Logistica Economica, modelli di analisi e Centri Servizi 4PL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Logistica Economica, modelli di analisi e Centri Servizi 4PL"

Transcript

1 CORSO DI FORMAZIONE PROGETTO MIUR / FAR-ICT DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Realizzazione di una piattaforma software per l implementazione l di Sistemi logistici intelligenti (basata sull integrazione di sistemi di Supply Chain Management con sistemi di e-marketplace) e al servizio delle PMI Lezione dell 11 Dicembre 2007 presso il Gruppo Editoriale Esselibri Simone, Napoli Logistica Economica, modelli di analisi e Centri Servizi 4PL Fedele Iannone

2 Sommario - Introduzione alla Logistica Economica - Le 3 dimensioni di un sistema logistico - Le principali fasi di analisi, pianificazione e promozione di un sistema logistico - Nodi ed archi di una supply chain produttivo-distributiva - Tipologie di problemi di una supply chain produttivo-distributiva - Aree di applicazione dei modelli strategici, tattici ed operativi - Un esempio: la pianificazione di un sistema logistico multilivello di minimo costo - Il trade-off scorte-trasporti - L industria dei servizi logistici - I Fourth Party Logistics Provider (4PL) - I Centri Servizi 4PL - I marketplace elettronici: tipologie e regole di funzionamento generali

3 Introduzione alla Logistica Economica (1) La Logistica Economica rappresenta un ambito di indagine interdisciplinare di recente affermazione che si occupa dell analisi quantitativa di fenomeni riguardanti il settore del trasporto merci e della logistica considerato come un insieme complesso di agenti, processi, equazioni e disequazioni riguardanti il sistema economico nelle sue diverse caratterizzazioni, il sistema delle reti (materiali ed immateriali), l ottimizzazione degli spazi e quindi anche del territorio, attribuendo ai fattori di qualità, efficienza e coordinamento di vari sistemi modali e produttivi un ruolo strategico sia per la formazione del valore che per le politiche di sviluppo.

4 Introduzione alla Logistica Economica (2) Il trasporto merci e la logistica rivestono un ruolo fondamentale per due principali motivi: 1) contribuiscono a determinare il livello di efficienza ed efficacia delle attività manifatturiere e commerciali; 2) interagiscono con il territorio, l ambiente e la qualità della vita.

5 Introduzione alla Logistica Economica (3) La Logistica Economica include la valutazione dei mercati logistici e dei trasporti, la valutazione e pianificazione di infrastrutture e servizi dedicati, l ottimizzazione spaziale dei flussi e alcuni aspetti della pianificazione e delle politiche di sviluppo del territorio, da studiare con gli strumenti dell analisi economica, computazionale e simulativa, nonché mediante i sistemi informativi geografici per i trasporti (GIS-T). I primi sviluppi della Logistica Economica si ebbero negli Stati Uniti durante gli anni e nella seconda metà degli anni 80 per quanto riguarda principalmente le applicazioni di modelli di programmazione matematica per la soluzione di problemi di logistica produttiva e distributiva.

6 Introduzione alla Logistica Economica (4) Thore (1991) ha definito la Logistica Economica come un nuovo campo delle Scienze Economiche avente ad oggetto l analisi dell allocazione ottima delle risorse nell ambito dei sistemi di produzione e distribuzione delle merci. Ne viene che l interesse principale di indagine non è soltanto il flusso fisico di merci lungo la filiera che si estende dall iniziale impiego di merci e servizi primari fino alla vendita e consumo di un bene, bensì anche la formazione e l equilibrio dei mercati e dei prezzi lungo la stessa filiera. Considerando che un qualunque sistema di offerta può essere visto come un sistema logistico che converte risorse in prodotti per distribuirli ai consumatori in diversi territori e a prezzi differenti, il problema economico da risolvere è determinare l uso delle risorse, il prezzo delle risorse, il flusso delle merci dal produttore al consumatore e il prezzo dei prodotti nelle diverse regioni. Fonte: Thore S., Economic Logistics: The Optimization of Spatial and Sectoral Resource, Production and Distribution Systems, Quorum Books, Westport, Connecticut, 1991.

7 Le Le 3 dimensioni di di un sistema logistico (1) Secondo Thore (1991), le 3 dimensioni essenziali di un sistema logistico sono: la dimensione spaziale (scelte relative ai trasporti e alla localizzazione); la dimensione verticale (ovvero l insieme delle unità organizzative che intervengono nella produzione e distribuzione di un bene); la dimensione temporale (distribuzione temporale dei flussi di beni e conseguenti variazioni dei livelli di scorte). Fonte: Thore S., Economic Logistics: The Optimization of Spatial and Sectoral Resource, Production and Distribution Systems, Quorum Books, Westport, Connecticut, 1991.

8 Le Le 3 dimensioni di di un sistema logistico (2) Sistema logistico dimensione spaziale (trasporti e localizzazione) dimensione verticale (filiera) dimensione temporale (scorte) Per risolvere problemi riguardanti ciascuna di queste dimensioni, è possibile utilizzare tre metodologie di analisi economico-matematica applicata. La prima è l analisi di rete, la seconda è l analisi delle attività, mentre la terza è la programmazione multi-obiettivo o gerarchica. Tali tecniche hanno come presupposto quello di rappresentare un fenomeno economico con una funzione matematica che abbia caratteristiche di continuità, derivabilità, convessità o concavità, ecc. Fonte: Thore S., Economic Logistics: The Optimization of Spatial and Sectoral Resource, Production and Distribution Systems, Quorum Books, Westport, Connecticut, 1991.

9 Le Le principali principali fasi fasi di di analisi, analisi, pianificazione e promozione di di un unsistema logistico logistico Analisi dei flussi di traffico origine-destinazione Analisi della dimensione, della capacità e delle performance produttive e distributive del sistema logistico Analisi della domanda e dell offerta di servizi logistici lungo gli itinerari di filiera Individuazione delle opportunità di connessione/integrazione tra caricatori Individuazione delle opportunità di connessione/integrazione tra operatori logistici Individuazione delle opportunità di connessione/integrazione tra caricatori e operatori logistici Valutazioni comparative di soluzioni distributive alternative Valutazione finanziaria di progetto (redditività di esercizio della filiera integrata) e limite di sostenibilità di investimento per ciascuna parte coinvolta Valutazione economica di progetto (effetti sulle esternalità) ) e limite di sostenibilità dell intervento pubblico (infrastrutture ed incentivi) per soluzioni intermodali Definizione di protocolli logistici ed economici multilaterali Fonte: Forte E., Trasporti Logistica Economia, Cedam, Padova, in corso di pubblicazione.

10 Nodi ed ed archi di di una supply chain produttivo-distributiva distributiva Fonte: Ratliff D. H., Nulty W. G., Logistics Composite Modeling, The Logistics Institute - Georgia Institute of Technology, Atlanta, 1996.

11 Tipologie di di problemi di di una una supply chain produttivo-distributiva distributiva Fonte: Ratliff D. H., Nulty W. G., Logistics Composite Modeling, The Logistics Institute - Georgia Institute of Technology, Atlanta, 1996.

12 Aree di di applicazione dei dei modelli strategici, tattici ed ed operativi i (1) (1) Fonte: Ratliff D. H., Nulty W. G., Logistics Composite Modeling, The Logistics Institute - Georgia Institute of Technology, Atlanta, 1996.

13 Aree di di applicazione dei dei modelli strategici, tattici ed ed operativi i (2) (2) Fonte: Ratliff D. H., Nulty W. G., Logistics Composite Modeling, The Logistics Institute - Georgia Institute of Technology, Atlanta, 1996.

14 Un Un esempio: esempio: la la pianificazione di di un un sistema sistema logistico logistico multilivello lo di di minimo minimo costo costo Fornitori S1 Impianti di produzione P1 Centri di distribuzione W1 Clienti C1 S2 W2 S3 P2 W3 C2 Si considerano come già esistenti e dati il numero e la localizzazione di fornitori e dei d clienti, valutando la possibilità di avviare/utilizzare nuovi centri di produzione e/o distribuzione. Si considerano, inoltre, le quantità offerte e domandate da ciascun nodo, i vincoli di capacità e di domanda sulla rete, i costi di produzione, logistici e di trasporto e i costi di avviamento dei nuovi nodi. Il modello, che può essere risolto tramite un software di ottimizzazione (ad es. tramite GAMS o tramite il Risolutore di MS Excel) ) o tramite un GIS (ad es. Transcad), può inoltre essere ulteriormente esteso, ad esempio per trovare anche e la soluzione a problemi di programmazione ottima degli approvvigionamenti (ad es. e single sourcing vs. multiple sourcing) ) o di scelta ottima tra modalità di trasporto alternative lungo gli archi della rete.

15 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (1) Fonte: Tavasszy L., Emerging Global Logistics Networks: some consequences for transport system analysis and design, 17th ECMT/OECD Conference, October 2006.

16 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (2) service orientation cost orientation depot costs total costs transport costs level of centralisation Fonte: Ruijgrok C., Tavasszy L., Thissen M., World logistics, quo vadis?, STELLA Focus Group 1 Meeting Globalisation, e-economy and trade, Siena, 9-10 June, 2002.

17 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (3) Equilibrio scorte-trasporti trasporti nelle diverse modalità Total logistic costs Transportation costs Inventory costs Maritime Rail Road Air transport transport haulage transport Fonte: Ballou R., varie pubblicazioni.

18 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (4) Mutamento delle condizioni dell equilibrio equilibrio scorte-trasporti trasporti I c Total Logistics Costs a T+H d b I = inventory costs T = transport costs H = handling costs LOCAL GLOBAL Fonte: Ruijgrok C., Tavasszy L., Thissen M., World logistics, quo vadis?, STELLA Focus Group 1 Meeting Globalisation, e-economy and trade, Siena, 9-10 June, 2002.

19 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (5) Mutamento delle condizioni dell equilibrio equilibrio scorte-trasporti: trasporti: alcuni fattori determinanti a) aumento dei costi di trasporto e di movimentazione - internalizzazione dei costi esterni - congestione - inaffidabilità dei sistemi di trasporto e lunghi tempi di attesa - riduzione dei lead time richiesti dai clienti b) riduzione dei costi di trasporto e di movimentazione - consolidamento delle spedizioni - progettazione ed implementazione di reti integrate - miglioramento degli standard professionali e di qualità degli operatori logistici - adozione di avanzati sistemi di information technology Fonte: Ruijgrok C., Tavasszy L., Thissen M., World logistics, quo vadis?, STELLA Focus Group 1 Meeting Globalisation, e-economy and trade, Siena, 9-10 June, 2002.

20 Il Il trade-off scorte-trasporti trasporti (6) Mutamento delle condizioni dell equilibrio equilibrio scorte-trasporti: trasporti: alcuni fattori determinanti c) aumento dei costi di gestione delle scorte - densità di valore dei prodotti - tassi di interesse e obsolescenza d) riduzione dei costi di gestione delle scorte - riduzione della lunghezza della supply chain - riduzione delle scorte mediante la riduzione del numero di strutture tture ad essa dedicate e della quantità delle scorte di sicurezza - tecniche avanzate di supply chain management collaborativo Fonte: Ruijgrok C., Tavasszy L., Thissen M., World logistics, quo vadis?, STELLA Focus Group 1 Meeting Globalisation, e-economy and trade, Siena, 9-10 June, 2002.

21 L industria dei servizi logistici (1) Perimetro del settore degli operatori logistici Cliente (Caricatore) Gestori di infrastrutture Information brokers 4PL 3PL Gestori di infrastrutture Information brokers Destinatario finale SUB-FORNITORI SERVIZI LOGISTICI Fonte: Boscacci F., La nuova logistica: un industria in formazione tra territorio, ambiente e sistema economico, Egea, Milano, 2003.

22 L industria dei servizi logistici (2) Modello di posizionamento degli operatori logistici Monofunzione Multifunzione Multiprodotto Operatore tradizionale Integratore logistico Monoprodotto Operatore tradizionale di filiera Integratore logistico di filiera Fonte: Boscacci F., La nuova logistica: un industria in formazione tra territorio, ambiente e sistema economico, Egea, Milano, 2003.

23 L industria dei servizi logistici (3) La struttura dell industria della logistica è in continuo sviluppo, ovvero è caratterizzata sia da frequenti operazioni di integrazione orizzontale e verticale degli operatori di ciascuna classe, sia dall entrata di nuovi soggetti che prima operavano in altri settori. Un esempio può essere il trasportatore stradale che amplia la propria attività diventando operatore intermodale, oppure il terminalista che comincia ad effettuare anche il trasporto terrestre, offrendo ai propri clienti un trasporto door-to-door. Oppure, è possibile che un trasportatore includa nella propria offerta anche altri servizi (magazzinaggio, etichettatura, imballaggio, ecc.) divenendo un integratore logistico in grado di offrire servizi strategici a valore aggiunto. E ancora, imprese manifatturiere e commerciali che mutano il proprio modello di business focalizzandosi esclusivamente o quasi sul coordinamento delle attività logistiche di filiera (supply chain logistic management).

24 L industria dei servizi logistici (4) Il mercato globale della Contract Logistics Mercato Valore di mercato 2004 (milioni di euro) Valore di mercato 2005 (milioni di euro) Tasso di crescita Primi 5 in Europa * ,5% Resto d Europa ,6% Asia-Pacifico ,1% Stati Uniti ,7% Altri ,4% Totale ,3% Nota: * = primi cinque mercati europei: Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi Fonte: Transport Intelligence, Global Contract Logistics 2006.

25 L industria dei servizi logistici (5) I maggiori operatori logistici in conto terzi a livello mondiale (anno 2005, milioni di euro) DHL Exel Supply Chain* Exel TNT Logistics Schneider Cat Logistics DHL Solutions Wincanton UPS SCS Kuehne & Nagel** Ryder Fiege Thiel Fonte: Transport Intelligence, Global Contract Logistics 2006.

26 L industria dei servizi logistici (6) Quota di mercato della Contract Logistics a livello mondiale (m ) 2005 % DHL Exel Supply Chain TNT Logistics Schneider CAT Logistics Wincanton UPS SCS Kuehne & Nagel Ryder Fiege Thiel Other Fonte: Transport Intelligence, Global Contract Logistics 2006.

27 L industria dei servizi logistici (7) I maggiori operatori logistici in conto terzi a livello europeo (anno 2005, milioni di euro) DHL Exel Supply Chain Exel TNT Logistics DHL Solutions Wincanton Kuehne + Nagel* Fiege Thiel Christian Salvesen Schenker Geodis TDG Fonte: Transport Intelligence, Global Contract Logistics 2006.

28 L industria dei servizi logistici (8) Quota di mercato della Contract Logistics a livello europeo (m ) Operatore logistico 2005 % DHL Exel Supply Chain % TNT Logistics % Wincanton % Kuehne + Nagel % Fiege % Thiel % Christian Salvesen % Schenker % Geodis 899 2% TDG 730 2% Other % Fonte: Transport Intelligence, Global Contract Logistics 2006.

29 L industria dei servizi logistici (9) L Italia rappresenta ancora un paese a scarsa intensità logistica, soprattutto perché il grado di terziarizzazione delle attività logistiche e il relativo tasso di crescita risulta tra i più bassi in Europa. Il divario risulta inoltre maggiormente accentuato nelle regioni del Mezzogiorno, dove si registrano ancora notevoli problematiche di tipo culturale legate alla domanda e risulta ancora basso il livello di integrazione e collaborazione logistica tra piccole e medie imprese industriali e commerciali; di conseguenza, non esiste ancora un settore maturo di servizi logistici in conto terzi. Per far fronte a tale situazione, occorre, da un lato, incentivare l aggregazione logistica intelligente tra imprese della domanda; dall altro, promuovere una maggiore crescita del settore della Contract logistics che, per definizione, ha nell outsourcing, o esternalizzazione di funzioni non core delle aziende manifatturiere e commerciali, la propria ragion d essere.

30 L industria dei servizi logistici (10) La Fattura Italia dei servizi logistici e di trasporto merci (anno 2000) Fonte: elaborazione CERTeT Bocconi su dati Confetra 2002, in CERTeT Bocconi, Evoluzione e prospettive di sviluppo dei servizi di logistica: implicazioni per il real estate, Osservatorio sul mercato immobiliare, Milano, 2004.

31 L industria dei servizi logistici (11) Mercati emergenti per la localizzazione di impianti logistici in Nord Italia Fonte: Jones Lang LaSalle, Il mercato della logistica in Italia, Piacenza, 19 Giugno 2007.

32 L industria dei servizi logistici (12) Mercati emergenti per la localizzazione di impianti logistici in Sud Italia Fonte: Jones Lang LaSalle, Il mercato della logistica in Italia, Piacenza, 19 Giugno 2007.

33 L industria dei servizi logistici (13) Principali realtà aziendali presenti sul mercato degli immobili logistici in Italia Fonte: Creazza A., Dallari F., Il settore immobiliare per la logistica: panoramica europea, analisi del mercato italiano e studio delle strategie localizzative, Liuc Papers n. 195, Serie Tecnologia 10, Ottobre 2006.

34 L industria dei servizi logistici (14) Localizzazioni privilegiate per attività di distribuzione a scala pan-europea Fonte: CB Richard Ellis, Industrial & Logistics Property in the Future - a Pan European Perspective, 2007.

35 L industria dei servizi logistici (15) Evoluzione delle reti distributive in Europa Fonte: Prologis, France s Logistics Property Markets Distribution Gateways to Southern Europe, 2007.

36 L industria dei servizi logistici (16) Le condizioni che favoriscono la concentrazione e il decentramento to localizzativo Concentrazione Alto valore del prodotto Consegne poco frequenti Bassi volumi di produzione/distribuzione Irregolarità della domanda Decentramento Basso valore del prodotto Consegne molto frequenti Alti volumi di produzione/distribuzione Prevedibilità della domanda Fonte: Dallari F., Marchet G., Rinnovare la supply chain, Edizioni il Sole 24Ore, Milano, 2003.

37 I Fourth Party Logistics Provider (4PL) ) (1) I Fourth Party Logistics Provider (4PL) sono operatori logistici che offrono servizi di consulenza direzionale e interventi di tipo tecnologico per gestire la supply chain. Possono essere definiti logistici virtuali, in quanto il loro valore aggiunto consiste nel coordinare la rete di operatori logistici e di Information technology volti a gestire in conto terzi i flussi dei beni e di informazioni lungo le supply chain delle imprese clienti. I 4PL agiscono soprattutto a livello strategico. Possono anche operare a livello tattico/operativo, ma solo attraverso accordi con sub-fornitori e 3PL. Possono in pratica essere considerati come dei facilitatori di scelte logistiche.

38 I Fourth Party Logistics Provider (4PL) ) (2) I 4PL sono solitamente utilizzati da imprese operanti su scala internazionale e che, avendo bisogno di ristrutturare la propria catena logistica, possono arrivare ad esternalizzare anche l intelligence dell intero sistema logistico ad una unica organizzazione. Possibili sedi di localizzazione di 4PL sono i poli logistici (ad es. nel futuro interporto di Salerno-Battipaglia).

39 I Fourth Party Logistics Provider (4PL) ) (3) I 4PL possono svolgere anche o esclusivamente la funzione di information broker, ovvero intermediari Web-based che gestiscono portali dedicati alla logistica tramite cui mettono in contatto acquirenti e fornitori di tali servizi, fornendo informazioni ad alto valore aggiunto e rendendo più veloce e diretto lo scambio di flussi informativi lungo le filiere coinvolte. I mercati digitali ove operano gli infomediari sono detti e-marketplace. Secondo uno studio della Frost & Sullivan,, il mercato europeo dei 4PL dovrebbe registrare nei prossimi anni una significativa crescita, raggiungendo un totale di 13 miliardi di euro nel 2010.

40 I Centri Servizi 4PL (1) Definizione di Centro Servizi Specialistici e sue caratteristiche e di base (1) Un Centro Servizi Specialistici (CSS) può essere definito come una struttura pubblica o privata dotata di strumenti e tecnologie informatiche e telematiche di rete, che nasce per rispondere ad esigenze specifiche di un impresa, una filiera, un distretto, un area geografica, una comunità, e così via. A livello più strettamente economico ed industriale, la caratteristica di gran parte delle imprese italiane di essersi sviluppate sulla base di un modello basato sulla piccola e media dimensione ha prodotto attenzione verso la necessità di garantire un sostegno al loro sviluppo attraverso strutture capaci di migliorare la performance economica e di sostenere la crescita delle imprese mediante l esternalizzazione intelligente di funzioni ed attività.

41 I Centri Servizi 4PL (2) Definizione di Centro Servizi Specialistici e sue caratteristiche e di base (2) Un CSS rappresenta quindi un organizzazione che attraverso l offerta di servizi particolari (a partire dalla formazione e dalla consulenza) mira a rispondere a bisogni concreti delle imprese; bisogni che possono interessare la pianificazione, l organizzazione e la gestione di attività riguardanti l area produttiva, logistica e commerciale. Tecnicamente, un CSS si configura come un POP Internet (Punto di Presenza) raggiungibile direttamente tramite linea telefonica e tramite Internet. Tale polo ICT o nodo di rete è collegato alle imprese coinvolte attraverso quella che in gergo si chiama una Intranet delle PMI (rete privilegiata con password per accesso ai server). Attraverso questa rete è possibile erogare, gestire, controllare processi di formazione, informazione, gestione e consulenza strategica ed operativa per le imprese.

42 I Centri Servizi 4PL (3) Possibili attività svolte da un Centro Servizi 4PL : E-marketplace / Borsa merci elettronica / Web hosting Analisi e pianificazione dei sistemi logistici Servizi di info-mobilità, GIS-T, informatica specialistica Gestione degli ordini Gestione degli approvvigionamenti Gestione di scorte e magazzini Gestione delle spedizioni, dei pagamenti e dei resi Gestione delle flotte (tracciabilità delle rotte, posizionamento dei mezzi, ecc.) Rintracciabilità delle merci (RFID, tracking and tracing) Consulenza tecnica, commerciale e doganale Ricerche di mercato e studi di fattibilità Formazione specialistica Marketing, comunicazione e promozione (es. organizzazione e partecipazione a fiere) Progetti di ricerca industriale, sviluppo pre-competitivo e innovazione tecnologica Help-desk informativo e realizzazione di bollettini d informazione logistica Ecc.

43 I Centri Servizi 4PL (4) Operatori manifatturieri Operatori commerciali Operatori ICT Operatori logistici Possibili utenti di un Centro Servizi 4PL : che si rivolgono al Centro per: - trovare fornitori o acquirenti di servizi logistici fisici e/o informativi; - chiedere valutazioni tecniche ed economiche in merito a particolari problemi e progetti logistici.

44 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (1) (1) Un marketplace elettronico è: - una piazza (piattaforma) virtuale in cui le imprese interagiscono per sviluppare e gestire le relazioni negoziali. - un punto di incontro tra aziende di tipo sell-side (venditrici) ed aziende di tipo buy-side (acquirenti). - un intermediario virtuale che si fa carico di fare incontrare domanda ed offerta di beni e servizi senza distorsione di informazioni Si distinguono marketplace verticali e marketplace orizzontali. Un marketplace verticale è dedicato ad un settore specifico (es. l acciaio oppure l autotrasporto). Al contrario, in un marketplace orizzontale beni e/o servizi vengono acquistati/venduti da soggetti appartenenti a tutti i settori merceologici.

45 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (2) (2) In base all assetto proprietario si distinguono inoltre: i marketplace privati, i marketplace consortili, i marketplace neutrali. I marketplace privati sono realizzati dalla singola impresa per gestire le relazioni contrattuali e collaborative con i propri interlocutori. I marketplace consortili nascono su iniziativa di alcune imprese operanti nel medesimo settore che si associano per condividere i benefici derivanti dal trasferimento in rete di una parte più o meno consistente dei rapporti di filiera. I marketplace neutrali (Third Party Marketplace) sono gestiti da imprese che non sono partner commerciali, come ad esempio gli investitori istituzionali, i fornitori di applicazioni informatiche, le società di e-procurement, ecc., che fungono da intermediari (infomediari) con il compito di mettere in contatto buyer e seller.

46 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (3) (3) I marketplace privati e consortili sono in genere a trattative riservate : nascono solitamente da grandi realtà e sono per l appunto riservati ad una cerchia ristretta di imprese (partnership a numero chiuso). MARKETPLACE Esempio riferito al settore manifatturiero

47 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (4) (4) 1 Marketplace neutrale 2 BUYER MARKETPLACE MARKETPLACE Invio richiesta Invio richiesta ideale 3 4 MARKETPLACE Invio offerta ideale BUYER Invio dati raccolti MARKETPLACE 5 BUYER MARKETPLACE Trasmissione ordine Esempio riferito al settore manifatturiero

48 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (5) (5) Il modello organizzativo dei marketplace (1) A seconda del numero di soggetti presenti in qualità di venditori ed acquirenti, il modello organizzativo che regola il funzionamento dei marketplace si configura (Luceri, 2002): a farfalla, quando molti venditori interfacciano molti compratori; a piramide, quando uno o pochi venditori interfacciano molti acquirenti ed uno o pochi acquirenti interfacciano molti venditori.

49 I marketplace elettronici: tipologie e regole regole di di funzionamento generali (6) (6) Il modello organizzativo dei marketplace (1) Farfalla Piramide Un compratore Molti venditori Molti venditori Molti compratori Pochi compratori I marketplace neutrali presentano tipicamente una struttura organizzativa a farfalla mentre quelli consortili e privati a piramide. Molti compratori Un venditore Pochi venditori Fonte: Luceri B., Network marketing, Egea, Milano, 2002.

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO Manuale per la formazione di: AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) & OPERATORI DI MAGAZZINO Redatto come parte del progetto CENTRAL Qualifiche Professionali nell ambito dei Trasporti

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Cap.1 - L impresa come sistema

Cap.1 - L impresa come sistema Cap.1 - L impresa come sistema Indice: L impresa come sistema dinamico L impresa come sistema complesso e gerarchico La progettazione del sistema impresa Modelli organizzativi per la gestione Proprietà

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro Nome e Cognome Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Internet Site: e-mail: C.F. e P.I. Iscrizione all Ordine Andrea Payaro Padova, 08 Ottobre 1972 Via Monte Bianco,

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET Per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli