Le imprese e il factoring

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le imprese e il factoring"

Transcript

1 Le imprese e il factoring Conoscenza, modalità di utilizzo, valutazione della convenienza e prospettive del factoring nelle imprese italiane Primi risultati dell indagine SDA sulla domanda di factoring Divisione ricerche Claudio Dematté Settembre 2008 Prof. Alessandro Carretta 1 Prof. Alessandro Carretta

2 Le domande di ricerca Cosa pensano le imprese italiane del factoring? Come lo utilizzano e ne valutano la convenienza? Quali sono gli elementi di soddisfazione o insoddisfazione nel rapporto di factoring? Quali sono le prospettive del factoring nei nuovi scenari IAS e Basilea 2? 2

3 Il mercato del factoring Il factoring è uno strumento ampiamente consolidato nell ambito dei sistemi economici e finanziari. A livello mondiale il volume d affari del mercato del factoring è stato pari nel 2007 a quasi miliardi di euro con una crescita del 14,5% rispetto all anno precedente. Il mercato europeo rappresenta il 72% del mercato mondiale. Nell area dell Euro (15 paesi), il volume d affari degli operatori europei del factoring costituisce il 12% dei finanziamenti corporate delle banche europee in essere alla fine del 2007 ed è più o meno pari alla variazione nell anno di tali finanziamenti. AFRICA 1% ASIA 13% AUSTRALASIA 3% AMERICAS 11% EUROPE 72% Fonte: FCI (Factors Chain International), BCE 3

4 Il mercato del factoring L Italia è tra i primi mercati di factoring a livello mondiale. Nel 2007 il volume d affari è stato pari a 122,8 miliardi di euro (dati FCI). Il factoring italiano rappresenta circa l 8% del PIL e riguarda il 10,8% dei crediti commerciali delle imprese e l 11% dei finanziamenti bancari a breve termine. 30,00% 25,00% 20,00% 15,00% 10,00% 5,00% 0,00% Quota italiana in rapporto a Europa e Mondo 18,20% 26,65% 25,78% 24,23% 18,61% 17,43% 14,07% 19,75% 15,54% 14,92% 13,21% 10,94% 10,62% 9,45% Italia/Europa Italia/Mondo 9,00% 8,00% 7,00% 6,00% 5,00% 4,00% 3,00% 2,00% 1,00% 0,00% Turnover/PIL Fonti: Elaborazioni su dati Banca d Italia, FCI, Istat 4

5 Le indagini empiriche sui rapporti tra factoring e imprese Tra i lavori empirici fin qui condotti, alcune ricerche (Mian e Smith (1992), Smith e Schnucker (1994), e Summers e Wilson (2000)) si focalizzano in particolare sulle politiche di gestione dei crediti commerciali e la struttura organizzativa delle imprese e sulle connessioni di queste variabili con il ricorso al factoring; questi studi utilizzano principalmente dati raccolti attraverso survey (spesso combinati con dati contabili) sulle imprese statunitensi per testare statisticamente alcune ipotesi derivanti dalla teoria. I risultati evidenziano come le imprese che ricorrono al factoring tendono ad essere di piccole dimensioni, in difficoltà finanziarie oppure razionate dal credito bancario, con clientela frazionata e scarso accesso alle informazioni commerciali. Un altro filone analizza la motivazione finanziaria del ricorso al factoring da parte delle imprese: Soufani (2001) studia i risultati di una indagine sulle imprese inglesi per testare alcune ipotesi, dimostrando che gli utilizzatori del factoring tendono ad essere imprese di minori dimensioni, più giovani e in difficoltà finanziarie. Benvenuti e Gallo (2004) analizzano il caso italiano utilizzando dati estratti dalla Centrale Rischi evidenziando che, solitamente, sono le imprese più indebitate e meno liquide quelle che hanno la maggiore probabilità di ricorrere al factoring. La letteratura empirica internazionale sui rapporti tra factoring e imprese presenta alcuni limiti comuni: è volta ad analizzare le caratteristiche delle imprese per identificare le caratteristiche delle imprese più propense all utilizzo del factoring, verificando ipotesi teoriche circa le motivazioni finanziarie e organizzative del ricorso allo strumento; lascia poco spazio all analisi delle modalità di utilizzo e degli effetti del factoring sulle imprese. 5

6 Le indagini empiriche sui rapporti tra factoring e imprese I principali risultati dell indagine sulla domanda di factoring - Assifact 1996 (AF 1996): Il factoring rappresenta principalmente una forma di finanziamento complementare al credito bancario; Il factoring è utile soprattutto per chi vuole affidare ad una società specializzata la gestione ed il controllo del portafoglio clienti; I principali elementi di soddisfazione relativi al factoring riguardano la velocità e sicurezza nei tempi di erogazione dei fondi, la possibilità di cedere il totale del portafoglio clienti, la capacità del factor di gestire i crediti, la garanzia del buon fine e l automatismo nel finanziamento dello sviluppo delle vendite. I principali elementi di insoddisfazione, invece, riguardano il costo (giudicato eccessivo), la mancata accettazione di tutti i debitori ceduti, la mancanza di risparmi nei costi interni di gestione e la carenza nei servizi di garanzia del buon fine dei crediti. Il factoring consente, dal punto di vista finanziario di soddisfare necessità di fondi di natura temporanea, di ottimizzare la programmazione degli incassi e di facilitare la crescita del fatturato; I fondi anticipati dal factor sono utilizzati principalmente per rimborsare i debiti; I debitori ceduti vedono la cessione come un fatto normale di gestione aziendale, ma anche come un sintomo di difficoltà finanziarie del fornitore cedente. 6

7 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Le aree di indagine: Il ricorso al credito commerciale Il ricorso al factoring Aspetti gestionali e finanziari del factoring Il factoring dal punto di vista del debitore ceduto Il factoring nell ottica di Basilea 2 e IAS 7

8 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Il campione Le imprese oggetto di indagine presentano caratteristiche molto variegate; il campione è rappresentativo della composizione della clientela attuale e potenziale del mercato del factoring. Le imprese hanno anzianità assai articolata (dal 1831 al 2007), sono meno giovani rispetto all indagine AF 1996 e dispongono per il 43% di un numero di dipendenti inferiore alle 100 unità (60% nell indagine AF 1996), con un fatturato conseguito principalmente in Italia (88%), che va da un minimo di quasi euro ad un massimo di oltre 30 miliardi di euro. Il 35% delle imprese indagate dichiara di avere un fatturato stagionale. 8

9 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Il campione: ripartizione geografica Le piazze di rilevazione e la numerosità delle imprese per piazza sono state selezionate per rendere il campione rappresentativo dell universo factoring. Nell indagine AF 1996, il campione era equamente suddiviso in 5 regioni: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Campania. Il campione: ripartizione geografica Campania 12% Lombardia 42% Nell indagine SDA 2008 sono state aggiunte la Toscana e il Piemonte e si è provveduto a ripartire la numerosità coerentemente con la diffusione del factoring nella piazza di rilevazione (dati Assifact) Lazio 26% Toscana 5% Piemonte 6% Veneto 4% Emilia Romagna 5% 9

10 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Il campione: ripartizione settoriale Le imprese private sono state classificate in 4 macro-settori, di cui tre riferiti a imprese del settore privato*: industria in senso stretto; costruzioni; servizi privati non finanziari, Il campione: ripartizione settoriale AMMINISTRAZIONI CENTRALI 2% AMMINISTRAZIONI LOCALI 3% IMPRESE PUBBLICHE 2% INDUSTRIA IN SENSO STRETTO 37% ed uno costituito da enti del settore pubblico, categoria non inclusa nell indagine AF SERVIZI PRIVATI NON FINANZIARI 49% COSTRUZIONI 7% Anche in questo caso, la ripartizione appare rappresentativa dell universo factoring. *Per la composizione dei macro-settori si è utilizzata la definizione usata nell Indagine sulle imprese industriali e dei servizi di Banca d Italia 10

11 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Il campione: i crediti ceduti Tipo operazione Distribuzione percentuale dei crediti ceduti (media campione) Distribuzione percentuale in Italia 1 (fonte: Assifact) Distribuzione percentuale nel mondo 2 (fonte: FCI) Factoring domestico 92% 90% 89% Factoring internazionale 8% 10% 11% Totale 100% 100% 100% Factoring pro soluto 56% 52% 58% Factoring pro solvendo 44% 48% 42% Totale 100% 100% 100% 1 Ripartizione dell outstanding 2 Ripartizione del turnover 11

12 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring La metodologia La rilevazione è stata effettuata attraverso interviste sul campo, sulla base di un questionario, da parte di intervistatori esperti a responsabili e addetti delle funzioni amministrative e finanziarie nonché, occasionalmente e per le imprese di minore dimensione, ai titolari delle imprese o a direttori generali. 12

13 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Agenda: Il ricorso al credito commerciale Il ricorso al factoring Aspetti gestionali e finanziari del factoring Il factoring dal punto di vista del debitore ceduto Il factoring nell ottica di Basilea 2 e IAS Prospettive e conclusioni 13

14 Il ricorso al credito commerciale Il credito commerciale rappresenta principalmente una forma di finanziamento del cliente ed una strategia di espansione delle vendite, contribuendo anche a sincronizzare i flussi in entrata ed in uscita. una forma di finanziamento del cliente 25% Che cosa rappresenta il credito commerciale? (distribuzione percentuale delle risposte) altro 5% non ho opinioni sull argomento 2% una garanzia della qualità del prodotto 7% una strategia di espansione delle vendite 19% uno strumento per instaurare una relazione continuativa con la controparte 15% un modo per sincronizzare i flussi in entrata e in uscita 19% uno strumento per valutare l affidabilità della controparte 10% 14

15 Il ricorso al credito commerciale I termini di pagamento dei crediti e dei debiti 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Clientela domestica Clientela estera Propri debiti commerciali Entro 90 giorni Tra 90 e 120 giorni Tra 120 e 180 giorni Oltre 180 giorni 15

16 Il ricorso al credito commerciale I principali problemi: ritardo negli incassi elevati costi di gestione del rapporto creditizio 40% 35% Secondo Lei, quali sono i principali problemi nell utilizzo del credito commerciale? 39% 30% 25% 20% 18% 22% 17% 15% 10% 4% 5% 0% insolvenza dei clienti elevato ritardo nei pagamenti da parte dei clienti elevati costi di gestione del rapporto creditizio con i clienti difficoltà nel valutare l affidabilità della controparte altro 16

17 Il ricorso al credito commerciale Coerentemente con i risultati di Finaldi Russo e Leva (2004), che analizzano le ragioni del ricorso al debito commerciale, l indagine mette in luce il fatto che il credito commerciale è diffuso sia per ragioni finanziarie sia per l esigenza di sincronizzare i flussi in entrata e in uscita. Lo studio citato, inoltre, dimostra che il meccanismo con cui le imprese con minore facilità di accesso al credito bancario concretizzano il ricorso al debito commerciale è quello del pagamento ritardato, che nell indagine SDA è rappresentato come il principale problema da parte dei fornitori oggetto d indagine. 16,00% 14,00% 12,00% 10,00% 8,00% 6,00% 4,00% 2,00% 0,00% Percentuale di aziende con ritardi di pagamento superiori ai 30 giorni (fonte: D&B, Studio pagamenti Ed. 2008) Italia Europa Dun & Bradstreet redige annualmente un rapporto in cui analizza le abitudini dei pagamenti nei paesi europei. Le ultime rilevazioni dei ritardi di pagamento per l Italia dimostrano come il gap rispetto alla media europea, dopo un lungo periodo di riduzione, sia tornato a crescere. Nel quarto trimestre 2007 in Italia i giorni medi di ritardo nei pagamenti sono stati pari a 13,5 (fonte: D&B, Studio pagamenti Ed. 2008). 17

18 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Agenda: Il ricorso al credito commerciale Il ricorso al factoring Aspetti gestionali e finanziari del factoring Il factoring dal punto di vista del debitore ceduto Il factoring nell ottica di Basilea 2 e IAS Prospettive e conclusioni 18

19 Il factoring visto dalle imprese Il factoring rappresenta una forma di finanziamento complementare al credito bancario e una forma di garanzia del buon fine dei crediti commerciali. È inoltre di rilievo il ruolo del factoring come strumento per gestire professionalmente i crediti. Meno importante è il ruolo attribuito al factoring come forma di finanziamento alternativa al credito bancario, mentre è marginale la convinzione che il factoring sia una forma di recupero dei crediti insoluti o problematici. 19

20 Il factoring visto dalle imprese Confrontando i risultati dell indagine con la precedente indagine AF 1996, appare chiara una maggiore consapevolezza delle componenti assicurative e di servizio del factoring. Che cosa rappresenta il factoring? (distribuzione percentuale delle risposte) Indagine SDA 2008 Indagine AF 1996 una forma di finanziamento alternativa al credito bancario 16% 23% una forma di finanziamento complementare al credito bancario 26% 43% una forma di garanzia del buon fine dei crediti commerciali 25% 14% uno strumento per gestire professionalmente il credito 19% 13% una forma di recupero dei crediti insoluti o problematici 7% 5% altro 6% 1% non ho opinioni sull'argomento 1% 1% 20

21 Il factoring visto dalle imprese Analogamente all indagine AF 1996, l indagine evidenzia delle differenze nel ruolo attribuito al factoring a seconda del fatto che l impresa utilizzi o meno il factoring: nei non utilizzatori e, infatti, è maggiore il ruolo attribuito al factoring come forma di recupero di crediti insoluti o problematici (12% delle risposte contro il 5% negli utilizzatori), in aggiunta al ruolo di finanziamento complementare e garanzia dei crediti. Negli enti pubblici questo aspetto è ulteriormente evidenziato (17% delle risposte); per gli ex clienti il factoring rappresenta principalmente una forma di finanziamento alternativa al credito bancario (31%) e una forma di garanzia del buon fine dei crediti (31%). In generale, si segnala la tendenza, per chi non ricorre attualmente al factoring, a percepire un ruolo maggiore della componente finanziaria dello strumento rispetto alla componente di garanzia e di servizio. 21

22 Il factoring visto dalle imprese 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% Che cosa rappresenta il factoring (distribuzione percentuale delle risposte) Clienti Ex clienti Non utilizzatori 0% una forma di finanziamento alternativa al credito bancario 2. una forma di finanziamento complementare al credito bancario 3. una forma di garanzia del buon fine dei crediti commerciali 4. uno strumento per gestire professionalmente il credito 5. una forma di recupero dei crediti insoluti o problematici 6. altro 7. non ho opinioni in proposito 22

23 Il factoring visto dalle imprese Si notano significative differenze anche nella percezione che le varie categorie di imprese utilizzatrici hanno del factoring: Che cosa rappresenta il factoring? (distribuzione percentuale delle risposte) Clienti più esperti Clienti meno esperti una forma di finanziamento alternativa al credito bancario 9% 23% una forma di finanziamento complementare al credito bancario 24% 24% una forma di garanzia del buon fine dei crediti commerciali 26% 23% uno strumento per gestire professionalmente il credito 26% 16% una forma di recupero dei crediti insoluti o problematici 4% 7% altro 11% 7% non ho opinioni sull'argomento 0% 0% 23

24 Il factoring visto dalle imprese L articolazione delle risposte per classi di fatturato 35% 30% 25% 20% 15% Che cosa rappresenta il factoring (distribuzione percentuale delle risposte per classi di fatturato) < 25 mln tra 25 e 250 mln oltre 250 mln Al crescere delle dimensioni, diminuisce il ruolo del factoring come strumento di finanziamento e si rafforza la percezione della componente di servizio e di garanzia del credito. 10% 5% 0% una forma di finanziamento alternativa al credito bancario 2. una forma di finanziamento complementare al credito bancario 3. una forma di garanzia del buon fine dei crediti commerciali 4. uno strumento per gestire professionalmente il credito 5. una forma di recupero dei crediti insoluti o problematici 6. altro 7. non ho opinioni in proposito Questo risultato è in linea con i risultati dell indagine AF

25 Il factoring visto dalle imprese Che cosa rappresenta il factoring? (distribuzione percentuale delle risposte) Generale Clienti esperti Clienti con uso sistematico del factoring Imprese con credito commerciale più sviluppato uno strumento per gestire professionalmente il credito 19% 26% 25% 27% Le imprese in cui il credito commerciale è più sviluppato, i clienti esperti e quelli che utilizzano sistematicamente il factoring percepiscono maggiormente i benefici a livello di gestione del credito connessi all utilizzo del factoring 25

26 Il factoring visto dalle imprese Il factoring è utile per le imprese che non riescono a riscuotere regolarmente i crediti (58% di assenso) e per quelle che vogliono affidare a società specializzate la gestione e il controllo del portafoglio clienti (53%) ma anche per quelle imprese che non possono accedere al credito bancario (51%). Nelle imprese in cui il credito commerciale è più sviluppato e nei clienti più soddisfatti, emerge la convinzione che il factoring sia uno strumento utile anche per le imprese di piccola dimensione. 26

27 Il factoring visto dalle imprese Il 39% delle imprese ritiene che il factoring sia ancora uno strumento poco conosciuto, in aumento rispetto all indagine precedente (24%), a causa principalmente della scarsa cultura finanziaria delle imprese e dell insufficiente informativa da parte delle banche e delle società di factoring. Rispetto all indagine AF 1996, la percentuale di imprese che vede l inadeguatezza dell offerta del servizio tra le cause della scarsa conoscenza del factoring è significativamente ridotta. 27

28 Il ricorso al factoring Il 68% delle imprese intervistate ricorre al factoring (l 89% delle imprese che dichiarano che il credito commerciale nella loro impresa è più sviluppato che nelle altre imprese). Meno di uno su quattro dei non utilizzatori attuali ha fatto ricorso al factoring in passato. Per gli altri, i motivi di non ricorso (anche in prospettiva) sono essenzialmente legati alla convinzione di non averne bisogno e di non voler rinunciare al contatto diretto con la clientela. 28

29 Il ricorso al factoring Le imprese intervistate presentano una anzianità di utilizzo del factoring piuttosto variegata: quasi il 50% delle imprese utilizzatrici usa il factoring da (o lo ha utilizzato per) oltre 5 anni, mentre il 32% lo utilizza da o lo ha utilizzato per meno di 3 anni. Se l'impresa è (o è stata) cliente di aziende di factoring, per quanti anni ha utilizzato tale strumento? oltre 10 anni 26% 5 10 anni 23% dalla nascita dell'impresa 5% 3 5 anni 14% 1 3 anni 32% Gli ex clienti, generalmente, hanno avuto brevi esperienze di factoring (il 43% lo ha utilizzato per meno di 3 anni), mentre nelle imprese di maggiori dimensioni il factoring è uno strumento radicato nella gestione aziendale: il 50% lo utilizza da (o lo ha utilizzato per) oltre 10 anni. Anche per i clienti che ne fanno un uso non sporadico e per le imprese in cui il credito commerciale è più sviluppato i rapporti di factoring tendono ad avere una durata più lunga. 29

30 Il ricorso al factoring Rispetto all indagine AF 1996, emerge un evoluzione circa la durata dei rapporti: il factoring viene utilizzato per periodi più lunghi e in maniera meno discontinua. 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% Se l'impresa è (o è stata) cliente di aziende di factoring, per quanti anni ha utilizzato tale strumento? 32% 37% 14% 26% 27% 23% 26% % SDA 2008 AF % 1% anni anni anni 4. oltre 10 anni 5. dalla nascita dell'impresa 30

31 Il ricorso al factoring Il 45% delle imprese intervistate ha rapporti d affari con una sola società di factoring, mentre il 41% ha rapporti contemporaneamente con un numero variabile da 2 a 4 di factor. Le imprese che mantengono rapporti d affari con più di 4 società di factoring sono il restante 14%, perlopiù composto da imprese di elevate dimensioni. Il 71% dei clienti esperti ha rapporti contemporaneamente con più di una società di factoring, mentre i meno esperti prediligono il rapporto esclusivo con una sola società (57%). 31

32 Il ricorso al factoring I motivi del ricorso al factoring In termini generali, il ricorso al factoring è dovuto principalmente ad esigenze di liquidità (36% delle risposte), al forte sviluppo aziendale (21%) e all esigenza di assicurare i crediti (17%). Rispetto all indagine AF 1996, è diminuita l importanza relativa del razionamento del credito bancario: il ricorso al factoring sembra quindi dovuto più che in passato ad una valutazione interna di convenienza che alla necessità di sostituire il credito bancario. 32

33 Il ricorso al factoring I motivi del ricorso al factoring il ricorso al factoring è stato dovuto: all'esigenza di far gestire i crediti a terzi 10% all'esigenza di assicurare i crediti 17% all'esigenza di recuperare insoluti 6% ad esigenze di liquidità al forte sviluppo aziendale 21% al razionamento del credito bancario 9% 36% In particolare, i clienti che fanno un uso occasionale del factoring hanno un esigenza maggiore di assicurare i crediti rispetto agli altri (30% delle risposte) 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 33

34 Il ricorso al factoring Come le imprese vengono a conoscenza del factoring Il 40% delle imprese intervistate è venuto a conoscenza dello strumento tramite contatto diretto con le società di factoring, mentre il 27% tramite le banche (più importanti per le imprese minori); rispetto all indagine AF 1996, si è ridotta la rilevanza del ruolo delle banche nella promozione del factoring. Solo un 7% dichiara di aver conosciuto il factoring tramite imprese che già lo utilizzavano. Si segnala un 26% (in particolare tra le imprese di maggiori dimensioni) che dichiara di essere venuto a conoscenza del factoring tramite altre fonti, principalmente tramite conoscenza diretta o esperienze passate della persona intervistata. 34

35 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring è definito come buono dal 62% delle imprese intervistate; il 15% lo definisce ottimo (7% nell indagine AF 1996) mentre il 20% sufficiente. Solo il 3% delle imprese lo giudica scarso (11% nell indagine AF 1996), anche se tale percentuale aumenta significativamente con riferimento agli ex clienti (14%). Grado di soddisfazione del rapporto di factoring 70% 60% 50% 40% 61% 59% SDA 2008 AF % 20% 10% 0% 23% 20% 15% 11% 7% 3% scarso sufficiente buono ottimo 35

36 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Grado di soddisfazione del rapporto di factoring 72% 50% 39% 19% 9% 7% 4% 0% scarso sufficiente buono ottimo clienti con uso occasionale clienti con uso sistematico I clienti che fanno un uso occasionale del factoring appaiono meno soddisfatti rispetto a quelli che ne fanno un uso sistematico. 36

37 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring 37

38 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring I principali elementi di soddisfazione per segmento di clientela Principali elementi di soddisfazione 38

39 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring I principali elementi di insoddisfazione per segmento di clientela Principali elementi di insoddisfazione 39

40 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring Coloro che ritengono che il factoring costi di più rispetto al credito bancario attribuiscono ciò al fatto che il factoring è un servizio più complesso e ricco (41% circa) e non al fatto che è usato da imprese in difficoltà finanziarie (5%). Si segnalano tuttavia alcune significative differenze tra le opinioni delle diverse categorie di imprese. Motivazione della differenza di costo tra factoring e credito bancario Il factoring è uno strumento più complesso e ricco rispetto al credito bancario Le società di factoring servono abitualmente imprese in difficoltà finanziarie Clienti Ex clienti Non utilizzatori 45% 29% 35% 3% 14% 9% 40

41 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring In ogni caso, la maggioranza delle imprese indagate ritiene che il costo del factoring vada confrontato con il costo medio dei finanziamenti ed il costo di gestione interna del credito commerciale (53%) oppure, ma meno frequentemente, con il costo del credito bancario (33%). Nella precedente indagine, il termine di confronto privilegiato era il costo del credito bancario, con il 56% delle imprese. Coerentemente con l evoluzione delle percezioni sul factoring verso un sistema integrato di finanziamento e servizi emersa dal confronto tra l indagine SDA 2008 e l indagine AF 1996, anche il costo della gestione interna del credito viene considerato maggiormente nella valutazione della convenienza. 41

42 Il grado di soddisfazione del rapporto di factoring Alcuni confronti significativi sulla valutazione della convenienza del factoring Ritiene che il costo del factoring vada confrontato con: Clienti esperti Clienti meno esperti Clienti con uso occasionale Clienti con uso sistematico Il costo del credito bancario 26% 43% 57% 23% Il costo del credito di fornitura 9% 7% 4% 9% Il costo medio dei finanziamenti ed il costo di gestione interna del credito commerciale 56% 43% 28% 63% Altro 9% 7% 11% 5% I clienti più esperti e quelli che fanno un uso sistematico del factoring sono più propensi ad includere nella valutazione del costo del factoring anche un confronto con il costo di gestione interna del credito commerciale. Il 58% dei clienti insoddisfatti dal costo del rapporto di factoring usa come termine di confronto il costo del credito bancario. 42

43 L indagine SDA Bocconi sulla domanda di factoring Agenda: Il ricorso al credito commerciale Il ricorso al factoring Aspetti gestionali e finanziari del factoring Il factoring dal punto di vista del debitore ceduto Il factoring nell ottica di Basilea 2 e IAS Prospettive e conclusioni 43

44 Factoring e gestione d impresa A parere delle imprese indagate, il factoring, dal punto di vista finanziario, consente principalmente di ottimizzare la programmazione degli incassi e, meno di frequente, di risolvere necessità di fondi di natura sia temporanee che croniche. Dal punto di vista finanziario, il factoring consente alla Sua impresa di: facilitare la crescita del fatturato 8% altro 7% risolvere croniche necessità di fondi 19% ottimizzare la programmazione degli incassi 48% risolvere temporanee necessità di fondi 18% 44

45 Factoring e gestione d impresa Rispetto alla precedente indagine, è aumentata la percezione del factoring come strumento per ottimizzare la programmazione degli incassi; inoltre, è maggiore la percentuale di imprese che vedono nel factoring uno strumento indispensabile per risolvere croniche necessità di fondi. 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Dal punto di vista finanziario, il factoring consente all'impresa di: 19% 18% 6% 35% 48% 33% 26% 8% 7% SDA 2008 AF % Risulta invece ampiamente ridotta la percentuale di imprese che ritengono che il factoring soddisfi temporanee necessità di fondi o faciliti la crescita del fatturato. 1. risolvere croniche necessità di fondi 2. risolvere temporanee necessità di fondi 3. ottimizzare la programmazione del fatturato 4. facilitare la crescita del fatturato 5. altro 45

46 Factoring e gestione d impresa Dal punto di vista finanziario, il factoring consente all impresa di: Piccole imprese Medie imprese Grandi imprese risolvere croniche necessità di fondi 31% 15% 12% risolvere temporanee necessità di fondi 26% 18% 6% ottimizzare la programmazione degli incassi 39% 43% 70% facilitare la crescita del fatturato 4% 9% 12% altro 0% 15% 0% Al crescere delle dimensioni aziendali, il factoring assume sempre più il ruolo di strumento di programmazione dei flussi. Lo stesso fenomeno si riscontra per i clienti più esperti e più soddisfatti. 46

47 Factoring e gestione d impresa I fondi derivanti dallo smobilizzo dei crediti ad una società di factoring sono utilizzati principalmente per rimborsare i debiti e, in misura meno frequente, per finanziare lo sviluppo delle vendite (soprattutto nei clienti esperti e nelle imprese di medie dimensioni). Marginale l impiego in titoli o altre attività fruttifere. In particolare, l 82% degli intervistati che considerano il credito commerciale più sviluppato nella loro impresa che nei concorrenti, destina i fondi al rimborso dei debiti. Rispetto al passato è diminuita la percentuale di imprese che utilizza i fondi per investimenti finalizzati alla crescita del fatturato (19% contro 36% dell indagine AF 1996), mentre è aumentata la quota di intervistati che utilizza i fondi smobilizzati per rimborsare i propri debiti verso fornitori o banche. 47

48 Factoring e gestione d impresa Solo poco più di un quinto delle imprese ha ridotto l attività interna di gestione dei crediti commerciali, perché con il factoring si riduce il costo di gestione interna dei crediti (40%) e l azienda si può concentrare sulle vendite (33%). Le restanti imprese non lo hanno fatto più per motivi di politiche aziendali (quasi il 60% delle risposte) o perché i costi non si riducevano (9%). La percentuale di imprese che hanno ridotto l attività di gestione interna sale al 44% per le imprese in cui il credito commerciale è più sviluppato, nelle quali l uso del factoring consente principalmente di concentrarsi sulle vendite (50%). Meno rilevante, ma comunque significativo, l aumento di tale percentuale nei clienti più esperti, più soddisfatti e che fanno un uso non sporadico del factoring (con una quota tra il 28% e il 30%). Al contrario, l 87% delle imprese di piccole dimensioni non ha mai ipotizzato di ridurre l attività interna di gestione del credito. 48

49 Factoring e gestione d impresa Gli effetti del factoring sui comportamenti dei debitori ceduti 60% Gli effetti del factoring sui comportamenti dei debitori ceduti: 50% 48% 40% 36% 34% 36% 30% 27% 26% 27% 25% 20% 21% 10% 8% 7% 0% 3% 3% 0% 0% Tempi medi di incasso Regolarità dei pagamenti Livello di insoluti Peggiora Non cambia Migliora Non c'è relazione con l'uso del factoring Non sa rispondere 49

Perché le imprese ricorrono al factoring: evoluzione e prospettive del mercato del factoring

Perché le imprese ricorrono al factoring: evoluzione e prospettive del mercato del factoring Perché le imprese ricorrono al factoring: evoluzione e prospettive del mercato del factoring Nicoletta Burini Associazione Italiana per il Factoring - Assifact Reggio Emilia 5 giugno 2015 La gestione del

Dettagli

10 domande e 10 risposte

10 domande e 10 risposte 10 domande e 10 risposte Lo sapevate che... Il factoring è uno strumento per gestire professionalmente i crediti ed è un complemento ideale del finanziamento bancario. Il factoring è utile per tutte le

Dettagli

Factoring e convenzione fornitori

Factoring e convenzione fornitori Factoring e convenzione fornitori Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Giuliano Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor S.p.A. Il Factoring Il concetto può essere sintetizzato in 4 parole chiave: 1. Valutazione

Dettagli

Gli effetti del factoring sulle imprese italiane

Gli effetti del factoring sulle imprese italiane Gli effetti del factoring sulle imprese italiane Alcune evidenze empiriche di Diego Tavecchia Assifact Discussion Paper Series n. 1/2012 Settembre 2012 JEL classification: G20, G21, M20, M21. Keywords:

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

BCC FACTORING - SOLUZIONI PER LE IMPRESE

BCC FACTORING - SOLUZIONI PER LE IMPRESE BCC FACTORING - SOLUZIONI PER LE IMPRESE - Relatore: Oliviero Sabato Direttore Generale BCC Factoring Aula Magna Università degli Studi di Reggio Emilia, 08 ottobre 2014 2 Agenda Il mercato BCC Factoring

Dettagli

Il factoring tra finanza e servizi

Il factoring tra finanza e servizi in collaborazione con Factorit spa Il factoring tra finanza e servizi Giuseppe Nardone Resp. Sviluppo Affari e Canali e Distributivi Il factoring: definizione Il factoring è oggi il solo prodotto presente

Dettagli

Il Factoring nelle piccole e medie imprese

Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il contesto macroeconomico Il Sistema Bancario e le PMI L intervento del Factoring, 25 Gennaio 2010 1 Credemfactor Spa 2 2 Lo scenario Macroeconomico 3 3 Lo scenario

Dettagli

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing AICS MEETING DAY 2014 Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing 21 MAGGIO 2014 Agenda: Chi siamo Cos è il Factoring

Dettagli

Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese. Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring

Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese. Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring Torino, 25 gennaio 2011 AGENDA Macroeconomia Factoring Ruolo del factoring

Dettagli

Il factoring tra finanza e servizi

Il factoring tra finanza e servizi Il factoring tra finanza e servizi Intervento di Antonio De Martini Firenze, 6 febbraio 2007 Introduzione: il factoring in Italia In Italia la prima società di factoring nasce nel 1963. Il mercato italiano

Dettagli

Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali. Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010

Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali. Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010 Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010 UBI Factor, da trent anni il protagonista del Factoring in Italia e in Europa Offriamo servizi di Factoring

Dettagli

Il Factoring e le piccole e medie imprese

Il Factoring e le piccole e medie imprese Il Factoring e le piccole e medie imprese Uno strumento per migliorare le performance aziendali e ridurre i rischi finanziari delle PMI anche in ottica di Basilea 2 Marino Baratti Amministratore Delegato

Dettagli

INDAGINE SUI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2011

INDAGINE SUI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2011 INDAGINE SUI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2011 Il presente rapporto riporta i principali risultati dell indagine sui crediti verso la Pubblica Amministrazione, svolta dall Associazione fra

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

MPS Leasing & Factoring S.p.A.

MPS Leasing & Factoring S.p.A. MPS Leasing & Factoring S.p.A. DG Gianfranco Antognoli Factoring Tour: Bari, 27 giugno 2008 Il mercato del factoring in Italia I primi 5 operatori del mercato sono di estrazione bancaria, con quote di

Dettagli

Università degli Studi di Milano GLI EFFETTI DEL FACTORING SULLE IMPRESE ITALIANE: ALCUNE EVIDENZE EMPIRICHE

Università degli Studi di Milano GLI EFFETTI DEL FACTORING SULLE IMPRESE ITALIANE: ALCUNE EVIDENZE EMPIRICHE Università degli Studi di Milano Graduate School in Economic, Social and Political Sciences Ph.D. in Business History and Management XXIII Ciclo GLI EFFETTI DEL FACTORING SULLE IMPRESE ITALIANE: ALCUNE

Dettagli

Cos'è. Questi servizi riguardano:

Cos'è. Questi servizi riguardano: UBI FACTOR Cos'è Il factoring è una combinazione di servizi finanziari e di gestione del credito che consentono ad una società di rafforzare sotto il profilo qualitativo e di valorizzare sotto quello finanziario

Dettagli

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Milano17 marzo 2015 2 Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Mercato del factoring in Italia Turnover 2014: 178 mld euro Lo scenario: PIL Italia -0,4% nel 2014 PIL area Euro +0,9% nel 2014 +0,4%

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione

Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione Indagine sui fabbisogni finanziari delle fondazioni in Italia Marzo 2014 Con il contributo scientifico di Indice Obiettivi 3 Metodologia 4

Dettagli

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: oltre 8.000 clienti;

Dettagli

Il Factoring per le piccole e medie imprese

Il Factoring per le piccole e medie imprese Il Factoring per le piccole e medie imprese Direttore Generale Centro Factoring SpA Caratteristiche delle P.M.I Elevata specializzazione dei processi produttivi e di distribuzione. Normalmente, carenze

Dettagli

Gli intermediari finanziari non bancari

Gli intermediari finanziari non bancari Gli intermediari finanziari non bancari Intermediari creditizi non bancari A. Leasing B. Factoring C. Credito al consumo Art. 106 e 107 TUB Le società di leasing Elenco generale presso UIC Condizioni per

Dettagli

SOLO IMPRESA CREDITO E FINANZA

SOLO IMPRESA CREDITO E FINANZA SOLO IMPRESA CREDITO E FINANZA E uno strumento finanziario moderno e funzionale Il factoring dalle mille risorse Pur ampiamente utilizzato, sono tuttora poco conosciute le sue caratteristiche da parte

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 La crisi in sintesi Intervento delle autorità di politica economica per cercare di ridurne la portata ampia liquidità al sistema finanziario e tassi ai minimi

Dettagli

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016 Credemfactor spa Luciano Braglia Amministratore Delegato Reggio Emilia 29 aprile 2016 Nuovo servizio on line che permette alle imprese di cedere i propri crediti in modo comodo, veloce, sicuro Il processo

Dettagli

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 Febbraio 2011 Finanza a supporto della crescita delle PMI Finanza a breve termine La capacità

Dettagli

IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA. Direzione Commerciale Dicembre 2006

IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA. Direzione Commerciale Dicembre 2006 IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA Direzione Commerciale Dicembre 2006 Factoring Tour: Firenze, 6 febbraio 2007 Il Factoring: è complementare, non alternativo al credito bancario; rafforza il rapporto

Dettagli

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Cerchi alla testa? Noi vi aiutiamo a farli quadrare. Gruppo General da anni offre alla propria clientela interventi rapidi e personalizzati

Dettagli

Factoring Internazionale Soluzioni per crescere

Factoring Internazionale Soluzioni per crescere Factoring Internazionale Soluzioni per crescere IL SERVIZIO INTERNAZIONALE Il servizio internazionale I SERVIZI 1. Gestione del credito 2. Approvazione del credito 3. Pagamento anticipato del credito I

Dettagli

Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO

Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero

Dettagli

finnova Prodotti e Servizi

finnova Prodotti e Servizi finnova Prodotti e Servizi INDICE 1 Finnova Mission 2. Portafoglio Prodotti & Servizi Portafoglio Prodotti & Servizi 3. Scenario di Riferimento Ritardo di pagamento delle PA Le cause Ritardo di pagamento

Dettagli

Il factoring internazionale

Il factoring internazionale Il factoring internazionale Internazionale prefazione Le operazioni di factoring sono in misura crescente effettuate con controparti cedenti e debitrici estere per effetto della crescente internazionalizzazione

Dettagli

Il Factoring, strumento di gestione e finanziamento del circolante

Il Factoring, strumento di gestione e finanziamento del circolante Il Factoring, strumento di gestione e finanziamento del circolante Sarda Factoring S.p.A. Via S. Margherita n. 8 09124 CAGLIARI Tel. 070 668139 Fax 070 660884 www.sardafactoring.it - sardafactoring@tiscali.it

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

Foglio informativo. Acquisto di crediti con la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro solvendo).

Foglio informativo. Acquisto di crediti con la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro solvendo). Foglio informativo. Acquisto di crediti con la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro solvendo). Informazioni sulla società di factoring. Centro Factoring S.p.A.

Dettagli

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI VII Panel Osservatorio Legislazione & Mercati SEMPLIFICAZIONE, FISCO, LIQUIDITA : TRE MOSSE PER UNA VERA CRESCITA 1 a sessione COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI Villa Valmarana Morosini,

Dettagli

Foglio informativo n. 2203. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO

Foglio informativo n. 2203. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO Foglio informativo n. 2203. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero

Dettagli

OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore EDIZIONE. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia

OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore EDIZIONE. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia EDIZIONE OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca per bene. INDICE

Dettagli

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto).

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Informazioni sulla società di factoring. Centro Factoring S.p.A.

Dettagli

CooperfidiSicilia. Servizio Gestione Crediti. www.cooperfidisicilia.it CONSORZIO DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI

CooperfidiSicilia. Servizio Gestione Crediti. www.cooperfidisicilia.it CONSORZIO DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI CooperfidiSicilia CONSORZIO DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI 1 Servizio Gestione Crediti www.cooperfidisicilia.it La gestione dei crediti commerciali. Perché esternalizzare la gestione Aziende di diversi

Dettagli

LA RIVISTA DELLA LOCAZIONE FINANZIARIA. anno XI n. 5 Settembre-Ottobre 2015 5,00. creative C/1516/2008

LA RIVISTA DELLA LOCAZIONE FINANZIARIA. anno XI n. 5 Settembre-Ottobre 2015 5,00. creative C/1516/2008 LA RIVISTA DELLA LOCAZIONE FINANZIARIA anno XI n. 5 Settembre-Ottobre 2015 5,00 C/1516/2008 creative La funzione di finanziamento che si realizza mediante il prodotto factoring (e.g. factoring con accredito

Dettagli

Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI

Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE 1 Le Operazioni di Impiego: I Finanziamenti a Breve Termine Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio-

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale Reverse Factoring PA Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese italiane nei confronti della Pubblica Amministrazione locale e centrale Roma, Maggio 2012 Versione: 1.0 BancoPosta

Dettagli

Progetto DAP Database delle Abitudini di Pagamento

Progetto DAP Database delle Abitudini di Pagamento Progetto DAP Database delle Abitudini di Pagamento Antonio De Martini Presidente Associazione Italiana per il Factoring (Assifact) Milano, 23 giugno 2009 Indice Le informazioni sulle abitudini di pagamento

Dettagli

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI TITOLO IV Capitolo 5 RISCHIO DI CREDITO - METODO STANDARDIZZATO Sezione I Disciplina applicabile TITOLO IV- Capitolo 5 RISCHIO DI CREDITO METODO STANDARDIZZATO SEZIONE I DISCIPLINA APPLICABILE Gli intermediari

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

Il factoring in Italia: evoluzione operativa e regolamentare

Il factoring in Italia: evoluzione operativa e regolamentare Il factoring in Italia: evoluzione operativa e regolamentare Marco Troiani Titolare Divisione Intermediari ex art. 107 TUB Servizio Supervisione Intermediari Specializzati Banca d Italia Convegno Assifact

Dettagli

Tesoreria. L importanza dell analisi andamentale nel rapporto banca-impresa. di Emanuele Facile (*) e Andrea Giacomelli (**)

Tesoreria. L importanza dell analisi andamentale nel rapporto banca-impresa. di Emanuele Facile (*) e Andrea Giacomelli (**) PAGINA: 60-64 L importanza dell analisi andamentale nel rapporto banca-impresa di Emanuele Facile (*) e Andrea Giacomelli (**) Nel nuovo contesto derivante dall introduzione di Basilea 2 l analisi dei

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

Il factoring sul territorio: opportunità e vincoli. Dr. Enrico Dehò Direttore Generale Aosta Factor Spa

Il factoring sul territorio: opportunità e vincoli. Dr. Enrico Dehò Direttore Generale Aosta Factor Spa 1 Il factoring sul territorio: opportunità e vincoli Dr. Enrico Dehò Direttore Generale Aosta Factor Spa 2 Targets: Imprenditori locali Grandi aziende Piccole e medie imprese Indotto locale Fornitori di

Dettagli

Factoring indiretto: un metodo per finanziare i fornitori strategici

Factoring indiretto: un metodo per finanziare i fornitori strategici Il caso pratico 49 di Pietro Busanelli, Umberto Baldi Forti e Lara Villani Busanelli e Associati S.r.l. Tecniche finanziarie Factoring indiretto: un metodo per finanziare i fornitori strategici Il presente

Dettagli

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa Le operazioni di factoring rappresentano un prodotto anticiclico utile

Dettagli

Linea - Misurare la soddisfazione Customer Satisfaction Audit TSA. Ottobre 2014

Linea - Misurare la soddisfazione Customer Satisfaction Audit TSA. Ottobre 2014 Linea - Misurare la soddisfazione TSA Ottobre 2014 Indice 1. OBIETTIVI E METODOLOGIA 1.1 Obiettivi Pag. 5 1.2 La metodologia d indagine e campione Pag. 6 2. EXECUTIVE SUMMARY Pag. 7 3. CUSTOMER SATISFACTION

Dettagli

USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE

USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE 9 maggio 2013 Anno 2012 USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE L Istat, in collaborazione con il Dipartimento per l innovazione tecnologica (Dit), ha svolto a luglio 2012 la seconda indagine

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING

Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

Foglio informativo n. 2200 OPERAZIONI DI FACTORING CREDITO DI FORNITURA PRO SOLUTO

Foglio informativo n. 2200 OPERAZIONI DI FACTORING CREDITO DI FORNITURA PRO SOLUTO Foglio informativo n. 2200 OPERAZIONI DI FACTORING CREDITO DI FORNITURA PRO SOLUTO Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121

Dettagli

Foglio informativo OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

Foglio informativo OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING Foglio informativo OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING AOSTA FACTOR SPA Sede legale ed amministrativa: 11100 AOSTA, Av. du Conseil des Commis, 25, Tel. 0165 23

Dettagli

DNV GL - BUSINESS ASSURANCE

DNV GL - BUSINESS ASSURANCE Executive summary DNV GL - BUSINESS ASSURANCE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Sommario Introduzione Metodologia e campione della ricerca Analisi dello scenario attuale Gestione della salute e sicurezza sul

Dettagli

Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY

Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero verde:

Dettagli

VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELLA FORMAZIONE SULL ORGANIZZAZIONE INTERNA

VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELLA FORMAZIONE SULL ORGANIZZAZIONE INTERNA DIREZIONE ATTIVITA AMMINISTRATIVA SERVIZIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE UFFICIO ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELLA FORMAZIONE SULL ORGANIZZAZIONE INTERNA Report finali

Dettagli

La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti

La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti Fausto Galmarini Presidente Commissione Tecnica Credit e Risk Management Associazione Italiana per il Factoring (Assifact) Convegno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e

Dettagli

Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica

Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica Novembre - Dicembre 27 Customer satisfaction Distribuzione dell energia elettrica A cura di Francesca Dallago 4.. Caratteristiche dell indagine PERIODO DELLA RILEVAZIONE: Novembre-Dicembre 27 STRUMENTO

Dettagli

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO Il volto poco amico delle banche Metodologia Indagine quantitativa condotta mediante somministrazione telefonica (sistema C.A.T.I. Computer Assisted Telephone Interview)

Dettagli

Factoring. Gennaio 2015

Factoring. Gennaio 2015 Gennaio 2015 LA BANCA Banca Sistema è una banca indipendente, nata nel 2011, con la partecipazione di tre Fondazioni Bancarie presenh nel Nord, Centro e Sud Italia (la Fondazione Cassa di Risparmio di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI MATURITY FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

serfactoring San Donato Milanese, 25 novembre 2013 Pagina 1 di 6

serfactoring San Donato Milanese, 25 novembre 2013 Pagina 1 di 6 - serfactoring TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema di foglio informativo Operazioni Maturity Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via dell Unione Europea, 3-20097 San Donato

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Operazioni di Factoring (cedente)

FOGLIO INFORMATIVO Operazioni di Factoring (cedente) FOGLIO INFORMATIVO Operazioni di Factoring (cedente) INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Barclays Bank PLC Sede Legale: 1, Churchill Place London E14 5HP (UK) Sede in Italia: Via della Moscova 18-20121

Dettagli

Il data warehouse nelle aziende italiane

Il data warehouse nelle aziende italiane Byte Italia n.10 - vembre 1998 di Corrado Giustozzi e Pierluigi Ascani Il nuovo ruolo dell Information Technology aziendale è quello di fornire al top management informazioni rapide ed efficaci sulle quali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del Credito Cooperativo con socio unico Soggetta a direzione

Dettagli

IL FIDO BANCARIO. Prof. Pietro Samarelli

IL FIDO BANCARIO. Prof. Pietro Samarelli IL FIDO BANCARIO Prof. Pietro Samarelli In questo modulo: il fido bancario e le sue classificazioni modalità di utilizzo regole tecniche e amministrative dei fidi la Centrale dei rischi i Confidi Basilea

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) BCC FACTORING OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO DATI E QUALIFICA DEL SOGGETTO CHE ENTRA IN RAPPORTO CON IL CLIENTE (Banca incaricata dell

Dettagli

LA GESTIONE E LA PRODUZIONE DEI RIFIUTI VISTE DAI CITTADINI Indagine in Emilia-Romagna. Guido Croce Ravenna, 27 settembre 2012

LA GESTIONE E LA PRODUZIONE DEI RIFIUTI VISTE DAI CITTADINI Indagine in Emilia-Romagna. Guido Croce Ravenna, 27 settembre 2012 LA GESTIONE E LA PRODUZIONE DEI RIFIUTI VISTE DAI CITTADINI Indagine in Emilia-Romagna Guido Croce Ravenna, 27 settembre 2012 Il Contesto Europeienordamericanisprecanoatestaall incircatrai95ei115kgdiciboall

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito Insolvenza Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito di Tommaso Zarbo - Dottore commercialista e Revisore contabile Il rischio di credito Il rischio di credito generato dal portafoglio

Dettagli

Economie regionali. La domanda e l'offerta di credito a livello territoriale

Economie regionali. La domanda e l'offerta di credito a livello territoriale Economie regionali La domanda e l'offerta di credito a livello territoriale Roma gennaio 211 2 1 1 1 La serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli aspetti territoriali

Dettagli

Intervento ordine commercialisti

Intervento ordine commercialisti Intervento ordine commercialisti 1 Perché nascono i Confidi? Per favorire l accesso al credito delle PMI e delle imprese artigiane Per ridurre gli squilibri tra banca e impresa nella valutazione del merito

Dettagli

OIC 15 Crediti Capitolo sulla disciplina contabile della cancellazione dei crediti

OIC 15 Crediti Capitolo sulla disciplina contabile della cancellazione dei crediti OIC 15 Crediti Capitolo sulla disciplina contabile della cancellazione dei crediti Analisi dei principali contenuti della proposta di integrazione in tema di cancellazione dei crediti del principio contabile

Dettagli

Il ruolo del credito per favorire l integrazione

Il ruolo del credito per favorire l integrazione Il ruolo del credito per favorire l integrazione Corrado Piazzalunga Direttore Regione Commerciale Ovest Forte di Bard, 26 settembre 2008 AGENDA Le caratteristiche delle imprese italiane: struttura finanziaria

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli