N Titolo Testata-Edizione Data 1 Appelli al voto Il Piccolo Gorizia Spini in visita a Gorizia Il Piccolo Gorizia La

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N Titolo Testata-Edizione Data 1 Appelli al voto Il Piccolo Gorizia 12-04-2008 2 Spini in visita a Gorizia Il Piccolo Gorizia 12-04-2008 3 La"

Transcript

1 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Appelli al voto Il Piccolo Gorizia Spini in visita a Gorizia Il Piccolo Gorizia La Provincia: mille posti di lavoro in piu' Il Piccolo Gorizia Contributo comunale piu' ricco alla Fondazione musicale Il Piccolo Gorizia Progetto per un parco faunistico Il Piccolo Gorizia La Regione taglia i contributi all'iniziativa Sentieri di pace Il Piccolo Gorizia Le moto d'epoca si sfidano nel ricordo di Gino Braidotti Il Piccolo Gorizia Il porto frena, traffici dirottati su Trieste Il Piccolo Monfalcone Numero verde attivato a servizio degli stranieri Il Piccolo Monfalcone Trieste e Gorizia alleate per ottenere 2 milioni dall'ue Il Piccolo Nazionale 'Salvi' Relazioni pubbliche e Dams Messaggero Veneto Gorizia Via Terz'Armata, la vendita dei terreni e' finalizzata allo sviluppo della citta' Messaggero Veneto Gorizia Incontro con Boris Pahor mercoledi' in Provincia Messaggero Veneto Gorizia Istituto di musica, piu' fondi Messaggero Veneto Gorizia In un anno mille posti fissi in piu' Messaggero Veneto Gorizia Rush finale dei candidati tra feste a sorpresa, cene e 'tour delle osterie' Messaggero Veneto Gorizia L'onorevole Spini (Partito socialista) ricorda il prozio Messaggero Veneto Gorizia Marincic: non disperdere il voto Messaggero Veneto Gorizia Portfolio a Lucinico Messaggero Veneto Gorizia Ex cava Postir, cinque ipotesi per il recupero Messaggero Veneto Gorizia A Romans festa dello sport e della solidarieta' Messaggero Veneto Gorizia Vidoz, saranno cose turche Messaggero Veneto Gorizia Begliano, super-derby con le nuove tribune Messaggero Veneto Gorizia Upravicencev Primorski Dnevnik Prispevki Primorski Dnevnik Volitive 2008 Primorski Dnevnik Manjsina Primorski Dnevnik Glas za Marincica Primorski Dnevnik Sola gradi Primorski Dnevnik Posvest Primorski Dnevnik

2 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 20 APPELLI AL VOTO OTTAVIO ROMANO (SI- NISTRA ARCOBALE- NO). In qualità di candidato alla Camera ricordo che la nascita del Partito Democratico ha di fatto sancito la fine del Governo Prodi, poi impallinato da Dini e Mastella. Subito dopo Walter Veltroni ha deciso di rompere con l'ala sinistra dell' Unione, di fatto quindi regalando la vittoria elettorale a Berlusconi. Com'è potuto succedere tutto ciò? Cosa significano queste scelte? I motivi, purtroppo, sono evidenti a chi voglia riflettere andando oltre gli slogan elettorali. Ds e Margherita, partiti fondatori del PD, hanno ormai perso totalmente qualsiasi riferimento culturale di sinistra, di tutela delle classi lavoratrici e meno abbienti. Tutto ormai ruota intorno alla cosiddetta «cultura d'impresa» ed al- Marino De Grassi le magnifiche sorti progressive del mercato. In quest'ottica, la stessa persistenza di una cultura di sinistra, comunista, socialista, ecologista, pacifista, critica nei confronti del capitalismo di rapina che caratterizza questo momento storico, è vista con grande fastidio, come un intralcio di cui ci si deve assolutamente liberare, anche a costo di far cadere un governo, perdere le elezioni e di concordare con Berlusconi le opportune riforme istituzionali che consentano a Pd e Pdl di fare piazza pulita di quei matti della sinistra. Il tragico di questa situazione è che molte persone, che si considerano di sinistra, non lo hanno capito e in buona fede pensano che il voto al Pd sia un voto anti- Berlusconi, o addirittura un voto di sinistra. Io invece penso che il disegno veltrusconiano di ridurre la politica italiana ad un affare tra soli due partiti ormai molto simili tra loro, sia un disegno autoritario ed anti-democratico, che prefigura uno scenario politico orripilante per questo nostro paese. Per questo ritengo che l'unico voto veramente utile e veramente di sinistra sia quello dato alla Sinistra Arcobaleno. Chi è di sinistra voti per la sinistra. MARINO DE GRASSI (PDL). A conclusione della campagna elettorale il messaggio forte che invio a tutti gli elettori goriziani è quello di dare una svolta decisa alla politica perseguita dalla Regione, che nell'ultimo quinquennio ha gravemente penalizzato Gorizia, il suo ruolo di capoluogo e l'isontino. Dall'adesione preventiva all'abolizione della benzina agevolata (che avremmo ancora potuto avere per un periodo, al pari della Valle d'aosta) alle volontà di Illy di unificare l'ass Isontina a quella Triestina, e quindi nei fatti di indebolire i poteri decisionali isontini in materia di sanità, la maggioranza politica che fa capo al miliardario triestino ha rivelato scarsa considerazione per l'isontino e per Gorizia. Bisogna quindi cambiare la coalizione di governo regionale e assegnare la vittoria al centrodestra. L'impegno della nostra coalizione a favore di Gorizia è noto e coerente da almeno quindici anni. Per cambiare bisogna conoscere il territorio e i suoi problemi. In questo senso il sindaco di Gorizia Ettore Romoli e la sua giunta hanno posto importanti temi sul tappeto, sulla cui soluzione si gioca il futuro della città. La mia fortuna è conoscerli e il mio impegno è di risolverli in Regione, per Gorizia. FRANCO BRUSSA (PD). Nel corso dell incontro con i rappresentanti della riserva di caccia di Sagrado-San Martino del Carso, in merito ai contenuti della nuova normativa in materia, ho af- Franco Brussa fermato che essa nasce con l'obiettivo principale di raggiungere un equilibrio che garantisca la salvaguardia del patrimonio faunistico e ambientale, mantenendo allo stesso tempo soddisfacente l'esercizio della caccia. La legge approvata è il frutto di un lungo e costante confronto, non solo con il mondo venatorio ma, più in generale con tutti gli operatori del bosco. Con questa nuova legge la Regione mantiene in capo a sé le competenze di tutela e di programmazione faunistica, di indirizzo e coordinamento e di monitoraggio delle specie tutelate, trasferendo gli altri aspetti a Province e Associazione dei cacciatori. Taglio basso

3 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 20 Giorgio Brandolin GIORGIO BRANDOLIN (PD). Trovare mezzi di azione affinchè l'apertura delle frontiere con la Slovenia non abbia, sulle piccole imprese artigiane, solo effetti negativi derivanti dalla perdita delle agevolazioni nazionali. È stata questa una delle questioni più importanti emerse dall'incontro della Confartigianato con il candidato consigliere provinciale del Pd Giorgio Brandolin. «Sicuramente la necessità di prevedere agevolazioni sia per i privati cittadini che per le azione è un'azione importante - ha detto Brandolin - un obiettivo per cui si dovrà lavorare». E questo risultato si potrà ottenere solo coinvolgendo direttamente i soggetti come le piccole imprese nei processi decisionali, anche per le azioni in merito all'elaborazione di un migliore sistema di credito per le aziende e per la gestione degli appalti. MAJDA BRATINA (PD). «Dobbiamo ritrovare il coraggio di fare politica vera, di pensare in grande per Gorizia e tutta la sua provincia. Un Partito democratico forte può garantire maggiore efficacia propositiva nei riguardi di Illy, e impedire che ci si appiattisca sull'uomo forte, delegando a lui ogni scelta". Così Majda Bratina ha introdotto il discorso di chiusura della sua campagna elettorale, durante il quale ha rilanciato i punti centrali della sua proposta: Prima di tutto, la politica deve ritrovare piena credibilità agli occhi dei cittadini" ha affermato la candidata. L'erogazione degli stipendi dei consiglieri regionali dovrebbe essere immediatamente sospesa, dato che secondo l'attuale Statuto regionale sono irregolari. Dobbiamo inoltre eliminare i molti consigli d'amministrazione inutili, economicamente vantaggiosi per chi ne fa parte, ma fonte di sprechi per i cittadini. Le assunzioni di dirigenti e consulenti regionali avvenga esclusivamente tramite concorso, anche solo per titoli, in modo da premiare l'esperienza e la competenza piuttosto che la clientela. MARKO MARINCIC (SI- NISTRA ARCOBALENO). Gorizia non può essere rappresentata in regione dal solo Gaetano Valenti. C'è anche un'altra città che ha saputo andare oltre le contrapposizioni nazionalistiche del secolo scorso. Una città che non si sente solo italiana, o slovena, o friulana ma plurale e per questo europea. Una città che, anziché al passato, guarda al nostro presente e al futuro dei nostri figli. Quest'altra città ha oggi la possibilità di tornare ad essere rappresentata in consiglio regionale votando me, capolista della Sinistra l'arcobaleno. I goriziani possono esprimere il voto più utile per portare in Consiglio regionale la voce della Gorizia futura. Sta agli elettori scegliere se cogliere quest' opportunità o disperdere il proprio voto tra candidati anche dignitosissimi ma che non possono andare oltre il ruolo di gregari dei capitani provenienti da altri territori di questa o persino da altre province. Il voto alla Sinistra l'arcobaleno è un voto doppiamente utile: in primo luogo per riconfermare la coalizione di Intesa Democratica, in secondo per renderla più vicina ai veri bisogni della gente e non agli interessi dei potentati economici. LISTA PER IL BENE CO- MUNE. Nell incontro conclusivo della campagna elettorale il candidato al Senato Luciano Giorgi ha detto un fermo no alla Tav, dichiarandosi favorevole invece all investimento di risorse nel trasporto ferroviario e pubblico tradizionale che garantisca Marko Marincic treni veloci, puntuali e puliti. Il candidato alla Camera Fabrizio Dalla Costa ha ricordato la necessità, anche nel nostro territorio, di un agricoltura attenta alla salute che fornisca cibi e bevande sani, di qualità e non inquinati. Infine la candidata alla Camera Lorena Vuga è ritornata sul tema dei rifiuti, ribadendo l opposizione agli inceneritori portatori di malattie e morte in qualsiasi forma vengano presentati, difendendo invece il metodo della raccolta differenziata spinta per il reale recupero delle risorse, la riduzione dello spreco e la necessità di aderire agli obiettivi della teoria Rifiuti Zero di Paul Connet. Taglio basso

4 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 20 INCONTRO CON L ANPI Spini (socialisti) in visita a Gorizia nel ricordo del prozio pastore metodista L'on. Valdo Spini (Partito socialista) è intervenuto ieri a una riunione tenuta dall' Anpi provinciale assieme ad altri organismi culturali per lo sviluppo delle relazioni di frontiera al confine orientale. Fra i presenti anche l'assessore provinciale Salomoni. Nel corso della riunione sono stati ricordati il pastore della Chiesa Metodista di Gorizia durante la seconda guerra mondiale, Egisto Spini, prozio del deputato socialista e il metodista Matteo Batti, dirigente di una formazione partigiana garibaldina e caduto durante la Resistenza. Valdo Spini ha assolto così a un impegno, che prima della sua scomparsa, era stato preso dal padre, lo storico Giorgio Spini, durante una visita nel Friuli. Valdo Spini, capolista del Partito Socialista in Friuli Venezia Giulia, ha tra l altro illustrato la sua proposta di legge in materia di disposizioni per la tutela del patrimonio storico della Guerra di Liberazione e della lotta partigiana impegnandosi, ove eletto, a ripresentarla. Inoltre, Spini nell'occasione ha reso omaggio alla storia della Chiesa Metodista di Gorizia in riferimento anche all'azione di dialoghi ecumenici ed interreligiosi che questa svolge, anche nei rapporti con la comunità ebraica, tragicamente sterminata durante la Shoah. Box

5 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 Secondo i dati dei Centri per l impiego, le aziende isontine tornano ad assumere personale con contratti a tempo indeterminato Provincia: mille posti di lavoro in più nel 2007 L ente ha stanziato un milione 153 mila euro per la lotta al precariato GORIZIA Mille posti di lavoro in più in un anno. E tutti «veri», cioé a tempo indeterminato. A commentare con soddisfazione l importante exploit è l assessore provinciale alle Politiche attive del lavoro, Marino Visintin. «Il 2007 è andato in controtendenza. Nel corso dei dodici mesi - ha spiegato Visintin - sono state assunte nell Isontino persone e tutte con contratti a tempo indeterminato: un dato che non ha eguali negli ultimi anni. Se, infatti, andiamo a ritroso scopriamo che nel 2006 i postifissi creati erano stati 4.531, esattamente il 20% in meno». A pagina 22 Francesco Fain Apertura

6 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 L assessore Visintin: «La Provincia ha messo a disposizione nell ultimo bilancio un milione 153 mila euro nel quadro della lotta al precariato» La Provincia: mille posti di lavoro in più nel 2007 Le aziende isontine tornano ad assumere personale con contratti a tempo indeterminato di Francesco Fain Mille posti di lavoro in più in un anno. E tutti «veri», cioé a tempo indeterminato. A commentare con soddisfazione l importante exploit è l assessore provinciale alle Politiche attive del lavoro, Marino Visintin che - ieri mattina - ha illustrato gli ultimi dati relativi all occupazione dei centri provinciali per l impiego. «Il 2007 è andato in controtendenza. Nel corso dei dodici mesi - ha spiegato Visintin - sono state assunte nell Isontino persone e tutte con contratti a Marino Visintin tempo indeterminato: un dato che non ha eguali negli ultimi anni. Se, infatti, andiamo a ritroso scopriamo che nel 2006 i posti-fissi creati erano stati 4.531, esattamente il 20% in meno rispetto all anno prima». Nel sempre stando ai dati messi a disposizione dalla Provincia - le assunzioni a tempo indeterminato si erano attestate su mentre, l anno prima, il loro numero era stato di «Non possiamo che essere soddisfatti del progresso che hanno conosciuto i contratti a tempo indeterminato - il commento dell assessore provinciale -. È stata molto importante in questo senso la legge 18 del 2005 che ha consentito alle Province di avere fondi specifici per la stabilizzazione dei posti di lavoro». Tant è che oggi è disponibile un milione 153 mila euro. È la cifra che la Provincia ha messo a bilancio, in accordo con la Regione, per la «stabilizzazione occupazionale» ovvero per la trasformazione dei contratti da tempo determinato in tempo indeterminato. Tale stanziamento è una delle poste più considerevoli del bilancio della Provincia di Gorizia. Lo scorso anno - con un finanziamento assolutamente minore - furono «stabilizzati» 89 posti di lavoro a Gorizia. Davvero un ottimo risultato. «Sì, la Provincia, sino ad oggi, ha contribuito a cambiare il contratto di una novantina di lavoratori precari: contratto che si trasformerà da tempo determinato a tempo indeterminato. Grazie a una prima tranche di finanziamenti elargiti dalla Regione e dall Unione europea, il posto-fisso è diventato una realtà per loro. Con questi nuovi fondi messi a bilancio - aggiunge l assessore provinciale Marino Visintin - intendiamo andare avanti su questa strada. Procederemo alla concessione e all erogazione degli incentivi per la trasformazione dei rapporti di lavoro ad alto rischio di precarizzazione in rapporti di lavoro a tempo indeterminato, anche parziale». Visintin ripete un concetto a lui caro: «I Centri per l impiego non ci servono se diventano mera burocrazia: proprio per questo stiamo lavorando per migliorarli sempre di più. E devo dire che passi in avanti se ne sono visti. Gli uffici stanno lavorando bene». Questa nuova strategia messa in atto dalla giunta Gherghetta passa anche attraverso la riorganizzazione dei centri per l impiego attraverso il più volte pubblicizzato progetto «Restart». «Da soggetti di registrazione burocratica, gli uffici di collocamento - la sottolineatura di Visintin - si stanno trasformando in soggetti di distribuzione del lavoro. In sostanza, è finito il tempo in cui si attendeva l arrivo ai Centri dell impiego della persona in cerca di lavoro e dell azienda che offre occupazione. D ora in avanti, gli operatori degli uffici dovranno attivarsi per favorire l incontro fra domanda e offerta». Apertura

7 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 Apertura

8 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 23 Intervento della Giunta municipale con l auspicio che la Provincia non tagli i propri finanziamenti Contributo comunale più ricco alla Fondazione musicale Il Comune di Gorizia aumenterà di 5 mila euro il finanziamento annuale destinato alla Fondazione Musicale Città di Gorizia. A stabilirlo è stata ieri la Giunta, e l annuncio è arrivato in una breve conferenza stampa alla quale hanno partecipato l assessore al Parco Culturale Antonio Devetag e la vice presidente della Fondazione Paola Predolin. Passa così da 63 mila a 68 mila euro il finanziamento che l amministrazione comunale mette a disposizione della Fondazione musicale e della sua scuola, che va ad aggiungersi ai circa 150 mila euro garantiti dalla Regione (in futuro la Fondazione potrebbe usufruire anche di ulteriori 5 mila euro del fondo regionale per il turismo) e ai 15 mila garantiti dalla Provincia. Proprio riguardo al finanziamento provinciale, ridimensionato rispetto ai 44 mila euro del passato, è arrivata una preoccupata sottolineatura da parte della vice presidente della Fondazione. «Mi auguro che il presidente Gherghetta riveda la sua posizione e non tagli i finanziamenti alla Fondazione ha detto Paola Predolin -, perché noi non abbiamo affatto ridimensionato i nostri progetti. Possiamo contare su 240 iscritti e una trentina tra insegnanti e collaboratori». La Fondazione Musicale Città di Gorizia vive tra l altro un momento delicato dal punto di vista economico, con debiti pregressi di poco inferiori ai 200 mila euro, e a proposito Paola Predolin ha annunciato che presto verrà presentato un piano di risanamento basato sull ottimizzazione della gestione del corpo docente. Tempi più lunghi ci vorranno, invece, per la nuova sede di Palazzo de Grazia, in via Oberdan: dal sindaco Romoli è arrivata l assicurazione che il trasferimento dovrebbe avvenire entro i prossimi due o tre anni. Intanto per l estate la Fondazione ha in programma la realizzazione del progetto «Note in città», con una serie di concerti organizzati con il coinvolgimento dei quartieri, mentre in settembre si terranno, come ogni anno, i master ed i seminari della scuola, dedicati al violino, la chitarra, la tromba e la musica jazz. Marco Bisiach Devetag e Predolin Taglio medio

9 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 27 SAGRADO Presentato dai comitati Progetto per un parco faunistico nell area dell ex cava Postir con i fondi comunitari «Carso +2014» SAGRADO Un luogo dove avvicinarsi agli animali per conoscere gli animali. È questa la filosofia alla base dei cinque progetti di recupero ambientale dell ex cava Postir presentati giovedì sera nella sala parrocchiale di Sagrado dai comitati cittadini insieme al Cordicom provinciale. Il modello a cui l architetto Franco Perco si è ispirato per il loro studio è stato quello del parco faunistico di Rosegg, vicino a Villacco. E proprio per toccare con mano quelle che sono le potenzialità offerte dalle aree naturalistiche di un certo livello, i comitati di Sagrado hanno organizzata per il prossimo 18 maggio una visita al parco austriaco ispiratore. Come anticipato nei giorni scorsi, le differenze tra i diversi progetti presentati riguardano la complessità e i conseguenti diversi costi di realizzazione. Si va dal recupero più economico - realizzabile con risor- Franco Perco se limitate prevede dei semplici punti di osservazione per lo studio del gufo reale e degli atri uccelli nidificatori che utilizzano le pareti dell ex cava come rifugio -, a quello più complesso e articolato che prevede la trasformazione del sito in un vero e proprio parco faunistico con cervi, camosci, stambecchi, caprioli e cinghiali. All interno dell area gli animali sarebbero liberi di muoversi e, con adeguati accorgimenti, essere osservati e avvicinati dai visitatori: adulti o bambini che siano. L incontro è stato seguito con attenzione da una platea ampia ed eterogenea che ha dato vita a un dibattito costruttivo. Tra i presenti c erano anche l assessore provinciale al Lavoro Marino Visintin e quello comunale all ambiente Alberto Boschin. «Per conto mio ha sottolineato il primo ieri mattina si tratta di un progetto molto interessante. Tutte le opzioni sono degne d essere prese in considerazione e di essere messe in pratica; personalmente mi è piaciuta l ultima: quella più completa. Anche se i miei compiti all interno della giunta provinciale sono altri, mi sono già attivato con l assessore all Ambiente Mara Cernic e con il presidente Enrico Gherghetta. Ne ho parlato loro e entrambi mi hanno assicurato che contatteranno i promotori per discutere della questione. Il problema più difficile da risolvere è quello del reperimento dei fondi. Il contenitore giusto per attingere a quelli europei è il Progetto Carso +2014». Anche se il percorso è solo all inizio, le cinque proposte sono apparse realizzabili e non utopistiche e potrebbero essere di stimolo all intera comunità. Per partecipare alla gita al parco di Rosegg si può contattare il numero 339/ s.b. Taglio medio

10 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 28 In forse numerose iniziative storico-turistiche La Regione taglia i contributi all iniziativa Sentieri di pace: protesta la Pro loco di Fogliano FOGLIANO Una vera e propria doccia fredda si è abbattuta sui più qualificati eventi legati al turismo della Grande guerra promossi ormai da anni dalla Pro loco di Fogliano Redipuglia. Contrariamente alle giuste valutazioni delle singole iniziative che sono state sottoposte, attraverso un progetto mirato, al competente ufficio del turismo della Regione, il contributo per il 2008, su un preventivo di spesa di 190mila euro, è stato di soli 10mila euro, contro i 30mila dello scorso anno, vale a dire due terzi in meno. Una risposta inimmaginabile, afferano alla Pro loco, visto che solitamente le richieste trovavano di anno in anno quasi sempre risposta in aumento, seppure non consistente. Ora gran parte della restante spesa, a copertura complessiva di quanto prevede il progetto, dovrà essere necessariamente coperta da introiti commerciali e da mirati finanziamenti dei comuni di Ronchi dei Legionari, Monfalcone, Sagrado, Fogliano Redipuglia e della Provincia di Gorizia. Partner essenziali che saranno chiamati a raccolta la prossima settimana per sentire i pareri e decidere cosa fare. «Con questo irrisorio contributo - sottolinea il presidente della Pro loco, Alessio Bellotto - sono a forte rischio gli eventi internazionali come la rievocazione di maggio e novembre, il treno storico e le serate di "Luci & Ombre" che tanto successo hanno avuto nelle passate edizion. Oltre che l'amarezza nel ricevere Una trincea sul Carso questa risposta, vien da pensare, afferma la Pro loc, il perché di questo atteggiamento punitivo da parte dell' assessorato regionale al Turismo verso le iniziative qualificate e di affermato successo nel campo del turismo storico». «Ancora una volta si danno legnate a chi lavora nell'associazionismo e che si chiede molte volte se veramente ciò valga la pena. Il momento elettorale non permette comunque di stabilire un contatto con nessun responsabile politico regionale - aggiunge Bellotto - per capire o cercare di capire l'atteggiamentotagliola applicato proprio su questo taglio di contributi». A questo punto i responsabili dei "Sentieri di pace" sono convinti, ma si aspetterà il dopo elezioni, di dover rinunciare spontaneamente anche ai contributi previsti dalla legge sui ripristini dei siti storici sul Carso concessi dalla direzione cultura. Si arriverà in questo modo alla chiusura del cantiere messo a punto dai volontari tra Ronchi dei Legionari e Fogliano Redipuglia. «D'altronde tale decisione viene quasi d'obbligo - sono ancora le parole di Alessio Bellotto - visto che se non si sviluppa attività a poco servono i ripristini dei siti come la dolina dei bersaglieri. Una cosa è certa. In questo modo andrebbero dispersi anni e anni di lavoro contrassegnati da un ampio consenso tributato dalle migliaia di visitatori che frequentano i luoghi storici della nostra zona». lu. pe. Taglio medio

11 12 APR 2008 Il Piccolo Gorizia Sport e Turismo pagina 31 Domani il Gran premio di regolarità sulla distanza dei 120 chilometri valido anche per il campionato italiano Le moto d epoca si sfidano nel ricordo di Gino Braidotti Ritorna domani la «mitica» gara in Groina, che negli anni Settanta richiamava moltissimi appassionati del motociclismo. Lungo il percorso di 120 chilometri, con partenza dal campo sportivo di Lucinico, si daranno battaglia oltre duecento centauri provenienti da tutta Italia per cinquistare il primo posto in questa manifestazione, che, denominata «Regolarità Colli goriziani-memorial Gino Braidotti» (prova valida per il campionato italiano moto d epoca), è giunta lal sua quinta edizione. L appuntamento, un vero e proprio classico per gli appassionati delle moto storiche, avrà inizio alle 9 e si disputerà in due prove speciali: tra gli altri, numerosi saranno anche i centauri goriziani in gara, tra i quali Kocina, Bevilacqua, Russian, Giannini, Fantini e molti altri. La manifestazione è stata resa possibile grazie alla disponibilità nell organizzazione della Protezione civile, della Provincia, della Comunità montana e dei Comuni sulle cui strade si snoda il percorso. Gino Braidotti sulla sua Gilera all arrivo della Regolarità dei Colli goriziani nel 1954 Taglio basso

12 12 APR 2008 Il Piccolo Monfalcone Citta' pagina 20 Momento difficile per lo scalo marittimo: revocata alla Oceanship la movimentazione delle auto nel terminal della Cetal Il porto frena, traffici dirottati su Trieste La Compagnia lancia l allarme: «Nel capoluogo potrebbero finire 300mila tonnellate di bramme» Il porto di Monfalcone, in attesa del trasferimento effettivo della gestione del demanio alla Regione, sta vivendo un momento di evidente difficoltà. Alcuni traffici sono in calo, per motivi legati all andamento economico complessivo e di alcuni comparti industriali, altri rischiano però di essere dirottati su Trieste o di essere tarpati per ragioni che sono di fatto tecniche e burocratiche. Sempre che non ce ne siano anche di politiche. È il caso del traffico di bramme verso le industrie di San Giorgio di Nogaro, da anni ormai gestito con successo dal porto di Monfalcone. Una nuova nave con un carico di bramme a bordo in questi giorni ha attraccato all AdriaTerminal del Porto Vecchio di Trieste. Grazie in sostanza ai contributi che la Regione ha stanziato nel 2006 per incentivare l intermodalità e quindi il trasporto via mare del materiale metallurgico. È quanto continua a ritenere la Compagnia portuale a fronte dei 553 mila euro erogati dalla Regione alla Tradax di San Giorgio per un servizio di trasporto delle bramme, traffico finora appannaggio solo di Portorosega, attraverso l utilizzo di navi da caricare nel porto di Trieste. «Il carico in questione comunque non sarebbe stato trasportato a San Giorgio via camion - sottolinea il presidente della Compagnia portuale, Franco Romano -, ma via ferrovia e quindi non c era alcun Tir da togliere dalla strada». Proprio ieri a Monfalcone la Compagnia ha iniziato a scaricare a Monfalcone un altra nave con a bordo un carico di bramme dirette allo stesso cliente di quella attraccata all Adria- Terminal. «Avremmo però potuto accogliere anche quella dirottata a Trieste - afferma Franco Romano - e ultimare la manipolazione del materiale in due giorni. Credo, in sostanza, si stiano sprecando dei soldi pubblici». È comunque la seconda nave in 6 mesi che si serve dell AdriaTerminal per un totale di 33mila tonnellate di bramme. Un inezia rispetto la movimentazione complessiva di questo materiale (oltre un milione di tonnellate nel 2006), ma a Trieste potrebbero finire 300mila tonnellate l anno. Questa era perlomeno la previsione del progetto della Tradax, che finora ha però per l appunto gestito solo due carichi. A Trieste pare invece sia finito il traffico di prodotti ortofrutticoli freschi dall Egitto, proposto in prima battuta a Monfalcone e poi stoppato, stando alla denuncia di un operatore della logistica insediato in zona Lisert, dal parere negativo della Capitaneria di porto. Stando all EurocarLogistics, il traffico, che avrebbe potuto portare alla creazione di 200 posti di lavoro, compreso l'indotto, prenderà il via a maggio da Trieste. Ma anche il traffico di rotabili gestito dalla Cetal si sta trovando a fare i conti con un intralcio imprevisto che potrebbe metterne a rischio la costante espansione. L impresa Oceanship, di Trieste, che da 5 anni effettua la movimentazione delle vetture da bordo nave al piazzale gestito dalla Cetal e dal piazzale a bordo nave, si è vista revocare l autorizzazione a operare dalla Capitaneria di porto a causa di alcune irregolarità. Nonostante la Commissione consultiva del porto si sia espressa all unanimità per concedere all Oceanship i tempi tecnici necessari a risolvere le deficienze, la Capitaneria ha revocato la licenza di operatività il 4 aprile, concedendo poi una proroga fino al 25 aprile che ha consentito di gestire i carichi di rotabili arrivati in porto negli ultimi otto giorni. La società, spiega il presidente dell Oceanship, Luigi Tunin, non ha solo presentato richiesta di sospensiva al Tar, ma ha interessato di quanto sta accadendo il prefetto di Gorizia Roberto De Lorenzo, il sindaco Gianfranco Pizzolitto e il presidente della Provincia Enrico Gherghetta. «Sono 41 gli operatori impiegati dall Oceanship a Monfalcone - sottolinea Tunin -, compresibilmente preoccupati. C era inoltre la previsione di effettuare altre 15 assunzioni, mentre sono 100mila gli euro investiti in questi anni per operare nel porto di Monfalcone, con professionalità riconosciuta da tutti e in sicurezza, come facciamo anche a Trieste. «Garantiamo - continua Tunin - anche la necessaria flessibilità richiesta da un traffico del genere. Stiamo tenendo duro per i lavoratori, per non lasciare sola Grimaldi e perché siamo convinti che tutto sia risolvibile, se lo si vuole». Una nave come la Spes, attraccata domenica scorsa poco prima delle 24, è stata vuotata in ore, effettuando 2mila movimenti, con l'impiego di due turni di lavoro. Laura Blasich In flessione l attività del porto di Monfalcone nel trimestre Apertura

13 12 APR 2008 Il Piccolo Monfalcone Citta' pagina 20 Apertura

14 12 APR 2008 Il Piccolo Monfalcone Citta' pagina 23 Dal Comune Numero verde attivato a servizio degli stranieri Un numero verde per gli stranieri. è stato attivato proprio in queste settimane a completamento del progetto dello sportello installato dalla Provincia in via Vecellio a Monfalcone. I cittadini immigrati che necessitano quindi di informazioni sul servizio o sugli orari possono rivolgersi al numero Non solo: sono stati anche modificati gli orari di apertura. A Gorizia il servizio è adesso aperto il lunedì dalle alle 17.30, il martedì dalle 11 alle 14 e il mercoledì dalle alle A Monfalcone invece l ufficio sarà aperto il,mercoledì dalle alle 17.30, il giovedì dalle alle e il venerdì dalle alle E altre novità sono in arrivo. «In questo periodo spiega l assessore provinciale Licia Morsolin gli operatori hanno svolto una serie di incontri informativi con varie realtà del territorio, come l Ass, i centri per l impiego, i servizi sociali, così da sapere esattamente quali sono le risposte migliori da dare alle richieste degli immigrati». Così da essere sempre meglio preparati. Intanto, la Provincia ha già avanzato richiesta di rifinanziamento del servizio alla Regione, con l ottica di ampliarlo sempre di più. «Vorremmo portare lo sportello informativo nei luoghi che ci sono stati segnalati come critici, come a esempio le grandi fabbriche, o le carceri continua la Morsolin sempre, naturalmente, con l avvallo degli enti preposti e secondo modalità da studiare». Lo sportello al momento è una specie di orientamento generale, dal quale ci si può recare per qualsiasi tipo di informazione in merito all immigrazione, richieste di permessi di soggiorno, visti, ricongiungimenti familiari, e così via. Poi, dallo sportello, si viene indirizzati verso il servizio più adatto a risolvere il problema. Perché spesso la difficoltà, per uno straniero, è quella di non sapere dove rivolgersi: e a volte, per la mancanza di una firma o di una carta, ci sono pratiche che restano ferme per mesi. Spalla destra

15 12 APR 2008 Il Piccolo Nazionale Provincia pagina 27 Le due Province dovranno formare anche con privati un Gruppo d azione e presentare un Piano di sviluppo rurale per il Carso Trieste e Gorizia alleate per ottenere 2 milioni dall Ue TRIESTE Costituire entro poche settimane un Gal (Gruppo di azione locale) e predisporre un Piano di sviluppo. Sono le due azioni fondamentali concordate dalle Province di Trieste e Gorizia che potrebbero così ottenere un finanziamento europeo di 2 milioni di euro a favore dell'area carsica. Ieri alla Banca di credito cooperativo del Carso si è svolta una prima riunione informativa cui hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni delle province di Trieste e Gorizia (già facenti parte dell ex Comunità montana del Carso), delle Camere di commercio, delle associazioni degli agricoltori e della Turismo Fvg. «In ottemperanza a quanto previsto dai regolamenti comunitari la Regione Friuli Venezia Giulia - spiega L abitato di Monrupino il funzionario Maurizio Daici - ha dedicato l'asse numero 4 del proprio Piano di sviluppo rurale alla tematica relativa ai fondi cosiddetti Leader, rivolti allo sviluppo delle aree montane ed estesi ora, oltre alle province di Pordenone e Udine, anche all'area del Carso triestino e goriziano». «Ciò significa - aggiunge l'assessore provinciale all'agricoltura Walter Godina - che anche il nostro territorio potrà trovare giovamento economico in questo senso, da Muggia a Duino Aurisina, in particolare quelle aree che altrimenti rischierebbero di essere penalizzate. Sono numerosi i progetti finanziabili attraverso questo fondo: nei settori della competitività con la valorizzazione dei prodotti tipici locali (dagli investimenti aziendali ai servizi di consulenza specialistica, dall'organizzazione di eventi enogastronomici alle licenze e certificazioni di qualità), nel settore della cura e valorizzazione del paesaggio rurale, nella ricettività turistica, nelle azioni di marketing e nelle cooperazioni interterritoriale e transnazionale». All'incontro ha preso la parola anche l'assessore competente dell'ente isontino Mara Cernic, che ha sottolineato l'importanza di una progettazione che parta dal basso, coinvolgendo i diretti interessati. Il Gal dovrà essere composto per il 50% da Enti pubblici: possono aderire i Comuni di Doberdò del Lago, parte di Fogliano Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Sagrado, Savogna d'isonzo, Duino Aurisina, Monrupino, Muggia, San Dorligo della Valle, Sgonico e Trieste (limitatamente alle aree di Banne, Basovizza, Contovello, Gropada, Longera, Padriciano, Prosecco, Roiano, Santa Croce, Santa Maria Maddalena Superiore, Trebiciano e Villa Opicina). Il rimanente 50% dovrà essere composto da privati, come a esempio le associazioni degli agricoltori ma anche operatori economici e culturali interessati allo sviluppo di progetti finanziabili dall Unione europea. Un esempio di eccellenza in questo senso è rappresentato dal Gal Venezia Orientale, presente all'incontro, che è riuscito ad ottenere sostanziosi finanziamenti per promuovere lo sviluppo rurale raggruppando oltre 40 soci. Entro aprile la Regione pubblicherà il bando, poi i soggetti avranno solo un paio di mesi per costituire il Gal e formulare un Piano di sviluppo. s.s. Taglio basso

16 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 1 LA RIFORMA Salvi Relazioni pubbliche e Dams Università, prevista comunque una riorganizzazione dei corsi di laurea I vertici dell Università di Udine confermano il mantenimento della presenza, a Gorizia, dei corsi di laurea in Relazioni pubbliche e del Dams. È quantohannoassicuratoalpresidente del Polo universitario locale, Nicolò Fornasir, il prorettore dell ateneo friulano, MariaAmalia D Aronco, e ildelegato per la sede goriziana, Mauro Pascolini, fugando la preoccupazione di un pesante ridimensionamento dei corsi di laurea nel capoluogo, in seguito alla riforma degli ordinamenti. «Se da un lato questa riforma implicherà una riorganizzazione dei corsi di laurea anche della sede goriziana si legge nella nota stampa redatta alla fine delle riunione, dall altro permetterà di potenziare l offerta delle lauree magistrali (specialistiche), che già ora registrano significativi aumenti d iscritti con provenienze da molte altre regioni italiane e di sviluppare iniziative di formazione post laurea. Per le lauree di primo livello si garantisce resta confermata la presenzadi Relazioni pubblico e del Dams». Nella nota, pur parlando di riorganizzazione dei corsi di laurea, si è preferito non specificare, peraltro, quali saranno eliminati, o, meglio,trasferitinellasedecentrale, lasciando la questione in sospeso, anche se è risaputo cheunodeicorsitagliatiè Traduttori e interpreti, che oggi si chiama Comunicazione e mediazione interlinguistica. Durantelariunionesièparlatoanche d investimenti strutturali e MauroPascolini harassicurato il presidente del Consorzio sullostatodell artedelleiniziative incorso,«acominciaredalcomplesso di via Margotti, l ex Stella Matutina, in fase di progettazione esecutiva. Inoltre, a breve termine, in collaborazione con la Provincia di Gorizia, si provvederà alla sistemazione dialcune auledell ex Fermi, in via Diaz, grazie anche al contributo della Camera di commercio attraverso il Fondo Gorizia». Tali spazi permetteranno, nell attesa di veder realizzata la nuova sede universitaria, di migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti agli studenti nell ambito della didattica». Condivisa anche la sinergia tra Ateneo e Consorzio perlaprogressivainternazionalizzione,apartiredallacollaborazione in ambito transfrontaliero con il sistema universitarioslovenoeperl areadanubiano-balcanica, utilizzando anche le opportunità offerte dal processo d integrazione europea e coinvolgendo il territorio nelle sue molteplici espressioni. L auspicio indicato in via prioritaria dal presidente Fornasir è stato quello di «coinvolgerefin da subito la realtà locale in progetti finalizzati, utilizzandoalmeglioancheleopportunità che saranno offerte dal costituendo Dipartimento dell Università di Udine a Gorizia». (p.a.) Taglio alto

17 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 «Via Terz Armata, la vendita dei terreni è finalizzata allo sviluppo della città» BRANCATI Vittorio Branacti All ex sindaco non sono piaciute le dichiarazioni rese da Gherghetta «I soldi che laprovincia incasseràconlavendita dei terreni di via Terza Armata, dove sorgerà il centro commerciale, dovranno rimanere a Gorizia ed essere impiegati per interventi legati allo sviluppo della città. Questo è il patto che avevamo fatto, a suo tempo con l ex presidente, Giorgio Brandolin. Spero propriocheghrghettalomantenga e non pensi di dirottare questi fondi nel resto dell Isontino». E il chiaro messaggio che l ex sindaco, Vittorio Brancati,mandaall attualepresidente della Provincia, Enrico Gherghetta, alla lucedelfatto che, in questi giorni, è stata indetta l asta per la vendita dei terreni. Una vendita che frutterà alla Provincia, come minimo 6 milioni e 200 mila euro,soldiche,secondobrancati, dovranno essere reimpiegatinelcapoluogo.«peral- tro, non mi sono piaciute le dichiarazioni del presidente Gherghetta riguardanti l obiettivo prioritario che lui si prefigge da questa vendita aggiungel exsindaco-,ovvero il massimo incasso. Non può essere questa l unica finalità, ma deve impegnarsi anche asvolgereuna corretta gestione del progetto che dovrà sorgere su questi terreni, ovvero il centro commerciale. Nella predisposizione del bando, infatti, devono essere assolutamentedateindicazioniprecise aipotenzialiacquirenti, indicazioni riguardanti il necessario coinvolgimento della locale categoria dei commercianti: non può nascere una struttura contro di loro ma insieme a loro, definendoprioritariamentelecaratteristiche che dovrà avere il centro commerciale, comprese le tipologie di vendita. Sarebbe davvero preoccupantesecitrovassimodifronte a una concorrenza selvaggia, senza regole preliminari, che penalizzerebbero fortemente la rete commerciale cittadina con gravi danni per l intera città». (p.a.) Taglio alto

18 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Presenter un volume su Kosovel Incontro con Boris Pahor mercoledì in Provincia Boris Pahor, pluricandidato al Premio Nobel per la letteratura e autore dello straordinario libro Necropoli presenterà, mercoledì prossimo 16 aprile, nella sala del consiglio provinciale il suo volume su Srecko Kosovel. Interverranno la vice-presidente della Provincia Roberta Demartin, i docenti Fabiana Fusco e Valentin Bucik, il direttore editoriale Bozidar Jezernik e la traduttrice Nika Jenko. È previsto il servizio di traduzione simultanea. Box

19 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Istituto di musica, più fondi Da parte del Comune che ha stanziato 68 mila euro per venire incontro alle difficoltà lamentate dall ente L amministrazione comunale delcapoluogoisontino,ierimattina con delibera di giunta, ha approvato la maggiorazione dello stanziamentoinfavoredellafondazione musicale Città di Gorizia, da 63 mila a 68 mila euro. «È laprimavoltacheilcomunedecide di aumentare i contributi a unaistituzionedella città ha sottolineato in conferenza stampa in sala bianca il sindaco Ettore Romoli non perché siamo avari ma per oggettivi problemi di bilancio, dovuti al fatto che non abbiamo voluto accrescerelapressionefiscale sui cittadini». «La cifra, di 5 mila euro in più, vuole essere un chiaro segnale nei confronti della Fondazione, che da oltre un secolo contribuisce alla ricchezza culturale della nostra città e che si trova in un momento di difficoltà dovuta sia alla mancanza di una sede stabile che ai tagli nei finanziamenti ha aggiunto l assessore comunale alla cultura Antonio Devetag la Provincia di Gorizia ha deliberato infatti di assegnare 15 mila euro anziché 45 mila euro all istituzione». L amministrazione comunale sta operando in due direzioni: da unlatoinsiemealpresidentedella Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta si vuole trovare una soluzione entro la fine dell anno La vicepresidente della Fondazione Predolin: è comunque pronto un piano di risanamento perdareallafondazionemaggiori contributi, dall altro si chiede un maggiore impegno della Regione, che già assegna 145 mila euro l anno alla Fondazione musicale, per cercare di risanare la suasituazionefinanziaria.attualmente idebiti dell istituzione, secondo quanto ha affermato la vicepresidente Paola Predolin, ammontano a poco meno di 200 mila euro; la cifra del debito si è ridotta grazie ad un amministrazioneoculata,malespese per sostenere le numerose attività svolte durante l anno e per pagare gli stipendi dei 30 docenti, fra collaboratori e dipendenti, sono notevoli. «Abbiamo approntato un piano di risanamento della Fondazione, che presenteremo prossimamentealpresidentedellaprovincia di Gorizia ha dichiarato Paola Predolin, tale piano prevedetagli nella gestione edun ottimizzazionedellavorodeidocenti. Non sono previsti tagli di posti dilavoro.abbiamocomunquedeciso di non assumere nuove persone al posto dei dipendenti che sono andati in pensione». Per quanto riguarda la sede della Fondazione musicale, palazzodegrazia,secondoleprevisioni dell amministrazione, sarà pronto fra due o tre anni. Ilaria Purassanta Devetag e l Orchestra dei piccoli dell istituto Taglio medio

20 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 3 L assessore Visintin: gli strumenti messi in atto dalla Provincia cominciano a dare frutti In un anno mille posti fissi in più Il numero complessivo è tornato a livelli superiori rispetto al 2004 OCCUPAZIONE Dopo alcuni anni il trend si è invertito L assessore provinciale al Lavoro Marino Visintin Gli strumenti messi in atto dalla Provincia per sostenere l occupazione cominciano a dare i loro frutti. E che frutti. In un anno, ovvero nel 2007, sono aumentati di ben unità le assunzioni a tempo indeterminato, ovvero i posti fissi, facendo tornare il numero complessivo a livelli superiori a quelli registrati nel 2004, l ultimo periodo prima della maggior crisi occupazionali. Lo scorso anno sono statiassunteatempoindeterminato,intutto,5.530persone,controle4.531del2006ele 3.964del Nel 2004, invece, trovano un posto fisso isontini. Non nego di essere soddisfatto per questi risultati questo il commento dell assessore al lavoro,marinovisintin,iqualici confermano che la strada intrapresa è quella giusta. Determinante, per riuscire a collocare unnumero piùelevato dipersoneatempoindeterminato,èsta- ta la specifica legge regionale del 2005, conosciuta come legge delbuonlavoro.abbiamocercatodi sfruttarla al massimo, soprattutto per gli interventi che prevedeva a favore delle stabilizzazioni e i numeri del 2007 ci hanno dato ragione. L assessore, sottolinea che dopo alcuni anni, il trend occupazionale, nella provincia di Gorizia si è modificatoevidenziandodatialtamente positivi. Non era una sfida facile, visto che il nostro territorio scontava e sconta un passaggio molto critico, ovvero la crisi di alcuni comparti del manifatturiero,apartiredaltessile, crisi per la quale l unico sbocco era quello di sviluppare ilcompartodeiservizi,com èaccaduto. Un altro impegno che sistacercandodiportareavanti è quello volto a dare un occupazione alle persone in difficoltà, che non lavorano da anni per problemi di disabilità o altro. Si è riusciti a predisporre un elenco informatizzato, nei Centri per l impiego, che risulta oggi compostoda260personeesista lavorando per riuscire a dare una stabilità lavorativa a tutte loro. La Provincia, inoltre ha molto a cuore il problema degli infortunisullavoroestacercando di concludere un accordo con l Azienda sanitaria e le altre strutture interessate per riuscire ad affrontare congiuntamente questa rilevante e attualissimaquestione.aquestoproposito, si staverificandolapossibilità di utilizzare parte degli spazi dell ex Ospedale psichiatrico dovecreareuncentroincuioperinoinsiemetuttigliaddettiche oggi sono impegnati su questo fronte all interno delle diverse istituzioni. Ciò per riuscire ad operare con maggior incisività su questa tematica, anche attraverso corsi di formazione del personale addetto ai controlli nelle aziende, ma anche per i rappresentanti delle aziende stesse. Patrizia Artico Taglio medio

21 12 APR 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 4 Ognuno ha speso l ultima stilla di energia nella breve, ma intensa campagna elettorale Rush finale dei candidati tra feste a sorpresa, cene e tour delle osterie Si è conclusa ieri con l immancabile rush finale fra incontri a ritmi serrati, dibattiti, feste più o meno a sorpresa, cibo e bevande per tutti, l intensa campagna elettorale per le elezioni politiche e regionali. Protagonisti i candidati goriziani che hannodatofondoalleresidueriservedienergianell ultima giornata di campagna elettorale prima della pausa di riflessione in programma oggi per il sabato che precede l apertura dei seggidomani mattina. Ad anticipare la serie di cene di conclusione della campagna elettorale è stato già giovedì sera il candidato al consiglio regionale del Partito della libertà ed ex sindaco Gaetano Valenti con una festa a sorpresa alla Baita degli alpini di Lucinico organizzata dal presidente del consiglio comunale Rinaldo Roldo. Con un pretesto, Valenti, del tutto ignaro dell iniziativa, è stato accompagnato alla Baita e qui ha trovato ad attenderloalmeno300persone ed anche suo figlio che risiede fuori Gorizia per motivi di studio e che, all insaputa del papà Gaetano, ha anticipato il suo ritorno in città proprioperpoteresserepresente alla festa a sorpresa. Insomma, un iniziativa benriuscitaegaetanovalenti, comprensibilmente, non ha nascosto una punta di commozione. Rimanendo in casapdl, nelcorso dellamattinata di ieri Cristina Barletta, altra candidata goriziana del centro-destra, ha incontrato gli elettori al mercato di Cormons e poi al gazebo del Pdl in corso Italia a Gorizia distribuendo mezzo migliaio di inviti per la festa di fine campagna elettorale che ha tenuto alla pizzeria Tarantella offrendo pizza e drink a tutti con l accompagnamentodimusicadalvivo. Festa di chiusura anche per i candidati provinciali del Partito democratico che sisonoritrovatinelpomeriggio nell area pedonale di via Ciotti a Gradisca e poi, dato il maltempo, nella sala Bergamas per il collegamento viamaxischermoconveltroni. In serata il candidato del PdGiorgioBrandolin è stato protagonista di una cena da Turri a Sant Andrea incontrandoglielettori.nelpomeriggio, a partire dalle nella sede della lista civica di via Rastello il candidato alleregionalimauriziogualdie ilcandidatoallacamera Alessandro Chinese hanno offerto ad amici e simpatiz- Oggi è in programma la tradizionale pausa di riflessione ma sui cellulari arriveranno molti messaggini zantiunabicchieratabenau- gurante. Giornata dedicata alla famiglia per la candidata alle regionali della Slovenska Skupnost Mara Cernic che ha poi allestito in serataunafestaconbicchierata al bar Vittoria mentre la candidata dei Cittadini per il presidente Donatella Gironcoli ha compiuto uno stimolante tour di osterie e trattorie della Destra Isonzo, da Gorizia a Capriva, per incontrare gli elettori. Sempre nel corso del pomeriggio c è stato spazio anche per gli ultimi mini-dibattiti. Particolarmente interessante quello svoltosi al bar Torino, un incontro condotto da Laura Fasiolo che ha messo a confronto i candidati del Pd, Silvia Altran, Brandolin e Majda Bratina. Dall incontro è emersa la necessità di unapporto concreto da parte della Regione per valorizzare la specificità transfrontaliera del territorio goriziano sotto il profilo scolastico, favorire l interscambio di docenti, studenti e curriculum. Tra le proposte, quella di istituireunaconsultaprovinciale sulla scuola e di ubicareunasedeperscambiculturali e iniziative di respiro internazionalenelconvittodelle Suore della Provvidenza. I tre candidati, e in particolare Brandolin, hanno concordatosulla necessitàdifavorire corsi di laurea che offrano maggiori sbocchi sul mercato del lavoro. Altran ha posto l accento sull importanza di valorizzare il versante scientifico-tecnologico e Bratina sulla necessità di valorizzare il più possibile la qualità dell insegnamento. Piero Tallandini Apertura

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011. Rassegna per testata/edizione

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011. Rassegna per testata/edizione PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011 Rassegna per testata/edizione N Titolo Testata-Edizione Data 1 Nuova presidente al Soroptimst Il Piccolo Gorizia/Monfalcone 24-10-2011 Provincia

Dettagli

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE L intervista LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, VITO DE FILIPPO, SPIEGA LE RAGIONI CHE HANNO SPINTO IL GOVERNO REGIONALE A PROMUOVERE UNA LEGGE PER IL SOSTEGNO

Dettagli

NORME PER I VOLONTARI CHE SI OCCUPANO DELL ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE

NORME PER I VOLONTARI CHE SI OCCUPANO DELL ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE NORME PER I VOLONTARI CHE SI OCCUPANO DELL ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE L attività de Il Portico Associazione di Promozione Sociale ONLUS si è sempre caratterizzata per aver organizzato l

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future INTERGRUPPO PARLAMENTARE SUL TERZO SETTORE Roma, 31 luglio 2013 ore 10:00-13:00 Sala delle Colonne Via Poli, 19 Seminario Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future Il contributo di ASC

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

Elezioni per il rinnovo del Parlamento

Elezioni per il rinnovo del Parlamento Elezioni per il rinnovo del Parlamento Candidati Partito Democratico di Como Camera dei Deputati Circoscrizione Lombardia II Partito Democratico Coordinamento Provinciale Como Chiara Braga 28enne, laureata

Dettagli

Fa fede solo il discorso pronunciato

Fa fede solo il discorso pronunciato Discorso della Presidente del Comitato delle regioni Mercedes Bresso Le regioni e le città d'europa in movimento: prospettive della politica dei trasporti dell'ue e delle reti transeuropee dei trasporti

Dettagli

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Provincia di Milano Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Giunta Provinciale 11 settembre 2006 Atti n. 187671/11.1/2006/9255 pag. 1 La Giunta

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 IN QUESTO NUMERO l Lettera del Presidente l Il nuovo Presidente del Fondo Giuseppe Pierro, eletto dai consiglieri durante la riunione del

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

MAI PIU. A 100 anni dalla prima guerra mondiale Meeting di pace. nelle trincee della Grande Guerra 17-18 aprile 2015

MAI PIU. A 100 anni dalla prima guerra mondiale Meeting di pace. nelle trincee della Grande Guerra 17-18 aprile 2015 MAI PIU A 100 anni dalla prima guerra mondiale Meeting di pace nelle trincee della Grande Guerra 17-18 aprile 2015 Un'intera nottata, buttato vicino a un compagno massacrato ho scritto lettere piene d'amore

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 107 Prot. 24623/2015 adottata nella seduta del 19 agosto 2015

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 107 Prot. 24623/2015 adottata nella seduta del 19 agosto 2015 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 107 Prot. 24623/2015 adottata nella seduta del 19 agosto 2015 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente A ČERNIC

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete Risultati dell indagine Pro Loco del Veneto anno 2013 1 OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete 1.Premessa L

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

Fondazione per l Università a Brindisi

Fondazione per l Università a Brindisi Fondazione per l Università a Brindisi Una Fondazione gestita dagli Enti pubblici e privati del territorio brindisino per il coordinamento e la promozione dell offerta formativa universitaria che altre

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

Siderurgica Investimenti L andamento del bilancio 2013 ed il mercato visto da Amato Stabiumi 16-07-2014 Il bilancio 2013 di Siderurgica Investimenti, il mercato, l'algeria, gli acciai speciali e la situazione

Dettagli

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI Comune di Montefiore Conca Provincia di Rimini Certificazione del 14/09/2002 COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI S e r v i z i o C i v i l e P e r g l i a l t r i. P e r t e. HAI L'ETÀ GIUSTA PER

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20 LA SCUOLA IN ITALIA In Italia, l istruzione è obbligatoria per otto anni, dai sei ai quattordici anni di età. La scuola dell obbligo inizia con la scuola elementare, che dura cinque anni, e continua con

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi FONDI COMUNITARI 2014-2020 I FONDI EUROPEI ED IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE Roma, 17 Giugno 2014 Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi Giorgio Gemelli Resp. Funzione Progetti interterritoriali

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 Chi siamo? Nuova Planetario Viaggi spa, è un azienda autonoma, che opera nel settore del turismo, ma è anche

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

Lista n. 3 UNITI PER L AGRARIA PROGRAMMA ELETTORALE TRADIZIONE INNOVAZIONE SVILUPPO

Lista n. 3 UNITI PER L AGRARIA PROGRAMMA ELETTORALE TRADIZIONE INNOVAZIONE SVILUPPO Lista n. 3 UNITI PER L AGRARIA PROGRAMMA ELETTORALE TRADIZIONE INNOVAZIONE SVILUPPO ELENCO CANDIDATI Candidato alla carica di Presidente Fabio Colaiacomo nato a Roma il 14 marzo 1969 residente a Campagnano

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 Antonio PIZZINATO scaletta Relazione -Teniamo questa riunione del Comitato regionale ANPI Lombardia, per compiere una riflessione sull attuale

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI 1 MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI Quest iniziativa è lanciata, in occasione di Expo 2015, dalle reti internazionali degli attori pubblici, associativi e

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Assemblea elettiva CNA Cesena Val Savio. 8 Maggio 2013. A cura dell Ufficio Comunicazione

RASSEGNA STAMPA. Assemblea elettiva CNA Cesena Val Savio. 8 Maggio 2013. A cura dell Ufficio Comunicazione RASSEGNA STAMPA Assemblea elettiva CNA Cesena Val Savio 8 Maggio 2013 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì Cesena CNA Associazione Provinciale di Forlì-Cesena Via Pelacano, 29 / 47122 Forlì Tel.

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA

PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA Finalità: Obiettivo generale Rafforzare l attrattività e la competitività dell area-programma ASSI PRIORITARIE 1 Ambiente, trasporti e integrazione territoriale sostenibile

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

Discorso per Piano strategico Atri, 30 maggio 2009. Il polo universitario quale opportunità di recupero della centralità territoriale

Discorso per Piano strategico Atri, 30 maggio 2009. Il polo universitario quale opportunità di recupero della centralità territoriale Discorso per Piano strategico Atri, 30 maggio 2009 Il polo universitario quale opportunità di recupero della centralità territoriale 1) Breve storia di Atri e dei corsi L Università degli studi di Teramo

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali COS È Il tempo per noi nasce da una riflessione attorno alla crescente influenza che i nuovi strumenti di comunicazione hanno nella vita di ciascuno di noi, nel cambiamento di abitudini e comportamenti

Dettagli

Diogene ha trovato A.N.A.B. ArchitetturaNaturale

Diogene ha trovato A.N.A.B. ArchitetturaNaturale Diogene ha trovato A.N.A.B. ArchitetturaNaturale Da: Eugenio Ronchetti A: olver Zaccanti Inviato: Lunedì 7 Luglio 2014 21:39 Oggetto: io, Diogene

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue 16 aprile 2015 Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue Articolo pubblicato il: 16/04/2015 "Benissimo gli incentivi e gli strumenti per la crescita, ma lo strumento principe

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI

SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI SFRUTTARE LE OPPORTUNITA OFFERTE DALL EUROPA I FONDI EUROPEI 1. IL CONTESTO 1.1 Flusso entrate/uscite: il saldo negativo per l Italia I progetti finanziati dalla Commissione Europea sono una risorsa preziosa

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio

Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio Flash** Come salvare il vostro matrimonio. Come un avvocato divorzista può aiutare un matrimonio di Laurie Israel* Uno degli aspetti più interessanti e soddisfacenti del mio lavoro è assistere le persone

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Statuto del Comitato Genitori I.C. Da Rosciate 2009 1 Istituto Comprensivo A. Da Rosciate STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Il Comitato dei Genitori è uno degli organi che consente la partecipazione dei

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 11 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) 3 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 OTTOBRE

Dettagli

Per coloro che ancora non mi conoscono mi presento: io sono Piero Casoli, Presidente dell Associazione Il Mulino Onlus.

Per coloro che ancora non mi conoscono mi presento: io sono Piero Casoli, Presidente dell Associazione Il Mulino Onlus. Relazione introduttiva del nostro Presidente Buonasera a tutti, per prima cosa desidero ringraziare sentitamente tutti i presenti ed anche chi, purtroppo, per impedimenti personali non è potuto intervenire

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Art. 1 E costituita l associazione: TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Associazione fra Guide Escursionistiche Ambientali o Accompagnatori

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014 giovedì 3 aprile 2014 RASSEGNA STAMPA SCUOLA E LAVORO L istruzione tecnica entra nei cluster Il Sole 24 Ore pag. 15 del 03/04/2014 L eccellenza nell industria nasce dal cuore Il Mattino pag. 39 del 03/04/2014

Dettagli

0481.489000-339.1019947 francy.tubetti@libero.it

0481.489000-339.1019947 francy.tubetti@libero.it CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo di Residenza Telefono e-mail TUBETTI FRANCESCA VIA III ARMATA, 97 34070 FOGLIANO REDIPUGLIA (GO) 0481.489000-339.1019947 francy.tubetti@libero.it

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

25 OTTOBRE 2005 181 INTERPELLANZA PRESENTATA DAI CONS. VOLPI G. NOCCHI VITTORI DECHECCHI COSTA GAZZARRI

25 OTTOBRE 2005 181 INTERPELLANZA PRESENTATA DAI CONS. VOLPI G. NOCCHI VITTORI DECHECCHI COSTA GAZZARRI 25 OTTOBRE 2005 n. 181 INTERPELLANZA PRESENTATA DAI CONS. VOLPI G. NOCCHI VITTORI DECHECCHI COSTA GAZZARRI e CANNITO PER SOSTENERE E PROMUOVERE IL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE E LA FINANZA LOCALE Potremmo

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA Premessa Il Comune di Colonna istituisce il "Consiglio Comunale dei Ragazzi" (CCR), come previsto dall'art. 5 Bis dello Statuto Comunale

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia VIII LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 23 Presentata dai consiglieri Zorzini, Fontanelli, Petris

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015

DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 Articoli 13/04/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 10 Battaglia sull' Authority regionale unica 1 13/04/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 18 Lo spazio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA AL VIA PER L ESTATE LE NAVETTE TORINO-LAGO MAGGIORE. Tutte le domeniche dal 30 giugno al 30 settembre

COMUNICATO STAMPA AL VIA PER L ESTATE LE NAVETTE TORINO-LAGO MAGGIORE. Tutte le domeniche dal 30 giugno al 30 settembre COMUNICATO STAMPA Torino, 26 giugno 2013 AL VIA PER L ESTATE LE NAVETTE TORINO-LAGO MAGGIORE Tutte le domeniche dal 30 giugno al 30 settembre Torna anche questa estate la navetta Torino-Lago Maggiore che

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli