fiamma Bollettino delle Missioni Cattoliche Italiane No. 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "fiamma Bollettino delle Missioni Cattoliche Italiane 2010 - No. 7"

Transcript

1 fiamma Bollettino delle Missioni Cattoliche Italiane No. 7 Novembre Dicembre Gennaio 2011

2 Informazioni utili Missioni Cattoliche Italiane - Regione diocesana St. Viktor Lucerna: Spitalstrasse 91A, 6004 Lucerna Tel Kirchplatz 3, 6280 Hochdorf *solo il sabato per appuntamento Emmenbrücke: Schachenweg 8, 6020 Emmenbrücke Tel Vierherrenplatz 2, 6210 Sursee *solo il sabato dalle ore alle ore Zugo: General-Guisan-Str. 22, 6300 Zugo Tel Schaffhausen: Rheinfallstr. 2, 8212 Neuhausen am Rheinfall Tel Kreuzlingen: Gaissbergstrasse 1, 8280 Kreuzlingen Tel Frauenfeld: Staubeggstrasse 13, 8500 Frauenfeld Tel Arbon: Bahnhofstrasse 2, 9320 Arbon Tel Coordinazione Nazionale M.C.I. in Svizzera, Brauerstr. 101, 8004 Zurigo Tel Coordinatore: Mons. Leandro Tagliaferro Vicariato episcopale regione St. Viktor: Abendweg 1, 6000 Luzern 6 Tel Vicario episcopale: Ruedi Heim Responsabili regionali: Urs Corradini & Ulrike Zimmermann Consolato Generale d Italia Tödistrasse 67, 8039 Zurigo, Tel , Fax SPORTELLO CONSOLARE Obergrundstr Lucerna Orario per il pubblico: ORARIO DEL SERVIZIO CONSOLARE Lunedì: Chiuso Martedì Segretaria COM.IT.ES Martedì: ore / Mercoledì: ore Giovedì: ore Venerdì: ore Sabato: ore Patronato ACLI - Orario per il pubblico Lucerna: Weystrasse 8, 6006 Lucerna 1 piano - tel fax Al servizio della comunità italiana c'è il signor Cesare Posillico. Orario apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì: ore / Sursee: Vierherrenplatz 2 il 3 giovedì del mese: ore Consultorio familiare - ELBE (Ehe- und Lebensberatung) - Hirschmattstrasse 30 b, 6003 Lucerna (appuntamento telefonico diretto) Tel oppure presso la segreteria della ELBE Tel ORARIO PER IL PUBBLICO: Martedì: Mercoledì: Giovedì: Patronato INAS CISL ad Emmenbrücke Da novembre 2010 al Centro Al Ponte, presso la Parrocchia Cattolica Italiana, Schachenweg 8, l Agente Sociale del Patronato INAS, Nicola Colatrella sarà a disposizione della collettività, per l assistenza previdenziale gratuita, il 1º e 3º mercoledì del mese dalle ore alle ore Giovedì Sportello Consolare Segretaria COM.IT.ES Sabato Corr. Consolare NUMERI DI TELEFONO Sportello Consolare COM.IT.ES Corr. Consolare

3 EDITORIALE LA GIORNATA DEI POPOLI «GIOVANI MIGRANTI UN ARRICCHIMENTO PER LA VITA DELLA CHIESA» In quanto Vescovo mi è concesso ogni settimana di celebrare le Sante Messe in una parrocchia diversa. Mi colpisce allora che tra i chierichetti molti siano gli stranieri. Anche se sono nati in Svizzera e parlano il nostro dialetto, li riconosciamo facilmente dal colore della pelle e dalla forma degli occhi. I sacristani mi dicono che su questi chierichetti possono contare; sono molto affidabili una volta implicati in un servizio all altare. Spesso i chierichetti svizzeri si permettono più libertà o detto in modo un po più duro: bigiano più spesso! Calza poco con la fama mondiale di affidabilità degli Svizzeri. Ho l impressione che molti bambini e giovani stranieri partecipano più gioiosamente e naturalmente dei giovani Svizzeri alla vita della Chiesa. Salta agli occhi che sempre meno giovani Svizzeri partecipano alle Messe. Alcuni di loro mi hanno detto che i compagni li interpellano se vanno in Chiesa la domenica. Sembra che negli ultimi decenni c è stato un ribaltamento: se prima ci si scusava di non aver partecipato alla Messa la domenica, oggi occorre quasi giustificarsene e scusarsi se si va in chiesa! In Svizzera tedesca ma anche in altri Paesi dell Europa settentrionale viene spesso da constatare un affetto antiromano. Con ciò si intende una fondamentale sfiducia dei cattolici e altri cristiani verso Roma, il Papa e il Vaticano. Anche se nella Chiesa cattolica come del resto nello Stato e nell opinione pubblica possiamo e dobbiamo nutrire un atteggiamento critico verso l autorità, per affetto antiromano si intende un pregiudizio primordiale secondo cui da Roma e dal Papa non può venire quasi nulla di buono. Giovani italiani e altri giovani di lingua straniera non conoscono questo agffetto antiromano. E d altronde neppure quegli Svizzeri che hanno avuto modo di incontrare il Papa per esempio alle Giornate Mondiali della Gioventù o che leggono su Internet quel che il Papa dice e fa veramente. Spesso osserviamo che molti media non riflettono con precisione le parole del Papa, bensì tendano piuttosto a quest affetto antiromano. Interessanti incontri con giovani cattolici del mondo intero offrono le Giornate Mondili della Gioventù, dove affluiscono su invito del Papa centinaia di migliaia di giovani da tutti i continenti. Personalmente ho potuto vivere, dal 1993 in poi, le giornte di Denver, Manila, Parigi, Roma, Toronto, 3

4 Colonia e Sydney. Qui i molti giovani e vescovi non incontrano solo il Papa, ma soprattutto s incontrano tra di loro. Vi sono scambi intensi u tutti i grandi problemi della vita: pace, giustizia, fame, lavoro e disoccupazione, possibilità di formazione e sviluppo. A Parigi giovani Africani hanno chiesto a noi Svizzeri perché abbiamo sempre uno sguardo così serio e preoccupato. Gli Africani sanno che qui in Svizzera abbiamo pace e benessere. Raccontavano le loro necessità in Africa: mancanza di scuole, medici ed ospedali, mancanza di acqua salubre, di di lavoro, di emancipazione per le donne. A ciò s aggiunge la grave epidemia dell Aids, che lascia dietro di sé, quasi in ogni famiglia, morti, orfani e bambini della strada. Gli Svizzeri allora vogliono sapere perché malgrado queste calamità gli Africani possano essere così gioiosi, tambureggino e danzino per strada. Finché viviamo, cantiamo e danziamo! è la risposta dei giovani Africani. Una risposta che impressiona. Spesso i giovani dell America latina o dall Africa ci raccontano quanto nella loro Patria la Chiesa cattolica goda di migliore reputazione dello Stato. Se allora chiediamo stupiti perché? poiché da noi lo Stato democratico gode di maggior reputazione delle chiese pur ricche di tradizione ci viene data questa risposta: da noi, i politici prima delle votazioni promettono molto e dopo le votazioni possono realizzare solo poco. La Chiesa invece non conosce scrutini e promette poco, ma fa molto per la gente, soprattutto più povera. Si adoperra per le necessitâ di questo mondo come cibo, acqua scuole, ospedali, aiuto alle persone anziane, agli orfani, ai malati di Aids. La Chiesa si impegna per la giustizia e la pace. E proprio un arricchimento incontrare tali giovani da altri Paesi e continenti. Possiamo capire perché Papa Giovanni Paolo II non cessava di dire che i giovani sono la speranza della Chiesa. Non è forse vero anche quando pensimo ai molti giovani immigrati da noi in Svizzera? Spesso non partecipano attivamente soltanto alla vita parrocchiale ed ecclesiale, bensì anche a scuola lavorano assiduamente e valorizzano bene il tempo scolastico. Vorrebbero diventare qualcosa. Possiamo osservare che, più di tante parrocchie svizzere, le missioni di lingua straniera contano su schiere più grandi e vivaci di giovani. Molti giovani stranieri della seconda generazione, nati e cresciuti in Svizzera, si sentono a proprio agio in un gruppo giovanile della loro Missione straniera, più che in una parrocchia locale. Occorre prenderne atto riflettendo al futuro delle Missioni i lingua straniera in Svizzera. Il bello della nostra Chiesa è che è veramente cattolica, cioè aperta a tutti gli uomini e sul mondo intero. Il team dei giovani delle diverse Missioni linguistiche, che il 7 novembre 2009 ha animato l incontro giovanile interculturale (Interkulturelles katholisches Jugendtreffen). Sin dalla sua ora di nascita a Pentecoste in Gerusalemme, è diventato chiaro che la Chiesa riunisce uomini e donne di tutti i Paesi e lingue. È bello che anche in Svizzera molti cattolici da altri Paesi siano attivi nella nostra Chiesa. Soprattutto presso i giovani immigrati possiamo constatare che essi sono un vero arricchimento per la Chiesa tutta. + Martin Gächter, vescovo ausiliare Delegato della CVS per i migranti 4

5 PARROCCHIA CATTOLICA DI LINGUA ITALIANA Emmenbrücke - Sursee Papa Giovanni XXIII MISSIONE CATTOLICA DI LINGUA ITALIANA Lucerna - Hochdorf Schachenweg Emmenbrücke Tel / Fax Tel. Parroco / Spitalstrasse 91 A 6004 Lucerna Tel / Fax Tel. don Leandro AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ PARROCCHIALE Parroco: Don Mimmo Basile Presidente Consiglio Pastorale di Emmenbrücke: Claudio Potalivo Presidente Consiglio Pastorale di Sursee: Piero Forghieri Collaboratrici parrocchiali: Suor Rosanna, Suor Valeria Tel Segretario parrocchiale: Giovanni Acocella Responsabile manutenzione e custodia: Pellegrino Di Carlo ORARIO DELLA SEGRETERIA Lunedì-venerdì Lunedì, martedì e giovedì Mercoledì e venerdì Centro Parrocchiale di Sursee Vierherrenplatz Sursee Responasbile: Michele Fabiano AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ PARROCCHIALE Sacerdoti ad interim: Don Leandro Tagliaferro Don Carlo Canton Presidente del Consiglio Pastorale Presidente Comitato Pastorale di Hochdorf: Carmela Riccio Segretario parrocchiale: Giuseppe Mastrorocco ORARIO DELLA SEGRETERIA Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì CHIUSO Venerdì ASILO ITALIANO Suore Scalabriniane Obergrundstrasse Luzerna Tel Lunedì-venerdì Circolo ricreativo italiano di Hochdorf Lavendelweg Hochdorf Responsabile: Antonio Colangelo Tel /

6 Calendario delle attività della Missione Cattolica Italiana di Lucerna-Hochdorf 1 Lu Novembre 2010 FESTA DI TUTTI I SANTI, SANTA MESSA: ore S. Pietro Lucerna. Ore Santo Rosario presso la Cappella del Cimitero di Lucerna. Ore 16.00: Preghiera in memoria dei defunti presso la Chiesa S. Martin Hochdorf. 2 Ma COMMEMORAZIONE DEFUNTI; SANTA MESSA: ORE S. Pietro Lucerna. 3 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 4 Gio Ore Gruppo 3 Età: Centro Grosshof. 5 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 6 Sa Ore Gruppo Liturgico: Missione di Lucerna. SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 7 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Maria Ebikon, ore S. Pietro Lucerna. 8 Lu 9 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 10 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 11 Gio Ore Gruppo 3 Età: Centro Grosshof. 12 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 13 Sa 14 Do SANTE MESSE: ore e S. Pietro Lucerna. Hochdorf: Messa con la comunità svizzera ore Ore 14.00: Castagnata. 15 Lu 16 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 17 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 18 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 19 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 20 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 21 Do SANTE MESSE: GIORNATA DEI POPOLI ore 10.00: St. Karli Lucerna, ore S. Pietro Lucerna. 22 Lu 23 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 24 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 25 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 26 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 27 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 28 Do 29 Lu 30 Ma SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Gallus Kriens, ore S. Pietro Lucerna. Ore Incontro Comunitario Centro Grosshof. Ore Prove Coro: Asilo di Lucerna. Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. I Battesimi saranno amministrati domenica 14 e 28 novembre 6

7 Un saluto e un vivo grazie a don Clemente Selvorious Caro don Clemente Dopo 2 anni di servizio appasionato presso la Missione Cattolica di lingua italiana a Lucerna devi forzatamente prendere congedo. Per tutto quello che sei riuscito a fare di bello e buono per la comunità ti diciamo di tutto cuore grazie. Molte persone sentiranno la Tua mancanza. La sorte della nostra vita purtroppo non siamo sempre noi a deciderla, oppure la decidiamo con qualche sbaglio che non viene compreso. La tua partenza avrebbe potuto essere stata veramente familiare e fraterna. La tua ingenuità a mettere nelle mani non di veri amici, ma di esibizionisti, la tua sorte è stato un grande errore. Solo poche persone sanno quanto abbiamo fatto e quanto ho dovuto fare per farti avere il permesso di lavoro e soggiorno qui in Svizzera e convincere anche le autorità ecclesiastiche della tua buona preparazione teologica e linguistica. Tutto andava bene. Ti sono sempre stato vicino e non ho mai mancato di suggerirti buoni e sinceri consigli. Il progetto della fusione delle due missioni, cioè quella di Lucerna con quella di Emmenbrücke in una grande missione cantonale come era fino ai primi anni sessanta era cosi studiata e decisa anche da parte della diocesi di Basilea. La tua Missio cioè il pemesso di fare pastorale nel territorio della Missione di Lucerna ti fu data dal Vescovo diocesano con l impegno di adoperarti per una fusione delle due missioni. Perchè si voleva e si vuole una fusione? 1) Perché il numero degli italiani nel cantone si è ridotto molto negli ultimi anni e non vengono più nuovi a cercar lavoro. 2) Dall Italia abbiamo enormi difficoltà a trovare nuovi sacerdoti per la pastorale tra i nostri emigrati. Le diocesi italiane scarseggiano fortemente di vocazioni e i vescovi pensano prima alle loro parrocchie e poi inviano qualcuno anche all estero. Qualche anno fa in Svizzera avevano un ottantina di Missioni, oggi siamo a 52 e fra un paio di anni dovremmo arrivare al massimo verso la quarantina. Se devi lasciare la Svizzera, la bella Lucerna e tante persone che ti vogliono bene, non è colpa del Vescovo diocesano, tantomeno del vicario episcopale, Ruedi Heim e neanche della Migrantenseelsorge. Il biglietto di partenza te lo sei procurato tu stesso col tuo comportamento. Credimi sono anch io triste vederti partire, perché chi ti ha voluto qui sono stato proprio io ed ora mi devo rimboccare le maniche per mettere un pò di ordine e di pace tra la nostra comunità italiana di Lucerna. Ti sei fidato troppo di persone che invece di aiutarti ti hanno procurato nuove difficoltà e rovinato l unità della nostra brava gente. Tanti auguri, Don Clemente, con la speranza che sappia tenerti un nuovo posto di impiego che ti ho cercato. don Leandro Tagliaferro Coordinatore nazionale MCLI Cari italiani della Missione di Lucerna. Con la partenza di Don Clemente non rimarrete soli. Don Carlo Canton, ex missionario di Zug ed io personalmente vi garentiremo tutto il servizio pastorale. Ringrazio Don Carlo per la sua generosa e cordiale disponibilità. Il Signore lo ricompensi con tanta salute. don Leandro Tagliaferro 7

8 Dicembre Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 2 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 3 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 4 Sa Ore Gruppo Liturgico: Missione di Lucerna. SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 5 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Maria Ebikon, ore S. Pietro Lucerna. 7 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. FESTA DELL'IMMACOLATA: SANTA MESSA: ORE St. Anton con la comunità locale. 8 Me FESTA DELLA MISSIONE: Ore Pranzo sala parrocchiale (solo con riservazione). Ore Intrattenimento pomeridiano. 9 Gio Ore Gruppo 3 Età: Centro Grosshof. 10 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 11 Sa Ore Centro St Martin Hochdorf: Natale dei pensionati. 12 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Gallus Kriens, ore S. Pietro Lucerna. 14 Ma Ore Prove coro: Asilo di Lucerna. Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 15 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 16 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 17 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 18 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 19 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Maria Ebikon, ore S. Pietro Lucerna. 21 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 22 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 23 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 24 Ve VEGLIA NATALIZIA: Ore Santa Messa di Natale S. Martin Hochdorf. Ore S. Messa di Natale S. Pietro Lucerna. 25 Sa SANTE MESSE: ore e S. Pietro Lucerna. 26 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Gallus Kriens, ore S. Pietro Lucerna I Battesimi saranno amministrati domenica 5 e 19 dicembre Gennaio Sa SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Martin Hochdorf, ore S. Pietro Lucerna. 2 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Maria Ebikon, ore S. Pietro Lucerna. 4 Ma Ore Prove coro: Asilo di Lucerna. Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 5 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 6 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 8

9 7 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 8 Sa Ore Gruppo Liturgico: Missione di Lucerna. SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 9 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Gallus Kriens, ore S. Pietro Lucerna. 11 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 12 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 13 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 14 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 15 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 16 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Maria Ebikon, ore S. Pietro Lucerna. 18 Ma Ore Prove coro: Asilo di Lucerna. Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 19 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna 20 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 21 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna 22 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 23 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Gallus Kriens, ore S. Pietro Lucerna. 25 Ma Ore Gruppo del Rinnovamento nello Spirito: Missione di Lucerna. 26 Me SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 27 Gio Ore Gruppo 3ª Età: Centro Grosshof. 28 Ve SANTA MESSA: ore Asilo di Lucerna. 29 Sa SANTA MESSA: ore S. Martin Hochdorf. 30 Do SANTE MESSE: ore S. Pietro Lucerna, ore S. Pietro Lucerna. Commemorazione dei defunti Sante Messe in memoria dei nostri cari defunti: Sabato 30 ottobre ore S. Messa St. Martin, Hochdorf Domenica 1 novembre ore S. Rosario al Cimitero di Lucerna Lunedì 2 novembre ore S. Messa S. Pietro, Lucerna Le Messe saranno celebrate in suffragio di tutti i defunti, in particolare saranno ricordati i defunti deceduti nel corso del Chi desidera ricordare un proprio caro o amico, è pregato di compilare il tagliando qui sotto e di deporlo nell apposito cestino ai piedi dell altare prima delle Sante Messe qui sopra riportate. Missione Cattolica italiana Lucerna - Hochdorf Nomi dei defunti per i quali si vuole pregare nel giorno della commemorazione: Questo tagliando dovrà essere messo in un cestino, ai piedi dell altare prima delle Sante Messe qui sopra riportate. 9

10 Festa dell Unità Nazionale e Commemorazione Festa dell Unità Festa dell Unità Nazionale Nazionale e Commemorazione e Commemorazione dei Caduti dei Caduti Il Il Comitato degli Italiani all Estero (Com.It.Es.) di Lucerna, Nidvaldo, Obvaldo dei Comitato e Caduti degli Italiani all Estero (Com.It.Es.) di Lucerna, Nidvaldo, Obvaldo e Uri, con Uri, il patrocinio con il patrocinio del Consolato del Consolato Generale Generale d Italia d Italia in Zurigo in ed Zurigo in ed in collaborazione Il Comitato collaborazione degli con Italiani il Gruppo con all Estero il Gruppo Alpini (Com.It.Es.) di Alpini Lucerna di di Lucerna organizza: Lucerna, organizza: Nidvaldo, Obvaldo e Uri, con il patrocinio Domenica, del Consolato 7 novembre Generale 2010 d Italia in Zurigo ed in collaborazione con il Gruppo Domenica, 7 novembre 2010 Alpini Festa di Lucerna dell Unità organizza: Festa dell Unità Nazionale Nazionale e Commemorazione e Commemorazione dei Caduti dei Caduti Domenica, Ore novembre Santa 2010 Ore Messa nella chiesa di San Pietro Festa dell Unità Santa Nazionale Messa e nella Commemorazione chiesa di San dei Pietro Caduti Ore Ore Casa d Italia: Deposizione di una corona Ore Casa Santa d Italia: Messa al Cippo nella Deposizione dei chiesa Caduti di San di una di tutte Pietro corona le guerre e sul lavoro Ore al Casa Cippo d Italia: dei Deposizione Caduti di tutte di una le guerre corona e sul lavoro Ore Ore Centro al Cippo Italiano Centro dei Caduti Italiano Grosshof: di tutte Grosshof: Intervento le guerre Intervento e sul lavoro Ore Centro Italiano Commemorativo Grosshof: Intervento Commemorativo del Min. del Plen. Min. Mario Plen. Fridegotto, Mario Fridegotto, Commemorativo Console del Generale Min. Plen. d Italia Mario in Zurigo Fridegotto, Console Generale d Italia in in Zurigo Zurigo Al termine Al termine Aperitivo Aperitivo Tutta la Tutta la comunità la comunità è è cordialmente è cordialmente invitata invitata a partecipare. a a partecipare. Saperi Sapori Suoni SAPERI SAPERI SAPORI SUONI La Commissione SAPORI cultura SUONI del Comites di Lucerna La presenta: Commissione La Commissione cultura del cultura Comites del Comites di di Saperi Sapori Suoni del Friuli. 10 Comitato degli Italiani all`estero Comitato degli Italiani all`estero Lucerna Pomeriggio Lucerna presenta: enogastronomico presenta: e culturale: Saperi Sabato Sapori Saperi 27 novembre Suoni Sapori del Suoni Friuli. 2010, del ore Friuli Centro Italiano Grosshof, Lucerna. Presenta Pomeriggio la manifestazione enogastronomico l insegnante e culturale: Natalia Schär Geraci. Pomeriggio enogastronomico e culturale: Seguirà Sabato un rinfresco 27 novembre con sapori 2010 e vini ore friulani. Sabato Centro Italiano Grosshof, Lucerna. Tutta la 27 collettività novembre è 2010 cordialmente ore invitata. Centro Italiano Grosshof, Lucerna. Presenta Presenta la manifestazione la manifestazione l insegnante l insegnante Natalia Natalia Schär Geraci. Schär Geraci. Seguirà Seguirà un rinfresco un rinfresco con sapori con e sapori vini friulani. e vini friulani. Tutta Asilo la Tutta collettività italiano la collettività è cordialmente Lucerna è cordialmente invitata. invitata. L asilo infantile è una fondazione socio-educativa che propone di assicurare le condizioni ottimali per lo sviluppo psico-fisico e per la socializzazione del bambino nel rispetto dell identità individuale, culturale e religiosa. Proponiamo il programma seguente: Asilo italiano Asilo italiano Lucerna Lucerna L'asilo L'asilo infantile è una fondazione socio educativa Asilo infantile è quotidiano una fondazione per bambini socio educativa dai 18 mesi in che poi propone fino che propone all età di assicurare scolastica. di assicurare le condizioni le condizioni ottimali ottimali per per lo sviluppo Pranzo lo sviluppo caldo psico fisico di cucina psico fisico e per italiana la e socializzazione per con la menù socializzazione variato. del del Riposino bambino salutare nel rispetto pomeridiano. bambino nel rispetto dell identità dell identità individuale, individuale, Accompagnamento culturale e religiosa. dei bambini in età d obbligo nelle culturale scuole e dell infanzia religiosa. (Kindergarten) dei dintorni. Proponiamo Proponiamo il programma il programma seguente: seguente: italiano * Asilo Lucerna * Asilo infantile infantile quotidiano quotidiano per bambini per bambini dai 18 mesi dai 18 in mesi poi fino in poi all età fino all età Suore scolastica. Missionarie Scalabriniane scolastica. Obergrundstrasse Lucerna * Pranzo * caldo Pranzo di caldo cucina di italiana cucina italiana con menù con variato. menù variato. Tel /

11 NATALE DELLA MISSIONE La Missione di Lucerna vi invita mercoledì 8 dicembre 2010 a partecipare al tradizionale Natale della Missione. Passeremo un pomeriggio in compagnia, con divertenti intrattenimenti balli e canti. Parrocchia di St. Anton Linea Bus Nr Fermata Wartegg ore Santa Messa ore Pranzo (con prenotazione) ore Festa nella sala parrocchiale (entrata libera) Pranzo adulti Fr 12.- Ragazzi 6-13 anni Fr 6.- (bevande non incluse) Prenotazione obbligatoria per il pranzo chiamando in missione allo negli orari di ufficio. Pranzo di Natale per i pensionati di Hochdorf Sabato 11 dicembre al Centro S. Martino, tutti i pensionati di Hochdorf e dintorni, sono invitati a partecipare alla festa di Natale: Saluto e Preghiera Aperitivo Pranzo Intrattenimento pomeridiano Prenotarsi entro domenica 5 dicembre presso i membri del Consiglio pastorale o telefonando in Missione allo Domenica 14 novembre Festa dei popoli a Hochdorf: Ore S. Messa nella Chiesa San Martino con la comunità locale. ore tradizionale castagnata al Centro San Martino organizzata dal comitato pastorale. Tutti sono cordialmente invitati! La comunità di Lucerna-Hochdorf ha donato con gioia Mese di luglio Attività Missione di Lucerna Fr Mese di agosto Attività Missione e bisogni Diocesi Fr Domenica, 5 settembre Facoltà Teologica di Lucerna Fr Domenica, 12 settembre Attività Missione Fr Domenica, 19 settembre Caritas: Alluvionati del Pakistan (1/2) Fr Domenica, 26 settembre Missione interna Zugo Fr Domenica, 3 ottobre Bisogni della nostra Diocesi Fr Un grazie di cuore a tutti! 11

12 Circolo ricreativo italiano di Hochdorf di Antonio Colangelo Un anno fa sembrava utopia prendere minimamente in considerazione di traslocare il Centro in una nuova sede. Il vecchio Centro, come voi tutti ricordate, non era per niente funzionale; molto angusto, e spazi divisi male. C`era la necessità di trovare dei locali con ampi spazi e che fossero abbastanza vivibili e accoglienti. Quindi bisognava decidersi, decidere significava assumersi delle responsabilità ben precise e affrontare costi e altri impegni vari, bisognava agire, dovevamo offrire qualcosa di meglio. Oggi, che abbiamo un nuovo Centro molto più accogliente siamo orgogliosi di avere affrontato con coraggio questa scelta, la Comunità ha risposto molto bene appoggiandoci con la loro presenza; non parliamo di lucro ma bensì della necessità di avere mantenuto la nostra cultura italiana in questa bella Svizzera ed essere punto di ritrovo per i nostri connazionali che riescono a partecipare a manifestazioni che organizziamo frequentemente per poter respirare aria italiana. Esempio lampante sono stati i campionati del mondo dove tra commenti, birra, e salcicce ci siamo ritrovati anche con chi italiano non era. Rivivere quell atmosfera speciale che solo i campionati del mondo sanno dare, anche per chi di calcio non se ne intende. Considerando che con l Italia eliminata non restava che tifare per le più meritevoli. Questa è grande soddisfazione che ci da la forza di intraprendere altre iniziative sempre per dare un servizio migliore. Abbiamo ampliato con una sala in più il nostro Centro, tutto ciò nel caso in cui dovesse esserci qualche manifestazione piu`grande. A volte ci troviamo ad affrontare situazioni speciali e che grazie a membri aggiunti le affrontiamo senza problemi, quindi mi sembra doveroso ringraziarli. Prendo ad esempio il mese dei mondiali che senza Michele Stolfi, e la moglie Rossella, Alfoso Diaz, Di Leo Adriano, la moglie di Mauro Desimone Maria, non si sarebbero potuto organizzare in maniera adegauta. Grazie anche a Giuseppe per il suo aiuto in cucina. Naturalmente un grazie anche a tutto il nostro Comitato per il grande impegno,e le rispettive consorti che nei momenti del bisogno hanno dato un grande sostegno. Un grazie particolare a tutti gli Sponsor che ci hanno sostenuto, e tutti quelli che in un modo o nell altro si sono prodigati per aiutarci. Doveroso e anche ringraziare la Migrantenseelsorge, in particolare Daniel Vassalli, e il nostro missionario Don Clemente, che seguendoci da vicino hanno avuto modo di rilevare le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare. Malgrado il ritardo un grazie a Vito Russo che dallo scorso gennaio ha lasciato il Comitato che con tanta passione ha sostenuto. Ricordiamo a tutti che il Comitato e sempre disponibile ad accettare consigli finalizzati a migliorare il servizio. Possano essere consigli costruttivi e non polemiche senza senso perché ricordiamo il vecchio detto che dice, tra il dire e il fare c è di mezzo il mare. 12

13 Vita liturgica: battesimi Enea Schipani Leon Nieli Lara Cirillo Jadiel Salvatore Garcia Geronimo di Palmerino e Tamara Stolfi di Giuseppe e Caterina Badea di Nicolas Buker e Maria Teresa di Ramon de Jesus e Pirello Il Signore benedica questi quattro nuovi cristiani e li conservi nel vero amore! Anniverari di matrimonio Hanno festeggiato i loro anniversari di matrimonio: Loredana e Giovanni Bon Loredana e Galdino Molinari Carmelina e Luigi Bruno A queste coppie va l augurio di trascorrere ancora tanti anni in serenità e salute. Vita liturgica: defunti Cifarelli in Santabarbara Maria Donata Non lo vivemmo, ma molto ci è stato raccontato della durezza spietata del tempo di guerra in cui Mamma visse la sua infanzia. Un tempo, quello, che è radice di quella sua esplicita ruvidezza, dietro alla quale si nascondeva un autentica ed intensa tenerezza. Tenerezza pudica, che mai pretese imporsi, ma che pur mai venne meno restando un bene prezioso per noi sempre disponibile, che godemmo appieno nella luminosità del suo generoso impegno di Donna, di Sposa, di Madre. Da Grassano di Matera si stabilì con la sorella Carmela a Lucerna, iniziando, con molto sacrificio, il riscatto dalle ristrettezze dell infanzia e dell adolescenza che resero duro il suo tratto. La delicatezza che si annidava nel suo cuore buono si manifestò in tutta la sua bellezza allorchè incontrò Antonio, nostro Padre. Dal loro matrimonio nascemmo noi, Maria Domenica e poi Michele Giovanni. E noi mai potremo ringraziare abbastanza il buon Dio per l amore con cui Mamma si donò alla Famiglia. Mamma lavorò con impegno encomiabile sino al 1978, allorchè una trombosi cerebrale la colpì. Da allora visse il suo tempo ringraziando Iddio di poter partecipare e rallegrarsi per le vicende gioiose della Famiglia, dai matrimoni dei suoi figli, alle nascite dei suoi nipotini. Al calvario della semimmobilità fisica si è aggiunto, quattro mesi fa, l inesorabilità di una malattia impietosa. Mamma visse serenamente la sua tribolazione lasciandoci nel cuore e nella mente il ricordo di quanto teneramente sussurrasse a tutti: «Sia come a Dio piace e vuole!». Furono le ultime parole che ci fu dato di ascoltare da nostra Madre. Iddio la premi! 13

14 Caterina Cardone Bove Caterina nasce a Maddaloni (CE) dove viveva con la sua numerosa famiglia. Dopo la prematura morte di suo papà si unisce in matrimonio e nascono 4 figli; Antonio, Filomena Adriano e Marcello, A loro dedica la sua vita essendo sempre presente nei momenti di bisogno. Caterina lavorò come sarta a Lucerna e il suo lavoro l appasionava tanto. Con tanta gioia e allegria partecipava al gruppo della 3 Età a Lucerna e anche quando le forze le sono venute meno suo figlio Antonio l accompagnava volentieri ogni giovedì. Lo scorso aprile fu operata all Ospedale cantonale, l operazione andò bene ma succesivamente ci furono delle complicanze tanto che la portarono alla sua morte. Caterina è stata ricordata durante la messa a S. Pietro lo scorso 26 settembre. Le sue urne riposano a Gabice Mare nelle Marche. Affidiamo Caterina nelle mani misericordiose del grande Maestro. Maddalena Romano Buono Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Nasce a Casanicciola, piccola frazione sull isola di Ischia da una famiglia numerosa. Proprio su questa isola meravigliosa incontra Gennaro con il quale si unisce in matrimonio nel 1963 dopo ben 8 anni di fidanzamento. Dopo qualche anno raggiunge suo marito a Lucerna e si dedica totalmente a lui. Donna amabile cordiale e sempre disponibile. In seguito ad un ictus trascorre gli ultimi anni al Blindenheim di Horw, dove è stata ben curata e ben voluta da tutti. Oltre alla visita giornaliera di Gennaro riceveva spesso la visita del gruppo Diakonia. Maddalena rimarrà sempre con affetto nel pensiero e nel cuore di suo marito e di quelli che l hanno conosciuta e che le hanno voluto bene. Il Signore l accolga nel suo Regno e le conceda la pace eterna. Franz Ulrich Fullin Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Ʊ Ω Ricordiamo nella nostra preghiera il nostro fratello Franz, uomo corretto e amabile, lo affidiamo alla bonta e misericordia del Signore. Alla moglie Milena esprimiamo le nostre più sentite condoglianze. 14

15 ITINERARIO PREMATRIMONIALE 2011 IL MATRIMONIO NON SI IMPROVVISA, VA PREPARATO Il sacramento del matrimonio ha una tale importanza, sia per la società, sia in primo luogo per la vita degli stessi coniugi, che la decisione di sposarsi non può in nessun caso essere lasciata all improvvisazione. La preparazione al matrimonio costituisce un momento privilegiato e importante per quanti si orientano verso questo sacramento cristiano; non ha senso dire o sentire ma noi sappiamo tutto, conviviamo già da diversi anni e pertanto. Intanto assistiamo che una delle più gravi malattie della nostra società è costituita dai matrimoni falliti. Non occorre quindi spendere tante parole per illustrare l importanza di un accurata preparazione al matrimonio. Quale impegno allora per coloro che si sposano? C è addirittura chi trova troppo lungo un corso prematrimoniale che prevede cinque o sei incontri. Non c è da stupirsi, poi, se la grazia sacramentale rimane infruttuosa in coloro che si sposano in chiesa unicamente per la cornice romantica o per semplice abitudine familiare. Invitiamo, pertanto, coloro che intendono sposarsi in chiesa di annunciarsi in Parrocchia almeno sei mesi prima del periodo in cui intendono fissare la data della celebrazione (meglio un anno prima). PROGRAMMA DEGLI INCONTRI Incontro: Domenica, 09 Gennaio 2011, alle ore 15.00, al Centro Al Ponte di Emmenbrücke Don Mimmo e coppie animatrici Presentazione dei partecipanti e dell itinerario prematrimoniale. Visione di un film che ci aiuterà ad entrare nel cammino di preparazione che faremo insieme. Concluderemo con una piccola cena. 2. Incontro: Domenica, 23 Gennaio 2011, alle ore 15.00, al Centro Al Ponte di Emmenbrücke Ruedi Heim, vicario episcopale Ci sposiamo in Chiesa! : qual è il progetto di Dio per la coppia? Il sacramento del matrimonio: segno efficace dell amore di Cristo per la sua Chiesa. 3. Incontro: Domenica, 30 Gennaio 2011, alle ore 15.00, al Centro Al Ponte di Emmenbrücke Dr. Lucio Carraro, psicologo Chi sono io e chi è il mio partner?. Come si diventa coppia. Dall innamoramento all amo-re. La comunicazione e la conflittualità nella coppia. 4. Incontro: Domenica, 06 Febbraio 2011, alle ore 15.00, al Centro Al Ponte di Emmenbrücke Dr. Mario Robbiani, medico Uomo-donna: dalla sessualità all amore. Il linguaggio del corpo. L armonia sessuale fa par-te dell amore della coppia. Aspetti medici della coppia. La salute della coppia e dei figli. 5. Incontro: Domenica, 20 Febbraio 2011, alle ore 15.00, al Centro Al Ponte di Emmenbrücke Don Mimmo Basile Con il sacramento del matrimonio saremo una carne sola : cosa vuol dire? Quali sono gli impegni e le responsabilità del matrimonio? Come preparare la celebrazione del matrimonio in chiesa? N.B. Domenica , vivremo una giornata particolare con la sta Messa, il pranzo e l incontro con le famiglie dei partecipanti all itinerario prematrimoniale. Ritagliare e ritornare ISCRIZIONE ALL ITINERARIO PREMATRIMONIALE 2011 I sottoscritti LUI Cognome, nome, indirizzo e telefono LEI Cognome, nome, indirizzo e telefono si impegnano a partecipare agli incontri previsti per l itinerario prematrimoniale Firme: LUI LEI 15

16 RITIRO SPIRITUALE DEL GRUPPO DONNE IN PREPARAZIONE AL NATALE Convento dei Cappuccini Wesemlin di Lucerna Sabato, 11 dicembre 2010 dalle ore alle ore SIAMO VENUTI PER ADORARLO IN CAMMINO CON I MAGI VERSO BETLEMME Annunciarsi presso la Parrocchia Cattolica Italiana di Emmenbrücke Tel PAROLA VIVA A partire dalla fine di settembre, una volta al mese al Centro Al Ponte di Emmenbrücke hanno preso avvio gli incontri di Parola viva. Si tratta di appuntamenti serali durante i quali abbiamo l opportunità di familiarizzare con la Parola di Dio che verrà poi letta nella celebrazione della Santa Messa. In questi incontri avremo modo di conoscere, approfondire e discutere sul contesto relativo alle letture e su altri aspetti particolari che riguardano le Sacre Scritture. Gli incontri, con inizio alle ore 20.00, saranno condotti da don Mimmo. Egli potrà tratterà tematiche ed aspetti, su cui non ci si può soffermare nelle omelie per mancanza di tempo. Naturalmente, ci sarà anche ampio spazio per le domande dei partecipanti, che in tal modo potranno chiarire i loro dubbi ed approfondire la conoscenza diretta dei testi biblici. Il prossimo incontro è previsto per venerdì, 19 novembre, alle ore al Centro Al Ponte. PATRONATO INAS CISL AD EMMENBRÜCKE Mercoledì, 3 e 17 novembre, nonché mercoledì 1. e 15 dicembre 2010, dalle ore alle ore 18.30, al Centro Al Ponte, l Agente Sociale del Patronato INAS, Nicola Colatrella, sarà a disposizione della collettività, per l assistenza previdenziale gratuita. 16

17 MORIRE ALL ESTERO Sono entrato nella stanza a passo felpato. La osservo da lontano fissare intensamente la parete. Emma, girata completamente sul fianco, neanche risponde al mio entrare. La parete è intera mente vetrata: il giardino e il laghetto con i suoi cigni bianchi sembrano entrare direttamente nella piccola stanza, insieme alla luce del tramonto. Sì, questo tramonto è la sua vita. La chiamano la clinica della morte ed è tenuta da suore completamente vestite di bianco. Siamo all estero. Come facciano a resistere in un luogo dove si viene solo per morire, per una settimana, due o tre al massimo, è la mia domanda interiore... Sono malati in fase terminale. La preghiera, mi dice una di loro, è la nostra forza! E sarà vero, visto che l unica forza in una situazione così estrema non può venire che dall alto. A volte vedi passare il prete cattolico, a volte il pastore protestante. Ora, a fine pomeriggio qualcuno passa delicatamente per le stanze come al mattino per un dessert. In un immenso plateau il malato si vede offrire il dessert che preferisce in una scelta varia tra frutti esotici e delikatessen. Cosa vuol dire mai questo invito a gustare le cose del mondo nei propri ultimi istanti di vita? Così questo giardino delizioso si fa quasi invito a incamminarsi per un lunghissimo viaggio... Tutto qui parla di addio: tuttavia, si prende tutto il tempo per assaporare la vita che si spegne. Le visite vengono in qualsiasi momento, discretamente, di giorno o di notte. Lo sanno? chiedo. Si, quasi tutti i malati lo sanno. A qualcuno la famiglia non ha saputo dirglielo, ciononostante dopo qualche giorno anche lui parte in punta di piedi, per una porta discreta dietro lo stabile. Qui sembra quasi che la morte diventi banale. No, invece. Soffermandosi a guardare i ritmi e i volti pare che la vita venga esaltata alla sommità, come un dono prezioso senza pari. Anche una carezza o una mano posata su un corpo che muore si fa messaggio straordinario e meraviglioso. Ogni istante, ogni gesto qui ha un senso, un sapore speciale, può essere veramente l ultimo. Ed osservi con emozione il missionario curvo sul respiro ormai resosi difficile e affannoso ripetere all orecchio di un malato insistentemente: Abbi fiducia, prendi fiducia... fiducia, Antonio! Partire in pace, riconciliati, è l ultima frontiera importante da passare. E per un migrante la fiducia, dopo una lunga vita di lotta, è il vestito più bello per l incontro con Dio. Renato Zilio, missionario a Londra Vangelo dei migranti, EMI Bologna 2010 (prefazione Card. R. Etchegaray) ENZO PEPE Enzo dovette sottoporsi sin dalla sua prima fanciullezza alle cure mediche. Ma ciò non gli impedì giammai di guardare con fiducia ed entusiasmo verso il futuro. Nella sua grandissima stanza alla Rothenstrasse trascorse tanti bei momenti in compagnia dei suoi cari amici. Consapevole delle sue attitudini e capacità egli decise di assolvere una formazione quale impiegato presso la National Versicherung, che rappresentò per lui l inizio della sua vita lavorativa. Sin dal tempo della gioventù era chiaro il fatto che dove c era Enzo, lì c era anche il divertimento. Egli fu sempre molto vicino alla sua famiglia ed ai suoi amici. Nel mondo del lavoro riuscì ad inserirsi bene e fece diversi corsi di specializzazione. Enzo amava lo sport ed il contatto con le persone. Quando conobbe Fanny, ella diventò ben presto un punto fondamentale della sua vita. Nel 2004 il loro grande sogno d amore fu coronato dalla nascita di Alisha. Egli era un padre affettuoso e fiero della sua piccola, che amava trascorrere gran parte del suo tempo libero in compagnia della sua famiglia. A settembre 2008 ebbe luogo il matrimonio con la sua amata Fanny ed anche questa fu una bella occasione di festa, che coinvolse parenti ed amici. Da aprile 2007 Enzo dovette confrontarsi con una brutta diagnosi medica. Nonostante l operazione, le terapie e la grandissima fiducia, egli non riuscì ad arrestare il decorso della malattia. Negli ultimi mesi il suo stato di salute era peggiorato. Sabato, 16 ottobre ha smesso di lottare e si è congedato troppo presto da questo mondo. Chi gli è stato accanto e gli ha voluto bene, conserverà di lui sempre un bellissimo ricordo. Il trigesimo sarà celebrato il 14 novembre alle ore 9.30 nella Chiesa di Santa Maria. 17

18 Presentazione di un libro «L AMORE E LA SESSUALITÀ SPIEGATI AI MIEI FIGLI» di Gabriella Lupica Tra il considerare il sesso un tabù e dire tutto senza pudori c è sempre la giusta via di mezzo. Tanto più che sono gli stessi ragazzi a chiedere di non essere tenuti all oscuro, ma nemmeno di essere riempiti soltanto di fredde nozioni. Prima scena: due bambine, una vive in città, l altra in campagna. La prima chiede alla seconda: «La tua coniglia ha comprato i coniglietti?». «Comprati?», risponde lei, «Mica li ha comprati. Li ha fatti lei!». La madre, severa: «Non si dicono queste cose!». Seconda scena: una bambina di sei anni accusa la mamma di averle raccontato una bugia: «Non è vero che i bambini nascono nella pancia, si trovano sotto i cavoli! Me l ha detto la mia amica». «Tra i due episodi è trascorso mezzo secolo,nella prima scena e la mamma imbarazzata di qualche anno fa. Mentre la seconda è una mamma delle tante d oggi che chiedono aiuto per affrontare le domande dei figli. Teoricamente, sappiamo tutti chi ha ragione tra la mamma che parla di bambini nati nella pancia e quella che alludeva a figli comprati. Ma davvero nell arco di questo mezzo secolo la trasmissione del sapere su ciò che riguarda la vita è migliorata?». I cambiamenti avvenuti tra i due episodi sono sotto gli occhi di tutti: madri e padri che ritengono di comportarsi in modo molto diverso rispetto ai propri genitori; che parlano di affettività e sessualità non solo con i ragazzi ma anche con i bambini; che sono fiduciosi di essere i primi confidenti dei figli. Una visione ottimistica su cui i figli, come si legge nelle due scene, hanno non di rado un opinione differente. Di sesso si parla sicuramente di più, ma siamo sicuri che se ne parli bene? Vergogna no/pudore sì «Purtroppo sono molte le bugie del mondo adulto attorno a questo sapere. Prima di tutto la perdita disinvolta dell alone di mistero che circonda l origine della vita. È vero che occorre superare il tabù d imbarazzo e di vergogna, come se non se ne dovesse parlare perché riguarda qualcosa di sporco. Ma fa danni anche lo spiattellare informazioni nude e crude senza rispetto e senza pathos». La seconda bugia di questa società è che sia sufficiente trasmettere informazioni. Un equivoco culturale, assai radicato nella convinzione che basti fornire nozioni per educare. Alle mamme e ai papà val la pena di ricordare, prima di tutto, l importanza di come vengano dette le cose, il tono, gli sguardi, il momento e soprattutto il rapporto che c è tra chi parla e chi ascolta. Come accade sempre quando si parla di educazione, dunque, la via più facile, il metodo valido per tutti, la delega ad altri non servono, mentre occorre sempre di nuovo incamminarsi sulla via più faticosa dei piccoli passi, del vigilare quotidiano, della difficoltà di raccogliere i segnali dei ragazzi e anche della consapevolezza che molti messaggi non passano attraverso le parole. Non per questo, tuttavia, bisogna sentirsi inadeguati: «Se questa montagna di quesiti ci procura un po di timore, ben venga. Stiamo parlando della vita e del suo non ridursi alle nostre formulette. E se, balbettando una risposta, andiamo a rivisitare il nostro desiderio, il nostro stupore, la nostra gioia, allora possiamo cominciare a rispondere». Sicuramente non c è un momento preciso in cui cominciare a parlare con i propri figli di educazione sessuale. Ogni bambino è diverso dall altro. C è il bambino più curioso, quello più timido, quello che si imbarazza e quello che vuole sapere tutto... Per lo stesso motivo anche le risposte dei genitori non possono essere sempre le stesse. Tuttavia, l educazione affettiva e sessuale non può e non deve essere delegata né rimandata a oltranza, come ben illustra L amore e la sessualità spiegati ai miei figli dello psicologo e psicoterapeuta Massimo Bettetini. Questo libro, ricco di suggerimenti, è un valido e pratico aiuto per i genitori, nonché un invito a mostrare con l esempio che sentimenti e corporeità sono due esperienze che non vanno mai separate, perché dipendono l una dall altra. In tal modo non si trasmettono solo vuote nozioni, ma si educano i ragazzi a comprendere cosa significa amare e cosa significa farsi amare. Per ordinare e acquistare il volume telefona al Parrocchia Cattolica Italiana Al Ponte. 18

19 VITA LITURGICA BATTESIMI Sono divenuti figli di Dio e membri della comunità attraverso il Battesimo: COTICHINI JUBY SILVIA CAPUTI SERENA EL SAEGH CHIARA MANGANIELLO ALESSIO DA COSTA GOMES VARALLO PAOLA HÄFLIGER AURORA DI BLASIO SAYRA SUPPA CHIARA CAZZATO MAURO FACCIOLI PIETRO Ai nuovi cristiani auguriamo di poter ascoltare presto la parola del Signore, ai genitori e padrini di essere per loro un modello di vita cristiana. Il Signore li benedica. LA COMUNITÀ DI EMMENBRÜCKE-SURSEE HA DONATO CON GIOIA Eccovi le offerte raccolte nelle celebrazioni domenicali e festive: Data Finalità Colletta Progetti missionari Fr , Rinnovazione chiesa Schüpfheim Fr. 465, Bisogni diocesi di Basilea Fr. 695, Caritas svizzera Fr. 425, Facoltà teologica Lucerna Fr. 311, Progetti missionari Fr. 509, Giornata preghiera federale Fr. 731, Catholica Unio Fr. 485, Bisogni diocesi di Basilea Fr. 383, Seminario St. Beat di Lucerna Fr. 430,35 Grazie di cuore per la vostra fraterna e solidale generosità! MATRIMONI Il 1º agosto 2010 hanno consacrato il loro amore al cospetto del Signore: VITERITTI ERMINIO PAOLO & SCURA DANIELA Tanti sinceri auguri agli posi, anche a nome della nostra comunità parrocchiale. CORSO DI CRESIMA PER ADULTI Tutte le persone che hanno compiuto 18 anni e non hanno ancora ricevuto il Sacramento della Confermazione e desiderano finalmente fare questo passo, sono invitate a prender parte agli incontri di preparazione, che avranno luogo alle ore 15.00, presso il Centro Al Ponte nelle seguenti date: Sabato, 6 novembre 2010 / sabato, 13 novembre 2010 / sabato, 20 novembre 2010 / sabato, 27 novembre 2010 / sabato, 18 dicembre 2010 Durante questi incontri di preparazione si farà una catechesi partecipata o interattiva, nel senso che verrà richiesto ai presenti di collaborare e di essere attivi nella presentazione delle varie tematiche. Non mancheranno momenti di scambio e di approfondimento vissuti in particolare nei tempi forti dell anno liturgico e non solo. Si cercherà altresì di fare un esperienza di fede e soprattutto di trovare il proprio posto nella Comunità, non più come semplice spettatore, ma come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo. (1 Pietro 2, 5) Per ulteriori informazioni contattate la nostra segreteria parrocchiale (Tel ). 19

20 DEFUNTI GIOVANNI VAGLI Nato il a Querceta (Lucca) Giovanni, Accio, come veniva chiamato in Italia ai tempi della scuola, è cresciuto con la sorella Cinzia, in una famiglia di condizioni modeste, ma dignitose. Allorché i genitori decisero di emigrare in Svizzera, egli rimase dappima con i nonni, poi più tardi li seguì. Nel 1970 Giovanni fu assunto dalla Schindler di Ebikon, a cui rimase fedele per tutta la sua vita lavorativa. Quando Giovanni conobbe il suo primo grande amore, decise di restare in Svizzera e di crearsi una famiglia. Il Signore volle donargli tre figli maschi, di cui era molto fiero. Dal primo matrimonio nacquero Fabrizio e Christian, dal secondo Gian-Luca. Giovanni aveva un rapporto tutto speciale con sua sorella Cinzia. Allorché due anni or sono lei venne a mancare, la perdita fu per lui molto dolorosa. Egli già pregustava il momento del suo pensionamento. Intendeva trascorrere questa nuova stagione di vita con la sua famiglia e dedicare più tempo al suo grande hobby. Sin dall età giovanile, la raccolta dei funghi rappresentava per Giovanni una grande passione e così è stato fino alla fine. Sabato, 14 agosto 2010, Giovanni è partito per la sua ultima uscita alla ricerca di funghi, da cui non è più ritornato. La sua vita si è spenta poprio nella sua amata natura, in un luogo, che egli frequentava spesso e volentieri e dove si trovava a suo agio. GIUSEPPA MASSAFRA Nata il a Catania Giuseppa, dopo le scuole dell obbligo, portò a termine con profitto un apprendistato da ricamatrice. Nell aprile del 1961 conobbe il suo futuro marito, Giuseppe. Essi si unirono in matrimonio il 21 ottobre 1961 ed hanno condiviso con tanta gioia 49 anni di vita matrimoniale, tutti dedicati alla loro bella famiglia. Nel 1963 nacque il primogenito Luigi e nel 1967 venne alla luce Gaetano. Fu una grande gioia per Giuseppa che amava moltissimo i bambini. Giuseppa aveva una grande passione per la cucina. Era una persona molto benvoluta ed apprezzata, poiché aveva un carattere dolce ed affabile. Per Giuseppa era molto importante che gli altri si sentissero sempre a loro agio. Era una donna sensibile ed affettuosa, specialmente con i nipoti. I primi due nipoti, Mery e Rebeca, sono arrivati dal matrimonio di Gaetano ed Hosana. Anni dopo, anche Luigi ed Irene, si sono sposati ed hanno regalato agli amati nonni tre nipoti: Chiara, Riccardo e Francesco. Giuseppa è stata una persona esemplare e la sua dipartita il 12 agosto, ha lasciato un profondo dolore nell animo dei suoi cari. RODOLFO ZATTI Nato il a Candiana (Padova) Rodolfo è cresciuto in una numerosa, ma rispettabile famiglia di contadini, cosicché anche lui dovette ben presto aiutare i genitori in campagna. Arrivò in Sizzera nel 1964, dove ha sempre svolto la professione di muratore. Nel suo tempo libero era sovente a contatto con i suoi connazionali. Nel 1968 si unì in matrimonio con Eleonora Borgato, che poi lo seguì in Svizzera. Dalla loro unione nacquero: Marco, William e Luca. Rodolfo aveva una grande passione per il canto e per la musica dei grandi tenori italiani. Egli era un grande lavoratore, un uomo di poche parole, umile e semplice. Era molto forte, perché sapeva sopportare il dolore senza mai lamentarsi. Fu ciò che accadde quando si ammalò. Nel 2010 gli fu diagnotisticato un brutto male, contro cui ha lottato, soffrendo moltissimo. Il 23 agosto, circondato dai suoi cari, Rodolfo ha smesso di soffrire. Rodolfo con le sue grandi risate sotto i suoi famosi baffi. Lui giocherellone con i bimbi. Lui con tutte le sue canzoni e i suoi scherzi. Lui con il suo gusto per la vita e la sua voglia di vivere. Questo ci deve restare e resterà di lui. 20

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano

uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano uno sguardo che sapeva elevarsi e arrivare lontano La Casa della Carità, nasce nel 1941 dall intuizione di Don Mario Prandi, Parroco di Fontanaluccia, per rispondere al bisogno di assistenza di alcune

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale) Dalla Comune e Provincia di Milano - Diocesi di Milano - Zona Pastorale Prima - Prefettura Nord - Decanato di Niguarda via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO SS. Protaso e Gervaso - Seveso 0362.501623 B.V. Immacolata Baruccana 0362.574486 San Carlo Altopiano 0362.553522 San Pietro martire 0362.70978 www.parrocchieseveso.it

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30 Il Richiamo Parrocchia Ognissanti Milano Sabato 1 novembre - FESTA DI OGNISSANTI Vangelo del giorno: Matteo 5,1-12 In quel tempo. Vedendo le folle, il Signore Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli