SPORTELLO APPALTI IMPRESE IN SARDEGNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPORTELLO APPALTI IMPRESE IN SARDEGNA"

Transcript

1 SPORTELLO APPALTI IMPRESE IN SARDEGNA LE IMPRESE SARDE E IL MERCATO DEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE APPROFONDIMENTO E ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO indagine CATI Presentazione e questionario (bozza) 1

2 Obiettivi Presentazione dell indagine L indagine Cati (Computer Assisted Telefonic Interview) ad un campione di imprese con almeno una sede operativa in Sardegna già operanti nel marcato dei beni e servizi per la Pubblica Amministrazione o comunque interessate ad entrarvi, è finalizzata a rilevare i fabbisogni, professionali e formativi, relativi a tale segmento di mercato e dunque dalle stesse avvertiti per rafforzare la propria competitività nel settore. Oltre a tale finalità specifica, l indagine riprende ed approfondisce, grazie alla somministrazione telefonica di un questionario più articolato, i temi già oggetto dell indagine on line (CAWI), con la quale condivide dunque alcune parti (domande). Fra questi in particolare la mappatura dell offerta, effettiva e potenziale, del mercato della PA, investigata sia per singola categoria merceologica che per mercato di riferimento anche attraverso la ricostruzione delle esperienze di partecipazione alle gare e di fornitura (di beni o servizi) alla PA. Rientra indirettamente nel tema dell analisi dei fabbisogni formativi e professionali anche la parte dedicata ad evidenziare le criticità del mercato avvertite dall azienda anche relativamente alle singole fasi del processo (partecipazione alle gare, affidamento, esecuzione del contratto). Un approfondimento è inoltre dedicato alle esperienze ed alle reti di parternariato con le altre imprese. 2

3 Universo e e campione Definito l universo (o popolazione obiettivo) come l insieme delle imprese con sede in Sardegna che operano o sono interessate ad operare nel mercato dei beni e servizi della PA (un insieme che si può far coincidere con l offerta potenziale del mercato beni e servizi della PA), l indagine sarà rivolta ad un campione di almeno 30 imprese (se esistenti) operanti nella fornitura di beni e nella fornitura di servizi per ognuna delle categorie merceologiche riportate in allegato al questionario di cui oltre. Con l ulteriore vincolo (migliorativo) di un numero complessivo di interviste valide non inferiore a Il campione così formato si può definire di tipo stratificato o per quota, ovvero a numerosità uniforme e prefissata per ciascuno strato. Il questionario sarà in particolare somministrato ad un campione di imprese: - che abbiano partecipato a gare pubbliche (gruppo gare ) - che abbiano comunque fornito servizi/prodotti della PA tramite affidamenti diretti (gruppo extragare ) - che siano comunque interessate a valutare la possibilità dell ingresso nel mercato PA ( gruppo potenziale) A seguito dell iniziale verifica, le imprese in possesso dei requisiti di eleggibilità saranno attribuite ai diversi gruppi e seguiranno un percorso dedicato dell intervista. 1 Quanto alla significatività attesa, assumendo a primo indicativo e sommario riferimento un universo di aziende, stimato a partire da un insieme di circa imprese attive non appartenenti al settore edile e di forma diversa dalla ditta individuale e considerando che in base a risultati di una indagine annuale di PromoPa realizzata in collaborazione con il Centro Statistica Aziendale di Firenze circa la soddisfazione delle Micro e Piccole Imprese (che costituiscono la stragrande maggioranza numerica dell universo delle aziende) nei confronti della PA, appena il 30% di esse è risultato partecipare con forme dirette o indirette al mercato degli affidamenti pubblici ed un ulteriore 20% si dice comunque interessato ad entrarvi, un campione programmato di unità corrisponderebbe ad una quota di campionamento del 10% e ad un errore campionario inferiore al 2,5% con un intervallo di confidenza del 95%. 3

4 Il processo è descritto nel seguente diagramma di flusso: verifica possesso requisiti assenza dei requisiti esce: non prosegue l'intervista presenza dei requisiti attribuzione al gruppo sezione questionario gare extragare potenziale B. settore e mercato di riferimento si si si C1. Esperienze di partecipazione a gare domande 3 e 4 ed pubbliche si eventuali collegate no C.2 Esperienze di parternariato dalla domanda 3 dalla domanda 3 D. Presenza nel mercato della PA si dalla domanda 2 no E. Valutazione della gravosità delle procedure si no no F. Motivo della non partecipazione... a gare pubbliche si si domande 1 e 3 G. Interesse potenziale verso i servizi dello sportello si si si H. Forma giuridica e dimensione dell'azienda si si si Tecnica di indagine ed elementi organizzativi La tecnica CATI (Computer Assisted Telephonic Interview) segue un processo ormai classico che, per macrofasi, prevede: la definizione del questionario, la sua trascrizione in formato elettronico CATI con software dedicato. la definizione del piano di campionamento e la formazione del campione per estrazione casuale delle unità da archivi di base da acquisire e normalizzare ad hoc (anche attraverso recupero di informazioni relative al recapito telefonico se eventualmente mancanti); la somministrazione telefonica dei questionari da pare di intervistatori appositamente formati Determinate, ai fini della buona riuscita dell indagine e dunque dell affidabilità e significatività statistica dei risultati, appare la realizzazione delle azioni previste 4

5 all interno del cosiddetto sistema di qualità della rilevazione e mirate alla riduzione dell errore non campionario. Fra queste rappresentano e coincidono con possibili criticità organizzative quelle mirate a ridurre il numero di cosiddette cadute ovvero: mancate interviste per errori, dovuti a incompletezza ed inaffidabilità, degli archivi di base da cui estrarre per selezione casuale le unità campionarie (impossibilità di individuare o rintracciare l impresa); rifiuti a concedere l intervista. Supporto organizzativo utile Fondamentale, per quanto detto, è che l intero sistema di soggetti Istituzionali a vario titolo coinvolti o direttamente interessati alla ricerca ed al progetto collabori al buon successo dell indagine. Riferendosi alle due maggiori criticità appena sopra segnalate, si ravvisa in particolare: l estrema importanza di disporre di archivi di base ufficiali, di tipo amministrativo o statistico, come nel caso del Registro Imprese delle Camere di Commercio o Albi (artiginato, professionali etc.) riconosciuti; l importanza che associazioni imprenditoriali e di categoria, promuovano iniziative di promozione e sensibilizzazione presso i propri associati; le stesse associazioni, patrocinando o sostenendo in altra forma l indagine acconsentano a che l intervistatore inserisca il loro nominativo fra i promotori. E infatti provato un maggiore livello di partecipazione nei casi in cui l indagine è proposta da un Ente o associazione di cui l intervistato si sente parte. 5

6 Questionario Presentazione Buongiorno, sono, intervistatore/trice del Centro Statistica Aziendale di Firenze, Società incaricata da Sardegna Ricerche per la realizzazione di una indagine telefonica sul coinvolgimento delle imprese sarde nel mercato della Pubblica Amministrazione, Quale è il suo ruolo all interno dell azienda? titolare socio direttore responsabile amministrativo altro (specificare: ) Se posizione di vertice prosegue, altrimenti chiede diverso interlocutore A. Verifica dei requisiti 1. La Sua impresa ha sede legale in Sardegna? Si _ No _ 1b (se 1=no) ha comunque una sede operativa o una unità locale con dipendenti in Sardegna? Si _ No _ Esce 2. In quale provincia: 3. In quale settore opera la sua azienda? a. Agricoltura b. Edilizia c. altra industria d. commercio e. altri servizi 6

7 4. la Sua azienda, da sola o in forma associata, ha partecipato a gare (con o senza bando) della Pubblica Amministrazione (Amministrazioni centrali, locali, sanità e università ) per la fornitura di prodotti o servizi *? a. Si, ma in passato adesso non più b. Si passa a domanda 9. poi segue percorso gare c. No 5. (se 4=no o se 4=si ma in passato) al di fuori di gare e appalti pubblici le è comunque capitato di avere rapporti di fornitura di prodotti o servizi * alla PA (affidamenti diretti)? Si _ passa a domanda 9. poi segue percorso extragare No _ 6. (se 5=no) ha mai prestato servizi o fornito prodotti * in subappalto/subfornitura ad imprese nell ambito di contratti di queste ultime con la PA? Si _ passa a domanda 9. poi segue percorso potenziale No _ 7. (se 6=no) ritiene che i suoi prodotti/servizi * possano essere collocati sul mercato della PA? a. Si passa a domanda 9. poi segue percorso potenziale. b. No perché esclusivamente dedicati al mercato privato Esce c. No perché non di particolare interesse per la PA mercato provato d. Probabilmente/Non so/non ho mai verificato 8. (se 7=c o 7=d) Sarebbe interessato a verificare/approfondire se quello della PA può rappresentare un mercato di sbocco per i suoi che i suoi prodotti/servizi*? Si _ passa a domanda 9. poi segue percorso potenziale No _ Esce 9. A quale categoria merceologica appartengono i prodotti/servizi *della sua azienda (segnalazione multipla)? Vedi elenco categorie merceologiche eventualmente da disaggregare per essere ricondotte alle categorie di cui al rapporto Avcp: *)in caso l impresa appartenga al settore costruzioni specificare sempre che ci si riferisce solo al mercato dei beni e servizi e non a quello delle opere pubbliche. 7

8 B. settore e mercato di riferimento Percorsi interessati Gare: si Extragare: si Potenziale: si 1. In quale anno è iniziata l attività della Sua azienda? 2. Il mercato di riferimento della sua impresa è: In tutto In parte Locale (comunale/provinciale) % Regionale % Nazionale % Internazionale % 3. all interno del suo settore e mercato come definirebbe la posizione competitiva della sua azienda? a. Leader b. alta c. media d. bassa e. di nicchia 4. In particolare quale è /potrebbe essere il servizio/prodotto di punta della Sua azienda per il mercato della PA? 5. a quale gruppo di imprese appartiene la Sua azienda? a. micro (addetti < 10 e fatturato <= 2 ML ; ) b. piccola (addetti < 50 e fatturato <= 10 ML ) c. media (addetti < 250 e fatturato <= 50 ML ) d. grande (addetti > 250 o fatturato > 50 ML ) 6. La Sua azienda: Con sole imprese sarde Con imprese anche di altre regioni Appartiene ad un consorzio / cooperativa Appartiene ad una rete di imprese Appartiene ad un gruppo di imprese (compartecipazione di quote societarie) Ha sottoscritto accordi di filiera 8

9 C1. Esperienze di partecipazione a gare pubbliche Percorsi interessati Gare: si Extragare: solo domande 3 e 4 Potenziale: no 1. a quante gare ha partecipato negli ultimi tre anni? Se non ricorda: a. mai b. 1-3 c. 4-5 d e f g. Oltre (se 1>0) (sempre negli ultimi tre anni) Per quali tipologie di Enti? Localizzati in Sardegna Localizzati in altre regioni Ministeri, organi costituzionali, Autorità Agenzie fiscali Aziende regionali del Sistema sanitario nazionale Centrali di committenza in ambito sanitario Enti di previdenza ed ordini professionali Università ed Enti di ricerca Centrali di committenza Enti, fondazioni e agenzie produttori di servizi assistenziali, ricreativi, culturali, ambientali, economici e di regolazione Camere di commercio Enti, concessionari ed imprese di gestione di reti ed infrastrutture di servizi pubblici Regioni e province Comuni Comunità montane e Unione di comuni Enti per l edilizia residenziale pubblica Altri (specificare 9

10 3. attraverso quali procedure ha partecipato a gare / fornito servizi o prodotti alla PA? Massimo ribasso Offerta economicamente più vantaggiosa affidamento diretto (art. 125) gara con procedura ristretta (gara ad inviti) (art. 55) gara con procedura aperta (art. 55) procedura negoziata previa pubblicazione di un bando di gara (art. 56) procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara (art. 57) dialogo competitivo (art. 58) adesione ad accordi quadro/convenzioni (art. 59) sistema dinamico di acquisizione (art. 60) cottimo fiduciario / affidamento diretto (art. 125) concessioni 4. è iscritto all albo fornitori di qualche Ente? 4b. (se si) in particolare: di Enti locali sardi di Enti locali di altre regioni di Enti dell amministrazione centrale dello Stato 5. ha mai partecipato a gare utilizzando procedure on line? SI NO 6. (se 5=si) Quali strumenti avete utilizzato? Richieste di offerta sul MEPA di Consip Gare telematiche su piattaforma di Consip Gare telematiche su piattaforme regionali Gare telematiche su sistemi di singole PA 10

11 C.2 Esperienze di parternariato per la partecipazione a gare o per l esecuzione di contratti Percorsi interessati Gare: si Extragare: dalla domanda 3 Potenziale: dalla domanda 3 1. (se C1.1>0) (sempre negli ultimi tre anni) Per partecipare a gare ha attivato collaborazioni (RTI, consorzi ) con altre imprese? a. Mai; b. occasionalmente; c. spesso; d. sempre. 2. (se 1: diverso da mai) in particolare: Con sole imprese sarde Con imprese anche di altre regioni Come capofila /mandante di RTI Come mandataria di RTI Come mandataria di RTI con capogruppo impresa non sarda 3. ha avuto occasione di ricevere/prestare requisiti per la partecipazione secondo la disciplina dell avvalimento? a imprese sarde a imprese di altre regioni Prestando requisiti (avvalimento) Ricevendo requisiti (avvilimento) 4. Ha eseguito / affidato servizi in subappalto o subfornitura nell ambito di contratti pubblici? da/a imprese sarde da/a imprese di altre regioni Eseguito servizi o fornito beni in subappalto Affidato servizi o acquisito beni in subappalto 11

12 5. (se 1: diverso da mai o 3=si o 4=si) Per quali motivi ha attivato collaborazioni con altre imprese? Con sole imprese sarde Con imprese anche di altre regioni Per prossimità territoriale della/delle altra/e impresa/e rispetto al luogo di esecuzione del contratto; Per prossimità territoriale della Sua impresa rispetto al luogo di esecuzione del contratto; Per rafforzare i requisiti economici Per rafforzare i requisiti tecnici Per complementarietà dell attività economica Altro (specificare 6. (se 1: diverso da mai o 3=si o 4=si) Quanto ritiene essere stati efficaci le sue esperienze di parternariato per partecipare a gare pubbliche? 1. per niente; 2; poco; 3. mediamente; 4. molto; 5. moltissimo 7. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni (scala 1-5, da 1. per niente a 5. completamente)? Le RTI e le altre forme di associazione per la partecipazione alle gare sono importanti: per consentire l accesso al mercato della PA a imprese che da sole troverebbero lo sbarramento dei requisiti per partecipare a gare fuori Regione per redigere, grazie alla condivisione ed alla complementarietà delle esperienze e competenze, offerte tecniche più competitive per poter condividere competenze amministrativo-gestionali specifiche in materia di contratti pubblici i cui costi graverebbero troppo su una sola azienda perché oggi è importante in generale, non solo nel settore della PA, fare massa con le altre imprese 12

13 D. Presenza nel mercato della PA Percorsi interessati Gare: si Extragare: dalla domanda 2 Potenziale: no 1. Quante volte negli ultimi tre anni si è aggiudicata, da sola o in forma associata, una gara? con Enti/istituzioni sarde con Enti centrali con sede in Sardegna con Enti/istituzioni non localizzati in Sardegna in totale 2. Sempre con riferimento agli ultimi tre anni, quanto ha pesato (in percentuale) il cliente PA sul suo fatturato? % 3. (se 2.>0) Nel corso dell ultimo triennio la sua azienda ha avuto occasione di accumulare crediti nei confronti della PA (si intendono per tali pagamenti in ritardo rispetto agli accordi contrattuali)? a) Mai b) Sì, ma occasionalmente c) Frequentemente / correntemente 4. (se 3.=si) Vorrebbe indicarci il ritardo medio rispetto ai termini contrattuali con il quale tali crediti sono stati saldati dalla PA? gg 13

14 E. Valutazione della gravosità delle procedure Percorsi interessati Gare: si Extragare: no Potenziale: no In una scala di valutazione da 1 a 5 (dove 1 significa per nulla e 5 significa estremamente ) quanto trova pesanti / critici i seguenti aspetti legati a: 1. la decisione e la preparazione alla partecipazione: interpretazione del bando complessità della struttura del capitolato ricerca dei partner verifica del possesso dei requisiti soggettivi di ammissibilità predisposizione dell offerta tecnica definizione dell offerta economica accesso ad altre informazioni utili alla partecipazione 2. gli adempimenti amministrativi per la partecipazione alla gara predisposizione della documentazione per la procedura in economia (cottimo, gara informale, 5 inviti) attestazione requisiti di ordine generale attestazione requisiti economico-finanziari attestazione requisiti tecnico-professionali dichiarazione avvalimento requisiti garanzia a corredo dell offerta presentazione della documentazione richiesta 3. l esecuzione del servizio avvio/messa a regime del servizio emersione carenze progettuali nel servizio richiesto gestione rapporti amministrativi e relazioni con il committente modifiche impreviste richiesta dal committente al piano di lavoro e delle prestazioni tempi dei pagamenti delle prestazioni e/o dei servizi resi 4 (se C1.5=si) In caso di partecipazione a gare on line (e-procurement) quanto ha trovato pesanti? L iscrizione all albo telematico La predisposizione della documentazione per la procedura in economia 14

15 (cottimo, gara informale, 5 inviti) L attestazione requisiti di ordine generale L attestazione requisiti economico-finanziari L attestazione requisiti tecnico-professionali La garanzia a corredo dell offerta La presentazione dell offerta mediante piattaforme telematiche L archiviazione elettronica della documentazione 5. Quali ulteriori elementi di criticità può segnalare? 15

16 F. Motivo della non partecipazione o della eventuale rinuncia alla partecipazione a gare pubbliche Percorsi interessati Gare: si Extragare: si Potenziale: domande 1 e 3 1. Quali dei seguenti fattori hanno o possono rappresentare un reale ostacolo alla (maggiore) partecipazione a gare pubbliche? (si/no) scarse occasioni di richieste (pochi bandi) per i propri prodotti/servizi margini di guadagno troppo ridotti (ribassi troppo elevati/ utili attesi dall affidamento o vendita alla PA) eccessivo peso dell investimento iniziale in risorse professionali e tecniche adeguate eccessivo perso dei costi indiretti (ritardo di pagamento etc.) costi troppo elevati per la progettazione complessità delle procedure di partecipazione e della documentazione di gara complessità e pesantezza delle procedure e degli adempimenti amministrativi in caso di esecuzione del servizio/fornitura del prodotto difficoltà di relazione con il personale PA difficoltà nella redazione del progetto laddove richiesto mancato possesso formale dei requisiti minimi richiesti difficoltà ad individuare una congrua partnership competizione non basata sulla qualità assenza di trasparenza delle procedure (carenza di legalità) difficoltà ad entrare in un mercato bloccato dalla tendenza della PA ad affidarsi ad imprese di propria fiducia; mercato in mano alle imprese di più grandi dimensioni mercato in mano alle imprese del continente mercato non concorrenziale in quanto condizionato dalla presenza di imprese che non rispettano le norme e le regole (evasione fiscale ed obblighi contributivi, minimi retributivi etc.); Altro (specificare: 2. La Sua azienda ha come obiettivo una maggiore presenza nel mercato della PA? a. No lo ritiene residuale b. No, ha altre strategie di mercato c. No, non ha sufficiente fiducia verso nel mercato della P.A d. Si, ma non nel breve termine e. Si, anche nel breve termine 16

17 3. di quali delle seguenti competenze ritiene di avere (maggiore) bisogno per entrare o rafforzare la sua posizione nel mercato della PA? Perché tali figure Perché tali figure sono numericamente sono presenti ma carenti necessitano di aggiornamento Giuridiche, per essere in grado di comprendere gli aspetti legali e normativi e eventualmente saper gestire i contenziosi con la PA Amministrative per seguire le procedure di gara e partecipazione Tecniche per la redazione dei progetti Tecnico-contabili per la gestione del budget Manageriali per la gestione dei progetti Tecniche per la realizzazione di nuovi prodotti/servizi destinati alla PA 17

18 G. Interesse potenziale verso i servizi dello sportello Percorsi interessati Gare: si Extragare: si Potenziale: si 1. Sarebbe interessato ad iscriversi ad uno sportello telematico dedicato alle imprese sarde dove ricevere supporto e informazione per la qualificazione dell offerta del mercato della PA ed ove condividere ed interscambiare informazioni con le altre imprese? a. no; b. non so, devo approfondire il contenuto dei servizi c. credo di si; d. sicuramente. 2. sarebbe interessato a partecipare ad interventi di formazione per accrescere conoscenze e competenze in materia di procedure di partecipazione e gare pubbliche? a. no; b. non so, devo approfondire il contenuto dei corsi c. credo di si; d. sicuramente. 3. (se interessato a 1 o 2) Se è interessato può lasciarci un recapito mail (se diverso da quello al quale ha ricevuto l invito alla compilazione del 18

19 H. INFORMAZIONI FINALI SU FORMA GIURIDICA E DIMENSIONE DELL AZIENDA 1 Forma giuridica dell azienda Ditta individuale Srl Società cooperative a rl. Società in accomandita semplice Spa altro: 2 Classe di fatturato inferiore a da a da a da a da a da a da a da a da a da a da a oltre Numero di addetti : 19

20 Tabelle CATEGORIE MERCEOLOGICHE Forniture 1F 2F 3F 4F 5F 6F 7F 8F 9F 10F 11F 12F 13F 14F 15F 16F 17F 18F 19F Fornitura macchine per ufficio ed elaboratori elettronici, attrezzature e forniture, HW e SW esclusi i mobili (PC, fotocopiatori, stampanti, ecc., pacchetti SW) Fornitura mobili (incluso mobili da ufficio), arredamento, apparecchi elettrodomestici (escluso illuminazione) Fornitura stampati e prodotti affini (libri, quotidiani, riviste, stampati anche in formato elettronico) Fornitura cancelleria Fornitura prodotti tipografici e gadget Fornitura attrezzature per radiodiffusione, televisione, comunicazione, telecomunicazione e affini (telecamere, TV, telefoni,) Fornitura materiali da costruzione Fornitura sostanze chimiche (Gas, azoto, reagentari chimici ecc.) Fornitura apparecchiature mediche, prodotti farmaceutici e per la cura personale Fornitura attrezzature da laboratorio, ottiche e di precisione (escluso vetri) Fornitura vetri e reagenti da laboratorio Fornitura attrezzature e articoli di consumo elettrici e per l'illuminazione Fornitura macchinari industriali, macchine e apparecchi, apparecchiature elettroniche e microelettroniche Fornitura macchine utensili e accessori Fornitura automezzi Fornitura indumenti ad uso professionale, indumenti speciali da lavoro e accessori Fornitura attrezzature di sicurezza e antincendio Fornitura di banche dati (brevetti, documentazione tecnica, ecc...) Fornitura online, digitale o analogica di immagini, illustrazioni, filmati, video, musica o altro prodotto audio di stock Servizi 1 S Servizi architettonici, ingegneria e ispezione 2 S Servizi di formazione 3 S Servizi informatici: consulenza informatica, sviluppo software, internet e supporto 4 S Servizi legati alla ricerca e sviluppo nonché servizi di consulenza affini 5 S Servizi pubblicitari 6 S Servizi di consulenza di materia di proprietà intellettuale (brevetti, marchi, design, copyright, licensing,.ecc..) 7 S Servizi di editoria, composizione e progettazione grafica, rilegature, finitura libri e riviste e assimilabili 8 S Servizi di organizzazione di mostre, fiere e congressi, eventi, seminari, servizi di marketing, ecc 9 S Servizi di trasloco, movimentazione e magazzinaggio 10 S Servizi di agenzie di viaggio, operatori turistici e servizi di assistenza turistica 11 S Servizio di ristorazione e di vendita al dettaglio 12 S Servizi di spedizione tramite corriere 13 S Servizi sanitari ospedalieri e affini 14 S Servizi finanziari e assicurativi 15 S Servizi immobiliari (affitto, vendita, acquisto, ecc.) 16 S Servizi cinematografici e videoservizi 17 S Servizi fognari, di raccolta dei rifiuti, di pulizia e ambientali 18 S Servizi di manutenzione e riparazione automezzi 19 S Servizi di riparazione, manutenzione e gestione impianti 20 S Servizi di rendicontazione e contabilità 21 S Servizi di gestione del personale 22 S Servizi di interpretariato e traduzione 23 S Servizi tipografici, ideazione gadget e copisteria 24 S Servizi di riparazione manutenzione e assistenza di apparecchiature da laboratorio 25 S Servizi di vigilanza 20

AVVISO PUBBLICO. 55N Servizi di riparazione manutenzione e assistenza di apparecchiature da laboratorio

AVVISO PUBBLICO. 55N Servizi di riparazione manutenzione e assistenza di apparecchiature da laboratorio COD.25_11 AGGIORNAMENTO CATEGORIE MERCEOLOGICHE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI - FORNITORI DI BENI E SERVIZI PER L ATTIVAZIONE DI PROCEDURE NEGOZIATE NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA

Dettagli

1. PROROGA DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DEL

1. PROROGA DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DEL Cod.58_11 AVVISO PUBBLICO PER IL RINNOVO DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI FORNITORI DI BENI E SERVIZI PER L ATTIVAZIONE DI PROCEDURE NEGOZIATE NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA VIGENTE E DEL REGOLAMENTO DEGLI

Dettagli

NOTA METODOLOGICA: LE INDAGINI DI CAMPO

NOTA METODOLOGICA: LE INDAGINI DI CAMPO NOTA METODOLOGICA: LE INDAGINI DI CAMPO I risultati presentati nel Rapporto sull analisi del mercato regionale dei contratti pubblici, che si considera circoscritto ai soli settori dei beni e dei servizi,

Dettagli

Cod.01_15 AVVISO PUBBLICO

Cod.01_15 AVVISO PUBBLICO Cod.01_15 AVVISO PUBBLICO PER LA PROROGA DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI FORNITORI DI BENI E SERVIZI PER L ATTIVAZIONE DI PROCEDURE NEGOZIATE NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA VIGENTE E DEL REGOLAMENTO LAVORI

Dettagli

Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010

Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010 Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010 FORMAZIONE ELENCO OPERATORI ECONOMICI CONSULTABILI NELL AMBITO DI PROCEDURE IN ECONOMIA PER IL TRIENNIO 2010-2012 (art. 7 del regolamento per l acquisizione in economia

Dettagli

STORIA DELLE VARIAZIONI

STORIA DELLE VARIAZIONI RESPONSABILITÀ Funzione Nome Data Redatto da Donatella Diotti 11/01/2012 Controllato e Approvato da Sergio Duretti, Paola Mascarello 12/01/2012 Emesso da Sergio Duretti 18/01/2012 STORIA DELLE VARIAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Approvato dall AU - il 13/06/14

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Approvato dall AU - il 13/06/14 REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato dall AU - il 13/06/14 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, tenuto conto delle specifiche

Dettagli

ELENCO CATEGORIE E SOTTOCATEGORIE MERCEOLOGICHE

ELENCO CATEGORIE E SOTTOCATEGORIE MERCEOLOGICHE ALLEGATO AA) AL REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO DI FORNITURE, SERVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA SOCIETA ATTIVA S.R.L. ELENCO CATEGORIE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI ANAS SpA

REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI ANAS SpA 8 Anas SpA Società con Socio Unico Cap. Soc. 2.269.892.000,00 Iscr. R.E.A. 1024951 P.IVA 02133681003 C.F. 80208450587 Via Monzambano, 10 00185 Roma Tel. 06 44461 Fax 06 4456224 06 4454956 06 4454948 06

Dettagli

Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza

Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina la formazione

Dettagli

della Regione Puglia 2007-2013

della Regione Puglia 2007-2013 FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE Programma di Sviluppo Rurale della Puglia MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013

Dettagli

Il sottoscritto, nato a. il, nella qualità di, della. ditta/società. Consede legale in, c.a.p., via, Codice Fiscale. tel.

Il sottoscritto, nato a. il, nella qualità di, della. ditta/società. Consede legale in, c.a.p., via, Codice Fiscale. tel. Camera di Commercio I.A.A. C.so Risorgimento, 302 86170 - ISERNIA OGGETTO: Istanza di iscrizione all Albo Fornitori. Il sottoscritto, nato a il, nella qualità di, della ditta/società Consede legale in,

Dettagli

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Delibera del D. G. n 165 del 16/09/2010 Delibera del D. G. n 142

Dettagli

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI.

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. Approvato con deliberazione N. del ART. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

Cos è lo Sportello Appalti Imprese

Cos è lo Sportello Appalti Imprese Cos è lo Sportello Appalti Imprese Lo Sportello Appalti Imprese è un iniziativa ideata e promossa da Sardegna Ricerche con l obiettivo di fornire supporto agli operatori economici sardi che intendono entrare

Dettagli

SCABEC S.P.A. SEDE OPERATIVA: PIAZZA DANTE, 89-80135 NAPOLI TEL. (00) 39 081 5624561 - FAX (00) 39 081 5628569

SCABEC S.P.A. SEDE OPERATIVA: PIAZZA DANTE, 89-80135 NAPOLI TEL. (00) 39 081 5624561 - FAX (00) 39 081 5628569 SCABEC S.P.A. SEDE OPERATIVA: PIAZZA DANTE, 89-80135 NAPOLI TEL. (00) 39 081 5624561 - FAX (00) 39 081 5628569 E-MAIL: @scabec. SITO INTERNET: www.scabec.it PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per gara ufficiosa Col.1 Col.2 Col.3

Dettagli

ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA

ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA Allegato 2 del Regolamento per la formazione e gestione dell elenco dei fornitori, di beni, servizi e lavori in economia (allegato A) ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA

Dettagli

Sportello Appalti Imprese

Sportello Appalti Imprese Sportello Appalti Imprese Gli appalti verdi e il mercato elettronico della P.A Indice Il mercato elettronico: il passato, il presente, il futuro Il GPP nel mercato elettronico Sportello Appalti Imprese:

Dettagli

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi Dicembre 2014 pag. 2 SOMMARIO Titolo I - OGGETTO E PRINCIPI... 3 Articolo

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per procedura di cottimo fiduciario

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE. IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE (D.L.vo 12 aprile 2006 n. 163)

CORSO DI FORMAZIONE. IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE (D.L.vo 12 aprile 2006 n. 163) CORSO DI FORMAZIONE IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE (D.L.vo 12 aprile 2006 n. 163) 30 novembre - 1 dicembre 2010 1 LE RAGIONI Fino al 2004 il diritto comunitario disciplinava

Dettagli

Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi

Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi approvato dal CdA del 12/03/2014 verbale n. 4/2014 I.R.VA.T. Istituto per la Valorizzazione

Dettagli

QUESTIONARIO PER LE IMPRESE DEL CONSORZIO INDUSTRIALE CAPITOLI DEL QUESTIONARIO

QUESTIONARIO PER LE IMPRESE DEL CONSORZIO INDUSTRIALE CAPITOLI DEL QUESTIONARIO QUESTIONARIO PER LE IMPRESE DEL CONSORZIO INDUSTRIALE CAPITOLI DEL QUESTIONARIO 1. Caratteristiche dell impresa 2. Addetti e Fatturato 3. L impresa e il Territorio 4. L impresa e il Consorzio 1 -QUESTIONARIO

Dettagli

Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti

Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti L utilizzo delle tecnologie applicate agli acquisti: il punto di vista delle imprese e delle stazioni appaltanti Annalisa Giachi

Dettagli

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Codice procedura: AC01 Revisione n 2 Data revisione: 23-07-2013 MANUALE DELLE PROCEDURE Sommario 1. Scopo della procedura 2. Glossario 3. Strutture

Dettagli

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo Regolamento per gli affidamenti in economia. pagina 1 di pagine 10 Articolo 1 Ambito di applicazione, oggetto. Il presente regolamento disciplina l attività dell

Dettagli

ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI

ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI ALLEGATO N. 2 ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI SEZIONE I FORNITURE... 1.1 ARREDI E COMPLEMENTI D ARREDO... 1.1.1 Mobili e arredi per ufficio... 1.1.2 Sedute, poltrone, divani... 1.1.3 Tendaggi, tappezzerie

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ATTIVITA NEGOZIALE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ATTIVITA NEGOZIALE Ministero dell Istruzione, Università e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE David Maria Turoldo www.istitutoturoldo.it - turoldo@istitutoturoldo.it Via Ronco n 11 24019 ZOGNO (BG) Tel. 0345/92210

Dettagli

per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia

per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia Regolamento FARMACIA COMUNALE DI COPRENO S.R.L. per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Premesso che la società: - per la fornitura di farmaci, parafarmaci

Dettagli

Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Verde

Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Verde Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Giugno 203 . Cos è il Marchio Il Marchio La Sardegna Compra, concesso dal Servizio SAVI (Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti e Sistemi

Dettagli

b) Organizzazione di eventi, seminari, workshop, conferenze stampa, missioni in Italia e all estero, per un importo fino a 200.

b) Organizzazione di eventi, seminari, workshop, conferenze stampa, missioni in Italia e all estero, per un importo fino a 200. Proteus Azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli per l artigianato e la piccola impresa Bando d iscrizione all Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi Le imprese

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Art. 1 - Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER LE FORNITURE ED I SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con Delibera Assemblea n. 12 del 03 Aprile 2003 Modificato con Delibera Assemblea n. 10 del 03 Aprile 2007 Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI Via Danimarca, 54 90146 Palermo c.f. 80012700821 Telefono 091 515231 - Fax 091 520622 www.liceoggalileipalermo.gov.it - paps010002@istruzione.it paps010002@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART

Dettagli

OGGETTO: BANDO DI ABILITAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DELL ALBO FORNITORI DEL SISTEMA ACQUISTI ON LINE DEL COMUNE DI CREMONA.

OGGETTO: BANDO DI ABILITAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DELL ALBO FORNITORI DEL SISTEMA ACQUISTI ON LINE DEL COMUNE DI CREMONA. OGGETTO: BANDO DI ABILITAZIONE PER L AGGIORNAMENTO DELL ALBO FORNITORI DEL SISTEMA ACQUISTI ON LINE DEL COMUNE DI CREMONA. In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 1360/32807 del 2 luglio 2004

Dettagli

UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N.

UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N. UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N. 163 INDICE DEGLI ARTICOLI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 AMBITO

Dettagli

COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina il sistema delle

Dettagli

AD PERSONAM Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma. Regolamento per l istituzione e gestione dell Albo Fornitori di beni e servizi

AD PERSONAM Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma. Regolamento per l istituzione e gestione dell Albo Fornitori di beni e servizi AD PERSONAM Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma Regolamento per l istituzione e gestione dell Albo Fornitori di beni e servizi Art. 1 Istituzione dell Albo Fornitori Il presente Regolamento,

Dettagli

Comune di Reggello. ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del )

Comune di Reggello. ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del ) Comune di Reggello ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del ) Categorie di Servizi (sez. I) Servizi assicurativi Servizi di brokeraggio

Dettagli

REGOLAMENTO ACQUISTI

REGOLAMENTO ACQUISTI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI STATALE Luigi Einaudi BASSANO DEL GRAPPA M.I.U.R. REGOLAMENTO ACQUISTI ART. 1 - INTRODUZIONE 1. Il presente regolamento disciplina, nell ambito del D.I. n.44/2001

Dettagli

(VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011)

(VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011) REGOLAMENTO SULLA COOPERAZIONE SOCIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 123 DEL 8 OTTOBRE 2001 (VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011) ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi

ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi IMPIANTISTICA ED ORGANIZZAZIONE UFFICI Impianti 1.1. - Impianti di condizionamento - Impianti di riscaldamento e caldaie

Dettagli

TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI

TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI FEEDEERRAAZZIIONEE NAAZZIIONAALLEE COLLLLEEGGII PRROFFEESSSSIIONAALLII TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA REGOLAMENTO INTERNO PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI Roma li 16/01/2016 pagina 2 di

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Istituto Comprensivo Casoria 5 Ludovico da Casoria succ. Via Brodolini, 19 Casoria (NA) Tel / Fax 081/7370972 Cod. Mecc. NAIC8EU009/Cod. Fiscale 930056850634 Mail naic8eu009@istruzione.it REGOLAMENTO D

Dettagli

Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA

Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA Programma per la Razionalizzazione degli Acquisti nella Pubblica Amministrazione Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA Dott. Pierpaolo Agostini Promozione Amministrazioni Territoriali

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI dell Azienda di Servizi alla Persona di Spilimbergo Approvato con Delibera del C. di A. n. 4 del 12.04.2011 ART. 1 NORME GENERALI SULL ATTIVITÀ CONTRATTUALE 1. L ASP,

Dettagli

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Pagina 1 di 6 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL

ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL CATEGORIE MERCEOLOGICHE Sezione 1:

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA

REGOLAMENTO DI CONTABILITA REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato con deliberazione dell Ufficio di Presidenza n. 200 del 10/6/1996. Modificato con deliberazioni dell U.P. n. 270 del 18/7/1997, n. 74 del 20/10/1999, n. 204 dell 11/12/2001,

Dettagli

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI Regione Calabria ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI (All. B) TABELLA MERCEOLOGICA SEZIONE I Fornitura di Beni CATEGORIA A Mobili ed arredi per ufficio - classe A/001 mobili ed arredi per ufficio - mobili

Dettagli

Regolamento spese in economia

Regolamento spese in economia Regolamento spese in economia DISCIPLINA DELLE PROCEDURE IN ECONOMIA PER L ACQUISTO DI LAVORI, BENI E SERVIZI Premessa - Considerata l esigenza di disciplinare, con procedura uniforme, le acquisizioni

Dettagli

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Scuola Secondaria di 1 Grado G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Via G.Carducci n.3-72023 MESAGNE (BR) Sede Materdona 0831 771421 Fax n. 0831 730667 Sede Moro / Fax 0831738266 C.F. 91062130744 - C.M. BRMM06500N

Dettagli

ARDISS (Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori)

ARDISS (Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori) ARDISS (Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori) CAPITOLATO GENERALE ALBO FORNITORI E PRESTATORI DI SERVIZI ARTICOLO 1 OGGETTO Il presente Capitolato disciplina l istituzione, la tenuta,

Dettagli

PROVINCIA DI AVELLINO

PROVINCIA DI AVELLINO PROVINCIA DI AVELLINO Settore Lavori Pubblici Edilizia Scolastica ELENCO UNICO TELEMATICO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, BENI E SERVIZI -DISCIPLINARE Art. 1 - OGGETTO Il presente disciplinare stabilisce

Dettagli

SCHEDA ANALISI RISCHIO RILEVAZIONE ATTIVITÀ A RISCHIO CORRUZIONE ELENCO PROCEDIMENTI SETTORE PROVVEDITORATO

SCHEDA ANALISI RISCHIO RILEVAZIONE ATTIVITÀ A RISCHIO CORRUZIONE ELENCO PROCEDIMENTI SETTORE PROVVEDITORATO Ambito del Rischio: Fornitura di beni e servizi in economia sia con l utilizzo di strumenti CONSIP che con le procedure tradizionali di affidamento diretto o gara esplorativa. Tipologia Procedimento: Individuazione

Dettagli

Azienda Turistica Locale Del Cuneese Valli Alpine E Città D Arte Società consortile a responsabilità limitata

Azienda Turistica Locale Del Cuneese Valli Alpine E Città D Arte Società consortile a responsabilità limitata Azienda Turistica Locale Del Cuneese Valli Alpine E Città D Arte Società consortile a responsabilità limitata Formazione di un elenco di operatori economici per l affidamento di lavori, servizi e forniture

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA COMUNE DI CALVENZANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 39 del 29/11/2004 Modificato con deliberazione di

Dettagli

REGOLAMENTO DEI PROCEDIMENTI DI SPESA IN ECONOMIA

REGOLAMENTO DEI PROCEDIMENTI DI SPESA IN ECONOMIA CONSORZIO INTERCOMUNALE DI SERVIZI Comuni di: Beinasco, Bruino, Orbassano Piossasco, Rivalta, Volvera REGOLAMENTO DEI PROCEDIMENTI DI SPESA IN ECONOMIA Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile

Dettagli

PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE AZIENDA USL7 DI SIENA 2014-2015-2016 ALLEGATO 2 MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI

PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE AZIENDA USL7 DI SIENA 2014-2015-2016 ALLEGATO 2 MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE AZIENDA USL7 DI SIENA 2014-2015-2016 ALLEGATO 2 MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI aggiornamento 31 gennaio 2014 Gestione contenzioso tramite legali esterni A. Affari Generali

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014

INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014 INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014 Obiettivi della ricerca 2 L Istituto di ricerca Quaeris ha condotto una WEB Survey per raccogliere i dati utili per l analisi sull internazionalizzazione

Dettagli

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1 Bando per l accesso agli Innovation Voucher DOMANDE FREQUENTI Modalità di presentazione delle domande 1. La marca da bollo ogni 4

Dettagli

Categoria 2: Attrezzatura per pulizia, sanificazione, materiale igienico e sanitario

Categoria 2: Attrezzatura per pulizia, sanificazione, materiale igienico e sanitario ALLEGATO C SEZIONE 1 - ACQUISIZIONE DI BENI Categoria 1: Manutenzione immobili 1.1.01 Fornitura e manutenzione impianti e prodotti anti-incendio/di sicurezza, antiintrusione, estintori, antinfortunistica

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGRIS SARDEGNA ALLEGATO 1. al disciplinare

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGRIS SARDEGNA ALLEGATO 1. al disciplinare ALLEGATO 1 al disciplinare DICHIARAZIONE UNICA (DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA) (resa ai sensi degli articoli 38, 46 e 47 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) A pena di esclusione la

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ACQUISTI DI FORNITURE DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ACQUISTI DI FORNITURE DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ACQUISTI DI FORNITURE DI BENI E SERVIZI Redatto ai sensi dell art. 125, comma 10 del D.Lgs 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO VIA UGOLINI, 83 58017 PITIGLIANO (GR) SERVIZIO SEGRETERIA COPIA DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 OGGETTO:

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Regolamento per l acquisto in economia di. forniture di beni e servizi. REGOLAMENTO PER ACQUISTI IN ECONOMIA. Regolamento Acquisti in economia pag.

Regolamento per l acquisto in economia di. forniture di beni e servizi. REGOLAMENTO PER ACQUISTI IN ECONOMIA. Regolamento Acquisti in economia pag. TECNOPOLIS CSATA Società consortile a responsabilità limitata Sede Legale: Str. Prov. Per Casamassima Km. 3-70010 Valenzano Bari/Italy tel. +39-80-4670.111 - fax +39-80-4551.868 Cap. soc. Euro 90.646,00

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE Articolo 1 (Oggetto) Articolo 2 (Responsabile del procedimento) Articolo

Dettagli

MODULISTICA PER RICHIEDERE L ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI

MODULISTICA PER RICHIEDERE L ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI MODULISTICA PER RICHIEDERE L ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI a) dei fornitori di beni che intendono essere invitati alle procedure negoziate, suddiviso per categorie merceologiche funzionali ai fabbisogni della

Dettagli

Sezione 1: Fornitura di beni

Sezione 1: Fornitura di beni Allegato A Sezione 1: Fornitura di beni NUMERO CATEGORIA 01 Immobili 01.1 Fornitura impianti e prodotti anti-incendio/di sicurezza, anti-intrusione, estintori, antinfortunistica 01.2 Fornitura materiale

Dettagli

DIPARTIMENTO AFFARI FINANZIARI REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

DIPARTIMENTO AFFARI FINANZIARI REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE 1 Articolo 1 Definizioni Sezione I Disciplina Generale Ai fini del presente regolamento si applicano le definizioni che seguono:

Dettagli

Istituto Comprensivo statale G. D. Petteni

Istituto Comprensivo statale G. D. Petteni Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo statale G. D. Petteni Via Buratti, 2 24124 BERGAMO tel 035/342094 Fax 035/361280 - CF 95118590165 email bgic81600a@istruzione.it

Dettagli

Si tratta di dati superiori alla media pari a 52,2% e 52,1%.

Si tratta di dati superiori alla media pari a 52,2% e 52,1%. L uso del personal computer e la connettività per imprenditori, lavoratori in proprio, liberi professionisti e dirigenti che utilizzano internet è elevata: rispettivamente 71,9% e 72,0% dei casi. Si tratta

Dettagli

ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA. Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013

ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA. Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013 ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

ALLEGATO "A" SCHEDA ANALISI RISCHIO RILEVAZIONE ATTIVITÀ A RISCHIO CORRUZIONE ELENCO PROCEDIMENTI PROVVEDITORATO Ambito del Rischio: Fornitura di beni e servizi in economia sia con l utilizzo di strumenti

Dettagli

Revisione febbraio 2014

Revisione febbraio 2014 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI SPECIALI (ai sensi dell art. 206 del D.lgs. 163/06 e della direttiva 2004/17/CE) Modifica dir. CEE 2004/17/CE e 2004/18/CE nuove

Dettagli

LE CENTRALI DI COMMITTENZA REGIONALI: S.C.R.-PIEMONTE PER LA COMPETITIVITÀ DEL TERRITORIO

LE CENTRALI DI COMMITTENZA REGIONALI: S.C.R.-PIEMONTE PER LA COMPETITIVITÀ DEL TERRITORIO 27 maggio 2009 Lingotto Fiere - Torino LE CENTRALI DI COMMITTENZA REGIONALI: S.C.R.-PIEMONTE PER LA COMPETITIVITÀ DEL TERRITORIO COSTITUZIONE SCR-PIEMONTE LEGGE COSTITUTIVA N. 19 DEL 06 AGOSTO 2007 OBIETTIVI

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre

Università degli Studi Roma Tre Università degli Studi Roma Tre Relazione annuale Consip Ai sensi dell art. 26, comma 4, della L. 488/1999 Anno Finanziario 2012 Quadro normativo di riferimento L art. 26 della Legge 488 del 23 dicembre

Dettagli

Prevedere eventuali allegati (CV, piani operativi, documenti sulla protezione della P.I., ecc.).

Prevedere eventuali allegati (CV, piani operativi, documenti sulla protezione della P.I., ecc.). Premessa e guida per la compilazione Il Business Plan deve essere riferito al primo triennio di attività, deve essere sintetico (lunghezza massima 20 pagine), chiaro, esaustivo ma, soprattutto, deve convincere

Dettagli

AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L.

AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L. AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L. (Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 7

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA SOCIETA DI PROMOZIONE PER L UNIVERSITA NELL IMPERIESE P.A. Via Nizza, 8 18100 Imperia Società soggetta all attività di direzione e coordinamento dell Amministrazione Provinciale di Imperia REGOLAMENTO

Dettagli

La costituzione di raggruppamenti d imprese è finalizzata a dimostrare uno o più dei seguenti requisiti:

La costituzione di raggruppamenti d imprese è finalizzata a dimostrare uno o più dei seguenti requisiti: SCHEDA FORME ASSOCIATIVE DI PARTECIPAZIONE Nessun concorrente partecipante a RTI può presentare più offerte, né potrà subentrare successivamente alla gara ove abbia presentato offerta in una qualsiasi

Dettagli

ALLEGATO B. ELENCO DEI SERVIZI (Allegato B) CATEGORIA 1-AUTOMEZZI CATEGORIA 2- ARREDAMENTO CATEGORIA 3-ATTREZZATURE PER UFFICIO SOTTOCATEGORIE:

ALLEGATO B. ELENCO DEI SERVIZI (Allegato B) CATEGORIA 1-AUTOMEZZI CATEGORIA 2- ARREDAMENTO CATEGORIA 3-ATTREZZATURE PER UFFICIO SOTTOCATEGORIE: ALLEGATO B ELENCO DEI SERVIZI (Allegato B) INDICE 1 AUTOMEZZI 2 ARREDAMENTO 3 ATTREZZATURE PER UFFICIO 4 ATTREZZATURE E SISTEMI INFORMATICI 5 TELEFONIA RETE E DATI 6 ATTREZZATURE VARIE 7 AUDIO E VIDEO

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE LICEO SCIENTIFICO STATALE Fulcieri Paulucci di Calboli Via Aldo Moro, 13-47100 FORLI Tel 0543-63095 Fax 0543-65245 e-mail: fops040002@istruzione.it casella di posta elettronica certificata: fops040002@pec.istruzione.it

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Disciplina per l acquisizione in economia dei beni e dei servizi da parte dell Agenzia Umbria Ricerche TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto della disciplina 1. La presente disciplina regolamenta

Dettagli

REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente Regolamento disciplina l'esecuzione dei lavori in economia e l acquisizione di beni e servizi

Dettagli

OGGETTO DELL AVVISO CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

OGGETTO DELL AVVISO CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL AFFIDAMENTO IN ECONOMIA, TRAMITE COTTIMO FIDUCIARIO, DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE E CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE E DI SOLLEVAMENTO FOGNARIO

Dettagli

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015 05 PROFILO ICT (RIF. 0/05) BENI E SERVIZI (RIF. 0/05) ANALISTA MERCATO BENI MOBILI (RIF. 03/05) ANALISTA MARKETING (RIF. 04/05) DESCRIZIONE La posizione ha la responsabilità di assicurare l acquisizione

Dettagli

Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi

Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi Articolo 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure per l acquisizione in

Dettagli

Art. 1 - ISCRIZIONE - Art. 2 - REQUISITI - Art. 3 - MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE - Art. 4 - CASI DI NON ACCETTAZIONE

Art. 1 - ISCRIZIONE - Art. 2 - REQUISITI - Art. 3 - MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE - Art. 4 - CASI DI NON ACCETTAZIONE Art. 1 - ISCRIZIONE - L iscrizione all Albo Fornitori qualificati è gratuita e su richiesta degli interessati che con formula di autocertificazione e sotto la propria responsabilità, indicano il possesso

Dettagli

I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture

I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:241236-2011:text:it:html I-Crema: Attrezzature per gas sotto pressione 2011/S 145-241236 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Forniture SEZIONE

Dettagli

Il Sottoscritto/a. nato a il. residente in cap via n. titolare-legale rappresentante dell impresa. forma giuridica. con sede legale in cap

Il Sottoscritto/a. nato a il. residente in cap via n. titolare-legale rappresentante dell impresa. forma giuridica. con sede legale in cap Alla CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. LATINA Ufficio Provveditorato Viale Umberto I, 80 04100 - Latina Oggetto: Richiesta di iscrizione Elenco dei fornitori. Il Sottoscritto/a nato a il residente in cap via

Dettagli

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Posta elettronica: Fax: +39.06.85.449.288

Indirizzo postale: Via Isonzo 19/E Città: Roma Codice postale: 00198. Posta elettronica: Fax: +39.06.85.449.288 della Ragioneria Generale UNIONE dello EUROPEA Stato. Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax: (352) 29 29 42 670 E-mail: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Consorzio di Bonifica «UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI» Via S. Martino 60 56125 PISA tel. 050 505411 fax 050 505438 www.ufficiofiumiefossi.

Consorzio di Bonifica «UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI» Via S. Martino 60 56125 PISA tel. 050 505411 fax 050 505438 www.ufficiofiumiefossi. AVVISO PUBBLICO INSERIMENTO NELL ELENCO APERTO DI FORNITORI DI BENI E SERVIZI DEL CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI DI PISA. Art.1 Oggetto dell avviso Procedura da seguire per l inserimento

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CENTRALE ACQUISTI DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA. Art 1. Oggetto

DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CENTRALE ACQUISTI DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA. Art 1. Oggetto DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CENTRALE ACQUISTI DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA. Art 1 Oggetto Il presente disciplinare regolamenta le modalità di funzionamento della Centrale Acquisti

Dettagli