LIPARI LIPARI. DENOMINAZIONE:Lipara,Lipari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIPARI LIPARI. DENOMINAZIONE:Lipara,Lipari"

Transcript

1 DENOMINAZIONE:Lipara,Lipari ANNO DI FONDAZIONE: Fondato dal Ministro Generale P.Giacomo da Mercato Saraceno e dal Ministro Provinciale P.Ludovico da Catania. Il secondo convento è stato edificato nel 1644.Dopo la soppressione attorno al convento vi fu costruito il cimitero comunale Intorno al 1902 i Frati poterono abitare una parte del convento e coltivare un orticello annesso.gli immobili non fanno parte civilmente dell'ente Provincia.Dal 1934 i Frati hanno la cura della vicina Parrocchia secolare di Porto Salvo. Nel 1917 in previsione di dovere abbandonare il convento in cui abitavano bonariamente perchè civilmente di proprietà del municipio,ottennero la chiesa vicina di Santa Lucia,con l'intenzione di costruirvi accanto un conventino:ma nulla è stato fatto. TITOLO DELLA CHIESA: Assunzione della B.Vergine Maria RELIGIOSI DI : I Religiosi di Lipari citati nelle statistiche e nel Necrologio della Provincia sono: Sacerdoti e chierici n 56 Fratelli e terziari n 50 FRATI ILLUSTRI: P.Mario (1685) - F.Francesco (1711) F.Andrea (1720) - P.Domenico (1766) P.Felice Fenech (1866) SCRITTORI: P.Felice Fenech (1866) BIBLIOGRAFIA IN ARCHIVIO: P.Bonaventura da Troina - Opera citata pag 121 P.Andrea da Paternò - Opera citata pag XLVIII P.Costantino da Cerami - Opera citata pag 37 P.Giustino da Patti - opera citata pag 86 P.Giustino da Patti - Questioni bizantine XVII - P.Agostino Lo Cascio da Giardini - I Frati Minori Cappuccini a Lipari - Edizione 1962 Bollettino Ufficiale n 24,1952 pp n 40,1959 pp BIBLIOGRAFIA NELL'ORDINE: Bullarium Capuc. III 176,323 Lexicon Capuc.,Roma 1951 col 962

2 BIBLIOGRAFIA EXTRA: Vito Amico - Dizionario Topografico II p 618 "altro convento dei Cappuccini stabilito nel 1554". BIOGRAFIA P.Andrea da Paternò P.Mario da Lipari 1685 I P 24 F.Andrea da Lipari laico 1720 I pp P.Domenico da Lipari 1766 II pp P.Costantino da Cerami P.Giovanni da Lipari pp P.Felice Fenech da Lipari 1867 pp RELIGIOSI DI : I Religiosi di Lipari citati nelle statistiche e nel Necrologio della Provincia sono: morte nome cognome identità 1648 F.BONAVENTURA chierico 1649 F.ANTONIO novizio 1649 F.FRANCESCO fratello 1654 F.MICHELANGELO fratello 1657 F.MICHELANGELO chierico 1663 F.BONAVENTURA fratello dal 1669 F.MICHELANGELO LAZARO fratello 1669 F.TOMMASO fratello 1675 F.BERNARDO fratello F.EGIDIO MUSCHERA fratello 1685 P.MARIANO GALTERI predicatore 1687 P.MARIO predic.provinc 1694 F.GIOVANNI fratello 1704 P.FRANCESCO predicatore 1705 F.FELICE chierico 1708 F.FELICE fratello 1710 P.CELESTINO predicatore 1712 P.LUIGI predicatore dal 1713 F.BARTOLOMEO fratello dal 1713 F.GIACOMO fratello 1719 F.FRANCESCO fratello 1719 F.GIUSEPPE MAR. fratello 1719 P.MARIO predicatore 1720 F.ANDREA fratello 1720 P.MICHELANGELO predicatore 1724 F.BERNARDINO fratello

3 1733 P.FELICE predicatore 1734 F.ANDREA studente 1734 F.BERNARDINO fratello 1736 F.ANDREA MARIA fratello 1736 F.PIETRO fratello 1737 F.BONAVENTURA fratello dal 1743 F.ONOFRIO PULVINA chierico 1743 F.SERAFINO fratello 1744 P.ARCANGELO SIDOTI predicatore F.BERNARDO RISTUCCIA fratello 1746 F.BERNARDINO fratello 1754 P.ONOFRIO predicatore 1758 F.VINCENZO fratello 1764 P.DOMENICO predicatore 1766 P.DOMENICO LANZA predicatore 1766 F.FELICE fratello 1766 F.GAETANO fratello 1767 F.ANDREA BARTOLO fratello 1769 F.BONAVENTURA CELONA fratello 1769 F.SERAFINO PALAMARA fratello 1770 F.LUDOVICO fratello 1773 P.FELICE GENTILE predicatore 1775 P.CELESTINO predicatore 1775 P.FEDELE CICCIAVALD predicatore O 1780 P.ANSELMO predicatore 1783 P.COSTANTINO predicatore 1786 F.GIUSEPPE fratello 1786 P.TOMMASO predicatore 1794 F.FRANCESCO MA fratello 1798 P.MARIANO NATOLI predicatore 1799 P.BERNARDO predicatore dal 1800 P.DOMENICO predicatore dal 1805 F.FRANCESCO fratello 1804 P.GIROLAMO predicatore 1805 F.MARIANO fratello dal 1806 F.CELESTINO chierico 1806 P.COSTANTINO predicatore 1806 P.SERAFINO SENIOR predicatore 1806 P.VENANZIO predicatore 1807 P.TOMMASO predciatore 1808 P.GAETANO predicatore Dal 1808 F.SERAFINO fratello dal 1813 F.FELICE chierico 1814 F.GIAMMARIA TARANTO fratello 1815 F.ANDREA JUVECANO fratello 1820 P.LUIGI MODICA predicatore 1820 P.SERAFINO JUNIOR predicatore 1824 P.GIUSEPPE predicastore

4 1825 P.ANTONINO predicatore dal 1825 F.BENEDETTO fratello 1825 F.BERNARDO LA GRECA fratello 1826 P.BONAVENTURA D'ALAIMO predicatore 1830 P.GIOVANNI MARCHESE predicatore 1836 P.CASIMIRO predicatore 1837 P.FEDELE BERTUCCIO predicatore dal 1839 F.TOMMASO chierico 1841 P.GIOVANNI predicatore 1844 P.BONAVENTURA predictaore 1845 F.ROSARIO fratello dal 1850 P.MARIANO NATOLI predicatore 1851 F.ANGELO TARANTO fratello 1851 F.ANGELO fratello dal 1851 F.BERNARDINO chierico dal 1853 F.ANTONIO fratello 1855 P.LUIGI predicatore 1856 F.GAETANO terziario 1866 P.FELICE FENECH predicatore 1867 P.FRANCESCO MOLLICA predicatore 1867 F.FELICE BRUNO fratello 1867 F.GIACOMO DI LORENZO fratello 1868 F.GIUSEPPE TARANTO fratello 1870 P.ANTONIO PALMISANO predicatore 1874 P.SERAFINO FENECH predicatore dal 1878 P.NUNZIATO predicatore dal 1880 P.COSTANTINO SIDOTI predicatore 1884 F.GAETANO SALTALAMAC fratello 1891 P.GIUSEPPE MARCAZZO' predicatore 1892 P.GIOVANNI FAMULARO predicatore 1893 P.FEDELE SPANO' predicatore SACERDOTI E CHIERICI N.56 FRATELLI E TERZIARI N.50 ================================================== UN PO' DI STORIA Lipari Relatione del Luogo de' Frati Minori Capuccini della Città di Lipari Il Convento de' Frati Minori Capuccini della Città di Lipari, della Provincia di Messina, situato fuori le mura, di detta Città,

5 Diocese di detta Lipari, distante 200 passi incirca da detta Città, fù fondato l'anno 1646,col consenso dell'ordinarlo ad istanza di quei Populi, e con le loro elemosine,fabricato, et eretto secondo la povera forma. Capuccina, il numero delle Celle al presente è 13, spedito che sarà il Convento, sarà 22. Ha la Chiesa sotto il titolo et invocatione dell'immacolata Concettione di M. V. Il detto Convento, oltre l'horto contiguo,che è della Sedia Apostolica, come è pure Il medesimo Convento, non possiede entrate. Vi habitano pochi Frati al presente, per essere ancora Fabrica Moderna, non complita, senza Clausura, e senza Sacramento, non essendo fin'hora fattosi Guardiano, ma Presidente, che con gl'infrascritti Frati, num.10, s'attende all'espeditione della Fabrica. Presidente: P.re fra Simone da Messina. -[SacerdotiJ P.re fra Benedetto da Cefalù, Sacerdote; - P.re fra Gioseppe da Tortoríce, Sacerdote. - (Laici:) Maestri labricatori: fra Giacomo dalla Rocca e frat'eusebio da Tusa. Maestri d'ascia: fra Placido d'alì e frate Ambrogio da Castelluccio. - Laici: fra Ruffino da Messina; - fra Geronimo da Monte Albano; - e fra Tomaso da Lipari; - Li quali si sostentano con l'elemosine somministrate dalla pietà de' Popoli, e gli'infermi si curaiio nel medesimo Convento, quale quando sarà spedito di tutto punto, vi potranno vivere commodamente dodeci Frati, e più. Non ha il detto Convento alcun peso. Noi infrascritti...convento di Lipari. A dì 12 di Marzo Io Padre fr. Simuni di Missina, presidente. Io fra Gioseppe da Tortorice, sacerdote. Io fra Giacomo dalla Rocca. Sigillum: Dimidia inferior pars erosa; Inscriptio ex parte legitur: PROVINCI... ( 1584 ) Relazione della fondazione dei 26' convento de' PP. Cappuccini che è quello di Lipari Costruzioe del convento Gen.P.Giacomo da Meraco saraceno Prov. P.Ludovico da Catania Il venerabile convento de' PP. Cappuccini nella città et isola di l'ipari fu preso e fondato dal R. P. F. Lodovico da Catania Ministro provinciale nell'anno di nostra salute 1584, come si puo vedere dalle lettre inviate dalla sudetta città, per le quali domandavano con calde istanze che si fondasse convento in essa ritrovandosi li PP. convocati nel Capitolo nella città di Randazo nel mese d'agosto del medemo anno e queste lettre petitorie si conservano nel nostro archivio di Messina, essendo Ministro generale il M. Ré P. Giacomo dal Mercato Saracino ne' primi mesi del suo governo della Religione. Fu edificato tutto a lamia o damuso in quadro secondo il modello allora moderno innante la porta dell'entrata nella città, in un buon sito e sopra l'antiche muraglie del palazo del re Liparo, ccme oggi pure si vedono. Era questo filosofo et astrologo perito, e prediceva le mozioni de tempi e venti, quindeci e dieci et otto giorni innante Lasciato per ordine della S.Sede Doppo anni quindeci nell'anno 1599 quasi compito, per frigole scuse con altri tre conventi di Rometta, Savoca et Alcara, da un padre Visitatore generale senza consenzo e parere dclli PP. della Provincia fu lasciato e renunciato alla S. Sede Apostolica in persona del vescovo come delegato a latere, e per essere religioso dell'osservanti di S. Francesco, lo diede a suoi frati Zoccolanti della Provincia di Reggio detta da loro de' cinque Martiri, questo non si potè riavere e l'altri tre sudetti fra breve tempo si ripigliaro per ordine della Sagra Congregazione, alla quale l'università di quelli, e nostri PP. della Diffinizione resintitamente ne scrissero, tutto

6 ciò puosi vedere nel Capitolo provinciale che racconto del medemo anno 1599, con una breve notizia del sacco dato alla città dal Barbar-o-s-s-a generalissimo dell'arme ottomane. Nel teinpo dell'illustrissimo monsignor don Francesco Arata vescovo e prelato ad istar dell'antichi Ambrosio, Agustino, Crisostomo &e. nel zelo, giusticia, bontà di vita &e et in particolare pietosissimo con poveri, che rivò a dare sino ad un pezo di panno, che se ne doveva fare un ferriolo e dava con tanta liberalità, come avesse avuto cento mila scudi d'entrata l'anno, ogni sera faceva polise con diversità di somma, la mattina andando li poverelli a chieder limosina, mettendo la mano in saccoccia gli diceva, prega Dio che ti venga buona, ne curò di pagare la pensione d'onze 360 incirca, pure che aggiutasse li miseri. Ma il dator d'ogni bene gli rimunerò con far ritrovare le pesche del corallo colla decima del quale pagò l'annue penzioni trascorse e somministrò a poveri, e morto il pensionario, applicò come vivo fosse, quella somma a canonici per officiare ogni giorno, che non facevano, che con secondaria e dui sagristani facevano il numero di 32 d'un coro decorato. Vi dimorai di fameglia confessore de secolari nov'anni in due volte, e di ciò ne faccio certeza, anche come suo padre spirituale straordinario, quando usciva a stare l'està nel palazo fuori della città vicino il nostro convento sino all'anno 1680 che mi partì. L'anno poi 1690 si morì e fecesi sepellire all'entrata della porta della Matrice, dove si pone il primo piede dentro, sotto una semplicissima balata senza descrizzione, governò quella chiesa anni 32 d'avanzo e Per relazione d'un reverendo canonico d'età ottantino e degno d'ogni fede, chiamato d. Cola Arcondia, che stava nelle prime case sotto il convento, affezzionatissimo all'abbito, e diede il pezo del-terreno che si fece la strada dalla plubica si va ad esso, e morì l'anno Doppo la partenza de' frati restaro li liparoti più affezzionatissimi alla Religione per l'edificazione ne lasciarono quei puoch'anni vi dimorarono, e però quasi in ogni Capitolo provinciale si faceva, mandavano a chiedere che volevano di nuovo li cappuccini e fondare altro convento, e più e più volte vi andò a fare questa petizione a nome della città, vescovo &e, il sudetto canonico, li PP. della Provincia avevano dato e davano sempre risposte ambigue.l'ultima delle volte gli rispose, questa fu sua invenzione, tanto mi confessò ivi, MM. RR. PP. giaché ha tanto tempo che ci trattengono con queste risposte, io tengo ordine d'andare a Reggio e pregare quei RR. PP. Cappuccini a nome della mia città &e che vengano a fondarvi il convento. Attentarono a questa proposta li PP. e però li risposero che tornasse, fra questo consultarono assieme con tutti PP. Vocali e risolverono di pigliarlo, altrimenti senza avere convento ne porterebbe il peso la Provincia con aver ogni giorno in essa li PP. calabresi negli luoghi contigui per li loro bisogni, e ritornando il di seguente il sudetto canonico, n'ebbe l'inclusiva, ritirossi alla patria tutto allegro e festante per l'ottenuto e tanto bramato intento, ne minore fu la consolazione n'intesero tutti al suo arrivo facendone molte dimostrazioni estrinsece e così Riaperto il convento Nell'anno di nostra felice salute 1644, il divoto, vago e bello convento nuovo fu ripigliato, Del tempo ch'aveva cura della Religione il M. R. P. Innocenzio da Caltagírone Ministro generale second'anno di suo governo, e pure anno secondo della cura provincializia del R. P. Giacopo da Geraci Ministro provinciale. Di questo convento, avendo usato ogni possibil diligenza, non s'ha potuto aver nessuna scrittura ne plubica ne privata, stimo non ritrovarsi la licenza e placet dell'illustrissimo monsignor che averà stata viva vocis oraculo. Non quella della concessione del terreno dove sta situato perché come intesi allora, che dimorai ivi, questo terreno fu dato per la divozione portava all'abbito e pegno aveva nella Religione, dal r. Canonico arcidiacono dottor d. Benedetto Gatiteri fratello della h. m. del R. P. Mario da Lipari ex Provinciale, qual terreno per essere sub titulo benefici non si potte fare scrittura plubica, bisognandovi licenza di Roma, anzi doti Petro Negro canonico e persona autorevole sopra Lipari et altre parti della Calabria per lettre commissive teneva dalla Sagra Congregazione paesano et emulo del sudetto Arcidiacono, volevalo proseguire, ma si tramezarono li frati nostri come pure affezzionato all'abbito et altre persone devote e d'autorità e sfumò la cosa e per tal rispetto o altro non si trova scrittura di concessione dei terreno. S 'ha per tradizione de' frati et anche de' secolari di quei tempi e come si vede in un epitafio che sta sopra il feriestrone dei coro della parte di fuori segnato col 1644, che fu quando si ripigliò e non quando fu fatto il detto finestrone o muro. Fu fabricato tutto a damuso secondo il pi 'ù moderno modello e riuscì il più bello della Provincia, et emendò f. Giacomo dalla Rocca

7 li difettucci commessi nelli disegni delli conventi di Pozodigotto el,inguagrossa che lo designò. L'acqua e il pericolo di asfissia Portò per contrapeso questo convento la stufararia, cioè esalazione di fuoco sotteraneo che avendovici fatti un bellissimo stagnone et una cisterna, con essere il mattone bello murato come colla di pesce, e veder li mura lixi e lustri come vetro, con tutto ciò l'aqua si oggi si vede in puochi giorni non si trova, et necessarissima più dell'altri conventi perché dandosene qualche volta a secolari, si da mediocre satisfazione nell'està parlando, che non si trova ne meno un filo d'amenta &e. nell'orto, come anche per non esservi nell'isola aque surgenti, so non pochissimi nelli bagni e 4 miglia lontane. Ma questo stagnotie tre aperture, una nel claustro, un'altra nel riposto della cucina, et il collo fatto nel mczo nel claustro soprano. Aveva di più il suo aucelletto al quale si scendeva per sua scala dell'ante cucina, discendendovi li frati per aqua o per refrigerarsi, al voler ritornar sopra restavano storditi e quasi senza respiro, con apparenza più presto di morti che di persone viventi, ne sapevano per la spraticheza a che attribuirlo in queilprincipe. Ma la somma bontà volse farei capaci col seguente successo di dui animaletti, perché avendovi scesi a caso dui galluzzi e doppo per l'oscurità non sapendo ne vedendo per ritornare vi si ritrovarono morti et allora li frati si fecero avertiti del stordimento li veniva e dal non poter respirare quando ivi scendevano, onde col consenso del superiore levaro il detto aucelletto, empiendosi pure il vacante della scala, quale era dove adesso mettino li legni, acciò non sortisse qualche disgrazia a qualche povero frate di ritrovarsi morto come li galluzi, massime di notte, e ciò si vede in tutti quei vicini contorni che raccogliendosi in tempo di verno fortuito l'aucelletti come passeri &e. in alcuni grottoni per ricoverarsi nel maltempo e piovoso, ritrovano in quelli in auguato la morte ritrovandosi estinti e privi di vita e per maggior conferma, nella nostra sepoltura nell'occorrenze aprendosi vi stordisce, ne vi ci si abbassa dentro, perché una delle volte quando ciò non si sapeva, scendendovi un frate vivo niente mancò che non restovi morto se non era suvenuto da circostanti, uscendolo fuori colle corde. S'esperimenta anche tanto delle sopradette cose in un cisternola che sta nell'orto detro del Sancta Sanctorum e capella del Crocifisso, con esser come una carabba. Or per dare rimedio al bisogno di tanta penuria d'aqua chepativano li poveri frati, essendo eletto Provinciale il R. P. Mario paesano nel Capitolo celebrato in Messina nel mese di gennaro dell'anno 1669 colla presenza del M. R. P. Fortunato da Cadoro Ministro generale, si stabilì di farsi dentro del detto stagnone un'altra contra infarra di mattoni, con dui terzi di largo da questa al muro acciò l'esalazione trovando questo vacante non offendesse, e volendo pecuniare il pavimento per abbassarlo per non sminuíre sempre la capacità come s'aveva fatto due volte, si resero li maestri insufficienti ct inabili per la forteza, e stimando che per altra parte si smarrisse l'aqua. Fecero la fabrica sopra il detto pavimento col dispendio d'onze 84, portandosi li mattoni della marina di Spatafora sotto Venetico, e la calce da Patti per essere l'isola priva di tali materie per poterle fare ivi, finito che fu pareva una campana, allegri tutti, stimando aversi trovato rimedio, ma restaro delusi che non riuscì perché pure l'aqua in poco spazio di tempo se ne andava, a pena ritinendone cinque in sei palmi. Fra questo mentre si determinò di farsi la cisterna e così nell'1670 e 71, nel qual tempo per la morte del sopradetto padre Cadoro Generale fu eletto a suo luogo il M. R. P. Stefano da Cesena, governando la Provincia il medemo padre Mario da Lipari vi si fece la cantanplona dentro, che si fabricò sopre pietre d'intaglio come pelastretti, stando a punto questa fabrica come una cantanpiona dentro il suo sovero sopra palle o più petruccie che non toccasse il fondo di detto severo, e riuscì perché non si smarrisce l'acqua e con tutto ciò è tale l'esalazione che allo spesso, massime in tempo di caldo nella sopraficie dell'aqua si vedeno dell'occhiate di scumaza. Sbrigata questa fabrica, partitosi li maestri di muro, vi vennero F. Felice e Fra Serafino da laci maestri di' legname e vi fecero la cornice coll'altre due a latere dell'altar maggiore e l'altra della cappella del beato Felice. Vedendosi per alcun'anni coll'esperienza che la fabrica di questa cisterna riuscì si determinò farci di nuovo il sopradetto stagnone, come in detta cisterna a forma pure di cantanpluna, e così nell'anno 1680 governando la Religione il M. R. P. Bernardo da Porto Maurizio Ministro

8 generale et avendo cura della Provincia il R. P. Gio. Maria da Ceraci Ministro provinciale, del convento il padre Francesco da Lipari Guardiano e mastro di muro F. Bonaventura da Monforte, levatesi li mattoni si fece tutto di petra pumicia intagliata et il numero dell'intagli da me notati fu 2300 e più, 'facendosi il fondo o pavimento sopra intagli alti un palmetto, acciò uscendo l'esalazione e trovando il vacuo non offendesse, come s'esperimentava nella fatta cisterna che aveva riuscito, ma non questo stagnone così perfettamente, perché quando è pieno tutto in breve se ne vede scemare 3 in 4 palmi d'aqua in circa, che con aversi levato 14 palmi in circa di vacuo per replicati fatti pavimenti díallora, che fu fatto la prima volta, restò di palmi 40 scarsi di longheza, 16 di largheza e 18 grassi di profondità, e l'apertura o collo come ho detto che prima era nel mczo del claustro di sopra e del stagnone si fece a lato del muro dell'orologio che viene sopra l'apertura della cucina e così li medemi cati servino per tirar aqua dell'una e l'altra parte. Del mattone restò si fece ancora un astrico che sta sopra la stalla e stanza de' sarmenti a lato del lavatoio e cammare. Nel 1681 si fecero líaltaretti di legname a lato dell'altar maggiore da mastro Gioseppe il Napolitano. Nell'anno 1683, nel qual tenipo fu eletto Ministro Generale il M. R. P. Carlo Maria da Macerata, et il R. P. Gio. Maria da Geraci Ministro provinciale, prima di partirsi per detto Capitolo generale lasciò [l'ubidienza a f. Angelo da Petralia et a f. Sebastiano da 'rroyna mastri di muro per andare a fare la libraria nuova sopra la stanza della vecchia e del corretoretto e dove vi era il tetto di questi, venne il pavimento di quella essendo Guardiano il padre Francesco da Mile, alla quale il sopra nominato illustrissimo Arata per evitare le differenze potevano incontrare li frati colla Sagra Congregazione per lo spoglio doppo sua morte, diede tutti suoi libri vivente 7 anni prima. ALTRE NOTIZIE: Anche il Convento di Lipari (il secondo fondato in quella cittadina) fu soppresso e mai riscattato.tuttavia,per concessione del Demanio,i Frati quasi sempre vi abitarono,e in forma definitiva vi dimorarono sino a pochi anni fa,dopo che il Fondo per il Culto,a richiesta del Vescovo di Lipari,il Cappuccino Mons. Bernardino Salvatore Re,gli concedeva l'uso del convento e della chiesa,riconosciuti Ente Morale,in data 15 Febbraio I Vescovi pro tempore di Lipari concessero l'uso della chiesa e di quella parte del convento rimasto libero. L'orto del convento di Lipari,sin dal 1872 fu trasformato in cimitero comunale,parte del convento fu diroccata.dal 1934 il Guardina pro tempore fu anche Custode del cimitero e Rettore della chiesa. (Cf.P.Agostino da Giardini:"I FRATI MINORI CAPPUCCINI IN ".Fratelli Viaggio Campo - Catania pag.198) DOCUMENTI D'ARCHIVIO Nell'Archivio Provinciale,Sezione 5,Conventi,sotto il nome di Lipari sono conservati i seguenti documenti. 1 Carpetta - Resoconti economici del Convento dalla fondazione e ripertura,alla chiusura definitiva nel Carpetta - Estratti catastali,planimetrie,documenti civili vigenti. 3 Carpetta (12 ) - a) -Contratti,concessioni,permessi,estratti catastali antichi. b) - Atti notarili,contratti,atti civili

9 c) - Ente morale - Personalità giuridica del convento d) - Progetto per la sistemazione della chiesa del convento (deue copie) e) - Idem f) - Corrispondenza epistolare - rerlazioni - attestati g) - Inventari - verbali di consegna - Custodia del cimitero h) - Catalogo delle opere d'arti dipinti ed antichità del convento,edito dal Ministero delle Belle Arti. i) - P.Felice Fenech da Lipari - dattiloscritto con cenni biografici - ritagli di giornali. l) - Custodia del Cimitero - Contenzioso La Rosa - Lo Cascio m) - Raccolta completa delle circolari provinciali ricevute dalla fraternità n) - Lettere circolari per annunzio di morte dei Religiosi o) - Parrocchia di S.Lucia - Corrispondenza epistolare di P.Giorgio Alongi.( Vedi sezione n.11, Parrocchie). p) - La Rosa Angelo - Lo Cascio Antonino Processo penale per il cimitero. 4 Carpetta (13 ) - a) - Registro per la cappella funeraria dei Frati. b) - Registro della S.Visita del Provinciale alla Fraternità. c) - Libro della Cronistoria del Convento d) - Libro della Cronistoria del Convento dal 1965 in poi. e) - Libro delle soluzioni dei Casi Morali f) - Registri del TOF di Lipari g) - Registro della Parrocchia di S.Lucia (Vedi Parrocchia). h) - Schede per associati al culto della Vergine di Pompei Carpetta (13 bis) a) - Lista delle Messe b) - Lista delle Messe

10 c) Libro di esito d)- Registro quote Congregazione. e) - Registro degli Iscritti. f) - Registro delle Iscrizioni. ATTI DELLA PROVINCIA Negli Atti della Provincia Lipari è citato nei seguenti documenti: 1598 Lipari I Mori assaltano l isola di Lipari - I Liparesi schiavi del moro Barbarossa P.B. libro III Lipari - Fondazione del Convento... P.B. I 121 / P.A. I - XLVIII.P.C / P.G Lipari Perdita del convento di Lipari ceuto ai Zoccolanti P.B. libro III 4) Giuliana della Biblioteca del Convento di Lipari Manoscritto legato del P.Fedele da Lipari - Dettaglio delle cose che ebbero luogo l'anno 1827 nella Congregazione di Catania e sulle sentenze date da ed il P.Vincenzo da Paternò..A.P.129 l M.R.Deffinitorio contro P.Fedele da Lipari Lipari - Supplica del Provinciale alla Monarchia di Palermo contro il Vescovo di Lipari A.P Il P.Provinciale comunica ai frati la Circolare del Commissario e visitatore Apostolico P.Felice da Lipari,in merito a calunnie e lettere infamanti in giro per la Provincia. pp Lipari - Comunicato della Segreteria di Stato al P.Generale e questi al P.Provinciale (desiderio di aver Religiosi in Lipari) A.P Lipari - Nomina del Presidente di Lipari in persona del P.Rosario da Resuttano A.P Lipari - Facoltà di vendere i piccoli spezzoni di terreno del convento A.P Lipari - Il P.Provinciale prega il Vescovo di Lipari di nominare Economo

11 Spirituale P.Rosario da Resuttano A.P Lipari - Il P.Provinciale presenta formalmente al Vescovo di Lipari P.Rosario da Resuttano - Economo Spirituale di <Porto Salvo > A.P Porto Salvo - Concessione della Parrocchia della S.C. dei Religiosi A.P Porto Salvo - Lipari - Si domanda la rinnovazione al Parroco di Porto Salvo A.P. 404 Si rinnova la concesione A.P Porto Salvo - Lipari - Il Vescovo di Lipari chiede la proroga per un anno Il P.Provinciale acconsente A.P Porto Salvo - Il Vescovo di Lipari ringrazia per la Parrocchia di Porto Salvo A.P Lipari - Notizie storiche sul convento di Lipari B.U Porto Salvo - Lipari - La congrua di Porto Salvo passa alla Provincia A.P. 183 e Lipari - facoltà di vendere doni votivi A.P Lipari - Si autorizza la rinnovazione della cucina A.P Lipari - Conventi limitrofi A.P Lipari - Autorizzazione per la costruzione del coro A.P Lipari - Nulla osta per la Parrocchia di Pirrera A.P Lipari - Si autorizzano lavori di falegnameria A.P Lipari - Si autorizzano lavori in convento A.P Lipari - Sull'orticello di Lipari - Notizie storiche B.U Lipari - Si chiede l'acquisto di un televisore per la comunità parrocchiale Prot a) Lipari - Parrocchia di Porto Salvo - Erezione della Parrocchia affidata ad personam b) Lipari - Parrocchia di Porto Salvo - Corrispondenza al 1965 c) Lipari - Parrocchia di Porto Salvo - Catechesi in Parrocchia di P.Agostino lo Cascio da Giardini. d) Lipari. Parrrocchia di Porto Salvo - Inventari vari - Registri SS.Messe della Parrocchia e) Lipari - Parrocchia di S.Lucia affidata ad personam Registro d'introito ed esito Lipari - Si comunica al Sindaco che si lascia la cappellania del Cimitero Prot

12 Lipari - La Provincia lascia definitivamente il convento B.U Lipari - Mons Di Salvo chiede spiegazioni Prot Lipari - P.Antonio e P.Salvatore Di Marco chiedono di andare - Negative Prot Lipari - P. Piergiovanni chiede di restare - Negative dal Definitorio Prot Lipari - Adrano - Disdetta locazione

ALI' ALI. DENOMINAZIONE:Alium,Alì

ALI' ALI. DENOMINAZIONE:Alium,Alì ALI' DENOMINAZIONE:Alium,Alì ANNO DI FONDAZIONE: Fondato nel 1574 dal Vicario Generale P.Girolamo da Montefiore,dal Provinciale P.Girolamo da Castello.P.Generale Vincenzo da Monte Olmo era morto a Messina.

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Cercemaggiore (Santuario della Madonna della Libera) Vinghiaturo

Cercemaggiore (Santuario della Madonna della Libera) Vinghiaturo la Famiglia ATO Puglia approda a Cercemaggiore (CB) alla ricerca di spiritualità e felicità interiore ma sopratutto a scoperto una bellissima storia che ha confortati i cuori dei partecipanti. Si ringrazia

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio ITINERARI IGNAZIANI A ROMA Cf. A.M. De Aldama sj, Roma ignaziana. Sulle orme di sant Ignazio di Loyola, Piemme, Casale Monferrato 1990 Paolo Monaco sj www.raggionline.com 8. Luoghi legati alla Compagnia

Dettagli

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di.

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Le schede sono divise in due sezioni: La prima riporta la frase del Vangelo propria della domenica, il disegno da colorare relativo all opera

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario Itinerario Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 17 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 2 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico uniformata locale

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

In quel momento i raggi del sole tornarono a risplendere nel villaggio e anche sui volti di tutti gli abitanti che da quel giorno capirono di

In quel momento i raggi del sole tornarono a risplendere nel villaggio e anche sui volti di tutti gli abitanti che da quel giorno capirono di C era una volta, al di là del grande faggio, un piccolo villaggio, qui gli abitanti vivevano felici; amavano coltivare ed avevano rispetto per il Sole che donava ogni giorno calore e luce ed anche per

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944)

APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944) APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944) Posizione della Santa Chiesa Queste apparizioni della Madre di Dio non hanno ancora ottenuto il verdetto di autentica

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare

chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare NOTA STORICA Secondo il vescovo di Rieti Marini (sec. XVIII) già nel medioevo doveva esistere nella zona di Vallemare una cappella dedicata a S. Martino. Questo

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

SOSTENTAMENTO DEL CLERO CATTOLICO

SOSTENTAMENTO DEL CLERO CATTOLICO SOSTENTAMENTO DEL CLERO CATTOLICO PRIMA DEL 1984 Prodotti per la didattica Grafica A. Cimbalo - L. Piccini Testi F. Botti Corso di Diritto Ecclesiastico prof. Giovanni Cimbalo L. 29 maggio 1855 Regno di

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI GRUPPO DI EBREI ADOTTATI Il 15 giugno 2009, pranzai presso la Villa Immacolata a Torreglia (PD), nello stesso tavolo con la signora Alberoni Angelina detta Imelda di Vigodarzere. In quella circostanza

Dettagli

LEGGENDA DELLA SIRENA

LEGGENDA DELLA SIRENA LA LEGGENDA DELLA SIRENA Anche questa seconda leggenda massarosese è stata tratta dalla raccolta Paure e spaure di P. Fantozzi e anche su questa lettura i ragazzi hanno lavorato benché in maniera differente:

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE TERZA PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO Le prove saranno somministrate negli ultimi quindici giorni di Maggio. 1 Nome... data Pippi festeggia il suo compleanno Un

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Il piccolo pezzo di argilla

Il piccolo pezzo di argilla di iana Engel Su in alto, nella vecchia torre, c era un laboratorio. Era un laboratorio di ceramica, pieno di barili di smalti colorati, col tornio del ceramista, i forni e, naturalmente, l argilla. ccanto

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

Pio Lando Di Stefano, un arzillo nonnino di novanta anni, ha vissuto gli orrori della seconda guerra Mondiale ed ha

Pio Lando Di Stefano, un arzillo nonnino di novanta anni, ha vissuto gli orrori della seconda guerra Mondiale ed ha Libertà. Per capire il significato di questa parola, bisogna conoscere il significato della parola opposta: prigionia. Questo termine significa essere prigionieri, schiavi, servitori di un padrone. Non

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La religione dei Greci Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La nascita della civiltà greca Noi quest anno abbiamo studiato la nascita della Grecia, la vita quotidiana dei Greci,

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova Documentazione a cura di Linda Giannini http://www.descrittiva.it/calip/0506/percorsi_lego.htm Indovina chi è on line? Ponte : LT & Pinerolo Ponte : LT & Genova Incontro sincrono con: Donatella Merlo Ins.

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com 2015 Atlantyca Dreamfarm s.r.l., Italia Per l edizione italiana 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Fabbri Editori: maggio 2015 www.fabbrieditori.eu ISBN 978-88-915-1547-6 Progetto e realizzazione

Dettagli

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta FINALITA -EDUCARE ALLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE GLI ALTRI, GESTIRE CONTRASTI, RICONOSCENDO DIRITTI E DOVERI ATTRAVERSO

Dettagli

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E AL SUO RITORNO, GULLIVER CI HA PREPARATO UNA SORPRESA GULLIVER DAL CARTAPAESE CI HA PORTATO UN SACCO

Dettagli

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE L amore nell amore Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo Rimola Tutti i diritti riservati L amore è: passione, possessione, ossessione, liberazione

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

come ottenere il VISTO PERMANENTE PER IL BRASILE in 6 mesi La vera storia di Andrea Alessio www.laruotachiodata.com

come ottenere il VISTO PERMANENTE PER IL BRASILE in 6 mesi La vera storia di Andrea Alessio www.laruotachiodata.com come ottenere il VISTO PERMANENTE PER IL BRASILE in 6 mesi La vera storia di Andrea Alessio www.laruotachiodata.com 28/06/2009 Come ottenere il visto permanente per il Brasile in breve tempo. La vera

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

benedizione papale di papa Francesco a Belen

benedizione papale di papa Francesco a Belen benedizione papale di papa Francesco a Belen Grazie per la sua benedizione. #sonotroppoemozionata #troppo #troppoperme. Siamo agli scoccioli, agli ultimi particolari sul matrimonio Belen Rodríguez La showgirl,

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Alcuni esempi di lettere

Alcuni esempi di lettere Alcuni esempi di lettere (si riporta soltanto l inizio e la fine della lettera) 1. Ad una sorella Gent.ma Signorina Anna Bianchi Via Arno, 7 50100 Firenze Anna carissima, ho ricevuto con molto ritardo

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO Martedì, 1 marzo siamo andati a Palazzo Cisterna di Torino. Questo palazzo, tanti anni fa, era di proprietà di Amedeo I di Savoia, duca d Aosta, re di Spagna e sua moglie

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

Casatenovo: presentato in Auditorium il cd 'Ama', per ricordare Padre Fausto Tentorio

Casatenovo: presentato in Auditorium il cd 'Ama', per ricordare Padre Fausto Tentorio 1 of 5 18/03/2013 18:09 Il primo giornale online della provincia di Lecco Casateonline > Cronaca > Dal territorio Scritto Lunedì 18 marzo 2013 alle 14:37 Casatenovo: presentato in Auditorium il cd 'Ama',

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Io vivo al campo, un posto non molto bello

Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello I bambini, nei disegni che seguono, illustrano con immediatezza cosa significhi vivere in un campo

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

Le biblioteche raccontate a mia fi glia

Le biblioteche raccontate a mia fi glia La collana Conoscere la biblioteca si rivolge direttamente agli utenti delle biblioteche per spiegare, con un linguaggio semplice, il ruolo e i diversi aspetti di questo servizio. Per tali caratteristiche

Dettagli

La strada che non andava in nessun posto

La strada che non andava in nessun posto La strada che non andava in nessun posto All uscita del paese si dividevano tre strade: una andava verso il mare, la seconda verso la città e la terza non andava in nessun posto. Martino lo sapeva perché

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

Avvenimenti di casa LA NOSTRA PICCOLA OPERA, HA VISTO, NEGLI ULTIMI MESI MOLTIS-

Avvenimenti di casa LA NOSTRA PICCOLA OPERA, HA VISTO, NEGLI ULTIMI MESI MOLTIS- Avvenimenti di casa LA NOSTRA PICCOLA OPERA, HA VISTO, NEGLI ULTIMI MESI MOLTIS- SIME INIZIATIVE ED AVVENIMENTI DI GRAZIA PER TUTTA L OPERA. CERCHIAMO DI RIPERCORRERLI. Il 13 Maggio ha rinnovato i Voti

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Il tuo volto, Signore, io cerco At 1, 12-14; Gv 1, 35-42.

Il tuo volto, Signore, io cerco At 1, 12-14; Gv 1, 35-42. COMUNITÀ PASTORALE S. MARIA MADDALENA PARROCCHIA S. GIULIO CAVENAGO DI BRIANZA TEL FAX 02.950.1010 - cavenago@chiesadimilano.it PROMEMORIA DA LUNEDI 13 A DOMENICA 19 APRILE 2015 Lezionario: Festivo anno

Dettagli

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Commissione Nuovi stili di vita Diocesi di Padova Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Dal mese della Missione al Mese del Creato C È POSTO PER TUTTI L ospitalità

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che storia leggiamo stasera? Lo scalpiccìo dei piedini sulla scala echeggiò per tutta la casa. Tino entrò di corsa, già in pigiama, ansioso di ascoltare una storia.

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli