Mariella G. Guidi. il pittore di monterosso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mariella G. Guidi. il pittore di monterosso"

Transcript

1 1

2 2

3 Mariella G. Guidi il pittore di monterosso Panda Edizioni 3

4 www. mariellagiguidi.blogspot.com ISBN copyright 2012 Panda Edizioni - C. P Padova 4

5 A Enrico 5

6 6

7 La casa dei pesci Mancano solo i quadri, mi ripetevo guardando le pareti bianche della casa al mare. Io ed Enrico avevamo proprio fatto un bel lavoro e, quel che più conta, ci eravamo divertiti tanto a ristrutturare e ad arredare quel piccolo appartamento. Il risultato era davvero soddisfacente e coronava un sogno accarezzato da lungo tempo. Era da un anno che ci lavoravamo. Infatti, pur essendo in pen- assentarci da casa per molti giorni. A Varese eravamo trattenuti per affetto, riconoscenza e senso del dovere, dalla cura delle nostre mamme e di una zia, tutte ormai in là con gli anni e bisognose della nostra presenza per affrontare i piccoli e grandi problemi del vivere quotidiano. Così ci eravamo organizzati con metodo: a Varese si pensava e si progettava aiutandoci con la piantina dell appartamento e, quando riuscivamo a ritagliarci qualche giorno di vacanza, si passava alla fase esecutiva. L appartamento si trovava a Marina di Massa, sul Tirreno ai - e ampio terrazzo si affacciava su un bel giardino ombreggiato da alti pini marittimi e da folti lecci. All inizio dell anno si - al nostro terrazzo. A maggio le aiuole di rose davano il meglio di sè e, subito dopo, il verde dei cespugli di pittosporo si 7

8 numerosissimi, imbiancavano il verde del fogliame e le stanze dell appartamento si riempivano di un profumo rasserenante. e di lunga durata. Il giardino era percorso da vialetti e costellato da numerose panchine, dove trascorrere momenti di relax all ombra. In un angolo assolato e riparato da un muro, si allargavano appuntite agavi e troneggiavano spinose piante grasse dalle forme tondeggianti. Vicino all ingresso delle auto svettava una grande palma che dava un benvenuto esotico. L appartamento era bello, ma era stato il giardino a convincerci che quella sarebbe diventata la nostra casa al mare. e materassi del letto per potere prendere possesso della casa. Volevamo infatti viverla prima di decidere come arredarla, per non rischiare di riempirla in modo casuale. La prima mossa fu recarci da un mobiliere della zona e scegliere, sui cataloghi, dei mobili a moduli, la serie che faceva al caso nostro. Dopo tanto sfogliare, la preferenza cadde su moduli di legno che avevano tutte le antine e i cassetti di un bell azzurro acceso. Progettammo così il grande armadio della camera, incassato nella parete alla sinistra del letto, oltre la porta, e alto quasi di azzurro, perché le parti in legno, a lato e in alto, sparivano nel vano. Anche i comodini avevano i cassetti azzurri, mentre il letto fu scelto in ferro battuto, dalle grandi volute a forma di conchiglia. Quando dissi ad Enrico che sarebbe stato meglio del colore dell armadio, non speravo di convincerlo. Invece... mi accontentò e con tanta pazienza e tanto lavoro verniciò testata e pediera, trasformando il terrazzo in un piccolo cantiere. Il risultato fece felice me e convinse anche Enrico, che appariva molto soddisfatto della sua opera e rinfrancato nelle sue 8

9 doti di verniciatore. Quando a Casale Monferrato, tra le bancarelle del mercato dell antiquariato, che si svolge la seconda domenica e il sabato precedente di ogni mese, adocchiai due belle sedie anni cinquanta (quelle dei tinelli di quell epoca), fu lui a suggerirmi: Se le vernicio di azzurro, sono perfette per la camera! Portate al mare e aggiornate con il giusto colore, trovarono la loro collocazione contro la parete ai piedi del letto. La camera appariva stretta. L idea, per creare una maggiore profondità, mi venne curiosando tra le mille proposte d arredamento dell Ikea, sulla tangenziale ovest di Milano, dove ci fermavamo spesso alla ricerca di spunti, andando o ritornando dal mare, in quanto si trovava sul nostro percorso di viaggio. Si trattava di uno specchio composto da tanti pezzi uguali che, posti uno sull altro, formavano una colonna a forma di onda. L altezza e la larghezza dipendevano dal numero dei pezzi che si assemblavano. Per la sua forma mi sembrò lo specchio ideale per una casa al mare e, particolare molto importante, era anche uno specchio facilmente trasportabile, perché era diviso in tanti pezzi, ben imballati. Il vero problema fu montarlo! La colonna era da posizionare sulla parete di fronte alla porta della camera e, nel mio ambizioso progetto, andava dal pavi- ti, i fori da fare con il trapano un enormità, e da eseguire con la massima precisione. Se gli incastri non coincidevano, l onda... si poteva infrangere! Enrico impiegò molto tempo e tanta pazienza a montare lo specchio. Io lo assistevo, prudentemente silenziosa, passandogli le viti e tenendo in sicurezza la scala. Tu hai le idee, ma poi sono io che devo metterle in pratica! brontolava, mentre con il trapano bucava per l ennesima volta la parete. Il risultato, a montaggio concluso, fu di grande soddisfazione: lo specchio creava la profondità auspicata e le rotondità dei 9

10 contorni conferivano una nota di originalità. Per far ritornare il buon umore al mio stanco consorte e fargli dimenticare tutti gli inconvenienti incontrati, uscii dal mio strategico silenzio con questa frase: Henry, sei un vero mago del trapano! Ero consapevole, nel pronunciare quel complimento, che la sua magia sarebbe stata utile ancora molte volte... Il soggiorno fu arredato con mobili contenitori dalle antine e dai cassetti azzurri, della stessa serie usata in camera. Il televisore fu collocato su uno di essi, alla giusta distanza dal divano, che era stato scelto di un tono più acceso rispetto al colore dei mobili. All occorrenza si trasformava in letto matrimoniale e piccolo mobile armadio e una cassettiera più bassa, sempre della stessa serie. Sembravano mobili da soggiorno e le altezze diverse movimentavano e alleggerivano l arredamento. L unico intervento strutturale nel piccolo appartamento aveva riguardato proprio il soggiorno. Con una parete di cartongesso l avevamo diviso dall ingresso. Era una scelta in controtendenza, perché quasi sempre, nelle ristrutturazioni, si preferisce togliere pareti per creare spazi più ampi. Ma, non disponendo della seconda camera, si poneva il problema di assicurare una certa privacy agli ospiti. Per non soffocare gli ambienti, decidemmo di installare nella parete di cartongesso una grande doppia porta a scomparsa, dai vetri opachi e azzurrati. Rimaneva sempre aperta ed invisibile, ma, all occorrenza, si poteva chiudere. Il piccolo tavolo quadrato del soggiorno poteva essere raddoppiato in caso di ospiti e le sedie erano di metallo satinato con la seduta imbottita, ricoperta con la stoffa del divano. Venne poi il periodo delle mensole, così lo chiamò Enrico. In un bricocenter di Massa trovai tutto quello che serviva. Le 10

11 mensole, di lunghezze diverse, erano di legno grezzo. Dopo averle verniciate d azzurro, ormai il colore dominante nell appartamento, studiavo la giusta collocazione ed Enrico, con il suo potente trapano, le montava. In soggiorno ne posizionò una in alto, dietro al divano, e due, una lunga e l altra più corta, sopra il televisore. Altre trovarono posto in cucina per dare anche a quel locale una nota di colore, visto che i mobili che la componevano erano bianchi. Cosa metterai su tutte queste mensole? mi chiedeva Enrico mentre affrontava problemi di muro e impazziva con la livella. avessero un senso e non fossero solo degli appoggi. Era una casa al mare e, pertanto, ogni oggetto doveva evocarlo. Sulla mensola lunga, sopra il televisore, cominciai una piccola collezione di murrine. La prima la trovai a Sarzana, girando una sera tra i numerosi banchi che invadono in agosto le vie del centro storico: era una palla di vetro, che conteneva un piccolo acquario in miniatura, con pesciolini e alghe in sospensione. Le altre murrine arrivarono con il tempo, cercando tra gli oggetti in esposizione nei numerosi mercatini della Toscana. grandezza. Ben presto la mensola fu tutta occupata. Sulle altre mensole del soggiorno trovarono posto tre grandi conchiglie dai colori madreperlacei, che mia mamma conservava come ricordo del paese sul mare dove era nata: Porto Garibaldi, in provincia di Ferrara. Me le regalò un giorno, con commozione, dicendomi che, sicuramente, sarebbero state bene nella mia casa: Vengono dall Adriatico, ma staranno bene anche lì, sul Tirreno. Tra una conchiglia e l altra misi due pesci di ceramica azzurrata che mia sorella Anna mi aveva portato come souvenir da uno dei suoi viaggi esotici. 11

12 Sta diventando la casa dei pesci! mi faceva osservare Enrico mentre sul balcone verniciava la mia nuova idea. Avevo infatti trovato, in un grande emporio di Carrara, dei sottopentola a forma di lisca di pesce. Erano di legno grezzo, con la coda e la testa ben sagomate e il corpo rotondo a grata. Una volta dipinti, non li appoggiai sul top di marmo della cucina, come sarebbe stato scontato, ma li appesi sopra ad ogni porta dell appartamento. Sul bianco del muro i pesci azzurri mettevano in risalto la loro originale forma. Il piccolo bagno-doccia aveva alle pareti lucide piastrelle di che tocco di colore blu e azzurro per renderlo più marino. Cominciai dagli accappatoi e dagli asciugamani che scelsi di due toni di azzurro. Poi appoggiai sul top in marmo del lavabo gli accessori per l igiene, nelle sfumature del mare. Il tocco trapano, era di grande effetto. Misi sul vetro verticale del box che, solitamente, si utilizzano in orizzontale sul pavimento per evitare di scivolare. La cabina della doccia con quello sciame di pesci si trasformò così in un acquario. La casa dei pesci si completò quando, dopo tante ricerche, trovai una stoffa di cotone bianco panna, rallegrata da tondi pesci azzurro chiaro, sfumati nei contorni e ben distanziati tra loro. La utilizzai per la mantovana e la tenda della camera da letto. Con lo stesso tessuto feci fare il piumone invernale, il copriletto per l estate e i due cuscini delle sedie azzurre. In ingresso progettai l attaccapanni in modo coerente con il resto dell appartamento. Aiutandomi con il velcro e con la stoffa porta d ingresso. Quattro pomoli di legno, verniciati di azzurro, completarono l opera. Piatti, bicchieri, utensili da cucina, tovagliato, biancheria di 12

13 casa furono ricercati ed acquistati seguendo con scrupolo la coerenza delle sfumature di colore e del tema marino. Non potevamo che essere soddisfatti del risultato. Era passato più di un anno dal nostro ingresso nell appartamento ed era stato un periodo entusiasmante. Non erano mancate le discus- cità nel progettare e la soddisfazione nel realizzare. Era stato un impegno, che ci aveva assorbito energie, ma che avevamo vissuto con grande divertimento. Il sogno della casa al mare era stato realizzato lavorando insieme, indispensabili l uno all altra, dando con generosità il nostro reciproco contributo. Quanto ci ha uniti questa avventura! La consiglierei come terapia di coppia... Nella casa dei pesci, mancano solo i quadri! Hai qualche idea? mi chiedeva Enrico, guardandosi intorno. Non ci ho ancora pensato...vedrai che, prima o poi, l idea giusta mi verrà. Non immaginavo che l avrei trovata proprio il giorno dopo... 13

14 Verso Monterosso Il giorno dopo saremmo ritornati a Varese e la breve vacanza che perché, dopo tanto impegno, ci meritavamo una bella gita. Erano i primi giorni di dicembre, ma c era il sole e l aria era tiepida. Al mare in inverno capitano ogni tanto queste giornate, e non vanno sprecate. Sai dove possiamo andare? mi incuriosì Enrico. Non mi lasciò il tempo di tentare di indovinare, che se ne uscì, con fare molto soddisfatto: A Monterosso! Che bella idea! Erano parecchi anni che non andavamo a Monterosso, un luogo molto legato alla nostra storia personale. La prima volta che lo scoprimmo, eravamo sposati da pochi mesi. Anche allora era dicembre ed era una giornata di sole. Il tempo di vestirci adeguatamente ed eravamo in auto. Dopo un breve percorso in autostrada, ci dirigemmo verso La Spezia. Superata la zona industriale, dominata dall imponente ciminiera dipinta a strisce orizzontali rosse e bianche, si svoltava verso il lungomare. Sulla destra, verso la città, con i suoi palazzi dei primi del novecento dagli alti portici, la strada correva parallela ad un viale di palme altissime, dal tronco esile, svettanti su giardini ricchi di piante esotiche. Sulla sinistra, dalla parte del mare, si costeggiava la passeg- altezza, ma per le dimensioni del tronco e la larghezza della chioma, provvidenziale nelle giornate estive per schermare il sole. 14

15 venere, a destra si saliva sulla collina con arditi tornanti verso le Cinque Terre. Man mano che ci si alzava il panorama diven- Non era possibile non fermarsi ad ammirarlo con calma e così, parcheggiata l auto in una piazzola, dall alto della nostra posizione spaziammo sul Golfo dei Poeti. Sotto di noi si allargava la città di La Spezia, con il suo centro Nel mare blu, davanti a quest ultimo, galleggiavano, attraccate ai moli o ancorate più al largo, navi di stazza diversa, tutte dello stesso colore grigio, tipico delle navi militari. Nel tratto di fronte al verdeggiante lungomare si apriva il porto turistico e, subito dopo, quello commerciale. Il golfo si allar- Andando oltre con lo sguardo e favoriti dalla giornata limpida, della Versilia. Il verde argenteo delle colline di ulivi si fondeva con le sfumature blu del mare che, sulla nostra destra, si al- in lontananza, dall imponenza delle Alpi Apuane che, in quel periodo dell anno, erano bianche non solo per i loro preziosi marmi, ma anche per una leggera spruzzata di neve. Mary, andiamo: Monterosso ci aspetta! mi sollecitò Enrico. La strada proseguiva in leggera salita immersa nell ombra del una lunga e diritta galleria. Quando sbucammo dall altra parte, restammo abbagliati dal sole e, subito dopo, dalla bellezza del panorama che si spalancava a perpendicolo sul mare, dominandolo dall alto. La distesa di acqua marina, illuminata dai raggi del sole, era immensa, luccicante e dai toni chiari che, all orizzonte, si fondevano con il cielo. La strada, che tagliava 15

16 la montagna per tutta la larghezza, seguiva la sinuosità della costa, rocciosa e frastagliata, addentrandosi all interno, per poi ritornare a dominare il mare. Il territorio delle Cinque Terre si proponeva in scorci sempre diversi ad ogni curva. Guardando loro e armonici nei loro colori, i cinque paesi. Le case formavano grappoli, tenacemente aggrappati alle rocce. Erano una vicina all altra, in un abbraccio che permetteva loro di non scivolare in mare. Ad ogni piazzola panoramica ci si fermava per guardare giù e riconoscere i paesi. Quel paese là in fondo è Manarola. Corniglia è quello più avanti, sullo spuntone di roccia. Sotto di noi si intravede Riomaggiore. Oltre Corniglia si trova Vernazza, ma non si può vedere da qui. Monterosso è coperta dalla costa. Si vede solo, là in fondo, la punta Mesco, che conclude l arco della spiaggia di Fegina. Facevamo a gara, tra di noi, nel dare un nome ad ogni posto che si scorgeva dai punti panoramici dove sostavamo. seguirsi di terrazzamenti, sostenuti da muretti a secco. Questi fazzoletti di terra in piano, abbarbicati su pendenze da capogi- oltre, e permettevano la coltivazione della vite. I terrazzamenti erano numerosissimi e formavano lunghe e sinuose righe parallele. Guardando quelle pareti scoscese, non si poteva non pensare alla fatica e alla maestria dell uomo che, sasso sopra sasso, aveva costruito nei secoli quel dedalo di muretti. Le rotaie delle numerose cremagliere tagliavano perpendicolarmente i terrazzamenti, e permettevano di raggiungerli più comodamente che percorrendo gli antichi sentieri a scalinate. La tecnologia 16

17 negli ultimi anni aveva fortunatamente contribuito a rendere meno duro il lavoro dell uomo. Non bisogna soffrire di vertigini! mi venne però spontaneo osservare, guardando, ai lati della strada, i trenini coperti da teloni cerati, in meritato riposo dopo il frenetico periodo della vendemmia. Per raggiungere in auto Riomaggiore, Manarola, Corniglia e Vernazza, giù in basso sul mare, bisognava scendere per strade tortuose, strappate alla pendenza della costa. La strada che stavamo percorrendo aveva tolto dall isolamento quei borghi. Prima della sua costruzione, avvenuta qualche decennio prima, si poteva raggiungerli solo via mare o con la ferrovia, che li univa attraversando numerose gallerie. La strada percorreva in orizzontale tutto il territorio delle Cin- tornante, si alzava quasi alla cima del monte. In quel tratto i vigneti facevano posto alla macchia mediterranea, con lentischi, corbezzoli e ginestre, alternate a pinete odorose di resina. Dopo essere sbucati sulla larga strada che saliva dalla valle del crocio con la strada che si inerpicava da Levanto. Svoltati a sinistra, poco dopo si arrivava al bivio che permetteva di scendere direttamente a Monterosso, nel borgo antico, o di arrivare ad esso passando da Fegina, il paese nuovo. Scegliemmo la prima soluzione, perché era dicembre e certamente non ci sarebbero stati problemi di parcheggio. Per il turista era ancora possibile, nel periodo invernale, entrare in paese con l auto. Alla prima piazzola panoramica Enrico accostò. Dall alto si vedeva come Monterosso fosse diverso dagli altri borghi delle Cinque Terre. La montagna non era a picco sul mare, ma scen- grande golfo, abbracciandolo. Prevaleva, sugli ampi terrazza- 17

18 menti, la coltivazione dell ulivo. Le reti rosse, che erano servite qualche tempo prima per raccogliere le olive, formavano festoni colorati ai piedi degli alberi. Nei punti più protetti, dove tra le insenature della montagna scorrevano tranquilli ruscelli, i muretti a secco erano più alti e custodivano orti fertilissimi, che regalavano primizie, e limoneti carichi di frutti. Il grande golfo era diviso da una dorsale più alta su cui si notavano gli affusolati cipressi che portavano all ingresso del piccolo cimitero. Sul culmine di questa collina spiccavano il castello feudale, immersi nel verde di un bosco di lecci. Allungandosi verso il mare il promontorio diventava roccia nuda, le loro tenaci radici. La torre Aurora, un antica torre d avvistamento rimaneggiata nei secoli, si alzava dalle rocce poco prima che queste si inabissassero nel mare, frantumandosi in Dalla parte verso est, si vedeva il porto di Monterosso, con l accogliente molo e la piccola spiaggia. Più avanti la scogliera si allargava in un abbraccio protettivo. Alle spalle il paese risaliva compatto verso il monte e si arrestava dove questo, diventato scosceso, si alzava alto, riparando con la sua mole tutto il golfo dai venti del nord. Dall altra parte, verso ovest, l ampia spiaggia di Fegina formava un grande arco, interrotto da un caratteristico faraglione che si protendeva appuntito verso il mare. Dopo la spiaggia il litorale ritornava alto e terminava nelle scogliere di punta Mesco. Il panorama che si poteva ammirare dalla nostra postazione era così ampio, che bisognava procedere a sezioni per meglio apprezzarlo. L occhio rincorreva particolari e si soffermava su scorci, ma era catturato, direi quasi calamitato, verso l immensità del mare, che i raggi del sole rendevano cangiante di mille sfumature. 18

19 Risaliti in auto, mi sentivo rimpicciolita dall immensità del panorama che i miei occhi avevano ammirato. Avvertivo che anche Enrico era emozionato mentre affrontava l ultimo tratto in forte discesa. Nessuno dei due parlava. lontani, ma mai dimenticati. Forse era l incanto del panorama, che suggeriva di non interrompere il momento magico con parole inadeguate. giammo senza problemi sotto una campata del viadotto della ferrovia. Monterosso ci accoglieva dopo tanti anni e, lo avremmo scoperto di lì a poco, aveva in serbo per noi una bella sorpresa. 19

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Manuel Loi ----------------------------------------------------- Lorenzo Di Stano

Manuel Loi ----------------------------------------------------- Lorenzo Di Stano Manuel Loi Vedo un campo di spiche di grano tutto giallo, con un albero di pere a destra del campo, si vedeva un orizzonte molto nitido, e sotto la mezza parte del sole all'orizonte c'era una collina verde

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA OTTOBRE-NOVEMBRE 2009 LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA CAMPO DI ESPERIENZA PRIVILEGIATO: LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE OBIETTIVI Scoprire i colori derivati:(come nascono, le gradazioni,

Dettagli

Reportage. Le Cinque. Terre. di Roberta Furlan. Foto di Maurizio Severin. Il borgo di Vernazza

Reportage. Le Cinque. Terre. di Roberta Furlan. Foto di Maurizio Severin. Il borgo di Vernazza Le Cinque Terre di Roberta Furlan Foto di Maurizio Severin 14 Il borgo di Vernazza La tentazione di ignorare la sveglia che suona alle quattro del mattino, per ricordarci l appuntamento alle Cinque Terre,

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

ArchitettaMi. Una casa per quattro, due gatti ed un cane. progetto realizzato da: arch. Francesca Peratoni. www.architettami.com

ArchitettaMi. Una casa per quattro, due gatti ed un cane. progetto realizzato da: arch. Francesca Peratoni. www.architettami.com ArchitettaMi MOODBOARD Serena, Marco, Emma e in arrivo Gabriele, più due gatti ed un cane. Per prepararsi all arrivo del piccolo bisognava ristrutturare la casa ed aggiungere una stanza. Una famiglia dinamica,

Dettagli

C era una volta. la Coniglietta Carotina

C era una volta. la Coniglietta Carotina C era una volta la Coniglietta Carotina Storia elaborata dalle Classi Seconde delle scuole: B. Gigli Le Grazie e San Vito La Coniglietta Carotina è bella, simpatica; sorride sempre. E tutta celestina sul

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

progetto d interni zenucchi arredamento ph celeste cima testo maria zanolli

progetto d interni zenucchi arredamento ph celeste cima testo maria zanolli una nuova vita Da tempo sognavano una casa così. Guardare il lago ogni mattina e un bel giardino dove vivere la natura e far correre Mou, il loro amore a quattro zampe. Ecco come cambia una vita. 2 3 progetto

Dettagli

Presentazione. L Italia è lo stato in cui viviamo. E divisa in regioni. Il Veneto è la nostra regione. Osserviamo le seguenti cartine:

Presentazione. L Italia è lo stato in cui viviamo. E divisa in regioni. Il Veneto è la nostra regione. Osserviamo le seguenti cartine: CONOSCERE IL NOSTRO TERRITORIO anno scolastico 2003-2004 classi terze A-B plesso Don Milani Presentazione L Italia è lo stato in cui viviamo. E divisa in regioni. Il Veneto è la nostra regione. Osserviamo

Dettagli

coerenza compositiva Una villa nel Bresciano dove stile e cromie degli interni rendono l opera completa

coerenza compositiva Una villa nel Bresciano dove stile e cromie degli interni rendono l opera completa la casa moderna coerenza compositiva Una villa nel Bresciano dove stile e cromie degli interni rendono l opera completa progetto interior designer fabio bonafede ph gianni rocco I l fabbricato vale già

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

LEGGENDA DELLA SIRENA

LEGGENDA DELLA SIRENA LA LEGGENDA DELLA SIRENA Anche questa seconda leggenda massarosese è stata tratta dalla raccolta Paure e spaure di P. Fantozzi e anche su questa lettura i ragazzi hanno lavorato benché in maniera differente:

Dettagli

Gran Bretagna - Cornovaglia Nel castello di Tintagel All'ombra di Re Artù

Gran Bretagna - Cornovaglia Nel castello di Tintagel All'ombra di Re Artù Qualcuno ha detto che la campagna inglese è un giardino verde incastonato dall argento dei mari.. l immagine è poetica, ma presenta un fondo di verità, così come la Cornovaglia con la sua selvaggia estensione,

Dettagli

uen retiro, agli antipodi TESTO DI ALBERTO MAZZANTINI 68 CASA da Sogno FOTO: UNIQUE HOME STAYS THE VINE HOUSE

uen retiro, agli antipodi TESTO DI ALBERTO MAZZANTINI 68 CASA da Sogno FOTO: UNIQUE HOME STAYS THE VINE HOUSE uen retiro, agli antipodi TESTO DI ALBERTO MAZZANTINI FOTO: UNIQUE HOME STAYS THE VINE HOUSE 68 CASA da Sogno Due Paesi fra loro agli antipodi, Italia e Sudafrica, eppure lo stile non conosce confini,

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Locale Costa Amalfitana

Croce Rossa Italiana Comitato Locale Costa Amalfitana Croce Rossa Italiana Comitato Locale Costa Amalfitana Progetto Costiera Amalfi...TIamo 2013 Descrizione Anche quest'anno il Comitato Locale Costa Amalfitana organizza il progetto Costiera Amalfi...TIamo

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

Quasi stelle di Marcella Bettini

Quasi stelle di Marcella Bettini Quasi stelle di Marcella Bettini Illustrazione di Simonetta Fratini Quasi-stelle C era una volta una casa con tante finestre con le persiane verdi a pallini blu che, quando si aprivano, sembravano ali

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare...

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... VOLUME 1 CAPITOLO 3 IL MARE E LE COSTE MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... onda... spiaggia... costa...

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

LeMOBYGuide. Golfo Aranci Spiagge divine e un fondale tutto da scoprire. Volume 2

LeMOBYGuide. Golfo Aranci Spiagge divine e un fondale tutto da scoprire. Volume 2 LeMOBYGuide Golfo Aranci Spiagge divine e un fondale tutto da scoprire Volume 2 Un comune recente Proteso sul Mar Tirreno e naturale braccio Nord del Golfo di Olbia, Capo Figari è un aspro promontorio

Dettagli

Tra Capo Palinuro e Marina di Camerota

Tra Capo Palinuro e Marina di Camerota Tra Capo Palinuro e Marina di Camerota nel Parco Nazionale del Cilento Tra mare e monti Terra di Cilento Patrimonio dell Umanità dell UNESCO, come paesaggio culturale di rilevanza mondiale. Una terra dai

Dettagli

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo) A cura di A. Scolari Marcellise alto: itinerario lungo (Marcellise, Borgo, Casale, Cao di sopra, Casale di Tavola, San Briccio, Marion, Borgo, Marcellise). Dislivello m 205, tempo h 3.00'. Percorso facile.

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

www.interior-relooking.it

www.interior-relooking.it www.interior-relooking.it VOLONTA PROGETTUALI: Io e il mio ragazzo abbiamo acquistato una villetta a schiera e vorremmo avere consigli di come arredare salotto, camera da letto matrimoniale (che presenta

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne materiali www.samuelbeckett.it La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne di Larry Lund Nel 1953, con la somma ereditata dopo la morte della madre, Samuel Beckett acquistò una piccola casa a Ussy-sur- Marne,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Il BANCHETTO e la vostra vetrina: DEVE ESSERE PERFETTO!!!!

Il BANCHETTO e la vostra vetrina: DEVE ESSERE PERFETTO!!!! Il BANCHETTO e la vostra vetrina: DEVE ESSERE PERFETTO!!!! Gli operatori posti sui bordi a est e ad ovest dell area mercato dovranno disporre i tavoli in modo da formare una C per avere fronte di vendita

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

La storia di Gocciolina

La storia di Gocciolina La storia di Gocciolina Gocciolina viveva in un lago alpino, in una splendida valle verdeggiante. Guardava sempre il cielo e sognava di volare. Ah! Se avessi ali per volare, viaggerei per mari e per valli

Dettagli

Una casa attenta al risparmio energetico e alla salute di chi vi abita, innovativa e rispettosa della natura, solida e bella: una casa in legno.

Una casa attenta al risparmio energetico e alla salute di chi vi abita, innovativa e rispettosa della natura, solida e bella: una casa in legno. E TU, CHE CASA SEI? Buongiorno, se stai leggendo queste righe significa che stai valutando l opportunità di realizzare, per te e la tua famiglia, sì una nuova casa, ma con qualcosa in più. Una casa attenta

Dettagli

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI Sia che stiate progettando di costruirvi una casa passiva, o che cerchiate la migliore disposizione degli ambienti in una casa già esistente, per poter sfruttare

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

IVAR Sistema componibile

IVAR Sistema componibile IVAR Sistema componibile MANUTENZIONE Per una superficie resistente e facile da pulire, trattala con olio, cera, lacca, vernice o mordente. AMBIENTE Materiale rinnovabile (fibre del legno). Legno massiccio

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo La Combriccola della Mezza Luna pae e di e nd r e illustrato da Ottavia Rizzo www.lacombriccoladellamezzaluna.it A quelli che sanno sognare, perché non debbano mai smettere. A quelli che non sanno sognare,

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Una casa pensata per accogliere amici, con molte zone

Una casa pensata per accogliere amici, con molte zone Case e stili LOFT BILIVELLO A LONDRA Dall unione di due appartamenti all ultimo piano del palazzo centrale delle Poste, nasce questo stupendo attico dotato di soppalco panoramico di Claudia Saracco, foto

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Un loft a misura d uomo che respira aria trentina. Spazi contemporanei per emozioni senza tempo. progettazione d interni abitare design, proposte per

Un loft a misura d uomo che respira aria trentina. Spazi contemporanei per emozioni senza tempo. progettazione d interni abitare design, proposte per abitare LA LIBERTÀ Un loft a misura d uomo che respira aria trentina. Spazi contemporanei per emozioni senza tempo. progettazione d interni abitare design, proposte per un mobile qualificato, il laboratorio

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

5 FANTASMAGORICA PROVA. Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone

5 FANTASMAGORICA PROVA. Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone 5 FANTASMAGORICA PROVA Chicco, Nanà e la Casa di Mago Magone STRUTTURA DELL ATTIVITA Inizio Ciao a tutti! Mettiamoci seduti in cerchio! (predisporre i segnaposto e utilizzarli fino a che tutti i bambini

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Capitolo 1. Ivo e Caramella 1. Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. 2. Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi.

Capitolo 1. Ivo e Caramella 1. Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. 2. Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi. Capitolo Ivo e Caramella Completa il fumetto di Ivo con le parole della lista. DIECI NNI È IL MIO CNE MI CHIMO IN CMPGN CIO! IO IVO. HO. ITO. CRMELL! Leggi quello che dice Ivo, disegna e scrivi. COMINRE

Dettagli

Ca dell Angelo. Nel cuore di Caorle a un passo dal mare

Ca dell Angelo. Nel cuore di Caorle a un passo dal mare Ca dell Angelo Nel cuore di Caorle a un passo dal mare I silenzi sono dolcissimi. I rumori sono quelli di un cefalo che qua e là guizza a mezz aria e ricade nell acqua, del fruscio delle foglie appena

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Un luogo ritrovato. Quando i figli se ne vanno e la

Un luogo ritrovato. Quando i figli se ne vanno e la come la casa p r o g e t t i s t i Quando i figli se ne vanno e la famiglia si riduce, i padroni di casa hanno l occasione di dare nuova organizzazione all appartamento. In questo appartamento al lago

Dettagli

Sommario. Introduzione. Home Sweet Home. Le immagini dell arredo. Lavori in corso. Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa I consigli di Paola

Sommario. Introduzione. Home Sweet Home. Le immagini dell arredo. Lavori in corso. Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa I consigli di Paola Paola Marella Sommario Introduzione Home Sweet Home Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa Le immagini dell arredo Le forme dell arredo Dalla fine dell 800 ai primi del 900 Gli anni 50 Gli anni

Dettagli

identità moderna Colori caldi e interni eleganti in una luminosa mansarda sul Lago di Garda.

identità moderna Colori caldi e interni eleganti in una luminosa mansarda sul Lago di Garda. identità moderna Colori caldi e interni eleganti in una luminosa mansarda sul Lago di Garda. progetto d interni far arreda ph celeste cima testo anna zorzanello 92 93 La cucina occupa parte del living

Dettagli

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso

Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso Chiesa di San Bernardo, sulla montagna di Monte Carasso La chiesa di San Bernardo a Monte Carasso si trova sulle pendici della montagna (600 ms.m). La chiesa romanica (fine XI inizio XII sec.) presentava

Dettagli

CLAUDE MONET, SCOGLI ALLA BELLE-ILE (1886)

CLAUDE MONET, SCOGLI ALLA BELLE-ILE (1886) CLAUDE MONET, SCOGLI ALLA BELLE-ILE (1886) I bambini osservano e descrivono l opera: Il pittore ha disegnato gli scogli ma anche il mare con il pennello a pitturare. Ci sono le rocce assomigliano alle

Dettagli

C È UN UFO IN GIARDINO!

C È UN UFO IN GIARDINO! dai 7 anni C È UN UFO IN GIARDINO! FABRIZIO ALTIERI Illustrazioni di Stefano Turconi Serie Azzurra n 131 Pagine: 160 Codice: 978-88-566-2708-4 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTORE Fabrizio Altieri è un

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

Esperti di passi e di sentieri

Esperti di passi e di sentieri L. FILIPPO D ANTUONO ESCURSIONI IN APPENNINO TRA LUOGHI E GENTI VOLUME 1 Il Levante della Liguria: dalle Cinque Terre alla foce del Magra Esperti di passi e di sentieri Indice Prefazione...................................................

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Australia: Kings Canyon Un rosso paesaggio lunare di arenaria vulcanica

Australia: Kings Canyon Un rosso paesaggio lunare di arenaria vulcanica Nello sterminato paesaggio dei deserti centrali, prima di arrivare ai gioielli di Ayers Rock e ai vicini Monti delle Olgas ( di cui ho diffusamente parlato in un altra destinazione), nel Watarrka National

Dettagli

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il padre. La bambina viveva con sua madre, Maria, in via

Dettagli

Norvegia: Le isole Lofoten Tra montagne e fiordi - terra di gabbiani e merluzzi

Norvegia: Le isole Lofoten Tra montagne e fiordi - terra di gabbiani e merluzzi Scure, montagnose, sparpagliate quasi ad anfiteatro lungo la costa settentrionale della Norvegia... ...le isole Lofoten rappresentano, un paradiso naturale non solo per la grande quantità di uccelli che

Dettagli

(scale, ascensore, giardino, ecc.) quota che si versa in anticipo è lontana, distante solitaria, ritirata. bagno, lavanderia. Ammobiliato, fornito

(scale, ascensore, giardino, ecc.) quota che si versa in anticipo è lontana, distante solitaria, ritirata. bagno, lavanderia. Ammobiliato, fornito Unità 4 Annunci per affitti alloggio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su affitti alloggio le parole relative alle abitazioni gli aggettivi qualificativi Lavoriamo sulla

Dettagli

Guida all uso. on line

Guida all uso. on line Guida all uso on line www.romatiburtina.it Ricco di storia, di attività, di tanti beni e servizi che sono cresciuti insieme alle case, alle famiglie e alle loro esigenze, nel V Municipio, tutto è a portata

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Catalogo IKEA 2015 Dove ogni giorno è una nuova scoperta

Catalogo IKEA 2015 Dove ogni giorno è una nuova scoperta Catalogo IKEA 2015 Dove ogni giorno è una nuova scoperta Facciamo cose simili. Ma in modo diverso. Il catalogo di quest anno è incentrato su come cominciamo e - 3 Scoprite altro ancora con l app del catalogo

Dettagli

25 Maggio 2012 San Mauro Torinese

25 Maggio 2012 San Mauro Torinese CONOSCERE PER ABITARE: IO PARTECIPO ALLA CITTÀ SOSTENIBILE PRESENTAZIONE ESITI PROGETTO PRESENTAZIONE ESITI PROGETTO 25 Maggio 2012 San Mauro Torinese Classe IV B Scuola primaria Giorgio Catti CONOSCERE

Dettagli

La nostra scuola: ieri e oggi

La nostra scuola: ieri e oggi Istituto Comprensivo Arbe-Zara Scuola Fabbri V.le Zara 96 Milano Dirigente Dott.GabrieleMarognoli La nostra scuola: ieri e oggi Esperienza didattica di ricerca storica e scientifica svolta da tutte le

Dettagli

Scorrazzando in Emilia Romagna Inverno 2010

Scorrazzando in Emilia Romagna Inverno 2010 Scorrazzando in Emilia Romagna Inverno 2010 Quest anno per la solita gita che facciamo tra Natale e Capodanno decidiamo di cambiare meta, non più la ormai (per noi) tradizionale toscana, toccata negli

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

FINALE LIGURE BISOGNO PRIMARIO. ALASSIO FINALE LIGURE LOANO SASSELLO Social levels 1

FINALE LIGURE BISOGNO PRIMARIO. ALASSIO FINALE LIGURE LOANO SASSELLO Social levels 1 ALASSIO LOANO SASSELLO Social levels 1 2 Il territorio di Finale Ligure si presenta ai visitatori con una conformazione del terreno tipicamente ligure, con montagne che scendono fino al mare, solcate dal

Dettagli

REGOLAMENTO FAENTINO L INIZIO. Il tavolo sarà composto da 4 giocatori dove ognuno gioca per sé stesso.

REGOLAMENTO FAENTINO L INIZIO. Il tavolo sarà composto da 4 giocatori dove ognuno gioca per sé stesso. REGOLAMENTO FAENTINO LE PEDINE Sono 144 così divise: Fiori x 4 (Est, Sud, Ovest, Nord) Stagioni x 4 (Est, Sud, Ovest, Nord) Dall 1 al 9 x 4 Scritti (detti anche caratteri) Dall 1 al 9 x 4 Canne (detti

Dettagli

Ricordate la Zanzaia? La signora piccolina, con viso scarno, pomelli rossi sanguigni, occhi grandi e sporgenti, moglie del bottegaio Luigi Zana?

Ricordate la Zanzaia? La signora piccolina, con viso scarno, pomelli rossi sanguigni, occhi grandi e sporgenti, moglie del bottegaio Luigi Zana? Appendice La mia permanenza a Novara fu di circa due anni, sino al luglio del 1958, in cui lasciai definitivamente il Corpo, a- vendo trovato una più confacente sistemazione lavorativa all interno della

Dettagli