Festività del 4 novembre: il trattamento economico nei Ccnl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Festività del 4 novembre: il trattamento economico nei Ccnl"

Transcript

1 Festività del 4 novembre: il trattamento economico nei Ccnl Tra i vari adempimenti, attraverso il libro unico del lavoro riferito al periodo di paga "novembre 2013", i datori di lavoro, i responsabili del personale, i consulenti del lavoro e i centri di elaborazione dati sono chiamati a gestire l'eventuale trattamento economico in relazione alla festività abolita del 4 novembre La legge 5 marzo 1977, n. 54 "Disposizioni in materia di giorni festivi" stabilisce, al comma 2 dell'art. 1, che "a decorrere dal 1977 la celebrazione della festa nazionale della Repubblica e quella della festa dell'unità nazionale hanno luogo rispettivamente nella prima domenica di giugno e nella prima domenica di novembre. Cessano pertanto di essere considerati festivi i giorni 2 giugno e 4 novembre ". Mentre la festività del 2 giugno è stata ripristinata, a decorrere dal 2001, dalla legge n. 336/2000, il 4 novembre (festa dell'unità nazionale) continua a essere considerato giorno non festivo per il quale spetta comunque ai lavoratori dipendenti la prestazione economica prevista per le festività cadenti di domenica o il diverso o alternativo trattamento contemplato dalla contrattazione collettiva nazionale e di secondo livello. Sebbene l'intento fosse quello di ridurre le festività civili, la ratio della legge n. 54/1977 è altresì incentrata sull'obiettivo di garantire ai lavoratori dipendenti quel trattamento economico che, altrimenti, sarebbe venuto a mancare, minando un diritto consolidatosi negli anni. Di fatto questo ultimo intento è delegato alla contrattazione collettiva di settore, la quale ha agito nel tempo secondo indirizzi eterogenei, prevedendo forme diverse di tutela economica. Non mancano, tuttavia, casi per i quali la stessa contrattazione collettiva ha lasciato un vuoto regolatorio, non prevedendo alcun trattamento economico-normativo a fronte dell'abolizione della festività del 4 novembre. Vale la pena evidenziare come la maggioranza dei Ccnl abbia previsto, in luogo dell'abolizione della festa dell'unità nazionale, la corresponsione ai dipendenti di un trattamento economico pari a quello previsto - contrattualmente - per le festività cadenti di domenica. Festività cadenti di domenica Al fine di quantificare la relativa spettanza economica, a questo punto urge un'analisi su due livelli, quello normativo e quello contrattuale. L'articolo 5, comma 3, secondo periodo, della legge n. 260/1949 (come modificato dalla legge n. 90/1954), prevede che "Qualora la festività ricorra nel giorno di domenica, spetterà ai lavoratori stessi, oltre la normale retribuzione globale di fatto giornaliera, compreso ogni elemento accessorio, anche una ulteriore retribuzione corrispondente all'aliquota giornaliera".

2 La ratio della norma è da individuarsi nella circostanza che ove le suddette festività non coincidessero con la domenica, il dipendente fruirebbe di un giorno in più di riposo. Occorre tuttavia segnalare che la giurisprudenza della Corte di cassazione (in particolare la sentenza n /1995 della sezione lavoro) ha chiarito che, alla luce della formulazione della norma, la regola suddetta deve valere esclusivamente per le festività indicate dallo stesso art. 5, vale a dire per le festività del 2 giugno (Festa della Repubblica), 25 aprile (Festa della Repubblica) e 1 maggio (Festa del Lavoro). Su questo ultimo punto, nessuna preclusione può esserci ai fini del trattamento economico per il 4 novembre: in questo caso, infatti, la norma rimanda al trattamento previsto per le festività cadenti di domenica soltanto per la quantificazione del trattamento retributivo che spetta ai prestatori di lavoro. Per quanto riguarda l'aspetto economico, si può affermare che la festività cadente di domenica venga retribuita in aggiunta alla normale retribuzione, sia nel sistema di paga mensilizzato sia in quello orario. In particolare, qualora la festività coincida con la domenica, ai lavoratori con paga mensile il datore di lavoro deve corrispondere un'ulteriore quota giornaliera di retribuzione, generalmente pari a 1/26 della paga mensile (Cass., sez. lav. n /2006). Ai lavoratori pagati ad ore, in caso di coincidenza della festività con la domenica, spetta invece il trattamento retributivo corrispondente ad 1/6 dell'orario settimanale (Cass., sez. lav. n / 2002). Sono comunque fatti salvi eventuali diversi criteri adottati dalla contrattazione collettiva del settore di appartenenza. Assorbimento nei permessi/rol Se da una parte quello previsto per le festività cadenti di domenica rappresenta il trattamento economico "tradizionale" per la festività soppressa del 4 novembre, nel tempo, attraverso lo strumento della contrattazione collettiva, si sono sviluppati trattamenti differenti, la cui introduzione ha tenuto conto di esigenze meno generali, di settore (nel caso della contrattazione collettiva nazionale e territoriale) oppure aziendali (attraverso la contrattazione aziendale). Vale la pena, sul punto, osservare quanto previsto da alcuni contratti collettivi nazionali. Il Ccnl Abbigliamento e confezioni industria prevede che il compenso pari a 1/26 della retribuzione lorda mensile previsto dal contratto per la festività nazionale del 4 novembre, anziché essere corrisposto nel periodo di paga di novembre, verrà corrisposto in occasione del godimento delle predette riduzioni di orario. Resta a carico dell'azienda la differenza tra detto compenso e la retribuzione corrispondente alle riduzioni di orario.

3 Il Ccnl Legno e arredamento Confapi stabilisce che "a fronte delle ore annue di riduzione dell'orario di cui ai commi precedenti, a far data dal 1 gennaio 1990 il compenso pari ad 1/26 della retribuzione lorda mensile prevista dal presente contratto per la festività del 4 novembre, anziché essere corrisposto nel periodo di paga di novembre, sarà corrisposto e quindi assorbito e ricompreso nella retribuzione relativa alla fruizione delle predette ore di riduzione dell'orario di lavoro ". Il Ccnl Chimica industria prevede un diverso trattamento, in relazione al settore di appartenenza. In particolare, si prevede che "i lavoratori cui non si applichino il comma 3 e i commi 13, 14, 15 e 16 dell'art. 21, Ccnl 12 ottobre 1994 (settore abrasivi, n.d.r.), hanno diritto di godere annualmente 4 giornate di riposo in sostituzione di quanto previsto dall'accordo interconfederale 26 gennaio 1977 per le 4 ex festività religiose. Inoltre, in occasione del pagamento della retribuzione del mese di agosto, a fronte della ex festività del 4 novembre e in sostituzione del trattamento per detta festività previsto dal precitato accordo interconfederale, verrà erogato un trattamento aggiuntivo complessivo pari a 8/173 della retribuzione di fatto". Per gli altri settori il trattamento riferito al 4 novembre è assorbito dai permessi. Quanto previsto dal Ccnl Chimica industria non rappresenta un caso isolato nel sistema della contrattazione collettiva nazionale. Soprattutto negli ultimi anni, infatti, il sistema delle relazioni industriali italiano è stato caratterizzato, a fronte della stipulazione di nuovi contratti collettivi (riferiti a settori già regolamentati oppure a specifici settori in precedenza privi di regolamentazione), dal fenomeno dell'accorpamento di più contratti in un unico contratto collettivo nazionale di lavoro. Nelle fasi evolutive caratterizzanti il processo appena citato, gli attori contrattuali (sindacati dei datori di lavoro e dei lavoratori) hanno dovuto affrontare, tra le altre, la questione - caratterizzata da una certa criticità del mantenimento per alcuni istituti normativi e/o economici di specifici livelli di tutela e garanzia. Per tale motivo, alcuni Ccnl - risultato della sintesi di più contratti in precedenza autonomi - contengono previsioni diverse a fronte dei medesimi istituti contrattuali. Trattamento alternativo Diverse sono, invece, le situazioni ove la contrattazione collettiva prevede la possibilità di gestire il trattamento riferito al 4 novembre attraverso strumenti economici alternativi, la cui scelta viene in genere delegata al datore di lavoro. Anche con riguardo a tale aspetto, è opportuno analizzare le specifiche disposizioni di alcuni Ccnl. Il Ccnl Cooperative sociali prevede che "Per la festività del 4 novembre, la cui celebrazione è stata spostata alla domenica del mese relativo, si provvederà ad una retribuzione giornaliera suppletiva secondo la regola delle festività cadenti di domenica. Su richiesta anticipata del lavoratore e compatibilmente con le esigenze di servizio la direzione aziendale potrà

4 concedere in sostituzione della retribuzione aggiuntiva di cui al presente comma corrispondenti permessi retribuiti". Il Ccnl Turismo stabilisce quanto segue: "(...) Al lavoratore chiamato a prestare servizio nella predetta giornata spetta oltre al trattamento economico mensile, la retribuzione per le ore di servizio effettivamente prestato senza alcuna maggiorazione ovvero, in alternativa, il godimento del corrispondente riposo compensativo, che verrà subordinato, stante la precedente normativa del settore, alle esigenze aziendali. In questo ultimo caso la relativa comunicazione sarà data al lavoratore con congruo anticipo. Nessuna detrazione sarà effettuata sulla normale retribuzione mensile qualora il lavoratore non venga chiamato a prestare servizio nella suddetta giornata. Al lavoratore assente nella stessa giornata per riposo settimanale dovrà essere corrisposta una giornata di retribuzione contrattuale senza alcuna maggiorazione". Contrattazione collettiva e contratti di prossimità E' da ritenere che i cosiddetti "contratti di prossimità" possano avere ad oggetto per via indiretta anche la regolamentazione della festività abolita del 4 novembre. Come si ricorderà, attraverso l'art. 8, c. 2-bis, del D.L. n. 138/2011, il legislatore ha stabilito che, fermo restando il rispetto della Costituzione, nonché i vincoli derivanti dalle normative comunitarie e dalle convenzioni internazionali sul lavoro, specifiche intese possono operare anche in deroga alle disposizioni di legge ed alle regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro. Le intese, che devono essere finalizzate alla maggiore occupazione, alla qualità dei contratti di lavoro, all'adozione di forme di partecipazione dei lavoratori, all'emersione del lavoro irregolare, agli incrementi di competitività e di salario, alla gestione delle crisi aziendali e occupazionali, agli investimenti e all'avvio di nuove attività, possono riguardare, tra i diversi ambiti, anche l'orario di lavoro. Sulla base della logica e dei vincoli caratterizzanti i contratti di prossimità, potrebbe quindi applicarsi, in luogo del trattamento come festività cadente di domenica previsto dalla contrattazione collettiva nazionale, l'assorbimento nei permessi. Particolarità Con riferimento al trattamento che spetta ai lavoratori per il 4 novembre, merita analizzare alcune previsioni contrattuali, le quali si discostano da quanto previsto dalla generalità dei contratti collettivi nazionali di lavoro. E' il caso, per esempio, del Ccnl Trasporto merci e logistica. L'accordo 26 gennaio 2011 prevede l'eliminazione della Pasqua e del 4 novembre dai giorni festivi. In particolare, il Ccnl

5 prevede che: "Per i lavoratori in servizio alla data di sottoscrizione del presente rinnovo è riconosciuto un Elemento distinto della retribuzione non riassorbibile pari a 10 euro e a 5 euro mensili, rispettivamente per le imprese destinatarie della prima e della seconda Sezione speciale, al 3 super da riparametrare (come da tabella riportata dal contratto, n.d.r.). Tale importo, da erogarsi a decorrere dal mese di gennaio 2011, incide su tutti gli istituti legali e contrattuali". Il Ccnl Vetro lampade e display industria prevede che "per la giornata del 4 novembre viene erogato, in occasione del pagamento della retribuzione del mese di agosto, un trattamento economico complessivo pari a 4/175 della retribuzione mensile, cui si aggiungono sempre con la retribuzione del mese di agosto, ulteriori 4/175 di retribuzione mensile (8 quote orarie della retribuzione mensile per il settore lampade e display). Tale ulteriore quota è assorbibile in riduzioni di orario eventualmente definite per effetto di provvedimenti di legge successivi alla data di stipula del Ccnl 9 dicembre 2010, compresi provvedimenti di reintroduzione di festività soppresse o istituzione di nuove festività". Trattamento del 4 novembre: le novità nei Ccnl per il 2013 A conferma della variabilità caratterizzante la contrattazione collettiva, anche riguardo al 4 novembre occorre monitorare annualmente eventuali interventi atti a modificarne la relativa regolamentazione, soprattutto sotto il profilo del trattamento economico. Anche nel corso del 2013 si segnalano casistiche - di rinnovi contrattuali - che hanno visto modificare il trattamento previsto a fronte della festività soppressa del 4 novembre. Il Ccnl Autoscuole prevedeva, sino all'anno 2012, che "per quanto riguarda la festività del 4 novembre, la cui celebrazione è stata spostata alla prima domenica del mese di novembre, il lavoratore beneficerà del trattamento previsto per le festività che coincidono con la domenica". L'accordo di rinnovo del 3 luglio 2013 (decorrente dal 1 gennaio 2013) ha abolito il trattamento in vigore sino al 2012 prevedendo, infatti, che "ai lavoratori in servizio al 3 luglio 2013 è riconosciuto un elemento distinto della retribuzione non riassorbibile pari ad euro 3,00 mensili al 4 livello da riparametrare come da tabella seguente (1). Tale importo, da erogarsi a decorrere dal mese di agosto 2013, incide su tutti gli istituti legali e contrattuali. Il comma 4 dell'art. 11 è soppresso, quindi a decorrere dall'anno 2013 è abolito il trattamento economico previsto per la festività del 4 novembre". Secondo quanto previsto dalla nuova regolamentazione del Ccnl Autoscuole, per i lavoratori in servizio alla data del 3 luglio 2013 in luogo del precedente trattamento (pari a quello previsto

6 per le festività cadenti di domenica) viene corrisposto mensilmente, a decorrere dalla mensilità di agosto, un trattamento economico qualificato come Elemento distinto della retribuzione, incidente su tutti gli istituti legali e contrattuali, compreso il Tfr. Per gli altri lavoratori, assunti successivamente, l'edr invece non spetta: a questi ultimi non competerà, quindi, alcun trattamento economico per la festività abolita del 4 novembre. Il Ccnl Servizi assistenziali Uneba già contemplava, prima del rinnovo sottoscritto nel 2013, che il trattamento per l'ex festività del 4 novembre venisse assorbito dai Rol. L'accordo di rinnovo dell'8 maggio 2013 prevede, in materia di riduzione orario di lavoro, che "le lavoratrici e i lavoratori avranno diritto ad un pacchetto di riduzione di orario di lavoro pari a 9 giornate lavorative annue, convenzionalmente assimilate a 57,66 ore, comprensive della festività del 4 novembre. Le predette giornate verranno assorbite, fino a concorrenza, nel caso di enti e/o lavoratrici o lavoratori non a tempo parziale che eventualmente attuino orari lavorativi inferiori a 38 ore settimanali". Se la previsione sopra riportata non rappresenta, per quanto attiene al trattamento economico del 4 novembre, una novità rispetto alla regolamentazione previgente, ciò che, invece, assurge a novità è rappresentato dall'introduzione del cosiddetto "Trattamento economico progressivo", sulla base del quale il riconoscimento di taluni istituti contrattuali (rateo di quattordicesima, scatti di anzianità e, per l'appunto, la riduzione oraria di lavoro) ai lavoratori di nuova assunzione avviene secondo una gradualità crescente progressiva. Il coinvolgimento dei Rol nel trattamento economico progressivo, porta indirettamente a coinvolgere nella medesima disciplina anche il trattamento previsto per il 4 novembre, in ragione del quale il contratto collettivo concede una giornata di permesso. In particolare, il contratto stabilisce che a tutti gli assunti successivamente all'8 maggio 2013, sia a tempo determinato sia a tempo indeterminato, si applichi un Trattamento economico progressivo che, per quanto riguarda la riduzione oraria di lavoro (Rol) prevede la seguente gradualità: - per i primi 18 mesi nessuna maturazione; - per i successivi 18 mesi la percentuale di maturazione è pari al 50%; - a far data dal 37 mese la percentuale di maturazione è pari al 100%.

7 Al fine del computo dell'arco temporale massimo di 36 mesi si sommeranno tutti i periodi di effettivo servizio prestati presso enti che applicano il presente Ccnl, i quali avranno pertanto l'obbligo, all'atto della cessazione, di rilasciare ai dipendenti una certificazione attestante la durata del periodo di servizio e il Ccnl Uneba applicato a prescindere dalla qualifica e dalla motivazione della cessazione. Prestazione lavorativa nella giornata del 4 novembre o nella domenica Partendo dall'assunto che il 4 novembre non è più considerato giorno festivo, nella stessa giornata, laddove sia previsto lo svolgimento della prestazione lavorativa, al prestatore di lavoro competerà un trattamento economico pari alla normale retribuzione prevista contrattualmente, senza alcuna maggiorazione. Allo stesso modo, lo svolgimento della prestazione lavorativa nella giornata di domenica - precedente o successiva - alla quale viene spostato il 4 novembre, non dà luogo ad alcuna maggiorazione di favore rispetto a quelle che spetterebbero al lavoratore nell'ipotesi di svolgimento della prestazione lavorativa nel corso di qualsiasi altra domenica. Livello/categoria Edr Quadri 4,44 5 3,47 4 3,00 3 2,78 2 2,64 1 2,22 Trattamento economico del 4 novembre nella contrattazione collettiva Ccnl Trattamento economico previsto Abbigliamento e tessile Pmi,

8 salvo assorbimenti e spostamenti di erogazione di cui all'art Parte generale Area tessile artigianato Gas acqua ; in alternativa, concessione di una giornata di permesso retribuito all'anno Agenzie marittime ed aeree Assicurazioni - Agenzie in gestione libera Agricoltura cooperative Manutenzione del verde Alimentari industria Alimentari industria - Olio e margarina Alimentari piccola e media industria Alimentari cooperative Autorimesse e noleggio automezzi (1/26 della retribuzione globale mensile) Cooperative sociali. In alternativa, su richiesta anticipata del lavoratore e compatibilmente con le esigenze di servizio concessione di permessi retribuiti Acconciatura ed estetica (1/26 della retribuzione mensile) Legno arredamento Pmi La retribuzione corrispondente è assorbita e ricompresa nella retribuzione relativa alla fruizione dei

9 Rol Calzature industria Trattamento economico assorbito nelle retribuzioni Calzature Pmi Trattamento economico assorbito nella retribuzione per Rol, salvo conguaglio retributivo Carta industria Carta Pmi Ceramica industria Erogazione di un trattamento aggiuntivo pari 8/173 della retribuzione di fatto da corrispondere con la paga di agosto Ceramica aziende artigiane Cinematografia - Produzione Terziario (spostamento alla prima domenica del mese) Amministratori di condominio Agenzie immobiliare Farmacie private Edilizia industria Edilizia Pmi Edilizia cooperative Edilizia artigianato Radiotelevisioni emittenti private

10 Elettrici Non previsto Fotolaboratori Occhiali industria Lavanderie tintorie Trattamento economico corrisposto in occasione del godimento delle riduzioni d'orario (assorbimento nei Rol) Penne spazzole pennelli industria Trattamento economico assorbito dai Rol Giornalisti radiotelevisivi Giornalisti Gomma plastica industria (pari a 1/25 della retribuzione) Gomma plastica Pmi (pari a 1/25 della retribuzione) Grafici industria Grafici Pmi Vigilanza privata multiservizi Trattamento economico assorbito dai permessi Istituti socio-assistenziali Agidae Non previsto Istituti socio-assistenziali Uneba Trattamento economico assorbiti dai Rol Lapidei industria Lapidei Pmi

11 Laterizi industria Laterizi Pmi Lavanderie artigianato Legno industria Trattamento economico assorbito dai permessi Legno artigianato Marittimi - Rimorchiatori Metalmeccanica industria Metalmeccanica Pmi Metalmeccanica artigianato Miniere industria. Per i lavoratori giornalieri non addetti all'interno, assorbimento nei permessi con conguaglio Igiene ambientale aziende private Pulizia industria Pulizia artigianato Odontotecnica artigianato Oreficeria industria Oreficeria artigianato Ortofrutticoli e agrumari Impianto sportivo palestre Panificatore (Federpanificatori) industria

12 Pelli e cuoio industria Assorbito dai Rol, con applicazione del conguaglio Pelli e cuoio Pmi Assorbito dai Rol, con effettuazione del conguaglio Pompe funebri aziende private Porti Proprietari di fabbricati Assorbito dai permessi o da orari di lavoro Recapito telegrammi ed espressi Scuderie corse al trotto Scuole private materne Fism Scuole private religiose Agidae Assorbito nelle ferie Servizi postali in appalto Trasporto merci Erogazione di un elemento distinto della retribuzione Studi professionali Teatri impiegati operai Terme Tessile industria Assorbito dai Rol Autoferrotranvieri Non previsto Trasporto a fune Turismo Se presta servizio, oltre alla retribuzione mensile spetta un trattamento economico aggiuntivo per le ore di servizio effettivamente prestate o in alternativa il corrispondente riposo compensativo. Se non presta servizio, spetta la retribuzione mensile Alimentari e panificazione

13 artigianato Panificatori Federpanificatori Comunicazione artigianato Chimica gomma vetro artigianato Fiori recisi Metalmeccanica cooperative Lapidei artigianato Occhiali artigianato Occhiali Pmi Assorbito dai Rol con applicazione del conguaglio Centri elaborazione dati Emittenti televisive locali Telecomunicazioni Autoscuole Corresponsione di un elemento distinto della retribuzione (1) Gli importi dell'edr sono quelli riportati in tabella.

Modello richiesta DATI per DURC

Modello richiesta DATI per DURC Modello richiesta DATI per DURC II RICHIEDENTE 1 Codice Fiscale * E-mail E-mail PEC 2 Denominazione / ragione sociale * 3 Indirizzo * cap Comune Pr III IMPRESA 1 Tipo ditta * Datore di lavoro Gestione

Dettagli

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato.

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato. Settore Artigiano Accordo interconfederale - 15 dicembre 2009 Accordi - 15 dicembre 2009 Retribuzioni contrattuali dal 1º gennaio 2010 e bilateralità â Parti stipulanti: Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani

Dettagli

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO

CONTRATTUALISTICA CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO CONTRATTUALISTICA NEWS CCNL COOPERATIVE SOCIALI ACCORDO DI RINNOVO AUMENTI TABELLARI LIVELLO Aumenti a partire dal 1 gennaio 2012 A1 26,41 A2 26,65 B1 27,90 C1 30,00 C2 30,90 C3 31,81 D1 31,81 D2 33,55

Dettagli

Circolare Informativa n 1/2014. Scadenze CCNL DICEMBRE 2013

Circolare Informativa n 1/2014. Scadenze CCNL DICEMBRE 2013 Circolare Informativa n 1/2014 Scadenze CCNL DICEMBRE 2013 Pagina 1 di 12 INDICE 1) Alimentari PMI pag. 3 2) Area Alimentazione e panificazione pag.6 3) Autorimesse e noleggio automezzi pag.8 4) Carta

Dettagli

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI SARDEGNA

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI SARDEGNA ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Direzione Generale Servizio

Dettagli

REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA

REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÁNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE

Dettagli

Direzione Generale Servizio della Governance della Formazione Professionale. Avviso pubblico

Direzione Generale Servizio della Governance della Formazione Professionale. Avviso pubblico Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE

Dettagli

Alimentari/Carta/Grafici/Spettacolo

Alimentari/Carta/Grafici/Spettacolo PraticaLavoro Settimanale operativo di aggiornamento per l amministrazione del personale Editrice Ipsoa Editore Srl Strada 1, Palazzo F6 20090 Milanofiori Assago (Mi) http://www.ipsoa.it Direttore responsabile

Dettagli

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2005. Contratti collettivi

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2005. Contratti collettivi PraticaLavoro Contratti collettivi Le retribuzioni al 1 gennaio 2005 Supplemento a Pratica Lavoro del 10 gennaio 2005, n. 1 - Direzione e redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi) 00053873

Dettagli

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA ALLEGATO N 4 AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI CENTRI AUTORIZZATI DI ASSISTENZA FISCALE (CAAF) PER IL CONVENZIONAMENTO CON L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA Università degli Studi di Brescia Piazza

Dettagli

Circolare Informativa n 37/2012. Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012

Circolare Informativa n 37/2012. Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012 Circolare Informativa n 37/2012 Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012 e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 16 INDICE 1) Area Chimica Ceramica pag. 3 2) Metalmeccanica Artigianato (Contratti

Dettagli

CCNL ON DEMAND Catalogo generale

CCNL ON DEMAND Catalogo generale A.N.A.S. n.d. 01-03-2016 A.N.F.F.A.S. (ASSOCIAZIONE NAZIONALE FAMIGLIE DEI FANCIULLI ED ADULTI SUBNORMALI) 21-09-2012 01-06-2013 A.N.P.AS. (ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE) 17-01-2014 01-07-2013

Dettagli

Werte ver. 2.8.7 Corrispondenze aree di classificazione

Werte ver. 2.8.7 Corrispondenze aree di classificazione Agricoltura Agricoltura - Contoterzisti Agricoltura ed Allevamento Agricoltura Agricoltura Impiegati Agricoltura ed Allevamento Agricoltura Agricoltura Operai Agricoltura ed Allevamento Agricoltura Agricoltura

Dettagli

Presentazione del Servizio CEDOLINO ESATTO!

Presentazione del Servizio CEDOLINO ESATTO! Presentazione del Servizio CEDOLINO ESATTO! Cedolino Esatto! è un servizio per l elaborazione dei cedolini paga on-line per Aziende, Enti e Studi di piccole dimensioni. Semplice ed intuitivo non necessita

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 29 marzo

Dettagli

TABELLA PREAVVISI. Dimissioni - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole)

TABELLA PREAVVISI. Dimissioni - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole) TABELLA PREAVVISI - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole) Impiegati - inferiore a 2 anni di anzianità: 1 2 3 Categoria 2 4 5 6 Categoria - 1 mese Impiegati dai 2 ai 5 anni di anzianità: 1 2 3 Categoria

Dettagli

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2006. Contratti collettivi

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2006. Contratti collettivi PraticaLavoro Contratti collettivi Le retribuzioni al 1 gennaio 2006 Supplemento a Pratica Lavoro del 14 gennaio 2006, n. 2 - Direzione e redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi) 00074643

Dettagli

Contratti collettivi. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2009 PRATICA LAVORO 1/2009 3

Contratti collettivi. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2009 PRATICA LAVORO 1/2009 3 Agricoltura Contratti collettivi Agricoltura - Allevatori e consorzi zootecnici..... 7 Agricoltura - Aziende cooperative... 7 Agricoltura - Consorzi agrari...... 8 Agricoltura - Impiegati.... 8 Agricoltura

Dettagli

Alimentari/Carta/Grafici/Spettacolo

Alimentari/Carta/Grafici/Spettacolo PraticaLavoro Settimanale operativo di aggiornamento per l amministrazione del personale Editrice Ipsoa Editore Srl Strada 1, Palazzo F6 20090 Milanofiori Assago (Mi) http://www.ipsoa.it Direttore responsabile

Dettagli

Contratti collettivi. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2007 PRATICA LAVORO 2007 3

Contratti collettivi. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2007 PRATICA LAVORO 2007 3 Agricoltura Agricoltura - Allevatori e consorzi zootecnici..... 7 Agricoltura - Aziende cooperative... 7 Agricoltura - Consorzi agrari...... 8 Agricoltura - Impiegati.... 8 Agricoltura - Operai agricoli......

Dettagli

Rdl 1955/1956 e 1957 del 10.9.1923

Rdl 1955/1956 e 1957 del 10.9.1923 Lo straordinario Questa materia e' regolata da leggi e dal contratto nazionale. Le normative che riassumiamo si applicano ai lavoratori metalmeccanici dell'industria (contratti Federmeccanica e Confapi).

Dettagli

Dati tabellari. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2011 PRATICA LAVORO 2011 3

Dati tabellari. Agricoltura. Artigianato. Industria. Le retribuzioni al 1º gennaio 2011 PRATICA LAVORO 2011 3 Agricoltura Agricoltura - Allevatori e consorzi zootecnici..... 7 Agricoltura - Aziende cooperative... 7 Agricoltura - Consorzi agrari...... 8 Agricoltura - Impiegati.... 8 Agricoltura - Operai agricoli......

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine, 13 agosto 2014 CCNL Area Tessile-Moda, il 25 luglio 2014 sottoscritto il rinnovo del contratto (per i settori TAC, pulitintolavanderia e occhialeria)

Dettagli

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2013. Contratti collettivi

PraticaLavoro. Le retribuzioni al 1 gennaio 2013. Contratti collettivi PraticaLavoro Contratti collettivi Le retribuzioni al 1 gennaio 2013 00139391 5 000001 393915 Supplemento a Pratica Lavoro del 5 gennaio 2013, n. 1 - Direzione e redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori

Dettagli

Circolare Informativa n 13/2014. Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014

Circolare Informativa n 13/2014. Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014 Circolare Informativa n 13/2014 Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014 Pagina 1 di 11 INDICE 1) Abbigliamento e confezioni Aziende industriali pag.3 2) Alimentari PMI pag.3 3) Autotrasporti merci e logistica pag.3

Dettagli

Ecco come varia la % dello stipendio destinata all affitto in base alla professione

Ecco come varia la % dello stipendio destinata all affitto in base alla professione MIOAFFITTO.IT Ecco come varia la % dello stipendio destinata all affitto in base alla professione Maggio 2014 05/05/2014 PERCENTUALE DELLO STIPENDIO DESTINATO AL PAGAMENTO DELL AFFITTO, DIVISO PER CATEGORIE

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI DEL MESE DI GIUGNO 2015

GLI ADEMPIMENTI DEL MESE DI GIUGNO 2015 Studio Filippi Consulenti d impresa Viale Dieci Martiri, 37 36100 Vicenza Linea 1: 0444 525824 Linea 2: 0444 231183 Fax: 0444 809824 www.studio-filippi.it Circolare 38 2015 Questa mail è generata da un

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO Modulo Versione Data Gestione contratti 01.20.01 20/12/2013 Elenco contratti aggiornati: COD. FLAG DESCRIZIONE GESTIONE CONTRATTI 4 ALIMENTARI ARTIGIANATO

Dettagli

C.C.N.L. ACCONCIATURA ED ESTETICA

C.C.N.L. ACCONCIATURA ED ESTETICA Aggiornato al 31 dicembre 2014 C.C.N.L. ACCONCIATURA ED ESTETICA ALIMENTARI AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTOMEZZI AUTOSCUOLE LIMITI PERCENTUALI DI ASSUNZIONE Nelle imprese fino a 5 dipendenti (*) è consentita

Dettagli

Circolare Informativa n 54/2013. Scadenze CCNL OTTOBRE 2013

Circolare Informativa n 54/2013. Scadenze CCNL OTTOBRE 2013 Circolare Informativa n 54/2013 Scadenze CCNL OTTOBRE 2013 Pagina 1 di 14 INDICE 1) Autoferrotranvieri pag. 3 2) Cemento Aziende Industriali pag.4 3) Chimica, Gomma, Vetro PMI pag.5 4) Igiene ambientale

Dettagli

Tabella 9. Schema riassuntivo delle applicazioni contrattuali - Luglio, agosto e settembre 2008 (a) OTTOBRE 2007

Tabella 9. Schema riassuntivo delle applicazioni contrattuali - Luglio, agosto e settembre 2008 (a) OTTOBRE 2007 Tabella 9. Schema riassuntivo delle applicazioni contrattuali - Luglio, agosto e settembre 2008 (a) Dipendenti Biennio Stipula Decorrenza Applicazioni contrattual Contratti a dic. 2000 (b) dal al Mese

Dettagli

Oggetto: LE LIMITAZIONI NUMERICHE ALLA STIPULA DI CONTRATTI A TERMINE

Oggetto: LE LIMITAZIONI NUMERICHE ALLA STIPULA DI CONTRATTI A TERMINE Oggetto: LE LIMITAZIONI NUMERICHE ALLA STIPULA DI CONTRATTI A TERMINE La prima fase della prevista Riforma del lavoro ha visto protagonista, ancora una volta, il contratto a tempo determinato. La sua peculiarità,

Dettagli

Paghe. Modalità di calcolo delle ferie: ore, giorni o settimane? Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro

Paghe. Modalità di calcolo delle ferie: ore, giorni o settimane? Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Modalità di calcolo delle ferie: ore, giorni o settimane? Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Durata e fruizione delle ferie Chiarimenti del Ministero del lavoro Assenza di normativa specifica Il lavoratore

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2015.11.0 Applicativo: GECOM CONTRATTI

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2015.11.0 Applicativo: GECOM CONTRATTI NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2015.11.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

Febbraio 2012. Relatore: Dott. Armando Occhipinti

Febbraio 2012. Relatore: Dott. Armando Occhipinti Febbraio 2012 OPTARE PER IL GIUSTO CCNL Relazioni Industriali Confapi Relatore: Dott. Armando Occhipinti 1 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 CAMPO DI APPLICAZIONE UNIONMECCANICA UNIONCHIMICA per i dipendenti dalle

Dettagli

newsletter DICEMBRE 2014

newsletter DICEMBRE 2014 newsletter DICEMBRE 2014 4. Scadenziario gennaio 2015 4. SCADENZIARIO GENNAIO 2015 Scadenze contrattuali Autotrasporto merci e logistica: Trasferta Il CCNL 1 agosto 2013 per i dipendenti da imprese di

Dettagli

Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi.

Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi. Circolare n.3/2011 Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi. Il 6 aprile 2011 la Confcommercio insieme alla Fisascat Cisl e la Uiltucs Uil ha sottoscritto

Dettagli

Studio Professionale Rag. Loredana Hertel

Studio Professionale Rag. Loredana Hertel Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 1 MARZO AL 31 MARZO 2012 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 1 marzo 2012 al 31 marzo 2012, con il commento dei principali termini di prossima scadenza.

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità TITOLO XXX Trattamento economico Articolo 7 NORMALE RETRIBUZIONE La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle voci sotto indicate alle lettere a), b), c) e d), nonché da tutti gli altri elementi

Dettagli

SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI. Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione

SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI. Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione Q 2.289,44 250,00 1 2.113,07-2 1.895,39-3 1.692,76-4 1.531,68-5 1.432,13-6 1.336,91-7 1.217,09 -

Dettagli

I confederali VERSO LO SCHIAVISMO ORGANIZZATO: GLI STRAORDINARI

I confederali VERSO LO SCHIAVISMO ORGANIZZATO: GLI STRAORDINARI SLAI Cobas per il Sindacato di Classe Federazione Autisti Operai i C.C.N.L. AUTOTRASPORTI e LOGISTICA per le COOPERATIVE I confederali VERSO LO SCHIAVISMO ORGANIZZATO: GLI STRAORDINARI 2004--2007-2006--2010-2011

Dettagli

AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI LUGLIO 2015

AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI LUGLIO 2015 AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI LUGLIO 2015 SOMMARIO 1. CIRCOLARE MENSILE DI LUGLIO 3 1.1. VARIAZIONI CONTRATTUALI MESE DI LUGLIO... 3 1.2. GESTIONE UNA TANTUM... 9 2. AGGIORNAMENTO DEL 21/07/2015 28 2.1. VARIAZIONI

Dettagli

Applicazioni contrattuali

Applicazioni contrattuali 28 agosto Luglio CONTRATTI COLLETTIVI E RETRIBUZIONI CONTRATTUALI Alla fine di luglio i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardano il 6% degli occupati dipendenti

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Il Comune (omissis) rivolge quesito per sapere quale sia il trattamento economico spettante al dipendente comunale che occasionalmente

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 2 agosto

Dettagli

Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1

Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1 Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1 Roma, 23 settembre 2013 Passaggio da CCNL 2007 a CCNL 2013 (per chi non ha adottato il regolamento) B1. Salvaguardia

Dettagli

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20124 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

Guida alla retribuzione

Guida alla retribuzione Guida alla retribuzione A cura della dott.ssa Valentina Paoli La retribuzione costituisce l'obbligazione fondamentale che il datore di lavoro ha nei confronti del/la lavoratore/trice. L'art. 36 della Costituzione

Dettagli

GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA)

GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA) GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA) G Data: Decorrenza: 28 MARZO 2008 1 ipotesi di accordo 30 maggio 2011 11 Scadenza normativa: Scadenza economica: 31 marzo 2013 31 marzo 2013 Parti firmatarie Associazione

Dettagli

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE Indice IL CONTRATTO DI LAVORO - LE CATEGORIE - I CONTRIBUTI INPS - IL PERIODO DI PROVA - LA TREDICESIMA MENSILITÀ I GIORNI FESTIVI - GLI SCATTI DI ANZIANITÀ - LE FERIE - VITTO E ALLOGGIO - L ORARIO DI

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali)

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Minimi contrattuali in vigore dal 1/1/2016 al 31/12/2016 Livello Profilo Tabella A C Non Conviventi Paga Oraria A Colf

Dettagli

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007 RISOLUZIONE N. 186/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 luglio 2007 OGGETTO: Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dal fondo integrativo dell ENEL ai propri dipendenti

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine, 24 novembre 2014 CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto Il 18 settembre 2014 è stato sottoscritto

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore Minimi contrattuali in vigore dal 1/1/2015 al 31/12/2015 Livello Profilo Tabella A C Non Conviventi Paga Oraria A Colf senza esperienza 4,51 A Super Baby

Dettagli

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO 2 Struttura della retribuzione CCNL 2002-2005 art. 33 TRATTAMENTO FONDAMENTALE TRATTAMENTO ACCESSORIO INDENNITA

Dettagli

Varie VENERDÌ 1 LUNEDÌ 18

Varie VENERDÌ 1 LUNEDÌ 18 INFORMATIVA N. 174 04 MAGGIO 2015 Varie ADEMPIMENTI E SCADENZE CONTRATTUALI DEL MESE DI MAGGIO 2015 GLI ADEMPIMENTI DEL MESE DI MAGGIO Modd. 730 precompilati VENERDÌ 1 A partire da tale data possibilità

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare

Le spettanze di una collaboratrice familiare Le spettanze di una collaboratrice familiare La retribuzione base, per una collaboratrice familiare deve essere concordata rispettando i seguenti minimi contrattuali: Minimi contrattuali in vigore dal

Dettagli

CNA Servizi Srl via Millio, 26 10141 Torino tel. 011.19672111 fax 011.19672207 www.cna.to.it

CNA Servizi Srl via Millio, 26 10141 Torino tel. 011.19672111 fax 011.19672207 www.cna.to.it Dipartimento Sindacale e Consulenza del lavoro Torino, 24 agosto 2011 CIRCOLARE 36/11 Alle Imprese Industriali dei Servizi di Pulizia LORO SEDI OGGETTO: Rinnovo c.c.n.l. pulizia e servizi integrati industria

Dettagli

AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI SETTEMBRE 2015

AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI SETTEMBRE 2015 AGGIORNAMENTI CONTRATTUALI SETTEMBRE 2015 SOMMARIO 1. CIRCOLARE MENSILE SETTEMBRE 2 1.1. VARIAZIONI CONTRATTUALI MESE DI SETTEMBRE... 2 1.2. GESTIONE UNA TANTUM... 4 2. AGGIORNAMENTO DEL 22/09/2015 12

Dettagli

IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Ipotesi di Accordo del 18 settembre 2014

IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Ipotesi di Accordo del 18 settembre 2014 Il 18 settembre 2014 è stato sottoscritto l accordo per il rinnovo del CCNL per i dipendenti dalle imprese artigiane esercenti Servizi di Pulizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. Roma, 12/8/2004 DIREZIONE CENTRALE PENSIONI Ufficio I Normativa Tel. 06 51017626 Fax 06 51017625 E mail dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali istituto nazionale di

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 Art. 1 Durata e decorrenza del contratto biennale 1. Il presente contratto biennale

Dettagli

A relazione del Presidente Chiamparino:

A relazione del Presidente Chiamparino: REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2014, n. 1-1 Conferimento incarico di portavoce del Presidente della Giunta regionale alla dottoressa Alessandra Perera,

Dettagli

CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO - PROVINCIALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Il giorno 13 dicembre 2006, a Trento presso la sede della Federazione Trentina della Cooperazione,

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PAGAMENTO DELLE FERIE NON GODUTE QUESITO (posto in data 7 dicembre 2013) Sono il Direttore della struttura complessa Rischio Clinico di un Ospedale, a fine gennaio andrò in pensione per raggiunti

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale.

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale. Roma, 21 dicembre 2009 LE TREDICESIME DEL 2009 * * * Nelle famiglie stanno per arrivare le tredicesime, un flusso di danaro che sempre di più verrà utilizzato per soddisfare bisogni primari a discapito

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 06 2014

NEWSLETTER LAVORO 06 2014 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 06 2014 Normativa lavoro 1. Legge di Stabilità 2. Jobs Act 3. Reminder: tempi determinati 4. Lavoro intermittente: verifica e nuova applicazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AFFIDAMENTO LAVORI ALLA DITTA ESECUTRICE (art. 90 D.Lgs. 09/04/2008, n. 81)

DICHIARAZIONE DI AFFIDAMENTO LAVORI ALLA DITTA ESECUTRICE (art. 90 D.Lgs. 09/04/2008, n. 81) Protocollo Allo Sportello Unico per l Edilizia Comune di Monte San Pietro Pratica U.T. Cod. Eco DICHIARAZIONE DI AFFIDAMENTO LAVORI ALLA DITTA ESECUTRICE (art. 90 D.Lgs. 09/04/2008, n. 81) DA ALLEGARE:

Dettagli

ISTRUZIONI Dati previsti dalla procedura per richiedere un DURC (I dati sono stati raggruppati nei quadri A, B e C per agevolare gli utenti)

ISTRUZIONI Dati previsti dalla procedura per richiedere un DURC (I dati sono stati raggruppati nei quadri A, B e C per agevolare gli utenti) ISTRUZIONI Dati previsti dalla procedura per richiedere un DURC (I dati sono stati raggruppati nei quadri A, B e C per agevolare gli utenti) QUADRO "A" A1) Specificare chi sta richiedendo il DURC; A2)

Dettagli

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007.

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it ROMA, 15/07/2008

Dettagli

Contratto: DIRIGENTI - Aziende industriali CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO

Contratto: DIRIGENTI - Aziende industriali CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO Contratto: DIRIGENTI - Aziende industriali CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO per i dirigenti di aziende industriali 23 MAGGIO 2000 (Decorrenza: 1 gennaio 2000 - Scadenza: 31 dicembre 2003) La parte

Dettagli

RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO)

RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO) INFORMATIVA N. 230 18 GIUGNO 2015 Contrattuale RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO) Ipotesi di accordo del 10 giugno 2015 In data 10 giugno 2015, tra CONFARTIGIANATO Chimica, Gomma,

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Articolo 1: validità delle norme contrattuali per tutto il personale compreso il personale a tempo determinato La prima importante

Dettagli

SISTEMA DELLA BILATERALITA

SISTEMA DELLA BILATERALITA SISTEMA DELLA BILATERALITA Con la firma dei due accordi interconfederali con CGIL-CISL-UIL, - del 20 settembre 2011 con il quale viene disciplinata la figura del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza,

Dettagli

LEGNO, ARREDAMENTO, MOBILI - Area Legno, Lapidei CCNL Ipotesi di Accordo del 25 marzo 2014 - C.C.I.R.L. del 7 Febbraio 2001

LEGNO, ARREDAMENTO, MOBILI - Area Legno, Lapidei CCNL Ipotesi di Accordo del 25 marzo 2014 - C.C.I.R.L. del 7 Febbraio 2001 Ipotesi di Accordo del 25 marzo 2014 Confartigianato legno e arredo, Confartigianato marmisti, Cna Produzione, Cna Costruzioni, Casartigiani, Claai con Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil hanno rinnovato

Dettagli

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione.

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione. DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE Roma, 4-7-2005 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per loro tramite: - Alle Amministrazioni Statali - Agli Enti con Personale Iscritto alle Casse CPDEL,

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga.

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Obbligo della retribuzione globale di fatto. Come abbiamo detto, la tredicesima si calcola sulla base della retribuzione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento ai sensi dell art. 24, comma 18, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre

Dettagli

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008.

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008. Acc. 9 maggio 2006 Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale del comparto delle regioni e delle autonomie locali, per il biennio economico 2004-2005. AGGIORNATA AL 31/12/2008. Pubblicato nella

Dettagli

Per tutti gli assistiti con età >75 anni. Si calcola in dodicesimi. E di importo uguale al corrispondente istituto della precedente convenzione.

Per tutti gli assistiti con età >75 anni. Si calcola in dodicesimi. E di importo uguale al corrispondente istituto della precedente convenzione. ALLEGATO A) Disposizioni per il riconoscimento del nuovo trattamento economico previsto dagli AA.CC.NN. resi esecutivi in data 23 marzo 2005 mediante intesa nella Conferenza Stato-Regioni per la disciplina

Dettagli

Ferie, rimborsabilità solo a fine rapporto; indennità per riposo non goduto alla risoluzione del contratto

Ferie, rimborsabilità solo a fine rapporto; indennità per riposo non goduto alla risoluzione del contratto Il principio fissato dal dlgs n. 66/03 sull'orario di lavoro Ferie, rimborsabilità solo a fine rapporto; indennità per riposo non goduto alla risoluzione del contratto Il periodo di ferie non godute è

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO

SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO ARTT. 30 40 D.LGS 81/2015 IL CONTRATTO DI È IL CONTRATTO, A TEMPO INDETERMINATO O DETERMINATO, CON IL QUALE UN AGENZIA DI AUTORIZZATA METTE A DISPOSIZIONE DI UN UTILIZZATORE UNO O PIÙ LAVORATORI SUOI DIPENDENTI,

Dettagli

Cassa integrazione guadagni ordinaria. Enzo Mologni 01-10-2013

Cassa integrazione guadagni ordinaria. Enzo Mologni 01-10-2013 Cassa integrazione guadagni ordinaria Enzo Mologni 01-10-2013 CIG legge 164/1975 Il datore di lavoro può sospendere i lavoratori e ricorrere alla CIG per fronteggiare situazioni di crisi caratterizzate

Dettagli

www.conteggilavoro.it Siamo operativi dal 1986 e dal 08/03/2000 on-line con il sito: www.conteggilavoro.it

www.conteggilavoro.it Siamo operativi dal 1986 e dal 08/03/2000 on-line con il sito: www.conteggilavoro.it Conteggi del Lavoro e Previdenza La Passione trasformata in Lavoro CARMINE PAGNOZZI Via S. Giovanni Maggiore Pignatelli, 34 80134 NAPOLI - Tel/Fax 081 55.20.240 Cell. 338 35.53.391 - E-Mail: info@conteggilavoro.it

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO Introduzione al mondo del lavoro di cura L inquadramento (Minimi contrattuali in vigore PER L ANNO 2011) LIVELLO TABELLA A CONVIVENTI TABELLA B CONVIVENTI PART-TIME TABELLA

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine,11 aprile 2014 CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto Il 25 marzo 2014 è stato sottoscritto l accordo per il

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS C O P I A DETERMINAZIONE DEL SETTORE: Area Amministrativa - Affari Generali Oggetto: QUANTIFICAZIONE DEL LIMITE DI SPESA PER PERSONALE ASSUNTO CON FORME

Dettagli

Normative attuali sul rapporto di lavoro dei collaboratori di studio

Normative attuali sul rapporto di lavoro dei collaboratori di studio Normative attuali sul rapporto di lavoro dei collaboratori di studio Analisi dei costi e delle opportunità Relazione a cura del Dr. Giuseppe Motta Siracusa, 17 maggio 2013 Ambito di analisi Strutture sanitarie

Dettagli

LEGENDA SETTORI AGRICOLTURA

LEGENDA SETTORI AGRICOLTURA LEGENDA SETTORI AGRICOLTURA CCNL Addetti lavori sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria; CCNL consorzi di bonifica; CCNL per gli operai agricoli e florovivaisti; CCNL per i dipendenti dei

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

Effetti della revoca del concordato e dichiarazione di fallimento sui rapporti di lavoro

Effetti della revoca del concordato e dichiarazione di fallimento sui rapporti di lavoro Effetti della revoca del concordato e dichiarazione di fallimento sui rapporti di lavoro Relatore Luisella Fontanella Dottore Commercialista Revisore Legale Esperta in Consulenza del Lavoro Milano, 28

Dettagli

Nota informativa. SCHEDA SINTETICA per i potenziali aderenti (depositata presso la Covip il 19/05/2015)

Nota informativa. SCHEDA SINTETICA per i potenziali aderenti (depositata presso la Covip il 19/05/2015) FONDAPI FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 116 SCHEDA SINTETICA per i potenziali

Dettagli