Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni"

Transcript

1 Via dell Industria, 30 Vigano di Gaggiano (Mi) Tel. e fax mail: Gaggiano TUTTO Via dell Industria, 21 Vigano di Gaggiano (Mi) Tel. e fax Cell mail: Supplemento mensile di Ordine e Libertà in distribuzione gratuita a Gaggiano e frazioni ANNO 5 - N tel ; fax ; VIVA IL CARRO DISARMATO! PAGINE 8 e 9 COSI NASCE LA COMUNITA PASTORALE PAG. 3 LA PRIMA DELLA SCALA IN NOVELLA PAG. 4 DONNE, IL 22 PER FERMARE LA VIOLENZA PAG. 5 TRA BIANCHI E PERFETTI SFIDA INFINITA PAG. 7 MONUMENTO AI CADUTI: STORIA DI QUI PAG. 11 Devi vendere la tua auto??? Te l acquistiamo in giornata!!! Pagamento immediato oppure portala in conto vendita gratuitamente!!! S.S. 494 Vigevanese km ABBIATEGRASSO Via Dante, Abbiategrasso (Mi) Tel TUBI E RACCORDERIA OLEODINAMICA Esecuzione e riparazione immediata di tubi per tutti gli utilizzi a bassa, media, alta e altissima pressione Tel fax Dolci per ogni occasione con prodotti di nostra produzione Via Roma, 42 - Gaggiano (Mi) - Tel Via Dante, 5 - Trezzano s/n (Mi) - Tel

2

3 TuttoGaggiano TERZA PAGINA 3 CHIESA LOCALE Costituita ufficialmente alla fine del mese sotto la guida di don Fizzotti Nasce la Comunità Pastorale In essa sono raggruppate le parrocchie dello Spirito Santo (Gaggiano) e delle frazioni Vigano Certosino, Barate, San Vito e Fagnano Don Piercarlo Fizzotti Con la fine di novembre, è stata costituita ufficialmente l Unità pastorale intitolata a Maria Regina delle Pace. La nuova entità raggruppa le parrocchie di Gaggiano capoluogo (Spirito Santo), Vigano Certosino, San Vito, Barate e Fagnano. Giunge così al termine la lunga fase di riorganizzazione avviata con l arrivo di don Piercarlo Fizzotti a Gaggiano e con la partenza di don Claudio Mainini per le missioni di Haiti. Sabato 22 novembre, nel pomeriggio, avverrà la presa di possesso della parrocchia di Vigano da parte di don Piercarlo (che finora è stato amministratore parrocchiale della medesima). L 8 dicembre, festa dell Immacolata, presso la chiesa parrocchiale dello Spirito Santo a Gaggiano, presente il vicario di zona monsignor Franco Carnevali, si terrà la cerimonia ufficiale che segna l avvio della nuova Unità pastorale Maria Regina della Pace. Già da tempo le parrocchie di San Vito Martire, dei Santi Andrea e Rocco a Fagnano erano amministrate dal parroco di Gaggiano, mentre Barate era stata associata a Vigano. Con la nuova entità pastorale, la giurisdizione territoriale ecclesiastica coincide con l intero territorio del Comune di Gaggiano. G.C. Marcarini ha donato il ritratto di Paolo VI alla parrocchia A Gaggiano il pittore Marcarini è una figura nota. Negli ultimi anni si è dedicato, oltre che alla paesaggistica, che è la sua forma espressiva preferita, anche ai ritratti, specie di santi e beati. Ultimamente ha prodotto un trittico: Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, proclamati santi. Poi don Bosco e Paolo VI. Il primo dipinto è stato regalato all'oratorio San Tarcisio in occasione dei 90 anni di fondazione. Il ritratti di Paolo VI (nella foto), donato alla parrocchia, è stato esposto nella chiesa dello Spirito Santo in occasione della beatificazione di Montini, avvenuta a Roma il 19 ottobre scorso. A Marcarini va il ringraziamento (oltre che la stima) di tutti i gaggianesi. Ricordiamo, tra le sue iniziative recenti, la sua benemerita opera di restauro di tante statue di angeli e santi presso il cimitero. NOTE DI STORIA Aveva assunto importanza come pagus di origine preromana Sant Invenzio, pieve di Rosate Per secoli la parrocchia gaggianese ne fece parte, fino al sinodo del 1972 Per secoli la Parrocchia di Sant'Invenzio a Gaggiano fece parte della pieve di Rosate o di Santo Stefano. Rosate fu infatti capo pieve. Questa posizione predominante rappresentò verosimilmente la conseguenza dell importanza che assunse precedentemente come pagus, cioè come circoscrizione rurale, di origine preromana e poi romana. È sicuro che i Romani riproposero le gerarchie territoriali operate dai Celti, è in effetti dalla loro epoca che si presume provenire l etimologia del nome di Rosate e quindi la sua fondazione. È a partire dal XIV secolo che, a proposito della pieve di Rosate, viene riportata la notizia dell'esistenza di un primo sacerdote a capo della stessa con il titolo di praepositus, prevosto. Col tempo, la struttura della pieve si consolidò e si ampliò, gestendo localmente l'aspetto religioso delle diverse comunità e basandosi strutturalmente sulle principali parrocchie dei centri abitati circostanti, tra cui Gaggiano che ebbe una particolare rilevanza, ma soprattutto sulla città di Rosate e nello specifico della chiesa cittadina di Santo Stefano. Grazie alla realizzazione dei catasti, la ricostruzione storica risulta semplificata a partire dal Il catasto del territorio, promosso in questo secolo durante la dominazione spagnola, censì le località di Cavoletto, Micona e Gaggianese che godevano di una qualche autonomia rispetto a Rosate. Questa condizione continuò fino al 1700 quando iniziò il consolidamento delle condizioni attuali. È bene ricordare che molti altri centri ben più importanti di Rosate sorsero nella stessa area nei secoli successivi e questi misero in discussione la secolare influenza religiosa della città, che ugualmente mantenne un ruolo di primaria importanza. La pieve fu sede di un capitolo di canonici e di una chiesa collegiata sino al 1797, anno che segnò definitivamente la decadenza della dominazione della pieve rosatese sull'area, causata TuttoGaggiano dall'invasione francese, che abolì la pieve amministrativa e la sostituì con un distretto. In assenza di prove certe, si può comunque ipotizzare che la prima chiesa di Rosate a essere costruita fu molto probabilmente proprio quella di Santo Stefano. Poiché si tratta di una chiesa "cimiteriale", è ipotizzabile che Santo Stefano sia sorta su una porzione del demanio probabilmente prima del VI secolo. Casi analoghi si verificarono anche in altri luoghi. La pieve ebbe lunga vita fino al 1972, quando fu indetto il sinodo diocesano dal cardinale Giovanni Colombo, arcivescovo di Milano. In questa circostanza la pieve di Rosate venne abolita e la città venne inglobata fino ai nostri giorni nel decanato di Abbiategrasso e quindi nella zona diocesana pastorale VI che fa capo a Melegnano. Mara Marchesi Supplemento mensile di "Ordine e Libertà" in distribuzione gratuita a cura di Editrice Abbiatense srl, vicolo Cortazzza 3, Abbiategrasso (Mi). Aut. trib. Milano 9/8/1945 n. 346 del Registro. Direttore responsabile: Marco Aziani. Coordinatore: Giuseppe Caffulli. Stampa: Edizioni Tipografia Commerciale, Cilavegna (Pv). Hanno collaborato: Eleonora Aziani, Jacopo Giavenni, Ilaria Landino, Mara Marchesi, Alberto Marini, Jacopo Mazzanti, Paolo Migliavacca, Paolo Rossetti, Marina Rosti, Marco Vendramel.

4 4 BACHECA TuttoGaggiano LA FOTO DEL MESE C ERA UNA VOLTA Le cronache de Il Ponte di 30 fa La CIG, le guerre, i treni e l Unità Piccola tamburina lombarda Una bella immagine colta durante le celebrazioni dell anniversario della Vittoria e la festa delle Forze Armate, che si sono tenute a Gaggiano domenica 9 novembre, diventa la foto del mese: ritrae la piccola Viola Sarno, impegnata a suonare il tamburo nella Banda di Gaggiano e che il maestro, Marco Romagnoni, sta continuando a rinnovare e a far crescere: apprezzatissimo il contributo del Corpo Musicale di Gaggiano 1854, che sta per concludere il suo splendido centosessantesimo anniversario di fondazione. Novembre 1984, ovvero: quando il ricorso alla Cassa Integrazione faceva ancora notizia. In un momento nel quale le aziende, specie se di piccole e medie dimensioni, spariscono di scena senza quasi che ce ne accorgiamo (ma evidentemente se ne accorgono eccome i tapini che ci rimettono il posto di lavoro!), ci imbattiamo nella prima pagina del Ponte di trent anni fa che titola in apertura Cassa integrazione alla Sguinzi e locco merci alla Emiplast, con la spiegazione nell occhiello: Problemi del dopo ferie in alcune aziende di Gaggiano (che vorrebbe dire: questione di qualche settimana, poi tutto ritorna alla normalità; non proprio come adesso, in generale). Di spalla, il titolo è forse più roboante della sostanza: Tamburi di guerra. Addirittura?! Ma figurarsi che si parla, con circa sei mesi di anticipo, delle elezioni comunali che infatti si sarebbero poi tenute il successivo 12 maggio. L occhiello di questo secondo articolo di prima pagina spiega che tale guerra è in corso «dai muri del paese e dalle sedi di partito»; il sottotitolo chiarisce che «la giunta ha dato il via alla polemica, ma già Dc e Pci erano partiti con loro iniziative. La Dc è alle prese con qualche dissenso interno. Il Pci si prepara per ben figurare. I socialisti, come al solito, stanno alla finestra. Sembra solo polemica, ma già si parla di cose concrete». Non si sa se ridere o piangere nello scorgere, a pagina 2, il trafiletto dal titolo: «Qualche disagio per chi usa il treno». Un altra di quelle notizie alle quali nei decenni i pendolari della Milano- Mortara hanno dovuto semplicemente abituarsi e che anche la presenza del doppio binario finalmente arrivata a potenziare la linea, nonché l introduzione dei treni della S9 tra Albairate e San Cristoforo (e molto oltre), non hanno del tutto fatto passare nel dimenticatoio. Oltretutto, nella fattispecie del novembre 1984, i problemi venivano annunciati nella prospettiva di circa 6 mesi: quelli necessari a intervenire sulla sede ferroviaria per il suo riattamento, con conseguente sospensione di alcune corse, sostituite nelle ore di punta dal servizio autobus, capienza 40 posti, con fermata «al distributore Mobil di via Manzoni, destinazione Milano Porta Genova». Mette nostalgia, per gli amanti del genere, trovare nella stessa pagina la locandina del Teatro nel Territorio, che all epoca faceva il pienone al Nuovo di Abbiategrasso (che purtroppo è chiuso per inagibilità ormai da vent anni, mentre il suo palcoscenico all epoca ospitava, tra i tanti, Ugo Pagliai e Paola Gassman in Il piacere dell onestà...). Mette invece un po di tristezza (ognuno interpreti come crede l utilizzo di questo termine) leggere, a pagina 4, il comunicato della segreteria del Pci che ringrazia ed incita militanti, sostenitori e simpatizzanti «per il positivo risultato ottenuto domenica 14 ottobre con la diffusione de l Unità a 5 mila lire», vendita straordinaria che fruttò al quotidiano comunista, nella sola Gaggiano, 850 mila lire. La conclusione dell articolo la dice lunga e induce a qualche più o meno amara riflessione: «Rinnoviamo perciò l appello ai sinceri democratici di Gaggiano, ai nostri iscritti e simpatizzanti, a coloro cioè che riconoscono la particolare funzione che un quotidiano come l Unità riveste, nell ormai allineato panorama della stampa quotidiana in Italia, a versare un contributo economico per garantirne le pubblicazioni». Non è bastato. Ultima notizia di quel novembre 1984 (oggi di attualità, visto che proprio in questi giorni si celebra la apposita giornata): «Dopo la votazione in Parlamento sulla legge contro la violenza sessuale - si legge - le donne hanno deciso di non tacere e di non accettare passivamente una legge che non rispecchia se non in minima parte le loro aspettative, e di mantenere in vita il vecchio Comitato promotore per ripresentare negli stessi termini la sua legge all approvazione del Parlamento». M.A. Per i melomani imperdibile il Fidelio di Beethoven su grande schermo la sera di Sant Ambrogio 7 dicembre: la Prima della Scala quest anno va in scena alla Novella Per la prima volta a Gaggiano, domenica 7 dicembre (giorno di Sant Ambrogio), nel salone del Circolo ricreativo La Novella 73, sarà proiettata su grande schermo in diretta da Rai 5 la prima del Teatro Alla Scala. La serata fa parte delle manifestazioni che rientrano nel progetto culturale del Circolo per la stagione 2014/2015. L'intervallo principale sarà allietato da un ricco buffet. In un accogliente ambiente familiare potrete assistere al capolavoro di Ludwig van Beethoven "Fidelio" diretto dal Maestro Daniel Baremboim, regia di Deborah Warner, interpretato da Anja Kampe, Peter Mattei, Falk Struckmann. La prima rappresentazione di questa, che resta l'unica opera composta dal maestro di Bonn al culmine della propria esperienza e maturità artistica, avvenne al Theater an del Wien (Vienna) il 20/11/1805. Il compositore così descrive la su opera: "di tutte le mie creature, il Fidelio è quella la cui nascita mi è costata i più aspri dolori, quella che mi ha procurato i maggiori dispiaceri: per questo è anche la più cara; su tutte le mie altre composizioni la considero degna di essere conservata e utilizzata per la scienza dell'arte". La trama appartiene a un genere assai diffuso all'epoca, in cui gli eroi positivi, rappresentanti le forze del bene, trionfano dopo aver subito ingiustizie e dopo molte peripezie, trovando alla fine la salvezza grazie a un provvidenziale colpo di scena, secondo il tema caro al compositore dell'affermazione della giustizia e della ragione. P.M. SINOSSI Florestan viene incarcerato dal governatore della prigione (Pizzarro) suo potente nemico. Sua moglie Leonore fingendosi uomo e si fa chiamare Fidelio per poter entrare nella prigione e riesce ad entrare nelle grazie del carceriere e di sua figlia. Dopo varie disavventure equivoci e insidie, riuscirà a ricongiungersi con Fidelio.

5 TuttoGaggiano ATTUALITÀ E POLITICA 5 LETTERA A proposito dell iniziativa dal titolo Un nuovo paesaggio nutre il viandante Armonia, non basta la parola Apriamo il dibattito: la collocazione delle opere di Paolo Ferrari la suscita? Caro direttore, ci sono borghi e paesi, in Italia, che hanno fatto dell arte a cielo aperto il proprio biglietto da visita. Esiste addirittura una associazione (I Paesi dipinti, che raduna e promuove le località che hanno fatto dell arte un elemento centrale per la valorizzazione del territorio. Di paesi dipinti ce ne sono anche in Lombardia, vicino a noi: Arcumeggia, Dairago, Madone A poche decine di chilometri, Gravellona Lomellina è stata trasformata in una galleria d arte a cielo aperto. E nelle domeniche di bel tempo non è raro vedere visitatori a spasso per le vie del Paese (e poi a pranzo nelle trattorie della zona). Proprio per questo ho avuto interesse e simpatia da subito per il progetto di Paolo Ferrari, l artista-medico-scienziato-psicologo che ha donato alcune sue opere al nostro comune (il giornale ne ha riferito nel numero scorso, in riferimento alla presentazione, l 11 ottobre, del percorso Un nuovo paesaggio nutre il viandante - Natura- Narrazione - Astrazione- Trasfigurazione). Nel comunicato diramato dall Associazione Assenza, di cui il Ferrari è anche fondatore, si cerca di spiegare il progetto: un percorso artistico-paesaggistico destinato a coinvolgere un ampia porzione del territorio provinciale attraverso la qualificazione di alcuni tracciati di interesse paesistico tra il Parco Sud e la periferia ovest di Milano. Si tratta di «20 opere pittoriche di grandi dimensioni poste lungo i tracciati dei percorsi ciclopedonali, le rogge, i sentieri che solcano gli ampi spazi aperti del territorio comunale e all interno del tessuto urbanizzato, sulle facciate di alcuni edifici che hanno segnato la storia e l identità locale». Tali edifici e tali facciate, secondo l ideatore del progetto (e a questo punto secondo l amministrazione comunale che ne ha sposato la filosofia), verrebbero come «risanati», trasformati dal «segno artistico entro un contesto di elementi ed ambiti naturalistici e di manufatti antropici dall estetica ordinaria». Traducendo per chi tra noi non frequenta l Accademia della Crusca, i cosiddetti «manufatti antropici dall estetica ordinaria» sarebbero muri e pareti brutti, o nel migliore dei casi esteticamente poco appaganti. Non voglio contestare il fatto che muri di cabine elettriche e pareti di edifici comunali siano oggettivamente bruttarelli, grigi, sciatti, inguardabili. Ma le Due delle opere esposte che adornano l edificio del Comune, visibili dal cortole interno opere di Ferrari, così come sono state collocate, appaiono una operazione cervellotica e (a mio modestissimo parere) poco riuscita. La critica non è tanto alle opere in sé (che forse sarebbero state valorizzate da una collocazione più propria e il cui livello artistico non ho strumenti per giudicare). La sommessa obiezione che vorrei qui sollevare ha a che fare con il concetto di armonia, che si richiama La Trattoria è da sempre quel luogo senza pretese in cui le persone alla ricerca del mangiar bene ritrovano buon cibo e buon vino al giusto prezzo. La mia si chiama Trattoria Vecchia Modena e nasce dal desiderio di far assaporare la cucina tradizionale della mia terra attraverso le ricette di casa e degustarne i suoi vini, accogliendovi in un luogo semplice e genuino. Andrea Verucchi Cucina Tradizionale M odenese San Vito di Gaggiano (Mi) - Tel Via Marta Lodi, Lunedì e martedì chiusi - Dal mercoledì alla domenica aperti pranzo e cena E gradita la prenotazione Chiuso il 24, 25 e 26 dicembre CENONE DI CAPODANNO ed EPIFANIA: menù alla carta e personalizzati ai temi della «proporzione» e dell «accordo». L armonia può derivare anche dal concorso di elementi diversi, in una strana e misteriosa alchimia che provoca un piacere sensoriale. Resta da capire se appendere un opera astratta sul muro di una cabina dell Enel, sull angolo della Casa delle chiavi o sul muro esterno della palestra delle scuole medie susciti armonia. Provochi cioè in chi guarda un godimento estetico (o almeno una domanda di senso) che deriva appunto dal percepire l opera in accordo con l ambiente che la circonda. Anche posto che le opere di Ferrari siano capolavori, non è detto che la loro collocazione raggiunga lo scopo del creare la giusta armonia. Come risulta chiaro ormai, a me questi tabelloni in acrilico sparsi un poco a casaccio non piacciono un granché. Ma questa resta la mia opinione (del tutto, come dice la parola, opinabile). Sarebbe però interessante conoscere come la pensano i cittadini di Gaggiano che vivono giorno per giorno lo «spazio antropico» (che poi sarebbero le nostre strade e le nostre case) lungo le sponde del Naviglio. Il dibattito è aperto. Giuseppe Caffulli Sabato 22 in auditorium Questo non è amore La serata contro la violenza alle donne Il comune di Gaggiano scende in piazza per dire «No» alla violenza sulle donne. In occasione della giornata Internazionale per l eliminazione della violenza sulle donne il comune di Gaggiano presenta lo spettacolo Questo non è amore - il coraggio di rompere il silenzio con la compagnia tetrale Maskere. Lo spettacolo, libero adattamento teatrale di Diana Battaggia con testi tratti da Questo non è amore, venti storie raccontano la violenza domestica sulle donne (Marsilio) e per la regia di Nadia Bruno, è in calendario per sabato 22 novembre alle 21 all Auditorium comunale di via Dante. Al termine dello spettacolo seguirà un dibattito a cui parteciperanno l avvocato Rossella Mileo, Massimo Cruciti dell associazione Uomini non più violenti di Milano, la psicologa Francesca Anastasi, l agente Giuliana Tunici dell Unione dei Comuni I Fontanili e infine Alida Fliri di Donne Insieme contro la violenza di Pieve Emanuele e Noviglio. La serata, moderata dall assessore alle Pari Opportunità di Gaggiano Sabina gatto, è ad ingresso libero. Marina Rosti

6 6 ATTUALITÀ E POLITICA TuttoGaggiano OPPOSIZIONE / Intervista a Maria Teresa Vavassori, consigliere dell omonima lista civica Dialogare per poter crescere In contatto con tutte le realtà del paese, attende al varco l amministrazione Consigliera Vavassori, a Gaggiano la nuova giunta guidata dal sindaco Perfetti si è insediata ormai da oltre cinque mesi e lei è rimasta un po isolata all opposizione, facendo gruppo a sé. Che giudizio dà di questi mesi iniziali e perché finora non ha preso posizione ed ha scelto di mantenere il basso profilo? «In realtà non si tratta di una scelta, ma del risultato delle elezioni che oltre a decretare la vittoria di Perfetti ha portato alla creazione di due gruppi consiliari d opposizione distinti. In questi mesi ho cercato di instaurare un dialogo costruttivo con tutti i componenti del Consiglio e mi sono espressa valutando ogni singolo provvedimento. Nel Consiglio comunale del 30 settembre ho votato contro il Bilancio di previsione Trattandosi in pratica di un consuntivo, sono rimasta coerente con quanto espresso nella passata legislatura in merito agli sprechi e alle scelte d'investimento dell'amministrazione a discapito della manutenzione di strade, edifici pubblici e illuminazione. Ho apprezzato invece le aperture della maggioranza sui temi di Expo e Città Metropolitana. In questo difficile momento di crisi per i Comuni Italiani è fondamentale il contributo dell opposizione su temi che riguardano tutti i cittadini gaggianesi. Bisogna poi lasciare il tempo necessario alla nuova giunta per poter dare un giudizio sul suo operato». Durante la passata legislatura lei, come consigliere di opposizione, ha sempre fatto riferimento più all ex sindaco Giuseppe Gatti che ai suoi colleghi del centrodestra con i quali era stata eletta (Pozzi, Mantovani, Gorini, Marin ). L uscita di scena di Gatti la mette ora in difficoltà? «Nella passata legislatura ho soprattutto collaborato con il gruppo Consiliare di Giuseppe Gatti e con Graziano Mantovani. Vorrei ricordare che nel 2013 ho creato un nuovo gruppo Consiliare chiamato Forza Italia ed Indipendenti proprio con Graziano Mantovani che nelle scorse elezioni è stato, inoltre, il mio capolista all interno della Lista Vavassori per il Rinnovamento. Sui tavoli dell opposizione c è stato di sicuro un grosso cambiamento senza il prezioso contributo di Gatti e sicuramente mi sono dovuta abituare a vedere Bianchi e Zangrossi all opposizione anche contro provvedimenti che in passato loro stessi hanno approvato. Ma fa parte della politica e per i prossimi anni intendo continuare la mia attività consiliare al servizio dei cittadini gaggianesi ponendomi sempre in un ottica costruttiva all interno dell opposizione». Nei sondaggi a livello nazionale Forza Italia sta perdendo quota a vantaggio della Lega Nord di Salvini: a molti non piace l apertura di Berlusconi verso Renzi, e forse nemmeno a lei, che in campagna elettorale ha preso nettamente le distanze dalla lista di Perfetti a prevalenza Pd. Qui il suo partito di riferimento la sta sostenendo o l ha un po abbandonata? «L appoggio di Berlusconi a Renzi è sulle riforme necessarie per modernizzare l Italia e combattere la crisi economica. In questi giorni è chiara l opposizione di Forza Italia alle politiche economiche e fiscali del Governo e la volontà di presidiare con determinazione gli interessi legittimi delle famiglie e delle imprese italiane, anche attraverso una grande mobilitazione nazionale, come il no tax day sulla casa del 29 novembre. A Gaggiano rappresento Forza Italia e sono stata rieletta in Anci Lombardia e delegata al Congresso Nazionale Anci del 6 novembre sempre in quota Forza Italia. Per quanto riguarda la Lega Nord, sicuramente Salvini sta facendo un buon lavoro sul territorio e i nostri partiti condividono molti obiettivi. Il mio partito deve prendere spunto per tornare ad essere protagonista sul territorio cercando di coinvolgere tutti i militanti con l obiettivo di tornare a vincere le elezioni». Maria Teresa Vavassori Si vocifera che sia invece in corso un avvicinamento nei suoi confronti da parte della lista civica Futura, la cui candidata sindaco Elena Semeraro è rimasta esclusa dal Consiglio: è davvero così? E le pare possibile recepire, come consigliera comunale eletta con i voti di Forza Italia e dell Associazione Il Naviglietto, le istanze che le saranno sottoposte dalla lista civica Futura che da Signorini a Ciocca sembrava comprendere tutto l arco costituzionale? «Sono in contatto con tutte le realtà del paese e, pertanto, non escludo la possibilità di dialogare con l Associazione Futura su temi di interesse collettivo. Sono stata eletta con i voti di Forza Italia in quanto esponente del partito. Per quanto riguarda l Associazione Il Naviglietto devo invece fare una precisazione: al momento delle elezioni eravamo solo in cinque soci fondatori, e cioè, oltre alla sottoscritta, Renato Melloni, Marco Meloni (ex presidente), Guglielmo Salerno e Andrea Garigiola. Insieme abbiamo fondato il giornale Dammatrà allo scopo di dare voce all opposizione consiliare gaggianese. Dopo le elezioni sia io che Marco Meloni abbiamo chiesto invano un incontro come Associazione il Naviglietto. Abbiamo dato le dimissioni dal Naviglietto dopo che Salerno mi ha espresso la volontà di formare un nuovo gruppo con un paio di componenti della mia lista. Inoltre, Renato Melloni, principale sponsor del giornale, mi aveva espresso il desiderio di ritirarsi dalla politica. Passati alcuni mesi si potrebbe dire che l obiettivo della scissione sia stato il giornale Dammatrà. Il giornale è nato da una mia iniziativa politica, grazie alla collaborazione di Osvaldo Codazzi e con il coinvolgimento dei componenti dell associazione il Naviglietto, degli ex consiglieri d opposizione Mantovani e Gatti». Consigliera Vavassori, come vede il Comune di Gaggiano nella prospettiva di Expo 2015? «È lo stesso slogan di Expo Nutrire il pianeta- Energia per la vita a suggerire come questo evento ben si presti al territorio del comune di Gaggiano. Ritengo necessaria un azione sinergica tra amministratori, associazioni culturali, commercianti, ristoratori e scuole per valorizzare le tante risorse naturali, storiche e culturali del territorio. La mia preoccupazione è sul ritardo d e l l o r g a n i z z a z i o n e dell evento sia a Milano che in provincia». Ultima domanda: quali sono a suo avviso le priorità assolute che la nuova amministrazione comunale di Gaggiano dovrebbe darsi per rispondere adeguatamente alle attese reali della cittadinanza? «Sono state scritte molte cose nei programmi elettorali di tutte le liste, compresa quella di Uniti per Gaggiano. Occorrerebbe aumentare la sicurezza, anche attraverso sistemi di videosorveglianza, abbassare la pressione fiscale (l addizionale comunale Irpef è infatti ai massimi livelli). Rimangono i problemi relativi al recupero del centro sportivo di Bonirola, del degrado del parchetto e la questione aperta del parcheggio della ferrovia. Occorre poi portare all attenzione della Città Metropolitana la questione rimasta in sospeso del prolungamento della circonvallazione ovest». A cura di Marco Azani Esondazione a San Vito Perfetti: «Grazie a tutti!» Dal Palazzo municipale il sindaco Sergio Perfetti ha fatto pervenire ai giornali, nella giornata di mercoledì 19 novembre, il seguente messaggio: «Intendo esprimere, a nome mio e dell amministrazione comunale, il più sentito e sincero ringraziamento a Protezione Civile Intercom4 di Abbiategrasso, Unione dei Comuni I Fontanili e personale dell Ufficio Tecnico comunale per la preziosissima assistenza prestata alla popolazione della frazione di San Vito nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 novembre per fronteggiare l emergenza conseguente all esondazione di un corso d acqua». Lunedì 24 il via alle 20 Consiglio è ancora Bilancio Sarà l approvazione della variazione di assestamento generale del Bilancio il punto focale della seduta del Consoglio comunale di Gaggiano convocata per il prossimi lunedì, 24 novembre, con inizio non più alle 18, bensì alle 20. È questo il terzo dei quattro argomenti in discussione. Per prima cosa si procederà come di consueto alla lettura e approvazione dei verbali delle sedute precedenti. Secodo punto all ordine del giorno, la rinegoziazione ed il rifinanziamento dei presti concessi dalla Cassa Depositi e Prestiti in base alla relativa circolare diffusa in data 7 novembre Quindi la citata variazione di assestamento e da ultimo la fusione per incorporazione in Cap Holding spa della società Idra Milano srl. L appuntamento è come sempre nella sala consiliare del municipio.

7 TuttoGaggiano ATTUALITÀ E POLITICA 7 Gianluca Bianchi Non ha usato mezzi termini la lista civica di opposizione guidata da Gianluca Bianchi, Scegli Gaggiano, nel suo articolato volantino messo in circolazione attraverso la rete internet fin da giovedì della scorsa settimana, 13 novembre, e poi distribuito in paese nei giorni seguenti. Obiettivo dichiarato fin dal titolo, esprimere un giudizio sui primi 5 mesi della giunta Perfetti. Giudizio severo e dal tono allarmistico, che ovviamente al sindaco e alla giunta è andato subito di traverso: «Impreparazione e spirito di parte, il Comune rischia la deriva». Irritazione dei neo-governanti a parte (della loro replica riferiamo nell articolo di spalla), ecco il testo introduttivo della lista Scegli Gaggiano come riportato appunto nel suo documento: «Lo scorso maggio a Gaggiano, anche per effetto di dinamiche nazionali, ha prevalso una logica di parte e cio, unitamente alla impreparazione d diversi amministratori, sta in pochi mesi facendo svanire alcune tipiche caratteristiche del nostro Comune, come l autonomia dai partiti e la capacita di essere un punto di riferimento concreto per i bisogni dei cittadini. È inoltre scomparsa la consapevolezza di dover rappresentare l intera comunita civica: così, anche quando si svolgono attivita in veste istituzionale - ad esempio una lettera aperta ai cittadini o la partecipazione ad una raccolta di rifiuti abbandonati - non si manca mai di polemizzare a distanza con l opposizione (che è stata votata complessivamente dal 57% degli elettori); un atteggiamento che riporta indietro di quarant anni la cultura istituzionale e civica di Gaggiano. In questo contesto abbiamo cercato di svolgere con scrupolo il compito di controllo assegnatoci, avanzando anche proposte». Segue quello che Scegli Gaggiano definisce, con riferimento appunto a questi ultimi cinque mesi, «il riassunto dell operato dell amministrazione». Tre i grandi temi individuati dalla lista rappresentata in Consiglio dall ex vicesindaco Gianluca Bianchi, dall ex delegato alla Cultura, Mattia Zangrossi, e dall ex consigliere della lista civica Pozzi Sindaco-Vivere Gaggiano, Paolo Gorini: Rispetto della legge, autonomia di Gaggiano, etica pubblica è il primo, seguito da Le tache dei cittadini e infine da Propaganda e fatti concreti. Nel primo paragrafo i temi toccati sono parecchi: si comincia col sottolineare che «Gaggiano e l unico Comune (tra gli oltre 60 con piu di tremila abitanti della Provincia andati al voto in maggio), a non aver rispettato le norme sulla parita di genere, che prevedono nel nostro caso la presenza di almeno 2 donne in giunta»: richiesto di chiarimenti dal Prefetto, «il sindaco - spiegano nel volantino di Scegli Gaggiano - gli ha comunicato che, pur avendola cercata con tutto l impegno, non ha trovato fuori PING-PONG / Scegli Gaggiano, volantino di fuoco «Si rischia la deriva» I primi 5 mesi della giunta «impreparata e di parte» dal Consiglio comunale, in tutta Gaggiano, una donna di sua fiducia con le competenze e la disponibilita necessarie a fare l assessore esterno». Commento: «La parita di genere si declama a parole, ma nei fatti siamo l unico Comune della Provincia a non averla rispettata». Sollecitazione: «Sanare la situazione con un atto proprio, prima che siano il Prefetto o altri a chiederlo», visto che «come anomalia, ci sembra gia sufficiente avere un assessore esterno (Lorenzo Zacchetti, ndr) che gestisce mezzo Comune!». Sempre nel contesto del primo paragrafo, la lista Scegli Gaggiano torna a parlare dell Unione I Fontanili e del fatto che avrebbe in sostanza perso l occasione di partecipare al bando per avere a disposizione un finanziamento di 10 o 20 mila euro per opere di sicurezza, sfumata per il ritardo nell insediamento del relativo Consiglio, avvenuto il 9 settembre; inoltre la lista di opposizione ribadisce che «il Comune di Gaggiano ha perso anche la presidenza dell ente, essendo Perfetti riuscito a non avere la fiducia degli altri due Comuni, che hanno eletto presidente il sindaco di Noviglio». Di qui il commento di Bianchi & C.: «L Unione e un istituzione decisiva per la sicurezza dei cittadini. Il sindaco di Gaggiano, se intende far avere al nostro Comune il peso che gli spetta, dovrebbe cercare di guadagnare maggiore fiducia da parte dei suoi colleghi, dimostrando autorevolezza e competenza: altrimenti i risultati sono questi...». Ancora nell ambito dei temi enunciati nel primo paragrafo del loro volantino, i consiglieri di Scegli Gaggiano parlano di gestione dell Urbanistica. Per dire che cosa? Che «alle riunioni con imprenditori e operatori del settore, il sindaco di Gaggiano viene affiancato da Claudio Venghi, vicesindaco di Rosate e avvocato (nonché tesoriere provinciale del Pd)» e dunque si chiedono: «A quale titolo il vicesindaco di Rosate discute di importantissime questioni che riguardano il futuro di Gaggiano, non risultando nessun incarico affidatogli da parte dell amministrazione comunale?». Nel mirino anche la nomina di Antonio Navassa, commercialista di Milano, alla presidenza di Asga: «Perche non è stato incaricato un nostro concittadino? - si chiedono quelli di Scegli Gaggiano - Oltre ad un secondo assessore donna, nel nostro paese non si trova nemmeno una persona capace di gestire Asga? Il Consiglio comunale ha deliberato che, nel caso il sindaco nomini nelle società comunali persone non residenti, queste devono essere particolarmente esperte del settore: il nuovo presidente e esperto di gas metano? Di cimiteri? Di farmacie? Non risulta!». Ciliegina sulla torta, quello che Scegli Gaggiano definisce «il conflitto di interessi dell assessore Allievi», spiegato così: «Riccardo Allievi, uno dei due componenti dello Studio professionale Allievi (l altro e il fratello Massimiliano Allievi, l assessore) e il commercialista di Sasom, azienda della quale il Comune di Gaggiano e socio di maggioranza relativa con il 19%, ed in quanto commercialista predispone per Sasom bi- lanci, rendiconti e perizie contabili (una delle quali messa agli atti dell ultimo Consiglio comunale) dietro il compenso di 12 mila euro annui. Peccato che l assessore Allievi abbia, tra i propri incarichi, quello dei rapporti con Sasom e quindi la responsabilita di verificare e approvare quei bilanci e quei rendiconti», cosa che fa dire a Bianchi e colleghi che la situazione è «molto inopportuna», e che «non andava creata o almeno risolta rapidamente, ma così non e stato», ragione per cui auspicano che Sasom e il Comune abbiano «almeno il buon senso a fine 2014 di cambiare commercialista». Nel secondo paragrafo (Le tasche dei cittadini) tutta l attenzione di Scegli Gaggiano è concentrata sulle tasse (Tasi, Tari e Imu), per ribadire cose già dette in Consiglio comunale e sottolinearne (quelle inalterate lo sarebbero rimaste «grazie ai nostri rilievi», scrive la lista, e quella sulla seconda casa, capannoni, terreni agricoli e negozi è invece stata portata al massimo). Nell ultimo paragrafo (Propaganda e fatti concreti) Scegli Gaggiano punta i riflettori sul Centro sportivo di Bonirola («tutto fermo, nonostante le promesse elettorali») e citando un commento dell assessore Zacchetti scritto su facebook a una cittadina della frazione, lo sfida: «Saremmo ben lieti di conoscere dall Assessore esterno cosa farebbe se fosse a Milano e perché non lo fa a Gaggiano! Se sa cosa fare, perché non interviene?»). Nel volantino viene inoltre rilevato quanto segue: che a proposito del Centro sportivo di via Gramsci sono state «rinnovate nel mese di luglio le convenzioni in essere fino al settembre 2016, senza variazioni rispetto a quelle in vigore dal 2011»; che in tema di assistenza alle persone in difficoltà «l assistente sociale a tempo pieno andata in pensione e stata sostituita con un appalto esterno di 20 ore settimanali ad una cooperativa, lo stesso orario applicato a Rosate, che e la meta di Gaggiano»; che in tema di mense comunali «il sindaco è intervenuto sul tema dichiarando ad un giornale di voler esternalizzare e centralizzare le 7 mense presenti a Gaggiano, conteggiando anche quella dell Asilo Calvi Carabelli. Da 7 si e poi scesi a 2, quelle delle scuole elementari e medie», cosa che denoterebbe «anche in questo caso un procedere superficiale e affrettato, senza approfondimento della materia. Saranno ora ditte esterne a fare una proposta, a dire cosa serve per migliorare le mense». M.A. Sergio Perfetti Perfetti replica: «Livore da sconfitti». E loro: «Governa!» «Un altro volantino di Scegli Gaggiano? Evidentemente sono molto bravi nella raccolta di fondi, perché queste cose costano, ma non sono altrettanto bravi nel rispetto delle istituzioni e della volontà dei cittadini, che con uno schiacciante 43% hanno attribuito a Insieme per Gaggiano ed al sottoscritto il compito di governare. Il terzetto Bianchi-Pezzotti-Zangrossi invece continua a fare polemiche inutili, oltretutto denigrando la nostra Gaggiano, dipingendola falsamente come un paese alla deriva». Comincia con queste parole la replica a Scegli Gaggiano del sindaco Sergio Perfetti che l ha voluta affidare a sua volta a un testo scritto e spedito alle redazioni dei giornali lunedì 17 novembre. Prima di entrare nel merito delle questioni, il sindaco ha espresso il suo giudizio sulla persona dell ex vicesindaco: «Se c è qualcuno alla deriva, è chi non si rassegna al fatto di essere stato sconfitto (per la seconda volta) nella sua ambizione di diventare sindaco e non si fa scrupolo di spararle grosse per sfogare la propria frustrazione sui gaggianesi». Perfetti passa poi al contrattacco cercando di smentire alcune delle considerazioni degli avversari in Consiglio: «Va invece ribadito che le modifiche introdotte nei Servizi sociali - scrive il sindaco - ne hanno migliorato l'efficienza, aumentandone le ore effettive di servizio, e che tutte le spiegazioni in merito sono state date dall'assessore Zacchetti in sede di Consiglio comunale, dove nessuno (e anche Bianchi era presente) ha fatto commenti negativi. Anzi. Sostenere oggi il contrario, significa essere in malafede o non conoscere la situazione specifica ed i bisogni dei cittadini di Gaggiano. O entrambe le cose». Sulla vicenda della nomina dell assessore esterno, Perfetti rimarca che «il Prefetto ha chiaramente scritto come il doppio ruolo dell'assessore Zacchetti (che è anche Consigliere di Zona a Milano) è perfettamente legittimo». Riguardo ai rilievi fatti da Scegli Gaggiano sul coinvolgimento nelle scelte urbanistiche del vicesindaco di Rosate nonché tesoriere provinciale del Pd, Perfetti risponde chiamando in causa l ex assessore (e suo ex collega di giunta) Pezzotti: «In quanto alla chiarezza dei ruoli - scrive il sindaco - è impossibile non notare come tra i firmatari del volantino ci sia Maurizio Pezzotti, che per quarant'anni si è diviso tra il Comune di Gaggiano e quello di Milano, dove oggi è tuttora il braccio destro dell'assessore D'Alfonso! Incoerenza senza limiti. In merito a Claudio Venghi, ci stiamo avvalendo della sua professionalità di avvocato in quanto il Centro Studi PIM gli ha conferito un incarico per la variante generale al PGT di Gaggiano. Quindi, usiamo un esperto della materia senza costi diretti per i cittadini e se Scegli Gaggiano protesta invece che farci i complimenti - evidentemente è perché qualcuno ha nostalgia di Pezzotti e delle sue ricche consulenze sull'urbanistica». Quindi il sindaco insiste anche riguardo a Bonirola: «Bianchi nasconde ai cittadini che lo stesso Pezzotti vi ha chiaramente scritto che tutte le colpe relative al centro sportivo di Bonirola sono ascrivibili a lui stesso, cosa che smonta la sua sciocca ironia su questo argomento». Le osservazioni in tema di bilancio, il sindaco Perfetti le accosta alle «altre bizzarre teorie di Scegli Gaggiano», ritenendo in merito «di aver già dato tutte le risposte del caso» ed aggiunge (polemica a parte): «Ricordo che nei primi cinque mesi di lavoro abbiamo già aumentato la gamma dei Servizi sociali a disposizione dei cittadini, abbiamo avviato importanti riorganizzazioni delle prestazioni comunali per tenerne alto il livello nonostante la carenza di fondi, siamo giunti ad una soluzione per la rotonda, abbiamo intensificato i contatti con gli altri Comuni della Città Metropolitana, creando nuove opportunità sia per la promozione del territorio (in vista di Expo), sia per l ottimizzazione dei servizi ed abbiamo messo le premesse per la positiva soluzione delle vicende urbanistiche da troppo tempo affliggono Gaggiano: sia il già citato centro sportivo di Bonirola, sia la revisione della viabilità». Infine Perfetti dice di confidare che i cittadini sappiano «giudicare le persone e la loro capacità di rispondere ai bisogni reali, invece che macerarsi nel livore e nella denigrazione altrui» (sempre riferendosi a Scegli Gaggiano). Avendo letto il tutto in rete, il 19 novembre Bianchi e i suoi hanno controreplicato con un altra lunga lettera. Qui ci limitiamo a riportarne il senso attraverso brevi stralci: «Nella lettera del sindaco faso-tuto-mi abbiamo trovato molti commenti, molti giudizi, molte imprecisioni (a essere teneri), ma nessun fatto», scrive ancora Scegli Gaggiano in apertura, per poi concludere: «Avendo perso le elezioni ci fermiamo necessariamente alle analisi, alle critiche e alle proposte, rimandando al sindaco e alla sua giunta l onere di governare il paese, di fare delle proposte e di chiamare gli uffici e i dipendenti comunali alla loro attuazione. Ma lo faccia! Per favore, sindaco, facci capire che stai governando il Comune! Dai l idea e l impressione che chi ti ha votato sia contento del tuo operato!». M.A.

8 8 FOCUS TuttoGaggiano METTETE DEI FIORI N PERSONAGGIO L ultima trovata di Emilio Grassi, il vulcanico agricoltore di San Vito Da un viaggio in Siberia l idea per la pace Emilio Grassi, 64 anni, perito agrario di formazione e agricoltore di mestiere, a San Vito di Gaggiano lo conoscono tutti. E non soltanto per la sua passione per il volo in deltaplano, di cui si può considerare uno dei pionieri nella nostra zona e che gli è valsa il soprannome de l aviatore. La sua casa è difficile non notarla. Su un lato campeggia una grande meridiana corredata da figure mitologiche, in facciata si può scegliere tra la raffigurazione di San Giorgio mentre uccide il dragone, un altro orologio con il motto dannunziano Memento audere semper (Grassi è un profondo estimatore del poeta pescarese, tanto da frequentare con assiduità le manifestazioni proposte al Vittoriale), qualche stemma araldico, una serie di piastre da camino verniciate a nuovo, la porta di un convento con le raffigurazioni dei santi Cosma e Damiano, una stufa come casetta postale... e tanto altro ancora. Di solito, davanti all ingresso staziona un taxi inglese degli anni Settanta, che Grassi una come seconda auto. Qualche metro più in là, altri pezzi pregiati: un trattore d epoca, una cabina in ghisa della City londinese (sopravvissuta ai bombardamenti tedeschi della Seconda Guerra Emilio Grassi sorridente accanto al suo carro disarmato Emile indica la scritta che ha fatto apporre su un cartello, in inglese con traduzione in italiano: «Spezziamo i nostri cannoni...» Mondiale: per conoscere tutta la sua storia, basta leggerla nella scheda affissa sulla porta) e un pezzo del muro di Berlino. Non un frammento: un intero elemento prefabbricato, che Grassi ha acquistato direttamente del governo tedesco tre anni fa, dopo aver assistito sul posto (il 9 novembre 1989 si trovava a Berlino praticamente per caso) all abbattimento della cortina che divideva la città in due. E proprio sulla base di quell esperienza vissuta in diretta ha voluto portarsi a casa un pezzo di storia, concretizzando nel 2011 il suo sogno di oltre vent anni prima. Nei giorni scorsi ha coronato un altro sogno: la trasformazione di un carro armato in carro disarmato, che ha chiamato Emile e che adesso punta a portare in giro con un messaggio chiarissimo, ma a che ad ogni buon conto ha fatto affiggere ai lati della torretta: «Spezziamo i nostri cannoni e apriamo i nostri aratri». L idea gli è venuta in mente durante un viaggio in Siberia, un paio di anni fa. «Ho percorso centinaia e centinaia di chilometri di terra fertile senza vedere neanche un trattore - spiega - L unico l ho trovato all interno di un monastero buddista. In compenso in ogni paese, grande o piccolo, c era un monumento con un carro armato, che celebrava le glorie dell esercito sovietico». Nella mente di Grassi si è accesa la classica lampadina: bisognava trovare il modo di far capire che le macchine che coltivano la terra sono più importanti di quelle costruite per ammazzare la gente. Detto, fatto: Emile forse non andrà mai in Siberia, ma quello che significano il suo cannone spezzato e l aratro attaccato dietro lo capiscono tutti. C è da giurare che Emilio Grassi detto l Aviatore, amante della lirica (da trent anni non manca mai a una prima della Scala) e della buona tavola, dei viaggi, della storia - insomma un personaggio appassionato della vita - ha già in mente il prossimo sogno da realizzare. Alberto Marini

9 TuttoGaggiano FOCUS 9 EI VOSTRI CANNONI Nella prima foto a sinistra, i due meccanici in posa sul carrarmato prima di mettere mano alla sua trasformazione in strumento di lavoro nelle campagne; qui a sinistra e a destra, due inquadrature del pezzo da museo trasformato in specialissimo trattore, al quale è stato momentaneamente attaccato l aratro e che naturalmente sarà di volta in volta attrezzato secondo le necessità dei lavori nei campi. Il nuovo carro disarmato si chiama Emile, ma come carro armato ha combattuto su vari fronti, dal Marocco, a Singapore allo stato di Israele Grazie ai suoi meccanici Dal fronte ai campi il carro disarmato di nome Emile dei fiori nei vostri cannoni, cantava- Mettete no I Giganti a Sanremo nel Emilio Grassi, 64enne agricoltore di San Vito di Gaggiano, ha fatto di più. Ha creato un carro disarmato, che vuol portare in giro - il sogno è un posto all Expo di Milano - per promuovere un messaggio tanto semplice quanto difficile - e lo insegna la storia - da mettere in pratica: basta con le guerre, trasformiamo le macchine di morte in strumenti di pace. E nato da questa filosofia Emile, nome che sarà presto registrato proprio per sottolineare la nuova vocazione del mezzo. Nasce da un AMX 13 di produzione francese, uno dei carri armati leggeri di maggior successo dagli anni 50 fino all 80 del secolo scorso, tanto da trovare posto negli eserciti di mezzo mondo, dal Marocco a Singapore a Israele. Grassi ne ha acquistato uno che aveva concluso il proprio servizio e l ha affidato a un officina di Caselle, la Agrinol di Renzo Gilardi, che l ha trasformato radicalmente. E stato tagliato il cannone, a simboleggiare il fatto che non farà più male a nessuno, e sul retro è stato realizzato un sistema di sollevamento al quale è ora attaccato un aratro a 4 vomeri; poi gli sono stati affissi alcuni cartelli con il nome del mezzo, la mail del proprietario-ideatore per chi vuole spiegazioni e lo slogan dell operazione ( spezziamo i nostri cannoni e apriamo i nostri aratri ). Tocco finale, qualche pannocchia di mais sparsa sul veicolo ormai ex militare, frutto del lavoro dell uomo e dell aratro. Il carro disarmato, infatti, è perfettamente funzionante («ogni tanto lo uso in azienda per lavorare i miei terreni», assicura il proprietario), ma soprattutto è una sorta di opera d arte mobile, dal grande impatto scenografico (lo sanno bene i bambini della materna che lo hanno visto in anteprima a San Vito) e dal messaggio immediato e coinvolgente. Tra qualche giorno la documentazione relativa al mezzo sarà completata con la perizia balistica, e una volta certificato che non è in grado di nuocere più a nessuno Emile comincerà a girare per le fiere e le sagre della zona. Puntando all Expo, il cui tema ( Nutrire il pianeta, energia per la vita ) si sposa perfettamente con le attitudini del nuovissimo carro disarmato made in San Vito e unico al mondo. Alberto Marini

10 10 COMUNITÀ E TERRITORIO TuttoGaggiano MISSIONE Per sostenere l opera di don Claudio Mainini, ex parrco di Vigano C è Con lui in Cammino Uno dei responsabili della neonata associazione ne illustra scopi e iniziative Ormai a Gaggiano lo conoscono tutti e tutti gli sono grati per l impegno con il quale ha guidato la parrocchia Santi Eugenio e Maria di Vigano Certosino fino allo scorso anno. Non stupisce, dunque che un gruppo di fedeli abbia voluto costituire un associazione per sostenere ed aiutare don Claudio Mainini nella sua attività missionaria nella parrocchia di Mare Rouge, nel comune di Mol Saint Nicolas nella diocesi di Port de Paix, a nord ovest di Haiti. L associazione si chiama Con lui in Cammino, ed è stata costituita lo scorso 16 ottobre come ci riferisce il portavoce Massimo Bardelli. «Il gruppo conta una dozzina di fondatori, tutti motivati a sostenere con raccolte fondi ed iniziative mirate il lavoro che don Claudio sta svolgendo ad Haiti. L ex parroco di Vigano con il quale l associazione è sempre in contatto, sta cercando - ci spiega Bardelli - di coinvolgere giovani ad impegnarsi in una serie di attività trasmettendo loro valori importanti e la voglia di condividere dei percorsi di crescita e formazione. Ad Haiti i bisogni sono tanti. C è necessità di realizzare nuovi pozzi d acqua, ma anche di intervenitre sulla canonica e su altre emergenze. Il compito dell associazione Con lui in Cammino è proprio quello di sostenere attraverso un aiuto economico la missione di don Cluadio. La prima raccolta fondi l abbiamo organizzata sabato 1 e domenica 2 novembre, venti giorni fa, sul piazzale del cimitero di Gaggiano con la collaborazione dell Associazione Liberamente a cui va il nostro più sentito ringraziamento. Grazie anche a alle pasticcerie Tarantola e Zangrossi di Gaggiano e Ela di Zelo Surrigone per la loro davvero preziosa collaborazione. Per l occasione è infatti stato allestito un banchetto che ci ha permesso di vendere diversi prodotti, di raccogliere la più che discreta somma di euro, ma anche di entrare in contatto con numerosi cittadini e di illustarre alle persone le nostre finalità ed intenzioni». A questo proposito e con l obiettivo di coinvolgere un maggior numero di gaggianesi nelle iniziative dell associazione Bardelli ci spiega che tra i progetti prossimi c è anche l idea di organizzare un assemblea pubblica. «Mi piacerebbere programmare un incontro entro la fine del mese per presentare ai cittadini di Gaggiano lo scopo del gruppo nella speranza di coinvolgere e richiamare altri associati. Stiamo già collaborando con il Rotary di Binasco (vedi articolo a fianco in questa stessa pagina, ndr) per il musical Pinocchio in programma nell auditorium di gaggiano, il cui ricavato sarà appunto destinato alla missione di don Mainini, e auspichiamo di poter lavorare in sinergia anche con altre associazioni attive sul territorio per raggiungere insieme importanti traguardi». Marina Rosti Don Claudio Mainini circondato da ragazzi della comunità di Mare Rouge; a sinistra, Pinocchio (in scena il 23) Domenica 23 dicembre ore 16 grazie al Rotaract Binasco Per aiutare Haiti va in scena Pinocchio La sezione di Binasco del Rotaract Club ripropone, per il secondo anno consecutivo, uno spettacolo teatrale con finalita benefica in vista del Santo Natale. Grazie alla passione e alla disponibilita della Compagnia Teatrale Agadou di Lacchiarella, l Auditorium di Gaggiano potra godersi lo spettacolo di Pinocchio, in una rappresentazione musicale realizzata e cantata interamente dal vivo, con testi originali scritti dai Pooh. Il musical andra in scena domenica 23 novembre 2014, alle ore 16, presso l Auditorium di via Dante. Il prezzo del biglietto variera in base alla fascia d eta : 15 euro per gli adulti, 10 euro per i bambini under 14 (per info rivolgersi a L Edicola di Tito, in via Carroccio 4 a Gaggiano). Obiettivo della giornata sara quello di raccogliere piu fondi possibili per sostenere il progetto Aksyon Gasmy, finalizzato alla realizzazione di iniziative di sostegno ai bambini disabili della comunita di Mare Rouge di Haiti, dove si trova attualmente la missione di don Claudio Mainini, ex parroco di Vigano. Come nella scorsa edizione, l intero ricavato dello spettacolo andra a sostenere la raccolta fondi per questo progetto. La nostra intenzione e quella di contribuire al progetto Aksyon Gasmy, finalizzato alla realizzazione di iniziative di sostegno a bambini disabili. Il progetto prende il nome da un bambino, ora deceduto, che, dopo essere stato ritrovato in condizione di emarginazione in una capanna del villaggio, fu il primo beneficiario di tali iniziative di sostegno. Proprio da tale esperienza, fu subito chiaro come, in un contesto sociale ed economico particolarmente arretrato come quello di Haiti, la disabilita sia concepita come una piaga della societa e i bambini che ne sono affetti siano spesso relegati in una condizione di emarginazione e alienazione sociale. Da qui l esigenza di trasformare un intervento occasionale, in un progetto strutturato che potesse abbracciare tutti i casi di disabilita infantile. Il Progetto Gasmy si pone come obiettivo quello di donare una speranza a tutti i bambini che vivono una condizione di emarginazione sociale a causa dei problemi fisici e neurologici offrendo loro assistenza dal punto di vista medico-sanitario, educativo e formativo. 1. trattamenti di fisioterapia: budget necessario, 50 euro mensili per ogni bambino per un totale annuale di 600 euro; 2. sostegno alla scuola per sordo-muti: budget necessario, 300 euro annuali per ciascun bambino; 3. acquisto di farmaci per la cura di patologie neurologiche: budget necessario, euro annuali; 4. Formazione di personale specializzato: intervento finalizzato a formare assistenti, educatori e fisioterapisti a supporto dei bambini disabili seguiti; budget necessario, 12 mila euro annuali per la formazione di 6 educatori e fisioterapisti (comprensivi di alloggio e trasporto). T.G. Sciarpa del Naviglio: gomitoli e info da Cinzia Cinzia, titolare di Paris Lingerie Merceria All iniziativa La lunga sciarpa per il Naviglio Grande (informazioni all indirizzo abbiamo dedicato lo scorso mese un ampio servizio. Stavolta l essenziale è ricordare che si tratta di un manufatto al quale tutti possono partecipare, anzi sarà composto da tanti pezzi provenienti da ogni parte d Italia e del mondo. Ma naturalmente, e a maggior ragione, dalle comunitài cui paesi e le cui città sono attraversati dal Naviglio, la cui lunghezza totale è di circa 50 chilometri. Indispensabile dunque organizzarsi. Così in ogni luogo viene scelto un negozio che faccia da punto di riferimento. Nel caso di Gaggiano, si tratta della Merceria Paris Lingerie di piazza della Repubblica. Qui si possono ovviamente trovare i gomitoli adatti e vanno consegnati i pezzi, larghi 30 centimetri e lunga a volontà, lavorati ai ferri o a uncinetto, con qualsiasi punto o motivo, e realizzata con qualsiasi filato e di qualunque colore. Da Paris Lingerie, Cinzia vi aspetta per raccoglierli! REGALI DI NATALE Sciarpe lana da 10,00 Completi intimi di marca in promozione 30,00 P.zza della Repubblica, 13 - Gaggiano (Mi) Tel

11 TuttoGaggiano COMUNITÀ E TERRITORIO 11 LA GRANDE GUERRA Inizia da questo mese una serie di servizi nel centenario Quel monumento ai Caduti Inaugurato in riva al Naviglio il giorno 1 luglio 1923, un lustro dopo la fine La guerra del era cominciata, un anno prima, il 29 luglio 1914 fra l Impero austro-ungarico e il piccolo Regno di Serbia; era diventata in pochi mesi una guerra europea e subito dopo una guerra mondiale, coinvolgendo le colonie che le maggiori potenze europee avevano in ogni continente e due potenze d oltre oceano: gli Stati Uniti d America e il Giappone. Furono mobilitati 70 milioni di soldati, 60 milioni dei quali in Europa. Da Gaggiano partirono in su una popolazione di circa persone (3.972 al censimento del 10 giugno 1911). Ogni famiglia aveva almeno un uomo al fronte. Non sono note le professioni di tutti, ma è facile intuire che più della metà fossero contadini; una ricerca condotta da Il Rachinaldo, l associazione che esegue da oltre un decennio ricerche sulla storia locale, ha verificato che su 702 soldati di cui è nota la professione, 459 (sei su dieci) lavoravano la terra. All inizio vennero chiamati alle armi i nati nel 1877: il più giovane tra loro era Natale Milanesi, nato alla vigilia di Natale di quell anno, divenuto da quel contadino che era fante del 1º Reggimento. Dopo lo sfondamento operato dal nemico a Caporetto (novembre 1917) vennero chiamati anche i nati nel 1899 (passarono alla storia come i ragazzi del 99 : in 59 da Gaggiano) e dopo di loro anche i nati nel 1900, sicché i più giovani combattenti furono Luciano Capponi, nativo di Melegnano Gaggiano: il giorno dell inaugurazione del monumento ai Caduti (fondo Mita Sassano) Il monumento in riva al Naviglio è stato inaugurato il giorno 1 luglio 1923 al termine di un lungo corteo che, partito dalla strada per la cascina Marianna, aveva percorso tutta quanta la via Roma (che ancora si chiamava via Vigevanese: Roma sarebbe diventata solo nel 1932, anno Decimo dell Era Fascista, in omaggio alla capitale). Chi non partecipava alla sfilata, era in riva al canale a guardarla; sugli usci delle case; alle finestre imbandierate. In testa sfila la banda dei bersaglieri, subito seguita dalle corone d alloro. Un breve stacco e passano le bandiere delle associazioni col nome ricamato a caratteri dorati sul nastro blu che pende dall asta del tricolore; quindi, tutti assieme, i gagliardetti dei Fasci di combattimento dei paesi vicini; poi il gruppo in nero delle vedove di guerra, che tengono per mano i loro bambini rimasti orfani e stanno davanti ai mutilati, che non sono pochi. E ancora un altra banda, quella di Melzo; il folto plotone dei reduci, gli ex combattenti che si sono costituiti l anno prima in associazione; le scolaresche al completo con le loro maestre, quindi le Autorità, che sono il sindaco, il medico, il veterinario, il giudice conciliatore, il presidente della Congregazione di Carità che amministra l Asilo Infantile. Manca il Prefetto di Milano, impegnato altrove; però ha mandato un messaggio di: plauso sincero per il risveglio patriottico verificatosi anche in codesto Comune. Cosa vuol dire con quell anche, lo sanno tutti: la costruzione di un monumento o come si diceva di un ricordo marmoreo è stata osteggiata da molti, in testa i socialisti che fino a pochi mesi prima amministravano il paese e giudicavano la guerra un inutile massacro, da ricordare sì, ma non da celebrare in pompa magna. Scriveva in quei mesi Battaglia socialista, un settimanale diffuso nell Abbiatense: Il miglior nodo di onorare i morti, è quello di aiutare i vivi che hanno bisogno, le vedove, i disoccupati, tutte le altre vittime della guerra. Se ne discusse a lungo e accanitamente in tutti i Comuni dei dintorni: a Vermezzo, a Gudo Visconti, a Rosate. E naturalmente a Gaggiano, dove ai Socialisti, numerosissimi (avevano sfiorato il 70% dei voti Per far contro il nemico una barriera e Eugenio Lombardi, quest ultimo fante del 62º Reggimento Sicilia, nati entrambi il 30 dicembre La guerra finì l 11 novembre Sul fronte italiano, però, gli spari erano cessati una settimana prima, il 4 novembre. I morti in guerra furono quasi dieci milioni, i feriti ventuno milioni. Morirono in grande numero anche i civili, per cause dirette o indirette (carenza di alimentazione) e si diffusero epidemie con estrema facilità; la spagnola mieté vittime in ogni parte del mondo. I caduti italiani furono I caduti gaggianesi, 74. Il primo a morire in combattimento fu Ambrogio Moroni, calzolaio di Vigano, ventun anni non ancora compiuti. Fante del 29º Reggimento, fu colpito da un proiettile sul Monte San Michele. L ultimo a cadere fu Attilio Selmi, contadino di ventitré anni, spentosi a guerra finita, il 16 marzo 1920, a causa di una polmonite sopraggiunta mentre era ricoverato all ospedale di Trieste. I loro nomi sono elencati in una lapide sul lato meridionale del Monumento; le loro fotografie sono raccolte nel piccolo museo dell Associazione Combattenti e Reduci vicino al Municipio. Molte delle loro storie si trovano nel volume di 190 pagine dal titolo Gioventù gaggianese alla Grande Guerra pubblicato da Il Rachinaldo nel 2008, da cui si sono tratte gran parte di queste notizie. P.M. alle elezioni dell ottobre 1920) si contrapponevano i liberali (fittabili, liberi professionisti) e i pochi esponenti del nascente movimento fascista. Questi ultimi portarono nel confronto un accanimento che si tradusse presto in botte, bastonate, manganellate, olio di ricino e anche qualche colpo di rivoltella. I socialisti risposero con meno determinazione e, perso il Comune, si ritirarono dalla contesa. La mattina del 1º luglio c erano i fascisti a scortare la testa del corteo, in camicia nera e fez. Alle 11, messa all aperto celebrata dal parroco su un altare allestito in un angolo della piazza della chiesa; un monsignore del Duomo ha benedetto il monumento e sono seguiti i discorsi ufficiali prima che il professor Nidasio, insegnante ma anche agricoltore della cascina Camuzzone, consegnasse l opera finita, il ricordo marmoreo al sindaco perché ne avesse cura e la stessa cura trasmettesse al suo successore, fino ai giorni nostri. Le spese per la costruzione erano state coperte con i fondi raccolti in diverse iniziative (anche uno spettacolo di burattini, con protagonista Gioppino che libera la regina) e fra i cittadini, soprattutto fittabili e commercianti, da un Comitato costituito nel 1921, presieduto dal Nidasio e composto da Carlo Arrigoni, don Pietro Berra, Carlo Passaggio, Pietro Parravicini, Mario Castoldi, Rodolfo Mantovani, Riccardo Castoldi, Antonio Calvi, Mario Sisto, Edoardo Bonora, Giuseppe Belloni, Giuseppe Sguinzi, Guido Pianca, Giuseppe Castoldi, Giuseppe Gallotti e Guido Maggioni. Il 4 novembre 1921, anniversario della Vittoria, il corteo celebrativo si era fermato al cimitero vecchio (oggi largo don Zoia), dismesso da tempo, per deporvi simbolicamente la prima pietra del futuro monumento. I negozi, chiusi, avevano esposto la scritta Onore al Milite Ignoto, le campane avevano suonato per mezz ora e i bambini di scuola avevano cantato, tornando in Municipio, il Piave mormorò: non passa lo straniero!... Subito dopo fu scelto il posto: quell angolo all imbocco del viale per la stazione ferroviaria, ceduto gratuitamente dalla Congregazione di Carità tagliando uno spicchio di giardino del suo Asilo Infantile, mentre il Comune, per fare spazio, spostava altrove l orinatoio e tagliava i due gelsi e le due robinie che gli avevano fatto ombra fino a quel momento. Poi si studiarono i bozzetti, piacque dapprima quello del milanese Rescaldani (un gruppo in bronzo in cui la figura principale raggiunge i tre metri su una base di marmo tre metri per tre), ma si scelse la bronzea figura del soldato italiano che conquistata una cima innalza in segno di vittoria una bandiera proposta dal vigevanese Cesare Villa ( ), autore anche del monumento di Sannazzaro de Burgondi. Il soldato del primo bozzetto, col fucile nella mano libera dalla bandiera, diventa all ultimo momento un ufficiale armato di pistola. Dopo i discorsi, il corteo imbocca il viale della stazione che diventa da quel giorno Viale della Rimembranza: su ognuno dei quaranta aceri che lo fiancheggiano è stata inchiodata una targhetta di legno con i nomi dei caduti di Gaggiano e delle sue cascine. La lapide sul monumento ne ha di più: comprende anche quelli delle frazioni e ad ogni ricorrenza vengono letti. Tutti e settantaquattro. Paolo Migliavacca Nomi e date Ecco l elenco dei nostri Caduti luglio Ambrogio Moroni 19 luglio Vincenzo Astori 20 luglio Angelo Andreoni Giuseppe Grazioli 25 luglio Abele Bellaviti Pietro Campari Luigi Dagnini Carlo Dell Acqua 12 agosto Angelo Fontana Attilio Taini 13 agosto Luigi Locatelli 14 agosto Cesare Re 2 settembre Enrico Porazzi 5 ottobre Giovanni Citelli 9 ottobre Giuseppe Mazzaroni 16 ottobre Vittorio Ciocca 24 ottobre Agostino Sisti 30 ottobre Alessandro Canepari 5 novembre Antonio Bramani 24 novembre Enrico Volpi 28 novembre Angelo Ramella 29 novembre Giovanni Camera 2 dicembre Giovanni Pagani gennaio Giuseppe Zanoni 19 marzo Federico Crippa 3 aprile Luigi Oldrati 21 aprile Luigi Longhi 23 maggio Francesco Gallotti 1 luglio Rinaldo Cimpanelli 2 luglio Carlo Albini 13 luglio Giovanni Negretti 19 agosto Giuseppe Cassani 23 agosto Pietro Zucca 26 agosto Angelo Marzorati 14 settembre Riccardo Airaghi 10 ottobre Guglielmo Cotti 12 ottobre Pierino Repossi 16 ottobre Antonio Turati 2 novembre Paolo Grandi aprile Emilio Radaelli 21 aprile Giovanni Bisaglia Giovanni Spagnoli 1 maggio Angelo Repossi Ambrogio Restelli 10 maggio Mario Albini 16 maggio Davide Colombo 23 maggio Alessandro Bonazzi Santo Canepari 24 maggio Pietro Rossi 26 maggio Angelo Barili 4 giugno Gerolamo Pifferi 9 luglio Luigi Maltagliati 28 luglio Angelo Bognetti 19 agosto Adolfo Razzini 29 settembre Giuseppe Balconati 20 ottobre Mario Melegatti 24 ottobre Angelo Troni 6 dicembre Angelo Speroni 13 dicembre Carlo Bossi 15 dicembre Giovanni Passerini 16 dicembre Santino Bozzi febbraio Vito Fontana 3 luglio Giuseppe Musanti 7 luglio Enrico Cortesi 31 luglio Federico Bianchi 4 settembre Edoardo Sala 27 settembre Antonio Sguinzi 1 ottobre Carlo Ambrosiani 6 ottobre Luigi Gerli 8 ottobre Angelo Gerla 14 ottobre Angelo Passarini 12 dicembre Michele Fossati marzo Ernesto Mozzaia marzo Attilio Selmi

12 12 COMUNITÀ E TERRITORIO TuttoGaggiano TEATRO La sera del 15 novembre in scena l apprezzatissimo monologo di Antonella Questa Stagione, chi ben comincia... Svergognata, una gradevole sorpresa. Sabato 13 dicembre i Favolafolle STUDENTI Cerimonia dopo le celebrazioni della Vittoria Assegnati i premi al merito Aldo e Cele Daccò Domenica 9 novembre in Auditorium la signora Cele Daccòi ha conferito i premi al merito studentesco, alla memoria dei membri della storica e nobile famiglia del marito Aldo che ha lasciato un grande ricordo nel comune di Gaggiano. I 10 mila euro complessivi del premio sono esclusivamente riservati agli studenti universitari gaggianesi con il miglior rendimento negli studi nel percorso che li condurrà alla laurea. Norme rigide regolano il premio ed occorre un punteggio molto alto per poter accedere alla graduatoria, sicché per l edizione 2014 nessun candidato avesse raggiunto il quorum ed il requisito per averne diritto. «Per questo motivo - ha ricordato ed ha dichiarato ai presenti il sindaco Sergio Perfetti - Antonella Questa l amministrazione comunale sta pensando per il futuro di rivedere una parte del regolamento, per favorire l accesso alla graduatoria ad un maggior numero di candidati». E infatti l edizione di quest anno ha visto solo l assegnazione del cosiddetto, premio di mantenimento, riconoscimento che spetta a coloro foto Gaia Bravi Uno spettacolo davvero sorprendente quello andato in scena sabato 15 novembre per l apertura della stagione teatrale 2014 / 2015 promossa dalla compagnia FavolaFolle. All'auditorium di Gaggiano è andato in scena "Svergognata", l'ultima opera creata dalla piccola compagnia ligure LaQ Prod. Lo spettacolo è retto in tutto e per tutto dall'irriverente protagonista, Antonella Questa, che sola sul palco dà vita ad una storia all'apparenza semplice, ma che cela in realtà significati profondi e non banali. Il racconto di una donna che all'apparenza conduce una vita perfetta, ma che in seguito alla scoperta dei numerosi tradimenti del marito entra in crisi esistenziale, e solo grazie all'aiuto di personaggi inaspettati riesce a riscoprire se stessa. Lo spettacolo cammina sempre sul filo della satira e risulta piacevolissimo e molto divertente lungo tutta la sua durata, con dei picchi di comicità davvero notevoli e delle trovate narrative semplicemente esilaranti. Vengono affrontati temi importanti, quali la desiderabilità sociale e la schiavitù dell'immagine, e anche argomenti tabù, come il sesso su internet, il tradimento e la pornografia, senza che l'opera assuma mai toni pesanti. La scenografia è quanto di più minimalista si potesse immaginare, ma sono le idee e soprattutto la verve della protagonista a colpire lo spettatore. Il contatto a fine spettacolo tra Antonella Questa e il pubblico ha fatto emergere il giudizio positivo di tutta la platea, e ha permesso di scoprire la personalità di una donna che ha molto da dire attraverso il suo teatro. È stata quindi una serata davvero piacevole, a dimostrazione che questo certamente è un tipo di intrattenimento che va promosso e incoraggiato. L'appuntamento è ora per il 13 dicembre con lo spettacolo della compagnia FavolaFolle "La mia patria è il mondo intero", che confidiamo saprà regalare un'altra serata di cultura e sano intrattenimento all'auditorium di Gaggiano. Jacopo Mazzanti che, premiati l anno precedente, rispettano il calendario degli esami da sostenere, secondo il piano studi del loro percorso universitario. Due gli assegni consegnati personalmente dalla signora Cele Daccò alle due studentesse che hanno mantenuto un alto profilo di rendimento nello studio: Sara Verduci e Sara Liva. Al di fuori della premiazione ufficiale, la signora Cele ha sorpreso tutti ancora una volta per la sua generosità, assegnando altri tre premi (a Stefano Ferrari, Maria Chiara Valtorta e Andrea Valè) in apposite buste uscite direttamente dalle sue tasche. A.V. Moto Club con nuovi soci Passo del Ghisallo più bello in sella Un altra bella uscita dei motociclisti gaggianesi, che hanno raggiunto questa volta il passo del Ghisallo, in provincia di Como. Sicuramente una gita a corto raggio quella del 1 novembre ma densa di storia e tradizione. Infatti una volta raggiunta la cittadina di Civenna, dove hanno reso omaggio ai centauri che hanno perso la vita in incidenti stradali, davanti al monumento a fiamma a loro dedicato e che dal 1961 è motivo di pellegrinaggio per il popolo delle due ruote, i motociclisti gaggianesi si sono diretti al passo del Ghisallo, dove dopo la benedizione religiosa ad equipaggi e moto, hanno continuato in allegria la bellissima giornata, davanti ai piatti tipici della tradizione lariana. Il colle del Ghisallo è un "Passo di montagna" valico stradale che collega la Valassina con la parte alta del Triangolo Lariano. Il punto di valico, a quota 754 metri fa parte del comune di Magreglio. Famoso per la chiesa dedicata ai ciclisti e al museo del ciclismo e cima Coppi per eccellenza, rappresenta comunque una bella meta da raggiungere anche in sella alle due ruote motorizzate, dove le curve e i tornanti che precedono la cima, sono pennellate da sempre da centauri di tutta europa. A raccontare la giornata, il giovane Stefano Berardi, 24 anni, appassionato motociclista e figlio di Francesco, socio fondatore del club gaggianese e attualmente assessore allo Sport e vicesindaco. «Si trattava del 53esimo raduno nazionale e come sempre è stato un successo a livello di partecipazione; motociclisti da tutta la Lombardia e dalla vicina Svizzera, hanno colorato le strade al cospetto della Grigna, in una giornata quasi primaverile. Certo - continua Stefano - la partenza da Gaggiano non faceva presagire una sorpresa del genere dal punto di vista meteo; la prima parte di strada, finchè non ci siamo lasciati Milano alle spalle, ci ha accompagnato con nebbia e temperatura intorno ai 4 gradi». In gruppo, disciplinati e visibili con il giubbetto sociale, i centauri gaggianesi non si sono certo fatti scoraggiare dalla temperatura, desiderosi di continuare una tradizione e di mettere ancora qualche chilometro nelle ruote dei loro mezzi prima che l arrivo dell inverno fermi momentaneamente le loro moto in garage. Festa nella festa per il club gaggianese, in quanto del gruppo facevano parte alcuni nuovi soci e tra questi una ragazza di 17 anni che in sella alla sua moto ha affrontato con sicurezza e disinvoltura il viaggio. «Anche se di pochi chilometri - spiega Berardi jr. - la seconda parte del percorso, quella che sale al colle del Ghisallo, risulta impegnativa, per le curve, il fondo stradale non regolare e non ultima l umidità, che sull asfalto, richiede attenzione particolare alla guida, anche per la presenza di numerosi altri motociclisti». Tutto si è svolto per il meglio, segno di rispetto del codice stradale, di esperienza nella guida e della voglia di condividere questa esperienza insieme, nel puro spirito di gruppo, sottolineando l appartenenza a persone responsabili e disciplinate. Promozione a pieni voti per i nuovi soci, e in particolare per la giovanissima motociclista che ha raccolto consensi e complimenti per la sua guida e la sicurezza dimostrata in sella. Rientro in serata, con l ultimo sole, per salutarsi e programmare i futuri viaggi. Marco Vendramel

13 TuttoGaggiano COMUNITA E TERRITORIO 13 IL BLITZ Avvistata a Vermezzo, in fuga verso Rosate, raggiunta tra Caselle e Castelletto Inseguita e presa l auto rubata Polizia locale di Gaggiano e carabinieri non mollano, ma i 3 occupanti fuggono Posto di blocco dei Carabinieri a Gaggiano; nel riquadro, la targa della Bmw abbandonata in campagna dopo il lungo inseguimento e che poi è risultata rubata Era da un po che tra Abbiategrasso, Robecco, Vermezzo e Gaggiano i cittadini avevano segnalato alle forze dell ordine una Bmw di colore nero aggirarsi con fare sospetto tra i rispettivi quartieri. Domenica pomeriggio, 16 novembre scorso, intorno alle 17.30, gli agenti appartenenti al corpo di polizia locale i Fontanili sono riusciti a fermare la macchina in questione, purtroppo però i tre soggetti a bordo sono riusciti a fuggire. L aliquota dell Unione ha infatti individuato l auto ricercata a Vermezzo, lungo via Tavolera, ma alla vista dei vigili il conducente, che viaggiava in compagnia di altri due soggetti, ha ingranato la marcia ingaggiando così un inseguimento con gli agenti, che nel frattempo avevano chiesto aiuto ai carabinieri. Dalle prime informazioni inviate via radio si è avuta la certezza che la macchina fosse già stata segnalata, poiché notata più volte in zone dove che erano stati messi a segno furti. Una volta usciti da Vermezzo, i tre della banda hanno imboccato la provinciale in direzione di Rosate; nelle fasi concitate della fuga i ladri a bordo della Bmw scura hanno anche speronato un altra macchina di passaggio, fortunatamente senza conseguenza per la persona che si trovava al volante. Ad un certo punto la vettura inseguita ha piegato verso Caselle di Morimondo, sempre tallonata dalla gazzella della polizia locale, arrivata però in prossimità delle prime case è intervenuto un altro repentino cambio di direzione: i malviventi hanno così cercato di puntare verso Castelletto in un ultimo disperato tentativo di scartare verso destra per distanziare la volante, imboccando a tutta velocità la strada che attraversa la frazione e poi porta fino al ponte sul Naviglio e dunque ad Abbiategrasso. La brusca manovra ha fatto perdere il controllo della Bmw, finita in derapata quasi di traverso alla carreggiata, il successivo tentativo di correggere la sbandata poi ha provocato la definitiva perdita di controllo della potente berlina uscita di strada e finita nel prato. I tre a bordo alti di statura, magri completamente vestiti di nero e con una agilità da lasciare sorpresi, in meno di un secondo, sono sgusciati fuori dalla macchina per scappare a piedi facendo perdere le loro tracce dentro un cantiere. La Scientifica ha ispezionato con cura la macchina notando da subito che la targa anteriore era diversa dalla posteriore, una terza targa era nel baule assieme a computer portatili, altri guanti, felpe nere, coperte, corde, ed un flessibile per tagliare le inferriate, con il motore ancora tiepido (segno che era appena stato utilizzato per qualche colpo). Non è tutto. La macchina è risultata rubata e il numero di telaio non coincide con nessuna delle tre targhe anche queste provento di furto. Il veicolo è stato sequestrato e portato presso la caserma dei carabinieri di Abbiategrasso a disposizione dell autorità giudiziaria competente. El.A/A.V.

14 UN GRAZIE DI CUORE AI NEGOZI AMICI DI TuttoGaggiano Ogni mese la copia del giornale la trovi qui! I Fiori di Luciano e Patrizia - Via Roma 14 - Tel. 02/ Servigo Case Immobiliare - Via Roma 24 - Tel. 02/ Comune di Gaggiano - Via Roma 36 - Tel. 02/ Panificio - Pasticceria - Caffetteria Tarantola - Via Roma 42 - Tel. 02/ Copisteria EmmeBi - Via Roma 48 - Tel. 02/ Pizza Kepab - Via Roma 50 - Tel. 349/ La Bottega dell' Estetica - Via Roma 56 - Tel. 02/ Tintoria Claudia - Via Roma 70 Studio Gaggiano ihome Immobiliare - Via Roma 80 - Tel. 02/ Pizzeria da asporto "Antica Corte" - Via Roma 86/88 - Tel. 02/ Erboristeria Il Giardino delle Farfalle - Via Roma Tel. 02/ Pasticceria "Le Torte son Desideri" - Via Roma Tel. 02/ Abbigliamento Confezioni Gariboldi - Via Roma Tel. 02/ Impianti elettrici Climatizzazioni Allarmi Fframma - Via Roma 132- Tel. 02/ Abbigliamento Bertaggia - Piazza della Repubblica 1 - Tel. 02/ Fashion Calzature - Piazza della Repubblica 2 -Tel. 02/ Ottico PreferitO - Piazza della Repubblica 2/A -Tel. 02/ Salumeria Gastronomia Rosticceria Lesmo - Piazza della Repubblica 3 -Tel. 02/ Ottica Foto Walter - Piazza della Repubblica 9 -Tel. 02/ Tutto Casa di Mazzetti Barbara - Piazza della Repubblica 15 -Tel. 02/ Centro Estetico Benessere Solarium Il nido della Bellezza - Via Gramsci 2 - Tel. 335/ Servizi Immobiliari Naviglio Grande - Via Gramsci 5 - Tel. 02/ Tabacchi Eden - Via Gramsci 7 - Tel. 02/ Pizzeria d' asporto La Cometa - Via Gramsci 43 - Tel. 02/ / Frutta e verdura Miracca Cima Via della Liberazione 1 - Tel. 02/ Parrucchiera uomo / donna La luce nei capelli Via della Liberazione 6 -Tel. 02/ Market Naviglio Via della Liberazione 7 -Tel. 02/ Professione Casa - Via Cornicione 2/B - Tel. 02/ Viaggi e Turismo Aldebaran - Via Cornicione 2/C - Tel. 02/ Pizzeria da asporto Sabor de Espana - Via Cornicione 4/A - Tel. 02/ Bar Tabacchi Serafin Paolo - Via Cornicione 10 - Tel. 02/ Le Cartoidee di Monica - Via Cornicione 12 - Tel. 02/ Edicola di Tito - Via Carroccio 4 - Tel. 02/ Parrucchiere Punto Uomo Acconciauture - Via Carroccio 6 - Tel. 02/ Panificio Pasticceria Zangrossi - Via Carroccio 19 - Tel. 334/ Bar Pizzeria "Ai Portici" - Via Carroccio 23 -Tel. 02/ Coop. Novella 73 - Via Carroccio 31 -Tel. 02/ Supermercato OK SIGMA - Via Matteotti 6 - Tel. 02/ La Casa del Gusto - Via Matteotti 48 - Tel. 335/ Parrucchieri per donna La Voglia di Fare - Via Matteotti 52 Tel. 02/ Agenzia Viaggi Naturarte - Via Matteotti 56 - Tel. 02/ Cartolibreria Articoli Regalo Foieni Sara - Via Matteotti 58 - Tel. 02/ Ristorante Pizzeria "Casa Lara" - Via De Gasperi angolo da Vinci - Tel. 02/ Edicola Parteniti Claudio - Via De Gasperi snc - Tel. 02/ Bar Pasticceria Cavalieri - Piazza Cavalieri di Vitttorio Veneto 1 - Tel. 02/ Jolly Bar - Via Marta Lodi 3/A - S.Vito - 02/ Panificio Banfi Paolo - Via Marta Lodi 3/A - S.Vito - Tel. 02/ Osteria L E Maistess - Via Medici 14 - Fagnano di Gaggiano - Tel. 02/ Ristorante Pizzeria "Oasi" - Via Cavour 15 - Barate di Gaggiano - Tel. 02/ Trattoria del Gallo - Via Privata Gerli 3 - Vigano Certosino - Tel. 02/ Trattoria San Brunone - Piazza San Brunone 37 - Vigano Certosino - Tel. 02/ La Rosa del Naviglio - Bar Pizzeria Ristorante Area di Servizio Tamoil - SS 494 Vigevanese - Tel. 02/

15 TuttoGaggiano COMUNITÀ E TERRITORIO 15 DAL NAVIGLIO AL TAMIGI La nostra inviata speciale racconta... Inglese, a ciascuno il suo L apprendimento per stranieri a Londra e per gaggianesi ai corsi comunali spik inglish : correva l anno 1995, Io no quando uscì questa commedia con Paolo Villaggio e diretta da Carlo Vanzina. Sono passati quasi 20 anni e purtroppo la situazione non sembra essere molto cambiata in base ai risultati pubblicati dalla Education First (E.F.) relativi all Indice di conoscenza della Lingua Inglese (EF-EPI) nel nostro paese. L indice, giunto alla sua sesta edizione, misura la conoscenza dell Inglese in 60 Paesi nel mondo e l Italia si classifica 32a, rientrando nella categoria degli stati con un basso livello di conoscenza, di cui fanno parte quasi interamente Paesi in via di Sviluppo. Unica, ma forse magra, consolazione è sapere che l Italia precede la Francia di due posizioni. Di certo questo dato dovrebbe far riflettere ed evidenzia la scarsa efficacia delle varie riforme del sistema dell istruzione che si sono susseguite negli ultimi anni. Ma quali sono le reali conseguenze di questo dato? Bassa competitività delle aziende italiane all estero, difficoltà d inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e tutto ciò rende le aziende italiane meno attraenti per gli investitori esteri. E, ceteris paribus, la crescita del nostro Paese si rallenta sempre più. Ma è possibile cambiare questa situazione? Certo che sì, soprattutto riconoscendo alla lingua inglese il suo ruolo primario e non accessorio nella ricerca di un posto di lavoro e, poiché imparare una lingua non è una questione d intelligenza, ma di pratica, iniziare a praticarla fin dall infanzia. ESEMPIO DA SEGUIRE O PRASSI DA CIMENTARE L inglese, la lingua di Shakespeare, ma anche dei Beatles e dei Muse, dei One Direction e di Peppa Pig, di Harry Potter e di moltissimi altri personaggi dello spettacolo. Gran parte della cultura moderna parla inglese e conoscere questa lingua è ormai divenuto naturale. Per fare progressi in inglese, niente di meglio dunque di un breve (o lungo) soggiorno linguistico e se il soggiorno è inserito nel programma di studio delle scuole superiori, ancora meglio, anzi un bell esempio da seguire o forse una prassi da cimentare. Ed esempi italiani che si muovono in questa direzione ce ne sono, anche grazie all aiuto dei fondi stanziati dal Fondo Sociale Europeo e dal Ministero dell Istruzione. «I nostri ragazzi devono imparare a cavarsela da soli, lontani da mamma e papà, e la conoscenza della lingua inglese, oggigiorno, è fondamentale»: così ha esordito Rosa Scarvaglione, prof. di lingua inglese presso l Istituto professionale ITCG Filangieri, sito a Trebisacce in provincia di Cosenza durante il nostro incontro presso uno dei college che sostengono queste iniziative. Grazie al progetto PON, finanziato in parte con fondi europei e in parte italiani, ai 15 migliori studenti dell Istituto appartenenti agli ultimi 2 anni dell Istituto è stata data la possibilità di frequentare un corso intensivo di lingua inglese della durata di 3 settimane a Londra. Il finanziamento, ovvio, verrà erogato solo se tutti i ragazzi supereranno l esame finale, che attesta un elevato livello di conoscenza della lingua. «Purtroppo questa possibilità è stata data a pochissimi nostri studenti e il programma non prevede un estensione o una continuazione», prosegue Rosa. E purtroppo i beneficiari di questo progetto, al momento, sono solo le scuole delle quattro regioni dell obiettivo convergenza (che prevede il conseguimento della coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo in Italia), ossia Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Sembra, però, che per il settennio i fondi verranno resi disponibili a tutte le regioni italiane. Ad essere ottimisti, meglio di niente, ma in un ottica futura, forse si dovrebbero pensare e cementare strategie più incisive e per tutti, vista la rilevanza della questione. E A LIVELLO LOCALE COME SIAMO MESSI? Chissà se questi dati fossero rilevati a Gaggiano, quali potrebbero essere i risultati? Siamo una località alle porte di Milano con un forte slancio turistico, o almeno con forti potenzialità, forse non ancora pienamente colte o, forse, ancora in attesa di essere attivate: confidiamo Un fotogramma tratto da Io no spik inglish (1995) con Paolo Villaggio sempre che oltre ad esserci, l Ufficio del Turismo prenda piena identità e inizi una propria attività a pieno ritmo. Per contro, se non si punta sul valore turistico del nostro paese, confidiamo che i nostri giovani trovino un posto di lavoro nel capoluogo, ma senza inglese, anche fare la commessa o la cameriera diventa difficile. A vedere dagli iscritti ai corsi d inglese comunali sembrerebbe che tutti i nostri concittadini abbiano raggiunto un ottimo livello di conoscenza di questa seconda lingua, ma sarà proprio vero? O forse si presta poca importanza sia alla questione, sia alla gestione dei corsi? Di certo lo studio della lingua non è prassi contemplata all asilo nido o nelle scuole dell infanzia. Probabilmente il piano formativo sarà meglio strutturato alla scuola primaria e secondaria, dando ai nostri ragazzi e giovani la possibilità di recuperare il tempo perso, sfoggiando un buon livello di conoscenza dell inglese, e aprendogli le porte ad un brillante futuro lavorativo. Ilaria Landino

16

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI Comune di Montefiore Conca Provincia di Rimini Certificazione del 14/09/2002 COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI S e r v i z i o C i v i l e P e r g l i a l t r i. P e r t e. HAI L'ETÀ GIUSTA PER

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE

GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE Il comune di Valgreghentino (Lecco) fin dai primi giorni successivi al sisma di Maggio 2012 ha promosso iniziative di

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R.

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R. STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R. Art. 1 Costituzione del Consiglio Materie di cui si occupa Scopi È costituito il Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze di Martellago.

Dettagli

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare - 22 febbraio 2011- Il Cardinale Angelo Bagnasco accoglie il Programma Megatons to Development come occasione di sviluppo per l umanità,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

benedizione papale di papa Francesco a Belen

benedizione papale di papa Francesco a Belen benedizione papale di papa Francesco a Belen Grazie per la sua benedizione. #sonotroppoemozionata #troppo #troppoperme. Siamo agli scoccioli, agli ultimi particolari sul matrimonio Belen Rodríguez La showgirl,

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI PREMESSA 1. La Regione Lazio, in attuazione dei principi statutari e al fine della concreta applicazione della Carta europea riveduta di partecipazione

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne materiali www.samuelbeckett.it La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne di Larry Lund Nel 1953, con la somma ereditata dopo la morte della madre, Samuel Beckett acquistò una piccola casa a Ussy-sur- Marne,

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo

Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo Rassegna provinciale del Volontariato e della Solidarietà un percorso lungo Il Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto giunge nel 2014 all organizzazione della decima Rassegna provinciale

Dettagli

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA PROT.81790/U/31.07.2012 A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati A tutti i componenti del CIG A tutti i componenti del CdA Roma, martedì 31 luglio 2012

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

COMUNE DI LONDA Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI LONDA Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 35 del 29.04.2010 1 INDICE ART. 1: Oggetto del regolamento ART. 2: Valorizzazione della partecipazione

Dettagli

COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA

COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA COMUNE DI RUSSI REGOLAMENTO DEI CONSIGLI DI ZONA Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 2 del 25/02/2014 Art. 1 - ISTITUZIONE E FINALITA' 1. In attuazione dei principi enunciati nell art. 8 dello

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega Chiedi a Dio di guidarti in ogni aspetto della preparazione di Compassion Sunday. 2. Condividi il tuo cuore Raccontare la tua esperienza di sostenitore

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Regolamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi

Regolamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di Capriano del Colle Regolamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N 1 Art. 1 Principi fondamentali Con riferimento alla Legge 176/91 Ratifica

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista. Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010 ITIS A.ROSSI VICENZA Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli