100 stampato su carta riciclata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "100 stampato su carta riciclata"

Transcript

1 stampato su carta riciclata Ottobre 2012 N 8 Anno XVIIi - euro 1,03 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art.1, comma 1, DCB/CN - Iscrizione Trib. di -14/6/1989 n Edito dal C.S.I. - Contiene I.P. Direttore Responsabile: Fabrizio Pepino stampato su carta riciclata stampato su carta riciclata stampato su carta riciclata rati servono poco alle aziende. Dall'altra, che le tasse continuano ad essere la palla al piede più pesante per chi fa impresa. La cartina di tornasole di que- Concessionaria BMW sta duplice e amara constatazio- Ferrero ne, arriva dal mini sondaggio stampato su carta riciclata contributi pubblici le aziende preferiscono una riduzione del carico fiscale meno tasse, ecco il vero aiuto Fabrizio Pepino latte Il sistema deve essere ripensato Servizio a pag. 4 Cosa ne pensano gli imprenditori Aiuti statali pochi e difficili da ottenere. Toglieteci l'irap! Servizio a pag. 3 Il fatto che il presidente di Giorgio Squinzi, abbia provocatoriamente affermato che le imprese italiane sarebbero disposte a rinunciare ai finanziamenti pubblici, in cambio di una diminuzione del carico fiscale, fa pensare due cose. Da una parte, che gli incentivi x50 pubblici così come sono struttu :11 Pagina 1 lanciato da "Provincia Oggi" tra alcuni imprenditori associati, dal quale emerge come tutti La risposta che abbiamo eliminato Corso Canale, 8 - Tel GUARENE D ALBA (CN) qui la comunicazione quadra arti grafiche i lva Da a Taranto: no alla chiusura Servizio a pag. 6 sarebbero disposti a rinunciare a qualsiasi tipo di aiuto pubblico, in cambio dell'abolizione dell'irap, la madre - ma meglio sarebbe dire la "matrigna" - di tutte le tasse. Questione di numeri: la pressione fiscale media che devono sopportare le aziende italiane sfiora il 60% del fatturato, Via dei Fontanili, Fossano (CN) Tel lavoro La riforma è un'occasione mancata Servizio a pag. 9 Servizio a pag mentre solo il 10 per cento del totale degli incentivi pubblici (3 miliardi di euro su 30) arriva alle imprese private, mentre il restante 90 per cento è appannaggio delle imprese statali e parastatali. Arrivano per modo dire, visto che gli imprenditori intervistati spiegano come spesso sia difficile accedere ai x :11 Pagina x x :11 Pagina 12:11 1 Pagina Concessionaria BMW Ferrero 525 Ferrero 05 Corso Canale, 8 - Tel Corso Canale, Corso GUARENE 8 Canale, - Tel D ALBA Tel (CN) GUARENE D ALBA (CN) 0 GUARENE D ALBA (CN) 100 Concessionaria BMW Concessionaria BMW crisi Migliorano le attese per la fine del 2012 soldi pubblici e come, quando ci riescono, si tratta di importi abbastanza modesti. A questo punto il paradosso resta quello di un sistema di finanziamenti pubblici che in realtà sembra autoalimentarsi. Sarà per questo che nessuno ha ancora reso pubblici i contenuti del rapporto Giavazzi? trasporto pubblico locale Autolinee in ginocchio per il ritardo nei pagamenti (13,5 milioni) da parte di Regione e Provincia Servizio a pag. 5 sicurezza La formazione si può fare a distanza Servizio a pag. 14 rapporto giavazzi incentivi su misura Franco Adriano Cronista parlamentare "Italia Oggi" Del rapporto di Francesco Giavazzi sugli incentivi alle imprese l aspetto che colpisce di più è la cornice: il professore della Bocconi e consulente del governo Monti su questa materia, ha calcolato che alle imprese vanno attualmente 30 miliardi di euro di finanziamenti pubblici. Una montagna si potrebbe pensare. Peccato, che alle imprese private manifatturiere arrivino meno di tre miliardi. Il resto è delle municipalizzate e delle imprese pubbliche. Non è un caso, allora, che la svolta del presidente di, Giorgio Squinzi, parta proprio da qui. L ha detto e l ha ripetuto molte volte, ma in particolare è nel corso di un intervista al quotidiano romano Il Messaggero, che il patron della Mapei dice fuori dai denti qual è il vero nodo: Ci sono diversi tipi di imprenditori. Quelli che si battono tutti i giorni sui mercati mondiali, nonostante le diseconomie e le palle al piede del sistema Paese. E quelli abituati a vivere di sussidi, i quali devono rendersi conto che il vento è cambiato. Segue a pag

2 2 grandangolo Ottobre 2012 N 8 rapporto giavazzi incentivi su misura Segue da pag. 1 Secondo il rapporto Giavazzi, su trenta miliardi di incentivi ne arrivano solo tre alle imprese private. E, intanto, stiamo morendo di tasse. L incidenza della pressione fiscale sulle imprese è del 57% se si sottrae il Pil sommerso. Il cuneo fiscale tra salario netto e lordo è al 47.6%, IN CEN TIVI dieci punti in più della media Ocse. Di fronte a queste cifre monstre, io dico: toglieteci qualunque incentivo ma tagliate anche le tasse e fateci competere come sappiamo sul mercato globale. Siamo un Paese che sacrifica la ricerca sull altare dell Irap, è un controsenso. Un taglio di 3 miliardi di incentivi, dunque, in cambio di un abbassamento delle tasse di 30 miliardi. Chi non ci starebbe? Ma a questo punto occorre chiedersi se il governo Monti ha il consenso, oltre che il tempo, necessari per attuare una FRANCESCO GIAVAZZI Professore Università Bocconi Milano Una politica industriale basata sugli incentivi induce i manager a partecipare al mercato politico in cui sono distribuiti i sussidi anziché dedicarsi all'attività imprenditoriale manovra riformatrice così imponente. Intanto, per quanto si apprende, l esecutivo è alle prese con il rischio di aumentare l Iva nel 2013 e il ministro dell Economia, Vittorio Grilli, prima di compiere qualsiasi altra operazione sarebbe intenzionato a racimolare ogni risorsa che si rendesse disponibile su questo obbiettivo. I fronti sono tre: quello delle agevolazioni fiscali affidato al sottosegretario dell Economia, Vieri Ceriani, la spending review di Enrico Bondi e il riordino degli incentivi alle imprese. Sì, sono prese in considerazione anche le risorse che potrebbero provenire dai sussidi alle imprese. Ciò, nonostante lo stesso Giavazzi nel rapporto consegnato in luglio, raccomandi di destinare i risparmi derivati da questo settore alla riduzione del cuneo fiscale e delle tasse sul lavoro (sia quelle a carico delle imprese che dei lavoratori). A meno che prevalga un altra considerazione, come stima l economista Giavazzi nel suo dossier, ossia che: L abrogazione di contributi alle imprese per circa 10 miliardi annui produrrebbe nell arco di due anni circa un aumento del livello del Pil di 1,5%. È in questa cornice che si inserisce la trattativa in corso tra industriali e governo presso il ministero dello Sviluppo economico, il dicastero che distribuisce la metà dell ammontare complessivo degli incentivi. E se sui contributi a pioggia sulle aree arretrate sono tutti contrari, in quanto i dati dimostrano che la crescita non 3 30 si fa così, su altri aspetti si percepisce che occorrerà incidere molto nel profondo per riconvertire un sistema incrostato. Giavazzi rileva una sorta di professionalità specifica, che giustamente verrebbe meno, quando afferma che una politica industriale basata sugli incentivi induce i manager a partecipare al mercato politico in cui vengono distribuiti i sussidi anziché dedicarsi all attività imprenditoriale. Senza considerare che i costi di gestione delle amministrazioni pubbliche talvolta sono superiori ai benefici che giungono alle imprese. Difficile allora pensare che non si metta in piedi un azione di lobby conservatrice perfino superiore a quella che emerse con le liberalizzazioni. Paradossalmente solo il clima di emergenza assoluta, determinato dalla crisi economica, depone a favore. Franco Adriano Cronista parlamentare "Italia Oggi" Miliardi che vanno nelle tasche delle aziende private 57% Miliardi di finanziamenti pubblici statali L incidenza della pressione fiscale sulle aziende CONSULENTI DI DIREZIONE esperti in azione CONSULENZA DIREZIONALE CONSULENZA ORGANIZZATIVA CONSULENZA TECNICA FORMAZIONE MANAGERIALE Via Ognissanti, 30/b ALBA (CN) - Tel Fax

3 Ottobre 2012 N 8 Gilberto Manfrin ENRICA BALDI Baldi snc Treiso Toglietemi pure qualsiasi incentivo statale se in cambio ci vengono abbassate le tasse. Quello che prendiamo non copre le spese Pitost che niente a l è mej pitost. Nemmeno il vecchio adagio piemontese sembra più ridare il sorriso alle aziende, tartassate da un carico fiscale sempre più schiacciante e impossibilitate ad accedere, vuoi per lacci e lacciuoli burocratici, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per spese di consulenze via via troppo elevate, ai quei 30 miliardi di finanziamenti pubblici che secondo lo studio del professor Francesco Giavazzi, lo Stato metterebbe a disposizione ogni anno. Peccato che, come ha ben descritto Franco Adriano nel suo editoriale, solo il 10% di quella cifra finisca alle aziende private. Ma cosa pensano le imprese di questa somma? È ancora sufficiente a grandangolo INCENTIVI SCARSI FINANZIAMENTI, PRESSIONE FISCALE ALLE STELLE POCHI AIUTI STATALI? TOGLIETECI L'IRAP colmare, per esempio, il buco provocato dal fisco nei loro bilanci? Pare di no, anche perché, arrivare a prendere anche solo una minima parte di quel 10%, è davvero complicato. Toglietemi pure qualsiasi incentivo statale se in cambio ci vengono abbassate le tasse - taglia corto Enrica Baldi, dell omonima azienda di famiglia di Treiso -. Gli unici incentivi che riusciamo a prendere sono relativi alla formazione, ma non coprono certo le spese per i corsi, vicine ai 20mila euro. Riesco giusto a pagare la docenza. Due anni fa ANTONINO PIOVANO Fratelli Borello srl Bra Quel poco di utile che riusciamo a mettere da parte è assorbito dalle tasse. Rinunceremmo ad ogni incentivo purché il Governo elimini l'irap avevamo provato ad accedere ad un bando su ricerca e sviluppo tramite click day, lavorando mesi e mesi e compilando una miriade di incartamenti. Tutto inutile. Nel giro di un minuto i fondi sono andati esauriti. Non dateci più alcun finanziamento, mi viene da dire, in cambio riduceteci l Irap, una batosta che assorbe tutto l utile che produciamo. Non sono certo i finanziamenti statali a farci fare il salto di qualità - aggiunge Antonino Piovano, ex amministratore delegato ed ora consulente per conto del mangimificio Borello Fratelli di Bra, dove ha lavorato per 40 anni -. Noi come impresa abbiamo sempre preso molto poco. Il nostro settore è poco finanziato dalle agevolazioni. Abbiamo ottenuto qualcosa nel campo dell innovazione per lo sviluppo di nuove tecnologie, ma in quantità molto limitata. Quel poco di utile che mettiamo da parte è però assorbito dalle tasse. Rinunceremmo ad ogni incentivo purché il Governo elimini l Irap, la tassa che più pesa nel nostro bilancio. Sulla stessa linea Roberto Occelli, socio della Bob Sistemi Idraulici di Monchiero: Mai ricevuto alcun incentivo - dice senza giri di parole -. Sono perfettamente a conoscenza dello studio Giavazzi, ma quei contributi non sappiamo proprio cosa siano. Vanno a chi ha le giuste conoscenze. Certo è che se ci togliessero ogni tipo di incentivo in cambio di una minor pressione fiscale ne saremmo contenti. Un esempio? Facendo un rapido calcolo, tra accise e costi vari la nostra pressione fiscale si aggira sul 58-59%. Siamo ridotti alla sopravvivenza. E anche chi riceve qualcosa dalle casse statali, non pare per ROBERTO OCCELLI Bob Sistemi Idraulici spa Monchiero Mai ricevuto alcun incentivo. Facendo un rapido calcolo tra accise e costi vari la nostra pressione fiscale si aggira sul 58-59%. Siamo alla sopravvivenza STEFANO ABRIGO Abrigo spa Diano d'alba Qualcosa abbiamo preso, ma poco. Paghiamo 60mila euro solo di Irap. Senza di esso avrei decine di migliaia di euro su cui contare. Altro che incentivi 3 nulla soddisfatto: La nostra azienda ha preso una parte di incentivi per il commercio estero - dice ancora Stefano Abrigo, titolare della Abrigo di Diano d Alba -. Sarebbe opportuno che continuassero ad arrivare, per agevolare la presenza di personale all estero, per spedizioni alla ricerca di nuovi mercati o per vendere prodotti. Nell ultimo periodo, però, gli unici incentivi che abbiamo avuto sono stati quelli sulla ricerca e sull innovazione tramite il Politecnico di Torino. Troppo pochi rispetto alla nostra imposizione fiscale. La nostra azienda tra contributi pagati al personale, Ires e Irpef versa il 60% in tasse. Paghiamo 60mila euro solo di Irap: senza di esso avrei decine di migliaia di euro in più su cui contare. Altro che agevolazioni e finanziamenti pubblici. Comitato editoriale: Giuliana Cirio, Simone Ghiazza, Elena Lovera, Fabrizio Pepino, Giacomo Tassone Direttore responsabile: Fabrizio Pepino Redazione e grafica: Autorivari studio associato Corso IV Novembre, 8 () Tel Fax Editrice: Centro servizi per l industri Corso Dante, 51 () Tel Stampa: Framstampa Fraz. Roata Raffo, 63 (Busca) Tel Pubblicità: Tec Pubblicità e Grafica Via dei Fontanili, 10 (Fossano) Tel Chiusura: 09/10/2012 Tiratura: copie Prefabbricati di qualità Costruzioni in calcestruzzo di alta qualità certificata La Geocap Srl realizza strutture e opere in calcestruzzo più vicine alle esigenze. Geocap cura con attenzione i dettagli della produzione e il servizio al cliente. Geocap progetta, produce e posa in opera con materiali di prima scelta che garantiscono qualità e lunga durata dei prefabbricati. GEOCAP Srl - Via Del Chiosso n Caramagna P.te (CN) Tel Fax

4 4 primo piano Ottobre 2012 N 8 PREZZO DEL LATTE CONFINDUSTRIA CUNEo prende posizione NESSUN ACCORDO CON LA PARTE AGRICOLA latte acqua Torna di attualità il costo del servizio idrico a carico delle aziende cuneesi. Da anni la provinciale lamenta un esborso eccessivo per godere del servizio da parte del mondo industriale della Granda per via dell addizionale da versare alle Comunità montane, quasi doppia rispetto al resto del Piemonte. È datata, infatti, 13 gennaio 2009, la lettera con cui Nicoletta Miroglio invitava la presidente dell Autorità d Ambito, Gianna Gancia a intervenire al fine di conseguire una omogenea applicazione delle tariffe dell acqua in ambito regionale. Da allora nulla è cambiato e le imprese del territorio, senza distinzioni di sorta, continuano a pagare bollette in cui il prelievo destinato agli enti montani è decisamente elevato. Ben oltre il limite del 3% imposto dalla Regione. L addizionale a favore degli enti montani che grava su tutte le utenze del servizio idrico (comprese quelle domestiche) in provincia di è pari all 8%. Una percentuale ben maggiore rispetto alle altre utenze piemontesi, che, traducendosi nell ennesimo balzello sulle spalle delle imprese, crea uno svantaggio concorrenziale anche nei confronti delle province confinanti e impedisce alle aziende del nostro territorio di recuperare competitività in un momento già di estrema difficoltà. Basti pensare che nel solo 2012 gli imprenditori cuneesi hanno già versato a Ato e Comunità montane oltre 2,6 milioni di euro ATO 01 tariffe idriche Per l'industria della Granda l'acqua è più cara di tutte le altre province del Piemonte ATO 02 ATO 03 8% 5% 5% 5% 5% ATO 04 0% ATO 05 Percentuale delle bollette per il servizio idrico destinata alle Comunità montane Limite imposto dalla regione 3% ATO 1 Verbano, Cusio, Ossola, Novarese ATO 2 Biellese, Vercellese, Casalese ATO 3 Torinese ATO 4 Cuneese ATO 5 Astigiano, Monferrato ATO 6 Alessandrino ATO 06 Il meccanismo non funziona "Urge un nuovo sistema di trattativa purchè non in contrasto con le norme dell'antitrust" Gilberto Manfrin Non c è stata nessuna rottura della trattativa sul prezzo del latte tra parte agricola e parte industriale, semplicemente perché una negoziazione non è mai partita. È chiara la posizione del presidente della sezione lattierocasearia di, Franco Biraghi, in merito alle accuse del tutto infondate e pretestuose lanciate nelle scorse settimane dalla Coldiretti. Noi ci tiriamo fuori e non vogliamo essere coinvolti in vicende che non ci hanno minimamente coinvolto - attacca Biraghi -. Il comparto industriale aderente a non ha stipulato alcun accordo e quindi non può essere assolutamente chiamato in causa. Rigettiamo con forza le accuse che la Coldiretti in queste settimane ha rivolto nel constatare il fallimento dell'indice, per altro da essa fortemente voluto. Il comparto industriale, nello specifico la sezione lattiero-casearia aderente a, infatti, negli ultimi due anni non è stata convocata in Regione per discutere con la parte agricola il prezzo del latte. Quello che è stato creato nel 2011 è un meccanismo di indicizzazione del prezzo che si basa su un paniere composto da diverse voci, che avrebbe dovuto fissare un prezzo del latte giusto per tutti. Se questo indice deve essere costantemente rivisto e ritrattato - puntualizza Biraghi - significa che il meccanismo non funziona. È corretto cercare nuovi metodi per la fissazione del prezzo, ma quando ci si accorge che il sistema non funziona e crea danni va abbandonato. Ci tengo inoltre a chiarire che il prezzo indicizzato a cui in genere si fa riferimento non è un prezzo regionale, ma un accordo aziendale sottoscritto solo da tre caseifici piemontesi, di cui solo uno aderente a, e non dalla totalità dell industria. Noi non abbiamo disatteso alcun accordo, anche perché non abbiamo partecipato alla trattativa. Negli ultimi mesi sono state fissate delle riunioni in Regione per ritrattare per l ennesima volta dei prezzi aziendali già concordati, ma non sappiamo se si è giunti ad un nuovo accordo e con chi, e se questo accordo è stato disatteso ed eventualmente da chi. In questi due anni - tiene a puntualizzare Biraghi - la quasi totalità degli aderenti alla sezione Latte di ha pagato il latte in base a contratti privati stipulati con i In caseificio Una fase di lavorazione del latte in un'industria lattiero-casearia singoli agricoltori. Come fissare, dunque, le basi per una diversa trattativa? Per Biraghi, la soluzione al problema è una sola: L ideale sarebbe andare verso una trattativa tradizionale - consiglia Biraghi -, magari partendo dalla pubblicazione di un bollettino regionale mensile consultando il quale gli industriali possano contrattare le forniture del latte singolarmente con gli allevatori. Siamo comunque aperti - ha concluso - a qualsiasi proposta ci venga sottoposta sia dall assessorato regionale all Agricoltura sia dai sindacati della parte agricola per trovare un sistema nuovo di trattativa del prezzo del latte purchè non sia in contrasto con quanto previsto dalle norme Antitrust. AMBULATORIO MEDICO POLISPECIALISTICO AMBULATORIO CHIRURGICO Autorizzazione sanitaria n Direttore Sanitario Dr. Fabio Pittano Medico chirurgo Specialista in Clinica Oculistica Corso IV Novembre, Tel Fax MICROLIPOCAVITAZIONE MULTIFREQUENZA Si tratta di una metodica non cruenta, di provata efficacia e ben tollerata, utilizzata per ridurre le adiposità ed i depositi di cellulite localizzati. E una metodica ampiamente collaudata, che oggi si avvale di un nuovissimo ed innovativo strumento come Microlipocavitation, e consigliato per il trattamento di fianchi, interno ed esterno cosce, mento, braccia, ginocchia, caviglie, pancia, glutei. Rispetto ad altre metodiche Microlipocavitation assicura al pazientemolteplici vantaggi: - il trattamento viene effettuato ambulatorialmente in anestesia locale, senza i rischi di una anestesia generale. - in quanto tecnica soft e micro consente di operare anche nei piani piùsuperficiali del pannicolo adiposo, rispettando, più di altre metodiche, il sistema vascolare e linfatico. - il Paziente è in grado di riprendere le normali attività di vita quotidiana già nello stesso giorno. - è sufficiente una sola seduta per avere risultati eccellenti. Presso il Centro Medico Europeo la Dott.ssa Eleonora Adami, medico chirurgo diplomata in Medicina Estetica presso la scuola post- universitaria dell Agorà di Milano, effettua trattamenti di Microlipocavitazione Multifrequenza con innovativo apparecchio Microlipocavitation.

5 Ottobre 2012 N 8 primo piano sezione autolinee protesta per il ritardo dei pagamenti 5 siamo nelle mani di regione e provincia TPL consorzio granda bus Sulle tratte brevi l'autobus conviene rispetto al treno Netta presa di posizione del presidente del consorzio Granda Bus, Clemente Galleano, a proposito dell'ipotesi della Regione di avvalersi del servizio privato su rotaia anziche di quello su gomma per quanto riguarda le corse sostitutive dei treni tagliati da Trenitalia. Il servizio dal 12 settembre in provincia di è fornito dal consorzio di autolinee che gestisce il traposrto pubblico locale. "In primo luogo abbiamo registrato flussi di passeggeri molto più bassi di quelli trasmessi dalla Regione, in linea con i dati che avevamo già a disposizione, tanto che non è stato necessario aggiungere corse bis. Tuttavia, se non abbiamo dovuto raddoppiare le corse, abbiamo però cadenzato gli orari alla mezz'ora nelle ore di punta e all'ora in quelle di morbida. Inoltre abbiamo aumentato il numero delle fermate, con grande apprezzamento dei passeggeri che si possono recare a prendere l'autobus a piedi senza utilizzare auto o bici. Infine non bisogna dimenticare che i costi infrastrutturali, di manutenzione e di gestione di una linea ferroviaria sono molto più alti di quelli di una linea di autobus" di passeggeri all anno il costo medio di un autobus Le aziende di autolinee che fanno parte del consorzio Granda Bus Il trasporto pubblico locale in cifre Corse gestite dal tpl in provincia di km percorsi ogni anno Attraverso una lettera inviata al presidente della Regione Roberto Cota e al presidente della Provincia Gianna Gancia, la Sezione Autolinee di ha fatto proprio il grido di allarme per l insostenibile ritardo dei pagamenti lanciato dalle 18 autolinee del Consorzio Granda Bus, che hanno in gestione il trasporto pubblico locale della Granda. Ad oggi il credito maturato si attesta intorno ai 13,5 milioni di euro. I pagamenti da parte della provincia di per i servizi di tpl sono fermi ad un acconto di marzo scrive nella lettera a Regione e Provincia Flotta di autobus in forza alle autolinee del trasporto pubblico locale 1,45 /km rimborso della Regione ai gestori del trasporto pubblico locale 12 /km rimborso della Regione a Trenitalia Serena Lancione, presidente della Sezione Autolinee di -. Non c è nessuna traccia, inoltre, del saldo per i servizi resi nell'anno 2011, senza contare i servizi sostitutivi le linee ferroviarie. Questa situazione, già più volte segnalata alla Provincia e alla Prefettura di sin dallo scorso giugno, non solo non si è sbloccata, ma sta rischiando di aggravarsi in maniera irreparabile, al punto che le aziende non sono più in grado di pagare né le retribuzioni né il gasolio per far circolare i mezzi. Le aziende della provincia di vogliono continuare a lavorare e ad impegnarsi ma, per poterlo fare, hanno bisogno di Situazione non più sostenibile Ad oggi il credito maturato dalle autolinee del trasporto pubblico è di 13,5 milioni una boccata di ossigeno - continua la missiva -. Chiediamo semplicemente di essere pagati per il lavoro svolto, per continuare a onorare gli impegni con i nostri dipendenti, i nostri fornitori e con la Provincia con la quale abbiamo sottoscritto il contratto di servizio. Le aziende di autolinee non godono di alcuna agevolazione né anticipazione da parte della Provincia di, ma sono totalmente dipendenti dai trasferimenti regionali, ragion per cui chiedono alla Regione Piemonte di porre urgentemente rimedio alla catena dei ritardi nei pagamenti, pena la sopravvivenza dei servizi resi e delle aziende medesime. Concessionaria esclusiva e Provincia OFFERTA COMPLETA DI INFORMAZIONE redazionale Manti di copertura e rivestimenti di facciata con la Geocover Superficie per l architettura con qualità. La Geocover è un azienda sita in Caramagna Piemonte che ha un unico obiettivo: soddisfare le esigenze del cliente. Operante in Piemonte, Liguria, Valle d Aosta e Lombardia occidentale, la Geocover realizza varie tipologie di manti di copertura e rivestimenti di facciata utilizzando esclusivamente materiali di prima scelta. Inoltre, grazie al personale altamente qualificato ed alle specifiche attrezzature, è certificata per la rimozione e lo smaltimento di coperture contenenti amianto. La costante ricerca di soluzioni innovative trasformano le realizzazioni in progetti di qualità estetica superiore e durevoli nel tempo. VENDITA NUOVO ED USATO ASSISTENZA RICAMBI NOLEGGIO Borgo San Dalmazzo Via, 106 Tel vaudagnacarrelli.com

6 6 primo piano Ottobre 2012 N 8 MECCANICA COMPARTO PREOCCUPATO SUL FUTURO DELL'AZIENDA DA CUNEO A TARANTO no alla chiusura In attesa dell'aia ILVA Il 17 ottobre il Governo presenterà l'autorizzazione Integrata Ambientale per scongiurare lo spegnimento dei forni IL PARERE DELLE IMPRESE "Incalcolabile aumento dei prezzi" Cosmo, Manitowoc, Damilano Group, Profilmec, Annibale Viterie. Sono solo alcune delle industrie cuneesi che potrebbero risentire delle vicende legate all Ilva: Se l Ilva chiudesse - dice Duilio Paolino, titolare della Cosmo di Busca, che acquista il 100% del proprio lamierato dall Ilva - verrebbe a crearsi un effetto domino con una spaventosa lievitazione del prezzo del materiale. Il nostro mercato sarà consegnato ai concorrenti esteri: una cosa grave per un Paese che ha un industria metalmeccanica all avanguardia. Quantifico un aumento dei costi nell ordine del 7-10%. In Manitowoc tutti i nostri fornitori acquistano da Ilva un tipo di materiale, l F355, che in Italia è fornito prevalentemente da due industrie e una di queste è l Ilva - aggiunge Sabrina Giordano, responsabile ufficio acquisti dell azienda di Niella Tanaro -. Se Ilva dovesse chiudere si instaurerebbe un monopolio, con inevitabile aumento dei prezzi. Per non parlare dell estero, dove i materiali sono più cari del 20-30%. Il mercato italiano è quello che paga di meno il materiale ferroso, con un risparmio del 6-7% rispetto a quanto spenderemmo andando all'estero - precisa ancora Massimo Saretti, ufficio acquisti della Damilano Group -. Direttamente o indirettamente acquistiamo dall Ilva il 20% del nostro materiale. Dovesse chiudere, avremmo grossi problemi nell approvvigionamento. Il gruppo Ilva è uno dei nostri maggiori fornitori. Per ora abbiamo avuto un leggero calo nella fornitura degli ordini in corso, ma è chiaro che se la situazione d emergenza continuerà potremmo avere dei problemi e prendere in considerazione di attuare la Cig - ammette Pierluigi Gosso, direttore amministrativo della Profilmec di Racconigi. Tira le fila Domenico Annibale, presidente della sezione Meccanica di e Ad della Annibale Viterie: L aspetto più preoccupante è che sul mercato mancherebbero milioni di tonnellate di acciaio. Si innescherebbe, oltre ad uno spropositato aumento di prezzi, anche una corsa all accaparramento della materia prima sui mercati esteri. Nel mondo industriale cuneese risentirebbero del contraccolpo 300 aziende meccaniche che danno lavoro ad oltre 16mila dipendenti. EFFETIs.n.c. di Fornasero Paolo & C. REG. N. 457-A UNI ENI ISO 9001: 1954 Impianti elettrici civili e industriali - Automazioni Assistenza autorizzata radiocomandi Via Roata Gollè, 18/C BUSCA (CN) tel fax Tel fax Fr. S. Chiaffredo, BUSCA (CN) - Gilberto Manfrin Come un effetto tsunami. Le vicende riguardanti l Ilva di Taranto rischiano di avere forti ripercussioni anche su uno dei più grandi indotti della provincia di, il metalmeccanico, che vede impiegati oltre 15mila lavoratori. La maggior parte delle aziende del settore acquista materia prima, infatti, direttamente o per conto di fornitori, proprio dal sito industriale pugliese. Ecco perchè un eventuale chiusura del polo siderurgico più grande d'europa produrrebbe un devastante effetto domino con ripercussioni in tutta la provincia, dove sono ubicate tra l altro due delle industrie legate al gruppo Ilva, una a Racconigi che dispone di 7 linee per tubi profilati cavi e 3 linee di taglio ed una a Lesegno, la Riva Acciaio, dove sono operativi una acciaieria e un laminatoio con diversi forni. Una crisi che potrebbe causare effetti devastanti sul piano lavorativo e che ha spinto, per mano del suo stesso presidente Nicoletta Miroglio, a chiedere rassicurazioni al ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, proprio per via delle preoccupazioni legate alle ricadute locali conseguenti ad un eventuale chiusura del colosso di Taranto. A Lesegno - si legge nella lettera inviata dalla numero uno degli industriali cuneesi -, la Riva Acciaio conta più di 250 addetti che lavorano a produzioni di base, mentre a Racconigi lo stabilimento Ilva trasforma i coils d acciaio che arrivano dalla Puglia in tubi e laminati, occupando quasi 200 addetti. L entità della forza lavoro impiegata in queste unità produttive è ingente, il rischio di chiusura o di fermo degli impianti preoccupa lavoratori e famiglie del territorio. Il rischio chiusura - continua Nicoletta Miroglio - preoccupa altrettanto gli imprenditori della nostra filiera metalmeccanica, settore di assoluta eccellenza per la provincia, che conta aziende leader a livello europeo e mondiale. Inoltre, se si fermassero le produzioni a La preoccupazione di Con l obiettivo principe di tutela dei lavoratori e dei cittadini coinvolti, si compia ogni sforzo per assicurare la continuità operativa degli stabilimenti Ilva caldo dell Ilva, esse sarebbero costrette a ripiegare su prodotti medi di importazione, perdendo il vantaggio competitivo di disporre di fornitori vicini in grado di rispondere con tempestività a variazioni quantitative e qualitative negli approvvigionamenti. Senza contare le ripercussioni che questa rivoluzione di mercato causerebbe sui prezzi della materia prima. La richiesta che giunge forte dai nostri imprenditori è che, con l obiettivo principe di tutela dei lavoratori e dei cittadini coinvolti, si compia ogni sforzo per assicurare la continuità operativa degli stabilimenti Ilva, asset strategico per l industria manifatturiera del Paese. Nel frattempo l'ilva ha confermato l'intenzione di rimanere nell'area produttiva di Taranto. Una volontà rafforzata dal piano di investimento di 400 milioni di euro per il risanamento dell area. L azienda si è detta inoltre disponibile ad anticipare di ben quattro anni l attuazione delle migliori tecnologie disponibili rispetto a tutte le altre siderurgie europee. Un impegno per ora non considerato sufficiente dalla magistratura. Sulla vicenda è vigile anche la nazionale: Il giudizio negativo della magistratura non può che essere fonte di estrema preoccupazione - ha fatto notare -. L impegno assunto dall Ilva, che si sta già traducendo in interventi concreti, può e deve essere attuato nel più breve tempo possibile, compiendo ogni sforzo per garantire la continuità produttiva"- ha sottolineato Viale dell'astronomia -. Intanto il Senato, lo scorso 3 ottobre, ha approvato in via definitiva il decreto sull'ilva. Il provvedimento che reca disposizioni urgenti per il risanamento ambientale e la riqualificazione del territorio di Taranto, è convertito definitivamente in legge. L'auspicio ora, è che la nuova Autorizzazione integrata ambientale che sarà presentata dal Governo il 17 ottobre, sia ritenuta valida dalla magistratura. Da essa potrebbe giungere la risposta concreta allo spegnimento dei forni disposto dalla Procura di Taranto e anche alla necessità di assicurare che la produzione non si fermi.

7 Ottobre 2012 N 8 primo piano riforma fornero L'analisi nel convegno di 7 LA VO RO occasione mancata per dare una svolta L'analisi tecnica Imprenditori e liberi professionisti hanno partecipato in massa al seminario tenuto a da Pierangelo Albini NICOLETTA MIROGLIO Presidente di Si sono spesi fiumi di inchiostro e molte parole, ma il risultato finale soddisfa solo in minima parte le istanze avanzate dalle imprese Paolo Ragazzo Un occasione mancata. Così, in tre parole, si può riassumere il sentiment delle aziende e degli addetti ai lavori di fronte alla riforma del mercato del lavoro varata dal ministro Elsa Fornero, approvata dal Parlamento e in vigore dal luglio scorso. Questo stato d animo è emerso chiaramente durante l intera giornata di studio e dibattito sulla legge 92/2012 organizzata da lo scorso 2 ottobre al Don Bosco di. Non posso negare un evidente delusione per aver perso l occasione di rendere più agevole l inserimento di nuovo personale nelle aziende e, soprattutto, per non aver colto l opportunità di garantire una vera flessibilità in uscita, comparabile a quanto in vigore in tutta Europa, ha detto Nicoletta Miroglio, presidente dell associazione degli industriali cuneesi, nel suo saluto di apertura. Quasi un assist per gli autorevoli interventi che si sono succeduti durante il seminario e che hanno espresso tutte le perplessità su una riforma che non convince. LUIGI ASTEGGIANO Direttore di Il convegno è stato un momento di informazione e formazione con illustri esperti per analizzare nei dettagli la riforma Fornero LUIGI CAMPANARO Responsabile ufficio Relazioni sindacali e Normativa del Lavoro di In materia di flessibilità in uscita c'è stato un arretramento rispetto all'idea di mantenere la tutela reale solo per il licenziamento discriminatorio Il testo è stato approvato dopo un lungo dibattito per cercare soluzioni che non sempre si sono trovate - spiega Luigi Asteggiano, direttore provinciale di -. Esistono molte perplessità sul fatto che la legge non risponda alle aspettative degli imprenditori. Luigi Campanaro, responsabile dell ufficio Relazioni sindacali e Normativa del Lavoro dell associazione, si è affidato invece al commento che della riforma Fornero hanno dato Franco Carinci e Michele Miscione, ordinari di diritto del lavoro a Bologna e Trieste, per introdurre i lavori: Un testo normativo assemblato alla ammortizzatori sociali Delfino (Inps): "Il nuovo sistema è più generalista" Nel pomeriggio il seminario è proseguito con l'intervento di Santo Eugenio Delfino, direttore dell Inps di, che ha parlato della nuova disciplina degli ammortizzatori sociali: Aspi, Mini Aspi, Cig, Fondi bilaterali e altro. Dottor Delfino, la nuova normativa aumenta o diminuisce le coperture sociali per i lavoratori? "A mio avviso, il sistema delle tutele in Italia, è ancora troppo discrezionale, nel senso che è dipendente dal rapporto di lavoro instaurato. Le coperture sociali dipendono molto dall azienda di cui si è dipendenti. Il nuovo sistema degli ammortizzatori sociali tende ad essere più generalista, anche se credo che siamo ancora distanti dai servizi di protezione sociale generalisti di alcune società occidentali quali, ad esempio, la Francia". Le nuove misure quale effetto hanno sul costo del lavoro? "Il nuovo sistema così come è configurato, non appare maggiormente oneroso per le imprese, si tende solo a gravare maggiormente sul lavoro temporaneo e precario. Si sollecitano, inoltre, le imprese con i fondi di solidarietà e negli incentivi all esodo, a farsi parziale carico dei costi derivanti dalle nuove prestazioni che saranno erogate ai lavoratori". PIERANGELO ALBINI Direttore Relazioni industriali, Sicurezza e Affari sociali di È una riforma poco utile per affrontare la congiuntura, ma non potremo accorgercene tra 4 o 5 anni: perché sarà tardi meglio, difficile da leggere in italiano, impossibile da tradurre in inglese. Anche in questo caso la sintesi rende bene l idea dell umore con cui sono state recepite le novità normative. Ma quali sono i motivi di un tale malcontento? In un momento come questo ci saremmo aspettati elementi di maggiore modernità - ha spiegato Pierangelo Albini, direttore dell area Relazioni industriali, Sicurezza e Affari sociali di -, invece ci troviamo ad applicare una legge che non cambia assetto al mercato del lavoro ed è inadeguata per affrontare la congiuntura economica sfavorevole. A non convincere, oltre alle misure previste dalla legge, è stato il metodo con cui è stata condotta la discussione con le parti coinvolte: Inizialmente eravamo stati convocati per delle audizioni, un elemento di discontinuità rispetto al passato che ci faceva ben sperare in una svolta anche su tematiche complesse come quelle dei rapporti di lavoro - ha continuato Albini -. Poi, purtroppo, non è andata come ci si auspicava e si è giunti a una legge che non tiene conto del mondo reale, in quanto i CORRADO CAVIGLIA Delegato alle Relazioni industriali per Anche adesso che abbiamo il testo di legge confermo il mio giudizio negativo per un impianto che non agevola lo sviluppo e l'occupazione problemi delle imprese sono diversi da quelli immaginati dal Governo. Sono stati poi oggetto di approfondimento specifico tutti i cambiamenti apportati dal legislatore, mettendo l accento sull aumento dei vincoli all utilizzo dei contratti a tempo determinato e a progetto da parte delle aziende. In seconda battuta, è stata data una panoramica della nuova normativa sui licenziamenti. Prendendo come spunto di partenza il principio che più vincoli poni all ingresso, più dovresti toglierne in uscita, anche da questo punto di vista abbiamo creduto che fosse possibile una riforma avanzata che ci ponesse all avanguardia in Europa, invece quanto realizzato non fa fare i passi in avanti che credevamo. Soddisfatti del momento di approfondimento i rappresentanti del mondo industriale cuneese con Corrado Caviglia, delegato alle Relazioni industriali per, che commenta: Grazie all esposizione di Albini è stato possibile capire come sono andate le trattative e quali son state le mediazioni che hanno portato a una legge che, alla fine, scontenta tutti".

8 8 previsioni Ottobre 2012 N 8 indagine IV trimestre. la crisi resta, ma non si inasprisce Elaborazioni Centro Studi OCCUPAZIONE PRODUZIONE TOTALE ORDINI TOTALI ORDINI EXPORT CEN TRO STUDI Le previsioni degli industriali cuneesi per il IV trimestre 2012 IV TRIMESTRE 2012 III TRIMESTRE ,3-12,5-10,5-17, ,9-28,4-11,3 migliori le attese per la fine del 2012 Paolo Ragazzo È una crisi che stenta a passare ma che, in generale, non si inasprisce quella delineata dall indagine congiunturale per il quarto trimestre 2012 elaborata e diffusa dal Centro Studi di. Nonostante le previsioni indichino il permanere di difficoltà significative almeno fino al dicembre prossimo, infatti, si attestano su valori meno negativi rispetto alla precedente rilevazione i parametri riguardanti produzione, ordinativi ed export. L indagine, alla quale hanno preso parte 200 aziende di tutti i settori e dimensioni, riflette d altro lato l ulteriore indebolimento del quadro occupazionale, dove il saldo ottimisti/pessimisti passa dal -10,5% al -12,5%. Dopo la decisione della Bce di intervenire attraverso acquisti di titoli di Stato dei Paesi in crisi, la situazione sui mercati finanziari dell Eurozona è decisamente migliorata - commentano dal Centro Studi di -. Tuttavia, l attuale scenario economico non può non inglobare il peggioramento del quadro internazionale avvenuto in estate: le maggiori economie, avanzate ed emergenti, sono in MECCANICA Migliorano le prospettive della meccanica. Pur mantenendosi su dati negativi cresce anzitutto l export: il saldo passa dal -7,9% di giugno al -2,9%, guadagnando 5 punti percentuali; sale di 9,1 punti percentuali il saldo ottimisti-pessimisti sugli ordini complessivi che passa dal -27,7% all attuale -18,6%. Stabili, anche se su valori negativi, le previsioni sulla produzione (-25%). Positiva la variazione del tasso di utilizzo della capacità produttiva che sale al 76,1% dal 74,2%. Invariate anche le attese delle imprese meccaniche sull occupazione (-7%), mentre il ricorso alla cassa integrazione guadagni è un eventualità contemplata dal 23,8% delle stesse (erano il 21,3% lo scorso trimestre).

9 Ottobre 2012 N 8 previsioni 9 Elaborazioni Centro Studi Nell edilizia le attese delle imprese si inaspriscono ulteriormente e sono sempre più negative. Il saldo ottimisti-pessimisti relativo ai livelli produttivi si attesta a -42,6%, scendendo di quasi 27 punti percentuali rispetto a giugno. Peggiorano di 12,7 punti percentuali le attese sui nuovi ordini (da -32% a -44,7%). Il saldo sugli ordini dall estero, con -29,2%, è anch esso più negativo rispetto a quanto rilevato lo scorso trimestre (-18,2%). Preoccupa la previsione di utilizzo di ammortizzatori sociali: se a giugno il 16% delle aziende edili non escludeva l eventualità di dover far ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni, per il prossimo trimestre sono il 43,2%. rallentamento. Lo scenario macro sta quindi portando anche ad una forte riduzione degli investimenti delle imprese che si ritrovano con livelli di redditività diminuiti in misura significativa ed una maggiore difficoltà di accesso al credito. Scendendo nel dettaglio, migliora di 2,6 punti percentuali la quota relativa alle attese sui livelli produttivi, che passa dal -20% al -17,4%, pur confermandosi ancora negativo per il quarto trimestre consecutivo. % imprese con carnet ordini <1 mese 27,3 35,9 % imprese che prevedono di investire per ampliamenti 19,9 21,6 EDILIZIA Di maggiore entità, invece, è l andamento dell indicatore relativo agli ordini totali, il cui saldo sale di 11,5 punti percentuali (da -28,4% a -16,9%). Segno più per il tasso di utilizzo degli impianti, che cresce di 1,7 % imprese con carnet ordini <1 mese punti III TRIMESTRE percentuali 2012 attestandosi IV TRIMESTRE ,3 35,9 al 73,9%, contro il 72,2% della rilevazione precedente, appena 3/5 punti sotto il livello tipico delle % imprese normali che prevedono fasi di investire di crescita per ampliamentie 19,9 21,6 comunque ben superiore rispetto ai valori critici fatti registrare durante la crisi % imprese che prevedono di investire per sostituzioni 31,6 27,4 % imprese che prevedono il ricorso alla CIG 19,4 20,5 Un cauto segnale di ottimismo per tutta l economia provinciale arriva, inoltre, dall export che dopo lo scivolone della precedente analisi migliora di 9 punti (dal -11,3% di giugno al -2,3% di settembre), riavvicinandosi nuovamente al punto di equilibrio. In generale, le imprese che esportano una quota significativa del fatturato sono meno pessimistiche, soprattutto per quanto riguarda il trend degli ordinativi. Peggiora la composizione del carnet ordini: la percentuale di aziende con commesse garantite per meno di un mese sale dal 27,3% % al imprese 35,9%, con carnet livello ordini <1 mese che non 27,3 35,9 si toccava da dicembre Solo il 21,6% delle aziende ha in programma investimenti di un certo rilievo; bassa anche % imprese che prevedono di investire per ampliamenti la percentuale di aziende che 19,9 III TRIMESTRE ,6 IV TRIMESTRE 2012 intendono fare investimenti di sostituzione (27,4%). In lieve diminuzione i tempi medi di pagamento, pari a 91 giorni (erano % imprese che prevedono di investire per sostituzioni 95 III a TRIMESTRE giugno); 2012 scendono IV TRIMESTRE a 147, ,6 27,4 dai 153 dello scorso trimestre, i giorni per le transazioni con gli enti pubblici. Quasi stabile la situazione % imprese che prevedono di liquidità il ricorso alla delle CIG 19,4 20,5 imprese: la quota che lamenta ritardi negli incassi è pari al 66%, erano il 68,8% a giugno. % imprese che segnalano ritardi negli incassi 68,8 66,0 tasso % di utilizzo della capacità produttiva 72,2 73,9 ALIMENTARE La situazione del settore alimentare è buona, in forte ripresa rispetto a quanto rilevato lo scorso trimestre. Il tasso di utilizzo degli impianti passa dal 76,3% al 79,2%. Il saldo sugli ordini totali, risultato negativo a giugno (-9,1%), sale di 37 punti percentuali, attestandosi al 28%. Salgono, a loro volta di 26,9 punti percentuali, le attese sui livelli produttivi il cui saldo ottimisti-pessimisti è pari al 36%, ma anche le aspettative sull export migliorano di 31,6 punti percentuali portandosi a 36,4%. Ventata di ottimismo anche per gli indicatori occupazionali: le aspettative sull occupazione salgono al 16% dal 4,5%, mentre il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni è contemplato a soltanto dal 4% delle aziende interpellate, contro il 18,2% dello scorso trimestre. CHIMICA&PLASTICA Anche la situazione delle imprese della chimica e gomma-plastica mostra timidi segnali di risalita. Migliorano tutti i principali indicatori anticipatori, sebbene si mantengano su livelli lontani da quelli tipici delle fasi di ripresa. Il tasso di utilizzo della capacità produttiva, sceso al 74% a giugno, passa all 80,2%. I saldi ottimisti-pessimisti sui livelli produttivi e sugli ordini totali, pur mantenendosi negativi, salgono entrambi portandosi a -16,7% e a -25%. Le aspettative sugli ordini export, tornate negative a giugno (-6,7 punti) si azzerano. Stesso discorso vale per l occupazione: le attese sui livelli occupazionali, scese di -11,8 punti a giugno, tornano pari a zero, come nel marzo scorso. Per i settori grafica, legno, tessile-abbigliamento, trasporti, terziario innovativo e altri manifatturieri non si è ottenuto un numero di rilevazioni sufficienti per avere risultati significativi. % imprese che prevedono di investire per sostituzioni 31,6 27,4 % imprese che prevedono il ricorso alla CIG 19,4 20,5 % imprese che segnalano ritardi negli incassi 68,8 66,0 tasso % di utilizzo della capacità produttiva 72,2 73,9 % imprese che segnalano ritardi negli incassi 68,8 66,0 tasso % di utilizzo della capacità produttiva 72,2 73,9

10 10 dalla provincia Ottobre 2012 N 8 risorse umane ritorna l'evento di professione lavoro campus granda apre nuovi orizzonti IL PROGRAMMA DI "HR CAMPUS GRANDA" 2012 Mercoledì 10 ottobre Gallo d'alba (Mondo spa) Workshop: Marketing e innovazione tecnologica: modelli a confronto e nuove prospettive Mercoledì 24 ottobre (Merlo spa) Workshop: Perseguire l eccellenza attraverso la leadership dell era della conoscenza CNEWS Roberto Verano responsabile progetto HR Campus Granda Giovedì 8 novembre Giovedì 22 novembre Dal 26 al 28 novembre Fossano (Cassa di risparmio) Alba (Ferrero spa) Pollenzo (Albergo dell'agenzia) Workshop: Cultura del Benessere Organizzativo e comportamenti di prevenzione dei rischi in azienda Main event: Risorse Umane & Cinema HR Campus Granda 2012 Più di 1400 candidati, in programma: il 10 ottobre granda news 51 talenti selezionati, alla Mondo di Gallo d'alba 33 dei quali hanno (evento realizzato in collaborazione con i club HR e Admc di L'Agenzia delle Dogane ha spostato poi trovato un occupazione e 30 aziende coinvolte. la sede operativa da Alba a Diano VENERDÌ 17 GIUGNO 2011 e Frazioni, per i quali Dal 1 ottobre la sede della Sezione Operativa Territoriale di Alba dell'agenzia delle Dogane, dipendente dall'ufficio delle Dogane di, è operativa vono il successo delle prime due il presidente Roberto Marza- Sono questi i numeri che descri- interverranno, rispettivamente, Il week end di sport, giochi e festa per otto paesi insieme nel Comune di Diano d'alba, in via Alba Narzole 7. Dalla stessa data Palio ha delle Frazioni edizioni di HR Campus Granda, no e l'imprenditrice Roberta cessato di essere operativa la vecchia sede nei locali di viale Torino, 14/1 e l innovativo progetto promosso da del Professione Gallo fino Lavoro a che domenica la Merlo di San Defendente di Ceretto); il 24 ottobre presso di corso Nino Bixio, 58. Invariato il numero di telefono e di fax 0173/ A San Pietro San Pietro del Gallo - Prende il via il week mira end del a far incontrare giovani di Cervasca; l'8 novembre presso la Palio delle Frazioni, che fino a domenica sera unisce Fondo rotativo Sbloccacrediti per ed entusiasma l Oltrestura talento della provincia di Cassa di Risparmio di Fossano. Il 22 novembre si svolgerà con sport, giochi e iniziative, nel segno della pratica sportiva ma anche dell aggregazione e dell amicizia. le Pmi della Camera di commercio con le imprese del territorio La sesta edizione viene affinché disputata a San Pietro del la valorizzazione delle inoltre un main event presso la Venerdì 19 ottobre alle ore 10, presso la sede della Camera di commercio Gallo, di nell area degli impianti sportivi (campi risorse di umane possa rappresentare settima-pene coinvolte le aziende nei diversi una gio- sfida ciale Coni dal e Acli provincia- valorizzazione per i bambini), e poi delle la festa competenze Ferrero di Alba, dedicato alla calcio, volley e bocce oltre a, avrà luogo un incontro di approfondimento sulle modalità di accesso al Fondo Sbloccacrediti, progetto coordinato da Unioncamere Piemonte ne è stata preparata con enchi per ciascuna frazione, li, con il contributo della con il concerto della band sferisterio, bocciofila e piazza) che nelle scorse totale un centinaio di perso- di, comitato provinle 21 (oltre all animazione tusiasmo da tanti frazionisti, oltre a tanti familiari, amici Fondazione Cassa di Risparmio Quinto Elemento (ingresso libero); domenica le par- con il coinvolgimento degli enti camerali piemontesi, in collaborazione con cui successo dipenderà lo per accogliere la manifestazione estiva che negli ul- end tutto colorato che con- informazioni: dalle 11 alle 18, e nel e frazionisti, per un week sviluppo economico dell impresa. Anche l edizione di quest anno e delle esperienze degli over45. di (per timi anni ha caratterizzato ta quindi migliaia di persone. Le partite sono di calcio Il programma della mani- dei Bambini. Poi alle 19 la frazioni.it). Anci Piemonte e UniCredit. Obiettivo comune è supportare le piccole e pomeriggio anche il Palio sempre medie imprese che, oltre ad affrontare un ciclo congiunturale negativo, stura, oggi oltre a San Pietro La del terza tennis edizione tavolo, calciobalilla, del Campus, ra venerdì 17 alle 21 con sta il ricevendo cena conclusiva. un riscontro de- più la zona. Le otto frazioni dell Oltre- a cinque, volley, petanque, festazione prevede l apertu- premiazione e a seguire la Gallo, sono Passatore, Madonna dell Olmo, Roata le di 336 partite nei due chi popolari; sabato la pripara a vivere anche la festa scopa e belotte, per un tota- quizzone seguito dai gio- Intanto la frazione si pre- subiscono la lentezza dei pagamenti delle fatture, in particolar modo Rossi, da San Benigno, in Ronchi, Cerialdo e Confreria: in con il patrocinio di Comune verse discipline, dalle 14 alna successivo, dal 24 al 27, programma giorni; l iniziativa a Pollenzo si tiene ma metà presso di partite nelle cisamente di- patronale, positivo nel fine settima- dal versante parte della Pubblica Amministrazione. Attraverso la creazione di un Fondo l'albergo dell'agenzia (Università di Scienze Gastronomiche) hanno già dato la loro adesione aziende. Oltre a quelle citate, Borgo San Giuseppe, nuovi alloggi alla residenza Bisalta e interventi per la viabilità rotativo di 10 milioni di euro a favore delle Pmi piemontesi che vantano crediti certificati da parte delle amministrazioni comunali, le Camere Espansione di il 26, 27 edilizia e 28 novembre, e sicurezza stradale al progetto anche Michelin, commercio piemontesi intendono sostenere le imprese in una situazione Borgo San Giuseppe - E- banizzazione nel nuovo quartiere rovia fino all altezza del semaforo su via Spinetta, Ferrero un marciapie- Legno, Gec, Gino, spansione edilizia, articolerà scuola, sicurezza, la viabilità e lavori pubblici hanno segnato un salto qualità de ciclabile dal semaforo alla ro- residenziale in un vero intorno e a Sportarea proprio che può generare un forte squilibrio di liquidità sino a comprometterne sono state le tematiche confronto esaminate nell incontro dei residenti con gi segnalati da alcuni residenti, su via del Borgo Gesso, l elimina- notevole, tra candidati ma non mancano e i disa- aziende ricordato e, novità il ad aree della verdi da nuova completare edizio- o che che sui marciapiedi informazioni esistenti, una tonda verso Boves, Opm, una Giletta, ciclabile solvibilità. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Davide Tortora dell'ufficio Fisioline. Per la giunta comunale. Il Piano regolatore, come ha dovuti a cantieri sempre aperti, zione delle barriere architettoni- Ragioneria della Camera di commercio di (tel. 0171/318731). consultare il sito sindaco Alberto Valmaggia, prevede una nuova espansione urba- senza dimenticare i parcheggi parco giochi di via Giubergia, ol- necessitano di manutenzione, pavimentazione antitrauma nel nistica dietro la residenza ne, in Bisal- una selvaggi serie e il di transito tre automobili- workshop tre il completamento della piazza ta, la riqualificazione della zona stico disordinato per mancanza circostante la Brasserie e di quella di fronte alla Citroën, con il altro problema è l eccessiva velo- di una segnaletica adeguata. Un completamento dell area ex Olicar. Nel mese di settembre pono nelle vie centrali del paese. cità degli automezzi che transitatrebbero iniziare i lavori per la L assessore alla viabilità Guido realizzazione di 32 alloggi di edilizia residenziale pubblica in controlli su via Savona, mentre Lerda ha promesso maggiori un ala del complesso residenziale su via Bisalta, all incrocio con NUOVA Bisalta, che saranno XV destinati agli viale della Parrocchia, è possibile la realizzazione di un attraver- anziani con basso reddito. Con la crescita della popolazione (circa samento pedonale rialzato i residenti) si dovranno aumentare i servizi e sarà da valuta- richieste: anzitutto il completa- Il comitato ha avanzato diverse re la realizzazione di un nuovo e- mento dei lavori avviati; nei prossimi anni, per migliorare la sicu- dificio scolastico per la scuola primaria. Secondo il vicesindaco rezza sulle strade, un marciapiede sul lato est di via Vecchia Fer- Giancarlo Boselli le opere di ur- IL CROSSOVER. MA DI SUBARU. in capo a Viale della Parrocchia, atteso da anni, e un campo da calcio libero nell area a lato di via Bossea. Borgo San Giuseppe avrà due piste ciclabili di collegamento con Madonna delle Grazie (in fase di realizzazione) e Spinetta, dalla rotonda della Citroën fino a via della Ripa. Durante la serata il pubblico ha anche preso atto delle modifiche al trasporto urbano con la soppressione delle corse festive e l istituzione del servizio a chiamata (tel , negli orari e , al costo di un euro a corsa). Franca Ramero Arriva Subaru Trezia. Da oggi, guida lei. Roata Rossi e San Benigno collaborano per lo sport Roata Rossi - (fb). A conclusione della stagione il gruppo sportivo del paese ha organizzato, sabato 4 nell area degli impianti, la festa dello sport che ha visto protagonisti circa sessanta bambini di Roata Rossi e San Benigno, tra i cinque e gli undici anni. I ragazzi hanno partecipato insieme alle varie La Guida 13 BREVI progetto -, ma anche un format Per le materne paritarie euro dal Comune - (cgar). Il Comune realizza un nuovo tratto di marciapiede in via Pertini, in prossimità della rotatoria di corso De Gasperi (occupando in parte, 121 mq di proprietà privata). Il costo del progetto è di euro, di cui euro come indennità d esproprio in seguito alla dichiarazione di pubblica utilità. Estate ragazzi e feste con La Cascina San Rocco Castagnaretta - (cgar). Tempo d estate anche per l associazione La Cascina: la festa di giugno sarà domenica 19 con la fragolata in compagnia e con un pomeriggio individuati giochi organizzato su un dagli bacino animatori dell Estate di 25, attività, calcio e giochi creativi preparati dai Ragazzi (sono invitati anche i partecipanti delle precedenti edizioni, con le famiglie). L Estate Ragazzi sarà invece collaboratori dei due gruppi sportivi. Nell occasione, con grande entusiasmo, si sono sfi-bedate in un torneo di pallavolo le squadre di per gli animatori saranno il 22 giugno, il 6 e 13 luglio. In- dal 1823 luglio candidati. al 5 agosto, mentre le riunioni preparatorie Roata Rossi, San Benigno e Madonna delle tanto con La Cascina è partito il progetto di acquisti solidali (che destina il 5% della vendita di libri di testo e can- Grazie under 16 (quest ultima è risultata vincitrice). Questo incontro tra i gruppi sportivi di Roata Rossi e San Benigno - spiega uno to nel Sud del mondo). celleria presso la cartoleria dell associazione a un proget- dei responsabili - è l inizio di una collaborazione che vedrà le società sportive dei due Ronchi e San Benigno, Estate Ragazzi paesi impegnate insieme per la prossima stagione sportiva nei settori giovanili del calcio, conseguenza di un reciproco rispetto tra le società e dell unificazione di alcune classi e- lementari dei due paesi. Ribadiamo quindi il nostro impegno in questo delicato settore e ci impegniamo a far sapere chi e come contattare per chi fosse interessato al nostro progetto. Ringraziando tutti coloro che ci hanno aiutati, ci diamo appuntamento per un altra bella stagione sportiva. SUBARU CONSIGLIA VIENI A SCOPRIRE QUANTO TI PIACERÀ. San Benigno - (dc). È iniziata lunedì 13 l avventura dell Estate Ragazzi per i bambini di Ronchi e San Benigno: tre settimane di giochi e gite insieme per sancire una volta di più l unità pastorale tra le frazioni. Madonna dell Olmo - (dc). Finita la scuola fervono i preparativi per i campeggi parrocchiali: dal 19 al 25 giugno spetterà ai ragazzi di prima e seconda media inaugurare l esperienza in montagna con il soggiorno al rifugio Trofa- La taglia di un crossover, Campeggio la linea al Trofy filante di una coupé, la spaziosità e la driving experience di un SUV, ma con l aderenza garantita dal Symmetrical AWD, il rello. sistema di trazione integrale permanente Subaru. E con un ulteriore ed esclusivo fattore di stabilità: il baricentro ribassato, il più basso della categoria. Soluzioni rese Design all avanguardia possibili da un e un punto cambio di innovativo, partenza che è unico: il motore boxer Subaru di ultima generazione. per un estetica Ogni del auto movimento. ha una ragione per essere scelta, Sono solo alcune raramente delle caratteristiche ne della nasce nuova Subaru una Trezia. che E poi, le una possiede posizione di guida tutte. rialzata, interni più spaziosi Nuova e ridotte Subaru emissioni di CO XV: 2 : è la prima Subaru Benzina, pensata per le e donne che amano Diesel e della e Benzina. propria auto. Senza rinunciare alla tecnologia e alla sicurezza di sempre. stare alla guida. Della propria vita Consumo medio l/100 km da 4,3 a 5,5; CO 2 medio gr/km da 113 a 127. Scoprila in tutti gli showroom. Gamma XV: consumi l/100 km da 5,6 a 6,9 - Oggi tua anche emissioni in 48 mesi CO (tan 2 3,5% gr/km - taeg da 4,89%)* 146,0 a 160,0. Concessionario Ufficiale: Quest anno HR Campus Granda non vuole essere solo un meeting tra aziende e giovani talenti alla ricerca di un occupazione - afferma Roberto Verano, responsabile del innovativo dove, attraverso workshop ed eventi specifici si possa sensibilizzare il territorio affinché si attivino sempre - (cgar). Il Comune eroga un contributo di euro a sostegno dell attività delle scuole dell infanzia paritarie, in base alla legge regionale sul diritto allo studio e alla libera scelta educativa. Alle materne attive nelle diverse di frazioni più tematiche vanno euro, di mentre sviluppo euro sono destinati a quelle nel concentrico di città. All asilo Don Basso di Roata Rossi vanno euro, così al Canonico Cometto di San Benigno organizzativo. HR Campus e al Don Barbero di Spinetta, alla materna Don Stellino di Madonna dell Olmo vanno arriva euro, così quest anno alla Demichelis alla di Madonna Granda delle Grazie, alla Desmè di Borgo San Giuseppe e alla Bersezio di San Pietro del Gallo; alla materna Autretti sua di San terza Rocco edizione. Castagnaretta va l importo La prima più elevato, si euro; per centro i contributi sulla legge regionale con serate gastronomiche e ammontano a per l asilo infantile cattolico, musicali: il 24 cena di polloè svolta euro per la a Sacra novembre Famiglia e la 2010 Andrea Fiore, e ha euro per l asilo Galimberti. e poi concerto dei Deja Vu, il 25 la paella e poi Abcd Band, il 26 grigliata e lisciovisto Raduno la partecipazione Gruppo Alpini Oltregesso di 26 con gli Scacciapensieri, il Spinetta - (fr). Il gruppo Alpini di Spinetta-Oltregesso organizza per scelti domenica tra 26 l incontro 602 iscritti, annuale. Il program- e 27 la polentata e le musichetalenti, di Dario & Ivano (prevendite cene al circolo Acli e alla Bombonina con l iscrizione dei gagliardetti; alle 9.30 la ma prevede alla 9 il raduno sul piazzale della chiesa di panetteria Tesio); nei giornidi Messa 12 in aziende. suffragio di tutti Nel gli Alpini 2011 caduti l iniciale (prenotazioni ha visto ai numeri la partecipazio , , e dei soci deceduti nell ultimo anno. Dopo l aperitivo il gruppo si spo- della festa, tra le iniziative, ci sarà anche un banco di sterà presso la sede polivalente di Spinetta per il pranzo so- beneficenza, a sostegno del-ziativle iniziative parrocchiali ). I partecipanti sono inviatati a indossare la camicia della sezione. ne di nuove importanti realtà Nuovo marciapiede in via Pertini imprenditoriali: le imprese che vi hanno preso parte, infatti, sono salite a 18. Stabile il numero dei talenti partecipanti, *Importo massimo finanziabile ,00 in 48 rate da 357,65. Assicurazione Credit Life,, polizza vita + perdita impiego, di 747,25 inclusa. Spese di istruttoria 250,00 incluse. TAN 3,5%, TAEG 4,89%. Offerta valida fino al 31/03/11. 30/06/11. Salvo approvazione istituto erogante. Fogli informativi e Nota informativa della polizza obbligatoria disponibili presso le concessionarie aderenti. * Offerta valida per vetture in stock fino al 31 ottobre Subaru consiglia: a partire da IPT IPT* mod. 1.6 cc XV 2.0 T.D. TREND PREZZO PUNTOAUTO IPT PREZZO DI LISTINO VENDITA - ASSISTENZA E RICAMBI ALBA C.so Piave, 146/A Tel CUNEO Via Castelletto Stura, 6 Tel

11 Ottobre 2012 N 8 dalla provincia ospedale di alba e bra la visita del ministro della salute 11 l'ospedale va avanti: garantisce balduzzi Beppe Malò Il ministro della Salute Renato Balduzzi ha fatto visita, domenica 16 settembre, al cantiere di costruzione del nuovo ospedale Alba Bra. All incontro col ministro hanno preso parte numerosissimi sindaci dell Asl Cn2, tra cui Bruna Sibille e Maurizio Marello. Conclusa la visita La visita Il ministro Balduzzi a colloquio con amministratori e imprenditiori locali (Foto: Beppe Malò) al cantiere, le autorità locali, il presidente della fondazione Nuovo ospedale di Alba Bra Dario Rolfo ed il direttore generale dell Asl Cn2 Giovanni Monchiero, hanno presentato al ministro Balduzzi le difficoltà e i punti critici del progetto insieme alle forti motivazioni del territorio e all ambizione del nuovo ospedale a diventare un polo sanitario d eccellenza. Sono così stati affrontati i temi del crono programma, del fermo lavori, della volontà politica di dare completamento alla grande opera, della viabilità di collegamento e di quella infrastrutturale. In risposta il ministro ha fatto una promessa solenne. Quando - ha detto - nel settembre 2014 l ospedale sarà ultimato, potete essere certi che io, anche se non sarò più ministro, sarò qui come normale cittadino, nascosto tra la folla, il giorno in cui l ospedale sarà inaugurato. Visitando il cantiere e incontrando i rappresentanti del territorio - ha ripreso Balduzzi - ho capito che nulla di questo progetto è stato lasciato al caso. E quindi nulla resterà incompiuto. Qui ci sarà una cattedrale di territorio, di un territorio vivo, consapevole e lungimirante. università Inaugurata la sede cuneese del Cueim nella Facoltà di Economia Inaugurata la sede cuneese del Cueim, il prestigioso ente di ricerca scientifica che raggruppa 24 università (Facoltà di Economia) tra le più prestigiose sul territorio nazionale, oltre ad importanti organizzazioni estere. Si tratta di una struttura reticolare aperta che mette in relazione diverse università e, all interno di queste, istituti e espressioni del territorio. L inaugurazione del Cueim si è svolta il 20 settembre durante la cerimonia di proclamazione di 30 laureati in Economia aziendale - Direzione d impresa della sede di. Alcuni di questi neo-dottori hanno conseguito contemporaneamente la laurea binazionale con l Università transalpina. I lavori di presentazione del Cueim, introdotti dal coordinatore della Facoltà di Economia della sede di Giuseppe Tardivo, hanno rappresentato un momento importante e significativo di collaborazione transfrontaliera e di inserimento della Facoltà nel circuito nazionale ed europeo della ricerca in campo economicofinanziario e manageriale. La mission del Cueim consiste nel collegare le risorse di ricerche universitarie alle domande presentate da organizzazioni pubbliche e private, nella ricerca di sinergie a supporto dei processi di sviluppo socio-economico e culturale. La sede di della Facoltà di Economia non vuole essere una mera struttura formativa - ha commentato Giuseppe Tardivo -. Piuttosto, vuole configurarsi come un polo di elevato profilo, basato sull eccellenza qualitativa dei corsi e sulla professionalità dei docenti. Via Cascina Colombaro, 37 tel Una nuova clinica per un sorriso sano I dott. Stefano Salzano e Federico Tirone sono i titolari del più grande studio dentistico di, una vera e propria clinica di 600 mq, situata proprio di fronte all Ipercoop. La struttura può vantare 7 unità operative tradizionali, 2 sale operatorie, 1 sala congressi, 2 salotti di degenza post-chirurgica, 1 sterilizzazione completamente ispezionabile ed un moderno laboratorio odontoprotesico. L organizzazione della struttura prevede un approccio multidisciplinare e polispecialistico al fine di offrire la più alta qualità possibile, ad un prezzo accessibile. Nella clinica Salzano-Tirone opera un team giovane e preparato in costante espansione: con i 2 titolari cooperano 3 odontoiatri, 1 ortodontista, 1 pedodontista, 2 consulenti anestesisti, 1 igienista laureata, 4 segretarie e 9 assistenti per un servizio efficiente. La struttura dispone di un avanzata tecnologia diagnostica, con la possibilità di effettuare panoramiche e tomografie computerizzate cone beam, che offrono immagini tridimensionali della bocca esponendo ad una dose contenuta di radiazioni. Lo studio Salzano-Tirone offre ai propri pazienti tutte le tipologie di trattamento odontoiatrico. Tra queste meritano una menzione: il carico immediato con la tecnologia all-on-4 che permette di restituire una dentatura fissa in giornata affrontando un intervento chirurgico con l ausilio di una sedazione cosciente in un ambiente confortevole e tecnologicamente assistito. la possibilità di riallineare i denti con un apparecchio invisibile ed innovativo sia nell adulto che negli adolescenti grazie all Invisalign e all Invisalign Teen. l approccio estetico metal-free, basato sull utilizzo di otturazioni in composito, faccette in ceramica e corone in ceramica integrale, restauri, cioè, completamente privi di inestetici metalli grigi. la cura dell estetica gengivale con interventi di chirurgia plastica gengivale per rimediare alle retrazioni gengivali. Nella clinica Salzano-Tirone, infine, è presente una sala congressi in cui si organizzano serate e giornate di aggiornamento professionale odontoiatrico. I.P. Orario Clinico Variegato Ore preserali Sabato + Domenica Servizio di pronto soccorso odontoiatrico anche nei giorni festivi

12 12 confindustria cuneo Ottobre 2012 N 8 NUOVE NOMINE LA COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA LE SEZIONI hanno rinnovato i vertici news Le 17 sezioni merceologiche di hanno finito di rinnovare i loro vertici con la fine del mese di settembre. I nuovi componenti resteranno in carica nel biennio Ogni sezione è composta da un presidente e da eventuali rappresentanti aggiuntivi che entrano a far parte della Giunta di. Tra tante riconferme, sono 5 le nuove nomine nel ruolo di presidente: nella sezione Autolinee il neo presidente è Serena Lancione (Ati Trasporti Interurbani - Saluzzo); nella sezione Sanità, Paolo Spolaore (Consorzio Obiettivo Sociale - Alba); nella sezione Terziario- Servizi, Corrado Caviglia (Sed System 2 - ); nella sezione Tessile-Abbigliamento-Calzaturiero, Luca Burlò (Technofabric - Costigliole Saluzzo); nella sezione Turismo, Mario Villani (Il Boscareto Resort - Serralunga d'alba). Confermati tutti gli altri presidenti. la squadra di carbonato Nicoletta Miroglio è vice presidente di Piemonte Nicoletta Miroglio, presidente di è entrata a far parte della squadra di sei vicepresidenti di Piemonte messa insieme da Gianfranco Carbonato, presidente appena rieletto. Insieme alla numero uno degli industriali cuneesi c'è anche un altro imprenditore albese, Ernesto Abbona (presidente Comitato regionale Piccola Industria). Gli altri vice presidenti sono Marilena Bolli (presidente Unione Industriale Biellese), Licia Mattioli (presidente designato Unione Industriale di Torino), Marco Gabriele Gay (presidente Federazione regionale Gruppi Giovani Imprenditori Piemontesi) e Giuseppe Provvisiero (presidente Ance Piemonte). Quella cuneese si presenta come una significativa rappresentanza della provincia Granda nelle fila regionali di Piemonte. Meccanica Terziario-Servizi Ict DOMENICO ANNIBALE Annibale Viterie Racconigi Pietro Boschiazzo, Roberto Bosio, Aldo Faccenda, Eraldo Luciano, Duilio Paolino (riconfermati). Alberto Luigi Botta, Umberto Miniotti (nuova nomina) CORRADO CAVIGLIA Sed System 2 Massimo Allasia, Fabrizio Delmastro (riconfermati). Aurelio Prisco (nuova nomina) 17 sezioni in carica dal 2012 al 2014 Nel 2009 è stato avviato il progetto di riorganizzazione Alimentare FRANCO BIRAGHI Valgrana Scarnafigi Mario Fiandino (riconfermato). Luigi Allasia, Marco Quaglia (nuova nomina) Legno Edilizia FILIPPO MONGE Farm Savigliano Alberto Fantino, Marisa Tomatis (riconfermati) Chimica-Gomma-Plastica MAURIZIO CRIPPA Hexion Speciality Chemicals Sant'Albano Stura Massimiliano Lorenzin (nuova nomina), Elena Oderda (riconfermata) Materiali da costruzione-estrattori SERGIO BLENGINI Informatica System Vicoforte LIVIO GROPPO Fratelli Groppo Sommariva Bosco VITTORIO VANZ Calce Dolomia Bernezzo Valerio Colombo (nuova nomina) Giovanni Battista Villosio (nuova nomina) Dario Stroppiana (nuova nomina) LABORATORIO PRIVATO DI ANALISI MEDICHE Dal 1975 al servizio della Salute Il Laboratorio Pasteur, oltre ad essere un laboratorio di analisi mediche, nel corso degli anni è diventato un apprezzato Poliambulatorio dove si svolgono visite specialistiche di diverso tipo grazie alla collaborazione di professionisti qualificati e competenti. In particolare, è stato sviluppato un Centro di Medicina dello Sport, autorizzato dalla Regione Piemonte, che offre visite mediche per il conseguimento dell idoneità sportiva agonistica e non agonistica. Le visite vengono organizzate sia individualmente che con sedute riservate a squadre e gruppi sportivi. Il Direttore del Centro è il Dr. Antonio Motta, specialista in Medicina dello Sport, che vanta un esperienza pluriennale a fianco di note società sportive. Le visite si svolgono in modo approfondito, con la presenza di uno staff dedicato, tramite l effettuazione di spirometria, elettrocardiogramma a risposo e dopo sforzo, test visivo, valutazione del rachide, esame delle urine e audiometria nei casi specifici. Grazie quindi ai servizi e alla professionalità garantiti dal Centro, l attività sportiva, sia dilettante che professionista, può essere praticata in tutta sicurezza. Vini-Liquori-Distillerie Turismo Sanità ENRICO LAVAGNINO Diageo Operations Italy Santa Vittoria d'alba Roberta Ceretto (nuova nomina), Giancarlo Pascale (riconfermato) MARIO VILLANI Il Boscareto Resort Serralunga d'alba Bruno Vallepiano (riconfermato) Energia Claudio Mana (nuova nomina) Logistica-Trasporti Mario Revelli (nuova nomina) Autolinee PIERPAOLO CARINI Egea Alba LORIS PERACCHIA Tonoli Spedizioni Verzuolo Cartaria-Grafica Mario Borello (riconfermato) Vetro MARCO MARTINI Tipolito Martini & c. Borgo San Dalmazzo Tessile-Abbigliamento-Calzaturiero LUCA BURLò Technofabric Costigliole Saluzzo Stefano Riorda (ex presidente) ORARI D APERTURA dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle e dalle alle CUNEO corso Giolitti, 21 tel PAOLO SPOLAORE Consorzio Obiettivo Sociale Alba SERENA LANCIONE Ati Trasporti Interurbani Saluzzo ALBERTO PIOMBO Agt Flat Glass Italia

13 Ottobre 2012 N 8 Non solo medicine L'azienda offre alle farmacie anche consulenza sull'arredamento e sull'esposizione Laura Serafini Un occasione per conoscere l Unifarma, importante realtà cuneese con alle spalle una storia lunga più di 60 anni. Lo scorso 20 settembre il Club Dirigenti Amministrativi e Finanziari e l'associazione Dirigenti Marketing e Commerciali hanno organizzato una visita nella sede fossanese dell azienda. A far gli onori di casa Giorgio Bonelli, amministratore delegato: Ci occupiamo della distribuzione a grandi volumi di farmaci. Siamo una Spa con confindustria cuneo admc e cdaf visita alla sede fossanese dell'unifarma ALLA SCOPERTA DEL mondo dei farmaci 913 soci farmacisti, ma anche una holding di partecipazione. Serviamo quasi farmacie, tra Piemonte, Liguria e Lombardia, dalle due alle quattro volte al giorno. I presidenti del Club e dell Admc, Paolo Cugnolio e Franca Ghiazza, lavorano entrambi all Unifarma ed hanno spiegato la filosofia di questa realtà, che non si occupa soltanto della consegna di farmaci, parafarmaci, farmaci veterinari, omeopatici e tutto ciò che si trova sugli scaffali, ma anche di fornire l arredamento, consigliare sull esposizione all interno del negozio, installare il programma per la richiesta dei prodotti necessari e tanto altro. Unifarma ha alcuni magazzini dislocati sul territorio. Ventimila metri quadri in cui lavorano oltre 100 persone, sono a Fossano, che i partecipanti all incontro del Cdaf e dell Admc hanno visitato. Qui sono stoccati, in grandi quantità, tutti i medicinali in commercio. Tutte le richieste 13 sono computerizzate e automatizzate. Grazie ad un sistema di contenitori, nastri, rulli, scatole, lettori ottici, scaffali, logistica e velocità da quando la farmacia fa l ordine a quando i prodotti richiesti vengono caricati sul furgone passano circa 30 minuti. Un lavoro enorme, frutto della collaborazione delle oltre 400 persone che fanno parte di Unifarma. La visita L'amministratore delegato di Unifarma, Giorgio Bonelli, spiega il funzionamento dell'azienda ai soci Admc e Cdaf (Foto: Laura Serafini) omnia soluzioni. Raggruppa 5 aziende ict (3c, ETINET, GIEMME, STAPROL e TELESIS) la prima rete di imprese di CUNEO La presentazione ai loro clienti Giovedì 25 ottobre alle 16,30 a in Giovedì 25 ottobre, alle 16,30, presso la sede di a (corso Dante, 51) avrà luogo la presentazione ai clienti della prima rete di imprese nata sotto l egida dell associazione. Il suo nome è Omnia Soluzioni (www.omniasoluzioni.com) e raggruppa cinque operatori tecnologici del territorio: 3C (sistemi hardware), Etinet (web e mobile application) di Savigliano, Giemme (software gestionali) di Fossano, Staprol (sistemi di stampa) di Mondovì e Telesis (telefonia in tecnologia VoIP e tradizionale) di. Si tratta di un gruppo di aziende complementari che con questo nuovo network si propongono di fornire servizi a 360 in ambito informatico, dando così l opportunità di avere un unico interlocutore in grado di risolvere ogni problema legato all Ict, dal più semplice al più complesso. Presidente della rete è Piercarlo Bruno della 3C, vicepresidente Valerio Ferrero di Etinet. Alla presentazione interverranno Alessandro Invernizzi, amministratore delegato di Acque Lurisia, e Mario Barello, direttore del Cfp Cebano Monregalese, che già collaborano con gli attori della rete. in agenda Incontro con il Club CIO su "Data center e business continuity" Venerdì 12 ottobre alle ore 16, presso la sede della Servizi Bancari Associati di (via Genova 11/A), il Club CIO (Responsabili Sistemi Informativi e Organizzazione) organizza "Data center e business continuity". Interpretazioni ed orientamenti sui redditi di lavoro dipendente Mercoledì 24 ottobre alle 9,30, presso la sede di, si svolgerà un incontro di approfondimento e confronto nel corso del quale Franco Petrucci commenterà alcune questioni interpretative recentemente emerse nella disciplina del regime fiscale dei redditi di lavoro dipendente.

14 14 confindustria cuneo Ottobre 2012 N 8 I CORSI DI OTTOBRE E NOVEMBRE 17 ottobre Responsabili di Privacy (corso base) Il corso si pone come obiettivo quello di fornire all incaricato uno strumento formativo, vicino alla realtà operativa, con cui esercitarsi ed autovalutarsi, dotandolo di una serie di strumenti di studio organizzati e di rapida consultazione. FORMA ZIONE SERVIZIO E-LEARNING NASCE UICUNEOFAD LA SICUREZZA obbligatoria SI APPRENDE A DISTANZA Nuova piattaforma utile alle imprese Prende il via una soluzione efficace e personalizzabile che garantisce formazione tramite strumenti tecnologici in grado di arrivare ad un più elevato numero di utenti Formazione significa prevenzione. Prevenzione significa sicurezza. Si presenta così il nuovo servizio di formazione a distanza promosso da, disponibile per tutti gli addetti alla sicurezza e per i lavoratori. Un nuovo interessante progetto che si concretizza nella nuova piattaforma e-learning ribattezzata UIFAD (accessibile da pensata proprio per la formazione a distanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Si tratta di uno strumento duttile e complementare per soddisfare le necessità formative previste dalla normativa, per tutte le figure coinvolte nell'organizzazione e nella gestione della sicurezza in azienda - afferma Daniele Bertolotti, responsabile dell ufficio Sicurezza e Ambiente di -. È sempre più opportuno creare infatti una cultura della sicurezza, che impone un attività di formazione continua e rivolta a tuti i livelli aziendali, lavoratori compresi. UIFAD è una soluzione efficace e personalizzabile, in grado di garantire la formazione simultanea di un ampissimo numero di lavoratori, con costi sostenibili ed adattabili alla singola realtà aziendale - aggiunge Federica Giordano, responsabile ufficio Formazione di -. Il nuovo Testo unico sulla sicurezza e l accordo Conferenza Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 sanciscono l utilità di garantire la formazione tramite strumenti tecnologici in grado di raggiungere un sempre maggior numero di utenti e di assicurare un facile apprendimento. Questo corso soddisfa l obbligo di formazione generale di 4 ore imposto dall accordo e costituisce una possibilità duttile e complementare rispetto alle esigenze formative delle aziende. Il servizio potrà essere finanziato ricorrendo al conto formazione Fondimpresa. Per attivare il servizio e effettuare la formazione in e-learning contattare - ufficio Formazione al numero 0171/ ottobre 18 ottobre 22/23/24 ottobre 25 ottobre 25/26 ottobre 26 ottobre Centro Servizi Alba 26 ottobre Cfrm Merlo 29 ottobre Cfrm Merlo 29 ottobre 29/30 ottobre 31 ottobre novembre 06 novembre Cefrm Merlo novembre novembre 08 novembre 13 novembre Centro Servizi Alba 14 novembre 15 novembre 15 novembre La gestione dell infortunio sul lavoro e della malattia professionale Aggiornamento Pronto Soccorso (6 ore) - Gruppo A Introduzione alla norma OHSAS 18001:2007 e valutatori interni ISO 18001:2007 Aggiornamento RLS (8 ore) per aziende con oltre 50 dipendenti Corso base di Pronto Soccorso (16 ore) - Gruppo A Preposti Formazione per piattaforme elevabili (PLE) Addetti alla guida dei carrelli elevatori Prevenzione incendi (rischio medio) Amministratori di sistema e Responsabili IT Come comprendere e ridurre i costi in azienda Rappresentanti Lavoratori Sicurezza (RLS) Addetti alla guida dei carrelli elevatori RSPP Modulo B (macrosettore 6 e 8) RSPP Modulo B (macrosettore 9) Criteri di valutazione della redditività negli investimenti industriali Addetti alla guida dei carrelli elevatori Privacy avanzato Iva e le operazioni con l estero Corso aggiornamento di Pronto Soccorso (6 ore) - Gruppo A Il corso si propone di far conoscere la disciplina infortunistica, illustrando, anche attraverso casistiche giudiziarie, gli strumenti di tutela che l ordinamento mette a disposizione nel caso in cui si verifichi, nonostante l attuazione dei dispositivi di sicurezza, un infortunio o una malattia professionale. Il corso ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base necessarie per l'attuazione degli interventi di primo soccorso in caso di infortunio sul lavoro (art. 3, comma 3, D.M. 388/2003). Il corso è indirizzato a persone che devono condurre audit interni su sistemi di gestione salute e sicurezza. Può essere utile anche a che deve gestire un sistema di gestione salute e sicurezza. Il corso ha la finalità di fornire ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza l aggiornamento annuale previsto dall art. 37 D.lgs n. 81/2008 ed è rivolto ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza che operano in aziende/unità produttive oltre 50 dipendenti. Il corso ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base necessarie per l'attuazione degli interventi di primo soccorso in caso di infortunio sul lavoro (art. 3, comma 3, D.M. 388/2003). Il corso è rivolto a tutti coloro che sovrintendono alla attività lavorativa e garantiscono l attuazione delle direttive ricevute (PREPOSTI). Il corso è indirizzato agli operatori di piattaforme di lavoro elevabili, che utilizzano durante il lavoro macchine di tipologie diverse senza distinzione di marche o modelli ed è indirizzato sia a lavoratori inesperti che a lavoratori che abbiano già utilizzato le macchine oggetto del corso. Il corso proposto, nasce dall esigenza di migliorare la qualità dell offerta formativa in materia di utilizzo in sicurezza del carrello elevatore ed ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base per il corretto impiego dei carrelli elevatori nel rispetto delle specifiche prescrizioni di sicurezza. Il corso ha la finalità di fornire ai partecipanti le conoscenze di base per lo svolgimento dei compiti previsti a carico dei lavoratori addetti alla prevenzione incendi (attività a rischio di incendio medio), attraverso l erogazione dei contenuti previsti Artt. 21 e 22 del Dlgs. 81/08 e art. 7 del D.M. 10 marzo Il corso si pone l obiettivo di formare gli amministratori di sistema e i responsabili dei sistemi informativi sulla gestione della sicurezza delle informazioni, dei dati e dei sistemi. Il corso è rivolto a imprenditori e dirigenti di azienda che hanno la responsabilità di organizzare e gestire l azienda; operatori aziendali con il compito di relazionare al titolare o al management sulle opportunità di miglioramento gestionale. Il corso è rivolto ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Il corso proposto, nasce dall esigenza di migliorare la qualità dell offerta formativa in materia di utilizzo in sicurezza del carrello elevatore ed ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base per il corretto impiego dei carrelli elevatori nel rispetto delle specifiche prescrizioni di sicurezza. I corsi si pongono lo scopo di aggiornare le competenze degli Addetti e dei Responsabili dei Servizi Prevenzione e Protezione in attuazione del D.Lgs. del 23 giugno 2003 n. 195 secondo l Accordo definito in Conferenza Stato-Regioni il 26 gennaio I corsi si pongono lo scopo di aggiornare le competenze degli Addetti e dei Responsabili dei Servizi Prevenzione e Protezione in attuazione del D.Lgs. del 23 giugno 2003 n. 195 secondo l Accordo definito in Conferenza Stato-Regioni il 26 gennaio Il corso è rivolto ai responsabili di funzione sia tecnica che amministrativa coinvolti nelle problematiche della materia e ai titolari d impresa. Il corso proposto, nasce dall esigenza di migliorare la qualità dell offerta formativa in materia di utilizzo in sicurezza del carrello elevatore ed ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base per il corretto impiego dei carrelli elevatori nel rispetto delle specifiche prescrizioni di sicurezza. Il corso ha l obiettivo di formare i Responsabili della gestione del personale all interno delle aziende private circa la corretta amministrazione dei dati personali dei lavoratori nell ambito della gestione del rapporto di lavoro. Il corso ha l obiettivo di analizzare le operazioni con l estero ai soli fini iva ed è rivolto ai responsabili amministrativi e al personale dell ufficio amministrazione. Il corso ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base necessarie per l'attuazione degli interventi di primo soccorso in caso di infortunio sul lavoro (art. 3, comma 3, D.M. 388/2003). L orario dei corsi è sempre dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18 - Info: Tel. 0171/ /425/424

15 Ottobre 2012 N 8 15 La formazione per la sicurezza dei lavoratori è facile e conveniente con i corsi di. Grazie alla convenzione con le principali agenzie formative della Provincia, è possibile scegliere tra diverse sedi oppure organizzare sessioni formative direttamente in azienda, concordando orari e programmi. Da oggi è attiva anche la piattaforma e-learning per la formazione a distanza, che consente ulteriori risparmi nei costi di gestione. Tutti i corsi sono finanziabili con il Conto Formazione Fondimpresa. Per ulteriori informazioni sui corsi e sulle modalità di adesione rivolgersi a Federica Giordano tel mail: oppure consultare il sito di

16 16 le nostre aziende Ottobre 2012 N 8 OLTRE LA CRISI Le aziende che vogliono segnalare le loro iniziative anti-crisi possono scrivere a o telefonare allo AZIENDE NEWS Certificazione ambientale Emas per la Toso di Cossano Belbo La Toso spa, azienda spumantistica di Cossano Belbo, ha fatto un ulteriore passo avanti con la registrazione Emas, una certificazione ambientale ottenuta finora da poche aziende in Italia. Toso è da tempo impegnata nel controllo degli impatti ambientali generati dalle sue attività produttive nello stabilimento in valle Belbo. Già da tempo in possesso della certificazione ISO 14001, con la nuova certificazione l azienda dovrà anche dare trasparenza alle proprie politiche di ecosostenibilità, comunicando costantemente i risultati ottenuti rispetto agli obbiettivi posti, nell ottica di un miglioramento continuativo e di aggiornamento rispetto alle novità tecnologiche del settore. Riconoscimento del Ministero del Lavoro alla Sanofi di Garessio La Sanofi di Garessio, dopo essere stata premiata al concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutenzione sicura l anno scorso a Napoli, ha ottenuto un ulteriore riconoscimento. Il sistema di ispezione interna del corpo cilindrico di una caldaia sperimentato dalla Sanofi era stato riconosciuto come esempio di buona pratica sulla manutenzione nel rispetto delle norme su salute e sicurezza sul lavoro. Ora questa procedura è stata definitivamente approvata ed inserita nel sito del ministero del Lavoro all interno delle Buone prassi validate dalla Commissione consultiva permanente. Una bella soddisfazione per lo stabilimento che ha messo a punto un sistema così innovativo da avere quasi valenza normativa. Il rinnovo della Michelin di è cominciato dalla mensa aziendale Ristorante aziendale rinnovato alla Michelin di. Durante l estate il punto verde è stato rivoluzionato realizzando un nuovo sistema di distribuzione a isole, con punti acqua e un punto pizza permanente. I menù sono ora consultabili su schermi tv. I lavori si inseriscono nel progetto Revamping, che vuole rinnovare le strutture del sito rendendole più attraenti e funzionali. Testa e cuore Lo stabilimento della Giletta spa a Revello, dove il gruppo mantiene il centro ricerca-sviluppo-innovazione e la produzione (Foto: Giletta) GILETTA acquisite la tedesca gmeiner e la assaloni di bologna DUE NUOVE AZIENDE E APERTURA IN RUSSIA Con le nuove acquisizioni della tedesca Gmeiner GmbH, della bolognese Assaloni. com spa e la prossima apertura di uno stabilimento produttivo nella città russa di Kaluga, la Giletta spa di Revello assume la gestione di tutte le attività di manutenzione invernale della svizzera Bucher Municipal, divisione delle Bucher Industries AG. Il Gruppo Giletta, di cui fanno parte anche la spagnola Maquiasfalt, la francese Arvel- Snowtec, più alcune società italiane satelliti dell azienda di Revello, pone così le basi per diventare leader nel mercato europeo della produzione di macchine spargisale e lame sgombraneve. La notizia è stata ufficializzata nei giorni scorsi dalle Bucher Industries AG alla borsa di Zurigo, dove sono quotate le azioni della multinazionale svizzera. Con l incorporazione della Gmeiner GmbH (45 dipendenti, 13 milioni di fatturato nel 2011), già acquisita dalle Bucher Industries AG nel 2007, Giletta allarga ulteriormente la sua gamma di macchine spargisale acquisendo la tecnologia tedesca delle macchine a doppia coclea. L acquisizione dell Assaloni.com Spa (45 dipendenti e 9 milioni di fatturato nel 2011) dopo il fallimento avvenuto ad agosto, invece, se da una parte risolve in buona parte il problema occupazionale che si è creato con la cessazione dell attività dell azienda bolognese, dall altra integra e completa la gamma di lame sgombraneve del gruppo acquisendo un esclusivo sistema brevettato di lame telescopiche, ben noto in Europa e Nord America. L apertura di uno stabilimento di mq a 150 km da Mosca, infine, prevista per il luglio 2013, dove lavoreranno a regime 25 dipendenti, sancisce la definitiva trasformazione dell azienda in un gruppo multinazionale con una forte vocazione glocal, che mantiene la testa in provincia di e può contare su stabilimenti produttivi in Italia, Francia, Germania, Spagna e - tra pochi mesi - anche in Russia. Non a caso, l affidamento alla Giletta di tutte le attività di manutenzione invernale della svizzera Bucher Municipal ha trovato il favore delle Bucher Industries AG, che hanno visto nel gruppo di Revello la capacità di conciliare l organizzazione e la struttura di una grande multinazionale (il fatturato del gruppo svizzero supera i 2 miliardi di franchi svizzeri) con la passione ed il dinamismo di un impresa familiare. Le tre operazioni che ci stiamo accingendo a concludere hanno un valore di 20 milioni di euro e rappresentano il più grande investimento della nostra storia - spiegano Enzo e Guido Giletta, ad e presidente della Giletta spa -. A Revello manterremo tutta l attività produttiva già in essere e potenzieremo i settori GUIDO GILETTA Presidente Giletta spa Le tre operazioni che stiamo concludendo hanno un valore di 20 milioni di euro, il più grande investimento della nostra storia ricerca, sviluppo, innovazione, l ufficio acquisti, l assemblaggio di prototipi, le subforniture e la componentistica, garantendo una fondamentale collaborazione con i fornitori locali. Il gruppo si rifornisce già in Piemonte per l 85% della subfornitura (16 milioni di euro nel 2011, di cui 13 in Granda) con la quale alimenta anche gli stabilimenti produttivi all estero. Grazie alle nuove acquisizioni il numero dei dipendenti del gruppo salirà a 300 ed il fatturato si attesterà sugli 80 milioni di euro, facendo salire l export consolidato ad un valore dell 80% del fatturato e portando le nostre macchine in oltre 40 mercati. Questa propensione all internazionalizzazione ci sta spingendo a cercare e formare giovani figure di manager con una vocazione industriale e non finanziaria, da coinvolgere nei progetti.

17 Ottobre 2012 N 8 le nostre aziende GRUPPO MANITOWOC LEADER INTERNAZIONALE NEL SETTORE GRU 17 anteprima mondiale dei nuovi prodotti Innovazione A Niella Tanaro lavorano in 160. Il team tecnico è guidato da un gruppo di giovani esperti Raffaele Sasso Momento di incontri importanti, il 7 e l 8 settembre, nello stabilimento della Manitowoc Crane Group Italy srl di Niella Tanaro, dove di fronte a 150 tra clienti e concessionari italiani e francesi, nonché a inviati della stampa specializzata, sono stati pre- sentati gli ultimi gioielli che l azienda americana, ha messo sul mercato. L azienda è leader mondiale nella progettazione, produzione e vendita di macchine di sollevamento, commercializzate coi marchi Grove, Potain e Manitowoc. "Non solo sono stati presentati due nuovi modelli di autogru - spiega Elena Chiaramello, responsabile Risorse umane della Manitowoc, ma sono stati evidenziati nel corso dei 'Grove Customers Days', i miglioramenti qualitativi apportati alla linea di produzione di Niella Tanaro, lo stabilimento diventato un punto di forza del settore, in Italia". Mentre ovunque cresce l apprensione per la crisi che investe quasi ogni settore dell economia, la Gioiello di famiglia La nuova autogru fuoristrada RT 550E in azione a Niella (Foto: Raffaele Sasso) Manitowoc di Niella Tanaro va in contro tendenza. La sua produzione di autogru sia su strada che fuoristrada non ha subito rallentamenti e grazie anche al nuovo mezzo presentato, si appresta a consolidare la propria presenza in Italia ed in Europa. La nuova autogru fuoristrada RT 550E (non viaggia su strada, viene trasportata su mezzi appositi nei cantieri) prodotta col marchio Grove, ha una portata di 45 t, è la macchina più potente della sua categoria ed è stata esposta in anteprima, in quanto farà il debutto mondiale in occasione del Salone di Bauma 2013 in Germania. Una autogru vanto dello stabilimento monregalese, in quanto è stata interamente progettata, costruita e collaudata a Niella Tanaro. Nell azienda monregalese lavorano 160 persone, tutte di estrazione locale, come sono dell area cuneese molte delle imprese che forniscono i semilavorati per la costruzione delle macchine prodotte. A capo del team di tecnici (età media anni) l ingegner Alessandro Testino: "Lavorare in una unica sede ci ha permesso di trasformare l elaborato tecnico in realtà, con possibilità di aggiornamenti continui, grazie anche all allargamento del team a tutte le funzioni, sino ad acquisti, logistica e qualità". Molta attenzione è stata riservata ad un altro gioiello, l autogru tuttoterreno GMK6400 prodotta nello stabilimento Manitowoc tedesco, alla sua prima uscita pubblica in Italia. dromont 25 ANNI DI COSTANTE CRESCITA ACQUISITA la COMEC SRL Domenica 2 settembre Dromont spa ha festeggiato 25 anni di attività, costante crescita e successi tecnologici. Le vendite di Dromont si sviluppano principalmente in Europa, nelle Americhe e in Asia attraverso tre consociate in Italia, Usa e Giappone. Dromont si colloca ai massimi standard gestionali ed etici. Il gruppo è a capitale privato gestito dalla famiglia Drocco, che è impegnata in prima persona, tramite la seconda generazione che prosegue nell'opera del Fondatore, Claudio Drocco. Beppe Malò Fondata nel 1987, Dromont è uno dei maggiori produttori mondiali di sistemi di dosaggio. Nel corso di questi ultimi due decenni, l azienda ha conosciuto un'espansione delle vendite ed una crescita costante negli anni sviluppandosi principalmente in Europa, nelle Americhe e in Asia attraverso consociate in Polonia, Usa, Giappone e Cina. Nel produrre macchine e sistemi automatici, la filosofia di alta qualità è quanto rende veramente unica l azienda di Grinzane Cavour. L'attenzione ai bisogni e ai desideri più profondi dei clienti, fornisce gli elementi per la ricerca di sempre nuovi traguardi d'innovazione tecnologica. Dromont si colloca ai massimi standard gestionali ed etici. Per consolidare il suo ruolo di leader nel settore tecnico delle attrezzature e impianti per miscelazione, dosatura e verniciatura industriale, Dromont spa ha recentemente acquisito la Comec srl, società operante nel settore dei macchinari per vernici avente sede a Canossa, in provincia di Reggio Emilia. La Comec è una realtà industriale ad alta specializzazione che opera nel settore delle macchine ed impianti per miscelazione e macinazione di pitture e vernici. "In questo modo - sottolinea la neo presidente di Comec, Sandra Brangero - si è creato un solido rapporto nel contesto del quale Dromont amplia la propria gamma di macchine offerte ai produttori di vernici ed inchiostri con una scelta completa dalle materie prime al prodotto finito e confezionato. Sotto questo punto di vista, infatti, le due aziende agiscono in un settore tecnologico e di produzione ampiamente complementari. L acquisizione, dunque, darà ancora maggiore consistenza alla leadership di settore che Dromont ha acquisito nel corso del primo quarto di secolo di attività".

18 18 le nostre aziende Ottobre 2012 N 8 AZIENDE NEWS Premiate 16 aziende associate per il 150 della Camera di commercio Sono passati 150 anni da quando, il 5 ottobre 1962, con Regio Decreto n. 872, veniva istituita la Camera di commercio di. Domenica 7 ottobre, nel corso della cerimonia celebrativa della ricorrenza, sono state premiate le 58 aziende cuneesi con più di 100 anni di attività iscritte al Registro delle imprese storiche tenuto da Unioncamere nazionale. Tra di loro anche 16 aziende associate a : Galfré Antipasti di Barge (1901); Fontanafredda di Serralunga d Alba (1858); Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Coopeativo (1888); Bene Banca Credito cooperativo di Bene Vagienna (1897); Banca di Credito Azzoaglio di Ceva (1879); Banca di Caraglio (1892); Banca d Alba (1895); Banca Alpi Marittime (1899); Balaclava di Cortemilia (1875); Calce Piasco spa (1868); Bordiga srl di (1888); Fornace Eugenio Casetta di Alba (1878); Fratelli Caffa di Cortemilia (1856); Maffioli Restauri di Saluzzo (1898); Navello spa di Monchiero (1824); Fornace Laterizi Garelli & Viglietti srl di Mondovì (1842). Nutella sostiene Operae per il progetto Buongiorno Talento Nutella, il celebre prodotto a marchio Ferrero, in qualità di main sponsor ha deciso di affiancare Operae, la mostra-mercato internazionale del design autoprodotto che si svolgerà a Torino dal 9 all 11 novembre. Nasce così l operazione Buongiorno Talento : Nutella e Operae intendono coinvolgere e sostenere i designer auto produttori che parteciperanno alla manifestazione, mettendo loro a disposizione un'opportunità in più per esprimere la propria creatività e diffonderla nel mondo. La Bcc Pianfei e Rocca de Baldi ha festeggiato 50 anni di storia La Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi ha festeggiato il suo cinquantesimo compleanno. Durante la festa al ristorante La Ferriera Da Nona di Margarita, è stato presentato un libro che racconta i primi 50 anni di storia della Bcc. Il testo dal titolo 50 anni di cooperazione tra il Pesio, la Bisalta e il mare, curato da Attilio Ianniello del Centro per la cultura cooperativa di, parte da una ricognizione storica su quanto avvenuto a cavallo del XIX e del XX secolo nei paesi di Pianfei e Rocca de Baldi sino ad oggi. Festa solidale al castello della Bam con la Comunità Papa Giovanni XXIII A inizio settembre il Parco del castello della Banca Alpi Marittime a Carrù, ha ospitato la Festa di fine estate, organizzata in collaborazione con la birreria Le Baladin di Piozzo. La serata ha accolto un iniziativa sociale che ha avuto come protagonisti ragazzi diversamente abili. Hanno preso parte all evento, infatti, i musicisti della band musicale Una nota in più, nata dall incontro tra la Comunità Papa Giovanni XXIII e la scuola musicale La scala del Re di Piozzo. terremoto INIZIATIVE solidali 5 mila euro è l importo della solidarietà manifestata ai terremotati dell Emilia dalla Cassa rurale ed artigiana di Boves. Versamenti volontari di soci e clienti, di dipendenti ed amministratori. Una cifra pari a 2 mila euro è il risparmio, interamente devoluto, dell aperitivo in piazza servito dai volontari dei comitati di frazione e dal gruppo alpini in occasione della festa patronale. La banca ha messo a disposizione i propri sportelli per le donazioni dice il presidente Sergio Marro -. La risposta non si è fatta attendere. Abbiamo effettuato il bonifico al fondo di solidarietà costituito in Federcasse nazionale", ha aggiunto il direttore generale Ivano Pellegrino. La visita L'amministratore delegato di Unifarma, Giorgio Bonelli, spiega il funzionamento dell'azienda ai soci Admc e Cdaf (Foto: Laura Serafini) AlbaSolar-albasystem workshop "al buio" e nuova sede l'impiantistica che guarda al futuro Il nostro primo obiettivo? Spiegare agli imprenditori come un investimento fatto oggi in risparmio energetico si può tradurre già domani in importanti vantaggi competitivi. Che di fronte a mercati sempre più globalizzati quello dell energia sarà un fattore sempre più decisivo. E che grazie ai nostri interventi mirati possono azzerare da subito questa importante voce di costo". Così Massimo Marengo, ad del gruppo AlbaSolar, ha accolto la platea di aziende, progettisti e installatori che dal 27 al 29 settembre ha preso parte ai workshop di Al buio : tre-giorni informativa sull impiantistica del futuro, chiusa il 29 con l inaugurazione della nuova sede di AlbaSystem, la divisione dedicata alla gestione specializzata dell energia in ambito residenziale e industriale. Erede della cinquantennale storia della Marengo Impianti, fin dai primi anni 2000 il gruppo albese (60 dipendenti e un fatturato oltre i 50 milioni di euro) ha saputo ritagliarsi uno spazio di rilievo tra i player nazionali delle rinnovabili, annoverando clienti del calibro di Ferrero, Miroglio, Gruppo Bacardi-Martini, Periodici San Paolo, Maina, Italgelatine, Eataly, Fontanafredda, Terre da Vino, Cooperativa dei Lavoratori, Ceretto, Spazio. Nel 2011 il varo di AlbaSystem, MASSIMO MARENGO Amministratore delegato del gruppo AlbaSolar Di fronte a mercati sempre più globalizzati quello dell'energia sarà un fattore sempre più decisivo. Ogni investimnento fatto in risparmio energetico porterà un vantaggio competitivo spin-off che risponde a una nuova esigenza di mercato: ormai al crepuscolo l era dorata degli incentivi, le imprese che vogliano controllare i propri costi e mantenersi competitive dovranno guardare sempre più all efficienza energetica, servirsi di accorgimenti costruttivi e sistemi dedicati all abbattimento dei consumi e ricorrere alle fonti pulite per produrre da sé quanto necessario. Per farlo occorre integrare tecnologie molto diverse, rispondendo alle esigenze del cliente e alle caratteristiche dell edificio da realizzare o da ristrutturare. Da qui l idea della squadra di specialisti AlbaSystem, e quella di realizzare, con la nuova sede direzionale del gruppo, una vetrina d eccellenza delle tecnologie più all avanguardia negli ambiti del risparmio energetico, dell illuminotecnica e della domotica ad usi civili e industriali. Una vera e propria casa del futuro, quella inaugurata in corso Barolo 15 ad Alba, sempre aperta al pubblico e nella quale grazie a un pratico percorso di visita è possibile scoprire come - integrando fotovoltaico, eolico, solare termico, pompe di calore, coibentazione e gestione domotica di servizi, luci e apparecchiature - sia possibile produrre più energia (58 mila kw/h) di quanta ne serva nell intero anno per riscaldare, raffrescare e illuminare i suoi metri quadrati di locali, uffici e magazzini (appena 56 mila kw/h), facendo al contempo fronte al funzionamento di apparecchiature e strumentazioni, e alla ricarica continua di un nutrito parco di auto elettriche. "L'edificio è il fulcro e la casa della nostra scommessa imprenditoriale" spiega Marengo, che ora guarda agli appuntamenti che attendono il gruppo nei prossimi mesi. Tra questi la partecipazione, a febbraio, al Middle East Electricity di Dubai, dove AlbaSystem presenterà il primo brevetto uscito dal suo reparto ingegneristico. "La facciata BlackSun - conclude Marengo - sistema con cui abbiamo integrato la produzione fotovoltaica in una copertura dall accattivamente profilo architettonico".

19 Ottobre 2012 N 8 le nostre aziende fattorie osella STORICO TRAGUARDO PER L'AZIENDA DI CARAMAGNA IN FESTA PER I 60 ANNI DELLO STABILIMENTO Fattorie Osella, lo storico caseificio di Caramagna Piemonte conosciuto in Italia e nel mondo, festeggia quest anno il 60 anniversario dalla fondazione. Sono passati sei decenni da quel lontano 1952: sei decenni durante i quali il fondatore del caseificio, Dario Osella, ha saputo rafforzare l attività dell azienda, patria della famosa Robiola. In questi anni infatti, Fattorie Osella ha saputo sfruttare tutta la potenzialità di una grande tradizione casearia riuscendo a stare al passo con i tempi, sviluppandosi secondo le logiche di un mercato in costante evoluzione. Oggi l atmosfera che si respira in azienda è quella di un caseificio nel quale i processi moderni si alternano a gesti antichi e rituali. A più di mezzo secolo dalla sua fondazione, Fattorie Osella rappresenta una delle realtà di grande successo nel panorama delle pmi italiane. Il modello di business a doppia anima - da un lato tradizione, dall altro innovazione - costituisce il fattore di successo che rende Fattorie Osella una best practice del settore agroalimentare italiano. Basti pensare Intuizione Una delle fasi di produzione dell'alpino, uno dei formaggi simbolo dell'azienda DARIO OSELLA Fondatore delle Fattorie Osella spa che, a dispetto dell attuale crisi economica, nel 2011 è stato raggiunto un fatturato record di 58 milioni di euro. L anno del 60 anniversario ha visto il lancio sul mercato di tre nuove specialità di Robiola: con tartufo, con pomodori capperi e olive, con olive nere, che stanno già riscuotendo un enorme successo. Un successo coltivato e portato avanti proprio da Dario Osella artefice, a metà degli anni 80, della joint venture con la multinazionale Kraft Foods, che ha garantito a Fattorie Osella un patrimonio di moderne tecnologie, una distribuzione lungo tutta la penisola e strumenti di comunicazione su tutto il territorio italiano. Tutto questo senza dimenticare però il valore della tradizione e del territorio di appartenenza, il Piemonte e la provincia di. AZIENDE NEWS Quattro aziende associate sono stata premiate con la Douja d Or 19 Trentuno aziende vinicole della Granda sono state premiate al 40 concorso enologico nazionale Douja d or 2012, bandito dalla Camera di Commercio di Asti in collaborazione con l Onav, l organizzazione nazionale assaggiatori di vini. Tra le aziende che hanno riconosciuto il riconoscimento ci sono anche quattro associate di : Cantine Terre del Barolo di Castiglione Falletto, Giordano Vini, Salvano di Diano d Alba e Toso di Cossano Belbo. Tecnici ed esperti hanno stilato una classifica esaminando i campioni a livello organolettico, riconoscendo un elevata qualità. D ora in poi queste aziende potranno fregiarsi di un apposito bollino autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole e forestali. La Sire ha presentato il KlinkerPack al salone internazionale Cersaie La Sire Spa di Cherasco ha partecipato al Cersaie, il salone internazionale della ceramica per l'architettura e dell'arredobagno che si è tenuto a Bologna, dal 25 al 29 settembre. All'importante appuntamento l azienda ha presentato anche alcune novità, come il "KlinkerPack", un nuovo sistema completo ed integrato pensato per ogni tipologia di edificio che permette consistenti risparmi economici, migliora il confort termico, riduce i consumi energetici e le emissioni di Co2 in atmosfera. "KlinkerPack" è nato dalla sinergia tra due grandi aziende italiane, Isolpack e Sire. "Il KlinkerPack - ha commentato l'amministratore delegato Sergio Trinchero -, rappresenta una novità assoluta nel mondo delle coperture finalizzate ai risparmi energetici degli edifici". Giovanni Abbo alla guida nazionale della Corporazione dei Mastri oleari Il saluzzese Giovanni Abbo è stato nominato presidente nazionale della Corporazione dei Mastri Oleari, l associazione interprofessionale che unisce produttori ed esperti della filiera. L azienda della famiglia Abbo, giunta alla quarta generazione, festeggerà nel 2013 i suoi 120 anni di attività. L'Abbo continua a mantenere la sede principale a Ventimiglia, dov'è nata sul finire del 1800, mentre la direzione commerciale resta a Saluzzo. Scegli un calendario unico sfoglia il catalogo on-line sul nostro sito o richiedici subito una copia cartacea calendari 2013 firmati Davide Dutto 39 immagini mozzafiato, da scegliere tra: Colori della Natura, Colline e Montagne, Piemonte da scoprire... e ancora, calendari da tavolo, olandesi economici e calendari interamente personalizzati per la vostra azienda. arti grafiche tipolitografia pubblicità grafica editoria dove far quadrare comunicazione e Stampa Per info e prenotazioni: Via dei Fontanili, Fossano (CN) Tel Siamo anche su

20 20 le nostre aziende Ottobre 2012 N 8 miroglio nuova sezione all'asilo sono arrivate le lumachine L asilo Elena e Gabriella Miroglio ha inaugurato la sezione dedicata alle Lumachine : il nido che accoglierà i bimbi più piccoli, dai 12 ai 24 mesi. La storia dell asilo, che data 54 anni di attività, si arricchisce di un nuovo capitolo che amplia a 145 i posti della struttura. "I nostri bambini - ha detto Elisa Miroglio prima del taglio del nastro - non fanno ciò che vogliono, ma vogliono ciò che fanno. Il nostro progetto è di farli vivere nel segno della consapevolezza e dell'esperienza concreta. Circondati da cure e attenzioni, ma anche da un contesto di esperienza e coinvolgimento diretto dei primi approcci cognitivi. Il logo ha la forma stilizzata di due fiori che, idealmente, ricordano Elena e Gabriella Miroglio, le donne che hanno legato il loro nome alla nascita e allo sviluppo del progetto ideato dall architetto Ugo Dellapiana, autore del nuovo ampliamento. "La struttura - ha spiegato - ricorda un fiore con i suoi petali. Ogni spazio è stato pensato per contribuire al benessere dei bambini. Lo spazio esterno è stato progettato con molti giochi e un piccolo orto dove cresce la verdura che i bambini possono raccogliere e portare in cucina". Per i bambini la difficoltà più grande, probabilmente, è quella di scegliere tra laboratori, pet-therapy, primi approcci al computer, corso d inglese, disegno, scoperta dei materiali, palestra e musica. L accoglienza è riservata ai figli dei dipendenti del gruppo, ma una quota del 5% viene messa a disposizione dei figli le cui famiglie abbiano forti legami con l azienda. È stato distribuito il libro Io all asilo mi ricordo che.... L'inaugurazione Grazie all'ampliamento ora l'asilo può ospitare 145 bambini (Foto: Beppe Malò) apro riconoscimento al sacerdote fondatore del centro intitolata la sede a don gianolio L'intitolazione Applausi in ricordo di don Gianolio lo scorso 21 settembre ad Alba (Foto: Beppe Malò) Beppe Malò È stata colmata lo scorso 21 settembre la distanza che, per 54 anni, ha separato Apro Formazione dall Inapli e, prima ancora, dalla Casa del giovane operaio : il primo passo compiuto da don Giovanni Gianolio nella direzione di creare ad Alba un centro di formazione professionale destinato a formare operai specializzati. La città, nei primi anni 60, stava cambiando volto. Erano molte le aziende che si affacciavano al mercato e, tra queste, alcune sarebbero in breve diventate protagoniste importanti nel panorama internazionale. Alba aveva bisogno di maestranze capaci e specializzate. Don Gianolio comprese che una scuola avrebbe potuto aiutare quei giovani che volevano avviarsi precocemente al lavoro e le aziende che cercavano personale qualificato. La scommessa del futuro vicario della Diocesi è stata grande e vincente, l attenzione per i giovani, per il valore del lavoro come unico strumento che può trasformare un progetto in una vita reale. Apro è stata formalmente intitolata a don Gianolio, venendo così incontro alle numerose richieste in tal senso e al riconoscimento del valore della scelta operata dal sacerdote che, proprio professando il suo ministero nei luoghi di produzione, comprese cosa poteva fare per quelle giovani generazioni di operai e imprenditori. Alla cerimonia d intitolazione, che si è svolta presso la sede albese di via Castelgherlone, hanno preso parte il vescovo di Alba, monsignor Giacomo Lanzetti, il presidente di Apro Formazione Olindo Cervella, il direttore Giovanni Bosio, autorità politiche, del settore imprenditoriale tra cui il direttore dell Unione Industriale di, socio di Apro Formazione, Luigi Asteggiano. L intitolazione a don Gianolio ha concluso diversi mesi di lavoro che hanno consentito di realizzare un ampia e profonda manutenzione straordinaria che ha permesso di adeguare la costruzione a migliori standard, sia per quanto attiene alla sicurezza che all attività didattica che, in questo momento, è rivolta quasi a mille studenti. rateizzazione credito Svolta decisiva nel rapporto con la Regione Piemonte Apro Formazione ha voltato pagina. Grazie alla buona gestione da parte del Consiglio di amministrazione guidato dal presidente Olindo Cervella, ben coadiuvato dal rappresentante di Amabile Drocco, negli ultimi mesi l'importante polo formativo albese ha trovato una soluzione per la rateizzazione del credito vantato dalla Regione Piemonte e ha focalizzato il suo core business sulla formazione professionale. Da sottolineare come in questa delicata fase di riorganizzazione dell'attività, del bilancio e della mission dell'agenzia, abbia giocato un ruolo determinante il positivo rapporto di collaborazione, per così dire "oltre gli steccati", instauratosi con gli assessori regionali Alberto Cirio e Claudia Porchietto. La vostra pubblicità a FUTURI CLIENTI ASSL AZIENDE ASSOCIATE CONFINDUSTRIA CUNEO BANCHE SPORTELI E FILIALI PRINCIPALI IN PROVINCIA CAMERA DI COMMERCIO COMPONENTI CONSIGLIO CLUB DIRIGENTI VENDITA E MARKETING UIC CONFINDUSTRIA E SISTEMA CONFEDERALE CONSIGLIERI DEI 250 COMUNI DELLA PROVINCIA DISTRETTI SCOLASTICI ENTI VARI UFFICI FINANZIARI, ORGANIZZAZIONI DI CATEGORIA, ECC GIORNALISTI ISCRITTI ALL ALBO, GIORNALI SETTIMANALI, PERIODICI, RADIO, TV INDUSTRIALI E LORO UFFICI ACQUISTI NOMINATIVI INDOTTO PUBBLICITARIO ORDINI PROFESSIONALI PERITI ORDINI PROFESSIONALI ARCHITETTI ORDINI PROFESSIONALI AVVOCATI E PROCURATORI ORDINI PROFESSIONALI COMMERCIALISTI ORDINI PROFESSIONALI CONSULENTI DEL LAVORO ORDINI PROFESSIONALI INGEGNERI ORDINI PROFESSIONALI SEGRETERIE PARLAMENTARI, POLITICI, PARTITI, CONSIGLIERI REGIONALI E PROVINCIALI, SCUOLE SUPERIORI, SEDI UNIVERSITARIE Concessionaria esclusiva per la pubblicità: TEC pubblicità e grafica

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Aggiornamento luglio 2009

Aggiornamento luglio 2009 - Ufficio Studi - Aggiornamento luglio 2009 Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo Nota congiunturale Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo L indagine congiunturale di previsione per il primo trimestre 2016 di Confindustria Cuneo evidenzia

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

- che il verificarsi delle crisi aziendali genera perciò effetti e ricadute negative sull occupazione e sui redditi dei lavoratori e delle famiglie;

- che il verificarsi delle crisi aziendali genera perciò effetti e ricadute negative sull occupazione e sui redditi dei lavoratori e delle famiglie; ACCORDO PER INTERVENTI DI SOSTEGNO AI REDDITI DELLE FAMIGLIE E ALLA COMPETITIVITA DEL SISTEMA IMPRENDITORIALE DEI COMUNI DELL UNIONE DELLA BASSA ROMAGNA PREMESSO - che l aggravarsi della crisi finanziaria

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno.

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno. Intervento di Carlo De Masi, Segretario Generale FLAEI-CISL Voglio innanzitutto ringraziare gli Amici dell Associazione Ambiente e Società, ed in particolar modo il Presidente, l amico Amedeo Scornaienchi,

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese VINCENZO MAGGIONI Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese Parlare del Mezzogiorno è al tempo stesso cosa molto facile e molto difficile: facile, perché tutti sono pieni

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 19-21 maggio. a cura dell'ufficio Rapporti Stampa

RASSEGNA STAMPA. 19-21 maggio. a cura dell'ufficio Rapporti Stampa RASSEGNA STAMPA 19-21 maggio Affari & Finanza Italia Oggi Sette La carica dei quasi manager. Quadri al posto dei dirigenti Dagli incentivi all'outplacement, le strategie per i manager in crisi Daniele

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO CONFCOMMERCIO FISCALITÀ E PMI: UN FISCO SOSTENIBILE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Grazie dottor Paternostro.

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni.

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni. Claudio Dossi, segretario Spi Lombardia Pavia, 22 gennaio 2016 Mi sembra che anche oggi con l introduzione di Anna, la presentazione della ricerca, il contributo dei rappresentanti delle amministrazioni

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

USCIRE DALLA CRISI. Sintesi per la Stampa

USCIRE DALLA CRISI. Sintesi per la Stampa USCIRE DALLA CRISI Sintesi per la Stampa Roma 9 maggio 2013 LA CONTABILITÁ DELLA CRISI La perdita di prodotto La recessione che stiamo vivendo è diventata più profonda e lunga di quelle del secolo scorso,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 11 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) 3 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 OTTOBRE

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Finanze e Tesoro Segnalazione del Presidente dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in merito agli effetti pregiudizievoli per il consumatore derivanti

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO

OSSERVATORIO ECONOMICO Nell ultimo trimestre del 2013 gli indicatori di produzione (-5,8%), fatturato (-5,1%), ordinativi (-7,3%) e export (-0,4%) si riportano a valori sostanzialmente simili a quelli del secondo trimestre,

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Presidenza Ing. Adriano Federici

Presidenza Ing. Adriano Federici Una completa ed accurata vetrina dell attività dell Unioncamere Marche, realizzata attraverso il volume Comunicati e Rassegna stampa. Il Centro Studi dell Unione presenta un lavoro profondamente rinnovato,

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI Veronica Venturini, Daniele Forni, Dario Di Santo (FIRE) Il recepimento della Direttiva Comunitaria 96/92/CE con il decreto legislativo

Dettagli

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA)

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) DOSSIER A CURA DEL CENTRO NUOVO MODELLO DI SVILUPPO CON LA COLLABORAZIONE DI LUCA FERRINI (NOVEMBRE 2012) Prologo Ci vantiamo di vivere in un paese

Dettagli

L Assistente Sociale in Provincia di Cremona

L Assistente Sociale in Provincia di Cremona L Assistente Sociale in Provincia di Cremona Indagine sulla condizione professionale e lavorativa della Assistente Sociale nella Provincia di Cremona Questa indagine è nata dall impegno che ci siamo presi

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento 26 marzo 2013 IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI in provincia di Trento il contesto economico Nel 2012 l area dell euro è nuovamente in recessione, con una riduzione del Pil pari allo 0,6%; si stima che permanga

Dettagli

La liberalizzazione dei servizi sanitari

La liberalizzazione dei servizi sanitari La liberalizzazione dei servizi sanitari INTRODURRE PRINCIPI E REGOLE ISPIRATE ALLA SUSSIDIARIETÀ PUÒ ESSERE DI GRANDE AIUTO NELL AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ ECONOMICA, POLITICA E SOCIALE DELLA GESTIONE

Dettagli

Siderurgica Investimenti L andamento del bilancio 2013 ed il mercato visto da Amato Stabiumi 16-07-2014 Il bilancio 2013 di Siderurgica Investimenti, il mercato, l'algeria, gli acciai speciali e la situazione

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE maggio 2010 commissione conciliazione Marcello Guadalupi Laura Pigoli Massimo Oldani Pietro Biagio Monterisi PREMESSA Il presente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL PIU GRANDE CONSUMATORE INDUSTRIALE COMMENTA L ANALISI DEL MERCATO DEL GAS EFFETTUATA DA PROMETEIA

COMUNICATO STAMPA IL PIU GRANDE CONSUMATORE INDUSTRIALE COMMENTA L ANALISI DEL MERCATO DEL GAS EFFETTUATA DA PROMETEIA COMUNICATO STAMPA IL CONSORZIO GAS INTENSIVE CHIEDE L ESTENSIONE DEI TETTI ANTITRUST, NUOVE GAS E CAPACITY RELEASE DESTINATE AI CLIENTI FINALI INDUSTRIALI E CONTRATTI PLURIENNALI DI ACQUISTO IL PIU GRANDE

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

M079 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE (1999)

M079 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE (1999) (1999) CORSO DI NUOVO ORDINAMENTO Per il nostro Paese il turismo è una delle attività più importanti dal punto di vista economico. Con il passare del tempo e con le profonde modificazioni sociali, culturali

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA Relazione contabile al Rendiconto Finanziario Conto Consuntivo 2014

CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA Relazione contabile al Rendiconto Finanziario Conto Consuntivo 2014 CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA Relazione contabile al Rendiconto Finanziario Conto Consuntivo 2014 I saldi per titoli del Conto Consuntivo 2014, risultano essere i seguenti. ENTRATE Descrizione

Dettagli

Il settore svizzero dell automobile ha bisogno della Comunicazione Automobili!

Il settore svizzero dell automobile ha bisogno della Comunicazione Automobili! Il settore svizzero dell automobile ha bisogno della Comunicazione Automobili! Argomentario per il mantenimento in vigore della «Comunicazione riguardante gli accordi verticali nel settore del commercio

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

2.2 Gli Enti previdenziali: risultati dei primi nove mesi del triennio 2007 2009

2.2 Gli Enti previdenziali: risultati dei primi nove mesi del triennio 2007 2009 I CONTI DEL SETTORE PUBBLICO 2.2 Gli Enti previdenziali: risultati dei primi nove mesi del triennio 2007 2009 Il conto degli Enti previdenziali (Tabella 2.2-1) a tutto il terzo trimestre 2009 evidenzia

Dettagli

Il riciclo e il recupero

Il riciclo e il recupero 22 Rapporto di sostenibilità Conai 213 Il riciclo e il recupero Conai si fa carico del conseguimento degli obiettivi fissati dalla normativa europea e nazionale in materia di gestione ambientale dei rifiuti

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

terziario friuli venezia giulia maggio 2015

terziario friuli venezia giulia maggio 2015 terziario friuli venezia giulia maggio 2015 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca primo trimestre 2015 udine, 18 maggio 2015

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Euler Hermes Italia Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Aggiornamento 3 Trimestre 2013 Il Report si basa sul monitoraggio giornaliero dei pagamenti

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013

LA CONGIUNTURA ECONOMICA. Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013 LA CONGIUNTURA ECONOMICA Industria, artigianato, commercio, servizi e costruzioni in provincia di Bergamo nel primo trimestre 2013 Servizio Studi della C C I A A di Bergamo 7 maggio 2013 Industria, artigianato,

Dettagli

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Gian Carlo Sangalli Presidente Camera di Commercio di Bologna IL SISTEMA ECONOMICO PRODUTTIVO BOLOGNESE E E IN UNA FASE

Dettagli

DL COMPETITIVITÀ (AS 1541) AUDIZIONE UNIONE PETROLIFERA Ing. Alessandro Gilotti Presidente

DL COMPETITIVITÀ (AS 1541) AUDIZIONE UNIONE PETROLIFERA Ing. Alessandro Gilotti Presidente DL COMPETITIVITÀ (AS 1541) AUDIZIONE UNIONE PETROLIFERA Ing. Alessandro Gilotti Presidente Senato Commissioni riunite 10ª (Industria, commercio, turismo) - 13ª (Territorio, ambiente, beni ambientali) Roma,

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI AUDIZIONE Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI ROMA, 14 OTTOBRE 2010 I sistemi di sicurezza sociale sono sviluppati in Europa più che in altre parti del

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli