21 DICEMBRE 2009 ANNO I - NUMERO 3. BUON NATALE E BUONE FESTE! - Liceo Amaldi di Roma. Festa di Natale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "21 DICEMBRE 2009 ANNO I - NUMERO 3. BUON NATALE E BUONE FESTE! - Liceo Amaldi di Roma. Festa di Natale"

Transcript

1 21 DICEMBRE 2009 ANNO I - NUMERO 3 BUON NATALE E BUONE FESTE! - Liceo Amaldi di Roma 2 Il Comenius 3 Impossibilità di manifestare Studenti e Università Grande successo per il progetto "Pitta e ripitta", che ha permesso la realizzazione degli splendidi murales di via N. Balbiani. Interesse notevole di Legambiente, Municipio VIII, stampa locale e passanti! Peccato per la scarsa partecipazione studentesca! 4 The healing power of forgiveness 6 Copenaghen 2009 e 100 piazze per il clima 7 Natura grida 8 Privatizzazione dell acqua Il Natale degli Abruzzesi 9 SPECIALE NATALE 10 L angolo delle citazioni 11 Silvio, statuetta! Sudoku 12 Redazione e sito Festa di Natale Temevamo che la festa di Natale quest'anno non si sarebbe fatta e tutti già guardavamo nostalgici i cappellini rossi da Babbo Natale nell'armadio! Ma portando un progetto dettagliato al Consiglio d'istituto, i rappresentanti degli studenti hanno difeso a spada tratta un'"attività finalizzata allo scopo di p e r m e t t e r e a g l i s t u d e n t i d i esprimersi attraverso la musica e il ballo" e così ci è stata concessa! Il preside Dario De Luca si è mostrato molto disponibile al dialogo con la componente studentesca, ci ha fatto notare problemi relativi alle norme di sicurezza e ci ha aiutato a trovare una soluzione! Le zone adibite ai festeggiamenti saranno: la palestra grande (dove si ascolterà musica house), il cortile interno (dove si esibiranno gruppi musicali dal vivo e si potrà mangiare) e le ultime aule vicino la palestra (dove si potranno fare giochi da tavolo). Per il servizio d'ordine: attenzione ai ragazzi col giubbotto catarifrangente! Dopo una fase di trattative e delucidazioni il Consiglio d'istituto approva la giornata di didattica alternativa con due contrari (la sana opposizione è produttiva per la crescita e il miglioramento!) e un astenuto. Si aprano le danze! Le vacanze di Natale ci aspettano! [Chiara Perfetti, 3 C]

2 Il Comenius: un esperienza singolare, interculturale, moderna IL LICEO di Lucrezia Maini (3 E) Non trovo aggettivi per descrivere la mia vacanza scolastica, grazie alla quale ho potuto conoscere un po la cultura spagnola. Tutto è cominciato quando ho dato il mio nominativo a giugno alla prof.ssa Peruggia, ritrovandomi tre mesi dopo nell incantevole Costa Blanca, dove il sole non manca mai. La città ci ha accolti calorosamente: all arrivo l assessore alla cultura del distretto di Valencia ha incontrato la nostra delegazione. Alicànt (o Alicante) è pulita, ordinata ed efficiente, anche grazie alle sue modeste dimensioni. I nostri coetanei spagnoli, gentili e cordiali, come del resto tutte le persone del posto che abbiamo incontrato, ci hanno fatto sentire davvero a casa. Io sono stata ospitata dalla famiglia Lòpez, che abita in un piccolo quartiere ( Los Girasoles, più o meno simile a Torre Gaia!). Gema, la mia compagna di vacanza, mi ha fatto da cicerone per tutto il percorso, dalle gite fuori porta alla visita della scuola. Quest ultima, modernissima, sembra un campus universitario americano: aule per ogni materia (aule di matematica, scienze, inglese, ecc.) attrezzatissime e con laboratori funzionali e moderni per ogni disciplina; una palestra dotata di una parete per il free-climbing e un bar davvero conveniente con squisitezze di ogni genere. Dopo la visita ad Altea, un ridente paesino con caratteristiche casette bianche a tetti azzurri, e a Benidorn, meno tradizionale, con grattacieli e acque cristalline, la nostra attenzione si è focalizzata sull università, molto grande, che accoglie il progetto ERASMUS (scambi culturali per l università). Un altra visita interessante è stata quella all impianto di Alicante desalinizzazione di Alicante, il quale, tramite un sistema di filtri, preleva l acqua direttamente dal mare rendendola utilizzabile per gli usi domestici (doccia, ecc.). Questi cinque giorni sono stati indimenticabili e speciali anche grazie alla cucina valenciana, che la famiglia Lòpez mi ha gentilmente fatto provare: la paella di mare; tortillas e antipastini vari al camembert (ma non ricordo come li chiamano in Spagna!) e al miele; lo squisito prosciutto nero, chiamato pata negra ; la torta valenciana al cioccolato e altre specialità. Un viaggio davvero p a r t i c o l a r e c h e consiglio vivamente a tutti. Un occasione per conoscere persone e luoghi più o meno distanti dalla nostra cultura e perché no? U n o c c a s i o n e p e r mettere in pratica il proprio inglese con le persone giuste. PAGINA 2

3 SCUOLA Impossibilità di manifestare di Chiara Perfetti (3 C) "Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi!": con queste note hanno marciato studenti, ricercatori e precari l'11 dicembre a Roma. In un giorno in cui il popolo faceva sentire la propria voce, c'è stato l'atto di repressione delle forze dell'ordine, un atto che molti studenti non hanno mandato giù. I cortei a Roma erano all'inizio tre: uno della CGIL, uno dei COBAS e un altro degli studenti delle superiori e universitari, senza bandiere. Il Comune di Roma aveva autorizzato tutti e tre i cortei, ma due giorni prima della manifestazione il sindaco Alemanno ha revocato i permessi per il corteo studentesco, basandosi su una normativa che sarebbe dovuta entrare in vigore il giorno dopo! Che coincidenza! Noi studenti, imperterriti, sperando che ci concedessero i permessi per il corteo (meta Ministero dell'istruzione) vedendo la grande partecipazione giovanile, ci siamo mobilitati comunque. Come ci aspettavamo, un bel cordone della DIGOS ostacolava il corteo! Noi amaldini insieme al Kant abbiamo ritenuto opportuno unirci al corteo della CGIL, mentre gli altri studenti, con in testa gli universitari, hanno cercato di rompere il blocco dei poliziotti con le mani alzate, gridando: "È una vergogna!","libertà di manifestare!", "Roma libera!", "Corteo! Corteo!". La DIGOS ha respinto gli studenti, ferendone dieci, tra cui uno è stato colpito molto vicino a un occhio. Tutti i manifestanti cambiano percorso e si dirigono al Ministero dell'economia, delusi ancora una volta dalle istituzioni, che li hanno respinti, che hanno impedito loro di esercitare i propri diritti in modo pacifico. Il corteo della CGIL si è concluso, invece, a Piazza del Popolo. Il percorso è stato tranquillo e anche divertente per gli amaldini, che hanno avuto modo di conoscere alcuni ragazzi del Kant che, come noi, erano molto motivati e indignati dei grandi tagli alla scuola pubblica. Manifestare è un diritto: esercitiamolo! Studenti e Università, che futuro avranno? di Federica Cerelli (2 E) Limitazioni delle assunzioni del personale docenti a tempo indeterminato (verrà assunto 1 solo docente ogni 5 pensionati, il che significa un invecchiamento della classe docenti nota tra le più anziane d Europa), riduzione dei finanziamenti (saranno effettuati dei tagli ai finanziamenti delle università meno emergenti, mentre agli Atenei con migliori parametri su didattica e ricerca riceveranno un finanziamento pari al 7% del fondo di finanziamento ordinario), la possibilità di trasformare gli Atenei in enti privati. Sono questi i piani previsti dal decreto legge sulla finanziaria , approvata lo scorso 25 giugno. In molti hanno espresso un parere negativo in proposito perché in questo modo potranno accedere alle università soltanto i giovani provenienti da famiglie abbienti, mentre per chi proviene da famiglie più indigenti si prospetta un amara rinuncia Una riforma che impoverisce la società dato che il denaro speso per l istruzione e la ricerca è sempre ben speso. Con questi tagli si prospettano un aumento delle tasse, la diminuzione di borse di studio e la chiusura di biblioteche e laboratori. Il Ministro dell Istruzione Maria Stella Gelmini ha dichiarato di non considerare la situazione così catastrofica e di essere disposta a chiarire tranquillamente la questione, che invece prospetta di garantire agli studenti italiani una preparazione migliore. In risposta a questa riforma sono stati occupati numerosi istituti scolastici e sono scesi in strada per manifestare studenti, docenti, genitori e neolaureati e lavoratori precari. Questa è l amara realtà che sono costretti a fronteggiare gli studenti universitari, ma che futuro si prospetta ai neolaureati? La situazione anche qui non è delle migliori e la crisi economica che ci ha investiti ormai da tempo non aiuta. Sono molti i laureati che hanno voglia di emergere, ma per necessità, anziché andare a passeggio, si gettano su lavori non proprio corrispondenti al loro profilo, stipulando contratti a tempo determinato e percependo una retribuzione non adeguata rispetto al lavoro che svolgono e soprattutto al titolo di studio che posseggono. Nel nostro paese i lavoratori precari sono più di 3 milioni e 500 mila (almeno il 16% di questi è composto da laureati) e se non verranno presi provvedimenti la disoccupazione aumenterà. Il lavoro c è, ma quasi solo precario e temporaneo. La nostra società ormai è basata su un sistema di precariato incrementato anche dal titolo di studio della popolazione. Quasi la metà di questa infatti possiede come titolo di studio soltanto la licenza media. Non si può vivere di speranze. In una società come quella di oggi c è bisogno di certezze. PAGINA 3

4 PENA DI MORTE Bill Pelke, fondatore di Journey of Hope, incontra i ragazzi delle medie di Tor Bella Monaca The healing power of forgiveness Il 2 dicembre, in S. Maria Madre del Redentore, grande interesse per l evento organizzato dalla comunità di S. Egidio di Alessandro Iannamorelli (3 C) TERRITORIO Bill Pelke, gruista dell Indiana (Stati Uniti), non aveva stranamente più niente da fare in cantiere e cominciò a ripensare al giudice, alla sentenza, alla morte della nonna, Ruth Pelke, uccisa da un gruppo di quattro liceali l anno prima, il 14 maggio Ruth, chiamata affettuosamente Nana, stava ancora lì nel soggiorno, in una pozza di sangue o con il volto pieno di lacrime: queste le indelebili immagini della nonna nella sua mente. Mrs Pelke aveva una grande forza, scaturita da una profonda fede in Cristo e nel messaggio della Bibbia, che assiduamente diffondeva tra i grandi e tra i piccoli. Un energia che è stata sicuramente trasmessa al nipote, Bill, che riuscì dopo tanto dolore a percorrere la difficile strada del perdono. Fu avvinto dal suo potere curativo e Nana tornò a figurarsi nella sua mente con la sua immagine dolce e piena di vita. In Indiana, secondo le leggi in vigore, le quattro ragazze furono condannate a morte. Alle due ragazze che non impugnarono il coltello, la condanna a morte fu revocata e furono dati 25 anni alla ragazza rimasta fuori, che conosceva l anziana signora, e 35 anni a chi le tirò un vaso per stordirla. La terza, che impugnò più tardi il coltello, fu considerata vittima della personalità prominente di Paula Cooper, la quarta ragazza che portò il coltello dentro l abitazione. Mentre alla terza furono dati 60 anni, a Paula Cooper, dichiaratasi colpevole come l altra, fu data la pena di morte, queste erano le due alternative che aveva il giudice. Ammazzano la mia bambina! fu l urlo straziante del nonno di Paula Cooper. Nana non avrebbe mai voluto tanto dolore. Bill ricorda il volto dell anziano, come anche le parole del giudice: nel 59, anno della sua laurea, aveva detto di essere contrario alla pena di morte, ma ora credeva che fosse giusta, in quanto i tempi erano cambiati e tale provvedimento era necessario per ritornare alla normalità. Parole terrificanti e per niente veritiere, in quanto la pena di morte, oltre a essere ingiustificabile e crudele, è del tutto inutile: nei paesi in cui la pena di morte è stata reintrodotta (1976, Stati Uniti) non è diminuito il tasso di criminalità. La pena di morte non può nemmeno essere un conforto, né una guarigione per i familiari, ma l esatto contrario. Nessuna pietà quindi per quelle ragazze, che uccisero Nana solo per 10$ e le chiavi di una vecchia macchina, tutto questo per andare a giocare ai videogiochi, per passare il pomeriggio. Nessun accenno ai problemi di Paula, vissuta sotto gli abusi del padre, in un ambiente PAGINA 4

5 malsano. L opinione pubblica in Indiana era d accordo con la sentenza e nel giornale di città tutti scrivevano in favore della pena di morte. Una morte giusta, per mano dello Stato, che dovrebbe garantire la sicurezza e l inviolabilità della persona per tutti i suoi cittadini. Hate the sin, love the sinner * ricorda Bill. Bill scrisse poi nello stesso giornale, firmandosi, e cessarono gli articoli a favore della pena di morte. Dal perdono Bill passa all impegno concreto per l abolizione della pena di morte e fonda Journey of Hope (Viaggio della speranza), per diffondere la grande importanza del potere del perdono e d e l l i n s e n s a t e z z a e crudeltà della pena di morte. Il viaggio della speranza è fatto in tutto il mondo dai familiari delle vittime uniti a quelli d e i c o n d a n n a t i, d e i g i u s t i z i a t i, d e g l i innocenti. Infatti, dal 1973 a oggi sono più di cento le persone che sono state salvate dai bracci della morte, in quanto non colpevoli. E questa è la giustizia! I nostri genitori probabilmente ricorderanno questa storia, poiché finì sui giornali italiani e il nostro Paese, che a volte è meraviglioso, ha contribuito a salvare Paula Cooper, con una petizione firmata da circa due milioni di persone. Bill fu contattato dal Messaggero e invitato a Domenica In, condotto allora da Raffaella Carrà. Inoltre papa Giovanni Paolo II chiese di non condannare a morte Paula Cooper, grazie all impegno di Journey of Hope e all interesse dimostrato dalla stampa italiana. Questa mobilitazione è bastata a salvare Paula Cooper dai bracci della morte, che fu condannata a 60 anni di carcere, scontati a 30 e si prevede che uscirà nel Bill Pelke mantiene contatti con Paula che, come testimonia lui stesso, è un altra persona, rinata, alla quale è stata data un altra possibilità. Paula si è infatti diplomata e laureata in carcere e vuole dare qualcosa alla società. È stata una notevole perdita per gli studenti del nostro liceo non avere sentito la testimonianza di questa grande prova d amore e di rispetto per la vita. Era previsto per i ragazzi delle quarte e delle quinte un incontro mattutino il 2 dicembre m a, c a u s a p r o b l e m i organizzativi, è stata posticipata di pomeriggio e la presenza dell Amaldi è stata nulla. La mia speranza si rivolge allora ad aprire una discussione su quest importante problema e a fare anche noi qualcosa nel nostro piccolo, firmando ad esempio la petizione che passerà per le classi. *Il potere curativo del perdono. *Odia il peccato, ama il peccatore. Pagina 4. In alto, Ruth Pelke, nonna di Bill Pelke, in basso. Pagina 5. In alto, Paula Cooper oggi AVVISO Il Museo Storico della Liberazione è stato allestito nei locali dell edificio che, nei mesi dell occupazione nazista di Roma (11 settembre giugno 1944), venne utilizzato come carcere dal Comando della Polizia di Sicurezza. Le celle di detenzione, che allora occupavano l intero stabile (soltanto due dei quattro appartamenti sono stati destinati a museo), sono ancora come furono lasciate dai Tedeschi in fuga. Queste stanze sono oggi dedicate alla memoria di coloro che vi furono detenuti e ricordano le più drammatiche e significative vicende nazionali e romane dell occupazione. LA MOSTRA RESTERÀ ESPOSTA FINO AL 17 GENNAIO. ORARI DA MART. A DOM. ore 9,30/19,30 e MART GIO E VEN anche da 15,30 a 19,30 Luogo: Roma, Via Tasso 145. PAGINA5

6 EcoLOGIA Hopenhagen: l ultima chance per salvare la Terra Non è un caso o un errore di stampa quello di Hopenhagen: è l'esplicito riferimento a "hope", speranza. E d è p r o p r i o l a s p e r a n z a l'elemento chiave di quest'ultimo incontro mondiale sul clima, Copenhagen È l'estremo, disperato tentativo per trovare un modo per salvarci e salvare il nostro pianeta. (Si cerca di fare l'impossibile!) Questa settimana, mentre i rappresentanti dei governi di ben 170 paesi, amministratori e membri di gruppi, tra i quali WWF e Greenpeace, si sono riuniti a C o p e n h a g e n p e r f o r n i r e un'opportunità unica alla Terra e discutere su vari punti del programma, la città è diventata il f u l c r o d i s c o n t r i e d i manifestazioni. Molti no-global marciavano per le strade, disseminate di poliziotti, gridando a gran voce il loro sdegno: "Vogliamo dire no alle multinazionali responsabili dei cambiamenti climatici, che ora vogliono salvare il pianeta solo perché gli fa comodo". di Melissa Randò (2 E) Si parla di scontri e di violenze,di arresti e di atti vandalici con disprezzo, ma è innegabile che il 12 dicembre passerà alla storia come la giornata della più g rande mobilitazione per l'ambiente di tutti i tempi. L ' e s i g e n z a d i a v e r e u n controvertice è essenziale, poiché si pensa che quello "ufficiale" non porterà a nessun risultato concreto. N o n s i p u ò a s s i s t e r e passivamente alla distruzione progressiva del nostro pianeta, si rischia di lasciarlo nelle mani sbagliate. Per questo dobbiamo attivarci e promuovere iniziative per la salvaguardia dell'ambiente e p e r u n m i n o r c o n s u m o energetico, e riaccendere in tutti noi quella luce di speranza che illumina il mondo. "Il vero cambiamento in cui sperare dipende esclusivamente dalle scelte del singolo individuo." 100 piazze per il clima di Melissa Randò (2 E) L'Italia dice no ai cambiamenti climatici e scende nelle piazze, stranamente unita, per far sentire la sua voce. Cosa chiede? Un accordo solidale e vincolante per la riduzione dei gas serra, ma soprattutto un impegno concreto a livello nazionale per ridurre le emissioni di gas che danneggiano il clima della Terra. Tantissime le città e le piazze coinvolte in questo "mega" evento; a Roma, in Piazza Farnese, si è trascorsa una giornata all'insegna della musica, della danza e dell'allegria. Grande la partecipazione, con oltre volontari sparsi tra i numerosi stand. Sorseggiando un bicchiere di vino o degustando un buon dolcetto, si scorgono tra la folla tante persone, decise e volenterose, che dimostrano che la società civile italiana è ben più unita e organizzata della sua rappresentanza politica. Dobbiamo contribuire, anche se nel nostro piccolo, ad azioni come questa: perché il futuro è nelle nostre mani, e non in quelle di chi ci governa! PAGINA 6

7 AMBIENTE Natura grida di Tommaso Fazi (4 G) Molto presto la natura ci ucciderà, stanca del nostro egoismo e della nostra bramosia. Nonostante i ripetuti avvertimenti ancora non riusciamo a limitare le emissioni di gas serra, tra tutti la CO2 (anidride carbonica). James Hansen, famoso climatologo, questa volta ha dato un ultimatum: se nei prossimi cinquanta anni la situazione sarà la stessa, i ghiacciai si scioglieranno, provocando l'innalzamento del livello dei mari e la conseguente scomparsa d e l l a F l o r i d a e d e l Bangladesh, che verrebbero completamente sommersi. Pe r n o n p a r l a r e d e l l a perdita di ampi spazi di terreno coltivabile, futura causa di un certo crollo dell'economia mondiale, che non avrà più le "basi" f o n d a m e n t a l i p e r continuare ad esistere. Inoltre, scoppierebbe una carestia d'acqua potabile; n a s c e r e b b e r o n u o v e malattie che verrebbero a stroncare la specie umana, in particolare modo in Africa, dove la situazione è g i à p a r t i c o l a r m e n t e rischiosa. Pensiamo anche agli animali: nuovi studi scientifici confermano il lento spostamento di molte specie che, a causa delle temperature troppo alte, preferiscono migrare verso nord, in cerca di un ambiente adatto alle loro esigenze. E se molti si spostano, tanti altri muoiono, incrementando il numero delle specie in via d'estinzione. L'aumentare della temperatura media sta portando anche a un innalzamento del numero di catastrofi naturali: negli ultimi dieci anni, avvenimenti come uragani e tornado sono raddoppiati, presentandosi di volta in volta sempre più violenti e dannosi. Eppure c'è chi ancora si dimostra scettico, sostenendo che la Terra si starebbe raffreddando e non riscaldando e che i ghiacciai starebbero tornando alle dimensioni che avevano nel Tutte teorie facilmente confutabili: la prova che la situazione sia degenerata c'è e gli studi la confermano giorno dopo giorno. La temperatura del nostro pianeta sta raggiungendo gli stessi gradi che, troppo alti, causarono molte delle estinzioni di massa del passato, spiega Hansen nello studio scientifico del 1981, dove indica l'inquinamento come la causa principale del riscaldamento globale. È probabile, quindi, che tra qualche anno faremo la fine dei nostri amici dinosauri e che, in un futuro non troppo lontano, chi ci succederà studierà sul suo libro di scienze la nostra estinzione. Il tempo per porre rimedio a ciò è davvero poco. L'unica cosa che possiamo provare a fare è ridurre le emissioni di gas, affidandoci ad energie alternative (che ci sono, ma sono ben nascoste e sappiamo bene da chi, senza entrare nel dettaglio), con la speranza che queste ultime vengano rese accessibili a tutti con costi inferiori a quelle tradizionali. Poiché in realtà il problema principale, l'ostacolo da s u p e r a r e, è l a p o c a informazione riguardo alle giuste vie da seguire: non a caso il gruppo EcoAmaldi ha intrapreso un percorso di infor mazione riguardo alle fonti rinnovabili, combattendo per l'installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della scuola. Esiste un equilibrio speciale tra uomo e natura, ce lo dice anche Virgilio, ma noi lo stiamo sconvolgendo. E in quanto fautori di ciò, saremo anche noi a subirne, giustamente, le conseguenze. PAGINA7

8 ATTUALITÀ R.I.P. acqua accessibile a tutti di Maria Teresa Martino (3 E) La cosa più normale che una persona potrebbe fare è prendere un bicchiere e riempirlo al rubinetto di casa. L acqua, nelle città italiane, è gestita da enti pubblici e ciò permette di mantenere costi relativamente bassi. Il decreto legge del governo, diventato da poco legge a tutti gli effetti, punta a far entrare enti privati nella gestione dell acqua. Questo comporterà inevitabilmente a un aumento dei costi dell acqua. A prescindere dalle ideologie politiche ci dovremmo chiedere: è giusto o no privatizzare l acqua? Ogni società municipalizzata, cioè di proprietà pubblica, entro il 31 dicembre 2011, dovrà avere una forte partecipazione dei privati. Ad Arezzo, dove il servizio idrico integrato è gestito da un ente pubblico già da tempo, le bollette dell acqua sono quattro volte più alte di una normale città. Come per ogni aspetto della vita ci sono dei pro e dei contro: con la gestione privata il servizio dovrebbe migliorare, l assistenza dovrebbe essere più presente; i contro invece sono soprattutto di natura economica perché i costi crescerebbero notevolmente. Considerando il periodo che stiamo vivendo un governo dovrebbe curare molto l aspetto economico e mettersi nei panni delle famiglie in difficoltà, che si ritroveranno a pagare un servizio necessario come l acqua molto di più. A quanto pare, però, si punta solamente a migliorare il servizio con la partecipazione (e quindi il conseguente guadagno) dei privati. Questo decreto è passato quasi completamente inosservato mentre in un altro paese avrebbe suscitato molto clamore. Si può rimanere impassibili davanti a un cambiamento del genere? Dove sono le associazioni dei consumatori e soprattutto chi dovrebbe informarci di queste cose? In attesa di saperne di più vorrà dire che faremo la fila davanti alla fontana. Bel ritorno al passato! Trecento luci per illuminare l Abruzzo di Federica Cerelli (2 E) Sono 308 le luci che decorano insieme a tante stelle (una per ogni vittima della tragedia) uno dei due alberi di Natale offerti dalla Valle d Aosta alla comunità abruzzese. L altro è stato esposto nei pressi di una scuola elementare. Sono passati otto mesi dal terremoto di magnitudo 6.3 della scala Richter che colpì la provincia de L Aquila, lo scorso 6 aprile. Per un po di tempo se ne era sentito parlare molto. Ora però sembra che le persone se ne siano dimenticate, troppo prese dalla loro vita e dalla foga di fare regali per Natale. Eppure la catastrofe ha provocato centinaia di vittime e feriti, distruggendo molti edifici e abitazioni e obbligando la popolazione abruzzese ad evacuare la zona e a sistemarsi nelle tendopoli dove, dopo aver sopportato il caldo torrido della stagione estiva e i primi freddi che prospettavano un inverno molto rigido, si preparano ora ad affrontare quello che appare agli occhi di tutti un triste Natale. Il governo si era subito attivato per far sì che gli sfollati ottenessero il più presto possibile un alloggio dove poter abitare senza soffrire troppo le condizioni climatiche. Così, a distanza di alcuni mesi dal giorno del terremoto la popolazione abruzzese è stata sistemata in alberghi e case private e sono state chiuse tutte le tende. Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha consegnato ad alcune famiglie di sfollati 400 nuovi appartamenti antisismici. Altre persone ancora sono sistemate in alberghi e case private e i lavori di progettazione di alloggi antisismici stanno proseguendo bene a differenza delle sistemazioni provvisorie, in forte ritardo a causa delle inadempienze di alcune ditte di costruzione alle quali era stato affidato il lavoro. Tuttavia, sebbene il governo si sia attivato in tempi record rispetto ai provvedimenti presi in passato in relazione ad altre catastrofi, non tutti gli abitanti de l Aquila potranno passare un Natale felice nelle proprie case, nuove o vecchie che siano. Molti, infatti, sono ancora in attesa di un vero e proprio alloggio che purtroppo non sarà loro consegnato nei tempi che erano stati previsti. E allora che Natale sarà quello dei settantamila sfollati dell Abruzzo? È toccato ai bambini accendere le luci dell albero. Un gesto speranzoso che forse potrà rallegrare e scaldare almeno un po il cuore di quelle persone ancora devastate dal dolore. Il loro, purtroppo, sarà un Natale triste, ma forse potranno trarre sostegno dalle iniziative organizzate per l evento natalizio. La sera del 23 dicembre, infatti, ci sarà un concerto e alla vigilia di Natale ce ne sarà un altro interpretato dall orchestra del Conservatorio de L Aquila guidata dal maestro Muti. Infine il presidente Berlusconi si recherà in Abruzzo per trascorrere il Natale con gli sfollati. Ma tutto questo basterà? Gli sfollati troveranno in queste iniziative un barlume di luce per cui rallegrarsi? E come reagiranno alla notizia del ritardo delle costruzioni provvisorie e del fatto che solo la metà di loro potrà finalmente avere una casa in cui stare entro la fine dell anno corrente? PAGINA 8

9 Speciale Natale Compere sfrenate e corsa ai regali: pronti, partenza, via! Al contrario di ciò che si potrebbe pensare, ci sono svariati modi per passare le feste rispettando l'ambiente, senza rinunciare alle tradizioni e risparmiando. Durante questo periodo si produce il 25% in più di rifiuti, in gran parte costituiti da imballaggi inutili e carte da regalo. Proviamo allora a riciclare vecchie mappe, riviste, giornali che, decorabili facilmente e originali, sono perfetti per impacchettare i nostri doni. Se tutte le famiglie facessero così per tre regali, si risparmierebbe abbastanza carta da ricoprire campi da calcio! L idea di base è quella del DIY, ovvero "Do It Yourself" ( Fai da T e ). I n f a t t i, u n r e g a l o realizzato da sé, magari con materiali riciclati da oggetti inutilizzati, può essere più apprezzato di un anonimo bagnoschiuma. Allo stesso modo un biglietto per un evento o un invito speciale sono preferiti a un dono materiale. E per gli addobbi? Invece Green Christmas di Chen Laura Sarno (2 E) Lettera a Babbo Natale di Maria Teresa Martino (3 E) di decorare l albero con le solite e poco economiche decorazioni, si possono ricoprire di porporina oggetti inutili come le sorprese dei fast-food e appenderle. Oppure con i gusci di noce attaccati tra loro, un po' di filo e volendo qualche perlina colorata, si possono creare delle ghirlande o dei pendenti a dir poco fantasiosi. Queste sono solo alcune delle idee proposte dal sito planetgreen.discovery.com/ green-christmas (in inglese), n e l q u a l e t r o v e r e t e collegamenti a molti siti dove acquistare regali ecologici e innovativi per tutti i gusti. Ad esempio, per chi ha "tutto viene proposta l adozione, con t a n t o d i t a r g h e t t a p e r s o n a l i z z a t a, d i u n a panchina a Central Park (New York, US). E allora buone feste, all insegna del rispetto per l ambiente e della creatività ovviamente! Caro Babbo Natale, Come tutti gli anni il periodo natalizio è alle porte e siamo tutti indaffarati a cercare il regalo perfetto per le persone a cui teniamo di più o di meno. I centri commerciali sono affollati e tutte le luminarie che troviamo in giro danno l idea di un aria natalizia. Tutta questa frenesia è impressionante e non ci dà neanche il tempo di porci una domanda fondamentale: in cosa consiste realmente il Natale? È bellissimo che molte persone si scambino dei regali, ma c è qualcosa oltre questo? Il Natale è una festa tipicamente cristiana ma non per questo non fornisce degli spunti di riflessione a chi non pratica questa religione. Lo spirito del Natale dovrebbe andare oltre quel consumismo spietato che caratterizza questa festa e la riduce a un semplice scambio di doni e consumo di dolci, facendola diventare proprio quello che non dovrebbe essere. Una riflessione sul Natale potrebbe partire proprio dal famoso scambio di regali: oltre al regalo materiale c è qualcos altro? Siamo legati veramente a questa persona? Potremmo fare qualcosa di più per renderla felice? Sembra scontato tutto questo e invece spesso non lo è. Il tipico atteggiamento ci porta a comprare un regalo e finirla lì. Non dovrebbe essere questo lo spirito. Da qualche anno a questa parte questa festa ha perso molta della sua importanza proprio perché è diventata solo un modo per far spendere soldi alla gente. Ritroverebbe la sua importanza se ci fosse da parte delle persone una rivalutazione dei valori che questa festa porta con sé. Sperando che Babbo Natale porti felicità e valori più genuini vi auguro un vero Natale. PAGINA 9

10 Natale oggi di Eleonora Moscetti (2 E) POESIA Un animo giocoso sente arrivare, lo spirito buono del Natale ma i ragazzi lo avvertono ancora? Sembra che serva per non andare a scuola! Bella, sì, ma come occasione, ogni negozio apre il portone. Chiedi, chiedi, senza dare a nessuno Ma ti importa davvero di qualcuno? Niente armonia nella festa, solo quanti soldi si spendono in testa, Non si pensa più alla famiglia, niente incanto e meraviglia. È un periodo in cui non c è male, ora è davvero Natale? È quasi Natale! Nessuno lo sente più, sembra Natale ma non è Natale più! L angolo delle citazioni di Matteo Umbro (5 D) RUBRICA Un uomo non può chiamarsi reo prima della sentenza del giudice, né la società può toglierli la pubblica protezione, se non quando sia deciso ch'egli abbia violati i patti coi quali le fu accordata. Quale è dunque quel diritto, se non quello della forza, che dia la podestà ad un giudice di dare una pena ad un cittadino, mentre si dubita se sia reo o innocente? Non è nuovo questo dilemma: o il delitto è certo o incerto; se certo, non gli conviene altra pena che la stabilita dalle leggi, ed inutili sono i tormenti, perché inutile è la confessione del reo; se è incerto, e' non devesi tormentare un innocente, perché tale è secondo le leggi un uomo i di cui delitti non sono provati. La tortura il mezzo sicuro di assolvere i robusti scellerati e di condannare i deboli innocenti. Ecco i fatali inconvenienti di questo preteso criterio di verità! Questo breve brano è tratto da Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria, un illuminista italiano che lo pubblicò nel Questo saggio suscitò scalpore nella società dell epoca per la sua visione completamente innovativa rispetto al passato. Venne messo all Indice a causa della sua distinzione tra reato e peccato. Ma soprattutto meritò il disprezzo dei regnanti e dei dignitari del Settecento. E non credo ci sia bisogno di altre spiegazioni dato che Beccaria sostiene le sue tesi ottimamente. Però mi chiedo: siamo certi che la pena di morte (ancora in vigore in molti paesi vicinissimi al nostro, che la abolì solamente nel 1948) o il carcere (ormai così scontato) siano una giusta punizione? La domanda non vuole essere provocatoria nel modo più assoluto ma questo è un dubbio più che lecito. Può essere la giustizia amministrata dagli uomini? Se no, può essere almeno l equità una facoltà umana che si avvicina alla Giustizia? Affianco alla richiesta di Certezza della Pena per gli associati mafiosi di Scampia si ergono le proteste a favore dei condannati americani nel braccio della morte di Nessuno tocchi Caino, la più grande associazione ONLUS per una giustizia senza vendetta. Si moltiplicano le domande sul valore e sul senso della vita! Sulle possibilità che si hanno sui nostri prossimi! Ci s interroga circa le proprie idee sulla questione ma soprattutto sulle proprie azioni. Domandiamocelo. PAGINA 10

11 Silvio, statuetta! di Alessandro Iannamorelli (3 C) ATTUALITÀ La stampa di tutto il mondo ha parlato dell'aggressione al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, avvenuta il 13 dicembre, dopo il comizio in piazza Duomo. Come ben saprete, Massimo Tartaglia, 42enne con problemi mentali, ha scagliato con forza una statuetta souvenir del duomo contro il volto del Premier. La degenza in ospedale sarà di 20 giorni, per curare le varie lesioni e i due denti lesi. Di eroismo e ideali non c'è proprio niente e quest'atto estremo è stato compiuto, si direbbe con certezza, a causa del clima di odio che si è creato negli ultimi tempi, in seguito a una campagna mediatica (e sembra il colmo) e politica contro il Premier. Non solo il clima atmosferico del mondo, come è emerso a Copenhagen, ma anche il clima politico in Italia è malato e necessita di provvedimenti e coscienza, che, come per l'altro problema, sono impellenti, ma è previsto per essi un lungo e difficile percorso. È interessante, anche se forse fuori luogo, fare un paragone tra l'aggressore e l'aggredito. Il primo, Tartaglia, come già detto, è in cura per problemi mentali, è grafico nella ditta del padre, vota PD ed è psicolabile. Berlusconi invece non ha problemi mentali accertati, né vogliamo insinuare subdolamente che ne abbia, ma la cronaca degli ultimi tempi fa pensare molto al riguardo. L'ex presidente della Repubblica, Ciampi, si chiede se Berlusconi sia "pienamente padrone di sé", mentre Veronica ha scritto di aver cercato di aiutare il marito, implorando coloro che gli stanno accanto di fare altrettanto, come con una persona che non sta bene. Gli ultimi tiri del Premier sono più arditi e sappiamo delle uscite sconvenevoli anche in situazioni ufficiali. Il presidente del Consiglio, a cui va tutta l'umana pietà possibile, è padrone di un sistema mediatico-politicoeconomico di grande potere, che sembra far vacillare anche la sua "salute". Il clima velenoso in Italia è ascrivibile a Berlusconi? Sicuramente è l'oggetto attaccato, ma sarà anche in tutto la causa scatenante? Impietosi e con ancora più problemi mentali invece sono quegli Italiani che hanno goduto di questo gesto, emblema della democrazia che sembra non esserci nel nostro Paese. Italiani che su Facebook si riuniscono in gruppi che, con ironia dissacrante, rimproverano Tartaglia di non aver portato a fine l'opera, di non aver centrato il bersaglio, senza pensare che il bersaglio era comunque una persona, che ha rischiato seriamente di morire. Dall'altra parte, sono ingiustificabili quei gruppi che hanno cambiato nome in sostegno al Presidente del Consiglio. Se uno è fan del "made in Italy", perché dev'essere automaticamente e senza preavviso sostenitore del Premier? Indubbia l'umanità, ma è veramente di cattivo gusto. Coloro che si oppongono dovrebbero capire che, se non sono riusciti fino a ora a spodestare questo "dittatore", come lo ritengono, è perché non riescono a opporsi e perché non conoscono i prodigi della democrazia e della civiltà. Se l'italia ha bisogno di una rivoluzione (intesa come netta cesura col passato) e se Berlusconi è il vero male del Paese, le statuette non portano a nulla. Si augura al Premier che possa rimettersi presto e che la giustizia faccia il suo corso, sempre, in difesa di tutti i cittadini italiani, prendendo i giusti provvedimenti nei confronti dell'aggressore Sudoku PAGINA 11

12 INTERNET Andando all indirizzo ed entrando nella sezione GIORNALE, dal menu in alto o a destra, potrete scaricare tutti i numeri a colore del giornalino. Se vuoi esprimere un parere, dare consigli, proporre argomenti, contatta la redazione all indirizzo Cerchiamo giornalisti! Se ti piace scrivere e vuoi partecipare a questo progetto, non esitare a contattarci. La redazione dell Eco è aperta a tutti. Gli articoli in questo numero non possono essere utilizzati o rielaborati senza il permesso degli autori. Hanno partecipato a questo numero i seguenti giornalisti in erba : REDAZIONE Federica Cerelli (2 E) Tommaso Fazi (4 G) Alessandro Iannamorelli (3 C) Lucrezia Maini (3 E) Maria Teresa Martino (3 E) Eleonora Moscetti (2 E) Chiara Perfetti (3 C) Melissa Randò (2 E) Chen Laura Sarno (2 E) Matteo Umbro (5 D) Un ringraziamento speciale va a: prof.ssa Mattarocci prof.ssa Bruzzese Direttore del giornale: Alessandro Iannamorelli Grafico: Alessandro Iannamorelli Professore referente del progetto: Alvaro Vellei Il giornalino d Istituto è un progetto scolastico aperto a tutti, coordinato dal gruppo EcoAmaldi. Visita il sito del gruppo EcoAmaldi, nel quale scaricare la copia digitale a colori di questo numero e di quelli precedenti: PAGINA 12

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello Gennaio 2014 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere!

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere! Insegnare il leggere per piacere è ora un requisito ministeriale nel curriculo nazionale inglese ed è uno dei descrittori delle competenze attese nel sistema scolastico anglosassone a partire dall anno

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

XLIII Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E LA RIFORMA DELLA SCUOLA DEL GOVERNO RENZI

XLIII Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E LA RIFORMA DELLA SCUOLA DEL GOVERNO RENZI XLIII Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E LA RIFORMA DELLA SCUOLA DEL GOVERNO RENZI Rapporto ottobre 2014 NOTA INFORMATIVA L Osservatorio sul Capitale Sociale è realizzato da

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo

Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo Prot. n 232 / C 24 Gonzaga, lì 22 gennaio 2015 Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo Oggetto: giornata della Memoria. Il giorno 27 gennaio 2016, come ogni anno, ricorre l anniversario della Shoah. Si

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Il 6 dicembre 2013, grazie alla collaborazione tra il Liceo Scientifico G. Galilei e L Associazione AMU-Azione per un Mondo Unito

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA Mar iap ia Veladiano parole di scuola indice Albus Silente 9 Ogni parola 13 Da dove cominciare. Integrazione 19 Da dove cominciare. Armonia 21 Tante paure 27 Paura (ancora) 33 Dell identità 35 Nomi di

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti Classi terze A e B Scuola Primaria Statale Teresio Olivelli - Sale di Gussago (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUSSAGO Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti A.S. 2013/2014 Ho sentito che il 20 novembre

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Vi aspettiamo in Bottega! Un caro saluto da tutti noi!

Vi aspettiamo in Bottega! Un caro saluto da tutti noi! Siamo felici di presentarvi un nuovo servizio newsletter pensato per condividere le idee regalo e bomboniere realizzate dalla nostra Bottega. Potremo, così, regolarmente, tenervi aggiornati sui nuovi arrivi

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

La coda degli autosauri

La coda degli autosauri La coda degli autosauri Leggendo il libro La coda degli autosauri l attenzione di quasi tutti noi ragazzi è stata catturata dalla pagina del libro che parla dell enorme mucchio di candele e fiammiferi

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 Tempo per la preparazione: 1 minuto Durata dell intervento tra di due candidati: minimo 4 minuti - massimo 5 minuti CANDIDATO/A A VACANZE IN EUROPA Ha deciso di visitare

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli