MANIFESTO DEGLI STUDI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANIFESTO DEGLI STUDI"

Transcript

1 Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLE ARTI DI GENOVA NORMATIVA MANIFESTO DEGLI STUDI TRIENNIO 1 Iscrizioni 1.1 Test d ingresso 1.2 Valutazione del test d ingresso 1.3 Calendario dei test d ingresso ANNO ACCADEMICO Immatricolazioni 2.1 Incompatibilità Iscrizione studenti stranieri 2.2 Iscrizioni al primo anno 2.3 Iscrizione agli anni successivi al primo 2.4 Trasferimenti 2.5 Presentazione del Piano degli Studi istituzionale Variazione del Piano degli Studi Valutazione Crediti Formativi 1

2 2.6 Frequenza 2.7 Passaggio interno ad altro corso di studi 2.8 Sospensione, interruzione, rinuncia agli studi 2.9 Scadenza pagamenti 2.10 Tesi 2.11 Iscrizione con riserva per esame di diploma BIENNIO 1 Iscrizioni 1.1 Test d ingresso 1.2 Valutazione del test d ingresso 2 Immatricolazioni 2.1 Incompatibilità Iscrizione studenti stranieri 2.2 Iscrizioni al primo anno 2.3 Iscrizione agli anni successivi al primo 2.4 Presentazione del Piano degli Studi istituzionale 2.5. Variazione del Piano degli Studi Valutazione Crediti Formativi 2.6 Frequenza 2.7 Sospensione, interruzione, rinuncia agli studi 2.8 Scadenza pagamenti 2.9 Tesi 3 Retta di Frequenza e Contributi 3.1 Domanda di ammissione ai test di ingresso del triennio 3.2 Domanda di iscrizione e disposizioni relative alle immatricolazioni per l anno accademico 2012/ Contribuzione Triennio 3.4 Contribuzione Biennio 3.5 Contribuzione fuori corso 3.6 Diritto allo studio Esoneri per fascia contributiva 3.7 Indennità per ritardato pagamento 3.8 Contribuzione diplomandi per rinvio tesi 3.9 Tassa ritiro diploma 3.10 Tassa ricognizione 4 Corsi Singoli 5 Corsi Liberi 2

3 OFFERTA FORMATIVA Corsi istituzionali equiparati a Laurea di primo livello DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE /180 CF) 1. Dipartimento Arti Visive Indirizzi PITTURA, SCULTURA, DECORAZIONE, GRAFICA D ARTE 2. Dipartimento Progettazione e Arti Applicate Indirizzi SCENOGRAFIA, PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA 3. Dipartimento Comunicazione e Didattica dell Arte Indirizzo DIDATTICA DELL ARTE Corsi sperimentali di Secondo Livello equiparati a Laurea di secondo livello DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO (BIENNALE/120 CF) 1.Dipartimento Arti Visive Indirizzi PITTURA, DECORAZIONE, SCULTURA 2. Dipartimento Progettazione e Arti Applicate Indirizzo SCENOGRAFIA 3

4 NORMATIVA Per essere ammessi al corso di diploma di primo livello occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo dall Accademia nel rispetto degli accordi internazionali. Per essere ammessi al corso di diploma di secondo livello occorre essere in possesso di diploma accademico di primo livello, di diploma accademico di vecchio ordinamento o di laurea rispondente ai requisiti richiesti dal corso di Diploma di secondo livello ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo dall Accademia nel rispetto degli accordi internazionali. Le attivazioni dei corsi per anno accademico sono stabilite dal Consiglio di Amministrazione, che stabilisce anche il numero minimo di iscritti per corso. Per l anno accademico 2012/13 il numero minimo di iscritti è: Triennio : 10 unità per corso (fatto salvo casi straordinari per il quale il CdA può stabilire e deliberare un numero inferiore di unità). Biennio : 15 unità per corso. TRIENNIO 1 Iscrizioni Dal 16 luglio al 17 settembre 2012 sono aperte le iscrizioni ON LINE (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) ai test d ingresso. La tassa di iscrizione per essere ammessi ai test di ingresso è di 50,00 euro da pagarsi sul c/c bancario Carige 1962/90. Il pagamento dà diritto a sostenere le prove grafiche di 3 indirizzi. La ricevuta dell effettuato pagamento va consegnata in Segreteria al momento dell iscrizione. 1.1 Test d ingresso Il test d ingresso è obbligatorio per tutti gli aspiranti iscritti e consiste in : a) un test, comune a tutti i corsi, a risposta multipla composto da 50 domande (di cui 20 di cultura generale e 30 in storia dell arte) con 3 risposte tra le quali individuare quella esatta; b) una prova pratica attitudinale diversificata a seconda delle specificità delle discipline c) un colloquio attitudinale L esecuzione sarà di assoluta libertà (copia intera, particolari, ecc..) e dovrà essere eseguita su carta-spolvero (fornita dalla scuola con un numero libero di fogli). Le tecniche d uso relative al disegno sono a libera scelta. 4

5 INDIRIZZO PITTURA La prova consiste in un disegno dal vero, con modello vivente (figura, nudo), o natura morta approntata allo scopo; l esaminando potrà scegliere a piacere uno dei due soggetti e comunque potrà sostenere più prove nell arco delle ore consentite. Criteri di valutazione: Figura: rapporto col taglio e sensibilità del tratto senso delle proporzioni e giustezza della forme senso della gradazione chiaroscurale e dei volumi Natura Morta: senso della composizione (relazione fra le parti sia spaziale che oggettuale) in rapporto con il foglio, proporzione degli oggetti o cose (la loro giustezza formale) espressa con sensibilità del tratto senso dei valori chiaroscurali (la luce ed i volumi) INDIRIZZO SCENOGRAFIA L esame di ammissione al corso triennale di scenografia prevede una prova ex tempore di disegno inerente ad un breve testo teatrale o letterario. Al candidato verrà richiesto di raccontare per immagini, tramite veloci bozzetti a matita, lo spazio, l atmosfera ed i personaggi del testo. Criteri di valutazione: la capacità nel disegno il proprio rapporto con lo spazio la capacità nel rendere atmosfera dei luoghi e carattere dei personaggi. La prova ex tempore di disegno dovrà essere accompagnata da una breve relazione scritta in cui il candidato riassumerà le idee, i criteri utilizzati nell esecuzione della prova (mezzo utilizzato, modello scelto, l impaginazione, ecc ) ed eventuali altre considerazioni personali. INDIRIZZO SCULTURA La prova prevede: composizione della figura dentro un parallelepipedo che ne mostri altezza larghezza e profondità esecuzione di almeno 3 sezioni della figura proporzione della composizione della figura alla grandezza del foglio Criteri di valutazione: 5

6 qualità del disegno le proporzioni tra le nuove parti della composizione l adeguata capacità di gestire le sezioni della figura richiesta INDIRIZZO DECORAZIONE Per la prova si proporranno 4 temi da sviluppare, a scelta, con mezzi grafici, su uno o più fogli. Si forniscono alcuni esempi indicativi: idee per la decorazione di un pavimento idee per la decorazione di un tessuto o di un vestito progetto per una panchina, per un teatro di burattini, per una fontana ecc Criteri di valutazione: Si terrà conto in particolare: dell idea, che deve stare al centro della prova della chiarezza con cui essa viene raccontata e visualizzata (con qualsiasi strumento) della qualità della presentazione e dell impaginazione. (Meno importante al fine della valutazione la qualità del disegno in gran parte legata alla provenienza scolastica dello studente). INDIRIZZO GRAFICA D ARTE La prova consiste nell esecuzione di un elaborato in bianco e nero, realizzato con tecnica a piacere al tratto o a pennello, utilizzando matite, inchiostri e quant altro sia opportuno per il disegno realizzato a linea, con tratteggio o chiaroscurato con la tecnica dello sfumato e con tutte le altre possibilità del mezzo, con l eventuale utilizzo del colore a tempera o acquarello. I modelli proposti saranno costituiti da fotocopie di fotografie di interni, di paesaggio o di figura. A questi ne saranno affiancati altri costituiti da incisioni, grafiche e disegni, differenti per tecnica, segno, epoca e stile, e da disegni scientifici. Il candidato dovrà realizzare un disegno partendo da uno di questi modelli, con la libertà di eseguirne una copia o un interpretazione. Il candidato dovrà accompagnare la prova d esame con una breve relazione scritta (poche righe) in cui riassumerà le sue intenzioni sull utilizzo del mezzo grafico prescelto, dichiarando altresì il motivo della scelta del modello. Criteri di valutazione: qualità del disegno nelle sue caratteristiche formali qualità del segno e dell impaginazione pulizia dell esecuzione 6

7 INDIRIZZO PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Prove a scelta dello studente 1) Interpretazione personale, da realizzare con qualunque mezzo di espressione grafica ed illustrativa (dalla matita al computer), di un tema dato. L interpretazione può anche essere di carattere strettamente grafico, ovvero la progettazione di un marchio relativo al tema. 2) Copia e reinterpretazione di uno o più elementi presenti nell aula d esame. Gessi, figure o oggetti. Anche in questo caso le tecniche potranno essere a scelta dei candidati. I candidati potranno portare un portfolio relativo a lavori grafici illustrativi, scolastici e/o personali, per comprendere meglio il loro percorso personale, che verrà visionato in sede dell esame. Criteri di valutazione: le idee che sostengono i lavori compiuti. la chiarezza e l incisività con cui i lavori sono realizzati la qualità della presentazione e dell impaginazione INDIRIZZO DIDATTICA DELL ARTE L esame di ammissione al corso triennale di Comunicazione e Didattica dell arte prevede una prova grafica. Il candidato eseguirà una serie di disegni/schizzi riferiti direttamente al modello fornito dalla scuola. Il candidato dovrà accompagnare la prova d esame con una breve relazione scritta in cui contestualizzerà culturalmente l elaborazione eseguita. Criteri di valutazione: qualità didattica della prova grafica chiarezza di esposizione del percorso progettuale capacità di individuare dei collegamenti interdisciplinari Tutti i candidati all esame di ammissione dovranno sostenere un test di INGLESE per valutare il livello di accesso della lingua. Chi supererà la prova avrà automaticamente l idoneità maturando 4 crediti formativi. Coloro che non riusciranno a superarla dovranno frequentare obbligatoriamente la materia per poi sostenere l esame durante il corso di studio. Chi fosse in possesso di un attestato di conoscenza di una lingua europea dovrà presentare in segreteria il documento in originale al momento della richiesta dell esame di ammissione. 7

8 1.2 Valutazione del test d ingresso La valutazione del test d ingresso sarà effettuata da un apposita Commissione nominata dal Direttore. I candidati che abbiano superato complessivamente le due prove, potrebbero dover sostenere un colloquio attitudinale finalizzato a verificare la corrispondenza tra le aspettative del candidato e l'articolazione dell'offerta didattico-formativa in rapporto sia ai piani di studio che alla collocazione nel mondo del lavoro e/o nel sistema dell'arte. In alcuni casi la commissione potrà suggerire l iscrizione ad un altro indirizzo più consono alle caratteristiche e alla formazione del candidato. Se la verifica non è pienamente positiva, la struttura didattica competente può indicare specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare entro il I anno di corso. 1.3 Calendario dei test d ingresso Il candidato si deve presentare il giorno della prima prova del test di ingresso munito di un documento valido di riconoscimento e della fotocopia attestante il pagamento della tassa d esame. In mancanza di uno dei suddetti documenti non sarà possibile sostenere il test. Dal 1 ottobre 2012 si svolgeranno gli esami di ammissione per l immatricolazione ai corsi di diploma di primo livello. 2. Immatricolazioni 2.1 Incompatibilità L iscrizione ai Corsi dell Accademia è incompatibile con l iscrizione a qualsiasi altro corso di diploma di laurea Iscrizione studenti stranieri Gli studenti di nazionalità straniera, in possesso di titolo di studio riconosciuto idoneo all iscrizione, dovranno superare un colloquio teso a verificare la conoscenza della lingua italiana e/o portare un certificato che ne attesti l idoneità. Dovranno superare la prova grafica comune prevista per il corso scelto e dovranno sostenere un colloquio attitudinale, come da calendario al punto Iscrizioni al primo anno Possono iscriversi solo gli studenti che abbiano precedentemente superato le prove d ammissione. Le iscrizioni al primo anno per gli studenti che hanno sostenuto le prove d ammissione sono aperte dalla data di pubblicazione dei risultati sino ai 5 giorni successivi. 8

9 Non possono iscriversi gli studenti che abbiano superato il test d ingresso presso altro istituto. Lo studente che si iscrive per la prima volta ad un corso dell Accademia Ligustica di Belle Arti riceve un numero di matricola e il libretto di iscrizione, validi per tutta la durata della sua permanenza nell Accademia in qualità di studente. Il libretto di iscrizione è valido altresì come: - documento di riconoscimento interno e nei rapporti con le strutture e gli uffici del diritto allo studio; - documento contenente i principali dati relativi alla carriera dello studente da utilizzare nei rapporti con le strutture didattiche e gli uffici dell Accademia. La domanda di immatricolazione va effettuata con procedura on-line (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e stampata; successivamente deve essere consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia completa degli allegati e dei versamenti previsti. Si ricorda allo studente che entro il termine previsto dall ARSSU (Azienda regionale per i servizi scolastici e universitari) deve improrogabilmente consegnare la certificazione del reddito (MODELLO ISEEU 2011 vedi punto 3.6). La domanda d'iscrizione verrà ritirata e ritenuta valida soltanto se completa del documento sopra indicato. 2.3 Iscrizione agli anni successivi al primo La domanda di iscrizione agli anni successivi, ad esame di indirizzo superato, va effettuata tramite procedura on-line (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e stampata; successivamente deve essere consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia di Belle Arti di Genova completa degli allegati e dei versamenti previsti entro il 17 ottobre Lo studente deve aver effettuato il pagamento della prima rata della tassa d iscrizione prevista e della tassa regionale per il diritto allo studio universitario e consegnare la certificazione del reddito (MODELLO ISEEU 2011 vedi punto 3.6). La mancata iscrizione all anno successivo, con il relativo mancato pagamento delle tasse e dei contributi, previsti per l anno accademico in questione, comporta l impossibilità di iscrizione alla frequenza ai corsi disciplinari e alle relative sessioni di esami e comporta inoltre il ritiro d ufficio. 2.4 Trasferimenti La scadenza delle domande di trasferimento, con allegato il foglio di congedo/nullaosta da altra Accademia di Belle Arti o da altro Ateneo, è fissata entro il 30 ottobre di ogni anno accademico. Non sono consentiti passaggi durante l anno accademico. Per la ricomposizione della carriera di studi svolta occorre allegare alla domanda di passaggio il certificato degli esami sostenuti e dei crediti conseguiti. Il Consiglio Accademico valuterà relativi crediti corrispondenti al nuovo Piano degli Studi e/o gli eventuali debiti da recuperare per il corso su cui chiede il trasferimento. 9

10 Nel caso di studenti stranieri il Consiglio Accademico valuterà viste le disposizioni ministeriali. 2.5 Presentazione del Piano degli Studi istituzionale La presentazione del piano di studi individuale avviene entro fine novembre di ciascun anno accademico. Senza la presentazione del piano di studi lo studente non è abilitato all iscrizione alla sessione di esami dei corsi disciplinari previsti per il percorso formativo. Il Piano degli Studi viene confermato ogni anno di norma entro il mese di giugno del precedente anno accademico. Il Consiglio Accademico, sentite le Scuole e i Dipartimenti, può proporre variazioni in linea con il D.M N.89 sui Settori Disciplinari e le norme in vigore Variazioni del Piano degli Studi Sono possibili variazioni al piano di studi solo nei seguenti casi : studenti lavoratori, carriere universitarie precedenti e situazioni straordinarie, anche derivanti dall attivazione delle materie inserite nel piano di studi. Il piano di studi può essere variato dal secondo anno di ogni corso di studi relativamente alle discipline comprese nell area delle materie affini od integrative e/o a scelta dello studente per un massimo di tre discipline nel Triennio (Primo Livello) e due nel Biennio (Secondo Livello). Norme specifiche per la modifica sono inserite nel Regolamento Didattico generale. La domanda con allegate le modifiche straordinarie ed eccedenti le modifiche consentite, va indirizzata al Direttore e solo dopo formale approvazione lo studente è abilitato a seguire le discipline modificate del proprio piano di studi Valutazione crediti formativi Possono essere inclusi nel Piano di studi Crediti Formativi derivanti da attività formative ulteriori concordate preventivamente con il Responsabile d istituto o con i Docenti. Lo studente può concordare in tutte le discipline attività di ricerca laboratoriale aggiuntive al normale percorso didattico, con un limite massimo di 6 Crediti Formativi nei 3 anni. Le attività svolte in autonomia dovranno essere sottoposte al Responsabile d Istituto per l eventuale riconoscimento. In ogni caso va debitamente compilato il foglio di riconoscimento Crediti Formativi reperibile in Segreteria. 2.6 Frequenza Ai sensi delle direttive ministeriali vigenti lo studente ha l obbligo di frequenza dei 2/3 delle lezioni frontali previste per ogni tipologia di attività didattica disciplinare (teorica, teorico-pratica, laboratoriale). Pertanto lo studente è tenuto a firmare la presenza e il docente a segnalare allo studente l eventuale superamento del carico di 10

11 assenze individuali nei modi e nei tempi opportuni per consentire allo studente stesso il recupero delle lezioni ovvero altre modalità di recupero (come lo studio e/o l applicazione pratica personale autonoma) al fine di portare a compimento l attività didattica intrapresa e maturare i crediti relativi con il superamento dell esame nei termini e nei tempi dell anno accademico di corso. Il docente consegnerà in Segreteria entro il 20 gennaio le firme di frequenza del primo semestre ed entro il 30 aprile le firme di frequenza del secondo semestre. 2.7 Passaggio interno ad altro corso di studi È consentito il passaggio ad altro corso di studi attivo presso l Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. La domanda di passaggio indirizzata al Direttore va consegnata entro il 20 novembre di ogni anno accademico a cui seguirà il piano di studi della nuova disciplina nei termini previsti dal Manifesto previo superamento esame di ammissione del corso nel quale si vuole accedere. Non sono consentiti passaggi successivamente a tale data. Nel caso in cui la domanda di passaggio venga formulata a conclusione del primo anno, tale richiesta verrà accolta con l iscrizione al primo anno della nuova disciplina l anno successivo e saranno validati i corsi superati anche se non presenti nel Piano di Studi della Scuola in cui avviene il trasferimento, fino ad un massimo di 10 CFA per le materie non presenti nel nuovo piano di studi. Per la ricomposizione della carriera di studi svolta occorre allegare alla domanda di passaggio il certificato degli esami sostenuti e dei crediti conseguiti. Il Consiglio Accademico valuterà gli esami sostenuti ed i relativi crediti corrispondenti al nuovo Piano degli Studi. L iter procedurale di passaggio si conclude con la consegna allo studente del nuovo piano di studi individuale per il corso per il quale ha inoltrato la domanda, che lo abilita alla frequenza dei corsi disciplinari sul corso di passaggio. Da quando è stata inoltrata la domanda non possono più essere sostenuti gli esami del piano di studi del percorso di studi di provenienza. 2.8 Sospensione, interruzione, rinuncia agli studi a) Sospensione degli studi Il corso di studi intrapreso può essere sospeso e ripreso senza decadenza del credito formativo, purché lo studente lo richieda con atto formale. La sospensione degli studi può essere chiesta per uno o più anni, per iscriversi e frequentare corsi di studio presso istituzioni italiane o estere di pari livello. La facoltà di sospendere gli studi è altresì applicabile per motivazioni sostanziali di carattere personale, in questo caso negli anni di sospensione lo studente non può compiere alcun atto di carriera senza oneri di tasse o contributi. La domanda di sospensione dovrà essere inoltrata entro il 30 dicembre. La ripresa degli studi segue le normali procedure di iscrizione. 11

12 b) Interruzione temporanea degli studi Al di fuori delle fattispecie precedente, che prevede l atto formale di richiesta, lo studente può comunque interrompere gli studi, e ricade in questa categoria lo studente che non si è iscritto e non ha versato le relative somme dovute. In questo caso, qualora lo studente intenda successivamente esercitare i diritti derivanti dalla condizione di studente, chiedendo l iscrizione, deve presentare al Direttore istanza diretta ad ottenere la ricognizione di tale status. La domanda di ricognizione richiede il versamento delle tasse stabilite oltre chiaramente a tutte le tasse e i contributi dovuti per l'anno accademico in cui si presenta la domanda con assoggettamento allo stesso trattamento previsto per la generalità degli studenti. Per ogni anno di interruzione lo studente è tenuto al pagamento di euro 150,00. Il pagamento massimo di ricongiungimento non può superare la cifra dovuta per 5 anni. Nel caso in cui lo studente abbia sospeso le iscrizioni ad esami completati e gli manchi soltanto la discussione della tesi finale, oltre al ricongiungimento per ogni anno di interruzione, sarà tenuto a versare la sola tassa di rinvio tesi -400 euro- valida per le tre sessioni dell anno accademico in corso. c) Rinuncia agli studi Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento agli studi intrapresi per immatricolarsi ex novo ad altro corso di studi senza alcun obbligo di pagare le tasse arretrate per gli anni in cui non si sia iscritto, fatto salvo quanto eventualmente dovuto per l ultimo anno di iscrizione. La rinuncia è irrevocabile e deve essere manifestata con atto scritto in modo chiaro ed esplicito senza l'apposizione sulla medesima di condizioni, termini e clausole che ne restringano l'efficacia. Lo studente che abbia rinunciato agli studi può ottenere i certificati relativi alla carriera percorsa, integrati da una opportuna annotazione attestante che quest'ultima è priva di efficacia per effetto della rinuncia stessa. La domanda di interruzione va inoltrata al Direttore dell Accademia. 2.9 Scadenza pagamenti La scadenza di pagamento dei contributi a carico degli studenti per immatricolazione/iscrizione, gestione laboratori/segreteria, funzionamento, previsti per ogni tipologia di corso coincide con la scadenza della data di iscrizione ai corsi accademici e non oltre l inizio delle lezioni dell anno accademico. Soltanto per gli studenti che devono sostenere l esame di ammissione la scadenza di pagamento è subordinata al superamento dell esame stesso e viene indicata nei cinque giorni successivi alla data di pubblicazione dei risultati. Gli studenti che non hanno versato i contributi di cui sopra, entro le date sopraindicate, incorrono nelle sanzioni di mora nella misura di euro 10,00 per ogni mese di ritardo. Lo studente moroso non potrà iscriversi agli esami delle sessioni che intercorrono fino alla data della regolarizzazione contributiva. 12

13 2.10 Tesi Per la domanda di tesi si rimanda all apposita normativa, allegata al presente Manifesto. Nel caso in cui le scadenze previste dalla suddetta normativa non siano state rispettate, il candidato dovrà rifare l iter per la sessione di tesi successiva, con le relative date di scadenza Iscrizione con riserva per esame di diploma Gli studenti che intendano iscriversi al Biennio ma hanno programmato la discussione della tesi nella sessione di Febbraio, ed avendo sostenuto tutti gli esami, possono essere ammessi con riserva al primo anno del Secondo Livello, formalizzando l iscrizione al momento del Diploma. Qualora lo studente non superi o non sostenga la discussione tesi nella sessione di Febbraio è tenuto a formalizzare il rinvio della tesi alla sessione seguente (Giugno). In questo caso l iscrizione al biennio automaticamente decade. BIENNIO 1 Iscrizioni Dal 16 luglio al 30 settembre 2012 sono aperte le iscrizioni ON LINE (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) ai colloqui attitudinali. Occorre compilare il modulo di preiscrizione ed effettuare il versamento di 50,00 che verranno detratti dalla retta di iscrizione al momento della stessa. Il passaggio dal 1 al 2 livello della stessa scuola, all'interno dei corsi svolti presso l'accademia avviene in forma diretta. Per gli studenti provenienti da altra scuola e per gli studenti provenienti da altra Accademia o Università, e comunque in possesso di diploma di 1 livello, il passaggio avviene tramite un colloquio attitudinale, secondo quanto previsto dalla scuola per la quale si richiede l'iscrizione. Per la ricomposizione della carriera di studi svolta occorre allegare il Diploma Accademico o il Diploma di Laurea di Primo Livello con l elenco degli esami sostenuti e dei relativi crediti conseguiti. Il Consiglio Accademico valuterà gli esami ed i relativi crediti corrispondenti al Piano degli Studi del Corso per assegnare eventuali debiti/crediti per il corso a cui chiede il passaggio. Nel caso di studenti stranieri il Consiglio Accademico valuterà viste le disposizioni ministeriali. 1.1 Test d ingresso Il test d ingresso consiste in un colloquio attitudinale finalizzato alla comprensione delle motivazioni e alla verifica delle attitudini ad intraprendere il corso di studi scelto, secondo quanto previsto dalla scuola per la quale si richiede l'iscrizione. Il candidato dovrà presentare un portfolio comprensivo di tavole (dipinti, disegni sculture o altro); lavori a computer; fotografie; ricerche/tesi su argomenti 13

14 pertinenti l'area artistico-visiva; lavori presentati a concorso; documentazione varia. Il candidato si deve presentare al colloquio munito di un documento valido di riconoscimento. 1.2 Valutazione del test d ingresso La valutazione del colloquio attitudinale sarà effettuata da un apposita Commissione nominata dal Direttore. Se il colloquio attitudinale non è pienamente positivo, la struttura didattica competente può indicare specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare entro il I anno di corso. 2. Immatricolazioni 2.1 Incompatibilità L iscrizione ai Corsi dell Accademia è incompatibile con l iscrizione a qualsiasi altro corso di diploma di laurea Iscrizione studenti stranieri Gli studenti di nazionalità straniera, in possesso di titolo di studio riconosciuto idoneo all iscrizione, dovranno superare un colloquio teso a verificare la conoscenza della lingua italiana e/o portare un certificato che ne attesti l idoneità. Il candidato dovrà presentare un portfolio comprensivo di tavole (dipinti, disegni sculture o altro); lavori a computer; fotografie; ricerche/tesi su argomenti pertinenti l'area artistico-visiva; lavori presentati a concorso; documentazione varia e sostenere un colloquio attitudinale. Il candidato si deve presentare al colloquio munito di un documento valido di riconoscimento. 2.2 Iscrizioni al primo anno Le iscrizioni al primo anno sono aperte sino al 31 ottobre Possono iscriversi solo gli studenti che abbiano superato il colloquio attitudinale di ammissione presso l' Accademia di Belle Arti di Genova. La domanda di iscrizione va effettuata tramite procedura (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e stampata; successivamente deve essere consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia Ligustica di Belle Arti completa degli allegati e dei versamenti previsti. Si ricorda allo studente che deve improrogabilmente consegnare la certificazione del reddito (MODELLO ISEEU 2011 vedi punto 3.6). La domanda d'iscrizione verrà ritirata e ritenuta valida soltanto se completa del documento sopra indicato. 14

15 2.3 Iscrizione agli anni successivi al primo La domanda di iscrizione agli anni successivi, ad esame di indirizzo superato, va effettuata tramite procedura on-line(www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e stampata; successivamente deve essere consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia di Belle Arti di Genova completa degli allegati e dei versamenti previsti entro il 30 ottobre Lo studente deve aver effettuato il pagamento della prima rata della tassa d iscrizione prevista e della tassa regionale per il diritto allo studio universitario e consegnare la certificazione del reddito (MODELLO ISEEU 2011 vedi punto 3.6). La mancata iscrizione all anno successivo, con il relativo mancato pagamento delle tasse e dei contributi, previsti per l anno accademico in questione, comporta l impossibilità di iscrizione alla frequenza ai corsi disciplinari e alle relative sessioni di esami e comporta inoltre il ritiro d ufficio. 2.4 Presentazione del Piano degli Studi istituzionale La presentazione del piano di studi individuale avviene entro fine novembre di ciascun anno accademico. Senza la presentazione del piano di studi lo studente non è abilitato all iscrizione alla sessione di esami dei corsi disciplinari previsti per il percorso formativo. Il Piano degli Studi viene confermato ogni anno di norma entro il mese di giugno del precedente anno accademico. Il Consiglio Accademico, sentite le Scuole e i Dipartimenti, può proporre variazioni in linea con il D.M N.89 sui Settori Disciplinari e le norme in vigore. 2.5 Variazioni del Piano degli Studi Sono possibili variazioni al piano di studi solo nei seguenti casi : studenti lavoratori, carriere universitarie precedenti e situazioni straordinarie, anche derivanti dall attivazione delle materie inserite nel piano di studi. Il piano di studi può essere variato dal secondo anno di ogni corso di studi relativamente alle discipline comprese nell area delle materie affini od integrative e/o a scelta dello studente per un massimo di 2 discipline. Norme specifiche per la modifica sono inserite nel Regolamento Didattico generale. La domanda con allegate le modifiche straordinarie ed eccedenti le modifiche consentite, va indirizzata al Direttore e solo dopo formale approvazione lo studente è abilitato a seguire le discipline modificate del proprio piano di studi Valutazione crediti formativi Possono essere inclusi nel Piano di studi Crediti Formativi derivanti da attività formative ulteriori concordate preventivamente con il Responsabile d Istituto o con i Docenti. Lo studente può concordare in tutte le discipline attività di ricerca laboratoriale aggiuntive al normale percorso didattico, con un limite massimo di 4 Crediti Formativi nei 2 anni. 15

16 Le attività svolte in autonomia dovranno essere sottoposte al Responsabile d Istituto per l eventuale riconoscimento. In ogni caso va debitamente compilato il foglio di riconoscimento Crediti Formativi reperibile in Segreteria. 2.6 Frequenza Ai sensi delle direttive ministeriali vigenti lo studente ha l obbligo di frequenza dei 2/3 delle lezioni frontali previste per ogni tipologia di attività didattica disciplinare (teorica, teorico-pratica, laboratoriale). Pertanto lo studente è tenuto a firmare la presenza e il docente a segnalare allo studente l eventuale superamento del carico di assenze individuali nei modi e nei tempi opportuni per consentire allo studente stesso il recupero delle lezioni ovvero altre modalità di recupero (come lo studio e/o l applicazione pratica personale autonoma) al fine di portare a compimento l attività didattica intrapresa e maturare i crediti relativi con il superamento dell esame nei termini e nei tempi dell anno accademico di corso. Il docente consegnerà in Segreteria entro il 20 gennaio le firme di frequenza del primo semestre ed entro il 30 aprile le firme di frequenza del secondo semestre. 2.7 Sospensione, interruzione, rinuncia agli studi a) Sospensione degli studi Il corso di studi intrapreso può essere sospeso e ripreso senza decadenza del credito formativo, purché lo studente lo richieda con atto formale. La sospensione degli studi può essere chiesta per uno o più anni, per iscriversi e frequentare corsi di studio presso istituzioni italiane o estere di pari livello, ovvero, nel caso di ammissione a corso speciale e/o abilitante, a corso di dottorato di ricerca, a master, attivati presso Istituzioni di livello terziario. La facoltà di sospendere gli studi è altresì applicabile per motivazioni sostanziali di carattere personale, in questo caso negli anni di sospensione lo studente non può compiere alcun atto di carriera senza oneri di tasse o contributi. La domanda di sospensione dovrà essere inoltrata entro il 30 dicembre. La ripresa degli studi segue le normali procedure di iscrizione. b) Interruzione temporanea degli studi Al di fuori delle fattispecie precedente, che prevede l atto formale di richiesta, lo studente può comunque interrompere gli studi, e ricade in questa categoria lo studente che non si è iscritto e non ha versato le relative somme dovute. In questo caso, qualora lo studente intenda successivamente esercitare i diritti derivanti dalla condizione di studente, chiedendo l iscrizione, deve presentare al Direttore istanza diretta ad ottenere la ricognizione di tale status. La domanda di ricognizione richiede il versamento delle tasse stabilite oltre chiaramente a tutte le tasse e i contributi dovuti per l'anno accademico in cui si presenta la domanda con assoggettamento allo stesso trattamento previsto per la generalità degli studenti. 16

17 Per ogni anno di interruzione lo studente è tenuto al pagamento di euro 150,00. Il pagamento massimo di ricongiungimento non può superare la cifra dovuta per 5 anni. Nel caso in cui lo studente abbia sospeso le iscrizioni ad esami completati e gli manchi soltanto la discussione della tesi finale, oltre al ricongiungimento per ogni anno di interruzione, sarà tenuto a versare la sola tassa di rinvio tesi -400 euro- valida per le tre sessioni dell anno accademico in corso. c) Rinuncia agli studi Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento agli studi intrapresi per immatricolarsi ex novo ad altro corso di studi senza alcun obbligo di pagare le tasse arretrate per gli anni in cui non si sia iscritto, fatto salvo quanto eventualmente dovuto per l ultimo anno di iscrizione. La rinuncia è irrevocabile e deve essere manifestata con atto scritto in modo chiaro ed esplicito senza l'apposizione sulla medesima di condizioni, termini e clausole che ne restringano l'efficacia. Lo studente che abbia rinunciato agli studi può ottenere i certificati relativi alla carriera percorsa, integrati da una opportuna annotazione attestante che quest'ultima è priva di efficacia per effetto della rinuncia stessa. La domanda di interruzione va inoltrata al Direttore dell Accademia. 2.8 Scadenza pagamenti La scadenza di pagamento dei contributi a carico degli studenti per immatricolazione/iscrizione, gestione laboratori/segreteria, funzionamento, previsti per ogni tipologia di corso coincide con la scadenza della data di iscrizione ai corsi accademici e non oltre l inizio delle lezioni dell anno accademico. Gli studenti che non hanno versato i contributi di cui sopra, entro le date sopraindicate, incorrono nelle sanzioni di mora nella misura di euro 10,00 per ogni mese di ritardo. Lo studente moroso non potrà iscriversi agli esami delle sessioni che intercorrono fino alla data della regolarizzazione contributiva. 2.9 Tesi Per la domanda di tesi si rimanda all apposita normativa, allegata al presente Manifesto. Nel caso in cui le scadenze previste dalla suddetta normativa non siano state rispettate, il candidato dovrà rifare l iter per la sessione di tesi successiva, con le relative date di scadenza. 3 Retta di frequenza e contributi 3.1 Domanda di ammissione ai test di ingresso del triennio La domanda di ammissione ai test di ingresso del triennio effettuata tramite procedura on-line (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e successivamente consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia di Belle Arti di Genova, va corredata dalla ricevuta di versamento dell importo 17

18 previsto di 50 euro sul c/c intestato all Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova presso la Banca Carige codice IBAN IT77W Il pagamento dà diritto a sostenere le prove grafiche di 3 indirizzi. 3.2 Domanda di iscrizione e disposizioni relative alle immatricolazioni per l anno accademico 2012/2013 La domanda di immatricolazione, effettuata tramite procedura on-line (www.accademialigustica.it Iscrizioni e ammissioni on line ) e successivamente consegnata brevi manu agli Uffici di Segreteria dell Accademia di Belle Arti di Genova, va corredata dalla ricevuta di versamento dell importo previsto sul c/c bancario intestato all Accademia Ligustica di Belle Arti presso la Banca Carige Banca CARIGE IBAN IT77W Lo studente che non sia in regola con l iscrizione o con il pagamento delle tasse e dei contributi non può essere ammesso agli esami, né può ottenere alcun certificato relativo alla propria carriera accademica. Il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 07/06/2012 ha deliberato l importo dei contributi per l a.a. 2012/2013 come nella tabella sotto indicata Contribuzione per il triennio Sarà possibile iscriversi entro cinque giorni dalla pubblicazione dell esito degli esami di ammissione e l importo delle tasse è suddiviso come di seguito: Iscrizione al Primo anno del Triennio di Pittura - Scultura - Grafica D Arte - Didattica dell Arte - Decorazione: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 700,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ ,00 Iscrizione al Primo anno del Triennio di Scenografia - Progettazione Artistica per l Impresa: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 800,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ ,00 Iscrizione al Secondo anno del Triennio di Pittura - Scultura - Grafica D Arte - Didattica dell Arte - Decorazione: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 600,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ ,00 18

19 Iscrizione al Secondo anno del Triennio di Scenografia - Progettazione Artistica per l Impresa: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 700,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ ,00 Iscrizione al Terzo anno del Triennio di Pittura - Scultura - Grafica D Arte - Didattica dell Arte - Decorazione: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 600,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ ,00 Iscrizione al Terzo anno del Triennio di Scenografia - Progettazione Artistica per l Impresa: Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 700,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 15/12/ , Contribuzione per il Biennio Preiscrizione Occorre compilare il modulo di preiscrizione ed effettuare il versamento di 50,00 che verranno detratti dalla retta di iscrizione al momento della stessa. Iscrizione al Primo anno del Biennio Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 900,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 31/03/ ,00 Iscrizione al Secondo anno del Biennio Diritti di Segreteria e tassa di frequenza all atto dell iscrizione 800,00 Acquisto tessera CTS (facoltativo) 10,00 Tassa di frequenza entro il 31/03/ ,00 19

20 3.5 Contribuzione per il fuori corso Tassa di iscrizione al 1 anno fuori corso Triennio all atto dell iscrizione 950,00 Tassa di iscrizione al 1 anno fuori corso Biennio all atto dell iscrizione 950,00 Le tasse devono essere effettuate all Accademia Ligustica di Belle Arti con bonifico bancario Banca CARIGE IBAN IT77W indicando il nome e cognome dello studente, il corso e l anno di frequenza, nel caso della tassa di ammissione si indicherà il corso o i corsi d esame. L iscrizione comporta il pagamento di tutto l importo anche in caso di ritiro dal corso durante l anno accademico. 3.6 Diritto allo studio Lo studente è tenuto a presentare al momento dell iscrizione il modello ISEEU. In base ai parametri ARSSU lo studente dovrà versare la relativa tassa di diritto allo studio sul c.c. postale n e presentare attestazione dell avvenuto pagamento alla Segreteria dell Accademia Esoneri per fascia contributiva Viene esonerata dal pagamento esclusivamente la seconda rata agli studenti beneficiari della borsa di studio Arssu. Lo studente borsista, per riceverla, deve essere in regola con gli esami e i relativi crediti entro gli appelli della prima sessione dell anno in cui gli è stata concessa. Per tutte le indicazioni, si rimanda al bando che l ufficio Regionale Arssu pubblica sul sito o che distribuisce in cartaceo. 3.7 Ritardato pagamento I versamenti effettuati dopo le date di scadenza comportano l addebito di un contributo di 10 Euro per ogni mese di ritardo. 3.8 Rinvio tesi (1 e 2 livello) Lo studente che abbia sostenuto tutti gli esami previsti nel proprio piano di studi e non riesca a diplomarsi entro l ultima sessione dell anno in corso può rinviare la discussione tesi all accademico successivo pagando 400,00 euro per rinvio tesi. 3.9 Tassa ritiro diploma Il diplomando deve provvedere a presentare alla Segreteria dell Accademia, entro la data di discussione della tesi : 20

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster)

PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster) PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster) A. REQUISITI D AMMISSIONE GENERALI 1. REQUISITI DI AMMISSIONE STABILITI

Dettagli

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 1. Devo iscrivermi al secondo anno (anni successivi, anni fuori corso) del Corso di Laurea in Giurisprudenza, come devo fare? Nei termini stabiliti dall Ateneo

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata

REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata Ufficio Istruzione dell Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese nella Repubblica Italiana Indirizzo: Via Armando Spadini 9, 00197, Roma Tel: 06-32629872 Fax:06-32502846

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare?

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 2) Non ho prenotato, posso chiedere al docente di sostenere ugualmente l'esame? 3) La regola dell'appello alternato vale

Dettagli

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1072 del 10/07/2015 IL RETTORE il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; il decreto del 6 febbraio

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli