Università degli Studi di Sassari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Sassari"

Transcript

1 Decreto n del 07/08/2015 Prot. n Università degli Studi di Sassari Area Didattica e Ricerca Ufficio Alta Formazione Anno 2015 Titolo III Classe 6 Fascicolo III/6.1 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Sassari, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 298 del 23 dicembre 2011; VISTO l art. 4 della Legge 3 luglio 1998, n. 210, il quale prevede che le Università con proprio regolamento disciplinino la materia dei corsi di dottorato; VISTO il Regolamento d Ateneo sui Corsi di Dottorato di ricerca emanato con D.R. n del 29/05/2015; VISTO il D.M. 30/04/1999 n. 224, pubblicato sulla G.U. n. 162 del 13/07/1999; VISTA la Legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l art. 19; VISTO il D.M. 08/02/2013 n. 45, pubblicato sulla G.U. n. 104 del 06/05/2013; VISTE le delibere del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione rispettivamente del 13 e 19 giugno 2007 relative alla normativa tasse; VISTO il Decreto Ministeriale del 18 giugno 2008 Aumento dell'importo annuale lordo delle borse di dottorato di ricerca ; VISTE le proposte di attivazione del XXXI ciclo dei Corsi di dottorato di ricerca con sede amministrativa presso l Università di Sassari avanzate dalle strutture preposte all attività di ricerca; VISTA la nota MIUR del 13/03/2015 Prot. n. 4289, con la quale sono state dettate le indicazioni operative sulle procedure di accreditamento dei Dottorati per l A.A. 2015/2016, fissando il termine del 30/04/2015 per la presentazione, attraverso la banca dati del Dottorato, delle proposte di accreditamento di Corsi già accreditati; VISTA la nota MIUR del 24/04/2015 Prot. n. 7128, con la quale è stata comunicata la proroga della chiusura della procedura di inserimento dei Corsi di Dottorato di cui alla nota sopra menzionata, alla data dell 8 maggio 2015; 1

2 VISTO il D.R. n del 06/05/2015 con il quale viene determinata l assegnazione definitiva delle borse di studio e dei posti senza borsa ai Corsi di Dottorato di ricerca con sede amministrativa presso questo Ateneo già accreditati e per i quali è stata chiesta la prosecuzione per il XXXI ciclo, nonché l assegnazione definitiva delle borse di studio ai Corsi di Dottorato di ricerca in convenzione con l Università di Cagliari e con sede amministrativa presso quest ultima già accreditati e per i quali è stata chiesta la prosecuzione per il XXXI ciclo; NELLE MORE del Decreto Ministeriale di accreditamento dei Corsi di Dottorato per i quali è stata inoltrata al MIUR in data 06/05/2015 la relativa richiesta in via telematica; VISTE le delibere del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico rispettivamente del 20 e 19 maggio 2015 con le quali vengono approvate l attivazione e la ripartizione delle borse di studio per il XXXI ciclo dei Corsi di dottorato di ricerca di questa Università già autorizzate con D.R. n del 06/05/2015; VISTA in particolare la predetta delibera nel punto in cui viene assicurata la copertura finanziaria dei Corsi di Dottorato di Sede sulle seguenti risorse: n. 7 FFO, n.1 per mille, n. 21,5 POR-FSE e n. 10,5 autofinanziate dai Corsi di dottorato; CONSIDERATO che alla data di pubblicazione del bando non è ancora stato pubblicato l Avviso di chiamata agli Atenei di Cagliari e Sassari per il finanziamento di Borse di Dottorato POR FSE 2014/2020; VISTA la nota del 04/08/2015, Prot a firma del Direttore Generale con la quale, in assenza del finanziamento regionale, si autorizza l emanazione del bando di concorso per l ammissione al XXXI ciclo dei Corsi di Dottorato di ricerca assicurandone la copertura sulle risorse proprie d Ateneo; VISTA la nota del 06/07/2015, Prot con la quale il MIUR, facendo seguito alla propria nota del 22/06/2015, Prot , autorizza gli atenei all emanazione e all espletamento dei bandi per i Corsi di Dottorato, fissando, per l A.A. 2015/2016, la conclusione delle procedure di ammissione ai Corsi (ordinariamente 30 settembre di ciascun anno) nel termine del 31/10/2015; 2

3 DECRETA ART. 1 Istituzione Presso l Università degli Studi di Sassari sono attivati per il XXXI ciclo i Corsi di Dottorato di Ricerca. Sono indetti concorsi per titoli ed esami, per l ammissione ai Corsi di Dottorato di Ricerca di seguito elencati, per ciascuno dei quali viene indicato il numero dei posti messi a concorso, il numero delle borse di studio, le modalità di svolgimento delle prove di ammissione nonché la data, l ora e il luogo ove si svolgeranno le stesse. Le borse di studio sono così suddivise: N. Corso di Dottorato in Ateneo Cofinanziata Ateneo - Dipartimento Dipartimenti e Altri finanziatori Totale borse Architettura e Ambiente (in convenzione con l Università di Karabuk) Life Sciences and Biotechnologies Lingue, Letterature e Culture dell età moderna e contemporanea (di cui 1 riservata a candidato di nazionalità vietnamita Scienze Agrarie Scienze Biomediche Scienze Giuridiche Scienze Veterinarie (di cui un posto riservato a dipendenti di imprese convenzionate con l Ateneo) TOTALE

4 CORSO DI DOTTORATO in Architettura e Ambiente Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica (DADU) Coordinatore: Prof./ssa Paola Pittaluga tel. _079/ _- e.mail: Obiettivi del Corso: La questione ambientale impone di ripensare forme e modi dell abitare attorno al concetto di sostenibilità e permissibilità ambientale alle varie scale, dalla pianificazione del territorio e dei sistemi di trasporto, alla gestione delle risorse e degli ecosistemi, dalla pianificazione dell energia, dell acqua e del suolo alla pianificazione e gestione del paesaggio, dalla progettazione architettonica al recupero e alla rigenerazione urbana fino al design degli oggetti e della comunicazione. Il dottorato punta a formare un ricercatore in grado di comprendere gli spazi costruiti e le loro relazioni con ambiente e paesaggio per progettarne gestione e trasformazione. Ciò richiede un approccio sistemico e multidisciplinare: gli steccati disciplinari con le loro teorie escludenti non permettono di affrontare il tema della sostenibilità in modo integrato. Il dottorato pur interdisciplinare, è coerente per contenuti, obiettivi e approccio metodologico. È centrato sull architettura e sul progetto ambientale dello spazio a partire da adeguate conoscenze ecologiche e ambientali. L obiettivo è rendere la sostenibilità astratta in termini di permissibilità concreta, occupandosi di oggetti, materiali e immateriali, in relazione alle funzioni, alle strutture e ai processi dell ecosistema, ma anche di riqualificare, recuperare, restaurare, ripensare, riusare, riciclare, ridurre. Il dottorato punta a formare ricercatori capaci di operare con autonomia e competenza per enti di ricerca e nel settore accademico. Tuttavia il dottore di ricerca in Architettura e Ambiente è anche una figura professionale di alto profilo, che può operare in modo autonomo o all interno di enti ricerca o enti pubblici e locali, qualificata per la gestione del progetto alle diverse scale, da quella urbana/territoriale - con particolare attenzione alle dinamiche ambientali e alle forme-processo che le caratterizzano - a quella architettonica, attraverso metodi, tecniche e strumenti per la lettura, l interpretazione, la rappresentazione e la gestione dei diversi contesti di progetto, basandosi sull approfondimento dei vari aspetti delle discipline che concorrono - tradizionalmente e no - al progetto della città e del territorio, fino alla scala dell oggetto e del design. Il dottore di ricerca può trovare collocazione nell ambito della ricerca, della didattica, della professione, dell amministrazione pubblica e in strutture private, in posizioni dirigenziali, di coordinamento, di gestione e procacciamento di fondi. Un operatore di elevato livello culturale e tecnico in grado di affrontare con appropriata consapevolezza e preparazione i problemi posti attualmente dalla complessità della realtà urbana e territoriale e in particolare dalla crisi ambientale e da uno sviluppo sostenibile quali: l abitare e l evoluzione del costruito; il patrimonio storico architettonico e archeologico; città e campagna; ambiente, territorio e paesaggio; la città dei diritti; le molte dimensione del progetto e del piano; gli oggetti che ci fanno intelligenti. Infine il dottore di ricerca potrebbe svolgere il ruolo di knowledge-broker, figura non ancora del tutto conosciuta in Italia, sulla quale però l Unione Europea sta rivolgendo la sua attenzione. Il knowledge-broker è una persona altamente qualificata in grado di comunicare e rendere comprensibili le conoscenze e riesce a collocarle al posto giusto in contesti professionali o attività di consulenza sia per il settore pubblico, sia per quello privato, perché vengono usate nel modo corretto, coniugando al meglio la domanda e l offerta in diversi contesti. NB Il dottorato è in convenzione con l Istituto di Scienze Naturali e Applicate e il Dipartimento di Architettura dell Università di Karabuk (Turchia): è quindi previsto un periodo obbligatorio all estero minimo 12 mesi, massimo 18 mesi, da svolgere nel secondo anno del corso presso la sede convenzionata. Durata: 3 anni Posti Data e luogo della prova n. 3 posti con borsa n. 1 posto con borsa riservato a cittadini stranieri laureati in università estere* n. 1 posto senza borsa riservato a cittadini stranieri * Prova orale: 29 Settembre 2015 ore 15:00 Asilo Sella via Garibaldi 35, Alghero Definizione dei 30 punti a disposizione della commissione giudicatrice per la valutazione dei titoli: a) voto di laurea: fino a 10 punti b) attinenza della tesi alle tematiche di ricerca del dottorato: fino a 5 punti: c) pubblicazioni attinenti le tematiche di ricerca del dottorato: fino a 5 punti d) esperienze documentate attinenti le tematiche di ricerca del dottorato: fino a 5 punti e) progetto di ricerca: fino ad un massimo di 5 punti 4

5 Indicazioni per la stesura di un progetto di ricerca: Il progetto di ricerca, articolato in tre anni, completo di stato dell'arte e riferimenti bibliografici, dovrà affrontare temi discendente dagli obiettivi del Dottorato soprariportati. Il progetto di ricerca dovrà essere sviluppato in un minimo 10 cartelle fino ad un massimo di 15 cartelle. Il progetto di ricerca dovrà inoltre essere inviato, entro la scadenza del bando, esclusivamente in formato pdf, all indirizzo *Indicazioni per il posto con o senza borsa di studio riservato a cittadini stranieri I candidati devono presentare il proprio curriculum ed eventuali pubblicazioni, insieme a un progetto di ricerca, articolato in tre anni, completo di stato dell'arte e riferimenti bibliografici, su un tema discendente dagli obiettivi del Dottorato. Il progetto di ricerca dovrà essere sviluppato in un minimo 10 cartelle fino ad un massimo di 15 cartelle. Il progetto di ricerca dovrà inoltre essere inviato, entro la scadenza del bando, esclusivamente in formato pdf, all indirizzo 5

6 CORSO DI DOTTORATO in Life Sciences and Biotechnologies - Scienze della vita e Biotecnologie Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Scienze Biomediche Coordinatore: Prof. Leonardo A. Sechi - tel e.mail: Sito web: Obiettivi del Corso: Il Corso di Dottorato in Life Sciences and Biotechnologies-Scienze della Vita e Biotecnologie intende proporsi come un centro di formazione avanzata, aperto ai giovani laureati italiani e stranieri, con i seguenti obiettivi: offrire elevata qualificazione scientifica sia nell ambito della ricerca di base che applicata; sviluppare attitudine alla cooperazione scientifica nazionale ed internazionale; stimolare la capacità di ricerca autonoma sia in termini di comprensione scientifica che di ricadute tecnologiche dei temi di ricerca studiati. Il percorso formativo si articola su un triennio ed è caratterizzato da attività formative strutturate e progetti di ricerca ampiamente interdisciplinari, per favorire le interazioni e gli scambi di conoscenze tra settori in rapida crescita quali le moderne scienze biologiche e biomediche. Il Dottorato promuove la formazione culturale teoricosperimentale e molteplici interazioni con laboratori nazionali ed internazionali. Le principali aree di ricerca riguardano: biologia animale e vegetale, basi molecolari di processi fisiologici e patologici, medicina umana e veterinaria, produzione di alimenti e farmaci, sviluppo dell agricoltura e zootecnia, salvaguardia dell ambiente, bioarcheologia. La preparazione multidisciplinare nei settori di riferimento del corso di Dottorato e l acquisizione di una solida preparazione nel campo della biologia molecolare ed evoluzionistica fornisce ai Dottori di Ricerca un elevata flessibilità tale da garantire un proficuo inserimento in ambienti di lavoro differenti. Durata: 3 anni Posti n. 4 posti con borsa Ateneo n. 1 posto con borsa finanziata dal Dipartimento di Scienze Biomediche n. 1 posto con borsa co-finanziata Ateneo - Dipartimento di Scienze Biomediche n. 1 posto con borsa riservato a cittadini vietnamiti n. 2 posti senza borsa riservati a cittadini stranieri Data e luogo della prova Prova orale: 2 Ottobre 2015 ore 10:00 presso Aula 3 Complesso Didattico di Piandanna, via Piandanna 2, 07100, Sassari Definizione dei 30 punti a disposizione della commissione giudicatrice per la valutazione dei titoli: - Voto di laurea: sino a 5 punti cosi suddivisi Sino a punto punti punti punti 110 e lode 5 punti - Attinenza della tesi alle tematiche di ricerca del dottorato: sino a 5 punti - Pubblicazioni: sino a 5 punti - Master e corsi: sino a 2 punti - Progetto di ricerca: sino a 13 punti Tematiche per la stesura di un progetto di ricerca: Tematica 1: Bionanotecnologie e nuovi nano materiali: interazioni con il sistema immunitario. Tematica 2: Approcci sperimentali per lo studio dell'interazione microrganismo - ospite. Tematica 3: Studio di marker di stress ossidativo e di attivazione del sistema immunitario Indicare la tematica di ricerca per l eventuale posto con o senza borsa di studio riservato a cittadini stranieri Experimental approaches to investigate on biomedical research issues in Developing Countrie 6

7 CORSO DI DOTTORATO in Lingue, Letterature e Culture dell età moderna e contemporanea Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali Coordinatore: Prof. Massimo Onofri tel. 079/ Obiettivi del Corso: I punti di forza del dottorato sono da un lato l'adozione di una prospettiva interdisciplinare fondata sul confronto internazionale, dall'altro la ricerca di un'armonizzazione tra dimensione locale e globale. Nell'ambito dell'attività formativa, agli aspetti linguistici, psicopercettivi, letterari, delle arti e della visualità si integra lo studio del territorio e del paesaggio nei suoi elementi antropici e storico-geografici. I dottorandi saranno portati a: sviluppare una strumentazione teorico-critica adatta ad affrontare il complesso scenario culturale generato dalla globalizzazione, risalendo alle radici culturali e linguistiche di tali processi, in particolare nei secoli XIX e XX conoscere e discutere criticamente le dinamiche transnazionali dell'attuale società della conoscenza e nel contempo superare le spinte all'omologazione acritica presenti nella realtà contemporanea, attingendo alla ricchezza culturale del territorio e alla memoria del passato incrementare le proprie conoscenze linguistiche in vista di un ampliamento degli orizzonti di ricerca e delle capacità di mobilità internazionale affrontare i campi linguistico, psicopercettivo, letterario, artistico e geografico adottando un approccio comparatista, inteso tanto in senso internazionale quanto trans-mediale estendere la conoscenza del territorio nelle sue specificità locali, delle affinità, delle differenze e delle connessioni con altre realtà geografiche Durata: 3 anni Posti Data e luogo della prova n. 4 posti con borsa di Ateneo n. 1 posto con borsa finanziata dal Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali Prova orale: 2 ottobre 2015 ore presso Dipartimento Scienze umanistiche e sociali Via Roma Sassari Definizione dei 30 punti a disposizione della commissione giudicatrice per la valutazione dei titoli: - Voto Laurea Fino a 100/110 punti 6 Da 101/110 a 105/110 punti 8 Da 106/110 a 110/110 punti 9 110/110 e lode punti 10 Per i laureandi sub-condicione si valuterà la media ponderata degli esami Fino a 25/30 punti 6 Da 26/30 a 28/30 punti 8 Da 29/30 a 30/30 e lode punti 10 - Pubblicazioni attinenti alle tematiche del corso di dottorato Fino ad un massimo di 10 punti - Percorsi formativi ed esperienze professionali e di ricerca coerenti con le tematiche del corso di dottorato. - Elaborato di un progetto di ricerca da svilupparsi nel corso del triennio su una delle tematiche pertinenti al corso di dottorato indicate nel bando di selezione Fino ad un massimo di 10 punti Tematiche per la stesura di un progetto di ricerca: Tematica 1: Territorio e scienza del paesaggio 7

8 Tematica 2: Filologia, Linguistica, lingue e letterature Tematica 3: Culture e scienze della visualità Università degli Studi di Sassari 8

9 CORSO DI DOTTORATO in Scienze Agrarie Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Agraria Coordinatore: Prof. Antonello Cannas tel Obiettivi del Corso: Il Corso di dottorato ha l'obiettivo di formare dottori di ricerca altamente qualificati e in grado di rispondere alla domanda di ricerca e sviluppo nei campi: agrometeorologia e ecofisiologia vegetale; produttività delle colture agrarie; gestione e protezione dei sistemi produttivi agrari e forestali; conservazione, tutela e valorizzazione delle risorse naturali; monitoraggio integrato del territorio per l applicazione della gestione forestale sistemica; dinamiche ecologiche dei sistemi forestali e pre-forestali in relazione agli effetti dei fattori di disturbo, all adattamento al cambiamento climatico e la prevenzione degli incendi boschivi nelle foreste mediterranee e in aree di interfaccia urbano/rurale; biotecnologie mirate alle esigenze produttive di ambito regionale, nazionale e internazionale; tecniche di allevamento e di riproduzione, nutrizione e alimentazione, genetica applicata e selezione degli animali zootecnici anche con l'uso di tecniche di biologia molecolare, qualità e sicurezza dei prodotti alimentari di origine animale. Nei tre anni i dottorandi acquisiranno il metodo scientifico e le competenze necessarie per la predisposizione di progetti sperimentali, l esecuzione di piani sperimentali e di attività di laboratorio, l elaborazione matematicostatistica dei dati, la valutazione delle inferenze statistico-sperimentali e la divulgazione dei risultati della ricerca. Durata: 3 anni Posti a concorso 8 Posti disponibili 6 posti con borsa di studio di cui 4 di Ateneo 1 di Dipartimento 1 cofinanziata Ateneo e Dipartimento 2 posti senza borsa Curricula Posti Data e luogo della prova Agrometeorologia ed ecofisiologia dei sistemi agrari e forestali n. 1 posto con borsa di Ateneo Biotecnologie microbiche agroalimentari Monitoraggio e controllo degli ecosistemi agrari e forestali in ambiente mediterraneo n. 1 posto con borsa di Ateneo n. 1 posto con borsa di Ateneo n. 1 posto senza borsa Prova orale: 28 Settembre 2015 ore 10:00 presso Dipartimento di Agraria, Viale Italia 39. Colloqui telematici: 28 Settembre 2015 dalle ore 12:00 ora italiana, via Skype indirizzo acannas61 Produttività delle piante coltivate n. 1 posto con borsa di Ateneo 9

10 Scienze e Tecnologie Zootecniche n. 2 posti con borsa di cui: 1 cofinanziata Ateneo e Dipartimento 1 di Dipartimento n.1 posto senza borsa Il candidato deve indicare nella domanda il Curriculum per cui intende concorrere. Deve essere indicato un solo Curriculum. La graduatoria finale di merito sarà distinta per Curriculum. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL CONCORSO PER POSTI NON RISERVATI Valutazione Titoli e Prova Orale VALUTAZIONE TITOLI Titoli da allegare alla domanda: Tesi di Laurea: - Candidati laureati: Tesi in formato cartaceo o elettronico in formato pdf. - Candidati non ancora laureati: coloro che conseguiranno la laurea entro il 31/10/2015 presenteranno un riassunto del progetto di tesi di laurea sottoscritto dal candidato e dal relatore, di massimo 4 pagine. Curriculum: - Curriculum vitae et studiorum: Allegare al curriculum documentazione relativa agli insegnamenti superati nella carriera universitaria. Per i laureati indicare data di conseguimento del titolo, tipologia del diploma di laurea (vecchio ordinamento/specialistica/magistrale) e votazione finale (solo se il titolo è stato conseguito presso Ateneo italiano). Pubblicazioni: - Elenco in formato cartaceo o elettronico di eventuali pubblicazioni o di ulteriori attività scientifiche. Ulteriori titoli da allegare alla domanda, se in possesso del candidato: - Certificati utili a dimostrare il livello di formazione e le capacità del candidato (borse di studio, premi, partecipazione a corsi, Master, Erasmus o soggiorni all estero, competenze linguistiche e informatiche). MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA ORALE La prova orale, tesa ad accertare l attitudine dei candidati alla ricerca scientifica, sarà sostenuta in lingua italiana o inglese a scelta del candidato e sarà incentrata sulla discussione delle tematiche, di seguito riportate, relative al Curriculum prescelto. Nel corso della prova sarà accertata la conoscenza dell Inglese, qualora la discussione non avvenga in tale lingua. La prova orale potrà essere svolta dai candidati non residenti in Sardegna anche per via telematica (Skype). I candidati che opteranno per tale scelta, dovranno inviare entro il 21 Settembre 2015 i propri indirizzi e Skype alla Segreteria del Corso, a entrambi i seguenti nominativi: - Marina Pischedda - Elisa Campus 10

11 TEMATICHE Agrometeorologia ed ecofisiologia dei sistemi agrari e forestali Analisi dell'impatto del clima su agricoltura ed ecosistemi forestali e naturali, con particolare attenzione alle dinamiche e alle tecniche di adattamento e di mitigazione. Studio dei processi micrometeorologici in sistemi agrari, forestali e naturali e delle dinamiche che regolano il bilancio del carbonio. Analisi dei processi ecofisiologici negli ambienti mediterranei con particolare riferimento alle condizioni di stress idrico. Analisi della vocazionalità territoriale, con particolare riferimento all'individuazione di indici bioclimatici, agli studi di vocazionalità agricola e forestale, alla gestione del verde. Modellizzazione e simulazione delle esigenze idriche colturali e stima dell'efficienza irrigua, in considerazione del cambiamento climatico in atto. Analisi delle interazioni tra cambiamenti climatici e rischio incendi boschivi. Sviluppo e validazione di modellistica per lo studio della funzionalità e produttività dei sistemi forestali e agricoli. Gestione e uso della biodiversità e agro biodiversità ai fini della sostenibilità dei sistemi colturali. Biotecnologie microbiche agroalimentari Studio della fisiologia e della genetica classica e molecolare di batteri, lieviti e funghi anche in funzione del loro impiego nell industria biotecnologica. Caratterizzazione chimico-fisica e sensoriale di prodotti alimentari e impatto delle operazioni di trasformazione/conservazione sulla evoluzione dei principali parametri biochimici. Impatto delle operazioni di trasformazione/conservazione su contenuto e attività di componenti ad attività biologica presenti negli alimenti. Determinanti di patogenicità in funghi micotossigeni e sviluppo di strategie alternative di contenimento e determinazione. Nuovi approcci per lo studio delle caratteristiche tecnologiche e funzionali dei batteri lattici Studio della biosintesi dei carotenoidi in lievito. Produzione di proteine eterologhe in lievito Studio delle caratteristiche probiotiche dei batteri lattici Studio del microbiota della rizosfera e della fillosfera Agroecosistemi contaminati da metalli in traccia: influenza di ammendanti da filiere agro-industriali sulle caratteristiche biochimiche, microbiche e di fertilità dei suoli. Monitoraggio e controllo degli ecosistemi agrari e forestali in ambiente mediterraneo Studio della biodiversità della foresta mediterranea. Applicazione della selvicoltura sistemica nella gestione forestale sostenibile e nella ricomposizione dell identità del territorio. Monitoraggio integrato del territorio, etica della responsabilità e gestione sistemica. Studio delle dinamiche ecologiche dei sistemi forestali e pre-forestali in relazione agli effetti dei fattori di disturbo, all adattamento al cambiamento climatico e la prevenzione degli incendi boschivi nelle foreste mediterranee e in aree di interfaccia urbano/rurale. Rapporti clima-suolo-biocenosi e influenza dei fattori antropici sull'ecosistema forestale e agrario. Specie indicatrici per il monitoraggio dello stato di degrado degli ecosistemi forestali. Individuazione di modelli qualitativi per i differenti ecosistemi forestali e montani attraverso il monitoraggio dei principali indicatori biologici, geochimici ed ambientali. Definizione di strategie sostenibili finalizzate al recupero e al risanamento di aree degradate, nonché al miglioramento delle caratteristiche fisico-chimiche del suolo e delle produzioni vegetali. Sviluppo di sistemi silvo-colturali sostenibili e modelli di rinaturalizzazione delle aree soggette a rimboschimenti con specie esotiche. Valutazione dello stato degli equilibri naturali con lo studio della composizione delle biocenosi e individuazione dei gruppi tassonomici più sensibili ai fattori di inquinamento ambientale e loro impiego come indicatori dello stesso. Studi sulla bio-ecologia dei principali patogeni e fitofagi in popolamenti forestali e agrari, e sui relativi mezzi di lotta. Biotecnologie genetiche applicate alla filogenesi tassonomica ed alla diagnostica ambientale. Sistemi informativi territoriali per il monitoraggio e la rappresentazione multi-dimensionale degli elementi studiati utili per la definizione di modelli funzionali alla gestione degli ecosistemi forestali. 11

12 Produttività delle piante coltivate Sistemi colturali per la produzione di energia e/o biomateriali. Studio dei fattori biologici, ecofisiologici ed agronomici che influenzano la produzione delle colture. Genetica e genomica delle piante di interesse agrario, forestale e ambientale. Impatto dei cambiamenti climatici su sistemi colturali. Studio dei meccanismi e dei processi di domesticazione delle specie coltivate. Scienze e tecnologie zootecniche Studio della nutrizione degli animali di interesse zootecnico, delle tecniche di alimentazione e dei metodi di valutazione degli alimenti del bestiame. Modellizzazione matematico-statistica applicata ai processi biologici di interesse zootecnico, ai sistemi di produzione, all impatto ambientale degli allevamenti. Studi sulle relazioni fra alimentazione delle principali specie di interesse zootecnico, qualità e sicurezza dei prodotti alimentari di origine animale. Studi sul miglioramento genetico e valorizzazione della biodiversità nelle specie di interesse zootecnico con strumenti di genetica quantitativa e biotecnologici. Studi sulle tecniche di allevamento delle specie di interesse zootecnico sia terrestri che acquatiche. Studi sull ottimizzazione dei sistemi zootecnici, sull efficienza delle macchine e degli impianti delle aziende zootecniche, sul rapporto fra tecniche di gestione degli animali e loro benessere. 12

13 CORSO DI DOTTORATO in Scienze Biomediche Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Scienze Biomediche V.le San Pietro, 43/B Coordinatore: Prof. Andrea Piana tel. 079/ Obiettivi del Corso: il Corso di Dottorato in Scienze Biomediche si propone l obiettivo generale di formare ricercatori di elevata qualificazione in aree scientifiche e metodologiche estese, di grande rilevanza per la ricerca di base ed applicata nel campo delle scienze biomediche. L attività formativa e di ricerca è caratterizzata da un approccio multidisciplinare che consente lo svolgimento di tematiche proposte nell ambito dei seguenti curricula: - Fisiopatologia medica - Genetica medica - Medicina di genere dell uomo, della donna e del bambino - Neuroscienze - Oncologia molecolare - Odontostomatologia estetica adesiva e preventiva - Sanità pubblica L obiettivo formativo sarà perseguito, anche in collaborazione con altri atenei italiani o stranieri o a seguito di convenzioni con soggetti pubblici e privati in possesso dei requisiti di elevata qualificazione culturale e scientifica, nonché di personale, strutture e attrezzature idonee. Durata: 3 anni Data e ora dell esame di ammissione (prova orale): 30 Settembre 2015 ore 09:30 1) Genetica medica 2) Neuroscienze Curricula Posti Luogo della prove d esame 3) Oncologia molecolare 4) Odontostomatologia estetica adesiva e preventiva 5) Sanità pubblica n. 1 posto con borsa Ateneo n. 2 posti con borsa Ateneo n. 1 posto con borsa Ateneo n. 1 posto senza borsa n. 1 posto con borsa Dipartimento n. 1 posto senza borsa n. 1 posto con borsa cofinanziata Dipartimento - Ateneo I candidati possono fare domanda di ammissione indicando un solo curriculum. La procedura di selezione verrà svolta secondo la seguente modalità: - Valutazione titoli: 30/60 - Colloquio: 30/60 Biblioteca Anatomia Umana Normale del Dipt. di Scienze Biomediche Viale San Pietro 43/c - SASSARI Aula di Farmacologia Complesso Biologico Viale San Pietro 43/c - SASSARI Aula E, Istituto di Igiene Via Padre Manzella, 4 - SASSARI Aula Cristina Montella, Clinica Odontoiatrica Viale San Pietro 43/c - SASSARI I criteri e le modalità di attribuzione dei punteggi per la valutazione titoli saranno le seguenti: A) VOTO DI LAUREA: FINO A 8 PUNTI DA 95/110 A 100/110 = 1 punto DA 101/110 A 104/110 = 2 punti DA 105/110 A 107/110 = 4 punti DA 108/110 A 110/110 = 6 punti 110/lode = 8 punti Biblioteca Istituto di Igiene del Dipt di Scienze Biomediche Via Padre Manzella, 4 - SASSARI 13

14 B) ATTINENZA DELLA TESI ALLE TEMATICHE DI RICERCA DEL DOTTORATO: FINO A 8 PUNTI: ALTA: 8 punti MEDIA: 5 punti BASSA: 2 punti NESSUNA ATTINENZA: 0 punti C) PUBBLICAZIONI ATTINENTI LE TEMATICHE DI RICERCA DEL DOTTORATO: FINO A 7 PUNTI: INTERNAZIONALI: 7 punti NAZIONALI: 4 punti ABSTRACT/POSTER: 1 punto NESSUNA: 0 punti D) ESPERIENZE DOCUMENTATE ATTINENTI LE TEMATICHE DI RICERCA DEL DOTTORATO: FINO A 7 PUNTI Il colloquio verterà su argomenti insiti nella denominazione stessa del curriculum. 14

15 CORSO DI DOTTORATO in Scienze Giuridiche Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Giurisprudenza Coordinatore: Prof. Michele Maria COMENALE PINTO tel e.mail: Obiettivi del Corso: Obiettivi del Corso: L obiettivo perseguito dal corso di dottorato è quello dell alta formazione nel campo del diritto, con specifica attenzione ai due curricula considerati, che rispondono ad esigenze specialmente avvertite nel territorio in cui il dottorato opera, ma con l intendimento di poter costituire un polo di attrazione per studiosi provenienti da altre aree nazionali e dall estero, proseguendo nella felice esperienza dell indirizzo giuridico della precedente Scuola dottorale in diritto ed economia dei sistemi produttivi dell Università di Sassari, da cui deriva, in gran parte, il progetto didattico e scientifico dell attuale Corso di dottorato (e come è già avvenuto nella precedente edizione del presente corso). Dall esperienza della Scuola dottorale in diritto ed economia dei sistemi produttivi il Corso mutua peraltro una forte attenzione alle interrelazioni fra diritto e mondo economico e la volontà di stimolare una cooperazione interindividuale fra ricercatori, superando l approccio individualistico che tendenzialmente caratterizza la ricerca in campo giuridico. Il dottorato si propone di fornire gli strumenti necessari per l apprendimento di idonee metodologie di ricerca attraverso l organizzazione di seminari di approfondimento, conferenze e collaborazioni esterne. Tale attività è finalizzata alla formazione di studiosi che diano prova della maturità raggiunta attraverso uno studio monografico originale che apporti un adeguato contributo scientifico alla ricerca giuridica negli ambiti dei curricula attivati. Durata: 3 anni Posti n. 4 posti con borsa di Ateneo n. 2 posti con borsa finanziata dal Consorzio Universitario nuorese - ambito di indagine: Diritto e cultura n. 2 posti senza borsa Data e luogo della prova Prova orale: 29 settembre 2015 ore 15,30 presso sede del Dipartimento di Scienze giuridiche Definizione dei 30 punti a disposizione della commissione giudicatrice per la valutazione dei titoli: - progetto di ricerca: fino a 15 punti; - voto di laurea: fino a 5 punti; - attinenza della tesi alle tematiche di ricerca del dottorato: fino a 2 punti; - pubblicazioni attinenti le tematiche di ricerca del dottorato: fino a 5 punti; - esperienze documentate attinenti le tematiche di ricerca del dottorato: fino a 3 punti Tematiche per la stesura di un progetto di ricerca: Tematica 1: La relazione tra cultura e mercato: profili giuridici; Tematica 2: La rimozione di relitti nel diritto interno e nel diritto internazionale; Tematica 3: Il diritto di fronte all'evoluzione scientifica e tecnologica; Tematica 4: Fattispecie e disciplina dell'impresa nel diritto comunitario e nazionale. Il progetto dovrà contenere, in paragrafi separati, l abstract (massimo 2500 caratteri, spazi inclusi), l indicazione delle fonti normative (massimo 2500 caratteri, spazi inclusi), l elenco della giurisprudenza più rilevante con l indicazione degli eventuali luoghi di pubblicazione (massimo 5000 caratteri, spazi inclusi), la bibliografia di base (massimo caratteri, spazi inclusi), la descrizione del progetto e degli obiettivi (massimo caratteri, spazi inclusi) 15

16 CORSO DI DOTTORATO in Scienze Veterinarie Sede amministrativa del Corso : Dipartimento di Medicina Veterinaria Coordinatore: Prof. Sergio Ledda tel e.mail: Obiettivi del corso: La Scuola di Dottorato sviluppa attività di formazione alla ricerca in un ambito esteso a molti settori scientifici delle Scienze Veterinarie. Gli obiettivi e le attività di ricerca riguardano infatti gli animali in produzione e gli animali da compagnia. Investono settori scientifici di base nell ambito applicativo delle scienze veterinarie (anatomia, fisiologia) quali la riproduzione e l allevamento degli animali (scienze zootecniche, alimentazione, benessere animale e produzioni animali), la patologia (aree parassitologica,dell anatomia patologica) e la clinica veterinaria ( ostetrica e chirurgica). Fanno inoltre parte degli obiettivi la sicurezza, la qualità e valorizzazione degli alimenti di origine animale. Il Dottorato prevede un approccio multidisciplinare con corsi che si differenziano in due indirizzi, supportati da un area didattica comune. Nell area didattica comune è prevista la partecipazione da parte dei Dottorandi a corsi seminari e workshop tenuti da esperti su temi della proprietà intellettuale trasferimento tecnologico e brevettazione; sono inoltre previsti approfondimenti degli strumenti informatici maggiormente utilizzati nelle fasi di acquisizione e gestione e valorizzazione dei risultati delle sperimentazioni di ricerca. I due indirizzi sviluppano temi piuttosto ampi e differenziati tra loro focalizzando le attività di ricerca sulla riproduzione allevamento e sicurezza degli alimenti; sui processi produttivi e qualitativi egli alimenti. Gli obiettivi formativi specifici vengono declinati puntualmente attraverso le attività di ricerca diversificate nell ambito degli indirizzi in cui si articola la scuola e, all interno di essi nell ambito delle diverse linee di ricerca. Durata: 3 anni Curricula Posti Data e luogo della prova 1) Riproduzione, Patologia, Allevamento e Benessere Animale 2) Qualità e Sicurezza Alimentare n. 2 posti con borsa di Ateneo n. 1 posto con borsa finanziata dal Dipartimento di Medicina Veterinaria n. 1 posto senza borsa n. 2 posti con borsa di Ateneo n. 1 posto riservato a dipendenti della C.A.O. Formaggi. Prova orale: 29 settembre 2015 ore 9.30, presso Aula Consiliare del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Via Vienna 2, Sassari. Prova orale: 29 settembre 2015 ore 9.30, presso Aula F del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Via Vienna 2, Sassari. Definizione dei 30 punti a disposizione della commissione giudicatrice per la valutazione dei titoli: - Pubblicazioni scientifiche internazionali attinenti indicizzate (tot. punti 5); - Pubblicazioni nazionali attinenti (tot. punti 2); - Abstract convegni internazionali attinenti (tot. punti 2); - Abstract convegni nazionali attinenti (tot. punti 1); - Tesi di laurea corso di laurea magistrale o specialistica attinenti (tot. punti 1); - Certificazioni conoscenze linguistiche (tot. punti 0,5); - Certificazioni conoscenze informatiche (tot. punti 0,5); - Conseguimento titoli post laurea: master, scuola di specializzazione, dottorato, corsi di perfezionamento(non inferiori ad un anno) (tot. punti 3); - Elaborazione progetto di ricerca, relativamente alle seguenti tematiche (tot. punti 15). Tematiche per la stesura di un progetto di ricerca: (RIPRODUZIONE PATOLOGIA ALLEVAMENTO E BENESSERE ANIMALE ) Tematica 1: Successo riproduttivo e qualità dell habitat nelle specie faunistiche. Tematica 2: Modelli animali per lo studio della preservazione della fertilità. 16

17 Tematica 3: Sviluppo di strategie non invasive per valutare la qualità di gameti ed embrioni nell'ambito delle tecniche di riproduzione assistita. Tematica 4: Influenza dei fattori fenotipici sulla composizione chimica e sulle caratteristiche tecnologiche del latte dei piccoli ruminanti. (QUALITA E SICUREZZA ALIMENTARE) Tematica 1: Effetti nutrizionali di regimi dietetici specifici sull'adattamento metabolico, efficienza digestiva e performance in relazione alle differenti classi di età e tipi genetici di diverse specie animali. Tematica 2: Valutazione nei molluschi bivalvi del bio-accumulo nei diversi tessuti e loro caratterizzazione molecolare di virus enterici di interesse sanitario. Tematica 3: Sicurezza alimentare dei molluschi bivalvi e degli echinodermi. Tematica 4: Microbiota del digerente negli animali: ruolo, identificazione e tipizzazione. Tematica 5 : Misure di gestione del rischio derivanti da contaminazioni microbiche in un caseificio industriale. Tematica 6: Protozoi di interesse ispettivo e zoonosico. 17

18 ART. 2 Requisiti di ammissione Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione ai Corsi di Dottorato di ricerca, di cui al precedente articolo, evidenziando l esatta denominazione del curriculum, per i Corsi che li abbiano previsti, coloro i quali siano in possesso di una laurea specialistica o magistrale conseguita a norma dei D.D.M.M. 3 novembre 1999 n. 509 e 22 ottobre 2004 n. 270, di una laurea conseguita secondo il vecchio ordinamento (antecedente il D.M. 3 novembre 1999 n. 509) ovvero di altro titolo equipollente conseguito all estero ovvero di titolo specifico di accesso richiesto dal singolo Corso di Dottorato. I cittadini stranieri, in possesso del titolo che non sia già stato dichiarato equipollente alla laurea, dovranno unicamente ai fini dell ammissione al Corso di Dottorato di ricerca al quale intendono concorrere corredare alla domanda di partecipazione al concorso i documenti utili a consentire alla Commissione giudicatrice la dichiarazione di equipollenza. Tali documenti dovranno essere tradotti, in italiano ovvero presentati in inglese, francese o spagnolo e legalizzati dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all estero secondo le norme vigenti in materia per l ammissione di studenti stranieri ai corsi di laurea delle università italiane. I cittadini stranieri che non siano in possesso dei documenti tradotti e legalizzati come sopra richiesto, potranno presentare domanda di ammissione autocertificando il possesso del titolo. I candidati saranno ammessi alla selezione con riserva e, qualora risultassero vincitori, dovranno obbligatoriamente produrre la documentazione sopra richiesta entro e non oltre il 31/10/2015, pena la decadenza e l esclusione dal Corso. Per i cittadini italiani in possesso di un titolo accademico straniero, che non sia stato già dichiarato equipollente ad una laurea italiana, valgono le stesse disposizioni di cui ai commi precedenti. L'iscrizione ai Corsi di Dottorato di cui al presente bando non è compatibile con l'iscrizione a qualunque corso di laurea, specializzazione, master o dottorato di ricerca attivati presso questa o altre Università. La frequenza congiunta del corso di specializzazione medica e del corso di dottorato di ricerca è normato ai sensi del D.M. 08/02/2013 n. 45 art. 7. I candidati che presentano domanda per i posti riservati possono essere ammessi ai Corsi di Dottorato di ricerca qualora risultino vincitori a seguito delle prove concorsuali di cui all art. 6 del presente bando di concorso. Gli interessati devono redigere le domande secondo la procedura descritta all art. 5 del presente bando. Potranno partecipare agli esami di ammissione coloro i quali abbiano conseguito la laurea entro la data di scadenza del bando. Potranno, altresì, essere ammessi sub condicione tutti i candidati, compresi quelli che partecipino ai posti riservati di cui al successivo art. 3, che, non in possesso del titolo di accesso alla data di scadenza del bando, lo conseguiranno entro la data del 31 ottobre Tutti i candidati, compresi coloro che partecipano ad un posto riservato, così ammessi sub condicione, risultati vincitori a seguito delle procedure concorsuali, dovranno presentare, all Ufficio Protocollo di questo Ateneo l autocertificazione sul conseguimento del titolo entro e non oltre il 31/10/2015. Saranno esclusi i candidati che non comunicheranno il conseguimento del titolo entro i termini previsti o che trasmetteranno comunicazioni incomplete o errate. ART. 3 Posti riservati per cittadini stranieri Ogni Corso di Dottorato ha facoltà di destinare uno o più posti, con o senza borsa di studio, a studenti stranieri che dovranno risultare vincitori previa valutazione dei titoli di cui al successivo art. 4. Nel caso di più posti riservati, solo uno di questi sarà con borsa di studio. Eventuali riassegnazioni dovute a mancata copertura dei posti, saranno valutate dai singoli Corsi di Dottorato ai sensi dell art. 9 comma 3 del Regolamento d Ateneo sui Corsi di Dottorato di ricerca. I cittadini stranieri, comunitari ed extracomunitari, che vogliano partecipare ai posti a loro riservati devono farne espressa richiesta nella domanda di partecipazione al concorso. ART. 4 Domande di ammissione La domanda di partecipazione al concorso, deve essere redatta secondo le modalità ed i tempi indicati al successivo art. 5. Nella domanda, il candidato deve indicare sotto la propria responsabilità, pena l esclusione dal concorso: A. il cognome ed il nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza; B. la propria cittadinanza; C. l esatta denominazione del curriculum a cui intende partecipare, qualora il Corso li abbia attivati; D. di concorrere ai posti riservati ai cittadini stranieri, previa valutazione dei titoli; 18

19 E. la laurea posseduta, nonché la data e l Università presso cui è stata conseguita, ovvero il titolo equipollente conseguito presso una Università straniera, nonché la data del decreto rettorale con il quale è stata dichiarata l equipollenza stessa, salvo quanto previsto all art. 2; F. solo per le domande presentate sub condicione, la data prevista di laurea e l Università presso la quale verrà conseguito il titolo; G. di impegnarsi a frequentare a tempo pieno il Corso di Dottorato secondo le modalità che saranno fissate dal Collegio del Corso; H. le lingue straniere conosciute; I. il recapito eletto ai fini del concorso (specificando il codice di avviamento postale e il numero telefonico) con espressa menzione dell impegno di comunicare tempestivamente ogni variazione dello stesso. I cittadini comunitari e stranieri devono indicare un recapito italiano o l indicazione della propria Ambasciata in Italia, eletta quale domicilio. Alla domanda di partecipazione, al fine della valutazione dei titoli, possono essere allegati: 1. copia della tesi di laurea; 2. copia delle pubblicazioni attinenti le tematiche di ricerca del Corso per il quale si concorre; 3. copia degli attestati relativi alle esperienze attinenti le tematiche di ricerca del Corso per il quale si concorre; 4. progetto di ricerca su una delle tematiche pertinenti al Corso prescelto e da quest ultimo indicate nel presente bando. Ai sensi dell art. 15 della L. n. 183 del 12/11/2011, dal 01/01/2012 non è possibile richiedere o accettare certificazioni rilasciate da Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti. Pertanto, le dichiarazioni di cui alle lettere A, B, D, F, G e I del presente articolo, devono essere rese, nella domanda di partecipazione al concorso di ammissione, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000. I candidati stranieri che intendono concorrere per uno dei posti a loro riservati devono compilare la domanda di partecipazione secondo le modalità e i tempi indicati nel successivo art. 5 e produrre i sotto indicati titoli tradotti, se non in lingua Italiana, in lingua Inglese, Francese o Spagnola, secondo le modalità previste dall art. 2: 1. pubblicazioni attinenti le tematiche di ricerca del dottorato; 2. titolo di studio e abstract della tesi di laurea; 3. progetto di ricerca su una delle tematiche pertinenti al Corso prescelto e da quest ultimo indicate nel presente bando. I candidati che intendono concorrere per uno dei posti riservati a borsisti di Stati esteri devono compilare la domanda di partecipazione secondo le modalità e i tempi indicati nel successivo art. 5. Devono, altresì, dimostrare il loro status di beneficiario di borsa di studio da Stato estero secondo le modalità indicate al successivo art. 9 e produrre i sotto indicati titoli tradotti, se non in lingua Italiana, in lingua Inglese, Francese o Spagnola, secondo le modalità previste dall art. 2: 1. pubblicazioni attinenti le tematiche di ricerca del dottorato; 2. titolo di studio e abstract della tesi di laurea; 3. progetto di ricerca su una delle tematiche pertinenti al Corso prescelto e da quest ultimo indicate nel presente bando. I candidati portatori di handicap, in applicazione degli artt. 16 e 20 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, così come modificata dalla legge 28 gennaio 1999 n. 17, possono richiedere gli ausili necessari in relazione al loro handicap nonché l eventuale concessione dei tempi aggiuntivi per lo svolgimento della prova. La relativa domanda deve essere presentata entro la data di scadenza del bando indirizzata al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Sassari, Piazza Università, Sassari. E consentita l integrazione della documentazione entro il termine perentorio di scadenza del presente bando, salvo quanto previsto all art. 2. L Amministrazione si riserva il diritto di ammettere i candidati alle prove di esame con riserva e il diritto di escludere in qualsiasi momento i candidati che non siano risultati in possesso dei titoli di ammissione e dei requisiti previsti dal presente bando. Il presente bando vale, per coloro che hanno regolarmente presentato domanda di partecipazione al concorso di ammissione, quale convocazione per le prove di selezione, nessuna comunicazione verrà inviata ai candidati. Qualsiasi integrazione e/o modifica al presente bando di concorso sarà oggetto di pubblicazione sul sito entro la data di scadenza del bando. 19

20 ART. 5 Modalità di presentazione della domanda di iscrizione al concorso Passo 1 Collegamento Collegarsi al sito dei servizi online dalla pagina iniziale del sito dell Università degli studi di Sassari cliccando nella sezione servizi online self.studentiuniss, oppure digitando direttamente il nome del sito: https://uniss.esse3.cineca.it Passo 2 Accedere all area registrata dei servizi online Per accedere all area riservata è necessaria l autenticazione: cliccare su Login e inserire il nome utente e la password. Passo 3 Assegnazione credenziali per coloro che non sono mai stati iscritti presso l Università di Sassari. Nel caso in cui non si sia mai stati iscritti ad un corso di studi dell Università di Sassari, per accedere all area riservata dei Servizi online procedere alla registrazione cliccando su Registrazione nel menù a sinistra all interno della sezione Servizi on-line agli studenti. Nella pagina Registrazione Web apparirà la check list che riassume tutte le informazioni che verranno richieste al fine della registrazione. Per procedere cliccare sul pulsante rosso registrazione web che si trova in fondo alla check list. Le informazioni che verranno richieste riguardano il codice fiscale, dati personali, dati di residenza e/o domicilio, recapiti vari ( , cellulare, ecc.). Dopo aver inserito le informazioni richieste il sistema chiederà di inserire una password, che deve necessariamente essere formata da 8 caratteri alfanumerici, e di confermarla. Successivamente, apparirà il riepilogo della registrazione, con l indicazione di tutti i dati inseriti, e la contemporanea richiesta di conferma. Effettuata la conferma, la registrazione è completata e si potrà stampare il riepilogo della registrazione o, inserendo nome utente e password, procedere all autenticazione e accedere all area riservata dei Servizi online agli studenti. Infine, il sistema invierà le credenziali all indirizzo indicato nella registrazione. Video esplicativo Passo 4 Recupero credenziali (nome utente e password) Se non si è in possesso delle credenziali per accedere all area registrata si può cliccare su recupera Password. Il sistema invierà all indirizzo personale presente nella banca dati il nome utente e la password. Se l indirizzo e- mail non è presente oppure non è più attivo, per ottenere le credenziali inviare una all indirizzo Nella mail indicare, oltre i dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita), il codice fiscale e l indirizzo dove si desidera ricevere le credenziali. Alla mail allegare il file con l immagine di un documento di identità. Il nuovo indirizzo sarà inserito nei tempi più brevi possibili. Passo 5 Iscrizione al concorso La domanda dovrà essere compilata selezionando la voce segreteria e successivamente concorsi di ammissione. La domanda di partecipazione al concorso di ammissione al Corso di Dottorato di ricerca dovrà essere compilata all indirizzo https://uniss.esse3.cineca.it tassativamente entro e non oltre le ore 13:00 del 14 settembre A seguito di compilazione online la domanda di partecipazione dovrà essere stampata, firmata e inserita in busta, indicando su quest'ultima nome, cognome, indirizzo del concorrente e la dicitura: "Domanda di partecipazione al concorso per l'ammissione al Corso di Dottorato di ricerca XXXI ciclo". All'interno di questa, andrà inserita una seconda busta chiusa, contenente gli eventuali titoli da allegare, all'esterno della quale dovrà essere indicato il nome, cognome ed indirizzo del concorrente con la dicitura: "Domanda di partecipazione per l'ammissione al Corso di Dottorato di ricerca XXXI ciclo". La prima busta, contenente sia la domanda di partecipazione al concorso, sia la seconda busta chiusa, andrà a sua volta chiusa ed indirizzata a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento al Magnifico Rettore, Università degli Studi di Sassari, Piazza Università 21, Sassari oppure presentata direttamente all'ufficio Protocollo - Piazza Università 21, Sassari entro il termine perentorio delle ore 12:00 del 18 settembre La sola compilazione online non consentirà l'ammissione al concorso. Pertanto, la domanda di partecipazione, ai sensi dell'art. 46 del D.P.R. n. 445/2000, stampata e debitamente firmata, dovrà pervenire secondo le modalità sopra indicate, pena l'esclusione, entro e non oltre le ore 12:00 del 18 settembre 2015, unitamente ai titoli indicati all art. 4 del presente bando di concorso. La mancata apposizione della firma nella domanda di concorso sarà causa di esclusione da quest ultimo. 20

Dottorato di ricerca e Scuole di Dottorato in Italia Legge 3-7-1998 n 210 Decreto 30 aprile 1999, n 224 Regolamento in materia di dottorato di ricerca

Dottorato di ricerca e Scuole di Dottorato in Italia Legge 3-7-1998 n 210 Decreto 30 aprile 1999, n 224 Regolamento in materia di dottorato di ricerca Dottorato di ricerca e Scuole di Dottorato in Italia Legge 3-7-1998 n 210 Decreto 30 aprile 1999, n 224 Regolamento in materia di dottorato di ricerca La formazione del dottore di ricerca, comprensiva

Dettagli

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica;

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; D.R. 27/7/2010 n.125 recante valutazione comparativa per il conferimento di n. 1 assegno per la collaborazione ad attività di ricerca della LUISS Guido Carli, nell area scientifico disciplinare DIRITTO

Dettagli

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca;

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca; Decreto Rettorale n. 72 IL RETTORE Visto lo Statuto di autonomia della Luiss Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, emanato con Decreto Rettorale del 2 febbraio 2004 e pubblicato

Dettagli

Scienza dell Alimentazione

Scienza dell Alimentazione Università degli Studi di Palermo Titolo VI Classe 4 Fascicolo n 38101 del 17/05/2012 UOR formav CC RPA Lo Presti Decreto n 2052/2012 IL RETTORE VISTA VISTA il D.P.R. 10 Marzo 1982, n. 162, concernente

Dettagli

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE AFFERENTE ALLA CLASSE DELLE LAUREE LM-9 ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

Università degli Studi di Sassari

Università degli Studi di Sassari Decreto n. 1690 del 10/11/2006 Prot. n 33469 Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti Ufficio Scuole di Specializzazione e Dottorati di ricerca Anno 2006 Titolo III Classe 3 Fascicolo III/3.8

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale. Classe di laurea n.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale. Classe di laurea n. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale Classe di laurea n. L-38 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD 1 Art. 1 Finalità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro BANDO DI CONCORSO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Concorso nazionale per l assegnazione di n. 70 borse

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO 51/2016 449 27/04/2016 2016 III 13 4 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE Visto Visto Vista l art. 66 dello Statuto dell Autonomia

Dettagli

Ingegneria dell Emergenza

Ingegneria dell Emergenza FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master universitario di primo livello in Ingegneria dell Emergenza Anno 2005-2006 (Bando dell 11 Agosto 2005) Codice corso di studio da inserire nel bollettino

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in Biologia Agro-alimentare e della Nutrizione Facoltà di Scienze mm. ff. nn Classe 6/S delle Lauree Specialistiche in Biologia Art. 1 Definizioni

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO 199/2015 1908 9/12/2015 2015 III 13 27 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE Visto Visto Vista l art. 66 dello Statuto dell Autonomia

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA. IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO di Matematica

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA. IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO di Matematica DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Largo Bruno Pontecorvo, 5 I - 56127 Pisa Tel. +39 050 2213223 Fax +39 050 2213224 http://www.dm.unipi.it C.F.80003670504 P.I.00286820501 IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO di Matematica

Dettagli

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E Università per Stranieri di Siena Decreto n.454.12 Prot. 11753 I L R E T T O R E - Viste Leggi sull Istruzione Superiore; - Vista la Legge n. 204 del 17/02/1992; - Visto il D.M. n. 509 del 03/11/1999;

Dettagli

DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA AVVISO PUBBLICO In esecuzione alla delibera adottata dal Consiglio del Dipartimento di Biologia nell adunanza del 26/10/2015 n. 8 e in applicazione del Regolamento di Ateneo per

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

IL RETTORE DECRETA. Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo; VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; VISTO il Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

BANDO PER UNA BORSA DI STUDIO A PROGETTO DAL TITOLO: DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, STORIA E BENI CULTURALI

BANDO PER UNA BORSA DI STUDIO A PROGETTO DAL TITOLO: DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, STORIA E BENI CULTURALI DECRETO NR. 89 DD. 5 MARZO 2008 PROT. 4038 BANDO PER UNA BORSA DI STUDIO A PROGETTO DAL TITOLO: Costruzione di un modello in materiali naturali della villa di Ksar Fatma, Algeria Orientale DIPARTIMENTO

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia IL RETTORE lo Statuto di Ateneo; il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; VISTA il Regolamento di funzionamento

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione alle Scuole di Specializzazione di Medicina veterinaria ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE

Bando di concorso per l ammissione alle Scuole di Specializzazione di Medicina veterinaria ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE Bando di concorso per l ammissione alle Scuole di Specializzazione di Medicina veterinaria ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTO il D.P.R. N. 162 del 10 MARZO 1982; VISTO il D.M. 16.09.1982; VISTA

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO 5 /2016 60 19/01/2016 2016 III 13 1 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE Visto Visto Vista l art. 66 dello Statuto dell Autonomia

Dettagli

Scuola di Agraria e Medicina veterinaria

Scuola di Agraria e Medicina veterinaria Scuola di Agraria e Medicina veterinaria Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina Veterinaria Parte Normativa Sito web del corso di studio: http://corsi.unibo.it/magistralecu/medicinaveterinaria/pagine/default.aspx

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; VISTO lo Statuto dell Ateneo; IL RETTORE VISTO l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

Dettagli

Università degli studi di Roma La Sapienza

Università degli studi di Roma La Sapienza Facoltà di Farmacia e Medicina Facoltà di Medicina e Odontoiatria ANNO ACCADEMICO 2011/2012 D.R. n. 4557 Bando relativo alle modalità di ammissione al percorso d eccellenza integrativo dei corsi di laurea

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Economia Anno Accademico

Dettagli

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 IL DIRETTORE - Vista la legge 2 agosto 1999 n. 264 recante Norme in materia di accessi ai corsi Universitari

Dettagli

Facoltà di Ingegneria

Facoltà di Ingegneria Stralcio di Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA LM 32 Ingegneria informatica (ex DM 270/04) (Ciclo di studio che inizia nell a.a. 2011 12) (Approvato dal Consiglio

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau Monserrato, 03 febbraio 2016 Prot. n 3767 del 03/02/2016 OGGETTO: Bando di selezione pubblica,

Dettagli

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica economica (EPELM) Curriculum in Economia e politica economica (EPE) (Ordinamento D.M. 270 - Codice

Dettagli

Management delle aziende sanitarie

Management delle aziende sanitarie ANNO ACCADEMICO 2009-2010 BANDO DI CONCORSO Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

BANDO N. 2938 SCADENZA:09/06/2015. Bando di concorso per n. 1 Premio di studio presso il Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie

BANDO N. 2938 SCADENZA:09/06/2015. Bando di concorso per n. 1 Premio di studio presso il Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA AREA DEI SERVIZI AGLI STUDENTI Settore Diritto allo Studio - Ufficio borse di studio BANDO N. 2938 SCADENZA:09/06/2015 Bando di concorso per n. 1 Premio di

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 1326

Università degli Studi di Perugia DR n. 1326 Università degli Studi di Perugia DR n. 1326 Il Rettore Oggetto: Trasferimenti ad anni successivi al primo da stesso corso di altro Ateneo - Corso di laurea magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA codice: 018-05/06 Bando A.A. 2005/06 1 Art. 1 Indicazioni

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXX CICLO SCADENZA: 9 GIUGNO 2014 Art. 1

Dettagli

Prot. n. 377 IL PRESIDE DISPONE. Art. 1 Numero e ripartizione degli affidamenti

Prot. n. 377 IL PRESIDE DISPONE. Art. 1 Numero e ripartizione degli affidamenti Prot. n. 377 Procedura comparativa per l affidamento di n. 11 servizi di tutorato presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali per i corsi del secondo anno (anno accademico 2015/2016).

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato

Dettagli

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES. Il Direttore

SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI - INTERNATIONAL SCHOOL FOR ADVANCED STUDIES. Il Direttore VISTA la legge 27.12.97, n. 449, in particolare l art.51 - comma 6; VISTO il D.M. 11.2.98; VISTA la legge 19.10.99, n. 370, ed in particolare l art. 5; VISTA la legge 23.12.99, n. 488; VISTO il D.Lgs.

Dettagli

Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti

Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti III Divisione Studenti Decreto n. 486-2008 Prot. n. 2670 del 30/07/2008 Anno 2008 Titolo III Classe 2 Fascicolo 2007-III/2.47 IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Sassari il

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 1328

Università degli Studi di Perugia DR n. 1328 Università degli Studi di Perugia DR n. 1328 Il Rettore Oggetto: Trasferimenti ad anni successivi al primo da stesso corso di altro Ateneo - Corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria (Classe LM-42)

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXIX CICLO SCADENZA: 19 settembre 2013 Art.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Foggia, 5 gennaio 2012 Prot. n. 174 VII.1 Rep. n. 10/2012 Il PRESIDE la Legge 30 dicembre, n. 240/2010 Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE (CLASSE LM/SNT1 - SCIENZE

Dettagli

Master europeo in Storia dell Architettura

Master europeo in Storia dell Architettura Area Servizi per gli studenti e relazioni con il pubblico. Divisione segreterie studenti Master europeo in Storia dell Architettura Bando 2008-2009 Il Rettore visto l art. 3 del D.m. 509/99, ora integrato

Dettagli

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato Indicazioni a cura del Consiglio di Corso di Studio di Scienze della Formazione Primaria concernente la tesi, le attività di tirocinio e l esame finale. Art. 1 Oggetto Il presente documento disciplina

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G. decreto n. 247 IL RETTORE VISTO PRESO ATTO VISTA VISTE PRESO ATTO VISTA VISTO il D.M. n. 198/2003 Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire

Dettagli

Ufficio Mobilità Internazionale Università degli Studi di Milano Bicocca Via Dell Innovazione 10 20126 Milano

Ufficio Mobilità Internazionale Università degli Studi di Milano Bicocca Via Dell Innovazione 10 20126 Milano BANDO DI MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI E DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO

Dettagli

VIII edizione, a.a. 2015-2016 BANDO DI AMMISSIONE

VIII edizione, a.a. 2015-2016 BANDO DI AMMISSIONE Dipartimento di Lettere Lingue Arti. Italianistica e culture comparate Dipartimento di Lingue e culture moderne Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica ICoN Italian Culture on the Net MASTER

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE DEI LAUREATI NON MEDICI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA A

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE DEI LAUREATI NON MEDICI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA A All. A BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE DEI LAUREATI NON MEDICI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA A. GEMELLI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE - SEDE DI ROMA È

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO NELL AMBITO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master Universitario di secondo livello ECOPROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE OPERE CIVILI (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER L INDIVIDUAZIONE DI N

BANDO DI SELEZIONE PER L INDIVIDUAZIONE DI N Repertorio contratti 2015 n....1315/2015 Prot. n..26843... cl V/6 del...2 marzo 2015... BANDO DI SELEZIONE PER L INDIVIDUAZIONE DI N. 2 STUDENTI ISCRITTI AL CORSO DI LAUREA IN RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) Il Corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l

Dettagli

DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE SERVIZIO ORGANICO, RECLUTAMENTO E MOBILITA I L R E T T O R E

DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE SERVIZIO ORGANICO, RECLUTAMENTO E MOBILITA I L R E T T O R E DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE SERVIZIO ORGANICO, RECLUTAMENTO E MOBILITA I L R E T T O R E Decreto n. 261 Vista la Legge 31.12.1996, n. 675 e successive modificazioni ed integrazioni,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI COLLABORAZIONI ESTERNE - A.A. 2015/2016 IL DIRETTORE

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI COLLABORAZIONI ESTERNE - A.A. 2015/2016 IL DIRETTORE Prot.n. 1075/15/14g AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI COLLABORAZIONI ESTERNE - A.A. 2015/2016 IL DIRETTORE Vista la legge 21.12.1999 n.508; Atteso che presso questo Istituto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER TITOLI E COLLOQUIO PER IL CONFERIMENTO DI N.1 INCARICO DI LAVORO AUTONOMO DI NATURA OCCASIONALE NELL AMBITO DEL PROGETTO P.O.R. CAMPANIA 2007-2013

Dettagli

Programma Vinci Bando 2013

Programma Vinci Bando 2013 Programma Vinci Bando 2013 Apertura della procedura di registrazione online: 14/1/2013 Termine per la registrazione online della candidatura: 4/03/2013 (ore 12.00 ) Termine per l invio della documentazione

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Prot. n. 436 del 05.08.2015 Class. VII/16 BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. IL DIRETTORE

Dettagli

Bando per l ammissione al corso di laurea magistrale in Biotecnologie Cellulari e Molecolari. Anno accademico 2016/2017

Bando per l ammissione al corso di laurea magistrale in Biotecnologie Cellulari e Molecolari. Anno accademico 2016/2017 Bando per l ammissione al corso di laurea magistrale in Biotecnologie Cellulari e Molecolari Classe di laurea LM-9 Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche Anno accademico 2016/2017 Scadenze

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO ART. 1 Istituzione e disciplina della Scuola dottorale in Scienze Umane e dei Corsi di dottorato

Dettagli

CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA

CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270,

Dettagli

L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA REGIONE SARDEGNA

L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA REGIONE SARDEGNA AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N. 17 1 CONTRATTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA DA ATTIVARSI PRESSO L NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN TEORIE E METODI DELLE ATTIVITÀ MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE II EDIZIONE A.A. 2005/2006 MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli

Per partecipare alla selezione i candidati devono possedere i requisiti di seguito elencati:

Per partecipare alla selezione i candidati devono possedere i requisiti di seguito elencati: Allegato A AVVISO PER LA SELEZIONE DI N. 2 NEOLAUREATI PER L INSERIMENTO IN TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO DA ATTIVARE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO - CENTRO PATLIB (Patent Library)

Dettagli

I DIVISIONE .OMISSIS. DELIBERA

I DIVISIONE .OMISSIS. DELIBERA I DIVISIONE 4.2) REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO PER ATTIVITA' DI RICERCA POST-DOTTORATO DA ISTITUIRE CON FONDI PREVISTI A BILANCIO DALL ATENEO E/O CON FONDI DEI DIPARTIMENTI E CENTRI

Dettagli

SPORT NUTRITION CONSULTANT

SPORT NUTRITION CONSULTANT UNIVERSITÀ TELEMATICA SAN RAFFAELE ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In convenzione con Corso di Formazione Universitaria -livello Base Alimentazione e Nutrizione in ambito Sportivo - Corso di Formazione Universitaria

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

CINI Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica. Bando di Selezione

CINI Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica. Bando di Selezione CINI Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica Bando di Selezione Per il conferimento di n. 1 incarico di collaborazione n. per assistente alla segreteria d'ufficio nell'ambito della convenzione

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN DIRITTO IMMOBILIARE A.A. 2006/2007 MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Prot. n.33628 OBIETTIVI FORMATIVI Il Master,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE. CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A.

FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE. CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A. FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A. 2008/2009 Codice corso di studio: 04526 Art. 1 (Campo tematico) La Facoltà

Dettagli

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE Master Gestione e controllo degli interventi di assetto e riqualificazione delle aree urbane nei PVS Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni Via Antonio Gramsci, 53-00197 Roma ANNO ACCADEMICO 2002

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA -

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - Bando per l ammissione al corso di Laurea Magistrale in PIANIFICAZIONE E POLITICHE PER LA CITTA, L AMBIENTE E IL PAESAGGIO (CLASSE LM48) Sede di Alghero

Dettagli

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente FUFP/3 ET IL RETTORE visto il DPR 10 marzo 1982, n. 162, e in particolare gli artt. 1 (comma 2, lettera c), 16 e 17, relativi ai corsi di perfezionamento; visto l art. 6 della legge 19 novembre 1990, n.

Dettagli

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE)

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE piazza della Maddalena, 53 00186 Roma tel.

Dettagli

Decreto n. 65468 (997) Anno 2011. Il Rettore

Decreto n. 65468 (997) Anno 2011. Il Rettore Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Il Rettore Decreto n. 65468 (997) Anno 2011 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO. PER Tecnico Superiore per il risparmio energetico nell edilizia sostenibile.

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO. PER Tecnico Superiore per il risparmio energetico nell edilizia sostenibile. BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER Tecnico Superiore per il risparmio energetico nell edilizia sostenibile Biennio 2014-2016 LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

SCIENZE. facoltà di. guida alle facoltà 2010/2011. Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512

SCIENZE. facoltà di. guida alle facoltà 2010/2011. Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512 f a c o l t à d i S C I E N Z E UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512 SCIENZE Corsi di Laurea Triennale in: SCIENZE BIOLOGICHE SCIENZE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea Magistrale Interclasse FILOSOFIA E SCIENZE DELL EDUCAZIONE Bando di ammissione A.A. 2009/2010 Art. 1 Premessa E attivato presso

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 1447

Università degli Studi di Perugia DR n. 1447 Università degli Studi di Perugia DR n. 1447 Il Rettore Oggetto: Trasferimenti ad anni successivi al primo da stesso corso di altro Ateneo - Corsi di laurea delle Professioni Sanitarie A.A. 2015/16 Il

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI

UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO Settore Post Lauream Scuole di Specializzazione D.R. n. 219 del 02.12.2013 Bando concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione

Dettagli

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE Per i trasferimenti ad anni successivi al primo a corsi di studio a numero programmato NAZIONALE o LOCALE è necessario che l interessato

Dettagli

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO PROPOSTA DI ATTIVAZIONE Master di I livello in Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione Art. 1 Attivazione del Master STATUTO L Università degli Studi

Dettagli

BANDO N. 2962 SCADENZA: 30 NOVEMBRE 2015

BANDO N. 2962 SCADENZA: 30 NOVEMBRE 2015 ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA AREA DEI SERVIZI AGLI STUDENTI Settore Diritto allo Studio - Ufficio borse di studio BANDO N. 96 SCADENZA: 0 NOVEMBRE 05 Bando di concorso per complessivi tre

Dettagli

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015.

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015. Scuola di Economia e Scienze Politiche Avviso di ammissione, anno accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale in lingua inglese Human Rights and Multi-level Governance - Classe LM-52 - Classe delle

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. dal 7 al 18 maggio 2010

AVVISO PUBBLICO. dal 7 al 18 maggio 2010 COMUNE DI DECIMOMANNU Provincia di Cagliari Settore Finanziario Servizio Patrimonio Piazza Municipio n. 1 09033 Decimomannu Tel. 070/9667003-30-09-24 fax 070/962078 e mail: settorefinanziario@pec.comune.decimomannu.ca.it

Dettagli

AFFISSO IL: 06/11/2015 SCADE IL: 20/11/2015 ore 12:00

AFFISSO IL: 06/11/2015 SCADE IL: 20/11/2015 ore 12:00 AFFISSO IL: 06/11/2015 SCADE IL: 20/11/2015 ore 12:00 DECRETO DEL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO Rep. n. 212 prot. n. 4220 del 06/11/2015 Tit. III/13.1 Oggetto: Selezione pubblica per titoli e colloquio per

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Sede Legale ed Amministrativa: località Campo di Pile - 67100 L AQUILA

BANDO DI CONCORSO. Sede Legale ed Amministrativa: località Campo di Pile - 67100 L AQUILA BANDO DI CONCORSO In esecuzione della deliberazione n. 4 del 12.3.2010 del Consiglio di Amministrazione dell AMA S.p.A. è indetto un concorso per l assunzione di n. 1 laureato in ingegneria meccanica o

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004)

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) 1 INDICE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Ambito di applicazione Articolo 3 Istituzione

Dettagli

Allegato A. 1 Scuola di dottorato dell Università degli Studi di Roma del Foro Italico Dottorato

Allegato A. 1 Scuola di dottorato dell Università degli Studi di Roma del Foro Italico Dottorato Allegato A. 1 Scuola di dottorato dell Università degli Studi di Roma del Foro Italico Dottorato Scienze dello Sport, dell Esercizio Fisico e dell Ergonomia Indirizzo Sportivo, Esercizio fisico, Ergonomico.

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG IL RETTORE Decreto n. 425 VISTO VISTO il DM 270/04 ed in particolare l art.3 comma 9 che recita Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia

Dettagli

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172 81,9(56,7 '(*/,678',',6,(1$ ',3$57,0(172',',5,772'(// (&2120,$ )$&2/7 ',(&2120,$³5,&+$5'0*22':,1 In convenzione con UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA DIPARTIMENTO DI DIRITTO PUBBLICO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos.: UPTA Decreto n. 128 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER TECNICO-INFORMATICO ESPERTO IN DATABASE

Dettagli

IL RETTORE. l art. 7 comma 6 del D. Lgs. 165/2001 Norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ;

IL RETTORE. l art. 7 comma 6 del D. Lgs. 165/2001 Norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ; PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER L ATTRIBUZIONE DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA, NELL AMBITO DEL PROGETTO DAL TITOLO MESSA A PUNTO E VALIDAZIONE

Dettagli