NEWSLETTER. GIUGNO 2006 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWSLETTER. GIUGNO 2006 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali"

Transcript

1 Provincia di Bergamo Settore Politiche Sociali NEWSLETTER GIUGNO 2006 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali conoscenza ed azione per favorire l integrazione a cura dell Assessore alle Politiche Sociali Dr. Bianco Speranza La sezione approfondimenti di questa newsletter presenta alcuni dei risultati emersi dalla ricerca Figli di immigrati. Conoscenza ed azione per favorire l integrazione. Si tratta dell ultimo prodotto curato dall Osservatorio Politiche Sociali, Area Immigrazione in collaborazione con Prefettura, Questura, Comune di Bergamo, ASL, CSA, Curia Vescovile, Caritas Diocesana Bergamasca e molti altri soggetti. La ricerca è stata promossa con la convinzione che una delle componenti fondamentali nel processo di integrazione degli immigrati sia rappresentato dai figli: è sulla seconda generazione che si basano molte delle opportunità e possibilità di rafforzare i processi di integrazione in atto ed al tempo stesso di intercettare i rischi che aumentano il tasso di vulnerabilità sociale. Vista la carenza di studi sull argomento sul territorio provinciale e il disorientamento di molti operatori ed amministratori sulle politiche da progettare e attuare in tema, la ricerca ha pertanto cercato di aumentare la conoscenza su questa fascia della popolazione immigrata: - individuando la qualità e quantità delle relazioni in atto tra i figli degli immigrati e degli italiani nei vari contesti sociali, educativi, ricreativi, ludici e sportivi, - censendo azioni, progetti, interventi ed attività realizzate ed in essere, - individuando percorsi di azione, risorse umane, cognitive ed organizzative per migliorare le politiche in atto ed in prospettiva. Nello specifico l indagine si è articolata in due parti: una fase quantitativa che ha cercato di intercettare la presenza e le caratteristiche dei minori stranieri sul territorio attraverso fonti diversificate ed una fase qualitativa che ha compreso studi di caso, approfondimenti tematici, focus group, applicazione del metodo Delphi. Di seguito è stato scelto di presentare alcuni dati relativi alla prima fase della ricerca attraverso una sintesi resa possibile da grafici e tabelle, in quanto i numeri rappresentano da sempre una prima curiosità, ma l invito ai lettori è quello di andare oltre ai dati quantitativi e di leggere con attenzione i contributi di tipo qualitativo contenuti nel volume, in distribuzione presso il Settore Politiche Sociali, che ne costituiscono la parte prevalente e maggiormente significativa. FOCUS Questa newsletter dell Osservatorio Politiche Sociali partecipa al Concorso "Comunicare on line - Comunicare con i cittadini attraverso le nuove tecnologie" indetto dall Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale in occasione della tredicesima edizione di COM-PA, il Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, dei Servizi al Cittadino e alle Imprese in programma a Bologna dal 7 al 9 novembre Tale concorso è rivolto alle newsletter edite dalle Pubbliche Amministrazioni locali e centrali, dalle Aziende sanitarie, dalle Università e dalle Local Utilities che veicolino con professionalità ed efficacia notizie ed informazioni di reale interesse per i cittadini e gli utenti attraverso le nuove tecnologie. Per ulteriori informazioni vedi anche l articolo pubblicato sul sito della Provincia alla pagina del Settore Politiche Sociali Osservatorio. AGENDA DELLE INIZIATIVE Presentazione della ricerca Sollievo, disabili e servizi: una lettura esplorativa a cura dell Osservatorio Politiche Sociali- Area Disabilità, 21 giugno 2006 (e non 13 giugno come precedentemente anticipato), Sala Consiglio Provinciale, v. Tasso, 8 Bergamo. Sono in distribuzione: - la ricerca Figli di immigrati. Conoscenza ed azione per favorire l integrazione. Per informazioni , - la pubblicazione ed il cd rom Secondo Quaderno dei servizi per l infanzia e le famiglie. Per informazioni L ARCHIVIO ED IL MODULO DI ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER SONO SUL SITO DELLA PROVINCIA - SETTORE POLITICHE SOCIALI - OSSERVATORIO Provincia di Bergamo, Osservatorio Politiche Sociali Area Socio Demografica Tel

2 I NUMERI PRINCIPALI Una presenza in forte aumento. Ogni anno si registra una crescita della presenza degli stranieri in Italia. Anche i dati provinciali ricalcano la tendenza a livello nazionale; anzi, in alcuni casi si può parlare di un vero boom. A fine agosto 2005, per esempio, le carte di soggiorno sono più che triplicate rispetto all inizio dell anno, mentre le nascite di stranieri negli ospedali della provincia sono più che raddoppiate negli ultimi quattro anni. La presenza di minori stranieri nella nostra provincia appare così un fenomeno sempre più rilevante e meritevole di studio. Si è passati 1 dalle unità di fine 2002, data alla quale si riferisce la precedente pubblicazione del Settore Politiche Sociali, alle unità di fine 2004, pari all 8% della popolazione minorile della provincia 2, con una crescita in questo biennio di quasi il 50%. Anche in termini relativi il peso dei minorenni nella popolazione straniera è aumentato, passando dal 20,5% di fine 2002 al 24% di fine 2004; si pensi che a questa data la percentuale dei minori rispetto all intera popolazione provinciale è solo del 17,4%. Insomma, la popolazione immigrata della provincia sta ringiovanendo e ciò è probabilmente il segno di una maggiore stabilità di questa popolazione sul territorio provinciale e di un conseguente aumento dei nuclei famigliari. La presenza sul territorio. La distribuzione sul territorio della provincia è piuttosto eterogenea: a livello di distretto si va dal 2,9% della Valle Brembana al 26,5% di Romano di Lombardia, mentre il peso percentuale dei minori nella popolazione degli stranieri è molto meno variabile, oscillando tra il 20% e il 27%. Anche all interno degli stessi ambiti esistono però differenze tra un Comune e l altro. La tabella qui a destra riporta i primi cinque Comuni della provincia per numero di presenze assolute. Comune stranieri minori % su minori Bergamo ,1% Treviglio ,1% Seriate 353 9,5% Romano di Lombardia ,9% Dalmine 281 6,7% Comune stranieri minori % su minori Bracca 36 21,8% Telgate ,7% Corna Imagna 44 18,5% Gaverina Terme 32 18,3% Torre Pallavicina 37 18,1% La tabella qui a destra mostra invece i primi cinque Comuni della provincia con la più alta percentuale di stranieri nella popolazione minorile. Sia il dettaglio delle presenze a livello di distretto che la mappa delle presenze a livello comunale vengono presentati nelle pagine seguenti. 1 Nei dati sulle presenze anagrafiche, per uniformarsi alla definizione usata nelle precedenti pubblicazioni, vengono considerati stranieri i cittadini dei paesi extracomunitari prima del 2004 con l esclusione dei paesi a cosiddetto sviluppo avanzato (stati dell Europa occidentale, Israele, Usa, Canada, Giappone, Australia e nuova Zelanda) 2 Il dato si discosta leggermente dalla stima dell 8,2% riportata nella pubblicazione perché nel frattempo l Istat ha reso noto i dati sulla popolazione residente per sesso ed età al 31 dicembre approfondimenti giugno 2006

3 LE PRESENZE DEI MINORI STRANIERI PER AMBITO Ambito Presenze assolute Variazione % rispetto all anno precedente % su stranieri % su minori residenti 0% 5% 10% 15% 1 Bergamo % +21% 21,8% 9,4% 2 Dalmine % +53% 21,7% 7,0% 3 Seriate % +26% 25,2% 7,6% 4 Grumello ,1% +50% 25,6% 12,4% +24% +24% 5 Valle Cavallina ,0% 11,4% +15% +10% 6 Basso Sebino ,6% 9,4% +13% +21% 7 Alto Sebino ,7% 8,4% +12% +21% 8 Valle Seriana ,0% 5,7% 9 Valle Seriana e Scalve ,2% 5,0% +8% +19% +24% 10 Valle Brembana ,2% 2,9% +12% +10% 11 Valle Imagna ,2% 4,8% +16% +26% 12 Isola Bergamasca ,5% 7,6% +32% 13 Treviglio % +18% 23,5% 8,3% 14 Romano di Lombardia % +36% 26,5% 11,4% TOTALE % +28% 24,0% 8,0% giugno 2006 approfondimenti. 3

4 LA MAPPA DELLA PROVINCIA Il dettaglio a livello comunale. Nella mappa è raffigurata la presenza dei minori stranieri sul territorio della provincia sia in termini assoluti che relativi. Ogni punto rappresenta infatti cinque minori stranieri; per ciascun comune il numero dei punti è quindi proporzionale alla numerosità della popolazione di minori stranieri. La colorazione invece (secondo la scala crescente grigio/verde/giallo/rosso) informa sul peso percentuale dei minori stranieri rispetto all intera popolazione minorile residente. Pochi nelle valli, molti intorno e a sud del capoluogo. Come si può osservare, c è una consistente presenza di minori stranieri intorno e a sud di Bergamo, probabilmente correlata con una maggiore facilità di inserimento degli immigrati nel mondo del lavoro. Questa presenza, numericamente molto rilevante, è anche diffusa, mentre nelle valli si ha il fenomeno opposto della concentrazione in uno o due soli comuni, che pur non assumendo dimensioni assolute ragguardevoli, è significativa in termini percentuali. 4. approfondimenti giugno 2006

5 I PRINCIPALI PAESI DI PROVENIENZA Paese di provenienza Presenze assolute e % cumul. 0% 20% 40% 60% 80% 100% % minori Variazione rispetto all anno prec Marocco ,7% +7% +22% Albania ,3% +22% +23% Senegal ,4% +14% +31% India ,4% +32% +28% Romania ,3% +66% +72% Jugoslavia ,6% +1% +25% Bolivia ,9% +72% +93% Tunisia ,2% +22% +19% Cina ,7% +16% +33% Ghana ,1% +10% +25% Pakistan ,3% +9% +30% Costa d'avorio ,5% +17% +30% Egitto ,3% +10% +18% Burkina Faso ,7% +9% +29% Bosnia- Erzegovina ,2% +3% +27% Ecuador ,1% +92% +121 % Tanti paesi, ma poche grandi comunità. Pur contando in provincia 120 nazionalità differenti, i primi tre paesi insieme coprono circa la metà dei minori stranieri (come evidenziato dalla barra celeste delle percentuali cumulative): Marocco, Albania, e Senegal. giugno 2006 approfondimenti. 5

6 LA VARIAZIONE DELLE PRESENZE NEL BIENNIO % 150% 175% 200% 225% 250% 275% 300% Ecuador 325% 100% Bolivia 325% 75% Romania 300% 275% variazione % anno % Nigeria Senegal Cina Pakistan Costa d'avorio Bosnia Burkina Faso India Peru' Filippine 250% 225% 200% Ghana 25% Jugoslavia Marocco Egitto Albania Tunisia 175% Macedonia 150% z x y 25% 50% variazione % anno % 100% 125% Come si legge il grafico. Il grafico evidenzia l aspetto quantitativo dei flussi nel biennio distintamente per i primi venti paesi di provenienza. Ogni nazionalità è simboleggiata da un cerchio di dimensioni proporzionali alle presenze a fine 2004, mentre l area dei cerchi interni indica il peso dei nuovi arrivi nel biennio La posizione lungo l asse orizzontale (x) indica l incremento percentuale delle presenze nel 2003, e quella lungo l asse verticale (y) la stessa variazione nel I cerchi sopra la diagonale più marcata indicano quindi gli stati per i quali l incremento degli arrivi è stato più consistente nel 2004 che nel 2003, e il viceversa vale per i cerchi sotto tale diagonale. La posizione dei cerchi rispetto alle linee diagonali tratteggiate (z) indica invece l incremento percentuale registrato nel biennio considerato. La distribuzione degli arrivi. Si può osservare che per la maggior parte dei principali paesi l incremento più consistente si è avuto nel 2004, mentre tre comunità nazionali hanno registrato un incremento notevolissimo: l Equador (+325%), la Bolivia (+232%) e la Romania (+185%). 6. approfondimenti giugno 2006

7 IL PESO DEI MINORI NELLE COMUNITÀ NAZIONALI 40% Jugoslavia Burkina Faso % minorenni 30% 20% 10% Thailandia Cuba Ecuador Colombia Rep. Dominicana Russia Brasile Somalia Bolivia Marocco Ghana Albania Cina Nigeria Peru' Filippine Argentina Etiopia Moldavia Sierra Leone Eritrea Bulgaria Croazia Costa d'avorio Macedonia Pakistan Bosnia Tunisia Algeria Romania Sri Lanka India Egitto Bangladesh Senegal Ucraina 0% 0% 20% 40% 60% 80% 100% % maschi Peso dei minori e rapporto dei sessi. Le bandiere nel grafico identificano la composizione di ciascuna delle principali comunità nazionali rispetto alla percentuale di maschi (da leggere lungo l asse orizzontale) e alla percentuale di minori (da leggere lungo l asse verticale). I paesi più a sinistra indicano una presenza prevalentemente femminile, quelli più a destra una presenza prevalentemente maschile, quelli al centro un sostanziale equilibrio dei sessi. Come si può osservare, c è un nutrito gruppo di paesi che accanto a una leggera prevalenza di maschi registra alte percentuali di minori, il che indica un tipo di immigrazione a carattere meno individuale e la presenza sempre più frequente di intere famiglie. LE NASCITE Raddoppiate in quattro anni. Le nascite di bambini stranieri nel territorio provinciale sono passate dalle 407 nel 2001 alle 851 del 2004; sono più che raddoppiate quindi in questo periodo. Se si rapporta il dato alle nascite di bambini italiani l incremento percentuale è ancora più sostenuto, perché si passa da un 5,8% delle nascite nel 2001 a un 12,9% nel Questi numeri sono molto significativi perché indicano che l incremento del numero dei minori stranieri non è dovuto esclusivamente ai ricongiungimenti familiari ma a famiglie che si formano o si allargano sul territorio della provincia. 15,0% 12,5% 10,0% 7,5% 5,0% 2,5% 0,0% nascite di bambini stranieri ,9% ,2% 8,7% 407 5,8% valori assoluti valori percentuali giugno 2006 approfondimenti. 7

8 LA SCUOLA Vicini alla media regionale. Il numero di alunni stranieri nelle scuole pubbliche e private della provincia per l anno scolastico 2004/2005 raggiunge circa le mille unità, terzo valore in Lombardia dopo Milano e Brescia. Valutando però l incidenza percentuale degli alunni con cittadinanza non italiana sul totale della popolazione scolastica si evince che il dato provinciale del 6,6% è molto vicino al 7% della media regionale. 12% 10,9% % alunni stranieri 10% 9,0% 8,5% 8% 6% 7,3% 7,3% 6,6% 5,7% 5,7% 5,1% 4,8% 7,0% 4% 2% 2,5% 0% Mantova Brescia Cremona Lodi Milano Bergamo Lecco Pavia Varese Como Sondrio media regione I vari ordini di scuola. Un analisi dei dati percentuali mostra che la presenza di alunni stranieri è più consistente negli ordini di scuola inferiori, concordemente anche con le statistiche regionali. Nelle scuole per l infanzia pubbliche la percentuale di alunni stranieri supera il 10%, mentre nelle scuole primarie e secondarie di primo grado si attesta intorno al 9%. La presenza negli istituti privati è decisamente più ridotta, tranne che nelle scuole per l infanzia, dove l esistenza di convenzioni con gli enti locali facilita l accesso anche alle famiglie con redditi non elevati. scuola infanzia scuola primaria scuola sec. 1 grado scuola sec. 2 grado % alunni stranieri 0% 2% 4% 6% 8% 10% 12% statale non statale I problemi di inserimento. Il ritardo scolastico è un problema molto diffuso per gli studenti stranieri, che sono penalizzati da difficoltà legate alla lingua, alla scolarità pregressa e all integrazione nel nostro sistema scolastico. Nella scuola primaria per esempio 364 bambini (l 8,7% degli alunni stranieri) sono inseriti in classi per più di un anno inferiori alla loro età anagrafica. Lo scarto tra l età anagrafica e la classe frequentata aumenta comunque con gli anni fino a interessare nelle scuole secondarie di secondo grado più del 31% degli studenti. 8. approfondimenti giugno 2006

27.281 permessi rilasciati

27.281 permessi rilasciati Corso Libertà 66 / Freiheitsstraße 66 39100 Bolzano / Bozen Alto Adige / Südtirol Tel. ++39 0471 414 435 www.provincia.bz.it/immigrazione www.provinz.bz.it/einwanderung 10/09/2007 Riproduzione parziale

Dettagli

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA Asher Colombo Elisa Martini LA PRESENZA STRANIERA COMPARAZIONI INTERNAZIONALI DIMENSIONI E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IN ITALIA Cittadini

Dettagli

Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1)

Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1) Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1) 0 2 2 16 11 27 30 8 38 1 7 8 10 3 13 Apolidi 1 0 1 TOTALE 58 31 89 15% 1% 2% 9% 43% 30% Apolide Contatti Sportello informativo

Dettagli

Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013

Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013 Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013 1. Gli accessi al Centro per l Integrazione Questo secondo report, relativo ai mesi di marzo

Dettagli

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 A cura di Giovanna Tizzi 1. Gli accessi allo Sportello Informativo della Casa delle Culture Questo terzo report, relativo

Dettagli

Minori e seconde generazioni

Minori e seconde generazioni Minori e seconde generazioni Sono 509mila le nascite in Italia nel 2014, il livello minimo dall Unità d Italia: così segnala l Istituto nazionale di Statistica nel comunicato di febbraio che diffonde le

Dettagli

CTP: la frontiera della lingua

CTP: la frontiera della lingua Terzo rapporto sull immigrazione della Provincia di Monza e della Brianza Osservatorio Provinciale sull Immigrazione Appunti per il Consiglio Territoriale sull immigrazione di Monza e Brianza CTP: la frontiera

Dettagli

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Università degli Studi G. d Annunzio Facoltà di Lingue e Letterature Straniere - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Elaborazioni su dati di fonte

Dettagli

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Gli di nelle scuole della provincia di Torino 2013/2014 A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA Edizione 1/ST/st/26.10.2006

Dettagli

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano Roma, 8 maggio 2014 www.lavoro.gov.it www.integrazionemigranti.gov.it www.italialavoro.it Indice: 1. Presenza e caratteristiche socio-demografiche della

Dettagli

Dati Sportello O.S.P.

Dati Sportello O.S.P. Dati Sportello O.S.P. Rilevazione dal 12 aprile al 23 novembre 2006 1. Rilevazione affluenza Famiglie 1.1 Provenienza delle Famiglie che accedono allo Sportello O.S.P. Area geografica di provenienza delle

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

MILANO PER IL CO-SVILUPPO

MILANO PER IL CO-SVILUPPO MILANO PER IL CO-SVILUPPO Contributi a favore della solidarietà e della cooperazione internazionale 2009-2010 Comune di Milano Il Bando Milano per il co-sviluppo del Comune di Milano Obbiettivi chiave

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Auditorium Comunale Albino Bg V.le Aldo Moro 2/4

Auditorium Comunale Albino Bg V.le Aldo Moro 2/4 Auditorium Comunale Albino Bg V.le Aldo Moro 2/4 La società multiculturale italiana: numeri e parole Mara Clementi - Fondazione ISMU 22 ottobre 2012 mara clementi ismu 1 due parole chiave abitano oggi

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 a cura di Silvana Mosca, Lorenzo Capisani, Antonio D

Dettagli

Sito internet: http://www.disp.let.uniroma1.it/basili2001

Sito internet: http://www.disp.let.uniroma1.it/basili2001 Bollettino di sintesi della Banca Dati BASILI a cura di Maria Senette Banca Dati degli Scrittori Immigrati in Lingua Italiana fondata da Armando Gnisci nel 1997 Dipartimento di Italianistica e Spettacolo

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

Rapporto sull Immigrazione 2013

Rapporto sull Immigrazione 2013 Rapporto sull Immigrazione 2013 Gli stranieri sulla strada: possesso di veicoli e patenti in provincia di Macerata Barbara Vallesi Istat ERM sede per le Marche 15 aprile 2014 Indice Premessa Il possesso

Dettagli

Attività dell Ufficio immigrazione della Questura di Torino

Attività dell Ufficio immigrazione della Questura di Torino Questura di Torino Ufficio immigrazione Attività dell Ufficio immigrazione della Questura di Torino PRESENZE TOTALI AL 31/12/2003 UNIONE EUROPEA Nazionalità Motivo del soggiorno 0/14 15/17 18/30 31/50

Dettagli

MIGRAZIONI INTERNAZIONALI E INTERNE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE

MIGRAZIONI INTERNAZIONALI E INTERNE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 27 gennaio 2014 Anno 2012 MIGRAZIONI INTERNAZIONALI E INTERNE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE Nel 2012 gli immigrati in Italia sono 351 mila, 35 mila in meno rispetto all anno precedente (-9,1). Il calo delle

Dettagli

Rimesse da Italia, Lombardia, Milano ( ) in migliaia di euro. Rimesse dalla Lombardia, primi venti Paesi per valore in milioni di euro e %

Rimesse da Italia, Lombardia, Milano ( ) in migliaia di euro. Rimesse dalla Lombardia, primi venti Paesi per valore in milioni di euro e % . Rimesse da Italia, Lombardia, Milano (2012-2016) in migliaia di euro Rimesse per anno Milano Lombardia Italia Milano peso su Lombardia peso su Italia 2012 965.969 1.451.377 6.833.116 67% 14% 2013 674.807

Dettagli

A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze

A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze RELAZIONE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE ANNO 2012 Centro di Ascolto: Stazione Santa Maria Novella - Binario 2-5 - Firenze Tel. e fax +39 055 294635 Casa di Accoglienza:

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009 Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 28 29 Comune di Milano A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento: Franco Chiarini Redazione

Dettagli

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano:

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano: Scheda di sintesi Rapporto di ricerca Il matrimonio forzato in Italia: conoscere, riflettere, proporre Come costruire una stima del numero delle donne e bambine vittime in Italia di matrimoni forzati e

Dettagli

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza degli

Dettagli

L immigrazione straniera nella provincia di Milano. Anno 2007

L immigrazione straniera nella provincia di Milano. Anno 2007 L immigrazione straniera nella provincia di Milano. Anno 2007 Nel quadro delle attività dell Osservatorio Regionale per l integrazione e la multietnicità Gruppo di lavoro istituito presso la Fondazione

Dettagli

Il mondo della scuola

Il mondo della scuola Anno 2007 Numero 2 Settembre 2007 Il mondo della scuola DOSSIER Scuola Sistema scolastico e servizi educativi, in provincia di Bologna C O M U N E, P R O V I N C I A, P R E F E T T U R A - U. T. G. D I

Dettagli

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO. c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 21 RICCIONE

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO. c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 21 RICCIONE REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 2 RICCIONE TOTALE ISCRITTI: 269 TOTALE CORSI ATTIVATI: 7 TOTALE ORE DI LEZIONE: 765 TOTALE

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012

ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012 ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012 1 PRESENTAZIONE Stiamo vivendo il nostro 23 anno di vita, e siamo quindi ben oltre

Dettagli

IMPRENDITORIA EXTRACOMUNITARIA IN ITALIA, III trim 2009

IMPRENDITORIA EXTRACOMUNITARIA IN ITALIA, III trim 2009 IMPRENDITORIA EXTRACOMUNITARIA IN ITALIA, III trim 2009 NATURA GIURIDICA Imprenditoria extracomunitaria per natura giuridica dell'impresa, III trim 2009 Societa' Di Capitale 14,6% Societa' Di Persone 22,4%

Dettagli

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012 GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri Venerdì 3 febbraio 2012 L immigrazione in Liguria: un fenomeno strutturale - Residenti al 31 dicembre 2010 = 125.320 - Stima dossier al 31 dicembre 2010= 136.000

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE COSVILUPPO 1 e QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE LORENZO TODESCHINI IMMIGRATI: PROBLEMA O RISORSA? L immigrazione è spesso percepita come fatto negativo e non è facile cambiare mentalità 2 solo di recente

Dettagli

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

Punti di accesso per Assistenti Familiari: o Reggio Emilia Ce.I.S.

Punti di accesso per Assistenti Familiari: o Reggio Emilia Ce.I.S. Lo Sportello per assistenti familiari (sportello AF) ha un anno di vita. Dopo la necessaria fase di avvio e di rodaggio, è possibile darne un primo resoconto di attività e orientamenti di sviluppo: Aspetti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RIMPATRIO VOLONTARIO ASSISTITO

COMUNICATO STAMPA RIMPATRIO VOLONTARIO ASSISTITO COMUNICATO STAMPA RIMPATRIO VOLONTARIO ASSISTITO Un aiuto per chi vuole tornare volontariamente nel proprio Paese L Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto e la Rete NIRVA, promuovono una giornata formativa

Dettagli

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono?

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? MAT E RIALI D IDAT TI C I SULL I M M I GRAZ I O N E C E STIM TEMA DELL INCONTRO/UNITA DIDATTICA OBIETTIVO Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? Fornire agli studenti alcuni dati utili a

Dettagli

Provincia di Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale

Provincia di Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale Stato Lavoratore F % M % % Disoccupati 31.746 29,76 % 32.356 29,96 % 64.102 29,86 % reinserimento lavorativo 7 0,01 % 5 0,00 % 12 0,01

Dettagli

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA Analisi dei matrimoni nel Comune di Parma anni 2009-2012 A CURA DI RENZO SOLIANI Parma ottobre 2013 Matrimoni a Parma, anni 2009-2012 Nell attuale momento storico affrontare

Dettagli

Lavoratori stranieri e infortuni sul lavoro

Lavoratori stranieri e infortuni sul lavoro I.N.A.I.L. Direzione Regionale Piemonte Lavoratori stranieri e infortuni sul lavoro a cura di Mirko Maltana 1 e Maria Luigia Tomaciello 2 La presenza di cittadini stranieri ha dei riflessi piuttosto evidenti

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

Luogo di residenza Maschi , , ,0 Femmine , , ,0 Residenti a Milano

Luogo di residenza Maschi , , ,0 Femmine , , ,0 Residenti a Milano SETTORE STATISTICA Tav.1-18enni residenti nel Comune di Milano 18 enni Residenti al 31.12.2007* 31.12.2002** 31.12.1999*** v.a % v.a % v.a % Luogo di residenza Maschi 4.915 48,6 4.469 51,4 4.806 51,0 Femmine

Dettagli

A.C.I.S.J.F. - Firenze

A.C.I.S.J.F. - Firenze OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE A.C.I.S.J.F. - Firenze STAZIONE DI S. M. NOVELLA DI FIRENZE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL CENTRO DI ASCOLTO E DI AIUTO Referente

Dettagli

2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa.

2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa. 2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa. L analisi statistica sviluppata in questa seconda parte del lavoro riguarda sia la presenza di minori sia i movimenti in entrata e in uscita registrati

Dettagli

Provincia di Belluno. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Provincia di Belluno. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni 2014-2015 PROVINCIA DI BELLUNO 2014 2015 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al 1 gennaio 101.055 108.375 209.430 100.307

Dettagli

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE L associazione Fabbrica dei Sogni si può definire come il punto di arrivo di un percorso iniziato nell anno 2000 all interno della Comunità del Centro giovanile S. Giorgio di Bergamo,

Dettagli

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9 Capitolo 9 Aalborg Commitment 9 Ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti. Lavoreremo quindi per: adottare le misure necessarie per alleviare la povertà assicurare un equo accesso ai

Dettagli

Sezione F. O s s e r v a t o r i o. gli AA.SS. 2006/07, 2009/10 e 2010/11) Istruzione Piemonte2011 SEZIONE F GLI STUDENTI STRANIERI

Sezione F. O s s e r v a t o r i o. gli AA.SS. 2006/07, 2009/10 e 2010/11) Istruzione Piemonte2011 SEZIONE F GLI STUDENTI STRANIERI O s s e r v a t o r i o Istruzione Piemonte2011 SEZIONE F GLI STUDENTI STRANIERI Sezione F Gli studenti stranieri Tab. F.1 Studenti stranieri: iscritti per livello di scuola (valori assoluti e percentuali,

Dettagli

info@swg.it Conoscere chi viene

info@swg.it Conoscere chi viene trieste 34133, via s. francesco 24 telefono +39.040.362525 fax +39.040.635050 milano 20144, via solari 8 telefono +39.02.43911320 fax +39.02.4986773 divisione comunicazione telefono +39.02.43911320 fax

Dettagli

UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI

UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI RAPPORTO ANNO 2011 RESIDENTI STRANIERI EUROPEI E NON EUROPEI NEL COMUNE DI SCANDICCI DATI RELATIVI AL 31 DICEMBRE 2011 incremento residenti non comunitari e comunitari

Dettagli

Il Pronto Soccorso ed il processo di Triage. Relatore: Eles Notari Referente infermieristica Dipartimentale per la formazione e l aggiornamento

Il Pronto Soccorso ed il processo di Triage. Relatore: Eles Notari Referente infermieristica Dipartimentale per la formazione e l aggiornamento Il Pronto Soccorso ed il processo di Triage Relatore: Eles Notari Referente infermieristica Dipartimentale per la formazione e l aggiornamento Residenti Provincia RE 2008 2009 tot tot increm. % Qualche

Dettagli

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 i Autore Antonio Rinaldi Responsabile progetto Dirigente Settore Affari Generali - Monica Vavassori Avvertenze: I dati fanno riferimento all anno 2006 salvo diversa indicazione.

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Istituto Comprensivo Senigallia "Marchetti"

Istituto Comprensivo Senigallia Marchetti Istituto Comprensivo Senigallia "Marchetti" Scuola primaria - Rodari Albania 5 Albania 5 Algeria 1 Bosnia 3 Bosnia 2 Cuba 1 Gran Bretagna 1 Ecuador 1 Macedonia 5 Kenia 2 Russia 1 Iran 1 Tunisia 4 Lituania

Dettagli

1 di 8 11/12/2008 13.52 La presenza degli stranieri in provincia di Brindisi al 1 gennaio 1999 I dati sui cittadini stranieri residenti nella nostra provincia, riferiti al 1 gennaio 1999, sono stati forniti

Dettagli

Forum CSR 2013. Inclusione Finanziaria Bancarizzazione Walter Pinci Responsabile Sistemi di Pagamento. 29 Ottobre 2013

Forum CSR 2013. Inclusione Finanziaria Bancarizzazione Walter Pinci Responsabile Sistemi di Pagamento. 29 Ottobre 2013 Forum CSR 2013 Inclusione Finanziaria Bancarizzazione Walter Pinci Responsabile Sistemi di Pagamento 29 Ottobre 2013 Agenda! Inclusione finanziaria in Europa! La Customer Base migranti di BancoPosta! I

Dettagli

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 a cura di DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE CARITAS/MIGRANTES Via Aurelia 796 00165 ROMA tel. ++39/06/66514345 fax. ++39/06/66540087

Dettagli

UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI

UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI UFFICIO IMMIGRATI COMUNE DI SCANDICCI RAPPORTO ANNO 2012 RESIDENTI STRANIERI EUROPEI E NON EUROPEI NEL COMUNE DI SCANDICCI DATI RELATIVI AL 31 DICEMBRE 2012 incremento residenti non comunitari e comunitari

Dettagli

Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi

Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi Adozioni in Toscana, alcuni dati di sintesi A cura del Centro Regionale di Documentazione per l Infanzia e l Adolescenza Istituto degli Innocenti Per quanto le adozioni, coerentemente con quanto avviene

Dettagli

Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri. INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri

Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri. INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri Forum PA 17 maggio 2010 Assicurati, infortuni e malattie professionali sono rilevati tramite

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E L applicazione della Legge 4 maggio 1983 n. 184 Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori negli anni 1993-1999 Analisi statistica A cura del Servizio Statistico

Dettagli

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Cristina Molfetta Ufficio Pastorale Migranti di Torino Firenze 16 Gennaio 2015 1 Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Le Famiglie Cioè l importanza dei legami affettivi e relazionali

Dettagli

Report Annuale 2010. Centro Servizi Nuovi Cittadini Immigrati. coordinato. dall Associazione Multietnica. Viale Grecia, 71 - Frosinone

Report Annuale 2010. Centro Servizi Nuovi Cittadini Immigrati. coordinato. dall Associazione Multietnica. Viale Grecia, 71 - Frosinone Comune di Frosinone Associazione Multietnica Nuovi Cittadini Ciociari ONLUS Report Annuale 2010 Centro Servizi Nuovi Cittadini Immigrati coordinato dall Associazione Multietnica Nuovi Cittadini Ciociari

Dettagli

Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande presentate nel 2009; soggiornanti e permessi rilasciati per motivi familiari nel 2008

Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande presentate nel 2009; soggiornanti e permessi rilasciati per motivi familiari nel 2008 Anno 2010 Numero 6 C O M U N E, P R O V I N C I A, P R E F E T T U R A - U T G D I B O L O G N A Settembre 2010 DOSSIER Ricongiungimenti Indice Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande

Dettagli

PGT Piano di Governo del Territorio PGT. DdP 02a. Comune di Cassolnovo (PV) DOCUMENTO DI PIANO Quadro conoscitivo 1 parte

PGT Piano di Governo del Territorio PGT. DdP 02a. Comune di Cassolnovo (PV) DOCUMENTO DI PIANO Quadro conoscitivo 1 parte PGT Piano di Governo del Territorio Comune di Cassolnovo (PV) COMUNE DI CASSOLNOVO (PV) 27023 Piazza Vittorio Veneto n. 1 Tel. 0381 928769 Fex. 0381 929175 p.iva 00477120182 sito internet comunale: WWW.COMUNE.CASSOLNOVO.PV.IT

Dettagli

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO A.S. 2012-2013 (01 GIUGNO 2012-31 MAGGIO 2013)

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO A.S. 2012-2013 (01 GIUGNO 2012-31 MAGGIO 2013) REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO TOTALE ISCRITTI: 1274 TOTALE CORSI ATTIVATI: 61 TOTALE ORE DI LEZIONE: 2965 TOTALE INSEGNANTI: 32 A.S. 2012-2013

Dettagli

1 di 10 11/12/2008 14.32 La presenza degli stranieri in provincia di Brindisi al 31 dicembre 2003 I dati, forniti dai Comuni all'istat e riferiti al 31 dicembre 2003, fotografano una presenza di stranieri

Dettagli

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona L immigrazione straniera in Provincia di Cremona di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu Cremona, 16 dicembre 2014 Stranieri residenti ogni 100 residenti nei comuni italiani

Dettagli

L immigrazione straniera nell area milanese Rapporto statistico dell Osservatorio Fondazione Cariplo-I.S.MU. Provincia di Milano Anno 1998

L immigrazione straniera nell area milanese Rapporto statistico dell Osservatorio Fondazione Cariplo-I.S.MU. Provincia di Milano Anno 1998 L immigrazione straniera nell area milanese Rapporto statistico dell Osservatorio Fondazione Cariplo-I.S.MU. Provincia di Milano Anno 1998 Gruppo di lavoro istituito presso la Fondazione Cariplo-I.S.MU.

Dettagli

La Città e i suoi Quartieri al 2014

La Città e i suoi Quartieri al 2014 La Città e i suoi Quartieri al 2014 Un quadro demografico del Quartiere Don Bosco Popolazione residente nel Quartiere per grandi classi di età e sesso FEMMINE MASCHI 65 e più 45-64 30-44 15-29 0-14 0 200

Dettagli

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE ALLEGATO n. 1 TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE Il personale docente e ATA (limitatamente a direttori dei servizi generali e amministrativi e assistenti amministrativi) può partecipare alle prove

Dettagli

Scheda ricognitiva dati scuole coinvolte:

Scheda ricognitiva dati scuole coinvolte: Università degli Studi di Napoli L Orientale Centro Lifelong Learning Elaborazione CIRED (Centro Interistituzionale di Ricerca ed Elaborazione Didattica) Laboratorio di Lingue Progetto LSPCI Scheda ricognitiva

Dettagli

Banca dati Ipasvi Iscritti stranieri agli Albi Ipasvi. Federazione nazionale Collegi Ipasvi

Banca dati Ipasvi Iscritti stranieri agli Albi Ipasvi. Federazione nazionale Collegi Ipasvi Federazione nazionale Collegi Ipasvi Via Agostino Depretis 70 Tel. 06 46200101 00184 Roma Fax 06 46200131 Banca dati Ipasvi 2008 Iscritti stranieri agli Albi Ipasvi Marzo 2009 1. Iscritti stranieri agli

Dettagli

DATI SULLA POPOLAZIONE DEL COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA

DATI SULLA POPOLAZIONE DEL COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA DATI SULLA POPOLAZIONE DEL COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA 1 DATI COMUNE DI VILLAFRANCA Popolazione 33.202 abitanti(01/01/2014 - Istat) Superficie 57,34 Densità 579,02 ab./ Andamento demografico della

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA 22 settembre 2011 1 gennaio 2011 LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA Gli stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2011 sono 4.570.317, 335mila in più rispetto all anno precedente (+7,9%). L

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Assuntori di sostanze stupefacenti nei Servizi della Giustizia Minorile Analisi statistica Primo semestre 2008 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE TORINESE

1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1.1. UNA CITTÀ UN PO PIÙ PICCOLA Torino continua a spopolarsi. Non solo nel 1999, ma durante tutta la seconda metà degli anni novanta, la città continua a perdere popolazione.

Dettagli

alunni con cittadinanza non italiana

alunni con cittadinanza non italiana Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale per i Sistemi Informativi Direzione Generale Studi e Programmazione con cittadinanza non italiana scuole statali e non statali anno scolastico /7

Dettagli

QUESTURA di TORINO Ufficio Immigrazione

QUESTURA di TORINO Ufficio Immigrazione QUESTURA di TORINO Ufficio Immigrazione I cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti nella provincia di Torino sono circa 100.000. La comunità più numerosa è ancora oggi quella marocchina, con

Dettagli

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Un breve estratto, arricchito di dettagli e approfondimenti, dalla ricerca Gli studenti stranieri nel sistema di istruzione secondaria

Dettagli

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE ASL NAPOLI 2 NORD

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE ASL NAPOLI 2 NORD REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE NA2 NORD UOC Flussi Informativi - Controllo di Gestione Via C. Alvaro, 8 Monteruscello Tel. 0813050420-21-18-16 - 44 tel/fax 0813050419 POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE

Dettagli

Alunni stranieri e attività interculturali nelle scuole di Cremona e provincia

Alunni stranieri e attività interculturali nelle scuole di Cremona e provincia Fondazione I.S.MU. Provincia di Cremona Alunni stranieri e attività interculturali nelle scuole di Cremona e provincia a cura di Domitia Mazzi elaborazione dati: Giorgia Papavero Anno scolastico 1999/2000

Dettagli

I CITTADINI STRANIERI UE e ExtraUE & il Quesito Referendario di Domenica 4 Aprile 2004

I CITTADINI STRANIERI UE e ExtraUE & il Quesito Referendario di Domenica 4 Aprile 2004 Statistiche Flash Comune di Schio Servizi Abitativi e per la Statistica Ufficio Statistica I CITTADINI STRANIERI UE e ExtraUE & il Quesito Referendario di Domenica 4 Aprile 2004 elaborazione finale 02/04/2004

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2008 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Gli stranieri in Lombardia I cittadini stranieri presenti in Lombardia al 31.12.2007 sono oltre 953.600 in base alla stima massima

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Primarie. Anno scolastico Comune di Milano. A cura di: Vittoria Carminati

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Primarie. Anno scolastico Comune di Milano. A cura di: Vittoria Carminati Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole Primarie Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David Tav. 2.1 Unità scolastiche, classi

Dettagli

QUINTO RAPPORTO ANNUALE

QUINTO RAPPORTO ANNUALE 2015 QUINTO RAPPORTO ANNUALE I migranti nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione 2014 Direzione Generale dell Immigrazione e

Dettagli

LE NAZIONALITÀ PRESENTI NELLE SCUOLE DELL UMBRIA

LE NAZIONALITÀ PRESENTI NELLE SCUOLE DELL UMBRIA Capitolo n. 5 LE NAZIONALITÀ PRESENTI NELLE SCUOLE DELL UMBRIA La provenienza degli alunni con cittadinanza non italiana La maggior parte degli alunni stranieri, frequentanti le scuole dell Umbria nell

Dettagli

Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte

Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte Roma, 15/12/2010 Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte Vorrei partire dagli ultimi dati diffusi dal Rapporto della

Dettagli

Non autosufficienza e carichi familiari in Lombardia: ieri, oggi e domani

Non autosufficienza e carichi familiari in Lombardia: ieri, oggi e domani Lombardia Statistiche Report N 1 / 8 febbraio 2016 Non autosufficienza e carichi familiari in Lombardia: ieri, oggi e domani Sintesi Al 2013 la diffusione di limitazioni nello svolgimento delle attività

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ISTRUZIONE. Anno educativo 2003/04

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ISTRUZIONE. Anno educativo 2003/04 COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ISTRUZIONE Anno educativo 2003/04 Indice: NIDI d'infanzia INTRODUZIONE pag. 1 - Bambini figli di genitori entrambi di nazionalità non italiana " 3 (suddivisi per Continente e

Dettagli

STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa

STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa STUDENTI STRANIERI NELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Premessa La globalizzazione oggi in atto genera tra i suoi effetti più salienti una commistione di popoli, uno scambio, di beni, di

Dettagli

Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale. Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006

Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale. Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006 Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006 Istituzioni scolastiche - prospetto provinciale Circoli didattici

Dettagli

Obiettivi e metodologia della ricerca

Obiettivi e metodologia della ricerca Atteggiamenti e consapevolezza rispetto a salute e lavoro: un confronto tra cittadini italiani e cittadini stranieri provenienti da paesi a forte pressione migratoria (PFPM) Obiettivi e metodologia della

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2009-2010 1 2 INDICE Introduzione... 5 Sezione 1 Le scuole... 7 Il sistema scolastico lombardo... 9 1.1 Scuole statali... 9 1.2 Scuole non statali

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010.

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010. Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli