Mensile Manifestazioni Artistiche e Culturali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mensile Manifestazioni Artistiche e Culturali"

Transcript

1 dal 1967 in anteprima l informazione artistico-culturale dal 1967 in anteprima l informazione artistico-culturale Mensile Manifestazioni Artistiche e Culturali Anno XLVIII - N. 8 Ottobre Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/2/2004 n.46) Art. 1, Comma 1, dcb Milano In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a pagare la relativa tassa 1

2 Luigi Timoncini L ARTE E NEL CUORE DELL ENERGIA CHE SCANDISCE I BATTITI PER CREARE EMOZIONI Originario di Faenza, tutto il percorso culturale ed artistico di Luigi Timoncini si volge a Milano, città nella quale ha la possibilità di approfondire ulteriormente il suo interesse ed attitudine per la pittura, in un contesto più ampio e stimolante rispetto alla realtà, pur a lui tanto cara, della provincia. Una ricerca quella di Timoncini, che si protende, con acuto impegno oltre le deviazioni, sottili o banali che siano, che possono alterare o annullare quella che per lui è la visione della pittura, ossia costante riflessione visiva e di pensiero su quegli snodi fondamentali che la coscienza dell uomo non può ignorare, se non al seguito di costi assai pesanti. Affermazioni che Timoncini porta avanti senza diktat polemici o assunti sociologici, ma solo con la sollecitudine verso il proprio lavoro, mai dimentico di quelle realtà umanistiche che nel passato hanno alimentato in positivo non solo la storia dell arte, ma si può dire il complesso di una 2 civiltà, di cui oggi pare di avvertire i primi e già marcati segni di disfacimento. Trasferitosi a Milano nel 1951, qui l artista ha la possibilità di ampliare il suo confronto con la pittura, stimolato anche da importanti movimenti che si snodano nell area milanese, ma anche da tendenze di respiro internazionale. In questo contesto avviene il dialettico confronto sul piano artistico tra le aspirazioni morali, spirituali di Timoncini e la concreta realtà delle periferie milanesi che la sua pittura interroga con raffinata espressione visiva, lasciando intravedere il turbamento, il drammatico logorio di quegli equilibri umani e sociali che, pur nelle ristrettezze di un tempo, erano la pulsante vitalità di quelle che impropriamente si sarebbero poi dette le periferie. E ad esse si rivolge, attento e sensibile, lo sguardo del pittore che le ingloba in quelle atmosfere pervase da grigi affogati, che sembrano corrodere corpi, visi, case, spazi in un involucro-prigione lattiginoso ed oppressivamente protettivo. Sono grigi, che per alcuni versi fanno pensare ai grigi di El Greco che torcevano le figure e gli ambienti in una presa inafferrabile. Si avverte in queste composizioni un anelito etico insopprimibile, di fronte alla sofferenza, che la pittura dispiega nel suo allucinato linguaggio. Figure fantasmatiche sembrano emergere da fondi grigio-perlacei, umidi di umori, di sensazioni tormentate ed angosciose. Sono immagini, queste, che pongono almeno dal punto di vista interiore, le basi culturali del linguaggio di Timoncini. Successivamente, senza alterare nel profondo la sua fisionomia psicologica, il linguaggio del pittore stringe più da vicino l oggetto, che ben si staglia nei netti profili dei contorni, sollecitato da più limpide tonalità luminose. L arte di Timoncini si confronta anche con elementi pop,

3 dell iperrealismo, della neo-figurazione, ma senza mai smarrire quella sottile tensione meditativa, metafisica se si vuole, che senza ignorare l effettualità della cronaca o della storia, con le sue relative contraddizioni, tuttavia si configura ben al di sopra di esse, in orizzonti inesplorati ed inesplorabili. Da questo punto di vista indicativa è la relazione di Timoncini con l illuminante esperienza del Realismo Esistenziale, la cui storia forse non è ancora stata del tutto focalizzata, volta ad imprimere alla realtà del linguaggio figurativo un percorso che fosse oltre il naturalismo verista, come di quello più apertamente politico. In queste condizioni culturali e psicologiche la pittura di Timoncini trova l humus per fortificare le sue radici, approfondire quegli interrogativi che nascono dal vivo contrasto della società e che poi la pittura deve investigare, rendere realtà poetica e comunicativa. Questo anelito di Timoncini diventa un piccolo segno di contraddizione nei confronti delle varie estetiche contemporanee, volte ad ignorare e il poetico e il comunicativo. Un certo isterismo sperimentatore sembra trascurare quella realtà vitale del linguaggio d oggi che è la pittura e di cui la figurazione nella varietà delle sue declinazioni ne costituisce tanta e significativa parte. Proseguendo nel suo percorso visuale ed ideale Timoncini perviene negli anni ottanta alla realizzazione di suggestivi paesaggi in cui realtà e sogno, evocazione e pensiero si fondono in tramonti, in albe che sembrano già sintonizzarsi su un ritmo del tempo nuovo, su uno spazio che si configura alternativo alla frammentazione, al caos dell inespresso. Qui la stilizzazione non è più formalismo esteriore, ma organica coesione d insieme. Il singolo dettaglio nell accensione degli arancioni, nel riposo di verdi addomesticati, nell incanto di cieli vespertini, assurge ad una sintesi di più vasto respiro, allarga gli orizzonti della sua presenza ed esistenza, diventa quindi da realtà oggettiva, realtà comunicativa. Indicative in proposito sono opere come La culla della nuvola, Fine estate, Dolce pendio. Più in generale la pittura di Timoncini si confronta con la realtà nei suoi molteplici aspetti, ma essa viene trasfigurata da una risonanza ricettiva e percettiva che alimenta la sua acuta indole lirica. Introspezione che si avvale della luce e del colore che purificano il visibile, senza negarne la radice più profonda ove sono nascosti i desideri e le angosce dell uomo di questo inizio di millennio. Un delicato alfa ed omega si dispiega all orizzonte della pittura di Timoncini, rendendola non più solo dimensione dello stile, ma soprattutto di quella coraggiosa spiritualità da cui tutto si innerva e promana. Teodosio Martucci 3

4 IO, PITTORE: OGGI Trovare una ragione o perlomeno una giustificazione del perché si fa dell arte oggi pare quasi impossibile; e forse è anche veramente inutile. Per i tempi andati, l immagine dipinta può essere considerata un eccezionale frutto della creatività umana con finalità di grande valenza sociale, religiosa, politica. L arte come conduttrice di civiltà si esprimeva secondo canoni che evolvevano dal rinnovamento delle tradizioni e dalle esperienze del lavoro collettivo di bottega. Oggi non più. Il soggettivismo diffuso come presunta libertà espressiva, l immenso brulicare di ogni tipo 4 d immagine e gli artificiosi effetti speciali compiuterizzati, che portano l arte figurativa in situazione di difficile convivenza e di aperto contrasto con la superficiale cultura collettiva del nostro tempo. Una diffusa distrazione impedisce di sostare di fronte ad un opera d arte, per penetrare nel suo incomprensibile mistero e nella sua silenziosa inutilità. E con questa furiosa consapevolezza che oggi riprendo tela e pennello per rifare, con profonda convinzione, l operazione che ha reso indistruttibile il ricordo dei nostri padri. Il cosiddetto reale che mi circonda per me è sempre una suggestiva parafrasi dell invisibile, un suggerimento che annuncia abissali essenze e- spressive e urgenze comunicative mai assopite. Il nostro mondo è stato programmato miliardi di anni fa e noi uomini d oggi portiamo sempre sulle spalle tutta la storia di questo universo. Come possiamo non fare arte, che rimane certamente un unica e assoluta qualità del nostro animo? Luigi Timoncini

5 5

6 BEPART PER IL PADIGLIONE D ARTE CONTEMPORANEA DI MI- LANO: Le opere della mostra Jing Shen diffuse in città grazie alla realtà aumentata. E stata presentata lo scorso 9 luglio al PAC di Milano l app Jing Shen creata dall innovativa startup Bepar t appositivamente per il Padiglione d Arte Contemporanea. L app consente di visualizzare in tre punti strategici di Milano - PAC, Palazzo Reale e Castello Sforzesco - alcune delle opere della mostra Jing Shen, l atto della pittura nella Cina Contemporanea che si configura così come la prima mostra con opere in realtà aumentata e diffuse negli spazi urbani. Facilissima la modalità di utilizzo: scaricando l app Jing Shen - disponibile per Android e ios a partire dal 9 luglio - e puntando lo smartphone o il tablet sulle tre location selezionate è possibile visualizzare, fotografare e condividere l installazione di Li Shurui e i video di Wang Gongxin, due dei venti artisti esposti. L applicazione guida l utente nell esplorazione delle sette installazioni virtuali e consente di vedere sullo schermo del proprio smart device la sfera di Li Shurui stagliarsi nel cielo milanese e scorgere i personaggi dei video di Wang Gongxin passeggiare per le vie cittadine, oltre che accedere a contenuti aggiuntivi creati ad hoc. / III Festival dell ACQUA di Milano Castello Sforzesco 5-9 Ottobre 2015 Esposizione Universale e Festival dell Acqua nell agenda di Milano, ovvero Nutrire il pianeta e Dissetare il mondo. Grazie al Protocollo d intesa siglato già nel 2012 tra Expo Spa e Federutility (oggi UTILITALIA, a seguito della recente fusione con Federambiente) il Festival dell Acqua approda nella cornice internazionale, proseguendo la riflessione dei temi della sostenibilità e della nutrizione. Sarà inoltre occasione per approfondire la gestione delle risorse idriche dal punto di vista tecnico, gestionale e di regolazione, alla scoperta anche delle migliori pratiche industriali e tecnologiche. Il Festival offrirà poi momenti di riflessione sul ruolo evocativo dell acqua e nella filosofia, principio di pace o di conflitto. Info: Corrispondenza Culturale: Enti e Circoli segnalano A MELISMELIS LA COMUNICA- ZIONE DI NOVACIVITAS Lo studio di bioarchitettura fondato da Michelangelo Pistoletto sceglie Melismelis per attivare Digitali e le Media Relations. Melismelis, l agenzia indipendente specializzata in progetti di comunicazione, assume la gestione e il coordinamento Novacivitas, impegnandosi nella ricerca, progettazione, costruzione e ristrutturazione di edifici secondo i principi della bioarchitettura. Alla base della collaborazione tra le due realtà c è l avvio delle attività di Media Relations che hanno l obiettivo di comunicare il progetto Coltivare la città, un orto urbano di 750metri quadrati realizzato da Novacivitas sul tetto del Superstudio Più a Milano intorno al segno del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto. Il progetto fa parte del circuito Expo in Città e sarà animato da eventi, workshop e con- 6 certi per tutto il periodo di Expo Melismelis ha ricevuto inoltre l incarico di gestire i profili social di Novacivitas (Twitter e Facebook) Info: tel Inizia la collaborazione tra scatolabianca e Whitelight Art. Da luglio 2015 scatolabianca sceglie di condividere con Whitelight Art, galleria d arte contemporanea, la sede di Via Ventimiglia 1 a Milano, ponendosi come una costola curatoriale di sperimentazione e promozione artistica che opera all interno di Whitelight. Il suggestivo progetto Whitelight si occupa della valorizzazione e promozione di artisti emergenti, italiani e internazionali, attivi nel campo delle Arti Contemporanee, della riqualificazione delle aree degradate, dell infusione di educazione e cultura attraverso scambi, eventi d arte, incontri sinergici condivisi. - - MIART 2016: 8-10 aprile Si svolgerà nei padiglioni di Fieramilanocity dall 8 al 16 aprile 2016, la ventunesima edizione di Miart, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea di Milano. Con la conferma della direzione artistica di Vincenzo de Bellis, Miart 2016 consolida il proprio posizionamento grazie all ingresso nel team del vice direttore Alessandro Rabottini e di una rinnovata squadra di curatori. Miart 2016 potenzia ulteriormente il format che ha caratterizzato la fiera nell ultimo triennio, basato su un intenso dialogo tra i grandi maestri moderni e le più innovative tendenze contemporanee. Dal 6 luglio è possibile inviare domanda di partecipazione. Info LA BIENNALE DES ANTIQUAIRES DI PARIGI DIVENTA ANNUALE Il SNA vota la trasformazione dell evento parigino. Lo scorso 29 giugno l Assemblea Generale del Syndacat National des Antiquaires (SNA) riunita in sede parigina accanto alla Madelaine ha votato la trasformazione della Biennale des Antiquaires di Parigi in evento annuale. Questa trasformazione è parte integrante della nostra strategia per il futuro. Ci permette di competere con altre manifestazioni ottimizzando i costi di allestimenti e partecipazione. Info: ISTITUTO OIKOS E JEWELRY GREEN INSIEME PER LE DONNE DEL MOZAMBICO Al via la partnership tra l ONG milanese e la griffe di gioielli toscani per offrire un aiuto concreto alle contadine del Mozambico. Unire le forze per garantire un futuro migliore alle donne contadine in Mozambico. Questo l ambizioso obiettivo di Istituto Oikos Onlus ONG milanese impegnata da 20 anni in Italia e nel Sud del mondo nella tutela dell ambiente, per uno sviluppo sostenibile - e Jewelry Green, brand emergente della gioielleria italiana che realizza monili dal design unico e originale, in armonia con la natura e i suoi elementi. Dal 29 giugno fino al 31 ottobre, acquistando un gioiello della collezione UTERUS, Jewelry Green donerà il 10% del ricavato al progetto di Istituto Oikos dal seme al piatto. Per ulteriori informazioni sull importante iniziativa telefonare al numero Visit BERGAMO BERGAMO TRA PASSATO E PRESENTE Il valore storico, artistico e culturale di una città a due passi da Expo Milano 2015 La città di Bergamo è sita nel cuore della Lombardia, e si configura come un luogo ricco di arte e storia. La sua particolare struttura, caratterizzata dalla suddivisione in una Città Alta, che raccoglie innumerevoli tracce del patrimonio artistico e culturale del passato, e una Città Bassa, cuore pulsante della vita commerciale, offre ai visitatori molteplici possibilità di scelta. Il fascino di Bergamo deriva dall alternanza armonica di borghi vivaci, quartieri antichi, luoghi di fede e di colli. Vi è uno speciale scenario che fa da cornice e rende Bergamo una città unica: la natura. Il verde penetra rigoglioso nel tessuto urbano donando alle piazze e alle strade un fascino particolare. All interno di un tale contesto naturale e paesaggistico emerge l impronta del passato millenario della città: dalla dominazione romana alle signorie medievali, da Napoleone all Unità d Italia, tutte le fasi storicopolitiche che hanno percorso la storia di Bergamo sono celebrate nei musei locali e nell architettura urbana e delle chiese. I continui rimandi a epoche diverse la rendono una città tutta da scoprire e apprezzare: una realtà unica in Lombardia, soprattutto per la capacità di unire ingegno dell uomo e bellezza della natura. Tanti i luoghi da visitare e le iniziative da conoscere. Info: ARTISSIMA 2015 Le novità della ventiduesima edizione Oval, Lingotto Fiere Torino 5 novembre 2015 presentazione novembre 2015 apertura al pubblico. Artissima 2015 sarà caratterizzata da un impegno senza precedenti in Italia e all estero nel coinvolgere curatori e collezionisti nel programma e nelle attività della fiera. Il collezionismo d arte ha un ruolo propulsore cruciale nella vita culturale ed economica del Paese. Artissima - che da ventidue anni coniuga l attenzione al mercato internazionale dell arte della promozione della ricerca più innovativa -è la sede ideale per riconoscerlo e valorizzarlo. Collezionisti italiani di primo piano affiancheranno critici e curatori in ognuna delle giurie dei premi attribuiti dalla fiera. Info T TECNO ART: UNA VERTIGINE CHE ARRIVA DALL UMBRIA Sino al 25 ottobre 2015 Umbria Experience presenta Vertigine Umbra, una mostra fotografica e pittorica voluta e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio dell Umbria e dalla Fondazione Cariperugia Arte che racconta il paesaggio umbro da una prospettiva alternativa, il cielo. Quadri futuristici accanto a fotografie mozzafiato, stampe d epoca e filmati vividissimi catturati da droni, per trovare nella realtà di tutti i giorni nuovi spunti di riflessione, si potranno ammirare a Perugia fino al 25 ottobre. PERUGIA - Oltre 5 ore di volo, a bordo di elicotteri e di deltaplani, o trascinati nello spazio dai più moderni droni per guardare le terre, i laghi, i fiumi, le montagne, le città e le loro belle architetture. Guardare dall alto, con occhi nuovi. In più i ventinove dipinti di Gerardo Dottori e Alessandro Bruschetti, di cui molti inediti e mai esposti. Ulteriori informazioni al sottostante indirizzo

7 Corrispondenza Culturale: Enti e Circoli segnalano DUBUFFET, LA MOSTRA DAL MOMA AL GIARDINO DELLA BIODIVERSITA DI PADOVA I nuovi spazi espositivi del Giardino della biodiversità dell Orto botanico di Padova ospiteranno da giugno a ottobre 2015 la mostra Jean Dubuffet. Il Teatro del Suolo. L esposizione, promossa dall Università di Padova e curata da Nicola Galvan, riunisce 324 lavori litografici di Dubuffet e ripropone, a 51 anni dalla sua prima esposizione italiana, il ciclo dei Phénomènes. Accolti nelle collezioni permanenti di alcuni tra i più importanti musei del mondo, dal Centre Pompidou di Parigi al MOMA di New York, i 22 portfolio che costituiscono l intero ciclo giungono a Padova grazie alla collaborazione della Fondation Dubuffet e della Galerie Baudoin Lebon di Parigi. Info VOLAREART Aeroporto di Pisa, Edizione L Aeroporto di Pisa si veste d arte: lo sguardo degli oltre quattro milioni e settecentomila passeggeri che ogni anno transitano dall Aeroporto Galileo Galilei di Pisa incontra la scultura con i preziosi marmi delle Apuane. Le aerostazioni sono piazze contemporanee, nuove agorà, crocevia del mondo in movimento, luogo di incontro e transito di milioni di persone. L Aeroporto di Pisa, uno dei più importanti d Italia, ha un primato, quello di essere una vetrina privilegiata per l arte e le sue forme, un progetto unico sul territorio nazionale. L Aeroporto così diviene un museo aperto a tutti, la cui fruibilità è semplice e diretta. L arte torna ad essere un bene comune, esce dal guscio privilegiato degli spazi espositivi e si muove per incontrare ogni pubblico, qui, quello infinitamente variegato della stazione aeroportuale. Tel oppure PanoRama Inaugurazione 24 settembre 2015 Il 24 settembre 2015 Torino si accenderà il circuito di PanoRama, una mostra diffusa, articolata in sei gallerie nel quartiere Vanchiglia, che vuole indagare l eredità inconsapevole di Carol Rama attraverso lavori e le ricerche di giovani artisti di generazioni e nazionalità differenti. Il progetto dichiara una natura poetica e non filologica nel dare vita a una piccola geografia attorno alla figura di questa artista outsider, naturalmente contemporanea e internazionale. Ogni galleria presenterà un gruppo di artisti, sviluppando una mostra autonoma ma allo stesso tempo inserita nel circuito del progetto globale. Ogni mostra sarà un tassello di una grande collettiva i cui lavori, nei confronti di Carol Rama, sveleranno punti di contatto, affinità e assonanze mai in maniera diretta, didascalica o tematica, ma sempre con libertà evocativa e poetica, che significa proporre un vero confronto. Info: Le primitive sculture di Bernarda Visentini esposte alla Chiesa di Santa Maria Nuova di Gubbio Le primitive sculture di Bernarda Visentini esposte alla Chiesa di Santa Maria Nuova di Gubbio. La mostra sarà aperta al pubblico nei giorni ed orari di apertura della chiesa, con ingresso libero. Illustri critici e scrittori si sono occupati dell arte di Bernarda Visentini. Info: settembre 2015 AL FESTIVAL FILOSOFIA DI MODENA APPUNTAMENTI IN TRE GIORNI SULL EREDITARE Duecento appuntamenti gratuiti in tre giorni per riflettere sul significato di Ereditare. Oltre 50 lezioni magistrali affidate a grandi protagonisti del pensiero contemporaneo, mostre, concerti, spettacoli, letture, iniziative per bambini e cene filosofiche: è ciò che propone la quindicesima edizione di Festivalfilosofia di Modena, Carpi, Sassuolo, in programma dal 18 al 20 settembre 2015 in 40 luoghi delle tre città Mob FESTIVAL COMUNICAZIONE II edizione: l arte e il linguaggio della fotografia, Camogli, settembre 2015 Dopo il successo della prima edizione torna a Camogli da giovedì 10 a domenica 13 settembre 2015 il Festival della Comunicazione. La manifestazione, ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, è promossa da Regione Liguria (che l ha inserita tra i Grandi Eventi in concomitanza con EXPO 2015), e dal Comune di Camogli in collaborazione con Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, Talent Garden di Genova, Ente Parco di Portofino, Area Marina Protetta di Portofino. Quattro giornate dedicate ad approfondire uno degli aspetti fondanti della comunicazione, il linguaggio. Partecipazione di oltre 100 ospiti con interventi suddivisi in quattro grandi aree: il linguaggio della cultura digitale; linguaggio scientifico; il linguaggio delle arti e il linguaggio delle imprese. L iniziativa si avvale della guida di Umberto Eco, la cui lectio magistralis Io, tu,voi: il linguaggio e i giovani chiude il festival. Info: MODENAMOTOR GALLERY TOR- NA IL 26 E 27 SETTEMBRE E APRE ALLE AUTO E MOTO STRANIERE 327 espositori, 380 auto storiche, 15 tra Club, Registri storici e Musei, 7 mostre e 5 raduni di auto e moto:questi sono solo alcuni dei numeri della terza edizione di Modena Motor Gallery, in programma il 26 e 27 settembre presso il quartiere fieristico della capitale dei motori. Con un 20% di visitatori in più rispetto al primo anno, la seconda edizione della manifestazione ha confermato l alto gradimento dei visitatori anche per l originale scelta di ospitare esclusivamente auto e moto d epoca italiane: quest anno Motor Gallery si apre anche alle auto e moto storiche di altri paesi, per coinvolgere nuovi visitatori ed espositori. Uno dei principali eventi collaterali sarà una grande mostra sullo storico Autodromo di Modena, che racconterà avventure di uomini, ingegno e motori legati a questo luogo, organizzata in partnership con il Circolo della Biella. Un grande evento che coinvolge l uomo, il suo ingegno e coraggio. Maggiori informazioni: www.motorgallery.it ANTIQUARIATO NAZIONALE XXIX Edizione dal 17 al 25 ottobre 2015 Villa Castelbarco Albani, Vaprio d Adda-MI Da ventinove anni Antiquariato Nazionale si distingue tra le manifestazioni dedicate all Antiquariato per il favore del pubblico e l alta qualità degli espositori presenti. Info: Assegnato l importante riconoscimento Archaeological Discovery International Award - XVIII alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. La Tomba di Amphipolis vince la 1^ edizione dell Archaeological Discovery International Award, il premio dedicato alle più significative scoperte archeologiche del 2014 promosso dalla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico e da Archeo L Archaeological Discovery International Award è la grande novità della XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma nell area archeologica della città antica di Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre La Borsa e Archeo (la prima testata archeologica italiana che nel 2015 celebra l anniversario dei 30 anni) hanno voluto dare il giusto tributo alle scoperte archeologiche attraverso un Premio annuale assegnato insieme alle testate internazionali media partner della BMTA: Antike Welt (Germania), Archäologie der Schweiz (Svizzera) Current Archeology (Regno Unito) Dossier d Archèologie (Francia). Info: CUOCHI PER UN GIORNO TORNA A MODENA IL FESTIVAL DI CUCINA PER BAMBINI Sabato 3 e domenica 4 ottobre Modena è ancor una volta capitale della cucina 0-12 con la quarta edizione di Cuochi per un giorno il Festival nazionale di cucina per bambini. Decine gli eventi, gli stand e i laboratori in programma: con la collaborazione di grandi chef i piccoli cuochi avranno l occasione e l opportunità di cucinare numerose ricette, dagli antipasti ai dolci. L appuntamento è presso il club la Meridiana alle porte della città. Parte del ricavato andrà a Dynamo Camp, un luogo di vacanze per bambini con gravi patologie. Info tel Un Borgo d eccellenze fra medioevo e futuro. E il Caffé del Borgo Medievale torinese Le migliori eccellenze alimentari, soprattutto piemontesi, saranno le protagoniste del Caffé del Borgo Medievale di Torino inaugurato il 5 giugno scorso. Inserita in uno scenario altamente suggestivo, la caffetteria realizzerà un offerta per tutte le esigenze dei turisti e dei torinesi che animano il parco. Dalle colazioni del mattino, che diventeranno il brunch nei giorni successivi con accompagnamento artistico alla bio-gelateria (senza glutine e con prodotti VerganOk), alla piccola pasticceria e, soprattutto, alla merenda sinoira o merenda galup, un idea tipicamente torinese. CAMMINARE DI GUSTO LUNGO LA VIA FRANCIGENA (www.civita.it) Nell ambito del progetto La bisaccia del pellegrino: Francigena 2014, l Europa a piedi verso Roma, promosso dall Associazione Civita e RadioRAI, volto a valorizzare la Via Francigena del Nord, nel suo tratto da Aosta a Roma, attraverso un programma radiofonico itinerante e le tipicità agroalimentari riferibili al cibo pellegrino, sono stati presentati due prodotti editoriali: la pubblicazione La bisaccia del pellegrino.camminare di gusto lungo la Via Francigena e l ebook Cammim scrivendo: scrittori sulla via francigena. 7

8 Yves Klein, IKB 191 Yves Klein NEL BLU DIPINTO DI BLU Acri, MACA Sino al 25 ottobre 2015 Come ogni anno, in occasione dell Estate, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) presenta una grande mostra di respiro internazionale; un occasione unica per riscoprire il fascino e l influenza di uno dei fondamentali artisti del Novecento: Yves Klein. Nato a Nizza nel 1928 e morto a Parigi, poco più che trentenne, nel 1962, Klein, nella sua breve ma intensissima carriera, segnò una rivoluzione in ambito pittorico con la sua serie di dipinti monocromi, la più importante delle quali è, senza alcun dubbio, quella dedicata al blu, derivata dalla visione della volta del Mausoleo di Galla Placidia di Ravenna. Fu nel 1956 che creò quella che egli stesso definì come «la più perfetta espressione del blu», un oltremare saturo e luminoso, privo di alterazioni, poi da lui brevettato col nome di International Klein Blue (IKB), «rimandando all infinito, alla spiritualità, al mito, al mare Mediterraneo, antico ventre, laboratorio di profonda storia e cultura, luogo sentimentale e mentale insieme, della percezione del mito di quella che fu la Magna Grecia» (F. Poli). Partendo da un gruppo centrale di Monochromes blu realizzati da Yves Klein, tra cui un affascinante riproduzione della Vittoria di Samotracia (1962), la mostra segue l enorme influenza che il maestro francese ha avuto sui suoi contemporanei e sugli artisti successivi, sino ai giorni nostri, trovando nell utilizzo del colore blu il filo conduttore. Affianca la mostra monografica su Klein una rassegna di opere di alcuni dei nomi più significativi della scena artistica dalla seconda metà del Novecento. Per informazioni 8 14 giugno - 15 novembre 2015 Castello Visconteo di Pavia A 490 anni dalla Battaglia di Pavia, la città ricorda il cruciale scontro tra le armate francesi e quelle spagnole con una mostra allestita al Castello Visconteo, in un'ala appena restaurata e per la prima volta aperta al pubblico Pavia, la Battaglia, il Futuro espone uno dei celebri arazzi fiamminghi dedicati alla Battaglia proveniente dal Museo di Capodimonte, e ripropone virtualmente gli altri sei pezzi della serie, consentendo al visitatore grazie a installazioni multimediali e tecnologie innovative di osservare e indagare ogni singola scena, scoprire i protagonisti e le loro storie, rivivere l'atmosfera del combattimento. L opera esposta di quasi 8 metri di lunghezza e 5 di altezza raffigura la Sortita degli assediati e la rotta degli svizzeri che annegano in gran numero nel Ticino. La scena è dominata da una magnifica Pavia, la città che sotto il comando di Antonio de Leyva aveva resistito per quasi quattro mesi all assedio di Francesco I, consentendo il trionfo di Carlo V in quel nebbioso 24 febbraio La mostra è promossa dal Comune di Pavia con il contributo dell'associazione Pavia Città internazionale dei Saperi e della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, organizzata dai Musei Civici di Pavia con Villaggio Globale International, in collaborazione con il Mibact-Museo di Capodimonte e con l'università degli Studi di Pavia, la Bulgarian Academy of Sciences, Aspen Institute Italia, Associazione Parco Vecchio; curata da Susanna Zatti Direttore dei Musei Civici di Pavia, Luigi Casali esperto di storia militare e Virginio Cantoni dell'università di Pavia-Computer Vision and Multimedia Laboratory, nell'ambito di Experienza pavese che si vale del patrocinio Expo La battaglia di Pavia fu combattuta il 24 febbraio 1525 durante la guerra d'italia del tra l'esercito francese guidato personalmente dal re Francesco I e l'armata imperiale, costituita principalmente da fanteria spagnola e lanzichenecchi tedeschi, di Carlo V guidata sul campo da Fernando Francesco d'avalos e Carlo di Borbone. La battaglia si concluse con la netta vittoria dell'esercito dell'imperatore Carlo V; lo stesso re Francesco I venne catturato. La battaglia segnò un momento decisivo delle guerre per il predominio in Italia e affermò la temporanea supremazia di Carlo V. Info Pavia, la Battaglia, il Futuro. La battaglia di Pavia, Ruprecht Heller, Nationalmuseum Stoccolma

9 BRERA IN CONTEMPORANEO L Accademia di Brera, in occasione di Expo 2015, si fa capofila di un grande progetto espositivo che apre per la prima volta al grande pubblico tutti i luoghi del Palazzo di Brera, anche i più nascosti e poco conosciuti. Brera in contemporaneo coinvolge per la prima volta tutte le storiche istituzioni situate, sin dalla fine del 1700, all interno del Palazzo di Brera a Milano: Accademia di Belle Arti, Pinacoteca, Orto Botanico e Museo Astronomico, Osservatorio Astronomico, Biblioteca Braidense, Istituto Nazionale di Scienze e Lettere. L arte moderna e contemporanea è protagonista di due mostre che animano tutti gli spazi del complesso architettonico, accompagnando i visitatori in un inedito percorso che svela il patrimonio di uno dei più prestigiosi e affascinanti palazzi storici italiani. Due le iniziative dedicate, realizzate in collaborazione con Zerynthia Associazione per l arte contemporanea: - Fabro, Garutti, Kounellis, Paolini (Pinacoteca di Brera, 10 luglio/27 settembre 2015) - Accademia aperta con apertura di aule e laboratori, e le iniziative espositive Ai confini del quadro. La Brera degli anni sessanta-settanta in Sala Napoleonica e Bagnoli, Curran, Lim, Pistoletto, Richter. Installazioni nel Palazzo di Brera (28 luglio/13 settembre 2015). Entrambi i progetti sono concepiti, realizzati e promossi attraverso l attiva partecipazione degli studenti, iscritti alle diverse scuole e Dipartimenti (Arti Visive, Progettazione e Arti Applicate, Comunicazione e Didattica) dell Accademia di Brera. Brera in contemporaneo è promosso da MIBACT, MIUR, Pinacoteca di Brera, Accademia di Brera, INAF, Osservatorio astronomico, Orto botanico e Museo Astronomico, Biblioteca Nazionale Braidense, Istituto Lombardo Scienze e Lettere, in collaborazione con Johan & Levi Editore. Si avvale del patrocinio di EXPO, Regione Lombardia e Comune di Milano, è inserito all interno del palinsesto di Expo in città. Gode inoltre del sostegno di Baccarat, Monte dei Paschi di Siena, IL10, Uvet, Fondazione Atlante, Fondazione Lombardi Croci, media partner La Repubblica, social media partner Wechat, con la parnership tecnica di Ciaccio Broker, Fondazione Alberto Peruzzo, Valagro, La Raia Azienda agricola biodinamica, Livio Felluga, ERCO Illuminazione. Ogni mostra è accompagnata da un volume edito da Johan & Levi. Trattasi in definitiva della creazione di una significativa sinergia tra quello che è il patrimonio di arte classica ed antica di Brera e le nuove suggestioni espressive che vengono dalla ricerca contemporanea, senza creare automatiche giustapposizioni, ma un luogo vitale di confronto per l arte in tutte le sue dimensioni, oltre i confini e le categorie dello spazio e del tempo. Info Aoristias 9

10 - RISORGIMENTO POETICO - La Donna: Madre Naturale del Disarmo un seno affettivo senza fine Anche Papa Francesco tace che due Chiese non scoprono la donna Madre universale del disarmo. Per noi non esistono i primi nella storia del mondo che umiliano d inferiorità il seguito degli altri, ma solo il vivere insieme uniti d umiltà, sfericamente alla luce del sole. Semplici parole che non dicono molto ma che, se riflettute, chiariscono tutto sulla gioia e il dolore dell esistenza. Anche sulla razzista trinità televisiva che ogni giorno simboleggia nell anteprima dei giornali radio, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Papa Francesco e il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi. Ma dei tre personaggi, il meno bramoso di sovraesposizione mediatica ci sembra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, pensiamo, se si facesse togliere, la maggioranza degli italiani lo stimerebbe infinitamente di più. La strada per sollevare l Italia dal pantano economico in cui è stata relegata dal verticalismo burocratico, è prima di tutto quella dell umiltà. Anche Papa Francesco tace che due Chiese non s incontrano a condividere la donna Madre universale del Disarmo. Nella Chiesa di Roma l interclassismo religioso dei poveri sottomessi ai ricchi dev essere indiscutibile. La Chiesa, alla Famiglia, a proprio modo e convenienza, è sempre stata sensibile. Una strategia che continua anche con il pontificato di Papa Francesco che a tutt oggi non ha detto ancora una parola sulla militarizzazione della donna, la vera causa che ha distrutto quanto di saggio, di gioia e di dolore la Famiglia contemplava. Nella sua missione, tanto religiosa quanto politica, si è giustamente scagliato contro il commercio delle armi, ma non risulta che abbia detto ancora una parola sulla militarizzazione della donna che per noi è la vera causa che ha disintegrato la Famiglia. Un tema etico delicatissimo nel quale vi è tanto da discutere affinché la Famiglia sia sempre più unita nell affettività di convivenza, di lavoro e di libertà 10 connaturate tra l uomo e la donna. E l uguaglianza a cui noi crediamo di sentimento è un altra cosa. Ma si preferisce di necessità sorvolarlo. Oggi più che mai siamo in crisi di disfacimento perché la donna anziché ritenerla di natura una genitrice d amore vero l hanno barbaramente esaltata a diventare guerriera. E la sua militarizzazione riguarda non poche negative conseguenze, tra cui il calo demografico delle nascite, il far divenire sempre più maschilista la donna e femminista il maschio e di conseguenza, palese o celata, giungere a considerare la Famiglia tra persone dello stesso sesso. Senza però, a riguardo, nulla dire sulla nuova etica culturale dell amore. Dove conduca la militarizzazione della donna che potrebbe essere anche la causa crescente del gaysmo. Noi non siamo degli psicologi e ci esprimiamo di puro buon senso, riflettendo però sulla raccapricciante ascesa della violenza e delle sue tante manifestazioni e conseguenze. Non si è giunti a comprendere o si finge con indifferenza di non vedere per non agire di prevenzione. Particolarmente la Chiesa possiede tutta l ascendenza storica per alzare la sua voce contro la militarizzazione della donna che per l affettività del seno ha il naturale diritto d essere considerata la Madre del Disarmo. Infatti, che noi sappiamo, tuttora non esiste neppure una Madonna del Disarmo.... Insomma prudenza e complicità vanno d accordo. Per cui, sia con la Chiesa dei ricchi che con quella dei poveri, attualmente Papa Francesco rappresentante indiscusso dello Stato Vaticano, il più teocratico del mondo, con tante parole, Enciclica verde compresa, tuttavia non cambia nulla su ciò che veramente va cambiato, come la smilitarizzazione della donna. La storia si ripete, pur parlando d economia. Eppure Papa Giovanni XXIII nell enciclica Pacem in Terris, del Disarmo fece menzione nel suo breve pontificato. Salvare la Famiglia maggiorandone i valori nella finalità umana dell esistenza, doveva essere impegno culturale proprio della Chiesa, della sua ascendenza storica che, invece, a riguardo, ha chiuso totalmente gli occhi. Ed il male che n è seguito nello sfaldamento della Famiglia, è tristemente incalcolabile. Come il non fare figli per non perdere il posto di lavoro, una strage preventiva. Persino il problema dell emigrazione poteva essere risparmiato se la prevenzione politica e culturale degli Stati avesse funzionato di fermento umano indiscriminato. Invece così non è stato. E la Giornata Mondiale del Disarmo che il 24 ottobre di ogni anno rinnova ricordando la nascita dell O.N.U. 1945) ha questa finalità: la pace non può dividere il mondo ma solo unirlo. Altrimenti si casca nel bigottismo di guerra laico e/o religioso. Non si possono costruire ponti che già esistono, ma aprire all uomo la spiritualità innata della Poesia della natura per vivere in armonia da fiduciosi vicini e non da ostinati diffidenti. E lo dobbiamo ripetere anche in questo caso: l uomo nasce senza fucile. Considerazione di principio per comprendere tutta la finalità del discorso. Le odierne divisioni del mondo dipendono anche dal fatto che l O.N.U. nella sua missione di pace ha potuto far troppo poco a cospetto delle sue storiche premesse. Il Disarmo è mancato perché si è azzittita la cultura della sua realizzazione. E la Chiesa, se voleva, poteva benissimo ed opportunamente intervenire, ma ha preferito l indifferenza rendendosi complice dell attuale violenta situazione del mondo. Il cristiano con il fucile non ha senso. Ma quando lo si comprenderà? A ben ricordare, il piede in due scarpe non sempre è possibile. Artecultura

11 In questo numero OTTOBRE CORRISPONDENZA CULTURALE 8 KLEIN - BATTAGLIA DI PAVIA 9 BRERA CONTEMPORANEO 10 RISORGIMENTO POETICO 11 SOMMARIO - 12 INTERLUDI 16 LEGA - ALARICO 18 MALEVIC 19 FATTORI - DAL BLU ALL ARTE 20 ARTE - NATURA - STORIA 21 HEPWORTH - Pittura Analitica 24 NEI LUOGHI DELL IMMAGINE 27 L AUTODIDATTA NELLA STORIA 28 POESIA DELLA NATURA 29 TURISMO - AGEROLA ARTE 30 OPERA LIRICA CO2 31 UMANITA POETICA 32 DE CHIRICO - CARANDENTE 33 LIBRI - CONCORSI 34 ASTE 35 IMMAGINI E SIMBOLI 36 IN EXPO DI BRUNO FAEL LUIGI TIMONCINI La copertina Inserto redazionale: -MOSTRE A MILANO -POSTACATALOGO Le idee che la impegnano - CORRISPONDENZA CULTURALE - COSTUME POETICO - 24 OTTOBRE GIORNATA MONDIALE DISARMO - INFORMAZIONE ARTISTICO CULTURALE - POESIA DELLA NATURA - POESIA PACE - PSICOPOESIA LUIGI TIMONCINI - BRUNO FAEL di Teodosio Martucci - ELENA BELLAVITI - MICHELE GIANNATTASIO - SILVANA TESTA - REMO LANA - ANNA TRAPASSO-LEONARDO CALI di Marpanoza- MARIA LUISA RITORNO di Paolo Levi-ANTONIO FOMEZ - RASSEGNA PAC - A TAVOLA CON GLI ETRUSCHI - ANTONELLO DA MESSINA- ITALIA CINA INSERZIONI: - GALLERIA PONTE ROSSO - Mensile Manifestazioni Artistiche e Culturali Anno XLVIII N. 08 Ottobre 2015 Registrazione Tribunale di Milano n. 253 del 6/9/ Registro Nazionale della Stampa n Direttore responsabile: Giuseppe Martucci - Edizioni - Codice Fiscale MRT GPP 26M24 G616U -Partita IVA: Direzione: via Ciovasso Milano - Tel. 02/ Fax 02/ / Diffusione gratuita (10 numeri annui) senza impegno fisso di recapito mensile. I lettori che desiderano ricevere in modo continuativo al proprio domicilio sono invitati ad abbonarsi. Intestare: di Giuseppe Martucci C.C. Postale n Via Ciovasso Milano Non si restituisce la quota di abbonamento se esigenze di forza maggiore costringessero la sospensione o la cessazione della pubblicazione. Abbonamento annuo Euro 50,00 Non disdetto tramite raccomandata un mese prima della scadenza si ritiene tacitamente rinnovato con invio della nuova quota. Non valide le disdette effettuate per telefono. non riceve pubbliche sovvenzioni Finito di stampare l Fotolito e stampa Press Point Via L. Cagnola, 35 Abbiategrasso, liberamente consultabile e scaricabile al sito Sito che si suggerisce di visitare ad artisti, biblioteche, circoli culturali, gallerie, musei ed a tutti gli operatori artistici. edita dall ottobre un libero accesso PER IL MONDO! Sostienila con l abbonamento... da BRERA... promuove una campagna di abbonamenti agevolati per i nuovi abbonati e facilitare la ricerca divulgativa della creatività artistica valida fino al 31 gennaio 2016 Abbonamento Euro 100,00 con la possibilità di usufruire 1 (una) pagina su con riproduzione di due foto a colori e relativa critica a cura redazionale compreso il ricevimento della Rivista da subito fino a dicembre 2016 Abbonamento Euro 50,00 con la pubblicazione di una foto a colore e relativo corsivo critico sulla base di colonna rubrica Immagini e Luoghi e ricevimento di da subito fino al dicembre 2016 Tel

12 LO STATO DELL ARTE, L ARTE DELLO STATO INTERLUDI D'ARTE Ugo Nespolo, YOUR FACE, 2013 acrilico e serigrafia su legno Ryan McGinley, DAKOTA (Hair), 2004 Collezione Agnes B., Parigi LO STATO DELL ARTE: L ARTE DELLO STATO. LE ACQUISIZIONI DEL MIBACT. Roma Museo Nazionale Castel Sant Angelo 26 maggio - 29 novembre 2015 L esposizione intende illustrare le logiche e i mezzi impiegati che hanno guidato lo Stato nella scelta dei capolavori acquisiti in questi anni, scelte che hanno permesso di arricchire con opere d arte e materiali archeologici un Patrimonio che nella sua varietà e ricchezza può e deve trovare le ragioni e gli strumenti per fare cultura. I curatori della mostra sono Maria Grazia Bernardini e Mario Lolli Ghetti, che è anche Presidente del Comitato Scientifico. La mostra intende portare all attenzione del pubblico l intensa attività di accrescimento del patrimonio culturale italiano, attuata sia ad opera dello Stato, attraverso acquisti e recuperi, sia da parte di privati attraverso lasciti e donazioni. Lo Stato ha continuato, a volte silenziosamente altre volte con abbondante clamore mediatico ad acquisire negli anni opere d arte, immobili e aree archeologiche in linea con la vigente legislazione: iscrizione al patrimonio di beni archeologici rinvenuti, esercizio del diritto di prelazione sulle vendite, acquisti agli uffici esportazione o a trattativa diretta, donazioni o pagamenti di tasse di successione o altre imposte con beni d interesse storico artistico, sequestri, recuperi e rientri in Italia, sono solo alcune delle molte voci utilizzate. La mostra permetterà di comprendere le ragioni che hanno portato funzionari e direttori a individuare e acquisire opere d arte. Info: African Style. Dall arte africana tradizionale all arte contemporanea. Palazzo Salmatoris, Cherasco (Cn) al La mostra, African Style. Dall arte africana tradizionale all arte contemporanea, vuole offrire - attraverso la fusione di quattro nuclei artistici differenti ma complementari - un ponte immaginario tra la grande scultura dell Africa nera carica di forza, che ci riporta alle origini, e l arte contemporanea africana occidentale. Una prima sezione è rappresentata dalla collezione di arte africana tradizionale appartenente ai curatori della mostra Bruno ALBERTINO ed Anna ALBERGHINA, medici torinesi, grandi viaggiatori e studiosi di arte africana; accanto a questa saranno esposte una serie di fotografie artistiche, che documentano la vita dei popoli africani custodi di tradizioni ancestrali, della fotografa torinese Anna ALBERGHINA e degli americani Tomas D. W. FRIEDMANN e Phil BORGES. Sarà inoltre presente un settore di arte contemporanea africana curato da Cesare Pippi. Infine, il quarto nucleo della rassegna è rappresentato dalle opere di alcuni importanti artisti contemporanei: Ugo NESPOLO, Plinio MARTELLI, Titti GARELLI, Renza SCIUTTO e Marian HEYERDAHL con opere ispirate alla tradizione africana. Contributo storico di Paolo NOVARESIO e contributo critico di Armando AUDOLI. L African style è il complesso delle manifestazioni materiali ed immateriali che definiscono l estetica africana, un modo di essere e vivere che si esprime principalmente nella scultura sacra e profana, negli ornamenti e nelle decorazioni corporee. L African style è un sistema dinamico di valori sociali, estetici, funzionali e rituali, che ha profondamente influenzato l arte ed il modo di vivere del mondo occidentale. La mostra sarà corredata da audiovisivi dedicati e catalogo. Un ponte d arte per confrontare le espressioni di linguaggi che si differenziano per territori, e costumi. Info: GRADI DI LIBERTA : dove e come nasce la nostra possibilità di essere liberi. Una mostra di Arte e Scienza al MAMbo (BO) 18 settembre - 22 novembre 2015 Gradi di libertà: dove e come nasce la nostra possibilità di essere liberi è il titolo della mostra di arte e scienza che sarà al MAMbo - Museo d Arte Moderna di Bologna dal 18 settembre al 22 novembre La mostra è ideata e prodotta dalla Fondazione Golinelli, a cura di Giovanni Carrada per la parte scientifica e Cristina Perrella, invece, per quella a carattere artistico (www.artescienzaeconoscenza.it). L esposizione segue una serie di fortunate mostre che negli anni hanno esplorato argomenti di grande attualità attraverso il linguaggio dell arte e della scienza. Filo conduttore - come anticipa il titolo - è il concetto di libertà. Liberi si nasce o si diventa? Dove e come nasce la nostra possibilità di essere liberi o di non esserlo? Quale ruolo hanno le nuove tecnologie digitali? Siamo sempre noi a decidere? Di quali libertà avremo bisogno fra cento anni? Come possiamo essere più liberi? Come suggeriscono le intuizioni degli artisti di fama internazionale Halil Altindere, Vanessa Beecroft, Cao Fei, Camille Henrot, Susan Hiller, Theching Hsieh, Doctor Lakra, Ryan McGinley, Igor Grubic, Pietro Ruffo, Bob e Roberta Smith, Ryan Trecartin, Nasan Tur e gli exhibit scientifici delle sei sezioni in cui si articola la mostra, forse la risposta più semplice a questi interrogativi si ottiene imparando e provando più cose. Aumentando, infatti, la possibilità del cervello di collegare e unire ciò che si trova nei magazzini della memoria può aiutare l individuo nelle scelte future fornendo risposte più efficaci. In un mondo complesso, come quello in cui viviamo, dove tutto cambia rapidamente, la conoscenza diviene uno strumento fondamentale per esercitare la propria libertà. In particolare, scienza e arte svolgono questo ruolo aiutandoci a comprendere meglio la realtà. Una mostra pertanto molto interessante, poi la libertà può anche dipendere molto dai punti di vista di una persona se a questa piacciono le mele significa che queste sono la sua libertà nutritiva per continuare a conoscere, mentre se ad un altro piace la bicicletta, la risposta non si muta, è la sua libertà. Info:

13 Roxy Paine, PSILOCUBE CUBENSIS FIELD (foto Sergio Tenderini) INTERLUDI D'ARTE SHU TAKAHASHI Moby Dick NEL MARE L ETERNA SFIDA CON L IGNOTO Natura naturans. Roxy Paine e Meg Webster Opere dal 1982 al Varese, Villa e Collezione Panza 12 giugno febbraio 2016 Villa Panza prosegue il suo viaggio alla scoperta del senso della vita, della spiritualià e dell universo con una mostra sulla natura. Mai come oggi è attuale il tema di come l uomo si relaziona a essa: madre o matrigna, entità che mettiamo in pericolo o pericolo che può anche ferirci? La sostenibilità dell ambiente è resa sempre più difficile dall intervento dell uomo, che non sa rinunciare a modificarlo per migliorare la qualità della propria esistenza. E su questi problemi, che toccano anche la sfera della relazione cosmo-uomo, che si incentra la mostra Natura naturans: una doppia personale dedicata a due artisti americani di linguaggio e generazione diversi, che partono da punti di vista opposti. Li accomuna un idea della natura come ciclo continuo di crescita e decadimento, come descritta dall espressione del filosofo Baruch Spinoza che dà il titolo all esposizione. Roxy Paine lavora seguendo il principio dell imitazione e della trasformazione, con materiali sintetici di provenienza industriale, colonizzando gli ambienti con opere che riproducono fedelmente fiori, piante e funghi. Meg Webster declina questa stessa tematica realizzando veri e propri monumenti dedicati alla terra, vista come sorgente instancabile di vita. Ventotto grandi opere e installazioni, realizzate tra il 1982 e il 2015, sono ospitate lungo un percorso che si snoda tra gli spazi interni ed esterni della villa, cercando un armonioso equilibrio fra natura, architettura e opere della collezione permanente. Alcuni lavori sono stati appositamente costruiti in villa, in diretta simbiosi con gli spazi esistenti, mentre altri provengono da istituzioni internazionali come il Solomon R. Guggenheim Museum, il The New School Art Collection e il Whitney Museum of American Art di New York, il Museo Cantonale di Lugano, l Israel Museum di Gerusalemme e altri ancora da collezioni private e dalla Panza Collection di Mendrisio. Info: tel VOLTERRA MEMORIA E PROSPEZIONE NELLA CITTA ETRUSCA VA IN SCENA UNA GRANDE MOSTRA Dal 27 giugno apre i battenti a Volterra una grande esposizione, con importanti nomi della scena contemporanea, dedicata all evento che nel 1973 ha rivoluzionato il concetto di arte ambientale in Italia. Nel 1973 la Città di Volterra è stata protagonista di una importante manifestazione artistica: il movimento Volterra 73 fu rivoluzionario nel rapporto tra spazio urbano e azione creativa, e la sua influenza si fece sentire nelle più importanti realtà e istituzioni artistiche a livello internazionale, a partire dalla Biennale di Venezia. Dopo oltre 40 anni da questo prestigioso successo, la FONDA- ZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA, per volontà del Presidente Ing. Augusto Mugellini nell ambito del progetto PGM 2015 TOSCANA 900, si fa promotrice di una grande rievocazione dell evento. Questo accadrà in vari spazi della Città, non solo grazie a una mostra fotografica dove verrà esposto materiale inedito, ma anche attraverso la riproposizione di alcuni nuclei di opere insieme ai protagonisti di allora. Complessivamente, fra Memoria e prospezione, quasi effimera come un happening, ma solidamente proiettata nel tempo (come ogni vera fondata opera d arte), VOLTERRA / MEMORIA E PROSPEZIONE diviene manifestazione in progress sullo sfondo di una suggestiva ed ambientale scenografia. Info: MARE MONSTRUM L immaginario del mare tra meraviglia e paura Genova, Galata Museo del Mare 27 giugno gennaio 2016 La mostra è inclusa nel biglietto d ingresso del Museo ed è visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 19,30 (ultimo ingresso ore 18). Il progetto, promosso dal Mu.MA e curato da Franca Acerenza, Federico Boni, Pierangelo Campodonico, Giancarlo Costa, Paola Marelli, Elio Micco e Valeria Salaris, tratta i vari aspetti mostruosi del mare grazie agli apporti e alla collaborazione di Biblioteche e Musei genovesi in qualità di prestatori di opere, libri e reperti. La mostra è allestita tra il 1 e il 2 piano del Galata e si articola in tre aree tematiche: l orrore del mare (tutto ciò che di mostruoso abita il mare); l orrore del mare (il mare stesso come elemento pericoloso e terrificante); l orrore dal mare (le meraviglie e gli orrori che vengono dal mare). Sviluppata in sei sale, Mare Monstrum esplora l orrore e la meraviglia legate all ambiente del mare così come sono stati immaginati e rappresentati in diverse epoche, culture e società. Il percorso guida i visitatori attraverso un viaggio nell affascinante e nel misterioso, tra meraviglia e terrore, incanto e orrore; un itinerario che si snoda tra creature degli abissi e navi fantasma, resoconti di viaggi nell ignoto, gorghi paurosi e oceani spettrali, tecnologie per la navigazione infestate dai fantasmi, onde digitali solcate dai nuovi pirati informatici, finte sirene esibite nei circhi e nei freak shows, mummie maledette, per arrivare ai fantasmi degli schiavi e alle orde dei morti viventi. Info: tel

14 Elena Bellaviti La voce della natura Michele Giannattasio L architettura del sogno Silvana Testa Itinerario ignoto L autunno è la stagione che si intermedia tra l estate trascorsa e l inverno che si propone preoccupante. Insomma, per la consuetudine della vita soprattutto umana, è come fare bilanci e previsioni. L estate, si sa, non serve raccontarla poiché ognuno la conosce a modo proprio nella spigliatezza di una vita più libera e per certi versi anche spensierata. Mentre l inverno presenta non poche preoccupazioni a cospetto l estate trascorsa. La persona è portata a domandarsi se si sente fornito dell abbigliamento invernale, se la casa sarà sufficientemente calda e se il vettovagliamento è di buona scorta, affinché il freddo e la neve possano essere superati senza troppe difficoltà. E la pittura come quella che dipinge la Elena Bellaviti non viene espressa a caso, ma fa seguito ad una visione anche etica che collega l uomo alla natura. A quella campagna, boschi o corsi d acqua che sono connaturati con l intero mondo della natura che poi spinge una pittrice sensibile come la Bellaviti a viverla per stimolo di vera esistenza. Marpanoza Elena Bellaviti LIRICITA AUTUNNALE 2013 olio su tela, cm. 40x50 Quando dipinge con pompeiana animazione vivendo d immaginario il momento naturale, le tensioni - e con esse le corrispettive emozioni - si alternano nella produzione pittorica di Michele Giannattasio. Nel caso presente che riproduce il dipinto ATMOSFERE ARCHEOLOGICHE, il pittore in pensiero di tragedia è come se fosse avvinto da una tensione di sconforto che gli fa dipingere l opera con una sembianza di campiture in sofferente rasatura. Come se il tempo della tragedia sia lontano ma gli sia rimasta dentro la sua spiritualità: i momenti che hanno catalizzato la versione eruttiva vesuviana. Così il pittore usa un verde spento che quasi rasenta il cenerino nella congeniale struttura aperta al tempo della storia che non racconta ma presenta come drammatico il momento dello sconquasso pompeiano. Un dipinto che quasi cammina tra parallele murarie che sembrano galleggiare con la velocità del vento. Giannattasio non si fa vittima di un disastro, ma si attiva a superarlo, con l impegno della vitalità creativa che reagisce superando il dolore per raggiungere quella sfera di gioia che appaga l esigenza che lo stato d animo vive. Una pittura - detto in sintesi - che non racconta, pur se fa radice al tragico, ma che reagisce per sentito stimolo di vitalità artistica. (Marpanoza) Il desiderio che per noi origina nel profondo della psiche dell uomo ha infinite spiegazioni che, tuttavia, anche se sotto varie forme, nel loro insieme riguardano comunque un fattore di conoscenza pur se possono concernere anche il solo gusto di mangiare una mela. Infatti, si mangia per vivere. E Silvana Testa che dipinge questo mese NELLO SPAZIO, esprime un grande desiderio, anche per il modo come è strutturato il dipinto ad orientamento di navicella spaziale e colorata d azzurro che nel primo piano ingloba un multispecie numero di volumi che nell immaginario del fruitore non possono far voce che nell infinito desiderio del sapere. Dipinto, poi, in azzurro a variate densità ed intercalanze di viola, e in rispecchio-arcobaleno le copertine dei libri sovrapposti che l opera trasporta. Una composizione leggera nella sua visione speculare ad atmosfera di cielo che si lascia ben visualizzare negli elementi che la compongono e nella struttura che ne circoscrive ampiezza e volume. Un bel dipinto che invita alla navigazione del cielo per sostituire la certezza al dubbio. Non è poco, davvero, come limpida premessa conoscitiva. Marpanoza Silvana Testa: NELLO SPAZIO olio su tela, cm. 120x90 Michele Giannattasio ATMOSFERA ARCHEOLOGICA olio su tela 14

15 Leonardo Calì L idea e la forma Le Isole Incantate Viste da Van Wittel a Luigi Ashton GALLERIA PONTE ROSSO dal 1973GALLE GALLERIA PONTE ROSSO Guardando i disegni del giovanissimo Leonardo Calì, non posso fare a meno di ritrovare alcuni tratti caratteristici dell estro creativo del padre Gaspare, la cui carriera artistica consolidata ha fatto di lui uno dei rappresentanti più innovativi del panorama pittorico siciliano degli ultimi anni. Si tratta di schizzi a fumetti, ispirati ad alcuni personaggi di fantasia. Veri e propri appunti per una sceneggiatura, dove però il colore domina su tutto. Il tratto sicuro, i dettagli molto curati, ma soprattutto lo stesso tratto veloce e tagliente, molto promettente. Stessa ispirazione visionaria, cinetica, cinematografica nel tratteggio della figura, dove il moto interiore ha il sopravvento sulla tentazione iconografica. Mi auguro che Leonardo, diventato architetto, prenda seriamente in considerazione l idea di esprimere attraverso la tela il mondo a colori che tanto ha caratterizzato la lunga carriera artistica del padre. Scrive Paolo Meli sull operato artistico di Leonardo molto sensibile di progetto e stile di moderna poetica pittorica. (Marpanoza) Leonardo Calì: MOON, tempere su carta 1983 cm. 25x35 La riapertura della visita alle Isole Borromee, il 20 marzo, ha coinciso con l inaugurazione al pubblico, nel grande Salone d Onore del Palazzo dei Principi all Isola Bella, della preziosa mostra Le Isole incantate. Il Grand Tour e la pittura di veduta nei Domini Borromeo: da Gaspar Van Wittel a Luigi Ashton che resterà aperta l intera stagione 2015, ovvero sino al 25 ottobre. L esposizione è curata da Alessandro Morandotti con la collaborazione di Fenisia Cennamo, Veronica Drago ed Elisabetta Silvello. La mostra è stata anche occasione per un importante intervento di restauro voluto dai Principi. Ne è stato oggetto il gruppo di Delizie, ovvero di vedute settecentesche dei Domini Borromeo di mano di Francesco Zuccarelli. Il restauro, da poco concluso, ha restituito la primitiva leggerezza alle sette tele del maestro, opere dove l attenzione documentaria si coniuga mirabilmente con l allegoria, secondo il gusto dell epoca. Per la mostra il curatore ha scelto di presentare esclusivamente quelle che raffigurano i Domini Borromeo sul Lago Maggiore, in coerenza con il tema dell esposizione. A coniare la definizione di Isola Incantata, riferendosi all Isola Bella, fu Gilbert Burnet ( ), un pastore anglicano che visitò l Italia con un occhio molto critico nei confronti della censura ecclesiastica e delle forme di governo assolutista di molti stati. Info Sala dello Zuccarelli, Francesco Zuccarelli L ISOLA MADRE dal 3 settembre al 4 ottobre 2015 Viaggio in Italia artisti italiani del Novecento e contemporanei Paolo Sciancalepore Il bouquet del Mediterraneo, 2014 inaugurazione della nuova stagione 2015/2016 giovedì 10 settembre ore 18 Nell ambito della rassegna verrà presentata una selezione di nuovi dipinti dell artista PAOLO SCIANCALEPORE dedicati a EXPO Milano via Brera 2 Corrisp. via Monte di Pietà 1A Tel./Fax Orario di apertura: 10-12,30 / 15,30-19 Chiuso domenica e lunedì 15

16 ALARICO La leggenda Silvestro Lega, L elemosina, 1864, olio su tela, cm 71,8x124, collezione privata SILVESTRO LEGA Storia di un anima. Nuove scoperte e rivelazioni Viareggio, Centro Matteucci Arte Moderna Dal 4 luglio al 1 novembre 2015 Lega. Storia di un anima. Scoperte e rivelazioni, evento proposto dalla Fondazione Matteucci per l Arte Moderna (Viareggio, dal 4 luglio al primo novembre) è una straordinaria operazione culturale oltre che una importantissima mostra. In essa infatti Giuliano Matteucci, che ne è il curatore con Silvio Balloni, svela una precisa selezione di opere di Lega, tutte davvero documentatissime, che proprio in questo contesto vengono ufficialmente aggiunte al catalogo generale del grande macchiaiolo. Alcune decisamente clamorose, rappresentano il frutto di indagini condotte lungo diversi anni, stimolate da ricerche in archivi pubblici e privati, in Italia e all estero. La pubblicazione del catalogo generale di Silvestro Lega risale al 1987 ed è ancora oggi il documento di riferimento per il mondo dell arte. In questi trent anni, Lega è stato oggetto di un gran numero d iniziative che ne hanno messo in luce il ruolo di grande protagonista nel panorama dell arte italiana dell Ottocento. Non ultima la mostra del 2013 promossa dal Museo d Orsay all Orangerie nella quale la pittura di Lega ha primeggiato con capolavori come La visita, Il canto di uno stornello, Un dopo pranzo, suscitando entusiasmo e ammirazione nel pubblico e nella critica internazionale. Se, dunque, la complessa e raffinata personalità dell artista può dirsi definita, non poche lacune permangono all interno del corpus, causa il significativo numero di dipinti dispersi o ancora da identificare. Straordinario quanto fortuito è il ritrovamento di uno dei nuclei fondamentali dell attività giovanile: i Ritratti Fabbroni, 16 esponenti di una delle molte famiglie di grande sostegno al pittore nella fase più critica della sua vita. Attorno all affascinante e struggente storia che aleggia su quei dipinti, veri e propri brani di un romanzo intimo e raccolto dipanatosi nella cornice del palazzo di Tredozio, ruota la mostra Lega. Storia di un anima. Aggiunte al catalogo.il ritrovamento e la esposizione, in prima contemporanea, di quei magnifici Ritratti consente, evento nell evento, di riunire, a quasi un secolo dalla retrospettiva di Modigliana del 1926, il contenuto della mostra che la città natale dedicò a Lega.La presentazione dell importante ciclo offre anche l opportunità di scoprire una cospicua serie di altre opere di Lega rintracciate negli ultimi anni. Tra le novità eclatanti, Tiziano e Irene di Spilimbergo, ricordato dallo stesso Lega come uno dei lavori più rappresentativi del periodo accademico, Visita alla balia, nella versione presentata a Parma e a Torino nel 1870, che precede l altra di Palazzo Pitti, Il cuoco, inviato all Esposizione Universale di Parigi del 1878, la redazione intermedia de La lezione, la grande tela donata nel 1898 dalla Regina Margherita di Savoia al Municipio di Peschiera del Garda, il cosiddetto Cofanetto Tommasi, dono del pittore al giovane allievo Angiolo Tommasi e alla moglie Adele, in occasione della nascita del primogenito Ugo.Queste preziose testimonianze sono accompagnate spesso da opere di confronto, con motivi ad esse direttamente correlati o affini. E il caso degli studi preparatori di Tra i fiori del giardino, L educazione al lavoro, L elemosina e La lezione che, collocati accanto alla redazione finale, ne attestano il meditato ed analitico processo creativo. Info Cosenza, Complesso Sant Agostino 10 gennaio febbraio 2016 Il progetto artistico "Mito sepolto" - Alarico e la leggenda dei due fiumi, elaborato dall'associazione culturale Vertigo Arte di Cosenza, e voluto dall Amministrazione comunale di Cosenza, guidata dal Sindaco Arch. Mario Occhiuto, aspira ad essere a nostro giudizio un momento di seria riflessione, utile a far crescere (nella città di Bernardino Telesio), la consapevolezza delle proprie radici storiche. Questa per noi è una stimolante occasione che vede artisti affermati in campo internazionale impegnati attorno alla leggendaria figura del re visigoto Alarico. Migliore narrazione non poteva esserci per presentare interessanti opere di artisti contemporanei al Complesso di Sant Agostino negli spazi espositivi del Museo dei Brettii e degli Enotri. Figura storica quella di Alarico ( ) che si imprime come scrive in catalogo il curatore della mostra L. Paolo Finizio rapida e senza precisi contorni sulle soglie dei tempi medievali. Nella sua breve esistenza di guerriero e patteggiatore di bottini, lungo il primo decennio del V secolo, la sua vicenda ha impresso nella storia una perdurante scia leggendaria nata in terra calabrese. Ad essa la città di Cosenza e l associazione culturale Vertigo Arte hanno inteso dedicare una rievocazione con l iniziativa di questa mostra di arti visive intitolata: Mito sepolto, Alarico e la leggenda dei due fiumi. Provocati e coinvolti, ciascuno degli artisti invitati ha fornito una propria rimemorazione immaginativa, un seguito di epifanie plastiche con cui la leggenda di Alarico irrompe e si rigenera agli occhi dei visitatori che, secondo pure gli auspici di chi scrive, potranno nel suo percorso godere di una mostra parlante. Una mostra che racconta e rigenera per fantasie ed evocazione un mito funereo, una leggenda ariana carica di credenze ultraterrene e aurei decori non tanto dissimile da quelle che ha potuto celebrare nell oro del Reno la musica wagneriana. Possiamo, quindi, dire, per il tema della nostra mostra, che l overture di tale marcia funebre, si può immaginare, risuoni pure nel rituale, accompagnato da canti e invocazioni, della leggendaria sepoltura di Alarico nel letto deviato del Busento. Luogo fluviale dove venne sepolto con il suo cavallo e l aureo bottino in una fossa scavata dagli schiavi, forse quelli portati da Roma, poi decimati perché restasse segreta. Info evento

17 Maria Luisa Ritorno LO SPAZIO ENTRA NELLA FORMA DANZA NEL VENTO 2014, h. 50x25x12, refrattaria CONFRONTO tra l IO e l ES, 2012, bronzo h. 60x10x14 Nei lavori plastici di Maria Luisa Ritorno si trovano profili animati da una profonda ricerca spirituale, che nella loro ineffabile leggerezza si sviluppano verso l alto con un movimento progressivo e misurato, privo di scatti improvvisi, come se la materia respirasse leggera espandendosi in evoluzioni progressive, che si muovono sulla scia di sottili curve e spirali. L armonia delle linee genera moti lineari che si intersecano e si sostengono senza vincolarsi,liberi di costruire architetture in un reciproco dialogo sostenuto da un ritmo melodico. La scultrice modella la refrattaria con maestria, creando strati sottili che sembrano uscire vincenti da una silenziosa lotta contro le leggi della gravità. La luce esterna accarezza le forme mettendone in risalto le superfici, enfatizzando il delicato avvicendarsi di pieni e di vuoti, dove tuttavia appare una prevalenza delle incavature, che nella loro ombrosità sembrano offrire accoglienza ad una riflessione pensosa. Questi lavori raccontano con evidenza l animo dell artista, parlano di delicatezza e di sensibilità e, si direbbe, di un innegabile forza interiore, che supera i conflitti senza lasciarsi travolgere, per tendere a un assorta spiritualità.la mano della scultrice si muove leggera a plasmare la meraviglia che abita la parte più intima del suo essere. Di fronte alle opere di Maria Luisa Ritorno diventa naturale fermarsi in contemplazione, per meglio afferrare il percorso tracciato dalle linee che, nella loro coinvolgente ritualità, conducono al raccoglimento, e ad abbandonare le contingenze del quotidiano per raggiungere una dimensione di quiete profonda. Paolo Levi, in Terza Dimensione, Editoriale Giorgio Mondadori, Milano,

18 KAZIMIR MALEVIC Tra ascesi e rivoluzione In basso: Ragazze in un campo, Olio su tela 106 x 125 cm. Museo di Stato Russo, San Pietroburgo. Sopra: Testa di contadino, 1928 ca. Olio su tavola 71,7 x 53,8 cm. Museo di Stato Russo, San Pietroburgo ti. Dal 2 ottobre 2015 al 17 gennaio 2016, la GAMeC - Galleria d Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo ospita un importante retrospettiva dedicata a Kazimir Malevic (Kiev, 1878 Leningrado/San Pietroburgo, 1935), artista chiave del XX secolo, straordinario teorico e sperimentatore capace di coniugare in una personalissima sintesi misticismo e rivoluzione. Curata da Eugenia Petrova - vice direttore del Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, e Giacinto Di Pietrantonio - direttore della GAMeC, coprodotta dalla GAMeC e da GAmm - Giunti Arte mostre musei, in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, la mostra, unica nel suo genere per completezza e per l accurata indagine storico-critica, accoglierà circa 70 opere di Malevic accanto a un nutrito corpus di lavori di importanti esponenti russi, appartenenti ai movimenti 18 La mostra restituirà davvero un ritratto esaustivo di un autore chiave del XX secolo, che ha attraversato uno dei periodi storico-artistici più intensi del Novecento.L esposizione presenterà circa 70 opere di Kazimir Malevic, accanto a un nutrito corpus di lavori di importanti esponenti russi, appartenenti ai movimenti artistici di inizio Novecento, oltre a documenti e filmaartistici di inizio Novecento, oltre a documenti e filmati relativi al periodo storico di riferimento. Malevic è internazionalmente considerato parte della triade pioneristica che ha aperto le nuove strade dell arte del XX secolo: se Picasso ha contribuito maggiormente al rinnovamento della tradizione figurativa e Duchamp di quella concettuale, Malevic è colui che ha dato vita all egemonia della tradizione dell arte astratta, ancor oggi determinante. La sua è stata, e continua a essere, una personalità decisiva per il secolo scorso, grazie a una produzione complessa, che va oltre il solo lavoro astratto e la nascita del Suprematismo, corrente artistica fondamentale per lo sviluppo dell arte del XX secolo. Malevic, infatti, è un artista dalle molteplici sfaccettature; dopo un esordio simbolista e neoimpressionista, che riconsiderava le conquiste dell arte affermatesi a Parigi verso la fine del XIX secolo, ha abbracciato lo sviluppo del Cubofuturismo, movimento che sintetizzava le conquiste del Cubismo francese di Braque e Picasso e del Futurismo italiano di Balla e Boccioni. Il suo è stato un percorso iniziale comune ad altri artisti russi suoi coetanei, quali Kandinskij, con cui partecipò alle prime collettive d avanguardia. Il percorso espositivo si apre con il periodo simbolista di Malevic, dai dipinti raffiguranti paesaggi con filari di alberi del 1906, al famoso autoritratto con fiocco rosso del 1907, che sembra non ignorare la lezione dei Fauves. Questi lavori saranno messi in relazione con quelli, cronologicamente precedenti, del maestro simbolista Ilya Repin, e con quelli contemporanei di Natalia Goncarova, Imbiancatura della tela (1908), e di Mikhail Yakovlev, Holy grove (Figure femminili nel giardino. Pregando) ( ). Si continua con un approfondita sezione relativa agli anni Dieci, all inizio dei quali precisamente nel 1913 Malevic redige, insieme ad altri artisti, il Manifesto del Primo Congresso Futurista e disegna scene e costumi dello spettacolo Vittoria sul sole di Aleksej Krucënych (di cui saranno presenti in mostra il filmato e la ricostruzione di 19 costumi), in cui sono visibili i primi germi del Suprematismo, con un primo accenno al Quadrato nero. Info

19 Giovanni Fattori, Piantoni. Il muro bianco (In vedetta), 1874 ca., Olio su tela, cm. 37x56, FATTORI Retrospettiva Padova, Palazzo Zabarella 24 ottobre marzo 2016 Giovanni Fattori (Livorno, Firenze, 1908) è stato portavoce di una pittura potente, capace di interpretare, lungo tutta la seconda metà del XIX secolo, le trasformazioni della visione moderna. A questo straordinario interprete, la Fondazione Bano, nel suo progetto decennale sulla pittura dell Ottocento italiano, dedica un antologica, in programma a Palazzo Zabarella, dal 24 ottobre 2015 al 28 marzo 2016, che ripropone al grande pubblico l immagine di uno dei maggiori protagonisti dell arte europea. La mostra, curata dai più accreditati esperti del pittore livornese, Francesca Dini, Giuliano Matteucci e Fernando Mazzocca, presenta oltre cento dipinti, in grado di ricostruire, attraverso un avvincente taglio cronologico e insieme tematico - dallo spavaldo Autoritratto del 1854, dove riusciva già a rivelare la forza rivoluzionaria della sua pittura, agli ultimi capolavori eseguiti agli inizi del Novecento - la straordinaria versatilità di una lunga vicenda creativa che lo ha visto cimentarsi con tematiche e generi diversi.fattori, infatti passava con estrema facilità dal paesaggio, di cui è stato uno dei più sorprendenti interpreti, al ritratto, raggiungendo risultati altrettanto strabilianti, alle cronache della storia contemporanea, dove è stato testimone di un epoca, alle scene di vita popolare, dove ha saputo condividere gli stati d animo e i problemi più drammatici dell umanità. Il percorso allestito all interno di Palazzo Zabarella ripercorre interamente la sua carriera, dalla rivoluzione dei Macchiaioli, in cui ha avuto un ruolo di primo piano, affidata ai piccoli formati delle leggenda- rie tavolette, come La rotonda di Palmieri, fino al raggiungimento, nei grandi formati, di una dimensione epica dove si riflettono i mutamenti storici e sociali che hanno trasformato il nostro Paese, alla sperimentazione infine di nuovi territori iconografici e formali che lo ha avvicinato, per i risultati raggiunti, ad altri geni solitari quali Courbet o Cézanne. Le sue doti, dopo una formazione in ambito accademico, si sono rivelate piuttosto tardi, quando, superati i trent anni, aveva partecipato alle animate serate del Caffè Michelangelo che è stato a Firenze il vivace palcoscenico della cosiddetta rivoluzione della macchia. Ma rispetto agli altri pittori che hanno fatto parte del movimento dei Macchiaioli, Fattori si è subito manifestato per la sua forte e indipendente personalità, capace delle scelte più coraggiose. Nei drammatici capolavori della maturità, come Il muro bianco (In vedetta) o Lo staffato, espressi con un linguaggio che va oltre la dimensione della denuncia per raggiungere una prospettiva universale, Fattori è stato lucido interprete della delusione di una nazione, uscita dal Risorgimento, che non ha saputo realizzare quegli ideali di giustizia sociale in cui le giovani generazioni avevano creduto. Questa è la sua grandezza, che ne ha fatto subito un classico, paragonato ai maestri del Quattrocento, come il Beato Angelico, Paolo Uccello. Vissuto a partire dal 1846 a Firenze, è però ritornato spesso nella sua Livorno, ma anche a Castiglioncello, il luogo prediletto dai Macchiaioli, di cui ha saputo rappresentarne, come pochi, la limpida luce. Firenze, Palazzo Pitti Museo degli Argenti Sino all 11 ottobre 2015 Contrariamente a quello che comunemente si pensa, il lapislazzuli non è un minerale ma una roccia composta da diversi minerali. Il suo colore blu è dato dal minerale che ne è dominante, la lazurite. Al mondo esistono pochi giacimenti di lapislazzuli, ma sono tutti legati tra loro da una comune geologia: il metamorfismo. Il giacimento principale, ed anche il più antico, citato da Marco Polo, si trova nelle montagne di Sar e Sang. Sono picchi che culminano a più di 7000 metri di altitudine, situati nell Hindu Kush, DAL BLU ALL ARTE Magia di lapislazzuli nell Afganistan settentrionale ed accessibili solo attraverso passi situati a non meno di 5000 metri. Le lenti di lapislazzuli, spesse qualche metro, sembrano delineare dei drappeggi blu nel candore del marmo. Sono il risultato della circolazione di fluidi idrotermali profondi e ricchi di sodio, zolfo e cloro durante la formazione delle catene montuose. I sollevamenti tettonici hanno portato in seguito queste meraviglie alla superficie. Ed il lapislazzuli si estrae tutt ora. L utilizzo del lapislazzuli per la fabbricazione di oggetti ornamentali o di culto è molto antica. Il percorso espositivo inizierà con reperti archeologici provenienti dagli scavi condotti nella valle asiatica dell Indo (Mehrgarth, 7000 a.c.), in Mesopotamia (Sumer, 6000 a.c., Ur, 2500 a.c.) e in Egitto (durante la XVIII dinastia, 1500 a.c. circa). Nel Rinascimento la preziosità del materiale fu particolarmente apprezzata a Firenze. Proprio alla corte dei Medici ebbe così inizio una delle più spettacolari collezioni di oggetti in lapislazzuli d Europa: non solo coppe, vasi e anfore, ma anche mobili intarsiati, piani di tavolo e commessi prodotti nelle botteghe fondate da Francesco I nel Casino di San Marco e nei laboratori istituiti da Ferdinando I nel complesso vasariano degli Uffizi, fino al tramonto della dinastia. Il lapislazzuli, ridotto in polvere ad uso di pigmento, fu utilizzato dall antichità fino al XIX secolo. Colore iconografico della Santa Vergine, colore simbolico della dignità reale, colore emblematico dei re di Francia, colore della moda: il blu diventa, verso la fine del Medioevo, il più bello e nobile fra i colori.quando il lapislazzuli fece la sua prima apparizione in Europa, era conosciuto con il termine di ultramarinum, cioè proveniente da al di là del mare. Info

20 ARTE-NATURA-STORIA Lo stimolo intuitivo nell esperienza cosciente Uno degli aspetti di fondamentale importanza nello studio dell arte e della sua storia, consiste nella formulazione di un giudizio pertinente intorno alle opere d arte ed ai loro caratteristici linguaggi che via via si sono formati nel corso del tempo. Inutile dire che una simile questione è stata affrontata in millenni, da filosofi, artisti, scrittori con risultati assai diversificati e tuttavia senza mai giungere ad una posizione oggettiva e condivisa. Anzi nell epoca contemporanea è lo stesso concetto di giudizio di valore che vien posto in discussione affermando esplicitamente che l opera d arte non può essere per la sua stessa natura, oggetto di un giudizio estetico, né si può collocarla in una ideale scala di valori. Dell opera pertanto si può comprendere la sua storia, la sua evoluzione nell ambito del gusto, le circostanze sociali, culturali, i contesti economici e politici in cui è nata, ma tutto questo non rivela e non comporta alcun giudizio di natura estetico-formale. L opera d arte, dunque, da questo punto di vista appare come inafferrabile, non suscettibile di essere collocata nell ambito di una gerarchia che ne determini il valore. Tuttavia, specialmente in riferimento all epoca contemporanea un giudice invisibile in un certo senso c è: ed è il mercato. Da questo punto di vista è indubitabile il fatto che le quotazioni di un artista quanto più alte sono, tanto più automaticamente sale la considerazione nei suoi confronti ed in un certo qual modo se ne certifica il valore, almeno sul piano commerciale. Inutile dire che in questo caso il giudizio del mercato da molti viene contestato, anche se è innegabile: le cifre sono cifre ed hanno una loro consistenza oggettiva. Se il dipinto di un artista nelle quotazioni internazionali più accreditate raggiunge la cifra, per esempio, di un milione di euro, chiunque si ponga nei confronti di questo artista (critico, mercante, collezionista etc.) non può non tenerne conto. Va da sè che il mercato - 20 pur nella sua durezza - obbedisce al naturale principio pecunia non olet, per cui alte quotazioni non sono esclusiva di una tendenza ma di più tendenze, nessuna esclusa. Infatti alte quotazioni possono essere raggiunte da opere figurative, astratte, cinetiche, informali, espressioniste, del presente come del passato, di artisti europei, come americani o cinesi e così via. Persino le opere che in un primo momento apparivano come le più ostili o irriducibili ad ogni logica di mercato, talvolta sono state (e lo sono ancora) quotate a livelli alti ed anche altissimi. Il mercato, pertanto, agisce dal suo punto di vista, non valuta le teorie artistiche, le correnti, in quanto tali, ma le singole opere, il loro impatto nell ambito della sfera economica. In un certo senso qui nasce anche un modo particolare di avvicinarsi all arte e pertanto anche di valutarla in riferimento alle singole opere, appunto. Va da sè che ogni opera d arte è una sorta di esperimento, solo che gli esperimenti alcune volte riescono ed altre volte no. E quindi la singola opera che va valutata, conosciuta nelle particolari circostanze che l hanno determinata e da questo punto di vista non esistono poetiche, teorie, leggi estetiche che possono avvalorare la supremazia di uno stile o di una concezione artistica rispetto ad un altra. Vi è poi da considerare il fattore del gusto, vale a dire l inclinazione culturale, psicologica per un determinato periodo artistico, che può essere dettata da ragioni politiche, sociali, di costume ma che spesso non hanno un particolare fondamento di motivazione artistica. E il caso per esempio dell Egittomania che a più riprese si è presentata in Europa, spesso con un immagine deformata, falsa, accattivante, romanzata, di quella che era stata la grande civiltà dell Antico Egitto. Questo, piuttosto, è il caso dell infatuazione, di un sentimento irrazionale pertanto non motivato da ragioni storiche, conoscitive e così via. Altra cosa, ma che rientra in un particolare tipo di critica è quella che paradossalmente viene esercitata da popoli o civiltà nel loro insieme. Quanti popoli, civiltà diverse entrano in contatto, a volte persino in un contatto militare, violento e tuttavia le rispettive arti si fondono, oppure vengono creativamente adottate e trasformate da nuove iniziative di popoli. Non è forse, questa, la vera critica d arte, quella che nasce per impulso di popolazioni, sulla spinta, certo di interessi ma anche di una reale e genuina curiosità?. Entra qui in gioco un assimilazione, oltre che artistica, anche psicologica, che poi avrà conseguenze essenziali per la vita dei singoli popoli. Cosa sarebbe stata o ci sarebbe stata la civiltà di Roma senza l apporto della cultura etrusca, della Magna Grecia, e il mondo greco a sua volta senza il confronto con la civiltà egizia, di cui forse solo oggi si comincia ad individuarne il debito? E gli esempi in questo caso potrebbero continuare, rivelando come i popoli in quanto tali siano gli artefici di quella critica d arte, apparentemente nascosta, anonima, molecolare, ma che tuttavia vive nel tessuto quotidiano degli scambi commerciali, dei viaggi, dei reciproci rapporti personali.da queste considerazioni emerge la difficoltà di definire su un piano concretamente oggettivo il valore dell opera d arte, ma per risalire a questo occorre in primo luogo cercare di definire in che cosa consista la critica d arte e se questa può evidenziare quell araba fenice che si nasconde sotto il termine di valore. Elaborare giudizi che possano aprire nuovi percorsi per comprendere l opera d arte, le sue vicissitudini. Essa pertanto non appartiene mai al singolo istante, nemmeno al momento della cosiddetta illuminazione critica rivelatrice ma si dispone lungo tutto il corso della sua esistenza, finché degli uomini ne avranno percezione, memoria e godimento. Aoristias

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Omaggio a Luciano Minguzzi Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 26 gennaio al 29 aprile 2012 Inaugurazione mercoledì 25 gennaio 2012, ore 18.30 Comunicato stampa Bologna, 24 Gennaio 2012 - La rinnova, a partire

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE Il Sito Espositivo 2 Padiglione Italia: Palazzo Italia e Cardo Il cuore del Sito Espositivo 3 Padiglione Italia:

Dettagli

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA ASTER Via Cadamosto 7 20122 Milano Tel 02 20404175 Fax 02 20421469 info@spazioaster.it www.spazioaster.it Tutte le attività didattiche

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA KazimirMalevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA. Venerdì 4 novembre

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA. Venerdì 4 novembre PROGRAMMA DELLE ATTIVITA Venerdì 4 novembre IL TEATRO DELLE COSE A CURA DEL DIPARTIMENTO EDUCAZIONE DELLA FONDAZIONE MERZ CON LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO E DEL PUBBLICO DELLA FIERA Restituzione

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

Just leave. Prezzo. Prezzo complessivo: 255. La quota comprende: Servizio navetta (a richiesta); Biglietti A/R; Pernottamento in B&B; Ticket EXPO;

Just leave. Prezzo. Prezzo complessivo: 255. La quota comprende: Servizio navetta (a richiesta); Biglietti A/R; Pernottamento in B&B; Ticket EXPO; Prezzo Prezzo complessivo: 255 Giorno 1). Incontro alle 8:30 a Piazza Garibaldi. Partenza da Napoli Centrale alle 9:00 e arrivo a Milano centrale ore 13:40 col treno FrecciaRossa. Arrivo previsto in hotel

Dettagli

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA MAURO MASSARI IDEA Comunicato Stampa Idea personale di pittura di Mauro Massari, Castello San Giorgio Orzinuovi, Brescia 10 gennaio 2016 Il giorno 10 gennaio 2016, si inaugura alle ore 10,30 la mostra

Dettagli

Abadir si trova a Sant Agata Li Battiati, comune situato a circa 10 km da Catania, in un antica villa che ha assunto l attuale aspetto tra la fine

Abadir si trova a Sant Agata Li Battiati, comune situato a circa 10 km da Catania, in un antica villa che ha assunto l attuale aspetto tra la fine Abadir si trova a Sant Agata Li Battiati, comune situato a circa 10 km da Catania, in un antica villa che ha assunto l attuale aspetto tra la fine del 700 e il 1840. La villa è un antico caseggiato costruito

Dettagli

DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI

DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI Botto & Bruno per l Educational Day, Silent walk, fotocollage, 2014 Laboratori, workshop,

Dettagli

Cesar Via Cottinelli,22-25062 CONCESIO (BS) t. 030 2180654 - info@cesarsudan.org www.cesarsudan.org

Cesar Via Cottinelli,22-25062 CONCESIO (BS) t. 030 2180654 - info@cesarsudan.org www.cesarsudan.org LA CHIAVE DELLO SVILUPPO Formiamo nuovi insegnanti per dare un domani al Sud Sudan Aggiungi un posto in classe c è un compagno in più! Concorso nazionale per scuole primarie e secondarie di I e II grado

Dettagli

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI:

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: Il Progetto GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: UNA CAPITALE DEL MEDITERRANEO Mostre, convegno, percorsi e manifestazioni Museo di Sant Agostino Ottobre 2015 Lo Scenario Genova medievale e il suo ruolo nel

Dettagli

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron REGIONE PIEMONTE Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron PROVINCIA DI BIELLA Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Centro Documentazione Ricetti Ricetto di Candelo (BI) Piano di Programmazione:

Dettagli

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta Come in una storia, che permette letture sempre nuove e personali, la Bibbia si offre al lettore secondo lo stile del tempo in cui viene vissuta. Ogni lettura

Dettagli

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino Indice Esperienze naturali di gioco di Sabrina Bonaccini.6 Il rapporto tra bambino e natura: una convivenza da ritrovare di Federica Marani e

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi POESIA NELLA CITTÀ VERSILIADANZA EDIZIONI DELLA MERIDIANA in collaborazione con COMITATO del CENTENARIO MARIO LUZI 1914-2014 con il sostegno del COMUNE DI FIRENZE - ESTATE FIORENTINA 2014 foto di Andrea

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Alla C.A. del dirigente scolastico Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Da realizzarsi nel corso dell anno scolastico 2013-2014 Foto di gruppo Salone internazionale

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

UN IMMAGINE PER INVITO A PALAZZO

UN IMMAGINE PER INVITO A PALAZZO UN IMMAGINE PER INVITO A PALAZZO Concorso per l individuazione di una immagine grafica per i supporti di comunicazione dell evento. Concorso riservato agli studenti delle Accademie d Arte e degli Istituti

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

Kids Creative Lab Arte e moda Adesione

Kids Creative Lab Arte e moda Adesione Kids Creative Lab Arte e moda Adesione I promotori I promotori del progetto sono Collezione Peggy Guggenheim e OVS, una Fondazione e un azienda che da sempre hanno dimostrato particolare interesse verso

Dettagli

ADI PER EXPO. Le vie del Compasso d Oro

ADI PER EXPO. Le vie del Compasso d Oro ADI PER EXPO Le vie del Compasso d Oro 01 ADI Nata nel 1957 e con i suoi 60 anni di storia è l unica realtà mondiale organizzata per rappresentare la complessità del progetto di design. Oltre 1000 soci

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com COMUNICATO STAMPA MOSCA FABBRICHE DELL UTOPIA Museo Statale di Architettura Schusev MUAR - Mosca 27 aprile - 17 di giugno 2012 Inaugurazione giovedì 26 aprile h. 18.00 curatore Umberto Zanetti Dal 27 aprile

Dettagli

Presentazione attività

Presentazione attività Il re dei Confini - a cura di Alessandro Carboni L'arte, il paesaggio e l'architettura per bambini Presentazione attività Il Re dei confini è un progetto che promuove attività per bambini sull arte, l

Dettagli

Torino contemporanea

Torino contemporanea Torino contemporanea In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita alle sculture di artisti contemporanei ospitate nel centro storico, con rapido cenno ad alcuni luoghi simbolo della città:

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA

DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA VALENTINO PARMIANI Paesaggi/Architetture Chiesa dello Spirito Santo, via Milani Cesena 5-29 maggio 2016 Venerdì, 16.30 19.30 Sabato e Domenica, 10.00 13.00 / 16.30 19.30 Inaugurazione Giovedì, 5 maggio

Dettagli

Gianni Maffi PAESAGGI D ACQUA. immagini del territorio lombardo tra Milano e Pavia

Gianni Maffi PAESAGGI D ACQUA. immagini del territorio lombardo tra Milano e Pavia Gianni Maffi PAESAGGI D ACQUA immagini del territorio lombardo tra Milano e Pavia Fotografie 2007-2011 Nella complessa e multiforme realtà che chiamiamo paesaggio assume un risalto particolare l acqua,

Dettagli

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2013-2014 A cura di Un iniziativa proposta alle scuole da Intesa Sanpaolo

Dettagli

Il futuro è nei giovani, come nel cibo. Per questo motivo abbiamo organizzato questo pacchetto dove renderemo voi studenti partecipi del fantastico

Il futuro è nei giovani, come nel cibo. Per questo motivo abbiamo organizzato questo pacchetto dove renderemo voi studenti partecipi del fantastico Il futuro è nei giovani, come nel cibo. Per questo motivo abbiamo organizzato questo pacchetto dove renderemo voi studenti partecipi del fantastico mondo dell Expo 2015, il nuovo modello di esposizione

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio

Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio Art Stories, Castello Sforzesco, il ponte levatoio Viaggiare in Italia Il 60% dei beni culturali e artistici del pianeta è in Italia. Ma affrontare questa ricchezza non è sempre facile, soprattutto per

Dettagli

Mediterranea. Mario Criscioné

Mediterranea. Mario Criscioné Mediterranea di Mario Criscioné Mario Criscioné Mediterranea Provincia Regionale di Palermo Palazzo Asmundo - Sala Stucchi 25 Settembre - 8 Ottobre 2009 PRESIDENTE Giovanni Avanti TESTI Sandro Serradifalco

Dettagli

GRAVEDONA ED UNITI Harmony FestivaLake 2 EDIZIONE

GRAVEDONA ED UNITI Harmony FestivaLake 2 EDIZIONE GRAVEDONA ED UNITI Harmony FestivaLake 2 EDIZIONE Pro Loco Gravedona in collaborazione con Associazione Culturale So ham e Movimenti di coscienza, Comune Gravedona ed Uniti, Comunità Montana Valli del

Dettagli

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Un caso di successo e integrazione tra passione e rapporto col territorio Mariamargherita Scotti Fondazione Piaggio Breve

Dettagli

Proposta laboratorio creativo

Proposta laboratorio creativo Tino Vaglieri Vaglieri, fantasie di mutamento Opere 1958-1963 Studio d Arte del Lauro Via Mosè Bianchi 60, Milano dal 18 Ottobre al 21 Dicembre Proposta laboratorio creativo La mostra Lo Studio d Arte

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO Organizzato da Museo del Novecento Ad Artem, concessionario servizi educativi Museo del Novecento In collaborazione con Casa editrice Il Castoro

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni Generali Ideato e realizzato

Dettagli

MUSEO MILANO PROGETTO. Milano 17/3/2015 - Versione 1.0 - Progetto a cura di Where Italia Srl. LA CITTà di

MUSEO MILANO PROGETTO. Milano 17/3/2015 - Versione 1.0 - Progetto a cura di Where Italia Srl. LA CITTà di MUSEO MILANO PROGETTO LA CITTà di IL PROGETTO MUSEO MILANO Per iniziativa del Rotary Club Arco della Pace è nato il progetto volto alla valorizzazione delle eccellenze milanesi denominato Museo Milano.

Dettagli

La mostra: Se la forma scompare

La mostra: Se la forma scompare Progetto: Passi nel tempo. Archeologia Anno Scolastico 2009-2010 La mostra: Se la forma scompare 11 12 13 Dicembre 2009. Inaugurazione della mostra: Venerdì 11 Dicembre, ore 17 Sotterranei della Pinacoteca

Dettagli

#TOLERANCE #TOLLERANZA

#TOLERANCE #TOLLERANZA #TOLERANCE #TOLLERANZA UN INSTALLAZIONE METAMEDIALE DI STORIA COLLETTIVA PER LA MOSTRA: Milano, Palazzo Reale (11.III.2013 24.III.2013) #TOLERANCE È UN OPERA D ARTE COLLETTIVA, DIGITALE, MULTICULTURALE

Dettagli

TOcCARE SUMMER SCHOOL 2015 CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA CORSI SETTIMANALI

TOcCARE SUMMER SCHOOL 2015 CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA CORSI SETTIMANALI Protocollo d intesa con il Comune di Milano SUMMER SCHOOL 2015 CORSI SETTIMANALI 1-27 giugno 6-18 luglio 24 agosto-5 settembre 9.00-12.00 / 13.00-17.00 TOcCARE CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA

Dettagli

di Carlo Torretta - Componente il Gruppo di Lavoro Operativo Permanente del sito UNESCO Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia.

di Carlo Torretta - Componente il Gruppo di Lavoro Operativo Permanente del sito UNESCO Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia. di Carlo Torretta - Componente il Gruppo di Lavoro Operativo Permanente del sito UNESCO Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia. 1. Introduzione La conservazione e valorizzazione dei sette Sacri Monti

Dettagli

Dalle macchie all intreccio di colori

Dalle macchie all intreccio di colori I colori intorno a noi Se il mondo non fosse colorato La magia dei colori Alla scoperta delle opere d arte Dalle macchie all intreccio di colori Mescola, dipingi, disegna, modella... laboratorio creativo

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Rubrica Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. 20 Il Giorno - Ed. Milano 3//205 TUTTI I PIACERI DEL CONVIVIO NEL VASO BLU DI POMPEI - IL FUORIMOSTRA 7 Corriere della Sera - Ed. Milano 28/0/205 APPUNTAMENTI

Dettagli

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano La Scuola di Didattica dell arte dell Accademia di Brera risponde ad un vuoto formativo sulle culture del contemporaneo e dei

Dettagli

Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web

Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web Zont@Web Bando di concorso dedicato ai giovani sulla grafica web Servizio Politiche Giovanili del Comune di Cremona Via Dante 149 tel. 0372 407753-407781 Fax 0372 407320 E mail ufficiogiovani@comune.cremona.it

Dettagli

Programma prossimi incontri La Raia, 16-17-18 maggio 2014

Programma prossimi incontri La Raia, 16-17-18 maggio 2014 COMUNICATO STAMPA Fotografia e paesaggio: un dialogo incessante in due appuntamenti. Un incontro tra Francesco Jodice e Francesco Zanot; un workshop con Luca Andreoni Novi Ligure, 25 Marzo 2014. La Fondazione

Dettagli

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Davvero! La Pompei di fine '800 nella pittura di Luigi Bazzani Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 29 marzo al 26 maggio

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora. Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.org - E-mail: segreteria@fondazionelancora.org PREMESSA La Fondazione

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno,

Dettagli

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L FOOD FILM FEST C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L BERGAMO 15-20 SETTEMBRE 2015 piazza dante - domus bergamo quadriportico del sentierone palazzo dei contratti e delle manifestazioni COSA - DOVE

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

Obiettivi palinsesto di eventi

Obiettivi palinsesto di eventi Expo in città Il fuori Expo di Milano, un grande palinsesto di attività ed eventi messo a sistema dal Comune e dalla Camera di Commercio in stretto raccordo con Expo S.p.A., a beneficio di cittadini, turisti

Dettagli

Percorsi archeologici

Percorsi archeologici Percorsi archeologici In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita del centro storico con un rapido cenno ai principali monumenti (solo esterni): la Mole Antonelliana simbolo della città,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 CONCEPT Villa d Este ha da tempo valorizzato il proprio legame con la storia del design automobilistico, accogliendo nella sua collezione d arte una Alfa Romeo 6C 2500 SS Coupé

Dettagli

BANDO 6ARTISTA. PROGETTO PER I GIOVANI ARTISTI 3. EDIZIONE 2011

BANDO 6ARTISTA. PROGETTO PER I GIOVANI ARTISTI 3. EDIZIONE 2011 BANDO 6ARTISTA. PROGETTO PER I GIOVANI ARTISTI 3. EDIZIONE 2011 Premessa L Associazione Civita e la Fondazione Pastificio Cerere promuovono la terza edizione del progetto 6artista per l anno 2011-2012.

Dettagli

Progetto: COMUNICA CoLOMBA

Progetto: COMUNICA CoLOMBA Progetto: COMUNICA CoLOMBA 1. Chi siamo CoLOMBA Cooperazione Lombardia, è l Associazione delle Organizzazioni Non Governative lombarde e raccoglie 105 ONG, dalle più grandi alle più minuscole. Il minimo

Dettagli

Abitare. le metropoli ", le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi " ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag.

Abitare. le metropoli , le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi  ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag. Diffusione : 189861 Pagina 1: AlMaxxi " Abitare le metropoli " le foto e il libro di Basilico L anticipazione a pag. 21 LUIGI MORETTI Due scatti della mostra che ha inaugurato il museo nel maggio 2010

Dettagli

LO/STUDIO35. Siamo specializzati nella creazione di esperienze digitali

LO/STUDIO35. Siamo specializzati nella creazione di esperienze digitali TUDIO35 LO/STUDIO35 Siamo specializzati nella creazione di esperienze digitali LO/STUDIO35 è una piccola realtà indipendente con sede a Campagnatico, piccolo borgo medievale della maremma toscana LO/STUDIO35

Dettagli

assaggifigurepaesaggi

assaggifigurepaesaggi Giorgia Fiorio Franco Fontana Ferdinando Scianna assaggifigurepaesaggi Snam Rete Gas per il paesaggio italiano PassaggiFigurePaesaggi 2010 Snam Rete Gas www.snamretegas.it Tutti i diritti riservati. Ogni

Dettagli

Vaccari news, la filatelia in tempo reale. è SOCIAL!

Vaccari news, la filatelia in tempo reale. è SOCIAL! Vaccari news, la filatelia in tempo reale è SOCIAL! Con la nuova versione dell App, ora anche per ANDROID, è possible condividere le notizie attraverso Facebook e Twitter oppure inviarle tramite e-mail

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

c o n t e m p o r a n e i

c o n t e m p o r a n e i P e r c o r s i c o n t e m p o r a n e i PROGETTO SCUOLE CHI SIAMO Rovescio è un associazione culturale non profit e una comunità con l obiettivo di coinvolgere chiunque desideri intraprendere a Roma

Dettagli

PROGETTO PER UN MUSEO DEL MARE A MANFREDONIA

PROGETTO PER UN MUSEO DEL MARE A MANFREDONIA PROGETTO PER UN MUSEO DEL MARE A MANFREDONIA L idea del Museo del Mare è sorta dal desiderio di avere un contenitore culturale che racchiuda e valorizzi in sé i molteplici aspetti del rapporto di Manfredonia

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Scenari

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano GRAFICA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Le principali tecniche tradizionali della grafica d arte, nate al traino delle grandi invenzioni della carta e della stampa, si distinguono per la natura

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Incontri d Arte CONTENUTI. 2 edizione La Botte

Incontri d Arte CONTENUTI. 2 edizione La Botte Incontri d Arte 2 edizione La Botte 05/08/2015 CONTENUTI La mostra itinerante Incontri d Arte La Botte è il racconto di come, duemila anni fa, la scoperta della botte sia stata cruciale per l espansione

Dettagli

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016 LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016 Chi siamo Terre di mezzo è un piccolo universo in cui abitano tanti mondi: dal giornale di strada, fondato nel 1994, sono nati il settore Libri, un'associazione

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

Associazione non profit La mela e il seme

Associazione non profit La mela e il seme Associazione non profit La mela e il seme per l educazione di bambini e ragazzi al ben-essere e per la prevenzione del disagio giovanile CRESCERE PER AIUTARE A CRESCERE Un percorso in sostegno alla genitorialità

Dettagli

I PROTAGONOSTI DI ARTEPASSANTE

I PROTAGONOSTI DI ARTEPASSANTE I PROTAGONOSTI DI ARTEPASSANTE Partecipano al progetto Artepassante numerose realtà artistiche, culturali e civiche di Milano. Capofila del Progetto è l'associazione le Belle Arti del Liceo Artistico di

Dettagli

I Parchi Letterari sono entrati nel 2012 a fare parte della Società Dante Alighieri.

I Parchi Letterari sono entrati nel 2012 a fare parte della Società Dante Alighieri. Il carnevale di Aliano a Palazzo Firenze e il primo laboratorio di responsabilità sociale nell agroalimentare: due opportunità per il recupero e la valorizzazione delle tradizioni e del patrimonio culturale

Dettagli

MODELO DE CORRECCIÓN

MODELO DE CORRECCIÓN ESCUELAS OFICIALES DE IDIOMAS DEL PRINCIPADO DE ASTURIAS PRUEBA ESPECÍFICA DE CERTIFICACIÓN DE NIVEL INTERMEDIO DE ITALIANO SEPTIEMBRE 2013 COMPRENSIÓN ORAL MODELO DE CORRECCIÓN HOJA DE RESPUESTAS EJERCICIO

Dettagli

Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Edizione

Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Edizione CON IL PATROCINIO DI: PROMOSSO DA: IN COLLABORAZIONE CON: Spazio Danseei Olgiate Olona Premio Profezie Presenti EXPO 2015 I Adesioni entro il 25 Settembre. Partecipazione gratuita. Art.1 - CARATTERISTICHE

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli