IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA"

Transcript

1 IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA «Penso che forse gemellaggi tra città, tra famiglie, tra parrocchie, potrebbero aiutare. Noi abbiamo in Europa, adesso, una rete di gemellaggi, ma sono scambi culturali, certo molto buoni e molto utili, ma forse ci vogliono gemellaggi in altro senso: che realmente una famiglia dell Occidente, dell Italia, della Germania, della Francia assuma la responsabilità di aiutare un altra famiglia. Così anche le parrocchie, le città». Benedetto XVI all incontro mondiale delle famiglie a Milano COS E A seguito del terremoto che ha colpito il territorio emiliano e mantovano lo scorso maggio, Caritas italiana ha promosso - come già in passato in occasione di emergenze analoghe - l instaurarsi di gemellaggi tra parrocchie, come modalità privilegiata per portare aiuto e sostegno alle popolazioni colpite dal sisma. Il desiderio di esprimere la propria vicinanza e solidarietà alle popolazioni colpite da un evento tragico come un terremoto acquista una visibilità più tangibile attraverso la presenza fisica, rendendo visibile non solo il sostegno morale ed economico ma soprattutto il legame fraterno che interpella e ci spinge ad essere là dove l uomo è stato ferito. (da un comunicato di Caritas Italiana del 19 giugno) Un gemellaggio - secondo una definizione prettamente laica - è l unione di due comunità che, in tal modo, si propongono di agire partendo da una prospettiva comune, con l obiettivo di instaurare tra loro legami sempre più stretti di amicizia e affrontare i loro problemi in maniera condivisa. Valori fondamentali rappresentati da questo legame sono quindi l amicizia, la cooperazione e la reciproca consapevolezza delle comunità. Ma in una prospettiva cristiana, quale quella naturalmente percorsa da Caritas, a questi significati se ne aggiunge uno, fondamentale, che ricolloca e investe tutti gli altri di un importanza differente: la testimonianza. 1

2 PERCHE All interno di una iniziativa di prossimità, la nostra presenza deve essere soprattutto una testimonianza di Chiesa: insieme siamo chiamati ad essere luce nelle e per le nostre comunità di appartenenza e nelle comunità gemellate. (Caritas Italiana, 19 giugno) Le manifestazioni concrete di questa vicinanza possono - anzi, in un certo qual modo devono - essere molteplici e sfaccettate, investendo diversi ambiti: [ ] si vuole contribuire al miglioramento della situazione non solo con le somme di denaro che si offrono, ma soprattutto con i valori di solidarietà e fraternità che si mettono in circolazione e si sostengono. (Caritas Italiana, 19 giugno) Caritas Italiana ha quindi attribuito a ciascuna Delegazione regionale una o più Diocesi con cui improntare questi legami di gemellaggio. La Diocesi di Mantova è stata in questo caso spontaneamente affidata alla Delegazione regionale della Lombardia, che riunisce e coordina le Caritas diocesane lombarde. Caritas Mantova ha dunque steso un elenco delle parrocchie maggiormente colpite dal terremoto, sottoponendo poi l adozione per gruppi alle Diocesi lombarde, a seconda della dimensione e delle possibilità delle Diocesi stesse (rendendo libera da questo impegno solamente la Diocesi di Cremona, anch essa in parte gravata dal sisma). Lo stesso vescovo di Mantova, S.E. mons. Roberto Busti, ha naturalmente sostenuto e caldeggiato questa ipotesi, esortando a costruire i gemellaggi con le parrocchie lombarde per manifestare vicinanza alle persone in difficoltà e recuperare adeguate risorse con cui poter riaprire le chiese meno ammalorate. COME L'unione tra persone diverse offre l opportunità di condividere i problemi, di scambiare opinioni e di capire i diversi punti di vista. Il gemellaggio può essere uno strumento flessibile. Può essere messo in atto a molteplici livelli - pastorale, economico, materiale - e coinvolgere le comunità gemellate nel loro complesso. Dovrebbe essere visto come un impegno a lungo termine, per favorire la conoscenza e lo scambio di esperienze e di vissuti, e il reciproco aiuto e sostegno nel momento del bisogno. I legami di amicizia e di solidarietà hanno infatti bisogno di tempo per realizzarsi e rafforzarsi. Scrive mons. Busti nel suo appello ai Vescovi lombardi: 2

3 [ ] oso chiedere di privilegiare l aiuto del gemellaggio tra un gruppo di parrocchie, un unità pastorale, un vicariato, un decanato o quanto meglio si crede e una delle nostre chiese da riaprire al culto. L aiuto può naturalmente essere disteso nel tempo, sapendo bene che quello che viviamo è momento difficile per tutti; ma anche ciò che sembra poco contribuisce a costruire il molto necessario: è sempre stato l obolo della vedova a sostenere il tempio!. Coinvolgere tutta la comunità Il gemellaggio richiede la partecipazione attiva di tutta la comunità. I parroci spesso rappresentano il contatto inziale e principale, spesso insieme al Consiglio Pastorale Parrocchiale, ma è fondamentale che ogni fedele si senta parte attiva di questo rapporto. Per facilitare ciò, è necessario rendere noto e visibile a tutti questo legame, con i suoi sviluppi e le sue evoluzioni, dandone notizia durante le celebrazioni, nelle bacheche, sui notiziari parrocchiali o sul sito web. O addirittura creando un sito appositamente dedicato al gemellaggio, per la condivisione e lo scambio di notizie e materiali. E importante inoltre valorizzare, all interno di questo rapporto, tutte le realtà presenti nella comunità, coinvolgendo ciascuna secondo le proprie caratteristiche e le proprie inclinazioni. Il coro parrocchiale, il gruppo missionario, i referenti della carità, i centri di ascolto delle povertà, i catechisti e gli animatori, gli scout, i bambini e i giovani, gli anziani Ogni gruppo, se giustamente coinvolto, può dare il suo contributo ed essere arricchito dallo scambio con gruppi simili nella parrocchia gemellata. Dove queste realtà siano già attive e dinamiche può avvenire un reciproco scambio di esperienze; dove una comunità sia invece carente o fatichi a decollare, può essere stimolata e aiutata dall incontro con situazioni già avviate. E possibile eventualmente creare una sorta di comitato per il gemellaggio, un gruppo ristretto ma attivo, in ciascuna delle parrocchie che partecipano al gemellaggio, che possa fungere da referente, per aiutare a mantenere i legami e a sviluppare nuovi progetti, in collaborazione con la Caritas Diocesana di riferimento. Aiuto materiale ed economico L iniziativa dei gemellaggi nasce in un momento di particolare difficoltà e necessità delle parrocchie della Diocesi di Mantova. Appurato che la bontà della proposta fa auspicare che i rapporti instaurati possano rinsaldarsi e perdurare nel tempo, anche oltre l emergenza attuale, resta però evidente il bisogno di aiuti anche materiali ed economici da parte delle parrocchie colpite dal terremoto. Per provare ad andare incontro a queste necessità, ogni parrocchia gemellata può contribuire a seconda delle proprie disponibilità, informandosi innanzitutto dei reali bisogni espressi dalla comunità collegata. E possibile infatti fare donazioni in denaro, provenienti da apposite collette o dalla carità ordinaria della comunità; inviare materiale, a seconda delle richieste specifiche; farsi carico di spese straordinarie, o parte di esse, sostenute dalle comunità in conseguenza al sisma (come ristrutturazioni di spazi dedicati alla carità, chiese o ambienti 3

4 comunitari, o costi connessi alla realizzazione dei Centri di comunità alternativi agli spazi inagibili, es. le spese per il raffrescamento o il riscaldamento delle tensostrutture). Per piena trasparenza e per evitare sproporzioni nel riparto delle offerte ricevute tra una parrocchia e l altra, la Diocesi di Mantova ha istituito un fondo unico per il terremoto, dotato di conto corrente apposito, su cui chiede di convogliare tutte le offerte relative, eventualmente indicando l intenzione per una specifica realtà. Introdurre una dimensione ecclesiale Il gemellaggio dovrebbe aiutare a rafforzare l appartenenza alla Chiesa. Consentendo alle persone di condividere la vita quotidiana di altre persone, di discutere le questioni importanti e di conoscere nuove esperienze, il gemellaggio dovrebbe aiutare i fedeli a capire che fanno parte di un'unica Chiesa, che non li faccia sentire soli soprattutto nei momenti di necessità. QUALCHE ESEMPIO Diocesi di Milano Data la vastità del territorio, nonché l interesse manifestato da numerose parrocchie, la Diocesi ambrosiana ha individuato per ogni realtà mantovana una o più parrocchie milanesi da gemellare, mantenendo comunque una regia complessiva a livello diocesano. Molto attivo - per citare solo un esempio - il rapporto instauratosi tra le parrocchie di Gonzaga (MN) e Civate (MI), che hanno realizzato incontri di conoscenza e scambio tra le rispettive realtà giovanili, i cori parrocchiali, nonché un sito web apposito per la condivisione delle informazioni (civategonzaga.wordpress.com). Diocesi di Bergamo La Diocesi di Bergamo - gemellata con le parrocchie di Poggio Rusco, San Giovanni del Dosso e Schivenoglia - ha scelto di mantenere il coinvolgimento a livello diocesano, per poter coinvolgere di volta in volta, a seconda delle iniziative, diverse realtà parrocchiali o diocesane. Diocesi di Brescia La Diocesi di Brescia ha preso i primi contatti con le parrocchie mantovane di San Benedetto Po, Portiolo, San Siro e Bondeno di Gonzaga, con l intenzione di convogliare su di esse alcune proposte di aiuti materiali (generi alimentari, contributi per ristrutturazioni ) e scambi culturali (es. organizzazione di uno spettacolo teatrale) pervenute da realtà parrocchiali. 4

5 Diocesi di Como La Diocesi di Como, grazie anche al contributo di una ditta comasca, ha donato alla parrocchia di Quatrelle un prefabbricato, che sostituirà gli ambienti parrocchiali, completamente inagibili e gravemente danneggiati. Ha preso inoltre in carico la parrocchia di Sermide, interessandosi alla ristrutturazione del relativo Centro di ascolto delle povertà. Diocesi di Crema La Diocesi di Crema ha avviato un gemellaggio con le parrocchie di Serravalle a Po e Libiola, individuando per il momento una parrocchia - quella di Scannabue - che ha condiviso con i propri ragazzi l esperienza di una giornata di Grest insieme ai ragazzi mantovani. Diocesi di Lodi La Diocesi di Lodi - gemellata con Quistello, Nuvolato, San Rocco e San Giacomo delle Segnate - ha improntato il rapporto coinvolgendo sia alcune realtà diocesane, sia alcune parrocchie che hanno manifestato il loro interesse. Diocesi di Pavia-Vigevano Le Diocesi di Pavia e Vigevano - unite in questa operazione per ragioni dimensionali - hanno intenzione di mantenere la regia del gemellaggio a livello diocesano, individuando di volta in volta eventuali realtà locali disposte a scambi pastorali con analoghi gruppi delle parrocchie gemellate di Sustinente e Sacchetta. Diocesi di Mantova Anche alcune parrocchie mantovane non toccate dal sisma hanno manifestato la volontà di adottare altre realtà diocesane che invece hanno subito dei danni. La parrocchia di Guidizzolo - ad esempio - ha avviato un gemellaggio con San Giacomo delle Segnate, in relazione ad alcuni progetti riguardanti le scuole locali e la canonica. 5

INCONTRI DELEGAZIONI CARITAS LOMBARDIA PER I GEMELLAGGI

INCONTRI DELEGAZIONI CARITAS LOMBARDIA PER I GEMELLAGGI CARITAS DIOCESANA DI MANTOVA VIA G. ARRIVABENE, 43-46100 MANTOVA tel. e fax: 0376 323917 Terremoto Mantova 2012 INCONTRI DELEGAZIONI CARITAS LOMBARDIA PER I GEMELLAGGI Luglio - Agosto 2012 1 Data 16 luglio

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana. Alcuni suggerimenti

PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana. Alcuni suggerimenti PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana Alcuni suggerimenti Percorso Equipe Caritas diocesana IV tappa 2007/2008 INDICE COSA SIGNIFICA COME CON CHI CHE COSA CON CHE TEMPI PERCHE CONCLUSIONI 2 E

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Sostegno economico alle diocesi - Dati diocesani

Sostegno economico alle diocesi - Dati diocesani Diocesi di Milano Abitanti 5.334.788 Parrocchie 1.107 Superficie in kmq 4.208 Nell anno 2010, la diocesi di Milano ha ricevuto dalla CEI 31.751.130,51 euro dei fondi dell Otto per mille assegnati alla

Dettagli

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti STATUTO Art. 1 Natura La Caritas diocesana di Locri-Gerace è l organismo pastorale istituito dal Vescovo al fine dì promuovere latestimonianza della carità della comunità diocesana e delle comunità parrocchiali,

Dettagli

CAMMINI di PROSSIMITA. Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna

CAMMINI di PROSSIMITA. Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna CAMMINI di PROSSIMITA Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna Le motivazioni «Sapete ciò che vi ho fatto?» Gv 13, 12 Radici profonde Il servizio alla carità è intrinsecamente legato

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita»

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» IL PELLEGRINAGGIO Il pellegrinaggio metafora della

Dettagli

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario Fondo Famiglia L intenzione progettuale Il Fondo Famiglia è un progetto socio-pastorale della Diocesi di Roma affidato per la gestione, l amministrazione ed il coordinamento operativo alla Caritas diocesana

Dettagli

Rendiconto Economico 2013

Rendiconto Economico 2013 Rendiconto Economico 2013 Comunità Pastorale SS.Trinità - Gavirate Presentiamo il rendiconto economico delle nostre Comunità Pastorali. E un momento importante di una vita comunitaria in cui tutto deve

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS L ORGANISMO PASTORALE CARITAS Roma, novembre 2006 INDICE 1. Natura 2. Compiti 3. Destinatari 4. Progettualità 5. Ambiti di azione 1. NATURA della Caritas diocesana Roma, novembre 2006 UNA CARTA DI RIFERIMENTO

Dettagli

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani, Nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani La Presidenza della CEI, nella riunione del 13 giugno 2012, ha approvato il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

Dettagli

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale Anno 2006/2007 Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale 1 di 5 Premessa Queste linee guida presentano l identità della Commissione Missionaria Parrocchiale e le attività che è chiamata a

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana

Conferenza Episcopale Italiana Conferenza Episcopale Italiana Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica Coordinamento e formazione Rete diocesana - Il senso del sovvenire e la sua promozione. - Stefano

Dettagli

Diocesi di Roma GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015

Diocesi di Roma GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015 Diocesi di Roma SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO ALLA CHIESA CATTOLICA «UN CAMMINO DI FRATELLANZA!» GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015 16/11/2015 Come

Dettagli

Il Vescovo di Crema. Piazza Duomo, 27 26013 CREMA (CR) Telefono 0373/256565

Il Vescovo di Crema. Piazza Duomo, 27 26013 CREMA (CR) Telefono 0373/256565 Il Vescovo di Crema Alle Parrocchie di Palazzo Pignano, Cascina Caprio, Cascina Gandini, riunite in unità pastorale; al parroco, don Benedetto Tommaseo, al cappellano, don Ernesto Mariconti al consiglio

Dettagli

ORATORIO UNO E TRINO. C è un altro bisogno che risulta sempre più impellente ed è la formazione

ORATORIO UNO E TRINO. C è un altro bisogno che risulta sempre più impellente ed è la formazione 2 sperimentazioni 1PROGETTO: ORATORIO UNO E TRINO (per Oratori in crisi d identità) Che cos è Il progetto educativo dell Oratorio è lì, chiuso in un cassetto. I problemi di ogni giorno, l urgenza del quotidiano,

Dettagli

* Attività pastorali della parrocchia per formare:

* Attività pastorali della parrocchia per formare: OBIETTIVO PASTORALE GENERALE: La parrocchia è luogo privilegiato di crescita nella fede attraverso la catechesi, la frequenza ai Sacramenti, la preghiera comune, la comunione e il servizio. * Attività

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

l intervento della CARITAS della DIOCESI di MANTOVA situazione al 29 maggio 2013

l intervento della CARITAS della DIOCESI di MANTOVA situazione al 29 maggio 2013 il TERREMOTO a MANTOVA l intervento della CARITAS della DIOCESI di MANTOVA situazione al 29 maggio 2013 L intervento della Caritas della Diocesi di Mantova Fase 1 - EMERGENZA (maggio-luglio 2012) Approvvigionamento

Dettagli

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto Ritratto Poiché uniti siamo più efficienti Per la Chiesa Per le persone Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (RKZ) Hirschengraben 66 CH-8001 Zurigo T +41 44 266 12 00 info@rkz.ch www.rkz.ch

Dettagli

CarpiUno. Gruppo Carpi 1

CarpiUno. Gruppo Carpi 1 Gruppo Carpi 1 CarpiUno Il Progetto Educativo è lo strumento che, ispirandosi ai principi dello scautismo, individua le principali sfide in cui il Gruppo Carpi 1 è chiamato ad impegnarsi per un determinato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55 SCHEDA PROGETTO _55 PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto X Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web Breve presentazione (mission, identità, attività,

Dettagli

ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA

ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA Art. l: NATURA ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA La Caritas Diocesana è l'organismo pastorale istituito dal Vescovo per promuovere e favorire nella Chiesa Diocesana la nuova evangelizzazione

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

La Caritas di Torino incontra i poveri nella quotidianità IL RACCONTO DI UN ESPERIENZA

La Caritas di Torino incontra i poveri nella quotidianità IL RACCONTO DI UN ESPERIENZA La Caritas di Torino incontra i poveri nella quotidianità IL RACCONTO DI UN ESPERIENZA IL CONTESTO DIOCESANO E TERRITORIALE La Diocesi di Torino si distende su tre Province: Torino, Cuneo, Asti; 158 Comuni

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organismo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli ( presbiteri, diaconi,

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Progetto di rilancio delle offerte liberali per il sostegno dei nostri sacerdoti diocesani

Progetto di rilancio delle offerte liberali per il sostegno dei nostri sacerdoti diocesani Progetto di rilancio delle offerte liberali per il sostegno dei nostri sacerdoti diocesani Premessa Il tentativo di rilanciare le offerte per il sostentamento dei sacerdoti diocesani deriva principalmente

Dettagli

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE

Distretto: Ciriè. Animatore/trice: Annalisa Bilanzone POTENZIARE CREARE Distretto: Ciriè Tema di riflessione del gruppo: L INIZIAZIONE CRISTIANA METTE IN GIOCO LA FIGURA DEI CATECHISTI E UNA SERIA VALORIZZAZIONE DELLA VITA REALE DEI RAGAZZI Animatore/trice: Annalisa Bilanzone

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Scheda per il Laboratorio sull educazione

Scheda per il Laboratorio sull educazione ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI EDUCARE alla solidarietà e alla condivisione XIV Convegno Diocesano * Cava S. Francesco, 22-23 Ottobre 2010 Scheda per il Laboratorio sull educazione 1. Dopo la riflessione

Dettagli

- 1 - UNITÀ DELLA PARROCCHIA INTORNO AL PROGETTO

- 1 - UNITÀ DELLA PARROCCHIA INTORNO AL PROGETTO SPUNTI DI RIFLESSIONE SULLO STATO DELL ARTE CIRCA IL PROGETTO CATECHISTICO-EDUCATIVO DIOCESANO PREMESSE 1. L attuale anno pastorale 2015-2016 dovrà essere dedicato, dal punto di vista che ci riguarda,

Dettagli

GIOVANI IN SERVIZIO. progetto. una proposta di lavoro per gli animatori parrocchiali

GIOVANI IN SERVIZIO. progetto. una proposta di lavoro per gli animatori parrocchiali GIOVANI IN SERVIZIO progetto una proposta di lavoro per gli animatori parrocchiali Quali esperienze di servizio proporre ai ragazzi dei gruppi giovanili? Durante la programmazione delle attività per i

Dettagli

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 Presenti: Lucia, Emma, Gabriella, Nadia, Fabrizia, Anna, Gabriele, Vittorio, Mauro, Alberto, Massimo, Anna, Valeria, Elisa. 1. Si ritiene necessaria e importante

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani Ecco il tuo campo Una Chiesa tutta oratoriana a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani L Oratorio oggi Oggi sono circa 6000 gli Oratori in Italia, promossi da parrocchie, associazioni, movimenti,

Dettagli

Laici cristiani nel mondo di oggi

Laici cristiani nel mondo di oggi Laici cristiani nel mondo di oggi Francesco Benvenuto Roma Centro Nazareth 3 settembre 2015 3 settembre 2015 Roma - Centro Nazareth 1 Una riflessione Dal dopo concilio siamo stati abituati a progettare,

Dettagli

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA Il terremoto del 20 e del 29 maggio ha danneggiato in modo significativo la sede della comunità. Si è rimediato con una sistemazione provvisoria di una tenda e due roulotte

Dettagli

La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti

La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti Difficoltà nel contesto culturale Conciliazione dei tempi di cura con i tempi lavorativi Debolezza e frammentazioni delle reti relazionali

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

COMUNIONE E REGIA EDUCATIVA

COMUNIONE E REGIA EDUCATIVA FARE E PENSARE L'ORATORIO ORATORIO "UNO E TRINO" COMUNIONE E REGIA EDUCATIVA Che cos'è Il progetto educativo dell'oratorio è lì, chiuso in un cassetto. I problemi di ogni giorno, l'urgenza del quotidiano,

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE

RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE Cancelleria Arcivescovile Prot. 2082 Tit. 1 Fasc. 8 Anno 2005 C A R L O C A F F A R R A PER GRAZIA DI DIO E

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

Milano, 9 novembre 2013. Vincenzo Saturni

Milano, 9 novembre 2013. Vincenzo Saturni Milano, 9 novembre 2013 Vincenzo Saturni 1 La carta etica: perché e per chi? Avis opera da 86 anni per diffondere una cultura solidale tra i cittadini su tutto il territorio nazionale. E sin dal momento

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 Chi vuole fare sul serio qualcosa, trova una strada; gli altri, una scusa. (Proverbio Africano) Come un uomo saggio che trae

Dettagli

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI Diocesi di Padova Il cammino di Iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi È FRUTTO DEL CAMMINO CHE LA NOSTRA DIOCESI HA COMPIUTO È RISPOSTA AGLI INVITI DEI VESCOVI ITALIANI ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI

Dettagli

Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana

Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Cade quest anno il centenario della prima Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, svoltasi a Pistoia dal 23

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Via dei Pucci, 2-50122 Firenze FI tel 055267701 - e-mail caritasfirenze@caritasfirenze.it sito: www.caritasfirenze.it

Via dei Pucci, 2-50122 Firenze FI tel 055267701 - e-mail caritasfirenze@caritasfirenze.it sito: www.caritasfirenze.it Diocesi Firenze Caritas diocesana Firenze Via dei Pucci, 2-50122 Firenze FI tel 055267701 - e-mail caritasfirenze@caritasfirenze.it sito: www.caritasfirenze.it Caritas diocesana Firenze 1 Il Laboratorio

Dettagli

SPAZIO GIGLIO incontri, idee, progetti con gli anziani della città

SPAZIO GIGLIO incontri, idee, progetti con gli anziani della città PREMESSA In seguito alla ripresa dei lavori di ristrutturazione dell'ex pizzeria Giglio e in vista della loro conclusione per fine 2014, è stato avviato un gruppo di lavoro all'interno del Settore Politiche

Dettagli

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano La Comunità Missionarie Laiche ( CML), risiede attualmente a Legnano, nella Diocesi di Milano, ed è presente

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Caritas diocesana di Forlì Bertinoro. III Tappa Equipe Caritas diocesane. 14-16 Aprile 2008. Presentazione Caritas

Caritas diocesana di Forlì Bertinoro. III Tappa Equipe Caritas diocesane. 14-16 Aprile 2008. Presentazione Caritas Caritas diocesana di Forlì Bertinoro III Tappa Equipe Caritas diocesane 14-16 Aprile 2008 Presentazione Caritas 1. brevi cenni storici - il Sinodo diocesano - la Casa Buon Pastore 2. Organizzazione ed

Dettagli

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS CENTRO DI ASCOLTO CARITAS PROGETTO OPERATIVO Parrocchia SS Pietro e Paolo TURATE Oggi le persone hanno più bisogno di ascolto che di parole. Soltanto quando diamo ascolto all altro con attenzione e non

Dettagli

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO LA CURA DEI GIOVANI Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO CARCERE FEMMINILE GIUDECCA COLLEGI UNIVERSITARI STORIA La comunità

Dettagli

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012 COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2011-2012 Una città dove anche un solo uomo soffre meno è una città migliore (Don Luigi Di Liegro) La Commissione CARITAS è riuscita, in quest anno, a portare

Dettagli

CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI

CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI Codice Scuola Dati personali Età: Fino a 30 anni Da 31 a 40 anni Da 41 a 50 anni Da 51 a 60 anni Oltre 60 anni

Dettagli

CONGREGAZIONE GENERALE 34ª Decreto 13

CONGREGAZIONE GENERALE 34ª Decreto 13 CONGREGAZIONE GENERALE 34ª Decreto 13 COOPERAZIONE CON I LAICI NELLA MISSIONE [331] 1. Una lettura dei segni dei tempi dopo il Vaticano II indica in maniera inequivocabile che la Chiesa del terzo millennio

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Animazione alla testimonianza. comunitaria della Carità CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013

Animazione alla testimonianza. comunitaria della Carità CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013 CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013 Animazione alla testimonianza comunitaria della Carità Mimmo Iannascoli Resp. Formazione Caritas Diocesi di Caserta Cosa: ciò di cui andremo ad

Dettagli

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.)

cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) cf. Linee per un progetto di Iniziazione Cristiana alla luce del criterio oratoriano (Linee P.I.C.C.O.) 1 Premessa. In seguito alla sollecitazione di coinvolgere l'oratorio, nella figura dei suoi animatori,

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E PREMESSA Con questo scritto introduciamo in Parrocchia, una nuova tradizione: consegnare a tutta la nostra Comunità, le linee di pastorale che ci impegneranno durante il prossimo anno. Esse ricalcano e

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Diocesi di Bergamo Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Lo scorso 30 settembre Papa Francesco ha annunciato l evento straordinario della Canonizzazione di Papa Giovanni

Dettagli

I Venerdì dell Avvocatura. La Comunità Pastorale

I Venerdì dell Avvocatura. La Comunità Pastorale Arcidiocesi di Milano Curia Arcivescovile Avvocatura I Venerdì dell Avvocatura La Comunità Pastorale 3 incontro - 13 dicembre 2013 Le Fonti principali 1) Preti missionari per una rinnovata pastorale d

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

L adulto destinatario e soggetto di formazione

L adulto destinatario e soggetto di formazione Diocesi di Treviso Anno pastorale 2012-2013 Formare cristiani adulti in una Chiesa adulta Anno secondo L adulto destinatario e soggetto di formazione Orientamenti pastorali per l anno 2012-2013 A cura

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE. Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME!

C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE. Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME! C1) PROGRAMMA OPERATIVO DEI SERVIZI AI PROGETTI PROGETTAZIONE SOCIALE Denominazione del progetto: HO TEMPO PER TE HO TEMPO PER ME! 1. Tipologia del progetto che si intende supportare barrare la casella

Dettagli

Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012.

Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012. Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012. di Matteo Losa I l 7 Incontro Mondiale delle Famiglie,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado

ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado ARCIDIOCESI di Urbino-Urbania-Sant Angelo in Vado VISITA PASTORALE dell Arcivescovo Mons. Giovanni Tani 2014-2016 ARCIDIOCESI DI URBINO-URBANIA-SANT ANGELO in VADO VISITA PASTORALE DELL ARCIVESCOVO G I

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 Chi siamo? Il Gruppo Scout Agesci Genova 29 opera nel quartiere genovese di Quarto dei Mille. Le nostre sedi sono rispettivamente

Dettagli

UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA

UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA PROGRAMMA STRATEGICO PER LA CANDIDATURA DEGLI ORGANI DEI COMITATI LOCALI DELL ASSOCIAZIONE COMITATO DI POMEZIA ELEZIONI DEL

Dettagli

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIA SAN BERNARDINO DA SIENA TORINO 1907: anno di fondazione della Parrocchia 20.000: abitanti della Parrocchia 5 frati operanti in Parrocchia 1 diacono permanente diocesano

Dettagli

l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009

l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009 l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009 la diocesi superficie in Kmq: 871 abitanti: circa 215.000 parrocchie: 158 territorio:

Dettagli

Rivista Diocesana Vigevanese

Rivista Diocesana Vigevanese Rivista 333 A n n o X C = N 9 = 3 0 N o v e m b r e 2 0 1 0 Lettera alla Diocesi per comunicare la nomina di S. E. Mons. Vincenzo Di Mauro Arcivescovo Titolare di Arpi a Vescovo Coadiutore di Vigevano

Dettagli

AGESCI Associazione Gruppo Scout Milano 29 Guide E Scout P.zza S. Materno, 15 Cattolici Italiani 20131 Milano E-mail : gruppomilano29@hotmail.

AGESCI Associazione Gruppo Scout Milano 29 Guide E Scout P.zza S. Materno, 15 Cattolici Italiani 20131 Milano E-mail : gruppomilano29@hotmail. Gruppo Scout 29 P.zza S. Materno, 1 Analisi della realtà- anno 2012/13 Bisogni dei ragazzi e delle famiglie: Le famiglie del gruppo non giocano un ruolo molto attivo, pur essendo sempre molto disponibili

Dettagli

Educare alla responsabilità per costruire la città dell uomo Educare alla vita buona del Vangelo.

Educare alla responsabilità per costruire la città dell uomo Educare alla vita buona del Vangelo. Carissimi, a nome dell Azione Cattolica diocesana un saluto e un ringraziamento per la vostra partecipazione a questo momento che nasce nell ambito di un Progetto formativo di Azione Cattolica che mira

Dettagli

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, come organismo di comunione e di corresponsabilità, a servizio della comunità parrocchiale, per

Dettagli

2) FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

2) FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE 2) FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE Alcuni aspetti della crisi economica, in particolare quelli che ricadono sulle famiglie e le persone, possono trovare terreno fertile nella mancanza di conoscenza su temi

Dettagli

La Zona Valbisagno. Il progetto della Zona Valbisagno. Le tappe del progetto. Gruppi della zona

La Zona Valbisagno. Il progetto della Zona Valbisagno. Le tappe del progetto. Gruppi della zona La Zona Valbisagno La Zona conta 9 gruppi e si estende geograficamente lungo tutta la vallata del torrente Bisagno. Per larga parte insiste sul Comune di Genova, nei seguenti municipi: I Centro Est, III

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

PRESUPPOSTI DOTTRINALI

PRESUPPOSTI DOTTRINALI La comunità ecclesiale celebra le proprie Liturgie, ma nello stesso tempo non si dà pace, finché ci saranno fratelli e sorelle nella sofferenza spirituale e materiale" PRESUPPOSTI DOTTRINALI La comunità

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

<>

<<CORAGGIO, SONO IO>> Quaderno delle settimane 2014-2015 Il progetto Formativo ci presenta le settimane come una modalità in cui missione e formazione si intrecciano e si arricchiscono reciprocamente (PF

Dettagli

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti Giuseppe DARDES in occasione del seminario di formazione per parroci - Pianezza, 24 febbraio 2003.

Dettagli