Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/ Fax 041/

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415"

Transcript

1 Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/ Fax 041/ CONSUNTIVO DELL ATTIVITA OPERATIVA DEI REPARTI DEL TRIVENETO (periodo 1 gennaio - 31 maggio 2011) 1. VERIFICHE E CONTROLLI Nella prioritaria missione della lotta all evasione ed all elusione fiscale, i Reparti del Triveneto hanno proseguito nel potenziamento quantitativo e qualitativo dell attività ispettiva dedicando, altresì, una specifica, particolare, attenzione all evasione fiscale internazionale. Nei primi cinque mesi del 2011, sono stati eseguiti controlli fiscali (2.097 verifiche e controlli) che si sono conclusi con la constatazione di un I.V.A. evasa 1 per , di una base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle imposte dirette 2 per e di ritenute fiscali non operate e/o non versate per Nel corso di questi controlli sono stati individuati ben 476 evasori totali e 93 evasori paratotali, che, da soli, hanno sottratto a tassazione una base imponibile ai fini delle imposte dirette per ed evaso I.V.A. per L attività nel settore ha consentito di denunciare all Autorità Giudiziaria 626 soggetti, di cui 4 in stato di arresto. Relativamente alle altre imposte, pur importanti, (Imposta di Registro, Imposta di Bollo, Concessioni Governative e T.A.R.S.U.), sono state accertate violazioni a carico di soggetti, di cui 57 denunciati all Autorità Giudiziaria e constatati tributi evasi per complessivi Con riferimento all attività di contrasto all evasione fiscale internazionale sono stati eseguiti 9 controlli che hanno consentito la constatazione di base imponibile sottratta a tassazione per SCONTRINI E RICEVUTE FISCALI, CONTROLLI SU STRADA I Reparti del Triveneto, nei primi cinque mesi del 2011,, hanno effettuato controlli, di cui in materia di ricevute fiscali, in materia di scontrini e controlli su strada. 1 Iva Dovuta e Iva non versata. 2 Elementi positivi di reddito non dichiarati ed elementi negativi non deducibili. 1

2 Sono state accertate 563 violazioni nel comparto delle ricevute fiscali e in quello dei registratori di cassa e sono state avanzate 97 proposte di sospensione dell autorizzazione all esercizio di attività economiche. 3. MISURE CAUTELARI Quali strumenti amministrativi e penali di garanzia a tutela dei crediti erariali, nei primi cinque mesi del 2011 sono state avanzate nr. 146 proposte di applicazione delle misure cautelari (possibilità di iscrizione di ipoteca sugli immobili del trasgressore e dei soggetti obbligati in solido) per un valore di , nonché nr. 24 proposte di sequestri e confische per equivalente per reati tributari per un valore di Nella più generale azione di vigilanza e controllo sia sulle entrate che sulla spesa pubblica nazionale e comunitaria, le Fiamme Gialle del Triveneto hanno operato come segue. 4. FRODI COMUNITARIE Nel ruolo di polizia comunitaria, a salvaguardia degli interessi dell Unione Europea sono state accertate 60 violazioni a carico di 45 soggetti, di cui 18 denunciati a piede libero e constatate indebite percezioni di finanziamenti comunitari per complessivi Tale attività è stata svolta frequentemente, in piena collaborazione con le Regioni con le quali sono state instaurate forme permanenti di collaborazione mediante la stipula di protocolli d intesa 5. ACCERTAMENTI D INIZIATIVA E A RICHIESTA DELLA CORTE DEI CONTI Quale polizia finanziaria, il Corpo esercita un attività a protezione e difesa della finanza pubblica da tutte le forme di illegalità che recano pregiudizio alle uscite di bilancio, attraverso ispezioni e accertamenti diretti nei confronti di Pubbliche Amministrazioni, privati contraenti o beneficiari di finanziamenti a destinazione controllata. In particolare, quali organi ispettivi di riferimento per la Corte dei Conti, i Nuclei di polizia tributaria hanno accertato danni erariali per complessivi REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZONE Sono state accertate 69 violazioni a carico di 293 soggetti, di cui 238 denunciati a piede libero e 30 in stato di arresto e sequestrati valuta e titoli per e 4 immobili. 7. DOGANE Sono state accertate 61 violazioni a carico di 70 soggetti, di cui 23 denunciati a piede libero e constatati tributi evasi per complessivi Sono stati altresì eseguiti 385 sequestri di merci di vario genere. 2

3 8. OLI MINERALI Sono state accertate 173 violazioni a carico di 176 soggetti, di cui 21 denunciati a piede libero all Autorità Giudiziaria e sequestrati kg di oli minerali e 2 veicoli. I tributi evasi accertati ammontano a complessivi MONOPOLI L attività di contrasto dei traffici illeciti ha continuato ad ottenere ottimi risultati non solo presso il porto di Venezia ma anche lungo le rotte autostradali dall Europa dell Est e del Nord ed ha portato, nel complesso: alla denuncia all Autorità Giudiziaria di 142 soggetti, di cui 50 in stato di arresto; al sequestro di Kg di tabacchi lavorati esteri e di 27 mezzi terrestri; ad individuare tributi evasi per complessivi SOSTANZE STUPEFACENTI L eliminazione dei controlli alle frontiere, da ultimo con l entrata in Schengen della Confederazione Elvetica, ha facilitato i movimenti delle persone e delle merci ma ha reso più agevole anche il trasporto internazionale degli stupefacenti. A seguito dei dispositivi di contrasto adottati, sono stati conseguiti importanti risultati sia presso gli aeroporti, Venezia in primis, sia nei principali porti nonché nei tratti autostradali. Nei primi cinque mesi del 2011, sono stati denunciati all A.G. 275 soggetti, di cui 121 in stato di arresto e sequestrati Kg. 186 di hashish e marijuana, Kg. 27 di cocaina, Kg. 14 di eroina e 13 automezzi. 11. USURA E NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO Relativamente al contrasto all usura, l attività operativa ha consentito la denuncia all Autorità Giudiziaria di 10 soggetti, di cui 2 tratti in arresto e il sequestro di titoli di credito e valuta per un controvalore pari ad In materia di violazione della normativa antiriciclaggio sono state concluse 52 indagini che hanno consentito di denunziare all A.G. 39 persone. Inoltre, nel periodo di riferimento sono state approfondite 322 segnalazioni di operazioni sospette per un valore pari a IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E CONTRASTO AL LAVORO NERO L attività di contrasto all immigrazione clandestina viene svolta pur con modalità diverse e congiuntamente allo svolgimento dei principali compiti, tanto alle frontiere quanto all interno del Paese. Nell alto Adriatico, in particolare, i finanzieri del Servizio Aeronavale del Triveneto continuano ad essere impiegati nel contesto della rete di pattugliamento europeo 3

4 coordinata da Frontex, l Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne, ma è soprattutto nel porto di Venezia che più frequentemente vengono fermati i clandestini Nei primi cinque mesi del 2011, nelle tre Regioni, sono stati arrestati 2 soggetti, segnalati per il respingimento 100 cittadini stranieri e sequestrati i mezzi utilizzati dai passatori per introdurre in Italia i clandestini. Nel settore del contrasto al lavoro nero che, spesso, è connesso all immigrazione clandestina, sono stati individuati 579 lavoratori in nero e 313 lavoratori irregolari. 13. CONTRAFFAZIONE Particolare attenzione continua ad essere dedicata alla lotta alla contraffazione dei marchi e dei prodotti, che ha assunto le dimensioni di un vero e proprio mercato parallelo, altamente inquinante dell economia legale, pericoloso per la salute e di possibile interesse per la criminalità organizzata. L attività operativa è stata indirizzata da un lato ad intensificare le attività di controllo economico del territorio, dall altro a concentrare le indagini sulla ricostruzione di tutti gli anelli della filiera del falso, mirando le investigazioni sulle organizzazioni a monte che gestiscono i canali di importazione, i centri di produzione, di stoccaggio e di distribuzione delle merci fino alla fase della vendita al pubblico. Sono state così accertate 172 violazioni a carico di 191 soggetti, di cui 2 in stato di arresto e 153 denunciati all Autorità Giudiziaria e sequestrati kg di prodotti alimentari e nr prodotti contraffatti. 14. CODICE PENALE E LEGGI P.S. Sono state accertate violazioni a carico di soggetti, di cui 44 in stato di arresto e denunciati all Autorità Giudiziaria; sono stati sequestrati 14 armi, 78 bombe e munizioni, 5 veicoli, titoli e valuta per , nr banconote e monete false. 15. POLIZIA MARITTIMA Il dispositivo aeronavale del Corpo, che nel Triveneto si articola su 2 Stazioni Navali (a Venezia e Trieste), 3 Sezioni operative navali (a Grado, Chioggia e Porto Levante) e 2 Sezioni Aeree (a Bolzano e Venezia), persegue compiti di polizia doganale e finanziaria, di repressione dei traffici illeciti in genere e compiti concorsuali di contrasto all immigrazione clandestina, di polizia marittima, di sicurezza e soccorso in mare, di polizia ecologica ed ambientale. Nel settore in trattazione, sono state accertate 298 violazioni a carico di 313 soggetti, di cui 17 denunciati all Autorità Giudiziaria e 2 tratti in arresto e sequestrati kg di prodotti della pesca non idonei al consumo e 19 mezzi navali. 4

5 16. ATTIVITA DI SOCCORSO IN MONTAGNA Nell arco alpino Triveneto, la Guardia di Finanza è presente con 10 Stazioni S.A.G.F.; i militari sono disponibili 24 ore su 24 per intervenire in aiuto di escursionisti, scalatori sciatori e turisti in difficoltà. Nel settore sono stati effettuati oltre 863 interventi e sono state soccorse 868 persone. 17. TUTELA AMBIENTE E PATRIMONIO ARTISTICO Nel settore della tutela ambientale sono state accertate 23 violazioni a carico di 34 soggetti, di cui 23 denunciati all Autorità Giudiziaria e 2 tratti in arresto sequestrati mq di aree illecitamente utilizzate quali discariche. Nel settore della tutela del patrimonio artistico ed archeologico, sono state accertate 6 violazioni a carico di 6 soggetti, di cui 3 denunciati all Autorità Giudiziaria. 5

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE.

PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE. COMUNICATO STAMPA Crotone, 14 aprile 2015 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO OPERATIVO ANNUALE 2014 DELLA GUARDIA DI FINANZA DI CROTONE. 1. Contrasto alle frodi fiscali e all economia sommersa. Il contrasto alle

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA.

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA. CENTRO ALTI STUDI PER LA DIFESA Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze 31 Corso di Cooperazione Civile Militare (COCIM) DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia

Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia Guardia di Finanza Comando Regionale Lombardia Ufficio Operazioni Sezione Stampa e Relazioni Esterne Milano, 5 febbraio 2014 LA GUARDIA DI FINANZA IN LOMBARDIA BILANCIO 2013 Nel 2013 la Guardia di Finanza

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013 CONSUNTIVO DELL ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013 CONSUNTIVO DELL ATTIVITÀ SVOLTA NEL 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2013

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 GUARDIA DI FINANZA: TUTELA DEI MERCATI FINANZIARI, CONTRASTO AL RICICLAGGIO, AGGRESSIONE AI PATRIMONI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LOTTA AL CONTRABBANDO ED AL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012

COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012 COMUNICATO STAMPA ROMA, 30 GENNAIO 2012 NON SOLO CONTRASTO ALL EVASIONE FISCALE E AGLI SPRECHI DI DENARO PUBBLICO. LA GUARDIA DI FINANZA È ANCHE LOTTA ALLE MAFIE, AL RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO, ALL USURA,

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino COMUNICATO STAMPA Avellino, 23 giugno 2015 LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Il Comando Provinciale

Dettagli

2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica

2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica Guardia di Finanza Comando Regionale Abruzzo RENDICONTAZIONE DELL ATTIVITÀ OPERATIVA COMANDO REGIONALE ABRUZZO - ANNO 2012 2. Tutela Uscite Lotta agli sprechi nella spesa pubblica Accanto alla lotta all'evasione

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA Ancor più significativo, a questo proposito, appare l azione di contrasto all economia sommersa, il cui dato finale (128 milioni di Euro, pari al 58% della

Dettagli

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE 1.1 TIPOLOGIE DELLE DENUNCE 1.1.1 Organi giurisdizionali 7 1.1.2 Organi amministrativi 385 1.1.3 Organi di controllo 3 1.1.4 Organi di informazione 121 1.1.5

Dettagli

A cura del Ten.Col. t.st Oriol De Luca Comandante del Gruppo Tutela Spesa Pubblica Nucleo di Polizia Tributaria Palermo

A cura del Ten.Col. t.st Oriol De Luca Comandante del Gruppo Tutela Spesa Pubblica Nucleo di Polizia Tributaria Palermo QUESTA SESSIONE DI FORMAZIONE È STATA CO-FINANZIATA DALLA COMMISSIONE EUROPEA (OLAF) NELL AMBITO DEL PROGRAMMA HERCULE II 2007 2013: UN PROGRAMMA DI AZIONE COMUNITARIA PER PROMUOVERE ATTIVITÀ NEL CAMPO

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA RAGUSA Sezione Operazioni e Programmazione

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA RAGUSA Sezione Operazioni e Programmazione RISULTATI CONSEGUITI NEL CONTRASTO ALL'EVASIONE FISCALE E AL SOMMERSO TIPOLOGIE DI INTERVENTO Indagini di polizia giudiziaria concluse nel contrasto all evasione e alle frodi fiscali 24 Verifiche ai fini

Dettagli

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti 15 aprile 2015 LE FRODI ALL IVA LA LOTTA ALLE FRODI ALL IVA ESIGENZE

Dettagli

Organizzazione operativa regionale della Guardia di Finanza

Organizzazione operativa regionale della Guardia di Finanza Organizzazione operativa regionale della Guardia di Finanza COMPITI DELLA GUARDIA DI FINANZA Legge 23 aprile 1959 nr. 189 Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria Ufficiali ed Agenti di Polizia Tributaria

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE

GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE Milano, 08 maggio 2012 1 ARTICOLAZIONE DELL INTERVENTO RUOLO DELLA

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMPITI E FUNZIONI

GUARDIA DI FINANZA COMPITI E FUNZIONI GUARDIA DI FINANZA COMPITI E FUNZIONI LA GUARDIA DI FINANZA: è un Corpo speciale di Polizia è militarmente ordinata fa parte integrante delle FF.AA. dipende dal Ministro dell Economia e Finanze 2 COMPITI

Dettagli

DA MARE NOSTRUM A TRITON

DA MARE NOSTRUM A TRITON DA MARE NOSTRUM A TRITON CONTROLLO FLUSSI MIGRATORI DAL 1959 DAL 2004 DAL 2004 DAL 18 OTT 2013 AL 31 OTT 2014 VIGILANZA PESCA OPERAZIONE NAZIONALE CONSTANT VIGILANCE PER IL CONTROLLO DEI FLUSSI MIGRATORI

Dettagli

Guardia di Finanza PREMESSO CHE

Guardia di Finanza PREMESSO CHE Guardia di Finanza PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO AI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LA GUARDIA DI FINANZA l Istituto Nazionale per

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE BARI COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA BARI

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE BARI COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA BARI GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE BARI COMUNICATO STAMPA Bari, 22 giugno 2015 LA GUARDIA DI FINANZA PUGLIESE CELEBRA IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA: 1 ANNO A TUTELA DELLE ENTRATE E DELLE USCITE DELLO STATO E DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA.

GUARDIA DI FINANZA: 1 ANNO A TUTELA DELLE ENTRATE E DELLE USCITE DELLO STATO E DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA. nella foto da sx: Magg. Eugenio Bua, Comandante Gruppo, T.Col. Giuseppe Arbore, Comandante Nucleo polizia tributaria, Colonnello Gazzani, Comandante Provinciale. GUARDIA DI FINANZA: 1 ANNO A TUTELA DELLE

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013.

COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013. COMANDO PROVINCIALE GUARDIA DI FINANZA PISTOIA COMUNICATO STAMPA Pistoia, 24 febbraio 2014 GUARDIA DI FINANZA DI PISTOIA: IL BILANCIO OPERATIVO DEL 2013. Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza

Dettagli

agevolare e accelerare lo scambio di informazioni e fornire assistenza nelle indagini.

agevolare e accelerare lo scambio di informazioni e fornire assistenza nelle indagini. DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA LA COMUNITÀ EUROPEA E I SUOI STATI MEMBRI DA UN LATO, E LA CONFEDERAZIONE SVIZZERA, DALL ALTRO, PER LOTTARE CONTRO LA FRODE

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA COMUNICATO STAMPA GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2016.

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA COMUNICATO STAMPA GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2016. COMUNICATO STAMPA Cosenza, 21 marzo 2017. GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2016. In osservanza alle direttive emanate dal Comando Generale del Corpo ed in linea con

Dettagli

BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE PROGRAMMATICHE PER IL CORRENTE ANNO

BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE PROGRAMMATICHE PER IL CORRENTE ANNO Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE MANTOVA Corso Giuseppe Garibaldi 44, 46100 Mantova - Tel./Fax 0376/322770-328691 mn0500000p@pec.gdf.it - mn0500007@gdf.it BILANCIO OPERATIVO PER L ANNO 2013 E LINEE

Dettagli

Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza

Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza I risultati conseguiti nei primi 5 mesi del 2014 (I) Indice 1. Premessa pag. 1 2. Il consolidamento ed il rafforzamento della lotta all evasione e all elusione fiscale pag. 1 3. L intensificazione del

Dettagli

Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli

Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia Area Monopoli per il triennio 2013-2015 Il Piano delle attività sviluppato per il triennio 2013-2015 intende perseguire i seguenti

Dettagli

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32).

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32). DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA D AUSTRIA IN MATERIA IN MATERIA DI COOPERAZIONE DI POLIZIA, FATTO A VIENNA

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 38

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 38 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 38 4ª COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) INTERROGAZIONI 112ª seduta: mercoledì 21 gennaio 2015 Presidenza del presidente LATORRE IN 0487 TIPOGRAFIA

Dettagli

RAIUTILE INFORMAZIONE

RAIUTILE INFORMAZIONE RAIUTILE INFORMAZIONE - Martedì 3 ottobre 2006 - NAPOLI: Scoperto un falso dentista. I capillari controlli economico-finanziari, effettuati sul territorio dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA RELATIVO AI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS E LA GUARDIA DI FINANZA

PROTOCOLLO DI INTESA RELATIVO AI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS E LA GUARDIA DI FINANZA Allegato A Autorità per l energia elettrica e il gas Guardia di Finanza PROTOCOLLO DI INTESA RELATIVO AI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS E LA GUARDIA DI FINANZA

Dettagli

Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari

Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari Le attività dell Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari L Ispettorato è organo di

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA 1.1 Le frodi fiscali. Evoluzione storica della fattispecie... pag. 13 1.2 Il concetto di frode.

Dettagli

ANALISI TECNICO-NORMATIVA

ANALISI TECNICO-NORMATIVA ANALISI TECNICO-NORMATIVA PARTE 1. ASPETTI TECNICO-NORMATIVI DI DIRITTO INTERNO. 1) Obiettivi e necessità dell'intervento normativo. Coerenza con il programma di governo. L Accordo, in piena coerenza con

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012

COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012 COMUNICATO STAMPA ROMA, 2 FEBBRAIO 2012 SONO 105 MILIONI I PRODOTTI CONTRAFFATTI O PERICOLOSI SEQUESTRATI NEL DALLA GUARDIA DI FINANZA. LE FIAMME GIALLE A TUTELA DELLA COLLETTIVITA E DELLA SICUREZZA DEI

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO REGIONALE PUGLIA

Guardia di Finanza COMANDO REGIONALE PUGLIA Guardia di Finanza COMANDO REGIONALE PUGLIA. BILANCIO OPERATIVO 2014 Bari, 14 Aprile 2015 1. IL CONTRASTO ALLE FRODI FISCALI E ALL ECONOMIA SOMMERSA RISULTATI CONSEGUITI NEL CONTRASTO ALL EVASIONE FISCALE

Dettagli

Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale

Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale Guardia di Finanza Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale sicurezza prodotti e contraffazione dei giocattoli Torino, 9 novembre 2015 Tenente Colonnello Pietro Romano AGENDA premessa Il S.I.A.C.

Dettagli

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti 17. Criminalità: le sostanze stupefacenti Nel 2004 Roma è risultata tra le prime città italiane per sequestri di droghe tradizionali, soprattutto di cocaina (487,4 Kg, pari al 15,2% dei sequestri complessivi

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE

PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE DI LIVORNO COFINANZIATO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO A SEGUITO DI CONVENZIONE CON L ANCI NAZIONALE PROGETTO LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE NEL COMUNE

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III REPARTO OPERAZIONI 2 Ufficio Operazioni

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III REPARTO OPERAZIONI 2 Ufficio Operazioni COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III REPARTO OPERAZIONI 2 Ufficio Operazioni N. 244771 di prot. Roma, 21 luglio 1998 OGGETTO: Protocollo d'intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra Autorità

Dettagli

Le presenti disposizioni di applicazione sono finalizzate a:

Le presenti disposizioni di applicazione sono finalizzate a: OGGETTO: Protocollo di intesa tra il Gruppo Antipirateria e Contraffazione della Polizia Municipale di Pescara, denominato per brevità Gruppo Antipirateria da una parte la S.I.A.E. (Società Italiana Autori

Dettagli

LOTTA ALLE FRODI Scenario normativo e modelli per la prevenzione delle frodi e della corruzione Padova, 5 maggio 2015

LOTTA ALLE FRODI Scenario normativo e modelli per la prevenzione delle frodi e della corruzione Padova, 5 maggio 2015 LOTTA ALLE FRODI Scenario normativo e modelli per la prevenzione delle frodi e della corruzione Padova, 5 maggio 2015 Questo evento è sostenuto dal Programma Hercule III (2014-202) dell'unione europea,

Dettagli

Le Attività dello Studio

Le Attività dello Studio Le Attività dello Studio Vittorio Emanuele Falsitta & Associati è uno Studio di Milano che ha basato la propria crescita sullo sviluppo di competenze specifiche, inserite in un contesto interdisciplinare.

Dettagli

DIREZIONE INTERREGIONALE DELLE DOGANE PER LA CALABRIA E LA CAMPANIA

DIREZIONE INTERREGIONALE DELLE DOGANE PER LA CALABRIA E LA CAMPANIA Allegato 4 DIREZIONE INTERREGIONALE DELLE DOGANE PER LA CALABRIA E LA CAMPANIA UFFICIO DEL DIRETTORE REGIONALE Alle dirette dipendenze del Direttore regionale operano le seguenti strutture di livello non

Dettagli

Q COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni

Q COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Q COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Intervento del Comandante Generale nel corso dell'incontro di fine anno con la stampa (Roma, 18 dicembre 2009) Progettualità della Guardia

Dettagli

L attività dell ICQRF nel comparto dei fertilizzanti

L attività dell ICQRF nel comparto dei fertilizzanti Salone Internazionale della Ricerca, Innovazione e Sicurezza Alimentare Tavola Rotonda Sicurezza alimentare: il controllo su frodi e qualità dei fertilizzanti Società Umanitaria, Milano L attività dell

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE Via Gioeni 55, 92014 Porto Empedocle (AG) - Centralino: 0922 531811-531812 - Sala Operativa: 0922

Dettagli

Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità

Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità dell 11 febbraio 2009 Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 130 della legge del 18 marzo 2005 1 sulle dogane (LD),

Dettagli

1. Tutela Entrate Lotta all evasione fiscale

1. Tutela Entrate Lotta all evasione fiscale Guardia di Finanza Comando Regionale Abruzzo RENDICONTAZIONE DELL ATTIVITÀ OPERATIVA COMANDO REGIONALE ABRUZZO - ANNO 2012 1. Tutela Entrate Lotta all evasione fiscale a. Strategie e dati di sintesi Il

Dettagli

STUDI CORSI FREQUENTATI

STUDI CORSI FREQUENTATI Nato a Lecce il 28.10.1963 residente in Lecce, Via Tito Minniti 16 73100 LECCE (LE) Recapiti telefonici 0832/217938 3356220753 Security Manager presso Aeroporti di Puglia SpA (coniugato con 2 figlie 18

Dettagli

Budget economico 2015. Piano degli indicatori. Allegato c)

Budget economico 2015. Piano degli indicatori. Allegato c) 480,44 Budget economico 2015 Piano degli indicatori (redatto ai sensi dell articolo 19 del Decreto Legislativo n. 91/2011 e in conformità alle linee guida generali definite con D.P.C.M. 18 settembre 2012)

Dettagli

L anno 2009, il giorno 14 del mese di luglio, in Roma, nella sede del Presidenza del Consiglio dei Ministri sono presenti:

L anno 2009, il giorno 14 del mese di luglio, in Roma, nella sede del Presidenza del Consiglio dei Ministri sono presenti: PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA, E IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2699 PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA il 16 settembre 2009 (v. stampati Senato nn. 414-507)

Dettagli

L ILLECITO TRIBUTARIO

L ILLECITO TRIBUTARIO L ILLECITO TRIBUTARIO Costituisce illecito tributario ogni inosservanza degli obblighi attinenti al rapporto giuridico d imposta. Trattasi di fatti giuridicamente rilevanti da cui l ordinamento tributario

Dettagli

Piano straordinario contro le mafie. Reggio Calabria, 28 gennaio 2010

Piano straordinario contro le mafie. Reggio Calabria, 28 gennaio 2010 Piano straordinario contro le mafie Reggio Calabria, 28 gennaio 2010 Piano straordinario contro le mafie 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Agenzia per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata

Dettagli

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE 2 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO 3 REATI REGISTRATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO 01/05/2013 30/04/2014

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013 1.

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013 1. COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013 1. PREMESSA L atto d indirizzo per la definizione delle priorità

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013 COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA III Reparto Operazioni Nr. 539/INCC Roma, 18 dicembre 2012 OGGETTO: Programmazione operativa 2013 1. PREMESSA L atto d indirizzo per la definizione delle priorità

Dettagli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli CONVENZIONE 2013-2015 Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il triennio 2013 2015 PREMESSA La novità più significativa che

Dettagli

17. Criminalità: i reati economici e finanziari

17. Criminalità: i reati economici e finanziari 17. Criminalità: i reati economici e finanziari Nel triennio 2001-2003 si registra complessivamente, nel territorio provinciale, una riduzione dei reati fiscali non depenalizzati (quei delitti in maniera

Dettagli

Dott.ssa Maria Cristina Bruno. Alessandria, 16 maggio 2012 Associazione Cultura e Sviluppo, piazza Fabrizio De Andrè 76

Dott.ssa Maria Cristina Bruno. Alessandria, 16 maggio 2012 Associazione Cultura e Sviluppo, piazza Fabrizio De Andrè 76 ANTIRICICLAGGIO: NUOVI OBBLIGHI PER GLI STUDI PROFESSIONALI, RESPONSABILITA, SEGNALAZIONI, OPERAZIONI OLTRE SOGLIA, ISPEZIONI E CONTROLLI ALLA LUCE DELLA RECENTE CIRCOLARE G.d.F.. n. 83607/2012 Dott.ssa

Dettagli

Guardia di Finanza SCUOLA ISPETTORI E SOVRINTENDENTI. 80 Corso S.Brig. M.O.V.M. Amedeo De Ianni

Guardia di Finanza SCUOLA ISPETTORI E SOVRINTENDENTI. 80 Corso S.Brig. M.O.V.M. Amedeo De Ianni Guardia di Finanza SCUOLA ISPETTORI E SOVRINTENDENTI 80 Corso S.Brig. M.O.V.M. Amedeo De Ianni Servizi di Polizia Economico Finanziaria e altri servizi del Corpo Docente: Magg. Ermete Liberatore 7^ Compagnia

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N.

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. Allegato alla Delib.G.R. n. 63/2 del 15.12.2015 SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. 3 Articolo

Dettagli

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Luogo e data di nascita Data assunzione in AQP S.p.a. o società del gruppo FRANCESCO ARDITO POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 2 APRILE 2005 PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMANDO REGIONALE LIGURIA Ufficio Operazioni - Sezione Stampa e Relazioni Esterne

GUARDIA DI FINANZA COMANDO REGIONALE LIGURIA Ufficio Operazioni - Sezione Stampa e Relazioni Esterne GUARDIA DI FINANZA COMANDO REGIONALE LIGURIA Comunicato stampa Genova, 22 marzo 2017 GUARDIA DI FINANZA: PRESENTATO IL BILANCIO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA IN LIGURIA NEL 2016. Dal contrasto alle frodi

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/D. Roma, 27 luglio 2007. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane L O R O S E D I. e, p.c.

CIRCOLARE N. 23/D. Roma, 27 luglio 2007. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane L O R O S E D I. e, p.c. CIRCOLARE N. 23/D Roma, 27 luglio 2007 Protocollo: 2192/IV/2007 Rif: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane L O R O S E D I Allegati: e, p.c. All Avvocatura Generale dello Stato Via dei Portoghesi,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA MARCO ATILIO N. 15 00136 ROMA - ITALIA Telefono CASA 06 39734448 CELL. 3357895686 Fax UFF.

Dettagli

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 Studio Porcaro Commercialisti Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa dipendente da reato delle persone giuridiche Studio Porcaro Commercialisti

Dettagli

Cosenza, la guardia di finanza fa il punto Martedì 25 Giugno :15

Cosenza, la guardia di finanza fa il punto Martedì 25 Giugno :15 COSENZA 25 giu. Nei primi 5 mesi del 2013 la Guardia di Finanza di Cosenza ha: confiscato beni alla criminalità economica ed organizzata per oltre 10 milioni di euro; avanzato proposta di sequestro di

Dettagli

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro;

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro; Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 LA BANCA D ITALIA Viste la direttiva

Dettagli

Rapporto sulle entrate Giugno 2013

Rapporto sulle entrate Giugno 2013 Roma, 05/08/2013 Rapporto sulle entrate Giugno 2013 Le entrate tributarie e contributive nel primo semestre 2013 mostrano nel complesso una crescita del 2,2 per cento (+6.767 milioni di euro) rispetto

Dettagli

MASTER IN COMMERCIO, FISCALITÀ ED ARBITRATO INTERNAZIONALE IBATAX LAW. Schedule a.a. 2013-2014. Dicembre 2013. Gennaio 2014

MASTER IN COMMERCIO, FISCALITÀ ED ARBITRATO INTERNAZIONALE IBATAX LAW. Schedule a.a. 2013-2014. Dicembre 2013. Gennaio 2014 Università Cà Foscari Venezia Agenzia delle Dogane e dei Monopoli MASTER IN COMMERCIO, FISCALITÀ ED ARBITRATO INTERNAZIONALE IBATAX LAW Schedule a.a. 2013-2014 Moduli: TS1 e dell Unione europea: resp.

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 Il diritto penale dell impresa nell evoluzione legislativa e giurisprudenziale: le norme e

Dettagli

La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea

La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea La tutela dell economia e della finanza: il ruolo della Guardia di Finanza e delle Autorità garanti nella prospettiva dell Unione europea Federico Luiso Direzione Osservatorio, Vigilanza e Controlli Autorità

Dettagli

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2010 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI CERVIA CITTA SICURA Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI controlli effettuati per segnalazioni ricevute 3227 veicoli fermati e sottoposti a controllo 1686 posti di controllo

Dettagli

17 FORUM P.A. 2006/MASTER P.A. FIERA DI ROMA 8/12 MAGGIO 2006

17 FORUM P.A. 2006/MASTER P.A. FIERA DI ROMA 8/12 MAGGIO 2006 17 FORUM P.A. 2006/MASTER P.A. FIERA DI ROMA 8/12 MAGGIO 2006 ROMA 8 MAGGIO 2006 Relatore: Magg. pil. Armando FRANZA IL TELERILEVAMENTO É LA SCIENZA PER MEZZO DELLA QUALE LE CARATTERISTICHE DI UN OGGETTO

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA COMUNICATO STAMPA GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2015.

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE COSENZA COMUNICATO STAMPA GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2015. COMUNICATO STAMPA Cosenza, 16 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA COSENZA: CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA SVOLTE NELL ANNO 2015. Nel 2015, la Guardia di Finanza di Cosenza ha: - scoperto 142 responsabili di reati

Dettagli

Proposte per la riorganizzazione dell Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza in termini di InternalAuditing.

Proposte per la riorganizzazione dell Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza in termini di InternalAuditing. Proposte per la riorganizzazione dell Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza in termini di InternalAuditing. Incontro con i Segretari Generali delle Organizzazioni Sindacali

Dettagli

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione PERCORSO FORMATIVO Modulo 1 12-14 maggio 2014 Modulo 2 3-5 giugno 2014 PERCORSO DI APPROFONDIMENTO 12-13 giugno 2014 23-24 giugno 2014 GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa

Dettagli

Antiriciclaggio: potenziali conflitti tra normative di Paesi diversi. Il caso Filippine (Giovanni Imbergamo)

Antiriciclaggio: potenziali conflitti tra normative di Paesi diversi. Il caso Filippine (Giovanni Imbergamo) Antiriciclaggio: potenziali conflitti tra normative di Paesi diversi. Il caso Filippine (Giovanni Imbergamo) Altalex.it In tema di segnalazione di operazioni sospette di riciclaggio o di finanziamento

Dettagli

2.1.8 Legalità e sicurezza

2.1.8 Legalità e sicurezza 2.1.8 Legalità e sicurezza Legalità e sicurezza Le attività finalizzate a garantire la sicurezza urbana e la civile convivenza tra i cittadini sono svolte da: Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale al

Dettagli

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE NELL ANNO 2013 LA POLIZIA DI STATO NEL 2013 Prevenzione e contrasto Chiamate al 113 : 7.248

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE. Operazione. Money from the Sky

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE. Operazione. Money from the Sky GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE Operazione Money from the Sky COMANDO PROVINCIALE VICENZA - OPERAZIONE «MONEY FROM THE SKY» 2 L OPERAZIONE

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE TERRITORIALE del LAVORO di BRESCIA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE TERRITORIALE del LAVORO di BRESCIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE TERRITORIALE del LAVORO di BRESCIA Comitato per il Lavoro e l Emersione del Sommerso - CLES - Relazione trimestrale sullo stato del mercato del

Dettagli

Regolamento REACH. Il ruolo delle istituzioni comunitarie, nazionali e locali nell ambito della vigilanza per l applicazione del regolamento REACH

Regolamento REACH. Il ruolo delle istituzioni comunitarie, nazionali e locali nell ambito della vigilanza per l applicazione del regolamento REACH Regolamento REACH Il ruolo delle istituzioni comunitarie, nazionali e locali nell ambito della vigilanza per l applicazione del regolamento REACH Dr. Roberto Brisotto - A.S.S.n.5 Bassa Friulana Udine 2

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE CONTABILE ED ALLE PROVE DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Prot. n. 1034/CGV Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Rimozione dei casi di offerta in assenza di autorizzazione, attraverso rete telematica, di giochi,

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo

ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo ANTIRICICLAGGIO Modalità operative per le sale bingo Convegno ASCOB Roma 18 Luglio 2012 Dott. Franco Fantozzi Direttore Sicurezza e Compliance CODERE ITALIA SpA RICICLAGGIO: LE DIMENSIONI DEL FENOMENO

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO

PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO PIANO DI COMUNICAZIONE OPERATIVO DENOMINAZIONE DEL PROGETTO: CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LA CONTRAFFAZIONE E L ABUSIVISMO COMMERCIALE. 1 LUGLIO - 31 OTTOBRE 2011 (1 STEP 15/06/2011) (2 STEP 24/06/2011)

Dettagli

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

LA TUTELA DELL ECONOMIA DIGITALE

LA TUTELA DELL ECONOMIA DIGITALE Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche LA TUTELA DELL ECONOMIA DIGITALE INDICE contesto esterno Agenda Digitale G. di F. : ruoli, compiti e potenziamento casi operativi 2 CONTESTO ESTERNO ICT in Italia 460

Dettagli

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001:

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001: MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 ADECCO ITALIA S.P.A. - ELENCO DEI REATI 231 - Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione

Dettagli

N 44/2010. Notiziario settimanale di aggiornamento N 44/2010 STUDIOIMPRESA FLASH. pagina 1 di 5

N 44/2010. Notiziario settimanale di aggiornamento N 44/2010 STUDIOIMPRESA FLASH. pagina 1 di 5 Notiziario settimanale di aggiornamento N 44/2010 STUDIOIMPRESA FLASH pagina 1 di 5 Ristrutturazioni edilizie Per quanto riguarda le ristrutturazioni edilizie, si segnalano, tra le altre cose, le seguenti

Dettagli

La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014

La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La riforma delle sanzioni tributarie La revisione degli aspetti penali ai sensi dell articolo 8 Legge delega 23/2014 di Sanvito Corrado Milano, Corso Europa,

Dettagli

CAPO I BENI, FONDI, AVERI E OPERAZIONI DELL UNIONE EUROPEA

CAPO I BENI, FONDI, AVERI E OPERAZIONI DELL UNIONE EUROPEA f) Il Comitato economico e sociale ha sede a Bruxelles. g) Il Comitato delle regioni ha sede a Bruxelles. h) La Banca europea per gli investimenti ha sede a Lussemburgo. i) la Banca centrale europea ha

Dettagli