I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice"

Transcript

1 1 I. Programmazione di un tornio con asse Y Indice I. Programmazione di un tornio con asse Y Introduzione Schema di programmazione specifico per il piano G Esempio di programmazione Verso positivo dell asse Y Interpolazione circolare Programmazione diretta di raccordi, smussi e angoli MIRROR: funzione di specularità programmabile Esercitazione pratica Introduzione Creazione del tornio con asse Y Download dei programmi e trasferimento in SinuTrain Importazione dei dati utensile Avviamento della simulazione grafica Programmi per realizzare i pezzi degli scacchi Introduzione Pedone Alfiere Cavallo Torre Regina Re CNC Corso di programmazione in 50 ore

2 2 1.1 Introduzione In questa appendice si procede alla programmazione di un tornio dotato di quattro assi (X, Z, Y, C). La macchina è del tutto identica a quella analizzata nel libro con in più la possibilità di spostare la torretta sull asse trasversale al piano G18. Come già visto nel paragrafo 4.5 l asse Y fornisce al tornio una maggiore flessibilità nell esecuzione delle operazioni di fresatura. asse X asse Y asse Z asse C Fig. 1. Esempio di tornio con 3 assi ed utensili motorizzati Le funzioni ISO presentate durante il corso sono state prima utilizzate sul piano di tornitura X-Z (G18); poi nel capitolo 32 sono state utilizzate per definire il profilo da fresare sul piano X-Y (G17); ora sono utilizzate per programmare le operazioni di fresatura eseguite sul piano Y-Z (G19).

3 3 I concetti di programmazione di ogni singola funzione sono quelli già visti nei capitoli contenuti nel libro. Rimane da stabilire uno schema di programmazione per determinare: - i versi orari ed antiorari degli archi di cerchio, - la posizione destra e sinistra dell utensile rispetto al profilo del pezzo - il valore degli angoli da utilizzare nella programmazione diretta. Lo schema di programmazione da utilizzare è quello già analizzato nel paragrafo 4.9. Fig. 2. Schema di programmazione per tutti i piani di lavoro CNC Corso di programmazione in 50 ore

4 4 1.2 Schema di programmazione specifico per il piano G19 Per utilizzare correttamente lo schema di programmazione lo si deve orientare secondo la direzione positiva degli assi presenti in macchina, valutare la traiettoria che l utensile deve percorrere e scegliere la corretta funzione da utilizzare. Qui di seguito lo schema specifico da utilizzare sul piano di lavoro Y-Z. Fig. 3. Schema di programmazione specifico per il piano Y-Z 1.3 Esempio di programmazione Applicando lo schema di figura 3 si procede alla programmazione del seguente pezzo. Fig. 4. Esempio di programmazione con lavorazione sul piano Y-Z

5 Verso positivo dell asse Y In un tornio il punto zero dell asse Y è posto (come per l asse X) sull asse di rotazione del pezzo. Il verso di movimento dell utensile (indicato dalla freccia rossa) indica che la fresa si sta spostando da Y negativa ad Y positiva. da Y- asse Z a Y+ Y0, Z0 asse Y Fig. 5. Fresatura piana sul piano Y-Z Analizzate l esempio di programma che realizza la spianatura del pezzo considerando che la posizione del piano della fresatura è determinata dalla quota programmata in X. ; dimensioni del grezzo: ; XA = 60 diametro della barra ; ZA = 0 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -120 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -80 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0,-120,-80,60) N20 G54 CNC Corso di programmazione in 50 ore

6 6 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 SPOS=0 N70 SETMS(3) N80 G19 N90 T19 D1 G0 Y0 ;FRESA RADIALE D.16 N100 G95 S2000 M3 ; PRIMA SPIANATUTA A X50 N110 G0 Y28 N120 Z0 N130 X50 N140 G1 Y-26 G94 F200 N150 G0 Z-10 N160 G1 Y28 N170 G0 Z-20 N180 G1 Y-28 N190 G0 Z-30 N200 G1 Y28 N210 G0 Z-40 N220 G1 Y-28 N230 G0 Z-50 N240 G1 Y-28 ; SECONDA SPIANATUTA A X40 N250 G0 Y34 N260 Z0 N270 X40 N280 G1 Y-34 G94 F200 N290 G0 Z-10 N300 G1 Y34 N310 G0 Z-20 N320 G1 Y-34 N330 G0 Z-30 N340 G1 Y34 (BLOCCO RAPPRESENTATO NELLA FIGURA 5)

7 7 N350 G0 Z-40 N360 G1 Y-34 N370 G0 Z-50 N380 G1 Y-34 N390 G0 Y50 ; TERZA SPIANATUTA A X32 N400 G0 Y39 N410 Z0 N420 X30 N430 G1 Y-39 G94 F150 N440 G0 Z-10 N450 G1 Y39 N460 G0 Z-20 N470 G1 Y-39 N480 G0 Z-30 N490 G1 Y39 N500 G0 Z-40 N510 G1 Y-39 N520 G0 Z-50 N530 G1 Y-39 N540 G0 Y50 N550 G0 X200 N560 G0 Z200 CNC Corso di programmazione in 50 ore

8 Interpolazione circolare Come si vede nella figura 4 il percorso da realizzare è simmetrico rispetto all asse Z. Dopo la spianatura il programma continua col realizzare la metà residente nel quadrante Y positivo. La freccia rossa indica che la fresa, per realizzare il raggio, ruota in senso orario; in base allo schema di programmazione la funzione da utilizzare è quindi G2 (vedi capitolo 13). asse Z asse Y Fig. 6. Interpolazione circolare sul piano Y-Z N570 T10 D1 G0 Y0 ;FRESA RADIALE D.4 N580 G95 S4000 M3 ; INIZIO PROFILO N590 G0 Y0 N600 Z-5 N610 X34 N620 G1 X29 G94 F120 N630 INIZIO:

9 9 N640 Y11 N650 G2 Y18 Z-12 CR= Programmazione diretta di raccordi, smussi e angoli Dopo il raggio il profilo continua con una retta parallela all asse Z che si raccorda a quella successiva inclinata di 45. La programmazione diretta di raccordi smussi e angoli avviene secondo gli stessi concetti e le funzioni presentati nel capitolo 12. Orientando lo schema di programmazione di figura 3 secondo la direzione positiva degli assi si ottiene che il valore dell angolo da programmare è di 225. asse Z 45 asse Y Fig. 7. Programmazione diretta di raccordi smussi e angoli sul piano Y-Z N660 G1 Z-22 RND=4 N670 G1 Z-30 ANG=225 CHR=2 CNC Corso di programmazione in 50 ore

10 10 asse Z asse Y Fig. 8. Completamento di metà del profilo Il programma completa la metà inferiore del profilo ed allontana la fresa a X32. N680 G1 Z-38 N690 G2 Z=IC(-6) Y=IC(-6) K-6 J0 N700 G1 Y0 N710 FINE: N720 G0 X MIRROR: funzione di specularità programmabile La caratteristica della parte superiore del profilo è quella di essere perfettamente speculare a quella inferiore. La funzione MIRROR permette di invertire il verso positivo di uno o più assi. La funzione AMIRROR ripristina il verso originale dell asse.

11 11 Per realizzare il profilo superiore il programma riposiziona la fresa nel punto di partenza del profilo inferiore (di coordinate Y0, Z-5, X29), attiva la specularità dell asse Y (MIRROR Y0) e ripete i blocchi programmati tra le etichette INIZIO: e FINE:. N730 G0 Y0 Z-5 N740 G1 X29 N750 MIRROR Y0 N760 REPEAT INIZIO FINE Concluso il percorso disattiva la specularità dell asse Y (AMIRROR Y0) ed esegue il blocco G1 Z-5 per completare il profilo. N770 AMIRROR Y0 N780 G1 Z-5 N790 G0 X400 N800 G0 Z200 N810 G0 Y0 N820 M30 CNC Corso di programmazione in 50 ore

12 Esercitazione pratica Introduzione Il tornio sul quale si svolge questa esercitazione non è ancora presente nel software di simulazione. Si procederà quindi con la sua creazione e col caricare i programmi e gli utensili utilizzati Creazione del tornio con asse Y Una volta avviato il programma SinuTrain Operate, premete l icona NUOVO posizionata nella parte alta dello schermo e lasciate selezionata la prima voce che propone di Creare una nuova macchina da un modello, quindi premete AVANTI. In questa finestra viene proposta la lista di modelli di macchine standard preconfigurate all interno di SinuTrain, scegliete Lathe with driven tool, Y axis and counter spindle, ovvero tornio con utensili motorizzati, asse Y e contromandrino e premete AVANTI. Definite ora il nome della tornio, descrivete le sue caratteristiche di base, impostate la lingua utilizzata e la grandezza della finestra che riproduce il video della macchina secondo le informazioni riportate qui di seguito. GENERALE LINGUA RISOLUZIONE Nome macchina: TORNIO: con asse Y e contromandrino Descrizione: SP1: nome del mandrino principale, X: asse lineare radiale, Y: asse lineare trasversale, Z: asse lineare longitudinale, SP3: nome del mandrino per utensili motorizzati, SP2: nome del contromandrino Italian - Italiano 640x480

13 13 Quindi premete FINE, la macchina è stata creata ed è visualizzata nella pagina di avviamento del programma. Selezionate il tornio appena creato e premete l icona START. Fig. 9. Avviamento del tornio nel programma di addestramento Download dei programmi e trasferimento in SinuTrain Aprite il sito accedete all area APPENDICI, cliccate su PROGRAMMI UTILIZZATI NELL APPENDICE 1 per scaricare la cartella che contiene i programmi. Selezionate con il puntatore la cartella compressa appena scaricata, premete il pulsante destro del mouse e scegliete: Estrai tutto, Avanti, Avanti. Copiate la cartella A1_PROG in una memoria USB vuota. Sul pannello di controllo cliccate PROGRAM MANAGER. Selezionate tra le softkey orizzontali USB, compare sullo schermo il contenuto della memoria esterna. Selezionate con le frecce la cartella A1_PROG quindi premete il tasto giallo INPUT per aprirla. Scendete ora con la barra arancione di selezione sulla cartella A01_01. Premete tra le softkey verticali EVIDENZIARE e scendete con le frecce fino a selezionare tutto il contenuto della cartella. CNC Corso di programmazione in 50 ore

14 14 Premete COPIARE. Premete NC tra i softkey orizzontali. Selezionate con le frecce la cartella PEZZI e premete INSERIRE tra i softkey verticali. Ora tutti i programmi ed il file che contiene i dati di attrezzaggio degli utensili utilizzati sono disponibili all uso Importazione dei dati utensile Premete PROGRAM MANAGER per poi entrare nella cartella A01_01, selezionate con le frecce il file UT_APP_01 e premete il tasto giallo INPUT, il CN riconosce la volontà di caricare i dati utensile. Premete quindi OK e confermate nuovamente con OK la volontà di sovrascrivere i dati attuali Avviamento della simulazione grafica Aprite il programma PRG_01_01 contenuto nella cartella A01_01. Questo programma esegue il pezzo rappresentato nella figura 3. Attivate la simulazione grafica in blocco singolo ed analizzate i movimenti dell utensile in base al blocco di programma attuale aiutandovi con i commenti riportati nei paragrafi precedenti. Potete scaricare il video dal canale YouTube di CNC Web School.com. Nella sezione APPENDICI potete inoltre trovare il modello 3D tascabile dello schema di programmazione da utilizzare sui diversi piani di lavoro.

15 Programmi per realizzare i pezzi degli scacchi Introduzione In questa sezione si utilizza l asse Y per completare le lavorazioni presenti sui pezzi degli scacchi. Ogni cartella pezzo (Work Piece Directory) contiene i programmi principali (MPF.) ed i sottoprogrammi (SPF.) necessari a realizzare ogni singolo pezzo. La barra grezza di materiale dal quale si parte è di 30 mm. Fig. 10. Programmi per realizzare i pezzi degli scacchi CNC Corso di programmazione in 50 ore

16 Pedone Aprite il programma PRG_02 contenuto nella cartella A01_02. Programma principale. Fig. 11. Pedone ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("PEDONE",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.1,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1,0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE N130 G95 S1800 M4 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 N160 G0 X2 Z1

17 17 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 PEDONE N190 G0 X200 Z200 G40 N200 T3 D2 G0 Y0 ; UT. TRONCATORE N210 SETMS(1) N220 G96 S100 M4 N230 LIMS=3000 N240 G0 Z-24.8 N250 G0 X35 N260 G1 X4 F0.12 N270 G4 S4 N280 G0 X35 N290 G0 X200 Z200 N300 M30 Sottoprogramma PEDONE.SPF per realizzare la tornitura esterna. G18 G90 G71 DIAMON G1 Z=0 X=0 G3 Z= X=8.742 K=AC(-5) I=AC(0) G1 Z= X=8.353 G2 Z= X= K=AC( ) I=AC(9.685*2) G1 Z= X= G3 Z= X= K=AC( ) I=AC(8.797*2) Z=-20.2 X=19.2 K=AC(-19) I=AC(8*2) Z=-21 X=20 K=AC(-21) I=AC(9*2) G1 Z=-24 G3 Z=-25 X=18 K=AC(-24) I=AC(9*2) G1 X=30 Z= M17 CNC Corso di programmazione in 50 ore

18 Alfiere Aprite il programma PRG_03 contenuto nella cartella A01_03. Programma principale. Fig. 12. Alfiere ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("ALFIERE",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.1,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1,0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE N130 G95 S1800 M4

19 19 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 N160 G0 X2 Z1 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 ALFIERE N190 G0 X200 Z200 G40 N200 T10 D1 G0 Y10; FRESA RADIALE D.3 N210 SETMS(3) N220 G95 S1500 M3 N230 G0 SP1=0 N240 G0 Z-9 N250 G0 X8.2 N260 G1 Y0 Z-3 F0.1 N270 G1 Y-10 Z-9 N280 G0 X34 N290 G0 X200 N300 G0 Z200 N310 T3 D2 G0 Y0 ; UT. TRONCATORE N320 SETMS(1) N330 G96 S100 M4 N340 LIMS=3000 N350 G0 Z-32.8 N360 G0 X35 N370 G1 X4 F0.12 N380 G4 S4 N390 G0 X35 N400 G0 X200 Z200 N410 M30 Sottoprogramma ALFIERE.SPF per realizzare la tornitura esterna. G18 G90 G71 DIAMON G1 Z=0 X=0 G1 X=4 G3 Z= X=7.547 K=AC(-2) I=AC(2*2) Z= X= K=AC(-8) I=AC(0) G2 Z= X=9.266 K=AC( ) I=AC(8.629*2) Z= X= K=AC( ) I=AC(16.747*2) CNC Corso di programmazione in 50 ore

20 20 Z= X= K=AC(-21.51) I=AC(9.954*2) G3 Z=-26.2 X=19.2 K=AC(-25) I=AC(8*2) Z=-27 X=20 K=AC(-27) I=AC(9*2) G1 Z=-32 G3 Z=-33 X=18 K=AC(-32) I=AC(9*2) G1 X=30 Z= M17

21 Cavallo Aprite il programma PRG_04 contenuto nella cartella A01_04. Programma principale. Fig. 13. Cavallo ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("CAVALLO",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.15,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1, 0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE CNC Corso di programmazione in 50 ore

22 22 N130 G95 S1800 M4 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 F0.12 N160 G0 X2 Z1 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 CAVALLO N190 G0 X200 Z200 G40 N200 T19 D1 G0 Y15; FRESA RADIALE D.16 N210 SETMS(3) N220 G95 S1200 M3 N230 SPOS[1]=0 N240 G0 Z8 N250 G0 X6 N260 IN_PIANO: N270 G1 Z-2 N280 G1 Y-15 N290 G1 Z-10 N300 G1 Y15 N310 G1 Z-18.2 ; QUOTA FINALE COMPRESA DI RAGGIO 8 =26.2 N320 G1 Y-15 N330 FINE_PIANO: N340 G0 Y20 N350 G0 Z-2 N360 SPOS[1]=180 N370 REPEAT IN_PIANO FINE_PIANO N380 G0 X200 N390 G0 Z200 N400 T10 D1 G0 Y0; FRESA RADIALE D.4 N410 SETMS(3) N420 G95 S1500 M3 N430 G0 SP1=0 N440 G0 Z5 N450 G0 X-8 N460 G19 N470 G1 Y4 Z4 G42 F0.1 N480 PROF_YZ

23 23 N490 G1 Y-15 G40 N500 G18 N510 G0 X200 N520 G0 Z200 N530 T17 D1 G0 Y0.5; PUNTA RADIALE D.4 N540 SETMS(3) N550 G95 S2500 M3 N560 SPOS[1]=180 N570 G0 Z-5 N580 IN_FORO: N590 G0 X8 N600 G1 X-0.8 F0.08 N610 G4 F0.4 N620 G0 X34 N630 FINE_FORO: N640 SPOS[1]=0 N650 G0 Y-0.5 N660 REPEAT IN_FORO FINE_FORO N670 G0 X200 N680 G0 Z200 N690 T3 D2 G0 Y0 ; UT. TRONCATORE N700 SETMS(1) N710 G96 S100 M4 N720 LIMS=3000 N730 G0 Z-32.8 N740 G0 X35 N750 G1 X4 F0.12 N760 G4 S4 N770 G0 X35 N780 G0 X200 Z200 N790 M30 CNC Corso di programmazione in 50 ore

24 24 Sottoprogramma CAVALLO.SPF per realizzare la tornitura esterna. N10 G18 G90 G71 DIAMON N20 G1 Z=0 X=0 N30 G3 Z= X=1.302 K=AC(-5) I=AC(0) N40 Z= X= K=AC( ) I=AC(-1.059*2) N50 Z= X= K=AC(-7.503) I=AC(4.88*2) N60 Z= X= K=AC(-6.177) I=AC(-2.261*2) N70 G2 Z= X= K=AC( ) I=AC(11.192*2) N80 G1 Z=-21.9 X= N90 G2 Z= X=18.59 K=AC( ) I=AC(12.533*2) N100 G3 Z= X=19.2 K=AC( ) I=AC(8*2) N110 Z= X=20 K=AC( ) I=AC(9*2) N120 G1 Z= N130 G3 Z= X=18 K=AC( ) I=AC(9*2) N140 G1 X=30 N150 Z= N160 M17 Sottoprogramma PROF_YZ.SPF per realizzare la fresatura del profilo sul piano Y-Z. N10 G19 G90 G71 N20 G0 Z=0 Y=0 N30 G1 Z= Y= N40 G3 Z= Y= K=AC(-6.808) J=AC(-7.798) N50 Z= Y= K=AC(-7.505) J=AC(-4.88) N60 Z= Y= K=AC(-6.176) J=AC(2.261) N70 Z= Y=-8.17 K=AC( ) J=AC(-8.291) N80 G1 Z= Y= N90 G2 Z= Y=-4.87 K=AC( ) J=AC(-6.919) N100 Z= Y= K=AC( ) J=AC(-8.559) N110 G1 Z=-24 Y=-10 N120 M17

25 Torre Aprite il programma PRG_05 contenuto nella cartella A01_05. Programma principale. Fig. 14. Torre ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("TORRE",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.1,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1,0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE CNC Corso di programmazione in 50 ore

26 26 N130 G95 S1800 M4 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 N160 G0 X2 Z1 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 TORRE N190 G0 X200 Z200 G40 N200 T20 D1 G0 Y0; FRESA ASSIALE D.2 N210 SETMS(3) N220 G95 S3000 M3 N230 SPOS[1]=0 N240 G0 Z-2 N250 G0 X20 N260 G1 X-20 F0.05 N270 SPOS[1]=90 N280 G0 X20 N290 G0 X200 N300 G0 Z200 N310 T3 D2 G0 Y0 ; UT. TRONCATORE N320 SETMS(1) N330 G96 S100 M4 N340 LIMS=3000 N350 G0 Z-28.8 N360 G0 X35 N370 G1 X4 F0.12 N380 G4 S4 N390 G0 X35 N400 G0 X200 Z200 N410 M30

27 27 Sottoprogramma TORRE.SPF per realizzare la tornitura esterna. G18 G90 G71 DIAMON G1 Z=0 X=0 G1 X=12 G3 Z=-1 X=14 K=AC(-1) I=AC(6*2) G1 Z=-4 G3 Z= X= K=AC(-4) I=AC(6*2) G1 Z= X= G2 Z= X= K=AC(-7.521) I=AC(6.982*2) Z= X=9.658 K=AC(-8.692) I=AC(9.744*2) Z= X= K=AC( ) I=AC(16.747*2) Z= X= K=AC(-17.51) I=AC(9.954*2) G3 Z=-22.2 X=19.2 K=AC(-21) I=AC(8*2) Z=-23 X=20 K=AC(-23) I=AC(9*2) G1 Z=-28 G3 Z=-29 X=18 K=AC(-28) I=AC(9*2) G1 X=30 Z= M17 CNC Corso di programmazione in 50 ore

28 Regina Aprite il programma PRG_06 contenuto nella cartella A01_06. Programma principale. Fig. 15. Regina ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("REGINA",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.1,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1,0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE

29 29 N130 G95 S1800 M4 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 N160 G0 X2 Z1 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 REGINA N190 G0 X200 Z200 N200 T3 D2 G0 Y0 ; UT. TRONCATORE N210 SETMS(1) N220 G96 S100 M4 N230 LIMS=3000 N240 G0 Z-34.8 N250 G0 X35 N260 G1 X4 F0.12 N270 G4 S4 N280 G0 X35 N290 G0 X200 Z200 N300 M30 Sottoprogramma REGINA.SPF per realizzare la tornitura esterna. N10 G18 G90 G71 DIAMON N20 G1 Z=0 X=0 N30 G1 X=4 N40 G3 Z= X=5.773 K=AC(-1) I=AC(2*2) N50 G1 Z= X=7.547 N60 X=12 N70 G3 Z= X=13.2 K=AC(-3.924) I=AC(6*2) N80 G1 Z= X=11.6 N90 G2 Z= X=10 K=AC(-6.924) I=AC(7*2) N100 G1 Z= N110 G3 Z= X=9.7 K=AC(-7.339) I=AC(1*2) N120 G2 Z= X= K=AC( ) I=AC(19.61*2) N130 G3 Z=-28.2 X=23.2 K=AC(-27) I=AC(10*2) N140 Z=-29 X=24 K=AC(-29) I=AC(11*2) N150 G1 Z=-34 N160 G3 Z=-35 X=22 K=AC(-34) I=AC(11*2) N170 G1 X=30 N180 Z= N190 M17 CNC Corso di programmazione in 50 ore

30 Re Aprite il programma PRG_07 contenuto nella cartella A01_07. Programma principale. Fig. 16. Programmi per realizzare il pedone ; dimensioni del grezzo: ; XA = 30 diametro della barra ; ZA = 0.5 sovrametallo sulla faccia anteriore ; ZI = -100 lunghezza del pezzo finito ; ZB = -60 sporgenza dalle griffe N10 WORKPIECE(,,,"CYLINDER",192,0.5,-100,-60,30) N20 G18 G54 G90 N30 G0 X400 Z500 N40 M8 N50 SETMS(1) N60 T1 D1 G0 Y0 ; UT. SGROSSATORE N70 G95 S1400 M4 N80 G0 X62 Z2 ; AVVICINAMENTO FUORI DAL PEZZO N90 CYCLE62("RE",0,,) N100 CYCLE952("con_temp",,"", ,0.1,0.1,0,3,0.1,0.1,0.5,0.1,0.1,0,1,0,0,,,,,2,2,,,0,1,,0,12, ,1,0) N110 G0 X200 Z200

31 31 N120 T2 D1 G0 Y0 ; UT. FINITORE N130 G95 S1800 M4 ;ESECUZIONE DELLA SFACCIATURA N140 G1 X35 Z0 N150 G1 X-1 N160 G0 X2 Z1 N170 G1 X0 Z0 G42 N180 RE N190 G0 X200 Z200 G40 N200 T3 D1 G0 Y0 ; UT. GOLE 2MM N210 G95 S1400 M4 N220 G0 X18 Z-7 N230 G1 X4 F0.08 N240 G1 X20 N250 G0 X200 Z200 N260 T19 D1 G0 Y16; FRESA RADIALE D.16 N270 SETMS(3) N280 G95 S1200 M3 N290 SPOS[1]=0 N300 G0 Z1 N310 G0 X4.2 N320 G1 Y-16 F0.1 N330 SPOS[1]=180 N340 G1 Y16 N350 G0 X200 N360 G0 Z200 N370 T3 D2 G0 Y0; UT. TRONCATORE N380 SETMS(1) N390 G96 S100 M4 N400 LIMS=3000 N410 G0 Z-38.8 N420 G0 X35 N430 G1 X4 F0.12 N440 G4 S4 N450 G0 X35 N460 G0 X200 Z200 N470 M30 CNC Corso di programmazione in 50 ore

32 32 Sottoprogramma RE.SPF per realizzare la tornitura esterna. N10 G18 G90 G71 DIAMON N20 G1 Z=0 X=0 N30 G1 X=4 N40 Z=-2 N50 X=8 N60 Z=-4 N70 Z= N80 X=12 N90 G3 Z= X=13.2 K=AC(-7.924) I=AC(6*2) N100 G1 Z= X=11.6 N110 G2 Z= X=10 K=AC( ) I=AC(7*2) N120 G1 Z= N130 G3 Z= X=9.7 K=AC( ) I=AC(1*2) N140 G2 Z= X= K=AC( ) I=AC(19.61*2) N150 G3 Z=-32.2 X=23.2 K=AC(-31) I=AC(10*2) N160 Z=-33 X=24 K=AC(-33) I=AC(11*2) N170 G1 Z=-38 N180 G3 Z=-39 X=22 K=AC(-38) I=AC(11*2) N190 G1 X=30 N200 Z= N210 M17

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN 1 MACCHINA UTENSILE CN 2 SISTEMA DI RIFERIMENTO Y X Z 3 SISTEMA DI RIFERIMENTO E ASSI MACCHINA L asse Z è sempre coincidente o parallelo con l asse del mandrino.

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator 1. I primi comandi per semplici lavorazioni (coordinate cartesiane assolute)..2 2. Settaggio del software...2 3. Tornitura cilindrica...6 4.

Dettagli

classe 4 MECCANICI SERALE

classe 4 MECCANICI SERALE TORNIO CNC classe 4 MECCANICI SERALE 1 PARTE COSTRUZIONE DI UN PROGRAMMA TORNIO CNC Il programma di lavorazione deve essere immesso con un formato accettabile dal CNC. Tale formato deve comprendere tutti

Dettagli

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn ========================================================== SCUOLA PROFESSIONALE PROVINCIALE PER L INDUSTRIA L ARTIGIANATO ED IL COMMERCIO GUGLIELMO MARCONI Via K. WOLF 42. I-39012 Merano (BZ) Tel.: +39

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC 1 La programmazione delle M.U. CNC 1 Generalità 2 Geometrie di riferimento 3 Grammatica 4 Lessico 5 Sintassi 6 Esempi 7 Linguaggio APT 2 La programmazione delle M.U. CNC Le

Dettagli

EMCO Win 3D-View Tornitura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Tornitura Nr. Rif. TA 1827 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

EMCO Win 3D-View Fresatura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Fresatura Nr. Rif. TA 1826 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5 LA PROGRAMMAZIONE Un programma per una Macchina Utensile CNC è costituito da una sequenza logica di informazioni geometriche, tecnologiche ed ausiliarie (fasi di lavoro). Le informazioni geometriche riguardano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM)

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) Con la programmazione manuale, il programmatore descrive un ciclo di lavoro nella sequenza voluta ed in un linguaggio comprensibile all unità di governo.

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

CNC PILOT 4290 Asse B e Y

CNC PILOT 4290 Asse B e Y Manuale utente CNC PILOT 4290 Asse B e Y Software NC 625 952-xx Italiano (it) 8/2010 CNC PILOT 4290 Asse B e Y CNC PILOT 4290 Asse B e Y Questo manuale descrive le funzioni disponibili nel CNC PILOT 4290

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 TC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI

IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI 2. Prima di iniziare l installazione assicurarsi che OrisLAB

Dettagli

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA UF1 - PRODURRE ALLA FRESATRICE Norme del disegno tecnico. Tolleranze di lavorazione. Lettura degli strumenti di misura e di controllo Conoscenza degli utensili per fresare Calcolo dei parametri di taglio.

Dettagli

MODUS. Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +90 per la lavorazione su 3 facce del profilo.

MODUS. Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +90 per la lavorazione su 3 facce del profilo. MODUS Centro di Lavoro a 3 assi controllati con rotazione tavolo porta profili -90, 0, +9 per la lavorazione su 3 facce del profilo. CARATTERISTICHE TECNICHE: Carenatura perimetrale con apertura portellone

Dettagli

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308)

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308) CNC 8065 Linguaggio ProGTL3 (Ref. 1308) SICUREZZA DELLA MACCHINA È responsabilità del costruttore della macchina che le sicurezze della stessa siano abilitate, allo scopo di evitare infortuni alle persone

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90

ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 ADIR C Centro di lavoro a 3 assi controllati con rotazione del piano di lavoro -90 /0 /+90 26/03/2015 - Pagina 1 di 10 Caratteristiche tecniche Carterizzazioni laterale e posteriore fisse. Anteriore a

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

CREA IL TUO BOOK COVER PLUS con copertina personalizzabile

CREA IL TUO BOOK COVER PLUS con copertina personalizzabile CREA IL TUO BOOK COVER PLUS con copertina personalizzabile Avviare il software Dopo l installazione, clicca due volte sull icona Comparirà la seguente finestra di scelta: presente sul desktop. Per creare

Dettagli

Guida rapida. Esplorazione dell interfaccia. Strumenti per visualizzare l immagine

Guida rapida. Esplorazione dell interfaccia. Strumenti per visualizzare l immagine Guida rapida Esplorazione dell interfaccia Questa guida indica come: Visualizzare le immagini ricostruite Utilizzare le funzionalità e gli strumenti principali per ottimizzare un immagine. 2 3 5 6 7 NOTA:

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

DISPENSA DI GEOMETRIA

DISPENSA DI GEOMETRIA Il software di geometria dinamica Geogebra GeoGebra è un programma matematico che comprende geometria, algebra e analisi. È sviluppato da Markus Hohenwarter presso la Florida Atlantic University per la

Dettagli

32. Fresa a 3 assi: cenni di programmazione

32. Fresa a 3 assi: cenni di programmazione 309 32. Fresa a 3 assi: cenni di programmazione 32.1 Introduzione Le funzioni ISO fino ad ora applicate al tornio, sono le stesse che permettono di programmare anche una fresa a 3 assi. In un tornio il

Dettagli

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Istituto Aldini Valeriani VA meccanica, a.s. 2011/2012 Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Andrea Burnelli Esempiprogrammazione Andrea Burnelli Pagina 1 Esempiprogrammazione

Dettagli

1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture

1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture Lezione 1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture Informazioni generali sulla progettazione delle strutture È possibile creare segmenti di percorso e strutture utilizzando l applicazione Progettazione

Dettagli

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) MOVIMENTI

Dettagli

Corso di controllo numerico (Cnc iso)

Corso di controllo numerico (Cnc iso) Corso di controllo numerico (Cnc iso) A cura di Ferrarese Adolfo. - Copyright 2007 - Ferrarese Adolfo - Tutti i diritti riservati - 1 Prefazione: Il corso si articola in 8 sezioni: 7 lezioni più un'ampia

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

Aggiornamento programma da INTERNET

Aggiornamento programma da INTERNET Aggiornamento programma da INTERNET In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per il corretto aggiornamento del ns. programma Metodo. Nel caso si debba aggiornare

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

SelDXF-2 CONVERTITORE DXF PER CNC S4000

SelDXF-2 CONVERTITORE DXF PER CNC S4000 SelDXF-2 CONVERTITORE DXF PER CNC S4000 SelDXF-2 è un modulo software che consente di convertire uno o più profili bidimensionali CAD dal formato disegno DXF in formato programma per i CNC Selca Serie

Dettagli

Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312

Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312 Veneto Lavoro via Ca' Marcello 67/b, 30172 Venezia-Mestre tel.: 041/2919311 fax: 041/2919312 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DEL TOOL AROF... 3 2.1 Procedura di installazione

Dettagli

istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth

istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth istruzioni per l uso 1. Che cos è Google Earth Google Earth è un software che permette una navigazione virtuale della Terra. Il programma deve essere installato sul proprio computer e, per poterlo utilizzare

Dettagli

ZENO ScanItPontic. Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape

ZENO ScanItPontic. Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape ZENO ScanItPontic Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape Indice 1 Prefazione... 2 Interfaccia utente ScanItPontic... 2.1 Barra degli strumenti per la scansione... 2.2 Barra immagini... 3 Processo

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Manuale di programmazione torni con CN Fanuc

Manuale di programmazione torni con CN Fanuc Manuale di programmazione torni con CN Fanuc R.F. CELADA email: giorgio.cerberi@celada.it Ver. 25.01.2008 2 PREMESSA Da leggere prima di iniziare la consultazione del seguente manuale : 1. Questo manuale

Dettagli

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI)

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI) FUNZIONI DEL PROGRAMMA GOAL Il programma GOAL consente all utilizzatore di creare animazioni grafiche rappresentanti schemi, esercitazioni e contrapposizioni tattiche. Le animazioni create possono essere

Dettagli

Risoluzione dei problemi di calibrazione per Lim Eyeboard su Windows 8

Risoluzione dei problemi di calibrazione per Lim Eyeboard su Windows 8 Risoluzione dei problemi di calibrazione per Lim Eyeboard su Windows 8 Con i recenti aggiornamenti di Windows 8 si potrebbero riscontrare problemi nel aprire il software di calibrazione, che visualizza

Dettagli

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Scopo: Windows, creare cartelle, creare e modificare file di testo, usare il cestino, spostare e copiare file, creare collegamenti. A

Dettagli

AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC

AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC Mantello conico con assottigliamento a S Assottigliamento a U 4 Facce con assottigliamento a S 4 facce con assottigliamento a X Punta a centrare Punta a 3 taglienti

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di Windows Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 IL DESKTOP Quando si avvia il computer, si apre la seguente schermata che viene

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2

1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2 2.1 ACCESSO AL PORTALE DI FIRMA... 2 2.2 CARICAMENTO DEI FILE DA FIRMARE... 3 2.2.1 Caricamento on click... 4 2.2.2 Caricamento drag

Dettagli

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi CAPITOLO 1 Iniziare Obiettivi Richiamare i comandi di AutoCAD tramite menu, menu di schermo, digitalizzatore, riga di comando o barre degli strumenti Comprendere il funzionamento delle finestre di dialogo

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

Tutorial. Uso di Tracker nello studio della transizione di fase di una molla di Nitinolo. NANOLAB le nano scienze a scuola - www.nanolab.unimore.

Tutorial. Uso di Tracker nello studio della transizione di fase di una molla di Nitinolo. NANOLAB le nano scienze a scuola - www.nanolab.unimore. Tutorial Uso di Tracker nello studio della transizione di fase di una molla di Nitinolo 1. Scaricate il software free di analisi video Tracker : http://www.cabrillo.edu/~dbrown/tracker 2. Se ci sono problemi

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

ISTRUZIONI DOWNLOAD LIBRA + C.I.A. Versione 19.0.0.0

ISTRUZIONI DOWNLOAD LIBRA + C.I.A. Versione 19.0.0.0 ISTRUZIONI DOWNLOAD LIBRA + C.I.A. Versione 19.0.0.0 Sommario 1. PREREQUISITO... 1 2. DEFINIRE DOVE E INSTALLATO LIBRA... 1 3. SALVARE (BACKUP) LA LICENZA D USO LIBRA 18.0.0.0 E IL DATABASE... 4 4. AGGIORNAMENTO

Dettagli

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per l utilizzo del modulo di comando (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Dettagli

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28 Magic Wand Manager Guida Utente Rel. 1.1 04/2011 1 di 28 Sommario 1. Setup del Software... 3 2. Convalida della propria licenza software... 8 3. Avvio del software Magic Wand manager... 9 4. Cattura immagini

Dettagli

Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial.

Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial. Il Configuratore OFF- LINE in 5 mosse Per le istruzioni di installazione, vai alla fine di questo tutorial. 1 Installare il configuratore Pedrotti scaricato dal link che vi è stato inviato dopo avere effettuato

Dettagli

MANUALE DI XTRA CONTROLLER PRO

MANUALE DI XTRA CONTROLLER PRO MANUALE DI XTRA CONTROLLER PRO INDICE Cliccando su una qualsiasi voce di questo elenco, verrà visualizzato il capitolo corrispondente 1. INTRODUZIONE...3 2. FUNZIONE TRAVELLING ZOOM...5 3. FUNZIONE CHAT

Dettagli

Guida al. e-ma. il: info@ma

Guida al. e-ma. il: info@ma Guida al settaggio sfondi desktop Questa breve guida illustra come impostare gli sfondi desktop scaricati dal sito web www.marcomontin.itt alla sessionee download. Di seguito sono proposti i settaggi per

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra 4.5 Stampa 4.5.1 Stampare semplici fogli elettronici 4.5.1.1 Usare le opzioni di base della stampa Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando Stampa dal menu File o si utilizza

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Esercitazione n. 7: Presentazioni

Esercitazione n. 7: Presentazioni + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 7: Presentazioni Scopo: Creare una presentazione con Microsoft PowerPoint 2010. Scegliere uno sfondo, uno stile per i caratteri, diversi

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF

MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF MODULO STAMPA BOLLETTINO PDF pagina 2 di 7 INTRODUZIONE Il modulo STAMPA BOLLETTINO PDF è una applicazione stand-alone, sviluppata in linguaggio Java, che permette di produrre

Dettagli

CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 MC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

PROCEDURE DI FIRMA PER I PIP PRESENTATI NEI BANDI APPRENDISTATO

PROCEDURE DI FIRMA PER I PIP PRESENTATI NEI BANDI APPRENDISTATO PROCEDURE DI FIRMA PER I PIP PRESENTATI NEI BANDI APPRENDISTATO 1 - INTRODUZIONE Scopo del presente documento è descrivere le procedure attuabili per la firma dei PIP presentati nei bandi apprendistato

Dettagli

EASYGEST COME FARE L INVENTARIO

EASYGEST COME FARE L INVENTARIO Procedura di Inventario : EASYGEST COME FARE L INVENTARIO Punto 1 : QUADRATURE DI MAGAZZINO Effettuare le quadrature di magazzino Punto 2 : STAMPA INVENTARIO DA STAMPE MAGAZZINO Effettuare la stampa lista

Dettagli

Voti finali e Scrutini

Voti finali e Scrutini Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni applicative, dall inserimento dei voti proposti alla gestione dello scrutinio

Dettagli

Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi

Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA 1

CORSO DI INFORMATICA 1 CORSO DI INFORMATICA 1 All interno del computer ci sono dei dispositivi che permettono di memorizzare i lavori che vengono creati. Questi dispositivi sono l HARD-DISK (o DISCO FISSO) e il LETTORE E MASTERIZZATORE

Dettagli

CNC: Caratteristiche Software Base

CNC: Caratteristiche Software Base CNC: Caratteristiche Software Base Gestione assi Gestione di controllo fino a 36 assi con 3 processori. Controllo della accelerazione della velocità e dello spazio. Gestione concorrente tra più interpolatori

Dettagli

Software per centro di lavorazione

Software per centro di lavorazione Scheda tecnica H-2000-2295-13-B Software per centro di lavorazione - caratteristiche del software NOVITÀ ORA DISPONIBILI Software base EasyProbe Presetting utensili senza contatto Pacchetti software per

Dettagli

1. Il Client Skype for Business

1. Il Client Skype for Business 1. Il Client Skype for Business 2. Configurare una Periferica Audio 3. Personalizzare una Periferica Audio 4. Gestire gli Stati di Presenza 5. Tabella Stati di Presenza 6. Iniziare una Chiamata 7. Iniziare

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

Windows. Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali. www.vincenzocalabro.it 1

Windows. Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali. www.vincenzocalabro.it 1 Windows Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali www.vincenzocalabro.it 1 Cos è Windows è un sistema operativo, ovvero un insieme di software che consente di eseguire le operazioni basilari

Dettagli

ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate

ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate Visualizzazione delle ricevute relative ai file inviati. Per controllare lo stato di elaborazione dei file inviati e per entrare in possesso delle ricevute

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

Gestione File e Cartelle

Gestione File e Cartelle Gestione File e Cartelle Gestione File e Cartelle 1 Formattare il floppy disk Attualmente, tutti i floppy in commercio sono già formattati, ma può capitare di dover eseguire questa operazione sia su un

Dettagli

Manuale di installazione driver FTDI v. 1.0 manuale utente

Manuale di installazione driver FTDI v. 1.0 manuale utente Manuale di installazione driver FTDI v. 1.0 manuale utente rev. 1 04/05/2015 Introduzione Questo manuale descrive come installare i drivers FTDI quando il sistema di auto installazione drivers di Windows

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

ITIS Q. SELLA Biella Classi 3A 4A 5A Meccanici Prof. Antonio Gareri Pagina 2 di 17

ITIS Q. SELLA Biella Classi 3A 4A 5A Meccanici Prof. Antonio Gareri Pagina 2 di 17 LAVORAZIONI CON INSERIMENTO TESTO... 3 CREARE UN RACCIRDO ATTRAVERSO UNA CURVA... 4 BLEND... 5 BLEND PARALLELA SITUAZIONE DI DEFOLT... 5 BLEND RUOTATA... 6 BLEND GENERALE... 6 BLEND CON SWEEP (SEZIONI

Dettagli

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini,

Dettagli

Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti

Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti Accesso al Sistema Trasparenza CRCU All apertura del pannello principale in alto sarà visualizzato il nome del Responsabile

Dettagli

A.S. 2010-2011. 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS.

A.S. 2010-2011. 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS. I.T.I.S. M.BARTOLO - PACHINO Progetto Introduzione alla robotica A.S. 2010-2011 1. Presentazione del materiale hardware MINDSTORMS. 2. Conoscenza dell unità programmabile - programmazione dei vari elementi

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL

RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL 1 RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Per l analisi dati con Excel si fa riferimento alla versione 2007 di Office, le versioni successive non differiscono

Dettagli

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento.

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. Uso del computer e gestione dei file 57 2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. All interno

Dettagli

Backup e Aggiornamenti

Backup e Aggiornamenti Backup e Aggiornamenti Note tecniche Clima Estratto da Primi Passi v. 1.8 14/1/2013 Primi passi pag. 1 Backup e Aggiornamenti Copyright Eskimo srl Tutti i diritti riservati. Il software o parte di esso

Dettagli

Istruzioni Archiviazione in Outlook 2007

Istruzioni Archiviazione in Outlook 2007 Istruzioni Archiviazione in Outlook 2007 In queste istruzioni si spiega come archiviare email dalle cartelle sul server in cartelle su files locali. Nell esempio si procederà all archiviazione delle email

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015

Anno Scolastico 2014/2015 Anno Scolastico 2014/2015 Prof. Marco Coppetti Prof. Rosario Costanzo A.S. 2014/2015 Corso di MU-CNC Pag. 1 1. IL CNC E LA PROGRAMMAZIONE DELLE MU-CNC CNC NC Istruzione Codice Simulatore Zero pezzo Coordinate

Dettagli

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini)

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Introduzione ai blocchi............................................1 Inserimento di blocchi.............................................2 Introduzione ai tratteggi...........................................4

Dettagli