ADEMPIMENTI CONNESSI ALLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADEMPIMENTI CONNESSI ALLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA"

Transcript

1 Ministero dell Istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo di Belgioioso Via F.lli Cervi, Belgioioso : : Uffici: Dirigente: Prot. n.3702 /A3 e circolare interna a carattere permanente Belgioioso, 22 settembre AL PERSONALE DOCENTE DELL IC - AI COLLABORATORI SCOLASTICI - e, p.c. AL DSGA - All Albo dei plessi ADEMPIMENTI CONNESSI ALLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA VIGILANZA ALUNNI Si ricordano i doveri del personale docente relativi alla vigilanza sui minori loro affidati al fine di evitare eventi dannosi per gli alunni e responsabilità dirette e personali per i docenti. Si raccomanda pertanto di prestare la massima attenzione affinchè gli alunni non rimangano mai incustoditi. Appare superfluo ricordare che i momenti a rischio sono, nell ordine, lo spazio di tempo riservato all intervallo, e comunque alle attività ricreative, l orario di entrata e uscita degli alunni e il cambio d ora Si raccomanda la massima puntualità nel rispetto degli orari di servizio, ( il docente deve trovarsi in classe 5 prima dell inizio dell attività didattica) al fine di espletare pienamente i doveri di cui sopra. L uscita degli alunni deve essere ordinata: gli alunni che non fruiscono dello scuolabus saranno presi in consegna dai genitori o da chi ne è da essi delegato; (salvo eccezioni su richiesta delle famiglie: cfr. modulo nella sezione genitori per gli alunni che vanno a casa da soli ). Per quanto concerne il momento della ricreazione ricordo che il dovere di vigilanza non si esaurisce nella sola presenza del docente, ma si esplica in una capacità organizzativa di attività, ricreativa e di gioco, adeguata all'età degli scolari e comunque tale da escludere pericoli per l incolumità dei bambini. Inoltre è provato che una corretta e ordinata gestione dei gruppi classe limita significativamente il verificarsi di infortuni. Nel caso di assenza di un insegnante, in attesa dell arrivo del supplente, dev essere assicurata da parte degli insegnanti presenti o del personale collaboratore scolastico la vigilanza sugli alunni della classe scoperta. 1

2 Si ricorda che nessun alunno dovrà lasciare i locali della scuola in orario scolastico se non per comprovate ragioni e accompagnato dai genitori o da un parente di cui si sia accertata l'identità. Si sottolinea a tale proposito il carattere di eccezionalità delle uscite anticipate. Si raccomanda ai docenti di controllare gli alunni quando escono dalle classi per recarsi ai servizi, e, se si trattengono per troppo tempo fuori dall aula, devono essere richiamati. Gli alunni diversamente abili se effettuano attività individuali o di piccolo gruppo devono essere consegnati dai docenti di classe ai docenti di sostegno e viceversa. Si raccomanda al personale docente di condividere con gli alunni le regole della scuola e di rendere noto agli alunni di scuola dell obbligo il patto educativo e l allegato regolamento di disciplina nella scuola secondaria. I documenti citati, presenti sul diario, si intendono sottoscritti oltre che dalle famiglie anche dai docenti e dal personale Ata. Si raccomanda infine al personale docente e ata un attenta lettura della sezione Disciplina presente sul sito: codice di comportamento dei dipendenti pubblici emanato con DPR 62 del 16/04/2013; allegato 2 al CCNL vigente Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni e ppt relativo a mancanze e relative sanzioni a carico del personale dopo il DLeg.vo 150/2009. Si ricorda al personale docente che per la omissione di vigilanza è esplicitamente prevista la sospensione dal servizio e dallo stipendio. PRESENZE ALUNNI Le SS.LL. sono tenute a verificare giornalmente le assenze degli alunni e a richiedere la giustificazione firmata dai genitori; dopo cinque giorni di assenza per malattia, per la riammissione al scuola è necessaria un autocertificazione da parte dei genitori, utilizzando l apposito modulo o gli spazi predisposti dal diario. Il certificato medico per la riammissione non è più richiesto. Le SS.LL. solleciteranno la massima puntualità nell'ingresso a scuola degli alunni ed avranno cura di segnalare alla scrivente i nominativi di coloro che dovessero sistematicamente presentarsi a scuola in ritardo. Analogamente dovranno essere segnalati i casi di assenze saltuarie troppo frequenti e, ovviamente, le assenze per lunghi periodi. SEGNALAZIONE ALUNNI CON DIFFICOLTA' Ove si richieda la consulenza dello specialista ASL è necessario compilare il modello R firmato da tutti i docenti che operano nella classe in cui l'alunno è inserito. Il modello R va consegnato ( nell ambito di un colloquio) alla famiglia, che lo presenterà allo specialista. Si ricorda che la famiglia deve essere sempre informata e consultata per qualsiasi intervento si voglia operare sull'alunno. NORME GENERALI IN MATERIA DI VIGILANZA SUI MINORI Si ricorda che in ogni caso non contemplato nella presente circolare e nel Regolamento di Istituto ( ad esempio in caso di mancato funzionamento dell impianto di riscaldamento ), gli alunni che si recano a scuola devono essere 2

3 accolti nell edificio scolastico e adeguatamente custoditi in ragione del rapporto di vigilanza che si instaura automaticamente ogniqualvolta un minore viene affidato alla scuola. Successivamente si gestirà l eventuale situazione di emergenza prendendo contatti con la Direzione. CONTRATTO FORMATIVO E ASPETTI EDUCATIVI GENERALI Si raccomanda il coinvolgimento degli alunni nel proprio processo formativo (concetto di empowerment della rete lombarda di scuole che promuovono salute ). Nella carta dei servizi scolastici del nostro IC, stesa in armonia con lo schema generale di riferimento della carta dei servizi scolastici emanato con DPCM 7/06/1995, si prevede che. il docente (nei confronti dell alunno) deve: esprimere la propria offerta formativa, motivare il proprio intervento didattico, esplicitare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione Per quanto riguarda gli aspetti educativi generali, l abbigliamento e le forme di saluto (uso del buongiorno e non di salve ), si faccia riferimento al regolamento di Istituto, pubblicato sul sito. ABBIGLIAMENTO E COMPORTAMENTO Si ricorda che un abbigliamento decoroso è richiesto sia agli alunni che al personale e che gli adulti rappresentano modelli di comportamento per gli alunni in qualsiasi loro azione. TUTELA DELLA RISERVATEZZA Le informazioni di carattere medico o comunque inerenti dati sensibili ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e successive integrazioni, sono soggette a tutela della privacy; altre fonti al riguardo: art. 28 L. 141/1990 e succ. integrazioni, e più in generale art. 326 c.p. Si raccomanda un attenta vigilanza da parte dei docenti. La riservatezza è altresì dovuta dal ruolo professionale del docente/ata nei confronti del contesto in cui opera (, collaborare al buon andamento ) tale per cui va posta la massima attenzione a non instaurare rapporti amicali con i genitori e tanto meno con gli alunni, bensì a mantenere sempre un comportamento professionale, trasparente, autorevole e tranquillizzante. Analogamente si raccomanda di non adottare comportamenti verbali invasivi della vita familiare degli alunni, né di soffermarsi a raccontare le proprie vicende personali, formulare e/o riportare giudizi, propri o altrui, o considerazioni e decisioni emerse in consiglio di classe. (cfr. comportamenti educativi condivisi) Si raccomanda al personale docente e ata una attenta lettura del Pof, del Patto educativo dei tre ordini di scuola, e del Regolamento di Istituto. I documenti sono visibili anche sul sito dell IC. INFORTUNI E PRONTO SOCCORSO Richiamato che una corretta e ordinata gestione dei gruppi classe limita significativamente il verificarsi di infortuni, in caso di incidente si ricorda l obbligo di prestare soccorso (C.P. art.593) secondo le seguenti modalità: 3

4 1. Il docente ( la segreteria, altro docente o il collaboratore scolastico presente nel plesso) contatta telefonicamente i genitori dell alunno infortunato che provvederanno ad accompagnare il proprio figlio al presidio ospedaliero più vicino. 2. Nel caso in cui si verifichi l impossibilità di comunicare con i genitori, o nei casi di assoluta necessità e urgenza, dopo aver assicurato la dovuta vigilanza sulla scolaresca provvedendo alla divisione della classe o valendosi della collaborazione dovuta degli adulti presenti, l insegnante può accompagnare mediante ambulanza (118) l alunno infortunato al più vicino pronto soccorso. 3. Il docente è tenuto a compilare una relazione circostanziata dei fatti, utilizzando il file presente sul sito, al fine di consentire all ufficio di segreteria di predisporre nei tempi prescritti gli atti previsti dalla normativa vigente in materia. I docenti di scuola dell infanzia e primaria provvederanno a sottoporre ai genitori degli alunni che si iscriveranno in corso d anno la possibilità di aderire alla assicurazione contro gli infortuni adottata dalla scuola. Anche per il corrente anno è stata stipulata la polizza Pluriass al costo di 8,50 per alunno, la copertura del personale è gratuita. USCITE DIDATTICHE Qualsiasi uscita delle scolaresche dai plessi scolastici, a piedi o con mezzo di trasporto, deve essere comunicata alla Direzione, utilizzando gli appositi stampati, sul sito nell area riservata, previa acquisizione del consenso scritto delle famiglie. Il numero degli accompagnatori deve rispettare il rapporto di uno ogni 15 alunni per la scuola primaria e secondaria e di uno ogni 9 alunni per la scuola dell infanzia. Il consenso scritto delle famiglie deve essere acquisito per ognuna delle uscite che si intendono effettuare e va trattenuto agli atti della classe. Stampati da utilizzare per le uscite con mezzo di trasporto programmate ad inizio anno: 1) prospetto riepilogativo delle uscite proposte dai consigli di classe/interclasse/intersezione con la presenza dei genitori 2) richiesta di autorizzazione, da compilare per ognuna delle uscite programmate 3) dichiarazione (eventuale) dei genitori quali accompagnatori La modulistica di cui al punto 2), dovrà pervenire compilata in ogni sua parte ad eccezione della quota a carico di ciascun alunno, (da comunicare approssimativamente), che sarà calcolata in un secondo tempo. Si ricorda di verificare sulla modulistica il rapporto adulti accompagnatori /alunni ai fini della vigilanza ( 1 adulto ogni 9 alunni nella scuola dell infanzia e di 1 adulto ogni 15 alunni negli altri ordini di scuola). PRESENZA DEI GENITORI NELLA SCUOLA L'accesso ai locali scolastici dei genitori degli alunni in orari non espressamente previsti è subordinata alla richiesta di autorizzazione. I genitori degli alunni di scuola dell infanzia saranno invitati a non attardarsi in sezione nei momenti di entrata e uscita. 4

5 Analogamente non è consentita la diffusione di stampati e/o comunicazioni che non siano stati preventivamente vistati dalla Direzione. ASSENZE PERSONALE DOCENTE Le assenze dovranno essere comunicate dalle ore 7.30 alle 7,40 per la scuola media, non oltre le 8.00 per il personale di scuola dell infanzia e primaria. Le assenze per malattia, da documentare sempre con certificato medico, possono comportare la visita fiscale ( orario 8,00/13,00 e 14,00/20,00) fin dal 1 giorno. Ogni eventuale prolungamento del periodo di assenza per malattia deve essere supportato da domanda scritta e relativa documentazione medica. PERMESSI BREVI Compatibilmente con le esigenze di servizio possono essere concessi, a domanda, permessi orari fino al raggiungimento del monte ore settimanale di servizio per ciascun ordine di scuola. Le ore di permesso breve verranno recuperate dando priorità alla sostituzione di colleghi assenti. DIVIETO DI FUMARE NELLA SCUOLA Si raccomanda la scrupolosa osservanza di tale norma. DIVIETO DI UTILIZZARE TELEFONI CELLULARI Si ricorda ai docenti il divieto di usare telefoni cellulari durante l attività didattica, come previsto dalla normativa vigente (C.M. n 362 del 25/8/98). Tale norma vale ovviamente anche per gli alunni per i quali il telefonino può benissimo essere lasciato a casa (regolamento di disciplina). USCITE ANTICIPATE DEGLI ALUNNI Solo per gravi e giustificati motivi i genitori possono richiedere l'autorizzazione all'uscita anticipata mediante comunicazione scritta indirizzata al Dirigente Scolastico compilando l'apposito stampato o l apposita sezione sul diario. Le uscite anticipate (o entrate posticipate) a carattere continuativo, debitamente documentate, possono essere autorizzate solo dal Capo di Istituto. RAPPORTI CON ENTI O ASSOCIAZIONI ESTERNE Ogni richiesta di intervento nella scuola da parte di esperti / enti esterni deve preventivamente essere autorizzata dalla scrivente. L intervento di esperti esterni nella scuola deve avvenire sempre con la contemporanea presenza di un docente di classe, che comunque mantiene la responsabilità sulla scolaresca. SICUREZZA Si raccomanda alle SS.LL. di segnalare con tempestività alla scrivente qualsiasi situazione di potenziale pericolo per gli alunni. DIVIETO DI GESTIRE FONDI AL DI FUORI DEL BILANCIO DELLA SCUOLA Ai sensi della normativa vigente le cifre raccolte, per qualsiasi finalità, ( uscite didattiche, assicurazione ecc.) devono essere versate sul c.c.bancario della scuola per essere poi introitate in bilancio, indicando la causale del versamento e l indicazione del plesso e della classe. 5

6 Per ragioni di carattere contabile non dovranno essere effettuati dopo il 10 dicembre di ogni anno solare. versamenti Si ricorda infine che ai sensi della normativa vigente qualsiasi attività lavorativa oltre il servizio deve essere autorizzata dal DS. Le presenti disposizioni hanno carattere permanente. Il DIRIGENTE SCOLASTICO Dott.ssa Loredana Lanati Firma autografa sostituita a mezzo stampa zi sensi del D.Lgs. n 39/93 art.3 c.2 6

DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DELLA VIGILANZA DEGLI ALUNNI a.s. 2015/16

DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DELLA VIGILANZA DEGLI ALUNNI a.s. 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Antonio Genovesi SAIC87700C Via Domenico Amato, 2 c.a.p. 84099 SAN CIPRIANO PICENTINO (SA) Tel.e Fax 089861753 e.mail : saic87700c@istruzione.it www.icsanciprianopicentino.gov.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12. Prot. n. 4643/A32 Bologna, 17.09.2012

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12. Prot. n. 4643/A32 Bologna, 17.09.2012 Prot. n. 4643/A32 Bologna, 17.09.2012 -A tutto il personale dell'i.c. Loro sedi -All albo informatico Oggetto: norme di funzionamento generale Con la presente circolare si evidenziano le norme di funzionamento

Dettagli

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi Capo 3. Funzionamento delle scuole Art.22. Premesse a) Il processo di realizzazione dell autonomia deve essere inteso come l acquisizione graduale, da parte di tutti i plessi dell Istituto, di responsabilità

Dettagli

Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4. Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA.

Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4. Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA. Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4 Al personale docente Al personale ATA Alle RSU d Istituto All ALBO Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA. Nell augurare

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail vtic80100@istruzione.it

Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail vtic80100@istruzione.it MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail

Dettagli

CIRCOLARE N. 13. Disposizioni sulla vigilanza. La vigilanza sugli alunni fa parte degli obblighi di servizio degli insegnanti.

CIRCOLARE N. 13. Disposizioni sulla vigilanza. La vigilanza sugli alunni fa parte degli obblighi di servizio degli insegnanti. CIRCOLARE N. 13 - Ai Sigg. Docenti (Copia individuale) e ai Collaboratori del D.S. - DSGA(Copia individuale) - Segreteria (Copia individuale) - Ai Collaboratori Scolastici (Copia individuale) - ALBO sede/succursale

Dettagli

DOVERI del DIPENDENTE

DOVERI del DIPENDENTE Prot.4067/C2 14.11.2015 Poppi Albo sito della scuola Al Personale di Segreteria Ai Collaboratori Scolastici All'Assistente Tecnico Isis Galilei di Poppi Loro sedi p.c.al DSGA Paola Gallastroni sede p.c.

Dettagli

Oggetto: pianificazione generale dell Organizzazione della vigilanza verso gli studenti.

Oggetto: pianificazione generale dell Organizzazione della vigilanza verso gli studenti. INISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI Via Cilea, 4, 04100 Latina - Tel. 0773/606160-628184 fax 0773/621917

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI E VISITE D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VIAGGI E VISITE D ISTRUZIONE REGOLAMENTO VIAGGI E VISITE D ISTRUZIONE ART. 1 PRINCIPI GENERALI In coerenza con la Circolare Ministeriale n. 623 del 02.10.1996 e successive integrazioni, la scuola considera le uscite didattiche, le

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO 1 VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria A.S. 2014/2015 PREMESSE Le seguenti disposizioni hanno lo scopo di richiamare le indicazioni normative per quanto attiene i doveri connessi

Dettagli

REGOLAMENTO. della. Scuola Primaria Paritaria. Istituto Parrocchiale IMMACOLATA

REGOLAMENTO. della. Scuola Primaria Paritaria. Istituto Parrocchiale IMMACOLATA REGOLAMENTO della Scuola Primaria Paritaria Istituto Parrocchiale IMMACOLATA Anno scolastico 2015-2016 INDICE PREMESSA 1 PARTE PRIMA: I RUOLI A) Alunni 2 1. Diritti 2 2. Doveri 3 3. Disciplina 4 4. Norme

Dettagli

ALLEGATO 8 - REGOLAMENTO USCITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

ALLEGATO 8 - REGOLAMENTO USCITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI CORSO CAVOUR - PAVIA Corso Cavour, 49 - tel. 0382/26884 - fax. 0382/531721 E-mail: pvee82900r@istruzione.it PEC: pvic82900r@pec.istruzione.it

Dettagli

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Ai Sigg. Genitori della Scuola Primaria Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Si portano a conoscenza dei genitori degli alunni iscritti alla Scuola Primaria

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 DISPOSIZIONI ACCOGLIENZA MODELLO ORGANIZZATIVO ADOTTATO DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AI SENSI DEL D.LGS N.81-2008 Titolo I - Organi e soggetti tenuti alla regolazione e alla realizzazione della

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA , 20060 (MI) - Segreteria: 029566167 e Fax 029567005 -Fax Fax REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA Art.1. La scuola in collaborazione con le famiglie, svolge un azione educativa volta a dotare gli alunni

Dettagli

Anno scolastico 2005-2006

Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Norme generali per i docenti Anno scolastico 2005-2006 1. Premessa. Il presente documento (Norme generali per i docenti) riporta le informazioni necessarie allo svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015

REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015 REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015 - 1 - INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 Articolo 11 Articolo 12 Articolo 13 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI.

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI. REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI. Principali riferimenti normativi in materia di viaggi d istruzione: C.M. n.29del199/d. L n.111/17/3 del 1995 D.I. n.44del2001/nota

Dettagli

CAPO V ALUNNI. Norme di comportamento

CAPO V ALUNNI. Norme di comportamento CAPO V ALUNNI Art. 8 Norme di comportamento 1. Gli alunni sono tenuti ad avere, nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, di tutto il personale e dei compagni, un atteggiamento rispettoso della

Dettagli

Istituto Comprensivo di Cologno al Serio SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

Istituto Comprensivo di Cologno al Serio SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 Cologno al Serio (BG) Tel. e Fax 035896031-0354872415 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it SCUOLA

Dettagli

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono.

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono. Carate Brianza, 13 settembre 2013 Comunicazione interna n. 15 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2013-2014 1. COLLOQUI DOCENTI GENITORI

Dettagli

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI.

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI. REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI. Principali riferimenti normativi in materia di viaggi d istruzione C.M. n.291 del 1992 /D.L n. 111/17/3 del 1995; D.I. n.44del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARESE Arese, 22 settembre 2013 Prot. n. 3233 / viaggi A tutto il personale docente e non docente IC Don Gnocchi Loro Sedi REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Premessa All Albo Le iniziative

Dettagli

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Prot. n. 6173 del 20/11/2013 Il Dirigente Scolastico Visto il D.Lgs 297/1994; Vista la Legge 59/1997 art. 21; Visto il DPR 275/1999 art. 14; Visto il D.Lgs 165/201 art. 25; Visto il CCNL 2006/2009; Visto

Dettagli

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE IL CONSIGLIO DI ISTITUTO

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE IL CONSIGLIO DI ISTITUTO i.c. F.LLI SOMMARIVA Via Gandhi, 1-37053 Cerea (VR) - Tel. 0442/80217-0442/82038 - Fax 0442/327497 email: vric85500g@istruzione.it url: www.icsommariva.gov.it anno scolastico 2014/2015 REGOLAMENTO VISITE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA Entrata 8.10 8.15 Chiusura cancelli: 8.20 Ingresso Gli alunni non possono accedere nei locali scolastici se non 5 minuti prima dell inizio delle lezioni. L ingresso

Dettagli

Circ. n.6 alunni San Zenone degli Ezzelini, 15 /09/2014

Circ. n.6 alunni San Zenone degli Ezzelini, 15 /09/2014 SAN ZENONE DEGLI EZZELINI Via A.Canova,2 Tel. 0423/567080 Fax0423/964574 e-mail tvic862003@istruzione.it TVIC862003@pec.istruzione.it - sito web www.comprensivosanzenone.gov.it CM.TVIC862003 CF.92026890266

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE R E G O L A M E N T O D I S T I T U T O Art. 1 Orario delle lezioni - calendario scolastico - entrata alunni a. L orario delle lezioni e il calendario scolastico, con eventuali

Dettagli

Asilo infantile T. A. GALIMBERTI

Asilo infantile T. A. GALIMBERTI La scuola dell Infanzia T.A. Galimberti ha come fine l educazione integrale dei bambini. Per un miglior funzionamento dei diversi momenti dell attività scolastica, riteniamo opportuno esplicitare alcune

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014 ISTITUTO VIA F. SANTI 65 Allegato Principi generali 1. Nel rispetto della normativa vigente in materia, il presente regolamento intende disciplinare il funzionamento dei servizi scolastici erogati dalle

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 REGOLAMENTO D ISTITUTO La Costituzione repubblicana, lo Statuto delle studentesse e degli studenti e il Regolamento dell autonomia delle Istituzioni

Dettagli

Istituto Comprensivo Luigi Valli di Narni Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente E.D.A.

Istituto Comprensivo Luigi Valli di Narni Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente E.D.A. 1 Indice Premessa...3 Tipologia degli interventi...3 Iscrizioni...3 Accoglienza...4 Ore di ricevimento...4 Costi a carico dell'utenza...4 Frequenza delle lezioni...4 Certificazioni rilasciate...4 Smarrimenti

Dettagli

Al DSGA. Ai docenti Al personale ATA. Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni.

Al DSGA. Ai docenti Al personale ATA. Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni. Prot n.. 6540/B10 Al DSGA Ai docenti collaboratori Ai docenti Al personale ATA Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza uscita e vigilanza alunni. Si invita il personale in indirizzo all osservanza della

Dettagli

-ingresso, per la scuola primaria, ore 8.30. -ingresso, per la scuola dell infanzia, è dalle 8.00 alle 9.00.

-ingresso, per la scuola primaria, ore 8.30. -ingresso, per la scuola dell infanzia, è dalle 8.00 alle 9.00. ISTITUTO VIA F. SANTI 65 IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO l art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297; VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275; VISTO il D.I. 01/02/2001, n. 44; VISTO IL POF

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO MARCO POLO Via Luigi Fabbri, 1-60044 FABRIANO (ANCONA) Tel. 0732 21971 Fax 0732 4797 C.F. 90016680424 sito web icmpolo.it

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E DEGLI ALUNNI Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA' 4. PROCEDURA 4.1 Rilascio del diario 4.2 Assenze 4.2.1 Assenze

Dettagli

il seguente regolamento con il fine di indicare le regole per creare nell'istituto un sereno ed ordinato ambiente di vita scolastica.

il seguente regolamento con il fine di indicare le regole per creare nell'istituto un sereno ed ordinato ambiente di vita scolastica. ISTITUTO VIA F. SANTI 65 IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO l art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297; VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275; VISTO il D.I. 01/02/2001, n. 44; VISTO IL POF

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER ISTITUTO TECNICO : Elettrotecnica, Informatica, Meccanica e Meccatronica LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE Via Berchet 2-20900 Monza 039324607 - Fax 039322122

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale Questo documento contiene le norme che regolano la vita interna dei Centri di Formazione Professionale di ABF; tutti devono

Dettagli

DIRETTIVA DIRIGENZIALE OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

DIRETTIVA DIRIGENZIALE OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - DISTRETTO SCOLASTICO N. 27 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO G. Rodari 80024 CARDITO (NA) - Via Prampolini - Tel. 081 8313317 Cod.Fiscale: 80103720639-Cod.Meccanog. NAEE 118005 e-mail naee118005@istruzione.it

Dettagli

Prot. n 3462/A19 Marano di Napoli, 25/05/2015

Prot. n 3462/A19 Marano di Napoli, 25/05/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AMANZIO RANUCCI -ALFIERI P.zza Trieste e Trento n 1 Tel. 081/7426247 - Fax 081/7420440 (sede centrale) 80016 - MARANO DI NAPOLI (NA) C.M. NAIC8FU00X C.F 95186760633 Email:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO Anni scolastici 2010/2011-2011/2012 2012/2013 Approvato con delibera n. 17 del Consiglio di Istituto del 23/11/2010 ( Validità triennale ) In considerazione del

Dettagli

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 9 Anno scolastico 2014 2015 REGOLAMENTO DI VIGILANZA

ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 9 Anno scolastico 2014 2015 REGOLAMENTO DI VIGILANZA ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 9 Anno scolastico 2014 2015 REGOLAMENTO DI VIGILANZA La vigilanza è un obbligo che investe tutto il personale scolastico, docenti, personale ATA e Dirigente Scolastico. La

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Gioacchino Da Fiore

Istituto Comprensivo Statale Gioacchino Da Fiore Istituto Comprensivo Statale Gioacchino Da Fiore San Giovanni in Fiore (CS) REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE,VIAGGI D ISTRUZIONE, VISITE GUIDATE em@il: CSIC8AV00X@ISTRUZIONE.IT Sito Web: www.gdafiore.it *

Dettagli

1 Istituto Comprensivo A. MORO P.VIRGILIO MARONE Francavilla Fontana (BR)

1 Istituto Comprensivo A. MORO P.VIRGILIO MARONE Francavilla Fontana (BR) 1 1 Istituto Comprensivo A. MORO P.VIRGILIO MARONE Francavilla Fontana (BR) Via Oratorio della Morte, 2-4 C.M. BRIC83100D C.F. 91071300742 tel: 0831/841857 fax: 0831/099021 Scuola Secondaria di 1 grado

Dettagli

Padova, 22.09.2012. Agli alunni dell Istituto. Ai genitori degli alunni. Ai docenti dell Istituto. Al personale ATA dell Istituto

Padova, 22.09.2012. Agli alunni dell Istituto. Ai genitori degli alunni. Ai docenti dell Istituto. Al personale ATA dell Istituto ISTITUTO MAGISTRALE STATALE AMEDEO DI SAVOIA DUCA D AOSTA LICEO SCIENZE UMANE LICEO SCIENZE UMANE(Ec/S o c ) LICEO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI Via del Santo, n. 57-35123 PADOVA tel.

Dettagli

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI

REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ED INIZIATIVE CULTURALI Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO F. Cilea Via Cilea, 269-00124 ROMA (RM) Tel. 0650913962 - Fax 0650938556 C.M. RMIC8FR002

Dettagli

Prot. n. 3880/C29 Belvedere M.mo, 27/05/2015. Oggetto: Scrutini e adempimenti di fine anno scolastico 2014/2015 - Scuola Primaria

Prot. n. 3880/C29 Belvedere M.mo, 27/05/2015. Oggetto: Scrutini e adempimenti di fine anno scolastico 2014/2015 - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 Grado Padre Giuseppe Puglisi ad indirizzo musicale VIA G. FORTUNATO, 10 87021 BELVEDERE MARITTIMO (CS) tel. e fax 0985/82923

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI USCITE, VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI USCITE, VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO Ramiro Fabiani Via 4 Novembre, 82/84 - Tel. 0444/886073 Cod. Fisc. 80023430244 - Cod. Mecc. VIIC87300R 36021 BARBARANO VICENTINO

Dettagli

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni Circolare n. 11 Muravera, 16/09/2015 Ai Docenti Agli ATA Loro Sedi E p.c. Al Dsga Agli Atti Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni La vigilanza è un obbligo che investe tutto

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

1. creare nella nostra comunità scolastica un ambiente accogliente sereno ed ordinato;

1. creare nella nostra comunità scolastica un ambiente accogliente sereno ed ordinato; REGOLAMENTO D ISTITUTO (in fase di revisione) Il presente regolamento è stato deliberato dal Consiglio di Istituto ed è vincolante per tutte le componenti scolastiche; contiene le regole perché il complesso

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MAGENTA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MAGENTA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MAGENTA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MAGENTA ISO 9001/2000 Certificato n 9175.ISDM Sedi associate I.P.S.I.A."LEONARDO DA VINCI" Via Novara, 113 20013 MAGENTA (MI) tel.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE S.G. BOSCO CAMPOBELLO DI LICATA REGOLAMENTO INTERNO A.S. 2012/2013

DIREZIONE DIDATTICA STATALE S.G. BOSCO CAMPOBELLO DI LICATA REGOLAMENTO INTERNO A.S. 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE S.G. BOSCO CAMPOBELLO DI LICATA REGOLAMENTO INTERNO A.S. 2012/2013 Il presente regolamento si ispira alla seguente visione della scuola: La scuola è una comunità di dialogo,

Dettagli

CIRCOLARE N.106/14-15

CIRCOLARE N.106/14-15 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO TIVOLI 1-TIVOLI CENTRO VIA DEL COLLEGIO 2-00019 TIVOLI (RM) TEL 0774-312194-314549

Dettagli

ai docenti al personale ATA

ai docenti al personale ATA Carate Brianza, 11 settembre 2015 Circolare interna n. 16 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2015-2016 1. FORME DI COMUNICAZIONE Tutte

Dettagli

Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015

Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015 Prot. n. 4107 /a32 Catania, 15 settembre 2015 Al docente collaboratore vicario Al DSGA Al personale docente Al personale ATA Sede Al RSPP Al RLS All Albo sicurezza Oggetto: Direttiva in materia di sicurezza

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 COLOGNO AL SERIO Tel. fax 0354872415-035896031 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it/ SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 Circolare n. 6/15 Cesena, 12/09/2015 ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 - Agli studenti e per loro tramite ai genitori E p.c.: ai Docenti dell Istituto

Dettagli

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA (ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera f del CCNL 15/03/2001) L anno 2002 il mese

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO Via M.L. King, 3 45030 S.M. Maddalena Occhiobello (RO) Tel/fax 0425-757513 Email: nicola.marchetti@istruzione.it roic803002@istruzione.it Sito web: www.ic-occhiobello.gov.it

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO DI ALANNO (PE) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo Grado, Istituto Tecnico Agrario Statale, Istituto

Dettagli

PREMESSO CHE: Le misure organizzative di seguito riportate riguardano la vigilanza degli alunni:

PREMESSO CHE: Le misure organizzative di seguito riportate riguardano la vigilanza degli alunni: Prot. n Circ. n. Salò, 20 settembre 2014 Al D.S.G.A. Al personale docente e ATA Agli studenti e genitori All Albo e sito WEB Oggetto: Informativa sulla vigilanza sugli alunni. PREMESSO CHE: 1. la Scuola

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o di M o n t e c o m p a t r i

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o di M o n t e c o m p a t r i M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I s t i t u t o C o m p r e n s i v o di M o n t e c o m p a t r i P a o l o B o r s e l l i n o Via

Dettagli

lezioni, con la direttiva allegata intendo riportare alla Vostra attenzione alcune indicazioni sul tema

lezioni, con la direttiva allegata intendo riportare alla Vostra attenzione alcune indicazioni sul tema Circolare n.11 Laveno M., 7.9.2015 Ai Docenti Ai Collaboratori Scolastici E p.c. Ai Genitori Sito Web/Albo E p.c. al DSGA SEDI OGGETTO: Direttiva sulla vigilanza all interno dell Istituto Gentili Docenti

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DI SORVEGLIANZA SUGLI ALUNNI

REGOLAMENTO INTERNO DI SORVEGLIANZA SUGLI ALUNNI ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO D. ALIGHIERI DI NOCERA UMBRA Scuola Primaria FULVIO SBARRETTI Casebasse ANNO SCOLASTICO 2013 2014 REGOLAMENTO INTERNO DI SORVEGLIANZA SUGLI ALUNNI Indice 1) Durante lo svolgimento

Dettagli

ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DIBELLUNO

ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DIBELLUNO ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DIBELLUNO REGOLAMENTO INTERNO PER I LAVORATORI 1. ORGANIZZAZIONE INTERNA 1.1 Orari 1. Ogni servizio deve garantire la copertura oraria stabilita dal Consiglio Direttivo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA COMUNE DI BASCHI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA (Approvato con delibera consiliare n. 50 del 30.09.2010) TITOLO I Norme Generali TITOLO II Trasporto

Dettagli

REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA

REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA f.i.s.m. PIEMONTE Federazione Italiana Scuole Materne REGIONE PIEMONTE Maggio 2012 Pag. 1 PARTE PRIMA Finalità e caratteri della scuola dell

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO D ISTITUTO Parte istituzionale Art. 1 OFFERTA FORMATIVA A novembre - dicembre, ogni Scuola programma attraverso la Commissione POF dell istituto, il Piano dell offerta formativa per l a.s.

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia Appendice F Patto educativo di corresponsabilità Scuola - Famiglia PREMESSA L istituzione scolastica risulta luogo di crescita civile, culturale e di valorizzazione della persona quando vengono coinvolti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA DOMANDA DI ISCRIZIONE SCUOLA DELL INFANZIA Compilare in stampatello Al Dirigente Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO «A. GRAMSCI» Via Pescara s.n.c. 00040 Albano/Pavona (Roma) l sottoscritt.. padre madre tutore

Dettagli

REGOLAMENTO per la CONCESSIONE di LOCALI SCOLASTICI (Delibera n.14 del Consiglio d Istituto del 6-6-2014)

REGOLAMENTO per la CONCESSIONE di LOCALI SCOLASTICI (Delibera n.14 del Consiglio d Istituto del 6-6-2014) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1 Via Umberto I n. 5-35028 PIOVE DI SACCO (PD) TEL. 049/9702922 fax 049/9708471 COD. MECC. PDIC8AA004 - COD. FISCALE 92258450284 e-mail: pdic8aa004@istruzione.it pec: pdic8aa004@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DEL LICEO

REGOLAMENTO DEL LICEO REGOLAMENTO DEL LICEO Indice generale: 0. RIFERIMENTI NORMATIVI 1. PERSONALE DOCENTE 2. PERSONALE A.T.A. 3. ALUNNE E ALUNNI 4. GENITORI DELLE ALUNNE E DEGLI ALUNNI 5. ENTI E ORGANIZZAZIONI ESTERNE 6. CONTRATTAZIONE

Dettagli

sito web: www.icquintotv.gov.it

sito web: www.icquintotv.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI QUINTO DI TREVISO SCUOLA PRIMARIA e SECONDARIA di I GRADO Via Donatori del Sangue, 1-31055 Quinto di Treviso - Tel. 0422/379357 - Fax 0422/479476 e-mail: segreteria@icquintotv.it

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINARE ALUNNI

REGOLAMENTO DISCIPLINARE ALUNNI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 -

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE Via Potenza 85028 Rionero in Vulture (PZ)

DIREZIONE DIDATTICA STATALE Via Potenza 85028 Rionero in Vulture (PZ) DIREZIONE DIDATTICA STATALE Via Potenza 85028 Rionero in Vulture (PZ) P I C C O L O V A D E M E C U M P E R I G E N I T O R I D E G L I A L U N N I - S C U O L A P R I M A R I A Finalità della Scuola La

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO Via D Azeglio 64/2, tel. 055-4216500 - fax 055-4218259 50019 SESTO FIORENTINO Mail: fiee56000v@istruzione.it - Pec: Fiee56000v@pec.istruzione.it C.M. FIEE56000V -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità anno scolastico 2008 2009 IC SAN GIOVANNI IL. P.E.C. pag.1 ISTITUTO

Dettagli

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI Prot. n. 4369/A 26 Concordia Sagittaria, 24 novembre 2015 Ai rappresentanti sindacali Al personale dell Istituto All albo dell Istituto INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO Anni scolastici 2010/2011-2011/2012 2012/2013 Approvato con delibera n. 17 del Consiglio di Istituto del 23/11/2010 ( Validità triennale ) In considerazione del

Dettagli

Ai Docenti Ai Collaboratori scolastici Al DSGA Al sito web

Ai Docenti Ai Collaboratori scolastici Al DSGA Al sito web Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Tel. & Fax 081/916424 Autonomia Scolastica 57 www.scuolacriscuolopagani.gov.itt e-mail: samm13400c@istruzioni.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PERSONALE SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI ALLIEVI SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO PER IL PERSONALE SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI ALLIEVI SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO PER IL PERSONALE SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI ALLIEVI SCUOLA PRIMARIA ENTRATA ED ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI Il personale docente deve trovarsi sul luogo di lavoro almeno 5 minuti prima dell'orario

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VIGILANZA SUGLI ALUNNI. PIANIFICAZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE DELLA VIGILANZA.

REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VIGILANZA SUGLI ALUNNI. PIANIFICAZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE DELLA VIGILANZA. Allegati 1 REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VIGILANZA SUGLI ALUNNI. PIANIFICAZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE DELLA VIGILANZA. Premesso che: - La custodia, il controllo e la vigilanza

Dettagli

Prot.n. 3855/A1d Bardolino, 8 settembre 2014

Prot.n. 3855/A1d Bardolino, 8 settembre 2014 Istituto Comprensivo Statale di scuola primaria e secondaria di primo grado "Falcone Borsellino" Via Dante Alighieri 16-37011 Bardolino (VR)- Italia tel.045 7210155 - fax 045 6228114 - info@ic-falconeborsellino.it

Dettagli

Regolamento interno personale direttivo e docente

Regolamento interno personale direttivo e docente Istituto Maria Ausiliatrice di Giaveno Scuola Primaria Parificata Paritaria e Secondaria di 1 grado Paritaria Via Maria Ausiliatrice, 55-10094 Giaveno (TO) Tel. 011.937.60.71 - Fax 011.936.30.11 e-mail:

Dettagli

Circ. n.223 - Allegato Porto Cesareo, 02/06/2015

Circ. n.223 - Allegato Porto Cesareo, 02/06/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PORTO CESAREO Via Piccinni, 10 Tel. e Fax 0833-569105 C.F. 91012680756 mail leic831006@istruzione.it mail certificata leic831006@pec.istruzione.it sito: www.icportocesareo.gov.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Adolfo GANDIGLIO Piazzetta Grimaldi, 3-61032 Fano (PU)

Istituto Comprensivo Adolfo GANDIGLIO Piazzetta Grimaldi, 3-61032 Fano (PU) Visto il D.M. n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità ; Visti i D.P.R. n. 249 del 24/6/1998 e D.P.R. n. 235 del 21/11/2007 Regolamento recante lo Statuto

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena per la Grafica ed il Sistema Moda Corsi Professionali Regionali di Grafica e Moda

Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena per la Grafica ed il Sistema Moda Corsi Professionali Regionali di Grafica e Moda REGOLAMENTO DI ISTITUTO INDICE ART. 1 FINALITA ART. 2 TEMPI 1. Orario di ingresso 2. Ritardi 3. Uscite anticipate 4. Uscite temporanee dall aula 5. Variazioni orario giornaliero 6. Assenze alunni ART.

Dettagli

Anno scolastico 2015-2016 REGOLAMENTO DI ISTITUTO

Anno scolastico 2015-2016 REGOLAMENTO DI ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO MASCAGNI Presidenza e Segreteria Via Mascagni, 11-20066 Melzo MI tel & fax 029551673 C.M. MIIC8BM008 - Codice Fiscale 91539660158 - e-mail: segreteriamascagni@tiscali.it Anno

Dettagli

VADEMECUM. Viaggi di istruzione e visite guidate. Anno Scolastico 2013/14

VADEMECUM. Viaggi di istruzione e visite guidate. Anno Scolastico 2013/14 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO L. PIRANDELLO SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO VIA ENNA n 7 - Tel. e Fax 0922/97043992010 - LAMPEDUSA E LINOSA (AG) C.F. 80006700845 VADEMECUM

Dettagli

Regolamento di Istituto

Regolamento di Istituto Regolamento di Istituto Art. 1 Criteri per la formazione delle classi Classi prime La commissione, designata dal Collegio dei Docenti, opererà secondo i seguenti criteri: Rispetto della scelta del genitore

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ. Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado. Premessa

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ. Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado. Premessa PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado Premessa La scuola e la famiglia condividono un modello educativo basato sul rispetto della Costituzione,

Dettagli

3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Viale Teocrito,63 96100 Siracusa tel. fax 0931/60376-0931/461327 E-mail:SRIC828009@PEC.ISTRUZIONE.IT - SRIC828009@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE COLASANTO ANDRIA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE COLASANTO ANDRIA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE COLASANTO ANDRIA prot. n. 3151 c41 Andria, 1 settembre 2011 CIRCOLARE N 1 Anno Scolastico 2011/12 - ORDINE DI SERVIZIO Ai docenti dell IPSSSP Colasanto di Andria

Dettagli

Regolamento delle visite d istruzione

Regolamento delle visite d istruzione Istituto Comprensivo Statale di Battaglia Terme (PD) Regolamento delle visite d istruzione Predisposto dal Consiglio di Istituto in data 30 Settembre 2009 Approvato dal Collegio dei Docenti in data 19

Dettagli