A.N.P.I.L. News. numero 32 settembre gentilezza e generosità, caratteristiche che i locali hanno eletto a fondamento del loro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.N.P.I.L. News. numero 32 www.anpil.org settembre 2013. gentilezza e generosità, caratteristiche che i locali hanno eletto a fondamento del loro"

Transcript

1 A.N.P.I.L. News numero 32 settembre 2013 I N Q U E S T O N U M E R O 1/2 Guatemala: le testimonianze di Lorenzo e Chiara!!! 3 Congo: apertura della sede ANPIL a Kinshasa 5/7 Haiti: progetti realizzati ed esperienze dei volontari 8 Paraguay : l esperienza di Tatiana e Fabio Progetti per il 2014 Agenda/ Lettera ad ANPIL/ Congo: Dennis racconta Carissimi Amici, ecco a voi un ANPIL NEWS da record : 12 pagine!!! Tante testimonianze dei volontari partiti in missione con ANPIL quest estate (oltre 40!) e il resoconto dei Progetti che sono stati realizzati. Inoltre l apertura della Sede Anpil a Kinshasa, in Congo, la spedizione e l arrivo dei beni inviati con il container in Haiti e infine alcuni Progetti di ANPIL per il Grazie a tutti voi!!!. Il vostro affetto e la concretezza di ANPIL sono la testimonianza che cambiare le cose è possibile : poche chiacchiere, molti fatti! Buona Lettura! Tutti insieme possiamo fare GRANDI COSE!!! GUATEMALA : da Torino a Tecpan!!! Selezionare la prima casella di testo spostando il puntatore Lorenzo, studente sul bordo universitario finché non a Torino, viene racconta visualizzata la esperienza una a servizio dei più piccoli, in Guatemala freccia a quattro punte, quindi fare clic sul bordo. Fare Il Guatemala lascia troppe impressioni, troppe immagini, troppe clic con il pulsante destro del mouse, scegliere Crea emozioni... Allora non si può far altro che portarsi tutto dentrocollegamento con un altra casella, quindi fare anche clic nella quando si è tornati a casa- e riprendere in mano la propria vita casella che si desidera collegare alla prima. con Ripetere occhi diversi, occhi cambiati, occhi nuovi. questo procedimento per creare collegamenti Sono con occhi, altre quelli miei, che hanno visto, ottomila chilometri più a caselle di testo. Ovest di casa, la povertà, l ingiustizia, la fame e la denutrizione così radicata in bambini piccolissimi che, forse, vorrebbero chiudersi per Digitare il testo dell articolo nella prima casella. Quando non guardare altro o, solamente, piangere. Il Guatemala è una la casella si sarà riempita il testo continuerà a scorrere contraddizione che si comprende solo provandola a vivere: nelle nelle altre caselle di testo collegate. Per indicare grosse che città un la gente vive abbastanza bene (sempre in base agli articolo continua in un altra pagina, inserire una piccola (Lorenzo ) standard locali). Ma appena si fa qualche passo più in là verso le casella colline ondulate di testo e sotto scoscese la casella si viene principale, accolti da scegliere case di fango lo con tetti in lamiere, da visi lunghi e tristi che però non stile recriminano Passa mai a e alzando digitare la voce Continua o mugugnando a p. Scegliere per ciò che gli manca e che sanno stare bene anche con quel poco Riferimenti che possiedono. incrociati I Guatemaltechi dal menu sanno Inserisci, anche ringraziarti quindi per il tuo piccolo contributo, nonostante ti presenti a loro selezionare con scarponcini Titolo da montagna nella casella e felpe di calde riepilogo e confortevoli, a discesa con panini impacchettati nello zaino mentre il loro cibo del Tipo giorno a e stento Numero sarà un pagina pugno di riso nella ciascuno. casella Inserisci riferimento Sì, perché poi a. il Guatemala Selezionare è anche il titolo una questione successivo di persone, nella di rapporti istantanei, a casella volte, ma di molto, riepilogo molto Per coinvolgenti il titolo, ed quindi impressivi. fare Nonostante clic su la povertà si respirano gentilezza e generosità, caratteristiche che i locali hanno eletto a fondamento del loro Inserisci. comportamento e che ormai praticano con naturalezza verso chiunque. E poi ci sono i bambini, il vero obiettivo che spinge a prendere la decisione di partire Formattazione dall Italia. Sono piccoli di ma, caselle nella loro di ingenuità testo ed inconsapevolezza di essere tanto È poveri possibile e malati, modificare riescono l aspetto a ricambiare di una tutto casella l impegno di testo che si investe per loro, molto collegata semplicemente, applicandovi con un sorriso colori, o un sfondi, gesto d intesa. bordi e altra formattazione. A volte sono troppo Selezionare timidi per la dire casella grazie di testo ma è che ciò che si si fa per loro che ripaga desidera totalmente formattare tutte le energie e fare spese doppio in una clic causa sul buona bordo e giusta per come quella. visualizzare Spesso i bambini la finestra Guatemaltechi di dialogo Formato (soprattutto casella quelli di del Centro di Recupero Nutrizionale, dove si sono svolte parte delle attività di Anpil) sono troppo piccoli per testo. Se si desidera modificarne il colore o i bordi, saper già parlare; così si instaura con loro un linguaggio speciale fatto di occhiate complici, gesti, versi indistinti. scegliere la scheda Colori e linee. Per modificarne le Ognuno di questi gesti è un mattone che si pone su altri mattoni, nella costruzione e nella crescita del bambino. E un dimensioni, processo lungo ma le proporzioni quando o si guardano la rotazione, negli scegliere occhi i bambini la che si incontrano ogni giorno nel Centro, viene facile scheda immaginarli Dimensioni. cresciuti, donne Per modificare e uomini veri, la posizione felici, finalmente della usciti dalla malattia. casella Probabilmente di testo i rispetto volontari alla che pagina, hanno contribuito scegliere la al scheda risultato, non potranno constatare di persona una tale conquista. Posizione. Ma spesso le Se cose intorno più belle alla si casella compiono di senza testo riceverne è presente il merito... dell altro testo e si desidera modificarne la disposizione, scegliere la scheda Disposizione testo. Se si desidera 1 formattare tutte le caselle di testo di un articolo, è

2 Uno dei problemi che abbiamo riscontrato è che la mamme Maya non sono abituate a spendere il loro tempo a far giocare il loro bambino o a coccolarlo. Loro interpretano il ruolo di mamma come un controllare affinché i loro piccoli non si facciano male, senza interagire mai costantemente con loro. Quindi ogni volontario è una vera e propria boccata d aria per questi bambini assetati di stimoli nuovi. Stare con loro è un po il preludio ad essere papà o mamme, una lente di ingrandimento su cosa significhi dedicare gran parte della propria vita ad uno o più capolavori la cui buonuscita dipende in gran parte da noi. Tutto il resto è Guatemala: strade ripidissime che si fondono con il cielo; nuvole dalle forme più accattivanti che, da un momento all altro, possono trasformarsi in poderosi acquazzoni; saluti amichevoli verso gli sconosciuti incrociati per strada che non si rivedranno mai più; il brivido dei petardi, scoppiati anche nel bel mezzo della notte, loro unico simbolo di festa o forse unico loro modo di farsi sentire da un mondo sempre più sordo; donne e uomini che non hanno smesso di tramandarsi la tradizione Maya dei loro padri; vulcani imponenti e colossali a perdita d occhio; mercati coperti, vere e proprie cittadine commerciali ricche di odori, colori e sapori solamente Guatemaltechi. Questo, e non solo, si può dire che sia stata l esperienza con ANPIL in Guatemala per me. Ho ricevuto molto. E un esperienza che cambia e che ti porta a credere di più nella Vita e nel Mondo, perché grazie ad essa riscopri - e forse conosci davvero - la Vita e il Mondo. Lorenzo GUATEMALA : la fratellanza supera povertà e miseria L esperienza di Chiara, giovane universitaria, in missione a Tecpan La cosa che colpisce di più del Guatemala è il colore verde. Verde come la speranza, brillante, pura e avvolgente. Tecpan, la città che è stata per due settimane il nostro rifugio, è circondata da campi, montagne e prati. Proprio tra quelle montagne vive la popolazione che abbiamo incontrato in questa esperienza. Insieme all infermiere Elmer partiamo su un Pick-up e percorriamo strade tortuose per arrivare alla prima famiglia, il primo bambino che dobbiamo visitare. Da una bassa casetta di terra e lamiera, poco illuminata, esce una bambina dai capelli neri. All inizio non sembra contenta di vederci e un po diffidente si nasconde dietro al padre. Elmer con gentilezza la visita, controlliamo il peso e l altezza, elementi essenziali per capire lo stato della denutrizione che affligge tanti bambini in (Chiara) Guatemala. Noi volontari le sorridiamo, dicendo qualche semplice parola in spagnolo. Piano piano Silvia Marisol sorride: che soddisfazione! Dopo di lei il giro continua e anche noi acquistiamo confidenza, cercando di animare con allegria i bimbi che incontriamo. Visitare le comunità è un esperienza unica che ti permette di esplorare e conoscere la realtà di questo paese e delle persone che ci vivono. In particolare di chi è più indifeso, i bambini, che non hanno potuto scegliere dove nascere, né sono responsabili delle condizioni in cui crescono. Famiglie poverissime, che però non mancano di offrirti una piccola sedia quando ti vedono arrivare. Donne, madri e bambine che si occupano dei fratellini più piccoli, che a quattordici anni si sposano già, che quando dici vengo dall Italia loro pensano sia negli Stati Uniti. Avere la consapevolezza che un semplice sorriso per loro fosse qualcosa di grande, questa è stata una delle cose che abbiamo imparato. Essere lì era motivo di gioia per noi e per loro. Al Centro di Recupero Nutrizionale è stato difficile farsi accettare e interagire con i bambini, ci sembrava di non servire, di non produrre risultati. Ma che emozione quando hanno imparato a riconoscerci, a fidarsi e lasciarsi andare. Giocavamo con loro, ci occupavamo di renderli allegri e cantare ninna nanne. Questa esperienza, questo evento accaduto nelle nostre vite ci ha insegnato a non arrendersi di fronte alle situazioni che appaiono irrecuperabili; ci ha insegnato che la fratellanza supera povertà e miseria; che ci vuole la pazienza e l umiltà quando sei davanti a qualcuno che non si fida di te, perché accetti la tua mano tesa ad aiutarlo. Il sole cala sul Guatemala, il buio copre i prati verdi, ma anche nella notte la speranza risplende e con lei la voglia e la forza di donare noi stessi per il prossimo, per un bambino, per il futuro. Chiara 2

3 CONGO : E nato un fiore di nome ANPIL-Congo!!! ANPIL ha ottenuto il riconoscimento dal Governo del Congo e ha inaugurato la sede ufficiale a Kinshasa. (Il Team ANPIL davanti alla sede ANPIL di Kinshasa) Si è proprio cosi! E nato un fiore. Un piccolo germoglio è sbocciato in un vicolo sterrato, polveroso, di Masina, uno dei tanti Comuni che costituiscono l agglomerato urbano di Kinshasa. Una stanza spartana, un computer intermittente, che funziona nei pochi momenti di erogazione dell elettricità, rappresenta quel fiore sbocciato, luogo d inizio di una nuova avventura emozionante. E la Sede ufficiale di ANPIL CONGO, crocevia di ciò che è stato fatto in questi anni, ma soprattutto forza propulsiva di ciò che può essere fatto in futuro. La sede è stata inaugurata a fine luglio, senza alcun taglio di nastro, né brindisi solenne, né inviti spediti. L inaugurazione è avvenuta spontanea: il nostro arrivo è stato un richiamo per molti che, che con grande vociare, si sono accalcati per un festoso saluto. Per noi, increduli visitatori bianchi un emozione straripante. Non solo nel rivedere volti già visti, ma soprattutto per ciò che quel luogo rappresenta: segno tangibile di una cooperazione, di una presenza che da alcuni anni, a fatica, ci accomuna con la gente del luogo. Un piccolo spazio ancora disadorno, ma già pieno di umanità, di abbracci, di sguardi, di schiamazzi di bimbi; un luogo d incontro di una umanità che a volte sembra persa nel vuoto, perché priva di una speranza futura. Dopo anni di silenziosa presenza ed attiva collaborazione, utile alla costruzione di legami di fiducia, ANPIL ha ottenuto dal Governo della Repubblica Democratica del Congo il documento ufficiale di Accreditamento; valido riconoscimento della persistente cooperazione sostenuta in questi anni. E ancora un piccolo fiore, che rappresenta la nostra presenza, l esserci di tutti: le famiglie che ci aiutano con il Sostegno a Distanza, i volontari che periodicamente si avventurano in Congo, i donatori che hanno permesso di costruire spazi vivibili per i bambini. Abbiamo iniziato in sordina, in luoghi inaccessibili, in agglomerati urbani privi di acqua e di luce, ma pieni di vivacità e voglia di vivere. (Certificato di Accreditamento) Abbiamo toccato la fame, le malattie, la povertà estrema, ma abbiamo scoperto la luce nello sguardo dei bimbi. Quella luce che ci ha permesso di credere, ma soprattutto di chiedervi un aiuto, un sostegno, un impegno, una presenza. Il Sostegno a Distanza, straordinario strumento di cooperazione, permette a molti bambini una tutela minima dei loro bisogni: l istruzione, il cibo, spazi più vivibili. Ma siamo ancora lontani da una vita dignitosa, siamo all inizio di un cammino pieno d impegni. La sede, il nostro logo, sono ora un segno tangibile di una presenza, di una condivisione; è una speranza di esserci in un luogo lontano, anni luce, dal nostro modo di vivere. E un fiore ancora piccolo, che ha bisogno di linfa attiva per crescere; che ha bisogno della nostra presenza, del vostro aiuto, della passione di tutti. Michele (Paul, ragazzo Sostenuto a Distanza da ANPIL da quando era bambino nell Orfanotrofio di Mwene Ditu: oggi frequenta l Università a Kinshasa) 3

4 HAITI : Ristrutturazione della Scuola Hibiscus!!! Ecco le immagini dei lavori completati durante il mese di Agosto nella scuola dei nostri bambini Sostenuti a Distanza Carissimi amici sostenitori: promessa mantenuta! Come sapete nella cittadina di Bon Repos, sobborgo di Port au Prince, Capitale di Haiti, si trova la scuola Hibiscus, scuola materna ed elementare, con cui ANPIL ha cominciato a collaborare a seguito del tragico terremoto del L aiuto di ANPIL è cominciato dapprima col permettere ai tanti bambini del quartiere di frequentare la scuola e provvedere al loro sostegno scolastico e poi, gradualmente, di pensare a migliorare la struttura e le attrezzature per rendere l intervento educativo degli insegnanti più efficace e completo. Per questo motivo ANPIL aveva pianificato per il 2013 i seguenti interventi : ricostruire il muro di cinta crollato con il terremoto, ripitturare tutta la scuola (interno, esterno e le aule) e piastrellare tutti i pavimenti della struttura (aule, corridoi e sale comuni). In Italia è stata avviata la raccolta fondi necessaria e soprattutto la raccolta concreta del materiale necessario a realizzare il Progetto (taniche di vernice, colla per le piastrelle, piastrelle, etc.). Tutti questi aiuti sono stati poi inviati in Haiti con un container, spedito nel mese di luglio 2013 (vedi pag.6). Ad aspettare tutte le attrezzature per cominciare i lavori c era un gruppo dei volontari italiani, capeggiati dall inossidabile Giorgio, che si è messo subito al lavoro trasformando giorno dopo giorno, l aspetto della scuola. Più delle parole contano i fatti e le immagini che vogliamo presentarvi. LA STRUTTURA La scuola ha un aspetto diverso con la pittura e le piastrelle. LE AULE Ogni aula è stata colorata con un colore diverso. IL MURO DI CINTA Al posto di un telo in plastica finalmente un muro in mattoni e cemento a garantire la sicurezza della scuola. 4

5 I VOLONTARI ITALIANI AL LAVORO (Giovanni e Michele: preziosissima manovalanza ) (Giorgio, dipendente di EDIPOWER, alla direzione dei lavori) HAITI : cosa porteremo con noi Condividiamo con voi le bellissime di riflessioni di Melania che ha partecipato al 2 gruppo di volontari in Haiti Porteremo con noi un piccolo angolo di questo mondo, ce lo porteremo dentro, serbandolo prezioso per quando ne avremo più bisogno e saremo ormai lontani da qui. Lo porteremo con noi, nel suo indissolubile quanto acerbo connubio di placida tranquillità e ritmo sfrenato, di silenzio assoluto e confusione incontrollata. Lo porteremo con noi e ce lo terremo stretto, cercando di attingere il più possibile da quelle piccole, semplici leggi di vita, le poche che in così poco tempo siamo riusciti ad apprendere, quei principi propri di una realtà così lontana da quella a cui ormai abbiamo fatto il callo, eppure così travolgente, nella sua unicità. Haiti, tra i suoi sogni di cristallo, così belli e al tempo stesso così fragili, nella propria precarietà senza tempo; Haiti nella propria frustrazione e la propria rabbia, giustificate da una consapevolezza recondita, sepolta nel profondo. E poi ci sono loro, loro che fanno la differenza, loro che sono la differenza. Loro che con un sorriso, un gioco, una treccina hanno la capacità straordinaria e meravigliosa di rimescolare le tua priorità nel giro di poche ore. Loro, per i quali tutto è più semplice, per i quali le differenze ci sono, sì, ma non possono che essere motivo di spunto, di intercambiabilità, di confronto. Loro, ed i loro bellissimi occhi color carbone, lucidi, tristi, sorridenti, assonnati, divertiti, pronti a depredarti l anima senza chiedere permesso, sporchi di sabbia e di terra, scatenati, pieni di vita. Occhi consapevoli ed innocenti, occhi ingenui e occhi che conoscono più di quanto dovrebbero. Occhi meravigliosi. Ed è quando ti corrono incontro, urlando e saltandoti addosso, che viene a galla quel piccolo fastidio che sentivi da un po, posato sonnacchiosamente sul fondo dello stomaco, e che sapevi essere lì, in potenza, pronto a salire a galla: Me lo merito?. Ed è in quell istante che prendi coscienza del fatto che per quanto tu possa essere partito deciso a darti da fare, alla fine è stato Haiti ad aver fatto qualcosa per te; realizzi di essere tu quello che riceve. E sai che vuoi portare tutto con te, nella testa i pensieri, nei polmoni gli odori, nel sangue il ritmo, nel cuore il ricordo; nulla merita di essere dimenticato. Melania 5

6 CONTAINER PER HAITI : Agosto 2013 (si carica a Tradate) (si scarica in Haiti) (si distribuisce) Inviato n 1 container da 40 piedi in Haiti. Oltre 24 tonnellate di aiuti distribuiti. Abbiamo portato e distribuito materiale per le seguenti missioni : Nome scuola/missione Località Kg di materiale Scuola "Institution Mixte Hibiscus" (partner di ANPIL) Bon Repos (Port au Prince) Orfanotrofio "Bon Berger" (partner di ANPIL) Port au Prince 300 Orfanotrofio "Montesinos" (partner di ANPIL) Titanien (Cabaret) 300 Missionarie della Chiesa (partner di ANPIL) Mole S. Nicolas Scuola di Tendron (partner di ANPIL) Tendron (isola della Tortuga) Scuola di Palmiste-F.S.C. (partner di ANPIL) Palmiste (isola della Tortuga) ANPIL sede centrale Port au Prince Padre Giuseppe Noli Mare Rouge 775 Suor Anna Durante Port au Prince 804 Don Mauro Brescianini Mare Rouge Grazie a : Maretti Eraldo EDIPOWER CEACOLOR di Lonate Pozzolo Mobilificio BUSNELLI di Venegono Inferiore I Colori della Fisascat (Milano) Enzo Iacchetti MAJOR s.r.l. di Castano Primo (MI) PROGETTO MODA di Lainate (MI) Impresa Edile G.M.G di Giovanni Vazzano di Cameri Fam. Baraldi e tutti gli Amici di Pieve di Cento Istituto GONZAGA dei Fratelli delle Scuole Cristiane di Milano M.Q.F. Sport di Bra Don Luciano Allais Prota Giurleo Paolo donazione pittura, piastrelle, giocattoli pittura, attrezzature, materiale vario 10 materassi nuovi donazione Felpe, Polo, T shirt T shirt T shirt colla per piastrelle Raccolta vestiti, giocattoli, cibo Raccolta vestiti, giocattoli, cibo donazione donazione donazione Ringraziamo inoltre : -Fam. BOGA (Mobilificio di Tradate), proprietari del deposito di Tradate, punto logistico INDISPENSABILE, -Salvatore Antonio per il prezioso e fondamentale lavoro di assistenza. -GRI Gio Batta e tutti i suoi amici per la presenza sempre puntuale ed energica nel caricare i containers. -Giorgio Tacchi, che oltre a impacchettare e caricare il container lo ha anche scaricato in Haiti! -Associazione Pane Condiviso -A tutti gli ANPIL BOYS e ANPIL GIRLS per essere sempre presenti nel momento del bisogno!!!!! Grazie a tutti quelli che, inevitabilmente, ma non volutamente, abbiamo dimenticato.. 6

7 HAITI : Partire in missione???? Perché no? Raffaella, volontaria di Savona, detta anche zia Raffy, ci porta in Haiti a condividere le sue emozioni Parlare della mia esperienza ad Haiti non è facile Mi sembra sempre che non ci siano parole capaci di descrivere in maniera esauriente ciò che ho provato nelle 3 settimane di permanenza nel Paese. Tantissime sono state le sensazioni e le emozioni vissute. Pura energia che mi ha riempito il cuore e la mente e che mi accompagna ancora adesso nonostante sia tornata a pieno nella quotidianità della mia vita. L esperienza del volontariato è stato un viaggio che non ha appagato solo gli occhi, come quando si è semplicemente turisti, è stato qualcosa di più profondo che mi ha permesso di entrare in contatto con la realtà, la cultura e il popolo haitiano. Mentre le immagini di paesaggi mozzafiato e spiagge da sogno, nella mente, finiscono poi per sovrapporsi l una all altra, i legami affettivi che sono nati con le persone incontrate resteranno ben definite ed indelebili per sempre. Sembra ieri quando leggendo l Anpil News in cui si proponeva Mission is Possible mi sono detta perché no?. Ci sono momenti nella vita nei quali ho bisogno di fare cose vere ed autentiche ed era proprio uno di quei momenti. Mi sono così trovata con i miei 8 fantastici compagni d avventura (in parte conosciuti all'incontro a Milano, altri conosciuti in aeroporto se non direttamente ad Haiti!) a condividere spazi, a lavorare, a gestire le faccende domestiche e a organizzare le attività per i bimbi della scuola Hibiscus. Ognuno di noi, con le proprie attitudini e abilità ha dato il suo sincero contributo e il risultato è stato un successo! L entusiasmo era tale da non farci sentire la stanchezza, il caldo, il mal di schiena dopo le ore passate ogni giorno sul tap tap (il mezzo pubblico locale più usato). Bastava entrare nella scuola perché tutto passasse. Magia dei bimbi, dei loro sorrisi smaglianti, dei loro occhietti vispi, delle testoline piene di treccine colorate e delle loro braccine meglio dire tentacoli costantemente avvinghiati al collo. Con i loro canti e balli sono stati capaci di creare un energia incredibile e contagiosa. Grande è stata anche la soddisfazione nel vedere i lavori di tinteggiatura e di rivestimento che avanzavano. Anche se i lavori erano ancora in corso, la scuola aveva già cambiato volto. E che dire di Haiti... per me è stata un autentica sorpresa. Nonostante quella che è l'immagine internazionale e l'opinione pubblica a riguardo di questo Paese, grazie alla mia esperienza ho conosciuto una terra bella e naturale, un popolo orgoglioso che ha superato catastrofi come uragani e terremoti capace di vivere una dignitosa povertà, capace di ricambiare ogni mio sorriso, capace di urlarci da una moto in corsa siete i benvenuti, questa è casa vostra!. Haiti mi ha avvolta in un caldo ed inebriante abbraccio regalandomi emozioni uniche, offrendomi molteplici spunti di riflessione sulla mia vita, sul mondo in cui vivo e rafforzando la certezza che viaggiare aiuta a diventare "menti pensanti" e farlo aiutando le persone meno fortunate di noi rende anche "più belli"!! Raffaella PARTI CON ANPIL! - Campi Estivi HAITI, GUATEMALA, PARAGUAY, CONGO e MOZAMBICO Non esiste limite di età (basta solo aver compiuto 16 anni!) Chiama e chiedi informazioni: (Massimiliano); E un esperienza che consigliamo di fare almeno 1 volta nella Vita. 7

8 PARAGUAY : un esperienza che mi ha reso felice Tatiana, 16 anni, ha vissuto l esperienza in missione ad Asuncion, presso la scuola La Salle dei Fratelli delle Scuole Cristiane Domenica 7 luglio sono arrivata all aeroporto di Asuncion; i responsabili Anpil, Paul e Patrizia, sono venuti a prendermi per accompagnarmi alla Missione di Fratel Arsenio, nella quale avrei soggiornato. Ad appena 10 minuti dal centro di Asunciòn, in una realtà completamente diversa, alla scuola La Salle si stava organizzando una festa del quartiere: alcune famiglie avevano preparato da mangiare, i bambini di tutte le classi facevano balletti vestiti con i costumi tipici del Paraguay e il ricavato sarebbe stato diviso tra queste persone. Il giorno dopo gli alunni più grandi della scuola hanno portato me e altri due volontari italiani (Fabio e Alessandro) a visitare il quartiere e abbiamo visto che a causa delle abbondanti piogge, il fiume che attraversa il Paraguay aveva sommerso le case vicine agli argini e molte famiglie avevano dovuto abbandonarle e andare a vivere in case di cartone e legno lungo una strada, fangosa e piena di sporcizia. L immondizia e le fognature che non funzionano, allagano spesso le strade contribuendo al diffondersi di malattie. Una realtà che mi ha davvero impressionato! Nelle due settimane trascorse in Paraguay, la giornata dei bambini ospiti della scuola, e quindi anche di noi volontari ANPIL, iniziava alle 8.00 per finire alle 16. La parte della giornata che preferivo di più era il momento in cui ci mettevamo in cerchio e pregavamo ringraziando Dio per tutto quello che ci dà e tutti, così, approfittavano di questo momento per pregare per la propria famiglia. Durante la giornata cercavamo di organizzare attività ludicodidattiche per due gruppi di bambini: uno della mattina e uno della sera: circa un ora e mezza di laboratorio con ciascun gruppo; il resto della giornata erano solo giochi! I bambini erano felicissimi e questo non poteva che rendere felice anche me! Grazie alla maestra Ninfa, che insegna nella scuola e ci ha assistito nelle attività, ho conosciuto alcune famiglie e le loro situazioni: praticamente la prima settimana, non mi vergogno a dirlo, ho pianto sempre! Mi faceva tanto male vedere quelle persone in quello stato, quei bambini che a scuola erano felici e a casa soffrivano per mille disagi: mi sentivo impotente. Ma li ammiravo tutti perché nonostante i mille problemi e la povertà, loro vivevano sereni e non si disperavano, cosa che invece nel nostro paese succede spesso poiché interiormente non si è forti abbastanza da sperare in un cambiamento Li ammiro tutti perché nonostante non abbiano niente, ringraziano il Signore per quel poco che hanno e che condividono con gli altri. E stata un esperienza indimenticabile: mi sono affezionata molto ai bambini e non vedo l ora di ritornare in missione. Stare insieme a loro mi ha fatto capire cosa voglio fare nella mia vita, mi sono sentita piena dentro e soddisfatta aiutandoli come potevo. Non mi sentivo così felice da tanto tempo! Grazie ad Anpil che mi ha dato questa grandissima opportunità. Tatiana PARAGUAY : imparare a dare il giusto valore alle cose La riflessione di Fabio, 16 anni, che ha vissuto l esperienza di Asuncion, presso la scuola La Salle Passare due settimane in Paraguay è stata un esperienza indimenticabile. Ho imparato molte cose e tra queste che nella vita non bisogna avere molto per essere felici. Svegliarsi ogni mattina e vedere tutti i bambini della scuola La Salle sorridere, aver voglia di giocare e imparare, mi ha trasmesso delle emozioni indimenticabili. La partenza per l Italia è stata un momento particolarmente difficile. Tante lacrime da parte dei bambini, ma anche da parte nostra e dagli assistenti della scuola. Ho imparato a dare il giusto valore alle cose e mi sono veramente accorto della fortuna che ho. Un esperienza assolutamente da ripetere e da raccontare. Fabio 8

9 HAITI : un esperienza unica Francesca, studentessa di 4a Liceo a Milano, ha vissuto l esperienza del campo in Haiti. Ecco le sue riflessioni Haiti è stata un' esperienza unica : non è come ti immagini che sia. Ghephana, Francesca, Cleberson, Jennifer e tutti i bambini che abbiamo conosciuto vivono tutti i giorni in una città dove la polvere e lo smog non ti fanno respirare. Di sera la cappa di smog è talmente fitta da non far vedere l' orizzonte ed è un vero peccato : Haiti è bellissima. Le cascate, il mare...il paesaggio é sempre diverso ed emozionante. Non era semplice arrivare alla scuola Hibiscus dove facevamo attività con i bambini. La mattina è stato faticoso fare un'ora a bordo del 'tap tap', camionetta tutta sgangherata utilizzata per il trasporto pubblico, ma poi, arrivata alla scuola, ritrovavo tutte le energie cantando con i bambini, vedendo come ballavano e come ci prendevano in giro quando a ballare eravamo noi. È stato davvero bello capire che si stavano affezionando a noi italiani e rendersi conto che anche tutti noi eravamo già innamorati pazzi di loro. Era sempre dura lasciarli il venerdì pomeriggio sapendo che li avremmo rivisti solo dopo il week end. Partendo dall Italia per il mio viaggio, pensavo che abituarsi al clima, al cibo o al non poter bere acqua corrente dal rubinetto come faccio in Italia sarebbe stato difficile, ma questa è la realtà che i bambini vivono tutti i giorni. Quindi ho capito non solo quanto sono fortunata, ma anche che non ho nessun diritto di lamentarmi per quello che ho, o che penso di non avere L ultimo giorno di attività nella scuola ho provato la tristezza di baciarli e farli giocare, sapendo che era il nostro ultimo giorno alla scuola, scrivere i numeri di cellulare per poterli risentire. È stato questo il passo più faticoso da fare. Haiti mi ha fatto vedere il mondo da un' altra prospettiva; mi ha dato più di quanto io, in quelle 3 settimane, abbia dato a lei. E stata davvero un esperienza unica che consiglio di vivere! Grazie ANPIL!!! Francesca HAITI : L'Antoniana di Como dona le divise ai bambini di Haiti Consegnate alla scuola Hibiscus di Port-au-Prince Piuttosto che lasciare le vecchie divise di basket in soffitta a prendere polvere, meglio donarle ai bambini di Haiti. Una bella iniziativa quella del Basket Antoniana Como che grazie alla collaborazione con ANPIL di Milano, ha consegnato in loco 50 maglie e 30 calzoncini delle divise degli anni scorsi, che ormai, per questioni di modello o di sponsor, non erano più utilizzabili. Le magliette dell Antoniana, di taglie svariate dal minibasket agli adulti, sono giunte a destinazione nella scuola Hibiscus di Port-au-Prince per la gioia di bambini e ragazzi. Promotori Stefano Rossi, allenatore dell Antoniana, e Valentina, una volontaria comasca dell ANPIL. Abbiamo imbarcato le divise a giugno su una nave container e ad agosto sono giunte a destinazione e distribuite dai volontari dell Anpil in una scuola della capitale. Per noi dell Antoniana erano divise che non usavamo più, ma abbiamo pensato che grazie alla collaborazione di Valentina, che si è recata ad Haiti con altri italiani per alcune settimane di volontariato, potessero diventare utili ai bambini del posto per fare sport o anche solo per vestirsi. Dopo tanti anni di fiere partite sui campi da basket comaschi, ora queste maglie sono in dono nella Scuola Hibiscus. Un grazie al presidente dell Antoniana, all Associazione ANPIL e ai volontari. Avevamo intenzione di spedire anche palloni e canestri ma è stato troppo complicato, magari ci riproveremo. Speriamo infatti che sia l inizio di una lunga collaborazione fra Antoniana Como e Haiti nel nome della solidarietà. Simone Clerici HAITI H armonie et contradiction A ccompagnées par I mages que T rasmettent I nfinie Esperance Vivaci colori Caotici rumori. Sguardi penetranti Occhi sognanti. Semplici gesti Infiniti ed onesti. Odori intensi Che risvegliano i sensi. Paesaggi incantati Luoghi tormentati. Un popolo coraggioso Che lotta per un domani dignitoso. Valentina e Miriam 9

10 HAITI : voglio ritornare in Haiti! Clotilde, studentessa di 4a Liceo a Milano, ci racconta il contrasto tra il nostro Mondo e quello di Haiti L impatto appena uscita dall aereo, una volta atterrata a Port au Prince, capitale di Haiti, mi ha molto impressionato : caldo soffocante, luce del sole fortissima e tanto tanto rumore. Non era esattamente una prima impressione da togliermi il fiato e l uscita dall aeroporto ha forse peggiorato le mie sensazioni, dopo essermi ritrovata in mezzo a tanta gente che urlava in una lingua sconosciuta, con un rumore perenne di clacson in sottofondo e un livello di smog nettamente superiore a quello milanese. Sarei tornata a casa molto volentieri, soprattutto durante il tragitto verso Casa Italia quando la povertà della città mi ha colta alla sprovvista e mi ha fatto sperare con tutta me stessa che fosse solo un incubo. Ma non era un incubo : era tutto reale!. Tolto il forte impatto con una realtà che non è la mia e che, non nego, mi ha fatto dubitare di poter resistere lì tre settimane, il mio soggiorno ad Haiti è stata una delle esperienze migliori della mia vita. Se chiudo gli occhi riesco a rivedere tutto così nitidamente: la grande piazza di Champ de Mars, la confusione del Mache en Fer, le rovine della Cattedrale e tutti i posti a noi familiari per quelle tre settimane con i loro profumi e rumori. Uno dei ricordi più vivi di quella vacanza è il nostro arrivo alla scuola Hibiscus: dopo un ora abbondante di un infernale viaggio in Tap Tap, con lo stomaco annodato e tanta curiosità mista a paura per un incontro che mi avrebbe cambiata per sempre, abbiamo varcato il cancello della scuola. Ad attenderci una cinquantina di bambini che molto timidamente ci aspettavano in fondo ad un piccolo portico. Ancor prima di salutarci si sono sistemati su un traballante palco nel piccolo cortile e tutti insieme ci hanno cantato una canzone di benvenuto. Poi sono subito corsi verso di noi per abbracciarci, per ricevere una carezza, un bacio o anche solo un sorriso accompagnato da un tenero bonjour. Le tre settimane che abbiamo passato con loro mi hanno portato a voler bene a quei bambini in un modo che non avrei mai pensato possibile, i loro sorrisi mi accompagnano sempre e ogni volta che chiudo gli occhi, vedo i loro grandi occhioni neri e tanti ricordi divertenti affiorano alla mia mente. Fare attività con loro tutti i giorni, che fosse il giorno delle perline, quello degli scoobydoo piuttosto che quello delle mini olimpiadi, mi ha insegnato quanto importante sia la possibilità per quei bambini di non passare tutta l estate in mezzo alla loro povertà, quanto sia fondamentale per loro sapere che qualcuno li ama ed è li solo per stare in loro compagnia. Credo che nonostante io a loro abbia lasciato affetto, amore, giochi e risate, loro hanno lasciato molto di più: mi hanno insegnato l importanza delle cose semplici, ad essere felice con poco e a smetterla di lamentarmi e a pensare positivo. Stare a contatto con persone, in questo caso bambini, che riescono ad essere felici con così poco fa riflettere e credo che l insegnamento che loro hanno passato a me dovrebbe essere passato anche qui. Non è sempre stata un esperienza facile: ci sono stati giorni in cui le comodità di casa nostra ci mancavano, in cui la povertà che ci circondava rendeva tutto più difficile, ma il pensiero che al mattino dopo quei grandi sorrisi ci attendevano a scuola faceva passare tutto. Le loro lacrime l ultimo giorno di attività ancora mi rattristano e salutarli salendo sul tap tap è stato un momento che non avrei mai voluto affrontare. Ma come dicono gli haitiani, con grande fede e ottimismo, ci rivedremo un giorno si Dieu veut. Quello che abbiamo capito noi alla fine del nostro viaggio è che decidere di partire per Haiti è prendere la decisione consapevole di farsi rubare un pezzo di cuore per donarlo per sempre a questi straordinari bambini, mentre nel mio cuore resteranno per sempre, i loro baci, i loro sguardi e i loro sorrisi; la bellezza dell isola e la gentilezza degli haitiani. CONGO : GRAZIE RICCARDO!!!!!!!!!!! Dedicata a Riccardo Tambini, 7 anni, la Targa di ringraziamento per la l amicizia e la generosità dimostrata.. Finalmente ce l abbiamo fatta!!!! Con quasi un anno di ritardo e mille difficoltà, siamo riusciti finalmente a dare testimonianza del bellissimo gesto che Riccardo Tambini ha voluto compiere nei confronti dei bambini del Congo. In questi anni il piccolo Riccardo (piccolo, ma con un cuore grande così!!!) ha voluto, con l aiuto molto consistente di mamma e papà, donare ai tanti bambini dell orfanotrofio di Mwene Ditu la possibilità di vivere in un ambiente migliore. Per questo, grazie proprio all aiuto di Riccardo, stiamo finendo di completare alcuni lavori per il nuovo dormitorio per arredarlo e renderlo perfettamente agibile e confortevole. E proprio nel dormitorio brilla ora la targa a lui dedicata! Grande Riccardo!!! 10

11 CONGO Progetto Acqua : In Congo l accesso all acqua potabile rappresenta un privilegio per pochi fortunati. L obiettivo è realizzare una struttura di raccolta e distribuzione di acqua potabile e igienicamente sicura, al servizio dell Orfanotrofio di Mwene Ditu e della comunità locale. Interventi previsti : cisterne per la raccolta di acqua, dispositivi per il trattamento, controllo della qualità, servizi igienici, tubazioni. Cominceremo con la costruzione delle cisterne. Responsabile del Progetto : Nathalie Leiba HAITI Manutenzione Scuola Hibiscus : Il Progetto prevede la realizzazione della cucina e delle toilettes destinate ai bambini. Attualmente la cucina e i bagni sono costituiti da una tenda e da pozzi perdenti, con gravissime carenze igieniche. Questi due interventi completano la ristrutturazione della scuola già avviata nel La scuola è frequetata da circa 100 bambini: 60 sostenuti a distanza da famiglie italiane. Responsabile del Progetto: Frederic Widny, resp. ANPIL in Haiti. GUATEMALA Allevamenti domestici di polli: 160 per singolo allevamento (40 allevamenti : ) Il Progetto prevede la realizzazione di 40 allevamenti domestici di polli destinati a 40 famiglie rurali della comunità maya. In Guatemala la denutrizione è una piaga sociale causata da una alimentazione concentrata sul mais e priva di proteine, fondamentali nella crescita dei bambini. L allevamento consente alla famiglia di disporre di carne, uova e di avviare un piccolo commercio di polli da vendere al mercato. Responsabile del Progetto: Lorenzo Ossoli, collaboratore ANPIL in Guatemala. HAITI Cooperativa Mototaxi : (progetto su 3 anni : totale ) Il Progetto prevede l avviamento di una cooperativa di mototaxi destinata ai giovani di Haiti. I primi bambini sostenuti a distanza da ANPIL sono diventati ormai adulti e ANPIL vuole offrire loro l occasione per avviare una attività lavorativa per essere autosufficienti e mantenere le loro famiglie. La cooperativa ha anche come scopo quello di impiegare parte degli utili nei Progetti che ANPIL ha sul territorio. Il Progetto comprende l acquisto di mototaxi e le pratiche legali per l immatricolazione. I Mototaxi saranno intestati ad ANPIL-sede di Haiti che vigilerà sul loro corretto utilizzo. Responsabile del Progetto: Mardochée Racine, collaboratore ANPIL in Haiti. (per maggiori dettagli, consulta il sito COME PUOI AIUTARCI A REALIZZARE I PROGETTI? -con donazioni -indicandoci persone che possono aiutarci -trovando Aziende che possono essere nostri sponsor Per DONAZIONI n conto corrente postale : IBAN : IT49A Banca : INTESASANPAOLO 11

12 GRAZIE ANPIL! 24/10 31/10 7/11-12/11 Corso Preparativo all Adozione L Adozione in presenza di figli naturali o già adottati Corso in 4 serate. Per informazioni sui corsi del percorso ADOTTIVO: (dott. Michele Augurio) 21/10-31/10 15a Mostra Missionaria Sulla Fame Non si Specula, c/o Ist. Gonzaga-v. Vitruvio 41-Milano (8-19 continuato) Vendita di oggetti equo-solidali e di artigianato provenienti dai Paesi del Sud del Mondo Volevo ringraziare di cuore l'anpil. Ha cambiato la mia vita. L'impegno, la missione ed il duro lavoro quotidiano di ANPIL mi ha permesso di essere ammessa in una delle università più prestigiose di Londra, la Royal Holloway University of London. Quando sono stata contattata mi avevano scritto che solo con un certo punteggio sarei riuscita ad essere ammessa ma, una volta usciti i risultati, mi sono trovata quattro punti al di sotto della soglia minima richiesta per l'ingresso. Mai mi sarei aspettata di ricevere una lettera dall'università in cui avevano deciso di ammettermi grazie alle mie "straordinarie qualità non-accademiche" dopo aver visionato il mio curriculum vitae. E' grazie all'esperienza del Guatemala, all'opportunità di presentare una conferenza a medici e le varie esperienze di vita resemi tutte possibili dall'anpil che sono stata accettata lo stesso incondizionatamente. Vorrei trasmettere l'orgoglio e la soddisfazione di tutto ciò che ho vissuto grazie ad ANPIL alle generazioni che mi seguiranno. ANPIL sarà sempre con me, come io mi sentirò sempre parte di ANPIL. Dunque, GRAZIE DI CUORE, porterò ANPIL a Londra con me e spero di poter essere sempre un esempio all'altezza della straordinarietà di questa associazione e di tutti coloro che si dedicano ogni giorno e fanno parte di questo incredibile esercito di invisibili che si impegnano a rendere questo mondo migliore. Nicole CONGO : Quando partire è solo una questione di cuore Dennis racconta la sua esperienza a Mwene Ditu Quando Francesca, volontaria ANPIL, mi ha proposto di andare a Mwene Ditu, non ho avuto esitazione: "Sì", ho risposto! Partire, rappresentava per me la chiusura di un cerchio magico che, circa 15 mesi prima, mi aveva permesso di conoscere la persona meravigliosa di cui mi sono innamorato. Quel posto, così spesso descritto nei racconti di Francesca e Nathalie, Presidentessa di ANPIL, lo avevo immaginato sulla base di analoghe esperienze africane, ma, come spesso accade, la realtà ha superato ogni più profonda aspettativa: è un luogo davvero magico. Cosa lo renda così attraente è difficile da spiegare; non ha bellezze paesaggistiche tipiche del continente africano, non ha quella calorosa e coinvolgente atmosfera che caratterizza l'immaginario dei popoli africani e nemmeno sono presenti quelle tipologie di etnie che, con suoni e colori, affascinano i turisti più esigenti. È semplicemente un luogo vero. Così come è vero ciò che ANPIL ha costruito in questo luogo così sperduto, ostile e difficile da trovare persino con google maps! Solo chi ama profondamente l'africa può prendere in considerazione l'idea di sviluppare un progetto in questa zona: chi ha la fortuna di poter trascorrere qui anche un breve periodo, è decisamente un privilegiato. Il disagio e la fatica per raggiungere Mwene Ditu trovano la ricompensa negli occhi di quei bambini che ti urlano amore da ogni poro della loro pelle; una pelle così bisognosa d'amore da rendere impossibile trattenere la commozione durante gli abbracci che ti regalano spontaneamente per il solo fatto di essere li con loro. Al termine dell'esperienza si erge sopra la tua testa il più enorme dei punti di domanda: da un lato vorresti fare di tutto per rendere la vita migliore ai quei bambini, dall'altro ti rendi conto che qualsiasi cosa tu faccia, serve davvero a poco. La soluzione la trovi negli occhi sereni di Francesca e Nathalie: solo chi ha dedicato tempo, forze, risorse e sacrifici a Mwene Ditu, conosce le dure regole che governano qui i rapporti di forza tra le persone. E con la loro dolcezza e tutto il loro amore per questi luoghi, ti guidano: ANPIL sa cosa fare e lo fa molto bene. Posso solo dire : aiuta ANPIL è farai la cosa giusta. A me resta la gioia di aver vissuto una fantastica esperienza che, molto egoisticamente, mi farà stare bene per molto tempo: nei momenti in cui vivrò le inevitabili convulsioni isteriche prodotte della centrifugata vita milanese, pensare ai bambini di Mwene Ditu regalerà al mio viso un sorriso ebete ma pieno di gioia, pensando a quali siano le cose che veramente sono importanti per una vita felice con...godimento totale! Veramente felice come vera è ANPIL. Dennis 12

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva?

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva? Carissimi della Parrocchia San Luigi di Montfort in Roma. Un carissimo saluto da tutta la comunità di Mpiri che nella ricorrenza domenicale oggi 4 Novembre 2007 ha un motivo in più per ringraziare quell

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Viaggio in Senegal ottobre 2013

Viaggio in Senegal ottobre 2013 Viaggio in Senegal ottobre 2013 Dal 26 ottobre al 1 novembre, 11 persone, 4 dentisti ( 2 dentisti e 2 aiuti), 5 terapeuti Esseni, 1 consulente per i problemi articolari e un accompagnatrie per la logistica

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE!

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE DIAMOCI UNA MANO PRENDENDOCI PER MANO 2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO DI 2 SETTIMANE È una forma di volontariato che

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini

Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini Teresa Di Clemente CINQUE FIABE PER FAR SOGNARE E SORRIDERE I BAMBINI www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Teresa Di Clemente Tutti i diritti riservati

Dettagli

informa giugno 15 n. 1 I

informa giugno 15 n. 1 I DUE SGUARDI: UN AFRICA Mostra fotografica - Trento, piazza Fiera - 30 maggio - 2 giugno 2015 informa A febbraio 2012 noi studenti e studentesse trentine abbiamo potuto conoscere la realtà ugandese in un

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO "MA COME TI TRUCCHI?!" PER PERSONE CON DISABILITÀ.

UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO MA COME TI TRUCCHI?! PER PERSONE CON DISABILITÀ. UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO "MA COME TI TRUCCHI?!" PER PERSONE CON DISABILITÀ. Relatore: Martina Tarlazzi Make your smile up LA NASCITA DEL

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli