PERIODICO D INFORMAZIONE SULL INNOVAZIONE, LO SVILUPPO DI QUALITÀ E LA PROMOZIONE ECONOMICA DELLA TOSCANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERIODICO D INFORMAZIONE SULL INNOVAZIONE, LO SVILUPPO DI QUALITÀ E LA PROMOZIONE ECONOMICA DELLA TOSCANA"

Transcript

1 n. 2 Toscana Economia 7 FEBBRAIO 2012 PERIODICO D INFORMAZIONE SULL INNOVAZIONE, LO SVILUPPO DI QUALITÀ E LA PROMOZIONE ECONOMICA DELLA TOSCANA Il nuovo bando, aperto fino al 15 marzo, si rivolge a tutti i comparti dell'economia Nuove risorse per ricerca e sviluppo alle imprese 70 milioni dalla Regione Simoncini: "L'obiettivo è valorizzare al massimo le eccellenze, favorendo lo sviluppo dell Hi-Tech" La Regione mette in campo più di 70 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca e sviluppo delle imprese toscane. Il nuovo bando, aperto fino al 15 marzo 2012, si rivolge alle imprese, in forma singola o associata, appartenenti a tutti i settori dell'economia regionale e di ogni dimensione. Sono tre le tipologie di progetti previste: 21 milioni di euro saranno riservati alle proposte presentate da raggruppamenti di impre- Gianfranco Simoncini se, anche in collaborazione con enti di ricerca, per progetti compresi fra i 250 mila e i 3 milioni di euro; 49 milioni di euro saranno dedicati ai grandi progetti di ricerca che possono essere presentati da imprese singole o associate per investimenti compresi fra i 3 milioni e i 15 milioni di euro; 3,5 milioni di euro sono riservati alle piccole e medie imprese che presentino proposte singole di entità compresa fra i 250 mila euro e i 3 milioni. Nel bando vengono riconosciute delle priorità alle proposte progettuali presentate da imprese aggregate, da proposte che assicurino un'occupazione aggiuntiva o che siano presentate da imprese giovanili e femminili. "L'obiettivo - osserva l'assessore regionale alle Attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini - è quello di valorizzare al massimo le eccellenze e il mondo della ricerca, pubblica e privata, favorendo lo sviluppo di settori high tech e ad elevato contenuto di conoscenza, anche a partire dai poli di innovazione e dai distretti tecnologici costituiti in Toscana grazie al sostegno della Regione". Roberto Tatulli All interno FOCUS Resta aperto il Fondo di garanzia per le Pmi pag 2 Bene il turismo, oltre 43 milioni le presenze pag 3 Lavoro 2011: si attenua la debolezza pag 4 SETTORI E AZIENDE Agricoltura Commercio Finanziamento Fisco Formazione Energia Lavoro Pmi Tessile Turismo Viticoltura pagg 5-11 FINANZA Aeroporti Banche Energia Giochi on line pagg MANIFESTAZIONI & FIERE Turismo pag 14 COMMERCIO Missione Stato-Regioni in Brasile, 90 aziende alla presentazione Erano oltre 90 le imprese toscane che hanno preso parte al roadshow di presentazione della Missione Stato- Regioni che dal 21 al 25 maggio prossimo porterà 16 regioni italiane in Brasile. "Il Brasile - ha commentato Emilio Beltrami, consulente per il mercato brasiliano che segue l'organizzazione dell'evento - offre grandi opportunità di business non solo per i prodotti tipici del made in Italy ma anche per le costruzioni, il settore contract, la meccanica e tutto quello che riguarda il settore petrolifero. Nei prossimi anni il paese sarà sede di grandi eventi come i Mondiali di Calcio del 2014 e le Olimpiadi del 2016". A breve, sul sito di Toscana Promozione, che coordina la partecipazione toscana alla missione, saranno aperte le adesioni online. Toscana Promozione ha messo a punto un Progetto Paese pluriennale di promozione della regione su questo mercato che prevede, per il 2012, la realizzazione di 20 iniziative per un investimento di 700mila euro.

2 Focus Resta aperto il Fondo di garanzia per le Pmi La riapertura decisa dopo aver esaurito le risorse che avevano consentito oltre 3200 operazioni È stata approvata nei giorni scorsi dalla giunta regionale toscana, su proposta dell'assessore alle Attività produttive Gianfranco Simoncini, una delibera che consente di tenere aperto il fondo di garanzia per gli investimenti delle imprese toscane gestito da Fidi Toscana e operativo dal 2009, con una dotazione di oltre 30 milioni, per fronteggiare la crisi. La riapertura è avvenuta dopo che il fondo aveva esaurito le sue risorse, consentendo oltre operazioni per un importo garantito di oltre 400 milioni di euro. Come illustrato dall'assessore Simoncini, restava ancora attivo il secondo fondo, quello per la liquidità delle imprese. "Abbiamo perciò deciso di varare nuove direttive - ha affermato Simoncini - in modo da consentire, in attesa dell'entrata in vigore dei nuovi piani attuativi previsti dal piano regionale di sviluppo , di utilizzare il fondo per la liquidità anche per sostenere le garanzie delle imprese che intendono accedere al credito per fare nuovi investimenti produttivi". Secondo i dati di Fidi Toscana, l'intero programma Emergenza economia (di cui fanno parte i due fondi) ha accolto operazioni di garanzia, per un importo finanziato di 1 miliardo e 28 milioni di euro ed un importo garantito di 855 milioni. Olivia Bongianni 2 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

3 Focus Bene il turismo, oltre 43 milioni le presenze 2011 Buone richieste per le città d arte e la montagna. In luce il settore termale Le presenze turistiche in Toscana nel 2011 sono state di 43 milioni e mezzo. Secondo le stime presentate dalla Regione Toscana, insieme a Toscana Promozione, nell'anno appena trascorso sul territorio regionale sono aumentate del 3,3% le presenze (circa 1,4 pernottamenti in più) sopratutto di stranieri. Le stime migliori sono per il comparto alberghiero (+5,5%), e buone - anche se inferiori - le presenze dell'extralberghiero con il +1,6% e delle aziende agrituristiche (+1,9%). La maggior parte dell'aumento delle presenze si registrano nelle città d'arte (+6,2%) e la montagna (+6,1%). Il termale segna un buon +3,5%, mentre il balneare un +1,3% e la campagna/collina +1,6%. A fronte del buon andamento nelle presenze si registra però una lieve flessione nei fatturati (-1,1%) dovuto, in primo luogo, all'andamento degli hotel 1-2 stelle (-4,9%) e degli agriturismi, mentre rimangono stabili tutte le altre tipologie di strutture. Di fronte a questi dati la Regione Toscana ha presentato anche una strate- Turisti in coda agli Uffizi gia che vuole consolidare i risultati raggiunti ma anche intercettare nuovi mercati. I prodotti turistici su cui punta la Regione per il 2012 coprono i settori tradizionali dell'arte e della cultura senza dimenticare il paesaggio, le tipicità gastronomiche e il settore congressuale. "Stiamo lavorando quindi alla costruzione di un'offerta strutturata che si integri bene con il territorio - ha detto Cristina Scaletti, assessore regionale al Turismo - tradizione e innovazione, questa è la strada per lanciare a livello mondiale il rinnovato brand Toscana". Ro.Ta. Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

4 Focus Lavoro 2011: si attenua la debolezza Salgono gli occupati ma resta delicata la situazione dei giovani Sembra attenuarsi nel 2011 la generale debolezza del mercato del lavoro. Secondo i dati Istat, si arresta il calo degli attivi, che mostrano nel confronto fra i primi tre trimestri del 2011 e 2010 un profilo crescente; aumentano - sempre su base tendenziale - gli occupati (+23 mila circa); flettono infine i disoccupati (-5 mila unità). Segni di recupero anche per l'occupazione industriale in senso stretto (+2,3%). Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto Irpet sul mercato di lavoro in Toscana relativo all'anno Secondo il Rapporto, i giovani si rimangono una delle componenti più penalizzate: nella fascia di età fra i 25 e i 34 si registra un calo del 2,5%, mentre per gli under 25 il calo è del 5,8% con un tasso di occupazione che sfiora il 21,3%, mentre l'occupazione sale al 25,3%. Più colpite nella fase iniziale della crisi, le donne mostrano invece una tendenza al recupero, lievemente superiore rispetto agli uomini: +1,1% a fronte dello 0,6%). "Nel complesso la non facile dinamica dell'economia - osserva l'assessore regionale al Lavoro Gianfranco Simoncini - non ha avuto le ri- percussioni temute: nei primi tre trimestri 2011 si è registrato infatti un recupero, che si è tradotto in 30 mila posti di lavoro in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Anche se si guardano le comunicazioni obbligatorie delle aziende ai centri per l'impiego, si osserva che in questo periodo il saldo fra posti di lavoro dipendente creati e distrutti è in Toscana maggiore di quello riscontrato in Veneto, Lombardia, Piemonte". Da segnalare la presenza ancora forte di contratti atipici, che rappresentano circa l'11% degli occupati. O.Bo. 4 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

5 Settori & Aziende AGRICOLTURA Nuovo bando da 20 milioni ok dalla Regione alle linee guida La Regione stanzia per il 2012 altri 20 milioni per i Pif, i progetti integrati di filiera, in cui la concessione del finanziamento pubblico al mondo agricolo e agroindustriale è subordinata alla firma di un "accordo di filiera" fra i partecipanti. La giunta regionale ha approvato le "linee guida" per il nuovo bando, che dovrà uscire a breve. I Pif finanziati con i 25 milioni della prima tranche sono stati 15, per un investimento complessivo di 57 milioni, hanno coinvolto 1250 imprenditori e interessato complessivamente 7000 addetti. Le filiere coinvolte erano state quella dei cereali con 5 progetti finanziati per oltre 26 milioni di investimenti, la zootecnia con 5 progetti e oltre 16 milioni di investimenti, l'olio, il vino e il vivaismo, con 5 progetti complessivamente e 14 milioni di investimento. Pane "sciocco" toscano, in corso l iter per il Dop Il prossimo 8 febbraio sarà data lettura della proposta di disciplinare per la richiesta del riconoscimento Dop per il pane "sciocco" toscano, coi suoi tre ingredienti caratteristici: lievito madre, farina di grano tenero e acqua. All'incontro parteciperanno rappresentanti del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, della Regione Toscana, e del Consorzio di promozione e tutela del pane toscano richiedenti la Denominazione di origine protetta. "Presto un marchio renderà il nostro pane riconoscibile - commenta l'assessore regionale all'agricoltura, Gianni Salvadori - Garantire questo alimento ai consumatori è stato l'obiettivo che, fin dall'ottobre 2001, ha fatto avviare la richiesta di riconoscimento Dop, con il contributo determinante delle istituzioni scientifiche toscane". Dopo la lettura, il disciplinare verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale italiana e, successivamente, sarà inviato a Bruxelles per l'ultima fase comunitaria dell'iter burocratico. Il pane toscano Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

6 Settori & Aziende COMMERCIO Un fondo dalla CamCom di Grosseto per aderire a fiere internazionali Per il 2012 la Camera di commercio di Grosseto ha messo a disposizione delle aziende interessate a partecipare a manifestazioni fieristiche specializzate all'estero o di riconosciuta rilevanza internazionale un fondo di 80 mila euro. Al bando potranno partecipare le imprese, loro cooperative, consorzi o associazioni con sede legale e/o unità locali in provincia di Grosseto. Sarà finanziabile l'acquisto di un unico spazio espositivo all'interno della stessa manifestazione fieristica. Il contributo, che non potrà comunque superare euro ad azienda, sarà concesso per un importo pari al 50 per cento delle spese ammissibili indicate a preventivo. La domanda di partecipazione al bando per ottenere i contributi dovrà essere fatta almeno 40 giorni prima della data di chiusura della manifestazione fieristica per la quale si richiede il contributo e comunque entro il 30 novembre FINANZIAMENTI Novità su credito e tassi tre iniziative dalla Regione Presentate tre novità dalla Regione Toscana per favorire l'accesso al credito delle imprese del territorio. Sarà esteso il fondo di garanzia per gli investimenti con la rimodulazione del Protocollo emergenza economia che consentirà di alimentare di nuovo il fondo investimenti grazie alle risorse del fondo gemello sulla liquidità. La seconda iniziativa è la partenza, con un bando di 5,5 milioni, della misura per il sostegno ai Confidi fornendo alle piccole e medie imprese toscane risorse per la concessione di garanzie per finanziamenti richiesti dalle imprese per investimenti effettuati in Toscana. Infine la Regione e i principali istituti di credito toscani stanno chiudendo la proposta, che sarà formalizzata con un nuovo protocollo d'intesa, per ridefinire le condizioni massime di tasso previste dal protocollo Emergenza economia. Le nuove condizioni di tasso, variate al rialzo, si sono rese necessarie a causa delle criticità dei mercati di approvvigionamento bancario e, contemporaneamente, della necessità di rispondere comunque alla domanda di credito delle imprese toscane. 6 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

7 Settori & Aziende FISCO Recuperati 160 milioni di evasione nel 2011 In Toscana sono stati recuperati 160 milioni di euro di tasse non pagate nel 2011 e il dato potrebbe salire a 167 milioni visto che i conti dell'anno appena trascorso non sono chiusi. Il dato, che supera la previsione dei 108 milioni, è stato annunciato dall'assessore regionale al Bilancio Riccardo Nencini in occasione della presentazioni di nuove misure e proposte per rendere ancor più incisiva la lotta e il contrasto all'evasione fiscale e illegalità economica. Si prevede la formazione dei vigili urbani che avranno funzioni di polizia tributaria, l'aiuto ai Comuni nell'aderire alla convenzione con l'inps per scoprire l'evasione contributiva e il lavoro in nero, maggiori risorse per il 2012 nell'ambito della convenzione con l'agenzia delle Entrate, lo scambio di dati e i sistemi di comunicazione e i pagamenti on line dei tributi, un nuovo sistema premiale per i Comuni. FORMAZIONE Insediato al Saffi di Firenze il Comitato Tecnico Scientifico Suggerire il miglior orientamento dei programmi didattici della scuola in funzione delle esigenze e delle evoluzioni del mercato del lavoro. È il compito a cui è chiamato il Comitato Tecnico Scientifico, organo di raccordo fra Impresa-Università-Scuola, che è stato istituito al'istituto alberghiero Saffi di Firenze. Il Comitato Tecnico Scientifico è un organo paritetico composto, in egual numero, da rappresentanti dell'istituto scolastico, da imprenditori di Confindustria Firenze e da rappresentanti dell'università di Firenze. L'istituto Saffi è fra i primi in Italia a dotarsi del nuovo organismo, nato grazie all'impegno di Confindustria Firenze, che si propone come organo di coordinamento per tutte quelle attività organizzate dalla scuola per avvicinare gli studenti all'universo lavorativo. Toscana Economia - n settembre

8 Settori & Aziende Ok dal Consiglio regionale alla proposta di legge sui tirocini Il Consiglio regionale ha approvato la proposta di legge sui tirocini presentata dalla giunta. "La Toscana - ha commentato l'assessore regionale al Lavoro e Formazione Gianfranco Simoncini - è la prima Regione a normare con legge l'utilizzo di uno strumento come i tirocini che, troppo spesso, è stato usato in maniera distorta, trasformandone la finalità formativa in forme mascherate di sfruttamento del lavoro dei giovani". Sempre sullo stesso fronte, la Toscana sta già sperimentando dal giugno scorso, la carta dei tirocini di qualità varata dalla giunta nell'ambito del progetto Giovanisì, che ha previsto, fra le altre cose, un rimborso spese per i tirocinanti da parte delle aziende che potranno, per questo, avvalersi di un co-finanziamento della Regione. Fra i punti chiave della legge, l'obbligo del rimborso spese forfettario per tutti i tirocini attivati e la previsione di un contributo da parte della Regione anche nel caso in cui l'azienda decida di assumere il tirocinante con un contratto a tempo indeterminato. LAVORO Per l'imprenditoria femminile un premio da CamCom Livorno La Camera di commercio di Livorno ha bandito un concorso per premiare le imprese femminili del territorio provinciale che nell'ultimo triennio si sono distinte per aver aumentato i livelli occupazionali, nonostante il persistere della crisi economica e della crescita dei livelli di disoccupazione. Sono ammesse al concorso le aziende operanti nei settori dell'agricoltura, artigianato, commercio, cooperazione, industria, servizi, spedizioni, trasporti e turismo. Sarà valutato il numero dipendenti a tempo indeterminato al al 31 dicembre 2011 rispetto al numero dipendenti a tempo indeterminato al 31 dicembre 2008 (dando un maggior punteggio a seconda dell'incremento percentuale) e anche - per le imprese del turismo e agricoltura - il numero dipendenti stagionali assunti nel corso del 2011 rispetto al numero dipendenti stagionali assunti nel corso del 2009 (punteggio valutato sull'incremento percentuale). Le aziende interessate potranno fare domanda entro il 30 aprile. 8 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

9 Settori & Aziende PMI Da Fises un sostegno alle aziende operazioni per circa 10 milioni Nel 2011 la Fises, Finanziaria Senese di Sviluppo, ha sostenuto le aziende del territorio con 204 nuovi contratti per un importo complessivo di circa 10 milioni di euro. Tra questi 52 pratiche, quasi euro, riguardano nuove attività di cui 21 intraprese da giovani imprenditori e donne. Un dato importante che si aggiunge ai risultati degli ultimi tre con circa 800 interventi di finanziamento per un totale di oltre 40 milioni di euro, con una durata media di 4 anni. Nel 2011 tra le tipologie di intervento sviluppate, spiccano 52 interventi di "finanziamento nuove attività" per circa euro, 4 interventi di "capitalizzazione aziendale" per euro, 10 interventi di "finanza straordinaria" per euro e 8 interventi di "finanziamento per investimenti" per euro. TESSILE Qualità e ricerca, due protocolli a Prato Rilanciare il tessile a Prato puntando sull'attività di ricerca dell'università e sulla certificazione di qualità. Con questo intento la Regione Toscana ha siglato due protocolli: il primo con il Pin, la società consortile che fa da collegamento tra università e territorio, e il secondo con il Buzzi, scuola storica della città, ma anche istituto noto per il proprio laboratorio di analisi. Al Pin viene chiesto un supporto scientifico e logistico per la redazione di progetti su tematiche strategiche per l'area del distretto. Riguardo al Buzzi, l'obiettivo è mettere a sistema i controlli sull'intera filiera del tessile, creando una rete tra i laboratori pubblici che ogni giorno controllano la qualità dei tessuti e la sicurezza delle diverse fasi di lavorazione. Collaborazione tra Sace e Confindustria Firenze Un accordo di collaborazione destinato a rafforzare il sostegno alle attività di export e internazionalizzazione delle oltre 1700 imprese associate a Confindustria Firenze, in particolare Pmi, che avranno accesso a iniziative formative e all'ampia gamma di strumenti assicurativi e finanziari del Gruppo Sace. Lo hanno siglato Sace e Confindustria Firenze. Nell'ambito dell'intesa saranno avviate una serie di iniziative formative e servizi di assistenza tecnica che consentiranno alle imprese fiorentine di meglio accedere agli strumenti assicurativi e finanziari di Sace: dall'assicurazione contro i rischi di mancato pagamento alla protezione degli investimenti esteri, dalle cauzioni alle garanzie finanziarie per l'internazionalizzazione, ai servizi di factoring. Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

10 Settori & Aziende TURISMO Crisi dei comprensori sciistici, la Regione crea una task force I comprensori sciistici toscani e, in generale, la montagna stanno attraversando una crisi a causa della carenza di neve e la Regione Toscana istituirà una task force per affrontare le difficoltà che in questo inverno li sta colpendo. Tra gli obiettivi costituire un fondo regionale straordinario, aggiornare la normativa regionale per favorire interventi mirati a sostegno delle attività montane e portare la crisi della montagna al confronto con il governo nazionale. Dall'apertura della stagione sciistica il fatturato degli impianti è calato di circa il 70%, una crisi che ha coinvolto tutto l'indotto del comparto, dagli alberghi ai ristoranti, per un totale, tra diretti e indiretti, di oltre 1700 posti di lavoro. "L'economia del turismo bianco - ha commentato il presidente della Regione, Enrico Rossi - è una risorsa importante per tutte le aree interessate e per l'intera regione. Le difficoltà sono pesanti ed evidenti. La Regione farà la sua parte". VITICOLTURA +13,5% export vini di qualità nei primi 9 mesi a settembre Si conferma il trend positivo delle esportazioni dei vini di qualità toscani che sono cresciute, nei primi nove mesi dell'anno, di un ulteriore 13,5%, dopo la performance del 2010 (+45,8%). Da gennaio a settembre, secondo i dati elaborati dall'agenzia Toscana Promozione, la Toscana ha esportato nel mondo vini di qualità per un valore complessivo di oltre 323,6 milioni di euro contro i 285 mln dello stesso periodo 2010, dati che, afferma Toscana Promozione, ne fanno la prima regione in Italia per export di vino. Le performance positive riguardano sia i vini rossi (+13,8%) che i bianchi (+9,7%). Come illustrato dal direttore dell'agenzia Stefano Giovannelli "il consolidamento negli Stati Uniti e nei mercati storici del nostro vino è un dato estremamente positivo, da registrare però anche le ottime performance di Paesi come la Cina o il Brasile". Vigneti a Nipozzano 10 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

11 Finanza AEROPORTI Sat: +6% passeggeri in gennaio 2011 anno migliore della sua storia Nel mese di gennaio sono transitati nell'aeroporto di Pisa passeggeri, con una crescita del 6% rispetto allo stesso mese del Lo afferma una nota di Sat, la società che gestisce lo scalo aero pisano, precisando che il Galielo Galilei ha registrato nel 2011 il nuovo record di traffico della sua storia con oltre 4,5 milioni di passeggeri. Secondo i dati Assaeroporti dello scorso anno, l'aeroporto di Pisa è cresciuto a velocità praticamente doppia rispetto a quella del settore aeroportuale italiano: +11,3% contro il +6,4% nazionale. Senza considerare i sistemi aeroportuali di Roma e Milano, conclude il comunicato, il Galeleo Galilei si conferma nel 2011 il sesto scalo aereo italiano per traffico passeggeri BANCHE Caltagirone annuncia le dimissioni dal consiglio di amministrazione Mps Francesco Gaetano Caltagirone si è dimesso dal cda del Monte dei Paschi di Siena. Lo conferma una nota della banca nella quale si afferma che il cda ha preso atto della volontà dell'imprenditore di dimettersi. Caltagirone ha spiegato in una lettera che, in virtù di un'interpretazione di legge, ha deciso di optare per la carica di vicepresidente di Generali. Il comunicato del Monte dei Paschi cita un articolo della manovra 'Salva Italia' varata dal governo Monti. L'articolo 36 che è intitolato Tutela della concorrenza e partecipazioni personali incrociate nei mercati del credito e finanziari. L'articolo di legge ha ripreso un cavallo di battaglia dell'ex presidente dell'antitrust Antonio Catricalà (oggi sottosegretario alla presidenza del Consiglio) che riguarda gli 'interlocking directorates' e in particolare l'accumulo di cariche in cda di imprese finanziarie concorrenti. La nuova legge afferma: "È vietato ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e ai funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti". L'articolo, al secondo comma, aggiunge che si intendono concorrenti le imprese o i gruppi di imprese tra i quali non vi sono rapporti di controllo e che operano nei medesimi mercati del prodotto e geografici. Il Monte dei Paschi aggiunge che alla luce delle dimissioni dal consiglio e quindi dalla vicepresidenza della banca, il punto all'ordine del giorno sulla revoca di Caltagirone all'assemblea di mercoledì prossimo non sarà trattato. Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

12 Finanza Aggiornamento piano industriale Mps all'esame dopo l'assemblea di aprile L'aggiornamento del piano industriale del Monte dei Paschi andrà al vaglio del nuovo consiglio di amministrazione della banca che sarà nominato dall'assemblea in aprile. Lo ha indicato il direttore generale dell'istituto Fabrizio Viola al termine dell'assemblea che ha approvato l'aumento gratuito del capitale per circa 750 milioni. "Ci iniziamo a lavorare adesso per essere pronti per il nuovo consiglio appena nominato", ha indicato Viola, il quale interpellato al termine dell'assemblea che ha approvato l'aumento gratuito del capitale per 750 milioni, ha quindi commentato la nuova normativa della Banca d'italia che rende più agevole il riacquisto di strumenti di capitale emessi dalle banche. Si tratta di strumenti che non rientrano nel capitale di migliore qualità. Nel caso del Monte dei Paschi ci sono, tra gli altri, un'emissione di preferred share per 650 milioni. "È una misura che può essere inserita nel piano organico dei requisiti Eba" ha affermato Viola "al momento non abbiamo preso nessuna decisione". Il riacquisto di passività può portare un beneficio al capitale del Monte dei Paschi nella misura in cui il riacquisto genera un utile. Sul mercato alcune banche hanno effettuato anche operazioni di concambio. I vertici della banca hanno poi confermato che la banca dovrà effettuare l'impairement test prima dell'approvazione del bilanci Il test è obbligatorio perché il gruppo ha iscritto in bilancio un avviamento da oltre 6 miliardi per la quasi totalità per Antonveneta. L'impairement potrebbe portare a una svalutazione che avrebbe conseguenze negative sul risultato di esercizio e fare chiudere il bilancio in profondo rosso. Un'eventuale perdita, tuttavia, eviterebbe alla banca di pagare le cedole annuali (pari a 160 milioni) sui Tremonti bond. L'impairement test "è una stranezza delle regole contabili" ha osservato il presidente dell istituto, Giuseppe Mussari. L'avviamento non viene calcolato nel capitale di vigilanza tuttavia le nostre regole contabili li fanno scaricare a conto economico. Quindi determina risultato negativo e quindi un effetto negativo indiretto sul patrimonio". 12 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

13 Finanza Fondazione Mps: il Comune di Siena nomina un nuovo deputato, 48 i candidati Il Comune di Siena ha scelto il nuovo membro della Deputazione Generale della Fondazione Mps, l'organismo che sarà chiamato a pronunciarsi anche sulla rinegoziazione del debito dell'ente maggiore azionista di Banca Mps. La scelta è caduta su un'economista napoletana, Alessandra De Marco, dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha prevalso su altri 47 candidati, tra i quali anche un ex alto dirigente di banca Mps.La D eputazione generale, l'organo di indirizzo della Fondazione senese, è formata da 16 membri di cui otto nominati dal Comune di Siena. I membri della Deputazione generale, stabilisce lo statuto dell'ente di Palazzo Sansedoni, "non rappresentano gli Enti dai quali sono stati nominati, né rispondono ad essi del loro operato". Banca Etruria avvia la fusione con Banca Popolare Lecchese Il Cda di Banca Etruria ha dato il via libera al processo di fusione per incorporazione di Banca Popolare Lecchese, di cui detiene il 54,27%. L' istituto ha sede a Lecco e altre quattro filiali tra Bergamo e la Brianza. L'iniziativa rientra in una azione di semplificazione dell'assetto delgruppo senza sovrapposizione di sportelli.. Il Centro direzionale di Banca Etruria Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

14 Finanza ENERGIA Estra Energie vince la gara per riscaldare la Banca d'italia Il gas venduto da Estra Energie è salito a 24 milioni di mc a pochi mesi dall'aggiudicazione della gara indetta da Consip per la fornitura alle P.A. di Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise. Tra le recenti acquisizioni del gruppo toscano la Banca d'italia, l'agenzia delle entrate, l'istituto nazionale di Fisica Nucleare, il Comando Legione Carabinieri Umbria e l'istituto di Scienze Militari Aeronautiche. Nuovi grandi clienti che si aggiungono, tra gli altri, ai ministeri del Tesoro, dei Trasporti, dell'ambiente e dello Sviluppo Economico e alla Camera dei Deputati. Sono 425mila i clienti gas serviti (a fine 2011) da Estra Energie e 820 milioni di euro il totale dei volumi di gas venduto nel GIOCHI ON LINE A fine febbraio l'assemblea Snai per l aumento di capitale riservato Aumento di capitale da oltre 21 milioni di euro e modica dello statuto. Sono questi i due punti all'ordine del giorno dell'assemblea straordinaria di Snai convocata per il prossimo 28 febbraio a Milano (29 in eventuale seconda convocazione). L'aumento di capitale, pari esattamente a ,12 euro, si legge in una nota, sarà riservato ai soci di Cogemat, il Gruppo che controlla Cogetech e New Game, società operative nel settore della raccolta e di scommesse sportive e della commercializzazione di giochi pubblici. L'operazione avverrà mediante l'emissione di nuove azioni ordinarie da liberarsi mediante il conferimento in natura di azioni ordinarie nel capitale della società Cogemat. In sede ordinaria, si legge in una nota, l'assemblea degli azionisti di Snai, società controllata dal Global Games (a sua volta partecipata indirettamente in misura paritetica da Investindustrial e Venice European Investment) è chiamata alla sostituzione di tre amministratori. Lo scorso mese di dicembre Snai ha annunciato la creazione di un nuovo mega gruppo nel settore delle scommesse con l'acquisizione di una partecipazioni non inferiore al 96% di Cogemat per circa 140 milioni di euro. Un gasdotto 14 Toscana Economia - n. 2-7 febbraio 2012

15 Manifestazioni & Fiere TURISMO A maggio "Art&Tourism", attesi 25mila visitatori Si terrà a Firenze dal 18 al 20 maggio la prima fiera del turismo dell'arte e della cultura Art&Tourism. Secondo gli organizzatori, Ttg Italia, sono attesi oltre 25mila visitatori italiani e stranieri, 400 tour operator e 40 paesi coinvolti. La fiera sarà divisa in aree tematiche che metteranno in mostra le destinazioni, l'offerta culturale ed artistica, le grandi manifestazioni, le smart cities e, in generale, tutto ciò che produce cultura e attrae turisti. L'evento è stato presentato nei giorni scorsi dall'assessore regionale alla Cultura, turismo e commercio, Cristina Scaletti. "L'evento - commenta l'assessore - sarà una grande occasione per presentare al mondo le eccellenze culturali italiane e della Toscana, sia per quei mercati che già ci conoscono e apprezzano, sia per le realtà emergenti. Sarà un appuntamento unico nel panorama mondiale, che rilancerà la Toscana sulla scena fieristica internazionale". Questa Newsletter, pubblicata a cadenza quindicinale, è realizzata da Il Sole 24 Ore Radiocor in collaborazione con Toscana Notizie, l Agenzia di informazione della Giunta regionale toscana Toscana Economia Anno 5, numero 2 Direttore Responsabile: Fabio Tamburini Proprietario ed Editore: Il Sole 24 ORE S.p.A. Radiocor Agenzia d informazione Sede legale e Redazione: Via Monte Rosa, Milano Tel: Fax: Progetto editoriale e grafico: Il Sole 24 ORE S.p.A. Pubblicazione Mensile in formato elettronico Registrazione del tribunale di Milano n.451 dell 11 luglio 2008 Radiocor Agenzia d informazione Copyright Il Sole 24 ORE S.p.A Radiocor Agenzia d informazione È vietata la riproduzione, anche parziale o ad uso interno con qualsiasi mezzo, non autorizzata. Toscana Economia - n. 2-7 febbraio

MARCHE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO "Restart ValVibrata" SCADENZA: in fase di pubblicazione. REGIONE MARCHE "Bando Made in Italy"

MARCHE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO Restart ValVibrata SCADENZA: in fase di pubblicazione. REGIONE MARCHE Bando Made in Italy MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO "Restart ValVibrata" Il Ministero dello sviluppo Economico, Regione Abruzzo e Regione Marche hanno riconosciuto l'area di crisi complessa Vibrata Piceno quale soggetto beneficario

Dettagli

L. 25 FEBBRAIO 1992, N. 215 AZIONI POSITIVE PER L'IMPRENDITORIA FEMMINILE. (Pubblicata nella Gazz. Uff. 7 marzo 1992, n. 56)

L. 25 FEBBRAIO 1992, N. 215 AZIONI POSITIVE PER L'IMPRENDITORIA FEMMINILE. (Pubblicata nella Gazz. Uff. 7 marzo 1992, n. 56) L. 25 FEBBRAIO 1992, N. 215 AZIONI POSITIVE PER L'IMPRENDITORIA FEMMINILE. (Pubblicata nella Gazz. Uff. 7 marzo 1992, n. 56) Art. 1. Principi generali. 1. La presente legge è diretta a promuovere l'uguaglianza

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane LEGGE REGIONALE 16 dicembre 1996, N. 34 Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane (BURL n. 51, 1º suppl. ord. del 19 Dicembre 1996 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1996-12-16;34

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

Articolo 1 (Principi generali)

Articolo 1 (Principi generali) L. 25-2-1992 n. 215 Azioni positive per l'imprenditoria femminile. Pubblicata nella Gazz. Uff. 7 marzo 1992, n. 56. Articolo 1 (Principi generali)... 1 Articolo 2 (Beneficiari)... 1 Articolo 3 (Fondo nazionale

Dettagli

Approfondimenti: Provincia di Cuneo

Approfondimenti: Provincia di Cuneo Approfondimenti: Provincia di Cuneo Premessa Contesto e attività/1 Nel generale contesto di crisi che ha continuato a caratterizzare il sistema economico italiano nel 2013 i dati relativi al Piemonte hanno

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

LINEA R&S PER AGGREGAZIONI

LINEA R&S PER AGGREGAZIONI NEWSLETTER n. 1 FEBBRAIO 2016 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire l idonea

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO PROGRAMMA D AZIONE 2006 - prime linee - Premessa La sottoscrizione

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

Newsletter Luglio 2014

Newsletter Luglio 2014 Newsletter Luglio 2014 Finanza Agevolata Notizie MACCHINARI E BENI STRUMENTALI GODRANNO DI UN CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% Macchinari e beni strumentali godranno di un credito d imposta del 15% di cui però

Dettagli

Serie storiche di indicatori economici congiunturali

Serie storiche di indicatori economici congiunturali Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Dicembre 2015 Serie storiche di indicatori economici congiunturali In questo rapporto si

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

Incentivi all'autoimprenditorialità e all'autoimpiego, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, della L. 17 maggio 1999, n. 144 (2).

Incentivi all'autoimprenditorialità e all'autoimpiego, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, della L. 17 maggio 1999, n. 144 (2). D.Lgs. 21 aprile 2000, n. 185 (1). Incentivi all'autoimprenditorialità e all'autoimpiego, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, della L. 17 maggio 1999, n. 144 (2). (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 6

Dettagli

MARCHE. REGIONE MARCHE "Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2"

MARCHE. REGIONE MARCHE Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2 "Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2" L'obiettivo della misura è quello di mantenere le pratiche di agricoltura biologica anche per rispondere alla domanda

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa Il Progetto di Confindustria per competere in rete Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa La rete d impresa: Non ha: sovrastrutture (burocratiche e parapubbliche) Limiti territoriali Limiti settoriali

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

Interventi regionali per le imprese

Interventi regionali per le imprese Marzo 2011 Gli strumenti di Regione Lombardia a sostegno delle imprese Istat Esportazioni (mld, 2010) 27,8% 93,9 Prestiti alle imprese (mld ) 27,7% 955,6 265,4 Bankit (30/09/2010) Gli strumenti messi in

Dettagli

TOSCANA. TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA "Finanziamenti per l'area di Piombino" SCADENZA: giugno 2016

TOSCANA. TOSCANAMUOVE Creazione impresa A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA Finanziamenti per l'area di Piombino SCADENZA: giugno 2016 TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" Disponibile il fondo rotativo che intende sostenere attraverso agevolazioni (finanziamento agevolato a tasso zero e vocuher) per la realizzazione di progetti di investimento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 6293 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI NESI, BARRAL, CARLI, CHIAPPORI, SERGIO FUMAGALLI, FANTOZZI, GASTALDI, MANZINI, MASIERO, MAZZOCCHI,

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185

Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185 1 di 8 26/02/2008 17.12 Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 185 "Incentivi all'autoimprenditorialita' e all'autoimpiego, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144"

Dettagli

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa. In Amministrazione Straordinaria

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa. In Amministrazione Straordinaria BANCA ETRURIA Cartella Stampa 1 In Amministrazione Straordinaria Banca Popolare dell Etruria e del Lazio Società Cooperativa in amministrazione straordinaria Il Ministero dell Economia e delle Finanze,

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010 Assessorato politiche inerenti lo sviluppo sostenibile, l industria, l artigianato, l innovazione produttiva, l università, la scuola, l istruzione, la formazione professionale, coordinamento politiche

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a Resoconto

c o m u n i c a t o s t a m p a Resoconto 5 milioni di euro per aiutare le imprese e il territorio ad agganciare la ripresa Bandi ed iniziative della CCIAA per il 2014 Quasi 5 milioni di euro per aiutare le imprese e il territorio barese ad agganciare

Dettagli

LA COSTITUZIONE DI SOCIETÀ ALL ESTERO STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE

LA COSTITUZIONE DI SOCIETÀ ALL ESTERO STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE LA COSTITUZIONE DI SOCIETÀ ALL ESTERO STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE di Isabella Angiuli Per la costituzione di società all estero (impianti produttivi o sedi commerciali) esistono alcuni incentivi sia a

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.08/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Contributi per interventi finalizzati

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste CIRCOLARE A.F. N.132 del 29 Settembre 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante:

Schema di decreto legislativo recante: Schema di decreto legislativo recante: Incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego, in attuazione della delega conferita dall articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. Visti gli

Dettagli

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Udine, 10 ottobre 2013 Sommario Introduzione alle Reti di Impresa Prime esperienze nel settore turistico-alberghiero L approccio alle

Dettagli

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione 1 Voucher per l internazionalizzazione: come nasce Contesto: l intervento dei Voucher per l internazionalizzazione delle PMI nasce nell ambito

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE AGEVOLAZIONI ED IMPRESE BANDO ISI INAIL 2016 BENEFICIARI: Pmi, anche individuali,ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura AGEVOLAZIONE:

Dettagli

SOTTOMISURA 9.1. Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori nei settori agricolo e forestale.

SOTTOMISURA 9.1. Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori nei settori agricolo e forestale. SOTTOMISURA 9.1 Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori nei settori agricolo e forestale. La Sottomisura intende favorire la costituzione di Associazioni e Organizzazioni di Produttori

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

Banca Marche a supporto delle nuove imprese

Banca Marche a supporto delle nuove imprese Banca Marche a supporto delle nuove imprese Università di Urbino 23/01/2014 Giordano Fulvi Responsabile Servizio Marketing PMI 1 PREMESSA Il perdurare della crisi sta determinando un trend negativo nel

Dettagli

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI DIVIPLUS 2 SRL Via della Vittoria, 47 20025 Legnano (Mi) Telefono 0331.592931 0331.592720 Fax 0331.457504 Pec : diviplus@secmail.it Legnano, Ottobre 2014 Circolare Informativa n. 22/2014 A tutti i gentili

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

Deliberazione della Giunta Provinciale

Deliberazione della Giunta Provinciale Deliberazione della Giunta Provinciale N 704 del 30/11/2010 pagina 1 Prot. n. 227242/08.20.00.01 OGGETTO: Legge Regionale n. 38 del 16 Agosto 2001 Approvazione bozza di Protocollo di Intesa tra Regione

Dettagli

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it Bando Start Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa www.start.lombardia.it Finalità dell intervento Promuovere e sostenere la diffusione di cultura imprenditoriale per

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale AGEVOLAZIONI

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. CCIAA FERRARA "Contributi per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese femminili - ed. 2015"

EMILIA ROMAGNA. CCIAA FERRARA Contributi per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese femminili - ed. 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA "Contributi per la partecipazione a fiere" L'obiettivo è quello di promuovere i processi di internazionalizzazione delle imprese regionali con il sostegno a iniziative di partecipazione

Dettagli

LAZIO. REGIONE LAZIO "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" SCADENZA: fino ad esaurimento risorse

LAZIO. REGIONE LAZIO Finanziamenti agevolati per efficienza energetica SCADENZA: fino ad esaurimento risorse "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" Pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI che investono in efficienza energetica e produzione di energia rinnovabile.

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi G. Benedetto Responsabile Direzione Attività Produttive Autorità di Gestione del POR Regione Piemonte L azione di Governo in risposta alla crisi: Interventi

Dettagli

Pierfrancesco Pacini. Pisa, 30 giugno g 2014

Pierfrancesco Pacini. Pisa, 30 giugno g 2014 Relazione sull andamento dell economiaeconomia pisana nel 2013 Pierfrancesco Pacini Pisa, 30 giugno g 2014 Economia internazionale Andamento del PIL nel 2013 (variazioni i i % a valori costanti) Fonte:

Dettagli

Servizio Presidenza, Cultura e scuola per la pace. Provveditorato Presidenza - Ufficio Presidio giuridico economico

Servizio Presidenza, Cultura e scuola per la pace. Provveditorato Presidenza - Ufficio Presidio giuridico economico Servizio Presidenza, Cultura e scuola per la pace. Provveditorato Presidenza - Ufficio Presidio giuridico economico DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CON IMPEGNO DI SPESA Determinazione n 360 del 29/01/2013

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016 TITOLO I CARATTERISTICHE DEL BANDO Art. 1 - Finalità La Camera di Commercio di Livorno, nel quadro delle proprie

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 62/ 4 DEL 14.11.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 62/ 4 DEL 14.11.2008 DELIBERAZIONE N. 62/ 4 Oggetto: Legge regionale n. 4/2006 - Agenzia Sardegna Promozione Ricognizione delle competenze, funzioni e risorse. Direttive per il loro trasferimento Il Presidente della Regione,

Dettagli

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCOPO E OBIETTIVO DELLA LEGGE La Legge n. 215 del 25 febbraio 1992 riporta un ampio ventaglio di disposizioni con lo scopo

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale \ Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Credito alle imprese e alle famiglie: ancora in calo i finanziamenti Abi: prorogata la scadenza relativa alla sospensione di mutui alle PMI Commissione

Dettagli

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE Gruppo Consiliare NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE INDICE Obiettivi... pag. 4 Per le imprese... pag. 5 Per i consumatori... pag. 8 Indirizzi generali per l insediamento

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 24-10-2011 (punto N 34 ) Delibera N 907 del 24-10-2011 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA

Dettagli

Bando per il finanziamento di imprese. Incubatore diffuso del Basso Piemonte

Bando per il finanziamento di imprese. Incubatore diffuso del Basso Piemonte Bando per il finanziamento di imprese Incubatore diffuso del Basso Piemonte 1. Promotori e finalità del Bando Langhe Monferrato Roero, Agenzia di Sviluppo del Territorio, opera sull area del Basso Piemonte

Dettagli

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori MISURA 112 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo I, sezione 1, Articolo 20 lettera a) punto ii e sottosezione 1, Articolo 22 del Regolamento

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE ProgrammazioneUnitaria2014-2020 Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE INCENTIVI IMPRESE Stato attuazione procedure Programmazione Unitaria COMPETITIVITA

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE Art. 1 Istituzione 1. L Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (d ora in poi ISIA) di Firenze e stato istituito in forma sperimentale

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 La garanzia Lo strumento finanziario della garanzia è finalizzato a produrre effetti di mitigazione

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013. Bologna, 25 febbraio 2013

Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013. Bologna, 25 febbraio 2013 Bando regionale Servizi innovativi e strategici per la crescita delle imprese giovanili innovative e creative DGR 9/2013 Bologna, 25 febbraio 2013 caratteristiche dei progetti Obiettivi: sostegno a giovani

Dettagli

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014 Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015 3 febbraio 2014 Si aprono le iscrizioni Da oggi al 28 febbraio sono aperte le iscrizioni alle scuole statali, alle scuole paritarie,

Dettagli

LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI

LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI La Banca europea per gli investimenti (BEI) promuove gli obiettivi dell'unione europea fornendo finanziamenti, garanzie e consulenza a lungo termine in relazione a

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Torino Palazzo Cisterna 05 luglio 2011 PROTOCOLLO D INTESA PER IL MIGLIORAMENTO DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI I dati della Banca d Italia sul mercato del credito mostrano un diverso andamento per quanto riguarda i mutui

Dettagli

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno Comunicato stampa Startup : una su otto è donna Boom delle neoimprese smart, +50,6% in un anno Roma, 06 marzo 2015 Pesano ancora poco sul tessuto imprenditoriale ma sono in crescita e davanti hanno un

Dettagli

Come diventare imprenditore

Come diventare imprenditore REGNI M ODOETIA ITALIÆ SEDES EST M AGNI Come diventare imprenditore 4 Come diventare imprenditore 5 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 6 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 7 Il business

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA L esperienza di Incubatore Firenze, che dal 2004 ha aiutato la nascita e lo sviluppo di start-up di successo in settori tecnologicamente avanzati,

Dettagli

La Regione Toscana, con sede in, codice fiscale rappresentata da in qualità di ;

La Regione Toscana, con sede in, codice fiscale rappresentata da in qualità di ; Allegato A ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA REGIONE TOSCANA E ISTITUTO TECNICO STATALE TULLIO BUZZI per il supporto e lo sviluppo di progetti nell ambito del sostegno locale del distretto pratese. La Regione

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA.

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. NATA NEL 2008 DALLA FUSIONE DI TRE IMPORTANTI AZIENDE DEL SETTORE, CONSIAGAS

Dettagli

Adesione di Regione Piemonte all' "Accordo per il credito 2015" sottoscritto dall'abi e dalle associazioni imprenditoriali in data 31 marzo 2015.

Adesione di Regione Piemonte all' Accordo per il credito 2015 sottoscritto dall'abi e dalle associazioni imprenditoriali in data 31 marzo 2015. REGIONE PIEMONTE BU21 28/05/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 25 maggio 2015, n. 16-1465 Adesione di Regione Piemonte all' "Accordo per il credito 2015" sottoscritto dall'abi e dalle associazioni

Dettagli