Sisma, il magna magna finirà...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sisma, il magna magna finirà..."

Transcript

1 in vendita obbligatoria OGGI Nuovo Molise + il Giornale OGGI Nuovo Molise Edizione della regione e del Frentano San Eugenio Campobasso: Via San Giovanni 15/b - Tel Fax Isernia: P.zza della Repubblica, 29 - Tel Fax Anno 14 - N ,00 Pubblicità: N.C.P. srl Via San Giovanni 15/b Campobasso Tel Fax Termoli: C.so Nazionale, 10 - Tel Fax Mercoledì 30 dicembre 2009 CAMPOBASSO Due extracomunitari «alticci» picchiano i Carabinieri: in cella E, dal carcere, il mago Bruno minaccia di farla finita A pagina 6 Ancora sangue sulle strade Tragica fine per un 22 A pagina 9 IL FATTO - A poche ore dal termine dell emergenza il presidente Iorio chiede aiuto al Governo Sisma, il magna magna finirà... All Interno CAMPOBASSO Comune, il caso Romita mai risolto Un fallimento A pagina 5 ISERNIA «Rischio la vita ma voglio Huscher come chirurgo» A pagina 13 TERMOLI Erminia Gatti e Peppino Astore... verso il Comune A pagina Lo scambio di lettere con Bertolaso che continua a dire no A pagina 3 A pagina 2 I raccomandati dal doppio stipendio Il carteggio è datato 29 ottobre: il presidente Iorio, nonché coommissario delegato per la ricostruzione post sisma, scrive al capo dipartimento della Protezione Civile perché lo stato di emergenza sta per finire. Chiede una proroga il governatore. E Bertolaso risponde picche. Seconda lettera, identica risposta. E così, domani, il regime di favori legato alla ricostruzione potrebbe scomparire. Zuccherificio, la procedura inusuale per la vendita delle quote alla «G&B» J accuse di Pietracupa: il presidente chiarisca tutto SPETTACOLI - Il vero Capodanno è solo al Red Passion Sound Club, in consolle Tommy Vee A pagina 7

2 2 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE UN ALTRA NOTIZIA CRIMINIS? I commenti dopo le contestazioni mosse al governatore Michele Iorio Zuccherificio, amara realtà Atti da annullare, manca il bando di evidenza pubblica Pietracupa: nessuna connivenza con atti simili L atmosfera è tesa, i volti scuri dei consiglieri di maggioranza (non tutti) fanno presagire tempesta. E su quanto accade da due giorni (il tira e molla tra il Governo e Palazzo Moffa per il bilancio) cade come una tegola la notizia lanciata ieri proprio da queste colonne. La richiesta del consigliere Massimo Romano di annullare gli atti relativi alla vendita delle quote dello Zuccherificio del Molise (la Regione ha rinunciato al diritto di prelazione) alla «G&B Investment» che fa capo all imprenditore (bancarottiere) Remo Perna. Anche nella maggioranza la questione ha creato scompiglio. C è chi fa finta di nulla, come sempre, convinto di mostrare sicurezza sull opera- to del governo regionale e smontare le accuse che ad esso vengono rivolte con l indifferenza. Chi invece IL NUOVO PARTNER G&B Investments, di tutto di più... tranne lo zucchero I chiarimenti sulle attività che la «G&B Investment» può mettere in campo si trovano sull aggiornato e quanto mai puntuale Si tratta di una società per azioni che ha sede a Roma, in via Domenico Alberto Azuni. Capitale sociale dieci milioni di euro di cui 5 milioni e 110mila euro interamente versati. Amministratore unico e legale rappresentante è Romano Deni, giovanissimo imprenditore (ha solo 22 anni) nato ad Isernia ma residente a Castelpizzuto. La Regione Molise, in pratica, ha rinunciato al diritto di prelazione (cosa che aveva fatto in precedenza anche l Arsiam) in favore di un imprenditore di 22 anni... La puzza di bruciato si avverte lontana un miglio. Perché anche l Arsiam ha rinunciato al diritto di prelazione sulle quote della famiglia Tesi? Scrive il commissario liquidatore (oramai a vita) dell ex Ersam, Antonio Ventresca: non si può esercitare tale diritto in quanto il commissario liquidatore può adottare solo gli atti necessari alla liquidazione dei rapporti attivi e passivi del soppresso Ersam e pertanto non può procedere alla prelazione delle azioni rimpaste inoptate essendo atti di straordinaria amministrazione che non rientrano nelle attribuzioni assegnate alla funzione liquidatoria. E così, dopo la rinuncia dell ex Ersam, arriva anche la rinuncia della Regione Molise. E il 27 novembre Alla riunione dell Esecutivo Iorio manca solo l assessore alla Sanità, il giudice Nicola Passarelli. La Giunta Iorio, nella delibera numero 1126, sottolinea l opportunità di continuare l attività industriale dell impianto nel presupposto di ammodernare la fabbrica, anche attraverso la realizzazione dell impianto cromografico, di differenziare gli asset produttivi, di potenziare la parte dell impianto denominata "Casa Zucchero", di recuperare la produttività bieticola attraverso un maggiore approviggionamento delle risorse idriche, di ottomizzare e regolamentare i sistemi energetici aziendali. I consiglieri Mario Pietracupa (Adc) e Massimo Romano (Cd) Oltretutto «il piano trasmesso dalla G&B Investments è complessivamente coerente con gli indirizzi e le strategie previste dalla relazione per il potenziamento e la diversificazione dei prodotti dello zuccherificio» che è allegata alla delibera. Il piano strategico di cui parla Iorio è alla sua attenzione (ufficialmente) dal 30 ottobre scorso. In quella data il giovanissimo imprenditore rampante Romano Deni lo consegna al governatore in persona scusandosi di non essere riuscito prima a renderlo noto all assessore Vitagliano. Di cosa si occupa però la «G&B Investments», colosso industriale in mano ad un giovanissimo imprenditore di Castelpizzuto? Di tutto, di più tranne che di zucchero... Distribuzione e vendita dell acqua; trasformazione, distribuzione, acquisto e vendita di energia elettrica; produzione, trasporto, manipolazione, distribuzione acquisto e vendita di gas; gestione impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; gestione dei servizi ambientali; produzione e commercializzazione di prodotti di abbigliamento; sponsorizzazioni, pagine web, turismo rurale, fattora didattica, eventi, ristrutturazione di fabbricati, gestione alberghi e ristoranti, costruzione di ospedali e case di cura, cliniche, centri benessere e palestre, realizzazione centrali termiche, bonifica siti contaminati, reti telematiche e informatiche, gestione aeroporti, interporti, strade ma anche autotrasporti per conto terzi per attività connesse ai servizi di fognatura e depurazione. E poi consulenze su tutto: amministrative, legali, tecniche, informatiche, strategiche e immobiliari. Perché si occupa anche della ristrutturazione dei centri storici, la gestione di beni e servizi di interesse privato, pubblico e demaniale. E lo zucchero? Perché la «G&B Investmets» ha sborsato due milioni e 650mila euro per diventare partner della Regione Molise in un affaire che si chiama Zuccherificio del Molise? crede si tratti dell ennesima prova di un fallimento che comincia ad essere evidente e che nasconde forse ben altre, scottanti verità. «Non è possibile che per quattri spiccioli si facciano operazioni al limite dellla legalità - dice subito Mario Pietracupa, vicesegretario nazionale dell Adc - il presidente deve chiarire perché ha concesso l aiuto di Stato allo Zuccherificio per poi lasciare tutto ai privati. Mi sembra un operazione di shopping, che coinvolge il comparto agroalimentare. Sostegno oppure trasformazione di quell appezzamento di terreno in area destinata ad accogliere una centrale?». La domanda non è affatto peregrina. Ed è venuta in mente a parecchi. «Quando si impegnano risorse pubbliche, si ha il dovere di spiegare centesimo per centesimo dove sono state impegnate. E si ha lo stesso dovere nel verificare fino all ultimo euro come si sono spesi» contina Pietracupa. E anche in questo tema di innesta la richiesta impossibile avanzata proprio dall Adc al governatore Iorio. La verifica politica, per sapere quali sono i progetti che il governatore intende mettere in campo per il Molise. Progetti che sono cambiati in corso d opera, da quando grazie alle forze alleate (come l Adc) il presidente ha stravinto le elezioni regionali. Progetti che nessuno conosce, come ha sempre sottolineato l ex presidente del Consiglio regionale, e che sarebbe il caso di rendere noti alle forze che compongono la maggioranza. «Evitiamo di distrarre l attenzione per ragionare di temi impossibili come l autostrada - sbotta Pietracupa - immagino che per evitare di soffermarsi sui temi importanti e vitali per la regione faremo pure una base navale sul Biferno... Non voglio rendermi responsabile degli sfasci che qualcuno ha in mente di produrre» avverte. Parecchio caustico anche il ragionamento di Massimo Romano, consigliere regionale e presidente di «Costruire democrazia». «C è un problema, che è evidente. La Regione Molise è una Spa che opera al di fuori delle più elementari regole democratiche. Vicende come quella dello Zuccherificio, della Ltm, della Molise Dati meritano approfondimenti non solo politici».20troppe le analogie con il caso della società mista che avrebbe dovuto traghettare l economia molisana fin sulle coste della Croazia, magari a bordo del Termoli Jet. Ma allora, per un bando di gara mai effettuato in spregio alle regole nazionali e comunitarie e con un investimento di soli 8 milioni di euro, ci fu un ricorso al Tar proposto da un altra società, penalizzata proprio dalla mancata procedura di evidenza pubblica. Dopo i giudici amministrativi (Tar e LA CURIOSITA Consiglio di Stato) è arrivata anche l inchiesta della Procura della Repubblica che ha chiesto e ottenuto una proroga di 6 mesi per le indagini. Per lo Zuccherificio la situazione presenta analogie sconcertanti. Del resto solo il fatto di aver venduto le quote dello Zuccherificio ad una società che fra i suoi obiettivi non ha la produzione dello zucchero (vedi pezzo in pagina, ndr) dovrebbe far alzare le antenne. Magari ad una compagnia industriale del settore bieticolo-saccarifero che potrebbe impugnare quella delibera. Un atto che in qualche modo ha già decretato la fine dello Zuccherificio del Molise nel silenzio pressoché generale. lusa Un solo socio... a Cipro La «G&B Investments» è una società per azioni ma ha un solo socio. Dal giugno del come spiega bene primapaginamolise.it - il socio unico è la «GB Management Cyprus limited» che ha sede a Strovolos, una cittadina di 70mila abitanti nella zona di Nicosia. L attività prevalente, definita in ottobre quando ha presentato il piano al presidente Iorio, recita: assunzione e gestione in Italia e all estero di partecipazioni in qualsiasi forma e quindi totalitariae/o di controllo in altre società private e/o pubbliche per il loro coordinamento e sotto il profilo professionale, finanziario: attività non indirizzata a terzi». La «G&B Cyprus Limited» detiene 51mila azioni ordinarie, per 5 milioni e 110- mila euro. L imprenditore Remo Perna

3 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 3 IL FATTO DEL GIORNO Lo scambio di corrispondenza e la posizione del Governo L emergenza è finita... secondo Bertolaso Mancano poche ore e lo stato di emergenza finirà. Mentre il governatore Michele Iorio, questa mattina, saluterà il 2009 con il tradizionale messaggio televisivo e la consueta conferenza stampa di fine anno che sarà piena - questo è certo - solo di belle notizie, a Roma il capo dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, avrà di certo protocollato la quarta lettera del corposo scambio epistolare che, ormai dal 29 ottobre, lo tiene impegnato. E di quel giorno infatti la prima lettera giunta sulla sua scrivania e firmata Michele Iorio, presidente della Regione Molise. In estrema sintesi, il presidente chiede la proroga dello stato di emergenza - che dura dall ottobre e il capo dipartimento risponde picche. Mala tempora currunt visto che gran parte delle fortune politiche del presidente si sono giocate proprio sul terreno dell emergenza creata da quel maledetto terremoto del Una struttura commissariale che ha consentito al presidente/commissario per il sisma/commissario per l alluvione di agire in maniera del tutto incontrollata e incontrollabile, che ha consentito appalti senza gare, che ha permesso assunzioni senza alcuna evidenza Iorio chiede la proroga, il capo dipartimento: motivazioni che non giustificano la richiesta Dura da sette anni pubblica, che ha spianato la strada a consulenze di ogni tipologia possibile, che ha creato una sovrastruttura che non ha identità perché è fatta solo di consensi, grazie ai numerosissimi contratti di collaborazione stipulati in questi 7 anni che, a loro volta, hanno significato voti e preferenze. Il governatore, con nota numero 6322 datata 29 ottobre 2009, scrive al premier Berlusconi e al capo dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso. Chiede, sommessamente e in sole due misere paginette, che sia prorogato lo stato di emergenza. Già prorogato e in scadenza il 31 dicembre 2009 (cioè domani). I motivi perché lo stato di grazia duri almeno fino al 31 dicembre 2010: «non avendo ricevuto alcuna risorsa nel corrente 2009 correlata alla ricostruzione, permane la necessità di tutte le azioni indispensabili per eliminare evidenti situazioni di disagio e criticità che impediscono le condizioni di rientro nell ordinario e di sicurezza dei cittadini». Secondo motivo: «la proroga è richiesta oltre che per la corresponsione dei contributi di autonoma sistemazione anche per il mantenimento dei contratti e delle collaborazioni in corso, necessarie per l espletamento degli adempimenti di competenza il cui blocco provocherebbe inoltre, nell attuale periodo di crisi finanziaria e occupazionale anche gravi e imprevedibili ripercussioni sull intera regione Molise che quotidianamente affronta non pochi sacrifici per dare vitalità ai propri sistemi produttivi e sociali». Terzo motivo: «non va sottaciuto che la conferma dello stato di emergenza porrebbe le popolazioni molisane in una condizione di parità rispetto ad altri eventi sismici con proroghe già definite. Si eviterebbe la perdita di credibilità delle istituzioni locali e regionali, prima ancora che di quelle nazionali, nel momento in cui le stesse dichiarano di porre al primo posto dell azione programmatica e di governo l interesse per le collettività che si trovano in palese difficoltà». Perdita di credibilità delle istituzioni, scrive Iorio. Ma forse sarebbe più logico scrivere perdita di consensi. Il capo dipartimento Guido Bertolaso risponde dopo quasi un mese. Il 23 novembre. E scrive: «Pur prendendo atto delle motivazioni addotte, non si ritiene possibile dare corso all istanza in rassegna. La mancata assegnazione di risorse nel corso di quest anno, l asserita necessità di proseguire nelle iniziative finalizzate a rimuovere le situazioni di disagio e criticità, l esigenza di continuare a corrispondere il contributo per l autonoma sistemazione e mantenere in vita i contratti di lavoro a termine stipulati sulla base delle ordinanze di protezione civile sin qui adottate sono aspetti che non sembrano di per sè giustificare il mantenimento di un regime straordinario e derogatorio. Per contro, il notevole lasso di tempo intercorso Personale dipendente... con lo straordinario Personale impegnato nelle attività post sisma con straordinario si legge nell oggetto della nota firmata dall ingegnere Enzo Di Grezia. Il che vuol dire che, per queste attività, ad alcune persone già remunerate dalla Regione vengono poi elargiti degli straordinari. Ma di che cosa si occupino non è dato sapere. Scorrendo l elenco delle 71 persone del Coordinamento Generale delle attività post-sisma si scopre che molte di queste hanno già un ruolo nella struttura regionale. Ad esempio i tre componenti dello staff del governatore (Rainone, Montella, Simiele), oppure del team dell assessore Di Sandro (Desio Notardonato e Maurizio Cerasuolo) oppure di quella dell assessore Vitagliano (Baccaro e Finalle). Come resta da comprendere come sia possibile che l assistente personale tuttofare del governatore sia pagata (anche?) con i soldi della struttura commissariale e abbia un contratto da dirigente. Perché il governatore/commissario ritarda ancora l operazione verità annunciata almeno una volta all anno e mai concretizzata? Magari, spiegando per bene quanti soldi sono arrivati e come sono stati spesi, illustrando le motivazioni alla base di queste sovrapposizioni di personale, i cattivi pensieri saranno fugati per sempre. Non crede presidente? dalla prima dichiarazione dello stato di emergenza, risalente all ottobre 2002, nonché il correlato contesto operativo, con particolare riferimento alla situazione del comune di San Giuliano di Puglia nel cui territorio si sono registrati i maggiori danni e il piano di ricostruzione può considerarsi sostanzialmente ultimato, sembrano evidenziare una situazione nella quale può ritenersi ormai raggiunto l obiettivo utilmente perseguibile ai sensi dell ordinamento vigente dalle ordinanze di protezione civile».20bertolaso ricorda a Iorio che «ad ulteriore sostegno dell ineludibile esigenza di provvedere all espletamento di tutte le azioni necessarie ad un rapido rientro in un regime ordinario entro il termine di scadenza dello stato di emergenza si richiama la nota procedura d infrazione avviata in seno alla Comunità Europea nei confronti dello Stato italiano in cui si afferma tra l altro che nella maggior parte delle situazioni di crisi oggetto di dichiarazione di emergenza non è dato ravvisare una situazione di estrema urgenza derivante da avvenimenti imprevedibili». E Bertolaso insiste: «sembra opportuno rammentare che lo Stato italiano ha ottenuto l archiviazione della procedura in parola a seguito dell entrata in vigore della direttiva del presidente del Consiglio dei Ministri del 22 ottobre 2004 in cui all articolo 1 è disposto che la durata degli stati di emergenza deve essere definita in stretta correlazione con i tempi necessari per la realizzazione dei primi, indispensabili interventi e la concessione di eventuali proroghe non può essere giustificata da situazioni di inerzia o da ritardi, comunque determinatisi nella realizzazione degli adempimenti necessari per il superamento dell emergenza». Il capo dipartimento della Protezione Civile però offre una possibilità al presidente/commissario: «il Dipartimento è disponibile a regolamentare mediante l emanazione di un ordinanza non derogatoria dell ordinamento giuridico vigente il periodo di transizione dalla gestione straordinaria a quella a regime attraverso la previsione di una serie di disposizioni che consentano il completamente di tutte le iniziative in corso di svolgimento in un regime d urgenza ordinario». Il presidente Iorio risponde quasi immediatamente. E il 9 dicembre. E tira in ballo, nella sua appassionata difesa, le condizioni climatiche del Molise, il territorio impervio, le strade di montagna e le difficoltà nel percorrerle, la popolazione anziana... «Sul piano tecnico giuridico e amministrativo le motivazioni depongono in assoluto a favore di una estensione temporale dello stato di emergenza - scrive il presidente /commissario - che si rende ancor più necessaria laddove si considerino nell insieme le criticità evidenziate sia del territorio molisano che del contesto socioeconomico-ambientale del medesimo che, in caso contrario, rischierebbe di precipitare in un vero e proprio allarme sociale». Il presidente/commissario è ancora in attesa di una quarta lettera. La risposta di Bertolaso. L ultimo giorno dell anno coinciderà con l ultimo giorno dell emergenza? wanda bergamin

4 4 ATTUALITA Il fatto del giorno L allarme del capogruppo del Partito democratico, il vicepresidente D Alete Servizi sociali a rischio «Sull orlo della bancarotta i Comuni» «Dicembre è tempo di consuntivi e di programmazione. Per i sindaci dei comuni molisani, già da qualche anno, questo è soprattutto il mese in cui i conti non tornano». 20Ci va giù duro il capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, Antonio D Alete, che sottolinea come siano alti il rischio bancarotta per i Comuni e quello della cancellazione dei servizi per i cittadini. «E i conti non possono tornare, a causa di spese straordinarie riferite al pagamento delle rette per i minori collocati in istituti specializzati. Bambini ed adolescenti che, successivamente a provvedimenti dell autorità giudiziaria minorile, vengono allontanati dal proprio nucleo familiare per periodi spesso affatto brevi. In anni in cui i numeri dei bilanci comunali non brillano certo per ricchezza questo ennesimo obbligo di legge sembra trasformarsi nella fatidica ultima goccia - continua ancora D Alete -. I casi di minori su cui cade l attenzione del Tribunale minorile non sembrano diminuire (un dato questo che fotografa impietosamente una comunità regionale che dovrebbe aver più cura dei propri figli) così come in aumento sono gli oneri finanziari a cui sono costretti i già risicatissimi bilanci comunali. Se, in particolare, si prendono ad esempio i casi di alcuni municipi chiamati a fronteggiare anche 7 affidamenti contemporaneamente (vedi il Comune di Jelsi che impegna oltre 143mila euro l anno) la patologica difficoltà di reperimento dei fondi si trasforma in vero rischio bancarotta! Nella migliore delle ipotesi a risentirne sono tutti gli altri settori dell amministrazione, primi fra tutti i servizi essenziali, inevitabilmente ridimensionati o addirittura, nella peggiore, cancellati. Sono inoltre numerose le amministrazioni che sono ricorse persino a mutui per far fronte ai pagamenti. Nuovi debiti per la spesa corrente! I Piani Sociali di Zona avrebbero dovuto rispondere anche a questo tipo di problematica, sollecitando una maggiore collaborazione tra i comuni, le altre istituzioni, il mondo dell impresa sociale, sinergia finalizzata a qualificare e razionalizzare una spesa che da anni cresce progressivamente. Ma i ripetuti tagli al Fondo Sociale regionale così come a quello nazionale, assieme ad una programmazione della spesa d Ambito ancora prevalentemente incerta ed in ritardo, oggi rischiano di compromettere definitivamente i precari equilibri di cassa delle amministrazioni locali e la continuità stessa di tutti gli altri servizi locali. Pertanto si ravvisa la necessità, alla vigilia dell approvazione in Consiglio Regionale del Bilancio previsionale 2010, di un intervento immediato, garantito e non più occasionale da parte della Regione Molise nei confronti delle amministrazioni locali. Interessante appare a tal proposito la regolamentazione degli affidi familiari proposta di recente da una direttiva dell Assessorato Regionale alle Politiche Sociali (Del. D.R. n 1092 del 16/11/09). Un provvedimento atteso e non relegato alla straordinarietà del momento, così come invece era già accaduto in passato, una valida alternativa alla istituzionalizzazione dei minori ed al contempo un occasione che in futuro potrà concretizzarsi in un sostanziale risparmio per i comuni. Se non si interviene immediatamente e con decisione il 2010 in Molise potrebbe essere l anno della definitiva scomparsa del sistema pubblico di welfare locale così come lo conosciamo oggi». NUOVO oggi MOLISE La nota stampa Agricoltura I pagamenti dell Agea La somma assegnata sfiora i 3 milioni Dallo scorso 23 dicembre l Agea sta procedendo al pagamento delle anticipazioni per alcune Misure relative al Piano di Sviluppo Rurale della Regione Molise nell ambito della programmazione Lo comunica l assessore Nicola Cavaliere che nei mesi scorsi aveva attivato con i funzionari dell Agenzia per le erogazioni in agricoltura una serie di iniziative finalizzate a risolvere eventuali criticità e ad accelerare le procedure per i pagamenti. La somma assegnata al Molise è di euro ed è relativa al prepensionamento degli imprenditori e dei lavoratori agricoli, all accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali, alle indennità a favore degli agricoltori delle zone montane, a quelle a favore degli agricoltori delle zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane, ai pagamenti agroambientali, all imboschimento di terreni agricoli.

5 DAL COMUNE L argomento in Consiglio. Romano: avevamo ragione noi Liceo Romita, caso aperto Un vero e proprio fallimento Il problema non è stato risolto LICEO Romita, il caso è tutt altro che chiuso. Dalla seduta di ieri del Consiglio comunale, l ultima dell anno, è emerso con chiarezza un dato: i ragazzi dello scientifico di Campobasso resteranno ancora nella situazione di precarietà in cui si trovano attualmente, perché la nuova sede che avrebbe dovuti ospitarli, all inizio del 2010 non è pronta. Probabilmente non lo sarà mai. L argomento è stato portato all attenzione dell aula grazie alla mozione presentata dal Gruppo consiliare Costruire Democrazia. Una mozione che impegnava il sindaco a riferire sull intera vicenda. Gli attacchi al suo indirizzo da parte della minoranza si sono sprecati. Augusto Massa ha parlato di «connivenze, di abuso di potere, esercitato dagli amministratori e delle istituzioni» in relazione all utilizzo dello stabile di via Facchinetti. L ordinanza firmata dal sindaco Di Bartolomeo è finita nel mirino dell opposizione, che ne ha sottolineato l inutilità e l illegittimità ai fini urbanistici. Il consigliere Massimo Romano ha denunciato l approssimazione dimostrata dall amministrazione, in questa circostanza. «L unica soluzione percorribile era la firma di un Accordo di programma per la realizzazione di un polo scolastico - ha ricordato - Ma è stata scelta un altra strada. Al 29 dicembre la Provincia non ha ancora sottoscritto il contratto con l impresa, perché dovrebbe accollarsi la responsabilità di programmare il finanziamento per l intero importo. Il problema non è stato creato da Di Bartolomeo e neppure dalla precedente amministrazione comunale. Si tratta di una responsabilità collettiva. Una cosa è certa: da questa vicenda non ne usciremo bene, politicamente». Dello stesso tenore tutti gli altri interventi della minoranza. Il sindaco, nella sua replica, ha contestato il comportamento assunto dalla Provincia e dalla Regione, in questa circostanza. «Se ci avessero coinvolti, avremmo individuato una soluzione diversa - ha dichiarato - Avrei cercato il terreno, chiesto i finanziamenti per realizzare un polo scolastico. C è un terreno, Il Consiglio comunale si è riunito ieri mattina. E stata l ultima seduta del 2009 IL PROVVEDIMENTO proprio vicino allo stabile di via Facchinetti, c è un progetto per la realizzazione di 36 aule. Eppure sono stato costretto a fare altro. Mi auguro che oggi sia stata messa davvero la parola fine su questa vicenda». Un auspicio che sicuramente non si avvererà, perché il problema del Romita e, di riflesso, del Pilla, che ospita gli studenti, rimane apertissimo, con tutte le implicazioni che ne derivano. Si annuncia un nuovo anno all insegna dei vecchi problemi. anna di matteo Approvato un emendamento che impegna l amministrazione comunale a contenere gli aumenti delle tariffe Seac, concessa la proroga di un anno Gestirà il servizio di trasporto urbano per tutto il 2010 IL Consiglio comunale ha concesso la proroga, di un anno, alla Seac, la società che attualmente gestisce il servizio di trasporto pubblic urbano. La scadenza naturale è fissata per il 2011, quando l amministrazione comunale dovrà indire una nuova gara con evidenza pubblica. Un bando che, Michele Durante (Costruire Democrazia) si augura contenga standard che puntino all ecologia ed al rispetto del territorio. Insomma, una mobilità diversa, con mezzi meno inquinanti e di dimensioni ridotte. Contro il rischio di aumenti delle tariffe derivanti dalla decisione della Regione di ridurre il chilometraggio e, di conseguenza, i finanziamenti, in favore della società che gfestisce il servizio, l aula ha approvato un emendamento, degli ex Idv, che impegna il Comune a garantire l applicazione delle tariffe attuali. Un documento che tuttavia non è vincolante, visto che gli aumenti tariffari sono comunque decisi dalla Regione. Il rischio che i passeggeri dei bus urbani si trovino a dover pagare biglietti più salati sembra essere quindi reale. Il liceo scientifico Romita di Campobasso Il servizio di trasporto cittadino sarà garantito ancora dalla Seac per un anno Poi sarà indetta un nuova gara

6 6 CAMPOBASSO LA CRONACA Uno dei due era risultato positivo al test etilometrico Aggrediscono i carabinieri Arrestati due marocchini L episodio all interno della caserma GUIDA in stato di ebbrezza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Sono le accuse di cui dovranno rispondere due marocchini, arrestati dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Campobasso. Nel corso di un normale controllo, i militari dell Arma hanno fermato uno dei due, alla guida di un auto. Il giovane, 23enne, pregiudicato, risiede a Mirabello. Sottoposto al test etilometrico, è risultato positivo. I carabinieri hanno quindi sequestrato l auto e condotto l uomo in caserma per le procedure di rito, quando è arrivato un suo connazionale, 32enne, senza fissa dimora. Che prima ha inveito contro i militari, poi, insieme all amico, dalle parole è passato ai fatti, aggredendo i carabinieri. Ne è nata una colluttazione, che si è conclusa con l arresto dei due esagitati. Tre carabinieri sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari del 118. I due marocchini, processati per direttissima questa mattina, sono stati rimessi in libertà, in attesa del processo fissato per il prossimo 20 maggio. NUOVO oggi MOLISE E in carcere a Teramo Mago Bruno i suoi legali gli fanno visita GLI avvocati del mago Bruno, Carmine Verde e Cristiana Valentini, ieri si sono recati nel carcere di Teramo per far visita al loro assistito. Gli hanno confermato che dovrà rimanere in cella, così come ha disposto il tribunale. Bruno Battista, questo è il nome del mago, dicono i suoi legali, si trova in una condizione psichica di grave prostrazione. Avrebbe detto che è pronto ad ammazzarsi se dovrà rimanere ancora in carcere. Avrebbe rifiutato di incontrare la propria famiglia. Considerate le sue condizioni è guardato a vista. I due avvocati inoltreranno ricorso al tribunale del Riesame per i domiciliari. La seconda udienza è stata fissata per il prossimo 13 gennaio. Mago Bruno intanto continua a professarsi innocente. E accusato di violenza sessuale, circonvenzione d incapace e truffa. I ragazzi di via Pascoli e De Amicis Cena di quartiere Il Consiglio ha approvato un odg di Durante affinché il Comune vigili sulla gestione Castello chiuso a Natale Il caso è approdato in aula DA undici anni, ormai, è diventato un appuntamento fisso, irrinunciabile: è la cena del 28 dicembre. I ragazzi di via Pascoli e via De Amicis anche quest anno si sono ritrovati per trascorrere una serata in allegria, organizzata, come sempre, da Mauro Moffa. Michele Durante CASTELLO Monforte chiuso a Natale, Michele Durante, portavoce del movimento politico culturale Costruire Democrazia ha prontamente presentato un ordine del giorno, ammesso e votato all unanimità, nel corso del Consiglio comunale di ieri mattina. Durante, insieme ai colleghi Massimo Romano, Carmelo Parpiglia Michele Coralbo ha sollecitato il sindaco e la Giunta a verificare l operato della Co.Mol.Tur., la cooperativa a cui è stato affidata la gestione del Castello Monforte. Proprio nel giorno in cui la Sovrintendenza del Molise, aderendo all iniziativa promossa dal ministero dei Beni culturali, ha stabilito l apertura al pubblico di siti archelogici, musei e monumenti, il Castello Monforte è rimasto chiuso. «Non è stato solo un episodio spiacevole - spiega il consigliere Durante - che ha lasciato fuori dal castello alcune comitive di turisti nel giorno di Natale, ma si è trattato di un interruzione di servizio, un inadempienza contrattuale da parte della ditta a cui è stata affidata la gestione del castello». La convenzione tra il Comune e la cooperativa turistico alberghiera Co.Mol.Tur non prevede affatto l interruzione del servizio nei festivi, anzi proprio in quei giorni dovrebbe essere maggiormente assicurato per consentire ai visitatori di scoprire il patrimonio storico e culturale della regione. Il sindaco Gino Di Bartolomeo, dal canto suo, dinanzi all intero Consiglio comunale ha assicurato che procederà ad una verifica puntuale del rispetto della convenzione impegnandosi a prendere provvedimenti laddove venissero scoperte delle inadempienze.

7 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO WELCOME NEW YEAR... RED PASSION SOUND CLUB 7 Un dj da non perdere per un Capodanno di chiaro stampo house Se c è Tommy Vee... non ci sono alternative! Stile, carattere e scelte forti : sono il biglietto da visita del Red Passion In consolle, al Red Passion Sound Club, uno dei più apprezzati disc jokey del mondo Raffinato e soprattutto di tendenza, per una notte di pure show Un nome e una garanzia, senza possibilità di errore. Se in consolle c è Tommy Vee allora non c è tempo da perdere. Tirate fuori dall armadio quel completino che fa girare la testa a tutti, truccatevi e correte in pista, al Red Passion Sound Club di Campobasso. Perchè una serata così, si può vivere solo... al red passion!!!! Chi è Tommy Vee... Tommy Vee è nato a Venezia nel 1973, vero nome Tommaso Vianello, dj e produttore da 10 anni. Suona musica house cantata con influenze soul. Famoso per essere stato ospite della casa del Grande Fratello 4, ospite fisso di Buona Domenica tra il 2004 e il 2005, oggi fa parte della scuderia di Radio Dee Jay partecipando a diversi programmi radiofonici tra cui Selecta. Ha suonato nei migliori discoteche tra cui Area /Mestre, Muretto e Matilda / Jesolo, Klub, Extra e Villa Barbieri /Padova. Ma anche al Paradiso di Rimini, alla Villa delle Rose di Misano, al Meccanò di Firenze, all Amnesia di Ibiza, allo Xueno di Formentera, allo Slava di Mosca, al Griphon di Miami e in tante altre. Ha prodotto grandi successi come Laguna, Live to Tell di Lucrezia e diverse compilation mixate come la fortunatissima 99 days in da house Tommy Vee selection vol.1 e la vol 2 che hanno venduto più di copie. Coprodotto l album di Moony e il singolo "Dove", remixato Moby, la hit "Fashinated" di Raven Maze, "Stay" e "I can t Get over you" hits delle estati 2004 e 2005 cantate da Ce Ce Rogers (firmato MoltoSugo, gruppo di remixer di cui fa parte) e alcuni singoli di Laura Pausini tra cui il famosissimo Resta in ascolto... Durante l estate 2005 è restato in classifica con la compilation Housterity e l album First! di cui fa parte anche Anthouse, Don t be blind, tormentone della stessa estate e musica dello spot delle patatine Pringles di cui Tommy è stato testimonial. FIRST! è il primo album di pezzi inditi del dj, un successo senza precedenti, più di 40mila copie vendute in 5 settimane, nella top 15 della Fimi: 2 volte al 5 posto una all ottavo poi al 15 e al recensioni nei migliori network radiofonici e tv, redazionali nei magazines più letti. Tra l altro con più di 15 settimane di totale permanenza nelle classifiche di vendita gli ha conferito proprio ultimamente la certificazione per il raggiungimento del secondo disco d oro. A Dicembre 2005 è uscito l album "Finally" firmato Moltosugo, (alias Tommy Vee + Keller suo socio, con cui condivide uno studio di registrazione e firma, come tutti sanno, i vari remix, come quelli di Laura Pausini o come "De fact" che quest estate ha dominato le classifiche e il Festivalbar cantata da Moony). Da Finally è appena stato estratto il nuovo singolo cantato da Ce Ce Rogers "Supamodel" attualmente in programmazione nelle radio e in promozione che gli ha garantito le uscite per i programmi televisivi: Random, Cd Live, Top of the Pops, Le invasioni barbariche, Markette, Buona Domenica, Verissimo e Quelli che il calcio. Attualmente è uscita la compilation sempre mixata da lui per i X anni dell Airplane! Rec. L etichetta discografica di cui fa parte ed è testimonial.?

8 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO-ALTRI CENTRI Il 22enne era di Campolieto. L incidente si è verificato nei pressi del bivio di Montagano Tragico schianto all alba 9 Muore Marco Iavasile, studente universitario La sua auto è finita contro un muretto STAVA rientrando a casa, dopo aver trascorso una serata a Campobasso. Ma la sua vita si è spezzata contro un muretto, nei pressi del bivio di Montagano. E morto così, a soli 22 anni, Marco Iavasile, di Campolieto. L auto sulla quale viaggiava, una Polo celeste, per cause ancora da accertare, è uscita di strada, impattando violentemente contro un muretto posto al bordo della carreggiata. Un impatto violentissimo: il giovane è rimasto incastrato tra le lamiere contorte dell auto. I sanitari del 118, giunti immediatamente sul luogo dell incidente, hanno tentato di rianimarlo, poi la corsa verso l ospedale Cardarelli del capoluogo, dove il giovane è giunto ormai morto. Incerte le cause dell incidente, che si è verificato poco dopo le quattro del mattino. La strada sulla quale si è verificata la tragedia è la vecchia statale 87. Una strada molto insidiosa, perché piena di curve. E subito dopo averne imboccata una, l auto è uscita di strada, complice, probabilmente, anche l asfalto reso viscido dalla pioggia. A stabilire le cause e l esatta dinamica del terribile schianto saranno i carabinieri di Campobasso, giunti immediatamente sul posto della tragedia. anna di matteo Alcuni scatti dell incidente La Polo celeste è uscita di strada LE REAZIONI La notizia ha sconvolto il paese «Un ragazzo solare» Il ricordo della gente CAMPOLIETO è un paese attonito. La notizia della morte di Marco si è diffusa presto, poche ore dopo il tragico incidente, gettando nel dolore i familiari, gli amici e l intera comunità. «Marco era un ragazzo solare, pieno di vita - dice un impiegato del posto - Una sua caratteristica era il sorriso: un bellissimo sorriso stampato in un volto sereno. In questi giorni l ho visto in giro per il paese, in piazza a chiacchierare tranquillamente con gli amici. Siamo tutti addolorati ed increduli». Marco studiava all università di Firenze. Era tornato in paese per trascorrere le feste di Natale con la sua famiglia: madre, padre ed una sorella più piccola. Una famiglia che ora è distrutta dal dolore. Una famiglia attorno alla quale si è stretto l intero paese. amdm

9 10 BOJANO-AREA MATESINA NUOVO oggi MOLISE L incidente ieri nella tarda mattinata Camion si ribalta Trasportava pulcini Illeso il conducente IERI,intorno alle ore 13:15 un camion Fiat 190 carico di pulcini si è ribaltato lungo la strada comunale Pitoscia Madonna della Libera-Cimitero, strada che coincide con il tratturo Pescasseroli-Candela in località Santa Margherita, poco distante dal cimitero cittadino. Il mezzo di proprietà della ditta Egidio Amatuzio stava trasportando pulcini prelevati poco prima dall incubatoio Arena di località Pitti e destinati ad alcuni capannoni di allevamento situati nella zona dove è avvenuto l incidente. Da una prima ricostruzione sembra che l autista del camion, Antonio d Andrea, che viaggiava ad andatura ridotta per le pessime condizioni in cui versa la predetta strada sterrata, per farsi sorpassare da un autovettura si sia spostato a bordo strada ai margini della cunetta, tratto che sarebbe franato sotto il peso notevole del mezzo determinando il suo ribaltamento su un fianco. Fortunatamente l autista del mezzo è rimasto illeso. Sul luogo dell incidente è intervenuta una radiomobile dei Carabinieri della locale Compagnia. Per rimuovere il camion dalla cunetta e rimetterlo in piedi c è stato bisogno di un potente escavatore, oltre che di una pala meccanica. Le operazioni comunque non sono state difficoltose. L automezzo ha riportato danni piuttosto consistenti alla carrozzeria, quelli al carico di pulcini sono in via di quantificazione. Da una prima stima si calcola che il danno subito si aggiri intorno ai euro. (luz) IN EVIDENZA L iniziativa si è svolta nella sala consiliare della Comunità montana Matese Presentata la Carta dei sentieri La manifestazione ha visto la presenza di un folto pubblico Ora esiste una mappatura precisa di tutti i percorsi montani IERI mattina presso la Sala Consiliare della Comunità Montana Matese è stata presentata la Carta escursionistica dei sentieri del Matese - versante settentrionale a cura dell Assessorato regionale al Turismo, del Moligal - Gruppo di azione Locale, della Comunità Montana Matese, del Club Alpino Italiano - Delegazione Molise e del Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo. A presentarla il prof. Salvatore Tambone del CAI, Nicola Di Niro del Moligal e il neo assessore regionale Salvatore Muccilli. Ad introdurre i lavori il commissario dell ente montano, ing. Enzo Di Grezia, che ha informato i presenti come il destino delle Comunità Montane dipenda dalla finanziaria regionale e che da parte degli enti locali, in questa fase decisionale, non c è stata alcuna voce a difesa della sopravvivenza degli enti montani. "E una cartina tecnica di facile lettura, uno a venticinquemila, coloro che la utilizzeranno usandola potranno constatare che è molto reale - ha spiegato il prof. Tambone -; dopo la realizzazione di questa mappatura dei sentieri è necessaria la loro manutenzione, cosa molto importante perché nell arco di breve tempo potrebbe sparire tutto con il risultato di vanificare il lavoro effettuato. Ci auspichiamo che se la Comunità Montana continuerà ad esistere, o chi per lei, oppure gli stessi Comuni che potrebbero essere interessati, possano sfruttare quest iniziativa che può portare notevoli benefici al territorio in quanto un area turistica come il Matese attrae le persone che fruiscono delle bellezze della montagna, portando benefici anche al commercio e all economia locale. Basta dire che noi, come tutte le sezioni del CAI, organizziamo escursioni sulle nostre montagne, spesso in gruppi numerosi ci trasferiamo altrove, come del resto fanno le altre sezioni con i loro gruppi. Nel periodo estivo, per esempio, abbiamo la settimana verde che sono un po le nostre vacanze, gruppi di decine e decine di persone effettuano escursioni e trekking. Si potrebbero effettuare anche da noi escursioni pluri-giornaliere sulla dorsale matesina che partendo da Isernia arrivino a Sepino, non dimenticando le visite ai tesori d arte, come i borghi, e i siti archeologici presenti lungo la fascia pedemontana. Naturalmente - ha concluso - per realizzare ciò bisognerebbe cercare di coordinare il tutto anche con le attività del settore della pastorizia e il ripristino di stalle montane in modo da offrire all escursionista prodotti genuini fatti sotto i suoi occhi". "La valorizzazione del territorio è tra le nostre prerogative istituzionali - ha detto Di Niro -, essa ci mette nelle condizioni di dialogare con gli attori del territorio al fine di realizzare progetti che siano di utilizzo della collettività e soprattutto che i finanziamenti siano utilizzati qualitativamente bene. Cosa dire poi di questa iniziativa? E una cartina che chiamerei strumento di studio, un elaborato che serve a un popolo cosiddetto di nicchia per frequentare la montagna in sicurezza e soprattutto mettere sindaci e autorità locali nelle condizioni di tutelare e valorizzare una parte del loro territorio all esterno". Di Niro nell evidenziare che sono 234 km di sentieri dotati di segnaletica bianco e rossa curata dal CAI, ha concluso: "Ci dotiamo per la prima volta di un mezzo valido, non è la solita carta turistica, ma è per gli addetti ai lavori e potrebbe essere utilizzata, come è emerso durante la sua presentazione, anche per categorie specifiche tipo scolaresche, disabili, anziani, ed altri amanti della montagna". "Posso senz altro ritenermi soddisfatto in quanto è un lavoro che è stato avviato, grazie all impegno della struttura comunitaria, quando ero presidente di questo ente - così ha esordito Muccilli nel suo intervento -. E il primo passo verso l obiettivo di aprire maggiormente il territorio a quel turismo oggi di nicchia, ma sono sicuro che possa diventare a breve e nel medio termine determinante per la svolta del territorio matesino in termini occupazionali ed economici, anche perché ha un ventaglio di offerte notevole sotto l aspetto ambientale, del patrimonio archeologico e culturale". Muccilli ha poi aggiunto che da parte della Regione ci vuole più impegno nel coordinare le varie zone turistiche molisane facendo promozione e marketing, e soprattutto pubblicizzando maggiormente all esterno le peculiarità che la regione Molise può vantare rispetto ad altri territori. Il costo del progetto è stato di euro. Una carta escursionistica per un turismo che pone il fruitore in una situazione di estrema sicurezza nel muoversi sul territorio montano del Matese. La quasi totalità dei Comuni matesini compreso Bojano hanno disertato la cerimonia di presentazione. (Luz) L appello dei proprietari delle attività che chiedono interventi alle autorità preposte Tratturo, imprenditori in difficoltà La stradina è dissestata e va urgentemente sistemata e bitumata "IL tratturo Pescasseroli- Candela non è solo questa stradina dissestata, ci sono a lato altri trenta metri di terreno che fanno parte di una fascia incolta - ha dichiarato Luciano Malatesta, un imprenditore proprietario sia di un capannone di allevamento di polli che di un vivaio di piante ubicate nella zona -, non sappiamo come fare, come proprietari dei terreni posti lungo questa stradina e delle numerose attività produttive presenti, avevamo chiesto una sua sistemazione anche perché la strada oltre a servire noi è molto trafficata. La Comunità Montana Matese aveva presentato con l allora presidente Muccilli un progetto per bitumarla, c era anche il finanziamento a disposizione, ma la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise ha bocciato l iniziativa. A primavera per non perdere il finanziamento - ha ricordato - si è optato per una sistemazione con misto granulare stabilizzato, in poco tempo il manto stradale è tornato a rovinarsi come prima, con buche profonde dappertutto. In questa zona ci sono attività produttive e commerciali notevoli, basta dire che qui vengono allevati centinaia di migliaia di polli ogni anno, con un via vai di camion notevole, da quelli che trasportano pulcini a quelli che trasportano mangime, e quindi i camion che ritirano i polli per essere macellati e lavorati. Qualche anno fa, sempre a causa della strada dissestata, un altro camion carico di polli si ribaltò, anche in quell occasione i danni furono ingenti. Spesso anche i nostri mezzi agricoli hanno subito danni alle componenti meccaniche nel percorrere questa strada, certamente la sua sicurezza non riguarda il Ministero per i Beni e le Attività Culturali d altronde chi lavora in questi enti è stipendiato e non si pone il problema di come portare i soldi a casa a fine mese - ha sottolineato Malatesta -, noi allevatori, invece, dobbiamo lavorare duramente, il nostro settore del resto è in crisi, se poi anziché venirci incontro si cerca solo di danneggiarci, alla fine saremo costretti a chiudere le nostre attività. Voglio solo ricordare a qualcuno che sono le nostre attività che fanno girare l economia". Sulla problematica c era stato anche un interessamento della Consulta Comunale tramite il suo presidente Giuseppe Risi. In quella zona, va ricordato, ci sono tre capannoni di allevamenti di polli, una grossa azienda di allevamento bovini, un vivaio di piante e altre piccole attività. Attività che vengono notevolmente penalizzate dalle condizioni disastrose in cui versa la predetta strada. A quanto pare, però, sono problemi che riguardano solo i diretti interessati. (Luz)

10 NUOVO oggi MOLISE RICCIA-CERCE-JELSI 11 IN EVIDENZA «Riccia Vive» ha offerto un altro importante tassello di intrattenimento natalizio Incontro sulla cultura popolare La zampogna rappresentante dell identità molisana RICCIA - E stata la zampogna protagonista dell incontro che si è svolto lunedì sera nella sala convegni Beato Stefano. L iniziativa, organizzata dall amministrazione comunale nell ambito del cartellone natalizio di eventi "Riccia vive", è stata realizzata in collaborazione con la Scuola Comunale di Musica di Riccia e il Circolo della Zampogna di Scapoli. L incontro è stato aperto dal sindaco Micaela Fanelli che ha sottolineato "il posto di rilievo che occupa, nel nostro territorio, la cultura popolare. La zampogna è lo strumento che rappresenta maggiormente l identità tradizionale molisana. L amministrazione comunale ha infatti deciso di valorizzare, anche attraverso questa incontro, la cultura popolare. L attivazione dei corsi di musica popolare nell ambito della Scuola comunale di musica, nell anno scolastico 2009 / 2010, perseguono l obiettivo di sviluppare la cultura e la musica popolare fin dai primi anni d età". Michele Gennarelli, direttore della Scuola comunale di musica, ha evidenziato "il carattere istituzionale e di alta competenza che la struttura comunale sta portando avanti da tempo grazie all efficienza del Comune e agli operatori professionisti della Scuola". Il dibattito è stato animato da illustri ospiti: Vincenzo Lombardi, etnomusicologo e direttore della Biblioteca provinciale "P. Albino" di Campobasso e principale studioso della cultura popolare molisana, si è soffermato ampiamente sulla storia della zampogna, facendo costante riferimento al volume di Mauro Gioielli "La zampogna". Lo studioso molisano Mauro Gioielli ha descritto le varie tipologie di zampogne e di aerofono a sacco presenti in tutta Italia e conservate alla Mostra permanente del Circolo della Zampogna di Scapoli. Lo studioso, attraverso un percorso molto affascinante, è partito dal primo secolo dopo Cristo per arrivare ai nostri giorni. Il Presidente del circolo, Antonietta Caccia, ha raccontato l avventura di ricerca e di riscoperta dello strumento molisano attraverso la grande esperienza del Festival di Scapoli. Nel più ampio contesto di riflessione sulla Zampogna in Molise, una finestra speciale è stata riservata alla tradizione riccese e alla storia di questo strumento a Riccia: Michele Moffa, storico suonatore di zampogna, insieme a Cristian Panichella hanno fatto ascoltare al pubblico presente la Novena di Natale, una esecuzione molto calorosa ed affascinante. Il giovane studioso riccese Antonio Fanelli, che ha moderato il dibattito, ha evidenziato come la zampogna e la cultura popolare rappresentino un momento fondamentale di aggregazione anche per gli emigrati all estero. Si sono esibiti poi due giovani zampognari Alberto Di Lecce e Sergio Di Domenico, anch essi molto applauditi dal pubblico per la emozionante esecuzione. Vincenzo Lombardi ha analizzato, fra tradizione e sperimentazione artistica, le composizioni di Giuseppe "Spedino" Moffa e i nuovi percorsi della zampogna a Riccia. Spedino si è poi esibito, in maniera straordinaria, con la sua zampogna realizzando alcuni brani tratti dal suo cd che hanno entusiasmato la platea. L iniziativa, particolarmente apprezzata dal numeroso pubblico presente, si è conclusa con un momento di festa natalizia per tutti. dd Il sindaco, Micaela Fanelli, Spedino Moffa, Vincenzo Lombardi, Antonio Fanelli Seduti Antonietta Caccia e Mauro Gioielli Riccia - Congratulazioni ai giovanissimi ufficiali: Vanessa Moffa e Alberto Lucera Benedetti gli... spadini Notte magica per gli allievi delle accademie militare e navale Don Elio con Vanessa Moffa e Alberto Lucera Vanessa (Accademia militare) e Alberto (Accademia navale) RICCIA - Una cerimonia molto commuovente. La benedizione dello spadino di due Allievi ufficiali riccesi, Vanessa Moffa e Alberto Lucera, è stato un momento particolarmente toccante. Vanessa frequenta il primo anno del corso di laurea del corpo sanitario dell Accademia militare di Modena e Alberto il primo anno del corso di laurea in Scienze marittime e navali all Accademia navale di Livorno. Nella notte di Natale c è stata la benedizione dello spadino: numerose le persone presenti, oltre ad amici e parenti che hanno partecipato commossi all importante rito ufficiale. Congratulazioni vivissime ai due giovani riccesi che hanno mostrato già grandi capacità e auguri di un futuro ricco di tanti altri successi e soddisfazioni. Mafin

11 La strategia per gestire la situazione di crisi Per rilanciare la Ittierre occorre effettuare i tagli E quanto emerso dall incontro di ieri tra i rappresentanti istituzionali e i commissari impegnati nel Piano aziendale PETTORANELLO - Uno spiraglio per i lavoratori della Ittierre giunge con la fine del 2009, anno tragico per i dipendenti del più grande gruppo tessile del Molise. Ieri il presidente della Regione ha incontrato i commissari della Ittierre insieme agli assessori Fusco Perrella e Marinelli per definire una strategia complessiva per gestire l attuale situazione dell azienda e porre le basi per il rilancio. Purtroppo per rilanciare l azienda non si può fare a meno dirazionalizzare le risorse umane. I tagli del personale sono stati presentati già da mesi dai commissari al ministro Scajola, nel piano di rilancio dell azienda di cui però si sono perse le tracce. Nel corso dell incontro tra i rappresentanti istituzionalii della Regione e i tre commissari si è convenuto sulla opportunità di sostenere un impegno comune, a livello nazionale, per ciò che riguarda la cassa integrazione. Ed entrambe le parti hanno puntato l attenzione sull obiettivo di rilanciare l azienda potenziando un raccordo con la filiera tessile già presente sul territorio molisano. Nei giorni scorsi il segretario regionale della Filtea Cgil aveva ribadito la necessità di aprire il prima possibile i tavoli di crisi. Dopo l incontro di ieri il presidente Iorio ha preannunciato che nei prossimi giorni incontrerà i sindacati insieme ai commissari per mettere a punto un comune piano di programmatico per la realizzazione di iniziative concrete ed operative sia per l azienda di Pettoranello Il presidente Mazzuto stimola i ragazzi a proseguire il corso di studi in regione Premiati gli studenti migliori La Provincia ha consegnato 80 borse di studio ISERNIA - Gli studenti più bravi delle scuole superiori, che si sono diplomati a giugno scorso sono stati premiati ieri dalla Provincia con una borsa di studio. Ad ottanta studenti meritevoli il presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto ha consegnato una borsa di studio di 400 euro. «Un piccolo contributo in denaro - ha sottolineato il presidente della Provincia Mazzuto - che è, però, un grande riconoscimento al merito e all impegno dei nostri studenti. Un premio dalla profonda valenza simbolica che onora i ragazzi, ma anche i loro genitori, i loro insegnanti e dirigenti scolastici. L attenzione dell Ente - ha continuato Mazzuto - è sempre desta sul mondo della scuola. Quest anno, subito dopo il tragico sisma in Abruzzo, abbiamo attivato tutta una serie di controlli per la verifica antisismica degli edifici scolastici. Tutti gli istituti di competenza provinciale sono sicuri e nel rispetto delle norme antincendio». Nel corso della cerimonia, il presidente Luigi Mazzuto ha annunciato che, a partire dal 2010, grazie ad un accordo con l Università degli Studi del Molise, l ente di via Berta finanzierà cinque Master in Politiche Comunitarie da destinare ad altrettanti laureati in Scienze Politiche presso l Unimol. «Un investimento complessivo di 50- mila euro, con la possibilità di frequentare le attività parlamentari della Comunità Europea a Bruxelles, - ha precisato Mazzuto - che andrà a beneficio di coloro che formeranno la futura classe dirigente e politica del nostro territorio». Per questo l invito ai ragazzi ad iscriversi presso le Facoltà dell Ateneo molisano: «la nostra Università è giovane, ma in questi anni ha saputo impiegare docenti altamente specializzati, tanto da poter essere oggi in grado di mettere in campo un offerta formativa che non ha nulla da invidiare alle università delle grandi città. L Unimol è seria e noi molisani abbiamo la possibilità di potenziarla, scegliendola come meta degli studi universitari». Alla cerimonia hanno partecipato gli assessori della Provincia di Isernia, il Dirigente dell Ufficio Scolastico provinciale Rossana Di Pilla, il Dirigente del Settore Finanziario Gabriella Petrollini e i Dirigenti degli Istituti superiori della provincia. Ecco i nomi dei premiati. Per l I.t.i.s. di Isernia: Felice Campopiano, Attilio Angelone, Antonio Sassi, Luca Renzi, Vincenzo Siravo. Per il Liceo classico di Isernia: Alessandro Costantino, Marco Colavitti, Marianna Zarli, Biagio Foglietta. Per il Liceo classico di Frosolone Manuel Meffe, Giuseppina Tartaglia. Per l Istituto G.Paolo I di Agnone: Michele Orlando, Fabio Saia, Francesco Consilvio, Piera Zarlenga, Guido Marinelli, Nicola Paolantonio, Nicoletta Di Nucci, Giuseppina Longo. Per l Istituto tecnico E.Fermi di Isernia: Michele Di Lollo, Olindo De Francesco, Bartolomeo Amoruso, Pietro Iacobucci, Veronica Scarselli, Matteo Silvestre, Daniela Massaro, Luigi Tella, Ida Palazzo, Maria Zullo, Marzia Maciocia, Ludovica Spadone, Antonio Di Pilla, sarah Basile, Sara Pirraglia. Per l Istituto A.Giordano di Venafro: Fabrizio Fascia, Anna De Rosa, Jessica Iannacone, Angelantonio Ricci, Angelo Pescosolido, Alessandro Ottaviano, Maria Delli Carpini, Ilaria Di Giovanni, Carmen Cimorelli, Vincenzo Di Roccco, Gaetano Marcaccio, Alessia Ricci, Maria Cristina Orecchio. Per il Liceo scientifico di Isernia: Giulia D Uva, Cherubino Vitullo, Emilio Fuscellaro, Andrea Antenucci, Mary Delli Carpini, Sara Terracciano, Arianna Borreca, Antonio De Benedictis, Michele Iannone, Stefania Ciummo, Nicole Di Sandro, Alessia Capece, che per l intero indotto. Una notizia che i lavoratori aspettavano da mesi. mpt A Frosolone in scena il presepe vivente Appuntamento nella chiesa di S.Maria Assunta a partire dalle 21 con musiche e canti FROSOLONE - Proseguono gli appuntamenti natalizi organizzati dal Comune di Frosolone. Oggi alle ore 21 va in scena il Presepe Vivente. Suggestiva ed emozionante la rappresentazione della nascita di Gesù, nella chiesa di Santa Maria Assunta, in largo Vittoria, dove fede e tradizione si fondono per dare vita ad una delle rievocazioni più toccanti del Molise. Un viaggio attraverso la storia e i racconti evangelici alla scoperta dei luoghi, dei personaggi, al tempo della nascita di Gesù. Raccontato attraverso la musica e i canti, rileggendo in chiave moderna uno degli avvenimenti che ha cambiato il destino dell umanità. Continua intanto anche la Mostra dei Presepi - fino al prossimo 6 gennaio - nelle chiese di Frosolone e dintorni. Veri e propri capolavori incastonati in capolavori di architettura, che raccontano ognuno con una sua peculiarità il Natale di Gesù. Erica Di Stefano, Paolo Castiello, Elisa Barile. Per il Liceo linguistico di Isernia: Francesca Grosso, Stefania Izzi, Marzia Cerulli. Per l Istituto magistrale di Isernia: Maria Valerio, Federica Sferra, Antonio Leva, Chiara De Iorio, Roberta Pezzuca, Drilona Shtjefni, Giada Incollingo, Antonio D Errico. Per l istituto d arte di Isernia: Laura Di Cicco, Mariangela De Tora, Mario Carmine Mucciarone, Lorena Di Lollo, Sandro Notte, Dario Notte, Ilenia Patullo.

12 NUOVO oggi MOLISE ISERNIA Isernia - Tiene banco la sospensione dal Veneziale del professore «Rischio la vita, ma mi faccio operare solo da Huscher» Il caso del 25enne Fabrizio Giulianelli 13 ISERNIA - Il reparto di Chirurgia dell ospedale «Veneziale» è tornato a svolgere attività a pieno ritmo, ma cosa ne sarà dei malati di cancro e con patologie rare in cura dal professor Cristiano Huscher, che necessitano, in tempi brevi, di essere operati? Una domanda che i diretti interessati si stanno ponendo in queste ore dopo che l Asrem ha sospeso dal servizio il primario, accusato di aver introdotto nella struttura sanitaria isernina un giornalista di Panorama. Inutile negare l evidenza, Cristiano Husher con il suo arrivo in Molise ha portato tecniche e strumentazioni innovative attirando utenza, spesso anche extraregionale, che oggi si fida solo del professore lombardo. E il caso di Fabrizio Giulianelli, un 25enne di Roccapipirozzi (frazione di Sesto Campano) con una malattia rara all esofago e che i primi giorni di gennaio doveva sottoporsi ad un delicato intervento chirurgico. Indovinate per mano di chi? «Sono stato in cura Cristiano Huscher E sarebbero almeno altre quattro le vicende simili a quelle del giovane dal professor Huscher che da subito mi ha trasmesso un enorme fiducia, non accetterei mai di farmi operare da altri medici», dichiara con un filo di voce Giulianelli. Tuttavia far slittare l operazione potrebbe essere rischioso, come ci conferma il diretto interessato. «E vero spostare il mio intervento anche di qualche settimana potrebbe rivelarsi molto pericoloso, c è chi dice che rischierei la vita». Oggi Fabrizio Giulianelli riesce a magiare solo tramite un sondino che il professore qualche mese fa, in vista dell operazione, gli ha inserito. «Appena appresa la notizia della sospensione del professor Huscher - commenta ancora il 25enne - e come se mi fosse caduto il mondo addosso, lui in questo momento per me rappresenta non solo una speranza ma l opportunità di continuare a vivere in maniera dignitosa». E necessario ricordare che la sospensione di Huscher è a tempo indeterminato e che il 15 di gennaio il primario del reparto di Chirurgia del Veneziale dovrà comparire davanti una commissione per difendersi dalle accuse mossegli dai vertici dell Asrem con a capo il direttore generale Percopo. Fino ad allora Huscher non potrà mettere piede all interno di quello che era diventato il suo reparto trasformato in pochi anni in un modello all avanguardia. Ma di casi come il giovane di Sesto Campano attualmente ce ne sarebbero almeno altri quattro. Malati che dovrebbero sottoporsi a interventi in laparoscopia e tecniche che solo Cristiano Huscher attualmente in grado di eseguire. E allora in attesa che la commissione dia il responso definitivo sulla vicenda, perchè non concedere una tregua armata solo per i casi eccezionali? Lo reclamano i malati, ma soprattutto sarebbe un segnale forte di chi ha il compito di tutelare la salute dei cittadini. emmedio ISERNIA - Quattro cittadini rumeni che chiedevano l elemosina utilizzando i minori sono stati denunciati dalla squadra volante di Isernia. Il gruppo di rumeni, proveniente dalla Campania, aveva scelto la città di Isernia per racimolare qualche spicciolo, durante il periodo delle feste natalizie. Ma l utilizzo dei minori in questo genere di attività è vietato. Per cui la Polizia oltre a denunciare il quartetto ha multato, per violazione del Codice della Strada, anche un uomo che si trovava alla guida dell auto, pur non avendo la patente. Per tutti e quattro è scattato inoltre il foglio di via obbligatorio con il divieto di ritorno in città. Sempre la Polizia durante il periodo delle festività natalizie ha rafforzato i controlli da parte del personale nei confronti delle persone sottoposte agli arresti domiciliari e ai sorvegliati speciali. Nella sola settimana di Natale sono state eseguite quaranta La Polizia denuncia 4 campani Bimbi sfruttati per chiedere l elemosina verifiche e per inosservanza degli obblighi previsti è stata denunciata una ragazza, T.M di Isernia. mpt

13 14 AGNONE-ALTO MOLISE NUOVO oggi MOLISE DAL MONDO DEL LAVORO Sessano del Molise - Per essere licenziate hanno accettato una liquidazione Arriva il 2010 e perdono il lavoro SESSANO DEL MOLISE - Con l anno nuovo perderanno il lavoro. Si tratta di cinque Lsu del Comune di Sessano del Molise. Infatti il quattro gennaio le cinque lavoratrici - a tempo determinato - non riprenderanno più servizio, congedate con una cospicua somma di denaro dagli apparati regionali preposti, in accordo con le stesse e gli organi municipali del Comune altomolisano. Una scelta sofferta che è parsa, però, anche agli occhi delle stesse l unica strada percorribile, rischiando, altrimenti, di rimanere senza lavoro e senza liquidazione. In passato le lavoratrici avevano chiesto all Amministrazione comunale di essere definitivamnete assunte come accaduto con altre cinque loro colleghe. Nei primi giorni di maggio 2008, infatti, dopo la domanda inoltrata agli organi regionali entro il 31 dicembre 2007, il primo cittadino di Sessano inoltrò le pratiche di assunzione di 5 lavoratrici (le cosiddette più anziane) su un totale di 10 operanti nel territorio comunale. Il provvedimento di Si tratta di cinque lavoratrici socialmente utili In passato avevano chiesto di essere assunte Lsu, cinque licenziamenti a Sessano del Molise assunzione si pose come entusiasmante traguardo burocratico portato a buon fine dal comune altomolisano. Il provvedimento di stabilizzazione delle lavoratrici aveva, infatti, tenuto in apprensione le Lsu soprattutto negli ultimi mesi del 2007, almeno fino alle riunione di giunta comunale (tenutasi lo scorso 27 dicembre 2007) in cui i tre (su cinque) amministratori di giunta votarono per la stabilizzazione delle cinque Lsu, su un totale di dieci all ora attive sul territorio. Nell occasione i tre amministratori presenti scelsero il criterio dell ordine alfabetico e, quindi, disposero di inoltrare la lista delle lavoratrici agli organi di competenza che nei mesi successivi avrebbero dovuto pronunciarsi sull assunzione in toto o in parte delle lavoratrici. Assunzione, quindi, approvata per tutte e cinque le lavoratrici disegnate grazie, anche, all impegno degli organi istituzionali sopraelevati al comune di Sessano che ne verificarono la fattibilità. Entusiasmo e tanta soddisfazione per le cinque Lsu assunte, entrate, poi, a far parte dell organigramma municipale. Malumori, invece, per le altre escluse (le più giovani operanti a tempo determinato), che nel corso dei vari mesi hanno più volte invocato di essere assunte. Fino all attuale provvedimento risolutivo, frutto anche di varie riunioni e incontri tra le stesse, le rappresentanze regionali e municipali che, alla fine, hanno partorito il licenziamento in tronco di tutte e cinque le lavoratrici, "addolcito" in parte da una consistente liquidazione pro-capite. Giuliano Di Lucia La manifestazione si è tenuta regolarmente Vento e pioggia non "frenano" il presepe vivente di Carovilli CAROVILLI - Sotto un abbondante pioggia il Presepe vivente di Carovilli.Tre file ininterrotte di ombrelli hanno permesso ai presenti di godere dello spettacolo. L anno scorso sotto la neve, quest anno sotto un abbondante pioggia, il Presepe vivente di Carovilli pur in mezzo a mille difficoltà rappresenta un appuntamento al quale non si può mancare per moltissime persone. E forse l aspetto religioso e anche l ambiente naturale altamente suggestivo, poi la passione che mettono i figuranti nel rappresentare i tanti mestieri della tradizione carovillese, infine i numerosi animali impiegati; sta di fatto che le persone che si accalcavano intorno al villaggio di capanne per scegliere la migliore posizione per guardare al meglio la grande coreografia anche quest anno erano moltissime. Venivano da molti paesi della provincia di Isernia, ma anche dall Abruzzo e dalla Campania per assistere al suggestivo spettacolo del Presepe vivente di Carovilli. Non ci lavorano registi o costumisti o attori o altri tecnici dello spettacolo, l evento viene organizzato con pochissime risorse economiche, per lo spirito di volontariato che anima tutti, ma ogni cosa, ogni azione funziona in modo sorprendente. Lo spiazzo erboso, le capanne, gli alberi che circondano l area, che l anno scorso si presentavano bianchi e ovattati quest anno erano grondanti acqua eppure la lunga serie di ombrelli su tre file consecutive non si interrompeva, tutti i presenti erano attratti dall atmosfera magica che si era creata. L evento, che fonde lo spirito religioso con l amore per le tradizioni locali, ha assunto un ulteriore elemento spettacolare; gli stessi tecnici, che già da qualche anno curano le luci e la parte acustica, hanno fatto uno splendido lavoro. La tradizionale fiaccolata come al solito è partita dalla piazza del paese, contemporaneamente un altra fiaccolata è partita dalla contrada di Fontecurelli ed ha percorso un sentiero di montagna, mentre, novità di quest anno, un altra fila di fiaccole dalla frazione di Castiglione si è arrampicata sul Monte Ingotte ed è scesa percorrendo un altro sentiero. Intanto alcuni esperti hanno acceso le fiaccole di un enorme stella cometa già predisposte sulle pendici del Monte Ingotte ed anche questo ha contribuito a rendere mistica e spettacolare insieme la rappresentazione. Al resto hanno pensato i circa 70 figuranti che, nei vari abbigliamenti tradizionali, si sono impegnati a rappresentare molte attività artigianali. L Associazione «Gli Amici della Storia e delle Tradizioni», che ha organizzato l evento ha raggiunto lo scopo di mantenere vivi sia il rito della Natività sia i valori autentici della civiltà artigiana e contadina nella quale i carovillesi affondano le radici. GdL Agnone - Sanità Amicarelli direttore sanitario L ufficialità a gennaio Gabriele Amicarelli Al San Francesco Caracciolo prenderà il posto di Luigi Rosato AGNONE - Manca solo l ufficialità che molto probabilmente arriverà agli inizi di gennaio. Gabriele Amicarelli, già dirigente medico di igiene e sanità pubblica, responsabile U.O. semplice di igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro Asrem Molise - zona territoriale montana di Agnone, è stato promosso direttore del distretto di Agnone. Prende il posto di Luigi Rosato che a sua volta diventerà coordinatore dei distretti molisani. Una nomina che ormai circolava con una certa insistenza, ma che a quanto pare solo in questi giorni sarebbe stata ratificata ai diretti interessati. Amicarelli, in passato oltre ad aver ricoperto ruoli importanti in ambito strettamente sanitario è stato impegnato in politica. Infatti durante il primo mandato di Gelsomino De Vita ha ricoperto gli incarichi di assessore e vice-sindaco della cittadina.

14 Il sindaco di Venafro soddisfatto per il lavoro svolto nel corso di questo anno Cotugno traccia il bilancio del 2009 Tra gli obiettivi il Comune punta sull edilizia scolastica i Pisu e il Prg per dare una spinta decisiva alla città VENAFRO - Ieri mattina l incontro di fine anno con la stampa in Municipio ha offerto l occasione al sindaco, Nicandro Cotugno, per fare il punto della situazione. Sul programma già svolto e su quello ancora da realizzare. «La stabilità politica e la trasparenza che siamo riusciti ad imprimere all Amministrazione rappresentano due tratti distintivi della nostra politica». Così, il sindaco Nicandro Cotugno nel resoconto sull attività amministrativa fin qui svolta. «Tra gli obiettivi centrati, il più importante - sottolinea il primo cittadino - riguarda i Pisu, un progetto innovativo affrontato con acume politico e amministrativo, grazie al quale riusciremo a concretizzare una realtà importante per la città come la Cittadella dello Sport. Dopo anni - ricorda Nicandro Cotugno - siamo riusciti ad espletare la gara per l affidamento della manutenzione della pubblica illuminazione. E, moltissime strade che ne erano prive, come via S.Ormisda, via Giovenale, via Publio Ovidio sono state incluse nel nuovo piano di pubblica illuminazione. Si è proceduto alla copertura del fosso San Nicola, lavoro importante in prospettiva dell apertura della piscina, per l accesso all impianto dalla parte sud della città. Così come è stato completato l impianto sportivo Marchese Del Prete, dotato anche di adeguata tribuna stampa. Ultimati i lavori presso l Istituto scolastico Don Giulio Testa, provvisto anche di un moderno campo di calcetto mini peach, che così si presenta come una delle strutture scolastiche più sicure e all avanguardia in Regione». A gennaio inoltre sarà organizzata una grande festa per l inaugurazione della Torricella, i cui lavori di ristrutturazione sono ormai completati. Così come in dirittura d arrivo gli interventi al lavatoio. Novità in arrivo anche sul fronte della viabilità e dell arredo urbano. Dopo l Epifania partiranno i lavori all ingresso di Venafro, tra via Colonia Giulia e Corso Molise e presto sarà presentato un progetto di riqualificazione estetica e funzionale di piazza Salvo D Acquisto. Da segnalare l inaugurazione della Sala Panel e l istituzione del Parco dell Olivo. Venafro, si è dotata anche di un piano pubblicitario che metterà fine all abusivismo imperante. Grossi passi avanti sono stati fatti anche nel settore terremoto con l erogazione di una importante tranche di contributo. «Finalmente - rimarca Cotugno - è stato istituito anche lo sportello Suap, che potrà dare un grosso aiuto alle imprese». Ed ecco infine Il sindaco di Venafro, Nicandro Cotugno l elenco degli obiettivi ancora da raggiungere, illustrati dal primo cittadino: «Stiamo cercando di adeguare la macchina amministrativa anche sul fronte dell organizzazione interna: con le procedure di assunzione degli Lsu, i tirocini formativi per sei giovani laureati, che partiranno i primi di gennaio, e un progetto similare a skill generation. Sono tanti i progetti realizzati, nonostante le due emergenze, ospedale e scuola, che ci sono piovute addosso ed hanno un po rallentato l iter di alcune iniziative, e tanti sono quelli in cantiere per il Tuttavia, - precisa Cotugno - tre sono gli obiettivi principali: l edilizia scolastica, la realizzazione della progettualità dei Pisu e il Piano Regolatore, che avrà una spinta decisiva». Emmelle Le autorizzazioni ci sono e Venafro attende la struttura da 4 anni Attesa per il distaccamento dei vigili del fuoco La questione riguarda il pronto soccorso e alcuni reparti Minoranza e Asrem discutono sul futuro dell ospedale VENAFRO - Un anno sta per finire ed un altro sta per cominciare. Eppure rimane irrisolto un grosso problema: una caserma dei Vigili del Fuoco da realizzare direttamente a Venafro. L incendio dell altra notte ripropone l urgenza di aprire in Distaccamento dei Vigili del Fuoco in città. Sono almeno quattro anni che l Amministrazione comunale può vantare di aver ricevuto tutte le autorizzazioni di legge. Dai vari comandi dei Vigili, da Isernia sino a Campobasso. Per non parlare di Roma, direttamente dal Ministero degli Interni. L Amministrazione non è stata capace di trovare un locale adatto. O di riuscire a programmare un intervento a lungo termine con la costruzione di un edificio che potesse ospitare il Distaccamento dei Vigili del Fuoco. Che col tempo si sarebbe potuto ingrandire, prendendo le forme e l amministrazione di una caserma vera e propria. Con tanto di comando e personale adatto. Sono cadute diverse soluzioni prospettate. Come quella di sfruttare l ex Cooperconserve oppure di riadattare la struttura del vecchio ospedale. O come ancora quella di incorporare un edificio dismesso del nucleo industriale. Qualcuno, in amministrazione, pensava di poter affittare l edificio privato di via Conca Casale che ha ospitato, sino a tre anni addietro, il Comando della Compagnia dei Carabinieri di Venafro. Ma si poteva ben capire come quel locale non potesse essere adatto ad ospitare camion e mezzi pesanti, usati dai Vigili del Fuoco. Sia per gli spazi mancanti, sia per ragioni di sicurezza. Nel tempo l idea di costituire in città un Distaccamento dei Vigili del Fuoco sembra svanita. Per disattenzione e forse per grossa inedia della pubblica amministrazione e dei nostri politici, molto poco attenti agli interessi della collettività. Cosó due anni fa un grosso incendio si propagò da via Conca Casale, distruggendo l intera vengetazione di monte santa Croce e monte Corno. Mettendo a repentaglio l intero bosco secolare di ulivi, che cingono la città. Quelli che oggi rientrano nella giurisdizione del Parco regionale, appena costituito. Per alcuni furono fatali i primi minuti, quando l incendio poteva essere contenuto. E se in quel momento fosse intervenuta una squadra di Vigili su Venafro, si poteva evitare il peggio? La presenza di un Distaccamento dei Vigili serve anche ad un area, come quella venafrana, considerata a rischio. Sia per la presenza di importanti stabilimenti nel nucleo industriale di Pozzilli che per una moltitudine di strade, su cui si verificano spesso gravi incidenti. Per non consideare un banale incendio, come quello dell altra notte, che poteva fare ben più gravi danni a cose e persone. VENAFRO - Il «caso» dell ospedale cittadino non va in vacanza. Rimane accesso sotto i riflettori della cronaca. Tutta l opposizione consiliare sta per chiedere un incontro ufficiale coi vertici della Asrem. A cominciare dal commissario alla Sanità Nicola Passarelli, dalla subcommissario Isabella Mastrobuono e dal direttore amministrativo Angelo Percopo. La richiesta ufficiale verrà avanzata nei prossimi giorni, probabilmente appena dopo Capodanno. Tutta l opposizione intende conoscere il destino del SS. Rosario. In modo certo e con carte scritte. Senza equivoci o interpretazioni di comodo. In particolare serve sapere che fine farà il Pronto Soccorso dell ospedale, se verrà riaperta la Rianimazione e se rimarrà il Reparto avanzato di Ortopedia. Va detto che anche il sindaco Cotugno aveva promesso che avrebbe chiesto un incontro ufficiale coi vertici della Asrem, facendo una dichirazione a Nuovo Molise. Ed infine anche il presidente del Comitato SS Rosario Gianni Vaccone, alcuni giorni fa ha inviato un fax ai vertici della Asrem. Per ottenere un incontro ristretto con rappresentati di base dello stesso Comitato. In particolare il fax era indirizzato alla sub comissario Mastrobuono. Che ha deciso Babbo Natale o ancora la Befana per l ospedale cittadino? Un grosso dono oppure cenere e carbone? La risposta può venire nei prossimi giorni. Ma serve almeno metterci la calza o se si preferisce - in modo più chiaro - tanta buona volontà ed insistenza soprattutto da parte dei nostri rappresentanti istituzionali. Emmelle

15 16 VENAFRO-AREA VOLTURNO NUOVO oggi MOLISE LA NOVITA Il sindaco: «Attendiamo che il progetto venga finanziato con fondi europei» MONTAQUILA - Il comune guidato da Franco Rossi investe in località «Selva». In questa zona sorgerà un ippodromo completo ed una zona attrezzata per la pratica di diversi sport. La decisione ratificata durante l ultima assise del Nominato anche il rappresentante presso la Comunità montana. Si è svolto nella serata di lunedì scorso l ultimo Consiglio comunale del 2009 per quel che riguarda l amministrazione cittadina di Montaquila guidata dal sindaco Franco Rossi. Numerosi gli argomenti all ordine del giorno tra i quali alcuni che riguardano strettamente lo sviluppo paesaggistico e territoriale del popoloso centro della Valle del Volturno. Dopo l approvazione dei verbali della seduta precedente si è passati alla trattazione di una delle questioni più attese e cioè l individuazione per la realizzazione di un ippodromo comunale all interno del quale si potranno effettuare corsi di ippoterapia e riabilitazione varia. Il Consiglio ha recepito la proposta del sindaco Rossi ed ha individuato l area in questione con la zona situata in località «Selva», a mezza strada tra Montaquila e la frazione di Roccaravindola. Qui, se l Unione Europea provvederà al finanziamento del progetto proposto dal comune SOCIALE A Montaquila presto un centro di ippoterapia Sorgerà in località «Selva». L annuncio di Rossi E quanto emerso durante l ultimo Consiglio comunale del 2009 di Montaquila, sorgerà un area polivalente, definita come «campo ippoterapeutico» dal primo cittadino Franco Rossi. Sempre in questa zona potrebbero nascere anche dei piccoli impianti sportivi da poter gestire al meglio per lo sviluppo dell intero territorio comunale. L assise civica ha provveduto anche a ratificare alcuni debiti fuori bilancio con la conseguente approvazione e ha provveduto all approvazione di alcune variazioni di bilancio. Sempre il Consiglio con voto favorevole ha intitolato una via di nuova realizzazione nella frazione di «Masserie La Corte» al conosciuto Geremia Ricci. Infatti, questo viale mancava ancora di nome e gli amministratori hanno così deciso di intitolare il tutto ad un personaggio scomparso da tempo e ampiamente conosciuto in zona. In conclusione, si è provveduto anche alla nomina di un rappresentante alla Comunità montana Centro Pentria-Volturno. L incarico è stato affidato al consigliere di maggioranza Rinaldo Rossi. Al termine dell assise civica scambio di auguri tra i presenti per la venuta del nuovo anno. Michele Visco Di fronte i padroni di casa, Capriatese e Nuova Montaquila Montaquila - La manifestazione voluta dall associazione benefica «La Squadra del Cuore» In campo per le adozioni a distanza Triangolare di calcio a Roccaravindola per raccogliere fondi ROCCARAVINDOLA - Seconda edizione del «Cuore Ravindolese». Triangolare di calcio per la raccolta di fondi da destinare alle adozioni a distanza. Giornata di beneficienza in programma a Roccaravindola, popolosa frazione del comune di Motaquila, dove nel nome dello sport sul campo comunale in erba sintetica dedicato a «Mario Castaldi», si sfideranno in un triangolare la polisportiva Roccaravindola, A Montaquila presto un centro di ippoterapia la G.S. Capriatese e il Nuovo Montaquila. Tre gare di calcio con la durata di 45 minuti ciascuna. Per l occasione verranno raccolti fondi da destinare alle adozioni a distanza grazie alla collaborazione istituita ormai da tempo con l associazione benefica «La Squadra del Cuore» di Cerro al Volturno. Una iniziativa particolare che prenderà inizio alle ore e alla quale parteciperanno gran parte dei cittadini del territorio comunale di Montaquila. Va avanti in questo modo la collaborazione tra la società di calcio di Roccaravindola e l associazione di Cerro al Volturno, che grazie ai fondi incassati potrà rinnovare l adozioni a distanza istituita negli anni passati con la comunità di Roccaravindola. m.v. nuovomolise.net Pescasseroli - Il regista presente al «Christmas Film Festival» Pupi Avati strega l alto Sangro PESCASSEROLI - Al via il «Christmas Film Festival». Presentazione affollata con la partecipazione di Pupi Avati. E partita con successo la rassegna cinematografica denominata «Christmas Film Festival» organizzata all interno del territorio del Pnalm. All apertura della manifestazione ha partecipato il regista Pupi Avati all interno del palazzo comunale della cittadina abruzzese. La giuria della rassegna cinematografica sarà composta da Italo Moscati (scrittore e regista), Vittoria Alliata (scrittrice), Luca Raffaelli (direttore artistico dei "Castelli animati"), Fabrizio Pesiri (direttore artistico del festival del documentario "Libero Bizzarri") e da Enzo Lavagnini (direttore artistico del Christmas Film Festival). L iniziativa è patrocinata dal dipartimento della Protezione Civile, dal Pnalm e dalla presidenza del Consiglio dei ministri. In questi giorni sarà possibile vedere più di venti film tra cartoni animati per bambini e riproduzioni per famiglie proiettati gratuitamente. Tra luci, suoni, sapori e colori natalizi, le vie innevate di Pescasseroli faranno da cornice ad una serie di iniziative collegate al festival. Un occasione irripetibile per godersi i tanti film in concorso. MV Fornelli - Iniziativa del Comune Pranzo di fine anno con i nonni A pranzo con gli anziani FORNELLI - Pranzo di fine anno per gli anziani del posto offerto dall amministrazione comunale. Iniziativa particolare alla quale il primo cittadino Gianni Tedeschi tiene in particolar modo. Si ripeterà come da tradizione anche quest anno nella giornata odierna l appuntamento con il pranzo dedicato agli anziani che l amministrazione comunale di Fornelli offrirà a tutti i nonnini presenti sul territorio comunale. L evento si svolgerà presso il ristorante «Il parco degli Ulivi» di Fornelli e sarà cura dell amministrazione cittadina offrire una giornata di svago e divertimento ai propri pensionati. Durante l evento non mancherà naturalmente l accompagnamento musicale. Come accade da diversi anni a questa parte, le star del pranzo saranno proprio gli amministratori, a partire dal primo cittadino Giovanni Tedeschi, che avranno il compito di servire ai tavoli come veri e propri camerieri professionisti. Il gesto di solidarietà ed affetto nei confronti delle memoria storica del territorio comunale di Fornelli e di tutti gli amati nonni si inserisce nel programma annuale che interessa le politiche sociali. Gli amministratori avranno il compito di non scontentare i protagonisti del pranzo e serviranno al loro tavolo le prelibatezze tipiche di Fornelli e tanti dolici del periodo natalizio. L appuntamento è fissato per ora di pranzo in località Bivio di Fornelli dove sorge la struttura del «Parco degli Ulivi». m.visco

16 Politica in primo piano Intanto a Montenero i vertici del Pd si confrontano sulle prossime consultazioni «Quando saremo pronti ufficializzeremo le nostre posizioni. Quello che è certo è che ci saremo» Erminia Gatti in pole position LA voce si era rincorsa dalla mattinata di ieri. Tra conferme e mezze smentite, alla fine è lei stessa mezzo mezzo a confermarlo. Erminia Gatti potrebbe essere il candidato a sindaco di «Costruire Democrazia» nella campagna elettorale per le amministrative 2010 a Termoli. Quasi un sorriso quando, raggiunta al telefono, le si chiede se la voce che si è rincorsa per tutta la giornata di ieri aveva un mini- Erminia Gatti L esponente di «Costruire Democrazia» verso la candidatura mo di fondamento. «Per me sarebbe un onore», ha confermato l ex esponente dell Italia dei Valori di Antonio Di Pietro che insieme a Massimo Romano e Giuseppe Astore ha formato un nuovo raggruppamento politico. Ed è proprio sul nome del senatore ex IdV che la Gatti lancia uno squadro. «Potremmo essere sia io che Giuseppe e questo per un semplice motivo: che io vivo a Termoli e lui è bassomolisano di origini. Una cosa è certa - prosegue - "Costruire Democrazia" sarà presente con una propria lista alle elezioni di marzo. Non ancora ufficializziamo la candidatura per il semplice motivo che non vogliamo apparire arroganti nei confronti degli altri partiti. Siamo sempre stati e saremo ancora per la concertazione, per lavorare tutti insieme all interno della stessa coalizione». In poche parole se il Pd dovesse portare un candidato a sindaco e un programma confacenti alle tematiche di Gatti e company questi ultimi potrebbero fare un passo indietro? «Perché no - conferma la bionda Erminia - non c è nessun arroccamento su posizioni già prestabilite. Potremmo sempre fare un passo indietro». In basso Molise c è, però, un altra partita bella delicata da giocare: quella delle amministrative a Montenero di Bisaccia, "regno" dell ex leader Tonino Di Pietro. Presentare una propria lista in quel di Montenero potrebbe significare toccare il punto sensibile dell IdV e dello stesso Di Pietro. «Quello che è certo - ha continuato la Gatti - è che a Montenero si gioca una partita più che altro emotiva. Saremo sicuramente presenti anche lì sempre nell ottica di una aggregazione di forze. Il nostro obiettivo - ha concluso - è quello di creare una alternativa di governo». E per quello che riguarda gli "incontri preliminari" con gli altri partiti? «Il Molise è piccolo, ci si incontra spesso negli stessi posti e si parla. Ma sono tutti incontri casuali. Finora non c è stato alcun tavolo vero e proprio di trattative. Tutto sarà rimandato all anno nuovo». Intanto un incontro c è stato ieri sera a Montenero di Bisaccia. A scendere nel paese bassomolisano tutto lo "stato maggiore" del Partito Democratico. Sotto la lente, presumibilmente, le amministrative a Montenero. «Si è trattato di un semplice incontro interlocutorio - ha affermato lapidario il segretario regionale del Pd, Danilo Leva - e tutto è andato bene». Michela Bevilacqua Il segretario dei Giovani Democratici: «A orchestrare la fine è stato lo stesso notaio» I perché della caduta di Greco L analisi della crisi politico-amministrativa di Maurizio Cicchetti «NON sappiamo con esattezza che cosa abbia determinato il brusco precipitare della crisi al Comune di Termoli, ma che ci si sia arrivati non mi sorprende». A parlare è il segretario regionale dei Giovani Democratici, Maurizio Cicchetti. «A orchestrare la fine di Greco è stato Greco che si è lasciato persuadere dai suoi "protettori" ad andare avanti senza varare al suo interno soluzioni concordate. "Protettori" che nulla hanno fatto per evitare questa tragica soluzione e che oggi esprimono solidarietà, rammarico e amarezza. Gli errori si pagano. Si torna al voto. Su un punto tuttavia voglio essere molto chiaro. Non è certamente questo che mi auguravo e che avremmo voluto, nè l abbiamo mai sollecitato. Ma forse è così che doveva finire. Non credo di aver bisogno di sofisticate argomentazioni per dimostrare ai cittadini, nè bisogna cercarlo tra gli indovini cosa non ha funzionato. Basta pensare che la maggioranza che sosteneva il sindaco era "falsa", non era quella uscita dalle urne e questo ha determinato anche una profonda frattura tra le istituzioni e i cittadini con cicatrici profonde da rimarginare. Un amministrazione che si reggeva su un solo voto non aveva futuro, nè poteva dare corso a un preciso mandato e una coerente linea politica. Il sindaco che ha delegittimato l opposizione, annullato i partiti, disgregato la maggioranza, mandato a casa i primi eletti, non incarnava più la speranza di nessuno, tranne quella degli addetti ai lavori. Non è stato in grado di capire la città e provocarne lo sviluppo. E stato più un curatore fallimentare che uno capace di guardare al futuro. In ogni caso adesso che i riflettori si sono spenti, dopo che il Pd in tutti i modi ha cercato di evitare le elezioni anticipate, bisogna tornare alla normalità. Ora che è tutto chiaro, l unica vera certezza è che c è l esigenza di ricostruire in sintonia con la storia complessiva della nostra città, una classe dirigente nuova perchè quella attuale, anche se relativamente giovane, risulta in parte logorata. Termoli, dopo questa drammatica esperienza deve andare avanti e soprattutto Il segretario dei Gd Maurizio Cicchetti deve avere la consapevolezza che i problemi più gravi e difficili saranno man mano superati. Dobbiamo ripartire da una politica meno partitica e più pratica, nè improntata a destra nè improntata a sinistra. Rivolgerci alla società guardando oltre gli schieramenti politici e puntare sui grandi temi. A Termoli abbiamo sbagliato persone: non era certo Greco il candidato del centrosinistra e la sinistra non era Greco. Abbiamo bisogno di un sindaco che armonizzi gli interessi dei cittadini di Termoli con i problemi che attraversano tutto il basso Molise. Un sindaco che abbia la capacità di restituire idee e intelligenza a questa magnifica città. Un candidato di valore, cultura e di esperienza politica-amministrativa con capacità comunicative in grado di tenere insieme una coalizione». «Già conoscevo Termoli» «Traghetterò la città nel migliore dei modi possibili» A "tu per tu" con il commissario straordinario Roberto Aragno NESSUNA difficoltà a concendersi alle telecamere. Grande disponibilità. Dopo il suo insediamento nella vigilia di Natale, abbiamo incontrato il commissario straordinario al Comune, Roberto Aragno che è tornato nella città adriatica prima della pausa di fine d anno accolto in comune dai due sub commissari ed il segretario generale Petrosino. Ad attendere il suo arrivo c eravamo anche noi con il chiaro intento, dopo aver sondato la sua disponibilità, di poter scambiare qualche impressione con lui che, bisogna riconoscerlo, non ha avuto la minima difficoltà a concederci qualche minuto del suo tempo prezioso, dimostrandosi da subito persona cordiale e disponibile ed anche, viste le sue origini familiari partenopee, di essere dotato di una discreta dose di humor. Roberto Aragno dicevamo, è nato a Bologna ma da genitori napoletani in un periodo bellico, era il dicembre del Il padre prestava servizio militare nell aviazione, fu trasferito appunto nel comune di Bologna e poi, come ogni buon napoletano, sentendo nostalgia della sua amata città fece ritorno a casa. Dopo essersi laureato, il dottor Aragno si vide assegnare il suo primo incarico di servizio a Bergamo dove conobbe la sua attuale signora e si sposò ed oggi la città lombarda è la sua sede residenziale. Ha due figli, Chiara e Tommaso ed ora per circa tre mesi, il periodo che durerà questo incarico, a Termoli sarà una sorta di pendolare. Dottor Aragno, esperienze precedenti a queste nel Molise? «Ho svolto l incarico di vice prefetto vicario alla prefettura di Campobasso nel periodo 93-94», ha prontamente risposto. Termoli ha avuto modo comunque di conoscerla magari non per servizio? «A Termoli ci venivo in vacanza proprio in quel periodo che le dicevo, facevo servizio a Campobasso, venivamo al mare, quindi è una conoscenza puramente dal punto turistico e devo dire di avere avuto una bella impressione». Termoli, tra le sue esperienze da commissario, è una delle realtà più grandi o ha lavorato in sedi maggiori della città adriatica? «Come esperienza di commissariamento quella di Termoli e senza dubbio la più impegnativa rispetto ad altre esperienze». Naturalmente per lei il lavoro più intenso comincerà appena trascorse le feste di Capodanno. «Si, come ha avuto modo di constatare anche lei che era presente, visto che lo hanno paragonato ad un segugio, il 24 scorso alla vigilia di Natale ho preso contatto con il sindaco - ha continuato Aragno - abbiamo avuto uno scambio di informazioni su quello che era la realtà della città e ho incontrato tutti gli altri del gruppo consiliare sia di maggioranza che di opposizione ed anche loro mi hanno fatto un quadro della situazione, ovviamente dai punti di vista del loro colore politico». Priorità su cui dovrà far fonte fin da subito? «Le priorità adesso le verificheremo con il segretario comunale ed anche con gli altri colleghi commissari che mi daranno un valido apporto - ha replicato - insomma valuteremo caso per caso». Dottor Aragno è preoccupato di quello che potrà accadere da qui a marzo? «Quando mi hanno assegnato Termoli, sono stato informato del quadro politico abbastanza instabile. Io comunque credo che rientri nei compiti di un commissario cercare di traghettare nel miglior modo possibile verso le elezioni, è chiaro che è una gestione di carattere binario, una chiara difficoltà per portare avanti il lavoro di una amministrazione porta inesorabilmente a queste situazioni. Voglio comunque coglier l occasione che mi state offrendo per far gli auguri di fine anno a tutti i termolesi e spero che in questi tre mesi circa possa rendere loro un buon servizio per quello che competono le mie mansioni». Micky Guidetti

17 18 TERMOLI NUOVO oggi MOLISE «E stato un anno impegnativo» La Fim Cisl traccia il bilancio del 2009 A parlare il segretario regionale dell associazione Riccardo Mascolo Sulla questione interviene ancora il consigliere Petraroia CONTINUA l «odissea» sulla realizzazione di una centrale nucleare in territorio bassomolisano. Dopo l ennesima indiscrezione che vede ancora Termoli come sito principale per la realizzazione del Nucleare, sulla questione interviene il consigliere regionale Michele Petraroia. «Ai sensi e per gli effetti previsti dalle vigenti normative, chiedo copia degli atti legali prodotti dalla Regione Molise in attuazione della Delibera di Consiglio del e della connessa Delibera di Giunta inerenti l impugnativa della legge n. Centrale nucleare chiesti tutti gli atti 99/2009. Segnalo al Presidente del Consiglio - si legge in una nota di Petraroia - la violazione statutaria da parte della Giunta Regionale che ritiene di non dare risposte scritte a interpellanze e interrogazioni entro i termini di 15 giorni previsti dall art. 87 del R.I. Tale omissione meriterebbe una censura formale e nel caso una trasmissione al servizio legislativo del Consiglio Regionale per accertare la sussistenza di ipotesi di reati da denunciare alle preposte Autorità. Non è consentito ad alcun esponente istituzionale di occultare atti pubblici in particolare su vicende significative quali il rischio di installazione di una Centrale Nucleare a Termoli o di un Termovalorizzatore a Montagano». Il fatto il 9 maggio 2006 nelle campagne di Portocannone Tre anni e un killer L ultimo direttivo della Fim Cisl prima della sosta natalizia è l occasione buona per tracciare un bilancio di attività e operatività dell organizzazione sindacale. Naturalmente a parlarne con noi è il segretario regionale Riccardo Mascolo. Mascolo allora sotto l albero di Natale cosa si augura di trovare la sua organizzazione sindacale? «La Fim Cisl, come penso e presumo tutte le altre organizzazioni sindacali che rappresentano i lavoratori, si augura di trovare meno precarietà, meno contratti somministrazione, più stabilizzazione per quanto riguarda il mondo del lavoro. Purtroppo nella nostra regione, più delle altre regioni, questo "anno horribilus", come è stato definito dagli addetti ai lavori, ha pesato di più in termini di perdite di posti di lavoro e di precarietà. E comunque pur vero che non bisogna abbattersi e trovare degli escamotage per poter combattere queste problematiche nel mondo lavorativo. E se tutto va come sembra debba andare, nel 2010 dovrebbero scattare i sostegni per le attività produttive: ci sono degli impegni con il governo regionale, nazionale, l Unione Europea ed altri enti per dare un sostegno a quei ragazzi che, a causa della crisi, hanno perso il posto di lavoro. Non è il massimo ma può servire a tamponare laddove si deve tamponare». Guardiamo dettagliatamente all interno della vostra organizzazione, che anno è stato per la FIm Cisl? «Il nostro 2009 è stato un anno intenso, importante, significativo. Siamo partiti da un 2008 con una crisi. La Cisl e di conseguenza la Fim, si è aprrestata a celebrare il congresso mazionale. Lo abbiamo fatto sotto la spada di damocle di questa crisi. Poi, piano piano, andando avanti nei mesi e mi riferisco ad aprile, c è stata la rifira contrattuale. Nell occasione è venuta meno una organizzazione importante, mi riferisco alla Cgil, poi con la riforma contrattuale sono arrivate le scadenze e contestualmente i rinnovi dei vari contratti quindi anche quello della Fim. L estate scorsa il rinnovo delle Rsu nei vari posti di lavoro con la nostra organizzazione che è risultata vincente su quasi tutto il territorio, confermando e in molti casi aumentando la propria rappresentanza. Questo non può che significare che abbiamo operato bene. Abbiamo seminato bene ed ora raccogliamo ottimi frutti. Noi andiamo avanti come ci hanno spronato i nostri segretari nazionali Bonanni della Cisl e Farina della Fim». Il 2009 è stato l anno che lo ha incoronato segretario regionale Fim Cisl raccogliendo l eredità di un totem come Luigi Pietrosimone come lo ha trascorso? «Sicuramente è stato un anno denso di impegni, sostituire una colonna portante come Luigi non è semplice. Ho avuto senz altro anche momenti di sconforto. Non è facile rappresentare tutti e tutto al meglio. Però io devo dire grazie a tutto il direttivo ai miei coollaboratori alle Rsu, a tutti coloro che mi hanno messo in condizione di poter meglio rapppresentare il territorio e i lavoratori. Spero che tutto questo momento idiliaco continui con la stessa intensità anche i prossimi anni con lo scopo di fare il bene comune a tutti i lavoratori che cerchiamo di rappresentare». Micky Guidetti ancora senza volto Archiviazione in vista per l omicidio De Santis ERA il 9 maggio del 2006 quando il corpo di Ennio De Santis fu ritrovato nelle campagne circostanti Portocannone. Quel corpo era stato ritrovato in mezzo al suo uliveto in contrada Cocciolete. La testa in una pozza di sangue. A distanza di 3 anni quell omicidio che sconvolse ancora una volta la tranquillità del piccolo paese bassomolisano è rimasto ancora senza un colpevole. Le indagini condotte dai carabinieri sono ferme. Nessun nuovo indizio è venuto fuori in questi tre anni. Ed è per questo motivo che la Procura della Repubblica di Larino starebbe per chiedere l archiviazione del caso che dovrebbe arrivare entro la fine di gennaio. Il caso, infatti, è ancora irrosolto e, dato che sembrano non esserci degli indizi che possano portare in una direzione piuttosto che in un altra. Stando agli inquirenti, infatti, le indagini sarebbero state compromesse fin dall inizio da indizi travisati. In un primo momento, infatti, sembrava che l uomo fosse stato ucciso da un colpo di pistola, mentre alla fine gli inquirenti si sono resi conto che De Santis era stato colpito due volte, il colpo fatale dietro la nuca con un arma di quelle che si usano nei campi. Anche i primi sospetti su diverse persone del posto sono andati cadendo di volta in volta. Le indagini, infatti, in un primo momento si concentrarono sulle conoscenze e sui famigliari di De Santis. Prima sul figlio, a cui venne sequestrata l auto, e poi sul fratello sordomuto della vittima. Indagini che, però, non hanno mai portato quelle prove necessarie per una incriminazione. Si cercò anche tra la manodopera straniera che d estate lavora nei campi, ipotizzando che qualche operaio potesse non essere stato pagato dal 70enne. Anche questa pista, però, venne accantonata e dopo tre anni l omicidio resta ancora senza colpevole. Mic. Bev. Cresce l attesa e fervono i preparativi per la notte più bella e pazza dell anno Inizia il "countdown" per il Capodanno 2010 CI RISIAMO... meno di due giorni all alba e sarà di nuovo Capodanno. Archiviate le abbuffate natalizie e la corsa ai regali, ora non resta che concentrarsi sulla notte più lunga e più attesa dell anno. Cresce l attesa e fervono i preparativi soprattutto per l immancabile cenone di San Silvestro che, come ogni anno, si presume sarà all insegna di specialità culinarie soprattutto a base di pesce, di zampone, beneauguranti lenticchie e dolci tradizionali. E, per molti all immancabile abbuffata, seguirà una notte da sballo in discoteca, forse fino a mattina, direttamente traghettati nel nuovo anno. Intervistando qua e là, sembrerebbe che per il capodanno termolese si prediligerà il cenone in famiglia o a casa di amici, tuttavia tante sono le proposte dei locali della zona, a prezzi tuttavia, tutt altro che "scaccia crisi". Tra le locandine che tappezzano la città, spicca il cenone del ristorante «Il Nobil Desco» dello «Squaloblu» di via De Gasperi "condito" da spettacolo pirotecnico e balli, così come al «Quarto Senso» di via D Ovidio dove la mezzanotte sarà ugualmente accolta dai fuochi d artificio. Il «Mediterraneo» disco dinner dance sulla statale 16 adriatica e la discoteca «Divina Club» di via Firenze invece, optano per la formula "brevettata" del cenone più disco party. Al «Divina Cub», in particolare, si segnala la presenza di Nora Mogalle, sexy valletta del «Chiambretti Night», mentre nella privilege area del «Mediterraneo» impazzerà il live dei Marron Glacè. Ma che si scelga un capodanno all insegna del cenone di classe o dell ospite pseudofamoso, che si prediliga la musica da discoteca o la sensualità dei ritmi caraibici, che si opti per una cerchia ristretta di amici o per la folla più scatenata, comunque per tutti speriamo sia una magica notte di "salutari" follie e perché no, anche di buoni propositi per il Anto Di Spalatro E per molti all «abbuffata» seguirà una notte in discoteca

18 NUOVO oggi MOLISE MONTENERO-CAMPOMARINO 19 LA CRONACA Politica & Dintorni Portocannone - I militari denunciano il titolare di un pub Musica troppo Montenero di Bisaccia - Il presidente del circolo dell IdV, Simona Contucci, smentisce: «E solo una delle tante voci» Cristiano Di Pietro candidato a sindaco? Sondaggio elettorale, interviene Natalini «Sono d accordo sulla necessità di chiarezza ma così c è solo confusione» «LA segretaria dell IdV montenerese Simona Contucci si lamenta in modo energico della confusione che i commenti, fatti da il Quotidiano del Molise sul noto sondaggio elettorale, creerebbero tra gli elettori, in quanto basati solo su indiscrezioni». Sono queste le parole del consigliere comunale di Montenero di Bisaccia, Mauro Natalini. «Sono d accordo sulla necessità di chiarezza, ma l intervento della Cantucci crea solo maggior confusione. Pertanto, nella speranza di dare un contributo alla chiarezza da lei richiesta, vorrei rivolgere alla Cantucci alcune domande confidando nel suo sicuro spirito di collaborazione: 1- Il sondaggio è stato commissionato dall IdV o no?; 2- Se no, per quale motivo la Cantucci si sente chiamata in causa?; 3- Se sì, per mettere fine alle indiscrezioni che alimentano commenti non graditi, non ritiene opportuno rendere pubblici i risultati?; 4- Se non si reputa opportuno la loro pubblicazione, questi risultati sono da ritenersi destinati solo a fini ed usi interni all IdV? E, pertanto, non utilizzabili come dati nel confronto con gli altri soggetti politici? 5- Se, al contrario, si ritenesse utile la loro pubblicazione, sarebbe opportuno chiarire tutta un altra serie di fattori, ricominciando: I nominativi degli "aspiranti sindaci" sono stati indicati dalle varie forze politiche di appartenenza, oppure avete deciso voi "autonomamente" che l ipotetico candidato del centrodestra sarebbe Nicola Travaglini, che il Pd ne avrebbe (chissà perchè?) due, Chiappini e la Rosati, e che Delle Monache dovrebbe essere il candidato, suppongo, dell IdV, facendo, per usare un espressione cara al vostro leader, da "padrone e sotto"?; Se, invece, tali nominativi non sono stati indicati dai relativi partiti, i diretti interessati hanno accettato personalmente di partecipare a tale sondaggio?; Se il sondaggio è stato commissionato da voi, è possibile sapere quale agenzia l ha fatto, quanto è costato e chi ha pagato? Per concludere, voglio ricordare ancora una volta alla Cantucci che i risultati "bulgari", ottenuti dal leader Antonio Di Pietro in varie occasioni, non sempre si sono confermati nelle successive elezioni "locali". Ancora una volta sono costretto a ricordare la sconfitta dell IdV nelle comunali del 2000, dopo i tremila e passa voti nelle europee del 1999 a Di Pietro, e dopo aver provocato la crisi dell amministrazione Panicciari». CRISTIANO Di Pietro candidato a sindaco? E solo una delle tante indiscrezioni, peraltro totalmente infondate, che da un po di giorni circolano a Montenero, alle soglie delle prossime amministrative. A smentire con il solito garbo la notizia, lasciando quasi intuire un sorriso oltre il filo del telefono, Simona Contucci, presidente del Circolo locale dell IdV: «è l antipasto, è solo una delle tante voci che precedono la campagna elettorale. E poi Cristiano Di Pietro ha già annunciato pubblicamente di non ricandidarsi neanche alla Provincia». Effettivamente il Di Pietro "junior" aveva già espresso in conferenza stampa l intenzione di non ricandidarsi e di lasciare aperta la strada della politica ai giovani, a quelle forze nuove e vitali capaci di promuovere un rinnovamento sostanziale nella società e nella vita politica attiva. Programmi ed elettorato, sarebbero dunque i punti salienti del partito, al di là di infondate polemiche o "presunte" voci di corridoio non suffragate da alcun riscontro oggettivo e statistico. Laura D Angelo alta e festa "esagerata" Vicini chiamano carabinieri PORTOCANNONE - Non si ferma la prevenzione, e il controllo da parte delle forze dell ordine per il presidio del territorio molisano costiero. Una delle ultime operazioni si è tenuta proprio la scorsa notte a Portocannone. Dove era in corso, a detta dei vicini, una festa veramente esagerata. Da qui l Intervento della volante dei carabinieri della stazione di Campomarino in un affollato pub del centro bassomolisano. I residenti del vicinato avrebbero richiesto l intervento degli uomini del Comandante di stazione D Amico perché nel locale si stava svolgendo una serata con musica dal vivo ad altissimo volume. Intorno alle 23.30, dopo il sollecito dei cittadini che non riuscivano a prendere sonno per i decibel elevatissimi, la pattuglia di carabinieri con lo stesso maresciallo D Amico si è recata sul posto. Con il riscontro che l attività musicale che si svolgeva nel locale era tale da non consentire il riposo e addirittura la conversazione interpersonale nel raggio di alcune decine di metri. Alla richiesta della esibizione dell autorizzazione per la musica live il titolare non ha potuto che dichiararne l assenza, circostanza che ha comportato il suo deferimento all autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica e disturbo del sonno delle persone. Si è proceduto inoltre al sequestro preventivo delle apparecchiature e della strumentazione musicale, sequestro sul quale il magistrato si pronuncerà successivamente. Per l incauto gestore scatteranno inoltre anche le contravvenzioni amministrative. A causa della baraonda è intervenuta pure una ambulanza del 118 che ha soccorso una signora molto agitata per la musica alta. Molto verosimilmente nell approssimarsi delle festività di fine anno si intensificheranno i controlli a tutto campo delle forze dell ordine perché non vi siano intemperanze tali da lambire gli estremi dei reati che disturbano la serenità, il riposo e la tranquillità dei cittadini, bene tutelato quanto il diritto al divertimento. L Arma invita poi tutti i pubblici esercizi a munirsi delle prescritte autorizzazioni per evitare di incappare in spiacevoli sanzioni. Insomma una certa tolleranza si, ma violazione delle norme, questo proprio no. Angela Carafa L Unitalsi "saluta" il 2009 e tira il bilancio di un anno SI sono riuniti ieri per il pranzo di fine anno i soci e i pellegrini dell Unitalsi di Termoli. Un incontro fortemente voluto dal presidente Maria Rosa Meloscia,al quale era presente anche il sindaco di Campomarino, Gianfranco Cammilleri, che ha convocato tutte le persone che nel corso degli anni hanno contribuito alla buona riuscita delle manifestazioni dell Unitalsi e alla sua crescita. «E stato un momento per ringraziare tutte le persone che hanno avuto l interesse di aiutare le persone meno fortunate - ha detto il presidente Meloscia - Abbiamo scelto questa data in modo da poter dare a tutti gli auguri per un sereno 2010».

19 22 BASSO MOLISE NUOVO oggi MOLISE Obiettivo prevenzione per le forze dell ordine Capodanno tranquillo, intensificati i controlli Botti illegali nel «mirino» BASSO MOLISE - Prevenzione e sicurezza: sono gli obiettivi che animano le forze dell ordine locali che hanno intensificato i controlli su tutto il territorio bassomolisano allo scopo di evitare che con l approssimarsi del Capodanno si possano verificare incidenti con gravi conseguenze. Verifiche sono in corso anche e soprattutto per le autorizzazioni per la vendita di fuochi pirotecnici e giochi pirici in negozi e bancarelle varie. Sotto la lente anche le misure di sicurezza, obbligatorie per chi tratta con questo tipo di materiale e che, in particolare, i botti non vengano ceduti ai minori di 14 anni. Tra le finalità dell azione portate avanti in questo ultimo periodo c è quella di rintracciare e togliere dal mercato eventuale materiale esplodente di genere vietato e quegli ordigni, confezionati artigianalmente con grandi quantità di polvere pirica, che possono davvero creare seri pericoli all incolumità di chi li fa scoppiare. Insomma, l auspicio è che la fine e l inizio d anno possano essere realmente tranquilli in zona. S.M. Il bel riconoscimento Tra i principali interpreti, con Claudio Bisio, l attrice termolese Rosaria Russo «Si può fare» brinda ancora La pellicola diretta da Giulio Manfredonia premiata al prestigioso concorso «Cinema! Italia!» chiusosi a Berlino E a gennaio il ritorno in tv in una fiction su Canale 5 al fianco di Enrico Brignano ARRIVA un altro importante riconoscimento per il film «Si può fare», di Giulio Manfredonia, regista legato a Termoli per via della sua signora Maria Rosaria Russo, Meno problemi per chi utilizza lo strumento delle carte di pagamento elettronico Più sicurezza all ufficio postale Dispositivo anticlonazione nello sportello di Castelmauro Foto di gruppo per il cast di «Si può fare»: tra i protagonisti c è l attrice termolese Rosaria Russo CASTELMAURO - Poste Italiane rafforza la sicurezza dell Atm Postamat dell ufficio postale di Castelmauro in via Corso Italia. Il cash dispenser, disponibile 24 ore su 24 tutta la settimana, è stato infatti dotato di uno speciale dispositivo elettronico all avanguardia «antiskimming», dalla caratteristica forma a becco di colore verde, che impedisce la clonazione delle carte di pagamento elettronico. Lo sportello automatico, installato in posizione ribassata per renderlo accessibile anche ai cittadini con limitate possibilità motorie, può essere utilizzato per effettuare operazioni di prelievo di contanti ed eseguire interrogazioni su saldo e lista movimenti, ricaricare i telefoni cellulari, pagare le principali utenze e oltre bollettini di conto corrente postale, ricaricare la carta prepagata Postepay. Oltre che dai possessori di carta Postepay, può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro, dai titolari di carte di credito aderenti ai circuiti internazionali Visa, Visa Electron, Mastercard, Maestro, JCB, Diners o American Express. ps attrice e protagonista anche della stessa pellicola e originaria di Termoli. La realizzazione del regista Manfredonia, a Berlino, ha vinto la XII edizione di «Cinema! Italia!», la rassegna organizzata dall associazione «Made in Italy», con il contributo del Ministero dei Beni Culturali tedesco, dell Icee ed il supporto di alcuni istituti di Cultura tedeschi. Una rassegna spalmata in tre mesi di durata, partita nel mese di settembre scorso e svoltasi in 27 località della Germania. Nel corso delle diverse proiezioni, al pubblico è stata consegnata una scheda di votazione e l epilogo, con il risultato finale, è avvenuto a Berlino dove incoronato il film «Si può fare», con Claudio Bisio e la bella Rosaria tra i principali interpreti. Ancora un prestigioso premio ed un significativo riconoscimento per una pellicola che, con ironia, tratta un tema particolarmente sentito, quello del possibile reinserimento sociale dei malati di men- Il regista Giulio Manfredonia te, dopo la chiusura dei manicomi alla luce della legge Basaglia. Film che all inizio è stato accolto tiepidamente, ma che poi, man mano che veniva proiettato, ha fatto registrare un crescente successo. Tra gli altri riconoscimenti ecco diverse nomination, un premio ai David Di Donatello e tanti consensi ad un festival in Cina. Giulio Manfredonia sta già lavorando ad una nuova pellicola che promette ottime cose, mentre rivedremo a breve Rosaria Russo in tv, in una fiction al fianco di Enrico Brignano su Canale 5 in onda a gennaio. Sta dunque per chiudersi un 2009 professionale da incorniciare per la coppia romana-termolese ed i buoni auspici non mancano pure per un 2010 altrettanto soddisfacente. Micky Guidetti Grande Fratello 10, Santoianni a rischio Il molisano Daniele di nuovo al televoto SAN MARTINO IN PENSILIS - Superato uno scoglio ecco che ce n è già un altro all orizzonte. Gli esami non finiscono mai per il giovane molisano di San Martino in Pensilis, Daniele Santoianni, tra i protagonisti della decima edizione di Grande Fratello, il reality show di punta di Mediaset in onda il lunedì sera su Canale 5 e trasmesso quotidianamente in diretta sul circuito Mediaset Premium. Era a rischio eliminazione la scorsa settimana, lo è anche in quest altra, quella che segna il passaggio dal vecchio al nuovo anno. Un Capodanno di sicuro originale quello che il sammartinese si appresta a trascorrere all interno della Casa di Cinecittà ma sempre con la preoccupazione di poter essere eliminato dal gioco. In questo caso il nostro è al televoto con altri due coinquilini maschietti, ovvero Giorgio e Marco. A San Martino in Pensilis l auspicio è che riesca a superare anche quest altro ostacolo... Daniela Cannella

20 NUOVO oggi MOLISE LARINO-CASACALENDA 23 L EVENTO Saggio canoro di grande successo, ecco tutti i protagonisti Cantando sotto l albero a Casacalenda Omaggio in ricordo di Mattia Rosa CASACALENDA - La terza edizione del saggio canoro Cantando sotto l alberto è stata ricca di sorprese. La manifestazione, organizzata scrupolosamente da Franco Spetrini con la collaborazione di Alessandro Sangiovanni, Giandomenico Ferrara e Giuseppe Ramacieri, è stata per il primo anno dedicata alla memoria di Mattia Rosa, il piccolo che quasi tre anni fa è tragiacamente scomparso all età di due anni. Alla serata erano presenti anche i genitori del piccolo Mattia, Antonietta e Antonio. Diciotto ragazzi si sono esibiti con canzoni della musica leggera italiana e internazionale nella struttura del Centro della Comunità. La serata è stata presentata con maestria dal nuovo parroco di Casacalenda don Michele Di Legge. Inoltre il vice sindaco di Casacalenda, Piero Tozzi, ha premiato l ospite d onore della serata, Eleonora Moro, studentessa del liceo Linguistico di Casacalenda che ha catturato tutti i presenti con la sua incantevole voce. Questi i nomi dei ragazzi che hanno cantato (sotto l albero): Arianna D Ambrosio, Maria Laura Danza, Anna Fucito, Miriam Galletta, Erika Giammaria, Francesca Iannella, Aldo Masciantonio, Isolina Maurizio, Francesco Melfi, Federica Montagano, Arturo Navarra, Paola Ramacieri, Giuseppe Romagnuolo, Maira Luisa Romagnuolo, Chiara Salvatore, Samuel Salvatore, Anna Storto e Antea Vaccaro. Larino-Viva: «C è da coprire il fallimento! C è da coprire chi vuole trasformare l ospedale in un ospizio» Vietri, agnello sacrificale del disastro sanità «Sindaco, vice sindaco e assessori hanno ricevuto un diktat: non disturbare Iorio» LARINO - Riceviamo e pubblichiamo l intervento sul Vietri di Larino-Viva. Si continua a far finta di non capire o (il dubbio è d obbligo) non si capisce affatto! Il che sarebbe molto preoccupante per la comunità amministrata e per il futuro di Larino. Ancora una volta, nell ultima riunione di consiglio comunale di fine anno, il sorrisetto beffardo e sprezzante del Vice Sindaco, l insofferenza all ascolto di alcuni consiglieri di maggioranza (di cui ancora non abbiamo avuto il piacere di sentire profferire parola ma in compenso abbiamo visto alzare la mano nelle votazioni e notato lo sguardo incessante e insofferente sull orologio) hanno fatto da contraltare agli interventi dei rappresentanti della minoranza. Così è capitato che, dopo l intervento del consigliere Di Lena sui recenti fatti di cronaca politica, le gravi aggressioni e la condanna a priori di ogni tipo di violenza fisica ma necessariamente distinguendone causa e comportamenti, e dopo che il Sindaco Giardino ha elencato una serie di apprezzabili iniziative e progetti che l Amministrazione intende perseguire nei prossimi mesi, si è aperta una salutare discussione che ha visto l intera minoranza intervenire, condividere, suggerire, contestarne il metodo, argomentare soluzioni diverse. Insomma, un confronto appassionato e democratico concluso con un appello di Di Lena al Sindaco Giardino di dare dimostrazione di quella apertura al dialogo con l opposizione da Lui auspicata rispolverando e sostenendo l unica proposta seria e sensata per mantenere in vita l Ospedale di Larino: quella presentata da Larino Viva e dai consiglieri di opposizione, oltre un anno fa e condivisa anche in consiglio comunale. Un appello, però, caduto nel vuoto nel momento in cui chi, nella maggioranza, pur condividendone l impostazione, non può esporsi per subalternità politica e chi, Sindaco e Vice Sindaco nonché assessore alla sanità, hanno ricevuto un preciso diktat: non disturbare il manovratore Iorio e i suoi piani perché tutto deve essere funzionale ad un disegno ormai molto chiaro e netto: l ospedale di Larino agnello sacrificale del disastro della sanità regionale. Non a caso, l intervento di Quici iniziava così: "...questa sera si è parlato di tutto e di più. Mancava la fame nel mondo...e..". Bravo assessore. Nessuno è bravo come lei a banalizzare con frasi fatte ogni ragionamento sensato e meritevole di approfondimento. Bravo da parte di quei consiglieri che sbuffavano da ore per l ora tarda. Bravo anche - e lo sta facendo spesso - nel banalizzare le buone intenzioni del suo Sindac. oeppure la situazione drammatica dell ospedale è sotto gli occhi di tutti e la realtà dei fatti va ben oltre le manifestazioni di piazza, i comunicati stampa di inconcludenti incontri, articoli scritti con il preciso intento di smontare l impianto della proposta sulla Sanità di Larino Viva. La realtà dei fatti è che quello che doveva essere chiuso e trasferito in altri nosocomi è stato puntualmente fatto, mentre quello che veniva riconosciuto e da incrementare al Vietri rimane ancora e solamente scritto nelle deliberazioni del Direttore Generale e nelle dichiarazioni di qualche tempo fa dell oggi Commissario Iorio. E allora c è da coprire il fallimento, c è da trovare un colpevole. E chi può essere il colpevole? Iorio, il defenestrato Florio, l amico Giardino, il fido Quici! Ma no! Il colpevole è chi "pratica lo sport di mettere il cappello su quello che fanno gli altri e vuole trasformare l ospedale in un ospizio". Che bello, il Vietri un ospizio. Viva l ignoranza e la sufficienza. Sarebbe l unico centro regionale di eccellenza geriatrica e riabilitativa. E vuoi vedere che forse si riuscirebbero a recuperare gli oltre 30 milioni di euro che il Molise è costretto a sborsare alle altre Regioni per la cosiddetta "migrazione passiva"? E vuoi vedere anche che si riuscirebbe ad ottenere il mantenimento di altre eccellenze? Costruire il futuro e rendere protagonisti, veri, i cittadini, quelli che non si lasciano incantare dalla demagogia, dalle furbizie, dai sotterfugi, dalla incapacità di interpretare il proprio ruolo, dal servilismo imperante. E questo il nostro auspicio per il nuovo anno che è alle porte. E se il Vietri si salva diventando un ospizio, noi siamo contenti».

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

La guerra e la bambina 1938-1948

La guerra e la bambina 1938-1948 La guerra e la bambina 1938-1948 Tea Vietti LA GUERRA E LA BAMBINA 1938-1948 racconto Dedico questi appunti di guerra ai miei figli: Antonella e Alberto e ai miei nipoti: Fabio, Luca, e Alessia, perché

Dettagli

Lo Zuccherificio del Molise? Passa per Cipro...(prima puntata)

Lo Zuccherificio del Molise? Passa per Cipro...(prima puntata) 15-12-2009, 0:08 Termoli Economia/Finanza Lo Zuccherificio del Molise? Passa per Cipro...(prima puntata) 1 puntata Gb Management, Cyprus limited. Finirà con questo nome la storia che ci apprestiamo a raccontare,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro)

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Costanza Marzotto Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia, Università

Dettagli

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti:

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti: E notizia di tutti i giorni l inarrestabile corsa dei prezzi al consumo e, in particolare, quella dei prodotti appartenenti ai capitoli Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche, Abitazione, Acqua, elettricità

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

CONFERENZA REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI La Sussidiarietà per uno Sviluppo solidale

CONFERENZA REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI La Sussidiarietà per uno Sviluppo solidale REGIONE PUGLIA CONFERENZA REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI La Sussidiarietà per uno Sviluppo solidale IV COMMISSIONE DI STUDIO Disagio sociale, politiche di inclusione e diritti di cittadinanza Presidente

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna Delibera N. 144 del 14/06/2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROVVEDIMENTI URGENTI IN MATERIA DI EDILIZIA ED URBANISTICA

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 Assessorato al Bilancio Comune di Ostra (AN) 1 - Premessa Con queste diapositive si vuol tentare di illustrare come funziona il bilancio di un comune

Dettagli

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE Relazione del Presidente Regionale CNA Pensionati- Giovanni Giungi A noi viene voglia, nonostante questa valle

Dettagli

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni La prima ricerca realizzata in Italia sul tema del post infortunio:

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni?

Sportelli al Comune: non mi avete invitato alla conferenza stampa. Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Il presidente della Camera di Commercio di Taranto, rag. Luigi Sportelli ha inviato ai

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n 45 del 09/04/2011 Oggetto: PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ENERGETICA PROPOSTA DA WASTE RECYCLING PER

Dettagli

MUSICA DI GRANDE SPESSORE. I programmi sono due (Elenco A, elenco B). Associazioni polignanesi nell'elenco di 'serie B'.

MUSICA DI GRANDE SPESSORE. I programmi sono due (Elenco A, elenco B). Associazioni polignanesi nell'elenco di 'serie B'. MUSICA DI GRANDE SPESSORE I programmi sono due (Elenco A, elenco B). Associazioni polignanesi nell'elenco di 'serie B'. IL MIRACOLO D'ORAZIO: Il direttore ha fatto tutto in pochi giorni? Ci siamo. I programmi

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012 Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Buongiorno. Anzitutto desidero esprimere un ringraziamento

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FI- NANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, COMITATI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

BILANCIO 2014, PER CVS 11,3 MILIONI DI EURO DI INVESTIMENTI REALIZZATI

BILANCIO 2014, PER CVS 11,3 MILIONI DI EURO DI INVESTIMENTI REALIZZATI BILANCIO CVS E BOLLETTA SOCIALE 28/04/2015 BILANCIO 2014, PER CVS 11,3 MILIONI DI EURO DI INVESTIMENTI REALIZZATI Il consuntivo 2014 approvato oggi dall assemblea dei Sindaci: 55,73 euro di investimenti

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni.

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni. Claudio Dossi, segretario Spi Lombardia Pavia, 22 gennaio 2016 Mi sembra che anche oggi con l introduzione di Anna, la presentazione della ricerca, il contributo dei rappresentanti delle amministrazioni

Dettagli

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Interventi regionali a favore degli immigrati extra-comunitari residenti in Piemonte pubblicata su B.U.R. Piemonte n. 46 del 15 novembre 1989 Art. 1 (Finalità)

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Comune di Spilamberto REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 28.05.2012, divenuta esecutiva ai

Dettagli

Il diritto di bambini e ragazzi alla famiglia: come rilanciare adozioni e affidi

Il diritto di bambini e ragazzi alla famiglia: come rilanciare adozioni e affidi Commissione parlamentare per l infanzia e l adolescenza, Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Convegno

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica

All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica All'ospedale di Termoli 100 euro per un'ecografia morfologica Prima Pagina Molise http://www.primapaginamolise.com/detail.php?news_id=47350&goback_link=index... Page 1 of 1 03/04/2012 All'ospedale di Termoli

Dettagli

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. Missione valutativa. Esiti degli incentivi per l insediamento di giovani agricoltori.

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. Missione valutativa. Esiti degli incentivi per l insediamento di giovani agricoltori. Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Missione valutativa Esiti degli incentivi per l insediamento di giovani agricoltori Relazione finale Relatori: Consiglieri Umberto Ambrosoli e Lino Fossati

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMICI del MUSEO di CASASCO INTELVI. NOTIZIARIO n 12 del 15 Dicembre 2014

ASSOCIAZIONE AMICI del MUSEO di CASASCO INTELVI. NOTIZIARIO n 12 del 15 Dicembre 2014 Le ultime notizie sulla moralità di alcuni appartenenti alla cosiddetta classe dirigente, recentemente emerse, danno lo spunto per qualche riflessione. L ultimo avvenimento in ordine di tempo riguarda

Dettagli

STATUTO. Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999

STATUTO. Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999 STATUTO Testo approvato dall Assemblea Straordinaria del 4 giugno 1999 Atto registrato dal Notaio Cavandoli in Mantova in data 11.06.1999 con il n.2209 Art.1 È costituito in Mantova il COLLEGIO COSTRUTTORI

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio comunale n. 35 d.d. 19.12.2014 OGGETTO: Servizio pubblico di trasporto urbano turistico, estivo ed invernale, per il collegamento dei Comuni di Folgaria, Lavarone e Luserna/Lusérn:

Dettagli

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO LA CURA DEI GIOVANI Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO CARCERE FEMMINILE GIUDECCA COLLEGI UNIVERSITARI STORIA La comunità

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Art. 1 E costituita l associazione: TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Associazione fra Guide Escursionistiche Ambientali o Accompagnatori

Dettagli

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE Area del sisma: 58 comuni (di cui 4 capoluoghi) due comuni per i danni produttivi e comuni limitrofi con danni puntuali a edifici pubblici e privati 2% del Pil italiano 19.000 famiglie hanno lasciato le

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

CO M U N E D I PATERNO Provincia di Catania

CO M U N E D I PATERNO Provincia di Catania Prot. N. 454/Gab. Paternò, lì 20 Febbraio 2013 Al Signor Presidente del Consiglio Comunale Sede Oggetto: Relazione sullo stato dell emergenza rifiuti a Paternò. La presente relazione si pone l obiettivo

Dettagli

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 37. della Giunta della Comunità della Val di Non

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 37. della Giunta della Comunità della Val di Non COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES Verbale di deliberazione N. 37 della Giunta della Comunità della Val di Non OGGETTO: Organizzazione soggiorno estivo Estateragazzi. com anno 2015 - Affido incarico

Dettagli

CONVEGNO PROTEZIONE CIVILE - VIGILI DEL FUOCO REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI - VOLONTARIATO

CONVEGNO PROTEZIONE CIVILE - VIGILI DEL FUOCO REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI - VOLONTARIATO CONVEGNO PROTEZIONE CIVILE - VIGILI DEL FUOCO REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI - VOLONTARIATO ROMA, 25 MARZO 2003 - CENTRO CONGRESSI FRENTANI DOCUMENTO Nel corso degli anni 90 ha preso forma, a seguito delle

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato, riprende la ormai perenne

Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato, riprende la ormai perenne QUANDO L ORARIO DI LAVORO E ARTICOLATO IN TUR- NI SECONDO LA DISCIPLINA CONTRATTUALE Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE

DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE Il congresso provinciale di Frosinone, svoltosi il 10 dicembre 2005, esprime piena condivisione e apprezzamento sulle posizioni

Dettagli

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Desidero intanto ringraziare tutti voi per aver accolto l invito dell ACI a partecipare a questo incontro, che rappresenta un ritorno ad una tradizione

Dettagli

Associazione Regionale del Piemonte. Prot. 2041 Torino 5 dicembre 2007

Associazione Regionale del Piemonte. Prot. 2041 Torino 5 dicembre 2007 Prot. 2041 Torino 5 dicembre 2007 Osservazioni Anci Piemonte sullo schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia. Approvato

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE L intervista LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, VITO DE FILIPPO, SPIEGA LE RAGIONI CHE HANNO SPINTO IL GOVERNO REGIONALE A PROMUOVERE UNA LEGGE PER IL SOSTEGNO

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI Ente titolare Comune di Alzano Lombardo Riferimenti: Ufficio Servizi alla Persona Via G.Mazzini, 69-24022 (BG) Tel. 035 4289000 Email servizi.sociali@comune.alzano.bg.it Comune di Alzano Lombardo PROGETTO

Dettagli

TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI VII SESSIONE PADOVA, 25 OTTOBRE 2003

TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI VII SESSIONE PADOVA, 25 OTTOBRE 2003 PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI VII SESSIONE PADOVA, 25 OTTOBRE 2003 2 CASO: INSERIMENTO LAVORATIVO DI UN RAGAZZO DISABILE: RISPETTO DELLA LEGGE O VOLUTA

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro ARTICOLO 1. E costituita l Associazione "ROMANDANDO Associazione senza scopo di lucro", in forma abbreviata: "ROMANDANDO". La durata

Dettagli

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Principali evidenze delle tre ricerche condotte da AstraRicerche per FISI Gli italiani 1 manifestano un rapporto con la montagna stretto (il 41.8% vi si

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010. apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente. il sistema mutualistico e rappresentava a tutti gli effetti

BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010. apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente. il sistema mutualistico e rappresentava a tutti gli effetti IL DIRETTORE GENERALE BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010 Le profonde trasformazioni nel settore della Sanità apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente il sistema mutualistico e rappresentava a tutti

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali FONDAZIONE ASM BRESCIA Sede legale: 25124 Brescia via Lamarmora, 230 Sede operativa: 25121 Brescia Piazza del Vescovato, 3 Codice fiscale: 02339090983 PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali

Dettagli

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO CAMERA DEI DEPUTATI Febbraio 2010 SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO MAURO PILI INTERROGAZIONE DOSSIER SUL CASO ENERGIA - SARDEGNA NELL ISOLA IL COSTO PIU ELEVATO D EUROPA SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

Dettagli

RASSEGNA STAMPA LOCALE

RASSEGNA STAMPA LOCALE IL GAZZETTINO.IT 29 novembre 2010 RASSEGNA STAMPA LOCALE Scuole cattoliche in rivolta: «I debiti aumentano, così lo Stato ci fa chiudere» Il coordinatore contro Sacconi e il governo: «Avanziamo 400mila

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014 Oggetto: Piano straordinario di edilizia scolastica Iscol@: avvio dell asse di Interventi di messa in sicurezza e manutenzione programmata degli edifici scolastici. Il Presidente, nell illustrare la proposta

Dettagli

Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino

Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino Andrea Rossi, Comunità Montana del Casentino, servizio CRED L Ecomuseo del Casentino, promosso dalla Comunità Montana del Casentino,

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA)

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) REGOLAMENTO PER LE ASSEGNAZIONI IN DEROGA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E PER L ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE CONSULTIVA (artt. 6bis,

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI.

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. N. 21 in data 21 aprile 2009 OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. Introduce l argomento il Sindaco, evidenziando che all O.D.G.

Dettagli

RELAZIONE ( Febbraio 2011)

RELAZIONE ( Febbraio 2011) RELAZIONE ( Febbraio 2011) Care donatrici, cari donatori, graditissimi ospiti, benvenuti all annuale Assemblea dell A.V.I.S. comunale di Cervia. Ogni anno quando mi accingo a scrivere questa relazione

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. ------------------------------------------------------------------------------------------------- 1 dicembre 2015

PROVINCIA DI UDINE. ------------------------------------------------------------------------------------------------- 1 dicembre 2015 PROVINCIA DI UDINE NOTIZIE PER LA STAMPA ------------------------------------------------------------------------------------------------- 1 dicembre 2015 Fondo Montagna 2015: distribuiti 555 mila euro,

Dettagli

Guide rapide INMEDIAR Scegliere l avvocato per la Mediazione o la negoziazione assistita

Guide rapide INMEDIAR Scegliere l avvocato per la Mediazione o la negoziazione assistita Guide rapide INMEDIAR Scegliere l avvocato per la Mediazione o la negoziazione assistita Mediazione civile e negoziazione assistita sono due strumenti negoziali di risoluzione delle controversie resi obbligatori,

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti Mostra fotografica Arboreto salvatico alberi e boschi naturali delle montagne italiane omaggio a Mario Rigoni Stern RELAZIONE SULL EVENTO Il Presidente e il Consiglio Direttivo della Sezione hanno espresso

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

STUDIO NOTARILE SEVERINI - RICCI - CALAFIORI

STUDIO NOTARILE SEVERINI - RICCI - CALAFIORI Roma, 21 giugno 2013 Caro Presidente, cari Consiglieri Nazionali, cari Colleghi Tutti, oggi presenti, in questi pochi minuti a disposizione vorrei raccontarvi un SOGNO: sì, ho un SOGNO. SOGNO che l informatica

Dettagli

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO -

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - 1 circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - atto di impugnazione proposto nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, relativo alla sentenza pronunciata il dal giudice per l udienza preliminare

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

La Sicurezza sul lavoro: dalla riforma del 2008 ad oggi

La Sicurezza sul lavoro: dalla riforma del 2008 ad oggi La Sicurezza sul lavoro: dalla riforma del 2008 ad oggi Roma Luglio 2014 La sicurezza è vita. CONFERENZA di NAPOLI 25 e 26 Gennaio 2007 La tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è un tema

Dettagli

1. INTERVENTI ECONOMICI

1. INTERVENTI ECONOMICI PIANO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI POLITICHE FAMILIARI DEL COMUNE DI TIONE DI TRENTO PER L ANNO 2016 PREMESSA La Provincia Autonoma di Trento ha approvato in data 10 luglio 2009 il Libro Bianco sulle

Dettagli

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Buon pomeriggio a tutti, sono Salvatore Bianca, vicepresidente di Divento Grande Onlus, una associazione di genitori, in prevalenza

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli