ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA"

Transcript

1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA Lezione quinta parte Dott.ssa Annamaria Fiarè

2 Gli oggetti che si osservano al MICROSCOPIO OTTICO sono generalmente trasparenti e molto sottili; vengono montati sopra una lastrina di vetro, detta VETRO PORTAOGGETTO, in un mezzo omogeneo come acqua o balsamo di Canadà (quest ultimo serve per PREPARATI PERMANENTI ossia duraturi) e coperti con un altra lastrina di vetro, detta VETRINO COPRIOGGETTO, in modo che il preparato sia di spessore uniforme

3 Il PREPARATO A FRESCO E UN ALLESTIMENTO NON PERMANENTE. I CAMPIONI VENGONO SISTEMATI IN UNA GOCCIA D ACQUA E COPERTI DA UN VETRINO COPRIOGGETTO

4 Foglie di Iris Acqua Pinzetta a punta sottile Vetrini porta- e coprioggetti Bisturi Pipetta Pauster Microscopio ottico Album e matita

5

6 Mettere una goccia d acqua al centro di un vetrino pulito, prelevata con una pipetta Pauster Con un bisturi effettuare un taglio della foglia di Iris Eseguire una sezione longitudinale dell epidermide della foglia di Iris con l aiuto di una pinzetta e montarla direttamente sulla goccia di acqua, posta precedetemene sul vetrino portaoggetto Appoggiare il margine del coprioggetto al margine della goccia d acqua ed abbassare delicatamente in modo che l acqua in cui si trova il campione si spanda uniformemente sotto il coprioggetto Fare attenzione a non formare bolle d aria sotto o attorno al campione. Non premere sul coprioggetto. Se ci fosse troppa acqua, togliere l eccesso toccando un margine del coprioggetto con della carta assorbente Il preparato è pronto per essere osservato al M. O Disegnare quanto osservato

7

8 Quando si deve usare il microscopio, lo si estrae dalla custodia prendendolo per il braccio e lo si pone sul tavolo da lavoro. Mettere il microscopio sul tavolo con gli oculari rivolti verso di voi Girare la torretta finché l obiettivo (4X) non è ben allineato con il corpo del microscopio. Sentirete un click quando l obiettivo sarà posizionato correttamente (in caso contrario vedrete le vostre ciglia su un fondo scuro) Accendere la lampada e regolare la luminosità. Gli obiettivi più potenti richiedono maggiore luce. Regolare il condensatore se è mobile. Quando si usano gli obiettivi 4X o 10X, la lente superiore del condensatore deve stare a circa 5 mm dal vetrino, ma quando si usa l obiettivo 40X (alto ingrandimento) la lente superiore del condensatore deve essere poco al di sotto della sua posizione più alta o circa 2 mm sotto il vetrino. Il diaframma ad iride deve essere regolato in modo da avere il campo ottico in modo chiaro ed uniforme. L illuminazione deve essere modificata anche quando si cambia preparato; con preparati spessi o intensamente colorati bisogna aumentare l illuminazione, aprendo il diaframma, e viceversa con preparati sottili o non colorati.

9 Usare la manopola macrometrica per abbassare il piano portaoggetto prima di mettere il vetrino Mettere il vetrino con il preparato sul piano portaoggetti, assicurandovi che il coprioggetto sia rivolto verso l obiettivo. Collocare il vetrino in modo da avere il campione direttamente sopra il foro del piano Guardare il piano portaoggetti di lato mentre lo spostate verso l alto (o mentre spostate il corpo del microscopio verso il basso) fino a quando la lente dell obiettivo non sfiora il preparato. Mentre lo fate, osservare in quale direzione state girando la macrometrica, se verso di voi o nel senso opposto. Con un po di esperienza saprete automaticamente da che parte girare la manopola. Attenzione a non urtare il vetrino con l obiettivo per non danneggiare né l uno né l altro.

10 Mentre guardate attraverso l oculare, usate la macrometrica per allontanare il piano portaoggetti dall obiettivo. Quando il preparato comincia ad apparire, girate la micrometrica lentamente per mettere a fuoco. Potete sapere di quante volte è stato ingrandito il campione moltiplicando il potere dell obiettivo per quello dell oculare. Se usate un binoculare, considerate solo l ingrandimento di un oculare Ruotare la torretta in modo che l obiettivo 10X si incastri al suo posto. Di nuovo, verificate lo spazio tra l obiettivo e il preparato. La DISTANZA DI LAVORO (spazio fra obiettivo e preparato) diminuisce aumentando il potere degli obiettivi e degli ingrandimenti maggiori. Se il vostro microscopio è parafocale (cioè quando si sia posto a fuoco l oggetto con un obiettivo, si può cambiare di obiettivo senza perde completamente il fuoco) probabilmente riuscirete a mettere a fuoco soltanto la micrometrica. Se avete bisogno di usare la macrometrica, ricordate di non girarla mai guardando attraverso gli oculari, ma sempre guardando di lato.

11 La dimensione del campo ottico (l area che vedete) varia in proporzione inversa all ingrandimento: maggiore l ingrandimento, minore il campo ottico.

12 A volte il campione non ha ugual spessore ovunque e la profondità alla quale è possibile mettere a fuoco (profondità di campo) è limitata. Maggiore è l ingrandimento, più ridotta è la profondità di campo. Esaminare i preparati spessi fochettando continuamente, per mettere a fuoco piani a diverse profondità del campione Quando saprete usare bene il microscopio con l obiettivo 10 X, cambiatelo con il 40X. A forte ingrandimento l oggetto da osservare deve essere ben centrato, poiché l obiettivo prende solo una piccola parte del campo osservabile a basso ingrandimento Per evitare di colpire il vetrino con la lente, guardate ancora di lato mentre spostate l obiettivo più potente. Può essere necessario muovere la micrometrica per focalizzare l immagine. Ricordate di non usare mai la macrometrica con gli obiettivi più potenti

13 COSA OSSERVO? All esame microscopico appaiono delle strutture incolori più o meno rettangolari,intervallate, con una certa regolarità, da piccole formazioni rotondeggianti simili a due fagioli affiancati e di un debole colore verde. All interno di ogni struttura rettangolare si nota una zona più scura, rotondeggiante, in genere addossata alla parete DISCUSSIONE: Le strutture rettangolari sono delle cellule epidermiche, che risultano strettamente addossate le une alle altre, cioè prive di spazi intercellulari, in modo tale da costituire un efficace barriera tra i tessuti interni e l ambiente esterno. Le cellule sono incolori, a testimonianza che non contengono cloroplasti e che quindi sono incapaci di fotosintetizzare. Le caratteristiche formazioni simili a fagioli, intervallate tra le cellule epidermiche, costituiscono le cellule di guardia che delimitano la rima di uno stoma, la cui apertura e chiusura regola gli scambi gassosi tra pianta e atmosfera. Le cellule di guardia sono colorate di verde, poiché contengono ciascuna parecchi cloroplasti.

14 SEZIONE LONGITUDINALE DELL EPIDERMIDE DELLA FOGLIA DI IRIS: preparato estemporaneo osservato al M. O

PON C1 L invisibile intorno a noi

PON C1 L invisibile intorno a noi Scuola Secondaria di I Grado MICHELANGELO - Bari PON C1 L invisibile intorno a noi Prof.ssa Anna Maria D Orazio Il MICROSCOPIO e uno strumento che consente di osservare oggetti di dimensioni tali da non

Dettagli

ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA

ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA ESERCITAZIONI DI BIOLOGIA Lezione prima parte Dott.ssa Annamaria Fiarè Il MICROSCOPIO e uno strumento che consente di osservare oggetti di dimensioni

Dettagli

Studiare le cellule:

Studiare le cellule: Studiare le cellule: Le cellule possono essere studiate dal punto di vista morfologico, biochimico e funzionale. L'analisi biochimica e funzionale ha lo scopo di studiare la natura chimica e le modalità

Dettagli

MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO

MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO MICROSCOPIA OTTICA: INGRANDIMENTO E MICROSCOPIO OTTICO La microscopia ottica è una tecnica di osservazione capace di produrre immagini ingrandite di oggetti o di particolari di essi, troppo piccoli per

Dettagli

MICROSCOPI BIOLOGICI Modello: SA 300 B SA 300 T

MICROSCOPI BIOLOGICI Modello: SA 300 B SA 300 T MICROSCOPI BIOLOGICI Modello: SA 300 B SA 300 T MANUALE DI ISTRUZIONI Il microscopi biologici della serie BLU LINE sono dotati di ottiche ACROMATICHE (x,10x,0,100x), e coppia di oculari a larghissimo campo

Dettagli

A.O. /Liceo Versari/2014_15. parola microscopio è stata coniata dai membri Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche ileo Galilei

A.O. /Liceo Versari/2014_15. parola microscopio è stata coniata dai membri Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche ileo Galilei Il Microscopio A.O. /Liceo Versari/2014_15 parola microscopio è stata coniata dai membri Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche ileo Galilei Quanto è piccola una cellula Il volume della cellula

Dettagli

LA CELLULA VEGETALE. Il MICROSCOPIO OTTICO

LA CELLULA VEGETALE. Il MICROSCOPIO OTTICO LA CELLULA VEGETALE Il MICROSCOPIO OTTICO L origine del microscopio ottico è ancora materia di discussione. La maggior parte degli studiosi, tuttavia, fanno risalire i primi microscopi ottici alla fine

Dettagli

SICSI. Laboratorio di Zoologia Prof. Andreuccetti. Carlo de Lauro Matr. 807/635 Luca Menniti Matr. 807/623. Anno accademico 2006/07

SICSI. Laboratorio di Zoologia Prof. Andreuccetti. Carlo de Lauro Matr. 807/635 Luca Menniti Matr. 807/623. Anno accademico 2006/07 SICSI Indirizzo Scienze Naturali VI Ciclo Classe A059 Laboratorio di Zoologia Prof. Andreuccetti Cellule vegetali e animali Carlo de Lauro Matr. 807/635 Luca Menniti Matr. 807/623 Anno accademico 2006/07

Dettagli

Il Microscopio. Il microscopio, dal greco micron (piccolo) e. skopein (guardare), è uno strumento che. permette di ottenere un immagine ingrandita

Il Microscopio. Il microscopio, dal greco micron (piccolo) e. skopein (guardare), è uno strumento che. permette di ottenere un immagine ingrandita Il Microscopio Il Microscopio Il microscopio, dal greco micron (piccolo) e skopein (guardare), è uno strumento che permette di ottenere un immagine ingrandita degli oggetti osservati. Unità di misura Unità

Dettagli

Esercitazione di Microbiologia generale. Microscopia

Esercitazione di Microbiologia generale. Microscopia Esercitazione di Microbiologia generale Microscopia I microrganismi Le cellule più primitive viventi attualmente sono i batteri questi appartengono a un gruppo di organismi chiamati procarioti (letteralmente

Dettagli

S.I.C.S.I. VI CICLO. Classi A059/A060. Corso: Laboratorio di zoologia A059 Prof. P. Andreuccetti

S.I.C.S.I. VI CICLO. Classi A059/A060. Corso: Laboratorio di zoologia A059 Prof. P. Andreuccetti S.I.C.S.I. VI CICLO Indirizzo Scienze Naturali Classi A059/A060 Corso: Laboratorio di zoologia A059 Prof. P. Andreuccetti ALLA SCOPERTA DELLA CELLULA Specializzanda: De Pietro Maria 807/578 DESTINATARI:

Dettagli

La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei

La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei La microscopia ottica è una tecnica di osservazione capace di produrre immagini ingrandite

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

~11~1:~ Un po' di storia

~11~1:~ Un po' di storia ~11~1:~ Lo Zoomscope è formato da un obiettivo, da un oculare e da una lente mobile che consente di variare l'ingrandimento. La variazione dell'ingrandimento si fa grazie alla rotella posta sul fianco

Dettagli

ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO

ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO ALLA SCOPERTA DI UN MONDO MICROSCOPICO Capire chi siamo, come siamo fatti e in che mondo viviamo sono esigenze vitali delle persone e, in particolare, dei bambini. Bisogna allora cominciare a guardare

Dettagli

Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17

Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17 G. Sini Scheda n 25 OBBIETTIVO Ottica Turi PL 40/0,65 160/0,17 In questo stesso sito, nella scheda tecnica n 14, si è già trattato dell obbiettivo PL 60/0,85, che appartiene alla stessa serie, ed a quella

Dettagli

www.otticasanmarco.it

www.otticasanmarco.it Guida alla collimazione con Laser con lente di Barlow ATTENZIONE: Il raggio laser può danneggiare in modo irreparabile la vista se puntato direttamente negli occhi. 1 Introduzione La collimazione tramite

Dettagli

MICROSCOPIO MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MICROSCOPIO MANUALE D USO E MANUTENZIONE 1 MICROSCOPIO MANUALE D USO E MANUTENZIONE ATTENZIONE: Gli operatori devono leggere e capire completamente questo manuale prima di utilizzare il prodotto. M31000-M-Rev.1-06-14 2 A B C N D E F M L G H I

Dettagli

Stage3 Il mondo fatto a fette Il mondo al microscopio

Stage3 Il mondo fatto a fette Il mondo al microscopio Stage3 Il mondo fatto a fette Il mondo al microscopio Il terzo stage è dedicato all osservazione degli esseri viventi e del mondo intorno a noi attraverso il microscopio. Dallo studio dei campioni nel

Dettagli

TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647. European standard quality

TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647. European standard quality TAGLIACAPELLI PROFESSIONALE TC647 TC647 European standard quality Consigliamo di leggere attentamente il presente manuale d istruzioni prima di procedere nell utilizzo dell apparecchio e di conservare

Dettagli

www.otticasanmarco.it

www.otticasanmarco.it Guida alla collimazione con oculare Cheshire 1 Introduzione Di seguito, prima della descrizione della procedura con la collimazione tramite il cheshire avanzato, verranno illustrate le procedure per l

Dettagli

Microscopio ECLIPSE E200. Istruzioni

Microscopio ECLIPSE E200. Istruzioni Microscopio ECLIPSE E200 Istruzioni : 0 Grazie di aver acquistato un prodotto Nikon. Questo manuale serve per l utilizzo del microscopio ECLIPSE E200,e descrive le principali caratteristiche dello strumento.per

Dettagli

Costruirsi un microscopio

Costruirsi un microscopio Costruirsi un microscopio I. INFORMAZIONI PRELIMINARI: PRINCIPIO OTTICO Nella sua configurazione di base, il microscopio è costituito da due lenti: l obiettivo e l oculare (Figura 1). L obiettivo è una

Dettagli

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Lezione 1: Cosa significa confrontare due lunghezze? Attività n 1 DOMANDA N 1 : Nel vostro gruppo qual è la matita più lunga? DOMANDA N

Dettagli

IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base. Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli

IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base. Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli IL MICROSCOPIO: principi e componenti di base Che cos è un microscopio? Il microscopio è uno strumento che rende visibili i dettagli più piccoli Il microscopio compie tre operazioni: 1) Ingrandimento:

Dettagli

n 14 OBBIETTIVO PL 60/0,85 160/0,17 Ottica Turi

n 14 OBBIETTIVO PL 60/0,85 160/0,17 Ottica Turi n 14 OBBIETTIVO PL 60/0,85 160/0,17 Ottica Turi PERIZIA su 4 esemplari PARAMETRI Caratteristiche meccaniche a norme DIN: lunghezza ottica Lo = 45 mm; passo di vite RMS. Montatura molleggiata. Ingrandimento

Dettagli

MANUALE DI PRIMO SOCCORSO. (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. )

MANUALE DI PRIMO SOCCORSO. (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. ) MANUALE DI PRIMO SOCCORSO (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. ) IN OGNI CASO,PRIMA DI TUTTO CHIAMARE UN ADULTO O SE SIAMO COL BRANCO, UN VECCHIO LUPO 1) FERITE e ABRASIONI cutanee Cosa sono?

Dettagli

Costruirsi un cannocchiale galileiano

Costruirsi un cannocchiale galileiano Costruirsi un cannocchiale galileiano I. INFORMAZIONI PRELIMINARI - IL PRINCIPIO OTTICO Un cannocchiale galileiano impiega due sole lenti. La lente obbiettiva è convergente (piano-convessa), la lente oculare

Dettagli

Il microscopio ottico. La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei

Il microscopio ottico. La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei Il microscopio ottico La parola microscopio è stata coniata dai membri dell Accademia dei Lincei di cui faceva parte anche Galileo Galilei Ingrandimento Un oggetto può essere visto a fuoco se posizionato

Dettagli

FENOMENI DI SUPERFICIE 1 Un possibile percorso: LA TENSIONE SUPERFICIALE Scheda esperienza 1

FENOMENI DI SUPERFICIE 1 Un possibile percorso: LA TENSIONE SUPERFICIALE Scheda esperienza 1 PIANO ISS P r e s i d i o M I L A N O I s t i t u t o T e c n i c o I n d u s t r i a l e S t a t a l e L i c e o S c i e n t i f i c o T e c n o l o g i c o E t t o r e M o l i n a r i Via Crescenzago,

Dettagli

OPTIKA. geass.com. Microscopi INDUSTRIALI

OPTIKA. geass.com. Microscopi INDUSTRIALI OPTIKA I T A L Y geass.com Microscopi INDUSTRIALI MICROSCOPI METALLOGRAFICI 1 Icone 400x x-led 2 Monoculare Ingrandimento 400X lluminazione X-LED 2 2 Binoculare 1000x x-led 3 Ingrandimento 1000X lluminazione

Dettagli

Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro

Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro Procedura per la produzione delle vele armo 1,2 e 3 classe 1 Metro Introduzione La produzione di vele in conto proprio è l aspirazione d ogni skipper di barche classe 1 metro. Per prima cosa devo dire

Dettagli

Refill Infinity System per Stampanti Canon

Refill Infinity System per Stampanti Canon Refill Infinity System per Stampanti Canon Note: Leggere le istruzioni e verificare che la testina di stampa sia funzionante prima dell installazione Compatibile con: CANON PIXMA IP4850 del sistema di

Dettagli

Manuale Plastificatrice A4 Linea Classica

Manuale Plastificatrice A4 Linea Classica Manuale Plastificatrice A4 Linea Classica Descrizione: 1. Entrata busta 2. Spia pronto 3. Spia alimentazione 4. Interruttore di alimentazione 5. Uscita busta Parametro: Dimensione: 335 x 100 x 86 mm Velocità

Dettagli

OPTIKA. Serie B-380. Microscopi diritti da laboratorio. Microscopi diritti da laboratorio

OPTIKA. Serie B-380. Microscopi diritti da laboratorio. Microscopi diritti da laboratorio OPTIKA M I C R O S C O P E S I T A L Y Microscopi diritti da laboratorio B-80 B-82PL-ALC / B-8PL / B-82PLi-ALC / B-8PLi / B-82PH-ALC B-8PH / B-8PHi / B-82PHi-ALC / B-8POL / B-8MET / B-8FL / B-8LD1 / B-8LD2

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

Prima di procedere all'applicazione delle lenti a contatto consigliamo sempre di:

Prima di procedere all'applicazione delle lenti a contatto consigliamo sempre di: COME INDOSSARLE... APPLICAZIONE E RIMOZIONE E MANUTENZIONE DELLE LAC Prima di procedere all'applicazione delle lenti a contatto consigliamo sempre di: Manipolare le lenti a contatto sopra una superficie

Dettagli

Tecniche di microscopia

Tecniche di microscopia Tecniche di microscopia I microscopi permettono di vedere l estremamente piccolo I microscopi ottici utilizzano lenti di vetro in grado di deflettere e focalizzare i raggi luminosi per riprodurre le immagini

Dettagli

Laboratorio 1, Parte I MISURA DEL POTENZIALE IDRICO NEI TESSUTI VEGETALI

Laboratorio 1, Parte I MISURA DEL POTENZIALE IDRICO NEI TESSUTI VEGETALI Laboratorio 1, Parte I MISURA DEL POTENZIALE IDRICO NEI TESSUTI VEGETALI Lo scopo di questa esercitazione è quello di familiarizzare con il metodo della variazione del peso di un tessuto vegetale per la

Dettagli

Accessori Teste senza oculari Obiettivi BD semipiani fondo chiaro/ fondo scuro, tipo infinito Accessori per fotografia e videocamera AE.

Accessori Teste senza oculari Obiettivi BD semipiani fondo chiaro/ fondo scuro, tipo infinito Accessori per fotografia e videocamera AE. Serie M italiano La serie M I microscopi Euromex della serie M consistono di tre tipi: un microscopio per la metallurgia, un microscopio polarizzante e un microscopio specificatamente studiato per il controllo

Dettagli

RICOPRIRE UN ALBUM FOTO

RICOPRIRE UN ALBUM FOTO MATERIALE OCCORRENTE: - Interno album - 2 piatti tagliati nel cartone da legatoria - 1 dorsino in cartoncino leggero - 1 rettangolo di carta Kraft - taglierino - forbici - matita - riga in metallo - squadra

Dettagli

SH KOLLEG SERIES. La Serie Motic SH Kolleg è formata da una gamma. Serie di Microscopi Biologici

SH KOLLEG SERIES. La Serie Motic SH Kolleg è formata da una gamma. Serie di Microscopi Biologici SH KOLLEG SERIES SH KOLLEG SERIES Serie di Microscopi Biologici La Serie Motic SH Kolleg è formata da una gamma completa di microscopi biologici con obiettivi acromatici standard DIN che forniscono immagini

Dettagli

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu IL NUOVO VOLTO DELL EURO Scopri la nuova banconota da 10 www.euro.ecb.europa.eu LA SERIE EUROPA : CARATTERISTICHE DI SICUREZZA Facili da controllare e difficili da falsificare Le nuove banconote da 5 e

Dettagli

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile

MANUALE DI FUNZIONAMENTO. Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile MANUALE DI FUNZIONAMENTO Modello BHT 10440 Durometro Brinell Portatile 1. Introduzione Questo è un durometro portatile di tipo Brinell. È progettato in accordo con il metodo dinamico di prova di durezza.

Dettagli

TAGLIA CAPELLI E BARBA RB700. manuale d istruzione. European Standard Quality

TAGLIA CAPELLI E BARBA RB700. manuale d istruzione. European Standard Quality TAGLIA CAPELLI E BARBA RB700 manuale d istruzione European Standard Quality Consigliamo di leggere attentamente il presente manuale d istruzioni prima di procedere nell utilizzo dell apparecchio e di conservare

Dettagli

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche FONDAMENTI DI TECNOLOGIE CHIMICHE PER L'INDUSTRIA E PER L'AMBIENTE (modulo

Dettagli

Manuale d istruzioni My Custom Design

Manuale d istruzioni My Custom Design Manuale d istruzioni My Custom Design Leggere questo documento prima di utilizzare la macchina. Si consiglia di conservare questo documento nelle vicinanze per un eventuale riferimento futuro. Introduzione

Dettagli

Beauty Book. by Carla Puchetti make-up artist

Beauty Book. by Carla Puchetti make-up artist Beauty Book by Carla Puchetti make-up artist Il primo step per realizzare un trucco perfetto è l applicazione del fondotinta sulla pelle pulita e idratata Mettere una dose di fondotinta sul dorso della

Dettagli

Always here to help you. Register your product and get support at www.philips.com/welcome. RQ1100 Series. User manual

Always here to help you. Register your product and get support at www.philips.com/welcome. RQ1100 Series. User manual Always here to help you Register your product and get support at www.philips.com/welcome RQ1100 Series User manual 1 94 Italiano Descrizione generale (fig. 1) A Rasoio 1 Display 2 Pulsante on/off rasoio

Dettagli

tradizione e rivoluzione nell insegnamento delle scienze Istruzioni dettagliate per gli esperimenti mostrati nel video La Fisica nella TV

tradizione e rivoluzione nell insegnamento delle scienze Istruzioni dettagliate per gli esperimenti mostrati nel video La Fisica nella TV tradizione e rivoluzione nell insegnamento delle scienze Istruzioni dettagliate per gli esperimenti mostrati nel video La Fisica nella TV prodotto da Reinventore con il contributo del MIUR per la diffusione

Dettagli

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x)

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x) Serie MicroMet Lenti di precisione Codice 4010026 Codice 4010028 Codice 4010039 Lente di ingrandimento con illuminatore Campo visivo 30 mm Con astuccio Fornita senza batterie (sono necessarie 2 pile mezza

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

Shakti Book_2. Collo e spalle. Il tuo programma Shakti Mat per risolvere o alleviare I dolori e le contratture di collo e spalle.

Shakti Book_2. Collo e spalle. Il tuo programma Shakti Mat per risolvere o alleviare I dolori e le contratture di collo e spalle. e spalle Il tuo programma Shakti Mat per risolvere o alleviare I dolori e le contratture di collo e spalle. Impara come stare meglio in sole 4 settimane. e spalle Benvenuto settimana Benvenuto nel tuo

Dettagli

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GLI STAMPI Indice Indice... 1 1. -STAMPI IN GESSO... 2 Amici del Presepe Monte Porzio Catone pag. 1 STAMPI 1.

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

CLASSIC. Il meglio della linea Classic!

CLASSIC. Il meglio della linea Classic! 2 CLASSIC Il meglio della linea Classic! Nella selezione Motic Classic abbiamo inserito i microscopi Motic, a basso costo, più venduti sul mercato. Ci troverà un microscopio composto Classic, per l'osservazione

Dettagli

PREPARATI INCLUSI: l infiltrazione e l inclusione

PREPARATI INCLUSI: l infiltrazione e l inclusione l infiltrazione e l inclusione Poiché la consistenza della maggior parte di tessuti fissati (ad eccezione di quelli congelati che si infiltrano ma non si includono) è tale da non permettere di sezionare

Dettagli

Serie B-150 B-150. Microscopi biologici avanzati per studenti. Microscopi biologici avanzati per studenti B-150

Serie B-150 B-150. Microscopi biologici avanzati per studenti. Microscopi biologici avanzati per studenti B-150 Microscopi biologici avanzati per studenti B-150 B-151 - B-153 - B-155 - B-157 - B-159 B-150POL-M - B-150POL-B Serie B-150 Microscopi biologici avanzati per studenti B-150 Pag 13 Serie B-150 La serie B-150

Dettagli

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio questo interesserà più cellule e quindi apparirà più

Dettagli

Come è l intensità della luce quando ti allontani dalla sorgente luminosa?

Come è l intensità della luce quando ti allontani dalla sorgente luminosa? Ciao! Ti ricordi quale era il problema allora? Riprendiamolo brevemente. La posizione reale di una stella può essere diversa da quello che ti sembra, ma quelle che vediamo più deboli sono veramente tali?

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS 3B SCIENTIFIC PHYSICS Canale per le onde nell acqua 1000807 Istruzioni per l'uso 09/15 ALF 1. Descrizione Il canale per onde d acqua serve a dimostrare e ad esaminare le onde superficiali dell acqua. È

Dettagli

Lenti e ingrandimento

Lenti e ingrandimento Microscopia Lenti e ingrandimento q1 q2 Interfaccia sferica a g b R n1 n2 L s s N ) - (N N N ) ( N N N sin N sin 1 2 2 1 2 1 2 1 2 2 1 1 b g a g b a b g q b b a q q q s' L, s L, R L g a b R N ) - (N s'

Dettagli

Alla scoperta dell acqua intorno a noi Un possibile percorso 1. Alla scoperta dell acqua intorno a noi (I) Un possibile percorso 2

Alla scoperta dell acqua intorno a noi Un possibile percorso 1. Alla scoperta dell acqua intorno a noi (I) Un possibile percorso 2 I s t i t u t o T e c n i c o I n d u s t r i a l e S t a t a l e L i c e o S c i e n t i f i c o T e c n o l o g i c o E t t o r e M o l i n a r i Via Crescenzago, 110-20132 Milano - t e l. : ( 0 2 )

Dettagli

Materiale occorrente Un mortaio di vetro, porcellana o metallo Una provetta o altro piccolo recipiente di vetro Carta da filtro

Materiale occorrente Un mortaio di vetro, porcellana o metallo Una provetta o altro piccolo recipiente di vetro Carta da filtro Scheda n.1 Estrazione della clorofilla Obiettivo Estrarre la clorofilla dalle piante Un mortaio di vetro, porcellana o metallo Una provetta o altro piccolo recipiente di vetro Carta da filtro Sostanze

Dettagli

Il punto di stazione. Corso di orientamento e Cenni di topografia Dario Tommasi IW0QNL

Il punto di stazione. Corso di orientamento e Cenni di topografia Dario Tommasi IW0QNL Il punto di stazione Abbiamo visto tanti modi per usare la bussola, abbiamo visto come trovare un punto sulla carta e come darne le coordinate, come seguire un percorso, ma la cosa più importante è sapere

Dettagli

TAGLIACAMPIONI PROFESSIONALE SAMPLE CUTTER

TAGLIACAMPIONI PROFESSIONALE SAMPLE CUTTER BIS S.r.l. Via Trieste, 31-20080 Bubbiano MI - Italia Tel.: +39 02 90834207 (r.a.) - Fax: +39 02 90870542 P. IVA 03774900967 e-mail: info@bisbis.it - http://www.bilanceonline.it TAGLIACAMPIONI PROFESSIONALE

Dettagli

ARH-2 GUIDA D'INSTALLAZIONE RAPIDA Versione 1.4, 21 febbraio 2001

ARH-2 GUIDA D'INSTALLAZIONE RAPIDA Versione 1.4, 21 febbraio 2001 ARH-2 GUIDA D'INSTALLAZIONE RAPIDA Versione 1.4, 21 febbraio 2001 AVVERTENZA: QUESTA GUIDA SINTETICA D'INSTALLAZIONE È DESTINATA AI TECNICI ESPERTI. A COLORO CHE NON HANNO ESPERIENZA A RIGUARDO, SI RACCOMANDA

Dettagli

MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO. Andante e Rondò

MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO. Andante e Rondò MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO Andante e Rondò Manuale di utilizzo della Macchina per la tempera della punta dell ancia Andante e Rondò Bagnare l'ancia e assicurarsi che la curvatura

Dettagli

Tecniche di isolamento

Tecniche di isolamento Tecniche di isolamento Considerazioni generali Spesso il primo passo verso un isolamento di successo è quello di imitare le condizioni ambientali in cui vive l organismo. Ad esempio per alghe marine che

Dettagli

ELENCO DEL MATERIALE. i vertici di un quadrato (una serie per ogni gruppo di studenti) 25 righelli in cartoncino plastificato (uno per ogni studente)

ELENCO DEL MATERIALE. i vertici di un quadrato (una serie per ogni gruppo di studenti) 25 righelli in cartoncino plastificato (uno per ogni studente) ELENCO DEL MATERIALE FORZE IN EQUILIBRIO 1 piano triangolare forato, in plexiglas 3 gambe in alluminio 3 carrucole in alluminio montate su cuscinetti a sfere 3 masse in ottone, dello stesso peso, con dispositivo

Dettagli

SULLE ORME DI GALILEO LA LUCE DELLA LUNA

SULLE ORME DI GALILEO LA LUCE DELLA LUNA SULLE ORME DI GALILEO LA LUCE DELLA LUNA L ottica nei Massimi Sistemi Nella prima giornata del Dialogo sui massimi sistemi c è una lunga discussione dedicata al confronto tra l aspetto apparente della

Dettagli

LA LUCE, I COLORI, LA VISIONE

LA LUCE, I COLORI, LA VISIONE LA LUCE, I COLORI, LA VISIONE Si è elaborato un percorso sia per la scuola primaria sia per la scuola secondaria di primo grado. I moduli sono indipendenti gli uni dagli altri ma sono presentati secondo

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro Quote prefabbricato Premessa Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai montato un forno per pizza prima d'ora. Ciò nonostante, specie le indicazioni sulla prima

Dettagli

PET-300 Termometro auricolare ad infrarossi per animali da compagnia Istruzioni d uso

PET-300 Termometro auricolare ad infrarossi per animali da compagnia Istruzioni d uso PET-300 Termometro auricolare ad infrarossi per animali da compagnia Istruzioni d uso Leggere attentamente le istruzioni prima dell uso Prefazione: Temperatura corporea di cani, gatti e conigli 1. Temperatura

Dettagli

4 Gli strumenti. e i metodi di misura. Misure di volume. Cilindri graduati. Matracci tarati

4 Gli strumenti. e i metodi di misura. Misure di volume. Cilindri graduati. Matracci tarati 4 Gli strumenti e i metodi di misura L osservazione di qualunque fenomeno fisico o chimico è sempre riconducibile all esame di una o più grandezze fisiche a esso associate. Qualunque esperimento pertanto

Dettagli

3 Microscopi polarizzatore

3 Microscopi polarizzatore 29 Microscopio KERN OPE-1 Educational line Pol La robusta soluzione di polarizzazione per il centro di formazione o l officina Vetrino λ e Cuneo di quarzo Caratteristiche Il OPE-1 KERN è un di polarizzazione

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Inlay String Tool System Sistema per intarsi

Inlay String Tool System Sistema per intarsi Inlay String Tool System Sistema per intarsi I componenti del sistema per intarsi Veritas possono essere assemblati in diversi modi, creando una gamma di utensili utili ad abbellire i lavori in legno con

Dettagli

Protocollo Crime Scene Investigation

Protocollo Crime Scene Investigation Protocollo Crime Scene Investigation Precauzioni da adottare in laboratorio: - non mangiare o bere - indossare sempre i guanti quando si maneggiano i tubini, i gel, le micropipette - nel dubbio, chiedere!

Dettagli

RADIOSITY TUTORIAL. versione originale su: http://www.mvpny.com/radtutmv/radiositytut1mv.html

RADIOSITY TUTORIAL. versione originale su: http://www.mvpny.com/radtutmv/radiositytut1mv.html RADIOSITY TUTORIAL La "Profondità Diffusione" che si imposta nella finesta Settaggi Radiosity (render- >parametri rendering->radiosity) stabilisce quante volte una fonte di illuminazione andrà a riflettersi

Dettagli

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Parte teorica Fenomenologia di base La luce che attraversa una finestra, un foro, una fenditura,

Dettagli

PRINCIPI BASE DI MICROSCOPIA E CORRETTO USO DEL MICROSCOPIO

PRINCIPI BASE DI MICROSCOPIA E CORRETTO USO DEL MICROSCOPIO PRINCIPI BASE DI MICROSCOPIA E CORRETTO USO DEL MICROSCOPIO Il microscopio ottico composto (cioè quello strumento più semplicemente definito microscopio ) rappresenta il mezzo diagnostico probabilmente

Dettagli

10. Strumenti Ottici e Microscopi Sommario

10. Strumenti Ottici e Microscopi Sommario GENERAL CATALOGUE EDITION 8 0. Strumenti Ottici e Microscopi Soario Strumenti Ottici 0 Lenti di ingrandimento 0 Microscopi 08 Microscopi ottici 08 Stereomicroscopi 06 Microscopi digitali e macchine fotografiche

Dettagli

SIAMO ANDATI AL LICEO SCIENTIFICO E. MAJORANA DI MONCALIERI E AL LICEO SCIENTIFICO V. MONTI DI CHIERI Nei laboratori di chimica, biologia e fisica per verificare che la pianta produce per tutti i viventi:

Dettagli

Ottica e prestazioni straordinarie nella sua categoria. Microscopio CX41 Serie CX2

Ottica e prestazioni straordinarie nella sua categoria. Microscopio CX41 Serie CX2 Ottica e prestazioni straordinarie nella sua categoria Microscopio CX41 Serie CX2 Prestazioni ottiche e di sistema all avanguardia con eccellente rapporto costo/prestazioni Questo microscopio, che ha già

Dettagli

I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO

I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO Modulo 3 dell ECDL Terza Parte pag. 1 di 10 CopyLeft Multazzu Salvatore I programmi per elaborazione del testo: Terza Parte SOMMARIO Stili... 3 Inserire il numero

Dettagli

Che cosa è la materia?

Che cosa è la materia? Che cosa è la materia? Tutti gli oggetti e le sostanze che ci stanno intorno sono costituite da materia. Ma che cosa è la materia? Il banco, la cattedra occupano uno spazio nell aula a causa del loro volume,

Dettagli

Accademia Scientifica Appunti per il lavoro in classe

Accademia Scientifica Appunti per il lavoro in classe Accademia Scientifica Appunti per il lavoro in classe Napoli 10-12 Aprile 2006 Marco Prunotto Le lenti Ingrandire il mondo intorno a noi Si cominciano le esercitazioni distribuendo il modulo 1 allegato

Dettagli

LA COLLIMAZIONE DEI TELESCOPI RIFLETTORI NEWTONIANI

LA COLLIMAZIONE DEI TELESCOPI RIFLETTORI NEWTONIANI LA COLLIMAZIONE DEI TELESCOPI RIFLETTORI NEWTONIANI di Giuseppe BONGIORNI Prima di procedere nel presentare una breve guida sull'argomento della collimazione dei telescopi Newtoniani, che non intende essere

Dettagli

STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA

STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA UNITA DI VOLUME L unità fondamentale di volume è il litro (l). Il millilitro (ml) è la millesima parte di un litro ed è largamente usato in tutti i casi in cui il litro è

Dettagli

Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata

Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata 1. PRESERVARE IL BENESSERE VISIVO Far indossare gli occhiali al vostro bambino, in caso di necessità, non deve essere vissuto come un dramma, anzi

Dettagli

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE Come descritto in altri documenti in relazione all importanza di presentare nel migliore dei modi i propri prodotti, può essere necessario elaborare

Dettagli

ELABORATI FLORIO elenco correzioni con note e commento

ELABORATI FLORIO elenco correzioni con note e commento ELABORATI FLORIO elenco correzioni con note e commento 1: foto rilievo > la foto 1 con le case viste dal parco poteva essere utilizzata alla fine per inserire o i prospetti o la foto del modello della

Dettagli

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Elettrostatica 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Prof. Giovanni Ianne 1 L ELETTRIZZAZIONE PER STROFINIO Un

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053 Guida Tecnica Obiettivi - 1 - Cos è un Obiettivo Un obiettivo è un insieme di una o più lenti che rifrangono la luce sull elemento sensibile, permettendo di focalizzare l immagine da riprendere sul sensore

Dettagli

MINI DV D001 MINI DV D001... 1. Manuale d'uso... 2. Caratteristiche del Prodotto... 2. Contenuto della confezione... 3. Guida all'uso...

MINI DV D001 MINI DV D001... 1. Manuale d'uso... 2. Caratteristiche del Prodotto... 2. Contenuto della confezione... 3. Guida all'uso... MINI DV D001 MINI DV D001... 1 Manuale d'uso... 2 Caratteristiche del Prodotto... 2 Contenuto della confezione... 3 Guida all'uso... 4 Carica... 4 L'accensione e il video... 5 Video Sound Control Attivazione

Dettagli

I pidocchi della testa. Contro i pidocchi non serve il martello

I pidocchi della testa. Contro i pidocchi non serve il martello I pidocchi della testa Kit informativo per i genitori Contro i pidocchi non serve il martello 1. Controlla i capelli del tuo bambino ogni settimana 2.Esegui immediatamente il trattamento 3.Avvisa la scuola

Dettagli