PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT x

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT 5.3.3.x"

Transcript

1 PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT x SELETTIVITÀ E stata effettuata una modifica alle curve d intervento. Nelle versioni precedenti la la tolleranza nella zona istantanea degli interruttori automatici era fissata al 40%. Dalla versione viene introdotta la tolleranza come valore all interno dell archivio delle curve, quindi quando esiste viene inserito il dato fornito dal costruttore. In mancanza di dati del costruttore la tolleranza è imposta al 40%. Il costruttore Schneider utilizza un metodo di intervento delle protezioni che garantisce la selettività (secondo le proprie tabelle) basata sulla limitazione di energia passante dal dispositivo a monte a fronte di un sistema sofisticato che consente al dispositivo a valle di scattare per effetto riflesso. La zona riflesso non è gestita da Caneco BT e la rappresentazione grafica di una curva di intervento non visualizza questa zona (zona riflesso T < 10 ms). Nei risultati la visualizzazione del limite di selettività è gestita nel seguente modo: Esempio di selettività utilizzando le Tabelle del costruttore

2 Stesso circuito utilizzando le Curve d intervento Si fermerà prima di questa zona (zona riflesso T<10 ms) I<6,00 ka +?: Limite di selettività fino a 6,1 ka. In mancanza d informazioni del costruttore, la selettività tramite curve non viene gestita oltre questo limite. Esempio di regolazione tramite curve

3 STAMPA E GESTIONE DATI In molti casi è neccessario ridurre la lunghezza di un testo in stampa, per esempio il tipo di protezione: Per la stampa è possibile ridurre la lunghezza del testo senza modificare le liste visualizzate dal programma: UTILITÀ Nuova funzione interna per preservare i dispositivi forzati anche durante un aggiornamento del database dei costruttori.

4 ESPORTAZIONE Ottimizzata la creazione del file DXF degli schemi unifilari generali e la relativa visualizzazione delle etichette. Finestra di configurazione dall anteprima

5 CALCOLO Applicazione del fattore di riduzione nei circuiti blindo Quando il conduttore di neutro porta una corrente senza che si abbia una corrispondente riduzione nel carico dei conduttori di fase, il conduttore di neutro deve essere preso in considerazione nella determinazione del numero dei conduttori sotto carico. NOTA Tali correnti possono essere causate, per es., da correnti armoniche significative nei circuiti trifase. Correzione della visualizzazione della IkMax nel circuito a valle delle blindo.

6 Correzione della funzione Copia/Incolla delle impedenze che nel caso di un circuito alimentato in Normale e Soccorso perdeva il valore di caduta di tensione. Coefficiente di utilizzo della classe condensatore = 1 valore di default Correzione della funzione per creare una colonna montante in blindo.

7 DOCUMENTAZIONE Nuova documentazione sulla interpretazione di curve e selettività disponibile nella stampa della scheda clienti dal 15/05/2011. COSTRUTTORI Inserito il costruttore Nexans nel database dei cavi.

8 PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT x SELETTIVITÀ Metodo di calcolo delle selettività uniformato tramite la sovrapposizione delle curve quando il metodo delle tabelle del costruttore non può essere applicato (protezioni di costruttori differenti). Introduzione delle regolazioni I2t On/Off e della I istantanea nel trattamento delle curve di funzionamento. Gestione del comando copia/incolla nella scheda Selettività per curve presente nella finestra dei dati del circuito. Questa funzionalità permette di aggiungere altre curve al grafico della selettività del circuito attivo, per esempio la curva del circuito a monte, del circuito a valle o quella della partenza con carico più elevato a valle. CALCOLI Bilancio di potenza delle distribuzioni: tramite il loro assorbimento oppure tramite IB. Calcolo completo sempre preceduto dal bilancio di potenza totale. Cavi dell'alimentazione: possibilità di scegliere cavi multipolari. Migliorie durante il comando di copia/incolla delle impedenze. Modifica della formazione dei cavi unipolari con più conduttori in parallelo. SCHEMA Siglatura automatica dei componenti secondo EN60082 ulteriormente parametrizzabile. Siglatura automatica dei morsetti. Lettura dinamica di documenti allegati in formato grafico (DWG, DXF, WMF) visibili nell'unifilare quadro e stampabili in un dossier di Caneco. Inserimento di pagine vuote nell'unifilare quadro. Inserimento di circuiti associati nei circuiti di arrivo. Nuovo schema per la disegnazione dell'ups.

9 Gestione dei campi di Caneco negli schemi allegati in formato DWG e DXF. Nuova biblioteca di schemi per gli ausiliari in formato DWG, DXF e WMF contenenti i campi di Caneco. Stili preferiti: funzionalità di creazione e selezione. EDITOR Nuovo editor sinottico delle distribuzioni per la visualizzazione degli assorbimenti per fase e le intensità disponibili delle distribuzioni. EXPORT DXF Nuova metodologia per l'export DXF con distribuzione dei fogli in modo affiancato o sovrapposto (gestione dei layer). I campi di Caneco sono riportati negli attributi dei blocchi esportati ARCHIVI DEI COSTRUTTORI AGGIORNATI BTicino, General Electric, Hager, Legrand, Merlin Gerin, Schneider, Schneider, Siemens.

10 PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT 5.2.x.x INTERFACCIA Comando "File Invia a" per inviare il progetto tramite . Comando "File Invia a" "Salva..." per archiviare una versione compressa del progetto corrente. Comando "Visualizza Salva desktop" per salvare l'impostazione della finestra principale di Caneco BT. Comando "File Salva un modello" per creare dei modelli di progetto. Comando "Edita Inserire una pagina bianca" per inserire un foglio unifilare vuoto Comando "Visualizza Visualizza/Nascondi le colonne". Comando "Distribuzioni Colonna Montante" per poter disegnare automaticamente una colonna montante. Utility di manutenzione per il recupero di progetti danneggiati. Menù contestuale sui campi delle finestre di selezione (Annulla / Taglia / Copia / Incolla / Seleziona tutto). Scheda circuito modificata: la sezione "Aggiuntivo" è stato suddivisa in due sezioni differenti: o o "Dati complementari" con informazioni aggiuntive sul circuito "Risultati complementari" con i risultati dettagliati dei calcoli le schede "A monte" e "A valle" hanno due nuove funzionalità o o "Schema" per aggiungere informazioni parametriche allo schema "Temperatura" per definire il declassamento delle protezioni in base alla temperatura. Resa più ergonomica la finestra "Strumenti Preferenze". CONFIGURAZIONE ALIMENTAZIONE In regime TN, possibilità di parametrizzare la Fonte in TN-C o in TN-S. Alimentazione BT per Ik con 2 possibilità di configurazione:

11 Rete BT per Ik, utilizzata per piccole potenze tipo fornitura dell'ente di distribuzione dell'energia elettrica Quadro BT con R & X per installazioni più estese. Il conduttore di protezione Po non è più considerato (in ottemperanza alle nuove norme). CALCOLI Calcolo della selettività migliorato: gestione della selettività su 2 livelli gestione della selettività per interruttori senza termica possibilità di analizzare la selettività per sovrapposizione di curve la selettività differenziale è calcolata per tutti i regimi di neutro. Partenze protette solo da fusibili am, la sezione dei cavi è calcolata su Ib, il cortocircuito e i contatti indiretti sono calcolati come per le partenze protette dall'associazione am+termica. Vengono verificati sistematicamente i tempi d'interruzione. Utilizzo dei cavi multipolari nella scheda Alimentazione. SCHEMA Inserimento di grafica negli schemi di arrivo. Arricchita la biblioteca dei simboli. In automatico il nome dei circuiti può essere preceduto dal nome della distribuzione a cui sono allacciati. Due rappresentazioni dell'unifilare quadro (vista normale o modello di stampa "Wysiwyg"). Inserimento di schemi allegati esterni all'unifilare quadro. Visualizzazione degli schemi Caneco disponibili sotto forma di diapositiva. Visualizzazione della barra di terra nell'unifilare quadro. Visualizzazione dei morsetti nell'unifilare quadro. Migliorie nell'utilizzo di testi dell'unifilare quadro.

12 Numerazione dei morsetti. Funzione di ri-siglatura automatica i circuiti. Possibilità di aggiungere informazioni negli attributi delle protezioni e degli organi di comando (Sigla, Calibro, Poli). STAMPA / DOCUMENTI La gestione della stampa permette di comporre dei dossiers organizzati per distribuzione con numerazione dei documenti differente per ogni distribuzione. Possibilità di editare i nomi dei cavi dei circuiti associati. Possibilità di editare i nomi degli apparecchi dei circuiti associati. ARCHIVI DEI COSTRUTTORI AGGIORNATI ABB, Bticino, Ferraz, General Electric, Hager, Merlin Gerin, Schneider, Siemens. MIGLIORIE Durante il setup i file di precedenti installazioni che potrebbero essere stati modificati dall'operatore vengono recuperati. Migliorie nell'import export di file di testo. Conversione progetti da versione 5.1.x a 5.2.x con backup automatico. Attivazione del tasto funzione F8 nella scheda del circuito (calcolo automatico). Possibilità di trasferire gli Stili da un progetto ad un altro tramite "Strumenti Stili Organizza". Scelta di protezioni fuori catalogo: possibilità di inserire i contattori e i relè termici. VARIE Implementazione norma internazionale IEC364 (IEC36401) Controllo del coefficiente di utilizzo dei circuiti all'apertura di un progetto e dopo l'importazione. L'operazione di taglia/incolla assegna la stessa sigla ai circuiti se effettuata all'interno della stessa distribuzione.

13 PRINCIPALI NOVITÀ DI CANECO BT 5.1.x.x INTERFACCIA GRAFICA La nuova interfaccia grafica è stata completamente rinnovata per seguire le linee guida di Microsoft. Un interfaccia semplice da usare ma completa per quanto riguarda le informazioni fornite. La schermata principale è suddivisa in 4 finestre completamente parametrizzabili. Tutti i valori fondamentali sono a portata di click ed inoltre è possibile personalizzare i menù e le toolbar dei pulsanti. LISTA DEI DOSSIER Questa finestra permette di accedere a tutte le informazioni riguardanti il progetto: la biblioteca dei simboli di progetto gli archivi costruttori utilizzati i documenti di commessa: immagini (file in formato.wmf o.dxf) oppure testi (in formato.rtf) che sono utilizzati nel vostro progetto gli indici di revisione. SCHEMA UNIFILARE GENERALE Nella nuova versione 5 del programma sono rappresentate sullo schema unifilare generale tutte le fonti d alimentazione dell impianto (alimentazione di rete/normale oppure da gruppo elettrogeno/soccorso). I circuiti (o i quadri) alimentati da una fonte normale non sono rappresentati nello schema in configurazione soccorso e viceversa. Un circuito (oppure un quadro) alimentato sia in soccorso sia in normale sarà sempre rappresentato in tutte le configurazioni. E possibile inserire entrambe le tipologie di schema unifilare all interno di un unico dossier in modo semplice, così da permettere la rappresentazione di tutti i circuiti suddivisi per tipologia d alimentazione. SCHEDA CIRCUITO La finestra di calcolo dei circuiti è stata completamente rinnovata ed è stata creata in modo da poterla ridimensionare (visualizzazione minima e dettagliata ).

14 CALCOLO Dimensionamento del neutro in funzione del valore delle armoniche dell impianto. Questa novità permette di scegliere e regolare la protezione di un circuito in funzione delle correnti reali transitanti nel conduttore di neutro. Il dimensionamento dei conduttori sarà eseguito sulla reale regolazione della protezione del circuito. Caneco permette di scegliere le protezioni da inserire nei vari circuiti per mezzo di tre modalità: scelta automatica: corrisponde al calcolo automatico della versione Caneco 4.x scelta utilizzatore da modello: corrisponde al principio di scelta manuale della versione Caneco 4.x ma con un dettaglio maggiore. Le informazioni delle protezioni provengono direttamente dal database dei rispettivi costruttori e risultano essere molto dettagliate. Ogni caratteristica della protezione (numero di poli protetti, temporizzazione del relé differenziale, ecc.) concorre alla scelta scelta fuori catalogo: corrisponde al principio di scelta manuale della versione Caneco 4.x ma con un dettaglio maggiore. Da questa finestra è possibile identificare tutte le caratteristiche della protezione necessarie per la verifica normativa. AGGIORNAMENTO DEI DATABASE DELLE PROTEZIONI Gli archivi delle protezioni sono stati completamente aggiornati alle ultime release dei cataloghi e resi più completi. Il nuovo database è in formato EDIELEC e permette non solo l identificazione della famiglia della protezione e delle sue caratteristiche salienti, ma anche del modello di componente e dei suoi accessori. Ora è possibile trovare i seguenti costruttori: ABB, AVE, BTicino, General Electric, Hager, Moeller, Legrand, Merlin Gerin, Siemens, Telemecanique. ALTRE NOVITÀ Inserita la possibilità di scelta di una protezione differenziale di tipo selettivo S. Gestita dal programma di installazione la modalità client/server in presenza di reti aziendali. Possibilità di inserire una fonte di alimentazione monofase. Inserimento del potere di corto circuito minimo dell alimentazione.

15 Selettività e filiazione tra fusibili e interruttori. Possibilità d esportazione in formato DXF compatibile con tutti i formati AutoCAD. Inserimento del tempo d intervento della protezione lato alimentazione. Migliorata la creazione di macroblocchi per facilitare il disegno dei circuiti del progetto. Aggiunti nuovi stili di circuito. Aggiunti nuovi simboli in libreria. Possibilità di proteggere il software tramite chiave di protezione di tipo USB (parallela a richiesta).

Guida al Sistema Bassa Tensione

Guida al Sistema Bassa Tensione Indice Generale Guida al Sistema Bassa Tensione 1 Introduzione 2 Le norme 3 Caratteristiche della rete 4 Protezione dei circuiti 5 Caratteristiche degli apparecchi di protezione e manovra 6 Protezione

Dettagli

COMMESSE, MULTIFOGLI E FOGLI

COMMESSE, MULTIFOGLI E FOGLI COMMESSE, MULTIFOGLI E FOGLI Cartella delle Commesse Tipo Obbligatorio E' la cartella generale dove vengono creare altre sotto-cartelle di Commessa con i singoli progetti. La cartella di commessa può essere

Dettagli

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Finalità del corso Il corretto allestimento delle cabine di trasformazione MT/BT di utente, anche per

Dettagli

Nuove funzionalità SEE Electrical V5

Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura Classe Nome I.T.I.S. Magistri Cumacini Cognome Data ESERCIZIO 1 Un conduttore di un circuito trifase di sezione 4 mm 2 è interessato da una corrente di corto circuito di valore efficace 10 ka per un tempo

Dettagli

ALPI - 2009 Caneco BT V53. Caneco BT. Versione V5.3. Calcoli e schemi di impianti elettrici. www.alpi.fr giugno 2009

ALPI - 2009 Caneco BT V53. Caneco BT. Versione V5.3. Calcoli e schemi di impianti elettrici. www.alpi.fr giugno 2009 ALPI - 2009 Caneco BT V53 Manuale di riferimento Caneco BT Versione V5.3 Calcoli e schemi di impianti elettrici www.alpi.fr giugno 2009 Manuale di riferimento Importante leggere con attenzione 1 ALPI

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Prodotti Serie. Service pack 1. Ambiente grafico (linea CADelet, linea Smart, idea ed Eplus) Software per progettazione elettrica e fotovoltaica

Prodotti Serie. Service pack 1. Ambiente grafico (linea CADelet, linea Smart, idea ed Eplus) Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Prodotti Serie 2014 Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Service pack 1 Il Service Pack 1 della Serie 2014 include gli ultimi aggiornamenti per i prodotti di Electro Graphics 2014. Ambiente

Dettagli

POSTAZIONI ATTIVABILI:

POSTAZIONI ATTIVABILI: Il canone di utilizzo TimEDition di Progetto INTEGRA è l Iniziativa Exel che consente di utilizzare, per il periodo acquistato, la Versione FULL di Progetto INTEGRA, con o senza i moduli opzionali di MEDIA

Dettagli

Il Service Pack 2 è comprensivo di tutti gli aggiornamenti precedenti ( Leggi il documento del Service Pack 1 ).

Il Service Pack 2 è comprensivo di tutti gli aggiornamenti precedenti ( Leggi il documento del Service Pack 1 ). Prodotti Serie 2014 Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Service pack 2 Il Service Pack 2 della Serie 2014 include gli ultimi aggiornamenti per i prodotti di Electro Graphics. Ambiente grafico

Dettagli

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO SOMMARIO 1. Finalità... 2 2. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica... 2 3. Misure di protezione dai contatti diretti... 2 4. Misure di protezione dai contatti indiretti...

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO

RELAZIONE DI CALCOLO Cabina MT/BT Ex Regina Elena viale Regina Elena n 291 Roma Pag. 1 RELAZIONE DI CALCOLO INTRODUZIONE Oggetto della Relazione di calcolo è la descrizione dei metodi e dei criteri adottati per la progettazione,

Dettagli

Prodotti Serie. Service pack 2. Ambiente grafico (linea CADelet, linea Smart, idea ed Eplus) Software per progettazione elettrica e fotovoltaica

Prodotti Serie. Service pack 2. Ambiente grafico (linea CADelet, linea Smart, idea ed Eplus) Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Prodotti Serie 2013 Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Service pack 2 Il Service Pack 2 della Serie 2013 include gli ultimi aggiornamenti per i prodotti di Electro Graphics 2013. Linea

Dettagli

Manuale d uso 2008. sienergy

Manuale d uso 2008. sienergy Manuale d uso 2008 sienergy SIENERGY-INTEGRA Software per la progettazione e preventivazione di impianti e quadri elettrici f Gentile Utente, La ringraziamo per aver scelto Sienergy-Integra come software

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

1. INTRODUZIONE 3 2. COMANDI A MENÙ 5 3. OPZIONI DI CAT 11 4. END USER LICENSE AGREEMENT 14

1. INTRODUZIONE 3 2. COMANDI A MENÙ 5 3. OPZIONI DI CAT 11 4. END USER LICENSE AGREEMENT 14 CAT Manuale utente 1. INTRODUZIONE 3 1.1. Informazioni generali... 3 1.2. Come avviare il programma... 4 2. COMANDI A MENÙ 5 2.1. Quick Access Toolbar... 5 2.2. Ribbon... 5 2.3. Home... 6 2.4. Inserisci...

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Spac Automazione2013. Ottobre 2012

Spac Automazione2013. Ottobre 2012 Spac Automazione2013 Presentazione delle novità Ottobre 2012 AutoCAD OEM 2013 Nuovo Motore grafico Autodesk Nuovo formato DWG Requisiti Hardware e Software Per sistemi operativi a 32 / 64 bit AutoCAD 2010

Dettagli

PREMESSA: SCELTA CAVI:

PREMESSA: SCELTA CAVI: PREMESSA: Nelle seguenti pagine sono riportati i parametri di calcolo, le formule e le ipotesi utilizzati per i dimensionamenti dei quadri elettrici e dei cavi di alimentazione; del parcheggio A del parcheggio

Dettagli

Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT

Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT VENETO Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT Relatore: Ing. Raoul Bedin Interruttore automatico Le funzioni fondamentali sono quelle di sezionamento e protezione di una rete

Dettagli

Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi

Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi Capitolo 7: Inserimento porte e montacarichi Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio

Dettagli

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia 1. PREMESSA Nella presente relazione sono illustrati i criteri di scelta delle soluzioni progettuali adottate, in relazione alla classificazione dei luoghi ed in ottemperanza alle norme tecniche di riferimento.

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy Quadri stringa SunEzy Interruttori automatici in c.c. C60PV-DC Interruttore non automatico in c.c. C60NA-DC Interruttore non automatico in c.c. SW60-DC

Dettagli

TEMA DI : IMPIANTI ELETTRICI

TEMA DI : IMPIANTI ELETTRICI ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO INDIRIZZO: ELETTROTECNICA E AUTOMAZIONE SECONDA PROVA SCRITTA SESSIONE ORDINARIA 2006 TEMA DI : IMPIANTI ELETTRICI Un piccolo ristorante

Dettagli

Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico

Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico Rotatoria ingresso cittadella universitaria Premessa: La presente relazione tecnica è finalizzata ad indicare la caratteristiche dei principali componenti

Dettagli

Capitolo 8 Documenti di progetto

Capitolo 8 Documenti di progetto Capitolo 8 Documenti di progetto (8.1) Guida CEI 0-2 In questo capitolo è riportata la descrizione dei documenti richiesti dalla Guida CEI 0-2 (Guida per la definizione della documentazione di progetto

Dettagli

ALL. 6 SPECIFICA TECNICA RELATIVA AGLI IMPIANTI ELETTRICI DI ALIMENTAZIONE PER OSPITALITA DI ENTI ESTERNI

ALL. 6 SPECIFICA TECNICA RELATIVA AGLI IMPIANTI ELETTRICI DI ALIMENTAZIONE PER OSPITALITA DI ENTI ESTERNI ALL. 6 SPECIFICA TECNICA RELATIVA AGLI IMPIANTI ELETTRICI DI ALIMENTAZIONE PER OSPITALITA DI ENTI ESTERNI RW/I/I/24871 Roma, 5 settembre 2002 Revisioni: Autore Revisione Data revisione Numero Revisione

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Guida alla progettazione ed all installazione secondo le norme tecniche CEI e UNI di MARCO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO (Decreto n. 37 del 22 Gennaio 2008) Pagina 1 di 9 INDICE 1. OGGETTO...3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3. DESCRIZIONE LAVORO....4 3.1.ALIMENTAZIONE IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

GE Industrial Solutions. WattStation. Wall Mount. Stazione di ricarica per auto elettriche. GE imagination at work

GE Industrial Solutions. WattStation. Wall Mount. Stazione di ricarica per auto elettriche. GE imagination at work GE Industrial Solutions WattStation Wall Mount Stazione di ricarica per auto elettriche GE imagination at work WattStation Stand-alone Design WattStation Quello che mancava alla tua auto elettrica Perchè

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy 152 Quadri stringa SunEzy 154 Interruttori automatici in CC C60PV-DC Interruttore non automatico in CC C60NA-DC Interruttore non automatico in CC SW60-DC

Dettagli

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009 EN 60204-1 Sicurezza del macchinario Equipaggiamento elettrico delle macchine Matteo Marconi Stefano Piccagli UDINE, 22 OTTOBRE 2009 Le direttive LA LEGGE 1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria (dal 01 Gennaio

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende:

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, 100

Dettagli

Capitolo 5: Creazione di un disegno DWG

Capitolo 5: Creazione di un disegno DWG Capitolo 5: Creazione di un disegno DWG Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi

Dettagli

Programmazione Individuale

Programmazione Individuale Programmazione Individuale A.S. 2015/2016 MATERIA: Tecnologie Elettriche, Elettroniche, Automazione ed Applicazioni DOCENTE: Cisci Giuseppe Serra Carmelo CLASSE: 3 Serale DATA:15/12/2015 SEDE CENTRALE:

Dettagli

Installazione del quadro di distribuzione

Installazione del quadro di distribuzione 10 Installazione del quadro di distribuzione Dopo aver realizzato l intero impianto, si conosce il numero di circuiti e dei punti di utilizzo. Questo permette di determinare il numero dei dispositivi di

Dettagli

NOVITA VERSIONE 2015. CAD.Able s.r.l. C.so Giambone, 69 10134 - Torino - Italy Tel. +39 011 614236 E-mail info@cadable.it Internet www.cadable.

NOVITA VERSIONE 2015. CAD.Able s.r.l. C.so Giambone, 69 10134 - Torino - Italy Tel. +39 011 614236 E-mail info@cadable.it Internet www.cadable. NOVITA VERSIONE 2015 CAD.Able s.r.l. C.so Giambone, 69 10134 - Torino - Italy Tel. +39 011 614236 E-mail info@cadable.it Internet www.cadable.it Edizione 12 Gennaio 2015 1 NUOVA GESTIONE COMMESSE Cabling

Dettagli

Produzione e distribuzione di en. Elettrica

Produzione e distribuzione di en. Elettrica (persona fisica) (persona giuridica) Produzione e distribuzione di en. Elettrica SCHEMA DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLE REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE

Dettagli

PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI MARCO PERZOLLA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET. Si No

PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI MARCO PERZOLLA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET. Si No DOCENTE : VINCENZI RICCARDO MARCO PERZOLLA MATERIA: A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno

Dettagli

Gestione fogli Aggiunte nella finestra Gestione fogli le colonne di Ubicazione e Funzione, come nelle versioni precedenti del software.

Gestione fogli Aggiunte nella finestra Gestione fogli le colonne di Ubicazione e Funzione, come nelle versioni precedenti del software. Prodotti Serie 2012 Software per progettazione elettrica e fotovoltaica Service pack 1 Il Service Pack 1 della Serie 2012 include tutti gli aggiornamenti per i prodotti di Electro Graphics 2012. Linea

Dettagli

Software per la progettazione degli Impianti Fotovoltaici

Software per la progettazione degli Impianti Fotovoltaici SPAC START EasySol è un software dotato di motore grafico integrato AutoCAD OEM, dedicato alla progettazione di impianti fotovoltaici, permette inoltre di redigere automaticamente tutta la documentazione

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

SpacStart2013. Presentazione delle novità. Marzo 2013

SpacStart2013. Presentazione delle novità. Marzo 2013 SpacStart2013 Presentazione delle novità Marzo 2013 Configurazione Requisiti Hardware e Software AutoCAD Oem 2013 Configurazione Hardware richiesta: Personal computer processore: Intel Pentium 4 (o superiore)

Dettagli

Capitolo 20: Render. Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop.

Capitolo 20: Render. Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Capitolo 20: Render Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà i giorni

Dettagli

cabtrasf_esercit1 1/16 ESERCITAZIONI DI IMPIANTI ELETTRICI

cabtrasf_esercit1 1/16 ESERCITAZIONI DI IMPIANTI ELETTRICI cabtrasf_esercit1 1/16 ESERCITAZIONI DI IMPIANTI ELETTRICI PROGETTO DI MASSIMA DI UNA CABINA DI TRASFORMAZIONE Si deve realizzare l impianto elettrico di un medio insediamento industriale costituito da

Dettagli

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ing. Claudio Noro libero professionista - Vicenza 1

Dettagli

EasySol. Manuale d uso

EasySol. Manuale d uso EasySol Manuale d uso Novembre 2011 Tutti i diritti riservati. Tutti i prodotti SDProget sono marchi registrati. Altri marchi o nomi di prodotto citati nel testo sono marchi registrati o marchi commerciali

Dettagli

EasySol. Manuale d uso

EasySol. Manuale d uso EasySol Manuale d uso Marzo 2013 Tutti i diritti riservati. Tutti i prodotti SDProget sono marchi registrati. Altri marchi o nomi di prodotto citati nel testo sono marchi registrati o marchi commerciali

Dettagli

Installazione di SEE Electrical V6-2

Installazione di SEE Electrical V6-2 Installazione di SEE Electrical V6-2 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione di Saveri Gianluigi 1. Generalità Un apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento (condizioni specificate dai

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

SAVE 2008 - Veronafiere 21-23 ottobre 2008

SAVE 2008 - Veronafiere 21-23 ottobre 2008 L Automazione nella Progettazione Elettrica Lo stato dell arte 25 anni dopo dalla nascita dei primi CAD Relatore: Ivano Toffoletti Direttore commerciale SDProget Industrial Software SDProget Industrial

Dettagli

Esame di Stato di Istituto Tecnico Industriale. Indirizzo: Elettrotecnica ed Automazione. Tema di: Impianti Elettrici

Esame di Stato di Istituto Tecnico Industriale. Indirizzo: Elettrotecnica ed Automazione. Tema di: Impianti Elettrici Esame di Stato di Istituto Tecnico Industriale Indirizzo: Elettrotecnica ed Automazione Tema di: Impianti Elettrici Testo: Un complesso residenziale comprende le seguenti utenze: cinque villette con box

Dettagli

Manuale avviamento SEE Electrical Expert V4

Manuale avviamento SEE Electrical Expert V4 Manuale avviamento SEE Electrical Expert V4 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi,

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

Capitolo 27: Quotatura di un disegno

Capitolo 27: Quotatura di un disegno Capitolo 27: Quotatura di un disegno Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Novità in SEE Electrical Expert Versione 4 Rilascio 2. Novità. SEE Electrical Expert V4R2

Novità in SEE Electrical Expert Versione 4 Rilascio 2. Novità. SEE Electrical Expert V4R2 Novità SEE Electrical Expert V4R2 1 A NOVITÀ IN VERSIONE 4 RILASCIO 2 (4.40) A.1. Nuove funzioni Questo capitolo contiene i seguenti argomenti: Navigazione dei collegamenti ipertestuali Gestione morsetti

Dettagli

PROGRAMMA DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI INSTALLAZIONE E DI MANUTENZIONE CLASSE 4A MANUTENTORI E ASSISTENZA TECNICA PROF S. SECCIA A.

PROGRAMMA DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI INSTALLAZIONE E DI MANUTENZIONE CLASSE 4A MANUTENTORI E ASSISTENZA TECNICA PROF S. SECCIA A. PROGRAMMA DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI INSTALLAZIONE E DI MANUTENZIONE CLASSE 4A MANUTENTORI E ASSISTENZA TECNICA PROF S. SECCIA A.S 2015/2016 Moduli Modulo1: IMPIANTO ELETTRICO Modulo 2: IMPIANTI DI PRODUZIONE

Dettagli

Principali novità della versione 2015

Principali novità della versione 2015 Come consuetudine SDProget Industrial Software Srl ha sviluppato in questo anno la nuova versione di SPAC Automazione che sarà distribuita a partire da Novembre 2014. Analizziamo insieme le nuove features

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Etichette & Frontalini. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Etichette & Frontalini. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Etichette & Frontalini www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Etichettare gli articoli presenti in magazzino... 4 Le impostazioni generali... 4 L elenco degli articoli...

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT ESEMPI DI DIMENSIONAMENTO Fonte: ABB PREMESSA Di seguito vengono proposti due esempi di dimensionamento di un impianto fotovoltaico grid connected in parallelo ad un impianto utilizzatore preesistente.

Dettagli

Su una area a forma rettangolare i cui lati misurano rispettivamente 180 e 90m si deve realizzare un complesso residenziale composto da:

Su una area a forma rettangolare i cui lati misurano rispettivamente 180 e 90m si deve realizzare un complesso residenziale composto da: ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE SESSIONE 1999 Indirizzo: ELETTROTECNICA Seconda prova scritta Su una area a forma rettangolare i cui lati

Dettagli

Esempi posizionamento moduli in Layout

Esempi posizionamento moduli in Layout solergo 2012 Esempi posizionamento moduli in Layout Dopo l impostazione in Layout della planimetria su cui rappresentare l impianto si passa al posizionamento dei moduli fotovoltaici. Tramite la finestra

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

SPAC Start 2012. Presentazione delle novità. Luglio 2011

SPAC Start 2012. Presentazione delle novità. Luglio 2011 SPAC Start 2012 Presentazione delle novità Luglio 2011 Configurazione Requisiti Hardware e Software AutoCAD Oem 2010 Configurazione Hardware richiesta: Personal computer processore: Intel Pentium 4 (o

Dettagli

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale Quadri elettrici Quadri per uso Industriale I quadri elettrici, erano soggetti alla Norma CEI 17-13, che riporta le prescrizioni generali e distingue: AS Apparecchiatura costruita in serie: ovvero apparecchiatura

Dettagli

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Questo modulo è dedicato all illustrazione del progetto definitivo di un impianto da 9,9 kw situato nel comune di Roma. Progetto definitivo di un impianto

Dettagli

ProSky Progettare una facciata continua non è mai stato così semplice.

ProSky Progettare una facciata continua non è mai stato così semplice. ProSky Progettare una facciata continua non è mai stato così semplice. Progettare nei minimi dettagli: le facciate continue sono sempre più richieste nell architettura moderna, ma realizzarle richiede

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com 1 INTRODUZIONE La Norma CEI 64-8/6 tratta delle verifiche per gli impianti elettrici in BT. Le prove eseguibili sono in ordine sequenziale dirette a verificare e/o misurare: continuità dei conduttori di

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

I sistemi di distribuzione

I sistemi di distribuzione I sistemi di distribuzione In bassa tensione i sistemi di distribuzione sono defi niti in funzione del loro sistema di conduttori attivi e del loro modo di collegamento a terra. SISTEMI DI CODUTTORI ATTIVI

Dettagli

1 Dispositivi di protezione e controllo

1 Dispositivi di protezione e controllo 1.2 Definizioni principali 1 Dispositivi di protezione e controllo Le definizioni principali relative agli apparecchi di protezione e manovra sono contenute nelle normative internazionali EC 60947-1, EC

Dettagli

SPAC Start 2012. Presentazione delle novità. Luglio 2011

SPAC Start 2012. Presentazione delle novità. Luglio 2011 SPAC Start 2012 Presentazione delle novità Luglio 2011 Versione 32 bit Requisiti Hardware e Software AutoCAD Oem 2010 32 bit - Configurazione Hardware richiesta: Personal computer processore: Intel Pentium

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

NUOVO SOFTWARE easyprojects PER L IMPIANTISTICA ELETTRICA

NUOVO SOFTWARE easyprojects PER L IMPIANTISTICA ELETTRICA NUOVO SOFTWARE easyprojects PER L IMPIANTISTICA ELETTRICA easyprojects Progettare un impianto elettrico vuol dire effettuare una serie di calcoli per garantire le corrette protezioni e le prestazioni concordate

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Generalità SACE Emax 2 è il nuovo interruttore aperto di ABB SACE

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

INDICE Manuale Volume 2

INDICE Manuale Volume 2 INDICE Manuale Volume 2 Pag. NOTA DEGLI EDITORI PREFAZIONE 1. INTRODUZIONE 1 2. DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E RIFERIMENTI NORMATIVI 3 2.1 Principali disposizioni legislative 3 2.2 Principali norme tecniche

Dettagli

Il software facile per il serramento

Il software facile per il serramento Il software facile per il serramento Caratteristiche Progettazione guidata per tipologie a 3/4/5 lati oppure curvi Gestione profili in Alluminio, PVC, Allumino-Legno - Acciaio Visualizzazione di nodi e

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

DESCRIZIONE. Introduzione

DESCRIZIONE. Introduzione SymCAD/C.A.T.S. modulo Sanitario Schema - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - DESCRIZIONE Introduzione Il modulo

Dettagli

1. Generalità. 3. Normativa di riferimento

1. Generalità. 3. Normativa di riferimento 1. Generalità L intervento prevede la nuova realizzazione dell impianto elettrico e comunicazione interno alle unità immobiliari e le dorsali di alimentazione dal cortile posto al piano terra fino alle

Dettagli

Modifiche in ELCAD/AUCOPLAN 7.5.0 - Service Pack 3

Modifiche in ELCAD/AUCOPLAN 7.5.0 - Service Pack 3 Modifiche in ELCAD/AUCOPLAN 7.5.0 - Service Pack 3 1. Uso dei Font di Windows nell interfaccia EDM (EL-090320-001) Nell interfaccia EDM, ora è possibile configurare se il progetto deve essere elaborato

Dettagli

LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA

LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA ELETTRICA DI.T. (< 1KV) DELLA G.I.E. S.R.L. E MODALITÀ DI RICHIESTA DELLA SCHEMA DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLE REGOLE TECNICHE PER LA DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIUZIONE

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale

Istituto Tecnico Industriale Statale Istituto Tecnico Industriale Statale ANNO SCOLASTICO 2009-2010 CLASSE : 3^, 4^ e 5^ SEZIONE : Elettronica Elettrotecnica DISPENSA N 2 SISTEMI ELETTRICI - MISURA DI POTENZA NEI SISTEMI MONOFASI E TRIFASI

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

Servizi. 85 Avvertenze. 86 Software tecnici Hager. 94 Garanzia 5 anni. 97 Hager è a sua disposizione. 98 Tavole di corrispondenza

Servizi. 85 Avvertenze. 86 Software tecnici Hager. 94 Garanzia 5 anni. 97 Hager è a sua disposizione. 98 Tavole di corrispondenza 85 Avvertenze 86 Software tecnici Hager 94 Garanzia 5 anni 97 Hager è a sua disposizione 98 Tavole di corrispondenza Avvertenze Tutti i prodotti Hager sono costruiti a regola d arte in materia di sicurezza

Dettagli

Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale

Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale TITOLO UNITÀ :Utilizzare le tecniche fondamentali della meccanica applicata alle macchine Definire le tecniche per la trasmissione del

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267 c Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX M. Nobili,

Dettagli

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270 A: Quadri elettrici OBIETTIVI DEL Conoscere i principali apparecchi di comando, segnalazione e protezione degli impianti elettrici. Conoscere il CAD elettrico. Saper descrivere le caratteristiche degli

Dettagli

A.1 Caratteristiche del cavo di collegamento e della sezione ricevitrice MT (da inserire solo per connessioni alla rete MT)

A.1 Caratteristiche del cavo di collegamento e della sezione ricevitrice MT (da inserire solo per connessioni alla rete MT) ALLEGATO J: ADDENDUM TECNICO La seguente dichiarazione deve essere compilata e firmata da professionista iscritto all albo o dal responsabile tecnico di una impresa abilitata ai sensi della legge vigente.

Dettagli

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione secondo norma CEI 0-16 2 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni

Dettagli