Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili"

Transcript

1 Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili Duecentoventi corpi di persone uccise tra il 1942 e il 1945 sono stati trovati nell'area del reparto psichiatrico di un ospedale. Forse furono uccisi per il programma di eutanasia nazista. Una commissione d'inchiesta cercherà di risalire all'identità delle vittime. Duecentoventi persone affette da disabilità mentale o fisica e forse per questo uccise durante il nazismo. I resti dei loro corpi sono stati trovati, ammassati in una fossa comune, in Austria, vicino l'area dell'ospedale regionale di Hall, vittime probabilmente del "programma eutanasia" condotto dai nazisti. La fossa comune è stata scoperta durante i lavori di ampliamento del nosocomio, che si trova nella zona del Tirolo austriaco. Secondo le prima analisi le uccisioni sono avvenute tra il 1942 e il 1945 e i resti si trovavano nella zona riservata al padiglione psichiatrico. Ora una commissione di inchiesta cercherà di risalire all'identità delle vittime, mentre i patologi dovranno accertare le cause delle morti. Il sospetto è che, nonostante i piani di eutanasia con iniezioni letali non furono ufficialmente messi in atto, comunque molte persone ritenute affette da malattie considerate ereditarie, tra cui i medici nazisti includevano anche le malattie mentali, furono prima internate a Hall e poi lasciate morire di fame. Le analisi dei resti dovranno cercare di dissipare i dubbi ed eventualmente chiarire altri aspetti storici. Di fronte al ritrovamento delle centinaia di cadaveri, i lavori di ristrutturazione sono stati temporaneamente interrotti. Superabile.it 10 gennaio 2011

2 Falsi invalidi: certificato a mafioso per evitare il carcere. A Montecatone si dimette un dirigente Quello dei falsi invalidi è un tema che periodicamente riappare al centro delle cronache nostrane: lo si fa per prendere la pensione, per avere un posto comodo e sicuro dove parcheggiare la propria auto, per ottenere un posto di lavoro, ma a quanto pare anche per non andare in carcere. E' stato questo l'escamotage operato dal mafioso Silvio Balsamo, poi morto suicida, che per diverso tempo è stato ritenuto teraplegico - e dunque non idoneo al regime carcerario - grazie a un visto, che ne attestava la malattia, fornito dall Istituto per la riabilitazione dei miolesi di Montecatone di Imola. Le indagini hanno portato all'identificazione del responsabile della presunta falsificazione: il colpevole dell'illecito sarebbe stato il responsabile dell Unità spinale Mauro Menarini, attualmente costretto all obbligo di dimora. E' però di poche ore fa, la notizia delle dimissioni di uno dei dirigenti della struttura clinica romagnola: Ilja Gardi. L'uomo, dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia che lo avverte di essere sospettato per intralcio alla giustizia, ha rassegnato le dimissioni e in una nota dichiara: «Mi sono mosso in maniera nota, documentabile e trasparente. Devo prendere atto che mi viene contestata l ipotesi di aver addirittura intralciato la giustizia, ipotesi di reato che dal mio punto di vista e percezione appare inverosimile e comunque in nessun caso intenzionale: la mia unica intenzione è stata quella di tutelare la continuità e la qualità dell attività clinica, nonchè l immagine di Montecatone come luogo di cura meritevole della fiducia dei pazienti e dei loro congiunti, sgombrando il caso da qualsiasi sospetto». A finire nell'inchiesta è stato anche il primario Augusto Costa, sospettato dal pm Lorenzo Gestri e dal procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini di essere a conoscenza di quanto accaduto ma di non voler collaborare con gli inquirenti. newnotizie.it 10 gennaio 2011

3 Falsi invalidi: certificato a mafioso per evitare il carcere. A Montecatone si dimette un dirigente Quello dei falsi invalidi è un tema che periodicamente riappare al centro delle cronache nostrane: lo si fa per prendere la pensione, per avere un posto comodo e sicuro dove parcheggiare la propria auto, per ottenere un posto di lavoro, ma a quanto pare anche per non andare in carcere. E' stato questo l'escamotage operato dal mafioso Silvio Balsamo, poi morto suicida, che per diverso tempo è stato ritenuto teraplegico - e dunque non idoneo al regime carcerario - grazie a un visto, che ne attestava la malattia, fornito dall Istituto per la riabilitazione dei miolesi di Montecatone di Imola. Le indagini hanno portato all'identificazione del responsabile della presunta falsificazione: il colpevole dell'illecito sarebbe stato il responsabile dell Unità spinale Mauro Menarini, attualmente costretto all obbligo di dimora. E' però di poche ore fa, la notizia delle dimissioni di uno dei dirigenti della struttura clinica romagnola: Ilja Gardi. L'uomo, dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia che lo avverte di essere sospettato per intralcio alla giustizia, ha rassegnato le dimissioni e in una nota dichiara: «Mi sono mosso in maniera nota, documentabile e trasparente. Devo prendere atto che mi viene contestata l ipotesi di aver addirittura intralciato la giustizia, ipotesi di reato che dal mio punto di vista e percezione appare inverosimile e comunque in nessun caso intenzionale: la mia unica intenzione è stata quella di tutelare la continuità e la qualità dell attività clinica, nonchè l immagine di Montecatone come luogo di cura meritevole della fiducia dei pazienti e dei loro congiunti, sgombrando il caso da qualsiasi sospetto». A finire nell'inchiesta è stato anche il primario Augusto Costa, sospettato dal pm Lorenzo Gestri e dal procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini di essere a conoscenza di quanto accaduto ma di non voler collaborare con gli inquirenti. newnotizie.it 10 gennaio 2011

4 Bari: anziana aggredita per aver chiesto di far sedere disabile, arrestato responsabile Bari - Ha aggredito su un autobus un'anziana donna che aveva osato chiedergli di cedere il posto a favore di un disabile rimasto in piedi: Alessandro De Bari, 27 anni, sorvegliato speciale e' stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Molfetta, in provincia di Bari, per violazione degli obblighi. E' accaduto nella serata di ieri. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, su segnalazione della centrale operativa, si sono recati nel rione dei Martiri a Molfetta, dove un autobus di linea urbana era fermo, poiche' a bordo una donna di 75 anni era stata aggredita da un giovane. Medicata da personale del 118, l'anziana ha riportato una prognosi di cinque giorni per lesioni al volto. Il 27enne, invece, rintracciato sul mezzo, e' stato perquisito e trovato in possesso di un telefono cellulare, espressamente vietato dalla misura cui era sottoposto. bari.repubblica.it 11 gennaio 2011

5 Sesso di gruppo con una ragazzina: tre minorenni finiscono in istituto Coinvolta una coetanea con un lieve handicap cognitivo. I ragazzini hanno ripreso "il gioco a luci rosse" in un filmato che hanno fatto girare a scuola di cellulare in cellulare. "Lo abbiamo fatto in un pomeriggio di noia", hanno raccontato Tre minorenni, due maschi e una femmina, ex alunni di una scuola media di una borgata di Palermo, hanno preso parte a un "gioco a luci rosse" con una coetanea che ha un lieve handicap cognitivo. Per questo motivo il Tribunale dei minorenni ha inviato i giovani in istituti religiosi o laici a svolgere anche attività sociali, per la cosiddetta "messa alla prova". I due ragazzi, quindicenni all'epoca dei fatti risalenti al febbraio 2009, avrebbero fatto sesso con l'amica e l'altra ragazzina, che aveva 14 anni, li avrebbe ripresi col cellulare. La vicenda è stata ammessa dai protagonisti, che hanno detto di avere agito in un "pomeriggio di noia", mentre erano soli in casa di uno dei due maschi. Il video girato dalla ragazzina era stato fatto circolare a scuola, venendo trasmesso di cellulare in cellulare: quando però gli insegnanti lo hanno scoperto e si sono messi alla caccia delle immagini, è stato fatto sparire. Per effetto della decisione, i tre adolescenti "messi alla prova" devono rimanere in istituto per cinque giorni alla settimana e possono trascorrere i week-end e le festività con le famiglie. A giugno sarà fatta una verifica sui tre ragazzi, oggi di età compresa fra 16 e 17 anni, per vedere se il periodo di "rieducazione" è stato positivo. Nell'inchiesta, condotta dal pm della Procura minorile Francesca Lo Verso, era stata ipotizzata in un primo momento la violenza sessuale su persona in condizione di inferiorità psichica o psicologica. La difesa ha poi dimostrato che l'handicap della vittima non è evidente e che comunque non altera la sua capacità volitiva: non le impedisce cioè di prestare il consenso a rapporti sessuali. L'accusa rimasta in piedi è stata dunque quella di averla spinta a partecipare da minorenne a un video hard con altri minorenni. palermo.repubblica.it 14 gennaio 2011

6 Costringeva i pazienti a operazioni inutili arrestato primario dell'ospedale di Ragusa A una paziente è stato asportato l'unico rene sano che possedeva. Ora quella donna è in dialisi. A una ragazza è stata tolta un'ovaia senza alcun motivo valido. Una terza donna è stata operata due volte nell'arco di pochi giorni: la prima volta per porre rimedio a una patologia della quale era affetta da tempo, la seconda per rimuovere una garza dimenticata nell'addome durante l'intervento precedente. E sarebbero anche stati asportati, per tumori inesistenti, parti di due stomaci. È lunga e agghiacciante la lista di casi contenuti nell'inchiesta che ha portato all'arresto di Ignazio Massimo Civello, 62 anni, responsabile del Dipartimento chirurgico dell'azienda sanitaria provinciale di Ragusa e primario di Chirurgia toracica dell'ospedale civile del capoluogo. Il professionista è stato arrestato dai carabinieri all'aeroporto Fontanarossa di Catania poco dopo mezzogiorno. È accusato di avere eseguito interventi chirurgici per patologie inesistenti, di avere formulato false diagnosi e di avere indotto alcuni pazienti a scegliere di essere operati a pagamento. Sono indagati altri professionisti appartenenti allo stesso reparto ma anche ad altre unità operative ospedaliere. I carabinieri del Nas hanno effettuato numerose perquisizioni. Nei confronti del medico ha emesso ordine di custodia cautelare domiciliare il Gip di Ragusa, Claudio Maggioni, su richiesta del procuratore Carmelo Petralia, che ha coordinato le indagini avviate nell'agosto 2008 e concluse nello scorso dicembre. Contestati al primario diversi casi di concussione ai danni degli ammalati ai quali offriva le sue prestazioni a pagamento con la falsa prospettiva, in caso contrario, di lunghissime liste d'attesa e della possibilità che non fosse lui a eseguire l'intervento chirurgico. Il professionista avrebbe anche alterato le liste d'attesa per dare la precedenza ai pazienti che precedentemente erano stati visitati nei suoi studi privati. Sarebbero emerse anche falsificazione del registro di sala operatoria, nel quale veniva inserito artatamente il nome del primario, mentre in realtà in professionista si sarebbe trovato da tutt'altra parte. Il falso aveva l'obiettivo di fare lievitare il numero degli interventi cosiddetti "istituzionali" e cioè a totale carico del Servizio sanitario nazionale, aumentando così la casistica operatoria del dirigente medico. In alcune occasioni, il primario avrebbe anche operato senza il consenso informato dei pazienti. "Siamo sconcertati per quello che è successo e per questo motivo ho già avviato un'ispezione per comprendere come sia potuto accadere e, soprattutto, per verificare se tutto ciò sia il risultato di un sistema di connivenze. Nel contempo ho chiesto anche una relazione dettagliata al direttore generale dell'azienda sanitaria provinciale di Ragusa". Così l'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, interviene sull'arresto del primario. "Voglio esprimere inoltre - continua Russo - un plauso ai carabinieri e alla magistratura per avere fatto venire alla luce una vicenda che mi auguro sia solo un caso isolato, anche se protrattosi nel tempo. In ogni caso, già domani, chiederò ufficialmente gli atti dell'inchiesta alla Procura di Ragusa". repubblica.it 17 gennaio 2011

7 Vendevano a miniere e cave disabili mentali: due arrestati in Cina E stato confermato l arresto di due persone, marito e moglie, fermate in Cina perché, da gestori di una struttura di ricovero per disabili mentali, hanno venduto a miniere e cave oltre 130 disabili. Lo rivela il Legal Daily. Gli arrestati sono Zeng Lingquan, 46 anni e sua moglie Li Shuqiong, di 45, originari della Contea di Quxian nella provincia sud occidentale del Sichuan, dove avevano messo su anche la struttura per disabili. Secondo gli inquirenti, i due avrebbero guadagnato oltre euro per la vendita di disabili dal 1993, spendendoli in tutta la Cina. La maggior parte di queste persone, venivano trattate come schiave nelle sedi di lavoro, incatenate, senza paga, alimentate con cibo scadente o, spesso, con cibo per animali. Il caso e balzato alle cronache il mese scorso, dopo che su un blog furono pubblicate le foto di alcuni disabili trattati come schiavi in una cava dello Xinjiang, nel nord ovest della Cina. In quell occasione, la polizia liberò una dozzina di persone ridotte in schiavitu. Il sei gennaio scorso, i due sono stati arrestati e oggi sono stati resi noti i loro nomi e le circostanze dell arresto. Secondo gli inquirenti, i coniugi hanno cominciato con il recuperare dalla strada dei mendicanti per un aiuto in campagna. Poi l idea di creare una struttura di ricovero e successivamente di cominciare la vendita dei disabili. Oltre ai due arrestati, sono sotto indagine sette funzionari della contea che non hanno vigilato sulla questione. Gli inquirenti e la procura, pensano che possano essere stati complici della compravendita. Quattro anni fa e venuto alla ribalta il caso di piu di 20 lavoratori disabili che furono trovati morti in una miniera di carbone. sordionline.com 18 gennaio 2011

8 Olanda, giovane disabile vive legato a una parete Da tre anni Brandon vive confinato in una stanza, legato come un cane a un parete con un guinzaglio di cinque metri e senza la possibilità di uscire alla luce del sole. Il giovane ha solo 18 anni, soffre di gravi problemi psichici e vive in una struttura sanitaria a Ermelo, nell est dell Olanda. La sua vicenda, portata alla luce dalla trasmissione televisiva Uitgesproken Eo ed ha subito scatenato un vespaio di polemiche e un interrogazione parlamentare da parte del Partito laburista. Nel corso della trasmissione è stato trasmesso un video realizzato dai suoi genitori in cui si vede il ragazzo trascorrere la sua giornata con una imbragatura sul petto che, attraverso una corda lo lega a una sbarra di ferro piantata in una parete. Brandon ha cominciato a manifestare problemi mentali all età di cinque anni e fino al 2007 viveva nella struttura sanitaria, ma poteva tornare a casa nei fine settimana. Tre anni fa però i responsabili della clinica hanno espresso la preoccupazione per il fatto che il giovane potesse aggredire il personale ed è stata decisa per lui questa forma di contenimento. Così Brandon ora può trascorrere senza guinzaglio solo la notte, ma al risveglio deve indossare l imbragatura e legarsi alla parete prima che il personale della struttura entri nella stanza per fornirgli pasti e medicine. online-news.it 20 gennaio 2011

9 Non vedente da 23 anni diventa cintura nera di karate. E' il primo caso in Italia Emanuele Gualerzi, non vedente dall'età di cinque anni e mezzo, è la prima cintura nera di karate in Italia. Vive a Sabbioneta, dove è riuscito nell'impresa di disputare combattimenti e di arrivare a un traguardo prestigioso. Le coltellate che fendono l'aria. Le antenne che si alzano un secondo prima dell'attacco. Il braccio teso che para il colpo, agile e secco come ogni vero yudansha. In quei secondi, nella tensione del combattimento, gli occhi non contano più. Conta la concentrazione, l'allenamento duro che sfianca, l'intuito da gatto. La forza del guerriero, incurante delle ferite. Ne ha una immensa, Emanuele Gualerzi, di quelle che non guariscono mai. È cieco totale. Ed è l'unico non vedente in Italia cintura nera di karate Si allena da 18 anni, da quel giorno in cui il suo primo maestro, Giancarlo Bottoli, karateka di Soave, dopo aver ascoltato a occhi sbarrati il suo desiderio, mise da parte pregiudizi e tabelle e gli disse «Proviamoci». Una sfida che ha assorbito tutti questi anni, un allenamento dopo l'altro. Bottoli vinse la scommessa ma non la sua malattia, che quattro anni fa lo ha ucciso. «Mi sono sentito un po' morire anch'io. Pensavo che nessun altro mi avrebbe sostenuto. E invece ho trovato un altro angelo custode a Casalmaggiore, Claudio Lena». Tutte le settimane la competenza e l'esperienza del maestro fanno l'inchino davanti alla forza di Emanuele. Saggezza, grinta, serenità che sembrano piovere da un altro pianeta. Come le sue parole, scioccanti: «Aver perso la vista mi sembra anche una fortuna. Non perdo tempo in scemenze. Mi interessano solo le cose vere. E poi ricordo i colori e le forme. Se me le descrivi io le vedo». Perché vedeva, quando era un bimbo, Emanuele, e giocava con tutti gli altri. Fino a cinque anni e mezzo, quando un tumore al cervello gli schiacciò i nervi ottici. Da allora è stato buio. «Secondo i medici avevo una possibilità su dieci di sopravvivere, e comunque sarei rimasto ritardato o paralizzato. Invece eccomi qui». A sferrare fendenti contro il destino. Guerriero yudansha che non conosce la resa. «Avevo cominciato a fare sport con il tandem, ho anche vinto dei campionati under 18, ma non era il mio sport. Mi avvilivo». Intanto studia ragioneria, si iscrive a psicologia, ma molla, «ero più portato per gli esami tecnici e scientifici, il resto non mi interessava. E per i miei compagni ero trasparente, un fantasma. Mi passavano di fianco nei corridoi senza neanche salutarmi». La battaglia di Emanuele che non vede è quella contro la gente con il paraocchi. «Ma mi sono abituato, con gli anni, e non ci faccio più caso. Non ho amici, nemmeno uno. Con i ciechi la gente crede di dover fare opere pie, pochi sono capaci di accettare un rapporto alla pari. Tendono a trattarti come uno zerbino, che deve anche essere riconoscente, ma io sono troppo orgoglioso e non chiedo nulla. Non vedo, ma non mi sento anormale. Ho imparato ad essere autosufficiente, e indipendente, grazie anche alla mia famiglia». Indipendente, ma senza un lavoro: «Ho fatto un anno di prova all'ufficio turistico del Comune di Sabbioneta, ma non mi facevano fare nulla, nonostante io parli perfettamente il tedesco, e benino inglese e francese. Mi sono sentito ancora più disabile». Non poteva accettare di farsi mandare al tappeto da loro, «e ho lasciato». gelocal.it 25 gennaio 2011

10 Ciechi, compensi per assistenza mai fatta: la procura indaga TREVISO La Provincia di Treviso ha il sospetto di gravi irregolarità da parte di un associazione che gestisce l assistenza ai disabili sensoriali. Per questo sono state avviate delle indagini. Appresa la notizia da parte degli Uffici commenta il presidente Leonardo Muraro senza entrare nel merito della vicenda, ho dato immediatamente disposizioni per segnalare i fatti alla Procura della Repubblica, avviare tutte le verifiche e accertare in modo rigoroso le responsabilità. I dubbi sono maturati in seguito a controlli d ufficio e su segnalazioni di utenti del servizio. Al centro della vicenda, una delle associazioni incaricate dalla Provincia per l assistenza a favore dei disabili sensoriali. Secondo quanto segnala la Provincia, l'associazione avrebbe ricevuto dei compensi per servizi che in realtà non erano stati resi. Nell attesa degli accertamenti giudiziari, gli uffici hanno attivato le procedure amministrative di verifica e contestazione delle violazioni contrattuali che potranno se definitivamente accertate condurre alla rescissione della convenzione. Il direttore generale, intanto, ha avviato una verifica interna sull operato dei dipendenti incaricati della parte amministrativa di gestione del servizio e dei rapporti con le associazioni. Nel caso venissero accertate definitivamente le violazioni riscontrate, la Provincia risulterà essere parte danneggiata insieme alle famiglie interessate. In attesa dell esito dell indagine giudiziaria sarà in ogni caso assicurata la continuità delle prestazioni, anche se saranno altre persone ad occuparsene. La Provincia assicura gli interventi sociali di integrazione scolastica a soggetti con disabilità visive e uditive, anche stranieri, che frequentano le scuole di ogni ordine e grado, asili nido, scuole per l infanzia e università, al fine di consentire il superamento delle difficoltà di comunicazione e di apprendimento. Tali servizi, a partire dal 2003/2004, sono gestiti dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle persone disabili sensoriali, appunto in convenzione con la Provincia stessa. Il costo complessivo sostenuto dalla Provincia ammonta a circa 1,5 milioni di euro all anno, rendendo il servizio a circa 200 disabili. La Provincia di Treviso ha già avviato l'iter per la rescissione del contratto con l'associazione indicata nella segnalazione alla Procura della Repubblica. Si tratterebbe di una sigla con la quale l'ente pubblico ha un rapporto di collaborazione pluriennale. Le irregolarità sarebbero emerse nel corso di verifiche previste da un protocollo approvato dalla giunta provinciale lo scorso agosto. Dell'esposto ha già preso visione il procuratore della Repubblica di Treviso, Antonio Fojadelli, il quale parla di un episodio "modesto nei suoi contenuti". "Non sappiamo - ha spiegato - se le anomalie rilevate dalla Provincia siano volontarie o frutto di un errore. Si tratta, se verificato, di un danno molto relativo ma è una giusta questione di pulizia". L'ipotesi di reato che potrebbe dunque essere contestata ai responsabili dell'associazione è quella di truffa ai danni dell'ente pubblico, ma nessuno risulta ancora indagato. oggitreviso.it 31 gennaio 2011

11 Sordomuta perseguitata dall'amico: manda un sms al 113 MESTRE. Non era la prima volta che l'uomo andava a casa sua perché invaghitosi di lei, voleva iniziare una relazione. Due giorni fa, oltrepassato il limite di sopportazione, la donna ha chiamato la polizia. È riuscita ad allertare il 113 nonostante fosse sordomuta. I poliziotti sono arrivati e hanno fermato, controllato e denunciato l'uomo. La donna è riuscita a chiamare la polizia grazie al sistema che da oltre un anno consente anche alle persone con questa disabilità di poter dialogare in caso di necessità, attraverso gli sms, con il 113. Il fatto è avvenuto sabato pomeriggio quando la donna, una trentacinquenne ungherese sordomuta dalla nascita, riceve gli ennesimi messaggi dal tono pesante, sul cellulare da parte di un 45enne, pluripregiudicato, di Castelfranco Veneto. L'uomo che conosce la donna da qualche tempo si è invaghito di lei. Infatti l'iniziale conoscenza si era trasformata in amicizia, ma lui pretendeva di andare oltre. E quindi ha cominciato a martellare la donna con sms. Un'insistenza che inizialmente la giovane ha respinto tranquillamente, ma che poi si è trasformata in un incubo. Quando poi lei ha iniziato a non rispondere più ai suoi messaggi lui si presentava nell'abitazione dell'ungherese al Piraghetto. Una situazione insopportabile. E sabato raggiunto il limite si è rivolta alla polizia. La donna al telefono non può parlare per l'invalidità che l'accompagna fin da giovane. Ma attraverso la sezione veneziana dell'ente nazionale sordomuti, sa che può chiedere soccorso al 113 grazie ad un sistema di sms approntato appositamente per questi cittadini. E quindi ha chiesto soccorso. Ha spiegato che l'uomo le aveva inviato messaggi minacciosi avvisandola che sarebbe andato a casa sua. Sono intervenuti i poliziotti di una volante ai quali, in qualche modo, la donna ha spiegato la situazione. Gli agenti hanno atteso l'arrivo dell'uomo. Pochi minuti ed ecco il pregiudicato che parcheggia l'auto a pochi metri di distanza dall'abitazione dell'ungherese. I poliziotti lo hanno fermato e identificato. Nel bagagliaio dell'auto hanno trovato un machete lungo mezzo metro. Lo hanno denunciato per porto abusivo di arma atta ad offendere. nuovavenezia.gelocal.it - 31 gennaio 2011

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena COMUNICATO STAMPA S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A A SIENA, MAI NESSUN CASO ALDROVANDI Da diverso tempo la UGL Polizia di Stato ha intrapreso, in ambito nazionale, una energica opera

Dettagli

Il campione regionale

Il campione regionale Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati regionali Il campione

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013

DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013 DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013 Le analisi che seguono sono relative al periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2013. 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELLE

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro Le riflessioni del Gruppo Geode Anna Porta Psicologa Hospice l Orsa Maggiore Biella HOSPICE EQUIPE Psicologo Medici Infermieri OSS Volontari

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 Nome ROSAMARIA CONTI Funzione strumentale/referente progetto LIBERI DA LIBERI PER Ore stanziate dal Fondo d Istituto

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 Giovedì, 06 marzo 2014 06/03/2014 Pagina 14 Salute, sport e divertimento in pillole per passare dal divano allo stile... 1 06/03/2014 Pagina 18

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer Gruppo di studio SIGG LA CURA NELLA FASE TERMINALE DELLA VITA la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer evelina bianchi Firenze 53 Congresso nazionale SIGG 2008 Firenze 53 congresso SIGG evelina

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

Info: Susanna Pietra-3406676706 susanna.pietra@gmail.com Ufficio stampa chiesa valdese di piazza Cavour

Info: Susanna Pietra-3406676706 susanna.pietra@gmail.com Ufficio stampa chiesa valdese di piazza Cavour APERTO AL PUBBLICO OGNI MERCOLEDÌ ORE 18 UNO SPORTELLO PER DEPOSITARE IL PROPRIO TESTAMENTO BIOLOGICO PRESSO LA CHIESA EVANGELICA VALDESE DI ROMA PIAZZA CAVOUR Il diritto alla vita comprende anche il diritto

Dettagli

VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO

VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO Verona, la procura apre un'inchiesta dopo la segnalazione del marito e della clinica. La donna abitava a Mantova, aveva due bimbe.

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti?

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti? FAQ BUONO SCUOLA DATI ANAGRAFICI 1) D Siamo genitori separati con residenze diverse, quale indirizzo indicare nella domanda? R _ Quello del genitore richiedente. COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA 1) D _ Mio

Dettagli

DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012

DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012 Centro Antiviolenza DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012 L Associazione Demetra Donne in aiuto è stata fondata il 25 luglio del 2005 per aprire anche nel territorio lughese un

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

La violenza sui MMG. Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese

La violenza sui MMG. Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese La violenza sui MMG Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese Che tipo di violenza subisce il MMG? Non solo violenza fisica, ma verbale, sotto forma di minacce di denunce, e/o ricatti di revoca

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La PdV nella cura della depressione dell anziano. Marzia Corigliano

La PdV nella cura della depressione dell anziano. Marzia Corigliano La PdV nella cura della depressione dell anziano Marzia Corigliano Sempre più numerosi sono gli anziani che conservano un buono stato di salute fisica e mentale ma in questa fascia di età aumentano le

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Sondaggio sull'esperienza dei pazienti in merito all'assistenza sanitaria di base [NAME OF OFFICE/CLINIC] SONDAGGIO SULL'ESPERIENZA DEI PAZIENTI

Sondaggio sull'esperienza dei pazienti in merito all'assistenza sanitaria di base [NAME OF OFFICE/CLINIC] SONDAGGIO SULL'ESPERIENZA DEI PAZIENTI Sondaggio sull'esperienza dei pazienti in merito all'assistenza sanitaria di base [NAME OF OFFICE/CLINIC] SONDAGGIO SULL'ESPERIENZA DEI PAZIENTI Lei è invitato a prendere parte a questo sondaggio perché

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA

27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA 27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA Mostra e flash mob per non dimenticare l orrore della Shoah 27 Gennaio 1945 Vengono abbattuti i cancelli del lager di Auschwitz Il 20 luglio 2000, con la legge 211,

Dettagli

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52)

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) (Sesto Potere) - Cadelbosco di Sopra - 2 febbraio 2009 - L Ufficio

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

L'ipocrisia della famiglia Alfarano e di un sacerdote. Chissa cosa ne pensa il vescovo Santoro...?

L'ipocrisia della famiglia Alfarano e di un sacerdote. Chissa cosa ne pensa il vescovo Santoro...? L'ipocrisia della famiglia Alfarano e di un sacerdote. Chissa cosa ne pensa il vescovo Santoro...? nella foto Luigi Alfarano Ai funerali di Luigi Alfarano l omicida folle che ha ucciso sua moglie e l incolpevole

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH)

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) 1 ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) Gentile Signora/e, Gioia Jacopini*, Paola Zinzi**, Antonio Frustaci*, Dario Salmaso* *Istituto di

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Linda Laura Sabbadini

Linda Laura Sabbadini La violenza e i maltrattamenti contro le donne I maltrattamenti contro le donne dentro e fuori la famiglia Direttore Centrale ISTAT Perché un indagine sulla violenza sulle donne? Le denunce sono solo la

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

L uso delle mani e del corpo

L uso delle mani e del corpo PARTE SECONDA 77 78 1 L uso delle mani e del corpo Il contatto: massimo Il contatto delle mani e, quando possibile, delle avambraccia sul corpo, deve essere pieno e senza interruzioni. Durante il massaggio

Dettagli

La sicurezza di Internet sei tu

La sicurezza di Internet sei tu La sicurezza di Internet sei tu Modena, 21-10-2011 Michele Colajanni Università di Modena e Reggio Emilia michele.colajanni@unimore.it http://weblab.ing.unimo.it/people/colajanni Le 3 dimensioni + 1 Tecnologie

Dettagli

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email. I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.it CTI Monza, 20 Novembre 2015 Prima parte: comprendere

Dettagli

Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si

Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si chiama Francesca, era molto simpatica; la seconda invece

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 28 dicembre 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line.

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 28 dicembre 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line. Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA 28 dicembre 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line ASL Teramo tel. 0861.420319/311 Quotidiano regionale Edizione Teramo In

Dettagli

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA COMUNICATO STAMPA PER L 8 MARZO TANTI GIOVANI SI SONO CONFRONTATI SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE CON L INIZIATIVA DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PARI OPPORTUNITA, DI AMNESTY INTERNATIONAL E DELL L

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti I.T.S. G. GIRARDI Progetto legalità a.s. 214/215 Privacy e disagio giovanile Risultati dei questionari somministrati agli studenti Classi coinvolte: 3AA 3AT 3AR 3BR 3CR 3AS - 3BS Rilevazione dei dati relativi

Dettagli

Corriere Fiorentino 05/09/2014 p. 8 Poggio Sereno senza pazienti Ma i dipendenti sono ancora lì Giulio Gori 1

Corriere Fiorentino 05/09/2014 p. 8 Poggio Sereno senza pazienti Ma i dipendenti sono ancora lì Giulio Gori 1 rassegna_5_9_14 INDICE RASSEGNA STAMPA rassegna_5_9_14 Fiesole Corriere Fiorentino 05/09/2014 p. 8 Poggio Sereno senza pazienti Ma i dipendenti sono ancora lì Giulio Gori 1 Nazione Firenze 05/09/2014 p.

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Lo sfruttamento minorile

Lo sfruttamento minorile Lo sfruttamento minorile A noi sembra scontato avere il cibo, una casa e una famiglia che ci vuole bene ma in realtà, in altre parti del mondo, vi sono dei bambini che soffrono perché privati di questi

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone

Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone Franco Groppali IL MIO ICTUS, CONFINE di due VITE: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone autobiografia

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO Ricostruire la Propria Identità attraverso la Determinazione e la Libertà di Scelta 2 Titolo MOTIVATORE DI ME STESSO Autore Marco Antuzi Editore Bruno Editore Sito

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

«Il sexting è normale, ma stupido»

«Il sexting è normale, ma stupido» «Il sexting è normale, ma stupido» Il sexting sembra ormai far parte della normale quotidianità. Ma cosa ne pensano le persone coinvolte? Il programma nazionale giovani e media ha affrontato il rapporto

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Informazione Facile. N. 17, 9 Maggio 2016 ITALIA MONDO. COSTUME bambini con la pistola. SALUTE Alzheimer: nuova diagnosi. CINEMA Florida. pag.

Informazione Facile. N. 17, 9 Maggio 2016 ITALIA MONDO. COSTUME bambini con la pistola. SALUTE Alzheimer: nuova diagnosi. CINEMA Florida. pag. N. 17, 9 Maggio 2016 ITALIA pag.2/3 MONDO pag.4 COSTUME bambini con la pistola pag.5/7 SALUTE Alzheimer: nuova diagnosi pag.8 CINEMA Florida pag.9 1 Soru condannato 3 anni di carcere per evasione fiscale

Dettagli

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO Dal fallimento al successo La storia di un uomo che affronta la vita, estratto del libro in anteprima È il 1990: ho 42 anni e sono praticamente fallito. Sono con l acqua

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Principi di diritto Domande d esame

Principi di diritto Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2010 Principi di diritto Domande d esame Durata dell esame: 60 Minuti Mezzi ausiliari ammessi: LPar, CC, CO, LRDP, LPD, Legge sul lavoro (LL) e Legge sulla partecipazione,

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta FINALITA -EDUCARE ALLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE GLI ALTRI, GESTIRE CONTRASTI, RICONOSCENDO DIRITTI E DOVERI ATTRAVERSO

Dettagli

La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili

La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili (a cura di Federica Giannetto) Concetto di fragilità la malattia la cronicità l handicap la vecchiaia Perdita del passaporto di buona salute e necessità

Dettagli

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA LA BIOGRAFIA LINGUISTICA Lavoro di gruppo: Casapollo, Frezza, Perrone e Rossi Classi coinvolte: 5 classi di scuola primaria e 5 classi di scuola secondaria di primo grado Docenti coinvolti: 3 della scuola

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli