Roberto Castiglioni Vice President Operations IL FACTORING VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: FOCUS SANITA'

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roberto Castiglioni Vice President Operations IL FACTORING VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: FOCUS SANITA'"

Transcript

1 Milano, 29 marzo 2013 Sala Parlamentino Palazzo Affari ai Giureconsulti Roberto Castiglioni Vice President Operations IL FACTORING VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: FOCUS SANITA' 1

2 1 Scenario Finanziamento della spesa sanitaria Situazione dei pagamenti Confronto con l esperienza spagnola Recenti evoluzioni 3 2Decreto 192/ marzo 2013 Punti salienti Applicabilità Blocco pignoramenti Corte Costituzionale: udienza del 27 marzo Al servizio dei fornitori della Sanità 2 2

3 1Scenario Struttura del SSN La struttura di finanziamento SSN si basa su tre assunti: Il governo centrale assegna ogni anno un budget specifico per il Servizio Sanitario Nazionale (Fondo Sanitario Nazionale); Le 20 Regioni negoziano con il governo centrale la propria quota del bilancio totale, in base alle dimensioni della popolazione e l'importanza delle strutture SSN locali; le Regioni hanno inoltre il diritto di riscuotere altre imposte locali per finanziare la loro spesa sanitaria; Gli oltre 300 ASL e AO negoziano la loro quota del Fondo con la propria Regione. I fornitori di beni e servizi al SSN italiano vengono pagati in tempi molto lunghi a causa della combinazione di: storica sottostima di spesa a livello di governo centrale; deficit strutturali in diverse regioni; ritardi nel trasferimento delle risorse finanziarie dallo Stato alle Regioni e da queste alle ASL/AO; inefficienze organizzative e procedurali a livello di singola ASL. Il sottofinanziamento del Sistema Sanitario Italiano è strutturale. 3 3

4 1Scenario Struttura del SSN: FSN Finanziamenti, Spesa, Disavanzi 115,000 95,000 75,000 55,000 35,000 15,000-5, * 2014* Finanziamento Spesa Disavanzo Fonte: Ministero della Salute * Il finanziamento è stabilito dalla legge di stabilità 2013; la stima della spesa è tratta dalla Relazione al Parlamento di Monti-Grilli, Consiglio dei Ministri 21 marzo

5 1Scenario I volumi dei tagli in Sanità (dal 2012 al 2015) Norme di riferimento Patto Salute Legge 191/2009 Vacanza contrattuale ,864 Legge 122/ art. 9 Riduzione livelli SSN 1,132 1,132 1,132 1,132 4,528 Legge 122/ art. 11 Spesa farmaceutica ,400 Legge 111/ Reintroduzione del ticket ,336 Legge 111/ Misure contenimento spesa 0 2,500 5,450 5,450 13,400 Dl 95/ spending Review 900 1,800 2,000 2,100 6,800 Legge di Stabilità ,000 1,000 2,600 Totale tagli (mln ) 3,932 7,932 11,482 11,582 34,928 Impatto ca 10 miliardi prezzi standard per gli acquisti delle PA locali ulteriori categorie nella piattaforma Consip taglio di enti collaterali 5 5

6 1Scenario Il pagamento delle obbligazioni assunte dalle aziende sanitarie è garantito per legge dalle Regioni I pagamenti delle ASL e AO riflettono i seguenti aspetti: L'ASL e AO hanno uno status giuridico, di enti strumentali delle Regioni, per fornire un servizio di interesse nazionale La Regione è completamente responsabile della la loro esistenza e delle performance di funzionamento ASL e AO sono enti pubblici e sono considerati enti strumentali delle Regioni - Artt. 2 e 3 del Decreto Legislativo 502/92 Gli Enti Pubblici non possono fallire (art.2221 codice civile) Le Regioni sono tenute ad assicurare l'equilibrio finanziario della ASL / AO (L.311/04 articolo 1, commi ) Le Regioni devono coprire eventuali deficit della ASL / AO nel loro territorio (art. 13 del Decreto Legislativo n. 502/92) Le Regioni nominano i direttori generali con contratto di diritto privato Lo Stato impone alle Regioni con disavanzi eccessivi specifici Piani di Rientro seguita da una nomina a livello centrale del Commissario Le Regioni sottoposte a Piano di Rientro sono tenute al rispetto di pesanti vincoli di spesa imposti dal Ministero dell Economia 6 6

7 1Scenario Situazione dei pagamenti L allungamento dei tempi di pagamento è rilevato da 3 associazioni: Farmindustria, Assobiomedica, CGIA di Mestre: DSO Media Italia Variazione

8 1Scenario Giorni di ritardato pagamento: variabilità per singola Regione All interno di ogni singola regione, i tempi di pagamento delle ASL/AO sono molto diversi tra loro: Fonte: dati Farmafactoring 8 8

9 1Scenario La Spesa per funzioni Beni e Servizi Personale Medicina generale 6.6 Farmaceutica 9.9 Specialistica 4.7 Riabilitativa 2.0 Integrativa protesica 1.9 Altra assistenza 6.4 Ospedaliera 8.9 Spesa sanitaria 2011 ( /mld) Ospedaliera 8% 6% 2% 2% Altra assistenza 31% Integrativa protesica 4% Riabilitativa 9% Specialistica Farmaceutica 6% Medicina generale Personale 32% Beni e Servizi «Uscire dalla crisi: chiarezza sui numeri della sanità» Conferenza stampa del Ministro della Salute, Prof. Renato Balduzzi, 19 dicembre

10 1Scenario Eventi recenti su regioni sottoposte a piano di rientro/commissariamento Dimissioni assessore al Bilancio, rimpasto di giunta Cambio governo regionale Portale Pagamenti rinnovato per tutto il 2013 Critica la situazione degli Enti religiosi Cambio governo regionale Certificazione dei crediti non uniforme Accordi transattivi solo previa rinuncia di quota capitale

11 1Scenario Il decreto certificazioni 11 11

12 1Scenario I decreti compensazioni e certificazioni 0.13% dell esposizione (gennaio 2013) 12 12

13 1Scenario La piattaforma elettronica: accreditamento degli enti * Dati aggiornati al 14 gennaio

14 1Scenario Confronto con la situazione in Europa 14 14

15 1Scenario Recenti evoluzioni dobbiamo provvedere ad approvvigionarci, attraverso l'emissione di titoli di Stato, di liquidità da riversare agli enti interessati. Ma potremo anche pagare alcuni debiti direttamente con titoli di Stato. Non credo invece nel ricorso alla Cdp. Ministro Grilli Intervista su IlSole24Ore 20 marzo 2013 Prima le fatture di imprese grandi e piccole e persone "A oggi ci risultano 9 miliardi i prosoluti al 31 dicembre La proposta che abbiamo dibattuto con l'abi è seguire un ordine cronologico che funziona in due fasi: prima i soggetti non finanziari... si parla di fattura fatta da grande impresa o piccola impresa, da una persona o un professionista; fanno tutti parte dei creditori della Pubblica amministrazione un ordine cronologico con prima imprese poi le banche saranno le singole amministrazioni che faranno questa scelta, noi diamo liquidità alle amministrazioni che ce lo chiedono, poi verificheremo 'ex post la gran parte dei 40 miliardi previsti per saldare i debiti della Pubblica Amministrazione non andra' alle banche, cui dovrebbe arrivare una terza tranche o parte minoritaria delle prime due. Ministro Grilli Audizione alla Commissione Speciale Camere 28 marzo

16 1Scenario Confronto con la situazione spagnola Secondo dati Assobiomedica, a maggio 2012 la DSO spagnola era di 473gg mentre quella italiana di 307gg; dopo l intervento del Governo spagnolo e l implementazione del piano di rientro, la DSO spagnola è scesa di 271gg (settembre 2012), mentre quella italiana di soli 23gg. Le Comunidades effettuano la quantificazione esatta dell oustanding Lo Stato definisce un piano decennale di rientro Lo Stato individua un pool di banche in grado di finanziare Le Comunidades saldano il 100% del capitale esposto 16 16

17 2Decreto 192/

18 2Decreto 192/12 La normativa relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento D.lgs 231 del 2002 che recepisce la direttiva CE 2000 / 35 D.lgs 192 del 2012 che recepisce la direttiva CE 2011 / 7 Finalità: contrastare il fenomeno dei ritardi di pagamento delle transazioni commerciali Novità: Termini di pagamento Saggio degli interessi moratori Limiti alla possibilità di introdurre clausole più sfavorevoli per il creditore 18 18

19 2Decreto 192/12 Definizioni Ambito di applicazione Termini di pagamento Tasso minimo Accordi conclusi contro norme imperative Nullità delle clausole Decorrenza degli interessi moratori D.lgs 231 del 2002 D.lgs 192 del 2012 Per «Transazione commerciale» s intendono i contratti tra imprese o tra imprese e P.A. che comportano la consegna di merci o la prestazione di servizi contro il pagamento di un prezzo. Si applica alle transazioni commerciali stipulate prima del 1 gennaio 2013, benché ancora in esecuzione nel Termine unico di 30 gg, derogabile dalle parti purchè con clausola scritta e non gravemente iniqua per il creditore Tasso BCE + 7 punti Nullità degli accordi derogatori risultanti gravemente iniqui per il creditore (quindi le clausole illecite verranno ricondotte ad equità) Si applica ad ogni pagamento effettuato a titolo di corrispettivo di transazioni commerciali concluse a decorrere dal 1 gennaio termine di 30 gg; se si tratta di un ente del SSN il termine e di 60 gg. Tasso BCE + 8 punti: Se la transazione commerciale riguarda imprese, le parti possono stabilire tassi diversi (non iniqui); Se la transazione commerciale riguarda PA come debitore ceduto, no; da ciò deriva la nullità della clausola. Nullità delle clausole relative al termine di pagamento, al saggio degli interessi: tale nullità parziale - è riferita alle clausole, non al contratto: quindi le clausole illecite verranno sostituite di diritto con quelle del d.lgs 192. La nullità è parziale perché riferita solo alle clausole derogatorie di quanto previsto dalla norma. Legittimati a rilevarla sono: creditore e associazioni di categoria (salva la rilevabilità d ufficio) Gli interessi moratori decorrono automaticamente dal giorno successivo alla scadenza del termine di pagamento, senza che sia necessaria la messa in mora. Decorrenza degli interessi: 30 gg dalla data ricevimento fattura / ricevimento merci / servizi. Le imprese possono stabilire termini superiori a 30 / 60 gg. Quando debitore è un ente del SSN il termine di 30 gg è elevato a 60 gg

20 2Decreto 192/12 Questionario FF: gli esiti Sequenza di 7 domande, effettuate online tra il 10 ed il 17 gennaio 2013, ad un centinaio di aziende del panel FF Sulla tempistica di implementazione del decreto nelle aziende La Sua azienda ha già effettuato modifiche al sistema di fatturazione per fissare la nuova data di scadenza a 60 giorni per le forniture verso il SSN? SI 38% Sulle aspettative in merito agli effetti del decreto Riteniamo che non vi saranno impatti di sorta, dal momento che anche l'eventuale applicazione di interessi al nuovo tasso previsto risulterà del tutto inutile ai fini della riscossione in tempi ragionevoli (anzi, l'azzeramento degli interessi rimarrà condizione essenziale per il pagamento, che certamente non avverrà nei 60 giorni) Le aspettative della Casa Madre all'estero sono di un miglioramento dei tempi di pagamento delle PA in Italia NO 62% 20 20

21 3Blocco dei pignoramenti Udienza della Corte Costituzionale 21 21

22 3Pignoramenti L udienza della Corte Costituzionale del 27 marzo 2013 ILLEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE dell art. 1, comma 51, L. 220/2010 nella versione ante Decreto Balduzzi : Pendenti 7 giudizi, promossi in via incidentale da: 1. TAR Campania Sede dist. Salerno, ordinanza n. 16, del 7 settembre TAR Campania Sede dist. Salerno, ordinanza n. 17, del 7 settembre TAR Campania Sede dist. Salerno, ordinanza n. 18, del 11 ottobre TAR Campania Sede Napoli, ordinanza n. 50, del 14 dicembre Tribunale di Napoli, ordinanza n. 58, del 21 novembre Tribunale di Napoli Sez Dist. Pozzuoli, ordinanza n. 137, del 12 dicembre Tribunale di Napoli Sez Dist. Pozzuoli, ordinanza n. 189, del 24 maggio 2012 ILLEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE dell art. 1, comma 51, L. 220/2010 nella versione post Decreto Balduzzi : TAR Calabria Sede dist. Reggio Calabria, ordinanza n. 42, del 16 gennaio 2013 IN ATTESA DI FISSAZIONE DI UDIENZA PUBBLICA 22 22

23 4 Alservizio deifornitori dellasanità 23 23

24 Gestione globale del credito Accordi Regionali Servizio capillare in tutto il territorio nazionale Forte relazione con il debitore Specializzazione e know-how sul SSN ed ampliamento alla PA Collaborazione di lungo termine Soluzioni su misura Tempi lunghi di pagamento Complessità amministrativa Rapporti critici con il SSN e la PA Dalle criticità alle soluzioni 24 24

25 Servizi Gestione del credito Il factor gestisce per il cliente l intero processo di amministrazione del credito e le attività necessarie alla riduzione dei tempi di incasso. Accordi Regionali Factoring pro-soluto Il rischio è completamente a carico del factor. Inoltre, trattandosi di cessione a titolo definitivo, consente la derecognition del credito ai fini bilancistici (rispettando i principi IAS) Servizio informativo Sono a disposizione della clientela un portale dedicato ed una newsletter, per tenersi informati sul mondo sanitario italiano. Reportistica e consulenza Un sistema di monitoraggio costante tiene sotto controllo la situazione finanziaria degli enti del SSN e della PA. Assistenza legale 25 25

26 Gestione del credito Monitoraggio fatture Adempimenti amministrativi Contabilizzazione incassi Azioni legali per recupero crediti Verifica posizione Rilevazione e segnalazione di cause ostative Eventuali note di credito Copie conformi Sollecito pagamenti Avvisi di mandato in via telematica con gli Enti Scarico delle evidenze contabili Messa a disposizione degli importi al Cliente (con flussi giornalieri e/o settimanali) Lettere di sollecito Messe in mora Visite presso il debitore Ricerca accordi transattivi 26 26

27 Processo di incasso Ricognizione fatture Istanze di pagamento Incassi Visite presso gli enti Riconciliazione documenti Controllo della posizione della singola fattura Carico degli stati in Farmalink Lettere di sollecito (seguite da telefonate ) Visite fisiche Realizzazione di transazioni in accordo con il cliente (con la previsione di sconto sugli interessi) Contabilizzazione incassi Flussi di cassa giornalieri o settimanali al cliente FF eroga servizi di gestione del credito di alta qualità 27 27

28 28 28

I tempi di pagamento della pubblica amministrazione verso le imprese farmaceutiche: cosa cambia con le nuove norme

I tempi di pagamento della pubblica amministrazione verso le imprese farmaceutiche: cosa cambia con le nuove norme I tempi di pagamento della pubblica amministrazione verso le imprese farmaceutiche: cosa cambia con le nuove norme Mariangela Focacci Analisi e monitoraggio legislazione economica, Crediti Sanitari Napoli,

Dettagli

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA G. Tuè Prodotti Servizi Aziende G. Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor Spa

Dettagli

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 e la certificazione dei crediti Unindustria Reggio Emilia 5 giugno 2013 Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Scenario AMMONTARE

Dettagli

SANITARIE PUBBLICHE. Andrea Guglieri. Milano, 27 novembre 2012

SANITARIE PUBBLICHE. Andrea Guglieri. Milano, 27 novembre 2012 TEMPI DI PAGAMENTO DELLE AZIENDE SANITARIE PUBBLICHE Andrea Guglieri Centro Studi - Milano, 27 novembre 2012 CHI VINCERA? 2 IL QUADRO EUROPEO, TEMPI DI PAGAMENTO (MAGGIO 2012) 30 gg. 45 gg. 65 gg. 307

Dettagli

Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza

Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza Roma, 11 giugno 2013 Scenario AMMONTARE DEI DEBITI DELLA PA: 90 miliardi (stima Banca d Italia) TEMPI DI PAGAMENTO PA: 180

Dettagli

Il problema dei pagamenti della Pubblica Amministrazione verso le imprese: gli impatti finanziari e gestionali per il settore healthcare

Il problema dei pagamenti della Pubblica Amministrazione verso le imprese: gli impatti finanziari e gestionali per il settore healthcare Il problema dei pagamenti della Pubblica Amministrazione verso le imprese: gli impatti finanziari e gestionali per il settore healthcare Mariangela Focacci Monitoraggio legislazione economica e Crediti

Dettagli

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale Reverse Factoring PA Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese italiane nei confronti della Pubblica Amministrazione locale e centrale Roma, Maggio 2012 Versione: 1.0 BancoPosta

Dettagli

Ritardi di Pagamento

Ritardi di Pagamento Ritardi di Pagamento Recepimento Direttiva Late Payments Direttiva 2011/7/UE (Late Payments) Recepita con decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192, recante Modifiche al decreto legislativo 9 ottobre

Dettagli

Il ruolo del factor nel processo di certificazione e nello smobilizzo dei crediti certificati. Roberto Castiglioni VP Operations

Il ruolo del factor nel processo di certificazione e nello smobilizzo dei crediti certificati. Roberto Castiglioni VP Operations Il ruolo del factor nel processo di certificazione e nello smobilizzo dei crediti certificati Roberto Castiglioni VP Operations Roma, 30 ottobre 2014 Le attività connesse alla certificazione BFF ha attivato

Dettagli

DOTT. MARCELLO MARCONI

DOTT. MARCELLO MARCONI ANALISI E COMMENTI AL DL 66/2014 MISURE URGENTI PER LA COMPETITIVITÀ E LA GIUSTIZIA SOCIALE : Disposizioni in tema di Monitoraggio dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni e strumenti per favorire la

Dettagli

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni A cura del dottor Erminio Di Nora Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 22.05.2012 è

Dettagli

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Milano17 marzo 2015 2 Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Mercato del factoring in Italia Turnover 2014: 178 mld euro Lo scenario: PIL Italia -0,4% nel 2014 PIL area Euro +0,9% nel 2014 +0,4%

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Circolare Informativa n. 10 n. 52 del del 1512 dicembre 2012 Tutela contro i ritardi nei pagamenti delle transazioni commerciali - Nuova disciplina INDICE 1 Premessa... 2 2

Dettagli

Legge di stabilità 2013 e ultime novità. Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture

Legge di stabilità 2013 e ultime novità. Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture Circolare n. 1/2013 Legge di stabilità 2013 e ultime novità In sintesi: Novità in materia di numerazione ed emissione delle fatture Riaperti i termini per rivalutare terreni e partecipazioni societarie

Dettagli

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Con il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (art. 9, co. 3-bis) sono state introdotte

Dettagli

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative 1) Premessa Decreto legge n. 78/2009 L articolo 9 del decreto legge n. 78/2009 obbliga tutte le

Dettagli

Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici

Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici Termini di pagamento di 30-60 giorni anche per i lavori pubblici Con il D.Lgs. 192/212 il governo ha anticipato l adozione delle disposizioni contenute nella direttiva 2011/7/UE (la cui attuazione era

Dettagli

Decreto Legislativo n. 231 del 9 ottobre 2002

Decreto Legislativo n. 231 del 9 ottobre 2002 Decreto Legislativo n. 231 del 9 ottobre 2002 Attuazione della direttiva 2000/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali Il Decreto Legislativo n. 231 del 9 ottobre

Dettagli

FAQ OPERAZIONE DI TRANSAZIONE E SMOBILIZZO DEI CREDITI SANITARI

FAQ OPERAZIONE DI TRANSAZIONE E SMOBILIZZO DEI CREDITI SANITARI FAQ OPERAZIONE DI TRANSAZIONE E SMOBILIZZO DEI CREDITI SANITARI 1. Di cosa si tratta? Il 2 agosto il Consorzio delle Aziende Sanitarie Siciliane ha stipulato con l AIOP (Associazione Italiana Ospedalità

Dettagli

Lotta contro i ritardi nei pagamenti nelle transazioni commerciali: l attuazione in Italia della Direttiva 2011/7/UE

Lotta contro i ritardi nei pagamenti nelle transazioni commerciali: l attuazione in Italia della Direttiva 2011/7/UE Lotta contro i ritardi nei pagamenti nelle transazioni commerciali: l attuazione in Italia della Direttiva 2011/7/UE Milano, mercoledì 6 febbraio ore 10,00 Seminario Qual è esattamente la legge di riferimento

Dettagli

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 Febbraio 2011 Finanza a supporto della crescita delle PMI Finanza a breve termine La capacità

Dettagli

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI VII Panel Osservatorio Legislazione & Mercati SEMPLIFICAZIONE, FISCO, LIQUIDITA : TRE MOSSE PER UNA VERA CRESCITA 1 a sessione COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI Villa Valmarana Morosini,

Dettagli

STUDIO MANENTI RAYNERI

STUDIO MANENTI RAYNERI DOTTORI COMMERCIALISTI Sede: corso Re Umberto n 65-10128 TORINO Telefono: (+39) 011.19702231 r.a. - Fax: (+39) 011.19702371 e.mail: info@studiomrv.it ANDREA MANENTI Commercialista Collaboratori: CINZIA

Dettagli

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani Consulenza fiscale, amministrativa e societaria P.le Martesana, 10-20128 Milano - Tel. (02) 2552761 r.a. - Fax. (02) 2552692 E MAIL studio.professionale@apiesse.com www.apiesse.com Via Della Valle, 46B

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. Su proposta dell Assessore al Bilancio, Programmazione economico finanziaria e Partecipazione

LA GIUNTA REGIONALE. Su proposta dell Assessore al Bilancio, Programmazione economico finanziaria e Partecipazione OGGETTO: Definizione di nuove modalità di pagamento per fornitori di beni e servizi del sistema sanitario regionale a partire dall anno 2009 e autorizzazione alla definizione di accordi transattivi tra

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 E pari allo 0,75%, (lo 0,25% in meno rispetto al semestre precedente) il tasso di riferimento cioè il tasso di interesse applicato dalla BCE / Banca Centrale

Dettagli

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 82 DEL PROTOCOLLO DELLE DELIBERAZIONI OGGETTO: ISTITUZIONE REGISTRO UNICO FATTURE DIRETTIVE IN MATERIA DEI TEMPI

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 S T U D I O B U R L O N E C R I S A D o t t o r i C o m m e r c i a l i s t i e R e v i s o r i c o n t a b i l i CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 RITARDI NEI PAGAMENTI - TRANSAZIONI COMMERCIALI D.LGS. N.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE. Atti della Regione PARTE I. della REGIONE CAMPANIA n. 67 del 2 novembre 2009

BOLLETTINO UFFICIALE. Atti della Regione PARTE I. della REGIONE CAMPANIA n. 67 del 2 novembre 2009 A.G.C. 19 - Piano Sanitario Regionale e Rapporti con le UU.SS.LL. - Deliberazione n. 1627 del 26 ottobre 2009 Disposizioni urgenti per contrastare i ritardi nei pagamenti delle aziende sanitarie regionali:

Dettagli

1. LA NUOVA NUMERAZIONE DELLE FATTURE DAL 1 GENNAIO 2013: CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE RIS. 1/E

1. LA NUOVA NUMERAZIONE DELLE FATTURE DAL 1 GENNAIO 2013: CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE RIS. 1/E 04 2013 15 Gennaio 1. LA NUOVA NUMERAZIONE DELLE FATTURE DAL 1 GENNAIO 2013: CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE RIS. 1/E 2. INDICAZIONI STANDARD DA RIPORTARE IN FATTURA NOVITA IVA ; 3. RIMBORSO IRAP;

Dettagli

Guida pratica BOZZA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COPYRIGHT BANCARIA EDITRICE

Guida pratica BOZZA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COPYRIGHT BANCARIA EDITRICE Guida pratica ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1 2 LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI Come funziona I tempi di risposta LO SMOBILIZZO DEI CREDITI Come funziona Le operazioni

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

Del. n. 4/2013/PAR. Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:

Del. n. 4/2013/PAR. Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: Del. n. 4/2013/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: - Pres. Sez. Vittorio GIUSEPPONE Presidente - Cons. Raimondo POLLASTRINI Componente - 1 Ref. Laura d AMBROSIO Componente

Dettagli

Interessi di mora g2-interessi_di_mora_art62.doc / Gestionale 2 Zucchetti Note operative 2012 Aggiornamento: 18 ottobre 2012

Interessi di mora g2-interessi_di_mora_art62.doc / Gestionale 2 Zucchetti Note operative 2012 Aggiornamento: 18 ottobre 2012 Interessi di mora g2-interessi_di_mora_art62.doc / Gestionale 2 Zucchetti Note operative 2012 Aggiornamento: 18 ottobre 2012 INTERESSI DI MORA Problematica La gestione degli interessi di mora è regolamentata

Dettagli

Enrico Ciai. COMITATO TECNICO Monitoraggio del debito degli Enti locali Stato di avanzamento lavori

Enrico Ciai. COMITATO TECNICO Monitoraggio del debito degli Enti locali Stato di avanzamento lavori Enrico Ciai COMITATO TECNICO Monitoraggio del debito degli Enti locali Stato di avanzamento lavori II trimestre 2014 Scenario Nato prima della emanazione del DL 35/2013, il Comitato si è posto l obiettivo

Dettagli

I RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RELATIVI ALLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI

I RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RELATIVI ALLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI I RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RELATIVI ALLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI di Maria Alessandra Scurati Manzoni Funzionario del Ministero dell economia e delle finanze La normativa vigente

Dettagli

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC)

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Questo documento ha lo scopo di fornire il necessario supporto al creditore per l esecuzione degli adempimenti ai sensi del

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

STUDIO MURER COMMERCIALISTI

STUDIO MURER COMMERCIALISTI 1 R E N A T O M U R E R G A B R I E L E G I AM B R U N O R O B E R T A F A Z Z A N A C A R M E N B A T T I S T E L DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI San Donà di Piave, 10 dicembre 2002 Alle Spett.li

Dettagli

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Piazza Vittorio Veneto, 16 CAP 87040 - Tel 0984.442007/442775 Fax 0984.442185 www.comune.castiglionecosentino.cs.it - castiglionecosentino@postecert.it

Dettagli

finnova Prodotti e Servizi

finnova Prodotti e Servizi finnova Prodotti e Servizi INDICE 1 Finnova Mission 2. Portafoglio Prodotti & Servizi Portafoglio Prodotti & Servizi 3. Scenario di Riferimento Ritardo di pagamento delle PA Le cause Ritardo di pagamento

Dettagli

9 LUGLIO 2012 ESPERIENZE SEBIA ITALIA SRL

9 LUGLIO 2012 ESPERIENZE SEBIA ITALIA SRL INCONTRO CREDITI 9 LUGLIO 2012 ESPERIENZE SEBIA ITALIA SRL a cura di Ferruzza Daniele Finance Director Decreti ingiuntivi attivati dal 2005 nei confronti di Enti Pubblici REGIONE D.I. INTERESSI ATTIVATI

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I PROVINCIA DI TERNI RAGIONERIA Oggetto: Decreto Legge 8 Aprile 2013, n.55. Individuazione misure urgenti per il pagamento dei debiti maturati al 31 Dicembre 2912

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2011/7/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 16 FEBBRAIO 2011 RELATIVA ALLA LOTTA CONTRO I RITARDI DI PAGAMENTO NELLE TRANSAZIONI COMMERCIALI

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 09-04-2013. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX. Corriere Mercantile. 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 09-04-2013. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX. Corriere Mercantile. 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità Il Sole 24 Ore RASSEGNA STAMPA Martedì, 09-04-2013 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità Il Secolo XIX 1 Così lo Stato pagherà i debiti alle imprese 2 Centrale acquisti, troppi soldi sprecati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Acquisto dei Crediti di Impresa Factoring

FOGLIO INFORMATIVO Acquisto dei Crediti di Impresa Factoring FOGLIO INFORMATIVO Acquisto dei Crediti di Impresa Factoring Norme per la Trasparenza delle Operazioni e dei Servizi Bancari e Finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. TUB Informazioni su Milliora Finanzia

Dettagli

GE Commercial Finance Business Finance

GE Commercial Finance Business Finance TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (D. Lgs n. 385/1993) a norma della Deliberazione del Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio del 4 marzo 2003 relativa alla

Dettagli

"Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento."

Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento. "Fattura Elettronica: riflessi sulla Piattaforma di Certificazione dei Crediti e sull attestazione dei tempi di Pagamento." - Normativa di riferimento - Finalità della Piattaforma e dell indice dei pagamenti

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Ricarico irragionevole Sentenza CTR Marche 27.9.2012, n. 121/1/12 L accertamento induttivo dei ricavi è legittimo qualora il ricarico praticato è eccessivo rispetto

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009). INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca

Dettagli

La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti

La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti La cessione pro soluto dei crediti verso la P.A.: opportunità e limiti Fausto Galmarini Presidente Commissione Tecnica Credit e Risk Management Associazione Italiana per il Factoring (Assifact) Convegno

Dettagli

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche?

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche? Introduzione Dal 18 ottobre 2012, grazie alla Piattaforma per la Certificazione dei Crediti, chiedere la certificazione dei crediti relativa a somme dovute per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B. Foglio Informativo n UF05 Aggiornamento n 24 ultimo aggiornamento 02/10/2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Dettagli

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 160 del 24.10.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Certificazione dei crediti della PA: la procedura è online E stata resa operativa la piattaforma web che

Dettagli

La Fatturazione Telematica nella PA

La Fatturazione Telematica nella PA La Fatturazione Telematica nella PA Il caso del sistema sanitario della Regione Lazio Ing. Ettore SALA LAit Spa Direttore Settore Sistemi Informativi per il Controllo della Spesa Sanitaria Ettore.sala@laitspa.it

Dettagli

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Rapporti con la PA - dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal privato ma versata dall ente pubblico (Legge di stabilita per il 2015 - art. 1 commi 629, 630, 632

Dettagli

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE DECRETO

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE DECRETO Tribunale di Roma, Sez. Fall., 24 maggio 2012 così composto: IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE dott. Marco Vannucci dott. Giuseppe Di Salvo dott. Aldo Ruggiero Presidente Giudice Giudice rel. riunito

Dettagli

ATTUAZIONE DELLA NUOVA DIRETTIVA EUROPEA SUI RITARDI DI PAGAMENTO IN ITALIA

ATTUAZIONE DELLA NUOVA DIRETTIVA EUROPEA SUI RITARDI DI PAGAMENTO IN ITALIA ATTUAZIONE DELLA NUOVA DIRETTIVA EUROPEA SUI RITARDI DI PAGAMENTO IN ITALIA Relazione intermedia dell Associazione Nazionale dei Costruttori Edili al Vice-Presidente della Commissione Europea sull attuazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Pag. 1 / 9 FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Sezione 1 - Informazioni sulla Banca Monte dei Paschi di Siena Leasing & Factoring SpA Monte dei Paschi di Siena Leasing & Factoring, Banca per i servizi finanziari

Dettagli

2. Tempestività dei pagamenti - D.Lgs. n. 192/2012 del 9 novembre 2012

2. Tempestività dei pagamenti - D.Lgs. n. 192/2012 del 9 novembre 2012 Allegato alla Circolare n. /2014 Direzione Generale Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore f.f. n. Reg. Mo.R.Ra. 799/2014 Roma, 10 dicembre 2014 Oggetto: Pagamento delle fatture

Dettagli

n. 1 del 7 Gennaio 2013

n. 1 del 7 Gennaio 2013 Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 149 del 17.12.2012 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI BIANCAVILLA

COMUNE DI BIANCAVILLA COMUNE DI BIANCAVILLA nn 'lncia DI CATANIA Comune Biancavilla PROTOCOLLO GENERALE n. 0012770 del 06/06/2014 * O 1 4 O 1 2? 7 O * Oggetto: Direttive in materia di rispetto dei tempi di pagamento e di gestione

Dettagli

LE MISURE PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE MISURE PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE MISURE PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Una prima lettura del decreto-legge n 35/2013 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Seminario sul decreto-legge per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING Enel.factor S.p.A. Codice Fiscale e partita IVA: 06152631005 Gruppo di appartenenza: Enel Sede legale: 00198

Dettagli

- TASSO MASSIMO APPLICABILE PER IL COMPUTO INTERESSI:

- TASSO MASSIMO APPLICABILE PER IL COMPUTO INTERESSI: FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI E SERVIZI DI FACTORING (Aggiornamento in vigore dal 01 ottobre 2014) INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING SARDA FACTORING SpA Sede legale e sede amministrativa viale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING Aggiornato al 01/04/2016 1 INDICE 1. Informazioni sulla Società di factoring 2. Identificazione del soggetto 3. Che cos è il factoring 4. Il Factoring Prosolvendo

Dettagli

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG.

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. DEL COD. CIV. Sezione I - Informazioni

Dettagli

Sito internet Http://www.bancasassari.it indirizzo e-mail direzionegenerale@bancasassari.it

Sito internet Http://www.bancasassari.it indirizzo e-mail direzionegenerale@bancasassari.it FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI ACQUISTO DI CREDITI DI IMPRESA (Factoring) Aggiornamento al 1.1.2009 Servizio offerto da: BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per Azioni con sede legale

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2013 PREMESSA

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2013 PREMESSA Allegato Relazione sull applicazione delle misure di cui alla Legge Finanziaria 2008, art. 2, commi 569-574 Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti e dal Ministro dell Economia

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 28 del 10 giugno 2002 REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale - Seduta del 22 maggio 2002 - Deliberazione N. 2089 - Area Generale di Coordinamento Bilancio - Linee

Dettagli

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Certificazione dei crediti vantati nei confronti della P.A. 2. Compensazione con somme iscritte a ruolo 3. Fondo di garanzia per

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dello sviluppo economico. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dello sviluppo economico. di concerto con Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con Il Ministro dello sviluppo economico VISTO l articolo 17 della Legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell'attività

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Pag. 1 / 11 FOGLIO INFORMATIVO FACTORING Le condizioni pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico a norma dell art. 1336 del Codice Civile Sezione 1 - Informazioni sulla Banca Monte dei Paschi

Dettagli

Caso pratico Predisposizione domanda di transazione fiscale nell ambito di un concordato preventivo Liquidatorio ESERCITAZIONE PRATICA:

Caso pratico Predisposizione domanda di transazione fiscale nell ambito di un concordato preventivo Liquidatorio ESERCITAZIONE PRATICA: Firenze, 18-19 19 maggio 2012 La scuola per il Praticante Dottore Commercialista ed Esperto Contabile Caso pratico Predisposizione domanda di transazione fiscale nell ambito di un concordato preventivo

Dettagli

Si espone quanto segue con riferimento agli obiettivi più significativi.

Si espone quanto segue con riferimento agli obiettivi più significativi. CENTRO DI RESPONSABILITÀ: Settore Servizi Finanziari RESPONSABILE: Sig.ra Pierpaola Queirolo Si espone quanto segue con riferimento agli obiettivi più significativi. OBIETTIVI CONSOLIDATI Obiettivo 1 (Bilancio

Dettagli

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012 Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Certificazione crediti PA: pronta la piattaforma telematica Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Deal D.L. N. 66/2014. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A.

Deal D.L. N. 66/2014. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A. Con il D.L. n. 66/2014 si è esteso l obbligo di certificazione dei crediti vantati nei confronti della P.A. a tutte le pubbliche

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema foglio informativo Dilazioni di pagamento Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Maastricht, 1-20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N.

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. 66 COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N 64 del 23/06/2014 L'anno

Dettagli

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A.

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Informativa per la clientela di studio N. 157 del 29.10.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Il Mef ha previsto particolari modalità di compensazione nel

Dettagli

Il Factoring in Regione Campania : da facilitazione finanziaria a sistema alternativo di pagamento per la P.A.

Il Factoring in Regione Campania : da facilitazione finanziaria a sistema alternativo di pagamento per la P.A. Il Factoring in Regione Campania : da facilitazione finanziaria a sistema alternativo di pagamento per la P.A. 1 Il Factoring come Facilitazione Finanziaria nella gestione ordinaria Tempo medio di pagamento

Dettagli

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3

Roma, - Q AGO. 2013. A tutte le Amministrazioni dello Stato. CIRCOLARE n. 4 I201 3 Roma, - Q AGO. 2013 A tutte le Amministrazioni dello Stato CIRCOLARE n. 4 I201 3 Oggetto: Adempimenti a carico delle Amministrazioni centrali previsti dal decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, recante "disposizioni

Dettagli

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6 TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema foglio informativo Dilazioni di pagamento Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE Banca dell Alta Murgia Credito Cooperativo Soc. Coop. Piazza Zanardelli, 16 70022 Altamura (BA)

Dettagli

Decreti per accelerare i pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni. 22 maggio 2012

Decreti per accelerare i pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni. 22 maggio 2012 Decreti per accelerare i pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni 22 maggio 2012 Un percorso disegnato in più fasi Fase 1 Fase 2 L emergenza: certificazione per ottenere liquidità tramite il sistema bancario

Dettagli

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i ATTO DI INVITO A PROVVEDERE FEDERLAB ITALIA - Coordinamento Nazionale dei Laboratori di Analisi, con sede in Roma, Via del Corso, n. 42, in persona del Presidente p.t., Dott. Vincenzo D Anna ESPONE 1.

Dettagli

Analisi delle disposizioni di diretto interesse degli enti locali

Analisi delle disposizioni di diretto interesse degli enti locali Nota di lettura del decreto legge n. 35/13 disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia

Dettagli

DOCUMENTO ILLUSTRATIVO

DOCUMENTO ILLUSTRATIVO AVVERTENZA: Il presente documento illustrativo ha natura meramente descrittiva e non esaustiva dei contenuti dell operazione sui crediti del Sistema Sanitario della Regione Lazio derivanti da rapporti

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Controllo Strategico e Direzionale 2015 00120/008 DIREZIONE FACILITY MANAGEMENT SERVIZIO CONTROLLO UTENZE E CONTABILITA FORNITORI

Controllo Strategico e Direzionale 2015 00120/008 DIREZIONE FACILITY MANAGEMENT SERVIZIO CONTROLLO UTENZE E CONTABILITA FORNITORI Controllo Strategico e Direzionale 2015 00120/008 DIREZIONE FACILITY MANAGEMENT SERVIZIO CONTROLLO UTENZE E CONTABILITA FORNITORI CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 10 approvata

Dettagli

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

DISPOSIZIONI DI VIGILANZA PER GLI INTERMEDIARI FINANZIARI TITOLO IV Capitolo 5 RISCHIO DI CREDITO - METODO STANDARDIZZATO Sezione I Disciplina applicabile TITOLO IV- Capitolo 5 RISCHIO DI CREDITO METODO STANDARDIZZATO SEZIONE I DISCIPLINA APPLICABILE Gli intermediari

Dettagli

Indice. 1 L evoluzione della normativa sui ritardi nei pagamenti

Indice. 1 L evoluzione della normativa sui ritardi nei pagamenti Indice pag. 1 L evoluzione della normativa sui ritardi nei pagamenti 1. Il problema dei ritardi nei pagamenti 1 2. La direttiva 2000/35/UE 4 3. Il D.lgs. n. 231/2002 8 4. La (dis)applicazione del Decreto

Dettagli

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA ORIGINALE

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA ORIGINALE N 114 del Registro CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI ORIGINALE VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Direttive in materia di rispetto dei tempi di pagamento e di gestione

Dettagli

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con

Dettagli

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita Articolo 22 (Norme di interpretazione e modifiche al D.Lgs. 231/2002, recante attuazione della direttiva 2000/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali Caso

Dettagli

n. 23 del 6 Maggio 2013

n. 23 del 6 Maggio 2013 Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 35 del 24.04.2013 OGGETTO:

Dettagli