Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 26 Gennaio 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 26 Gennaio 2010"

Transcript

1 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 26 Gennaio 2010 PRESIDENTE CALLARI Invito i Consiglieri a prendere posto in aula, così ci apprestiamo a chiamare l appello. Prego, Segretario. Il Segretario Generale procede all appello nominale dei Consiglieri. PRESIDENTE CALLARI - 16 presenti, 14 assenti, la seduta è valida. Propongo scrutatori i Consiglieri Galvano, Calì e Saeva. Chi è d accordo rimanga seduto, chi è contrario si alzi. 16 voti favorevoli, approvato all unanimità dei presenti. Consiglieri, se prestiamo un po di attenzione perché è un momento particolare. Sono a voi ben note le vicende del crollo che c è stato a Favara, che ha visto la perdita delle vite di due giovani ragazze, di due creature. È per questo che questo Consiglio comunale è giusto che si unisca al dolore ed è giusto che con grande emozione partecipi a questa tragedia che ha visto Favara, ma che potrebbe colpire qualsiasi altro Comune. Quindi propongo un minuto di raccoglimento in memoria di Marianna e Chiara. (Viene osservato un minuto di raccoglimento). 1

2 PRESIDENTE CALLARI Vi ringrazio. Assessore Buscaglia, se gentilmente prende posto, perché ritengo che anche il Presidente possa fare delle comunicazioni al Consiglio, perché sarà la professione che svolgo, sarà carattere, questa vicenda mi ha particolarmente turbato e ritengo che come me ci sono tutti gli altri consiglieri comunali. Inizio dicendo che in occasione del bilancio di previsione 2009 questo Consiglio comunale ha approvato un emendamento del sottoscritto che riguardava la casistica che oggi vediamo, nella fattispecie il crollo di Favara. L emendamento votato all unanimità del Consiglio comunale prevede interventi appunto nella proprietà privata dei centri storici, là dove vede la possibilità per coloro, legittimi proprietari, volessero mettere in sicurezza dal punto di vista statico i propri immobili, lo possono fare, perché questo Consiglio comunale si è già espresso attraverso la partecipazione totale o parziale di questo Comune agli eventuali interessi per il capitale che necessita per la ristrutturazione. A seguito di quell emendamento che qualificava sicuramente oggi, allora per la memoria di ciò che era successo nella città dell Aquila e nell Abruzzo tutto. Oggi in particolare abbiamo anticipato i tempi e il nostro ricordo va a questo crollo di Favara. Ebbene, il 4 agosto questo Consiglio comunale si era espresso con quell emendamento dando delega per la regolamentazione e potere accedere a questo. Io mi rivolgo all Amministrazione e ai dirigenti affinché come priorità ci possa arrivare in questo Consiglio comunale questo regolamento che permetta di dare luogo alla volontà di questo Consiglio comunale, che è quella appunto di dare staticità alle abitazioni abitate in particolar modo da nostri concittadini. Questo è per continuare a lavorare con quella coscienza a posto sia dal punto di vista 2

3 personale che politico per vivere senza un domani fatto di rimorso. Io conosco la sensibilità dell Amministrazione ma di voi anche tutti consiglieri comunali e dico che in sinergia, caro Assessore, bisogna dare questa priorità affinché questo regolamento possa accedere in questo Consiglio comunale e diamo vita a quegli intenti che erano appunto insieme, quello di dare un aiuto a coloro che volessero intervenire nel centro storico. Mi rivolgo anche alla II Commissione consiliare dicendo che autonomamente possiamo come Consiglieri comunali iniziare un tipo di regolamento in sinergia sia con l Amministrazione e quindi la classe dirigente, sia anche con gli ordini professionali, architetti, ingegneri, geologi, affinché si possa addivenire e dare una priorità assoluta a questo intervento. Io vi ringrazio della vostra attenzione e se oggi poniamo attenzione a questa problematica è perché è successo a Favara e non vogliamo che succeda pure ad Agrigento così come in altri Comuni, per mantenere sempre con la massima coscienza altamente qualificante questo intervento, ho sentito gli interventi sia dell Assessore Gentile, che ritengo si stia muovendo sulla stessa linea, nel senso di dare aiuti regionali. Quindi io chiedo, anche se i rappresentanti oggi non sono presenti, che possa avere io, perché ho provato a chiamare, un incontro a nome del Consiglio comunale intero con l Onorevole Assessore Gentile per vedere se i due interventi sono eguali e a che punto sono gli eventuali aiuti che noi intendiamo dare con il nostro deliberato alle case del centro storico. Mi rivolgo anche agli esponenti dell MpA affinché un incontro mio, in rappresentanza dell intero Consiglio, con l Onorevole Assessore Di Mauro, so che si sta muovendo per dare quel giusto stimolo, quel nostro apporto che è doveroso nei confronti dei nostri concittadini. Ho parlato con il Sindaco e per quanto riguarda il 3 punto all ordine del giorno, cioè la relazione annuale 3

4 del Sindaco sullo stato di attuazione del programma viene concordata per il prossimo martedì, perché giovedì noi abbiamo il Question time. Quindi aggiorneremo i lavori a martedì. Quindi chi vuole iniziare questo dibattito politico con l intervento del Sindaco sulla scorta della relazione annuale, sappiate che noi dedichiamo, se non interamente, parzialmente, poi decideremo insieme, la seduta di martedì prossimo alla relazione annuale del Sindaco. Per comunicazioni ci sono altri interventi? Ci sono gli interventi di Cumbo, Salsedo, Cirino, Alfano, Amato, Picarella. (intervento fuori microfono) Sicuramente le do la possibilità di rispondere, anche se è una comunicazione, perché di fronte a queste tragedie il regolamento passa in secondo piano. Va bene, allora, Consigliere Cumbo, prego. CONSIGLIERE CUMBO Grazie, Presidente. Questa comunicazione non è rivolta a lei per i motivi che dirò più tardi, ma ai colleghi consiglieri e alla cittadinanza. Si tratta del problema delle bollette da parte dell Inpa relative alla Tarsu del A seguito di numerose segnalazioni da parte dei cittadini sul poco funzionamento o meglio disservizio da parte dell Inpa per quanto riguarda lo smaltimento delle procedure e quindi dei cittadini per delle informazioni, stamattina alle 9 e 30 con il Presidente ci siamo recati proprio nella sede dell Inpa di Agrigento per verificare di persona esattamente come veniva regolato il flusso dei cittadini. Devo dire che alle 9 e 35 esatte ho potuto constatare 37 persone che aspettavano di essere ricevute. Siamo entrati e ci siamo presentati. Non ricordo il nome del responsabile della sala, ma abbiamo visto che c erano solo ed esclusivamente due postazioni attive che erano a disposizione dei cittadini, mentre una terza scrivania in quel momento era vuota e poi è stata occupata da una terza persona. Abbiamo detto ovviamente che tre 4

5 persone erano insufficienti per smaltire in questo momento particolare l afflusso del pubblico, perché dobbiamo ricordare che in questo periodo sono stati notificati migliaia di avvisi di pagamenti per la richiesta della Tarsu. L impiegata, quindi la funzionaria, ci ha assicurato che si era messa già in contatto con la sede di Palermo e che da domani o al massimo dopo domani sarebbero arrivate altre tre persone e quindi avrebbero potenziato questo flusso. (intervento fuori microfono) Dice il collega Salsedo che oggi pomeriggio erano 5. Io volevo approfittare anche, al di là di questo, nel segnalare ancora una volta quella che è la regolarità giuridica per quanto riguarda la prescrizione del 2004, perché in questo momento si parla molto della prescrizione di questi avvisi di accertamento. Volevo segnalare che non rileva ai fini del compito della prescrizione il momento di ricevimento dell avviso della notifica, ma è determinante il momento in cui viene consegnato alla posta, se la notifica avviene con il sistema postale. Questo è l orientamento ormai consolidato della giurisprudenza che pone in evidenza due termini fondamentali, il termine per quanto riguarda l ente che provvede alla notifica dell avviso di accertamento e i tempi da parte del contribuente che decorrono nel momento in cui l ha ricevuto sia per fare il ricorso che per effettuare i pagamenti. Per cui, prima di procedere ai ricorsi per contestare questa prescrizione, è necessario che il contribuente si attivi attraverso il sistema postale per vedere effettivamente quando l Inpa ha consegnato alla Posta per la spedizione questi avvisi di accertamento, se sono stati trasmessi entro dicembre dell anno 2009, allora la prescrizione non matura. Se sono stati invece trasmessi a gennaio del 2010, allora sono prescritti. Grazie. 5

6 PRESIDENTE CALLARI Grazie a lei, Cumbo. Domani ci rechiamo negli uffici Inpa per andare a verificare di mattina quante unità ci sono operative nei confronti dei cittadini. Consigliere Salsedo a lei. CONSIGLIERE SALSEDO Grazie Presidente, colleghi consiglieri, signori della Giunta. Io, Presidente, mi volevo riallacciare all introduzione fatta poc anzi da lei riguardo i tragici fatti che hanno colpito il paese di Favara. Purtroppo ancora una volta abbiamo registrato che Agrigento e la sua provincia fanno notizia a livello nazionale e addirittura anche a livello internazionale e fanno notizia per l ennesima volta sempre in negativo. Una tragedia come hanno detto in tanti che poteva essere evitata, poteva essere evitata se andiamo indietro nel tempo di qualche anno fa quegli alloggi che abbiamo visto tutti in televisione e hanno fatto il giro di tutto il territorio nazionale, è stata forse l immagine più mortificante quella, fossero stati dati in tempo a tanti cittadini che hanno fatto richiesta. Io non voglio entrare nel merito però se tutti insieme istituzioni interessate, tutti gli addetti ai lavori, portiamo avanti con spirito di sacrificio e grande responsabilità quel processo di collaborazione, tutto questo non sarebbe accaduto. Stiamo attenti, quello che è successo a Favara da un momento all altro attenzione, io non voglio lanciare un allarme, per come si presenta dal punto di vista idrogeologico il centro storico di Agrigento potrebbe capitare qui da noi. Cosa facciamo? Io ricordo ai colleghi consiglieri che noi in materia di bilancio abbiamo votato un emendamento, un emendamento che poi doveva portare a un regolamento per quanto riguarda i finanziamenti, caro Presidente, nel centro storico della città, per quanto riguarda la staticità, la messa in sicurezza degli immobili privati. Ancora questo in Consiglio non è arrivato. E naturalmente la collaborazione tra gli enti deve essere imperniata 6

7 sulla ricucitura del tessuto urbanistico della città di Agrigento al fine di prevenire i danni tragici che si sono verificati a Favara. E da qui lancio anche un appello di grande collaborazione anche con la chiesa agrigentina. Noi abbiamo ascoltato le parole dell Arcivescovo, parole che sicuramente hanno fatto molto scalpore. L Arcivescovo ha anche preso una posizione abbastanza netta oggi nel non celebrare la funzione del funerale delle due bambine, però noi chiediamo anche una collaborazione alla chiesa. Noi sappiamo che la chiesa agrigentina ha tantissima proprietà oggi in centro storico che è fatiscente. Io conosco bene il centro storico, conosco bene gli immobili di proprietà della chiesa e naturalmente quando mi si viene tirato in ballo il problema che le istituzioni possibilmente non fanno il loro dovere, lì un pochettino io sono abituato a lavare i panni sporchi in casa e così ognuno di noi si deve assumere le responsabilità. Mi riferisco alla chiesa di San Girolamo, mi riferisco alla chiesa di San Libertino, mi riferisco alla chiesa di Santa Caterina in via Garibaldi, chiese che da un momento all altro potrebbero cadere, potrebbero andare giù e creare danni incalcolabili. Quindi, il mio appello è per la collaborazione di tutti e ognuno di noi si deve assumere le proprie responsabilità. Noi, Presidente, come gruppo consiliare abbiamo fatto una nota in questi giorni e ora la consegno a lei personalmente, perché indirizzata anche al Presidente della Provincia e al Sindaco. Abbiamo lanciato provocatoriamente l idea che in ordine ai fatti che si sono verificati a Favara, riteniamo giusto che presi da grande sensibilità per la morte di due anime innocenti si annullasse la Sagra del Mandorlo in Fiore. Sicuramente la macchina organizzativa è già andata avanti, è a buon punto, però di fronte a un fatto del genere, qualsiasi manifestazione che porta allegria e porta sorrisi sicuramente passa in secondo piano. Come, caro 7

8 Presidente, mi appello alla sua sensibilità e la prego di farsi promotore fin da domani mattina di provvedere a prendere un impegno con tutti noi consiglieri ma anche con la città. Giorno 30, fra 4 giorni, si svolgerà una manifestazione al Collegio dei Filippini, si premiano i politici agrigentini più bravi. Io ritengo che ogni commento è superfluo in ordine a questa manifestazione. Non è il caso, perché è veramente patetico sentire, dopo quello che è successo a Favara, di premiare i politici più bravi che si sono distinti in questo anno e in questi anni. Presidente, da quando faccio il consigliere comunale tutti questi attestati di solidarietà di comunicati stampa in vita mia in un giorno non li avevo sentiti, da Roma fino ad arrivare ad Agrigento. Quindi la invito, domani, Presidente, a nome mio personale, di tutto il gruppo dell UDC, e possibilmente di tutto il Consiglio comunale e della città, di farsi promotore con il Sindaco affinché questa manifestazione che si svolgerà al Collegio dei Filippini venga annullata perché non è il caso ancora di mortificare gli agrigentini. Grazie. (intervento fuori microfono) PRESIDENTE CALLARI No, Vice Presidente, io non ci sono tra i politici più bravi. Consigliere Cirino, prego. Chiaramente, Consigliere Salsedo, io mi interesserò, le darò risposta di quello che mi viene riferito. Parlo del gruppo organizzativo per quanto riguarda la Sagra e della manifestazione, questa al Palazzo dei Filippini. Poi non dipende da me. Consigliere Cirino, prego. CONSIGLIERE CIRINO Grazie, Presidente, colleghi Consiglieri. Io vorrei riprendere, caro Presidente, il suo discorso, il nobile discorso che lei ha fatto inizialmente all apertura della seduta, dove appunto informava il Consiglio comunale di quello che è stato fatto dal Consiglio quando abbiamo votato il bilancio, dove abbiamo votato un emendamento a firma del Consigliere Callari, 8

9 che permetteva di inserire, di predisporre un capitolo. Ricordo ancora la cifra di ,00 euro per dare l opportunità ai nostri concittadini di potere fare dei prestiti o dei mutui con le banche e avere una agevolazione appunto dalle banche tramite questi ,00 euro che dovevano servire per pagare in parte gli interessi ai nostri concittadini. Volevo ricordare al Consiglio comunale e al Presidente Callari che è molto attento che nel 2008, quando abbiamo votato il bilancio del 2008, il sottoscritto insieme ad altri consiglieri comunali aveva presentato lo stesso emendamento, per dare l opportunità ai cittadini di avere queste agevolazioni. Caro Presidente Callari, le ricordo che l Amministrazione non si è completamente attivata in tal senso, come non si è attivata ancora oggi con l emendamento Callari del Lei poc anzi parlava di regolamento. Ma io sono convinto quindi lei diceva poc anzi che noi aspettiamo il regolamento da parte dell Amministrazione. Io sono convinto che non c è bisogno del regolamento per portare avanti questa nobile iniziativa. Sono convinto che basterebbe una convenzione con alcune banche, cioè mettendo dei paletti fissi e quindi dando l opportunità immediatamente già da subito, già da questo anno alla gente di potere usufruire di questi pochi soldi che noi abbiamo inserito in bilancio, ma che darebbero opportunità, non lo so, nostri concittadini di usufruire di questa benedetta iniziativa. Quindi io ritengo che l Amministrazione attiva debba interessarsi in tal senso. Ne approfitto della presenza di tre esponenti della Giunta, di 3 Assessori della Giunta per verificare se è possibile, anziché di fare un regolamento, di fare delle convenzioni con le nostre banche e quindi già, non dico da subito, ma in brevissimo tempo potere dare l opportunità ai nostri concittadini di avere queste agevolazioni. 9

10 PRESIDENTE CALLARI Consigliere Cirino, mi sono documentato e con l affetto, la sicurezza che mi dà il Segretario, senza regolamento non si può dare. Poi, bisogna utilizzare i criteri anche per evitare che ci siano fatti speculativi. Allora l unico vantaggio possa andare a favore di qualche costruttore che c ha diverse proprietà. Io parlavo di criteri che devono essere dettati da un regolamento, comunque io sono per portare avanti e velocemente questa soluzione. Consigliere Alfano, prego. CONSIGLIERE ALFANO Signor Presidente, signori della Giunta, signori Consiglieri. Ritorniamo di nuovo a parlare del centro storico memori di quello che è successo a Favara, che ci ha afflitti e ci ha molto addolorati, anche perché sono state toccate le persone più povere, le persone che hanno più di bisogno e la sensibilità di alte autorità ecclesiastiche e dello Stato hanno fatto partecipare tutta quanta la popolazione che ha assistito in televisione tramite i giornali a tutto quello che è successo. Mi riferisco al Prefetto Postiglione, mi riferisco a sua eccellenza Montenegro. Il Prefetto Postiglione, qualche giorno fa leggevo sui giornali che rinnovava ancora l invito, voleva sapere a che punto fossero le progettazioni per quanto riguarda il centro storico, le vie di fuga. Se voi ben vi ricordate circa un mese fa, il giorno 17 del mese di dicembre, su mia proposta e con il consenso di tutti i capigruppo è stata tenuta in questa sede una riunione del Consiglio comunale perché affrontasse i problemi del centro storico, assieme ai tecnici presenti in aula, assieme al Presidente degli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti. È stata abbastanza proficua dal punto di vista progettuale così come è stata a suo tempo l approvazione del Piano Particolareggiato del centro storico. Possiamo dire che il Consiglio comunale ha fatto il suo dovere per tutto quello che è di competenza proprio del Consiglio e a 10

11 questo punto mi chiedo e in questo sono d accordo e concordo con il Prefetto Postiglione quando vuole sapere e sollecita i provvedimenti della Protezione Civile per la città di Agrigento, mi riferisco alle vie di fuga. Ma io ancora di più chiedo all Amministrazione qui presente perché non venga istituito un ufficio di piano per quanto riguarda il Piano particolareggiato del centro storico, sicché i residenti e tutti i cittadini possano avere un punto di riferimento con cui poter parlare, perché altrimenti il Piano Particolareggiato rimane a se stante, rimane localizzato o ghettizzato come una elaborazione di professionisti e di approvazione da parte del Consiglio comunale. Invece essendoci un piano, essendoci un ufficio di piano si potrebbe vedere come i cittadini possono accedere a questo. Ancora una volta chiedo che venga, riprendendo anche la tematica del Sindaco, che era quello di aiutare Agrigento, non dico con una legge speciale ma anche con una legge speciale, così come è stato previsto, ve lo ripeto di nuovo, per Ragusa Ibla con legge N. 6 pubblicata nell agosto del I provvedimenti per altre zone ci sono, desidero che ci siano anche per la città di Agrigento. Sono stanco di vedere riunioni e conferenze. So che ce ne sarà una domani e si riuniranno tutti quanti a Favara, luogo del lutto. Ma che questa sia invece l ultima di una serie di riunioni che invece ci siano gli interventi giusti e certi, che diano sicurezza non soltanto all ambiente, ma che diano certezza ai cittadini e ancora una volta rinnovo l invito all Amministrazione perché ci dia delle delucidazioni a che punto sono tutte le proposte che sono state fatte in questo Consiglio comunale e questa mia idea di potere approntare un ufficio di Piano che possa agevolare e che possa spiegare ai cittadini e a tutti coloro che lo volessero la utilizzazione del Piano particolareggiato del centro storico. Gli strumenti legislativi ci sono. Il 11

12 Consiglio comunale li ha approvati. Spetta ora allo Stato e alla Regione dare tutto quanto è necessario. Mi riferisco in termini semplici ai soldi per il centro storico di Agrigento ma anche per i centri storici della nostra provincia. PRESIDENTE CALLARI Grazie Consigliere Alfano. Consigliere Amato, prego. CONSIGLIERE AMATO Grazie, signor Presidente, signori Assessori, Consiglieri colleghi. Sono assolutamente d accordo, signor Presidente, con la sua proposta di invitare gli assessori regionali per parlare esclusivamente di centro storico. Il nostro centro storico sicuramente è a rischio almeno quanto quello di Favara e speriamo di non potere un giorno qui fare di tutto affinché questo non succeda perché anche noi agrigentini abbiamo il diritto come altre parti della Sicilia ad avere un centro storico adeguato, dignitoso per chi ci abita e magari avere anche l opportunità e l orgoglio di poterlo fare vedere agli altri che arrivano ad Agrigento per visitare non solo la Valle dei Templi. Io ho preso la parola, signor Presidente, perché vorrei approfittare della televisione, perché è giusto che quando si risolve qualche problema di fare un plauso a chi si è prestato affinché il problema si risolvesse. C è stata la possibilità e il rischio che in provincia tre uffici postali si chiudessero. Uno di questi uffici postali era l ufficio postale di Montaperto, che avendo una sua autonomia territoriale, un numero di abitanti esiguo, c è stata anche la possibilità che questo ufficio postale era tra quelli che erano a rischio. Il problema l abbiamo risolto stamattina con la grande sensibilità intanto dell Amministrazione con in testa il Sindaco perché si era proposto già a suo tempo di parlare con il direttore provinciale delle Poste ad Agrigento che è la dottoressa Carola De Paoli. Stamattina, andando a incontrare la dottoressa Carola De Paoli, favorita anche 12

13 dal fatto che questo ufficio postale ha incrementato un po il suo lavoro, favorito credo anche dalla viabilità che è migliorata notevolmente ad Agrigento, quindi le persone, anche gli agrigentini a cinque sei minuti, a otto minuti raggiungono Montaperto, fanno le loro operazioni postali a Montaperto stesso, invece di stare magari per tre quarti d ora, un ora a fare la fila in altri uffici postali agrigentini, quindi l incremento del lavoro ma principalmente per la grandissima sensibilità a risolvere questo problema dalla dottoressa Carola De Paoli, questo è un problema che è stato risolto. L Ufficio Postale a Montaperto resterà, anzi incrementerà le giornate di lavoro durante il mese, infatti resterà per tutto il mese a giorni alterni e la prima settimana di ogni mese che corrisponde con la distribuzione della pensione ai vecchietti, sarà aperto tutti i giorni. Di questo io vorrei ringraziare l Amministrazione comunale, il Sindaco che si è interessato, ma principalmente la sensibilità della dottoressa Carola De Paoli. Grazie, signor Presidente. PRESIDENTE CALLARI Grazie a lei, Consigliere Amato. Anche le buone comunicazioni portano un po di positività in questo Consiglio. Consigliere Picarella, a lei con le comunicazioni. CONSIGLIERE PICARELLA Presidente, io ho apprezzato il minuto di raccoglimento su quanto si è verificato nel Comune di Favara. Però noi dobbiamo fare le valutazioni su questo. Abbiamo scoperto l acqua calda, che vi erano tanti alloggi popolari, costruiti, ultimati e non venivano assegnati ai cittadini. E non è nuova questa. Questo è il modo di governare, questo è il modo che si scoperchia la pentola quando ci scappa il morto, così nel tempo verrà qualche cosa per problema del parco archeologico, così verrà il problema nel nostro centro storico peggiore di quello di Favara e noi stiamo qua a fare il 13

14 minuto di silenzio momentaneo, che giustamente l abbiamo fatto. Il problema è così grave che noi facciamo il defilè, discutiamo, non discutiamo, eccetera. Io posso ricordare, ma dice: tutto lui era questo Picarella? Nell 83 all 87 ebbe ad assegnare immediatamente, ancora forse non erano completi, 600 alloggi popolari a Monserrato e a Fontanelle. E allora c era il sottoscritto che ha lottato per avere le chiavi delle case popolari, non volevano dare le chiavi per le assegnazioni. Io allora ero Vice Sindaco, ho fatto la diffida, dissi: domani chiamo i Carabinieri e mi recherò personalmente per l assegnazione di quegli alloggi. Questo è quello che si verifica e noi siamo in un problema gravissimo, caro Presidente. È necessario che questo centro storico con l occasione del disastro, che non si augura a nessuno, si faccia un piano di viabilità. Non è possibile che noi guardiamo quando cade la casa. La dobbiamo fare cadere noi e dobbiamo fare un piano di viabilità, che quel piano rappresenta le vie di fuga, questi defilè che facciamo. Chi lo ricorda qua ci fu il defilè, vie di fuga, San Gerlando, la discesa Seminerio, perché purtroppo noi siamo amministrati da chi? Da persone incompetenti che dovrebbero essere incriminati per esercizio abusivo di professione. Io debbo valutare, caro Presidente, proprio come si fa la tecnica che hanno, che non capiscono niente, non faccio i nomi, ma si può individuare che fanno conferenze stampa, sono tutti a disposizione. Ma perché sona disposizione oggi che hanno trovato i soldi, giusto giusto quando ci sono stati i morti, i soldi sono arrivati, se non c erano i morti i soldi non c erano, se non c erano i morti non si demoliva una parte di Favara, se non c erano i morti non si muoveva nessuno. Oggi si è mossa tutta la stampa nazionale e la televisione. Ma c è di più. Questi che fanno i defilè, caro Presidente, io posso affermare qua che tutto si fa controcorrente, perché la IV Commissione 14

15 Territorio e Ambiente dell Assemblea Regionale Siciliana ha approvato il disegno di legge sul piano casa. Oggi si può ristrutturare l appartamento, si può demolire e ricostruire, si possono fare ampliamenti fino al per cento, si può fare tutto, ma non la povera gente, perché poi questi che fanno il defilè nelle televisioni, poi mettono in questo disegno di legge che per coloro che demoliranno e ricostruiranno fabbricati non idonei sul piano della sicurezza degli standard, però con l esclusione dei centri storici. I centri storici non potranno ottenere niente, cioè noi facciamo le leggi, diciamo che siamo vicini ai cittadini e poi vediamo che non vogliamo intervenire sul centro storico. Ma che senso ha che questa legge che doveva essere fatta proprio per il centro storico, perché se c è una casa che sta per cadere, la legge mi deve consentire di ripristinarla, demolirla, ricostruirla. Invece no. Qua si dice: no, la casa non deve essere demolita perché questa bruttura, questa schifezza deve dimostrare di essere la testimonianza del passato di muri vecchi, pericolanti, non idonei. Questo è quello che noi verifichiamo. Per cui, caro Presidente, io non voglio essere uccello di malaugurio, ma succederà questo anche ad Agrigento, perché Agrigento é peggio di Favara. E io dico che il Sindaco è il capo, ha la sicurezza pubblica di sanità e di igiene. Il Sindaco quale ufficiale di governo adotta con atti motivati nel rispetto dei principi generali sull argomento giuridico provvedimenti urgenti e indifferibili. Allora noi abbiamo un centro storico che è urgente e indifferibile e anziché di fare: ora mi darà la risposta l ingegnere, abbiamo fatto, arrivano questi, arrivano quelli, ci vuole l intervento dentro il centro storico no che demoliamo la casa che sta per cadere, l intervento totale. La casa che è pericolante deve essere buttata a terra e si deve fare un piano di viabilità, altro che Piano Particolareggiato del centro storico. Ma che significa? 15

16 Io mi metto a ridere quando dicono: hanno approvato quel Piano Particolareggiato, per non fabbricare, perché quel Piano particolareggiato dice che sia conservata la stessa superficie, cioè se io avevo una casa, 6 metri di altezza, rimanendo la stessa superficie, io ho l abitazione di 50 metri quadrati, resta non è che hanno detto la stessa volumetria? Perché imbrogliano le persone incompetenti nella politica perché molte persone non capiscono l urbanistica e allora si adeguano a tutti e fu approvato la vergogna del centro storico, di cui sono tutti imbottigliati, crolla, nessuno interviene e qua si cerca di fare l elemosina, facciamo un mutuo con le banche, la banca ci dà i soldi per questi ruderi che stanno cadendo e poi i centri storici non sono più dei lavoratori, perché se ne sono andati, hanno già la casa popolare. Ora ci vuole l intervento pubblico. Che si facciano anche case popolari nel centro storico dove l intervento pubblico possa risanare non solo le case ma urbanizzare le zone che sono le strade, le fogne che hanno bisogno, e l inquinamento che noi abbiamo deriva proprio dal centro storico, perché quando corre l acqua si allagano i locali, appena l acqua viene ritirata, la stessa acqua si rimette di nuovo nelle condotte perché ritorna nel risucchio. Per cui io termino augurandomi che questa Amministrazione possa prendere provvedimenti immediati relativamente al centro storico, perché altrimenti noi avremmo dei disastri in questo centro storico, avremo veramente dei lutti in questo centro storico. PRESIDENTE CALLARI Grazie, consigliere Picarella. Consigliere Raccuia. CONSIGLIERE RACCUIA Grazie, signor Presidente, signori della Giunta, colleghi Consiglieri. Ormai è due anni e mezzo che noi ci troviamo in questa 16

17 aula, affrontiamo diversi problemi della città di Agrigento e in questi due anni e mezzo abbiamo parlato tante volte di centro storico, abbiamo fatto delle iniziative, anche come lei ricordava l emendamento che era stato votato da questo Consiglio comunale. Io ritengo che oggi, in attesa di quelli che saranno eventuali finanziamenti, un eventuale rimpinguare quel famoso capitolo inerente il centro storico di Agrigento da parte della Regione, si potrebbero attivare in maniera veloce con l ausilio dell Amministrazione delle azioni che possono incentivare i cittadini agrigentini che possiedono degli immobili nel centro storico a eseguire degli interventi di messa in sicurezza, di ristrutturazione. Ad esempio io qua ho scritto in maniera veloce degli esempi da potere fare. Uno riguarderebbe per esempio un abbattimento dell Ici, cioè dicendo ai nostri cittadini: se tu vuoi ristrutturare il centro storico, ti agevoliamo, per esempio io sto sparando dei numeri, poi saranno gli uffici in dettaglio a esaminare le varie situazioni, non pagherai l Ici per dieci anni. Io presumo, ma non sono tutti che hanno la prima casa, c è la seconda casa, ci sono gli immobili delle nonne, dei bisnonni che sono abbandonati. Queste somme che non entrerebbero al Comune, comunque farebbero risparmiare sempre il Comune, perché oggi il Comune non si ritrova a eseguire degli interventi in danno a dei proprietari nel caso di immobili diruti che crollano. Un altro esempio sarebbe quello dell abbattimento della Tia, anche da definire. Poi si parlava di convenzione. Ebbene, noi parlavamo di convenzione con gli istituti bancari e nelle more che il Comune entrava con delle sovvenzioni sugli interessi. Però io ritengo che una convenzione con gli istituti bancari comunque si può fare. Io non so oggi che tassi di interessi di interesse PRESIDENTE CALLARI Una c è già. 17

18 CONSIGLIERE RACCUIA Non so oggi che tassi di interesse richiedono gli istituti bancari per dei mutui, però ad esempio chiamando due tre istituti convenzionati con il Comune, se il tasso di interesse è del 6%, si fa una convenzione dove il tasso di interesse in dieci anni potrebbe essere del 3%, del 2%, che bene o male sono dei tassi che vengono applicati pure ai dipendenti di questi istituti bancari. Quindi, tutto sommato loro avrebbero la garanzia che il cittadino si va a rivolgere a loro per andare a stipulare questi mutui. Poi, caro Presidente, un altro problema: le procedure autorizzative. Dovrebbero essere più spedite per i centri storici, ad esempio attivando uno sportello per il centro storico. Quindi, all ufficio Urbanistica un tecnico non deve occuparsi di tante cose, di sanatorie, di nuovi progetti, ma creare uno sportello con due tre tecnici che si occupano soltanto delle procedure autorizzative a progetti inerenti la riqualificazione del centro storico. Grazie. PRESIDENTE CALLARI Grazie a lei, Consigliere Hamel e poi l Assessore Buscaglia. CONSIGLIERE HAMEL - Io credo che ogni espressione di solidarietà e condivisione del dolore sia ormai inutile, cioè nel senso che abbiamo interiorizzato fortemente questa tragedia, ne abbiamo vissuto i contorni e ne abbiamo anche potuto soffrire per il dolore che ha colpito questa famiglia. Credo che da questa vicenda sia indispensabile trarre una lezione e un insegnamento, che è quello che non bisogna indugiare nelle parole, ma bisogna concretamente affrontare questi problemi che attraversano una parte sensibile della nostra popolazione, la più debole, quella che ha più bisogno, quella nei confronti della quale non c è la dovuta attenzione e i dovuti interventi. Se una lezione vogliamo trarre da questo episodio per evitare che possa in qualche 18

19 modo ripetersi, come reiteratamente spesso si ripete, una tragedia del genere in tanti comuni della nostra terra, bisognerebbe adottare alcune iniziative, però concretamente, cioè non fermandosi solo alla dichiarazione di principio e alle parole. Una iniziativa sarebbe quella di monitorare il centro storico di Agrigento in maniera anche temporalmente definita e nell arco di tre mesi quattro mesi, sei mesi, quando c è bisogno dal punto di vista tecnico, arrivare a delle conclusioni per cui l ufficio Tecnico del Comune possa in maniera precisa indicare quali sono gli immobili in stato di pericolo sui quali bisogna fare degli interventi che devono essere concretamente programmati e realizzati. La seconda è quella di incominciare a vedere il problema dell assistenza e dell aiuto ai più deboli nella nostra città in modo più razionale e complessivo. Io ricordo un episodio che ho avuto modo di leggere su un giornale, che riguardava il Comune di Mantova, dove si era suicidata una ragazza araba perché aveva avuto dei problemi e l obbligo di rientrare in Patria, per cui aveva subito uno shock terribile, e da questo shock e dalla depressione conseguente si era suicidata e il responsabile dei servizi sociali di quella città disse: noi a questa ragazza abbiamo dato la casa, abbiamo dato un sussidio economico, le abbiamo dato la possibilità di arredare la stessa casa, l abbiamo sostenuta per tante sue vicissitudini, ma siamo amareggiati per non avere intercettato questo disagio psicologico che l ha portata a fare questo gesto inconsulto. Cioè due realtà completamente diverse, cioè da un lato una città che riesce a risolvere tutti i problemi operativi, materiali di una famiglia che sta male e che si rammarica di non avere risolto un problema che forse non era neanche di competenza comunale, dall altro una città come la nostra, ma come tante città della nostra realtà siciliana, dove non si riesce ad assistere, ad essere vicini a 19

20 chi ha bisogno nel modo adeguato per risolvere almeno in proiezione o in tempi ragionevoli i problemi del bisogno stesso, quindi il problema abitativo prima di ogni cosa. Quindi, io invito rispettivamente l Assessore ai Lavori Pubblici a questo intervento di programmazione per individuare gli immobili fatiscenti, pericolanti nel Comune di Agrigento e conseguentemente un programma di interventi per le demolizioni o il risanamento degli stessi da imporre anche ai privati; l Assessore alla Solidarietà Sociale a realizzare un programma complessivo di censimento delle povertà reali che ci sono nella nostra città, non quelle spesso fittizie e degli scrocconi che si insinuano e si inseriscono in un contesto di sussidi anche abusivi. E purtroppo è difficile individuarli, non è colpa sicuramente dell Assessore Daina, che ci mette tutta l anima in questa attività, ma fare proprio un censimento delle povertà per riuscire a vedere come, con le risorse che ci sono, realizzare interventi efficaci ed effettivi per risolvere alcuni problemi che sono fondamentali per l esistenza di alcune famiglie. È importante questo, proprio per fare seguire al cordoglio, al dolore, alla solidarietà, alla vicinanza con chi ha subito questa tragedia, un intervento concreto che serva anche per dire: da questa cosa abbiamo tratto una lezione e quindi non fermarci solo alle dichiarazioni: il centro storico, il piano particolareggiato, Ortigia e compagnia bella. No, questo non serve a niente. Noi vogliamo vedere se da qui a sei mesi a un anno c è qualcosa di concreto che serva realmente a prevenire queste situazioni che sono tragiche e sono l espressione della più alta incapacità di essere una società civile che ha comprensione e riesce a risolvere questi problemi. PRESIDENTE CALLARI Consigliere Galvano, prego. 20

21 CONSIGLIERE GALVANO Buonasera signor Presidente, signori della Giunta, colleghi Consiglieri. Noi del Partito Democratico ci uniamo pienamente a quello che è stato l intervento del Presidente, iniziale in questo Consiglio comunale, in merito a quella che è stata la vicenda che è avvenuta nel centro storico di Favara, in quanto questo accadimento ha suscitato sentimenti sicuramente di amarezza, indignazione e rabbia. Tra l altro, purtroppo, questa non è una situazione, non è un evento isolato, ma è una tragedia che purtroppo poteva essere evitata, come molti dicono, e che richiama la nostra attenzione a quella che è la situazione del centro storico, della nostra città. Non dobbiamo dimenticare ad esempio quello che è stato il crollo che è avvenuto di recente, di un ipogeo a poche centinaia di metri della cattedrale. Gli stessi esperti tra l altro in quella occasione avevano affermato che vi sono rischi di ulteriori cedimenti. Purtroppo non è una situazione che ci permette di attendere. È necessario agire velocemente, con celerità e tempestività per evitare che accada l irreparabile anche nel nostro centro storico. Dobbiamo pensare che molti degli edifici del nostro centro storico come tutti ben sappiamo sono fatiscenti, non si trovano in condizioni migliori rispetto a quelle del centro storico di Favara e tra l altro sono spesso occupati dalle famiglie che non stanno bene economicamente o da extracomunitari o gente che non è in grado quindi di affrontare le spese di un altra occupazione. È un dovere della classe politica garantire la sicurezza ai cittadini e intervenire con tempestività. Noi invitiamo l Assessore e l Amministrazione comunale ad attivarsi in maniera adeguata e con celerità al fine di evitare che la situazione esistente nel nostro centro storico possa degenerare, nonché generare tragedie su tragedie che possono essere evitate e 21

22 devono essere evitate. Confidiamo quindi nell operato del nostro Assessore e di chi di competenza. PRESIDENTE CALLARI Grazie. Poi ricordo di avere sentito, credo che anche Casteltermini oggi è stata oggetto di un crollo. Il Consigliere Salsedo dà lettura di questo documento che mi ha consegnato in quanto l ha riscritto. CONSIGLIERE SALSEDO Sì, Presidente, il tempo di leggerlo e poi lo consegnerò ufficialmente alla Presidenza e invito tutti i consiglieri comunali, i colleghi ad apporre la loro firma: I sottoscritti consiglieri del gruppo consiliare dell UDC di Agrigento, vista la recente tragedia che ha colpito la comunità favarese e l intera provincia di Agrigento; considerato che l intera classe politica agrigentina dovrebbe in questo momento di lutto riflettere sulle proprie responsabilità in merito a questa triste vicenda e sul generale stato di abbandono in cui versa l intera provincia; chiedono che venga annullata la manifestazione di premiazione cosiddetta dei politici agrigentini più bravi, voluta dall associazione Nicolò Cinquemani Arcuri, di cui il Sindaco di Agrigento è socio fondatore. Poiché a modesto parere dei sottoscritti consiglieri non è il momento di celebrare nessuno o peggio ancora di autocandidarsi, ma è il momento di tornare a una politica più seria e attenta alle esigenze delle persone e del territorio. È firmata da tutti i consiglieri comunali dell UDC. Io la consegno a lei ufficialmente e invito gli altri colleghi degli altri gruppi ad apporre la loro firma. PRESIDENTE CALLARI Chi volesse aderire, il foglio è presente al tavolo della Presidenza per la firma. Scusate, un po di attenzione. C è l Assessore che dando le risposte a tutti i nove interventi dei consiglieri comunali che riguardano la problematica del centro storico. Assessore, prego. 22

23 ASSESSORE BUSCAGLIA L evento tragico di Favara costringe tutti noi a una riflessione e chiaramente nel ribadire il cordoglio già espresso ufficialmente dall Amministrazione ai nostri cugini del Comune di Favara, ai nostri vicini, siamo di fatto lo stesso agglomerato urbano, quindi questa vicenda la sentiamo tutti come se fosse successa nella nostra città. Dicevo però che gli interventi che si sono succeduti in qualche modo hanno espresso una preoccupazione, preoccupazione che va condivisa. Però mi pare che l approccio al problema non debba essere di tipo emozionale, cioè sarebbe sbagliato se noi ci cominciassimo a preoccupare oggi delle condizioni del nostro centro storico. Nella realtà i nostri uffici già da tempo hanno attivato tutta una serie di iniziative di attività che sono volte a un monitoraggio completo della situazione, monitoraggio che è finalizzato non solo a verificare lo stato degli immobili, ma anche ad attivare tutta una serie di iniziative quali possono essere le diffide ai proprietari e in caso di inadempienza, purtroppo assai frequente, di ordinanze emesse con comunicazione all autorità giudiziaria dell inadempienza, nella ordinanza stessa la previsione dell intervento sostitutivo del Comune qualora il proprietario non intervenga. Quindi, tutte queste iniziative sono già partite da tempo. Vorrei ricordare, e non per farne un merito a questa Amministrazione, che l ufficio di Protezione Civile, che di fatto era sulla carta, è stato istituito in maniera concreta dal 15 gennaio Da quel momento noi abbiamo creato uno staff di persone, sono sicuramente poche, ma sono cinque sei persone che con grande dedizione si sono dedicate a questo impegno e hanno sviluppato tutta una serie di attività, di sopralluoghi anche di tipo amministrativo, diffide, ordinanze che si sono tradotte spesso in soluzione dei problemi. Dobbiamo registrare una inerzia notevole dei proprietari che pur diffidati, pur sottoposti a una ordinanza 23

24 con comunicazione all autorità giudiziaria, continuano a dimostrare disimpegno in questa cosa. I problemi sono poi pure tanti, cioè spesso non si riesce a trovare il proprietario di un edificio fatiscente perché ci sono tutta una serie di passaggi, per cui ci sono una serie di eredi e controeredi per cui si disperde la proprietà e questo ci fa abbiamo dei casi abbastanza evidenti, uno può essere quello del palazzo Lo Iacono Maraventano, su cui abbiamo fatto un intervento di messa in sicurezza. Il palazzo Lo Iacono Maraventano che è proprietà di privati. I proprietari sono oltre 30 e molti non esistono più, non si riesce più a trovare. Quindi non c è l interlocutore. Ciò nonostante, proprio nel caso del palazzo Lo Iacono Maraventano, che è un edificio monumentale vincolato, abbiamo fatto un intervento con un finanziamento alla Protezione Civile di messa in sicurezza. La Protezione Civile ci ha concesso un finanziamento di circa ,00 euro che noi abbiamo immediatamente speso in maniera efficace. Ma non è solo questo. Abbiamo fatto noi abbiamo un capitolo del bilancio che prevede un importo che in questo momento è di circa ,00 euro per gli interventi sostitutivi, cioè quando il proprietario non ottempera, allora interveniamo noi e poi attiviamo la procedura di recupero in danno di queste somme. Questi sono percorsi che abbiamo iniziato da poco. Noi abbiamo un report di tutti gli interventi fatti nel 2009 che sono numerosissimi, di tutte le diffide e le ordinanze che abbiamo fatto e comunque se facciamo un analisi e diciamo che abbiamo fatto tanto, dobbiamo pure contemporaneamente dire che quello che abbiamo fatto non basta, perché chiaramente in un centro storico che presenta situazioni di degrado così diffuso come quello nostro, e volevo fare una parentesi, noi quando parliamo di centro storico non ci limitiamo al centro storico vero e proprio, ma parliamo per esempio degli agglomerati che ci sono a 24

25 valle e a monte di via Manzoni, che sono agglomerati datati, risalgono ai primi anni 50 e costruiti spesso male e con criteri assolutamente inadeguati. Ma parliamo pure di Giardina Gallotti e Montaperto. Parliamo di tutto quel patrimonio architettonico e urbanistico vecchio, non antico, vecchio, per cui noi dobbiamo continuamente prestare grande attenzione. Quindi, dicevo, l approccio non può essere quello emozionale dell evento che succede e allora corriamo ai ripari, ma deve essere un approccio razionale di chi organizza il programma e pianifica. Lo chiedeva poco fa il Consigliere Hamel, ma lo posso rassicurare sul fatto che abbiamo noi pianificato e programmato e abbiamo una conoscenza abbastanza diffusa delle situazioni. Certamente siamo sicuri che non potremo avere una conoscenza assoluta di tutto. Può succedere anche da noi quello che è successo a Favara. Non c è dubbio. Però noi facciamo la nostra parte, facciamo tutto quello che possiamo fare, anche di più e ognuno deve fare la propria parte. Ma i problemi sono molto Diciamo per completare quello che stiamo facendo, noi abbiamo esaurito l appalto precedente che era iniziato nel 2008 per interventi di messa in sicurezza e come Amministrazione abbiamo rifinanziato questo capitolo, per cui stiamo facendo una nuova gara di appalto. Una nuova gara di appalto è già in fase avanzata. Abbiamo esaurito una prima fase. Nei prossimi giorni completeremo la fase di aggiudicazione, per cui noi fra una decina di giorni avremo di nuovo la disponibilità a fare gli interventi. Dirò di più, proprio oggi abbiamo ritirato il decreto di finanziamento della Protezione Civile di ,00 euro che erano previsti in una ordinanza, quella che riguardava la cattedrale di Agrigento e Naro, e questi ,00 euro erano fermi lì e non si sbloccavano. Il Sindaco con una nota datata 17 dicembre 2009, quindi più di un mese fa, ha sollecitato la Protezione Civile a erogare questi 25

26 finanziamenti, però non ce li davano ancora, e in questa ordinanza abbiamo già individuato tutta una serie di interventi da fare. Ve li leggo tanto perché sia opportuno che vi rendiate conto che noi utilizzeremo questi soldi in maniera mirata. Sappiamo già quali sono i problemi. Edificio ubicato tra la via Neve dal civico 1 al civico 9, la via Salita Monte dei Pegni, dal civico 2 al civico N. 10; immobile ubicato tra salita Lombardo e Cortile Mamo; immobile ubicato in via Saponara dal civico 32 al civico 44; immobile ubicato in vicolo Luparello al civico 29. Come vedete noi abbiamo una cognizione diretta dei problemi, li conosciamo e interverremo. Abbiamo già i progetti fatti per questi immobili, perché oggi abbiamo ritirato il decreto, attiveremo subito le procedure di affidamento sempre nel rispetto della legge in questa materia e continueremo quindi nell azione di messa in sicurezza per quanto possiamo. Dicevo nel finanziamento della Protezione Civile una parte dovrebbe essere destinata pure al monitoraggio degli ipogei, su cui però registriamo in questi giorni un impegno del Genio Civile che sta studiando con un intervento di ampio respiro, perché gli ipogei di Agrigento necessiterebbero veramente di attenzioni particolari, anche dal punto di vista economico in termini molto sostanziosi, quindi certamente ,00 euro non sono nulla, però nell attesa che il Genio Civile faccia un progetto a più ampio respiro, noi qualche cosa la faremo pure. Dicevo questo: tutto questo o quello che stiamo facendo è molto, però non basta. Io ne ho contezza e ripeto per quanto sono sicuro che nessuno di noi potrà assicurare che non succede niente, perché purtroppo ci troviamo di fronte a un centro storico molto vasto, molto esteso e soprattutto degradato. È facile fare i paragoni con Ortigia, Ibla, ma le dimensioni dei centri storici di quei posti sono molto più contenuti. Quindi è molto più facile Noi abbiamo, come tutti 26

27 sapete, siamo tutti agrigentini, il nostro centro storico che si sviluppa in maniera molto intensiva e molto concentrata in un area vasta e i problemi sono tanti. Per completare le cose che abbiamo fatto, abbiamo attivato col gruppo di Protezione Civile anche un gruppo di volontariato comunale. Con questo gruppo di volontariato comunale, io oggi ho fatto una riunione, che è costituito da persone che si vogliono spendere per la città. Abbiamo attivato e stiamo costituendo delle squadre di ulteriore controllo, perché più facciamo, meglio è. Allora, siccome in questo gruppo di volontariato ci sono professionisti, ingegneri, architetti, geologi, geometri e quant altro, noi con questo costituiremo delle squadre di monitoraggio a cui affideremo squadra per squadra un rione, un quartiere in modo da potere avere una ulteriore cognizione. Partiremo da uno studio che era stato fatto negli anni scorsi di concerto del Comune e l ordine degli Architetti, che si chiama Progetto Iperion, che con schede di prima analisi molto, molto sommaria, aveva cominciato a fare un monitoraggio. Chiaramente partiremo da quello per approfondire le problematiche. Quindi diciamo che l attività programmatica esiste, è stata avviata concretamente sin da prima che succedesse questo tragico evento di Favara, ma ripeto tutto questo non basta. Allora qual è la situazione attuale. Ho già detto che abbiamo avuto altri quindi abbiamo un progetto di circa ,00 euro in appalto. Ripeto, il problema fondamentale è la mancanza di manutenzione. Cioè, che vuol dire? Le case perché cadono? Perché nessuno le mantiene. Cioè se non si fa manutenzione, ecco che cominciano le infiltrazioni dei tetti, ecco che marciscono le travi dei tetti, ecco che crolla il tetto, poi crolla il solaio e così via. Quindi è chiaro che se non c è manutenzione il problema si aggrava. Quindi io ho condiviso con grande attenzione l emendamento votato 27

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Desidero intanto ringraziare tutti voi per aver accolto l invito dell ACI a partecipare a questo incontro, che rappresenta un ritorno ad una tradizione

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

RELAZIONE ( Febbraio 2011)

RELAZIONE ( Febbraio 2011) RELAZIONE ( Febbraio 2011) Care donatrici, cari donatori, graditissimi ospiti, benvenuti all annuale Assemblea dell A.V.I.S. comunale di Cervia. Ogni anno quando mi accingo a scrivere questa relazione

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 1/6 MISSIONE IN SICILIA 29 SETTEMBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.53. PRESIDENTE. Buongiorno. La ringraziamo per la presenza e segnaliamo che dell audizione

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è.

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è. DAR CASA Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è ambientata a Milano ma potrebbe essere ambientata ovunque. Parliamo di case, per la maggior parte dei comuni mortali

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la C.C. 24.7.2014 GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la presentazione della variante è avvenuta in più occasioni, c è

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

La TUA Grande Rete Sempre Disponibile

La TUA Grande Rete Sempre Disponibile La TUA Grande Rete Sempre Disponibile A chi ci rivolgiamo? Chi vuole mettersi in gioco sempre. Chi vuole raggiungere livelli altissimi di guadagno. Chi vuole essere il padrone di se stesso. Chi vuole

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

- 1 reference coded [2,49% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [2,49% Coverage] - 1 reference coded [2,49% Coverage] Reference 1-2,49% Coverage sicuramente è cambiato il mondo. Perché è una cosa che si vede anche nei grandi fabbricati dove vivono

Dettagli

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Valentina Calcaterra Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto Indice Introduzione 9 1. Cos è un gruppo di auto/mutuo aiuto 11 I fondamenti

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio Flash** Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio di Laurie Israel* Uno degli aspetti più interessanti e soddisfacenti del mio lavoro è assistere le persone

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli