Insieme per proteggere la tua impresa.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Insieme per proteggere la tua impresa."

Transcript

1 MyBusiness Impresa Sicura Insieme per proteggere la tua impresa. Condizioni di assicurazione Mod. 200 ed. 2

2 Norme Generali Polizza N. Art. 1 Decorrenza delle garanzie e pagamento del premio L assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza se il premio o la prima rata di premio sono stati pagati; altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del 15 giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno del pagamento, fino alle successive scadenze (articolo 1901 del Codice Civile). Il pagamento di tutte le somme dovute dal Contraente in forza del presente contratto è dovuto alla sede legale dell Impresa. Si concorda, comunque, che ogni pagamento, purché eseguito dal Contraente entro i termini di scadenza dell obbligazione, se del caso prolungato ai sensi dell articolo 1901, 2 comma del Codice Civile, presso l Agenzia alla quale è assegnato il contratto, costituisce atto liberatorio. Gli oneri fiscali relativi all assicurazione sono a carico del Contraente. Art. 2 Durata dell assicurazione L assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno della conclusione del contratto e scade alle ore 24 dell ultimo giorno della durata stabilita nel contratto stesso. In mancanza di disdetta, spedita mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno trenta giorni prima della scadenza dell assicurazione, quest ultima è prorogata per un anno e così ad ogni scadenza successiva. Art. 3 Clausola di indicizzazione Tutti gli importi monetari con esclusione della franchigia di riferimento, relativi alle prestazioni ed obblighi contrattuali sono ancorati all indice dei prezzi al consumo" per le famiglie di operai ed impiegati pubblicato nel Bollettino mensile dell lstituto Centrale di Statistica. L indice iniziale sarà quello del febbraio dell anno in corso per le polizze con decorrenza nel secondo semestre e dell anno precedente per le polizze con decorrenza nel primo semestre. Pertanto alla scadenza di ogni rata, se si sarà verificata una variazione in più o in meno eccedente il 5% rispetto all indice iniziale o a quello dell adeguamento attuato l anno precedente, gli importi monetari verranno aumentati o ridotti in proporzione. L aumento o la riduzione decorreranno dalla scadenza della rata annua e comunque solo se sarà stata rilasciata al Contraente l apposita quietanza aggiornata in base al nuovo indice di riferimento, che sarà quello del mese di febbraio precedente di almeno cinque mesi la scadenza della rata annua. Qualora in conseguenza della variazione degli indici gli importi monetari venissero a superare del 100% gli importi inizialmente stabiliti, l Impresa bloccherà l aggiornamento delle polizze, fissando detti importi al livello che avevano all ultima scadenza. La presente clausola non è tuttavia valida se non sia stata richiamata espressamente in polizza. Art. 4 Altre assicurazioni Il Contraente o l Assicurato deve dare a ciascun assicuratore comunicazione degli altri contratti stipulati sulle medesime cose e per il medesimo rischio e, in caso di sinistro, darne avviso a tutti gli assicuratori (articolo 1910 del Codice Civile). Pag. 2 di 68

3 Art. 5 Dichiarazioni inesatte od omissioni Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente o dell Assicurato relative a circostanze, originarie o sopravvenute, che influiscano sulla valutazione del rischio possono comportare la perdita, parziale o totale, del diritto all indennizzo nonché la stessa cessazione dell assicurazione (articoli 1892, 1893, 1894 e 1898 del Codice Civile), salvo quanto previsto dali Art. 14 Buona fede della Sezione All Risks Incendio e Eventi Naturali. Art. 6 Rischi sempre esclusi Sono sempre e comunque esclusi i danni, diretti ed indiretti, nonché le perdite di qualsiasi natura: a) causati con dolo del Contraente o dell Assicurato ovvero, trattandosi di Società, dei soci illimitatamente responsabili o degli Amministratori nonché del coniuge, dei parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo; b) causati da atti di guerra dichiarata o non, occupazione o invasione militare, requisizione, nazionalizzazione e confisca, guerra civile, rivoluzione, insurrezione, sequestri, e/o ordinanze di governo o Autorità, anche locali, sia di diritto che di fatto; c) conseguenti a esplosione od emanazione di calore o di radiazioni provocate da trasmutazioni del nucleo dell atomo o dall accelerazione artificiale di particelle atomiche; d) conseguenti a inquinamento in genere e/o contaminazione ambientale; e) riferibili a: - malfunzionamento, alterazione, perdita d uso o di funzionalità, indisponibilità, distruzione (totali o parziali) di dati, programmi di codifica o software e/o di ogni sistema di elaborazione basato su chip o logica integrata; - smagnetizzazione, errata registrazione, cancellazione o cestinatura di dati e software in genere sugli stessi memorizzati; - utilizzo di Internet, reti intranet o similari, reti private e qualsiasi tipo di trasmissione elettronica di dati od altre informazioni (anche da/a siti web o simili); - operazioni di installazione e/o modifica di programmi; - attacco o infezione di virus informatici in genere. Art. 7 Limite massimo di indennizzo Salvo quanto previsto dall articolo 1914 del Codice Civile, in nessun altro caso l Impresa può essere tenuta a pagare per ciascun sinistro indennizzi o risarcimenti rispettivamente maggiori delle somme e dei massimali assicurati, partita per partita. Art. 8 Esagerazione dolosa del danno Il Contraente o l Assicurato che dolosamente esagera l ammontare del danno o dichiara distrutti o sottratti beni che non esistevano al momento del sinistro, occulta, sottrae o manomette beni salvati o adopera a giustificazione del danno mezzi o documenti menzogneri o fraudolenti, altera dolosamente le tracce ed i residui del sinistro, perde il diritto all indennizzo. Art. 9 Diritto di recesso Dopo ogni evento dannoso indennizzabile a termini di polizza e sino al sessantesimo giorno della data dell atto di liquidazione del danno l Impresa avrà diritto di recedere dal contratto con preavviso di 30 giorni. In tal caso, verrà rimborsata al Contraente, entro 15 giorni dalla data di efficacia del recesso, la quota del premio netto relativa al periodo di rischio non corso, sulle somme assicurate in essere al momento del recesso. Pag. 3 di 68

4 La stessa facoltà di recesso viene riconosciuta dall Impresa al Contraente qualora quest ultimo rientri nella categoria dei «consumatori» secondo la normativa vigente di cui all articolo 1469 bis del Codice Civile. Art. 10 Procedimento arbitrale Ferma restando la facoltà di ricorso al giudice ordinario competente, le controversie che dovessero sorgere tra le Parti potranno essere decise previo accordo scritto tra le Parti stesse a mezzo di arbitrato rituale o irrituale. Ciascuna delle Parti nominerà il proprio arbitro e gli arbitri così nominati, d accordo tra loro, il terzo. In difetto di accordo, la nomina del terzo arbitro sarà effettuata dal Presidente del Tribunale nella cui circoscrizione si trova il domicilio dell Assicurato o del Contraente. Salvo diversa pattuizione, l arbitrato avrà luogo nella città sede di Tribunale più vicina alla residenza dell Assicurato. Ciascuna delle Parti si accollerà gli oneri e le spese del proprio arbitro e metà di quelle del terzo, salvo che le stesse non abbiano previsto una diversa regolazione. Art. 11 Rinvio alle norme di legge Per tutto quanto non espressamente disciplinato dal presente contratto si applicano le vigenti norme di legge. Pag. 4 di 68

5 Definizioni generali Assicurato Il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. Assicurazione Il contratto di assicurazione. Attività assicurata L attività o le attività dichiarate in polizza. Contraente Il soggetto che stipula il contratto di assicurazione. Impresa Allianz S.p.A. Indennizzo La somma dovuta dall Impresa in caso di sinistro. Periodo assicurativo annuo Il periodo compreso tra due scadenze annue successive della polizza. Polizza Il documento che prova l assicurazione. Premio La somma dovuta dal Contraente all Impresa. Rischio La probabilità che si verifichi il sinistro. Sinistro Il verificarsi dell evento dannoso per il quale è prestata l assicurazione. Pag. 5 di 68

6 Sezione All Risks Incendio e Eventi Naturali Cosa assicura Art. 1 Oggetto dell assicurazione L Impresa indennizza i danni materiali e diretti alle partite assicurate indicate in polizza causati da qualsiasi evento accidentale, qualunque ne sia la causa, salvo quanto espressamente escluso nel successivo Art. 2 Esclusioni e con le limitazioni di cui al successivo Art. 3 Delimitazioni di garanzia della presente sezione. Sono compresi i danni e i guasti causati alle cose assicurate per ordine delle Autorità e quelli arrecati dal Contraente e/o Assicurato o da Terzi allo scopo di impedire od arrestare qualsiasi evento dannoso indennizzabile a termini della presente sezione. Relativamente a: A. Macchinario, attrezzatura, arredamento e Merci si intendono in garanzia anche presso ubicazioni diverse da quella dichiarata oppure presso fiere, mostre e mercati nell ambito del territorio della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato Città del Vaticano (purché l avvenuto decentramento sia comprovato dalle prescritte scritture) per non oltre il 10% delle somme assicurate alle rispettive partite e nell ambito delle stesse con il massimo di Euro ,00. In aggiunta a quanto assicurato, la copertura si intende anche prestata per: B. Valori fino a concorrenza del 10% del capitale assicurato alla partita Macchinario, attrezzatura, arredamento con il massimo di Euro 2.500,00; C. Enti particolari fino alla concorrenza del 10% del capitale assicurato alla partita Macchinario, attrezzatura, arredamento, con il massimo di Euro 5.000,00. L Impresa rimborsa inoltre, nei termini indicati, i seguenti oneri e spese, purché documentati e necessariamente sostenuti, a causa di sinistro indennizzabile a termini della presente sezione, fermo restando quanto previsto dall Art. 7 Limite massimo di indennizzo delle Norme Generali. D. Oneri peritali sostenuti dal Contraente e/o dall Assicurato per l attività prestata dal perito fiduciario, fino alla concorrenza del 3% dell indennizzo dovuto, con il limite massimo per ogni periodo assicurativo annuo di Euro 2.500,00. E. Spese di demolizione, sgombero e trasporto alla discarica dei residui del sinistro indennizzabile a termini della presente sezione, compresi quelli tossici e/o nocivi (esclusi quelli radioattivi), nonché le spese di rimozione, deposito temporaneo e ricollocamento del Macchinario, attrezzatura, arredamento e/o delle Merci, in quanto assicurati, onde consentire il ripristino dei locali danneggiati. Il tutto complessivamente fino alla concorrenza del 10% dell indennizzo dovuto con il limite massimo per ogni periodo assicurativo di Euro ,00. Art. 2 Esclusioni Fermo restando quanto previsto all Art. 6 Rischi sempre esclusi delle Norme Generali, l Impresa non è obbligata in alcun caso per i danni causati da o dovuti a: a1) mareggiate, maree, eccesso di marea ( acqua alta ) e penetrazione di acqua marina; a2) terremoto; a3) maremoto, eruzione vulcanica, variazione della falda freatica; a4) inondazione, alluvione; Pag. 6 di 68

7 a5) allagamento da acqua, da mota o da altri fluidi a meno che non dovuto a rottura accidentale di impianti idrici, igienici, termici e tecnologici esistenti nel Fabbricato (compresi grondaie e pluviali); a6) bradisismo, franamento, cedimento o smottamento del terreno, valanghe e slavine; a7) collassi strutturali, cedimento delle fondazioni; crollo delle strutture dei fabbricati a meno che non provocato da eventi non specificatamente esclusi che abbiano colpito le cose assicurate; a8) trasporto e/o movimentazione in genere delle cose assicurate al di fuori dell area di pertinenza aziendale. Sono inoltre esclusi i danni causati da o dovuti a: b1) ordinanze o disposizioni di Autorità o di leggi che regolano la costruzione, ricostruzione, riparazione, rimpiazzo, modificazione o demolizione del Fabbricato e/o del Macchinario, attrezzatura, arredamento nonché confische o requisizioni in genere; b2) sospensione, interruzione e/o anormale fornitura di energia elettrica, termica, gas, acqua, purché non provocate da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b3) furto, rapina, ammanco, smarrimento, saccheggio, estorsione, malversazione, scippo, frode, truffa e loro tentativi, appropriazione indebita o infedeltà da parte dei dipendenti; b4) contaminazione di Merci tra loro e/o con cose od altre sostanze in genere a meno che non provocata da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b5) deterioramento, logorio, usura che siano conseguenza naturale dell uso o del funzionamento o causati dagli effetti graduali degli agenti atmosferici; mancata e/o anormale manutenzione, incrostazione, ossidazione, corrosione, arruginimento, deposito, rottura graduale, erosione, cavitazione, deperimento, umidità, brina e condensa, stillicidio, siccità, insetti, parassiti, vermi, funghi, muffe, batteri, animali e vegetali in genere; perdita di peso, fermentazione, autocombustione, infiltrazione, evaporazione, trasudamento, sublimazione, liquefazione; b6) assestamenti, restringimenti o dilatazioni purché non provocati da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b7) mancata o anormale refrigerazione, raffreddamento, surgelamento, conservazione in atmosfera controllata, riscaldamento e/o climatizzazione delle Merci, fuoriuscita del fluido frigorigeno; b8) dispersione di liquidi e/o prodotti in genere per guasto accidentale di serbatoi, cisterne, vasche, contenitori ed imperfetta tenuta degli stessi nonché derivanti o conseguenti ad errata apertura o chiusura di valvole e/o rubinetti a meno che non provocata da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b9) interruzione o alterazione di processi di produzione che danneggino le Merci in lavorazione nonché fuoriuscita e/o solidificazione di materiali contenuti in forni, crogiuoli, linee ed apparecchiature di fusione a meno che non provocate da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b10) mancato o difettoso funzionamento di apparecchiature di comando, controllo o di automatismi di regolazione o di segnalazione a meno che non provocato da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b11) guasti meccanici e/o anormale funzionamento di macchinario e attrezzatura in genere, compreso l eventuale danno derivante dalla fuoriuscita del fluido in essi condotto o contenuto a meno che non provocati da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; b12) montaggio, smontaggio, collaudo e manutenzione di Macchinario, attrezzatura, arredamento ; costruzione, demolizione, manutenzione del Fabbricato ; b13) errori di progettazione, calcolo, esecuzione, installazione, lavorazione, stoccaggio e conservazione, impiego di sostanze, materiali e prodotti difettosi che influiscono direttamente o indirettamente sulla qualità, quantità, titolo, colore delle Merci in produzione o lavorazione; vizio di Merci prodotte; Pag. 7 di 68

8 b14) imperizia e/o negligenza (a meno che non siano causa di incendio, esplosione e/o scoppio delle cose assicurate); errata manovra, manipolazione e/o movimentazione in genere; b15) difetti noti al Contraente/Assicurato, suoi Amministratori e/o Dirigenti, all atto della stipulazione della polizza; b16) eventi per i quali deve rispondere, per legge o per contratto, il fornitore, costruttore e/o manutentore. Nel caso che, in conseguenza degli eventi di cui ai commi da b1) a b16), derivi altro danno indennizzabile ai sensi della presente sezione, l Impresa indennizzerà solo la parte di danno non altrimenti esclusa. Sono sempre e comunque esclusi: c1) i danni indiretti quali perdite di quote di mercato, interruzione totale o parziale e intralcio dell attività, cambiamenti di costruzione, mancanza di locazione, di godimento o di reddito, sospensione di lavoro e qualsiasi danno che non riguardi la materialità delle cose assicurate; tutti i danni indiretti in genere e le spese per ridurli; c2) i danni dovuti a difetti di rendimento; c3) i danni di natura estetica che non compromettano la funzionalità delle cose assicurate a meno che non provocati da incendio, esplosione e/o scoppio che abbiano colpito le cose assicurate oppure enti posti nell ambito di 50 m da esse; c4) i danni da impiego di esplodenti in genere. Art. 3 Delimitazioni di garanzia Ferme le disposizioni generali di cui al precedente Art. 2 Esclusioni della presente sezione si precisa quanto segue: 1. Relativamente ai danni materiali e diretti in conseguenza di eventi socio-politici quali tumulti popolari, scioperi e sommosse; atti vandalici o dolosi, compresi quelli di terrorismo e sabotaggio, l Impresa non risponde dei danni causati da alterazione di Merci e/o prodotti conseguente alla sospensione del lavoro. Per Macchinario, attrezzatura, arredamento e/o Merci posti all aperto all interno dell area aziendale od in spazi ove si svolge l attività dichiarata in polizza ed adiacenti ai locali assicurati, l indennizzo verrà corrisposto previa applicazione di uno scoperto del 20% con il minimo pari alla franchigia prevista in polizza. Inoltre, a parziale deroga di quanto previsto dall Art. 2 Esclusioni, comma c3) della presente sezione ed in conseguenza degli eventi di cui sopra, l Impresa indennizza i danni da imbrattamento dei muri interni dei fabbricati assicurati, restando in ogni caso esclusi quelli esterni. Per i danni materiali occorsi a seguito di occupazione (non militare) delle proprietà in cui si trovano gli enti assicurati, qualora la stessa si protraesse per oltre 5 giorni consecutivi, l Impresa non indennizzerà le distruzioni, guasti o danneggiamenti (salvo incendio, esplosione e scoppio) anche se verificati durante il suddetto periodo. Relativamente ai danni materiali e diretti avvenuti in conseguenza di atti di terrorismo (intendendosi per tali qualsiasi atto inclusivo ma non limitato all uso della forza o della violenza e/o minaccia, da parte di qualsivoglia persona o gruppo di persone, sia che essi agiscano per sé o per conto altrui, o in riferimento o collegamento a qualsiasi organizzazione o governo, perpetrato a scopi politici, religiosi, ideologici o similari, inclusa l intenzione di influenzare qualsiasi governo e/o incutere o provocare uno stato di terrore o paura nella popolazione o parte di essa per i predetti scopi) sono escluse dall assicurazione perdite, danni, costi e/o spese di qualsiasi natura causati, direttamente o indirettamente, da azioni intraprese per controllare, prevenire o sopprimere tali atti di terrorismo; sono altresì esclusi tutti i danni indiretti, nonché ogni eventuale perdita conseguente; i danni di contaminazione da sostanze biologiche e/o chimiche. Pag. 8 di 68

9 2. Relativamente ai danni materiali direttamente causati da eventi atmosferici quali uragano, bufera, tempesta, tromba d aria, vento e cose da essi trascinate, grandine, si intendono esclusi dalla garanzia i danni a: - Merci poste all aperto, anche se caricate a bordo di automezzi; - tettoie o fabbricati aperti da uno o più lati od incompleti nelle coperture o nei serramenti (anche se per temporanee esigenze di ripristino conseguenti o non a sinistro), capannoni pressostatici, strutture geodetiche, tensostrutture, baracche in legno o plastica e quanto in essi contenuto; - lastre di cemento amianto, fibrocemento, manufatti in materia plastica, vetri, cristalli e specchi a meno che i danni a tali enti non derivino da rotture o lesioni subite dal tetto o dalle pareti; Sono inoltre esclusi i danni da bagnamento alle cose assicurate poste sottotetto i fabbricati se non avvenuti a seguito di rotture, brecce o lesioni provocate al tetto, alle pareti o ai serramenti dalla violenza degli eventi di cui sopra riscontrabile dagli effetti prodotti su una pluralità di enti assicurati e non. Sono compresi fino a concorrenza del 5% del capitale assicurato alle rispettive partite e fino a concorrenza del massimo indennizzo complessivo di Euro ,00, i danni materiali direttamente causati da eventi atmosferici a: - recinti, cancelli, antenne, pannelli solari e fotovoltaici ed altri impianti esterni fissi per natura e destinazione, rientranti nella definizione di Fabbricato ; - Macchinario, attrezzatura, arredamento posto all aperto, comunque all interno dell area aziendale od in spazi ove si svolge l attività o le attività dichiarate in polizza ed adiacenti ai locali assicurati; Per i danni materiali direttamente causati dalla sola grandine a lastre di cemento amianto, fibrocemento, manufatti in materia plastica, vetri, cristalli e specchi, anche se facenti parte di fabbricati o tettoie aperti su uno o più lati, l Impresa indennizzerà gli stessi nel limite del 5% del capitale assicurato alla partita Fabbricato con il massimo di Euro , Relativamente ai danni materiali e diretti causati da sovraccarico di neve, l Impresa non indennizza i danni: - a fabbricati, strutture o serbatoi non conformi alle vigenti norme relative ai sovraccarichi di neve ed al loro contenuto; - ai fabbricati in costruzione o in corso di rifacimento, a meno che detti lavori siano ininfluenti ai fini della presente garanzia, ed al loro contenuto; - a lucernari, vetrate e serramenti in genere, nonché all impermeabilizzazione, a meno che il loro danneggiamento sia causato da crollo totale o parziale del tetto o delle pareti; - ai capannoni pressostatici ed al loro contenuto; Relativamente all assicurazione degli eventi di cui ai punti le Parti hanno facoltà, in qualsiasi momento, di recedere dalla stessa con preavviso di 30 giorni per mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso la polizza rimane in vigore solo per le restanti garanzie e l Impresa provvede al rimborso del rateo di premio relativo al periodo di rischio non corso, al netto dell imposta in ogni caso dovuta. 4. Relativamente ai danni materiali direttamente causati da fuoriuscita di acqua condotta a seguito di rottura accidentale di impianti idrici, igienici, termici e tecnologici esistenti nel Fabbricato (compresi grondaie e pluviali), l Impresa non indennizzerà i danni: - da traboccamento o rigurgito di fognatura; - alle Merci poste in locali interrati e/o seminterrati la cui base è posta ad altezza inferiore a 12 cm dal pavimento; - da rottura di impianti automatici di estinzione. Nel caso le rotture accidentali di cui sopra siano causate da gelo, l Impresa indennizzerà i danni materiali conseguenti sempre che l attività non sia stata sospesa per più di 48 ore precedentemente il sinistro, limite che si intende elevato a 96 ore nel caso di chiusura per festività. Pag. 9 di 68

10 Esclusivamente qualora sia assicurata in polizza la partita Fabbricato, l Impresa indennizza le spese di ricerca e riparazione del guasto sostenute per individuare ed eliminare la rottura che ha originato lo spargimento d acqua con il limite d indennizzo per sinistro e annualità assicurativa previsto in polizza. Sono comunque esclusi i danni da rottura di condutture interrate esterne al fabbricato e le relative spese di ricerca e riparazione del guasto. 5. Relativamente ai danni a vetri, cristalli e specchi (anche con iscrizioni o decori) quanto previsto dall Art. 2 Esclusioni, comma b14) della presente sezione si intende abrogato, rimanendo esclusi i danni: - da vizio di costruzione o difetto d installazione; - da rigature e scheggiature; - verificatisi in conseguenza di restauro del fabbricato di cui i vetri sono parte, operazioni di trasloco, rimozioni del mobilio o degli infissi o delle lastre, lavori sulle lastre e relativi supporti, sostegni, cornici, riparazioni e/o lavori in genere estranei all attività dell Assicurato svolti nei locali assicurati. In caso di danno non dovuto a incendio, esplosione, scoppio o, se operanti, da eventi di cui ai precedenti punti 2. e 3., la garanzia è prestata a Primo rischio assoluto, cioè senza l applicazione di quanto disposto dall articolo 1907 del Codice Civile, con il limite d indennizzo per sinistro indicato in polizza e senza applicazione di alcuna franchigia. 6. A parziale deroga dell Art. 2 Esclusioni, comma b2) della presente sezione, si intendono compresi i danni materiali e diretti generati da correnti, scariche, sovratensioni ed altri fenomeni elettrici a macchine, impianti elettrici ed elettronici, apparecchiature elettroniche rientranti nelle partite assicurate, restando esclusi i danni: - da manomissione, prove, collaudi nonché dovuti all inosservanza delle prescrizioni del costruttore e/o fornitore/venditore; - da usura, deterioramento, carenza di manutenzione; - da difetti noti al Contraente e/o Assicurato all atto della stipula della polizza nonché quelli dei quali deve rispondere, per legge o contratto, il costruttore e/o fornitore/venditore; - a lampade, interruttori, tubi elettronici o speciali intendendosi per tali tubi Rontgen, tubi amplificatori di immagini, tubi da ripresa o catodici TV. Tale garanzia è prestata a Primo rischio assoluto, cioè senza l applicazione di quanto disposto dall articolo 1907 del Codice Civile, con il limite d indennizzo per sinistro indicato in polizza. Pag. 10 di 68

11 Come viene indennizzato il sinistro Polizza N. Art. 4 Franchigie, scoperti e limiti d indennizzo In caso di sinistro indennizzabile a sensi della presente sezione, il danno verrà liquidato con le franchigie, scoperti e limiti d indennizzo eventualmente precisati in polizza e/o nelle Condizioni di Assicurazione allegate. Si conviene tra le Parti che qualora sia operante uno scoperto precisato in polizza, lo stesso resta a carico dell Assicurato senza che Egli o il Contraente possano, pena la decadenza del diritto all indennizzo, farlo assicurare da altri. Fermi gli eventuali scoperti previsti, l Impresa non applicherà in sede di liquidazione del sinistro le franchigie e i minimi di scoperto indicati se la presente sezione risulta, alla data dell evento, priva di denuncie relative a sinistri avvenuti nei due anni precedenti. Tale periodo di osservazione non si interrompe nel caso di sostituzione della presenta polizza da parte del medesimo Contraente. Art. 5 Determinazione del danno L ammontare del danno e del relativo indennizzo si determinano, partita per partita, all atto del sinistro e fermo l Art. 6 Assicurazione parziale, con i criteri riportati di seguito. Per il Fabbricato e il Macchinario, attrezzatura, arredamento : 1) si stima il Valore a nuovo dei suddetti enti; 2) si stima il Valore a stato d uso degli stessi deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui nonché gli oneri fiscali non dovuti all Erario; 3) si determina la differenza, eventualmente esistente, fra i valori di cui ai punti precedenti. Si procede con l indennizzare il sinistro in base al Valore allo stato d uso e la differenza di cui al punto 3) verrà liquidata entro 30 giorni: - dall avvenuta ricostruzione e/o riparazione del Fabbricato (compresi anche i costi e/o gli oneri per la costruzione antisismica se obbligatoria in base alle norme di legge in vigore per la zona, eventuali spese di nuova progettazione e/o oneri di concessione edilizia) sulla stessa area o altra se non comporti aggravio per l Impresa, purché ultimata entro 18 mesi dalla data dell atto di liquidazione o del verbale definitivo di perizia; - dal rimpiazzo di Macchinario, attrezzatura, arredamento distrutti o danneggiati. Se il capitale assicurato in polizza alle rispettive partite risulta: - superiore e/o pari alla relativa stima di cui al punto 1), la differenza di cui al punto 3) è corrisposta per intero; - inferiore alla relativa stima di cui al punto 1) ma superiore di quella di cui al punto 2) per cui risulta assicurata solo una parte dell intera differenza di cui al punto 3), l indennizzo di quest ultima viene proporzionalmente ridotto nel rapporto esistente tra detta parte e l intero ammontare della stessa; - uguale o inferiore alla relativa stima di cui punto 2), la differenza di cui al punto 3) non viene corrisposta. In nessun caso potrà essere indennizzato: - più del doppio del Valore a stato d uso al momento del sinistro degli enti distrutti o danneggiati; - la differenza di cui al punto 3) se i danni riguardano enti di reparti in stato di inattività al momento del sinistro. Per le Merci : si stima, al momento del sinistro, il Costo commerciale o il Costo industriale degli enti distrutti e la spesa necessaria per riparare gli enti danneggiati, deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui. Ove le valutazioni così formulate superassero i corrispondenti eventuali prezzi di mercato si applicheranno questi ultimi. Pag. 11 di 68

12 Per Beni ed effetti personali e Enti pregiati aventi anche valore artistico : si stima il Valore a stato d uso degli enti distrutti e la spesa necessaria per riparare gli enti danneggiati, deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui. Per gli Enti particolari : - per gli Archivi e i Modelli e stampi si tiene conto del solo costo del materiale e delle operazioni manuali e meccaniche per il rifacimento, riparazione o ricostruzione degli enti distrutti o danneggiati, deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui. L indennizzo del danno avrà luogo a rifacimento, riparazione o ricostruzione ultimata e sarà limitato alle spese effettivamente sostenute entro il limite di dodici mesi dalla data del sinistro; - per i Supporti dati si tiene conto del costo di riacquisto degli enti distrutti o danneggiati nonché delle spese necessarie per la ricostituzione dei dati contenuti negli stessi (memorizzati nell ultima copia di sicurezza), deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui. L indennizzo del danno avrà luogo a ricostituzione ultimata e sarà limitato alle spese effettivamente sostenute entro dodici mesi dalla data del sinistro. Se la ricostituzione non è necessaria o non avviene entro il termine indicato, l indennizzo riguarderà le sole spese per il riacquisto dei supporti dati privi d informazioni. Per Vetri, cristalli e specchi : si stima il Valore a nuovo degli enti distrutti e la spesa necessaria per riparare gli enti danneggiati, comprese le spese per la rimozione e posa in opera, deducendo il valore eventualmente ricavabile dai residui. Per le Merci in refrigerazione : l indennizzo viene corrisposto qualora la mancata o anormale produzione o distribuzione del freddo abbia avuto come conseguenza un deterioramento delle merci assicurate tale da impedirne lo smercio e/o l utilizzo come da perizia dell Ufficiale Sanitario e/o ASL e/o Ente preposto che abbia redatto un verbale di distruzione delle merci stesse. Per i Valori : si determina il valore nominale del denaro e delle carte valori e si sommano le spese relative alla procedura di ammortamento relativa ai titoli di credito, fermo restando quanto previsto dall Art. 7 Limite massimo di indennizzo delle Norme Generali. Per i danni relativi ai titoli di credito, il Contraente e/o l Assicurato deve dimostrare di avere esercitato tutti i diritti e le azioni spettantegli a norma di legge per la realizzazione del credito risultante dal titolo. L Impresa indennizza il danno accertato dai periti a seguito dell esercizio totalmente o parzialmente infruttuoso di tali adempimenti, ma il pagamento potrà avvenire solo dopo la scadenza dei titoli stessi. Per gli effetti cambiari, l indennizzo è limitato a quegli effetti per i quali sia possibile l esercizio dell azione cambiaria. Art. 6 Assicurazione parziale Se dalle stime effettuate al momento del sinistro risulta che il valore dei beni, esclusi quelli assicurati in deroga all articolo 1907 del Codice Civile, determinato secondo i criteri dell Art. 16 Criteri per la determinazione delle somme assicurate della presente sezione, eccede la somma assicurata alla rispettiva partita, separatamente considerata, l Impresa risponde del danno in proporzione del rapporto fra somma assicurata e valore risultante al momento del sinistro. Tuttavia l Impresa rinuncia all applicazione della suddetta proporzionale, qualora l eccedenza riscontrata al momento del sinistro risulti, partita per partita, non superiore al 10%, elevato al 20% se la polizza risulta indicizzata. Qualora detto limite venga oltrepassato, si applica la regola proporzionale esclusivamente per l eccedenza rispetto a detta percentuale. Resta comunque convenuto che il Contraente e/o l Assicurato si obbliga ad integrare le somme assicurate per la residua durata del contratto, in misura corrispondente alla constatata scopertura a far tempo dalla prima scadenza di premio annuale successiva alla data del sinistro. Ove non Pag. 12 di 68

Polizza BNL Formula Continua

Polizza BNL Formula Continua CARGEAS Assicurazioni S.p.A. Polizza BNL Formula Continua Contratto di Assicurazione per la copertura dei Danni Indiretti Data ultimo aggiornamento: 0 Aprile 015 Il presente Fascicolo Informativo contenente:

Dettagli

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx)

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx) SVILUPPO ITALIA Contratto di assicurazione Incendio-Furto dedicato alle Attività Produttive destinatarie delle agevolazioni finanziarie concesse dall Agenzia Nazionale per l attrazione degli investimenti

Dettagli

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione multirischi MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Fascicolo Informativo edizione 1 Luglio 2011 Il presente Fascicolo Informativo contiene i seguenti documenti:

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni.

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni. AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ Le polizze più complete per i tuoi veicoli Condizioni di assicurazione www.toroassicurazioni.it Indice Pagina AUTOSYSTEM PIÙ - DRIVERSYSTEM PIÙ - MOTOSYSTEM

Dettagli

PARTNER GLOBALE UFFICIO

PARTNER GLOBALE UFFICIO $c1$ 40128 Bologna (Italia) Via Stalingrado, 45 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 30 unipol_div_milano.png piedino_solo_datisoc_gruppo.png Jmilano2.png UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Divisione Milano www.unipolsai.com

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa. in azienda. Modello 7603 - Ed. 01.07.2014

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa. in azienda. Modello 7603 - Ed. 01.07.2014 Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa in azienda Modello 7603 - Ed. 01.07.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni di

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI PRODOTTO IMPRESA CONFORT Il presente fascicolo informativo contenente a) Nota Informativa, comprensiva del glossario b) Condizioni di Assicurazione deve essere

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA $c1$ 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SAGNEW \FORM\LOGO\ 1 JMINESCOMPESTMPA.png Jmilano2.png Milano Assicurazioni S.p.A. www.milass.it firma_milano.png JMARCH.bmp C:\SAGNEW \FORM\LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG

Dettagli

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI:

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: SEZIONE I. INCENDIO ED ALTRI EVENTI SEZIONE II. INCENDIO ED ALTRI EVENTI BENI IMMOBILI STORICO-ARTISTICI. SEZIONE III. FURTO ED ALTRI EVENTI

Dettagli

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Contraente: COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Partita IVA: 00350160503 Periodo di efficacia dell assicurazione: Premio: - Effetto dalle ore 24 del: 30/04/2009 - Scadenza alle 24

Dettagli

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia POLIZZA (modello MHFBDM0712 - data dell ultimo aggiornamento: Luglio 2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTIENE: - LA NOTA INFORMATIVA,

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE 3021 polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE Nota informativa ISVAP..... pag. 1 Informativa Privacy........ pag. 3 Definizioni

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela patrimonio Per la famiglia Abitare oggi plus Assicurazione modulare per l abitazione Il presente Fascicolo informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione Famiglia Più Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CONTRAENTE AZIENDA ULSS 20 VIA VALVERDE, 42 37122 VERONA (VR) C.F. 02573090236 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2010 SCADENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2015

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

abitare ProtettI assistenza

abitare ProtettI assistenza abitare ProtettI assistenza Guida alla Consultazione Informazioni Principali pag. 2 Quali vantaggi Cosa offre Decorrenza e durata dell Assicurazione Come accedere ai servizi Informazioni sull Intermediario

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene:

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene: Servizio Clienti: 02 2805.2806 Servizio Sinistri: 02 2805.2808 Assistenza: 02 2660.9396 Contratto di assicurazione per la Casa Io e la mia Casa Fascicolo Informativo Edizione 3/2015 Il presente Fascicolo

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG.

POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG. POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG. 6 2. CONDIZIONI RELATIVE ALLA

Dettagli

più prestate. Franchigie. soffittature.

più prestate. Franchigie. soffittature. CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE POLIZZAA COLLETTIVA N. 5445/02 DEFINIZIONI VALIDE PER TUTTE LE SEZIONI fissi, infissi, opere di fondazione ed interrate, impianti idrici ed Abitazione (per la sola sezione Assistenza

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Norme che regolano il contratto

Norme che regolano il contratto Norme che regolano il contratto Mod. 250/B ed. 04/2007 (dati tipografia, n copie) L assicurazione in generale DEFINIZIONI Nel testo di polizza si intendono per: Assicurazione: il contratto di assicurazione

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa Sara Casa Pronta il contratto di assicurazione multirischio per la casa Fascicolo Informativo ll presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO ASSOCIAZIONE DI BOLOGNA Servizi alla Comunità Settore Autoriparazione AUTO SOSTITUTIVA ISTRUZIONI PER L USO Premessa pag. 3 Tipologie con le quali è possibile gestire il servizio pag. 4 Aspetti gestionali

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO.

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO. COVEA FLEET S.A. del Gruppo COVEA CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO VALUE NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO Il presente Fascicolo Informativo, contenente: 1) Nota Informativa

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Artigiani e Piccole Imprese

Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Contratto di Assicurazione a copertura dei rischi: Incendio, Responsabilità Civile danni a terzi e prestatori di lavoro, Responsabilità Civile danni

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco Contratto di assicurazione per la copertura dei Rischi Tecnologici POLIZZA DI ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE DI OPERE CIVILI Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa,

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione.

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Modello 7261 Ed. 01.03.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni di assicurazione

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli