Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili"

Transcript

1 Choc in Austria. Scoperta una fossa comune di disabili Duecentoventi corpi di persone uccise tra il 1942 e il 1945 sono stati trovati nell'area del reparto psichiatrico di un ospedale. Forse furono uccisi per il programma di eutanasia nazista. Una commissione d'inchiesta cercherà di risalire all'identità delle vittime. Duecentoventi persone affette da disabilità mentale o fisica e forse per questo uccise durante il nazismo. I resti dei loro corpi sono stati trovati, ammassati in una fossa comune, in Austria, vicino l'area dell'ospedale regionale di Hall, vittime probabilmente del "programma eutanasia" condotto dai nazisti. La fossa comune è stata scoperta durante i lavori di ampliamento del nosocomio, che si trova nella zona del Tirolo austriaco. Secondo le prima analisi le uccisioni sono avvenute tra il 1942 e il 1945 e i resti si trovavano nella zona riservata al padiglione psichiatrico. Ora una commissione di inchiesta cercherà di risalire all'identità delle vittime, mentre i patologi dovranno accertare le cause delle morti. Il sospetto è che, nonostante i piani di eutanasia con iniezioni letali non furono ufficialmente messi in atto, comunque molte persone ritenute affette da malattie considerate ereditarie, tra cui i medici nazisti includevano anche le malattie mentali, furono prima internate a Hall e poi lasciate morire di fame. Le analisi dei resti dovranno cercare di dissipare i dubbi ed eventualmente chiarire altri aspetti storici. Di fronte al ritrovamento delle centinaia di cadaveri, i lavori di ristrutturazione sono stati temporaneamente interrotti. Superabile.it 10 gennaio 2011

2 Falsi invalidi: certificato a mafioso per evitare il carcere. A Montecatone si dimette un dirigente Quello dei falsi invalidi è un tema che periodicamente riappare al centro delle cronache nostrane: lo si fa per prendere la pensione, per avere un posto comodo e sicuro dove parcheggiare la propria auto, per ottenere un posto di lavoro, ma a quanto pare anche per non andare in carcere. E' stato questo l'escamotage operato dal mafioso Silvio Balsamo, poi morto suicida, che per diverso tempo è stato ritenuto teraplegico - e dunque non idoneo al regime carcerario - grazie a un visto, che ne attestava la malattia, fornito dall Istituto per la riabilitazione dei miolesi di Montecatone di Imola. Le indagini hanno portato all'identificazione del responsabile della presunta falsificazione: il colpevole dell'illecito sarebbe stato il responsabile dell Unità spinale Mauro Menarini, attualmente costretto all obbligo di dimora. E' però di poche ore fa, la notizia delle dimissioni di uno dei dirigenti della struttura clinica romagnola: Ilja Gardi. L'uomo, dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia che lo avverte di essere sospettato per intralcio alla giustizia, ha rassegnato le dimissioni e in una nota dichiara: «Mi sono mosso in maniera nota, documentabile e trasparente. Devo prendere atto che mi viene contestata l ipotesi di aver addirittura intralciato la giustizia, ipotesi di reato che dal mio punto di vista e percezione appare inverosimile e comunque in nessun caso intenzionale: la mia unica intenzione è stata quella di tutelare la continuità e la qualità dell attività clinica, nonchè l immagine di Montecatone come luogo di cura meritevole della fiducia dei pazienti e dei loro congiunti, sgombrando il caso da qualsiasi sospetto». A finire nell'inchiesta è stato anche il primario Augusto Costa, sospettato dal pm Lorenzo Gestri e dal procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini di essere a conoscenza di quanto accaduto ma di non voler collaborare con gli inquirenti. newnotizie.it 10 gennaio 2011

3 Falsi invalidi: certificato a mafioso per evitare il carcere. A Montecatone si dimette un dirigente Quello dei falsi invalidi è un tema che periodicamente riappare al centro delle cronache nostrane: lo si fa per prendere la pensione, per avere un posto comodo e sicuro dove parcheggiare la propria auto, per ottenere un posto di lavoro, ma a quanto pare anche per non andare in carcere. E' stato questo l'escamotage operato dal mafioso Silvio Balsamo, poi morto suicida, che per diverso tempo è stato ritenuto teraplegico - e dunque non idoneo al regime carcerario - grazie a un visto, che ne attestava la malattia, fornito dall Istituto per la riabilitazione dei miolesi di Montecatone di Imola. Le indagini hanno portato all'identificazione del responsabile della presunta falsificazione: il colpevole dell'illecito sarebbe stato il responsabile dell Unità spinale Mauro Menarini, attualmente costretto all obbligo di dimora. E' però di poche ore fa, la notizia delle dimissioni di uno dei dirigenti della struttura clinica romagnola: Ilja Gardi. L'uomo, dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia che lo avverte di essere sospettato per intralcio alla giustizia, ha rassegnato le dimissioni e in una nota dichiara: «Mi sono mosso in maniera nota, documentabile e trasparente. Devo prendere atto che mi viene contestata l ipotesi di aver addirittura intralciato la giustizia, ipotesi di reato che dal mio punto di vista e percezione appare inverosimile e comunque in nessun caso intenzionale: la mia unica intenzione è stata quella di tutelare la continuità e la qualità dell attività clinica, nonchè l immagine di Montecatone come luogo di cura meritevole della fiducia dei pazienti e dei loro congiunti, sgombrando il caso da qualsiasi sospetto». A finire nell'inchiesta è stato anche il primario Augusto Costa, sospettato dal pm Lorenzo Gestri e dal procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini di essere a conoscenza di quanto accaduto ma di non voler collaborare con gli inquirenti. newnotizie.it 10 gennaio 2011

4 Bari: anziana aggredita per aver chiesto di far sedere disabile, arrestato responsabile Bari - Ha aggredito su un autobus un'anziana donna che aveva osato chiedergli di cedere il posto a favore di un disabile rimasto in piedi: Alessandro De Bari, 27 anni, sorvegliato speciale e' stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Molfetta, in provincia di Bari, per violazione degli obblighi. E' accaduto nella serata di ieri. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, su segnalazione della centrale operativa, si sono recati nel rione dei Martiri a Molfetta, dove un autobus di linea urbana era fermo, poiche' a bordo una donna di 75 anni era stata aggredita da un giovane. Medicata da personale del 118, l'anziana ha riportato una prognosi di cinque giorni per lesioni al volto. Il 27enne, invece, rintracciato sul mezzo, e' stato perquisito e trovato in possesso di un telefono cellulare, espressamente vietato dalla misura cui era sottoposto. bari.repubblica.it 11 gennaio 2011

5 Sesso di gruppo con una ragazzina: tre minorenni finiscono in istituto Coinvolta una coetanea con un lieve handicap cognitivo. I ragazzini hanno ripreso "il gioco a luci rosse" in un filmato che hanno fatto girare a scuola di cellulare in cellulare. "Lo abbiamo fatto in un pomeriggio di noia", hanno raccontato Tre minorenni, due maschi e una femmina, ex alunni di una scuola media di una borgata di Palermo, hanno preso parte a un "gioco a luci rosse" con una coetanea che ha un lieve handicap cognitivo. Per questo motivo il Tribunale dei minorenni ha inviato i giovani in istituti religiosi o laici a svolgere anche attività sociali, per la cosiddetta "messa alla prova". I due ragazzi, quindicenni all'epoca dei fatti risalenti al febbraio 2009, avrebbero fatto sesso con l'amica e l'altra ragazzina, che aveva 14 anni, li avrebbe ripresi col cellulare. La vicenda è stata ammessa dai protagonisti, che hanno detto di avere agito in un "pomeriggio di noia", mentre erano soli in casa di uno dei due maschi. Il video girato dalla ragazzina era stato fatto circolare a scuola, venendo trasmesso di cellulare in cellulare: quando però gli insegnanti lo hanno scoperto e si sono messi alla caccia delle immagini, è stato fatto sparire. Per effetto della decisione, i tre adolescenti "messi alla prova" devono rimanere in istituto per cinque giorni alla settimana e possono trascorrere i week-end e le festività con le famiglie. A giugno sarà fatta una verifica sui tre ragazzi, oggi di età compresa fra 16 e 17 anni, per vedere se il periodo di "rieducazione" è stato positivo. Nell'inchiesta, condotta dal pm della Procura minorile Francesca Lo Verso, era stata ipotizzata in un primo momento la violenza sessuale su persona in condizione di inferiorità psichica o psicologica. La difesa ha poi dimostrato che l'handicap della vittima non è evidente e che comunque non altera la sua capacità volitiva: non le impedisce cioè di prestare il consenso a rapporti sessuali. L'accusa rimasta in piedi è stata dunque quella di averla spinta a partecipare da minorenne a un video hard con altri minorenni. palermo.repubblica.it 14 gennaio 2011

6 Costringeva i pazienti a operazioni inutili arrestato primario dell'ospedale di Ragusa A una paziente è stato asportato l'unico rene sano che possedeva. Ora quella donna è in dialisi. A una ragazza è stata tolta un'ovaia senza alcun motivo valido. Una terza donna è stata operata due volte nell'arco di pochi giorni: la prima volta per porre rimedio a una patologia della quale era affetta da tempo, la seconda per rimuovere una garza dimenticata nell'addome durante l'intervento precedente. E sarebbero anche stati asportati, per tumori inesistenti, parti di due stomaci. È lunga e agghiacciante la lista di casi contenuti nell'inchiesta che ha portato all'arresto di Ignazio Massimo Civello, 62 anni, responsabile del Dipartimento chirurgico dell'azienda sanitaria provinciale di Ragusa e primario di Chirurgia toracica dell'ospedale civile del capoluogo. Il professionista è stato arrestato dai carabinieri all'aeroporto Fontanarossa di Catania poco dopo mezzogiorno. È accusato di avere eseguito interventi chirurgici per patologie inesistenti, di avere formulato false diagnosi e di avere indotto alcuni pazienti a scegliere di essere operati a pagamento. Sono indagati altri professionisti appartenenti allo stesso reparto ma anche ad altre unità operative ospedaliere. I carabinieri del Nas hanno effettuato numerose perquisizioni. Nei confronti del medico ha emesso ordine di custodia cautelare domiciliare il Gip di Ragusa, Claudio Maggioni, su richiesta del procuratore Carmelo Petralia, che ha coordinato le indagini avviate nell'agosto 2008 e concluse nello scorso dicembre. Contestati al primario diversi casi di concussione ai danni degli ammalati ai quali offriva le sue prestazioni a pagamento con la falsa prospettiva, in caso contrario, di lunghissime liste d'attesa e della possibilità che non fosse lui a eseguire l'intervento chirurgico. Il professionista avrebbe anche alterato le liste d'attesa per dare la precedenza ai pazienti che precedentemente erano stati visitati nei suoi studi privati. Sarebbero emerse anche falsificazione del registro di sala operatoria, nel quale veniva inserito artatamente il nome del primario, mentre in realtà in professionista si sarebbe trovato da tutt'altra parte. Il falso aveva l'obiettivo di fare lievitare il numero degli interventi cosiddetti "istituzionali" e cioè a totale carico del Servizio sanitario nazionale, aumentando così la casistica operatoria del dirigente medico. In alcune occasioni, il primario avrebbe anche operato senza il consenso informato dei pazienti. "Siamo sconcertati per quello che è successo e per questo motivo ho già avviato un'ispezione per comprendere come sia potuto accadere e, soprattutto, per verificare se tutto ciò sia il risultato di un sistema di connivenze. Nel contempo ho chiesto anche una relazione dettagliata al direttore generale dell'azienda sanitaria provinciale di Ragusa". Così l'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, interviene sull'arresto del primario. "Voglio esprimere inoltre - continua Russo - un plauso ai carabinieri e alla magistratura per avere fatto venire alla luce una vicenda che mi auguro sia solo un caso isolato, anche se protrattosi nel tempo. In ogni caso, già domani, chiederò ufficialmente gli atti dell'inchiesta alla Procura di Ragusa". repubblica.it 17 gennaio 2011

7 Vendevano a miniere e cave disabili mentali: due arrestati in Cina E stato confermato l arresto di due persone, marito e moglie, fermate in Cina perché, da gestori di una struttura di ricovero per disabili mentali, hanno venduto a miniere e cave oltre 130 disabili. Lo rivela il Legal Daily. Gli arrestati sono Zeng Lingquan, 46 anni e sua moglie Li Shuqiong, di 45, originari della Contea di Quxian nella provincia sud occidentale del Sichuan, dove avevano messo su anche la struttura per disabili. Secondo gli inquirenti, i due avrebbero guadagnato oltre euro per la vendita di disabili dal 1993, spendendoli in tutta la Cina. La maggior parte di queste persone, venivano trattate come schiave nelle sedi di lavoro, incatenate, senza paga, alimentate con cibo scadente o, spesso, con cibo per animali. Il caso e balzato alle cronache il mese scorso, dopo che su un blog furono pubblicate le foto di alcuni disabili trattati come schiavi in una cava dello Xinjiang, nel nord ovest della Cina. In quell occasione, la polizia liberò una dozzina di persone ridotte in schiavitu. Il sei gennaio scorso, i due sono stati arrestati e oggi sono stati resi noti i loro nomi e le circostanze dell arresto. Secondo gli inquirenti, i coniugi hanno cominciato con il recuperare dalla strada dei mendicanti per un aiuto in campagna. Poi l idea di creare una struttura di ricovero e successivamente di cominciare la vendita dei disabili. Oltre ai due arrestati, sono sotto indagine sette funzionari della contea che non hanno vigilato sulla questione. Gli inquirenti e la procura, pensano che possano essere stati complici della compravendita. Quattro anni fa e venuto alla ribalta il caso di piu di 20 lavoratori disabili che furono trovati morti in una miniera di carbone. sordionline.com 18 gennaio 2011

8 Olanda, giovane disabile vive legato a una parete Da tre anni Brandon vive confinato in una stanza, legato come un cane a un parete con un guinzaglio di cinque metri e senza la possibilità di uscire alla luce del sole. Il giovane ha solo 18 anni, soffre di gravi problemi psichici e vive in una struttura sanitaria a Ermelo, nell est dell Olanda. La sua vicenda, portata alla luce dalla trasmissione televisiva Uitgesproken Eo ed ha subito scatenato un vespaio di polemiche e un interrogazione parlamentare da parte del Partito laburista. Nel corso della trasmissione è stato trasmesso un video realizzato dai suoi genitori in cui si vede il ragazzo trascorrere la sua giornata con una imbragatura sul petto che, attraverso una corda lo lega a una sbarra di ferro piantata in una parete. Brandon ha cominciato a manifestare problemi mentali all età di cinque anni e fino al 2007 viveva nella struttura sanitaria, ma poteva tornare a casa nei fine settimana. Tre anni fa però i responsabili della clinica hanno espresso la preoccupazione per il fatto che il giovane potesse aggredire il personale ed è stata decisa per lui questa forma di contenimento. Così Brandon ora può trascorrere senza guinzaglio solo la notte, ma al risveglio deve indossare l imbragatura e legarsi alla parete prima che il personale della struttura entri nella stanza per fornirgli pasti e medicine. online-news.it 20 gennaio 2011

9 Non vedente da 23 anni diventa cintura nera di karate. E' il primo caso in Italia Emanuele Gualerzi, non vedente dall'età di cinque anni e mezzo, è la prima cintura nera di karate in Italia. Vive a Sabbioneta, dove è riuscito nell'impresa di disputare combattimenti e di arrivare a un traguardo prestigioso. Le coltellate che fendono l'aria. Le antenne che si alzano un secondo prima dell'attacco. Il braccio teso che para il colpo, agile e secco come ogni vero yudansha. In quei secondi, nella tensione del combattimento, gli occhi non contano più. Conta la concentrazione, l'allenamento duro che sfianca, l'intuito da gatto. La forza del guerriero, incurante delle ferite. Ne ha una immensa, Emanuele Gualerzi, di quelle che non guariscono mai. È cieco totale. Ed è l'unico non vedente in Italia cintura nera di karate Si allena da 18 anni, da quel giorno in cui il suo primo maestro, Giancarlo Bottoli, karateka di Soave, dopo aver ascoltato a occhi sbarrati il suo desiderio, mise da parte pregiudizi e tabelle e gli disse «Proviamoci». Una sfida che ha assorbito tutti questi anni, un allenamento dopo l'altro. Bottoli vinse la scommessa ma non la sua malattia, che quattro anni fa lo ha ucciso. «Mi sono sentito un po' morire anch'io. Pensavo che nessun altro mi avrebbe sostenuto. E invece ho trovato un altro angelo custode a Casalmaggiore, Claudio Lena». Tutte le settimane la competenza e l'esperienza del maestro fanno l'inchino davanti alla forza di Emanuele. Saggezza, grinta, serenità che sembrano piovere da un altro pianeta. Come le sue parole, scioccanti: «Aver perso la vista mi sembra anche una fortuna. Non perdo tempo in scemenze. Mi interessano solo le cose vere. E poi ricordo i colori e le forme. Se me le descrivi io le vedo». Perché vedeva, quando era un bimbo, Emanuele, e giocava con tutti gli altri. Fino a cinque anni e mezzo, quando un tumore al cervello gli schiacciò i nervi ottici. Da allora è stato buio. «Secondo i medici avevo una possibilità su dieci di sopravvivere, e comunque sarei rimasto ritardato o paralizzato. Invece eccomi qui». A sferrare fendenti contro il destino. Guerriero yudansha che non conosce la resa. «Avevo cominciato a fare sport con il tandem, ho anche vinto dei campionati under 18, ma non era il mio sport. Mi avvilivo». Intanto studia ragioneria, si iscrive a psicologia, ma molla, «ero più portato per gli esami tecnici e scientifici, il resto non mi interessava. E per i miei compagni ero trasparente, un fantasma. Mi passavano di fianco nei corridoi senza neanche salutarmi». La battaglia di Emanuele che non vede è quella contro la gente con il paraocchi. «Ma mi sono abituato, con gli anni, e non ci faccio più caso. Non ho amici, nemmeno uno. Con i ciechi la gente crede di dover fare opere pie, pochi sono capaci di accettare un rapporto alla pari. Tendono a trattarti come uno zerbino, che deve anche essere riconoscente, ma io sono troppo orgoglioso e non chiedo nulla. Non vedo, ma non mi sento anormale. Ho imparato ad essere autosufficiente, e indipendente, grazie anche alla mia famiglia». Indipendente, ma senza un lavoro: «Ho fatto un anno di prova all'ufficio turistico del Comune di Sabbioneta, ma non mi facevano fare nulla, nonostante io parli perfettamente il tedesco, e benino inglese e francese. Mi sono sentito ancora più disabile». Non poteva accettare di farsi mandare al tappeto da loro, «e ho lasciato». gelocal.it 25 gennaio 2011

10 Ciechi, compensi per assistenza mai fatta: la procura indaga TREVISO La Provincia di Treviso ha il sospetto di gravi irregolarità da parte di un associazione che gestisce l assistenza ai disabili sensoriali. Per questo sono state avviate delle indagini. Appresa la notizia da parte degli Uffici commenta il presidente Leonardo Muraro senza entrare nel merito della vicenda, ho dato immediatamente disposizioni per segnalare i fatti alla Procura della Repubblica, avviare tutte le verifiche e accertare in modo rigoroso le responsabilità. I dubbi sono maturati in seguito a controlli d ufficio e su segnalazioni di utenti del servizio. Al centro della vicenda, una delle associazioni incaricate dalla Provincia per l assistenza a favore dei disabili sensoriali. Secondo quanto segnala la Provincia, l'associazione avrebbe ricevuto dei compensi per servizi che in realtà non erano stati resi. Nell attesa degli accertamenti giudiziari, gli uffici hanno attivato le procedure amministrative di verifica e contestazione delle violazioni contrattuali che potranno se definitivamente accertate condurre alla rescissione della convenzione. Il direttore generale, intanto, ha avviato una verifica interna sull operato dei dipendenti incaricati della parte amministrativa di gestione del servizio e dei rapporti con le associazioni. Nel caso venissero accertate definitivamente le violazioni riscontrate, la Provincia risulterà essere parte danneggiata insieme alle famiglie interessate. In attesa dell esito dell indagine giudiziaria sarà in ogni caso assicurata la continuità delle prestazioni, anche se saranno altre persone ad occuparsene. La Provincia assicura gli interventi sociali di integrazione scolastica a soggetti con disabilità visive e uditive, anche stranieri, che frequentano le scuole di ogni ordine e grado, asili nido, scuole per l infanzia e università, al fine di consentire il superamento delle difficoltà di comunicazione e di apprendimento. Tali servizi, a partire dal 2003/2004, sono gestiti dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle persone disabili sensoriali, appunto in convenzione con la Provincia stessa. Il costo complessivo sostenuto dalla Provincia ammonta a circa 1,5 milioni di euro all anno, rendendo il servizio a circa 200 disabili. La Provincia di Treviso ha già avviato l'iter per la rescissione del contratto con l'associazione indicata nella segnalazione alla Procura della Repubblica. Si tratterebbe di una sigla con la quale l'ente pubblico ha un rapporto di collaborazione pluriennale. Le irregolarità sarebbero emerse nel corso di verifiche previste da un protocollo approvato dalla giunta provinciale lo scorso agosto. Dell'esposto ha già preso visione il procuratore della Repubblica di Treviso, Antonio Fojadelli, il quale parla di un episodio "modesto nei suoi contenuti". "Non sappiamo - ha spiegato - se le anomalie rilevate dalla Provincia siano volontarie o frutto di un errore. Si tratta, se verificato, di un danno molto relativo ma è una giusta questione di pulizia". L'ipotesi di reato che potrebbe dunque essere contestata ai responsabili dell'associazione è quella di truffa ai danni dell'ente pubblico, ma nessuno risulta ancora indagato. oggitreviso.it 31 gennaio 2011

11 Sordomuta perseguitata dall'amico: manda un sms al 113 MESTRE. Non era la prima volta che l'uomo andava a casa sua perché invaghitosi di lei, voleva iniziare una relazione. Due giorni fa, oltrepassato il limite di sopportazione, la donna ha chiamato la polizia. È riuscita ad allertare il 113 nonostante fosse sordomuta. I poliziotti sono arrivati e hanno fermato, controllato e denunciato l'uomo. La donna è riuscita a chiamare la polizia grazie al sistema che da oltre un anno consente anche alle persone con questa disabilità di poter dialogare in caso di necessità, attraverso gli sms, con il 113. Il fatto è avvenuto sabato pomeriggio quando la donna, una trentacinquenne ungherese sordomuta dalla nascita, riceve gli ennesimi messaggi dal tono pesante, sul cellulare da parte di un 45enne, pluripregiudicato, di Castelfranco Veneto. L'uomo che conosce la donna da qualche tempo si è invaghito di lei. Infatti l'iniziale conoscenza si era trasformata in amicizia, ma lui pretendeva di andare oltre. E quindi ha cominciato a martellare la donna con sms. Un'insistenza che inizialmente la giovane ha respinto tranquillamente, ma che poi si è trasformata in un incubo. Quando poi lei ha iniziato a non rispondere più ai suoi messaggi lui si presentava nell'abitazione dell'ungherese al Piraghetto. Una situazione insopportabile. E sabato raggiunto il limite si è rivolta alla polizia. La donna al telefono non può parlare per l'invalidità che l'accompagna fin da giovane. Ma attraverso la sezione veneziana dell'ente nazionale sordomuti, sa che può chiedere soccorso al 113 grazie ad un sistema di sms approntato appositamente per questi cittadini. E quindi ha chiesto soccorso. Ha spiegato che l'uomo le aveva inviato messaggi minacciosi avvisandola che sarebbe andato a casa sua. Sono intervenuti i poliziotti di una volante ai quali, in qualche modo, la donna ha spiegato la situazione. Gli agenti hanno atteso l'arrivo dell'uomo. Pochi minuti ed ecco il pregiudicato che parcheggia l'auto a pochi metri di distanza dall'abitazione dell'ungherese. I poliziotti lo hanno fermato e identificato. Nel bagagliaio dell'auto hanno trovato un machete lungo mezzo metro. Lo hanno denunciato per porto abusivo di arma atta ad offendere. nuovavenezia.gelocal.it - 31 gennaio 2011

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena COMUNICATO STAMPA S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A A SIENA, MAI NESSUN CASO ALDROVANDI Da diverso tempo la UGL Polizia di Stato ha intrapreso, in ambito nazionale, una energica opera

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

«IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole

«IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole «IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole PERCHÉ UN PROGETTO DI PREVENZIONE? Perché da una delle indagini svolte recentemente in

Dettagli

«Il sexting è normale, ma stupido»

«Il sexting è normale, ma stupido» «Il sexting è normale, ma stupido» Il sexting sembra ormai far parte della normale quotidianità. Ma cosa ne pensano le persone coinvolte? Il programma nazionale giovani e media ha affrontato il rapporto

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Il campione regionale

Il campione regionale Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati regionali Il campione

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

I "veri" retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile

I veri retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile I "veri" retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile Come sempre il CORRIERE DEL GIORNO non si è fermato agli spifferi di corridoio, attività in cui alcuni ventriloqui sotto mentite

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013

DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013 DATI 114: ANALISI DELLA CASISTICA NEL PERIODO 1 GENNAIO - 31 DICEMBRE 2013 Le analisi che seguono sono relative al periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2013. 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELLE

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

La violenza sui MMG. Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese

La violenza sui MMG. Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese La violenza sui MMG Dottoressa Cristina Zoccoli MMG ASL 4 Chiavarese Che tipo di violenza subisce il MMG? Non solo violenza fisica, ma verbale, sotto forma di minacce di denunce, e/o ricatti di revoca

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52)

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) (Sesto Potere) - Cadelbosco di Sopra - 2 febbraio 2009 - L Ufficio

Dettagli

VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO

VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO VOLEVA DIMAGRIRE, MUORE A 34 ANNI PER UN INTERVENTO DI BENDAGGIO GASTRICO Verona, la procura apre un'inchiesta dopo la segnalazione del marito e della clinica. La donna abitava a Mantova, aveva due bimbe.

Dettagli

KIT per Superiori 1 Copyright www.paginescuola.it

KIT per Superiori 1 Copyright www.paginescuola.it Il videofonino è un mezzo potente e alla portata di tutti. Però la facilità d uso a volte spinge a farsi prendere la mano. PRECISE LEGGI PENALI E CIVILI DISCIPLINANO SEVERAMENTE L USO DELLE IMMAGINI DI

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO -

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - 1 circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - atto di impugnazione proposto nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, relativo alla sentenza pronunciata il dal giudice per l udienza preliminare

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

25 NOVENBRE GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

25 NOVENBRE GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE 25 NOVENBRE GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Parliamo di violenza fisica, psicologica, sessuale, economica e stalking. A cura della Dott.ssa Valeria Bombino 1 Il 25 Novembre è stato scelta

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 Giovedì, 06 marzo 2014 06/03/2014 Pagina 14 Salute, sport e divertimento in pillole per passare dal divano allo stile... 1 06/03/2014 Pagina 18

Dettagli

Cattive pratiche e dolore

Cattive pratiche e dolore Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Cattive pratiche e dolore Livia Bicego giovedì, 4 marzo 2010 Teatro del Parco di San Giovanni Savona, 15 giugno 2009 Ospizio lager: dove

Dettagli

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte Giammaria de Paulis Autore del libro Facebook: genitori alla riscossa Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte in una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti?

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti? FAQ BUONO SCUOLA DATI ANAGRAFICI 1) D Siamo genitori separati con residenze diverse, quale indirizzo indicare nella domanda? R _ Quello del genitore richiedente. COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA 1) D _ Mio

Dettagli

I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA. Introduzione

I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA. Introduzione I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA Introduzione Con il termine malattia cronica si intende una malattia che persista per un periodo di tempo prolungato, che non abbia sostanziali prospettive di guarigione,

Dettagli

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer Gruppo di studio SIGG LA CURA NELLA FASE TERMINALE DELLA VITA la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer evelina bianchi Firenze 53 Congresso nazionale SIGG 2008 Firenze 53 congresso SIGG evelina

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Definizione e Forme Di Violenza

Definizione e Forme Di Violenza Definizione e Forme Di Violenza La violenza di genere è la violenza perpetrata contro donne e minori, basata sul genere, ed è ritenuta una violazione dei diritti umani, La violenza contro la donna (dentro

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Renato Carcatella AVEVO ALTRO A CUI PENSARE. renatocarcatella@sangiorgioweb.it

Renato Carcatella AVEVO ALTRO A CUI PENSARE. renatocarcatella@sangiorgioweb.it Renato Carcatella AVEVO ALTRO A CUI PENSARE renatocarcatella@sangiorgioweb.it 2 I proventi della vendita destinati all'autore saranno interamente devoluti all ABA (Associazione senza fini di lucro impegnata

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Perché è importante, parlando di adolescenza, introdurre il tema del rapporto tra adolescenza e reato?

Perché è importante, parlando di adolescenza, introdurre il tema del rapporto tra adolescenza e reato? Perché è importante, parlando di adolescenza, introdurre il tema del rapporto tra adolescenza e reato? Innanzitutto perché l adolescenza è un periodo della vita in cui, rispetto a quello precedente dell

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

LA TUTELA DEI MINORI NELLE SITUAZIONE DI PREGIUDIZIO

LA TUTELA DEI MINORI NELLE SITUAZIONE DI PREGIUDIZIO LA TUTELA DEI MINORI NELLE SITUAZIONE DI PREGIUDIZIO la rilevazione l intervento dei servizi la segnalazione al tribunale per i minorenni l intervento del tribunale per i minorenni Presentazione Il presente

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

IL VOLTO DELLE DONNE MALTRATTATE: casi emblematici

IL VOLTO DELLE DONNE MALTRATTATE: casi emblematici IL VOLTO DELLE DONNE MALTRATTATE: casi emblematici Cinisello Balsamo, 22/11/ 11 Maria Fonzo Laura Palmerini B.S. italiana di 35 anni, 3 figli TRIAGE: giunge accompagnata dai genitori riferisce spossatezza,

Dettagli

Non poter avere figli: il supporto che cura

Non poter avere figli: il supporto che cura Non poter avere figli: il supporto che cura Sterilità, infertilità, fecondazione assistita: diagnosi pesanti, appesantite dal dubbio di non poter avere (mai) figli. Si supera? Ne parliamo con Emilse Dumit,

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 12 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 16 - Prima Pagina pag. 7 - Modena Qui pag. / Sezione: Pianura Data:

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

Scampia. ieri, oggi... e domani? fotoreportage di Andrea Brera

Scampia. ieri, oggi... e domani? fotoreportage di Andrea Brera Scampia ieri, oggi... e domani? fotoreportage di Andrea Brera ...le "Case dei puffi": chiamate così per via dei materiali scadenti, da giocattolo, con cui furono realizzate; e per quel sarcasmo che sempre

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

- reati contro la Pubblica Amministrazione

- reati contro la Pubblica Amministrazione DATI PERSONALI Età Genere M F Anni di attività professionale 1) Ambito di attività professionale prevalente: diritto penale - reati contro la Pubblica Amministrazione - reati contro la persona / contro

Dettagli

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA COMUNICATO STAMPA PER L 8 MARZO TANTI GIOVANI SI SONO CONFRONTATI SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE CON L INIZIATIVA DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PARI OPPORTUNITA, DI AMNESTY INTERNATIONAL E DELL L

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Il maltrattamento/abuso del minore. Luca Tafi UO Pediatria Ospedale San Donato Azienda USL8 - Arezzo

Il maltrattamento/abuso del minore. Luca Tafi UO Pediatria Ospedale San Donato Azienda USL8 - Arezzo Il maltrattamento/abuso del minore Luca Tafi UO Pediatria Ospedale San Donato Azienda USL8 - Arezzo Un po' di storia La violenza sui bambini esiste da secoli, più p meno accettata dalla società Nell'antichità,

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Desideri per una vita diversa Missioni cristiane per i ciechi nel mondo dona la luce Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Il mio fratellino è cieco. Vorrei qualcuno che lo aiuti. Christina (9 anni)

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 Nome ROSAMARIA CONTI Funzione strumentale/referente progetto LIBERI DA LIBERI PER Ore stanziate dal Fondo d Istituto

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA

27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA 27 GENNAIO 2016 GIORNATA DELLA MEMORIA Mostra e flash mob per non dimenticare l orrore della Shoah 27 Gennaio 1945 Vengono abbattuti i cancelli del lager di Auschwitz Il 20 luglio 2000, con la legge 211,

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

SICUREZZA NELL EMERGENZA

SICUREZZA NELL EMERGENZA SICUREZZA NELL EMERGENZA Come le emozioni intralciano la ragione e influenzano la capacità di mettere in atto quanto appreso Dott.ssa Elena Padovan Centro congressi alla Stanga Padova, 14 ottobre 2011

Dettagli