Comune di Moglia VERBALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Moglia VERBALE"

Transcript

1 Comune di Moglia Prot VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA PER IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PRIMA CONFERENZA DI VALUTAZIONE - DOCUMENTO DI SCOPING VERBALE Premesso che: - con deliberazione della G.C. n. 47 del è stato avviato il procedimento per la redazione di Variante Generale del Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) unitamente alla Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.); - il Comune ha pubblicato l avviso di avvio del procedimento sulla Voce di Mantova, sul sito web istituzionale, nonché mediante affissione nei principali luoghi pubblici, stabilendo il termine entro il quale chiunque ne avesse interesse avrebbe potuto presentare suggerimenti e proposte; - con det. n. 86 del è stato affidato l incarico per la redazione dello studio per la valutazione ambientale strategica (V.A.S.) al dott. Gianluca Vicini; - con deliberazione della G.C. n. 6 del è stato individuato quale responsabile del procedimento della Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) il Responsabile del Servizio Tecnico; - con deliberazione della G.C. n. 82 del è stato individuato autorità competente per la Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) l arch. Armando Laurati, responsabile del Servizio Tecnico del Comune di San Giacomo delle Segnate; - con deliberazione della G.C. n. 19 del sono stati individuati i soggetti interessati e definite delle modalità di informazione e comunicazione; Considerato e dato atto che: - unitamente allo Studio Coprat, incaricato della redazione dello strumento urbanistico, è stata esperita la fase di orientamento ed impostazione generale del Piano di Governo del Territorio; - attualmente lo stato di avanzamento del Piano si trova nella fase di elaborazione e redazione del Piano e del relativo rapporto ambientale e che si pone ora la necessità di definire l ambito di influenza del piano (scoping), di definire le criticità e le emergenze oltre che la portata ed il livello di dettaglio delle informazioni da includere nel successivo Rapporto Ambientale e della Sintesi non tecnica propedeutici alla successiva fase di consultazione, adozione e approvazione del piano; - in data con protocollo n è stato dato avviso della convocazione della prima Conferenza di V.A.S. e della messa a disposizione sul sito web del Comune del Documento Scoping ai soggetti interessati; - si è pervenuti, con il supporto dei professionisti esterni incaricati della redazione dello strumento, alla definizione del Documento di Scoping ; Tutto ciò premesso, In data 19 aprile 2011 alle ore 10,15 è stata aperta la prima Conferenza di Valutazione, alla quale sono presenti: Dott. Claudio Bavutti, Sindaco pro-tempore del Comune di Moglia, in qualità di autorità proponente;

2 Comune di Moglia Arch. Alessia Giovanelli, Responsabile del Servizio Tecnico, in qualità di autorità procedente; Dott. Gianluca Vicini, in qualità di estensore della VAS e della VINCA del PGT; Arch. Giulia Moraschi, in qualità di tecnico dello Studio Coprat, redattore del piano; Dott. Attilio Bertolotti, rappresentante A.S.L. di Mantova; Sig. Marco Negrelli, rappresentate Aimag spa; Sig. Ennio Spinardi, rappresentante il Comune di San Benedetto Po; Sig.ra Maria Giulia Rinaldi, rappresentante il Comune di Rolo. Interventi Introduce la seduta il dott. Bavutti, il quale saluta i presenti e sottolinea il fatto che il Comune di Moglia nel 2007 è stato il primo Comune ad adottare il Piano di Governo del Territorio in seguito alle modifiche apportate dalla Regione Lombardia in tema di pianificazione urbanistica con la L.R. 12/2005. Sono ormai passati 5 anni dall approvazione del vigente piano e l Amministrazione ha deciso di redarre una Variante Generale allo strumento urbanistico dato che, a fronte della crisi economico-finanziaria manifestatasi in questi ultimi anni, è necessario rivedere gli ambiti di trasformazione del territorio. Il dott. Vicini sottolinea che la prima fase di scoping consiste nello svolgimento delle considerazioni preliminari necessarie a stabilire la portata e ed i contenuti conoscitivi del Documento di Piano e del Rapporto Ambientale. Il D.lvo 4/08 definisce questa fase come analisi preliminare dei potenziali effetti del piano e prevede la redazione di un apposito documento per la consultazione dei soggetti competenti in materia ambientale per la condivisione delle scelte strategiche di pianificazione e l eventuale acquisizione di ulteriori informazioni volte a completare il quadro conoscitivo del territorio. Il dott. Vicini spiega i contenuti del Documento di Scoping. Il dott. Bertolotti ribadisce le modalità e le fasi del procedimento V.A.S. e sottolinea il fatto che leggerà il Documento di Scoping in relazione al Rapporto Ambientale del P.G.T. approvato nel Vicini sostiene che l unico cambiamento sostanziale è costituito dalla costruzione di campi fotovoltaici ciascuno della potenza di 1MW su iniziativa privata (uno) e del Comune (tre). Negrelli chiede se Aimag, in quanto ente gestore di tutti sottoservizi del Comune, ha la possibilità di apportare un contributo all interno degli atti costituenti il piano, al fine di una maggiore collaborazione nell ottica di indagine di previsione degli ambiti di trasformazione. L arch. Moraschi precisa che il P.G.T. è uno strumento di pianificazione, perciò la previsione urbanistica individua ambiti potenzialmente insediabili e che gli studi sull attuabilità degli stessi è prevista nella successiva fase di studio e progettazione dei piani attuativi. In ogni caso sono importanti contributi di qualsiasi genere che conferiscono un valore aggiunto alla pianificazione. Il dott. Vicini rinnova che la procedura che si sta seguendo non porterà ad un P.G.T. ex-novo ma ad una Variante Generale, tra l altro in riduzione dal punto di vista del carico urbanistico, rispetto allo strumento vigente. Spinardi chiede delucidazioni in riferimento al procedimento di approvazione e, nello specifico, in merito al rapporto tra V.A.S. e il P.G.T. Vicini spiega il percorso in parallelo e di integrazione fra le due procedure previsto dalla normativa regionale. L arch. Moraschi aggiunge e precisa che la Variante Generale non prevede solo una modifica al Documento di Piano, ma anche al Piano delle Regole e al Paino dei Servizi.

3 Comune di Moglia Nessun altra osservazione è pervenuta. Alle ore viene conclusa la conferenza. Si allega al presente verbale: comunicazione pervenuta via fax dal responsabile U.O. TAP dell ARPA Dipartimento di Mantova in data protocollo n. 2583; firme di presenza dei partecipanti alla conferenza. Moglia, lì 19 aprile 2011 L AUTORITÀ PROCEDENTE (Arch. Alessia Giovanelli)

4

5

6

7

8

9

10

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 ADEMPIMENTO DI cui all art 39 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 OGGETTO: ESAME CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI

Dettagli

COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova

COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova N. 11 R.D. N. 1196 P.G. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE, AI SENSI DELL ART.13 DELLA L.R. 11.03.2005 N.12 E S.M.I., DELLA VARIANTE

Dettagli

PROVINCIA DI VARESE. Oggetto: Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) - PARERE MOTIVATO

PROVINCIA DI VARESE. Oggetto: Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) - PARERE MOTIVATO Prot. 8920 07 Dicembre 2012 COMUNE DI GEMONIO PROVINCIA DI VARESE Oggetto: Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) - PARERE MOTIVATO L AUTORITA COMPETENTE PER LA VAS D INTESA CON L AUTORITA PROCEDENTE

Dettagli

COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA

COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA DELIBERAZIONE N 07 del 26 Aprile 2012 Cod. Ente: 10742 VERBALE di DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza: Ordinaria di: prima convocazione - seduta:

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

DICHIARAZIONE DI SINTESI per adozione del Documento di Piano

DICHIARAZIONE DI SINTESI per adozione del Documento di Piano Comune di Busto Garolfo Provincia di Milano Piano di Governo del Territorio - PGT Valutazione Ambientale Strategica del Documento di Piano DICHIARAZIONE DI SINTESI per adozione del Documento di Piano Autorità

Dettagli

Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it

Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it Comune di Ranica Provincia di Bergamo Via Gavazzeni, 1 24020 Ranica - 035/479015 Fax 035/511214 e-mail: tecnico@comune.ranica.bg.it Settore Gestione Territorio e sue Risorse VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA

Dettagli

COPIA DETERMINAZIONE N. 9 DEL 21/05/2013

COPIA DETERMINAZIONE N. 9 DEL 21/05/2013 SETTORE UNITA 3 SERVIZI PROGRAMMAZIONE DEL TERRITORIO SETTORE 3 RESPONSABILE COPIA DETERMINAZIONE N. 9 DEL 21/05/2013 OGGETTO: VERIFICA ASSOGGETTABILITA' A VAS - ART. 22 L.R. 10/2010 - VARIANTE AL PDR

Dettagli

Determ. n. 994-16.5.2014

Determ. n. 994-16.5.2014 COMUNE DI BRESCIA Determinazione dirigenziale Determ. n. 994-16.5.2014 OGGETTO: Settore Sportello Unico Attività Produttive. Variante al P.G.T per ampliamento sede Giornale di Brescia in via Solferino

Dettagli

Comune di Casalromano

Comune di Casalromano Comune di Casalromano Provincia di Mantova Codice Ente 10830 Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale ************** Adunanza ordinaria di 1 convocazione seduta pubblica COPIA OGGETTO: OGGETTO:

Dettagli

PIANO DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE

PIANO DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE Allegato 1 s Modello metodologico procedurale e organizzativo della valutazione ambientale di piani e programmi (VAS) PIANO DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE 1. INTRODUZIONE 1.1 Quadro di riferimento Il

Dettagli

COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB

COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB COPIA WEB ente COMUNE DI G.C. Codice ente 10139 MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo OGGETTO: sigla numero L anno duemilaquindici addì ventisei del mese di marzo alle ore 16.45 nella PIROVANO DAISY SINDACO

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia C OPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 del 12-06-2013 ADOZIONE DELLA VARIANTE AL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

Prot. 1877 / 2013 Trescore Cremasco, 11 Aprile 2013

Prot. 1877 / 2013 Trescore Cremasco, 11 Aprile 2013 COMUNE DI TRESCORE CREMASCO Provincia di Cremona Ufficio Tecnico - Settore Edilizia ed Urbanistica Via Carioni n. 13-26017 Trescore Cremasco Tel. 0373 272234 Fax 0373-272232 e.mail tecnico@comune.trescorecremasco.cr.it

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

Comune di Marta----Provincia di Viterbo Tel. 076187381 - Fax 0761873828

Comune di Marta----Provincia di Viterbo Tel. 076187381 - Fax 0761873828 Comune di Marta----Provincia di Viterbo Tel. 076187381 - Fax 0761873828 DELIBERAZIONE N. 7 del 16.04.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO:Adozione V.A.S. e nuovo P.U.C.G. del Comune

Dettagli

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013 COMUNE DI FOSDINOVO Località CANIPAROLA PIANO DI RECUPERO CASA ALBACHIARA VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.A.S. ai sensi dell art. 22, L.R.T. n 10/2010 RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE relativo alla Seconda

Dettagli

COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo

COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 33 del 07.03.2013 OGGETTO: AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER LA REDAZIONE DI VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE

Dettagli

C O M U N E DI T R I G O L O

C O M U N E DI T R I G O L O C O M U N E DI T R I G O L O Provincia di Cremona DELIBERAZIONE N. 8. Codice Ente : 10813 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione seduta pubblica OGGETTO:

Dettagli

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento Variazione del tracciato della strada di collegamento tra la via vecchia e la via nuova Val D Orme in variante al PS e RU adottata con Del. C.C. n.12 del 21.02.2011. APPROVAZIONE DEFINITIVA RELAZIONE FINALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Amalfi G.C. Numero 46 del 28-07-2015 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Piano Urbanistico Comunale - Presa d'atto del preliminare di piano e dei contenuti strutturali

Dettagli

COMUNE DI BOTTANUCO SETTORE TECNICO. Prot. 9770 Bottanuco, giovedì 02 ottobre 2014

COMUNE DI BOTTANUCO SETTORE TECNICO. Prot. 9770 Bottanuco, giovedì 02 ottobre 2014 COMUNE DI BOTTANUCO PROVINCIA DI BERGAMO CAP. 24040 Piazza San Vittore, 1 - Tel. 035/907191 Fax. 035/906192 www.comune.bottanuco.bg.it - E-mail comune.bottanuco@tin.it PEC comune.bottanuco@postecert.it

Dettagli

In qualità di. In qualità di

In qualità di. In qualità di COMUNE DI MEDE S E R V I Z I O U R B A N I S T I C A PROT. N 4218 OGGETTO: VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO FACENTE PARTE DEL P.G.T -------- VERBALE DELLA PRIMA CONFERENZA DI VALUTAZIONE

Dettagli

CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza

CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza CITTA DI LISSONE Provincia di Monza e della Brianza PROPOSTA DI DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE Settore PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO Num. del OGGETTO: ADOZIONE DI VARIANTE AL VIGENTE PIANO DI GOVERNO DEL

Dettagli

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO Relazione del Responsabile del Procedimento Ai sensi dell art. 16 della L.R.T. 1/2005 Introduzione e generalità Il procedimento di formazione

Dettagli

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ( ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 1 17/01/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA PIANO DEL

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 ADUNANZA DEL 30/06/2009

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 ADUNANZA DEL 30/06/2009 COMUNE DI VERRÈS VALLE D'AOSTA C.A.P. 11029 - Te1. 0125.929.324 - Fax 0125.920.614 Via Caduti Libertà, 20 COMMUNE DE VERRÈS VALLÉE D'AOSTE Codice fiscale 81000730077 Partita IVA 00100650076 ORIGINALE DELIBERAZIONE

Dettagli

Pubblico e altri soggetti interessati. Tempi (giorni ) 90 Osservazioni, lettere, pareri e precisazioni

Pubblico e altri soggetti interessati. Tempi (giorni ) 90 Osservazioni, lettere, pareri e precisazioni Procedura di Vas per i piani-programmi in Italia (applicabile anche in Emilia-Romagna per strumenti non di carattere territoriale-urbanistico; cfr. LR ER n.0/000 art.. e art.0) N Attività del processo

Dettagli

NUCLEO DI VALUTAZIONE V.I.A. V.A.S.

NUCLEO DI VALUTAZIONE V.I.A. V.A.S. NUCLEO DI VALUTAZIONE V.I.A. V.A.S. COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA COMUNE DI GAIOLE IN CHIANTI COMUNE DI RADDA IN CHIANTI parere espresso ai sensi della L.R. 10/2010 in

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

DELIBERA N. 122 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERA N. 122 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA N. 122 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (V.A.S.) AVVIO DEL PROCESSO E DESIGNAZIONE AUTORITÀ COMPETENTE E PROCEDENTE PER LA V.A.S.

Dettagli

ALLEGATO 4 ALLA D.C.C. n. del ADOZIONE VARIANTE 4 AL R.U. ADEGUAMENTI DEL MINITORAGGIO DEPOSITO INDAGINI GEOLOGICHE

ALLEGATO 4 ALLA D.C.C. n. del ADOZIONE VARIANTE 4 AL R.U. ADEGUAMENTI DEL MINITORAGGIO DEPOSITO INDAGINI GEOLOGICHE ALLEGATO 4 ALLA D.C.C. n. del ADOZIONE VARIANTE 4 AL R.U. ADEGUAMENTI DEL MINITORAGGIO DEPOSITO INDAGINI GEOLOGICHE CITTA` DI FOLLONICA SETTORE 3 USO E ASSETTO DEL TERRITORIO S.I.T. U.O.C. N. 8 PIANIFICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Monza e Brianza Via Vittorio Veneto, 47 20837 Veduggio con Colzano (MB) Tel. 036.2998741 Fax 0362.910878 - C.F. 83003380157 P.I. 00986070969 E-mail: protocollo@comune.veduggioconcolzano.mb.it

Dettagli

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CODICE ENTE 10930 Adunanza ordinaria - prima convocazione - seduta pubblica Delibera N. 2 del 07/ 03 / 2011 OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

Assessorato ai Trasporti a Fune Segreteria Regionale per le Infrastrutture Direzione Mobilità PIANO REGIONALE NEVE RAPPORTO AMBIENTALE.

Assessorato ai Trasporti a Fune Segreteria Regionale per le Infrastrutture Direzione Mobilità PIANO REGIONALE NEVE RAPPORTO AMBIENTALE. PIANO REGIONALE NEVE RAPPORTO AMBIENTALE Parte 0 ALLEGATO D Consulente per la procedura di V.A.S.: Studio Program s.r.l. Progettazione e gestione delle risorse ambientali Energia e Fonti Rinnovabili ITER

Dettagli

COMUNE DI REGGELLO VERBALE DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI REGGELLO VERBALE DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI REGGELLO (PROVINCIA DI FIRENZE) ORIGINALE DELIBERA n. 19 del 31/01/2012 VERBALE DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' ALLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA

Dettagli

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente:

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente: INDIRIZZI IN MERITO AI PROGETTI RELATIVI AD IMPIANTI DI SMALTIMENTO E DI RECUPERO DEI RIFIUTI IN VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO E COORDINAMENTO PROCEDURE DI VIA - AIA - VAS QUADRO NORMATIVO Il comma

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO. Provincia di Bergamo OR I GIN A LE. Deliberazione n. 14. del 03.02.2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO. Provincia di Bergamo OR I GIN A LE. Deliberazione n. 14. del 03.02.2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del 03.02.2010 Deliberazione n. 14 Provincia di Bergamo COMUNE DI COLOGNO AL SERIO SINDACO - indicato. assume Partecipa il segretario Sig. FORTUNATO Dott. VITTORIO, il quale cura la redazione Essendo legale

Dettagli

VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE

VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE COMUNE di CAVENAGO di BRIANZA SERVIZIO SEGRETERIA E DIREZIONE GENERALE VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE N. 102 del 13/10/2010 Cod. Ente: 10956 COPIA OGGETTO: ADOZIONE PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: VARIANTE PARZIALE AL P.R.G. PER REALIZZAZIONE DI STRUTTURA RICETTIVA ALL ARIA APERTA IN C.DA MARINA - ART. 12 LEGGE REGIONALE 16/2003 DITTA SOC. LE AQUILE DI GIUSEPPE DELLI COMPAGNI E C. S.A.S.

Dettagli

N. 61 DEL 22.10.21015

N. 61 DEL 22.10.21015 COMUNE DI CORREZZANA Provincia di Monza e Brianza Cod. 10980 N. 61 DEL 22.10.21015 OGGETTO: APPROVAZIONE VARIANTE PROGETTO PRELIMINARE PER OPERE DI RIQUALIFICAZIONE DI VIA PRINCIPALE S.P. 154 CON INTERVENTI

Dettagli

VAL. IMPATTO AMBIENT. E VAL. AMBIENT. STRATEGICA DETERMINAZIONE

VAL. IMPATTO AMBIENT. E VAL. AMBIENT. STRATEGICA DETERMINAZIONE REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: Area: DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO AMBIENTE VAL. IMPATTO AMBIENT. E VAL. AMBIENT. STRATEGICA DETERMINAZIONE N. A13147 del 21/12/2012 Proposta

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: Il Comune di San Gimignano è dotato di Piano Strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.78 del 30 novembre 2007. Con Deliberazione n.101 del 22

Dettagli

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO Articolazione del piano (1/4) Secondo l Allegato B della Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 4241 del 30

Dettagli

I L C O N S I G L I O C O M U N A L E. VISTA la propria delibera n. 06 del 31.03.2011, di adozione in variante del Piano Attuativo in oggetto;

I L C O N S I G L I O C O M U N A L E. VISTA la propria delibera n. 06 del 31.03.2011, di adozione in variante del Piano Attuativo in oggetto; Oggetto: Approvazione Piano Attuativo in variante alla Scheda Norma 5.4 via Prinetti del Regolamento Urbanistico - realizzazione di insediamento residenziale con verde e parcheggio pubblico. I L C O N

Dettagli

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

Pianificazione, VAS e governo del territorio. Esperienze regionali a confronto VAS e pianificazione in Lombardia

Pianificazione, VAS e governo del territorio. Esperienze regionali a confronto VAS e pianificazione in Lombardia Fondazione Lombardia per l Ambiente CONVEGNO INTERNAZIONALE Pianificazione e Valutazione Ambientale Strategica Forme, esiti e prospettive di integrazione per il governo del territorio Milano, 2-3 dicembre

Dettagli

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI Medaglia d Argento al Merito Civile Cod. Fisc. 00827390725 ----------- Copia Deliberazione Giunta Comunale N. 3 Del 05-01-2012 OGGETTO: P.O. 2007-2013 -

Dettagli

OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti.

OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti. OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti. Premesso che: tra le funzioni del Settore Ambiente rientrano quelle

Dettagli

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione in oggetto, munita dei prescritti

Dettagli

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Verbale della Deliberazione n. 49 dell 11 dicembre 2008 località Pignatte Comune

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale O GG E TTO : Art. 57 LR 36/97 e art. 8 LR 18/99 : Schema di Accordo di Pianificazione per variante PTC della Provincia di Genova in recepimento del Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico del Bacino

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 22/07/2010 GC N. 218 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI SUAP

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso)

COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso) COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso) Gemellato con la Città di Boves (CN) - Medaglia d oro al valore civile e militare Gemellato con Labastide St. Pierre (F) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI COMUNE DI EMPOLI SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI VERBALE DELLA CONFERENZA DI SERVIZI Convocazione ai sensi dell art. 22 e succ. della Legge Regionale Toscana 23 luglio 2009 n. 40 e ss.mm.ii. Procedimento

Dettagli

Verbale di deliberazione di Giunta Comunale. L anno 2013, addì 13 del mese di Dicembre alle ore 09.30 nella sala delle

Verbale di deliberazione di Giunta Comunale. L anno 2013, addì 13 del mese di Dicembre alle ore 09.30 nella sala delle Città di Corbetta G.C. Numero 224 13/12/2013 Oggetto: APPROVAZIONE STUDIO TECNICO PRELIMINARE PER LA LOCALIZZAZIONE DEI SITI DA RISERVARE A STAZIONE RADIO BASE PER LA TELEFONIA MOBILE SUL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

SETTORE PARCHI E QUALITA DELLA VITA URBANA DETERMINAZIONE N. 93 DEL 16/04/2009

SETTORE PARCHI E QUALITA DELLA VITA URBANA DETERMINAZIONE N. 93 DEL 16/04/2009 SETTORE PARCHI E QUALITA DELLA VITA URBANA DETERMINAZIONE N. 93 DEL 16/04/2009 Oggetto: Proroga incarico di controllo e vigilanza sotto il profilo geologico delle cave/cave di prestito o profili idrogeologici

Dettagli

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale.

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale. L.R. 4/09/1997, n. 36. Pubblicata nel B.U. Liguria 17 settembre 1997, n. 16, L.R. 30/12/1998, n. 38. Pubblicata nel B.U. Liguria 20 gennaio 1999, n. 1. L.R. 4/08/2006, n. 20. Pubblicata nel B.U. Liguria

Dettagli

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA)

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COPIA Codice ente Protocollo n. 10321 0 DELIBERAZIONE 49 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO:ADOZIONE

Dettagli

Città di Olgiate Comasco

Città di Olgiate Comasco Piazza Volta, 1-Tel. 0311994653 -Fax. 0311944792 e~ mail : sportello.edilizia@comune.olgiate-comasco.co.it Prot. n' O 00{, ~/_O Olgiate Comasco, 14/03/2013 _ REGIONE LOMBARDIA Direzione Generale Territorio

Dettagli

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia Prot. 35/int Borgosatollo, 6 maggio 2013 L'AUTORITÀ COMPETENTE PER LA VAS, D'INTESA CON L'AUTORITÀ PROCEDENTE Vista la Legge Regionale 11 marzo 2005 n. 12 e

Dettagli

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino)

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) COPIA COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 78 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE OPERE PUBBLICHE 2015/2017 ED ELENCO ANNUALE 2015 MODIFICA DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA)

C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA) DELIBERAZIONE N 184 C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del 17-06-2011 Oggetto: Proposta documento preliminare alla redazione

Dettagli

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. OGGETTO n.

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. OGGETTO n. COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE L anno in Modena il giorno del mese di ( ) alle ore regolarmente convocato, si è riunito il Consiglio Comunale in seduta pubblica per la trattazione

Dettagli

J:tE ; l ;ii-,30îî. 2. Sono obbligatoriamente soggetti avas: *lletrtn.' I - : "

J:tE ; l ;ii-,30îî. 2. Sono obbligatoriamente soggetti avas: *lletrtn.' I - : *lletrtn.' I - : " - ut"t, J:tE ; l ;ii-,30îî DISCIPLINARE OPERATIVO INERENTE LA PROCEDUR,A. DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA APPLICATA AGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE D.lgs.

Dettagli

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Il Presidente sottopone per l approvazione quanto segue: Normativa di riferimento: - Legge regionale n. 47 del 07.12.1978

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 141 DEL 02.08.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DOCUMENTI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PREDISPOSTI IN ATTUAZIONE DEL

Dettagli

Gli obiettivi del Piano energetico regionale. Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia

Gli obiettivi del Piano energetico regionale. Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia Gli obiettivi del Piano energetico regionale Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia 1 Il progetto del PER Il Servizio Energia è attualmente impegnato, attraverso un

Dettagli

PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE)

PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE) PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE) SIC Montagnola senese (IT5190003) SIC/ZPS Crete di Camposodo e Crete di Leonina (IT5190004) SIC/ZPS Monte Oliveto

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 DEL 28/01/2014 OGGETTO

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 DEL 28/01/2014 OGGETTO Provincia di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 DEL 28/01/2014 OGGETTO Autorità competente in materia di valutazione ambientale strategica (VAS). Approvazione modifica composizione. L'anno

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PRIME MISURE

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PRIME MISURE C I TT A D i G E R A C E 1. Oggetto del Piano PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PRIME MISURE 1. Il piano di prevenzione della corruzione: a) fornisce il diverso livello di esposizione degli

Dettagli

COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 49 DEL 15/09/2004 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO- L anno duemilaquattro, il

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA Provincia di Modena

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA Provincia di Modena COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA Provincia di Modena Inserimento N. 202644 del 19/06/2008 SETTORE LAVORI PUBBLICI Servizio LLPP-AMMINISTRATIVI Determinazione n. 462 del 19/06/2008 L Istruttore: Collina Patrizia

Dettagli

la ditta ITALFERR, subentrata a IRICAV DUE per la progettazione degli interventi e in data 06.07.2001 chiedeva al comune d individuare il punto d

la ditta ITALFERR, subentrata a IRICAV DUE per la progettazione degli interventi e in data 06.07.2001 chiedeva al comune d individuare il punto d Adozione variante al vigente Piano Regolatore Generale Territorio Esterno ai sensi della L.R. 61/85 art. 50 comma 4 lett. g) per la previsione di un percorso ciclopedonale fino al nuovo parcheggio a servizio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 114 del 09/04/2014 DIPARTIMENTO GOVERNO DEL TERRITORIO SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all

Dettagli

N. 1468 del 24 novembre 2015

N. 1468 del 24 novembre 2015 DELBERAZONE DEL COMMSSARO STRAORDNARO N. 1468 del 24 novembre 2015 OGGETTO: Programmazione Economica per l anno 2016 L COMMSSARO STRAORDNARO DOTT. MARO CARMNE ANTONO PALERMO VSTO il D. Lgs.n 502/1992 e

Dettagli

C o m u n e d i V i n c i P r o v i n c i a d i F i r e n z e V a r i a n t e a l P i a n o S t r u t t u r a l e Relazione ALLEGATO A

C o m u n e d i V i n c i P r o v i n c i a d i F i r e n z e V a r i a n t e a l P i a n o S t r u t t u r a l e Relazione ALLEGATO A Comune di Vinci Variante al Piano Strutturale Relazione ALLEGATO A OGGETTO: Variante al Piano Strutturale, ai sensi dell art. 17 della L.R. 1/2005, per l aggiornamento delle carte di pericolosità idraulica

Dettagli

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Cabina di Regia del 26 gennaio 2009 Regolamento per l organizzazione ed il funzionamento della Cabina di Regia Città di Avellino Programma Integrato

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Codice Ente 10332 ANNO 2015 DELIBERAZIONE N. 37 del 26/05/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MANTOVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MANTOVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Allegato B) D.G. n. 45 del 17/04/2014 CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MANTOVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA (Delibera A.N.A.C. n. 75/2013) QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Il

Dettagli

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento;

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento; IRIDE 1142136 Delib. n. - N. P.G. OGGETTO:Adozione Variante al Piano di Recupero in variante al vigente Piano delle Regole Immobiliare Supercinema c.so Garibaldi La Giunta comunale propone al Consiglio

Dettagli

COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. Adozione

COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. Adozione ALLEGATO A4 ALLA DELIBERAZIONE COMUNE DI LAMPORECCHIO PROVINCIA DI PISTOIA N. DEL 1 VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE Adozione Relazione e Certificazione del Responsabile del Procedimento Agosto 2015 1 VARIANTE

Dettagli

A seguito di illustrazione del Piano dal punto di vista tecnico da parte dei progettisti presenti in aula; IL CONSIGLIO COMUNALE

A seguito di illustrazione del Piano dal punto di vista tecnico da parte dei progettisti presenti in aula; IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO - Progetto Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.) adozione ai sensi dell'art. 38, comma 2, della legge regionale n. 36 del 4/9/1997 come modificata dalla legge regionale n. 11 del 2 aprile 2015. A

Dettagli

COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya n. 3 - c.a.p. 24062 (Bergamo) - Cod. Fisc. e P.IVA: 00572300168

COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya n. 3 - c.a.p. 24062 (Bergamo) - Cod. Fisc. e P.IVA: 00572300168 Prot. n 2440/2013 Costa Volpino, 13 febbraio 2013 Trasmesso mezzo fax e P.E.C./e-mail A.R.P.A. Lombardia Dipartimento della provincia di Bergamo Via C. Maffei, 4 Fax 035.42.21.881 dipartimentobergamo.arpa@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA Dopo che il Presidente ha dato lettura dell oggetto della proposta di deliberazione, da porsi in trattazione, il Consigliere M. Parola (Gruppo Pedona Libera) pone, sulla proposta, la questione sospensiva

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO In prosieguo di seduta il Presidente passa alla trattazione del punto 1 dell ordine del giorno aggiuntivo, avente ad oggetto: Approvazione definitiva regolamento urbanistico ai sensi dell art. 36 della

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: VARIANTE AL P.R.G. RELATIVA A SOTTOZONA C4C RICETTIVA ALBERGHIERA IN LOC. CASTIGLION DEL BOSCO; APPROVAZIONE AI SENSI DI ART. 227 E TITOLO II CAPO I ART. 19 DELLA L.R.n.65/2014, E DI ART. 27 DELLA

Dettagli

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 28 OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO PER BONIFICA AREA E PIAZZOLA ECOLOGICA. Nell anno DUEMILADODICI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede

Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede Bergamo, AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede per l inoltro al Consiglio Comunale N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Controdeduzioni alle osservazioni

Dettagli

Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 12 del 26/10/2015

Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 12 del 26/10/2015 Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO Deliberazione n. 12 del 26/10/2015 COPIA OGGETTO: VALUTAZIONI IN MERITO AI CONFINI DELLA RISERVA NATURALE VALLI DEL MINCIO PROPOSTI NEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO ALL. A COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Provincia di Lucca REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO APPROVAZIONE Rapporto del Garante della Comunicazione (ai sensi dell art. 20 comma,

Dettagli

SCHEMA DELIBERA DI C.C.

SCHEMA DELIBERA DI C.C. SCHEMA DELIBERA DI C.C. OGGETTO: PRIMA VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. ADOZIONE AI SENSI DELL ART. 19 DELLA L.R.T. 65/2014. PREMESSO: - che il Comune di Lamporecchio è dotato di Piano Strutturale approvato

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 1920/ARL DEL 10.12.2014

DETERMINAZIONE N. 1920/ARL DEL 10.12.2014 DETERMINAZIONE N. 1920/ARL Oggetto: DETERMINAZIONE A CONTRARRE: AVVISO PUBBLICO D'INDAGINE DI MERCATO CONOSCITIVA FINALIZZATA AD UNA MANIFESTAZIONE D INTERESSE E ALL'INDIVIDUAZIONE DI UN ESPERTO IN MATERIA

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS 65 REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS. 163/06 PER LE OPERE, I LAVORI E GLI ATTI DI PIANIFICAZIONE DI COMPETENZA

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 PROVINCIA DI BOLOGNA Settore Pianificazione Territoriale http://cst.provincia.bologna.it/ptcp/psc.htm BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 APPROFONDIMENTI TECNICI MODI E TEMPI DI SVOLGIMENTO DELLA CONFERENZA DI

Dettagli

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore BELLISARI ANTONIETTA

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore BELLISARI ANTONIETTA REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: DETERMINAZIONE N. B03665 del 14/08/2013 Proposta n. 12841

Dettagli