Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti. Lo sapevate?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti. Lo sapevate?"

Transcript

1 diagnostic Luglio 2007 Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti Gentile Dottore, ecco a lei il nuovo numero di Diagnostic News, la newsletter che IDEXX Laboratories invia a tutti i medici veterinari in Europa per informarli sulle novità nel settore della diagnostica veterinaria, nonché sui nuovi sviluppi ed aggiornamenti relativi alla nostra azienda. In questa edizione ci siamo occupati, in particolare, delle patologie del cavo orale del gatto. Troverá i risultati di un recente studio clinico americano, che ha evidenziato la chiara correlazione tra queste patologie e le infezioni da retrovirus felino. Inoltre, con l avvicinarsi della stagione delle vacanze estive, abbiamo pensato di inserire alcune notizie riguardo la titolazione degli anticorpi anti-rabbia e le direttive per gli spostamenti internazionali degli animali da compagnia, oltre che alcune informazioni sulla leishmaniosi. Ci auguriamo che possa trovare questa newsletter interessante ed utile nella Sua professione e La invitiamo ad inviarci per i suoi commenti, idee e suggerimenti: Grazie e buona lettura! Lo sapevate? Retrovirus felino e patologie del cavo orale Due patologie associate Uno studio condotto da IDEXX Laboratories negli Stati Uniti ha dimostrato la correlazione tra le patologie del cavo orale e le infezioni da retrovirus nei felini. In questo studio, denominato Oral Disease and Retrovirus Prevalence (Patologie del cavo orale e prevalenza del retrovirus), è stato rilevato chiaramente come i gatti affetti da patologie del cavo orale presentino un elevato rischio di positività per retrovirus. In letteratura veterinaria si trovano diversi articoli su una possibile correlazione tra le patologie del cavo orale e le infezioni da retrovirus felino, ma finora non erano mai stati condotti degli studi su una vasta popolazione di animali. Basandosi sulle informazioni fornite dai medici veterinari, si è visto come, in generale, si tenda a sottostimare l incidenza delle retrovirosi nei pazienti felini affetti da patologie del cavo orale. Per questo motivo, IDEXX ha deciso di intraprendere lo studio Patologie del cavo orale e prevalenza del retrovirus, per raccogliere dei dati più completi in merito. Che cosa rappresenta questo studio per i medici veterinari? Lo studio sulle patologie del cavo orale e la prevalenza del retrovirus felino ha rilevato che esiste una correlazione statisticamente significativa tra queste due patologie. La ricerca del virus della leucemia felina (FeLV) e del virus dell immunodeficienza felina (FIV) andrebbero perciò In questo numero Lo sapevate? 1 Retrovirus felino e patologie del cavo orale 1 Patologie del cavo orale e prevalenza del retrovirus felino 2 Quadri clinici di patologie orali nei gatti 3 Le malattie del cavo orale 3 Novitá sui prodotti 4 Mai più un referto SNAP perso 4 Il referto ottenuto con IDEXX VetLab Station 4 Le nuove cartucce per coagulazione Coag Dx IDEXX 5 Nuovi range di riferimento per il Lama 5 Consigli pratici 5 L esame parassitologico delle feci 5 Vet Med Lab 6 Ricerca degli anticorpi contro il virus della rabbia per cane, gatto e furetto 6 IDEXX seminari 6 Diagnosticare la leishmaniosi è una sfida globale 6 Leishmaniosi quadri clinici 7 Agenda Eventi 8

2 inclusi nei protocolli di salute orale felina e dovrebbero essere parte integrante degli esami di laboratorio pre chirurgici, da eseguire prima di eventuali procedure dentali. Si tratta di esami importanti per poter formulare una corretta prognosi in questi pazienti. Poiché l infezione da retrovirus ha importanti conseguenze sulla salute generale del paziente, l esame fornisce informazioni utili per cura e monitoraggio a lungo termine del paziente. Per una valutazione completa di un gatto affetto da una malattia del cavo orale, i chirurghi veterinari devono sapere se il loro paziente è positivo al retrovirus. L unico modo per scoprirlo è attraverso i test di laboratorio specifici. Riassorbimento odontoclastico in un gatto (Feline Odontoclastic Resorption Lesion o FORL) 1 Gatto su 7 affetto da patologie del cavo orale risulta positivo al test per retrovirus. Patologie del cavo orale e prevalenza del retrovirus felino Scopo dello studio È stato eseguito uno studio al fine di stabilire la prevalenza dell infezione da retrovirus nei felini affetti da patologie del cavo orale. Materiali e metodi È stato chiesto a dei veterinari liberi professionisti di testare i loro pazienti felini con patologie orali. È stato utilizzato il test combinato IDEXX SNAP FIV/FeLV per esaminare questa popolazione di gatti, nel periodo compreso tra gennaio e aprile Si ricorda che questo test comporta la ricerca dell antigene per la FeLV e la ricerca degli anticorpi per la FIV. I risultati sono stati inviati via fax per essere analizzati. Per determinare la prevalenza è stata calcolata la percentuale di risultati positivi riportata tra la popolazione di gatti affetti da patologie del cavo orale sottoposti ad esame. Risultati Sono stati esaminati un totale di gatti affetti da patologie del cavo orale. Sono stati compresi nello studio gatti affetti da gengivite, stomatite, placca, calcoli, patologie peridontali, lesioni da riassorbimento odontoclastico ed altre patologie del cavo orale identificate dal veterinario curante. Degli gatti esaminati, sono risultati positivi al retrovirus, con una prevalenza pari al 14,2% (Figura 1). Dei gatti dello studio affetti da gengivite, sono risultati positivi al retrovirus. Dei gatti affetti da stomatite, 467 sono risultati positivi al retrovirus (Figura 2). Alcuni gatti soffrivano sia di gengivite che di stomatite. Discussione Studi recenti hanno riportato una prevalenza di FeLV negli Stati Uniti pari al 3,3% ed una prevalenza di FIV pari al 3,4%. Nello studio IDEXX è stato rilevato una prevalenza superiore d infezione da retrovirus nei gatti con patologie del cavo orale. Lo studio indica infatti, che tra i gatti affetti da queste patologie, quasi uno su sette risulta positivo all infezione da retrovirus. Questo studio suggerisce l importanza dello screening nei gatti affetti da patologie del cavo orale, al fine di identificare la presenza di infezione da retrovirus, nonché una delle possibili cause sottostanti della presentazione clinica. Figura 1 Patologie del cavo orale e infezione da retrovirus In uno studio condotto negli Stati Uniti, il 14,2% dei gatti affetti da patologie del cavo orale è risultato positivo all infezione da retrovirus: infezione da FIV, infezione da FeLV o da entrambi i virus*. Nel grafico che segue, Vengono presentate in dettaglio le percentuali relative alle infezioni da FIV e da FeLV rispetto ai dati sulla prevalenza a livello nazionale. 10,0 % 9,0% 8,0% 7,0% 6,0% 5,0% 4,0% 3,0% 2,0% 1,0% 0,0% 3,4% 3,3% 7,9% 7,4% FIV FeLV FIV FeLV * Gli esami risultati positivi a due virus sono stati conteggiati una sola volta, cioè un gatto con infezione da FIV e da FeLV è stato considerato come positivo ad un solo retrovirus, non a due. ** Fonte: Levy JK, Crawford PC, Brien JL. Prevalence of FIV and FeLV in the United States, in Proceedings. 7th Int. Feline Retrovirus Res. Symp Figura 2 Gengivite, stomatite ed infezione da retrovirus Lo studio ha esaminato, inoltre, la correlazione tra patologie del cavo orale specifiche ed infezione da retrovirus. Gatti affetti da gengivite Retrovirus-positivo: 14,3% Gatti affetti da stomatite Retrovirus-positivo: 23,9% 1. Levy JK, Crawford PC, Brien JL. Prevalence of FIV and FeLV in the United States, in Proceedings. 7th Int Feline Retrovirus 2

3 Quadri clinici di patologie orali osservate frequentemente nei gatti Gengivite: Infiammazione gengivale, edema e sanguinamento al tatto (bleeding on probing o BOP). Peridontite: Infiammazione del legamento peridontale, dell alveola dentale e del cemento. Caratterizzato da recessione gengivale, perdita di adesione e mobilità dentale. Lesione da riassorbimento odontoclastico (FORL) nei felini: Una patologia dentale che si osserva in genere sulla superficie labiale o buccale del dente, vicino alla giunzione cemento-smalto. Stomatite: I segni clinici comprendono glossite, gengivite, peridontite, disfagia, perdita di peso e ptialismo. Stomatite Gengivite e peridontite Le malattie del cavo orale nel gatto Implicazioni cliniche ed il ruolo del tecnico I risultati di un nuovo studio hanno dimostrato che almeno un gatto su sette affetti da malattie del cavo orale è FIV e/o FeLV positivo. Questi dati suggeriscono la necessità di sottoporre tutti i gatti affetti da malattie del cavo orale ad un controllo per evidenziare l eventuale presenza di infezioni da retrovirus. La salute del cavo orale ha un impatto molto importante sulla qualità di vita dei pazienti felini. Le malattie del cavo orale non solo provocano un disagio significativo, ma causano anche gravi problemi a livello sistemico, compresi danni agli organi principali dell organismo. Inoltre, le ultime ricerche eseguite hanno rivelato che i gatti affetti da malattie del cavo orale presentano un rischio maggiore di essere positivi al virus dell immunodeficienza felina (FIV) o al virus della leucemia felina (FeLV). Questo corso offre una rassegna di consigli e di tecniche che vi aiuteranno a riconoscere le malattie del cavo orale nei felini ed illustra le nuove raccomandazioni in tema di screening dei gatti che presentano i segni di questa patologia. I segni delle malattie del cavo orale possono essere più difficili da riconoscere in confronto a quanto si osserva nel cane. Per tale motivo è fondamentale eseguire un esame obiettivo approfondito al fine di identificare i pazienti che potenzialmente possono avere questo tipo di patologia. Le raccomandazioni elencate di seguito rappresentano i componenti di un approccio comprensivo: Raccogliete una anamnesi completa specifica per il cavo orale. In particolare, chiedete al proprietario di riportare eventuali segni passati o presenti di problemi a carico del cavo orale nell animale (ad es. difficoltà nel mangiare, perdita di bava, sfregamento della bocca con la zampa). Controllate le gengive, il palato e la lingua del gatto. Esaminate queste zone per controllare l eventuale presenza di infiammazione/rossore, crescita anomala oppure odore cattivo. Riportate i risultati al vostro veterinario. Se viene consigliata una procedura dentale, procedete seguendo i passaggi elencati di seguito: Eseguite gli esami di pre-anestesia (compreso uno screening per individuare la presenza di retrovirus). Prima di eseguire una pulizia dentale o altre procedure dentali, i pazienti devono essere sottoposti agli stessi esami di pre-anestesia a cui vengono sottoposti i pazienti prima di un intervento chirurgico. Si consiglia vivamente di sottoporre tutti i gatti ad uno screening per individuare l eventuale presenza di una infezione retrovirale come parte di routine di questo controllo. In questo modo i pazienti retrovirus-positivi possono ricevere le cure necessarie per migliorare al massimo la loro qualità di vita e per evitare trattamenti inappropriati (ad es. corticosteroidi). Inoltre, questo tipo di controllo avverte lo staff, che prende misure speciali per la pulizia e la sterilizzazione degli strumenti usati su questi pazienti, per evitare di esporre altri gatti all infezione. Esaminate il cavo orale (con il paziente in anestesia) ed elaborate un grafico dei risultati. Esaminate ciascun dente, cercando di identificare denti asimmetrici, scoloriti, fratturati, mobili o mancanti. Assicuratevi che non vi siano zone arrossate, molli o gonfiore nella gengiva e che non vi siano cavità anomale o sacche parodontali. Annotate qualsiasi anomalia nella cartella clinica del paziente. Eseguite una radiografia della bocca. Le radiografie localizzate sono estremamente utili per il trattamento delle patologie del cavo orale. 3

4 E importante ricordare che tutte le procedure dentali devono essere eseguite da un veterinario e/o da un tecnico specializzato, come stabilito dalle norme sulla pratica veterinaria del vostro Paese. La cura del cavo orale non termina all interno dell ambulatorio. E importante parlare con i proprietari dei gatti dell importanza della cura a domicilio e della necessità delle visite di cura a domicilio per assicurare una salute ottimale del cavo orale nei propri animali. L identificazione ed il trattamento precoci delle malattie del cavo orale e dei retrovirus felini possono fare una grandissima differenza nella qualità di vita di questi pazienti. Sponsorizzato da una borsa di studio offerta da IDEXX Laboratories Novitá sui prodotti Mai più un referto SNAP perso Ora é possibile registrare elettronicamente i risultati degli SNAP test ed ottenere un referto ancora più completo dei vostri esami di laboratorio. La nuova versione del software 2.21 del Sistema di gestione delle informazioni (LIMS), vi permette di memorizzare nelle cartelle cliniche dei vostri pazienti anche i risultati degli SNAP test. Tutte le informazioni diagnostiche ed i risultati degli esami eseguiti con il sistema VetLab vengono archiviate in modo ordinato e sequenziale nel database del vostro sistema e vi permettono di ottenere un referto completo di tutti gli esami eseguiti sul paziente, compresi i test rapidi immunoenzimantici. La nuova versione 2.21 é disponibile a partire da Luglio Il referto ottenuto con IDEXX VetLab Station ha un nuovo aspetto e vi consente un immediata visione delle condizioni dei pazienti. È stato modificato l ordine di presentazione dei risultati e sono state aggiunte ulteriori informazioni, per aiutarvi ad identificare con maggiore facilità tutte le anomalie. Quali sono i cambiamenti apportati? Una nuova colonna mostra i risultati degli esami più recenti di quel paziente, per facilitarne il confronto con quelli appena eseguiti. I risultati delle analisi biochimiche sono raggruppati in base all organo a cui é legata la loro specifica attività I risultati degli esami ematologici sono raggruppati secondo le principali componenti cellulari del sangue RBC, WBC e piastrine a cui sono legati i sottogruppi con i valori riferiti a ciascuna popolazione cellulare per aiutarvi a caratterizzare rapidamente variazioni specifiche. In che modo questi cambiamenti vi aiuteranno nel vostro lavoro? La facile comparazione tra le ultime analisi eseguite su un paziente, vi permette di individuare piú facilmente lievi anomalie e diagnosticare le patologie ai primi stadi Il raggruppamento di test multipli associati ai principali organi, serve per identificare alcune anomalie che potrebbero passare inosservate La stampa del referto più organizzata e di facile lettura, vi consente di spiegare piú facilmente ai clienti la situazione clinica dei loro animali e la vostra diagnosi. Per i risultati di ematologia: Nuovo ordine di default RBC Massa eritrocitaria HCT HGB MCV Descrizione morfologia MCH eritrocitaria MCHC RDW % RETIC Misura obiettiva RETIC di rigenerazione WBC Conta totale leucociti % NEU Distribuzione relativa % LYM di leucociti % MONO % EOS % BASO NEU Conta assoluta (#/μl) LYM Distribuzione di leucociti MONO EOS BASO PLT Conta piastrinica MPV PDW Descrizione morfologia PCT piastrinica Il nuovo ordine di default delle analisi di ematologia raggruppa i risultati per RBC, WBC e piastrine, come indicato. Viene anche mostrato un sotto-ordine, per facilitare la rapida caratterizzazione di cambiamenti specifici nel quadro clinico. Per i risultati di biochimica: Nuovo ordine di default (Organi) n n UREA n CREA n n PHOS n n Ca n TP n ALB n GLOB n ALT n ALKP n GGT n n TBIL n n CHOL AMYL LIPA n n GLU n Parametro primario per il rilevamento di patologie renali n Parametro secondario per il rilevamento di patologie renali n Parametro primario per il rilevamento di patologie epatiche n Parametro secondario per il rilevamento di patologie epatiche 4

5 I nuovi test per la coagulazione Coag Dx IDEXX Compatibili con lo SCA2000 Coagulation Analyzer Sappiamo quanto sia importante valutare i parametri di coagulazione di un paziente prima di sottoporlo ad un un intervento chirurgico o in caso di sospetto di un disordine emorragico. Le NUOVE cassette Coag Dx vi permettono di eseguire alcuni test sui fattori della coagulazione del soggetto in esame e rilevarne eventuali anomalie in modo da poter intervenire rapidamente con le cure appropriate o un intervento di emergenza o chirurgico. Le cassette Coag Dx disponibili: APTT Tromboplastina parziale attivata (da utilizzare con sangue intero fresco). PT Tempo di protrombina (da utilizzare con sangue intero fresco). APTT Citrato Tromboplastina parziale attivata (da utilizzare con sangue intero in citrato). PT Citrato Tempo di protrombina (da utilizzare con sangue intero in citrato). Nuovi range di riferimento per il Lama In passato, l analizzatore biochimico IDEXX VetTest forniva dei range di riferimento provvisori per il Lama. Con la versione più recente del software (8.11), sono stati inseriti dei range di riferimento nuovi e migliori per questa specie! Una volta ricevuto l aggiornamento del software, vi chiediamo sempre di spedirci la versione precedente nella busta allegata: i dati contenuti nei dischetti provenienti da tutto il mondo, vengono analizzati periodicamente per assicurare che i nostri range di riferimento siano corretti e quanto più aggiornati possibile. Questo ci permette di migliorare l accuratezza dei risultati forniti, le performance dell analizzatore e le sue caratteristiche esclusive. L analizzatore biochimico IDEXX VetTest fornisce oggi 39 range specie-specifici ed età-specifici. Vi chiediamo di inviarci regolarmente i vostri vecchi dischetti ogni volta che ricevete l aggiornamento del software, per permetterci di continuare ad aggiornare i range di riferimento. Consigli pratici L esame parassitologico delle feci: una questione di metodo L esame delle feci mediante flottazione rappresenta la procedura più comunemente utilizzata nelle cliniche veterinarie. Tuttavia, la flottazione semplice non possiede sensibilità ed accuratezza paragonabili alla flottazione con centrifugazione. Si consiglia perciò di eseguire la flottazione fecale mediante centrifugazione, utilizzando la soluzione di solfato di zinco (peso specifico 1.18) o la soluzione satura di zucchero (peso specifico 1.25), in modo da evidenziare il maggior numero possibile di uova di parassiti. Nel caso di sospetta infezione da Giardia è preferibile il solfato di zinco, perché la soluzione di zucchero provoca la caduta delle cisti di Giardia, che sfuggiranno all esame. SNAP Giardia è l unico test ELISA disponibile in commercio per uso veterinario. Mescolare da 2 a 5 grammi di feci con la soluzione per flottazione e filtrarle in una provetta per centrifuga, utilizzando un colino da the oppure una garza. Centrifugare il campione a giri al minuto per 5 minuti. Riempire la provetta con la soluzione per flottazione fino a formare un menisco leggermente positivo e collocare un coperchio sopra la provetta. Rimuovere la provetta e lasciarla riposare per 10 minuti. Sollevare il coperchio ed appoggiare il contenuto su un vetrino portaoggetti. Ora, si possono identificare la maggior parte dei parassiti o delle loro uova ad un ingrandimento di 10 x. Di fronte ad un paziente con sintomatologia di diarrea e/o vomito risulta molto importante eseguire subito alcuni esami ed iniziare una terapia mirata. Per diagnosticare una eventuale giardiasi si consiglia: Flottazione fecale con centrifugazione. Striscio fecale diretto. Test ELISA sensibile e specifico, ottimizzato per essere utilizzato negli animali da compagnia. 5

6 Vet Med Lab Ricerca degli anticorpi contro il virus della rabbia per cane, gatto e furetto Che cosa dice la legge? Le direttive per gli spostamenti internazionali di cani, gatti e furetti sono regolate dalla Normativa Europea EG n. 998/2003, del Questa normativa è entrata in vigore il e risulta vincolante a partire dal Per l ingresso di cani, gatti e furetti in alcuni Paesi viene richiesto obbligatoriamente il titolo degli anticorpi specifici contro il virus della rabbia. La misurazione dei titoli anticorpali deve essere effettuata in un laboratorio autorizzato da un apposita Commissione della Comunità Europea. Il Vet Med Lab è un laboratorio autorizzato dalla Commissione Europea. I titoli anticorpali vengono misurati utilizzando il metodo della virusneutralizzazione con anticorpi fluorescenti (FAVN o Fluorescenz Antikörper Virusneutralisationstest). Viaggiare con l animale da compagnia: In base alle norme sopra citate, tutti gli animali da compagnia devono essere muniti di passaporto europeo per animali da compagnia. Questo documento sostituisce il libretto delle vaccinazioni. Il passaporto europeo contiene la descrizione dell animale, il suo numero di riconoscimento (di microchip e/o di tatuaggio), le vaccinazioni fatte e gli esiti degli esami sierologici per la titolazione degli anticorpi contro la rabbia. Vengono inoltre riportati eventuali certificati di salute e dati sui trattamenti antiparassitari. Le norme per l introduzione di animali da compagnia possono comunque variare nei singoli Paesi ed essere soggette a modifiche. Si consiglia perció di informarsi per tempo sullo stato attuale delle norme presso l ambasciata o il consolato del Paese nel quale ci si vuole recare. Per la ricerca degli anticorpi contro la rabbia è necessario seguire il seguente protocollo: 1. Utilizzare l apposito modulo di richiesta. 2. Compilare il modulo in modo completo e corretto. 3. Materiale: 1 ml di siero di buona qualità (non sangue intero o plasma). 4. Identificazione inequivocabile della provetta (vedi modulo di richiesta). 5. Tempi di esecuzione: 7 10 giorni. 6. Il referto viene inviato unicamente per posta e solo al veterinario che ha spedito il campione. Il siero inviato al laboratorio per eseguire questa ricerca non può essere utilizzato per altre analisi di laboratorio. Avete dubbi o domande? Volete richiedere i moduli per la richiesta di titolazione degli anticorpi contro la rabbia? Contattateci al n.verde Siamo sempre lieti del vostro interesse! Il vostro team Vet Med Lab. IDEXX seminari Parassitosi. L infezione da Leishmania nel cane Diagnosticare la leishmaniosi è una sfida globale Tra le malattie parassitarie del cane, la leishmaniosi rappresenta sicuramente uno dei problemi più attuali: infatti l area di distribuzione del flebotomo (il vettore di questa zoonosi parassitaria) è in espansione. I cambiamenti climatici in atto contribuisco a questo fenomeno e permettono probabilmente anche un aumento del periodo di attività dell insetto, con conseguente aumento della possibilità, per i cani, di venire a contatto con il parassita. Non va poi dimenticato che la leishmaniosi è anche una zoonosi, con importanti risvolti in termini di salute pubblica. Su questa patologia IDEXX ha organizzato una serie di seminari* per approfondire l epidemiologia, le nuove metodiche diagnostiche e la gestione del paziente. Un quadro sintomatologico pleomorfo Il dr.marco Poggi, libero professionista di Imperia e specialista in sanità animale, ha affrontato l approccio clinico al cane con leishmaniosi. Egli ha innanzitutto sottolineato che nel caso della leishmaniosi la malattia non è semplicemente data dalla somma dell agente eziologico e dell ospite, in quanto entrano in gioco anche altri fattori quali l inadeguata risposta immunitaria del cane nei confronti del patogeno. Infatti, dopo l inoculazione dei promastigoti di Leishmania nel torrente circolatorio da parte del flebotomo vettore, in base alla tipologia di risposta immunitaria che si attiva, l infezione può evolvere verso la risoluzione oppure può progredire verso la patologia vera e propria. L attivazione 6

7 delle sottopopolazioni linfocitarie Th1 promuove l attivazione dell immunità cellulomediata nei soggetti resistenti mentre l attivazione delle sottopopolazioni Th2 determina l attivazione dell immunità umorale non protettiva nei confronti dell infezione da Leishmania e sono proprio gli anticorpi in eccesso prodotti da questi soggetti, che sono alla base di numerose manifestazioni della malattia. La sintomatologia della leishmaniosi è pleomorfa, la progressione è lenta e interessa diversi organi e apparati (cute, mucose, occhi, organi linfatici, reni, ecc ). Non mancano le forme atipiche (vedere riquadro 1) e gli animali asintomatici. È poi possibile effettuare alcuni esami collaterali, per verificare il coinvolgimento sistemico ed il tipo di immunità attivata. Tra questi, la realizzazione del profilo biochimico, dell emocromo, l esame urine, l elettroforesi delle proteine sieriche e la valutazione del rapporto CD4+/CD8+. Infine, per quel che riguarda la terapia, il dr. Poggi ha presentato una panoramica dei principi attivi e dei protocolli utilizzati fino a oggi nei confronti del parassita. Il puzzle diagnostico Il prof. Ezio Ferroglio, (diplomato Evpc e Ecvph, Università di Torino) dopo aver inquadrato l eziologia della leishmaniosi e la biologia del vettore, ha affrontato il tema della diagnostica, affermando innanzitutto che non esiste un test diagnostico in grado di fare diagnosi di leishmaniosi, i test servono invece per supportare il veterinario nella formulazione della diagnosi. Il primo approccio alla diagnosi è di tipo clinico, in base alla sintomatologia, a conferma di questa è possibile effettuare diverse tipologie di diagnostica di laboratorio. In questo ambito, si può procedere a una diagnosi di tipo diretto, cioè con l evidenziazione dei parassiti: amastigoti negli strisci ottenuti da puntati linfonodali o midollari o promastigoti da colture; oppure mediante PCR per la ricerca del parassita. Quest ultima tecnica, che può essere eseguita su sangue intero, midollo osseo, linfonodi o altri tessuti bioptici, è estremamente sensibile e specifica (a seconda degli autori, la sensibilità varia tra l 83 e il 100%) e in costante diffusione. I primers possono essere generici per il genere Leishmania o specifici per L. infanutm. Vi sono protocolli in grado di identificare la presenza di un unica leishmania in 15 ml di sangue. L elevata sensibilità della PCR fa sì che questa metodica possa venire utilizzata anche per valutare il successo del trattamento, e cioè la guarigione eziologia e non solo quella sintomatologia. Tra le tecniche diagnostiche indirette, invece, si annoverano il test IFAT (immunofluorescenza indiretta), che rappresenta il gold standard per l effettuazione di studi epidemiologici e per l applicazione nella pratica clinica. È un test estremamente sensibile (98,4-99%) e specifico (100%) per titoli anticorpali maggiori o uguali a 1:160, che rappresenta quindi il titolo soglia per diagnosticare un infezione da leishmania. Titoli compresi tra 1:40 e 1:80, invece, si considerano dubbi. Ferroglio a tal proposito, ha riportato i risultati di uno studio effettuato sottoponendo a Western blotting sieri IFAT negativi di cani provenienti da zone endemiche e con titolo di 1:40 e 1:80. Dal confronto è emerso che la percentuale di WB positivi è stata simile nel gruppo dei sieri negativi e in quello dei dubbi 1:40, mentre la percentuale dei WB positivi è stata significativamente più alta (22.5%) nel gruppo dei sieri dubbi 1:80. In merito invece all impiego del test ELISA rapido (SNAP ), la correlazione si è rivelata buona sia in relazione all IFAT che al WB, inoltre, la correlazione tra SNAP e WB per sieri IFAT dubbi è risultata buona. Il prof.ferroglio ha ricordato come la metodica più sensibile non sia quella necessariamente più utile per la diagnosi clinica. Alcuni protocolli di PCR estremamente sensibili hanno infatti un bassissimo potere predittivo positivo se utilizzati per la diagnosi di malattia. Infatti, in zone endemiche sono molti i cani che vengono a contatto con Leishmania e possono quindi risultare positivi alla PCR perché infetti ma non avere alcuna sintomatologia clinica perchè naturalmente resistenti (soggetti che hanno attivato una risposta immunitaria cellulo-mediata, che induce una resistenza naturale dell ospite nei confronti del parassita). Leishmaniosi quadri clinici Lesioni Renali primarie Glomerulonefrite membranosa Glomerulonefrite membranoprolifrativa Glomerulonefrite mesangiale Glomerulonefrite focale segmentale Oculari Dermatite periorbitale, blefarite Cheratocongiuntivite Uveite, glaucoma Cutanei Alopecia simmetrica e forfora amiantacea (da testa a resto del corpo) Ulcere su prominenze ossee e giunzioni mucocutanee Noduli multipli Dermatosi generalizzata pustolosa sterile sul tronco Dermatite papulare Forme atipiche Poliartriti Periostite proliferativa Coliti * Firenze, 18/3/2007: Leishmaniosi, un approfondimento a 360 gradi, organizzato da IDEXX. 7

8 Agenda Eventi 09 Settembre Stresa Critical Care Dr. Dennis De Nicola Dr. Graham Bilbrough Prof. George Lubas 14 Ottobre Caserta 18 Novembre Firenze 16 Dicembre Milano Quale piano diagnostico impostare per il mio paziente? Prof George Lubas Dr.sa Vanessa Turinelli La partecipazione é gratuita ed é limitata a 50 presenze. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al proprio agente di zona oppure inviare una a: IDEXX Laboratories Italia S.r.l. Via Canova Milano IDEXX Laboratories, Inc. All rights reserved IT 8

Bocca e Cuore ooklets

Bocca e Cuore ooklets Bocca e Cuore ooklets Una guida per i pazienti Booklets Per aiutare a migliorare qualità e sicurezza delle cure pubblichiamo una collana di guide ( ) con lo scopo di fornire ai pazienti ed ai loro famigliari

Dettagli

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE IGIENE DENTALE E PREVENZIONE Dispensa n.3 Introduzione Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l origine di molte patologie organiche sono dovute ai rapidi cambiamenti dello stile di vita

Dettagli

ImPIANtI dentali. LA migliore SoLuZIoNe A LuNGo termine

ImPIANtI dentali. LA migliore SoLuZIoNe A LuNGo termine ImPIANtI dentali LA migliore SoLuZIoNe A LuNGo termine 1. Sorriso & funzione Nei rapporti di ogni giorno il sorriso ci aiuta a comunicare: è il miglior modo di dimostrare affetto, aiuta a socializzare,

Dettagli

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 Versione 2016 1.CHE COS È LA FEBBRE RICORRENTE ASSOCIATA A NLRP12 1.1 Che cos è? La febbre ricorrente associata a NLRP12

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Gentile signora, dal 1 gennaio 2010 in Emilia Romagna il programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori della mammella è esteso a tutte le donne dai 45 ai 74 anni. La Giunta regionale ha preso

Dettagli

INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI

INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI Alcune malattie infettive ad eziologia virale e andamento benigno nei soggetti immunocompetenti, se sono contratte durante la gravidanza, possono rappresentare

Dettagli

Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti

Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti diagnostic Aprile 2007 Le più recenti innovazioni nella diagnostica veterinaria per aiutarvi a trattare nella maniera più accurata i vostri pazienti Gentile Dottore, Siamo felici di presentarle il primo

Dettagli

Gentile signora, Carlo Lusenti

Gentile signora, Carlo Lusenti Gentile signora, I programmi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori della mammella e del collo dell utero sono in corso nella nostra regione dal 1996, rappresentando un elemento

Dettagli

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43 E evidente che lo screening per un tumore può diagnosticare la malattia molto precocemente, ma nel caso del tumore alla prostata il ricorso al test del PSA può creare dati incerti e rischi sanitari in

Dettagli

Terapia chirurgica orale

Terapia chirurgica orale CHIRURGIA ORALE Studio Santoro Terapia chirurgica orale La chirurgia orale è quella branca dell Odontoiatria che si occupa di varie problematiche inerenti la necessità di avulsione di elementi dentari

Dettagli

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Malattia di Behçet Versione 2016 2. DIAGNOSI E TERAPIA 2.1 Come viene diagnosticata? La diagnosi è principalmente clinica. Spesso sono necessari alcuni anni

Dettagli

Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio

Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio Conclusioni scientifiche Tenendo conto della valutazione del Comitato per

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Il ragionamento diagnostico TEST DIAGNOSTICO. Dott.ssa Marta Di Nicola. L accertamento della condizione patologica viene eseguito TEST DIAGNOSTICO

Il ragionamento diagnostico TEST DIAGNOSTICO. Dott.ssa Marta Di Nicola. L accertamento della condizione patologica viene eseguito TEST DIAGNOSTICO Il ragionamento diagnostico http://www.biostatistica biostatistica.unich unich.itit 2 L accertamento della condizione patologica viene eseguito All'inizio del decorso clinico, per una prima diagnosi In

Dettagli

Essemme Components S.r.l. esclusivista del marchio ITS info@itsitaly.it www.itsdentalimplants.net. Nuovo sorriso, Nuova vita.

Essemme Components S.r.l. esclusivista del marchio ITS info@itsitaly.it www.itsdentalimplants.net. Nuovo sorriso, Nuova vita. Essemme Components S.r.l. esclusivista del marchio ITS info@itsitaly.it www.itsdentalimplants.net Nuovo sorriso, Nuova vita. L importanza del sorriso. Il sorriso è il modo più semplice per comunicare con

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. Regione_ER_Opuscolo_Colon_14,7x19,7.indd 1 28/03/11 14.17 entile Signora e gentile Signore, mi rivolgo

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

03/02/2013. Bartonella henselae Toxoplasma Campylobacter Cryptosporidium Salmonella Giardia Toxocara Coxiella. Dermatofiti

03/02/2013. Bartonella henselae Toxoplasma Campylobacter Cryptosporidium Salmonella Giardia Toxocara Coxiella. Dermatofiti Bambini e cuccioli Il gatto di casa e la futura mamma Dott.ssa Nadia Gussetti Azienda Ospedaliera Padova ZOONOSI MALATTIE TRASMISSIBILI DALL ANIMALE ALL UOMO PER CONTATTO DIRETTO O PER VIA INDIRETTA Padova,

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

UN SOLIDO ANCORAGGIO PER I DENTI

UN SOLIDO ANCORAGGIO PER I DENTI UN SOLIDO ANCORAGGIO PER I DENTI S traumann E mdogain per la rigenerazione parodontale Informazioni per i pazienti Parodontite Malattia di molti adulti Che cos è la parodontite? Fate attenzione in caso

Dettagli

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV)

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) Nel panorama delle patologie che interessano i nostri amici gatti risultano particolarmente degne di nota l Immunodeficienza Felina (FIV) e la

Dettagli

RESOCONTO MONITORAGGIO 2004 SULLA CHERATOCONGIUNTIVITE DEI BOVIDI SELVATICI ALPINI IN VALLE PO E IN VALLE VARAITA

RESOCONTO MONITORAGGIO 2004 SULLA CHERATOCONGIUNTIVITE DEI BOVIDI SELVATICI ALPINI IN VALLE PO E IN VALLE VARAITA RESOCONTO MONITORAGGIO 2004 SULLA CHERATOCONGIUNTIVITE DEI BOVIDI SELVATICI ALPINI IN VALLE E IN VALLE VARAITA 1 Introduzione Nell ambito della gestione e della conservazione del patrimonio faunistico

Dettagli

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita.

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Come tenersi aggiornati sui test offerti dal Ssn per il tumore del seno, della cervice uterina e del colon retto. Il vademecum del ministero Il ministero della Salute

Dettagli

WITNESS DIROFILARIA. Dirofilaria immitis.

WITNESS DIROFILARIA. Dirofilaria immitis. WITNESS DIROFILARIA WITNESS DIROFILARIA INFORMAZIONI GENERALI La dirofilariosi cardiaca del cane è una malattia a diffusione mondiale ed è causata da un nematode filariforme denominato Dirofilaria immitis.

Dettagli

LEZIONI DI STATISTICA MEDICA

LEZIONI DI STATISTICA MEDICA LEZIONI DI STATISTICA MEDICA A.A. 2010/2011 - Screening - Test diagnostici Sezione di Epidemiologia & Statistica Medica Università degli Studi di Verona Storia naturale della malattia (Rothman( Rothman,,

Dettagli

Vi presentiamo un nuovo centro modernamente attrezzato per la cura di denti e gengive

Vi presentiamo un nuovo centro modernamente attrezzato per la cura di denti e gengive Vi presentiamo un nuovo centro modernamente attrezzato per la cura di denti e gengive ODONTOIATRICA nasce da una idea precisa: realizzare una Clinica Dentale di riferimento per qualità e convenienza della

Dettagli

Verifica. Tutto il materiale informativo per gli studenti. Riferimento. Gli studenti svolgono la verifica. Compito. Foglio di esercizio Soluzione

Verifica. Tutto il materiale informativo per gli studenti. Riferimento. Gli studenti svolgono la verifica. Compito. Foglio di esercizio Soluzione Livello 1 07 / Il sangue Informazione per gli insegnanti 1/5 Riferimento Tutto il materiale informativo per gli studenti Compito Gli studenti svolgono la verifica. Materiale Soluzione Forma sociale Lavoro

Dettagli

RICERCA INFEZIONE DA EPATITE C

RICERCA INFEZIONE DA EPATITE C METODO NAZIONALE STANDARD ALGORITMO MINIMO DI PROVA RICERCA INFEZIONE DA EPATITE C VSOP 5 Emesso dalla Standards Unit, Evaluations and Standards Laboratory Centre for Infections Revisione no: 5 Data di

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione della leishmaiosi nei canili. Ozzano, 19 giugno 2008

Istruzioni operative per la gestione della leishmaiosi nei canili. Ozzano, 19 giugno 2008 Istruzioni operative per la gestione della leishmaiosi nei canili Ozzano, 19 giugno 2008 Controllo dello stato di salute degli animali ospitati tutela e benessere degli animali ospitati Tutela della salute

Dettagli

IL PASSAPORTO. Dipartimento di Prevenzione Servizio Veterinario Area C Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche

IL PASSAPORTO. Dipartimento di Prevenzione Servizio Veterinario Area C Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche IL PASSAPORTO Dal 1 ottobre 2004 è entrata in vigore la nuova normativa sanitaria dell Unione Europea che disciplina il trasporto, anche senza scopo commerciale, di cani, gatti e furetti accompagnati dal

Dettagli

Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche

Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche Parte 3a. Epatiti Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche Fiumicino, 16 aprile 2016 www.cos.it/mediter Dr. Ugo Montanari Epatiti: tests diagnostici - 1 Indicazioni cliniche Tipo di richiesta

Dettagli

Allegato 1 alla deliberazione della Giunta regionale n. 15 in data 10/01/2014

Allegato 1 alla deliberazione della Giunta regionale n. 15 in data 10/01/2014 LA GIUNTA REGIONALE - richiamata la legge regionale 13 febbraio 2012, n. 4 recante Disposizioni per l eradicazione della malattia virale rinotracheite bovina infettiva (BHV-1) nel territorio della regione,

Dettagli

Febbre del Nilo occidentale (West Nile Virus - WNV)

Febbre del Nilo occidentale (West Nile Virus - WNV) FSME (Frühsommermeningoenzephalitis) Febbre del Nilo occidentale (West Nile Virus - WNV) 95 West Nile Virus Foto: CNN Febbre del Nilo occidentale (West Nile Virus - WNV) DEFINIZIONE La febbre del Nilo

Dettagli

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA:

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LO SCREENING DEL CANCRO COLON-RETTALE AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO

Dettagli

I Papillomavirus sono tutti uguali?

I Papillomavirus sono tutti uguali? Cos è il Papillomavirus? Il Papillomavirus è un microscopico nemico della tua salute. Attento, però, a non sottovalutare la pericolosità di questo microrganismo lungo solo 55 milionesimi di millimetro.

Dettagli

NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING

NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING ALLEGATO A) NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING DATI IDENTIFICATIVI DELLA STRUTTURA Denominazione:.. Indirizzo:... Proprietà:. Responsabile: Orario di esercizio:. Data di inizio dell attività:../../

Dettagli

Che cos è la celiachia?

Che cos è la celiachia? Che cos è la celiachia? La celiachia è una malattia infiammatoria cronica dell intestino tenue, dovuta ad una intolleranza al glutine assunto attraverso la dieta. Il glutine è una proteina contenuta in

Dettagli

igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità

igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità salute Art. 32 della Costituzione Italiana: la Repubblica tutela la salute

Dettagli

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Il Progetto Prevenzione, un idea di CLD nata nel 2011 e curata dalla dott.ssa Sara Zambelli, si prefiggeva di comprendere quanto l igiene orale

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro S.P.I.S.A.L. Indicazioni Operative per

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

Nella ricerca, il benessere per l umanità

Nella ricerca, il benessere per l umanità Nella ricerca, il benessere per l umanità Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl. Che cos è Fase 1 srl?

Dettagli

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO LA PREVENZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO Campo di applicazione Tutte le attività lavorative in cui vi è rischio di esposizione ad agenti biologici Definizioni Agente Biologico (a.b.) Qualsiasi microorganismo

Dettagli

Informazioni per potenziali partecipanti. Possiamo sciogliere l'amiloidosi AL?

Informazioni per potenziali partecipanti. Possiamo sciogliere l'amiloidosi AL? Informazioni per potenziali partecipanti Possiamo sciogliere l'amiloidosi AL? È ora di affrontare diversamente l amiloidosi AL? L amiloidosi AL è una malattia rara e spesso fatale causata dall accumulo

Dettagli

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO Impatto sulla Medicina Generale SCOPI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI Uno screening è un esame sistematico della popolazione per individuare le persone affette da una

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

Programma di screening per la diagnosi precoce del carcinoma della mammella (cancro al seno) per le donne in età compresa tra i 50 e 69 anni

Programma di screening per la diagnosi precoce del carcinoma della mammella (cancro al seno) per le donne in età compresa tra i 50 e 69 anni Programma di screening per la diagnosi precoce del carcinoma della mammella (cancro al seno) per le donne in età compresa tra i 50 e 69 anni In allegato all invito personale per la partecipazione al programma

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli

Principi generali. Vercelli 9-10 dicembre 2005. G. Bartolozzi - Firenze. Il Pediatra di famiglia e gli esami di laboratorio ASL Vercelli

Principi generali. Vercelli 9-10 dicembre 2005. G. Bartolozzi - Firenze. Il Pediatra di famiglia e gli esami di laboratorio ASL Vercelli Il Pediatra di famiglia e gli esami di laboratorio ASL Vercelli Principi generali Carlo Federico Gauss Matematico tedesco 1777-1855 G. Bartolozzi - Firenze Vercelli 9-10 dicembre 2005 Oggi il nostro lavoro

Dettagli

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO COMUNICATO STAMPA LA PREVENZIONE PUO SALVARE LA VITA : APPELLO DELL ASL A PRESENTARSI ALL INVITO. RISULTANO POSITIVI CIRCA IL 6% DI ESAMI (162 SU 2.840), SUBITO INVIATI ALLA COLONSCOPIA DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

LA FILARIOSI DEL CANE E DEL GATTO. Una malattia in costante aumento

LA FILARIOSI DEL CANE E DEL GATTO. Una malattia in costante aumento LA FILARIOSI DEL CANE E DEL GATTO Una malattia in costante aumento La filariosi cardiopolmonare del cane e del gatto è una grave malattia parassitaria trasmessa dalle zanzare, ampiamente conosciuta e diffusa

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE IL PUNTO DI NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE PISTOIA 6 GIUGNO OSTEOPOROSI: DIFETTO SISTEMICO A CARICO DELLO SCHELETRO CARATTERIZZATO DA UNA

Dettagli

Le nuove tecnologie nel soccorso dei grandi eventi

Le nuove tecnologie nel soccorso dei grandi eventi Le nuove tecnologie nel soccorso dei grandi eventi _NICOLA COMODO Dipartimento di Sanità Pubblica Università degli Studi di Firenze L IL RUOLO DELLA SANITA PUBBLICA NELLE GRAVI EMERGENZE LA SORVEGLIANZA

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ESAMI DIAGNOSTICI PER ANIMALI DA COMPAGNIA Ultimo aggiornamento: 20/01/2014

ESAMI DIAGNOSTICI PER ANIMALI DA COMPAGNIA Ultimo aggiornamento: 20/01/2014 ESAMI DIAGNOSTICI PER ANIMALI DA COMPAGNIA TIPOLOGIA ESAME CAMPIONE Determinazione del gruppo sanguigno DEA 1.1 Sangue in K3EDTA Entro 3 giorni Non utilizzare provette con litioeparina Approfondimento

Dettagli

Scheda di notifica di caso di sindrome/infezione da rosolia congenita

Scheda di notifica di caso di sindrome/infezione da rosolia congenita Scheda di notifica di caso di sindrome/infezione da rosolia congenita (riservato al Ministero della Salute) Codice identificativo Regione Provincia Comune Sezione 1 - INFORMAZIONI ANAGRAFICHE del PAZIENTE

Dettagli

Parte I (punti 3-9): Misure sanitarie obbligatorie per il controllo della Paratubercolosi bovina

Parte I (punti 3-9): Misure sanitarie obbligatorie per il controllo della Paratubercolosi bovina LINEE GUIDA PER L ADOZIONE DI PIANI DI CONTROLLO E PER L ASSEGNAZIONE DELLA QUALIFICA SANITARIA DEGLI ALLEVAMENTI NEI CONFRONTI DELLA PARATUBERCOLOSI BOVINA 1. Definizioni Ai sensi delle presenti linee

Dettagli

36100 Vicenza Via Capparozzo, 10 Tel. 0444 219200 Fax 0444 506301 www.villaberica.it

36100 Vicenza Via Capparozzo, 10 Tel. 0444 219200 Fax 0444 506301 www.villaberica.it IL RICOVERO IN CASA DI CURA DIECI SUGGERIMENTI PER UNA MAGGIOR SICUREZZA DELLA CURA tratte ed adattate da: Guida per i cittadini è la mia salute e io ci sono e Guida per i familiari prendersi cura insieme

Dettagli

Rabbia. Conoscere per prevenire

Rabbia. Conoscere per prevenire Rabbia Conoscere per prevenire Campagna informativa sulla rabbia promossa dal Ministero della Salute Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti Direzione

Dettagli

Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete

Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete Diabete anche loro possono ammalarsi Impara a riconoscere i segni e i fattori di rischio del diabete Il diabete Il diabete mellito è una malattia caratterizzata da un aumento dei livelli di zucchero (glucosio)

Dettagli

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto Così trascorrerà un viaggio piacevole: Mi informo anticipatamente presso il Paese di destinazione o il veterinario: Paese con rabbia urbana? Identificazione? Mi occupo del viaggio di ritorno in Svizzera

Dettagli

Gengivite e parodontite

Gengivite e parodontite Gengivite e parodontite Opuscolo informativo per il paziente La malattia parodontale (chiamata anche parodontite, parodontosi, piorrea, parodontopatia) è una infezione batterica che colpisce il parodonto,

Dettagli

La chiave per il successo del trattamento.

La chiave per il successo del trattamento. La chiave per il successo del trattamento. Software NobelClinician la soluzione semplice per la diagnosi, la pianificazione del trattamento e la comunicazione al paziente. NOVITÀ Visualizzate quello che

Dettagli

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue GastroPanel Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue Un test affidabile e di facile esecuzione che fornisce una serie di importanti indicazioni Segnala la

Dettagli

Dovrebbero sottoporsi allo screening del seno tutte le donne?

Dovrebbero sottoporsi allo screening del seno tutte le donne? BREAST SCREENING ITALIAN The Facts SCREENING DEL SENO ITALIANO I fatti Cos è lo screening del seno? Lo screening del seno (mammografia) è un esame a raggi X del seno. L esame può rivelare la presenza di

Dettagli

La conferma di laboratorio della rosolia

La conferma di laboratorio della rosolia La conferma di laboratorio della rosolia La risposta anticorpale all infezione post-natale da rosolia IgG Rash IgM Prodromi INCUBAZIONE 0 7 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 27 35 42 VIREMIA ESCREZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA POST-IMPIANTO

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA POST-IMPIANTO INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA POST-IMPIANTO IN COSA CONSISTE L ASSISTENZA POST-CHIRURGICA? Gli impianti Straumann rappresentano una soluzione moderna per la ricostruzione dentale, quando mancano uno o più

Dettagli

Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute

Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute 1. Procedura in paziente sbagliato 2. Procedura chirurgica in parte del corpo sbagliata (lato, organo o parte) 3. Errata procedura 4. Strumento o altro

Dettagli

Dentas Informa. Scopri di più

Dentas Informa. Scopri di più Dentas Informa Sempre più articoli della recente letteratura dimostrano l implicazione della parodontite (conosciuta anche come piorrea) con importanti malattie di tipo organico Scopri di più Parodontite

Dettagli

La cura ottimale per i suoi impianti

La cura ottimale per i suoi impianti Informazioni per i pazienti sulla cura degli impianti dentali La cura ottimale per i suoi impianti Più che un restauro. Una nuova qualità di vita. Congratulazioni per i suoi nuovi denti. Gli impianti Straumann

Dettagli

Le analisi del sangue (da albanesi.it)

Le analisi del sangue (da albanesi.it) Le analisi del sangue (da albanesi.it) Ultimi aggiornamenti: 2014 Le analisi del sangue sono uno strumento di basilare importanza per monitorare le proprie condizioni di salute; la dicitura analisi del

Dettagli

PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016

PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016 PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016 NOVOTEL FIRENZE NORD PROGRAMMA SCIENTIFICO Moderatore:

Dettagli

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Il tumore della mammella è il più frequente nella popolazione femminile. E asintomatico per un lungo periodo di tempo; la tempestività della diagnosi e della terapia

Dettagli

La Progeria sta reclamando la vita di bambini in tutto il mondo

La Progeria sta reclamando la vita di bambini in tutto il mondo COPERTINA Cercando una cura PANNELLO INTERNO A SINISTRA Cos è la Progeria? Conosciuta anche come la Sindrome di Hutchinson-Gilford è una malattia rara e fatale che causa l invecchiamento precoce. I bambini

Dettagli

EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE: TERAPIA ANTIFUNGINA: CONFRONTO CON GLI ESPERTI N.ECM 106-108711 INFORMAZIONI DI DETTAGLIO SUL PROGRAMMA FORMATIVO

EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE: TERAPIA ANTIFUNGINA: CONFRONTO CON GLI ESPERTI N.ECM 106-108711 INFORMAZIONI DI DETTAGLIO SUL PROGRAMMA FORMATIVO EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE: TERAPIA ANTIFUNGINA: CONFRONTO CON GLI ESPERTI N.ECM 106-108711 INFORMAZIONI DI DETTAGLIO SUL PROGRAMMA FORMATIVO TIPOLOGIA EVENTO E ACCREDITAMENTO Evento Residenziale (RES).

Dettagli

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE.

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. SI PUÒ SOLO DONARE! DIVENTA UN DONATORE ED OGNI TUA STILLA DIVENTERÀ UN PALPITO PER IL CUORE DI UN ALTRO! Misericordia di Pietrasanta Gruppo Fratres Per info

Dettagli

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE?

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE? MODULO INFORMATIVO ORDINANZA 4 MAGGIO 2007 IN MATERIA DI ESPORTAZIONE DI STAMINALI DI CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

Igiene ed autoprotezione

Igiene ed autoprotezione Igiene ed autoprotezione Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Obiettivi: Conoscere le

Dettagli

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Le domande sulla PCR rivolte con maggior frequenza Autore: Dott. Michael Mauro, Professore di Medicina della Divisione di Ematologia e Oncologia medica;

Dettagli

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Marzo 2014 OrphaNews Italia Questionario di Gradimento www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Indice Introduzione... 3 Metodologia... 3 Conclusioni... 14 Ringraziamenti... 15 Questionario

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

Come e quando fare i test. Antonino Di Caro INMI

Come e quando fare i test. Antonino Di Caro INMI Come e quando fare i test Antonino Di Caro INMI Come e quando fare il test Antonino Di Caro, antonino.dicaro@inmi.it Maria Rosaria Capobianchi, maria.capobianchi@inmi.it Concetta Castilletti, concetta.castilletti@inmi.it

Dettagli

INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE

INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE TUMORE DELLA CERVICE, LESIONI PRE-CANCEROSE e INFEZIONI DA PAPILLOMAVIRUS Perché, come, chi? INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE www.wacc-network.org PERCHÉ PREVENIRE IL CANCRO Tube di Falloppio Ovaio Che cos

Dettagli

Analisi delle schede di dimissione ospedaliera per echinococcosi cistica (anni 2001-2007) ASL Sanluri 22-23 Maggio 2009

Analisi delle schede di dimissione ospedaliera per echinococcosi cistica (anni 2001-2007) ASL Sanluri 22-23 Maggio 2009 Analisi delle schede di dimissione ospedaliera per echinococcosi cistica (anni 2001-2007) SDO: scheda di dimissione ospedaliera; Decreto Ministeriale 28/12/1991; rappresentazione sintetica della cartella

Dettagli

Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale

Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale UOC di Microbiologia e Virologia DAI di Patologia e Diagnostica AOUI di Verona MALATTIE TRASMESSE DA VETTORI E SORVEGLIANZA DELLE

Dettagli

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Qualche numero Sul territorio nazionale: Incidenza CRC: 52.000 nuovi casi diagnosticati

Dettagli

RASSEGNA STAMPA martedì 9 dicembre 2014

RASSEGNA STAMPA martedì 9 dicembre 2014 RASSEGNA STAMPA martedì 9 dicembre 2014 02/12/2014 - TUMORE DEL SENO E DELLA TIROIDE, CONVEGNO GIOVEDÌ IN CHIESA Campobasso. Giovedì 4 dicembre alle 18 e 30 nella chiesa di S.Antonio Abate, a Campobasso,

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (RISK ASSESSMENT)

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (RISK ASSESSMENT) CT DOI 23 CENTRO Revisione 0 Pag. 1 a 7 Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ Pag. 1.1 ANALISI DEI RISCHI 1.2 ASSEGNAZIONE IPR 2 ELENCO DEI PROCESSI E IPR OTTENUTI 2.1 Processo di selezione e donazione 2.2 Processo

Dettagli

Versione aggiornata al 1 agosto 2003

Versione aggiornata al 1 agosto 2003 Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER GLI ANTICORPI DIRETTI CONTRO L ANTIGENE CORE (HBcAb-IgG) DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBV) NEL TRAPIANTO DI FEGATO.

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

AVVISO DI SICUREZZA URGENTE

AVVISO DI SICUREZZA URGENTE Rivisti i campioni raccomandati per VITROS Chemistry Products DGXN Slides (Codice prodotto 8343386) 29 Giugno, 2012 Gentile Cliente, Lo scopo di questa notifica, come parte integrante di una Azione di

Dettagli

Verranno inoltre effettuati: - HCV Ab - CMV IgG, - Toxoplasma IgG - EBV VCA-IgG, EBNA - HSV IgG - VZV IgG

Verranno inoltre effettuati: - HCV Ab - CMV IgG, - Toxoplasma IgG - EBV VCA-IgG, EBNA - HSV IgG - VZV IgG Versione approvata al 1marzo 2005 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER GLI ANTICORPI DIRETTI CONTRO L ANTIGENE CORE (HBcAb-IgG) DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBV) NEL TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE

Dettagli

E almeno uno dei seguenti sintomi:

E almeno uno dei seguenti sintomi: In relazione al verificarsi di epidemie da Virus Ebola presso gli Stati Africani, la nostra Azienda Ospedaliera ritiene opportuno informare i cittadini sulle procedure operative messe in atto per la gestione

Dettagli

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO Campo di applicazione Tutte le attività lavorative in cui vi è rischio di esposizione ad agenti biologici Definizioni Agente Biologico (a.b.) Qualsiasi microorganismo

Dettagli

Consistono nell applicazione di una procedura che consente l identificazione di una malattia in una fase iniziale una condizione a rischio

Consistono nell applicazione di una procedura che consente l identificazione di una malattia in una fase iniziale una condizione a rischio Consistono nell applicazione di una procedura che consente l identificazione di una malattia in una fase iniziale una condizione a rischio Prof.ssa G. Serio, Prof. P. Trerotoli, Cattedra di Statistica

Dettagli