shoah Enciclopedie TRECCANI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "shoah Enciclopedie TRECCANI"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE P.le della Gioventù Santa Marinella Francesca Chinappi, Rita Tufoni, prof.ssa Letizia Chiacchella, Paola Sparvoli, Marco Lasagna, Enrica Longo, Silvia Fantozzi, Livio Spinelli GIORNATA DELLA MEMORIA La comunità ebraica a Santa Marinella: Le strade raccontano Storie vere di bambini e di grandi amicizie raccontate e lette dagli studenti shoah Enciclopedie TRECCANI shoah Termine ebraico («tempesta devastante», dalla Bibbia, per es. Isaia 47, 11) col quale si suole indicare lo sterminio del popolo ebraico durante il Secondo conflitto mondiale; è vocabolo preferito a olocausto in quanto non richiama, come quest ultimo, l idea di un sacrificio inevitabile. Le strade di Santa Marinella raccontano Via Michele di Veroli Il primo atto del dottor Silvio Caratelli da Sindaco fu di intitolare una via di S.Marinella al bambino Michele Di Veroli martire della fosse Ardeatine Via Salvo d Acquisto Quando a Palidoro i tedeschi rastrellarono gli abitanti, sulla via Aurelia furono presi anche un uomo di S.Marinella e suo nipote salvati dal sacrificio di questo giovane carabiniere Via Giorgio Bassani Una via intitolata a Bassani che a Santa Marinella all Hotel Le Najadi scrisse il suo capolavoro IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI Via Padre Lorenzo Van den Padre Lorenzo, olandese, parroco del Carmelo: gli ebrei Eerembeemt mandavano i figli a ripetizione da lui perché si fidavano della sua onestà intellettuale. Piazza Trieste Dove il piccolo Pietro, alunno di terza elementare a il 9 maggio del 1938 dovette recitare la poesia a Hitler Via Aurelia Vecchia Yulia Kabinsky una bambina di 9 anni, oggi giornalista negli Stati Uniti due lauree, racconta quando con la sua famiglia durante l esodo di migliaia di esuli ebrei dall ex URSS trovò ospitalità in un convento di suore di S.Marinella, La Passeggiata a mare Guirillo Camboni di Santa Marinella ricorda con una poesia il suo amico d infanzia A.Calò uno dei pochi a far ritorno a Roma dai campi di sterminio nazisti Via di Caccia e Riserva Dove abitava il Generale Guido Aronne Mendes che da qui diede vita alla attuale Marina di Israele. Suo nipote Franco Modigliani nel suo discorso per il premio Nobel per l economia affermò di esser diventato economista giocando da piccolo a Santa Marinella con i cugini Mendes Lungomare Marconi Eugenio Pacelli futuro Papa Pio XII da bambino sofferente di malattia polmonare veniva a S.Marinella da giovane s innamorò di una ragazza alla quale scriveva poesie. Da Cardinale dopo le leggi razziali salvò la vita al suo compagno di Classe ebreo Guido Aronne Mendes Via Aurelia Quando l attore Humprey Bogart venne a Santa Marinella per aiutare gli orfani di guerra della Repubblica dei Ragazzi

2 1) Via Michele di Veroli Silvio Caratelli: già Sindaco di S.Marinella. Testimone delle Fosse Ardeatine, volle ricordare il bambino Michele Di Veroli ucciso dai nazisti alle fosse Ardeatine insieme al padre, intitolandogli una Via di Santa Marinella Il Comando Anglo-Americano gli conferì il titolo di Patriota Partigiano Combattente, ma Silvio più che in azioni di combattimento si distinse per aver sventato alcuni, inutili attentati a soldati tedeschi, consapevole che avrebbero esposto la popolazione di Roma a rappresaglie efferate come quella delle Fosse Ardeatine. Durante l occupazione nazista di Roma molte famiglie di ebrei furono ospitati e nascosti nel Convento di Suore Maestre Pie Filippini in Via Caboto, 16 nel quartiere Ostiense. Le Suore aveveo ricevuto l ordine da Papa Pio XII di accogliere le famiglie di ebrei che cercavano rifugio dai nazisti. Il papa aveva ordinato di accogliere quanti più ebrei fosse possibile e le Suore Maestre Pie Filippini aprirono le porte dei loro conventi. Tutti gli ebrei riuscirono a salvarsi tranne due un uomo Attilio di Veroli e il suo giovane figlio MICHELE DI VEROLI non ce la facevano a stare tutto quel tempo nascosti e un giorno decisero di andare a dare uno sguardo alla loro falegnameria nonostante le suore li scongiurassero di non andare via, purtroppo vennero catturati dalle SS e uccisi alle Fosse Ardeatine. Il dottor Silvio Caratelli che fu Sindaco di Santa Marinella era amico di Attilio di Veroli e da Sindaco fece intitolare una via di Santa Marinella al bambino MICHELE DI VEROLI.

3 SANTA MARINELLA Via Salvo D Acquisto Il Carabiniere medaglia d oro salvò due cittadini di Santa Marinella pochi conoscono il motivo per cui una stradina di Santa Marinella, nei pressi della stazione ferroviaria, fu intitolata a Salvo D Acquisto. Il Carabiniere Medaglia d oro che sacrificò la propria vita per salvare degli innocenti, arrestati a Torrimpietra il 23 settembre 1943 per essere passati alle armi come rappresaglia ad un attentato, in cui era morto un soldato tedesco. In quella terribile giornata, caso volle che a Torrimpietra un venditore e un commerciante di Santa Marinella: Oreste Mannocci e Sergio Manzoni, diretti a Roma, incapparono nel rastrellamento di civili e vennero condotti insieme agli altri nel luogo dell esecuzione dove iniziarono a scavare la possa prima di essere passati per le armi. I due nomi infatti spiccano nell elenco di quei 22 stilato dal Comitato Salvo d Acquisto. Il resto è storia nota: un reparto di SS tedesco aveva occupato una caserma abbandonata della Guardia di Finanza e sita nella "Torre di Palidoro", borgata limitrofa a Torrimpietra. In tale caserma, la sera del 22 settembre alcuni soldati tedeschi, rovistando in una cassa abbandonata, provocarono lo scoppio di una bomba a mano: uno dei militari rimase ucciso ed altri due furono gravemente feriti. Il fortuito episodio fu interpretato dai tedeschi come un attentato. Il vice brigadiere Salvo D'Acquisto, consapevole della tragica situazione incombente sugli ostaggi, affrontò il comandante delle SS, autoaccusandosi responsabile dell'attentato, e grazie al suo sacrificio tutti gli ostaggi furono salvi.

4 VIA GIORGIO BASSANI VIA GIORGIO BASSANI DOVEVO DIRLO Una strada... ma che se ne fa un morto di una strada? No, tu non te lo chiederai proprio tu che compatti ci hai presi e portati dalla tua parte, a causa di bellezza e dignità di chi non visse. Anch'io, che non potrò far impallidire e imbalsamare chi abita i tuoi libri sono felice per il dono di una via: La vorrei fiorita, signorile senza alterchi e sgraziati megafoni ad ingrossare voci. La vorrei silenziosa e con i passi che a sera diventano leggeri: E se sarà così qualche volta udiremo in un soffio il tuo saluto. Gli amici tornano, gli amici morti sono i più fedeli. Il Comune di Santa Marinella ha aderito alla richiesta della Scuole di intitolare una via a Giorgio Bassani, autore de Il Giardino dei Finzi-Contini, quasi interamente scritto nella nostra città, nel cui prologo narra: Da molti anni desideravo scrivere dei Finzi-Contini, di Micòl e di Alberto, del professor Ermanno... Ma l'impulso, la spinta a farlo veramente, li ebbi soltanto un anno fa, una domenica d'aprile del Fu durante una delle solite gite di fine settimana... lungo l'aurelia subito dopo pranzo a qualche chilometro da Santa Marinella attirati dalle torri di un castello medioevale che erano spuntate all'improvviso... La via è sita all incrocio tra l Aurelia e Via della Libertà, di fronte alla Biblioteca Comunale e alla Passeggiata al centro di Santa Marinella, luogo d incontro di poeti e artisti, fra i quali Pascarella e Trilussa che si divertivano a scrivere versi con le dita, sui vetri appannati dell antico Gigi Bar. Questa strada ha alla sua sinistra la turrita Villa Bettina, dove Giuseppe Ungaretti e Gabriele D Annunzio soggiornarono, s ispirarono e scrissero, e la Villa Roesler-Franz, il pittore degli acquerelli di Roma Sparita. Sul lato destro, tra palmizi centenari, spunta la Villa della famiglia

5 Borruso-Ojetti, costruita dall Architetto Raffaele Ojetti, chiamato dal Principe Baldassarre Odescalchi a redigere il primo piano urbanistico della nostra città, padre dell altrettanto famoso scrittore e giornalista Ugo Ojetti. La strada devia ad angolo retto e si restringe nel condurci alla stazione ferroviaria, accompagnandoci quasi fino al cancello di Villa Anna Fougez, la diva della Grande Rivista Italiana che soggiornò a Santa Marinella fino agli ultimi giorni della sua vita. Giovanni Papini nel racconto di un viaggio, ricorda di essere sceso ad una piccola stazione che aveva il nome di una giovane ragazza ed incamminandosi per una amena stradina fu rapito dalla mirabile vista del mare, che all improvviso gli si parò davanti. Di Giorgio Bassani ci resta il ricordo vivo della signora Fiorella Grimaldi proprietaria del noto Hotel Le Najadi di Santa Marinella: Conobbi Giorgio Bassani da bambina, negli anni '50, quando Mario Soldati con tutta la famiglia, era ospite fisso del nostro hotel. Fu lui che un bel giorno si presentò a pranzo con un signore molto distinto. Bassani non conosceva Santa Marinella, ma gli piacque subito e da quel momento lo vedemmo sempre più spesso nel nostro hotel. Giorgio Bassani era un amante del mare e della natura e solo a Santa Marinella trovò quella serenità che gli permise di scrivere il suo capolavoro. Era un uomo particolare, una persona meravigliosa che non poteva passare inosservato, era gentile, affabile, riservato, si affezionò molto alla nostra famiglia e fu preso a benvolere da tutti. Il ricordo più caro che conservo di lui è una copia del GIARDINO DEI FINZI CONTINI con dedica alla mia famiglia e a me. Gli anni sono passati, resta la stanza dove scrisse questo libro e ancora adesso mi sembra di rivederlo al lavoro.

6 LA GUERRA VIA PADRE LORENZO VAN DEN EERENBEEMT Cameriere segreto di PIO XII Non concepiva di poter essere nemico di un buddista o di un ebreo Neanche da Papa, Pio XII si scordò di Santa Marinella, durante la guerra c era qui il suo Cameriere Segreto, Padre Lorenzo, ad assistere la gente, e non solo. Durante l occupazione nazista Padre Lorenzo prese le difese anche di un giovane soldato tedesco, il quale era stato punito per insubordinazione, a girare col carico dello zaino sulle spalle intorno a un camion per tanto tempo. Padre Lorenzo per un po sopportò poi andò a parlare con il Capitano tedesco fino ad alzare fortemente la voce in difesa di quel ragazzo, arrivò allora un Colonnello delle SS che sospese la punizione. Intervenire in queste situazioni era pericoloso e ci voleva coraggio per andare a dire certe cose che, tra l altro, riguardavano la disciplina militare tedesca, eppure lui lo fece. L amicizia e la devozione che legava la famiglia Pacelli a Padre Lorenzo è documentata nella sua corrispondenza con la Principessa Marcella Pacelli e mostra l alta considerazione per l operato di Padre Lorenzo negli anni bui dell occupazione nazista. In una lettera del 10 agosto 1943 Marcella si preoccupa degli sfollati ospitati a Santa Marinella, anche nel loro villino: Eccellenza Reverendissima, ho ricevuto la gentilissima lettera con la quale V.E. accogliendo il voto della popolazione di Santa Marinella, mi ha benignamente comunicato che il Reverendo Padre Generale dei Concezionisti ha disposto che un Religioso di quell Istituto celebri, nei giorni feriali, la S.Messa nella chiesa del Rosario. Mi consenta V.E. di esprimerle l animo grato mio e di mio marito perché in questo periodo, nel quale il Signore, nei suoi imperscrutabili e sempre misericordiosi Suoi fini, vuol maggiormente provare ciascuno di noi. V.E. con tanta comprensione ha disposto la celebrazione quotidiana della S.Messa nella chiesa dedicata alla Vergine del Santo Rosario, sita in quella zona di Santa Marinella che è più lontana dalle altre chiese e nella quale zona vivono, purtroppo quest anno, molti sfollati della dolorante Civitavecchia. Con mio marito prego V.E. di accogliere gli omaggi più deferenti e di credermi devota Marcella PACELLI Padre Lorenzo riscuoteva anche la fiducia di alcune famiglie ebree che venivano durante l estate a villeggiare a Santa Marinella e mandavano i figli a ripetizione da lui perché erano sicuri del suo grande rispetto per le altre religioni. Finita la seconda guerra mondiale, lui diceva che la causa di tutte le guerre era la mancanza d amore e il suo cruccio era la pace. Non concepiva di poter essere nemico di un buddista o di un ebreo.

7 LA PASSEGGIATA Giornata in memoria della deportazione degli ebrei romani Il cittadino di Santa Marinella Guirillo Camboni, classe 1927, nel 55^ anniversario di questa tragica giornata in cui 1022 Ebrei romani furono deportati dai nazisti in Germania, intende ricordare il suo coetaneo e amico di infanzia recentemente scomparso - A.Calò (soprannominato Lupetto), uno dei pochi a far ritorno a Roma dai campi di sterminio nazisti, con questa poesia: in memoria degli amici perduti e a tutti quelli che abbiamo amati e non sono tornati PER NON DIMENTICARE 16 OTTOBRE 1943 Un tran tran di ferraglie su un binario rovente un lamento disumano di tanta gente presi nel sonno con armi alla mano spinti nei vagoni verso un triste destino lontano, vecchi e innocenti bambini morenti di stenti in campi di gelo, torture inumane nei forni roventi ne acqua, ne pane. Intere famiglie si son tanto amate bruciate nei forni non son più tornate in questo mondo invocate la pace non conoscete i destini tutto tace: si nutron di odio in tutto è presente la gente che muore nessuno sa niente o giovani d oggi cercate d amare tornate ai ricordi di un tempo più in la non vi distraete dalla Shoah amatevi tutti che Dio ci guida la pace del mondo la pace è la vita che a tutti appartiene vissuta in amore nel bene col cuore.

8 VIA AURELIA VECCHIA SANTA MARINELLA TERRA D APPRODO Un esodo biblico dall ex URSS Yulia il ricordo di una bambina di 6 anni accolta a S.Marinella dalle Suore del Mater Gratie di fronte all ex passaggio a livello sulla Via Aurelia Vecchia insieme a migliaia di emigranti ebrei ci ritrovammo a Roma in mezzo a una strada e senza soldi poi fummo accolti in un Istituto di Suore a Santa Marinella La storia si ripete, ed anche dopo la morte Eugenio Pacelli continuò a far del bene. Infatti la sua amata Santa Marinella, nel dopoguerra, si dimostrò Terra d Approdo e accoglienza anche per migliaia di ebrei fuorusciti dall Unione Sovietica. Nel periodo tra il 1986 e il 1996, migliaia di ebrei provenienti dall URSS (l ex Unione Sovietica) furono ospitati a Santa Marinella e Ladispoli, in attesa di un visto per il nord America di cui si occupava la Joint. Tra le numerosissime testimonianze di affetto di questi migranti per la gente dei due comuni ecco il ricordo di Yulia, all epoca una bambina di 6 anni, giunta a Santa Marinella coi suoi genitori Roman e Natalya, e il fratellino Genenel nel Oggi Yulia vive negli Stati Uniti dove ha conseguito due lauree, una in Giornalismo, l altra in Scienze Politiche, ed è una affermata professionista. Partimmo dall Unione Sovietica pieni di speranze. I miei genitori volevano una vita migliore per la nostra famiglia ed avevano sacrificato tutto, per avere l opportunità di realizzare il nostro sogno americano. Partimmo con soli $360 in tasca e 8 piccole valigie. Ma partire non fu la cosa più difficile. Nel 1989 andare negli Stati Uniti non era per niente facile. Dovevamo aspettare ben nove lunghi mesi in Italia prima di ottenere il visto per gli USA. Dopo che ci trovammo a Roma in mezzo a una strada senza soldi e senza capire la lingua, i miei genitori non sapevano più cosa fare per sopravvivere fino alla ricezione del visto. Finalmente trovammo un posto dove erano disposti ad accoglierci nell ISTITUTO RELIGIOSO delle Suore del Mater Gratie a Santa Marinella, un paese vicino Roma. Le suore presero mio padre a lavorare come custode e mia mamma come lavapiatti in cambio dell alloggio. I miei genitori spendevano quel poco che avevano per comprare da mangiare a me e mio fratello. Per me e mio fratello tuttavia Santa Marinella era magica. Ricordo le scogliere e le spiagge. Dopo colazione io e mio fratello ci tuffavamo fra le onde. Ogni sera sedevo sull erba a guardare i tramonti sgargianti di quella piccola città, che si riverberavano sulle palme.

9 PIAZZA TRIESTE Il racconto di PIETRO il bambino di Santa Marinella che recitò una poesia a HITLER IL SAPORE DELLA MAIONESE Seduto tranquillamente davanti al televisore, seguivo una trasmissione degli avvenimenti precedenti la seconda guerra mondiale. Essendo vicino alla quarantina, di quel periodo ricordo porco infatti quando scoppiò la guerra avevo 10 anni, ma non dimenticherò mai all età di sette anni, mi trovai di fronte a Santa Marinella accanto a Hitler di fronte a Mussolini e al Re d Italia. E Hitler che faceva discorsi di ore e ora a milioni di persone dovette stare a sentire me, bimbetto di pochi anni, per qualche minuto. Durante la trasmissione mentre scorrevano le immagini della storia italiana. a un certo punto trasmisero le mie foto mentre, in divisa da Balilla, recitavo una lunga poesia a Hitler e gli offrivo un mazzo di fiori ad Hitler e poi a Mussolini. Ebbi un balzo al cuore e fissai con una certe emozione l immagine di quella scenetta che aveva come protagonista me e HITLER a Santa Marinella. * * * Rivedo il corteo delle macchine, scortate da motociclisti, avanzare sulla via Aurelia. I due dittatori,accompagnati dal Re, avevano assistito dalle colline di Santa Marinella a una grande manovra militare di soldati italiani e tedeschi con carri armati cannoni mitragliatrici e aerei. Finite le manovre Hitler, Mussolini e il Re giunsero arrivarono a piazza Trieste per poi recarsi a pranzo nel Castello Odescalchi sito di Santa Marinella. * * * Lì dunque all aperto nel parco, c era una grande tavola imbandita per il pranzo.

10 Mi pare ancora di riverderli, e ME STESSO RIVEDO nella piazzetta, tra la folla dei santamarinellesi, e la mia Maestra che mi teneva per mano: Ero infatti stato scelto fra tutte le classi elementari per il coraggio e la memoria di ferro che avevo, Per la verità, nonostante siano passati tanti anni sono rimasto quello che e a Roma si dice un bel moretto: ho capelli lunghi folti, non sono di alta statura ma il mio fisico è agile e robusto, e chissà, allora, in tempo di culto della razza forse passavo per un campione ariano (come si può essere ariani da queste parti). Basta: era giunto il momento. Le macchine si fermano nella piazzetta e Hitler capi scende. La maestra mi molla il braccio. Avanzo tenendo stretto al petto un fascio di fiori e sparo dalla mia linguetta agilissima, e precisa attraverso le feritoie della mia munitissima bocca (ancora oggi ho tanti denti forti e aggressivi) la poesia impressa nella mia memoria come un nastro magnetico. Passo i fiori a Hitler che accenna a un abbraccio, indietreggio di qualche passo, mi irrigidisco nel saluto romano, faccio dietrofront e torno dalla mia maestra tutta emozionata e trepida... E finita, pensavo. Manco per niente. Mi ritrovo anch'io nel parco vicino alla grande tavola imbandita sempre tenuto per mano dalla mia insegnante. Rivedo Hitler e Mussolini che mi si avvicina e mi chiede bonario e burbero nel contempo: bravo balilla; ora chiedi quello che ti piace e accenna ai moltissimi piatti già disposti sul tavolo. Ho un attimo di esitazione. Hitler mi guarda attento! Mi vengono incoraggiamenti da più parti, punto il dito su quello che a me era sembrato un piatto di crema. Qualcuno mi chiede: ma quanta ne vuoi? Un bicchiere, dico. Ne porto un cucchiaio alla bocca, mentre tutti divertiti osservano in, una grande attesa. Alla mia prima smorfia scoppia una risata: era maionese. Vedo ancora dal basso in alto (gli arrivavo si e no alla cintola) il ghigno della bocca di Hitler sotto i baffetti ed il ciuffo dei capelli. Allora mi ritraggo spaurito mentre mi arriva un buffetto sulle guance con qualche parola benevola di commento. La maestra, un po' sconcertata per quel fuori programma, mi tira via per la mano. Ora era veramente finita, ma avrei conservato per tutta la vita il sapore acidulo della maionese.

11 VIA AURELIA 1951 QUANDO HUMPHREY BOGART VENNE A SANTA MARINELLA UN RAGAZZO E UNA BICICLETTA : STORIA VERA DI NATALE Papa Pio XII che da bambino veniva a Santa Marinella durante la seconda guerra mondiale incaricò Mons. John Patrick Carroll- Abbing di istituire la REPUBBLICA DEI RAGAZZI di CIVITAVECCHIA. Tra le tante storie ne è venuta alla luce una vera accaduta alla vigilia di Natale del 1951, quando l attore Humphrey Bogart e sua moglie Lauren Bacall amici del Principe Marcantonio Pacelli - vennero a Santa Marinella, e ritrovarono uno sciuscià di Salerno, finito alla Repubblica dei Ragazzi di Civitavecchia. All epoca Pio XII aveva incaricato suo nipote, Principe Marcantonio, e la consorte Principessa Gabriella, di stabilirsi a S.Marinella per occuparsi dei tantissimi orfani di guerra e bambini abbandonati, che si trovavano al Villaggio del Fanciullo. Bogart e Lauren al Villaggio del Fanciullo furono accolti da Mons. Abbing, Don Rivolta e dai ragazzi, che all epoca avevano un proprio Sindaco eletto da loro stessi, un giornale e persino un tribunale, i cui giudici erano eletti a turno fra i ragazzi. Bogart durante la visita assistette all episodio di un ragazzo, tale Alessandro soprannominato Sciancato - che dopo aver tirato un sasso contro una finestra, rompendo il vetro, andò a nascondersi sotto un letto. Spiegarono a Borgart che diversi ragazzi non riuscivano ad adattarsi e a rispettare le regole del villaggio e per Alessandro, proprio quel giorno il tribunale si sarebbe riunito per deciderne l espulsione. All improvviso a Bogart tornò in mente quando a Salerno nel dicembre 1943, al seguito degli Alleati per organizzare spettacoli per le truppe, tra un gruppo di ragazzi in cerca di cibo tra i rifiuti vide un bambinetto di 6 anni, claudicante, che i compagni chiamavano sciancato. Bogart gli offrì una scodella di minestra e due barrette di cioccolato facendo comparire un sorriso sul viso del bambino, che adottato dai soldati col nome di Al, imparò presto a parlare inglese chiedendo loro come fossero i bambini in America e quali giocattoli avevano, rimanendo meravigliato nel sapere che quasi tutti i bambini americani avevano un bicicletta, cosa che andava al di là dei suoi sogni, e i soldati americani allora gli avevano promesso una bicicletta come regalo di Natale In quel momento Bogart realizzò che quel ragazzo, che poco prima aveva lanciato la pietra, non era altro che Al e si sentì cadere sulle spalle tutta responsabilità di quel ragazzo, e della promessa di una bicicletta che non era riuscito a mantenere, partecipò al processo che gli venne fatto al ragazzo, e fu chiamato a testimoniare. Il lungo racconto narra con dovizia di particolari tutto ciò che dichiarò Bogart a difesa di quel bambino: Monsignor Carrol Abbing e Don Rivolta assistevano in silenzio. Il tribunale dei ragazzi, dopo le dichiarazioni di Bogart emise un sentenza di perdono a favore di Al. Appena la seduta fu sciolta, quei ragazzi che lo avevano appena giudicato gli si fecero intorno, facendogli coraggio: ore qui sei tra gli amici! Bogart si era allontanato, riacquistando la sua fisionomia taciturna, si era fatto tardi, affrettò il passo insieme a sua moglie Lauren lungo il vialetto verso l Aurelia: era ora di tornare a Roma.

12 LUNGOMARE GUGLIELMO MARCONI Eugenio Pacelli futuro Papa Pio XII, da giovane si innamorò di Lucia una ragazza di Santa Marinella alla quale scriveva poesie. Eugenio da giovane soffriva di fortissime allergie e i medici consigliarono ai genitori di portarlo a Santa Marinella dove c era l aria buona, la famiglia Pacelli si costruì un villino di fronte all Ospedale del Bambin Gesù. LUCIA - Ad una Giovinetta SANTA MARINELLA AGOSTO 1889 Giovinetta, ama Dio, che t ha creata Sopra ogni cosa e con ardente amore: Il tuo caro Gesù t ha tanto amata! Tu lo compensa con uguale ardore. Ama Maria che in Ciel regna beata; Essa è più vaga d olezzante fiore. A lei ricorri pietosa e grata Ed Ella puro serberà il tuo cuore. Calpesta il mondo, giovinetta; Cosa è il fuggir le vane voluttà; Dolce è la vita della verginella. Ognor però di Dio la volontà Docil tu segui e qual fulgente stella Splenderai per virtude e per beltà (DA UN QUADERNINO CON POESIE, SCRITTE DA EUGENIO PACELLI)

13 VIA CACCIA RISERVA LARGO ARMANDO PADELLETTI Il gioco della REPUBBLICA DI CACCIA RISERVA Franco Modigliani il bambino che giocando a Santa Marinella nel villino dello zio diventò economista e vinse il Premio Nobel. Alla fine di una estate del in occasione dei giorni del kippur, i miei cugini materni, (la mamma di Modigliani Olga Flaschel era sorella di Giulia Flaschel, moglie del Gen. Mendes), invitarono me, mio fratello e il nostro cugino paterno Piero Modigliani alla loro casa al mare, a Santa Marinella, quello che allora un luogo di villeggiatura. La villa era situata nella zona chiamata Cacciariserva. Facevamo bagni e passeggiate. A volte giocavamo a carte e non so bene perché, ci venne allora l'idea di non usare le fiches convenzionali ma dei dolci. Stabilimmo che l'unità principale fosse la Caramella, ma che vi fossero anche delle unità più piccole; c erano ad esempio i gum drops che valevano un terzo di una Caramella, e le noccioline americane, le arachidi, che valevano un quarto di un gum drop. Era un nuovo sistema monetario il cui numerario era la Caramella, che a sua volta valeva tre gum drops e dodici noccioline. Così il primo giocatore poteva mettere sul piatto una caramella e quello dopo poteva rilanciare con una caramella e tre noccioline americane. Avendo così stabilito un sistema monetario ci venne molto naturale di costruirci sopra uno Stato! Venne deciso all'unanimità che il nostro Stato si chiamasse La Repubblica di Cacciariserva. La Repubblica aveva naturalmente un Presidente, che era Piero, il cugino senior, mentre Maurizio, secondo per anzianità, e noto per il suo spirito di contraddizione, scelse di essere il Capo dell'opposizione. Mio fratello Giorgio divenne Ministro della Guerra e il cugino Mario Ministro della Pace. A me, che ero il più piccolino, venne affidato il ruolo di Ministro del Tesoro, la cui responsabilità principale era quella di aggiornare i rapporti di cambio, in caso di variazione dei prezzi di mercato; dal momento che, come ho imparato in seguito, la nostra era una moneta reale e non fiduciaria, bisognava evitare possibilità di «arbitraggio». Adottammo anche un inno nazionale. Ci divertimmo tanto con la nostra Repubblica che decidemmo di continuare il gioco al nostro rientro a Roma, invitando a parteciparvi amici romani e conoscenze di Santa Marinella. Le riunioni si tenevano una volta al mese a viale Mazzini, dove abitava Marcella, la fidanzata di mio fratello Giorgio. Marcella e le sue sorelle preparavano i rinfreschi e gli altri partecipanti portavano anche loro un qualche contributo. Il gruppo si fece presto assai nutrito. La maggior parte dei partecipanti divenne «governativa». Il Popolo era il padre di Piero, lo zio Silvio, che ogni tanto chiedeva la parola per fare appunti al Governo, presentandosi come La Voce del Popolo. Nel bel mezzo dei nostri divertimenti. La Repubblica di Cacciariserva fece una triste quanto inaspettata fine perché... eravamo in pieno Regime fascista. Il commissario di Polizia del quartiere Prati mandò a chiamare Piero e ci intimò di non parlare mai più di repubblica con un Governo Democratico. Dei cittadini di quella Repubblica di sessant'anni fa credo che non ne rimangano che tre: mia cognata Marcella, una sorella e io. Modigliani, che frequentò il liceo Visconti, dove avevano studiato anche suo zio Guido Mendes ed Eugenio Pacelli, ricorda: Il Visconti era uno dei migliori licei di Roma, da cui erano usciti molti futuri papi, vescovi, cardinali, uomini di Stato e politici. In quelle aule si respirava un'atmosfera permeata dal ricordo di quei grandi personaggi. Tra i maestri eccellenti che lì incontrai, l insegnante che non potrò mai dimenticare era un sacerdote, don Vannutelli, che insegnava greco e latino con una passione che riuscì a comunicare anche a me e con un'umanità che scaldava il cuore. Don Vannutelli durante le persecuzioni razziali aiutò moltissimi ebrei che erano stati suoi alunni; tanti ne salvò dalla deportazione, dall'arresto. Era un grande uomo. Non perdeva mai il buon umore, l'arguzia. Non ho mai più avuto l'occasione di rivederlo dopo la fine del liceo, ma l'ho sempre ripensato con gratitudine e con affetto.

14 la canzone del bambino nel vento Son morto con altri cento, son morto ch'ero bambino: passato per il camino, e adesso sono nel vento. Ad Auschwitz c'era la neve: il fumo saliva lento nel freddo giorno d'inverno e adesso sono nel vento. Ad Auschwitz tante persone, ma un solo grande silenzio; è strano: non riesco ancora a sorridere qui nel vento. Io chiedo come può l'uomo uccidere un suo fratello, eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento. Ancora tuona il cannone, ancora non è contento di sangue la belva umana, e ancora ci porta il vento. Io chiedo quando sarà che l'uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare, e il vento si poserà

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI GRUPPO DI EBREI ADOTTATI Il 15 giugno 2009, pranzai presso la Villa Immacolata a Torreglia (PD), nello stesso tavolo con la signora Alberoni Angelina detta Imelda di Vigodarzere. In quella circostanza

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay

Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay GRIMALDI 2000 Ottobre/Novembre 2005 Società 8 Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay Michele carissimo, ho ricevuto la mensa folla di parenti ed amici erano lì to, la stima per il grande coraggio

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 RACCONTIAMO DI LUOGHI E DI FATTI CHE NON DEVONO ESSERE DIMENTICATI RICORDIAMO COLORO CHE HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI SCEGLIERE IL BENE Classe v Scuola Primaria di

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

I NONNI FANNO LA STORIA. La seconda guerra mondiale

I NONNI FANNO LA STORIA. La seconda guerra mondiale I NONNI FANNO LA STORIA La seconda guerra mondiale In occasione del 25 aprile, giorno della liberazione dal regime nazifascista, abbiamo intervistato i nostri nonni per conoscere la guerra che loro hanno

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned Gli anni della persecuzione nazista Dario Venegoni li ha vissuti attraverso

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

ESERCITAZIONE DI RIEPILOGO

ESERCITAZIONE DI RIEPILOGO ESERCITAZIONE DI RIEPILOGO SOTTOLINEA IN NERO LE VOCI VERBALI AL CONGIUNTIVO E IN ROSSO QUELLE AL CONDIZIONALE Che cosa faresti se vincessi al totocalcio? Sarebbe opportuno che prendessero una decisione

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Al mare. Al mare. Al mare

Al mare. Al mare. Al mare domani al mare andrò e tanti bagni io farò Poi la crema spalmerò così la pelle non brucerò e se il sole brucia un po' sotto l'ombrellone io starò Ludovica Belmonte 3^C Oggi ho deciso di viaggiare e andare

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Esercizi pronomi diretti

Esercizi pronomi diretti 1. Completate con i pronomi diretti: Esercizi pronomi diretti 1. Marina ha la tosse, dobbiamo portar dal dottore. 2. Signorina, prego di salutare i Suoi genitori quando vedrà. 3. Caro, sei libero stasera?

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo Fascicolo con la Proposta dell Estate 2015 Cari Genitori, sappiamo di offrirvi, con questo Fascicoletto, uno strumento

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Parrocchia del Crocifisso. In cerca d autore. Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13

Parrocchia del Crocifisso. In cerca d autore. Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13 Parrocchia del Crocifisso In cerca d autore Incontro con i genitori per presentare le attività 2012/13 Dal vangelo di Luca [Cap. 9 ver. 10-17] Nel nome del Padre Al loro ritorno, gli apostoli raccontarono

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Neretta e Bertola suonarono

Neretta e Bertola suonarono Neretta e Bertola suonarono il campanello di via dei Mirtilli n 15, alle ore 17. Era il primo venerdì del mese e loro erano puntualissime, come sempre. Aprì loro una vecchina piccola, piccola che con un

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli