NUOVO SISTEMA CONTROLLO ACCESSI TANDEM-XTU

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVO SISTEMA CONTROLLO ACCESSI TANDEM-XTU"

Transcript

1 Acceleratore Tandem - Sistema controllo accesssi INFN-LNL DOC n. 75 R.E./2005 NUOVO SISTEMA CONTROLLO ACCESSI TANDEM-XTU FASE A (iniettore spento, Tandem spento) - Iniettore spento - Tandem spento AL1, AL2, AL3, AL4, AL5, AL6, AL7, AL8, AL9, AL11, AL12, AL13, AL14, AL15, AL16, AL17, AL18. - Porte che si aprono localmente M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M15, M16, M17, M19, M20, M21, M23, M24, M26, M28. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M15, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. In questa Fase la Faraday Cup 2 (F.C. 2) rimane inserita e la Faraday Cup 7 (F.C. 7) si può inserire e disinserire liberamente. Sullo schermo si visualizza lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7 e dell'inverter. AL = Accesso Libero 1/23

2 FASE B (iniettore da spento ad acceso, Tandem spento) - F.C. 2 inserita - M3 chiusa AL1, AL2, AL3, AL4, AL5, AL6, AL7, AL8, AL9, AL11, AL12, AL13, AL14, AL15, AL16, AL17, AL18, SO. - Porte che si aprono localmente M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M15, M16, M17, M19, M20, M21, M23, M24, M26, M28. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. Raggiunto lo stato B si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter e del tipo di fascio (leggero o pesante). SO = Sorgente ON 2/23

3 FASE C (iniettore spento, Tandem da spento va in tensione) - F.C. 2 inserita - Giri ronda P1R1 P1R2 P1R3 P2R2 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC8, AC14, AC15, AL6, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, AL16, AL17, AL18. - Porte che si aprono localmente M14, M15, M16, M17, M19, M20, M21, M23, M24, M26, M28. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. Raggiunto lo stato C si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter, il tipo di fascio (leggero o pesante) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. N.B. Si richiede la presenza di un by-pass MANUTENZIONE che consenta di far partire il laddertron senza le ronde 1, 2, 3. La F.C. 2 non si può estrarre. AL = Accesso Libero AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato 3/23

4 FASE D (iniettore da spento ad acceso, Tandem da spento va in tensione) - F.C. 2 inserita - Giri ronda P1R1 P1R2 P1R3 P2R2 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC8, AC14, AC15, AL6, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, AL16, AL17, AL18, SO. - Porte che si aprono localmente M14, M15, M16, M17, M19, M20, M21, M23, M24, M26, M28. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. Raggiunto lo stato D si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter, il tipo di fascio (leggero o pesante) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. AL = Accesso Libero AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato SO = Sorgente ON 4/23

5 FASE E (iniettore acceso, Tandem in tensione, estrazione F.C. 2 per accelerare un fascio di ioni leggeri) - Corretto funzionamento rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10 - Giri ronda P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R4 P2R4 P1R5 P1R6 P2R6 P1R7 P2R7 P1R8 P1R9 P2R9 P1R10 P2R10 - Porte chiuse M1, M29 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC6, AC7, AC8, AC9, AC11, AC12, AC13, AC14, AC15, AC16, AC17, AC18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA6, FA7, FA8, FA9, FA11, FA12, FA13, FA14, FA15, FA16, FA17, FA18, SO. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nell area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori nell area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. - Si richiede la possibilità di inserire via software un timer che abiliti, sia da consolle che localmente, l apertura delle porte M1, M4, M10, M11, M12, M13, M24, M26 esclusivamente dopo il tempo impostato espresso in ore. Raggiunto lo stato E (fascio di ioni leggeri in area 9) si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, lo stato dell inverter, il tipo di fascio (leggero) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. 5/23

6 CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - Apertura delle porte M1 o M29, si inserisce la F.C. 2 - Corruzione delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza E1, E2, E3, E4, E5, E6, E7, E8, E9, E10, E11, E12, E13, E14, E15, E16, E17, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10, fa inserire la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia. - La mancanza del corretto funzionamento dei rivelatori fa inserire la F.C.2. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato SO = Sorgente ON FA = Fascio Accelerato Radiazioni 6/23

7 FASE F (iniettore acceso, Tandem in tensione, estrazione F.C. 2 per accelerare un fascio di ioni pesanti in F.C. 7) - F.C. 7 inserita - Corretto funzionamento rivelatori nel vano Tandem, nell area 9, nell area 10 - Giri ronda P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC8, AC14, AC15, AL6, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, AL16, AL17, AL18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA8, FA14, FA15, SO. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nell area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori nell area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. - Porta che si aprono localmente M14, M15, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. Raggiunto lo stato F (fascio di ioni pesanti in F.C. 7) si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter, il tipo di fascio (pesante) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per riportare il fascio in F.C. 7 si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. 7/23

8 - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10 fa inserire la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per riportare il fascio in F.C. 7 la dose deve scendere sotto la soglia. - La mancanza del corretto funzionamento dei rivelatori fa inserire la F.C.2. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato SO = Sorgente ON FA = Fascio Accelerato Radiazioni 8/23

9 FASE G (iniettore acceso, Tandem in tensione, estrazione F.C. 7 per portare un fascio di ioni pesanti in area 9) - Corretto funzionamento rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10 - Inverter spento - Giri ronda P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R6 P2R6 P1R9 P2R9 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC7, AC8, AC9, AC11, AC12, AC13, AC14, AC15, AL6, AL16, AL17, AL18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA7, FA8, FA9, FA11, FA12, FA13, FA14, FA15, SO. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nell area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori nell area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26 - Porta che si aprono localmente M14, M15, M21, M23, M28. Raggiunto lo stato G (fascio di ioni pesanti in area 9) si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter, il tipo di fascio (pesante) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Corruzione delle aree 6, 9 si inserisce la F.C. 7. Si torna allo stato F. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. 9/23

10 - Con l'allarme flussostato si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, nella area 9 e nell area 10 provoca l inserimento della F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia. - La mancanza del corretto funzionamento dei rivelatori fa inserire la F.C.2. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato SO = Sorgente ON FA = Fascio Accelerato Radiazioni 10/23

11 FASE H (iniettore acceso, Tandem in tensione, estrazione F.C. 7 per portare un fascio di ioni pesanti in area 10) - Corretto funzionamento rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10 - Inverter acceso - Giri ronda P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R7 P2R7 P1R10 P2R10 AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC6, AC8, AC14, AC15, AC16, AC17, AC18, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA6, FA8, FA14, FA15, FA16, FA17, FA18, SO. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nell area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori nell area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. - Porte che si aprono localmente M14, M15, M16, M17, M23, M24, M26. Raggiunto lo stato H (fascio di ioni pesanti in area 10) si visualizza sullo schermo lo stato dell'iniettore, del Tandem, delle F.C. 2 e F.C. 7, dell'inverter, il tipo di fascio (pesante) e lo stato delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Corruzione delle aree 7, 10 si inserisce la F.C. 7. Si torna allo stato F. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. 11/23

12 - Premendo uno dei pulsanti di emergenza, si inserisce la F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, nell area 9 e nell area 10 provoca l inserimento della F.C. 2. Si torna allo stato D. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia. - La mancanza del corretto funzionamento dei rivelatori fa inserire la F.C.2. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato SO = Sorgente ON FA = Fascio Accelerato Radiazioni 12/23

13 FASE I (ECR accesa, PIAVE funzionante, ALPI funzionante, estrazione PM8 per accelerare il fascio di ioni pesanti in F.C. 7) - F.C. 7 inserita - Corretto funzionamento rivelatori: ECR, RFQ, B.E Linac, A.E. Linac, FD3, Vano Tandem, AREA 9 e AREA 10 - Giri ronda: ECR PIAVE ALPI (area 1, 2 e 5) P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 - Configurazione 6: ECR on, PM1 disinserita, PD1 acceso, PM8 estratta, PD3-PD4 accesi, FD1-FD2-FD4 accesi e ID1 spento. - Quelle previste per ECR-RFQ-Linac AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC8, AC14, AC15, AL6, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, AL16, AL17, AL18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA8, FA14, FA15, Acceleratore ON, Fascio Accelerato. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori in area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori in area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26 - Porte che si aprono localmente M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. Raggiunta la fase I (fascio di ioni pesanti ECR-PIAVE-LINAC in F.C. 7) si visualizza sullo schermo lo stato del campo. 13/23

14 CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - La mancanza di buon funzionamento di tutti i monitori fa inserire la PM1. - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la PM1. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la PM1. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la PM1. Per riportare il fascio in F.C. 7 si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza si inserisce la PM1. Per riportare il fascio in F.C. 7 si richiede il giro ronda delle aree corrotte. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL di tutti i rivelatori fa inserire la PM1. Per riportare il fascio in F.C. 7 la dose deve scendere sotto la soglia l allarme deve rientrare. - L apertura di M2, M3, M4, M5, M7, M8, M9, M10, M11, M12, M13, quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori del Vano Tandem superano la soglia di PRE. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato FA = Fascio Accelerato Radiazioni AL = Accesso Libero 14/23

15 FASE L (ECR accesa, PIAVE funzionante, ALPI funzionante, estrazione di F.C.7 per portare un fascio di ioni pesanti in area 9) - Corretto funzionamento rivelatori: ECR, RFQ, B.E Linac, A.E. Linac, FD3, Vano Tandem, AREA 9 e AREA 10 - Inverter spento - Giri ronda ECR PIAVE ALPI (area 1, 2 e 5) P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R6 P2R6 P1R9 P2R9 - Configurazione 6: ECR on, PM1 disinserita, PD1 acceso, PM8 estratta, PD3-PD4 accesi, FD1-FD2-FD4 accesi e ID1 spento. - Quelle previste per ECR-RFQ-Linac. AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC7, AC8, AC9, AC11, AC12, AC13, AC14, AC15, AL6, AL16, AL17, AL18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA7, FA8, FA9, FA11, FA12, FA13, FA14, FA15. Acceleratore ON, Fascio Accelerato. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori in area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori in area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. - Porte che si aprono localmente M14, M16, M21, M23, M28. Raggiunta la fase L (fascio di ioni pesanti ECR-PIAVE-LINAC in area 9) si visualizza sullo schermo lo stato del campo. 15/23

16 CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - La mancanza di buon funzionamento di tutti i monitori fa inserire la PM1. - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Corruzione delle aree 6, 9 si inserisce la F.C. 7. S. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL di tutti i rivelatori provoca l inserimento della PM1. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia l allarme deve rientrare. - L apertura di M2, M3, M4, M5, M7, M8, M9, M10, M11, M12, M13, quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori del Vano Tandem superano la soglia di PRE. - L apertura di M11, M17, M19, M20, M24, M26, M27 quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori dell area 9 superano la soglia di PRE. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato FA = Fascio Accelerato Radiazioni AL = Accesso Libero 16/23

17 FASE M (ECR accesa, PIAVE funzionante, ALPI funzionante, estrazione di F.C.7 per portare un fascio di ioni pesanti in area 10) - Corretto funzionamento rivelatori: ECR, RFQ, B.E Linac, A.E. Linac, FD3, Vano Tandem, AREA 9 e AREA 10 - Inverter acceso - Giri ronda ECR PIAVE ALPI (area 1, 2 e 5) P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R7 P2R7 P1R10 P2R10 - Configurazione 6: ECR on, PM1 disinserita, PD1 acceso, PM8 estratta, PD3-PD4 accesi, FD1-FD2-FD4 accesi e ID1 spento. - Quelle previste per ECR-RFQ-Linac AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC6, AC8, AC14, AC15, AC16, AC17, AC18, AL7, AL9, AL11, AL12, AL13, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA6, FA8, FA14, FA15, FA16, FA17, FA18. Acceleratore ON, Fascio Accelerato. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori in area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori in area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. - Porte che si aprono localmente M14, M16, M23, M24, M26. Raggiunta la fase M (fascio di ioni pesanti ECR-PIAVE-LINAC in area 10) si visualizza sullo schermo lo stato del campo. 17/23

18 CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - La mancanza di buon funzionamento di tutti i monitori fa inserire la PM1. - Corruzione delle aree 1, 2, 3, si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Corruzione delle aree 7, 10 si inserisce la F.C. 7. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza, si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, dell area e 10 provoca l inserimento della PM1. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia. - L apertura di M2, M3, M4, M5, M7, M8, M9, M10, M11, M12, M13, quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori del Vano Tandem superano la soglia di PRE. - L apertura di M10, M19, M20, M21, M22, M28 quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori dell area 10 superano la soglia di PRE. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato FA = Fascio Accelerato Radiazioni AL = Accesso Libero 18/23

19 FASE N (ECR accesa, PIAVE funzionante, ALPI funzionante, estrazione di F.C.7 per portare un fascio di ioni pesanti ad alta intensità in area 9 o 10) - Contatto SENSORE X - Corretto funzionamento rivelatori: ECR, RFQ, B.E Linac, A.E. Linac, FD3, Vano Tandem, AREA 9 e AREA 10 - Giri ronda ECR PIAVE ALPI (area 1, 2 e 5) P1R1 P1R2 P2R2 P1R3 P1R4 P2R4 P1R5 P1R6 P2R6 P1R7 P2R7 P1R8 P1R9 P2R9 P1R10 P2R10 - Porte chiuse M1, M29 - Quelle previste per ECR-RFQ-Linac AT1, AT2, AT3, AT4, AT5, AT6, AT7, AT8, AT9, AT11, AT12, AT13, AT14, AT15, AT16, AT17, AT18, AC1, AC2, AC3, AC4, AC5, AC6, AC7, AC8, AC9, AC11, AC12, AC13, AC14, AC15, AC16, AC17, AC18, FA1, FA2, FA3, FA4, FA5, FA7, FA8, FA9, FA11, FA12, FA13, FA14, FA15, FA6, FA16, FA17, FA18. M1, M4, M10, M11, M12, M13, M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nel vano Tandem M14, M16, M17, M20, M21, M23, M24, M26, M28. rivelatori nell area 9 M1, M4, M10, M12, M14, M16, M21, M23, M28. rivelatori nell area 10 M1, M4, M11, M12, M14, M16, M17, M23, M24, M26. Raggiunta la fase N (fascio di ioni pesanti ECR-PIAVE-LINAC in area 9 o 10) si visualizza sullo schermo lo stato del campo. 19/23

20 CONDIZIONI CHE PORTANO A VARIAZIONI DI STATO: - Apertura delle porte M1 o M29, si inserisce la PM1. - La mancanza di buon funzionamento di tutti i monitori fa inserire la PM1. - Corruzione delle aree 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve rifare il giro ronda dell'area corrotta. - Con l'allarme antincendio si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme antincendio che compare anche sul sinottico. - Con l'allarme flussostato si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si deve resettare l'allarme che compare anche sul sinottico. - Premendo uno dei pulsanti di emergenza E1, E2, E3, E4, E5, E6, E7, E8, E9, E10, E11, E12, E13, E14, E15, E16, E17, si inserisce la PM1. Per ripristinare il fascio si richiede il giro ronda dell'area dove è stato premuto il pulsante. L'allarme compare anche sul sinottico. - Il superamento della soglia di ALL dei rivelatori nel vano Tandem, nell area 9, nell area 10 fa inserire la PM1. Per ripristinare il fascio la dose deve scendere sotto la soglia. - L apertura di M2, M3, M4, M5, M7, M8, M9, M10, M11, M12, M13, M14, M15 quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori del Vano Tandem superano la soglia di PRE. - L apertura di M11, M17, M19, M20, M24, M26, M27 quando è presente il bypass, fa inserire PM1 quando i rivelatori dell area 9 superano la soglia di PRE. - L apertura di M10, M19, M20, M21, M22, M28 quando è presente il by-pass, fa inserire PM1 quando i rivelatori dell area 10 superano la soglia di PRE. AT = Acceleratore in Tensione AC = Accesso Controllato FA = Fascio Accelerato Radiazioni AL = Accesso Libero 20/23

21 CONSIDERAZIONI GENERALI A) Si precisa che nelle configurazioni 28, dal 32 al 34, dal 47 al 50, dal 53 al 56 e dal 59 al 70 i pulsanti di emergenza del Linac fanno inserire sia PM1 che FC2. B) Si precisa che nelle configurazioni dal 77 al 80 i pulsanti di emergenza E1, E2, E3, E4, E5 e E6 che sono collocati nel vano Tandem e i pulsanti di emergenza di tutto il Linac fanno intervenire sia PM1 che FC2. PER LE CONFIGURAZIONI CITATE VEDI TABELLE SEGUENTI I by-pass sono temporizzati: se dopo 300 secondi la porta by-passata non si chiude la ronda cade e quindi anche il by-pass. A partire dalla FASE C tutti gli ingressi che portano nel vano del Tandem sono disabilitati localmente e si possono aprire solo da consolle. Per fare le ronde dell acceleratore Tandem il tempo a disposizione è di 90 secondi. Per l accensione della sorgente, del Tandem e per l estrazione delle Faraday cups bisogna prima fare la richiesta e poi procedere entro 90 secondi per sorgente e Tandem e 10 sec per l estrazione delle Faraday cups. Con le ronde fatte le luci gialle sulla consolle non si accendono. Si accendono solo le rosse. Le gialle si accendono con il fascio estratto. IL SINOTTICO DI VISUALIZZAZIONE, ATTUALMENTE, E UNO SOLO SIA PER IL TANDEM CHE PER IL LINAC (SALE SPERIMENTALI INCLUSE); SI VERIFICA LO STATO DELLA/E MACCHINA/E E DEI SOTTOSISTEMI RIPORTANDOSI SULLA PAGINA DI INTERESSE. 21/23

22 22/23

23 23/23

Argomenti Trattati. Sistemi di protezione dei lavoratori e dei visitatori. Sistemi di protezione presso gli acceleratori dei LNL.

Argomenti Trattati. Sistemi di protezione dei lavoratori e dei visitatori. Sistemi di protezione presso gli acceleratori dei LNL. Argomenti Trattati Sistemi di protezione dei lavoratori e dei visitatori Sistema controllo accessi Sistema di allarme radiazioni Informazione e formazione Sistemi di protezione presso gli acceleratori

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE H I07 High Performance Injection system MANUALE DI PROGRAMMAZIONE MP0010it Rel03 Copyright Emmegas 06/03/2009 1 / 14 INTRODUZIONE All avvio del programma sono visualizzati il nome del software e relativa

Dettagli

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI Caratteristiche tecniche generali: Alimentazione: Tensione secondaria stabilizzata: Corrente max in uscita: Potenza: Uscita carica - batteria tampone Presenza di

Dettagli

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 Pagina 1 di 31 I.B.S. Intelligent Building System Pagina 2 di 31 INDICE I.B.S. INTELLIGENT BUILDING SYSTEM 1. Cosa è I.B.S. Descrizione pag. 4 2. Componenti

Dettagli

serie Prima Prima OP - Classica

serie Prima Prima OP - Classica MANUALE DI MONTAGGIO ED INSTALLAZIONE PER ELETTROPISTONI serie Prima Prima OP - Classica OPERA s.r.l. via Portogallo, 43 41122 MODENA ITALIA - Tel. 059/451708 Fax 059/451697 e-mail: info@opera-access.it

Dettagli

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0 COM ID Comunicatore telefonico Contact-ID Manuale installazione ed uso versione 1.0 Questo apparecchio elettronico è conforme ai requisiti delle direttive R&TTE (Unione Europea) SCHEDA ELETTRICA LED3 Errore

Dettagli

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 12 tasti per la programmazione e per le esclusioni.

Dettagli

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4

Fig. 1. Fig. 2 Fig. 3 6 6 Alloggiamento S I M - C A R D. Fig. 4 Fig. 1 1 Morsetto a 6 Poli Uscite: Relè, On-Off, Aux1 - Aux2 2 J4: Ponticello di Reset Totale e Configurazione D e f a u l t 3 C o n n e t t o re 8 Poli: Alimentazione e I n g ressi 1-2-3 4 Relè Allarme:

Dettagli

RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS

RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS 48RGS100 - RIVELATORE DI GAS METANO CONVENZIONALE IP55 48RGS102 - RIVELATORE DI VAPORI DI BENZINA CONVENZIONALE 48RGS104 - RIVELATORE CONVENZIONALE DI IDROGENO H2, IP55

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0 Centrale Radio S64R Manuale utente Edizione 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl - Milano Centralino: +39 02 48926456 Fax: +39 02 48919252 Internet: e-mail: Edizione

Dettagli

Istruzione operativa per trasferire i dati rilevanti la temperatura dei frigoriferi /congelatori dal Data Logger al computer dedicato (PC).

Istruzione operativa per trasferire i dati rilevanti la temperatura dei frigoriferi /congelatori dal Data Logger al computer dedicato (PC). SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 3 ALTO FRIULI-COLLINARE-MEDIO FRIULI Istruzione operativa per trasferire i dati rilevanti la temperatura

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

SCGMR Ver. 1.0 Software di Controllo e Gestione Monitor Remoti (per Monitor T4L Serie PIM)

SCGMR Ver. 1.0 Software di Controllo e Gestione Monitor Remoti (per Monitor T4L Serie PIM) SCGMR Ver. 1.0 Software di Controllo e Gestione Monitor Remoti (per Monitor T4L Serie PIM) Premessa Le tecnologie multimediali rappresentano uno degli strumenti di maggior efficacia per la comunicazione

Dettagli

A 4-8-16 Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit A 4-8-16 MANUALE UTENTE A 4-8-16. Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit

A 4-8-16 Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit A 4-8-16 MANUALE UTENTE A 4-8-16. Centrale modulare analogica multiprocessore 16 bit Page / 4 A 4-8-6 Centrale modulare analogica multiprocessore 6 bit A 4-8-6 0/03/2004 A 4-8-6 Centrale modulare analogica multiprocessore 6 bit Manuale utente Page 2 / 4 A 4-8-6 Centrale modulare analogica

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE per C.A.T. e R.T.A.

INFORMAZIONI TECNICHE per C.A.T. e R.T.A. INFORMAZIONI TECNICHE per C.A.T. e R.T.A. CORNELIA PELLET ECO PELLET Autoapprendimento Radiocomando L autoapprendimento è quella funzione che permette al ricevitore del Pannello Emergenza di autoapprendere

Dettagli

IT Manuale istruzioni

IT Manuale istruzioni Manuale istruzioni Istruzioni installazione: Istruzioni estrazione filtro antigrasso. Vetro asportabile superiore Vetro asportabile inferiore 1) Fasi per estrazione vetro superiore: NB: Procedere analogamente

Dettagli

C O L L E G A M E N T I IN G R E S S I E U S C IT E S U S C H E D A C E N T R A L E A B C 5 6

C O L L E G A M E N T I IN G R E S S I E U S C IT E S U S C H E D A C E N T R A L E A B C 5 6 Applicazione per monitoraggio SILO con Centrale di Comando ABC5-6 Pag. 1 di 8 APPLICAZIONE SU SILO PER MONITORAGGIO TEMPERATURA E CONTROLLO DEL LIVELLO SEGATURA DA REMOTO TRAMITE RETE CON CENTRALE WEBCRS5-6

Dettagli

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MARY VOX Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Caratteristiche Tecniche Centrale 8 zone parzializzabile i 2 o 3 Aree con modulo GSM integrato Zone ritardate selezionabili

Dettagli

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996 MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 996 CONSOLLE VISTA INDICAZIONE DI MANCANZA RETE Se la luce verde RETE è spenta e compare la frase MANCANZA RETE sul display significa che manca la corrente elettrica, l

Dettagli

CENTRALE DI RIVELAZIONE INCENDIO

CENTRALE DI RIVELAZIONE INCENDIO CENTRALE DI RIVELAZIONE INCENDIO [immagine] MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO Dicembre 2005 - rev..2 INDICE. CENTRALE ANTINCENDIO A MICROPROCESSORE ALGOLITE.... CARATTERISTICHE PRINCIPALI:....2 GRUPPO DI

Dettagli

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM INTEGRAZIONE AL MANUALE DEL S.W 2.9 Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24 00 E-mail:

Dettagli

SmartLine. Centrale Rivelazione Incendio Convenzionale. Centrale di Estinzione. Manuale Utente. GameOver

SmartLine. Centrale Rivelazione Incendio Convenzionale. Centrale di Estinzione. Manuale Utente. GameOver SmartLine Centrale Rivelazione Incendio Convenzionale Centrale di Estinzione Manuale Utente GameOver Capitolo 1 Descrizione della centrale 1.1 Dati di identificazione del fabbricante INIM Electronics s.r.l.

Dettagli

ITALIANO. Centrale G-820. MANUALE DELL UTENTE Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO

ITALIANO. Centrale G-820. MANUALE DELL UTENTE Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO ITALIANO Centrale G-820 MANUALE DELL UTE Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO Indice G-820 Utente Segnalazioni Segnalazioni sulla tastiera 4 Segnalazioni dirette su display..................................

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO La centrale SECURBOX 226 è stata progettata per impianti di allarme antintrusione professionali. Adatta all'utenza che predilige la semplicità,

Dettagli

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter Western Co. Leonardo Inverter 1 Leonardo Inverter 1500 Inverter ad onda sinusoidale pura Potenza continua 1500W Potenza di picco 2250W per 10sec. Tensione di Output: 230V 50Hz Distorsione Armonica

Dettagli

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI Tutte le informazioni presenti in questo manuale potranno essere modificate in qualsiasi momento dall'a.e.b. s.r.l. per aggiornarle con ogni variazione o miglioramento tecnologico

Dettagli

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 8 tasti per la programmazione ed esclusione

Dettagli

IMPIANTO DI DIFFUSIONE SONORA EDIFICIO DI Servizio Prevenzione e Protezione Maggio 2010 Principali caratteristiche tecniche L impianto di diffusione sonora è finalizzato alla diffusione di messaggi che

Dettagli

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MCA 808GSM Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Il codice di default è 67890 All accensione La centrale effettua una serie di TEST. Tali Test sono evidenziati dall

Dettagli

Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga

Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga Telecontrollo Luci Aeroporto Villanova d Albenga Software Sistema Aerolux Master (ver 1.1b) Visualizzatore (ver 1.3c ) Sono oggetto del suddetto documento, i seguenti siti telecontrollati - Monterosso

Dettagli

Digit Italia Centrale digitale di rivelazione incendio multiprocessore MANUALE UTENTE. Centrale digitale di rivelazione incendio multiprocessore

Digit Italia Centrale digitale di rivelazione incendio multiprocessore MANUALE UTENTE. Centrale digitale di rivelazione incendio multiprocessore Page 1 / 16 Manuale utente Page 2 / 16 Sira s.r.l. si riserva, senza preavviso, di apportare modifiche al presente manuale ed al prodotto in esso descritto. Sira s.r.l. non si assume alcuna responsabilità

Dettagli

Tastiere 636 e 646. Manuale utente DT01451

Tastiere 636 e 646. Manuale utente DT01451 Tastiere 636 e 646 636 646 Manuale utente DT01451 Sommario Operazioni di base 3 Codici accesso 4 Inserimento e disinserimento 5 Tasti panico 9 Tasto di accesso alla programmazione 10 Caratteristiche supplementari

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

EASY 1 LOOP. Centrale Rivelazione Incendio Analogica Centrale di Estinzione. Manuale Utente

EASY 1 LOOP. Centrale Rivelazione Incendio Analogica Centrale di Estinzione. Manuale Utente EASY 1 LOOP Centrale Rivelazione Incendio Analogica Centrale di Estinzione Manuale Utente EASY 1 LOOP Manuale Utente Capitolo 1 Descrizione della centrale 1.1 Dati di identificazione del dispositivo Denominazione:

Dettagli

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet air

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet air LINX s.r.l Via D.E.Peruzzi 28 C/D 36027 Rosà (VI)-Italy Tel. +39 0424582075 Fax +39 0424582460 Mail : mail@linx.it Web: www.linx.it LX Easy pellet air rev.00 Pagina 1 di 12 DESCRIZIONE TASTI DEL PANNELO

Dettagli

MATRIX 6/816 Centrale d Allarme con Tastiere Remote MANUALE UTENTE RINS792-2

MATRIX 6/816 Centrale d Allarme con Tastiere Remote MANUALE UTENTE RINS792-2 MATRIX 6/816 Centrale d Allarme con Tastiere Remote MANUALE UTENTE RINS792-2 Matrix 424/832/832+ Manuale Utente INDICE 1. INTRODUZIONE..1 2. INDICAZIONI E SIMBOLOGIE 1 2.1 Significato dei Pulsanti...1

Dettagli

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO Gruppo di continuità UPS Kin Star 850 MANUALE D USO 2 SOMMARIO 1. NOTE SULLA SICUREZZA... 4 Smaltimento del prodotto e del suo imballo... 4 2. CARATTERISTICHE PRINCIPALI... 5 2.1 Funzionamento automatico...

Dettagli

Manuale istruzioni. Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore

Manuale istruzioni. Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore Manuale istruzioni Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore Indice ARATTERISTIHE GENERALI E FUNZIONALITA' da pag. 5 OGGETTI I OMUNIAZIONE E PARAMETRI ETS da pag. 6

Dettagli

Cenfrq e LE K2 I LE K2K

Cenfrq e LE K2 I LE K2K MANUALE DI SERVIZIO Cenfrq e LE K2 I LE K2K Le centrali serie K2, uno dei modelli più compatti della linea di centrali Lince, possono offrire, se usate in modo adeguato, lo stesso grado di sicurezza e

Dettagli

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT!

DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! DISPONIBILE ANCHE L APPLICAZIONE PER ANDROID. SCARICABILE DAL MARKET SOTTO LA VOCE KINGSAT! 1 COS E KINGSAT-ITALIA Kingsat-italia è un sistema di localizzazione satellitare di ultima generazione. Consente

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

SUWIRA QUADRO DI COMANDO PER TENDE DA SOLE ISTRUZIONI PER L USO

SUWIRA QUADRO DI COMANDO PER TENDE DA SOLE ISTRUZIONI PER L USO QUADRO DI COMANDO PER TENDE DA SOLE ISTRUZIONI PER L USO IS_04_06_IT INDICE 1. 2. INTRODUZIONE...3 INSTALLAZIONE...4 2.1 ALLACCIAMENTO ELETTRICO...4 2.2 ANTENNA RADIO... 4 3 PANNELLO DI CONTROLLO...5 4

Dettagli

Manuale tecnico generale CRPRO2

Manuale tecnico generale CRPRO2 Manuale tecnico generale CRPRO2 Il CRPRO2 è una centralina aggiuntiva professionale gestita da microprocessore, in grado di fornire elevate prestazioni su motori diesel con impianto di iniezione Common-Rail

Dettagli

SUITE BY11250. GSM Direct Monitor

SUITE BY11250. GSM Direct Monitor Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 10 SUITE BY11250 (1.0.0.1) GSM Direct Monitor (1.0.0.1) IMPORTANTE Pagina 2 di 10 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento alla versione

Dettagli

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ELCOM S.R.L. TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ( Rev. 0.3s ) MANUALE USO TASTIERA EL.-5000 I pulsanti hanno le seguenti funzioni: Comando di START abilitazione alla marcia con accensione

Dettagli

FUNZIONAMENTO E DATI TECNICI

FUNZIONAMENTO E DATI TECNICI FUNZIONAMENTO E DATI TECNICI SEGNALAZIONI I simboli visualizzati sul display a 7 segmenti e i led presenti su emettitore e ricevitore, vengono visualizzati a seconda della fase di funzionamento del sistema.

Dettagli

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet. RETE ON AMALIA 1 2 3 TEST 4 5 6 7 EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.it DOMOTEC SRL - Lungo Dora Liguria, 58 - I - 10143 TORI

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

MINI4GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM

MINI4GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM EN50131-1 Grade 2 PD6662 Grade 2 Environmental Class 2 MINI4GSM COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE DELL INSTALLATORE ITALIANO DESCRIZIONE è un combinatore telefonico su linea GSM in grado di inviare chiamate

Dettagli

Sistema di allarme via radio "Pegaso" Kit "Fai da te"

Sistema di allarme via radio Pegaso Kit Fai da te NOTE Sistema di allarme via radio "Pegaso" Kit "Fai da te" Sommario Pagina 1.0. escrizione... 2 2.0. Installazione... 3 3.0. Collegamento alla rete... 3 4.0. Segnalazione batteria scarica... 4 5.0. Chiave

Dettagli

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 (versione firmware: BY10850-M1-V2) La presente documentazione è di proprietà esclusiva

Dettagli

MANUALE D INSTALLAZIONE

MANUALE D INSTALLAZIONE SJ604AX SH602AX SH602AX: tele 2 pulsanti con ritorno informaz. SJ604AX: tele 4 pulsanti con ritorno informaz. MANUALE D INSTALLAZIONE Indice 1. Presentazione... 1 2. Preparazione... 2 3. Apprendimento...

Dettagli

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 COMBY GSM BUS Combinatore GSM su BUS 485 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 Manuale di installazione ed uso Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE.

Dettagli

CE818. Programmazione via software. Software di programmazione. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20

CE818. Programmazione via software. Software di programmazione. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20 CE818 Programmazione via software 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20 Software di programmazione Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE. CONSERVARE

Dettagli

Sistema Tele Assistence

Sistema Tele Assistence Sistema Tele Assistence SISTEMA PER LA GESTIONE DI RICHIESTE DI SOCCORSO LASER NAVIGATION 1 1.SISTEMA TELEASSISTENCE Il Sistema Tele Assistence ha come scopo garantire la sicurezza delle persone che si

Dettagli

MP MANUALE MULTI- COMBUSTIBILE USB MP01/D CALDAIA A BASAMENTO POLICOMBUSTIBILE

MP MANUALE MULTI- COMBUSTIBILE USB MP01/D CALDAIA A BASAMENTO POLICOMBUSTIBILE PANORAMICA La centralina MP01/D è adatta ad essere impiegata su caldaie policombustibili dove è possibile selezionare la ricetta più appropriata al combustibile in uso, oppure utilizzare legna singolarmente

Dettagli

PROTEC9. Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE

PROTEC9. Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE ITALIANO ITALIANO PROTEC9 Centrale antifurto 9 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE PROTEC9 - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Centrale Antifurto C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Manuale per l'utente 24832301-08-02-10 GLOSSARIO Zone o Ingressi Per Zone o Ingressi, si intendono le fonti da cui provengono gli allarmi, che possono

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB La centrale Technoweb è una centrale a con 8 ingressi di allarme. Le 8 zone/ingressi sono suddivise su 2 aree. Funzione tempo di ingresso e tempo di uscita, possibilità di

Dettagli

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM Introduzione Grazie per aver preferito il nostro prodotto. La centrale wireless DS1 SL è uno dei migliori antifurti disponibili

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI MULTIMEDIALI NELLE AULE DEL NUOVO EDIFICIO (POVO 1) (Versione 0.5)

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI MULTIMEDIALI NELLE AULE DEL NUOVO EDIFICIO (POVO 1) (Versione 0.5) ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI MULTIMEDIALI NELLE AULE DEL NUOVO EDIFICIO (POVO 1) (Versione 0.5) IMPORTANTE: L accesso alle risorse multimediali, in ogni aula, avviene attraverso l utilizzo di

Dettagli

Manuale d installazione

Manuale d installazione AWACS AC16 SISTEMA SUPERVISIONATO VIA RADIO Manuale d installazione VIMAC SECURITY s.a.s. - via del Fante, 1-33170 Pordenone - IT tel. 0434 551112 - fax 0434 362039 e-mail: vimacsecurity@tin.it 1 AC16

Dettagli

LP 2000 INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

LP 2000 INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE LP 2000 INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE INDICATORE, REGOLATORE DI LIVELLO PER IL COMANDO DI DUE POMPE CON SENSORE PIEZORESISTIVO TIPO LP 2000 Questo strumento è stato studiato per dare una soluzione tecnologicamente

Dettagli

Safe Touch. User Manual

Safe Touch. User Manual Safe Touch User Manual AVVERTENZE Comelit Group S.p.A. declina ogni responsabilità per un utilizzo improprio degli apparecchi, per modifi che effettuate da altri a qualunque titolo e scopo, per lʼuso di

Dettagli

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High Simply8 Cod. 27951 Centrale filare Simply8 High Manuale d uso v. 1.0 INTRODUZIONE Zone di allarme temporizzabili e parzializzabili con linee configurabili come N.C., N.A., bilanciate e ad impulsi (es.

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO INSTALLATION AND FUNCTIONING MANUAL

MANUALE DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO INSTALLATION AND FUNCTIONING MANUAL CERTIFICATO DI INSTALLAZIONE. Il sottoscritto installatore, certifica di aver eseguito personalmente l'installazione del dispositivo conformemente alle istruzioni del fabbricante. Da : Venduto il :...

Dettagli

Telecomando Xtra.Remote Control (mk2)

Telecomando Xtra.Remote Control (mk2) Telecomando Xtra.Remote Control (mk2) 1. INSTALLAZIONE TELECOMANDO Il telecomando comprende i seguenti accessori: Unità telecomando Adattatore (1A @ 5V DC) Coppia di batterie ricaricabili (NiMH) Protezione

Dettagli

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO MANUALE

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

SISPA Sicurezza Incendio S. r. l.

SISPA Sicurezza Incendio S. r. l. CARATTERISTICHE DI ESERCIZIO 1.1 Normale Esercizio di Analisi Fumi. Il pannello di centrale si presenta con la spia power accesa in colore verde, simbolo della corretta alimentazione di centrale. La scritta

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN Procedura di aggiornamento firmware inverter Ingeteam serie Ingecon Sun Lite Tel. + 39 0546 651490 Fax: +39 0546 655391 e-mail: italia.energy@ingeteam.com Pagina

Dettagli

TELEMETRIA GSM PER GSE

TELEMETRIA GSM PER GSE Pagina 1 di 5 TELEMETRIA GSM PER GSE Mod. TLM-GSE4 La telemetria TLM-GSE4 è una opzione applicabile a tutti i gruppi GSE. Essa consiste in un box metallico contenente le schede elettroniche e il modem

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TM400P Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche funzionali...3 1.3 Caratteristiche tecniche...4

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI. Contatore di particelle video con fotocamera integrata. Modello VPC300

MANUALE D ISTRUZIONI. Contatore di particelle video con fotocamera integrata. Modello VPC300 MANUALE D ISTRUZIONI Contatore di particelle video con fotocamera integrata Modello VPC300 Introduzione Grazie per aver scelto il Contatore di particelle con fotocamera Modello VPC300 di Extech Instruments.

Dettagli

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 -

CENTRALE serie R. Utente. Manuale. - Versione 4.1 - CENTRALE serie R Manuale Utente - Versione 4.1-00 1 Menù Utente CODICE PERSONALE (DEFAULT utente 1= 111111) Frecciagi ù INSERIMENTO Invio ( ) Utilizzare i Tasti Numerici per configurare i Programmi da

Dettagli

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1.

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1. Procedura di avviamento LEC Ciclo a secco stampo, applicare la massima forza di chiusura, ripetere - volte (chiudere tutti i conduttori prima di iniziare). Accendere l interruttore principale (posizione

Dettagli

Avvertenza prima dell installazione

Avvertenza prima dell installazione Avvertenza prima dell installazione Spegnere immediatamente la videocamera di rete se questa presenta fumo o un odore insolito. Non collocare la telecamera di rete vicino a sorgenti di calore come televisori

Dettagli

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 16 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Editor Parametri e Configurazione (1.0.0.0) IMPORTANTE Pagina 2 di 16 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo IInttroduziione La centrale di allarme RF5000 (LEVEL 5) nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di un impianto di allarme

Dettagli

Volete caricare "separatamente" una seconda batteria da un alternatore o da un carica batteria a singola uscita?..

Volete caricare separatamente una seconda batteria da un alternatore o da un carica batteria a singola uscita?.. EQUIPAGIAMENTI ELETTRICI PER MEZZI MOBILI Corso ROSSELLI 119-10129 TORINO TEL 011,3040082 FAX 011,19837717 e-mail: info4x4@teknautic.com Volete caricare "separatamente" una seconda batteria da un alternatore

Dettagli

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet idro

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet idro LINX s.r.l Via D.E.Peruzzi 28 C/D 36027 Rosà (VI)-Italy Tel. +39 0424582075 Fax +39 0424582460 Mail : mail@linx.it Web: www.linx.it Indice: 1.0 Descizione del pannello sinottico... 2 1.1 Descrizione icone

Dettagli

MANUALE D USO STAZIONI DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI

MANUALE D USO STAZIONI DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI MANUALE D USO STAZIONI DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI 204.CAxxx 204.CBxxx 204.UBxxx 204.WBxxx MP36289 1 ZP90856-I-6 INDICE 1 DESCRIZIONE DEL SISTEMA... 4 1.1 MODALITA DI FUNZIONAMENTO... 4 2 INTERFACCIA

Dettagli

Danfoss Solar Inverters TLX Series

Danfoss Solar Inverters TLX Series Danfoss Solar Inverters TLX Series Guida all aggiornamento software Rev. date: 2013-05-22 L00410588-03_06 Sommario Sommario 1. Introduzione 2 Introduzione 2 Esonero della responsabilità 2 2. Requisiti

Dettagli

ITALIANO. Serie Atlantis MANUALE DELL UTENTE. Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO

ITALIANO. Serie Atlantis MANUALE DELL UTENTE. Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO ITALIANO Serie Atlantis MANUALE DELL UTENTE Omologazione IMQ SISTEMI DI SICUREZZA 1 e 2 LIVELLO Indice Atlantis Utente Attivazioni Utente Segnalazioni sulla tastiera 4 Segnalazioni dirette su display..................................

Dettagli

Manuale d uso Giove CA4

Manuale d uso Giove CA4 Linea GIOVE Manuale d uso Giove CA4 GIove Indice ----Caratteristiche generali centrale Giove CA4 pag 3 ----Caratteristiche generali comando RC2 pag 3 ----Collegamento Giove CA4 pag 4 ----Collegamento Giove

Dettagli

CPT2. Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE

CPT2. Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE ITALIANO ITALIANO CPT2 Centrale antifurto 2 zone MANUALE PER L'UTENTE EMC 89/336 CEE CPT2 - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche

Dettagli

Guida RANGE ROVER EVOQUE RANGE ROVER EVOQUE. Inserimento dell accensione e avviamento del motore Vedere pagina 2, voce 6. Spie della strumentazione

Guida RANGE ROVER EVOQUE RANGE ROVER EVOQUE. Inserimento dell accensione e avviamento del motore Vedere pagina 2, voce 6. Spie della strumentazione Inserimento dell accensione e avviamento del motore Vedere pagina 2, voce 6. 6 Il tasto START/STOP (avviamento/arresto) funziona solo se la chiave Smart si trova all interno del veicolo. Solo accensione

Dettagli

Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US)

Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US) Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US) Descrizione Questo dispositivo consente di controllare una sorgente luminosa automaticamente mediante la rilevazione di movimento

Dettagli