Francesca Masini Università Roma Tre & Università di Bologna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Francesca Masini Università Roma Tre & Università di Bologna fmasini@uniroma3.it"

Transcript

1 Francesca Masini Università Roma Tre & Università di Bologna

2 La morfologia studia il modo in cui sono fatte le parole semplici vs. complesse, derivazione vs. flessione La sintassi studia come le parole si combinano tra loro il corso di linguistica il corso di linguistica è molto interessante... 2

3 Tuttavia esistono combinazioni di parole che hanno una parvenza sintattica ma non si comportano come normali sintagmi casa di cura gratta e vinci prendere freddo bandire un concorso gravemente malato chi la fa l'aspetti 3

4 locuzioni espressioni idiomatiche (idioms) espressioni fisse (espressioni) polirematiche espressioni multiparola unità lessicali multiparola unità lessicali superiori collocazioni formule fraseologismi... 4

5 Strutturalismo (ma già prima) e post-strutturalismo Bally (1951[1909]): locutions phraséologiques Saussure [1922[1916]]: locutions toutes faites Benveniste (1966): synapsie Martinet (1967): sinthème Tradizione francese locution, expression figé Tradizione empirista inglese collocation, phraseology Studi di psicolinguistica prefab, formulaic expressions / formulae 5

6 Idioms Grammatica Generativa idioms come anomalia (periphery vs. core grammar) Construction Grammar idioms come normalità 6

7 Approccio non modulare L'unità di base dell'analisi linguistica è la costruzione La costruzione è un'associazione convenzionalizzata di una forma e di un significato Non c'è un confine netto tra lessico e sintassi La presenza di fenomeni intermedi è prevista gli idioms trovano posto nel continuum lessico-sintassi... 7

8 Construction type Morpheme Word Complex word Complex word (partially filled) Idiom (filled) Idiom (partially filled) Covariational Conditional Ditransitive (double object) Passive Examples pre-, -ing avocado, anaconda, and daredevil, shoo-in [N-s] (for regular plurals) going great guns, give the Devil his due jog <someone s> memory, send <someone> to the cleaners the Xer the Yer (e.g. the more you think about it, the less you understand) Subj V Obj1 Obj2 (e.g. he gave her a fish taco; he backed her a muffin) Subj aux VPpp (PP by ) (e.g. the cat was hit by a car) 8

9 Encoding vs. decoding idioms answer the phone 'rispondere al telefono' vs. kick the bucket 'tirare le cuoia' Grammatical vs. extragrammatical idioms spill the beans 'vuotare il sacco' vs. all of a sudden 'all'improvviso' Substantive (lexically filled) vs. formal (lexically open) going great guns 'andare alla grande' vs. the X-er the Y-er 'più X più Y' Idioms with vs. without pragmatic point by and large 'tutto sommato' vs. see you later 'a dopo' Fillmore, Kay & O Connor (1988) 9

10 inglese truckdriver lit. camion+guidatore 'camionista' tedesco Haustür lit. casa+porta porta di casa spagnolo pelirrojo lit. pelle+rosso pellerossa italiano portalettere olandese grootvader lit. grande+padre nonno portoghese passatempo lit. passa+tempo passatempo 10

11 Produttività train-spotter, truckdriver MA court martial Trasparenza semantica watchmaker vs. silver-fish (an insect) Accento watchmaker, engine oil MA country house beautiful picture, steel bridge Possibilità di operare modificazioni sintattiche modificazione: *a brilliantly white-board ellissi: *a watchmaker and a clock one Combinazioni aggettivo relazionale - nome urban policeman, tropical fish, medical building 11

12 Esempi casa di cura gratta e vinci prendere freddo bandire un concorso gravemente malato chi la fa l'aspetti... Espressioni multiparola 12

13 espressioni multiparola con valore pragmatico formule, proverbi, esclamazioni,... molto piacere, meglio tardi che mai, mamma mia! espressioni multiparola con funzione grammaticale o di coesione testuale preposizioni complesse, congiunzioni complesse,... di fronte a, così come, nonostante ciò espressioni multiparola con funzione lessicale o referenziale nomi complessi, predicati complessi,... armi e bagagli, tirare le cuoia, fare acqua,... 13

14 Esempi casa di cura gratta e vinci prendere freddo bandire un concorso gravemente malato Ci sono delle differenze... 14

15 Bally (1951[1909]) distingue tra unità fraseologiche vere e proprie serie fraseologiche combinazioni "usuali" AVV+AGG N+AGG V+AVV gravemente malato pioggia torrenziale rifiutare categoricamente selezione di un modificatore "usuale" da parte della testa 15

16 Unità fraseologiche casa di cura gratta e vinci prendere freddo Fissità paradigmatica *abitazione di cura *afferrare freddo Fissità sintagmatica *casa enorme di cura *gratta intensamente e vinci 16

17 Dove collochiamo il tipo bandire un concorso? Bally lo colloca tra le serie fraseologiche......ma non ha le stesse caratteristiche di rifiutare categoricamente è sì sintagmaticamente mobile hanno bandito proprio ieri un concorso per archivista il concorso per archivista lo hanno poi bandito? ma non è paradigmaticamente mobile la selezione di bandire è obbligatoria 17

18 fissità sintagmatica fissità paradigmatica grado di "usualità" o familiarità espressioni multiparola collocazioni combinazioni preferenziali 18

19 espressioni multiparola vere e proprie collocazioni combinazioni preferenziali fissità sintagmatica fissità paradigmatica familiarità Parole sintagmatiche Espressioni multiparola vere e proprie con una funzione lessicale/referenziale, che quindi formano lessemi ascrivibili alle classi di parole 19

20 TIPI N+AGG AGG+N N+N N+PREP+N/V INF X+CONG+X (BINOMI) Nomi cartellino ESEMPI carta telefonica, anima gemella seconda serata, terzo mondo conferenza stampa, effetto serra casa di cura, macchina da scrivere botta e risposta, gratta e vinci cessate il fuoco, fai da te 20

21 AGG+N inglese red tape 'tappeto rosso' russo knizhnyj magazin libreria N+AGG spagnolo luna nueva 'luna nuova' N+PREP+N N+N portoghese cadeira de rodas 'sedia a rotelle' inglese weather broadcast 'previsioni del tempo' russo komp juter-zal aula informatica X+CONG+X (binomi) tedesco Messer und Gabel coltello e forchetta olandese min of meer più o meno Nomi cartellino inglese do-it-yourself 'fai da te' 21 21

22 TIPI SV V+AGG V+(DET+)N V+AVV V+[PREP+N] V+CONG+V ESEMPI vuotare il sacco, chiudere la porta in faccia stare fresco, essere chiaro dare la mano, avere le paturnie, avere fame, fare scintille tirare su, darci dentro, buttare via, buttare lì essere di guardia andare e venire 22

23 TIPI PREP+(DET+)SN ESEMPI alla mano, fuori stagione PREP+(DET+)AGG in bianco, al verde X+CONG+X AGG+AGG AGG+N vero e proprio, acqua e sapone, usa e getta verde scuro, bianco sporco rosso ruggine, rosso mattone 23

24 TIPI PREP+(DET+)SN PREP+(DET+)AGG [PREP+N+PREP]+N N+[PREP+(DET+)N] PREP+(DET+)N+PREP+(DET+)N/AGG X+CONG+X N i +PREP+N i ESEMPI a rate, sulla carta, in teoria a caldo, al verde a portata di mano pancia all'aria dalla padella alla brace di punto in bianco avanti e indietro, notte e giorno porta a porta 24

25 [N+PREP+N] N carta di credito abito da sera [cfr. Benveniste 1966: sinapsi] [V+e+V] N/AGG usa e getta tira e molla [cfr. Masini & Thornton 2007] 25 25

26 26 26

27 Italiano e lingue romanze N+PREP+N Inglese N+N Russo A+N (o N) it. casa di campagna country house zagorodnyj dom fr. maison de campagne it. elaboratore di testi word processor tekstovyj redaktor it. orologio da polso wristwatch naruchnye chasy it. legna da ardere firewood drova fr. bois de chauffage it. giacca a vento windbreaer sportivnaja kurtka it. cucina a gas gas cooker gazovaja plità it. abito da sera evening dress vechernee plat e 27

28 TIPO [N+di+N] N [N+a+N] N [N+da+N] N [N+in+N] N [N+per+N] N [N+conr+N] N [N+su+N] N ESEMPI casa di cura giacca a vento ferro da stiro ballo in maschera cibo per cani corsa con handicap hockey su prato 28

29 Struttura sintagmatica [N + PP] NP [[la casa] NP [del vicino] PP ] NP [[la casa] NP [di cura] PP ] NP Plurale [[le case] NP [del vicino] PP ] NP [[le case] NP [di cura] PP ] NP 29

30 Insostituibilità con quasi-sinonimi casa di cura vs. *abitazione di cura ballo in maschera vs. *danza in maschera Invariabilità della non testa *casa di cure vs. casa di cura *gioco di carta vs. gioco di carte 30

31 Inseparabilità (e non modificabilità dei costituenti interni) *una casa accogliente di cura vs. una [casa di cura] accogliente *una sala illuminata da pranzo vs. una [sala da pranzo] illuminata Non modificabilità (impossibilità di inserire il determinante) *casa della cura vs. casa di cura *giacca al vento vs. gioco di carte MA macchina della verità, casa dello studente, ecc. *macchina di verità, *macchina della pura verità 31 31

32 PREP PREP+DET (il,lo,la,i,gli,le un,uno,una) di 3843 di+det 1986 a 397 a+det 728 da 189 da+det 311 in 28 in+det 204 per 41 per+det 33 con 9 con+det 24 su 30 su+det 32

33 Anafora *Ha indossato la giacca a vento i perché pro i tirava forte Dislocazione *Era di cura quella casa? 33

34 34 34

35 Immodificabilità Ho comprato uno stupidissimo gratta e vinci *Ho comprato un gratta e sicuramente vinci MA: Gratta e vinci subito Ordine fisso un estenuante tira e molla *un estenuante molla e tira MA: un estenuante tira e molla molla e tira 35

36 Invariabilità un gratta e sosta due gratta e sosta Fissità paradigmatica *sfrega e sosta vs. gratta e sosta *tira e lascia vs. tira e molla MA: gratta e perdi 36

37 La base verbale deve essere uguale alla forma imperativa (cfr. Masini & Thornton 2007) come per i composti V+N (portalettere, rompiscatole) VeV imperativo 3 A persona sing. tema scalisiano mordi *morde *morde mordi e fuggi fuggi *fugge fuggi va(i) e vieni va(i) va *anda vieni viene *veni 37

38 Come rappresentiamo le parole sintagmatiche in un approccio costruzionista? Come costruzioni con funzione lessicale e forma di tipo sintagmatico... FORMA: [Y X] Z FUNZIONE: <...>... che vengono messe in relazione tra loro all'interno di una gerarchia di eredità che permette allo stesso tempo di: generalizzare e cogliere i tratti comuni a una serie di costruzioni specificare e quindi cogliere i tratti particolari di ogni singola costruzione o famiglia di costruzioni 38

39 [N PREP Y] N Costruzione lessicale (CL) astratta <a kind of N thas has to do with Y> [N1 PREP N2] N CL intermedia Livello 1 <a kind of N thas has to do with Y> [N1 a N2] N CL intermedia Livello 2 [N1 di N2] N CL intermedia Livello 2 [mulino a vento] N CL specificata (=parola sintagmatica) [carta di credito] N CL specificata (=parola sintagmatica) I N S T A N T I A T I O N 39

40 [N1 de N2] N <a kind of N1 thas has to do with N2> [N1 de N2 OBJECT ] N <a kind of N1 that is part of N2> [verre de lampe] N paralume [N1 de N2 CIRCUMSTANCE ] N <a kind of N1 that is used in N2> [tenue de soirée] N abito da sera [N1 de N2 GROUP_OF_PEOPLE ] N <a kind of N1 that is typical of N2> [robe d avocat] N toga 40

41 [X1 CONJ X2] Y Costruzione lessicale (CL) astratta <a kind of Y that refers to a frame defined by X1 and X2> [V1 STEM e V2 STEM ] N/ADJ CL intermedia Livello 1 <a kind of N/ADJ thas refers to a frame defined by V1-ing and V2-ing> [copia e incolla] N_EVENT [radi e getta] N_OBJECT CL specificate [V1 STEM e ri-v2 STEM ] ADV (where V1=V2) CL intermedia Livello 2 [gira e ri-gira] ADV [pensa e ri-pensa] ADV CL specificate I N S T A N T I A T I O N 41

42 [V1 STEM e V2 STEM ] N/ADJ CL intermedia Livello 1 <a kind of N/ADJ thas refers to a frame defined by V1-ing and V2-ing> [V1 STEM e V2 STEM ] N_EVENT CL intermedia Livello 2 where V1=opposite of V2 <a kind of event noun that consists in the (reiterated, by one or more subjects) alternation of the two opposite actions V1 and V2> e.g. tira e molla, va e vieni 42

43 [V1 STEM e fuggi/scappa] N_EVENT CL intermedia Livello 2 <an event that is performed too quickly> e.g. mordi e fuggi, prendi e scappa, vedi e fuggi [V1 STEM e getta/butta] N_EVENT CL intermedia Livello 2 <an event that is performed only once, in a consumeristic way> e.g. usa e getta, parla e getta, metti e butta 43

44 Strategie di formazione di lessemi morfologiche sintagmatiche Le parole sintagmatiche hanno le proprietà funzionali delle parole (o meglio dei lessemi), ma struttura sintagmatica (pur con delle restrizioni rispetto ai normali sintagmi) Strutture come le parole sintagmatiche e le espressioni multiparola in genere trovano una naturale spiegazione all'interno dell'approccio costruzionista 44

45 Bally, Ch. (1951 [1909]), Traité de stylistique française, Vol. I, Parigi, Librairie C. Klincksieck. Becker, J. D. (1975), The phrasal lexicon, in Nash-Webber, Bonnie L. & Roger Schank (a cura di), Theoretical Issues in Natural Language Processing 1, Cambridge, Bolt Beranek and Newman Inc., Benveniste, É. (1966), Différentes formes de la composition nominale en français, in Bulletin de la Société de Linguistique de Paris 61 (1), Booij, G. (2002), Constructional idioms, morphology and the Dutch lexicon, in Journal of Germanic Linguistics 14 (4), Booij, G. (2005), Compounding and derivation: evidence for Construction Morphology, in Dressler, W. U. et al. (eds), Morphology and its Demarcations, Amsterdam, Benjamins, Booij, G. (2009), Lexical integrity as a formal universal: a constructionist view, in Scalise, S. et al. (eds.) Universals of language today, Berlin, Springer Science+Business Media, Croft, W. (2003), Radical Construction Grammar, Oxford, Oxford University Press. Fillmore, Ch. J., Kay, P. & M. C. O Connor (1988), Regularity and idiomaticity in grammatical constructions: the case of let alone, in Language 64 (3), Giegerich, H. J. (2005), Lexicalism and Modular Overlap in English, in SKASE Journal of Theoretical Linguistics 2 (2): Goldberg, A. (1995), Constructions, Chicago, The University of Chicago Press. Goldberg, A. (2006), Constructions at Work, Oxford, Oxford University Press. Makkai, A. (1972), Idiom Structure in English, L Aja, Mouton. Martinet, A. (1967), Syntagme et synthème, in «La linguistique» 2, Masini, F. (2007), Parole sintagmatiche in italiano, Ph.D. dissertation, Roma Tre University. Masini, F. (2008), Phrasal words, compounds and phrases. A constructionist perspective, paper presentato al "Workshop on Naming Strategies", Freie Universität Berlin, 6-7 ottobre Masini, F. (in stampa), Combinazioni di parole e parole sintagmatiche, Undisclosed Festschrift, Roma, Bulzoni. Masini, F. & A. M. Thornton (2007), Italian VeV lexical construction, talk at MMM6, Ithaca, 27-30/09/2007. Mel čuk, I. (1998), Collocations and Lexical Functions, in Cowie, Anthony P. (a cura di), Phraseology. Theory, Analysis, and Applications, Oxford, Oxford University Press, Moon, R. (1998), Fixed Expressions and Idioms in English: A Corpus-based Approach, Oxford, Clarendon Press. Saussure, F. de (1922[1916]), Cours de linguistique générale, Parigi, Payot. Scalise, S. (1983), Morfologia lessicale, Padova, Clesp. Scalise, S. (ed.) (1992), The morphology of compounding, Rivista di Linguistica 4 (1). Thornton, A. M. (2005), Morfologia, Rome, Carocci. Voghera, M. (2004), Polirematiche, in Grossmann, Maria & Franz Rainer (a cura di), La formazione delle parole in italiano, Tübingen, Max Niemeyer Verlag, Wray, A. (2002), Formulaic Language and the Lexicon, Cambridge, Cambridge University Press. 45

(1) casa di cura, prendere freddo, bandire un concorso, rifiutare categoricamente

(1) casa di cura, prendere freddo, bandire un concorso, rifiutare categoricamente Combinazioni di parole e parole sintagmatiche * Francesca Masini 1. Introduzione Spesso la morfologia è definita come lo studio della struttura delle parole, mentre la sintassi è definita come lo studio

Dettagli

COS È LA GRAMMATICA DELLE COSTRUZIONI?

COS È LA GRAMMATICA DELLE COSTRUZIONI? 10/12/15 Corso di LINGUE E LINGUAGGIO (LM) prof. N. Grandi Università di Bologna COS È LA GRAMMATICA DELLE COSTRUZIONI? Francesca Masini Università di Bologna francesca.masini@unibo.it 10/12/15 Masini

Dettagli

Verso una tipologia delle costruzioni di discorso

Verso una tipologia delle costruzioni di discorso Università Roma Tre - Manoscritto - 21 marzo 2007 Verso una tipologia delle costruzioni di discorso Elisabetta Bonvino bonvino@uniroma3.it Francesca Masini fmasini@uniroma3.it 1. Premessa 1.1. Definizioni

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

Insegnare italiano L2: la sintassi

Insegnare italiano L2: la sintassi L apprendimento dell italiano L2 Insegnare italiano L2: la sintassi Cecilia Andorno Una domanda preliminare, anzi due Che cosa bisogna insegnare? ovvero: 1. Che cosa c è da imparare? 2. Che cosa sa (già)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

Vincenzo Lombardo. Informatica e studio del linguaggio

Vincenzo Lombardo. Informatica e studio del linguaggio Vincenzo Lombardo Informatica e studio del linguaggio L accesso elettronico alla conoscenza vincenzo@mfn.unipmn.it Il linguaggio naturale E il principale veicolo della comunicazione Esistono grandi moli

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Ambiguità delle parole. Ambiguità. Omografia e ambiguità. Ambiguità grammaticale. Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate:

Ambiguità delle parole. Ambiguità. Omografia e ambiguità. Ambiguità grammaticale. Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate: Ambiguità Ambiguità delle parole Le lingue sono, per loro natura ambigue e sfumate: Una parola può avere più di una funzione o più di un significato Una frase può avere più di un significato ella lingua

Dettagli

Sintassi 1. (1) Sintassi: si occupa della combinazione di parole in frasi e della struttura delle frasi stesse.

Sintassi 1. (1) Sintassi: si occupa della combinazione di parole in frasi e della struttura delle frasi stesse. LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada alentini Mat. 8 Sintassi 1 (1) Sintassi: si occupa della combinazione di parole in frasi e della struttura delle frasi stesse. A. Il livello

Dettagli

(L-LIN/01-Glottologia e Linguistica) Linguistica generale 1a Strutture del linguaggio. a.a.2009-2010 (M-Z) Anna Pompei

(L-LIN/01-Glottologia e Linguistica) Linguistica generale 1a Strutture del linguaggio. a.a.2009-2010 (M-Z) Anna Pompei (L-LIN/01-Glottologia e Linguistica) Linguistica generale 1a Strutture del linguaggio a.a.2009-2010 (M-Z) Anna Pompei Componente della grammatica che si occupa della frase e delle altre combinazioni possibili

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

Combinazione di parole. La Sintassi

Combinazione di parole. La Sintassi Combinazione di parole. La Sintassi Una lingua non è fatta soltanto di parole isolate, ma anche di combinazioni di queste parole Non tutte le combinazioni di parole sono possibili, non tutte suonano grammaticali

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciassette

U Corso di italiano, Lezione Diciassette 1 U Corso di italiano, Lezione Diciassette U Oggi, facciamo un esercizio M Today we do an exercise U Oggi, facciamo un esercizio D Noi diremo una frase in inglese e tu cerca di pensare a come dirla in

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

DALLA MORFOLOGIA ALLA SINTASSI

DALLA MORFOLOGIA ALLA SINTASSI DALLA MORFOLOGIA ALLA SINTASSI MORFOLOGIA = STUDIO DELLA FORMAZIONE DELLA LINGUA. SINTASSI = STUDIO DEI RAPPORTI CHE LE PAROLE HANNO TRA LORO, DEI LORO RUOLI ALL INTERNO DELLA FRASE LA MORFOLOGIA GUARDA

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

La tombola delle frasi

La tombola delle frasi Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Adele Spagnolo e Elisabetta Di Clemente La tombola delle frasi Prevenzione e recupero

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August)

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) (Before doing this homework, you might want to review the blendspaces we used in class during level 2 at https://www.blendspace.com/classes/87222)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015 Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan -III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433.

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Il volume si presenta come un manuale di introduzione alla teoria della sintassi per studenti universitari di

Dettagli

1. La sintassi. (Basile, G. et al., 2010, Linguistica generale, Roma, Carocci)

1. La sintassi. (Basile, G. et al., 2010, Linguistica generale, Roma, Carocci) Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2011 / 2012 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. La sintassi Sintassi (greco sýntaxis, syn 'insieme'

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI PERUGIA UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI PERUGIA LINGUA PARLATA E RESTRIZIONI LESSICALI. Analisi di una tipologia di polirematiche del Lessico di frequenza dell italiano parlato. di Elena Tanganelli 1. Introduzione

Dettagli

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we?

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we? Lesson 1 (A1/A2) Verbo to be tempo presente Forma Affermativa contratta Negativa contratta Interrogativa Interrogativo-negativa contratta I am ( m) I am not ( m not) Am I? Aren t I? you are ( re) you are

Dettagli

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front.

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front. chap. 2A irregular are verbs.notebook August 14, 2013 Fate Ora: Complete each sentence with the correct word/verb from the choices given. 1. Mi piace a calcio con i miei amici. (gioco, giochiamo, giocare)

Dettagli

1. Aspetti semiotici delle lingue dei segni. Asse sintagmatico nelle lingue verbali: l uomo legge un libro

1. Aspetti semiotici delle lingue dei segni. Asse sintagmatico nelle lingue verbali: l uomo legge un libro Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2014 / 2015 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. Aspetti semiotici delle lingue dei segni Asse

Dettagli

Modelli della competenza linguistica. Modelli e dati empirici. Il segno saussuriano. Modelli basati su inventari

Modelli della competenza linguistica. Modelli e dati empirici. Il segno saussuriano. Modelli basati su inventari Modelli e dati empirici Modelli della competenza linguistica Il linguaggio è suono con significato Quindi, sapere una lingua vuol dire avere la capacità di - rappresentarsi internamente i suoni; - rappresentarsi

Dettagli

Gli insegnenti del Liceo Scientifico e della Sez. Tecnica consigliano lo svolgimento dei seguenti compiti durante le vacanze estive:

Gli insegnenti del Liceo Scientifico e della Sez. Tecnica consigliano lo svolgimento dei seguenti compiti durante le vacanze estive: NUOVI ISCRITTI ALLE CLASSI PRIME PER L'a.s. 2009/10 Gli insegnenti del Liceo Scientifico e della Sez. Tecnica consigliano lo svolgimento dei seguenti compiti durante le vacanze estive: LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Il format narrativo: Puck s stories

Il format narrativo: Puck s stories EDUCARE I BAMBINI ALLA LINGUA INGLESE ROVIGO 17 MAGGIO 2013 Il format narrativo: Puck s stories flora.sisti@uniurb.it L APPROCCIO FORMAT Modello pedagogico Principi fondamentali Materiali Master online:

Dettagli

COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN. Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang.

COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN. Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang. Incontro di aggiornamento per Genitori COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN 17 Maggio 2008 Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang. Università di Liegi, Belgio Professore

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 7 IL TEMPO LIBERO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 IL TEMPO LIBERO DIALOGO PRINCIPALE DIALOGO PRINCIPALE A- Tatiana, ti ricordi che

Dettagli

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27.

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27 01 Welcome Pagina 8. Es. 1: Tante parole della lingua inglese le senti anche quando

Dettagli

LISTENING (comprensione orale) Comprendere semplici vocaboli e comandi con l aiuto della gestualità o di supporti visivi.

LISTENING (comprensione orale) Comprendere semplici vocaboli e comandi con l aiuto della gestualità o di supporti visivi. COMPETENZA CHIAVE LINGUA INGLESE Fonte di legittimazione Raccomandazione del Parlamento Europeo 18/12/2006 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Esegue semplici comandi mimati e dati

Dettagli

Fondamenti di Linguistica Semantica e Lessico Lezione 6: Semantica e struttura argomentale

Fondamenti di Linguistica Semantica e Lessico Lezione 6: Semantica e struttura argomentale Fondamenti di Linguistica Semantica e Lessico Lezione 6: Semantica e struttura argomentale Malvina Nissim malvina.nissim@unibo.it 17 Dicembre 2008 Classi di verbi significato denotativo aspetto (Aktionsart)

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA INSEGNAMENTO: LINGUA INGLESE / INGLESE SCIENTIFICO (A.A. 2012-2013) 7 CFU

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA INSEGNAMENTO: LINGUA INGLESE / INGLESE SCIENTIFICO (A.A. 2012-2013) 7 CFU UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA INSEGNAMENTO: LINGUA INGLESE / INGLESE SCIENTIFICO (A.A. 2012-2013) 7 CFU OBIETTIVI DEL CORSO

Dettagli

Articolazione delle prove. - comprensione locale del testo. - comprensione globale del testo. -competenza lessicale

Articolazione delle prove. - comprensione locale del testo. - comprensione globale del testo. -competenza lessicale Articolazione delle prove 1. La competenza TESTUALE 2. La competenza GRAMMA TICALE 3. La competenza LESSICALE - coesione testuale - coerenza testuale - inferenze - registro a. morfologia verbale, b. sistema

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

categorie flessionali (genere, numero, caso, tempo, persona...)

categorie flessionali (genere, numero, caso, tempo, persona...) Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2010 / 2011 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia / Dr.ssa Francesca Strik Lievers (giorgio.arcodia@unimib.it / francesca.striklievers@gmail.com)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sedici

U Corso di italiano, Lezione Sedici 1 U Corso di italiano, Lezione Sedici U Dove abiti? M Where do you live? U Dove abiti? D Abito nella città vecchia, davanti alla chiesa. F I live in the old town, in front of the church. D Abito nella

Dettagli

Italian Section 28 - Online activitites

Italian Section 28 - Online activitites No. 01 Il tempo The weather Piove C'è il sole. Nevica. Sono tutto bagnato. Ho caldo. Ho freddo. Aiuto! I'm wet. I'm cold Help! No. 02 Gioco di memoria Memory game c'è il sole ho caldo ho freddo I'm cold.

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

Fate Ora: 1. quaderno é rosso. (my) Possessive Adjectives. Possessive Adjectives **Must agree in gender and number!!

Fate Ora: 1. quaderno é rosso. (my) Possessive Adjectives. Possessive Adjectives **Must agree in gender and number!! Fate Ora: Using the model, write that the object given belongs to the subject given. EX: macchina/marcello La macchina di Marcello. 1. la famiglia/carlo 2. la zia/ Maria e Giuseppe 3. la cognata/ Rosa

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 3^)

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 3^) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sette

U Corso di italiano, Lezione Sette 1 U Corso di italiano, Lezione Sette M Two friends meet at the restaurant U Ciao, Paola M Hi, Paola U Ciao, Paola D Ciao Francesco, come stai? F Hi Francesco, how are you? D Ciao Francesco, come stai?

Dettagli

CHIAVI DEGLI ESERCIZI

CHIAVI DEGLI ESERCIZI Lycée Blaise-Cendrars/ sr + cr Febbraio 2012 Unità 1 : 1. Completa con il verbo essere. 2. sono 3. Siamo 4. Siete 5. Sei 6. Sono CHIAVI DEGLI ESERCIZI 2. Metti le frasi dell esercizio 1 alla forma negativa.

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE CURRICOLO DI LINGUA INGLESE 1^ e 2^ anno RICEZIONE ORALE Comprendere espressioni di uso quotidiano finalizzate alla soddisfazione di bisogni elementari Gestire semplici scambi comunicativi Comprendere

Dettagli

Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2

Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2 Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2 1) Conoscenze e abilità da conseguire L obiettivo di questo corso è di portare gli studenti al livello A2 o soglia, così definito dal Quadro comune Europeo

Dettagli

Ciao capitolo 5 5.1. Verbi irregolari in -are

Ciao capitolo 5 5.1. Verbi irregolari in -are Ciao capitolo 5 5.1 Verbi irregolari in -are andare to go vado vai andiamo andate va vanno andare vado andiamo vai andate va vanno Vado a Roma casa scuola teatro letto piedi caccia pesca studiare prendere

Dettagli

CORSO SERALE PROGETTO SIRIO

CORSO SERALE PROGETTO SIRIO Via S. Pertini 8, 40033 Casalecchio di Reno (BO) - Dist.29 Tel: 051 2986511 Fax: 051 6130474 C.F..92001450375 segreteria@salvemini.bo.it - wwww.salvemini.bo.it CORSO SERALE PROGETTO SIRIO PIANO DI LAVORO

Dettagli

Curricolo verticale: coordinazione e subordinazione per ASLI scuola 7.4.2014. Daniela Notarbartolo

Curricolo verticale: coordinazione e subordinazione per ASLI scuola 7.4.2014. Daniela Notarbartolo Curricolo verticale: coordinazione e subordinazione per ASLI scuola 7.4.2014 Daniela Notarbartolo Collocazione Nella pratica didattica ordinaria questo argomento si colloca o all interno della morfologia

Dettagli

ANDIAMO IN DISCOTECA

ANDIAMO IN DISCOTECA ANDIAMO IN DISCOTECA John Ciao. Nadia: Ciao, come ti chiami? John: Mi chiamo John Coker Appiah. E tu? Nadia: Mi chiamo Nadia Nannini. John: Sei italiana? Nadia: Si, sono di Pordenone e tu? John: Io sono

Dettagli

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città.

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. IN GIRO PER LA CITTÀ In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. Allora, ragazzi, ci incontriamo oggi pomeriggio alle 3.00 in

Dettagli

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P Libro di testo: NETWORK 1, Paul Radley (OUP) Student s Book e Workbook, Student s Audio CD, Class Audio CDs, My Digital Book

Dettagli

Dall apprendimento alla didattica

Dall apprendimento alla didattica Dall apprendimento alla didattica l apprendimento sarebbe dato dalla trasformazione di una prestazione da controllata in automatica, attraverso la conversione di conoscenze dichiarative o esplicite in

Dettagli

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web.

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web. Corso di Ontologie e Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie Prof. Alfio Ferrara, Prof. Stefano Montanelli Definizioni di Semantic Web Rilievi critici Un esempio Tecnologie e linguaggi

Dettagli

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti)

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) La seguente scansione dei saperi è da considerare come indicazione di massima. Può essere utilizzata in modo flessibile in riferimento ai diversi libri di testo

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA! tel. 06 121125965 fax. 0668300813 www.liceostatalevirgilio.gov.it

Dettagli

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ PA

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ PA ROGRAMMA SVOLTO agina 1 di 5 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ A DOCENTE Savigni Antonia DISCILINA Inglese LIBRO DI TESTO IN ADOZIONE: AUTORE Bartram Walton. TITOLO Think English vol. 1 e 2 CASA EDITRICE

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 Ordine delle parole in italiano 2 2 Sintagmi e ordine dei costituenti 3 3 I test di costituenza 3 4 Grammatica dell italiano

Dettagli

Sonia Cristofaro, Università di Pavia. Semantic maps and mental representation

Sonia Cristofaro, Università di Pavia. Semantic maps and mental representation Sonia Cristofaro, Università di Pavia Semantic maps and mental representation 1. Premessa Il presente articolo mira ad esaminare le implicazioni di modelli di multifunzionalità cross-linguistica, così

Dettagli

MI ESPRIMO PER CONDIVIDERE

MI ESPRIMO PER CONDIVIDERE DIREZIONE DIDATTICA DI GUARDIAGRELE anno scolastico 2010-11 UNITÀ DI APPRENDIMENTO N.1 CLASSE 5^ MI ESPRIMO PER CONDIVIDERE OTTOBRE - NOVEMBRE FINALITÀ Acquisire i linguaggi delle varie discipline. Sperimentare

Dettagli

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta)

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta) Teoria tematica Ogni predicato ha una sua struttura argomentale, richiede cioè un certo numero di argomenti che indicano i partecipanti minimalmente coinvolti nell attività/stato espressi dal verbo stesso.

Dettagli

Risposte alle domande del Capitolo 4

Risposte alle domande del Capitolo 4 Linguistica generale, 2e Giovanni Gobber, Moreno Morani Copyright 2014 McGraw Hill Education (Italy) 4.1 Qual è l oggetto di indagine della morfologia? Risposte alle domande del Capitolo 4 La morfologia

Dettagli

UN RIPASSO DELL ITALIANO I e II

UN RIPASSO DELL ITALIANO I e II UN RIPASSO DELL ITALIANO I e II GLI ARTICOLI INDETERMINATIVI Chi è? Identify the following people using the correct indefinite article. Esempio: Giorgio Pinti/ professore. Giorgio Pinti è un professore.

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Dipartimento di Scienze Umane a. a. 2015/2016

Dipartimento di Scienze Umane a. a. 2015/2016 Dipartimento di Scienze Umane a. a. 2015/2016 Programma di insegnamento per l anno accademico 2015/2016 Programma dell insegnamento d i: Laboratorio di lingua latina SSD dell insegnamento: LET0088 Classe

Dettagli

Liceo Linguistico e Liceo Socio Psico Pedagogico Sperimentale Bambin Gesù San Severino Marche PROGRAMMA SVOLTO

Liceo Linguistico e Liceo Socio Psico Pedagogico Sperimentale Bambin Gesù San Severino Marche PROGRAMMA SVOLTO Liceo Linguistico e Liceo Socio Psico Pedagogico Sperimentale Bambin Gesù San Severino Marche Anno Scolastico 2006/2007 PROGRAMMA SVOLTO DOCENTE: Cinzia Agostinelli MATERIA: Inglese Classe: 2 GRAMMATICA

Dettagli

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi Paul Pierre Broca Area di Broca L ipotesi più probabile è che i limiti delle sintassi delle lingue umane siano dovuti a una matrice di stampo biologico

Dettagli

weather like? It s ). Halloween. Halloween.

weather like? It s ). Halloween. Halloween. CLASSI QUARTE FIUGGI-ACUTO A.S. 2009/10 UNITÀ DI LAVORO N 1 Tempi: 1 bimestre ottobre-novembre Il lessico e le strutture già note. I cibi e le strutture per esprimere una preferenza (Do you like? Yes I

Dettagli

I sistemi di scrittura. Linguaggio orale e linguaggio scritto. La lettura di parole singole. Ipotesi della profondità ortografica

I sistemi di scrittura. Linguaggio orale e linguaggio scritto. La lettura di parole singole. Ipotesi della profondità ortografica Linguaggio orale e linguaggio scritto La percezione, comprensione e produzione del linguaggio parlato si sviluppano molto precocemente e sfruttano meccanismi biologici specializzati e universali La percezione,

Dettagli

IC T. CROCI PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE QUARTA SCUOLA PRIMARIA INGLESE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

IC T. CROCI PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE QUARTA SCUOLA PRIMARIA INGLESE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria INGLESE Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria comprende brevi messaggi orali e scritti, relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice,

Dettagli

La divisione del periodo e le proposizioni principali 1 Evidenzia i verbi. Poi dividi i periodi in proposizioni, riscrivendo ogni proposizione in una

La divisione del periodo e le proposizioni principali 1 Evidenzia i verbi. Poi dividi i periodi in proposizioni, riscrivendo ogni proposizione in una RECUPERO 32 Cognome e nome... Classe... Data... Recupero 32 La divisione del periodo e le proposizioni principali 1 Evidenzia i verbi. Poi dividi i periodi in proposizioni, riscrivendo ogni proposizione

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Italian II Chapter 9 Test

Italian II Chapter 9 Test Match the following expressions. Italian II Chapter 9 Test 1. tutti i giorni a. now 2. di tanto in tanto b. sometimes 3. ora c. earlier 4. tutte le sere d. usually 5. qualche volta e. every day 6. una

Dettagli

! Approvato AD Data 01/06/2013

! Approvato AD Data 01/06/2013 1 Dipartimento di: Lettere Linguistico: latino 1. COMPETENZE DISCIPLINARI 2. ARTICOLAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI Anno scolastico: 2014-2015 X Primo biennio Secondo biennio Quinto anno Competenze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che

Dettagli

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~- Pagina 1 di 5 Elena FNAS Da: "info FNAS" A: Data invio: mercoledì 24 giugno 2009 3.28 Oggetto: I: Corso di Biomeccanica Teatrale /Biomechanics course FORMAZIONE -----Messaggio

Dettagli

Struttura argomentale e Ruoli Semantici

Struttura argomentale e Ruoli Semantici Struttura argomentale e Ruoli Semantici Struttura argomentale La struttura argomentale di un verbo è il corredo di tutti i possibili argomenti del verbo e contiene le seguenti informazioni sulle complementazioni

Dettagli

I.C. "L.DA VINCI" LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INGLESE

I.C. L.DA VINCI LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INGLESE INGLESE Comprende brevi messaggi orali relativi ad ambiti familiari Descrive oralmente, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto Interagisce nel gioco seguendo semplici istruzioni Individua alcuni

Dettagli

Criteri distribuzionali per l analisi 1. Categorie e funzioni 4.

Criteri distribuzionali per l analisi 1. Categorie e funzioni 4. Criteri distribuzionali per l analisi 1. La classificazione categoriale delle parole in base a criteri distribuzionali si stabilisce sull osservazione delle possibilità combinatorie degli elementi che

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

PAROLE CHE FINISCONO IN CIA E GIA. ACACIE MAGIA MAGIE VALIGIA. VALIGIE ROCCIA ROCCE (senza la i) MANCIA MANCE PIOGGIA PIOGGE SPIAGGIA SPIAGGE

PAROLE CHE FINISCONO IN CIA E GIA. ACACIE MAGIA MAGIE VALIGIA. VALIGIE ROCCIA ROCCE (senza la i) MANCIA MANCE PIOGGIA PIOGGE SPIAGGIA SPIAGGE PAROLE CHE FINISCONO IN CIA E GIA. Le parole che terminano in cia e gia si comportano in maniera speciale quando diventano plurali. Eccoti degli esempi. SINGOLARE (uno) PLURALE (tanti) CAMICIA CAMICIE

Dettagli

Linguistica e didattica

Linguistica e didattica Linguistica e didattica cause della sordità: prenatale: 1. non adeguato sviluppo dell apparato uditivo 2. malattie infettive contratte dalla madre 3. intossicazione alimentare,fumo, alcohol, farmaci perinatale:

Dettagli

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ):

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ): Lesson 17 (B1) Future simple / Present continuous / Be going to Future simple Quando si usa Il future simple si usa: per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi

Dettagli

Questi fatti possono essere immessi come asserzioni (modalità consult). Se, poi, si formula un interrogazione come

Questi fatti possono essere immessi come asserzioni (modalità consult). Se, poi, si formula un interrogazione come Logica e Linguaggio Naturale L uso della logica nel trattamento del linguaggio naturale si articola in tre punti fondamentali: - il linguaggio Prolog è stato utilizzato nella costruzione di analizzatori

Dettagli

As hungry as a bear. Modulo CLIL sull alimentazione

As hungry as a bear. Modulo CLIL sull alimentazione As hungry as a bear Modulo CLIL sull alimentazione INSEGNANTI COINVOLTE SCUOLA PRIMARIA CORSO CLIL CLUSTER Barbara Gianessi Silvia Solerti Scuola Primaria Paritaria Il Cammino - Rimini Istituto Comprensivo

Dettagli

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga è un metodo per insegnare ai bambini, fin dall età prescolare ad acquisire la capacità di controllare la propria

Dettagli

Le lingue dei segni: luoghi comuni

Le lingue dei segni: luoghi comuni Le lingue dei segni: luoghi comuni La modalità visivo-gestuale non può sostituire in modo completo quella acustico-vocale (le lingue parlate e quelle segnate sviluppano le stesse aree cerebrali) La lingua

Dettagli

Fai il pieno di preposizioni!

Fai il pieno di preposizioni! Giochi Data 5 maggio 204 Livello A Fai il pieno di preposizioni! Istruzioni per l insegnante Materiale da preparare per ogni gruppo: Fotocopiate tabellone; Fotocopiate e ritagliate mazzo di tessere con

Dettagli

PIANO DI STUDI PERSONALIZZATI: LINGUA INGLESE CIRCOLO DIDATTICO COLLODI 2005/2006

PIANO DI STUDI PERSONALIZZATI: LINGUA INGLESE CIRCOLO DIDATTICO COLLODI 2005/2006 PIANO DI STUDI PERSONALIZZATI: LINGUA INGLESE CIRCOLO DIDATTICO COLLODI 2005/2006 Nel formulare questa programmazione curricolare si è rivolto una particolare attenzione alle abilità trasversali di base

Dettagli

Università degli Studi di Trento. Inglese Tedesco Spagnolo Francese Russo Italiano Portoghese

Università degli Studi di Trento. Inglese Tedesco Spagnolo Francese Russo Italiano Portoghese Università degli Studi di Trento Corsi di lingua - a. a. 2015/2016 - Libri di testo - Il libro di testo da utilizzare durante il corso è a carico dello studente. E necessario acquistare il libro prima

Dettagli

First, there must be a criterion for distinguishing parts of speech from other morphosyntactically

First, there must be a criterion for distinguishing parts of speech from other morphosyntactically Croft, W. (1991), Syntactic categories and grammatical relations: The cognitive organization of information, Chicago, Chicago University Press. Croft, W. (2000), Parts of speech as language universals

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE Riletti e rivisti alla luce delle nuove Indicazioni per il Curricolo nel settembre 2009 CURRICOLO DI INGLESE PRIMARIA e PRIMO BIENNIO Le competenze,

Dettagli