale. Antonella M. e Rita R. Non ridete per le pose di un giovane; egli prova soltanto una faccia dopo l'altra per trovarne una sua. LOGAN P. SMITH

13 LA MARACHELLA DEL NONNO In questo spazio vogliamo simpaticamente ricordare fatti realmente vissuti dai nostri nonni che ci hanno preceduto, E' un piccolo omaggio che vogliamo rendere a coloro che, con il sacrificio del loro vivere, ci hanno preparato la strada in cui ogqi noi camminiamo. Protagonisti di questa prima vignetta sono: nonno Serio, molto simpatico e burlone; e nonno Abramo, a cui piaceva a volte condire "con abbondanza" i suoi racconti. Mi C4HP PATÈT CHG- -r'ha SAUA De

14 Poesia : Dona la luce ai nostri occhi Dona la luce ai nostri occhi indigenti, la Luce, che era prima che nascessero i soli e l'accordo sublime delle tue galassie. Mai più carestie, mai più guerre, No, Signore, mai più mai più carestie o guerre, ' affinchè mai, mai più abbiamo a vergognarci di ciò che siamo; affinchè sempre, per sempre diventiamo uomini. Nel disordine ottuso, nella violenza triste di tutti gli istinti scatenati, aiutaci a salvare noi stessi da noi stessi; risuoni per noi senza fine l'eco miracolosa delle tue Beatitudini. Raoul Follerau UN TORNEO MONDIALE L'avvenimento sportivo più importante del 199O sono stati i Mondiali di calcio svolti in Italia; mentre l'avvenimento sportivo più importante avvenuto in casa nostra è stato sicuramente il torneo estivo di calcia svoltosi al Furio. Si è giocato nel campetto, da poco preparato, vicino al fiume nei pressi del ponte, grazie all'impegno lodevole di alcuni giovani appassionati; gli stessi che poi hanno organizzato il torneo. Le squadre partecipanti erano IO. Per le ristrette dimensioni del campo OQni squadra era composta da 6 giocatori. Per avere squadre equilibrate è stato fatto un sorteggio pilotato tra i 60 giocatori partecipanti. Hanno fatto eccezione i Pesant Boys, capitanati dal sig. Isonzo Walter; e i Matt, capitanati dal sig. Bilancioni Nevio, che sono state iscritte già pronte ed abbondantemente "fornite"

15 II torneo è durato circa un mese, agosto; si giocava di sera alla luce per 1'occasione. Tutte le sere che si giocava C'È par tee ipar ione di pubblico. dei luglio agl'inizi di riflettori installati sempre stata una buona Lina serata di particolare interesse è stata senz'altro quella in cui si sono sfidate quattro squadre di donne in due partite che saranno sempre ricordate con piacere. Di proposito non riportiamo 1s squadra vincitrice del torneo perché non lo riteniamo importante. I veri vincitori sonoi stati gli organizzatori, i giocatori, le gioca.trici, la gente venuta ad assistere alle partite. Alla fine non sono mancati trofei e medaglie per tutti. Sono stati anche preit-iat:: il giocatore più anziano, Roggeri Pino- e il giocatore più giovane, il quattordicenne Palazzetti Luca. Un preir.io speciale al bomber d'eccezzione "Gi org ione". Concluso il torneo è stata offerta dagli organizzatori una grande fagiolata per tutti, anche a chi non ha giocato, a. conferma dello spirito dell'iniziativa, fatta solamente per divertirsi e per il piacere di stare insieme. E' stata una cosa molto bella che ha creato grande interesse; nella quale sono stati vissuti bei momenti d'incontro che hanno allietato le serate estive del nostro piccolo paese. Abbiamo quindi il dovere di ringraziare tutti quei ragazzi che si sono adoperati per il successo di questa manifestazione. Ci auguriamo che, nonostante il grande impegno che questo comporta, lo ripetano la prossima estate mantenendo sempre lo stesso spirito. Ecco perché si può dire che è stato un torneo mondiale. Massimo P

16 COMMEDIE IN DIALETTO Visto il successo dell'anno passato riscosso da questa simpatica iniziativa, Sabato 6 Febbraio, nel salone parrocchiale del Santuario del Pelingo sono state rappresentate due commedie comiche in dialetto Furlese, che ha visto protagonisti i ragazzi del nostro gruppo. Nonostante la scarsa esperienza nel campo della recitazione da parte degli attori la serata è riuscita bene. Si è avuta conferma dalle innumerevoli risate del pubblico presente. La prima commedia " Un Romeo per ogni Giulietta " si svolge nel trafficato ufficio di una agenzia matrimoniale, frequentata dai clienti più strani; la seconda " Che bella panoramica Pavlin " e un'intricata storia di una crisi coniugale che si conclude nel migliore dei modi. Purtroppo l'inaspettato arrivo della neve e la scarsa pubblicità fatta, da parte nostra, non hanno reso possibile una adeguata partecipazione. Ci è dispiaciuto per un duplice motivo: non tutti hanno avuto la possibilità di trascorrere una serata veramente divertente, ma la cosa più importante è che molte persone non hanno potuto aiutare Padre Elvio, perché l'incasso della serata era a s>io favore. Per rimediare a questo abbiamo deciso di replicare lo spettacolo sabato 9 marzo prossimo, dove speriamo che tutti abbiamo la possibilità di partecipare, di divertirsi e di dare un aiuto a chi ne ha bisogno. Antonella M. e Rita R. Foto di gruppo degli attori protagonisti delle commedie

17 La statuetta della Madonna di Lourdes, nella Gola del Fur= lo vicino alla "Botte". Anche quest'anno, 1'i onore della Madonna raggiungere la "Botte" dove, nella piccola grò IV FIACCOLATA ALLA "BOTTE" i febbraio è stata fatta la fiaccolata in di Lourdes. Si è partiti dal Furio per 'Galleria romana sulla vecchia Flaminia), tta adiacente, l'il febbraio 198S è stata in gesso della Madonna di Lourdes posta una statuetta nel 1 'anniversar io di quella prima apparizione avvenuta alla veggente Bernardette Soubirous l'il febbraio 1858 nella grotta di Massabielle a Lourdes. Da quando questa sta tuetta è stata messa nella piccola grotta della gola, ogni anno s I partecipanti "armat i" di cappotto, torce, ma soprattutto di fede, la sera, dopo e. e:'-. a si incamminano illuminando il percorso con la luce delle sole fiaccole per raggiungere la piccola grotta e dedicare un 'ora di p-~ eghiera alla Beata Vergine Maria, Quest'anno la neve è stata di ostacolo per molte persone, ma la fiaccolata è stata fat^ a ugualmente anche se i partecipanti erano solo 18. Come sempre c'era qi alcuno di Villa Furio che ha proposto per il prossimo anno di f are una seconda fiaccolata, partendo da Villa Furio per poi r: '.'".irci tutti insieme alla grotta. Chi SE è che questa prc r.osta. non riesca a coinvolgere un maggi or nuit.ero di persone. : >'ebbe molto bello: un piccolo passo verso la riscoperte dei grane: : valori di un tempo. In una Società come 1? nostra sarebbe l'ideale. Arri vedere i ali '11 ff Dbraio Ar> tonali a e Rita R

18 SUPERSFIBA SCAPOLI AMMOGLIATI 2 - O Reti: al 4S Forme- z i on i : Rosctti E. al 60" Grilli L. SCAPOLI 1) Martelloni Cesare 2) Lecci Al varo Fiorarli Fabrizio 3) Lerci Matteo Bilane ioni Mi reo 4) Fiorani Daniele 5) Gostoli Fabio 6) Rosetti Emanuele 7) Grilli Licìo 8) Rosetti Rossano 9) Meschini Fa.br i } Grilli Massimi li ano 11) Caste lincei Arnaldo Arbitro: Sig. Fiorani di Villa del Sole AMMOGLIATI 1) Pambianchi Alipio 2) Fiorani Sergio Santi Paolo 3) Grilli Antonello 4) Rosetti Ottavio 5) Grilli Leonardo 6) Meschini Paolo 7) Bartoli Alberto 8) Fabiani Fabio 9) Meschini Massimo 10) Grilli Davide 11) Marchetti Roberto Villa Furio Fremente attesa per questo appuntamento annuale con la sfida, a calcio naturalmente, tra scapoli e ammogliati. Nella scorsa edizione ebbero la meglio gli sposati, quest'anno invece hanno vinto gli scapoli con pieno merito (chi scrive logicamente è uno scapolo). Dicevamo grande attesa per questo incontro; infatti fra le ripe e le "cerquelle" dello stadio "La Buga" di Villa Furio erano assiepati sette spettatori. La partita ha avuto un inizio bruciante; alle otto di mattina i riflessi erano prontissici e si è potuto assistere ad un gioco molto veloce, per la fortuna del numeroso pubblico accorso. Nel primo tempo hanno avuto una leggera supremazia gli scapoli, anche se i "vecchi" ogni tanto facevano vedere qualche lampo della desse che fu. Nella ripresa gli scapoli insistono con più decisione e la robusta difesa avversaria comincia a soffi-ire ma resiste. Il " portierone" Alipio riesce a deviare un forte tiro all'angolino basso con la punta della mano ( bazzeccole; spostare un pezzo di cuoio gonfiato con dita che macinano pietra). Ls supremazia degli scapoli continua e viene premiata al 60" con il goal segnato da Rosetti Emanuele. Una volts in svantaggio gli sposati hanno avuto una reazione ed hanno cominciato ad attaccare in rilassa scoprendo la difesa, facilitando così il contropiede avversario. Il raddoppio è arrivato proprio allo scadere dell'incontro, in contropiede, grazie all'azione della "velocissima" ala Grilli Licio che si involava verso la porta avversaria e dopo un batti e ribatti che nessuno ha capito, trafiggeva senza rispetto 1 'isolato Alipio. Buono 1'arbitraggio del malcapitato Maurizio che se 1'è dovuta vedere con lagne, lingue lunghe e altre robacce. Tutto sommato è stata una partita buonina all'insegna

19 dell'allegria E- del divertimento. Dopo la partita le due squadre si sono ritrovate al bar Gostoli per un doveros::< ristoro, o meglio, un salutare "sch icch ierot to". Arnvederci alla SUPERSFIDA Scapoli-Ammog1 iati del prossimo enne, ss ci sei ;nno altre supersfide vi faremo sapore. Rossano R. Oo' <;l!,eoct OS- CI EH EL sarer CHS refi, e' fo<- CL Pier ; Se istruisci un uomo educhi un individuo, se istruisci una donna educhi una comunità. (proverbio africano)

20 DETTI LOCALI - I giorne se slonghne: a Natèl un pass de chèn, a l'ann nov un pass de bov, a la Pasquella un pass de vitella. - Santa Candlora da l'inverna Bém fora, ma s'en ém fatt ben el coat séra t'en mezz al pont. - Se se portne le eroe t'ia piazza ognun arpia le sua. SAPEVATE CHE il compleanno di Padre Bivio è il 1 gennaio.... il nostro fiume Candigliano nasce dal monte Valmeronte.... la galleria romana del Passo del Furio è lunga 38 metri.... l'attuale Chiesa del Pelingo fu costruita nel nel territorio del nostro Comune cadono in media 970 mm di pioggia all'anno.... la lontra era ancora presente «elle nostre acque fino ai primi anni la chiesetta diroccata, adiacenta alla galleria romana della gola del Puri», era dedicata a S. Carlo Borromeo.... la caratteristica collina a forma di piramide, di fronte al Furio sul massiccio del Paganuccio, si chiama monte del Colle. CIFRA SU CUI RIFLETTERE I donatori A.V.I.S. effettivi della nostra parrocchia, fra le circa 300 persone potenziali (dai 18 ai 60 anni sani), sono solo C I N Q U E

21 L'ANGOLO DELLA POSTA Alla base di qualunque vita associativa il dialogo fondamentale per portare avanti nel migliore dei il gruppo o associazione si prefiggqe. mod i quel lo Perché " questo avvenga anche nel nostro caso invitiamo che si sono fermati un momento a leggere queste pagine di sapere in proposito le proprie opinioni, i propri consigli, proprie critiche. Questo dialogo con i lettori migliorare il giornalino e per gente. Per questo dal prossimo spazio per la posta. Vi informiamo che la nostra è una vi è un direttore; siamo tutti direttori. Indirizzate la vostra posta al gruppo, sempre e sempre tutti insieme. Forza, mano alla penna!!! è che colora farci le lo riteniamo importante per renderlo gradito alla nostra numero riserveremo un apposito redazione atipica in cui non noi vi risponderemo

22 HARAMBE' CUCINA I nostri "esperti" in materia ci presentano una ricetta. Questo è un piatto semplice da preparare. Spesso capita, per le tante cose da fare, di rientrare a casa tardi; allora ecco la nostra "ricetta segreta" per sbrigare in fretta la preparazione del pranzo: TAGLIATELLE IN SALSA CORALLO Ingredienti per 4 persone: Olio, Cipolla. Agi io, Prezzemolo, 3 melanzane, 3 pomodori maturi, Tonno a piacere, Sale, pepe, peperoncino. Procedimento: Fare un soffritto con olio, aglio e cipolla, in una padella; poi aggiungere le melanzane tagliate a cubetti in precedenza. Quando saranno cotte aggiungere i pomodori maturi e il tonno; insaporire con sale, pepe e peperoncino. Cotte a parte le tagliatene, scolarle e aggiungere la salsa preparata nella padella. Servire con una spolveratine di prezzemolo e buon appetito. Cesare M. e LLIÌQÌ B. IMPORTANTE Chi vuole fare officiare S.Messe da Padre Elvio deve rivolgersi alle signore Teodorini Maddalena e Lorenzi Vana.Eves del Furio. Chi vuole inviare offerte direttamente a Padre Elvio può farlo tramite bollettino di c.c.p. intestata a: PROCURA ITALIANA PER LE MISSIONI -VERONA, indicando il nome del missionario a cui è inviata l'offerta. Per chi vuole noi abbiamo i bollettini prestampati molto più rapidi da usare. Le offerte che vengono consegnate direttamente in nostra mano vengono usate per l'acquisto delle merci che Padre Elvio ci richiede, e per pagarne le spese di spedizione via aerea

23 Stampa : A N E M O S Ponte di Ferro Cagli (PS) Ringraziarne l'editore per la sua disponibilità disinteressata, senza la quale, da soli, non saremmo stati in grado di fare questo giornalino.

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola Andando insegnate... /Italia 23 A catechismo con Padre Pianzola Dalle immagini del DVD alla realtà di Sartirana: a Sannazzaro e a Pieve Albignola un esperienza di catechismo-laboratorio sul Beato Le catechiste

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

01 Aprile 2015 Don Marco

01 Aprile 2015 Don Marco Aprile 2015 01 Aprile 2015 - Don Marco:"Carissimi amici oggi è il mio compleanno. Se fossi stato a casa non avrei organizzato una festa (quelle per me non mi piacciono) ma sicuramente tanta gente sarebbe

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

A.S. 2015/2016 5 ANNI :

A.S. 2015/2016 5 ANNI : : A.S. 2015/2016 5 ANNI Il tema unificante del lavoro è la Felicità, uno dei diritti fondamentali dell uomo. La felicità è lo stato d animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori,

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori, Santo Natale 2013 Carissimi Amici e Benefattori, Per fortuna anche quest anno il Natale sta arrivando a portare nuova Speranza, che con la Certezza che ci viene dalla Fede ci assicura che l Emmanuele il

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008

Essere con - Essere per Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Bellissima la coincidenza odierna, qui al Suffragio, che celebra insieme la festa

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 Dall 11 giugno al 18 luglio Oratori Sacro Cuore/Maria Immacolata/S. Giovanni XXIII Piano terra vieni a stare in mezzo a noi con quella gioia di chi sa per sempre amare i figli

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 2 2 La cucina dai sapori africani S O M M A R I O In Prima 1 Pulizie 2 Eventi 3 Manutenzione 3 Articolo 4 Fashion Pazzi di caffè 5 La cucina è il settore

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

In cammino con Cristo

In cammino con Cristo Bollettino della Parrocchia di SAN MARTINO Vs. Borgio-Verezzi (SV) (www.parrocchiasanmartinoborgioverezzi.org) In cammino con Cristo DICEMBRE-GENNAIO GIUBILEO STRAORDINARIO GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva?

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva? Carissimi della Parrocchia San Luigi di Montfort in Roma. Un carissimo saluto da tutta la comunità di Mpiri che nella ricorrenza domenicale oggi 4 Novembre 2007 ha un motivo in più per ringraziare quell

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 Triennio 2009/2012 IL GRUPPO Trento 4 Il gruppo Tn4, nato nel 1947 nella parrocchia di Santa Maria, e lì cresciuto fino a che sono iniziati i lavori

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 DOMENICA 1 MAGGIO II DI PASQUA In Albis depositis Domenica della Divina Misericordia "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO. Gli scacchi un occasione per crescere insieme!

GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO. Gli scacchi un occasione per crescere insieme! GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO Gli scacchi un occasione per crescere insieme! Ancora una volta devo ringraziare Facebook che mi ha dato l opportunità di conoscere e fare amicizia con

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE Padre Livio: Vediamo ora tre incontri di Ivan con tre gruppi di pellegrini. Sono in gran parte dei giovani. E possiamo ben dire che gli incontri con

Dettagli

benedizione papale di papa Francesco a Belen

benedizione papale di papa Francesco a Belen benedizione papale di papa Francesco a Belen Grazie per la sua benedizione. #sonotroppoemozionata #troppo #troppoperme. Siamo agli scoccioli, agli ultimi particolari sul matrimonio Belen Rodríguez La showgirl,

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni AIC Contro le povertà, agire insieme L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni Ottobre 2008 Quaderno n 12 Sommario Introduzione Utilità del metodo sistemico per risolvere un problema ricorrente

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

E poi aggiunse - Non voglio giocare a pallamuso, è solo per la fontanella, giuro! Gli avversari_

E poi aggiunse - Non voglio giocare a pallamuso, è solo per la fontanella, giuro! Gli avversari_ Gli avversari_ (leggi la prima parte) Dopo un po che si allenavano, Zio Champion disse loro di fermarsi e di bere qualcosa, sgridandoli, quando scoprì che non avevano portato nulla da bere! - È importante

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo Fascicolo con la Proposta dell Estate 2015 Cari Genitori, sappiamo di offrirvi, con questo Fascicoletto, uno strumento

Dettagli